Sei sulla pagina 1di 2

19 luglio 2010 estratto alle ore 19:07

D.-H. ne Il gioco delle evidenze (2008).

libri_personaggi
Il matre delle bibliografie
Leditoria italiana ha listinto del gregge. Autori di grande levatura vengono dimenticati per anni.
Poi, dun tratto, son tradotti a ritmo forsennato. il caso del filosofo e storico dellarte Georges
Didi-Huberman...
Georges Didi-Huberman un autore tuttaltro
che facile. La sua una scrittura complessa
per il linguaggio utilizzato e nei concetti
elaborati. Fortuna che le note non appesantiscono
la lettura - una costante in questo genere di
pensatori doltralpe - poich sono in gran parte
riferimenti bibliografici. Qui sta la differenza
rispetto ai suoi conterranei, piuttosto spigliati
da questo punto di vista. S, perch D.-H. un
maestro della ricerca, un pignolo del rimando,
un avido della compulsazione; ha un approccio
assai scientifico ai testi propri e altrui, per cui
fornisce al lettore gli strumenti per vagliare ci
che vien scritto. E per falsificarlo, restando nella
metafora popperiana.
Lo si pu verificare leggendo la tesi discussa
nel 1981, Linvenzione dellisteria (2008).
Testo pi scorrevole dei successivi, con
improvvise cime di spessore concettuale che
precipitano le pagine quasi aneddotiche su
quanto avveniva alla Salptrire alla corte di
Charcot. Dove il celebre medico, grazie pure
alla fotografia, annunciava un concetto
attraverso un calcolo e una tattica che il proprio
sguardo aveva in qualche modo gi anticipato
[...] Insomma, si trattava di uninvenzione.
Cos esordisce D.-H., fra anatomia (patologica)
ed estetica. Nel 1984 scrive la postfazione a Les
Dmoniaques dans lart (1887) dello stesso
Charcot e Paul Richer e lanno prima d alle
stampe un Mmorandum de la peste, ideale
prosecuzione del discorso sulle malattie
sociali. Non stupisce allora che il primo libro
pubblicato con le ditions de Minuit - un
rapporto che dura tuttora - sia una lunga
introduzione al Capolavoro sconosciuto di
Balzac. La pittura incarnata (2008) approccia
infatti la pittura (larte, limmagine) passando
per la carne e il disagio psichico.
Uno dei filoni che dunque si pu seguire per
navigare lungo la riflessione di D.-H. quello
del corpo (femminile). Iniziando dal plesso di
questioni che coinvolgono Nudit, sogno,
crudelt ( il sottotitolo di Aprire Venere, 2001),
a partire dallOpera di Botticelli; transitando
per Limmagine aperta (2008), fra stigmate e
dermografismo; approdando infine alla
Somiglianza per contatto (2009).
Prima occorre per doppiare il panneggio
caduto della Ninfa moderna (2004), la quale
infine condurr al (secondo) cuore dellopera

di D.-H.: quei pensieri a-metodici, e perci


duna ricchezza disorientante, incarnati nelle
figure di Warburg in primis, e di Benjamin e
Bataille (a questultimo dedicato La
ressemblance informe, 1995). Una triplice
magistralmente accostata nel 2000 in Storia
dellarte e anacronismo delle immagini (2007).
Si giunge cos allopus magnum (per ora) di D.H., Limmagine insepolta (2006). Libro che,
ancora una volta, si confronta con la psych con
un piglio tutto politico. Libro ove non solo si
addebita in maniera circostanziata a Gombrich
e Panofsky la responsabilit daver pacificato
ed edulcorato (sono parole di Marco Belpoliti)
il lavoro di Warburg, ma si polemizza pure (
ancora Belpoliti a sottolinearlo) con il gruppo
di October, altro potere forte della critica
darte.
Temi e interlocutori, quelli nominati sinora, che
hantent tutta la produzione di D.-H., anche
quando pare dedicarsi monograficamente a
certi artisti. Scelti, va da s, per la loro
disponibilit a lasciarsi contagiare da quelle
stesse questioni. A partire da Claudio
Parmiggiani, con la sua aria, polvere, impronta
e - appunto - hantise (Sculture dombra, 2010
II ed.). E poi il cranio in Penone (Su Penone,
2008), la dissomiglianza (Beato Angelico, 2009
II ed.) e lapparizione (Phasmes, 2008) in Beato
Angelico, e ancora scatole craniche in
Giacometti (Il cubo e il volto, 2008).
Temi e interlocutori che ossessionano i testi
dedicati ad Hanta (Ltoilement, 1998), Pascal
Convert (La Demeure, la souche, 1999), Turrell
(L'homme qui marchait dans la couleur, 2001).
E che continuano a operare nelle (poche) mostre
curate da D.-H., fra le quali van citate
LEmpreinte (Centre Pompidou, 1997), Fables
du lieu (Studio national des arts contemporains,
2001) e quella su Etienne-Jules Marey
(Mouvements de l'air, Muse d'Orsay,
2004-05).
Si diceva della politicit di certi - tutti? - suoi
scritti. A riprova di ci, si ripercorra la polemica
seguita alla pubblicazione di Immagini
malgrado tutto (2005), sulle fotografie scattate
dal Sonderkommando di Auschwitz-Birkenau.
Si tratta ancora, sin dal testo sullisteria, della
responsabilit dello sguardo, duna responsabilit
strutturalmente morale. Anche quando si parla
e fruisce darte contemporanea, come di-mostra

