Sei sulla pagina 1di 12

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 1 di 12

Vivamafarka
Benvenuto, Visitatore

Ottobre 08, 2013, 09:01:51 am

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Sempre

Accedi

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.


News: SMF - Just Installed!

INDICE

Ricerca

AIUTO ACCEDI REGISTRATI

Vivamafarka > Politica, Cronaca e News > Politica e Cronaca Nazionale >
John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

precedente successivo
Pagine: 1 ... 5 6 [7] 8 9 ... 11

STAMPA

Autore
Topic: John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?
(Letto 8347 volte)

stefano
CM
Hero Member
Post: 18543

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #90 il: Ottobre 05,
2010, 04:49:34 pm
Citazione da: TOKYO - Ottobre 05, 2010, 02:05:52 pm
il tendine di Achille...emh...

Perch, anche tu trovi nell'Iliade menzione del


tendine, o tallone che sia, del Pelide? Prima o dopo il
duello di Esopo con le Parche?
Connesso

Avversario
Hero Member
Post: 15066

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #91 il: Ottobre 05,
2010, 04:51:40 pm
Citazione da: stefano - Ottobre 05, 2010, 04:46:34 pm

Patria, lavoro, BDSM

E questa battuta davvero esemplare di quello che Faye definisce la


sterilizzazione museale del potenziale tuttora potenzialmente
dirompente della tradizione europea pi antica, ricostruita e
presentata come una favoletta innocua, comunque da non prendere
certo sul serio.

Era da un p che non eravamo d'accordo su qualcosa.


Connesso
Solo i coglioni sono fra loro uguali
Se mala cupidigia altro vi grida,
uomini siate, e non pecore matte,
s che l Giudeo di voi tra voi non rida!

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 2 di 12

Il nuovo umanesimo dell'Occidente: l'umanesimo della


scienza, della tecnica, del lavoro.

Quinto Fabio Massimo


Hero Member
Post: 3276

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #92 il: Ottobre 05,
2010, 05:03:20 pm
Citazione da: stefano - Ottobre 05, 2010, 04:49:34 pm
Perch, anche tu trovi nell'Iliade menzione del tendine, o tallone
che sia, del Pelide? Prima o dopo il duello di Esopo con le
Parche?

Falla finita con la "crusca", che sai benissimo che il


mito che si spaccia ad un bambino sono quelle cose l,
che le contenga letteralmente o no l'Odissea, l'Iliade,
l'Eneide o La chioma di Berenice...
Connesso

Marzio
Visitatore

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #93 il: Ottobre 05,
2010, 05:10:47 pm

Se Anelli legge questi post, resucita e di colpi di


balestra se ne spara 18... tanto per essere sicuro di
non resuscitare una seconda volta.
Connesso

stefano
CM
Hero Member
Post: 18543

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #94 il: Ottobre 05,
2010, 05:15:06 pm
Citazione da: Quinto Fabio Massimo - Ottobre 05, 2010,
05:03:20 pm
Falla finita con la "crusca", che sai benissimo che il mito che si
spaccia ad un bambino sono quelle cose l, che le contenga
letteralmente o no l'Odissea, l'Iliade, l'Eneide o La chioma di
Berenice...

Infatti, l'idea sarebbe proprio quella di farle leggere


*davvero* l'Iliade e l'Odissea, non di spacciare al loro
posto le versioni televisive adattate "per i bambini" o
"per formare buoni cittadini".
Tanto pi che se a capirle ce la faceva un bambino
greco del IV secolo, ce la possono fare benissimo
anche quelli contemporanei.
Connesso

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Potlach
-Hero Member
Post: 11513
mettere a fuoco

Pagina 3 di 12

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #95 il: Ottobre 05,
2010, 05:21:20 pm
Citazione da: Quinto Fabio Massimo - Ottobre 05, 2010,
05:03:20 pm
Falla finita con la "crusca", che sai benissimo che il mito che si
spaccia ad un bambino sono quelle cose l, che le contenga
letteralmente o no l'Odissea, l'Iliade, l'Eneide o La chioma di
Berenice...

Scusate ma di che stiamo parlando?


