Sei sulla pagina 1di 10

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 1 di 10

Vivamafarka
Benvenuto, Visitatore

Ottobre 08, 2013, 09:03:49 am

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Sempre

Accedi

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.


News: SMF - Just Installed!

INDICE

Ricerca

AIUTO ACCEDI REGISTRATI

Vivamafarka > Politica, Cronaca e News > Politica e Cronaca Nazionale >
John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

precedente successivo
Pagine: 1 ... 7 8 [9] 10 11

STAMPA

Autore
Topic: John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?
(Letto 8347 volte)

Spartacus74
Hero Member
Post: 8371

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #120 il: Ottobre
06, 2010, 02:03:45 am
Citazione da: stefano - Ottobre 05, 2010, 04:36:14 pm

Patriota esiliato in Patria

A parte che non vedo perch alle medie inferiori si possa leggere
Calvino o Steinbeck o Primo Levi e non La Rochelle, o magari...
Salgari, oggi semmai sarebbe di sicuro pi facile (e magari anche pi
educativo) proporre Ken il Guerriero che Pascoli.

pi facile senza dubbio, pi educativo forse se si ha un


progetto culturale basato sulla X-BOX.
Poco Thuleano mi si perdoni.
La questione di Pascoli non poi la santificazione di
PAscoli ma il dato che Pascoli come Leopardi, come
anche Calvino ma mettiamoci dentro i Rodari, SONO
cultura nazionale e la cultura nazionale in uno Stato
Nazionale Sovrano, a chi interessa perch se si ha
interesse all'UNIONE SOVIETICA EUROSIBERIANA
cambia tutto, compete la costituzione di un "civis" che
sia in linea con le proprie radici, cultura, tradizioni,
educazione o progetto educativo se si vuole.
E poi chi lo dice che l'eroe non sia un buon cittadino,
ma guardate che prima di essere al decimo piano
della virt uno almeno sa salire le scale fino al primo.
I Cives hanno fatto Roma antica ed il SPQR, i Cives e
non il Subiecti fanno gli eroi perch i Cives son liberi e
hanno coscienza di ci che loro e che va difeso e
coltivato e del senso della comunit.
I Subiecti ci sono per costrizione, per la zuppa, per i
soldi, per la sferza.
Ma possibile che la storia di Maratona e di Salamina

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 2 di 10

non insegni nulla a tutti noi?


Esiste anche il pirata eroe o il bandito eroe o il Robon
Hood della situazione ma son eccezioni mica regole e
cmq con i Morgan e i RObin Hood si vincono le
battaglie ma non le guerre e non si gestiscono nazioni
n si "fortificano" popoli.
Connesso
Lo scrutatore non votante
indifferente alla politica
come un ateo praticante
Seduto in chiesa alla domenica
...prepara un viaggio ma non parte,pulisce casa ma non
ospita,ha sempre accesa la stampante ma non invia manco
una lettera

Spartacus74
Hero Member
Post: 8371

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #121 il: Ottobre
06, 2010, 02:16:28 am
Citazione da: Potlach - Ottobre 05, 2010, 07:09:11 pm
Io ho vissuto per anni esattamente in questa dimensione bucolica
(anche se non a Milano) e, ti dir: mi fa cagare

Patriota esiliato in Patria


Ho per l'impressione che se tutto mafarka fosse immerso nelle
oniriche rappresentazioni pastorizie tipiche dell'immaginario
destrorso di qualche tempo fa tu staresti qui a dirci di quanto fica
la vita futurista delle metropoli

IL punto non tanto nella questione stracitt o


strapaese, ci mancherebbe, anche perch io stesso
vedo nelle campagne oggi un tipo umano che
distrugge la natura, mette i vetri rotti a pelo di terra
per impedire ai cani di trovare i funghi, un
attaccamento alla "robba" che fa schifo e che spara ai
cerbiatti per paura che mangi le cicorie.
Connesso
Lo scrutatore non votante
indifferente alla politica
come un ateo praticante
Seduto in chiesa alla domenica
...prepara un viaggio ma non parte,pulisce casa ma non
ospita,ha sempre accesa la stampante ma non invia manco
una lettera

Marzio
Visitatore

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #122 il: Ottobre
06, 2010, 08:18:52 am

Non concordo con il disprezzo per la "dimensione


bucolica". L'ho vissuta nell'infanzia. Quando posso mi

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 3 di 10

immergo e mi rigenero. E non capisco l'origine del


disprezzo....
Connesso

sandrin73
Hero Member
Post: 1844

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #123 il: Ottobre
06, 2010, 10:10:05 am
Citazione da: Quinto Fabio Massimo - Ottobre 05, 2010,
06:33:04 pm
A Te dell'Italia non Te ne frega una mazza.

