Sei sulla pagina 1di 10

INDICE

SINTESI _________________________________________________________ pag. 2

LE RESPONSABILITA’ DELLA CULTURA _____________________________ pag. 3

I LIMITI DELL’AUTOEROTISMO ECONOMICO __________________________ pag. 4

PER ASPERA AD ASTRA ___________________________________________ pag. 6

MUSICA – E’ SOLO QUESTIONE DI RISPETTO _________________________ pag. 7

STO SEMPRE A GONFIARE LE BOLLE ________________________________ pag. 9

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 1 di 10


SINTESI
Meno male che l'Europa dei tecnocrati pensa alle donne e al loro futuro. Uguaglianza, questa è la parola
d'ordine; dimenticavamo, uguaglianza di genere...
In che cosa? nelle pensioni. Ma mica può essere che le donne debbano lavorare meno, no, vogliamo che
loro abbiano il diritto di andare in pensione come gli uomini.
Quando? Ma come Quando? Quando ci vanno gli uomini...cioè?
Ma si dai, per rendere le donne più UGUALI agli uomini hanno, giustamente, pensato che è meglio farle
andare in pensione a 65 anni invece che a 60...mi sembra giusto! Una grande conquista di genere.
Siamo al paradosso, il sistema regala cinque anni di lavoro in più alle donne e nessuno s'incazza?
Le nostre madri dovranno spaccarsi la schiena per cinque anni in più della loro vita perché così saranno
uguali agli uomini...ma togliamo cinque anni di lavoro ai maschietti che facciamo tutti più contenti...
Poi però nasce il problema delle pensioni, si andrebbe in pensione troppo presto...
Quindi il "fatto" non è l'uguaglianza...no, non lo è...e chi ci ha creduto..solo i pirla lo hanno fatto...
La verità è che il sistema non funziona, ci sono sprechi e troppe persone che fanno i furbi, troppo
malcostume etc. etc. E allora a chi facciamo pagare questo giro?
Alle donne! A quelle donne che durante la loro vita lavorativa hanno dovuto crescere i figli, badare ai mariti e
aiutare i genitori e già che c'erano a badare anche a quelli del marito...queste sono le donne che
pagheranno il costo dell'inerzia del nostro sistema.
Solo qualche anno addietro, se qualcuno avesse cercato di far passare l'alzamento dell'età pensionabile
come una conquista, si sarebbe preso un mare di calci in culo; i tempi cambiano e anche le stronzate oggi
vengono assorbite dal cittadino con un sorriso...siamo abituati a prenderlo nel **** e abbiamo imparato che
forse è meglio stare fermi in questi casi...come insegnano gli esperti e i più saggi.
Comunque vada il ministro Brunetta è uno dei pochi seri e capaci, speriamo mandi anche sua madre a
lavorare e per dare l'esempio che la faccia andare in pensione a 70 anni...