Un bambino coglie solo gli elementi pi superficiali di
ogni cosa gli si racconti, ma questo non significa che
sia indifferente raccontargliene una piuttosto che
un'altra!
A me - permettimi un tocco di psicologismo, non lo
faccio mai, giuro - sembra che tu abbia una crisi di
rigetto nei confronti della "estrema destra" e dei suoi
tic, crisi che ti porta a rifiutare il complottismo (e fai
bene) a criticare l'infatuazione berlusconiana (e faresti
pure bene se non impostassi la questione proponendo
un'ancor pi incomprensibile infatuazione finiana) e
infine a questo discorso strambo sul fatto che a scuola
va insegnato Pascoli e non Marinetti e che alla fine
cambiano i regimi ma i programmi devono restare
sempre quelli (e fai malissimo).
La tua mi sembra una demistificazione totalmente
priva di centro e che quindi finisce inevitabilmente per
arenarsi su posizioni sterili e indifendibili.
sia detto con il massimo rispetto (e sono serio)
Connesso
CasaPound Italia

Quinto Fabio Massimo


Hero Member
Post: 3276

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #96 il: Ottobre 05,
2010, 05:36:50 pm
Citazione da: Potlach - Ottobre 05, 2010, 05:21:20 pm
Scusate ma di che stiamo parlando?
Un bambino coglie solo gli elementi pi superficiali di ogni cosa gli si
racconti, ma questo non significa che sia indifferente raccontargliene
una piuttosto che un'altra!
A me - permettimi un tocco di psicologismo, non lo faccio mai, giuro
- sembra che tu abbia una crisi di rigetto nei confronti della

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 4 di 12

"estrema destra" e dei suoi tic, crisi che ti porta a rifiutare il


complottismo (e fai bene) a criticare l'infatuazione berlusconiana (e
faresti pure bene se non impostassi la questione proponendo
un'ancor pi incomprensibile infatuazione finiana) e infine a questo
discorso strambo sul fatto che a scuola va insegnato Pascoli e non
Marinetti e che alla fine cambiano i regimi ma i programmi devono
restare sempre quelli (e fai malissimo).
La tua mi sembra una demistificazione totalmente priva di centro e
che quindi finisce inevitabilmente per arenarsi su posizioni sterili e
indifendibili.
sia detto con il massimo rispetto (e sono serio)

Sul rigetto dell'estrema destra, bene hai colto.


Sul resto no: e compi l'errore che si sempre fatto,
infatuato (tu s, e lo dico con rispetto) di una cultura
che non riesce a cogliere, per senso dell'elitarismo e
dell'aristocrazia, l'essenza dei fenomeni di massa e
l'emergere di un tipo "medio" in ogni situazione che
poi quello al quale ci si pu riferire.
Tu scambi, credevo fosse immediato l'accostamento
che ho fatto sopra, un problema quale l'educazione
nazionale e l'istruzione pubblica obbligatoria, con la
Scuola di Mistica Fascista, facendo di ques'ultima la
sola "scuola" (cosa pazzesca a ben vedere).
Come nella seconda guerra mondiale: il fatto che una
flotta sia riuscita, per quanto possibile, a garantire
rifornimenti per tre anni alla truppe in Africa
Settentrionale, va in secondo piano rispetto alle
eroiche azioni di Tesei e De La Penne.
Il problema culturale nazionale, non la mancanza di
eroi, che invece ci sono sempre stati: pensiamo
didascalicamente a Francesco Ferrucci, a Pietro Micca,
ben prima quindi del Risorgimento o delle guerre
mondiali.
Il problema culturale nazionale creare l'Italiano
come cittadino "a posto": perch su questo che
molti sono caduti e non ce l'hanno fatta.
Il problema far s che dietro quella schiera di eroi,
non ci siano soltanto delle nullit che questi eroi, o il
loro culto, tende ancor pi ad annullare.
Inoltre, come alcuni altri, tenti di controvertire le mie
proposizioni, esasperando ci che io dico attraverso
un artifizio sofistico e mettendomi in bocca ci che
non scrivo. Tanto per intenderci io non faccio paragoni
fra Fini e Mussolini, perch un simile paragone non ha
senso.
Connesso

stefano
CM
Hero Member
Post: 18543

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #97 il: Ottobre 05,
2010, 06:12:15 pm

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 5 di 12

Citazione da: Quinto Fabio Massimo - Ottobre 05, 2010,


05:36:50 pm
Sul resto no: e compi l'errore che si sempre fatto, infatuato (tu s,
e lo dico con rispetto) di una cultura che non riesce a cogliere, per
senso dell'elitarismo e dell'aristocrazia, l'essenza dei fenomeni di
massa e l'emergere di un tipo "medio" in ogni situazione che poi
quello al quale ci si pu riferire.

