Sei sulla pagina 1di 49

I Compendi

di Giacomo Marciani

Telecomunicazioni
Teoria, Formulario e Suggerimenti Pratici

1 LAN
1.1

Interconnessioni

Un hub (o repeater) forwarda i frame ricevuti su tutte le porte ad accezione


della porta mittente.
Uno switch (o bridge) partiziona la rete in domini di collisione, unendo i
domini di broadcast; inoltra i frame ricevuti in base alle entries del proprio
forwarding database.
Un router partiziona la rete in domini di broadcast e collisione; inoltra i
frame ricevuti in base alle entries del proprio forwarding database.
Una generica entry del forwarding database una tupla (port, address, ageing),
dove port la porta che permette di raggiungere la stazione con indirizzo MAC
address, ed ageing l'ageing-time della entry,al termine del quale la entry
viene rimossa. Il processo di learning prevede l'inserimento di una entry in
fase di ricezione. Qualora venga ricevuto un frame destinato ad una stazione
non presente nel forwarding database, il frame viene inoltrato in broadcast.
Qualora venga ricevuto un frame destinato ad una stazione presente nel forwarding database, il frame viene inoltrato sulla porta corrispondente.

Esercizi
1. Sia data la seguente topologia, con i dispositivi di rete aventi forwarding
databases inizialmente vuoti, e congurati con un ageing-time Ta = 10s.

Si considerino le seguenti trasmissioni.


Time (s) Frame Source Destination
1
W
DD
Broadcast
2
X
EE
DD
3
Y
AA
BB
4
Z
BB
AA
(a) Determinare i domini di broadcast.
(b) Determinare i domini di collisione.
(c) Determinare il contenuto dei forwarding database dello switch S1 al
tempo T = 5s.
(d) Determinare il contenuto dei forwarding database dello switch S2 al
tempo T = 5s.
(e) Determinare i frames ricevuti da ogni stazione al tempo T = 5s.

Risposte
2

(a) Vi un unico dominio di broadcast, in quanto gli switch uniscono


domini di broadcast.
(b) Vi sono quattro domini di collisione, in quanto gli switch partizionano
i domini di collisione: AA-BB, CC, DD, EE.
(c) Le entries del forwarding database dello switch S1 sono le seguenti:
Address Port Ageing Time
DD
P3
6
AA
P1
8
BB
P1
9
(d) Le entries del forwarding database dello switch S2 sono le seguenti:
Address Port Ageing Time
DD
P2
6
EE
P3
7
AA
P1
8
(e) I frames ricevuti da ogni stazione sono i seguenti:
Station Frame
AA
W,Z
BB
W,Y
CC
W,Y
DD
X,Y
EE
W,Y
2. Sia dato uno switch con forwarding database inizialmente vuoto, congurato con un ageing time Ta = 180s. Si considerino le seguenti trasmissioni:
Time (s) Frame Port Source Destination
0
A
P1
11
22
60
B
P2
33
44
120
C
P3
44
55
200
D
P4
33
66
210
E
P3
55
33
220
F
P2
55
55
(a) Determinare il contenuto del forwarding database al tempo T = 230s.
(b) Determinare i frames ricevuti da ogni stazione al tempo T = 230s.

Risposte
(a) Le entries del forwarding database dello switch sono le seguenti:
Address Port Ageing Time (s)
33
P4
150
(b)
44
P3
70
55
P2
170
3

(c) I frames ricevuti da ogni stazione sono i seguenti:


Station Frame
11
B,C,D
22
A,B,C,D
33
A,C,E
44
A,B,D
55
A,B,C,D
66
A,B,C,D
3. Sia dato uno switch con forwardinng database inizialmente vuoto, congurato con un ageing-time Ta = 180s. Si considerino le seguenti trasmissioni:
Time (s) Frame
Source
Destination
1
A
00:11:11:11:11:11
FF:FF:FF:FF:FF:FF
2
B
00:22:22:22:22:22
00:11:11:11:11:11
3
C
00:33:33:33:33:33
00:44:44:44:44:44
4
D
00:44:44:44:44:44
FF:FF:FF:FF:FF:FF
5
E
00:55:55:55:55:55
00:44:44:44:44:44
6
F
FF:FF:FF:FF:FF:FF
00:99:99:99:99:99
7
G
00:11:11:11:11:11
00:66:66:66:66:66
8
H
00:66:66:66:66:66
00:22:22:22:22:22
(a) Determinare, per ogni frame inviato, se sia stato ricevuto dalla stazione
con MAC address 00:99:99:99:99:99, e fornire una motivazione.

Risposte
(a) La tabella seguente riassume le risposte:
Frame Received
Cause
A
S
Broadcast
B
N
entry in FDB
C
S
entry non in FDB
(b)
D
S
Broadcast
E
N
entry in FDB
F
N
errore: broadcast source
G
S
entry non in FDB
H
N
entry in FDB
4. Sia dato un bridge Ethernet dotato di porte Pi con i = 1, 2, 3, 4. Il bridge
riceve sulla porta P1 un frame Ethernet avente indirizzo MAC di origine
11 : 11 ed indirizzo MAC di destinazione 22 : 22.
(a) Determinare verso quale/i porta/e venga forwardato il frame ricevuto, e come cambi il forwarding database, qualora il fowarding
database sia vuoto.

(b) Determinare verso quale/i porta/e venga forwardato il frame ricevuto, e come cambi il forwarding database, qualora il fowarding
database contenga le entry: (11 : 11, P1 ), (22 : 22, P2 )..
(c) Determinare verso quale/i porta/e venga forwardato il frame ricevuto, e come cambi il forwarding database, qualora il fowarding
database contenga le entry: (22 : 22, P1 ), (11 : 11, P2 ).
(d) Determinare verso quale/i porta/e venga forwardato il frame ricevuto, e come cambi il forwarding database, qualora il fowarding
database contenga le entry: (22 : 22, P3 ), (11 : 11, P4 ).

Risposte
(a) Il frame viene inoltrato su tutte le porte. Al forwarding database
viene aggiunta la entry (11 : 11, P1 ).
(b) Il frame viene inoltrato sulla porta P2 . Al forwarding database non
viene aggiunta alcuna entry.
(c) Il frame viene inoltrato sulla porta P1 . Al forwarding database viene
aggiunta la entry (11 : 11, P1 ), e rimossa la entry (11 : 11, P2 ).
(d) Il frame viene inoltrato sulla porta P3 , Al forwarding database viene
aggiunta la entry (11 : 11, P1 ), e rimossa la entry (11 : 11, P4 ).
1.2

Protocollo Ethernet (IEEE 802.3)

In generale, il massimo diametro dmax di una rete Ethernet deve essere tale da
permettere ad un terminale all'estremit del bus di accorgersi di una collisione
prima di terminare la trasmissione del proprio frame. Risulta dunque
Tf,min = 2 Tprop,max

dove Tf,min il tempo necessario a trasmettere il frame di dimensione minima


Lf,min alla capacit massima Cmax , e Tprop,max il massimo tempo necessario
alla propagazione del frame da un estremo all'altro del bus. Risulta dunque
dmax
Lf,min
=2(
+ Thub )
Cmax
v

dove v la velocit di propagazione nel mezzo trasmissivo e Thub la somma


dei tempi di ritardo introdotti da tutti gli hub della rete. Naturalmente, Lf,min
e C dipedono dalla tecnologia Ethernet adottata.

Esercizi
1. Sia data una rete Ethernet con topologia a stella. I terminali sono connessi
ad un hub centrale che introduce un ritardo Thub = 0.4s.
(a) Determinare il diametro di rete, qualora si adotti la tecnologia Ethernet a 100Mbps.
5

(b) Determinare la massima lunghezza di un link, qualora si adotti la


tecnologia Ethernet a 100Mbps.
(c) Determinare il diametro di rete, qualora si adotti la tecnologia Giga
Ethernet.
(d) Determinare la massima lunghezza di un link, qualora si adotti la
tecnologia Giga Ethernet.

Risposte


Lf,min
(a) Il diametro massimo della rete dmax = 2C
Thub v = 432m,
max
dove Lf,min = 64B e Cmax = 100M bps.
= 216m.
(b) La massima lunghezza di un link dlnk = dmax
2

Lf,min
(c) Il diametro massimo della rete dmax = 2C
Thub v =
max
329, 6m, dove Lf,min = 512B Cmax = 1Gbps.
= 164, 8m.
(d) La massima lunghezza di un link dlnk = dmax
2

2. Sia data una rete Ethernet a 100M bps composta da due segmenti di rete
con topologia a stella, connessi da due repeater RA ed RB connessi da un
link di lunghezza LR . Ogni repeater introduce un ritardo di elaborazione
Thub = 0.5us. Il terminali del primo segmento sono connessi ad RA da
link di lunghezza LA,max = 20m. I terminali del secondo segmento sono
connessi ad RB da link di lunghezza LB,min = 10m ed LB,max = 50m.
(a) Determinare la massima lunghezza del link che connette i due repeater, qualora si adotti la tecnologia Ethernet a 100Mbps.
(b) Determinare la massima lunghezza del link che connette i due repeater, qualora si adotti la tecnologia Giga Ethernet.

Risposte


Lf,min
(a) Il diametro massimo della rete dmax = 2C
Thub v = 432m,
max
dove Lf,min = 64B e Cmax = 100M bps. La massima lunghezza del
link che connette i repeater risulta da dmax = LA,max + LR,max +
LB,max , da cui LR,max = 362m.

Lf,min
(b) Il diametro massimo della rete dmax = 2C
Thub v =
max
329, 6m, dove Lf,min = 512B Cmax = 1Gbps. La massima lunghezza
del link che connette i repeater risulta da dmax = LA,max + LR,max +
LB,max , da cui LR,max = 259, 6m.

1.3

Protocollo Wi-Fi (IEEE 802.11b)

I parametri di congurazione previsti dal protocollo sono i seguenti:


dimensione RTS Lrts = 20B

dimensione CTS Lcts = 14B


dimensione header Lh = 28B
dimensione ACK Lack = 14B
tempo slot Tslot = 20s
tempo SIFS Tsif s = 10s
tempo DIFS Tdif s = Tsif s + 2 Tslot = 50s
tempo preambolo Tplcp = 192s oppure Tplcp = 96s
timeout Ttmo = Tack oppure Ttmo = Tsif s + Tack
nestra di contesa minima CW min = 31
nestra di contesa massima CW max = 1023
regola backo alla i-esima ritrasmissione: estrarre un numero casuale in
[0, 2i (CWmin + 1) 1]
p
, il tempo
In generale, il tempo di trasferimento dei dati Tdata = Tplcp + LhC+L
d
Lack
di trasferimento del riscontro Tack = Tplcp + Cb ed il tempo medio di backo
i
+1)1
alla i-esima ritrasmissione E[Tback,i ] = 2 (CWmin
Tslot . Qualora gli slot
2
di backo siano presiPda un insieme S di N slot equiprobabili, il tempo medio di
iS i
Tslot . Quando in una rete sono connesse pi stazioni
backo E[Tback ] = |S|
che trasmettono senza errori, il tempo di ciclo considera un unico backo, in
quanto il protocollo prevede il frozen backo.
In modalit basic, il tempo necessario al corretto trasferimento di un frame
T = Tdata + Tsif s + Tack + Tdif s + E[Tback,0 ].
In modalit basic, il tempo necessario al trasferimento di un frame che abbia
subito M fallimenti consecutivi di trasmissione T = M (Tdata + Tsif s + Ttmo +
PM
Tdif s ) + (Tdata + Tsif s + Tack + Tdif s ) + i=0 E[Tback,i ].
In modalit RTS/CTS, necessario un tempo di inizializzazione Trts/cts =
Trts + Tsif s + Tcts + Tsif s , dove Trts = Tplcp + LCrts
e Tcts = Tplcp + LCcts
.
b
b
In modalit RTS/CTS, il tempo necessario al corretto trasferimento di un
frame T = Trts/cts + Tdata + Tsif s + Tack + Tdif s + E[Tback,0 ].
In modalit RTS/CTS, il tempo necessario al trasferimento di un frame che
abbia subito M fallimenti consecutivi di trasmissione T = M (Trts/cts +Tdata +
PM
Tsif s + Ttmo + Tdif s ) + (Trts/cts + Tdata + Tsif s + Tack + Tdif s ) + i=0 E[Tback,i ].

Esercizi
1. Sia data una stazione Wireless LAN operante con protocollo Wi-Fi 802.11b
ad accesso basic congurato con timeout Ttmo = Tack . La stazione
connessa al AP della rete e trasmette pacchetti di dimensione Lp = 1500B
ad un data rate Cd = 11M bps e basic rate Cb = 1M bps.
7

(a) Determinare il tempo di trasferimento di un pacchetto, in assenza di


errori.
(b) Determinare il tempo di trasferimento di un pacchetto, qualora subisca
tre errori consecutivi, e venga correttamente trasmesso al quarto tentativo.

Risposte
(a) Il tempo di trasferimento di un frame in assenza di errori T =
Tdata + Tsif s + Tack + Tdif s + Tback,0
= 1927, 273s.
(b) Il tempo di trasferimento di un frame P
con tre errori consecutivi
3
T = 4 (Tdata + Tsif s + Tack + Tdif s ) + i=0 Tback,i
= 7539, 636s.
2. Sia data una stazione Wireless LAN operante con protocollo Wi-Fi 802.11b
ad accesso basic congurato con una regola di backo che prevede una
trasmissione dopo 1,2,6 o 7 slot equiprobabili. La stazione trasmette pacchetti di dimensione Lp = 500B ad un data rate Cd = 5.5M bps e basic
rate Cb = 1M bps.
(a) Determinare il tempo di trasferimento di un pacchetto.
(b) Determinare il throughput della stazione.