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 2 di 10


LE RESPONSABILITA’ DELLA CULTURA

Quali sono le responsabilità della cultura? E cosa si Ora, Michelangelo Merisi, il bohémien ante litteram
intende con il termine cultura? dell’arte italiana di fine Cinquecento, ora osannato,
Sono interrogativi che da qualche tempo circolano ha una fortuna critica tutt’altro che positiva. Ignorato
per Milano, tramite cartoline e cartelloni. Sfondi neri dai più proprio perché produttore di un’arte non-
e scritte bianche, l’intromissione del rosso bella, è stato riscoperto nella metà del Novecento da
rimandano alle teorie di Malevic sgorgate dal flusso Roberto Longhi. Il quale, tuttavia, non ha studiato e
avanguardistico. Sembrano dunque ricordarci, ora reso noto al grande pubblico l’opera di quest’artista
come negli anni ’20, che c’è bisogno di impegnarsi travagliato perché portatrice di una maniera bella, di
nella ricostruzione di un mondo cosciente di sé, per un contenuto gioioso e piacevole e santo e puro.
mezzo di un’Arte al servizio delle politiche culturali, Caravaggio come padre di una nuova maniera, la
non più promosse da un’autorità politica quanto per stessa di Carracci prima e Courbet poi e Pasolini
mezzo dell’iniziativa personale. ora. La maniera che tratta soggetti sacri reinseriti nel
Cultura, dunque, come mezzo proprio per mondo che li ha creati e che talvolta tende a elevarli
raggiungere l’ideale. Come mezzo è dunque chiaro il dipingendoli come avvenuti in un luogo contaminato
suo fine, le sue applicazioni. Ma non il suo dall’ideale e per mezzo di personalità eteree.
contenuto. In questa fase di grandi eventi culturali, Vengono dunque ripresi là dove sono più deboli,
resta oscuro. perché umani. Luoghi dimenticati dalle corti
Da pochi mesi, Milano si è aperta in questa nepotiste, dalla società bella, luoghi fatti della
direzione. Inizialmente con La Conversione in miseria e della violenza che l’artista conosceva fin
Palazzo Marino, gratuita e aperta a chiunque, troppo bene, vissuti dalle persone grevi e rozze che
esponendo Canaletto e Tiepolo in Palazzo Reale e popolano i sobborghi, ma non per questo sono
ancora ospitando Caravaggio in un luogo questa meno degne di vivere eventi straordinari.
volta lui più consono, la Brera napoleonica. Relativizza, razionalizza il dogma, il mito. Reclama
Tralasciando il fatto che la mostra dei vedutisti la dignità umana e l’eguaglianza sociale. Si situa in
veneti si inserisca nell’ombra del grande Magritte e una linea di pensiero che tramite l’arte riscatta le
del Futurismo, ho avuto modo di notare come le folle bruttezze della vita, con la forza adeguata al mezzo
estasiate davanti alle lagune dipinte fosse ignara e all’epoca. Si allontana dall’assoluto splendore che
della presenza dei due artisti nella non lontana gli si vuole ora attribuire.
Pinacoteca del Castello. Ma qui si trovano poche L’evento culturale dunque come evento che attira
opere, e una mostra specifica è giustificabile folle assetate di cultura. Tramite tour cittadini
nonostante lo scarso interesse del grande pubblico. vengono viste opere, e le fotografie di queste nella
I due eventi legati a Caravaggio sono invece, a mio testa delle persone rattoppano le zone di ignoranza.
avviso, inopportuni. In primis, la risonanza mediatica Invece di favorire la conoscenza del contenuto si
che ha scatenato. Caravaggio a Milano come la mira alla memorizzazione della forma.
Madonna a Lourdes. Laddove nella stessa Perché può anche essere possibile che gli ideatori
Pinacoteca già sono esposte permanentemente abbiano pensato al messaggio sociale dell’opera,
opere del maestro, vengono inseriti due -pur tanto attuale in un periodo di crisi generale ed
sempre- capolavori come fossero perle rare, esplosione delle periferie arrabbiate, ma mi chiedo
osservabili a debita distanza con un sovrapprezzo in particolare se questo venga recepito e assimilato.
notevole. Dopo aver ascoltato commenti di spettatori (‘è bello,
In secondo luogo, masse infinite di amatori, dirette davvero bello. guarda che luce (!!!), che armonia.
verso preziosi tesori dal contenuto ignoto. Sfidano certo, loro sono brutti. però davvero, che bravo’
file infinite e organizzano visite, si armano di oppure ‘si, questo contiene questo elemento, e
ammirazione e vengono colpiti dal bisogno di dare quest’altro. direi che è chiaro, non c’è bisogno di
pareri e giudizi e saggi di ignoranza. Caravaggio è pensarci troppo su: mi piace’), tendo a malincuore a
bello perché è bello. darmi una risposta negativa.

Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto: è quanto mi hanno dato al posto di un fucile.
(P. Roth, “Operazione Shylock”)