A me frega dell'Italia per ragioni culturali, geopolitiche


e storico-politche. Penso che l'unit d'Italia possa
essere mantenuta e rivitalizzata grazie al federalismo,
basta guardare le percentuali della Lega nelle regioni
autonome a statuto speciale e in quelle a statuto
normale: in Friuli la lega al 17% in Veneto al 27%
stessa cosa in Trentino e in Valle d'Aosta. Se si
faranno dei passi indietro sul federalismo, si
metteranno le basi per una probabile guerra civile in
Italia.
[/quote]
Citazione da: Spartacus74 - Ottobre 06, 2010, 02:03:45 am
La questione di Pascoli non poi la santificazione di PAscoli ma il
dato che Pascoli come Leopardi, come anche Calvino ma mettiamoci
dentro i Rodari, SONO cultura nazionale e la cultura nazionale in uno
Stato Nazionale Sovrano

Che le letture scolastiche vadano parzialmente o


completamente riviste partendo da una visione pi
eroica e spirituale e meno umanista e meno
"socialista" non vi dubbio l'ordine gerarchico
sempre lo stesso: visione del mondo, storia e cultura
locale e quindi Patria, come "terra dei Padri", storia,
cultura e lingua nazionale, europea, mondiale.
Ovviamente sono da evitare, l'ideologizzazione, e gli
estremismi, sopratutto in giovane et, e i "buoni"
sentimenti: amicizia, lealt, giustizia, amore e rispetto
per la famiglia (se lo merita), per la natura, gli
animali, per la vita, vanno certamente coltivati,
perch prima di tutto di un bambino bisogna farne un
uomo morale e responsabile, senza aver fatto prima
un Uomo, non si f un buon fascista, solo con
l'assunzione di resposabilit ideali, spirituali, e
comunitarie si pu fare di un uomo un vero un "Eroe".
La Natura e il mondo animale devono essere la nostra
fonte di ispirazione, perch sono il linguaggio con il
quale Dio o gli Dei parlano all'uomo.
Connesso

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Quinto Fabio Massimo


Hero Member
Post: 3276

Pagina 4 di 10

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #124 il: Ottobre
06, 2010, 12:26:17 pm
Citazione da: Spartacus74 - Ottobre 06, 2010, 01:51:16 am
Quello che la cultura, oramai culturame, sovra-elitario-paranaziAristocrate-Ariosofica, non capisce o non vuole capire che
-Cesare non conquista le Gallie se non ha i suoi Centurioni ed i suoi
"ascari" gallici, questi personaggi non sono elites ma sono la
"norma" di quel periodo. Esiste Tito Labieno che perde a Segovia ma
senza i LAbieno Cesare non vince ad Alesia.
-Il Re Sergente non mira a reiterare in Prussia un ordine teutonico
feudale ma prende il contado e tutti i cittadini di una certa fascia di
et e li inserisce in una formidabile macchina bellica, tutti. Non
gliene frega un cazzo di fare il BAttaglione Sacro, vuole una fanteria
di persone qualsiasi che per tutte assieme spacchino gli
schieramenti nemici
-La COnvenzione Rivoluzionaria Francese quando comprende che
tutti i paesi confinari,, inclusa la Gran Bretagna, sono sul piede di
guerra per schiacciare la RIvoluzione non fa le sedute spiritiche per
richiamare San Giovanna D'Arco e i Templari di De Molay ma
assembla una armata di popolani sanculotti e con quelli SPACCA LE
OSSA a tutti gli eserciti "elitari" e "nobiliari" che per per continuare
a sopravvivere hanno bisogno di mercenari da ogni dove e quindi,
gente che al primo ritardo di pagamento se ne va dopo aver rapinato
le salmerie.
-L'immensa macchina bellica Austro-Ungarica si sfascia dopo aver
conseguito tralaltro brillanti vittorie e con un ottimo armamento e
ottime strutture perch l'Italia mette in campo quello che si chiama
il vero "Volkgheist" che non basato sulla radiosa retorica di
qualche reparto d'elites ma sulla costanza di una popolazione che ha
mandato anche le proprie ossa pur di sbaragliare e schiantare gli
Asburgici.
L'eroismo non parte se non esiste una base massiccia, il famoso
"pavimento" composto dalle virt civiche ed educative di quelli che
descrive il Libro Cuore.
Quei bambini hanno fatto poi la guerra nel '15-18, se avessero avuto
la scuola di adesso non sarebbero manco partiti dall'uscio di casa e
non c' elites o scuola di Mistica Fascista che tenga. O hai il popolo
dalla tua e quindi le "squallide e mediocri virt" De Amicisiane
oppure puoi avere anche mille Adolf Galland o ETtore Muti in cielo:
NON SUCCEDE UN CAZZO DI NIENTE.
Io penso che l'Italia Fascista sia stata grande in quanto Italia fedele
al suo Folkgheist ed alla sua Missione Fatale storica e metastorica,
non in quanto paese guidato per vent'anni da Mussolini e dal PNF
perch altrimenti veramente sarebbe ora di espatriare ed andarsene
e smettere di fare politica.
Tutto collegato e se Teseo Tesei stato un eroe, come Rino
Cozzarini, come PAolo Caccia Domignoni, essi non esisterebbero
perch la madre che li ha partoriti la massa di persone senza
pretese oppure in grado di farsi fucilare come Salvo D'Acquisto non
per un istinto irrefrenabile di Dedicatio ma perch si sceglie, ad un
certo punto della propria vita, di far morire s stessi semplicemente
gridando VIva l'Italia come tanti per non far morire dei poveracci la
cui vita forse nell'economia del sistema di stefano non significano
nulla.
Ma con questo tipo di ragionamenti al massimo si crea una setta
ismaelita su di un monte, magari in INsubria (?), non una Nazione.