E' esattamente questa la questione. Esiste una visione


del mondo che prende come archetipo la mediocrit e
la propone come norma sociale, distruggendo se
possibile chi esca dal greggio, ed una visione del
mondo che propone come valore di riferimento il
superamento di s, individuale e collettivo. Almeno da
Nietzsche in poi sappiamo da dove queste visioni
vengono, e da quali schieramenti - *anche* politici continuino ad essere rappresentate. Che poi oggi sia
largamente dominante la tua, non c' dubbio.
Citazione
Come nella seconda guerra mondiale: il fatto che una flotta sia
riuscita, per quanto possibile, a garantire rifornimenti per tre anni
alla truppe in Africa Settentrionale, va in secondo piano rispetto alle
eroiche azioni di Tesei e De La Penne.

Beh, alcune divergenze possono dipendere


semplicemente dal fatto che viviamo in realt in
universi paralleli, che evidentemente interagiscono
tramite Vivamafarka. Nella Terra2 la flotta italiana
nella II GM si coperta di gloria, ed stata il ferro di
lancia delle forze dell'Asse nel mondo. Nella Terra1 in
cui vivo io, stata *pacificamente* un covo di
incompetenti e traditori, che del resto se ne sono
apertamente vantati con i vincitori, e la cui principale
azione stata consegnarsi agli alleati dopo l'8
settembre.
Citazione
Il problema culturale nazionale creare l'Italiano come cittadino "a
posto": perch su questo che molti sono caduti e non ce l'hanno
fatta.

Per fortuna...
Connesso

Quinto Fabio Massimo


Hero Member
Post: 3276

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #98 il: Ottobre 05,
2010, 06:33:04 pm
Citazione da: stefano - Ottobre 05, 2010, 06:12:15 pm
E' esattamente questa la questione. Esiste una visione del mondo
che prende come archetipo la mediocrit e la propone come norma
sociale, distruggendo se possibile chi esca dal greggio, ed una
visione del mondo che propone come valore di riferimento il
superamento di s, individuale e collettivo. Almeno da Nietzsche in

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 6 di 12

poi sappiamo da dove queste visioni vengono, e da quali


schieramenti - *anche* politici - continuino ad essere rappresentate.
Che poi oggi sia largamente dominante la tua, non c' dubbio.
Beh, alcune divergenze possono dipendere semplicemente dal fatto
che viviamo in realt in universi paralleli, che evidentemente
interagiscono tramite Vivamafarka. Nella Terra2 la flotta italiana
nella II GM si coperta di gloria, ed stata il ferro di lancia delle
forze dell'Asse nel mondo. Nella Terra1 in cui vivo io, stata
*pacificamente* un covo di incompetenti e traditori, che del resto se
ne sono apertamente vantati con i vincitori, e la cui principale azione
stata consegnarsi agli alleati dopo l'8 settembre.
Per fortuna...

A Te dell'Italia non Te ne frega una mazza.


Faresti bene a dirlo con sincerit. A dire qual la Tua
concezione poltiico territoriale della Nazione, se per Te
esiste o se non esiste e come deve configurarsi e se
Roma o Monaco di Baviera debba essere la capitale.
Quindi lascia stare il discorso sulla flotta e sull'ultimo
rifugio del giustificazionismo (il tradimento della
Marina...). Io sto con le migliaia di marinai che
riposano in fondo al mare, per aver fatto il proprio
dovere, strappati ai loro pescherecci, alle loro case,
alle loro famiglie, alle loro imprese ed ai loro cazzi.
Loro sono soprattutto gli eroi. Perch chi aveva la
guerra in testa aveva un solo dovere, come infatti
fece Teseo Tesei: morire.
Per quanto poi concerne la visione della societ,
media non significa mediocrit. La media, nei
fenomeni sociali, coincide con la norma (o moda) e
con la mediana...
Per sono certo di una cosa: che a proprorre a tutti di
fare lo schiavo mentre tu vuoi essere signore,
purtroppo Ti danno del "nazista".
Connesso

Marzio
Visitatore

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #99 il: Ottobre 05,
2010, 06:36:23 pm