Risposte
p
+
(a) Il tempo di trasferimento di un pacchetto T = Tplcp + LhC+L
d
Lack

Tsif s + Tplcp + Cb + Tdif s + E[Tback,0 ] = 1020s, dove E[Tback,0 ] =


1+2+6+7
Tslot = 80s.
2

E[Lp ]

(b) Il throughput della stazione T HR = E[T


= 3, 92M bps, dove
ciclo ]
E[Lp ] = Lp e Tciclo = T calcolato al punto precedente.

3. Siano date due stazioni Wireless LAN operanti con protocollo Wi-Fi 802.11b
ad accesso basic. La prima stazione trasmette pacchetti di dimensione
Lp,A = 1470B ad un data rate Cd,A = 11M bps e basic rate Cb,A = 1M bps.
La seconda stazione trasmette pacchetti di dimensione Lp,B = 576B ad
un data rate Cd,B = 2M bps e basic rate Cb,B = 1M bps.
(a)
(b)
(c)
(d)

Determinare il throughput della prima stazione.


Determinare il throughput della seconda stazione.
Determinare il throughput complessivo.
Determinare il throughput della prima stazione, qualora fosse sola
nella rete.
(e) Determinare il throughput della seconda stazione, qualora fosse sola
nella rete.

Risposte
8

p,A ]

(a) Il throughput della prima stazione T HRA = E[TE[L


= 2, 39M bps,
ciclo,A+B ]
Lp,A +Lh
dove E[Lp,A ] = Lp,A e E[Tciclo,A+B ] = Tplcp + Cd,A + Tsif s +
ack
Tplcp + L
Cb,A + Tdif s + Tplcp +
E[Tback,A,0 ]
= 4927, 46s.

Lp,B +Lh
Cd,B

Lack
+ Tsif s + Tplcp + C
+ Tdif s +
b,B

p,B ]

(b) Il throughput della seconda stazione T HRB = E[TE[L


=
ciclo,A+B ]
0, 94M bps, dove E[Lp,B ] = Lp,B e E[Tciclo,A+B ] lo stesso calcolato al punto precedente.
E[Lp,A+B ]
(c) Il throughput complessivo T HRA+B = E[T
= 3, 32M bps,
ciclo,A+B ]
dove E[Lp,A+B ] = Lp,A + Lp,B e E[Tciclo,A+B ] lo stesso calcolato
al punto precedente.
(d) Il throughput della prima stazione, qualora fosse sola nella rete,
E[Lp,A ]
T HRA = E[Tciclo,A
] = 6, 02M bps, dove E[Lp,A ] = Lp,A e E[Tciclo,A ] =

Tplcp +

Lh +Lp,A
Lack
Cd,A +Tsif s +Tplcp + Cb,A +Tdif s +E[Tback,A,0 ]

= 19955, 46s.

(e) Il throughput della seconda stazione, qualora fosse sola nella rete,
E[Lp,B ]
T HRB = E[Tciclo,B
] = 1, 4M bps, dove E[Lp,B ] = Lp,B e E[Tciclo,B ] =
Lh +Lp,B
Lack
Tplcp + Cd,B + Tsif s + Tplcp + C
+ Tdif s + E[Tback,B,0 ]
= 3282s.
b,B
4. Sia data una stazione Wireless LAN operante con protocollo Wi-Fi 802.11b
ad accesso basic. La stazione connessa al AP della rete e deve scaricare
un le di dimensione Lf = 3500B da un DB connesso al AP. La stazione
utilizza il protocollo TCP congurato con M SS = 1460B . La stazione
trasmette ad un data rate Cd,A = 11M bps e basic rate Cb,A = 1M bps.
(a) Determinare il tempo di trasferimento del le, in assenza di errori.
(b) Determinare il throughput della stazione.

Risposte
(a) Il le viene segmentato in 2 pacchetti TCP di dimensione Lp,1 =
Lh,tcp + M SS = 1500B (ricordiamo che la dimensione di un header
TCP Lh,tcp = 40B ) ed un pacchetto TCP di dimensione Lp,2 =
Lh,tcp + Lf mod(M SS) = 620B . Il tempo di trasferimento di un
p,1
+ Tsif s +
pacchetto TCP di dimensione Lp,1 T1 = Tplcp + Lh +L
Cd
L +L

Tplcp + LCack
+ Tdif s + Tplcp + h Cack,tcp
+ Tsif s + Tplcp + LCack
+
b
d
b

Tdif s + E[Tback,0 ] = 2582, 73s. Il tempo di trasferimento di un


p,2
pacchetto TCP di dimensione Lp,2 T2 = Tplcp + Lh +L
+ Tsif s +
Cd
L +L

Tplcp + LCack
+ Tdif s + Tplcp + h Cack,tcp
+ Tsif s + Tplcp + LCack
+
b
d
b
Tdif s + E[Tback,0 ]
2437,
27s
.
Il
tempo
di
trasferimento
del
le

=
T = 2 T1 + T2
7602,
73s
.
=
E[Lp ]

(b) Il throughput della stazione T HR = E[T


= 4, 52M bps, dove
ciclo ]
E[Lp ] = M SS e E[Tciclo ] = Tplcp +

Lh +Lh,tcp +M SS
Cd

+ Tsif s + Tplcp +

Lack
Cb

+ Tdif s + Tplcp +
E[Tback,0 ]
= 2582, 73s

Lh +Lack,tcp
Cd

+ Tsif s + Tplcp +

Lack
Cb

+ Tdif s +

5. Sia data una stazione Wireless LAN operante con protocollo Wi-Fi 802.11b
ad accesso basic congurato con un timeout Ttmo = Tack e con un meccanismo di rate adaption che prevede le trasmissioni ad un data rate
Cd,t = 11M bps e basic rate Cb,t = 1M bps, mentre le ritrasmissioni ad
un data rate Cd,r = 2M bps e basic rate Cb,r = 1M bps. La stazione
trasmette pacchetti di dimensione Lp = 1500B . Le trasmissioni falliscono
con probabilit = 60%, mentre le prime ritrasmissioni hanno sempre
successo.
(a) Determinare il throughput della stazione.

Risposte
(1)L +L
E[Lp ]
= (1)Tpt +Trp ,
(a) Il thourghput della stazione T HR = E[T
ciclo ]
dove Tt il tempo necessario a trasmettere un pacchetto con una
trasmissione e Tr il tempo necessario a trasmettere un pacchetto con
una ritrasmissione. Il tempo necessario a trasmettere un pacchetto
p
con una trasmissione Tt = Tplcp + LCh +L
+ Tsif s + Tplcp + LCack
+
d,t
b,t
Tdif s + E[Tback,0 ]
= 1977, 27s. Il tempo necessario a trasmettere un
p
+Tsif s +Ttmo +
pacchetto con una ritrasmissione Tr = Tplcp + LCh +L
d,t
L +L

p
h
Tdif s + E[Tback,1 ] + Tplcp + C
+ Tsif s + Tplcp +
d,r

E[Tback,0 ] = 9275, 27s con Ttmo = Tack = Tplcp +


Risulta dunque T HR
= 1, 88M bps.

Lack
Cb,r
Lack
Cb,t

+ Tdif s +

= 304s.

6. Sia data una stazione Wireless LAN A operante con protocollo Wi-Fi
802.11b ad accesso basic che trasmette pacchetti di dimensione Lp,A =
1500B ad un data rate Cd,A = 11M bps e basic rate Cb = 1M bps. Sia
data una stazione Wireless LAN B operante con protocollo Wi-Fi 802.11b
ad accesso RTS/CTS che trasmette pacchetti di dimensione Lp,B = 750B
ad un data rate Cd,B = 11M bps e basic rate Cb = 1M bps. Si trascurino
eventuali collisioni.
(a) Determinare il throughput della prima stazione.
(b) Determinare il throughput della seconda stazione. (doppio rispetto
alla prima)
(c) Determinare il throughput complessivo.
(d) Determinare il throughput della prima stazione, qualora fosse sola
nella rete.
(e) Determinare il throughput della seconda stazione, qualora fosse sola
nella rete.

Risposte
10

p,A ]

(a) Il throughput della prima stazione T HRA = E[TE[L


= 3, 18M bps
ciclo,A+B ]
Lh +Lp,A
dove E[Lp,A ] = Lp,A e E[Tciclo,A+B ] = Tplcp + Cd,A +Tsif s +Tplcp +

L +L

Lack
Cb,A

Lack
+Tdif s +Trts/cts +Tsif s +Tplcp + hCd,Bp,B +Tsif s +Tplcp + C
+
b,B
L
rts
3775s con Trts/cts = Tplcp +
Tdif s + E[Tback,A,0 ] =
Cb,B + Tsif s +
Lcts
Tplcp +
= 666s.
Cb,B

p,B ]

(b) Il throughput della seconda stazione T HRB = E[TE[L


=
ciclo,A+B ]
1, 56M bps, dove E[Lp,B ] = Lp,B e E[Tciclo,A+B ] lo stesso calcolato al punto precedente.
E[Lp,A+B ]
(c) Il throughput complessivo T HRA+B = E[T
= 4, 78M bps,
ciclo,A+B ]
dove E[Lp,A+B ] = Lp,A + Lp,B e E[Tciclo,A+B ] lo stesso calcolato
al punto precedente.
(d) Il throughput della prima stazione, qualora fosse sola nella rete,
E[Lp,A ]
T HRA = E[Tciclo,A
] = 6, 07M bps, dove E[Lp,A ] = Lp,A e E[Tciclo,A ] =
Lh +Lp,A
ack

Tplcp + Cd,A +Tsif s +Tplcp + L


Cb,A +Tdif s +E[Tback,A,0 ] = 1977, 27s.

(e) Il throughput della seconda stazione, qualora fosse sola nella rete,
E[Lp,B ]
T HRB = E[Tciclo,B
] = 2, 84M bps, dove E[Lp,B ] = Lp,B e E[Tciclo,B ] =
L +L

Lack
Trts/cts + Tsif s + Tplcp + hCd,Bp,B + Tsif s + Tplcp + C
+ Tdif s +
b,B
Lrts

E[Tback,B,0 ] = 2107, 82s con Trts/cts = Tplcp +


+ Tsif s + Tplcp +
Lcts
Cb,B

Cb,B

= 666s.

11

2 Protocolli S&W e Sliding-Window


Tempi di trasmissione

Un segmento ha una dimensione Lsgm = Lh + Lp ,


dove Lh la dimensione dell'header e Lp la dimensione del payload. Un
riscontro ha una dimensione Lack = Lh , in quanto trattasi di un segmento privo
di payload.
Il tempo necessario a trasmettere un segmento di dimensione Lsgm su una
linea di capacit C
Tsgm =

Lh + Lp
Lsgm
=
C
C

(1)

Il tempo di trasmissione di un segnale lungo un canale trasmissivo dipende


dalle caratteristiche siche del mezzo ed proporzionale alla velocit della luce.
=

(2)

Il tempo di round-trip-time (RTT) Trtt il tempo necessario ad un segnale


per percorrere avanti e indietro il canale trasmissivo.
Trtt = 2

(3)

Il tempo necessario alle ritrasmissioni Trtx dato dal numero di ritrasmissioni


aette da errori Nrtx , dal tempo di trasmissione di una ritrasmissione (pari al
tempo di trasmissione di un segmento Tsgm ) e dal tempo previsto dal timeout
Ttmo .
Trtx = (Nrtx 1) (Tsgm + Ttmo )

(4)

Il numero di ritrasmissioni Nrtx dipende dalla probabilit di errore della linea


err e dal numero di ritrasmissioni krtx indotte dalla perdita di un segmento.
Nrtx =

1 + (krtx 1) err
1 err

(5)

Il numero di ritrasmissioni indotte dalla non corretta ricezione dipende dal


tipo di protocollo adottato.
I protocolli Stop&Wait e Selective-Repeat hanno krtx = 1, in quanto la
perdita di un segmento induce la ritrasmissione del solo segmento perduto. I
protocolli Go-Back-N hanno krtx variabile aleatoria, in quanto il numero di
ritrasmissioni indotte dalla perdita di un segmento dipende dalla posizione del
segmeto perduto all'interno della sliding-window.

Trasmissione continua

Il regime di trasmissione continua permette ad un


sistema di trasmettere i propri segmenti senza interruzione. Il regime di trasmissione discontinua impedisce ci obbligando il sistema ad attendere il riscontro
del primo segmento in pipeline prima di riprendere la trasmissione. Un sistema

12

che adotti un protocollo S&W non permette mai il regime di trasmissione continua. Un sistema che adotti un protocollo Sliding-Window deve essere correttamente dimensionato per poter permettere il regime di trasmissione continua.
La condizione del regime di trasmissione continua la seguente:
W Tsgm Tsgm + Tack + Trtt

(6)

dove W la dimensione della nestra, espressa in numero di segmenti.

Throughput

Il throughput denito come la quantit di bit utili trasmessi


nell'unit di tempo, ed limitato dalla capacit della linea di trasmissione.
T HR = min{C,

E[bit utili]
E[tempo di ciclo]

(7)

Il thourughput duque caratterizzato dall'overhead dei segmenti, dal regime


di trasmissione e dalla probabilit di errore delle trasmissioni.
In assenza di errori (err = 0), il throughput caratterizzato da un tempo
di ciclo dipendente dal regime di trasmissione. In caso di trasmissione continua,
il tempo di ciclo dominato dal tempo necessario alla trasmissione dei segmenti
in pipeline. In caso di trasmissione discontinua, il tempo di ciclo dominato dal
tempo necessario al riscontro del primo segmento in pipeline.
(
T HR =

Lp
W Lp
W Tsgm = C Lsgm
W Lp
Tsgm +Tack +Trtt

tx continua
tx discontinua

(8)

In presenza di errori (err 6= 0), il throughput caratterizzato da un tempo


di ciclo dipendente dal regime di trasmissione e dalla probabilit di errore della
trasmissione. In caso di trasmissione continua, il tempo di ciclo dominato dal
tempo necessario alla trasmissione dei segmenti in pipeline e alla ritrasmissione
dei segmenti aetti da errore. In caso di trasmissione discontinua, il tempo
di ciclo dominato dal tempo necessario al riscontro del primo segmento in
pipeline e alla ritrasmissione dei segmenti aetti da errore.
(
T HR =

W Lp
W Tsgm +Trtx
W Lp
Tsgm +Tack +Trtt +Trtx

tx continua
tx discontinua

(9)

Esercizi
1. Sia dato un link avente capacit C = 512Kbps, caratterizzato da un tempo
di propagazione = 50ms e da una probabilit di errore err = 10%. Il
link opera con protocollo Stop-and-Wait, segmenti con header di dimensione Lh = 40B e payload di dimensione massima Lp = 800B , ACKs di
dimensione La = 200B ed un timeout deterministico di To = 120ms. Si
consideri inoltre un le di dimensioni Lf = 4.5KB .
(a) Determinare se il sistema sia in regime di trasmissione continua.
13

(b) Determinare il throughput in condizioni ideali.