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 3 di 10


I LIMITI DELL’AUTOEROTISMO ECONOMICO

C’è crisi. Lo dicono tutti. Il capitalismo da pozione benessere collettivo. Citando Ludwig Von Mises,
miracolosa diventa fallimento. Il mercato e i privati “ognuno agisce per proprio conto; ma le azioni di
che predicavano l’autodeterminazione si sono infine ognuno tendono tanto alla soddisfazione dei bisogni
inginocchiati al pubblico, alla politica. Confindustria degli altri che dei propri [...] Ognuno è in sé stesso
pretende così 70 mld di euro al governo. mezzo e fine; fine ultimo per sé stesso e mezzo per
Il liberismo sta all’economia così come gli altri nei loro tentativi di raggiungere i propri fini”.
l’autoerotismo sta al sesso. Ecco spiegato forse Il ragionamento filava, con un problema: la logica
perché non può durare all’infinito. Leggete questa alla base del fare da soli non era “a mali estremi...”
storiella e capirete. ma piuttosto “chi fa da sé fa per tre”. Non un rimedio
In un tempo non tanto lontano vi erano uomini un po’ per sopravvivere a condizioni avverse, bensì una
egoisti, permalosi, forse un po’ misogini. Odiavano scelta di vita sociale.
le donne, che davano loro problemi e limitavano la Si contrappose la figura del “parroco moralizzatore”,
loro libertà. che sperava di correggere l’impostazione di questi
Avevano un pensiero fisso per la testa, il liberisti (ops! volevo dire libertini) ammonendoli
raggiungimento del benessere fisico – nello riguardo agli enormi danni che tale approccio
specifico attraverso l’atto sessuale – ma erano avrebbe potuto arrecare all’individuo (“se ti masturbi
decisamente restii a condividere questo piacere con diventi cieco!”) e alla collettività. Il povero parroco
gli altri, con le donne: lo volevano tutto per loro, voleva evitare che si calpestasse l’etica e di venisse
nessuno doveva limitarli e non volevano render meno ai doveri sociali, che alla lunga avrebbero
conto a nessuno per quel che facevano. causato problemi anche a coloro che nel breve ne
Sentimenti concretizzatisi in una soluzione che avrebbero tratto vantaggio a discapito degli altri.
avrebbe risolto tutti i loro problemi, senza più L’autoerotismo avrebbe portato i suoi seguaci a non
dipendenza dal gentil sesso (cosa fa la esser più capaci di guardare oltre se stessi e
disperazione...!): l’autoerotismo. pensare agli altri, oltre a svuotare il sesso del suo
Meccanismo di organizzazione della vita sessuale contenuto sociale, non essendo più manifestazione
che permetteva finalmente di raggiungere il piacere della cooperazione tra persone, bensì atto
con le proprie mani, senza aiuto di nessuno, senza meccanico di raggiungimento del piacere. Proprio
vincoli imposti, senza dover fare attenzione alle come il capitalismo, che aveva l’evidente e
esigenze altrui, senza doverne condividere i risultati. riconosciuto limite della non equità sociale. Ma
Qualcuno obiettava timidamente che in tal modo si questi non ne volevano sapere.
dava benessere ad una persona sola, mentre Si sa però che l’uomo è bramoso e che tutto ciò che
facendolo in coppia erano due le persone a star dà da soddisfazione materiale immediata gli crea
bene (e via dicendo perché, come si suol dire, più si dipendenza; più si ha più si vuole. Finendo per
è meglio è). A sentir i protagonisti però non vi era accanirsi su di esso e vivere solo ed esclusivamente
differenza se due persone lo avessero fatto insieme per esso. Pecunia docet. E la dipendenza accosta al
oppure ognuno per i fatti propri, perché in ogni caso piacere immediato una costante insoddisfazione
si sarebbe usciti di casa con il sorriso sulle labbra. latente, perché se ne vuole ancora e, soprattutto,
Mi spiego meglio: al termine dell’atto sessuale perché ci si inizia a render conto che tutto ciò non ha
entrambi i partner sono soddisfatti essendosi molto senso se fine a se stesso, ma acquista
procurati piacere l’un l’altro; conclusa la pratica significato se associato a qualcos’altro. Il benessere
autoerotica il singolo è ugualmente soddisfatto fisico a quello spirituale, il sesso al rapporto con il
perché si è procurato piacere...quindi se tutti partner.
praticano l’autoerotismo tutti sono felici e tutto va Così i nostri birbantelli iniziarono a rendersi conto
bene...se qualcuno non lo pratica, problema suo. In che non era cessato il bisogno della donna per dar
più ciò permette di concentrare tutta l’attenzione sul senso a tutto ciò. La mano da sola non bastava. Non
proprio benessere, senza considerare gli altri. erano però ancora disposti a fare sacrifici per essa.
L’economia lo insegna chiaramente con il discorso Le imprese vogliono essere libere ma ricorrono
della “mano invisibile” (termine azzeccatissimo in spesso all’indebitamento, perché conveniente. Le
questo contesto): gli individui, perseguendo il loro banche vogliono essere libere ma quando
interesse privato, perseguono inconsapevolmente il s’incasinano bussano alla porta delle Istituzioni.