Ti quoto e Ti ringrazio.
Oltremodo chi insiste su certe cose, dimentica

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 5 di 10

l'insegnamento della dottrina di Von Clausewitz: vince


chi domina il centro, pur alla fine di molti aggiramenti,
avvolgimenti, sganciamenti e cos via.
centro non come...Casini, ovviamente.
Ma come essenza della forza di un popolo, di una
nazione, di uno stato. E di cui il cittadino virtuoso,
laborioso, probo (sembra retorica ottocentesca) il
perno. Molto pi che le famiglie, i gruppi, le
associazioni, le societ ecc...
L'eroe, cos bello e mitico, ed affascinante, null'altro
che una trasfigurazione mitica e contingente di quel
centro, di quella forza, di quella virt cos
unformememnte diffusa. La sola che fa vincere, se
coniugata ai mezzi materiali ovviamente.
E d'altra parte il Milite Ignoto, cos caro alla cultura
della memoria dell'eroe combattente, cosa se un
cittadino senza nome che fece il suo dovere senza
neppure essere ricordato per nome e cognome?
Sul Piave riuscirono a reggere per l'azione dei
"caimani del Piave" o per il tenace fante, contadino
meridionale o settentrionale o toscano che fosse, o
per l'ufficiale di complemento della borghesia
cittadina, che non mollarono...? Possiamo dire che
tutti i due elementi umani furono indissolubilmente
legati, al massimo, e che uno non si da senza l'altro.
Ma non che i primi furono determinanti e gli altri
furono imbelli codardi...
Ultima modifica: Ottobre 06, 2010, 12:32:20 pm da Quinto
Fabio Massimo
Connesso

Marzio
Visitatore

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #125 il: Ottobre
06, 2010, 12:49:00 pm

Guarda Quinto che tu sovverti l'ordine delle cose


senza essere sovversivo. Stato e Nazione non sorgono
dal basso, ma "calano" dall'Alto. Il Mito e l'Eroe non lo
produce una buona e sana borghesia. Ma hai una sana
e buona borghesia se esiste un riferimento alto
incarnato dall'eroe e dal mito. Infatti gli eschimesi o
gli aborigeni non hanno eroi e a mito stanno maluccio,
quindi non hanno edificato civilt: sono una societ
dove corre il senso dell'onore e la virt che loro
compete.
L'apologia delle masse che producono avanguardie e
eroi non nemmeno marxista o monoteista. C' in
alcuni angoli del romanticismo letterario.
La Chiesa che l'ha capito e non pu fare l'apologia
dell'eroe manda avanti i santi che vanno emulati. I
santi nuovono le masse e provocano processioni.

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 6 di 10

Anche miracoli.
Mon questo il topi per andare a fondo a questo
tema, per non ho potuto esimermi. E rimando a
quando avr tempo e spazio idoneo.
Connesso

Quinto Fabio Massimo


Hero Member
Post: 3276

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #126 il: Ottobre
06, 2010, 12:49:45 pm
Citazione da: Marzio - Ottobre 06, 2010, 08:18:52 am
Non concordo con il disprezzo per la "dimensione bucolica". L'ho
vissuta nell'infanzia. Quando posso mi immergo e mi rigenero. E non
capisco l'origine del disprezzo....

