Sei sulla pagina 1di 6

Filosofia

Et moderna: Empirismo e Razionalismo


Empirismo (empeira = esperienza)

Alla base di ogni conoscenza Esperienza Sensibile quindi


sperimentazione e osservazione
Non si pu fare a meno della ragione ruolo secondario di orientamento
nel riordino dei dati

Razionalismo

Alla base di ogni conoscenza Ragione razionalit matematica


Esperienza non utile
Permette di passare da Fenomeni Qualitativi a un ordine quantitativo
razionale (verit)
Entrambi rifiutano il Dogmatismo rifiuto dei dogma. Accettazione di un
principio determinata dal riconoscimento di unautorit divina o umana
fonte.
Rifiuto del Principio di Autorit

Hobbes Thomas
Filosofo empirista inglese
2 opere fondamentali:
Elementi di Filosofia
o De Corpore (del corpo scientifico)
o De Homine (delluomo)
o De Cive (del cittadino politica)
Leviatano 1651
Mostro biblico rappresenta lo Stato come dovrebbe essere
Inglobare gli individui renderli sudditi

Dottrina della conoscenza

Ogni conoscenza deriva dai sensi (sensismo gnoseologico) Non esistono


idee innate
Sensazione = movimento del corpo
oggetti esterni esercitano una pressione sul corpo, sugli organi sensoriali
Immagini fantasmi sono pura apparenza prodotte dal nostro
cervello
Colore e Suono movimento di un corpo
Immagini singole sensazioni vengono immagazzinate nella memoria
come idee-pensieri

Nominalismo linguistico
Autonomia del discorso dallessere

Ai fantasmi delle cose vanno imposti dei nomi


1. Funzione Mnemonica
Connessioni tra uno e laltro
2. Funzione Comunicativa
Comprendere agli altri cosa esattamente si pensa
Questo affibbiare dei nomi del tutto arbitrario
Le verit prime furono chiamate dallarbitrio dei primi che le usarono
Ragionamento discorsivo (solo delluomo) opera sui nomi e non sulle cose
Vero e Falso attributi dei nomi, non delle cose
Natura dei nomi Logica non Ontologica
Empirismo contemperato con il Razionalismo
Senza esperienza sensibile non esistono n concetti n conoscenza
Scienza (pur dipendendo dallesperienza) sistema di rapporti logici
costruito sulla ragione

Locke John
Filosofo empirista inglese
Opere pi famose:
Saggio sullintelletto umano
Due trattati sul governo civile
Lettera sulla Tolleranza

Critica allInnatismo

Innatismo = posizione che ammette lesistenza di idee innate (indipendenti


da ogni esperienza) in grado di guidare il ragionamento
Non esistono idee universali verit fondamentali a tal punto da avere il
consenso di tutti
Esempio
Principi Teoretici Principio di non Contraddizione (una cosa e non allo
stesso tempo)
non condiviso universalmente bambini e idioti non lo
hanno
Quindi Idee e Conoscenza derivano sono dallEsperienza

Classificazione delle idee

Semplici
a. Derivano dalla Sensazione
Da 1 senso
Da pi sensi
Senso Esterno idee su ci che percepiamo come esterno a
noi
b. Derivano dalla Riflessione
Riguardano le operazioni del pensiero o della volont

Senso Interno idee interne a noi


Idee Semplici Intelletto le riceve dalla sensazione o dalla
riflessione e non sono scomponibili in altre idee

Complesse
a. Idee di modo Come?
Non sussistenti di per loro.
Idee che dipendono da sostanze da cui sono determinate
(idea di bellezza)
Modi Semplici ripetizione di idee semplici (infinito)
Modi Misti unione di idee semplici di diverso tipo
b. Idee di sostanza Cosa?
Sostanza = ci che sta alla base substrato
Sussistenti di per loro ma a cui vengono riferite tante idee
semplici.
Tutto linsieme si presenta unito (idea di uomo)
Critica allIdea di Sostanza stessa
Idea di sostanza come essenza non conoscibile
dalluomo
Idea di Sostanza = unione di idee complesse e non ha valenza
oggettiva
c. Idee di Relazione
Comparazione tra idee (es. causa-effetto)

Convenzionalismo linguistico
Idee non hanno alcun legame con le parole che le rappresentano.
Pensieri anche prima della nascita del linguaggio.
Linguaggio solo una convenzione per migliorare la comunicazione