Sto leggendo e cerco di non intervenire che tanto


bastate voi a far scintille
Per una cosa la devo dire. Indipendentemente dal
fatto che condivida pi o meno la posizione di Quinto,
per niente, in parte o in toto, a me sembra che tu
Stefano e tu Potlach non capiate UNA (dico una) cosa
che Quinto tenta di spiegare. Lui in buona sostanza
dice che un tempo come pavimento della nazione
c'era la borghesia (magari pi sotto, in cantina pure il
proletariato) che viveva di una "educazione" e di una

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 7 di 12

"moralit" che attraversava orizzontalmente tutta la


nazione. Molte virt, tra l'altro, erano condivise ai
diversi livelli di casta, per cui tanto il proletario che
l'aristocratico le incarnavano. Il deprecato "Cuore" di
Edmondo questo diceva.
Poi, Quinto, dice: su questo pavimento partono picchi
verso l'alto e picchi verso il basso. Comunque c'era un
piano, un pavimento. Ora questo non c'. Lui
attribuisce questo al fatto che non si insegna Pascoli.
Per me i motivi sono ben altri come va da s che oggi
IMPOSSIBILE adottare metodi pedagogici che
passano attraverso Pascoli piuttosto che Leopardi
(resto alla semplificazione).
In conclusione, mi pare che non vi intendiate su quel
che dite (io ho questa impressione).
Connesso

Quinto Fabio Massimo


Hero Member
Post: 3276

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #100 il: Ottobre
05, 2010, 07:00:25 pm
Citazione da: Marzio - Ottobre 05, 2010, 06:36:23 pm
Sto leggendo e cerco di non intervenire che tanto bastate voi a far
scintille
Per una cosa la devo dire. Indipendentemente dal fatto che
condivida pi o meno la posizione di Quinto, per niente, in parte o in
toto, a me sembra che tu Stefano e tu Potlach non capiate UNA
(dico una) cosa che Quinto tenta di spiegare. Lui in buona sostanza
dice che un tempo come pavimento della nazione c'era la borghesia
(magari pi sotto, in cantina pure il proletariato) che viveva di una
"educazione" e di una "moralit" che attraversava orizzontalmente
tutta la nazione. Molte virt, tra l'altro, erano condivise ai diversi
livelli di casta, per cui tanto il proletario che l'aristocratico le
incarnavano. Il deprecato "Cuore" di Edmondo questo diceva.
Poi, Quinto, dice: su questo pavimento partono picchi verso l'alto e
picchi verso il basso. Comunque c'era un piano, un pavimento. Ora
questo non c'. Lui attribuisce questo al fatto che non si insegna
Pascoli. Per me i motivi sono ben altri come va da s che oggi
IMPOSSIBILE adottare metodi pedagogici che passano attraverso
Pascoli piuttosto che Leopardi (resto alla semplificazione).
In conclusione, mi pare che non vi intendiate su quel che dite (io ho
questa impressione).

Pascoli si insegna ancora (mia figlia alle elementari ha


imparato a a memoria "Le ciaramelle", mio figlio alle
medie ha imparato a memoria "San Lorenzo"). Il
problema che la critica a Pascoli, rischia di essere
gatta gratta di natura newyorchese, tanto per
intenderci....il ridere altezzoso e snob dell'intellettuale
da Grande Mela nei confornti di un poeta provinciale
(che poi sapeva di latino e greco e di lingue
straniere...).
Che solo chi ha visto una vendemmia, un focolare
acceso in campagna, una giornata di nebbia in

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 8 di 12

campagna, un suono di una campana, le castagne il


giorno dei morti, insomma quella tristezza che per a
volte ti mette tepore...quella Milano del coeur in man
di un tempo, che io non ho potuto mai conoscere e
che i milanesi pi vecchi ed autentici di me sanno...
Penso che uno dei mali della politica attuale la
freddezza di ogni suo protagonista. Il calore televisivo
di Berlusconi sconcertante. Non ha radici, non ha
profondit, uno spot.
Ed anche il fanatismo ideologico risulta tale alla gente.
Non c' cuore.
Connesso

sandrin73
Hero Member
Post: 1844

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #101 il: Ottobre
05, 2010, 07:05:09 pm

Questa la poesia di Pascoli che mi ha colpito di pi


nella mia infanzia.