Quanto mi manca lo strepitio di un fuoco in un


camino...
Connesso

Marzio
Visitatore

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #127 il: Ottobre
06, 2010, 02:48:27 pm
Citazione da: Quinto Fabio Massimo - Ottobre 06, 2010,
12:49:45 pm
Quanto mi manca lo strepitio di un fuoco in un camino...

Ti posso sempre segnalare tre o quattro luoghi dove il


fuoco nel camino sempre acceso. L'atmosfera
bucolica e s'incontrano brave e belle persone. Quando
ho le ruote sgonfie due sono i luoghi in cui vado: in
Valsassina a camminare o nella "casupolina" che ho
da poco, oppure in una certa cascina.
Ultima modifica: Ottobre 06, 2010, 02:53:33 pm da Marzio
Connesso

Potlach
-Hero Member
Post: 11513
mettere a fuoco

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #128 il: Ottobre
06, 2010, 02:53:35 pm
Citazione da: Marzio - Ottobre 06, 2010, 02:48:27 pm
Ti posso sempre segnalare tre o quattro luoghi dove il fuoco nel
camino sempre acceso.

eh?
ma state davvero messi cos? (

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 7 di 10

se me lo dicevate vi ospitavo a casa mia

Connesso
CasaPound Italia

Quinto Fabio Massimo


Hero Member
Post: 3276

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #129 il: Ottobre
06, 2010, 02:54:57 pm
Citazione da: Marzio - Ottobre 06, 2010, 02:48:27 pm
Ti posso sempre segnalare tre o quattro luoghi dove il fuoco nel
camino sempre acceso. L'atmosfera bucolica e s'incontrano
brave e belle persone. Quando ho le ruote sgonfie due sono i luoghi
in cui vado: in Valsassina a camminare o nella "casuppolina" che ho
da poco, oppure in una certa cascina.

Vedremo dall'intensit di quest'autunno nazionale...


Connesso

Marzio
Visitatore

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #130 il: Ottobre
06, 2010, 03:05:41 pm
Citazione da: Potlach - Ottobre 06, 2010, 02:53:35 pm
eh?
ma state davvero messi cos? (

se me lo dicevate vi ospitavo a casa mia

Mah, sai, ho provato a restaurarmi l'anima ad un


concerto di musica bruittiste del mio amico Jean-Marc
Vivenza, ma dopo 5 nanosecondi ho dato di testa.
Non so com' casa tua, ma dove vado io si sta
veramente bene. Del resto come possibile non
trovarsi bene in spazi arcaici? Dove si mangia bene in
ambienti autentici e non rifatti?
Connesso

Potlach
-Hero Member
Post: 11513

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #131 il: Ottobre
06, 2010, 03:24:32 pm

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

mettere a fuoco

Pagina 8 di 10

Citazione da: Marzio - Ottobre 06, 2010, 03:05:41 pm


Mah, sai, ho provato a restaurarmi l'anima ad un concerto di musica
bruittiste del mio amico Jean-Marc Vivenza, ma dopo 5 nanosecondi
ho dato di testa.
Non so com' casa tua, ma dove vado io si sta
veramente bene. Del resto come possibile non trovarsi bene in
spazi arcaici? Dove si mangia bene in ambienti autentici e non
rifatti?

Da me - non intendo a Roma, dove vivo quasi


sempre, intendo dai miei, dove pure torno
spessissimo - il caminetto acceso tutto l'inverno,
quando tempo di castagne si mangiano le castagne,
quando tempo di cogliere le olive vado a cogliere le
olive (ebbene s...), da bambino ogni tanto andavo a
caccia con mio padre e domenica, pensa un po', ho
ribevuto dopo tanto tempo persino del mosto...
Mi piace?
Certo
Sarebbe meglio asfaltare tutto e farne un cantiere che
riproduca le atmosfere di Der Arbeiter?
Assolutamente no.
Quello che contesto l'immagine idealizzata per cui l
si trova l'autenticit, la semplicit e il calore dei
rapporti faccia a faccia etc.
tutto falso e non solo perch dentro quelle casupole
i ragazzini giocano con le playstation e i loro fratelli
pi grandi tirano cocaina come dovunque, ma anche
perch questa cazzata dei rapporti umani etc. una
gigantesca proiezione di chi le delizie "comunitarie" di
un paesino non le ha mai vissute e si trova a
idealizzare rapporti che sono veramente umani,
troppo umani.
L si trova "l'arcaico", come dici tu?
Pu darsi, ma ce lo devi mettere tu. Nel senso: devi
essere tu a dare a queste situazioni una profondit
che esse non hanno in s.
Anche Heidegger ha scritto "Essere e tempo" a lume
di candela, in una baita. Ma era lui a scorgere l'essere
nella vallata che vedeva dalla finestra, non era il
villano suo vicino di baita a incarnare la dimensione
filosofica dell'autenticit...
Connesso
CasaPound Italia

Massimiliano
Gatto randagio &

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Fondatore
Hero Member

qualcuno ne sa qualcosa
di certo?