(c) Determinare il throughput in condizioni reali.
(d) Determinare il tempo necessario al trasferimento del le in condizioni
ideali.
(e) Determinare il tempo necessario al trasferimento del le in condizioni
reali, assumendo che probabilit di errore err sia tale da corrompere
il terzo segmento, e che la congestione sia tale da ritardare la linea
di Tcong = 2ms per i successivi segmenti.
2. Siano dati due terminali A e B connessi da un nodo relay R con buer
innito, rispettivamente dai link L1 e L2 . Il link L1 ha una capacit
C1 = 960Kbps ed caratterizzato da un tempo di propagazione 1 = 50ms
e da una probabilit di errore err = 10%. Il link L2 ha una capacit
C2 = 640Kbps ed caratterizzato da un tempo di propagazione 1 = 60ms
e da una probabilit di errore err = 10%. I link operano con protocollo
Stop-and-Wait, segmenti con header di dimensione Lh = 40B e payload
di dimensione massima Lp = 800B , ed ACKs di dimensione La = 200B .
Si consideri inoltre un le di dimensioni Lf = 4.5KB .
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)

Determinare se il sistema sia in regime di trasmissione continua.


Determinare il throughput su L1 .
Determinare il throughput sulla L2 .
Determinare il throughput complessivo.
Determinare il tempo necessario al trasferimento del le in condizioni
non ideali ed ACKs non trascurabili, assumendo che probabilit di
errore err sia tale da corrompere il terzo segmento, e che la congestione sia tale da ritardare il link L2 di Tcong = 2ms per i successivi
segmenti.

3. Siano dati due terminali A e B connessi da un nodo relay R con buer


innito, rispettivamente dai link L1 e L2 . Il link L1 ha una capacit
C1 = 960Kbps ed caratterizzato da un tempo di propagazione 1 = 50ms
e da una probabilit di errore err = 10%. Il link L2 ha una capacit
C2 = 640Kbps ed caratterizzato da un tempo di propagazione 1 = 60ms
e da una probabilit di errore err = 10%. I link operano con protocollo
Sliding-Window a nestra di dimensione W = 3, segmenti con header di
dimensione Lh = 40B e payload di dimensione massima Lp = 800B , ed
ACKs di dimensione La = 200B . Si consideri inoltre un le di dimensioni
Lf = 4.5KB .
(a) Determinare se il sistema sia in regime di trasmissione continua.
(b) Determinare il throughput su L1 .
(c) Determinare il throughput sulla L2 .
14

(d) Determinare il throughput complessivo.


(e) Determinare la dimensione della nestra tale da garantire il regime
di trasmissione continua.
(f) Determinare il tempo necessario al trasferimento del le in condizioni
non ideali ed ACKs non trascurabili, assumendo che probabilit di
errore err sia tale da corrompere il terzo segmento, e che la congestione sia tale da ritardare il link L2 di Tcong = 2ms per i successivi
segmenti.
4. Sia dato un link avente capacit C = 512Kbps, caratterizzato da un tempo
di propagazione = 1ms e da una probabilit di errore err = 10%. Il
link opera con protocollo Go-Back-N a nestra di dimensione W = 4,
segmenti con header di dimensione Lh = 40B e payload di dimensione
massima Lp = 800B , ACKs di dimensione La = 200B ed un timeout
deterministico di To = 10ms. Si consideri inoltre un le di dimensioni
Lf = 4.5KB .
(a)
(b)
(c)
(d)

Determinare se il sistema sia in regime di trasmissione continua.


Determinare il throughput in condizioni ideali.
Determinare il throughput in condizioni reali.
Determinare il tempo necessario al trasferimento del le in condizioni
ideali.
(e) Determinare il tempo necessario al trasferimento del le in condizioni
reali, assumendo la che probabilit di errore err sia tale da corrompere il terzo segmento, e che la congestione sia tale da ritardare
la linea di Tcong = 2ms per i successivi segmenti.

5. Sia dato un link avente capacit C = 512Kbps, caratterizzato da un tempo


di propagazione = 1ms e da una probabilit di errore err = 10%. Il
link opera con protocollo Selective-Repeat a nestra di dimensione W = 4,
segmenti con header di dimensione Lh = 40B e payload di dimensione
massima Lp = 800B , ACKs di dimensione La = 200B ed un timeout
deterministico di To = 10ms. Si consideri inoltre un le di dimensioni
Lf = 4.5KB .
(a)
(b)
(c)
(d)

Determinare se il sistema sia in regime di trasmissione continua.


Determinare il throughput in condizioni ideali.
Determinare il throughput in condizioni reali.
Determinare il tempo necessario al trasferimento del le in condizioni
ideali.
(e) Determinare il tempo necessario al trasferimento del le in condizioni
reali, assumendo la che probabilit di errore err sia tale da corrompere il terzo segmento, e che la congestione sia tale da ritardare
la linea di Tcong = 2ms per i successivi segmenti.
15

6. Sia dato un link avente capacit C = 128Kbps e caratterizzato da un


tempo di propagazione = 50ms. Il link opera con protocollo SlidingWindow a nestra di dimensione W = 4, segmenti con header di dimensione Lh = 40B e payload di dimensione massima Lp = 800B , ed ACKs
di dimensione La = 200B .
(a) Determinare se il sistema sia in regime di trasmissione continua.
(b) Determinare la capacit C , tale da massimizzare il throughput.
(c) Determinare la dimensione della nestra W , tale da massimizzare il
throughput.
(d) Determinare la dimensione del payload Lp , tale da massimizzare il
throughput.
7. Sia dato un link L1 avente capacit C1 = 960Kbps e caratterizzato da
un tempo di propagazione 1 = 50ms. Sia dato inoltre un link L2 avente
capacit C2 = 640Kbps e caratterizzato da un tempo di propagazione
1 = 60ms. Il nodo che connette L1 con L2 ha un buer innito. I link
operano con protocollo Sliding-Window a nestra di dimensione W = 4,
segmenti con header di dimensione Lh = 40B e payload di dimensione
massima Lp = 800B , ed ACKs di dimensione La = 200B
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)

Determinare se il sistema sia in regime di trasmissione continua.


Determinare il throughput su L1 .
Determinare il throughput sulla L2 .
Determinare il throughput complessivo.
Determinare la dimensione della nestra W tale da massimizzare il
throughput su L1 .
(f) Determinare la dimensione della nestra W tale da massimizzare il
throughput su L2 .
(g) Determinare la dimensione della nestra W tale da massimizzare il
throughput complessivo.
(h) Determinare il throughput massimo, qualora la dimensione della nestra sia quella calcolata al punto precedente.

16

3 HDLC

HDLC Bit-oriented

Un frame HDLC delimitato dalla sequenza 01111110.


L'escaping all'interno del frame viene eettuato inserendo un bit 0 dopo ogni
occorrenza di cinque bits 1 consecutivi.

HDLC Byte-oriented

Un frame HDLC delimitato dal byte 7E. L'escaping


all'interno del frame viene eettuato preponendo il byte 7D ai bytes di controllo
7E e 7D i quali vengono posti in XOR con la sequenza 00100000 (7Exor00100000=5E
e 7Dxor00100000=5D).

Esercizi
curvati.

I delimitatori sono sottolineati, gli escapes barrati e i bytes escaped

1. Si trasmetta la seguente sequenza su collegamento HDLC bit-oriented.


000111111111110001111100

Risposta

0111111000011111011111010001111100001111110
La sequenza codicata la seguente:
0111111000011111011111010001111100001111110
2. Si decodichi la seguente sequenza ricevuta su collegamento HDLC bitoriented.
01111110010111000111111001111110010101111101011110100111101111110

Risposta

01111110010111000111111001111110010101111101011110100111101111110
Le sequenze decodicate sono le seguenti:
01011100,010101111110111101001111
3. Si decodichi la seguente sequenza ricevuta su collegamento HDLC bitoriented.
011111100100001111100111111001111110111111101111110

Risposta

011111100100001111100111111001111110111111101111110
Le sequenze decodicate sono le seguenti:
01000011111,1111111
La seconda sequenza contiene un errore di trasmissione, in quanto presenta
sette 1 senza escape.

17

4. Si trasmetta la seguente sequenza su collegamento HDLC byte-oriented.


7E-41-13-35-7D-5D-7E-7E-11-01-7D-5E-5D-7E

Risposta

7E-7D-:::
7E-41-13-35-7D-:::
7D-5D-7D-::
7E-7D-:::
7E-11-01-7D-7D-5E-5D-7D7E-7E
::
:::
Ponendo in Xor i byte escaped:
7E-7D-5E-41-13-35-7D-5D-5D-7D-5E-7D-5E-11-01-7D-5D-5E-5D-7D-5E-7E
La sequenza codicata la seguente:
7E-7D-5E-41-13-35-7D-5D-5D-7D-5E-7D-5E-11-01-7D-5D-5E-5D-7D-5E-7E
5. Si decodichi la seguente sequenza ricevuta su collegamento HDLC byteoriented.
7E-41-13-35-7D-5D-7E-7E-11-01-7D-5E-5D-7E

Risposta

7E-41-13-35-7D-:::
5D-7E-7E-11-01-7D-5E-5D-7E
::
Le sequenze decodicate sono le seguenti:
41-13-35-7D,11-01-7E-5D
6. Si decodichi la seguente sequenza ricevuta su collegamento HDLC byteoriented.
7E-41-13-35-7D-5D-7E-7E-7E-11-01-7D-5E-5D-7E

Risposta

7E-41-13-35-7D-:::
5D-7E-7E-7E-11-01-7D-::
5E-5D-7E
Le sequenze decodicate sono le seguenti:
41-13-35-7D,7E-11-01-7E-5D
La seconda sequenza contiene un errore di trasmissione, in quanto presenta
un 7E senza escape.

18

4 Traco
Trunking Gain

Il trunking gain aerma che, a parit di probabilit di blocco,


un aumento lineare dei circuiti induce un aumento sovralineare del traco offerto.

Interpolazione lineare

In generale, l'equazione As = Ao (1 b ) non


lineare in quanto la formula di Erlang non lineare. Per risolvere la suddetta
equazione in due incognite necessario conoscere il numero di circuiti K e
procedere per interpolazione lineare sulle incognite. Supponiamo di avere K
ssato, di conoscere As e di dover determinare Ao e b . Determiniamo, mediante la tabella di Erlang, due quadruple (K, Ao1 , b1 , As1 ) e (K, Ao2 , b2 , As2 )

o Ao1 )
tali che As [As1 , As2 ]. Applichiamo ora l'interpolazione lineare ((A
o A
o ) =
A
s )
(As A
1
s A
s )
(A
2

As
.
, da cui ricaviamo Ao e b = 1 A
o

Probabilit

In generale, il numero di positivit in N estrazioni senza reinserimento con probabilit uniforme una variabile aleatoria X con distribuzione
binomiale. La sua funzione di distribuzione [X = k] = Nk k (1 )N k .
In generale, il numero di positivit in N = estrazioni senza reinserimento
con probabilit uniforme una variabile aleatoria X con distribuzione poisk
soniana. La sua fuzione di distribuzione [X = k] = e k! ed il suo valore
medio E[X] = .
In generale, il traco pu essere interpretato come la probabilit di impiego
di una risorsa di rete. Ne consegue che il numero di circuiti occupati in un
sistema che attesti utenti niti una variabile aleatoria con distribuzione binomiale, e che il numero di circuiti occupati in un sistema che attesti utenti inniti
una variabile aleatoria con distribuzione poissoniana.
In generale, il tempo di interarrivo in un processo poissoniano con frequenza
di arrivo una variabile aleatoria X con distribuzione esponenziale. La sua
funzione di ripartizione [X k] = 1ek ed il suo valore medio E[X] = 1 .
In generale, il numero di arrivi in un processo poissoniano con frequenza
di arrivo una variabile aleatoria X con distribuzione poissoniana. La sua
k
fuzione di distribuzione [X = k] = e k! ed il suo valore medio E[X] = .
In generale, il traco smaltito rappresenta il numero medio di circuiti occupati.

Traco di trabocco

In generale, dato un sistema dotato di circuiti primari


e di circuiti di trabocco, il traco oerto ai circuiti primari il traco oerto
al sistema, ovvero Ao,p = Ao ; mentre il traco oerto ai circuiti di trabocco
il traco perduto dai circuiti primari, ovvero Aot = Ao bp .

Sistemi equivalenti

In generale, dato un sistema X ed un sistema Y , Y


equivalente ad X se e solo se As,Y As,X , e b,Y b,X .
19

Esercizi
1. Sia data una centrale telefonica dotata di K circuiti che debba garantire
una probabilit di blocco b 1%.
(a) Determinare il numero di circuiti necessari a smaltire un traco offerto Ao = 17, 7974Erl.
(b) Determinare il numero di circuiti necessari a smaltire un traco As =
20Erl.
= 15 circuiti
(c) Determinare il numero di circuiti necessari, qualora K
smaltiscano un traco As = 11, 931Erl con una probabilit di blocco

b insuciente.
(d) Determinare il numero di circuiti mediamente occupati, qualora il
traco oerto sia Ao = 17, 7974Erl.
(e) Determinare il numero di circuiti necessari a smaltire un traco As =
18Erl con ecienza 40%.
(f) Determinare il numero di circuiti necessari a smaltire un traco As =
18Erl con ecienza 90%.
(g) Determinare l'aumento 4Ao del traco oerto Ao conseguente ad
un aumento 4K = 20% dei circuiti.