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 4 di 10


Intanto l’accanimento messo in questa nuova pratica Ecco infine la domanda: continuare a finanziare
causò i primi segni di cedimento. incondizionatamente (come se la donna la desse
Se tiri troppo la corda, si spezza. Così i polsi all’uomo a prescindere dal suo comportamento) o
iniziarono a slogarsi, e senza di essi non si poteva imporre dei vincoli se non addirittura nazionalizzare
andare avanti. (“se non mi tratti bene non te la do!”)???
Insomma, alla fine i nostri eroi abbandonarono le L’autoerotismo in economia è alle strette. Occasione
loro convinzioni e si rivolsero disperati a coloro che di rivincita per lo Stato.
avevano sempre rinnegato. Lui ha bisogno di Lei
perché, alla fine della fiera, si rende conto che solo
Lei ce l’ha; Lei dovrebbe rendersi conto di ciò e
potrebbe finalmente domare Lui.

Il capitalismo non è intelligente, non è bello, non è giusto, non è virtuoso e non produce i beni necessari. In
breve, non ci piace e stiamo cominciando a disprezzarlo. Ma quando ci chiediamo cosa mettere al suo
posto, restiamo estremamente perplessi. (J. M. Keynes)

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 5 di 10


PER ASPERA AD ASTRA
(ALIAS MEGLIO POCHI MA BUONI)

Innanzi tutto mi scuso (un po’ di Innanzitutto: “Oca sapiens” tutte le conferenze a cui vai come
pentimento fa bene a tutti), e (questo è il nome dell’autrice del ha fatto l’ultima volta, è davvero
nella fattispecie mi scuso suddetto articolo) ti -cara autrice, una questione di educazione e
preventivamente con chi andrà a ti do del tu per comodità, come se cultura (anche questa è cultura,
leggere questo mio articolo, non stessimo chiacchierando- sembra non solo passare la propria vita
perché lo stesso sia noioso, un nome rispettabile, già dubito crogiolandosi nel proprio sapere
spero tutt’altro, se no avrei fatto della tua intelligenza… in per poi boriosamente esporlo al
meglio a fare altro, ma perché è secondo luogo, ora ho capito chi prossimo).
un articolo di risposta alle critiche sei, mamma mia quanto sei stata Però un merito ce l’hai, quando
mosse contro l’incontro molesta, un fastidioso brusio di ha urlato “La donna non discende
organizzato dall’UAAR (Unione sottofondo durato per tutto da una costola di Adamo e quindi
degli Atei e degli Agnostici l’incontro. Non siamo più a la Bibbia è falsa!” lì ho riso molto.
Razionalisti) di cui vi parlavo la lezione che quando ti annoi inizi a L’argomentazione era così
volta scorsa. parlare col vicino di banco, stringente che la platea si è
Mi scuso perché per chi non ha l’educazione è una cosa che una zittita, per poi ridere. Ridere
letto l’articolo a cui mi riferisco vispa quasi 70enne dovrebbe molto.
potrebbe non capire alcuni conoscere, almeno di nome. In In chiusura però voglio renderti
passaggi, ma vi prometto (giurin terzo luogo (i luoghi della mente onore seriamente, scrivi in
giuretta) che scriverò nel modo sono infiniti), ma per sapere tutto maniera molto pungente e
più chiaro possibile. Quindi, di tutti gli scienziati del mondo, simpatica (geniale è il suo “ping”
adesso che hai letto fin qua, sei dove hai trovato il tempo di “pong”), peccato che usi questa
costretto a finire di leggerlo, dai conoscere delle persone vere? tua dote non per arricchire
che tanto è corto. Amici? Conoscenti? Non lo so l’audience, ma per sentirti
L’articolo in questione, comparso davvero, sarà che eruditi del tuo superiore a questa, per esercitare
su “La Repubblica delle Donne livello culturale non si abbassano un certo controllo culturale. Non ti
Web” punta a schernire i a tanto, ma a quanto mi risulta, ghettizzare schifando a priori ciò
testimoni venuti a parlare al così ho letto da qualche parte che non ti piace, apri la tua mete
confronto tra Intelligent Design ed (non leggo solo Topolino come tu al nuovo.
Evoluzionismo che si è tenuto pensi), il mondo non è fatto solo Gli anni ‘70 sono passati da 30
qualche giorno fa. Tentando di far di spassosissime gag in cui uno anni, il femminismo è finito. Ed è
passare un dibattito frizzante e dice all’atro: “Ma tu sei antistorico combattere una
culturalmente stimolante, con professore di Oxford” e l’altro battaglia dopo che la guerra è
ospiti dal background variegato, “No,di Cambridge…” …seguono finita, a meno che a lei non
come un’accozzaglia di risate. Beh, se ti piacciono queste piaccia vivere in trincea con
disoccupati che, in alternativa al battute fatti vedere da un medico qualche manifesto ingiallito dagli
solito baretto a bere prosecco, ha bravo. Ma bravo bravo. anni, auspicando che il passato
preferito darsi appuntamento Ma tornando “a noi” (citazione diventi futuro, in un inutile lotta
nella sede della “Casa della storica doverosa), non fare la conto il flusso della vita.
Cultura”. femminista, non disturbare più