Politica che emerge con forza nellultima sua


produzione. infatti in corso la pubblicazione
in Francia duna serie di volumi dedicati
allOcchio della storia - il primo dei quali
sintitola Quando le immagini prendono
posizione (2009) - dedicati alla riflessione di
Brecht sulla guerra.
Tutto ci premesso, non si penser mica che il
testo dedicato a Israel Galvn (Le Danseur des
solitudes, 2006), ballerino di flamenco, sia un
testo leggero?
articoli correlati
La recensione de Limmagine aperta
marco enrico giacomelli
*articolo pubblicato su Exibart.onpaper n. 61.
Te leri perso? Abbonati!
Qualora nel testo siano in corsivo, le date di
pubblicazione si riferiscono alledizione
italiana disponibile.
I volumi segnalati:
Mmorandum de la peste (le flau d'imaginer),
Bourgois, 1983 (20062), pp. 190, € 7,
ISBN 9782267018660
Jean-Martin Charcot & Paul Richet, Les
Dmoniaques dans lart, Macula, 1984, pp. 211,
esaurito, ISBN 9782865890125
La ressemblance informe ou le gai savoir visuel
selon Georges Bataille, Macula, 1995, pp. 399,
€ 30, ISBN 9782865890521
L'Empreinte, Centre Georges Pompidou, 1997,
pp. 336, esaurito, ISBN 9782858509034
Ltoilement. Conversation avec Hanta,
ditions de Minuit, 1998, pp. 128, €
11,50, ISBN 9782707316301
Phasmes. Essais sur lapparition, ditions de
Minuit, 1998, pp. 256, € 22,11, ISBN
9782707316288
La Demeure, la souche. LApparentement de
lartiste, ditions de Minuit, 1999, pp. 180,
€ 16, ISBN 9782707316813
Aprire Venere. Nudit, sogno, crudelt (1999),
Einaudi, 2001, pp. 98, esaurito, ISBN
9788806159689
Fables du lieu, Le Fresnoy, 2001, pp. 48,
esaurito
L'homme qui marchait dans la couleur, ditions
de Minuit, 2001, pp. 93, € 10, ISBN
9782707317360
Ninfa moderna. Saggio sul panneggio caduto
(2002), Il Saggiatore, 2004, pp. 158, € 19,
ISBN 9788842811848
Mouvements de l'air. Etienne-Jules Marey,
photographe des fluides (con Laurent
Mannoni), Gallimard-Runion des muses

pagina 1

Exibart.com
nationaux, 2004, pp. 361, € 29,50, ISBN
9782070770953
Le Danseur des solitudes, ditions de Minuit,
2006, pp. 186, € 15, ISBN 9782707319586
Immagini malgrado tutto (2004), Cortina, 2005,
pp. 228, € 24, ISBN 9788870789546
Limmagine insepolta. Aby Warburg, la
memoria dei fantasmi e la storia dellarte
(2002), Bollati Boringhieri, 2006, pp. 552,
€ 48, ISBN 9788833915326
Storia dellarte e anacronismo delle immagini
(2000), Bollati Boringhieri, 2007, pp. 264,
€ 32, ISBN 9788833917702
Linvenzione dellisteria. Charcot e liconografia
fotografica della Salptrire (1982), Marietti,
2008, pp. 368, € 42, ISBN 9788821194269
La pittura incarnata. Saggio sull'immagine
vivente (1985), Il Saggiatore, 2008, pp. 165,
€ 22, ISBN 9788842812616
Il gioco delle evidenze. La dialettica dello
sguardo nellarte contemporanea (1992), Fazi,
2008, pp. 234, € 26,50, ISBN
9788881129034
Il cubo e il volto. A proposito di una scultura di
Alberto Giacometti (1993), Electa, 2008, pp.
210, € 35, ISBN 9788837065492
Su Penone (1997), Electa, 2008, pp. 72, €
15, ISBN 9788837063917
Limmagine aperta. Motivi dellincarnazione
nelle arti visive (2007), Bruno Mondadori,
2008, pp. 310, €40, ISBN 9788861591530
Beato Angelico. Figure del dissimile (1990),
Abscondita, 2009 (II ed.), pp. 328, €33,
ISBN 9788884161703
La somiglianza per contatto. Archeologia,
anacronismo e modernit dellimpronta (2008),
Bollati Boringhieri, 2009, pp. 363, € 40,
ISBN 9788833920122
Lil de lhistoire, 1. Quand les images
prennent position, ditions de Minuit, 2009, pp.
272, € 22,50, ISBN 9782707320377
Sculture dombra (2001), Electa, 2010 (II ed.),
in corso di pubblicazione
indice dei nomi: Georges Didi-Huberman

pagina 2

19 luglio 2010