Sei sulla pagina 1di 4

LETTERA ALLE FAMIGLIE

D E L L U N I T A P A S T O R A L E

DI

CAPEZZANO P.re - MONTEGGIORI - S. LUCIA


Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961
e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it

Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.org

N 718

19 LUGLIO 2015

XVI SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO - LITURGIA DELLE ORE IV SETTIMANA

VENITE IN DISPARTE, IN UN LUOGO SOLITARIO,


E RIPOSATEVI UN PO'.
Incalzato insieme ai suoi dalla folla, Ges avverte la necessit di una sosta.
Tuttavia non riesce nell'intento perch, anche l dov' diretto a riposare, la gente lo
precede. E il cuore di Ges tale da essere preso dalla commozione, non certo
perch si vede al centro dell'attenzione, ma per loro, "perch erano come pecore
senza pastore" annota l'evangelista.
Certamente altre volte, il Signore, avr condotto i suoi "in disparte, in luoghi
solitari" per il necessario riposo.
Gi nel racconto biblico della creazione, dentro la grande metafora dei "sette
giorni", detto che il settimo giorno Dio si ripos. E tutta la tradizione ebraica
sent a tal punto l'importanza del riposo di Dio che fece del sabato il giorno per
eccellenza del riposo a gloria di Dio, ma anche a utilit dell'uomo. Come infatti
dentro uno spartito musicale sono segnate le pause oltre alle note, e dall'alternarsi
delle une con le altre viene ritmo e armonia, cos per la nostra vita. Guai se non
ci fossero le note di un'ordinata attivit, ma insopprimibili sono pure le pause del
riposo.
Attenzione per al fatto che, nella nostra societ, spesso si tratta di uno pseudoriposo perch si cerca solo un divertimento chiassoso, in fin dei conti stancante.
Ges ci d un'indicazione preziosa: ci vogliono pause da prendersi "in disparte",
"in un luogo solitario".
come dire: non manchi anche l'aspetto della quiete contemplativa: pi contatto
con la natura, una preghiera pi intima e spontanea, qualche buona lettura e, nelle
conversazioni fraterne o amicali, pi sale di sapienza e cordialit vera.

DESIDERATA
Procedi con calma tra il frastuono e la fretta, e ricorda quale pace
possa esservi nel silenzio.
Per quanto puoi, senza cedimenti,
mantieniti in buoni rapporti con tutti.
Esponi la tua opinione con tranquilla chiarezza
e ascolta gli altri: pur se noiosi e incolti,
hanno anch'essi una loro storia.
Evita le persone volgari e prepotenti:
sono un tormento per lo spirito.
Se insisti nel confrontarti con gli altri, rischi
di diventare borioso e amaro, perch sempre
esisteranno individui migliori e peggiori di te.
Godi dei tuoi successi e anche
dei tuoi progetti. Stima la tua professione,
per quanto umile: essa costituisce un vero
patrimonio nella mutevole fortuna del tempo.
Usa prudenza nei tuoi affari, perch il mondo
pieno d'inganno. Ma questo non ti renda cieco
a quanto vi di virt: molti sono coloro
che perseguono alti ideali e dovunque
la vita colma di eroismo.
Sii te stesso. Soprattutto non fingere negli affetti.
Non ostentare cinismo verso l'amore,
perch, pur di fronte a qualsiasi delusione e aridit,
esso resta perenne come il sempreverde.
Accetta docile la saggezza dell'et,
lasciando con serenit le cose della giovinezza.
Coltiva la forza d'animo, per difenderti
nelle calamit improvvise.
Ma non tormentarti con delle fantasie: molte paure nascono da
stanchezza e solitudine.
Al di l di una sana disciplina,

sii tollerante con te stesso.


Tu sei figlio dell'universo non meno degli alberi
e delle stelle, ed hai pieno diritto d'esistere.
E, convinto o non convinto che tu ne sia, non v' dubbio che l'universo
stia seguendo il suo corso.
Perci sta' in pace con Dio, qualunque sia il concetto che hai di Lui.
E quali che siano i tuoi affanni
e aspirazioni, nella chiassosa confusione dell'esistenza, mantieniti in
pace col tuo spirito.
Nonostante i suoi inganni, travagli e sogni infranti, questo pur
sempre un mondo meraviglioso.
Sii prudente.
Sforzati d'essere felice.
-------------------------------------------------

importante che il riposo sia riempito con l'incontro.


Penso all'incontro con la natura, con le montagne, con il mare, con le
foreste. Ma ci non ancora tutto quanto si pu dire del riposo. Bisogna
che esso sia riempito con un contenuto nuovo: l'incontro con Cristo,
l'incontro con Dio. Significa aprire la vista interiore dell'anima alla sua
presenza nel mondo, aprire l'udito interiore alla sua Parola.
Auguro a tutti un simile riposo.

PREGHIERA DI PAPA FRANCESCO


PER IL GIUBILEO DELLA MISERICORDIA
Signore Ges Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre
celeste,
e
ci
hai
detto
che
chi
vede
te
vede
lui.
Mostraci il tuo volto e saremo salvi.
Il tuo sguardo pieno di amore liber Zaccheo e Matteo dalla schiavit del denaro;
l'adultera e la Maddalena dal porre la felicit solo in una creatura;
fece piangere Pietro dopo il tradimento, e assicur il Paradiso al ladrone pentito.
Fa' che ognuno di noi ascolti come rivolta a s la parola che dicesti alla
samaritana: Se tu conoscessi il dono di Dio!
Tu sei il volto visibile del Padre invisibile, del Dio che manifesta la sua onnipotenza
soprattutto con il perdono e la misericordia: fa' che la Chiesa sia nel mondo il volto
visibile di te, suo Signore, risorto e nella gloria.
Hai voluto che i tuoi ministri fossero anch'essi rivestiti di debolezza
per sentire giusta compassione per quelli che sono nel l'ignoranza
e nell'errore; fa' che chiunque si accosti a uno di loro si senta atteso, amato e
perdonato da Dio.
Manda il tuo Spirito e consacraci tutti con la sua unzione
perch il Giubileo della Misericordia sia un anno di grazia del Signore
e la sua Chiesa con rinnovato entusiasmo possa portare ai poveri il lieto
messaggio, proclamare ai prigionieri e agli oppressi la libert e ai ciechi restituire
la vista.
Lo chiediamo per intercessione di Maria Madre della Misericordia
a te che vivi e regni con il Padre e lo Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

SONO TORNATI ALLA CASA DEL PADRE


Casella Antonio Cosentini Salvatore Repeti Renato Corfini Maria (Riesa)
Pardini Pietro
----------------------------------------------------------------------------------------

ORARIO DELLE SANTE MESSE - MESE DI LUGLIO


Giorni feriali Ore 8,30
Sabato
Ore 18,00
Festivi
Ore 8,30 - 11
Ore 10 A Santa Lucia - Ore 18 A Monteggiori