La cavalla storna
Nella Torre il silenzio era gi alto.
Sussurravano i pioppi del Rio Salto.
I cavalli normanni alle lor poste
frangean la biada con rumor di croste.
L in fondo la cavalla era, selvaggia,
nata tra i pini su la salsa spiaggia;
che nelle froge avea del mar gli spruzzi
ancora, e gli urli negli orecchi aguzzi.
Con su la greppia un gomito, da essa
era mia madre; e le dicea sommessa:
O cavallina, cavallina storna,
che portavi colui che non ritorna;
tu capivi il suo cenno ed il suo detto!
Egli ha lasciato un figlio giovinetto;
il primo d'otto tra miei figli e figlie;
e la sua mano non tocco' mai briglie.
Tu che ti senti ai fianchi l'uragano,
tu dai retta alla sua piccola mano.
Tu c'hai nel cuore la marina brulla,
tu dai retta alla sua voce fanciulla.
La cavalla volgea la scarna testa
verso mia madre, che dicea pi mesta:
O cavallina, cavallina storna,
che portavi colui che non ritorna;
lo so, lo so, che tu l'amavi forte!
Con lui c'eri tu sola e la sua morte
O nata in selve tra l'ondate e il vento,

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 9 di 12

tu tenesti nel cuore il tuo spavento;


sentendo lasso nella bocca il morso,
nel cuor veloce tu premesti il corso:
adagio seguitasti la tua via,
perch facesse in pace l'agonia . . .
La scarna lunga testa era daccanto
al dolce viso di mia madre in pianto.
O cavallina, cavallina storna,
che portavi colui che non ritorna;
oh! due parole egli dove' pur dire!
E tu capisci, ma non sai ridire.
Tu con le briglie sciolte tra le zampe,
con dentro gli occhi il fuoco delle vampe,
con negli orecchi l'eco degli scoppi,
seguitasti la via tra gli alti pioppi:
lo riportavi tra il morir del sole,
perch udissimo noi le sue parole.
Stava attenta la lunga testa fiera.
Mia madre l'abbraccio' su la criniera.
O cavallina, cavallina storna,
portavi a casa sua chi non ritorna!
a me, chi non ritorner pi mai!
Tu fosti buona . . . Ma parlar non sai!
Tu non sai, poverina; altri non osa.
Oh! ma tu devi dirmi una una cosa!
Tu l'hai veduto l'uomo che l'uccise:
esso t' qui nelle pupille fise.
Chi fu? Chi ? Ti voglio dire un nome.
E tu fa cenno. Dio t'insegni, come.
Ora, i cavalli non frangean la biada:
dormian sognando il bianco della strada.
La paglia non battean con l'unghie vuote:
dormian sognando il rullo delle ruote.
Mia madre alz nel gran silenzio un dito:
disse un nome . . . Son alto un nitrito.

Connesso

Potlach
-Hero Member
Post: 11513
mettere a fuoco

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #102 il: Ottobre
05, 2010, 07:05:45 pm
Citazione da: Quinto Fabio Massimo - Ottobre 05, 2010,
05:36:50 pm
Sul rigetto dell'estrema destra, bene hai colto.

E, per certi versi, non ti saprei dare torto.


Ma mi sembra che ti stia comportando come il classico
tipo lasciato dalla ragazza che va in giro a dire che le
donne sono tutte zoccole. Comprensibile, ma inutile,

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 10 di 12

per me...
Citazione
Sul resto no: e compi l'errore che si sempre fatto, infatuato (tu s,
e lo dico con rispetto) di una cultura che non riesce a cogliere, per
senso dell'elitarismo e dell'aristocrazia, l'essenza dei fenomeni di
massa e l'emergere di un tipo "medio" in ogni situazione che poi
quello al quale ci si pu riferire.

Ma perch, scusa? Io mica ho detto di ripristinare


l'agog (che comunque ad un certo punto della storia
pur esistita). Non dico che tutti debbano e possano
essere eroi n dico di snobbare il salumiere sotto casa
perch non ha darebbe la vita per il fascismo.
Io dico che se si d un'educazione eroica si avr un
tipo medio sano, se si insegna la mediet si avr un
tipo medio mediocre. Non vedo veramente che ci sia
da discutere su questo punto.
Citazione
Tu scambi, credevo fosse immediato l'accostamento che ho fatto
sopra, un problema quale l'educazione nazionale e l'istruzione
pubblica obbligatoria, con la Scuola di Mistica Fascista, facendo di
ques'ultima la sola "scuola" (cosa pazzesca a ben vedere).

Ma dove leggi questo?