Risposte
(a) Il numero di circuiti necessari risulta, dalla tabella di Erlang, K =
E(Ao , b ) = 27.
(b) Il numero di circuiti necessari risulta, dalla tabella di Erlang, K =
As
E(Ao , b ) = 30, dove il traco oerto Ao = (1
= 20, 2Erl.
b)
(c) Il numero di circuiti necessari risulta, dalla tabella di Erlang, K =
E(Ao , b ), dove il traco oerto risulta da As = Ao (1
b ). Non
conoscendo b , necessario procedere per interpolazione lineare, da
s
A
cui risulta Ao
b = 1 A
= 14Erl e
o = 14.778%. Dalla tabella di
Erlang risulta inne che i circuiti necessari sono K = E(Ao , b ) = 23.
(d) Il numero di circuiti mediamente occupati K = As
= 17, 619, dove
As = Ao (1 b )
= 17, 619Erl

(e) Il numero di circuiti necessari a soddisfare il requisito di ecienza


risulta, dalla denizione di ecienza = AKs , K As = 45. Il
numero di circuiti necessari a soddisfare il requisito di probabilit
di blocco risulta, dalla tabella di Erlang, K E(Ao , b ) = 32 dove
As

Ao = (1
= 18, 18Erl. Per soddisfare entrambi i requisiti, il
b)
numero di circuiti necessari K [32, 45].
(f) Il numero di circuiti necessari a soddisfare il requisito di ecienza
risulta, dalla denizione di ecienza = AKs , K As = 20. Il
numero di circuiti necessari a soddisfare il requisito di probabilit
20

di blocco risulta, dalla tabella di Erlang, K E(Ao , b ) = 45 dove


As
(1b ) ' 18, 18Erl. Soddisfare entrambe i requisiti risulta
dunque impossibile.
(g) L'aumento del traco oerto risulta, dal trunking gain, 4Ao >
4K = 20%.
Ao =

2. Sia data una centrale telefonica dotata di K = circuiti, alla quale sia
oerto un traco Ao = 1, 2Erl generato da U = 6 utenti.
(a) Determinare il traco oerto da ogni utente.
(b) Determinare la probabilit di avere k = 2 circuiti occupati.
(c) Determinare la probabilit di avere pi di k = 2 circuiti occupati.

Risposte
(a) Il traco oerto da ogni utente ao = AUo = 0, 2Erl.
(b) La probabilit di avere k circuiti occupati considerando
U utenti che

generino un traco unitario ao [K = k] = Uk ako (1 ao )U k
=
1, 53%.
(c) La probabilit di avere pi di k circuiti occupati considerando U
utenti che generino un traco unitario ao [K > k] = 1 [K
Pk
Pk
k] = 1 i=0 [K = i] = 1 i=0 Ui aio (1 ao )U i
= 0, 16%.
3. Sia data una centrale telefonica dotata di K = circuiti, alla quale sia
oerto un traco Ao = 1, 2Erl generato da U = utenti.
(a) Determinare la probabilit di avere k = 2 circuiti occupati, qualora
gli utenti siano U = .
(b) Determinare la probabilit di avere pi di k = 2 circuiti occupati,
qualora gli utenti siano U = .

Risposte
(a) La probabilit di avere k circuiti occupati considerando U = utenti
k
che generino un traco complessivo Ao [K = k] = eAo Ak!o
=
2, 6%.
(b) La probabilit di avere pi di k circuiti occupati considerando U =
utenti che generino un traco complessivo Ao [K > k] = 1
Pk
Pk
Ai
[K k] = 1 i=0 [K = i] = 1 i=0 eAo i!o
= 0, 77%.
4. Sia data una centrale telefonica dotata di K = 7 circuiti, alla quale arrivano chiamate secondo processo poissoniano con tasso di arrivo =
6chiamate/minuto di durata media esponenziale = 5minuti/chiamata.
(a) Determinare la probabilit che il tempo di interarrivo tra due chiamate consecutive sia maggiore di T0 = 15secondi.
21

(b) Determinare il tempo medio di interarrivo tra due chiamate.


(c) Determinare la probabilit di avere k = 4 circuiti occupati in T0 =
15secondi.
(d) Determinare la probabilit di avere pi di k = 4 circuiti occupati in
T0 = 15secondi.
(e) Determinare il numero medio di circuiti occupati.
(f) Determinare la probabilit di blocco b .

Risposte
(a) La probabilit che il tempo di interarrivo sia maggiore di T0 [T >
T0 ] = eT0
= 22, 31%.
(b) Il tempo medio di interarrivo T tra due chiamate E[T ] = 1 =
10secondi.
(c) La probabilit di avere k circuiti occupati in un intervallo T0 , ovvero
la probabilit che arrivino k chiamate in un intervallo T0 , [N =
k
0)

k] = eT0 (T
= 4, 71%.
k!
(d) La probabilit di avere pi di k circuiti occupati in un intervallo T0 ,
ovvero la probabilit che arrivino pi di k chiamate in un intervallo
i
Pk
T0 , [N > k] = 1 [N k] = 1 i=0 eT0 (Ti!0 )
= 98, 14%.
(e) Il numero medio di circuiti occupati il traco smaltito dalla centrale, ovvero As = Ao (1 b )
= 6, 725, dove Ao = = 30Erl e
b = E(K, Ao ) = 77, 584%.
(f) La probabilit di blocco risulta, dalla tabella di Erlang, b = E(K, Ao ) =
77, 584%, dove Ao = = 30Erl.
5. Sia data una centrale telefonica dotata di Kp = 20 circuiti primari e
Kt = 12 circuiti di trabocco, la quale serve U = 640 utenti. Il 75%
1
degli utenti genera un traco poissoniano unitario ao,1 = 30
Erl. Il 25%
degli utenti genera un traco poissoniano unitario con tasso di arrivo
2 = 1chiamata/2ore di durata media esponenziale 2 = 7.5minuti.
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
(f)
(g)

Determinare il traco oerto alla centrale telefonica.


Determinare la probabilit di blocco dei circuiti primari.
Determinare la probabilit di blocco dei circuiti di trabocco.
Determinare la probabilit di blocco della centrale telefonica.
Determinare il traco smaltito dai circuiti primari.
Determinare il traco smaltito dai circuiti di trabocco.
Determinare il numero di circuiti necessari ad una centrale telefonica
equivalente priva di circuiti di trabocco.

Risposte
22

(a) Il traco oerto dal 75% degli utenti Ao,1 = 0.75 U ao,1 = 16Erl.
Il traco oerto dal 25% degli utenti Ao,2 = 0.25 U 2 2 =
10Erl. Il traco oerto complessivamente alla centrale telefonica
Ao = Ao,1 + Ao,2 = 26Erl.
(b) La probabilit di blocco dei circuiti primari risulta, dalla tabella di
Erlang, b,p = E(Kp , Ao,p )
= 30, 179%, dove Ao,p = Ao = 26Erl.
(c) (caso approssimato: traco poissoniano oerto ai circuiti di trabocco) Il traco oerto ai circuiti di trabocco il traco perduto
dai circuiti primari, ovvero Ao,t = Ao b,p
= 7, 846Erl. Dalla tabella
di Erlang risulta che la probabilit di blocco dei circuiti di trabocco
b,t = E(Kt , Ao,t ) (3%, 5%). Per avere un valore preciso, calcoliamo la probabilit di blocco per interpolazione lineare sull'intervallo
di probabilit (3%, 5%), ottenendo b,t
= 4, 741%.
(caso reale: traco piccato oerto ai circuiti di trabocco) La probabilit di blocco dei circuiti di trabocco viene calcolata a partire
dal traco smaltito dai circuiti di trabocco, ovvero tale che Ao =
As,p + As,t + Ao b , dove As,p = Ao (1 b,p )
= 18.153Erl,
Ao = 26Erl, b,p = 30, 179%, b = 4, 122% (calcolato al punto successivo), da cui As,t
= 6, 775Erl. Dalla tabella di Erlang risulta
dunque che b,t = E(Kt , Ao,t ) (2%, 5%). Per avere un valore preciso, calcoliamo la probabilit di blocco per interpolazione lineare
sull'intervallo di probabilit (2%, 5%), ottenendo b,t
= 2, 821%.
(d) (caso approssimato: traco poissoniano oerto ai circuiti di trabocco) La probabilit di blocco della centrale la probabilit che si
verichi il blocco sia dei circuiti primari che dei circuiti di trabocco,
ovvero b = bp bt
= 1, 431%.
(caso reale: traco piccato oerto ai circuiti di trabocco) La probabilit di blocco della centrale
la probabilit di blocco di una centrale
0
equivalente avente K = Kp + Kt = 32 circuiti alla quale sia oerto
0
0
0
un traco Ao = Ao = 26Erl, ovvero b = E(K , Ao ) = 4, 122%.
(e) (caso approssimato: traco poissoniano oerto ai circuiti di trabocco) Il numero Keq di circuiti necessari alla centrale equivalente,
risulta, dalla tabella di Erlang, Keq = E(Ao , b ) = 36, dove Ao =
26Erl e b = 1, 431%.
(caso reale: traco piccato oerto ai circuiti di trabocco) Il numero
Keq di circuiti necessari alla centrale equivalente, risulta, dalla tabella
di Erlang, Keq = E(Ao , b ) = 32, dove Ao = 26Erl e b = 4, 122%.
6. Sia data una centrale telefonica dotata di K1 = 40 circuiti, la quale serve
U1 = 750 utenti. Ogni utente genera un traco poissoniano con tasso di
arrivo 1 = 0.8chiamate/ora e durata media esponenziale 1 = 3minuti.
Sia data una seconda centrale telefonica dotata di K2 = 20 circuiti, la
quale smaltisce un traco poissoniano As,2 = 14, 96944Erl.
(a) Determinare la probabilit di blocco della prima centrale telefonica.
23

(b) Determinare la probabilit di blocco della seconda centrale telefonica.


(c) Determinare il numero di circuiti necessari ad una terza centrale che
voglia garantire il servizio della prima e della seconda con probabilit
di blocco b3 1%.

Risposte
(a) La probabilit di blocco della prima centrale b1 = E(K1 , Ao1 )
=
1.44%, con Ao1 = U1 1 1 = 30Erl.
(b) La probabilit di blocco della seconda centrale si ricava per interpolazione lineare sull'intervallo di probabilit (3%; 10%), da cui risulta
As
b2
= 16, 145Erl.
= 7, 284% e Ao2 = (12b )
2

(c) Il numero di circuiti necessari alla terza centrale K3 = E(Ao3 , b3 ) =


60, con Ao3 = Ao1 + Ao2 = 46, 145Erl.
7. Sia dato un ISP dotato di K = 40 modem che convoglia il traco ricevuto
verso un multiplatore statistico a coda innita con capacit di linea C =
1M bps e ritardo medio Tmux = 100ms. Ogni connessione ha una durata
media esponenziale = 1ora/giorno. Ogni utente connesso genera un
traco poissoniano con rate medio R = 26950bps e pacchetti di lunghezza
media esponenziale L = 1KB .
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)
(f)
(g)
(h)
(i)
(j)
(k)

Determinare la frequenza di servizio del multiplatore.


Determinare la frequenza di arrivo al multiplatore.
Determinare il numero medio di pacchetti nel multiplatore.
Determinare il fattore di utilizzo del multiplatore.
Determinare il traco smaltito dal multiplatore.
Determinare il traco oerto al multiplatore.
Determinare il traco smaltito dai modem.
Determinare il traco oerto ai modem.
Determinare la frequenza di arrivo ai modem.
Determinare la frequenza di servizio dei modem.
Determinare il numero di modem necessari a garantire una probabilit di blocco b 1%.
(l) Determinare la capacit della linea necessaria a garantire una probabilit di blocco b 0.5%.
(m) Determinare la capacit della linea necessaria a garantire un ritardo
medio Tmux 50ms.
(n) Determinare la capacit della linea necessaria a garantire la stabilit
del multiplatore.

24

(o) Determinare il numero di utenti attestabili, qualora ogni utente generi


un tasso di connessioni 5connessioni/giorno. e si voglia garantire una probabilit di blocco b 1%.

Risposte

Il multiplatore pu essere modellizzato con una coda M/M/1, ed assunto


stabile.
(a) La frequenza di servizio del multiplatore mux = CL = 125pps.
1
,
(b) La frequenza di arrivo al multiplatore risulta da Tmux = mux
mux
da cui mux = 115pps.
(c) Il numero medio di pacchetti nel multiplatore risulta, dalla formula
di Little, nmux = mux Tmux = 11.5p.

(d) Il fattore di utilizzo del multiplatore risulta da nmux = 1


, da cui
= 0.92 92%.
(e) Il traco smaltito dal multiplatore As,mux = Ao,mux , in quanto
trattandosi di una coda M/M/1 esso non presenta alcuna perdita.
= 0.92Erl.
(f) Il traco oerto al multiplatore Ao,mux = mux
mux

(g) Il traco smaltito dai modem As,mod = s,mod


= 34.135Erl, dove
mod
s,mod = mux , e il tasso di servizio dei modem quello richiesto
dalle connessioni, ovvero mod = RL
= 3.369pps.
s,mod
(h) Il traco oerto ai modem Ao,mod = A1
, dove b si ricava per
b
interpolazione lineare su un intervallo di probabilit (5%, 10%) con
As,mod
= 34, 135Erl, da cui risulta b
= 8, 106%. Risulta dunque
che Ao,mod
= 37, 146Erl.
(i) Il tasso di arrivo ai modem risulta dalla denizione di traco oerto
Ao,mod = mod Tc , da cui mod
= 0.01cps.
(j) Il tasso di servizio dei modem mod = RL
= 3.369pps.
(k) Il numero K di modem necessari risulta, dalla tabella di Erlang,
K = E(Ao,mod , b ) = 50.
(l) La capacit della linea non ha alcuna inuenza sulla probabilit di
blocco, in quanto il multiplatore stato assunto modellizzabile con
una coda M/M/1 e non introduce pertanto alcuna perdita al traco
oerto al multiplatore.
1
(m) La capacit della linea necessaria risulta da Tmux = mux
, dove
mux
C
1
mux = L ; quindi C
50ms, da cui C 1.08M bps.
mux
L

(n) La capacit necessaria risulta dalla condizione di stabilit di un multiplatore modellizzabile con una coda M/M/1, ovvero mux > mux ,
dove mux = CL , da cui C > 920Kbps.

