Sei sulla pagina 1di 2

ODIARE TI RENDE DEBOLE.

SAI PERCHE'?
Un modo per perdere potere personale odiare molto gli altri. Odiare gli altri ti
tiene imprigionato nel veleno emozionale e ti chiude spazi di possibilit e di
espansione propri del potere personale: come il perdono, uno strumento in
grado di liberare tossine e generare benessere. Quando provi odio verso
qualcuno stai compiendo un errore di valutazione: lhai semplicemente reso pi
potente di te riguardo la tua vita, e questa una sciocchezza, perch non c
nessuno pi autorevole e forte di te per ci che riguarda te stesso.
Lodio nasce dal senso di separazione ed il sentirsi separati dagli altri provoca
dolore.

In sintesi provare tanto odio comporta molto dolore


nonch perdita di energia e potere.
Le situazioni nelle quali le persone soffrono maggiormente sono quelle in cui
sperimentano un grande senso di separazione e distacco dagli altri. Pensa ad
esempio a qualcuno che hai molto amato e che poi hai odiato. Sensazione
spiacevole, vero? Il motivo di tanto fastidio appunto dovuto a quel sentirsi
separato da qualcuno che prima percepivi come a te connesso.
In termini di fisica quantistica siamo tutti connessi e pertanto la sensazione di
separazione unillusione. Detto in altri termini: quando odi qualcuno lo
percepisci differente e quindi separato da te, ma a livello di coscienza profonda
sai di essere collegato a questa persona e quindi ci che odi una parte di te.
Ogni volta che odi, invii sentimenti spiacevoli verso una possibilit dellesistenza
che, in qualche modo, ti appartiene perch, a livello quantico, sei collegato ad
essa seppure come probabile scenario di esistenza.

Odiamo solo le cose e le persone


a cui abbiamo dato precedentemente potere.

Gli oggetti, le situazioni e gli individui a cui siamo indifferenti non ci suscitano
sentimenti spiacevoli. Ancora una volta con lodio stiamo dicendo a qualcun altro
di compiere un atto impossibile: Cambia perch se non cambi, ti odio e questo
non mi piace. Un aspetto interessante del sentimento di odio che lo
nutriamo solo verso ci che in un certo qual modo ci riguarda e parla di noi.
Essendo meno attaccati alla convinzione che tutti devono essere come noi, siamo
in grado di rilasciare lodio e con esso il veleno emozionale.

Molto spesso ci che odi negli altri e ci che non accetti e che
giudichi negativamente in te.
Potrebbero essere comportamenti che non ti concedi e che ti irrita vedere in
qualcun altro che stato pi permissivo con se stesso. Se hai problemi di odio
ricorda che questo nasce da una base di amore incattivito (inacidito dalla
mancata espressione) e non dalla sua assenza. Permettiti allora di esprimere
lemozione della rabbia repressa attraverso un percorso terapeutico ed in
seguito prova a praticare il perdono, constaterai un GRANDE SENSO DI
LIBERAZIONE e scoprirai che il prigioniero che tenevi rinchiuso in cella eri tu.