L’evoluzione, in fondo, è il modo in cui Dio crea. (G. Tanzanella-Nitti)

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 6 di 10


E’ SOLO QUESTIONE DI RISPETTO

Parliamo di un tema molto seminude, oppure stordito dagli spesso e volentieri alla singola
discusso in campo musicale, e a infiniti discorsi e sproloqui dei traccia, al solo singolo più
volte, anche in maniera radiofonisti. commerciale, o per meglio dire,
eccessiva. Se l’ascoltatore medio non catchy, che viene trasmesso in
Il download illegale di musica da supporta più il mondo musicale, radio o in tv. Non si assiste
programmi con connessione la causa principale sta all’acquisto di un lavoro costato
Internet, cioè l’azione di nell’incredibile calo della qualità l’impegno di molte persone oltre a
scaricare, di venire a possedere della musica stessa. Se dalle quello dell’artista stesso, ma
sul proprio PC canzoni di cui non trasognanti note dei Pink Floyd all’ascolto della sua canzone più
si posseggono i diritti d’autore, è siamo passati alle orribili melodie famosa, ovviamente scaricata in
una delle più grosse calamità di Britney Spears, non stupisce maniera illegale. Risultato: si
presenti nel business musicale: che il “consumatore” non sia più finisce per elogiare un artista che
dato riscontrabile nel lento interessato a supportare la presenta un’unica traccia di buon
declino che la maggior parte delle carriera di un artista dal basso gusto musicale e che porta sugli
case discografiche sta potenziale. Si preferisce scaricare scaffali un album, nel complesso,
fronteggiando. Esempio gratis – non comprare - un lavoro di scarso livello, e invece di
eloquente è quello della nostrana di scarsa qualità. Ma non è denigrarne altri di cui però non si
EMI, una delle più grosse solamente questa a crollare: gli sa che l’album che hanno
etichette mondiali per le quali stessi programmi radiofonici e composto nel complesso è
hanno firmato e sono tutt’ora televisivi preferiscono indirizzare realmente valido. Nel primo caso
sotto contratto artisti del calibro di l’ascoltatore più alle mere potrei citare un duo ormai molto
Iron Maiden, Tiziano Ferro, vicende di gossip riguardanti gli noto in Europa che con la sua
Coldplay, Radiohead, Vasco artisti, che alle composizioni di “Grat DJ” ha fatto cantare tutti gli
Rossi, etc. La EMI è questi. abitanti del vecchio continente: mi
quotidianamente alle prese con Altro elemento essenziale è il riferisco ai britannici The Ting
licenziamenti per mancanza di numero in costante crescita di Tings. Certo, il cui singolo è stato
fondi per stipendiare i propri musicisti, tra esperti e per molte settimane in testa alle
dipendenti. Altrettanto eloquente improvvisati. Diventa impossibile classifiche europee, sebbene il
è il fatto che da un anno a questa conoscere tutti i gruppi musicali resto dell’omonimo album sia
parte abbia messo sotto contratto che oggigiorno realmente sconosciuto alla maggior parte
una band come i Dari, gruppetto valgono. Ciò porta il musicista a della gente: dato riscontrabile
di quattro ragazzini dall’indubbio maggiori difficoltà nel sostenere dalla poca affluenza di pubblico
gusto musicale e totale assenza una vera e propria carriera che il gruppo ha avuto durante
di talento strumentale: sintomo di musicale, quindi a non poter l’ultimo tour. Per quanto riguarda
perdita di capacità da parte dei godere di una vera vita da invece il secondo caso, un’artista,
talent scout. Le cause di questo musicista, a ritardare le uscite che per raggiungere le vette delle
lento e inesorabile declino sono discografiche poiché impegnerà classifiche ha dovuto faticare
molteplici. una buona parte del proprio molto, è stata la cantante estone
A partire dalla figura tempo al suo vero lavoro e a non Kerli: il suo singolo “Walking on
dell’ascoltatore contemporaneo. avere la tranquillità di cui godono Air” ancora è poco conosciuto,
Rozzo, ignorante, non considera invece i mostri sacri del business ma ha portato sugli scaffali un
più la musica come forma musicale per comporre nuovo album veramente interessante e
artistica, ma si impossessa di materiale. Quindi, nella originale, un prodotto realmente
essa utilizzandola come semplice moltitudine, anche chi veramente valido, di cui però il normale
strumento per piccoli piaceri vale, non riuscirà ad uscire fuori pubblico non è a conoscenza.
effimeri e non duraturi. con un prodotto che realmente Al problema del download si
Letteralmente imbambolato rispecchi le proprie potenzialità aggiunge il costo eccessivo dei
davanti al televisore da una compositive. dischi, che vanno dai quindici ai
quantità enorme di video musicali Inoltre, soprattutto tra i giovani, la ventitre euro, cifra troppo alta per
dalle mille donne maliziose e conoscenza di un artista si limita un singolo album.