Pensiero Politico

Modello Giusnaturalistico soppianta il modello Aristotelico


Modello Aristotelico:
Stato Civile completamento dello Stato di Natura
unevoluzione dello Stato di Natura (continuit)
Luomo ha sempre avuto tendenze politiche
4 tappe:
1. Individuo
2. Famiglia
3. Villaggio
4. Stato (Polis)
Pensatori attuali Rapporto tra Natura e Stato = conflitto
Origine dellidea:
Giusnaturalismo diritti che luomo ha per natura
Diritto alla Vita

Diritto alla Libert


Diritto alla Propriet

Ugo Grozio inventa il Giusnaturalismo


Ci sono dei diritti naturali connessi alla natura razionale umana Diritti
Inalienabili
Questi diritti non si devono cancellare con lingresso dellindividuo nella
societ!
Varie implicazioni:
Il Potere ha un fondamento umano
Alla base di tutto decidono gli uomini
Il Legislatore vincolato ai principi universali
Chi fa le Leggi deve rispettare i valori

Modello Politico di Hobbes


Considerazioni psicologiche delluomo
Per natura gli uomini vogliono sopraffare gli altri uomini
2 postulati certissimi della natura umana:

Cupidicas Naturalis
Ricerca del piacere
Incessante desiderio di potere

Ratio Naturalis
Desiderio di conservazione
Paura della morte

Desideri e paure uguali per tutti gli uomini Uomini entrano in


competizione
Stato di Natura Guerra tutti contro tutti
Homo Lupus Homini
Stato di Natura non ha la propriet impossibile ogni attivit
Uomo per evitare la morte e per tenersi i diritti alla Vita e alla Propriet
Creazione di uno Stato Civile
Passaggio (NaturaStato) artificiale comporta una sottomissione al
potere
Individui rinunciano al diritto della totalit sulle cose
Rinunciare al Tutto mio

Individui trasferiscono tutti i diritti che impediscono la formazione di uno


Stato
Lo Stato gestisce i miei diritti

Obbligo di mantenere i patti


Se non si mantengono lo Stato pu punire

Necessit di costruire Potere Coercitivo (costrittivo)


Obbligare gli individui a fare qualcosa gli individui devono accettare

Leviatano

Nome dello Stato mostro biblico


Dio Mortale, appena al di sotto del Dio immortale
Uomo Artificiale non ha piet
Macchina Statale senza sentimenti
Non ha paura di nulla
Potere Sovrano deve essere:

1. Indivisibile

Contrario alla divisione dei poteri principale causa di Anarchia


Poteri divisi si distruggono reciprocamente
Giudiziario presuppone quello
Legislativo
Legislativo presuppone quello
Esecutivo
Esecutivo presuppone quello
Giudiziario
Potere religioso e temporale Uniti

2. Assoluto

Potere Libero da Leggi


Contro ai Limiti al potere statale contro le Dottrine Antiassolutistiche
Trasferimento diritti alienabili competenza dello Stato
Unico diritto Vita non trasferibile
Se Pena di Morte si ha il diritto di scappare

3. Irrevocabile

Sudditi accettano le decisioni del sovrano


Obbedienza dei sudditi

DEFINIZIONI
Critica allidea di causa Hume

Relazione causa-effetto frutto dellabitudine


Abitudine delluomo ad osservare sempre una relazione tra pi fenomeni.
Abitudine tendenza della psiche umana a individuare leggi di regolarit degli
eventi che casualmente si ripetono
Scetticismo moderato

Deus Sive Natura Spinoza

Dio ovvero Natura (panteismo)


Dio la realt stessa considerata nella sua totalit
Causa immanente della realt
Causa libera e necessaria Dio non necessitato se non dalla propria natura
Tutto deriva necessariamente da Dio

Monade Leibniz

Sono gli elementi ultimi, non scomponibili che compongono la realt


Non intesi come elementi materiali (atomi) ma come punti di energia
Atomi di forza inestesi

Non sono generabili - Non sono corruttibili sono create da Dio

Armonia Prestabilita Leibniz

Rapporto di interdipendenza tra monadi


Senza che vi sia influenza causale reciproca
Alla creazione di tutto Dio ha dato a ciascuna monade una legge di
sviluppo in modo da armonizzarsi a quella di tutte le altre monadi

Teodicea Leibniz

Dio ha creato il migliore dei mondi possibili


Teodicea = problema: esiste il male nel mondo migliore compatibilit del
male con la bont di Dio?
Il mondo non immune al male Dio ha creato un mondo con la pi grande
presenza di bene e con la pi piccola di male
Un minimo di male inevitabile per esprimere la differenza tra creato
e creatore