25

(o) Il numero di utenti serviti risulta dal traco oerto ai modem nelle
condizioni richieste. Dalla tabella di Erlang risulta Ao,mod = E(K, b ) =
29.0074Erl. Detto U il numero di utenti, risulta Ao,mod = U ,
da cui U
= 139.
8. Sia dato un ISP dotato di K modem, che convoglia il traco generato U =
U1 + U2 utenti verso un multiplatore statistico a coda innita con capacit
di linea C . Ognuno dei U1 = 416 utenti genera un traco poissoniano con
tasso di arrivo 1 = 2connessioni/giorno di durata media esponenziale
1 = 45minuti. I rimanenti U2 utenti generano complessivamente un
traco poissoniano Ao,2 = 9Erl. Ogni connessione genera un traco
poissoniano con rate medio R = 34.25Kbps e pacchetti di dimensione
media di L = 800B .
(a) Determinare il traco oerto ai modem.
(b) Determinare il numero di modem necessari a garantire una probabilit di blocco b 5%.
(c) Determinare il traco smaltito dai modem.
(d) Considerando il numero di modem calcolato, determinare la capacit di linea necessaria a garantire un ritardo medio del multiplatore
Tmux 80ms.

Risposte
(a) Il traco oerto ai modem Ao = Ao,1 + Ao,2 = 35Erl, con Ao,1 =
U1 1 1 = 26Erl e Ao,2 = 9Erl.
(b) Il numero di modem necessari K = E(Ao , b ) = 41 con probabilit
di blocco eettiva b = 4, 426%.
(c) Il traco smaltito dai modem As = Ao (1 b )
= 33, 451Erl.
(d) La capacit di linea necessaria C = mux L, con mux tale che
1
80ms dove mux = AsLR = 179pps da cui
Tmux = mux
mux
mux 191, 5pps. Risulta dunque C 1, 2256M bps.
9. Sia dato un ISP dotato di K modem che convoglia il traco generato da
U = 312 utenti verso un multiplatore statistico a coda innita con capacit
di linea C = 1M bps e fattore di utilizzo = 88.91%. Ogni utente genera
un traco poissoniano con tasso di arrivo = 2connessioni/giorno di
durata media esponenziale = 1ora. Ogni connessione genera un traco
poissoniano con rate medio R = 38Kbps, con pacchetti di dimensione
media esponenziale L = 1KB .
(a) Determinare la probabilit di blocco dell'ISP.
(b) Determinare il ritardo medio introdotto dal multiplatore.

Risposte
26

As
(a) La probabilit di blocco b = 1 A
. Il traco oerto ai modem
o
Ao = U = 26Erl, il traco smaltito indicato dal fattore di
utilizzo della linea, ovvero As = C
R = 23, 397Erl. La probabilit di
As
blocco risulta dunque essere b = 1 A
= 10, 011%.
o
1
(b) Il ritardo medio del multiplatore Tmux = mux
, dove il tasso
mux
C
di servizio del multiplatore mux = L = 125pps ed il tasso di
arrivo al multiplatore mux = C
L = 111, 138pps. Risulta dunque
che Tmux
= 72, 14ms.

10. Sia dato un ISP dotato di K = 25 modem che convoglia il traco generato
da U = 336 utenti verso un multiplatore statistico a coda innita con
capacit di linea C . Ogni utente genera un traco poissoniano con tasso
di arrivo = 3connessioni/giorno di durata media esponenziale =
40min. Ogni connessione genera un traco poissoniano con rate medio
R = 36Kbps e pacchetti di dimensione media espoenziale L = 1, 5KB .
(a) Determinare la capacit di linea necessaria a garantire un ritardo
medio Tmux 100ms.
(b) Determinare le conseguenze di un incremento dei modem tale da
garantire una probabilit di blocco b 1% con capacit di linea
C = 500Kbps.

Risposte
1
100ms. Il
(a) Il ritardo medio del multiplatore Tmux = mux
mux
C
tasso di servizio del multiplatore mux = L . Il tasso di arrivo al
multiplatore mux = Ao,mux i = As,mod i = Ao (1 b )
i
= 66, 722pps, dove il traco oerto Ao = U = 28Erl, la
probabilit di blocco risulta dalla tabella di Erlang b = E(K, Ao ) =
20, 57% ed il traco in pacchetti al secondo generato da ogni utente
i = RL = 3pps. Risulta dunque che C = 920, 664Kbps.
(b) Alle condizioni richieste, risulta che il tasso di arrivo al multiplatore
mux = Ao,mux i,mux = Ao (1 b ) i,mux = 83, 16pps ed il
tasso di servizio del multiplatore mux = CL = 41, 667pps. Poich
mux < mux allora il multiplatore instabile.

11. Sia dato un ISP che convoglia il traco generato dagli utenti verso un
multiplatore statistico a coda innita con capacit di linea C = 320Kbps
e numero medio di pacchetti in transito nmux = 4. Gli utenti generano complessivamente un traco poissoniano Ao = 9, 2Erl. Ogni utente
connesso genera un traco poissoniano con tasso di arrivo i = 10pps e
pacchetti di dimensione media esponenziale L = 400B .
(a) Determinare la probabilit di blocco.

Risposte
27

As
(a) La probabilit di blocco b = 1 A
= 13, 043%, dove il traco
o
oerto Ao = 9, 2Erl, ed il traco smaltito As = Ao,mux = C
R =
nmux
4
=
e
rate
8Erl, con fattore di utilizzo del multiplatore = 1+n
5
mux
medio di una connessione R = i L = 32Kbps.

12. Sia dato un ISP dotato di K = 23 modem che convoglia il traco generato da U utenti verso un multiplatore statistico a coda innita con
capacit di linea C = 1M bps e numero medio di pacchetti in transito
nmux = 4. Ogni utente genera un traco poissoniano con tasso di arrivo
= 1connessione/8ore di durata media esponenziale = 1ora. Ogni connessione genera un traco poissoniano con tasso di arrivo i = 8.0665pps
e pacchetti di dimensione media esponenziale L = 1KB .
(a) Determinare la probabilit di blocco.
(b) Determinare il numero di utenti dell'ISP.

Risposte
(a) La probabilit di blocco si ricava per interpolazione lineare in un
intervallo di probabilit (0, 2%; 0, 3%) con traco smaltito As =

Ao,mux = C
= 12, 397Erl, da cui risulta b
= 0, 233%
i L
(b) Il numero di utenti dell'ISP risulta da U = Ao , con Ao =
12, 426Erl, da cui U = 99, 408.

As
1b

13. Sia dato un ISP che convoglia il traco generato dagli utenti verso un
multiplatore statistico. Gli utenti generano un traco poissoniano con
tasso di arrivo 1 = 6, 4pps e pacchetti di dimensione media esponenziale
L = 1250B . Si consideri un primo multiplatore statistico a coda innita
con capacit di linea C1 . Si consideri un secondo multiplatore statistico
privo di coda con due linee indipendenti di capacit C2 = 1M bps.
(a) Determinare la capacit di linea necessaria a garantire un ritardo di
multiplazione Tmux,1 0, 1s, qualora venga usato il primo multiplatore.
(b) Determinare il ritardo di multiplazione, qualora venga usato il secondo multiplatore e si debba garantire una probabilit di blocco
b 0, 01%.
Si voglia convogliare il traco ricevuto verso il secondo multiplatore, con
probabilit di inoltro mux,2 .
(a) Determinare la probabilit di inoltro necessaria a garantire una probabilit di blocco b 0, 01%.
(b) Determinare il ritardo di multiplazione del primo multiplatore con
questa nuova congurazione.

28

Risposte

Il primo multiplatore modellizzabile con una coda M/M/1. Il secondo


multiplatore modellizzabile con una coda M/M/2/0.
(a) La capacit di linea necessaria al primo multiplatore si ricava da
1
0, 1s, dove 1 = CL1 e 1 = 6, 4pps, da cui C1
Tmux,1 = 1
1
164Kbps.
1
(b) Il ritardo del secondo multiplatore Tmux,2 = 2 1 (1
, dove
b,2 )
C2

2 = L = 100pps. Risulta dunque Tmux,2 = 0, 011s.


(c) La probabilit di blocco del sistema data dalla probabilit di blocco
del secondo multiplatore, in quanto privo di coda. Il secondo multiplatore pu ricevere un traco Ao,2 = E(K, b ) = 0, 0142Erl con
tasso di arrivo ricavato da 2 CL2 = Ao,2 , da cui 2 = 1, 42pps. Risulta
dunque che la probabilit ottimale di inoltro al secondo multiplatore
mux,2 = 12
= 22, 187%.
1

(d) Il ritardo del primo multiplatore Tmux,1 = 1 1 (1


=
mux,2 )
C1
0, 087s, dove 1 = L = 16, 4pps, 1 = 6, 4pps e mux,2 = 22, 187%.

29

5 Reti radiomobili
1. Sia dato un sistema cellulare con topologia esagonale. Si consideri l'insieme
di valori di cluster {K : K [16, 20]}.
(a) Determinare i cluster ammissibili.
(b) Determinare il fattore di riuso di ogni cluster possibile.
(c) Determinare cosa cambierebbe qualora il sistema adotti una topologia
lineare.

Risposte

In una topologia esagonale, l'insieme delle dimensioni di cluster ammissibili {K N : i, j N.K = i2 + j 2 + ij}.
In una topologia lineare, l'insieme delle dimensioni di cluster ammissibili
{K N}.
In generale, il fattore di riuso q =

D
R

3KR
R

3K .

(a) La dimensione di cluster ammissibile K = 19.

3KR
(b) Il fattore di riuso q = D
= 7.55.
R =
R
(c) La topologia lineare ammette qualsiasi dimensione di cluster.

2. Sia dato un sistema cellulare dotato di celle esagonali con dimensione di


cluster K , numero di interferenti Ni , operante in un territorio caratterizzato da un fattore di attenuazione .
(a)
(b)
(c)
(d)

2
Dimostrare che CCI = (3K)
Ni .
Determinare il SIR. qualora si adottino antenne omnidirezionali.
Determinare il SIR, qualora si adottino antenne trisettorizzate.
Determinare il SIR, qualora si adottino antenne esasettorizzate.

Risposte

2
In generale, il SIR a bordo cella SIR = (3K)
Ni . La settorizzazione
delle antenne determina il numero di interferenti Ni : una antenne omnidirezionale ha 6 interferenti, una antenna trisettorizzata ha 2 interferenti,
una antenne esasettorizzata ha 1 interferente.

(a) La interferenza cocanale il SIR a bordo cella in cui gli Ni interferenti

sono le celle cocanale di primo anello. Vale dunque CCI = NR


=
i D
1
D
)
.
Poich
la
distanza
di
riuso
D
ed
il
raggio
cellulare
R

(
Ni
R

1
D
sono legati dalla relazione D = 3KR, allora CCI = Ni ( R ) =
1
Ni

3KR
R )

(3K) 2
Ni

.
30

(b) Una cella omnidirezionale riceve interferenze da 6 celle cocanale di


2
primo anello dunque SIR = (3K)
.
6
(c) Una cella trisettorizzata riceve interferenze
da 2 celle cocanale di

(3K) 2
primo anello, dunque SIR = 2 .
(d) Una cella esasettorizzata riceve interferenza
da 1 cella cocanale di

primo anello, dunque SIR = (3K) 2 .


3. Sia dato un sistema cellulare dotato di celle esagonali. Il territorio da
servire caratterizzato da un fattore di attenuazione = 3.4. Il sistema
deve garantire un rapporto segnale-innterferenza a bordo cella SIR
15dB .
(a) Determinare la dimensione del cluster, qualora si adottino celle omnidirezionali.
(b) Determinare la dimensione del cluster, qualora si adottino celle trisettorizzate.

Risposte

In generale, il vincolo sul SIR determina la dimensione del cluster.


(a) La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo

(3K) 2
SIR = 6 si ricava K = 7.3. Il primo valore
K = 9.
(b) La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo

(3K) 2
SIR = 2 si ricava K = 3.8. Il primo valore
K = 4.

sul SIR, infatti da


di K ammissibile
sul SIR, infatti da
di K ammissibile

4. Sia dato un sistema cellulare dotato di celle esagonali trisettorizzate. Il


territorio da servire caratterizzato da un fattore di attenuazione = 3.
Il sistema deve garantire una probabilit di blocco b 1%, una densit
cellulare di traco Ao/c = 30Erl ed un rapporto segnale-interferenza a
bordo cella SIRdB 16dB .
(a) Determinare il numero di canali totali necessari.

Risposte
(a) La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo sul SIR, ovvero SIR =

(3K) 2
Ni , da cui K = 6.169 K = 7. Il numero di canali per cella
Cc = E(Ao/c , b ) = 42. Il numero di canali totali necessari Ctot =
Cc K = 294.
5. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ctot = 120 canali e celle esagonali
trisettorizzate. Il territorio da servire caratterizzato da un coeciente
di attenuazione = 3.7 e da una densit superciale di traco oerto
31

Ao/km2 = 24Erl/Km2 . Il sistema deve garantire una probabilit di blocco


b 1% ed un rapporto segnale-interferenza a bordo cella SIR 15dB .