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 7 di 10


Un povero ascoltatore a cui l’enorme numero della musica a contatto con la loro arte, tutto
piacciono un numero alto di artisti composta e gli ingenti costi degli ciò illegalmente. Non appena
e band, per venire a conoscenza album (per non trascurare anche però mi fossi innamorato di un
della loro musica non può far quelli assai più alti delle date live) disco in particolare, non passava
altro che scaricarla gratis da inducono l’ascoltatore medio ad una sola settimana in cui io quel
Internet. adottarla. Il fulcro del problema disco non lo avrei posseduto
Per anni i Metallica, gruppo di dove si trova? Nei valori e originale. Il profumo delle pagine
musica heavy metal rinomato in nell’etica dell’ascoltatore. Per del booklet, le immagini dei
tutto il globo, hanno combattuto quanto mi riguarda, essendo componenti della band erano per
conto il fenomeno del download. stato per anni grande fan della me estasianti. E’ il pubblico a dar
Pratica letale per il business musica metal, anche di quella più vita alla musica. Se veramente si
musicale e in generale per il underground popolata da migliaia crede in un artista, il modo
mondo della musica. Ma bisogna di gruppi musicali, solo grazie a migliore per supportare il loro
pur rendersi conto che il declino e programmi come Winmx, DC++ lavoro è comprare ciò che
il crollo della qualità degli artisti e ed E-mule, sono venuto a produce. E’ solo questione di
della musica che compongono, conoscenza di band di cui prima rispetto.
ignoravo l’esistenza: sono venuto

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 8 di 10


Sto sempre a gonfiare bolle
Sto sognando sogni,
Sto schematizzando schemi,
Sto costruendo castelli in alto.
Sono rinati,
I loro giorni sono pochi,
Come per una dolce farfalla.
E quando il giorno sta sorgendo
Tornano di nuovo nel mattino.

Sto sempre a gonfiare bolle,


Belle bolle nell'aria,
Volano così in alto,
Quasi toccano il cielo,
Poi come i miei sogni
Svaniscono e muoiono.
La fortuna si nasconde sempre,
Ho guardato dappertutto,
Sto sempre a gonfiare bolle,
Belle bolle nell'aria.

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 9 di 10


sintesimilano.altervista.org

Hanno collaborato: C. Boccassini, R. Boccassini, S. Cappellari,

N. Ciravolo, F. Ferracci, F. Fratus, M. Galletta, C. La Ferla, D. Leotti,

B. Leva, R. Malossi, F. Monti, D. Rossi, A. Santini, V. Sofo.

e-mail: info.sintesimilano@gmail.com

Anno 0 nr. 10 OBBEDIAMO A UN SOLO DOVERE: LA NAZIONE EUROPA Pagina 10 di 10