Post: 30988

Risposta #132 il: Ottobre


06, 2010, 03:27:57 pm

Pagina 9 di 10

Citazione da: Potlach - Ottobre 06, 2010, 03:24:32 pm

L'uomo giusto nel momento o


posto sbagliato

Da me - non intendo a Roma, dove vivo quasi sempre, intendo dai


miei, dove pure torno spessissimo - il caminetto acceso tutto
l'inverno, quando tempo di castagne si mangiano le castagne,
quando tempo di cogliere le olive vado a cogliere le olive (ebbene
s...), da bambino ogni tanto andavo a caccia con mio padre e
domenica, pensa un po', ho ribevuto dopo tanto tempo persino del
mosto...
Mi piace?
Certo
Sarebbe meglio asfaltare tutto e farne un cantiere che riproduca le
atmosfere di Der Arbeiter?
Assolutamente no.
Quello che contesto l'immagine idealizzata per cui l si trova
l'autenticit, la semplicit e il calore dei rapporti faccia a faccia etc.
tutto falso e non solo perch dentro quelle casupole i ragazzini
giocano con le playstation e i loro fratelli pi grandi tirano cocaina
come dovunque, ma anche perch questa cazzata dei rapporti umani
etc. una gigantesca proiezione di chi le delizie "comunitarie" di un
paesino non le ha mai vissute e si trova a idealizzare rapporti che
sono veramente umani, troppo umani.
L si trova "l'arcaico", come dici tu?
Pu darsi, ma ce lo devi mettere tu. Nel senso: devi essere tu a dare
a queste situazioni una profondit che esse non hanno in s.
Anche Heidegger ha scritto "Essere e tempo" a lume di candela, in
una baita. Ma era lui a scorgere l'essere nella vallata che vedeva
dalla finestra, non era il villano suo vicino di baita a incarnare la
dimensione filosofica dell'autenticit...

Per esperienza personale confermo tutto. Parola per


parola.
Connesso
Cos' il genio? fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocit
di esecuzione!
Il Ciclone quando arriva non che ti avverte....
passa piglia e porta via...
e a te non ti rimane altro che restare l bono bono a capire che
forse
se non fosse passato sarebbe stato
parecchio ma parecchio peggio

Junker
CM
Hero Member
Post: 25592

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #133 il: Ottobre
06, 2010, 03:30:54 pm

Mi trovo anch'io d'accordo con Potlach. Senza tirare


fuori i discorsi di Pasolini sul mutamento antropologico

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 10 di 10

degli Italiani, ma queste dimensioni assumono un loro


senso positivo come rifugio, altrimenti divengono la
peggiore delle galere.
Connesso
Rex tremendae majestatis qui salvandos salvas gratis, salva
me fons pietatis.

Marzio
Visitatore

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #134 il: Ottobre
06, 2010, 03:48:46 pm

Probabilmente voi tre qui sopra avete avuto a avete a


che fare con luoghi inquinati, artefatti o inautentici. Io
dico solo che esistono ancora luoghi autentici dove
quello che hai dentro in armonia con quel che trovi
fuori. Rarissimi luoghi ma che ci sono. Tra l'altro qui
sta, per esempio, la differenza tra alpinismo sportivo e
alpinismo "tradizionale". Alpi di cui al villico non frega
niente e vede come occasione per far grana o luogo di
sofferenza per il lavoro. Che non lo so questo?
Ma stiamo parlando di cose diverse, probabilmente di
sensibilit diverse.
In ogni caso, non che se uno non ha modo di
frequentare luoghi autentici i luoghi non esistono.
Perch se cos non fosse non c' mare per il marinaio,
alpe per l'alpinista, natura per l'uomo interiormente
selvatico.
Connesso

Pagine: 1 ... 7 8 [9] 10 11

STAMPA

precedente successivo

Vivamafarka > Politica, Cronaca e News > Politica e Cronaca Nazionale >
John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Vai a: => Politica e Cronaca Nazionale

vai

SMF 2.0.4 | SMF 2013, Simple Machines


XHTML RSS WAP2

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.120

08/10/2013