(a) Determinare la distanza intercellulare.

Risposte
(a) La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo sul SIR, ovvero SIR =

(3K) 2
Ni , da cui K = 3.136 K = 4. Il numero di canali per
tot
settore Cs = CKS
= 10, quindi il traco oerto ad ogni settore Ao/s = E(Cs , b ) = 4.4612Erl, da cui il traco oerto ad
ogni cella Ao/c = S Ao/s = 13.3836Erl. La supercie cellulare deve essere tale da soddisfare il vincolo di densit superciale
di traco, ovvero Sc Ao/km2 = Ao/c , da cui la supercie cellulare
A
Sc = A o/c 2
= 0.558Km2 . Il raggio cellulare si ricava dalla supercie
o/km

cellulare Sc = 3 23R R = 0.463Km, da cui la distanza cellulare


risulta essere d = 2 23R = 0.802Km.
2

6. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ctot = 504 canali. Il sistema opera
in un'area con coeciente di attenuazione = 3.6 e densit superciale di
traco Ao/km2 = 30Erl/Km2 . Il sistema deve garantire una probabilit
di blocco b 2% ed un rapporto segnale-interferenza a bordo cella SIR
20dB .
(a) Determinare l'area cellulare necessaria, qualora si adottino antenne
omnidirezionali.
(b) Determinare l'area cellulare necessaria, qualora si adottino antenne
trisettorizzate.

Risposte
(a) La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo sul SIR, infatti da

(3K) 2
SIR =
si ricava K = 7.3. Il primo valore di K ammissibile
6
K = 12. Il numero di canali per cella Cc = CKtot = 42, dunque
ogni cella pu ricevere un traco Ao/c = E(Cc , b ) = 32.83Erl. La
supercie cellulare deve essere tale da soddisfare il vincolo di densit
superciale di traco, ovvero Sc Ao/km2 = Ao/c , da cui la supercie
o/c

cellulare Sc = AAo/km
= 1.094Km2 .
2
(b) La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo sul SIR, infatti da

(3K) 2
SIR = 2 si ricava K = 7.3. Il primo valore di K ammissibile
tot
K = 7. Il numero di canali per settore Cs = C3K
= 24, dunque
ogni settore pu ricevere un traco Ao/s = E(Cs , b ) = 16.63Erl,
pertanto ogni cella pu ricevere un traco Ao/c = 3Ao/s = 49.89Erl.
32

La supercie cellulare deve essere tale da soddisfare il vincolo di densit superciale di traco, ovvero Sc Ao/km2 = Ao/c , da cui la
o/c

supercie cellulare Sc = AAo/km


= 1.663Km2 .
2
7. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ftot = 36 frequenze e celle esagonali
di raggio R = 0.5Km. Ogni frequenza supporta Cf = 8 canali. Il territorio
da servire caratterizzato da un fattore di attenuazione = 4. Ogni
utente genera un traco ao = 15mErl. Il sistema deve garantire una
probabilit di blocco b 5% ed un rapporto segnale-interferenza a bordo
cella SIR 17dB .
(a) Determinare la densit cellulare di traco oerto, qualora si adottino
celle omnidirezionali.
(b) Determinare la densit superciale di traco oerto, qualora si adottino celle omnidirezionali.
(c) Determinare la densit superciale di utenti, qualora si adottino celle
omnidirezionali.
(d) Determinare la densit cellulare di traco oerto, qualora si adottino
celle trisettorizzate.
(e) Determinare la densit superciale di traco oerto, qualora si adottino celle trisettorizzate.
(f) Determinare la densit superciale di utenti, qualora si adottino celle
trisettorizzate.

Risposte
(a) La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo sul SIR, infatti da

(3K) 2
SIR = 6 si ricava K = 5.78 K = 7. Il numero di canali per
cella Cc = FtotKCf = 41, dunque ogni cella pu ricevere un traco
Ao/c = E(Cc , b )
= 35.5843Erl.
= 57.745Erl/Km2 ,
(b) La densit superciale di traco oerto Ao/km2 = ASo/c
c
2
dove Ss = 3 23R = 0.65Km2 la supercie cellulare.
A

2
(c) La densit superciale di utenti Ukm2 = o/km
= 3849.667utenti/Km2 .
ao
(d) La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo sul SIR, infatti da

(3K) 2
si ricava K = 3.337 K = 4. Il numero di canali
SIR =
2
Cf
per settore Cs = Ftot
= 24, dunque ogni settore pu ricevere un
KS
traco Ao/s = E(Cs , b )
= 19Erl, e quindi ogni cella pu ricevere
un traco Ao/c = S Ao/s = 57Erl.

(e) La densit superciale di traco oerto Ao/km2 = ASo/c


= 87.692Erl/Km2 ,
c
2
dove Sc = 3 23R = 0.65Km2 la supercie cellulare.
(f) La densit superciale di utenti Ukm2 =
33

Ao/km2
ao

= 5846.133utenti/Km2 .

8. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ctot = 32 canali e celle esagonali


omnidirezionali con raggio R = 250m, con dimensione di cluster K = 4.
Il territorio da servire caratterizzato da un coeciente di attenuazione
= 3.6 e da un traco per utente ao = 12mErl. Il sistema deve garantire
una probabilit di blocco b 3%.
(a) Determinare il SIR a bordo cella.
(b) Determinare la densit cellulare di utenti.
(c) Determinare la densit superciale di utenti.

Risposte

(a) Il SIR a bordo cella SIR = (3K)


= 14.6, ovvero SIR = 11.643dB.
Ni
(b) Ad ogni cella viene oerto un traco Ao/c = E(Cc , b )
= 3.987Erl,
dove Cc = CKtot = 8 sono i canali per cella. Pertanto la densit
= 332.25utenti/cella.
cellulare di utenti Uc = Aao/c
o

(c) La densit superciale di utenti UKm2 = UScc


= 2050.926utenti/Km2 ,
2
dove la supercie cellulare Sc = 3 23R
= 0.162Km2 .
9. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ctot = 16 canali. In condizioni
normali, la probabilit di blocco b1 1%. Il sistema deve garantire la
stessa probabilit di blocco, a fronte di un incremento del traco oerto
pari a 4Ao = 35%.
(a) Determinare il traco smaltito a seguito dell'incremento.
(b) Determinare il numero di canali necessari a garantire la probabilit
di blocco iniziale.

Risposte
(a) Il traco oerto prima dell'incremento Ao1 = E(Ctot , b1 ) = 8.875Erl,
da cui il traco oerto a seguito dell'incremento Ao2 = (1 + 4Ao )
Ao1
= 12Erl. La probabilit di blocco a seguito dell'incremento
risulta essere b2 = E(Ctot , Ao2 ) = 6.041%, da cui il traco smaltito
a seguito dell'incremento As2 = (1 b2 ) Ao2 = 11.275Erl.
(b) Il numero di canali necessari a smaltire il traco oerto a seguito
dell'incremento, garantendo la probabilit di blocco iniziale, Ctot =
E(Ao2 , b1 ) = 20.
10. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ctot = 675 canali e celle esagonali trisettorizzate. Il territorio da servire caratterizzato da un coeciente di attenuazione = 3.8, una densit superciale di utenti Ukm2 =
1500utenti/Km2 , un traco per utente ao = 12mErl. Il sistema deve
garantire una probabilit di blocco B = 0.5% ed un rapporto segnaleinterferenza a bordo cella SIR = 262.157.
34

(a)
(b)
(c)
(d)

Dimostrare che il cluster da utilizzare ha dimensione 9.


Determinare la densit cellulare di traco smaltito.
Determinare la densit cellulare di utenti.
Determinare la dimensione della cella.

Risposte
(a) La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo sul SIR, ovvero SIR =

(3K) 2
K = 9.
Ni
tot
(b) Ogni settore cellulare possiede Cs = CKS
= 25 canali, quindi il trafco oerto ad ogni cella Ao/c = 3 E(Cs , b )
= 45Erl, da cui il
traco smaltito da ogni cella As/c = (1 b ) Ao/c = 44.775Erl.

(c) Il numero di utenti per cella Uc =


(d) La supercie cellulare Sc =

Uc
Ukm2

Ao/c
ao

= 3750utenti/cella.

= 2.5Km2 .

11. Sia dato un sistema cellulare con celle esagonali trisettorizzate. Il territorio
da servire caratterizzato da un coeciente di attenuazione = 3.8, una
densit cellulare di utenti Uc = 414utenti/cella, un traco per utente
ao = 30mErl. Il sistema deve garantire una probabilit di blocco b 1%
ed un rapporto segnale-interferenza a bordo cella SIR = 16dB .
(a) Determinare il numero di canali totali necessari.

Risposte
(a) Il numero di canali totali Ctot = S K Cs . Il numero di settori
S = 3. La dimensione
del cluster si ricava dal vincolo sul SIR,

(3K) 2
ovvero SIR = Ni K = 3.33 K = 4. Il numero di canali
per settore Cs = E(Ao/s , b ) = 10, dove il traco oerto ad ogni
settore Ao/s = ao USc = 4.14Erl. Pertanto, il numero di canali
totali Ctot = S K Cs = 120.
12. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ctot = 441 canali e celle esagonali.
Il territorio da servire caratterizzato da un coeciente di attenuazione
= 4. Il sistema deve garantire una probabilit di blocco b 1% ed un
rapporto segnale-interferenza a bordo cella SIR 20dB .
(a) Determinare la densit cellulare di traco oerto, qualora si adottino
celle omnidirezionali.
(b) Determinare la densit cellulare di traco oerto, qualora si adottino
celle trisettorizzate.
(c) Determinare la densit cellulare di traco oerto, qualora si adottino
celle esasettorizzate.
35

Risposte
(a) La dimensione del cluster si ricava dal vincolo
sul SIR con numero

(3K) 2
di interferenti Ni = 6, ovvero SIR = Ni K = 8.165 K = 9,
tot
= 49, con numero
da cui il numero di canali per cella Cc = CKS
di settori S = 1. Ad ogni cella viene oerto un traco Ao/c =
E(Cc , b ) = 37.0042Erl.
(b) La dimensione del cluster si ricava dal vincolo
sul SIR con numero

(3K) 2
di interferenti Ni = 2, ovvero SIR = Ni K = 4.71 K = 7,
tot
da cui il numero di canali per settore Cs = CKS
= 21, con numero
di settori S = 3. Ad ogni settore viene oerto un traco Ao/s =
E(Cs , b ) = 12.8378Erl, quindi ad ogni cella viene oerto un traco
Ao/c = S Ao/s = 38.5134Erl.
(c) La dimensione del cluster si ricava dal vincolo
sul SIR con numero di

(3K) 2
interferenti Ni = 1, ovvero SIR = Ni K = 3.33 K = 4, da
tot
cui il numero di canali per settore Cs = CKS
= 18.375 Cs = 18,
con numero di settori S = 6. Ad ogni settore viene oerto un traco
Ao/s = E(Cs , b ) = 10.4369Erl, quindi ad ogni cella viene oerto un
traco Ao/c = S Ao/s = 62.6214Erl.
13. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ctot = 72 canali e celle esagonali di
raggio R = 400m. Il territorio da servire caratterizzato da un coeciente
di attenuazione = 4 e da un traco per utente ao = 15mErl. Il sistema
deve garantire una probabilit di blocco b 5%, un rapporto segnaleinterferenza a bordo cella SIR = 13dB .
(a) Determinare la densit cellulare di utenti, qualora si adottino celle
omnidirezionali.
(b) Determinare la densit superciale di utenti, qualora si adottino celle
omnidirezionali.
(c) Determinare la densit superciale di traco, qualora si adottino
celle omnidirezionali.
(d) Determinare la densit cellulare di utenti, qualora si adottino celle
trisettorizzate.
(e) Determinare la densit superciale di utenti, qualora si adottino celle
trisettorizzate.
(f) Determinare la densit superciale di traco, qualora si adottino
celle trisettorizzate.

Risposte
(a) La dimensione del cluster si ricava dal vincolo
sul SIR con numero

(3K) 2
di interferenti Ni = 6, ovvero SIR = Ni K = 3.647 K = 4,
36

tot
da cui il numero di canali per cella Cc = CKS
= 18, con numero
di settori S = 1. Ad ogni cella viene oerto un traco Ao/c =
E(Cc , b ) = 13.3852Erl, da cui il numero di utenti per cella risulta
= 892.347utenti/cella.
essere Uc = Aao/c
o

(b) La densit superciale di utenti Ukm2 = UScc = 2145.065utenti/Km2 ,


2
dove la supercie cellulare Sc = 3 23R
= 0.416Km2 .
(c) La densit superciale di traco Ao/km2 = ao Ukm2 = 32.176Erl/Km2 .
(d) La dimensione del cluster si ricava dal vincolo
sul SIR con numero

(3K) 2
di interferenti Ni = 2, ovvero SIR = Ni K = 2.106 K = 3,
tot
= 8, con numero
da cui il numero di canali per settore Cs = CKS
di settori S = 3. Ad ogni settore viene oerto un traco Ao/s =
E(Cs , b ) = 4.543Erl, quindi ad ogni cella viene oerto un traco
Ao/c = S Ao/s = 13.629Erl, da cui il numero di utenti per cella
risulta essere Uc = Aao/c
= 908.6utenti/cella.
o
(e) La densit superciale di utenti Ukm2 = UScc = 2184.135utenti/Km2 ,
2
dove la supercie cellulare Sc = 3 23R
= 0.416Km2 .
(f) La densit superciale di traco Ao/km2 = ao Ukm2 = 32.76Erl/Km2 .
14. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ctot = 36 canali e celle esagonali
omnidirezionali con dimensione di cluster K1 = 4. La densit cellulare di
traco smaltito As/c = 5.8Erl, il rapporto segnale-interferenza a bordo
cella SIR = 13.37dB e la probabilit di blocco risulta eccessiva. Il
sistema deve garantire una probabilit di blocco b 1% con un cluster
di dimensione K2 = 3.
(a) Determinare il coeciente di attenuazione del territorio servito.
(b) Determinare il numero di canali necessari.
(c) Determinare il SIR.