Io non confondo nulla, io dico che nel fascismo ci
doveva essere e in buona parte ci fu una continuit
basata sulla pedagogia eroica basata su diversi livelli.
Il giuramento del Balilla citato da Accame prevedeva
quanto Giani avrebbe realizzato senza che i bambini
venissero gettati in una fossa di coccodrilli per
addestrarne il coraggio...
Citazione
Il problema culturale nazionale, non la mancanza di eroi, che
invece ci sono sempre stati: pensiamo didascalicamente a Francesco
Ferrucci, a Pietro Micca, ben prima quindi del Risorgimento o delle
guerre mondiali.
Il problema culturale nazionale creare l'Italiano come cittadino "a
posto": perch su questo che molti sono caduti e non ce l'hanno
fatta.

Scusa ma che sto dicendo io?


Gli eroi sono sempre esistiti, anche nelle societ non
eroiche.
Ma quest'ultime si differenziano dalle altre perch
danno al tipo medio un ideale medio, cos
determinando il suo attestarsi sotto la media...
Citazione
Inoltre, come alcuni altri, tenti di controvertire le mie proposizioni,
esasperando ci che io dico attraverso un artifizio sofistico e
mettendomi in bocca ci che non scrivo. Tanto per intenderci io non
faccio paragoni fra Fini e Mussolini, perch un simile paragone
non ha senso.

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 11 di 12

questo non l'ho detto io


quale tua frase avrei stravolto?
Connesso
CasaPound Italia

Potlach
-Hero Member
Post: 11513
mettere a fuoco

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #103 il: Ottobre
05, 2010, 07:09:11 pm
Citazione da: Quinto Fabio Massimo - Ottobre 05, 2010,
07:00:25 pm
Pascoli si insegna ancora (mia figlia alle elementari ha imparato a a
memoria "Le ciaramelle", mio figlio alle medie ha imparato a
memoria "San Lorenzo"). Il problema che la critica a Pascoli,
rischia di essere gatta gratta di natura newyorchese, tanto per
intenderci....il ridere altezzoso e snob dell'intellettuale da Grande
Mela nei confornti di un poeta provinciale (che poi sapeva di latino e
greco e di lingue straniere...).
Che solo chi ha visto una vendemmia, un focolare acceso in
campagna, una giornata di nebbia in campagna, un suono di
una campana, le castagne il giorno dei morti, insomma quella
tristezza che per a volte ti mette tepore...quella Milano del
coeur in man di un tempo, che io non ho potuto mai
conoscere e che i milanesi pi vecchi ed autentici di me
sanno...
Penso che uno dei mali della politica attuale la freddezza di ogni
suo protagonista. Il calore televisivo di Berlusconi sconcertante.
Non ha radici, non ha profondit, uno spot.
Ed anche il fanatismo ideologico risulta tale alla gente. Non c'
cuore.

Io ho vissuto per anni esattamente in questa


dimensione bucolica (anche se non a Milano) e, ti
dir: mi fa cagare
Ho per l'impressione che se tutto mafarka fosse
immerso nelle oniriche rappresentazioni pastorizie
tipiche dell'immaginario destrorso di qualche tempo fa
tu staresti qui a dirci di quanto fica la vita futurista
delle metropoli
Connesso
CasaPound Italia

Potlach
-Hero Member
Post: 11513
mettere a fuoco

Re: John Kleeves =


Stefano Anelli?
qualcuno ne sa
qualcosa di certo?
Risposta #104 il: Ottobre
05, 2010, 07:12:08 pm
Citazione da: sandrin73 - Ottobre 05, 2010, 07:05:09 pm

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013

John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Pagina 12 di 12

Questa la poesia di Pascoli che mi ha colpito di pi nella mia


infanzia.

io preferisco quella sui troll che infestano i forum, un


po' perch ci fanno, molto perch ci sono...
Connesso
CasaPound Italia

Pagine: 1 ... 5 6 [7] 8 9 ... 11

STAMPA

precedente successivo

Vivamafarka > Politica, Cronaca e News > Politica e Cronaca Nazionale >
John Kleeves = Stefano Anelli? qualcuno ne sa qualcosa di certo?

Vai a: => Politica e Cronaca Nazionale

vai

SMF 2.0.4 | SMF 2013, Simple Machines


XHTML RSS WAP2

http://vivamafarka.com/forum/index.php?topic=92408.90

08/10/2013