Risposte
(a) Il coeciente di attenuazione del territorio servito si ricava dalla
denizione del SIR con numero di interferenti
Ni = 6 e cluster di

(3K) 2
dimensione K = 4, ovvero SIR = Ni = 3.92.
(b) L'attuale probabilit di blocco si ricava per interpolazione lineare
sull'intervallo di probabilit (5%, 10%), da cui b1 = 9.429%. La
densit cellulare di traco oerto dunque Ao/c
= 6.4Erl. Il numero
di canali per cella Cc = E(Ao/c , b ) = 13. Pertanto, il numero di
canali necessari Ctot = K2 Cc = 39.
(c) Il SIR risulta essere SIR =
10.922dB .
37

(3K2 ) 2
Ni

= 12.364, da cui SIRdB


=

15. Sia dato un sistema cellulare dotato di F = 3 frequenze, ognuna supportante Cf = 8 canali, e celle esagonali omnidirezionali con cluster di
dimensione K = 3. Il territorio da servire caratterizzato da un coefciente di attenuazione = 4 e da una densit superciale di traco
Ao/km2 = 7.13Erl/Km2 . Il sistema deve garantire una probabilit di
blocco b 5%.
(a) Determinare il SIR a bordo cella.
(b) Determinare il raggio cellulare.
Viene fornita una ulteriore frequenza, la quale viene utilizzata per creare
una sottocella all'interno di ogni cella del sistema precedente. Il sistema
risultante deve garantire un rapporto segnale-interferenza a bordo cella
SIR = 7dB . Si assuma inoltre che ogni chiamata generata all'interno della
sottocella sia servita con probabilit sc dalla sua specica frequenza.
(a) Determinare il raggio della sottocella.
(b) Determinare la probabilit che minimizza la probabilit di blocco.

Risposte

2
= 13.5, da cui SIRdB =
(a) Il SIR a bordo cella SIR = (3K)
Ni
11.303dB .
(b) I canali totali sono Ctot = F Cf = 24. Ogni cella dispone di
tot
Cc = CK
= 8 canali. Ad ogni cella viene oerto un traco Ao/c =
E(Cc , b ) = 4.543Erl. La supercie cellulare deve essere tale da
garantire la densit superciale di traco, ovvero Ao/c = Sc Ao/km2 ,
o/c

da cui la supercie cellulare risulta essere Sc = AAo/km


= 0.637Km2 .
2
Il raggio cellulare risulta dunque essere R = 0.495Km.
(c) La generica sottocella omnidirezionale, con
dimensione
del cluster

Ks = 1, con distanza di riuso Ds = 2 23R = 3 R, e raggio


sottomultiplo del raggio della cella Rs = R. Si ricava il fattore di
proporzionalit fra i raggi R
ed Rs mediante il vincolo sul SIR, ovvero
Ds
1
1
SIR = Ni ( Rs ) = Ni ( 3 ) con SIRdB = 7dB SIR
= 5.012
s
s
ed Nis = 6, da cui
= 0.7396 e quindi Rs = R = 0.366Km.
(d) La minimizzazione della probabilit di blocco si ottiene con la equa
divisione del traco fra la cella e la sottocella3) per minimizzare il
blocco basta dividere equamente il traco tra cella piccola e cella
grande. Poich il traco proporzionale alla supercie di copertura
cellulare, la totalit del traco oerto a cella e sottocella proporzionale alla supercie della cella (infatti la sottocella contenuta
in essa). Per dividere equamente il traco basta imporre sSSc s = 12 ,
2
dove la supercie
della
cella

Sc = 3 23R e la supercie della sotto


2
cella Ss = 3 3(R)
, dunque sSSc s = s 2 = 12 , da cui s
= 0.914.
2

38

16. Sia dato un sistema cellulare dotato di Ftot = 84 frequenze con celle esagonali omnidirezionali. Il territorio da servire caratterizzato da un fattore
di attenuazione = 3.9. Il sistema deve garantire una probabilit di blocco
b 1%. Il numero di canali supportati da ogni frequenza dipende dal
rapporto segnale-interferenza a bordo cella: se SIR (10, 12.5)dB allora
Cf = 2, se SIR (12.5, 15)dB allora Cf = 3, se SIR (15, 17.5)dB
allora Cf = 4, se SIR (17.5, )dB allora Cf = 5.
(a) Determinare la dimensione di cluster che massimizza la densit cellulare di traco oerto.

Risposte
(a) Si procede per tentativi sulle dimensioni di cluster ammissibili. Per
K = 1 e K = 2 non si hanno informazioni sul numero di canali
per frequenza. Per K = 3, SIR
= 10.826dB , quindi ogni cella ha
a disposizione Cc = FtotKCf = 56 canali, da cui la densit cellulare
di traco oerto vale Ao/c = E(Cc , b ) = 43.3149Erl. Per K = 4,
F C
SIR
= 13.2625dB , quindi ogni cella ha a disposizione Cc = totK f =
63 canali, da cui la densit cellulare di traco oerto vale Ao/c =
E(Cc , b ) = 49.6878Erl. Per K = 7, SIR
= 18dB , quindi ogni
Ftot Cf
cella ha a disposizione Cc = K = 60 canali, da cui la densit
cellulare di traco oerto vale Ao/c = E(Cc , b ) = 46.9497Erl. Per
K = 9, SIR
= 20.13dB , quindi ogni cella ha a disposizione Cc =
Ftot Cf
=
46
canali,
da cui la densit cellulare di traco oerto vale
K
Ao/c = E(Cc , b ) = 34.3223Erl. Pertanto, la dimensione del cluster
che massimizza la densit cellulare di traco oerto K = 4.
17. Sia dato un sistema cellulare dotato di celle esagonali. Il territorio da
servire caratterizzato da un fattore di attenuazione = 3.4, da una
densit superciale di traco Ao/km2 = 40Erl/Km2 e da terminali con
soglia di ricezione rx = 92dB . Il sistema deve garantire una probabilit
di blocco b 5%, una ecienza di multiplazione 80%.
(a) Determinare i circuiti necessari alla cella.
(b) Determinare il raggio cellulare di una cella circolare equivalente.
(c) Determinare la potenza di riferimento ricevuta ad una distanza d =
10m dall'antenna, qualora si ignorino fenomeni di fading.
(d) Determinare la potenza di riferimento ricevuta ad una distanza d =
10m dall'antenna, qualora sia concesso un margine di fading =
6dB .

Risposte
(a) Il numero di circuiti per cella necessari si ricava dal vincolo di eA
(1 )
cienza e probabilit di blocco, ovvero = ACs/c
= o/c Cc b 0.8
c
0.8
da cui ACo/c
(1
soddisfatta per Cc = 34 e Ao/c = 28.6978Erl.
c
b)
39

(b) La supercie cellulare deve essere tale per cui Sc Ao/km2 = Ao/c ,
o/c

ovvero Sc = AAo/km
= 0.7174Km2 , dove Sc = R2 , da cui R =
2
0.478Km.
18. Sia dato un sistema cellulare dotato di celle omnidirezionali con fattore di
riuso D = 4. Il fattore di attenuazione = 4.222. Ogni utente genera
un traco con rate medio R = 0.9M bps e pacchetti di dimensione media
Lp = 1000B . Il traco viene inviato ad un multiplatore di una stazione
radiobase. Il sistema deve garantire una probabilit di blocco b < 1%.
La capacit di ogni cella dipende dal CCI: la capacit massima e pari a
Cmax = 60M bps con CCI [20, )dB , e decresce no ad annullarsi con
CCI = 5dB . Il ritardo attuale di ogni multiplatore T = 1ms.
(a) Determinare il numero medio di utenti serviti da ogni cella.

40

6 Catene di Markov
1. Sia dato un sistema dotato di due linee telefoniche condivise da due genitori e due gli. La chiamata di un genitore prioritaria rispetto a quella di
un glio: qualora le linee fossero entrambe occupate, la chiamata del genitore interrompe quella di un glio. Ogni genitore, quando inattivo, genera
chiamate con frequenza G di durata media 1G . Ogni glio, quando inattivo, genera chiamate con frequenza F di durata media 1F .
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit che una chiamata generata da un glio
sia bloccata a causa di mancanza di linee disponibili.
(c) Determinare la probabilit che una chiamata generata da un glio
sia inizialmente accettata, ma successivamente interrotta.
(d) Determinare il traco smaltito in totale dalle due linee.
(e) Determinare il traco oerto, in chiamate/secondo, dai soli genitori.
2. Sia dato un sistema dotato di un servente primario P , un servente secondario S ed un posto in coda. I pacchetti arrivano al sistema con tasso
di arrivo . Il servente primario ha un tasso di servizio p , il servente
secondario ha un tasso di servizio s . I pacchetti in arrivo vengono serviti
direttamente dal servente primario o, quando questo occupato, vengono
immagazzinati nella la di attesa e serviti successivamente dal servente
primario. Il servente secondario entra in azione solo ed esclusivamente
quando il sistema pieno: un eventuale pacchetto in arrivo, invece di
essere perduto, viene servito dal servente secondario, se non occupato.
(a)
(b)
(c)
(d)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare la probabilit di perdita.
Determinare la probabilit di occupazione del servente secondario.
Determinare il tempo medio di attraversamento del sistema.

3. Sia dato un sistema dotato di tre serventi condivisi da inniti utenti. Al


sistema arrivano richieste di tipo A, le quali necessitano di un solo servente,
e richieste di tipo B , le quali necessitano di due serventi. Qualora non vi
siano risorse disponibili, le richieste di tipo B possono essere dowgradate
a richieste di tipo A. Le richieste di tipo A arrivano al sistema con tasso
di arrivo A e vengono servite con tasso di servizio . Le richieste di tipo
B arrivano al sistema con tasso di arrivo B e vengono servite con tasso
di servizio .
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di downgrade di una richiesta di tipo B .
(c) Determinare la probabilit di perdita di una richiesta di tipo A.
41

(d) Determinare il numero medio di richieste di tipo B .


4. Sia dato un sistema dotato di un servente e due posti in coda. Al sistema
arrivano richieste normali, generate da inniti utenti, e richieste prioritarie, generate da un unico utente. Le richieste normali arrivano al sistema
con tasso di arrivo N e vengono servite con tasso di servizio N . Le richieste prioritarie hanno un tempo con distribuzione esponenziale negativa
di parametro P tra la ne di una richiesta precedente e l'inizio della successiva, e vengono servite con tasso di servizio P . La richiesta prioritaria
interrompe sempre una eventuale richiesta normale e viene direttamente
servita. Qualora il sistema fosse pieno, l'arrivo di una richiesta prioritaria
espelle dal sistema l'ultima richiesta normale accodata.
(a)
(b)
(c)
(d)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare il tasso medio di arrivo delle richieste prioritarie.
Determinare la probabilit di blocco di una richiesta normale.
Determinare la probabilit che una richiesta normale venga espulsa
dal sistema dopo essere stata inizialmente accettata.

5. Sia dato un sistema a coda con un servente ed una coda innita. Le


richieste arrivano al sistema con tasso di arrivo , e vengono servite con
tasso di servizio . Le richieste in attesa abbandonano il sistema se non
evase per un tempo maggiore di .
(a)
(b)
(c)
(d)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare la probabilit di avere k richieste nel sistema.
Determinare il traco smaltito dal sistema.
Determinare la probabilit di abbandono del sistema.

6. Sia dato un sistema a coda con una linea di trasmissione primaria di


capacit Cp , una linea di trasmissione secondaria di capacit Cs e due
posti in coda. I pacchetti hanno lunghezza media esponenziale negativa
L e arrivano al sistema con tasso di arrivo . Inizialmente attiva la sola
linea primaria. La linea secondaria si attiva quando arriva un pacchetto
che non trovi posto in coda, e rimane attiva no a che non vi siano pi
pacchetti in coda.
(a)
(b)
(c)
(d)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare la probabilit di perdita dei pacchetti.
Determinare il ritardo medio di attraversamento del sistema.
Determinare la percentuale di tempo in cui la linea secondaria attiva.
(e) Risposte
42

7. Sia dato un sistema dotato di un servente e due posti in coda. Al sistema


arrivano equiprobabilmente richieste di tipo A e richieste di tipo B con
tasso di arrivo complessivo . Le richieste di tipo A vengono servite con
tasso di servizio A . Le richieste di tipo B vengono servite con tasso di
servizio B . Le richieste di tipo B che trovino il servente occupato non
entrano nel sistema con probabilit p1 = 25%. Le richieste di tipo B che
trovino un posto in coda occupato non entrano nel sistema con probabilit
p2 = 50%.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di perdita di richieste di tipo A.
(c) Determinare la probabilit di perdita di richieste di tipo B .
8. Sia dato un sistema composto da due sottosistemi operanti in parallelo,
ognuno dotato di servente con tasso di servizio e un posto in coda.
Al sistema arrivano pacchetti in uscita da un bilanciatore di traco. I
pacchetti arrivano al bilanciatore di traco con tasso di arrivo , e vengono
smistati in tempo nullo alternativamente verso i due sottosistemi, una
volta all'uno una volta all'altro.
(a) Modellizzare un sottosistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di perdita.
(c) Determinare il tempo medio di attraversamento del sistema.
9. Sia dato un centralino telefonico dotato di due linee condivise da tre utenti.
Ogni linea telefonica pu essere occupata sia da chiamate entranti che da
chiamate uscenti. Le chiamate entranti arrivano mediamente ogni E =
60min, hanno una durata media dE = 3min, e vengono indirizzate ad
un utente libero. Ogni utente genera una chiamata in uscita di durata
media dU = 5min, ed il tempo che intercorre tra la ne di una chiamata
e l'inizio della successiva distribuito esponenzialmente con durata media
U = 30min. Ovviamente, un utente che sta ricevendo una chiamata non
potr generare a sua volta chiamate.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di blocco da parte di una chiamata in
uscita.
(c) Determinare la probabilit di blocco da parte di una chiamata in
ingresso.
10. Sia dato un sistema dotato di una linea primaria di capacit Cp = 500Kbps
ed una linea secondaria di capacit Cs = 200Kbps. La linea secondaria
attiva solo in caso di guasto della linea primaria. La linea primaria si
guasta mediamente dopo 10 ore di utilizzo consecutivo, e viene ripristinata
mediamente in 2 ore. La linea secondaria si guasta mediamente dopo 5
ore di utilizzo consecutivo, e viene ripristinata mediamente in 1 ora.
43

(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


(b) Determinare la percentuale di tempo in cui il sistema non ha connettivit.
(c) Determinare la capacit media fornita dal sistema.
11. Sia dato un sistema dotato di una linea trasmissiva di capacit C . Il sistema riceve pacchetti dati e token, secondo processi possoniani distinti
e indipendenti. Un pacchetto dati, di lunghezza media esponenziale Ld ,
viene trasmesso solo se ad esso associabile un token disponibile. I token
sono generati indipendentemente dallo stato del sistema. Il sistema pu
memorizzare no a due pacchetti, di cui uno eventualmente in trasmissione, e no a due token, eventualmente associati a pacchetti in attesa e/o
servizio.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit che il sistema, pur avendo pacchetti dati
disponibili, non sia in grado di trasmetterli per mancanza di token.
(c) Determinare il tempo medio di attesa di un pacchetto dati.
12. Sia dato un software P2P con capacit di upload C = 96KBbs supportante
al pi 3 uploads paralleli. I le hanno dimensione media esponenziale
negativa L = 4800000B . Le richieste di upload arrivano mediamente
ogni minuto secondo un processo poissoniano. Le richieste di upload sono
equamente distribuite in due modalit: normale e release. In caso di
upload simultaneo di le normali e le release, ad ogni upload release
viene assegnata capacit doppia rispetto ad ogni upload normale.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di riuto di un upload.
(c) Determinare il tempo medio di upload di un le release.
13. Sia data una scheda di rete dotata di una linea di capacit C . La scheda
pu trasmettere un pacchetto solo dopo averlo prelevato dal driver, e pu
prelevare un pacchetto dal driver solo dopo aver terminato la trasmissione
del pacchetto precedente. Il driver modellizzabile come una coda con
due posti. Un posto nel driver viene liberato solo dopo che il pacchetto sia
stato completamente prelevato dalla scheda di rete. Il tempo necessario
per prelevare un pacchetto dal driver ha una distribuzione esponenziale
negativa di media D, indipendentemente dalla lunghezza del pacchetto. I
pacchetti hanno dimensione media esponenziale negativa L. I pacchetti
arrivano al terminale con tasso
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di perdita dei pacchetti.
44

(c) Determinare il tempo medio che intercorre tra l'istante di arrivo di


un pacchetto e l'istante di ne della sua trasmissione.
14. Sia dato un sistema dotato di tre circuiti paralleli e coda nulla. Al sistema
arrivano due tipi di chiamate: chiamate normali e chiamate di emergenza.
Le chiamate normali hanno durata media di dN = 1min e tasso di arrivo
N = 2.5chiamate/min. Le chiamate di emergenza hanno durata media
dE = 30sec e tasso di arrivo E = 1chiamata/10min. Nel caso in cui
una chiamata di emergenza non trovi alcun circuito libero, tale chiamata
blocca una chiamata normale e la sostituisce. Qualora i circuiti fossero
tutti occupati da chiamate di emergenza, le eventuali chiamate vengono
perdute.
(a)
(b)
(c)
(d)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare la probabilit di blocco di una chiamata di emergenza.
Determinare la probabilit di blocco di una chiamata normale.
Determinare la probabilit che una chiamata normale, una volta accettata dal sistema, sia successivamente interrotta da una chiamata
di emergenza.

15. Sia dato un sistema composto da due sottosistemi a coda paralleli, A e B ,


ciascuno dotato di un servente con tasso di servizio ed un solo posto in
coda. Le richieste arrivano al sistema con frequenza . Una richiesta in
arrivo sceglie sempre la coda pi corta, e in caso di parit sceglie la coda
A.
(a)
(b)
(c)
(d)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare la probabilit di blocco.
Determinare la probabilit di attesa.
Determinare il tempo medio di attraversamento del sistema.

16. Sia dato un sistema dotato di una linea telefonica condivisa da tre utenti.
Una chiamata ha una durata media di d = 10min. Una chiamata conclusa
con successo, viene ripetuta mediamente dopo 1 = 1ora. Qualora un
utente trovi la linea occupata, riprova mediamente dopo 2 = 1min no a
che non riesce a stabilirla.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit che un utente trovi la linea libera ad ogni
sua prima chiamata.
(c) Determinare il tempo medio che intercorre tra l'istante in cui l'utente
prova ad eettuare la chiamata e l'istante in cui l'utente conclude la
chiamata.

45

17. Sia dato un sistema dotato di due serventi e nessun posto in coda. Le
richieste arrivano al sistema con tasso di arrivo . Ogni richiesta prevede
due servizi sequenziali di durata media esponenziale negativa dA = 1 e
dB = 1 .
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di blocco del sistema.
(c) Determinare il numero medio di utenti nel sistema.
18. Sia dato un sistema dotato di due serventi ed un posto in coda. Le richieste arrivano al sistema con tasso di arrivo e vengono servite in un
tempo medio esponenziale negativo di = 100ms. Il tempo medio di
attraversamento del sistema di 200ms.
(a) Determinare il traco oerto al sistema, in clienti/secondo.
19. Sia dato un sistema composto da due sottosistemi dotati ognuno di un
posto in coda e condividenti una stessa linea di trasmissione. La linea
di trasmissione viene assegnata alternativamente ai due sottosistemi, rimanendo assegnata allo stesso sottosistema no al suo svuotamento. I
pacchetti arrivano al sistema con tasso di arrivo e vengono serviti con
tasso di servizio .
(a)
(b)
(c)
(d)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare la probabilit di perdita del primo sottosistema.
Determinare il numero medio di pacchetti nel primo sottosistema.
Determinare il tempo medio di servizio dei pacchetti dell'intero sistema.

20. Sia dato un sistema dotato di 5 serventi e zero posti in coda. Il processo
di arrivo degli utenti al sistema un processo di Poisson di parametro .
Il tempo medio di servizio di ogni utente pari a . Ogni utente in arrivo
sceglie casualmente due serventi, a prescindere dal loro stato. Se entrambi
i serventi scelti sono liberi, l'utente viene servito casualmente da uno dei
due serventi. Se un solo servente, tra i due selezionati, vuoto, l'utente si
attesta su questo servente. Se entrambi i serventi sono occupati, l'utente
viene perduto a prescindere dallo stato dei serventi non scelti.
(a) Modellizzare un sottosistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di blocco del sistema.
(c) Determinare la probabilit che una richiesta in arrivo sia bloccata
nonostante uno o pi serventi non scelti sia disponibile.

46

21. Un sistema di elaborazione pipelined composto da due stadi. Non vi


sono le di attesa e ciascuno stadio pu contenere al pi un cliente alla
volta. Le richieste arrivano tutte al primo stadio secondo un processo
poissoniano di parametro e vengono servite al primo stadio con tasso di
servizio 1 e al secondo stadio con tasso di servizio 2 . Una volta servite
al primo stadio vengono passate al secondo stadio, appena questo risulta
disponibile.
(a)
(b)
(c)
(d)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare la probabilit di blocco del sistema.
Determinare il tempo medio di attraversamento del sistema.
Determinare la probabilit che un utente servito al primo stadio trovi
il secondo stadio occupato.

22. Sia dato un sistema dotato di una linea telefonica condivisa da due utenti.
Se un utente trova la linea occupata, attende mediamente = 1min prima
di riprovare. Se trova ancora la linea occupata, l'utente rinuncia ad effettuare la chiamata. Ogni utente eettua una chiamata con frequenza
= 1/60min (a partire dall'istante in cui ha terminato la chiamata, o
rinunciato a chiamare). Ogni chiamata dura in media d = 5min.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare il tempo medio che intercorre dall'istante in cui un
utente prova ad eettuare la chiamata all'istante in cui l'utente completa la chiamata oppure rinuncia.
(c) Determinare la probabilit che un utente debba rinunciare ad eettuare la chiamata.
23. Sia dato un sistema dotato di una linea di trasmissione e due posti in coda.
La linea disattiva quando non ha pacchetti da servire. La linea si attiva
all'arrivo del primo pacchetto da servire, impiegando un tempo medio
esponenziale negativo di tasso . Quando attiva, la linea trasmette
a tasso e tutti gli eventuali pacchetti immagazzinati in coda vengono
trasmessi senza alcuna interruzione successiva. Il trasmettitore viene spento
quando la coda vuota. I pacchetti arrivano al sistema con tasso di arrivo
.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di perdita.
(c) Determinare il ritardo medio.
24. Sia dato un sistema dotato di una linea di trasmissione di capacit C =
512Kbps, una coda primaria ed una coda secondaria, entrambe di dimensione unitaria. La coda primaria ha sempre la priorit rispetto a
47

quella secondaria nell'acquisizione della linea. Il traco primario composto da pacchetti di dimensione media Lp = 256B , con tasso di arrivo
p = 20pps. Il traco secondario composto da pacchetti di dimensione
media Ls = 512B , con tasso di arrivo s = 50pps.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di perdita di un pacchetto primario.
(c) Determinare il ritardo medio di un pacchetto secondario.
25. Sia dato un sistema dotato di una linea trasmissiva con tempo medio di
servizio s = 30ms e un posto in coda. Il sistema riceve in ingresso pacchetti di tipo A e di tipo B , entrambi con tasso di arrivo = 20pps. Il
sistema cerca di trasmettere pacchetti combinati di tipi dierenti mediante una operazione XOR, di tempo trascurabile. Un pacchetto in arrivo
al sistema vuoto non viene trasmesso nch non arrivi un pacchetto combinabile, o nch non sia passato un tempo medio di c = 10ms. Un
pacchetto in arrivo al sistema non vuoto viene combinato con un pacchetto in coda di tipo dierente, oppure viene messo in coda. Al termine
di ogni trasmissione, il servente preleva dalla coda un pacchetto combinato
e lo mette immediatamente in trasmissione, oppure preleva un pacchetto
singolo e attende c prima di inviarlo, in attesa di un pacchetto combinabile.
(a)
(b)
(c)
(d)
(e)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare la frequenza di trasmissione di pacchetti combinati.
Determinare la frequenza di trasmissione di pacchetti non combinati.
Determinare la probabilit di blocco del sistema.
Determinare la probabilit che un pacchetto immesso nel servente
non venga immediatamente trasmesso, ma debba aspettare di essere
combinato.

26. Sia dato un sistema dotato di due antenne radio, ognuna delle quali pu
servire un solo utente alla volta. Gli utenti arrivano al sistema con tasso ,
ed ogni utente in arrivo si trova equiprobabilmente vicino ad una stazione
e lontano dall'altra. Ogni utente deve scaricare un le di dimensione media
L = 800KB . Una stazione vicina consente una capacit Cv = 200Kbps.
Una stazione lontana consente una capacit Cl = 50Kbps. Qualora un
utente trovi la stazione vicina occupata, si connette a quella lontana.
Qualora entrambe fossero occupate l'utente abbandona il sistema.
(a)
(b)
(c)
(d)

Modellizzare il sistema come una catena di Markov.


Determinare la probabilit di blocco del sistema.
Determinare la probabilit di connessione alla stazione vicina.
Determinare la capacit trasmissiva media del sistema.
48

27. Sia dato un sistema dotato di un servente e due posti in coda. Il sistema
serve due tipi di utenti: il pA = 10% appartenenti alla classe A ed il
pB = 90% appartenenti alla classe B . Le richieste arrivano al sistema con
tasso di arrivo . Le richieste A vengono servite con tasso di servizio A .
Le richieste B vengono servite con tasso di servizio B .
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di blocco del sistema.
(c) Determinare il tempo medio di attesa.
28. Un sistema di trasmissione radio punto-punto, avente un servente ed una
coda contenente al pi un solo pacchetto, opera a due possibili velocit.
Normalmente serve pacchetti con velocit media N = 4pps, ma occasionalmente la velocit scende a L = 1pps. La velocit viene ridotta quando
il canale di comunicazione si degrada a causa del passaggio di una automobile attraverso il link di comunicazione radio. Mediamente una automobile
di passaggio ostruisce il link radio per d = 2sec, e l'automobile successiva
passa dopo = 6sec dalla ne del passaggio dell'automobile precedente.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit di perdita dei pacchetti.
(c) Determinare la probabilit che un'automobile arrivi e trovi la linea
di trasmissione non utilizzata.
29. Sia dato un sistema dotato di un'antenna ricevente ed un'antenna trasmittente. I pacchetti arrivano all'antenna ricevente con tasso di arrivo r , e
vengono ripetuti sull'antenna trasmittente con tasso di servizio . I pacchetti, una volta ricevuti, sono memorizzati in un sistema a coda dotato
di un servente ed un posto in coda. Se il sistema a coda pieno, il sistema
non riceve il pacchetto. Il sistema caratterizzato da tre stati di carica.
Il sistema si carica passando da uno stato di carica i allo stato di carica
i + 1, con tasso c . Il sistema si scarica solo quando trasmette un pacchetto, passando da uno stato di carica i allo stato di carica i 1 , con
probabilit ps . Quando scarico, il sistema non riceve pacchetti e cancella
i pacchetti eventualmente memorizzati.
(a) Modellizzare il sistema come una catena di Markov.
(b) Determinare la probabilit che il sistema non ripeta un pacchetto.
(c) Determinare la probabilit che il sistema riceva un pacchetto ma non
lo ripeta perch si scaricato.

49