Sei sulla pagina 1di 4

Proposte all’Amministrazione comunale

Prendendo atto del marcato disinteresse che i giovani hanno verso la politica, scaturito
dall’immagine che essa di se trasmette e che la pone lontana dalle nuove generazioni, crediamo
sia necessario ricostituire una sinergia di intenti e di obbiettivi tra le due parti.
Noi Giovani Democratici, in linea con la natura stessa dell’organizzazione politica che
rappresentiamo, sentiamo l’esigenza di porre all’attenzione dell’amministrazione alcune istanze
maturate dal quotidiano contatto con la dimensione giovanile della nostra comunità.
L’era in cui viviamo ci impone di adeguarci alle nuove esigenze di massima fruibilità dei servizi
scaturite dall’avvento della “società dell’informazione” per favorire lo sviluppo sia sociale che
economico del territorio in un ottica di sviluppo sostenibile.
A tal proposito abbiamo reputato opportuno presentare alcune proposte, che crediamo possano
avere un minimo impatto sulle casse cittadine, e che, a nostro avviso, possono consentire ai
giovani ( studenti, lavoratori o imprenditori ) di vivere al meglio questa città, nella speranza di far
comprendere alla collettività ed alla politica che:

NOI GIOVANI SIAMO UNA RISORSA, NON UN PROBLEMA.

INDIVIDUAZIONE DI UNA O PIU’ STRUTTURE COMUNALI

DA DESTINARE AI GIOVANI

a) sala riunioni per le associazioni culturali prive di sede presenti in Città.

Questa proposta nasce dall’esigenza di creare luoghi e momenti di aggregazione culturale per quante, fra
le associazioni culturali cittadine, non possiedono una sede. Allo stesso tempo rappresenta un stimolo alla
costituzione di nuove associazioni per coloro i quali trovano un limite a ciò nei costi spesso onerosi di affitto
e mantenimento di una sede. Riteniamo fondamentale questa proposta poiché siamo convinti che
l’intensificazione dell’associazionismo rappresenti linfa vitale per la Città, talvolta con importanti
ripercussioni anche nell’ambito dell’attività economica.

b) sala studio

Come seconda opzione di fruizione della struttura, una volta individuata, i Giovani Democratici
propongono di destinare l’immobile comunale agli studenti della Città realizzando una Sala studio dotata
anche di un access-point wireless, ove possano riunirsi per svolgere lavori di gruppo, o studiare
singolarmente. Crediamo vivamente nell’utilità di una struttura del genere per i benefici che ne originano in
termini di scambio culturale e di socializzazione.

c) meeting point per giovani imprenditori

La terza opzione di fruizione di tale struttura che i Giovani Democratici intendono proporre riguarda la
possibilità di destinare la struttura ai giovani imprenditori della Città, o a quanti si apprestano a creare un’
impresa. Dotando parte della struttura di open space, ovvero spazi delimitati da pannelli e dotati di
scrivania e sedie, è possibile costituire piccoli uffici ove i giovani che fanno impresa, e che talvolta non
possono sostenere spese relative al mantenimento di una sede, possano incontrare quanti orbitano attorno
al proprio lavoro (nella fattispecie fornitori, venditori, consulenti etc. ) . Riteniamo tale proposta
estremamente funzionale per una Città con un basso tasso imprenditoriale giovanile e crediamo che
un’operazione di questo tipo possa rappresentare un ottimo incentivo per i giovani che vogliono creare
impresa.

POTENZIAMENTO DEL SITO COMUNALE

a) sportello giovani on-line

Pubblicazione delle iniziative e dei bandi destinati ai giovani in una nuova sezione del sito internet
comunale dedicata allo sportello giovani allo scopo di favorirne la più larga diffusione all’interno della
comunità giovanile che ormai utilizza la rete come principale mezzo di informazione.

b) accessibilità dei servizi

Possibilità di accedere tramite il portale del Comune al maggior numero possibile di servizi: bandi,
pagamento tributi, certificati, attestazioni, autenticazione access point wireless ecc...

DOTAZIONE DI ACCESS POINT WIRELESS PER BIBBLIOTECA COMUNALE

Sala studio biblioteca

Potenziamento della biblioteca comunale per renderla fruibile come sala studio con punto di accesso
wireless gratuito e pubblicazione on-line dell’elenco completo dei testi in possesso della struttura con
possibilità di prenotazione dal portale internet comunale. Con una spesa decisamente irrisoria si
rivaluterebbe così un servizio utilissimo per gli studenti favorendo la creazione di un nuovo luogo di
aggregazione.
AGEVOLAZIONI ICI, TARSU, ICP E TOSAP

Definizione

Agevolazioni ICI, TARSU, ICP e TOSAP.

Obbiettivi

Per favorire l'insediamento di nuove attività di impresa e di lavoro autonomo sul territorio
comunale (artigianali e piccola media impresa, commerciali, turistiche e di servizi), il
Comune di Carlentini dovrebbe adottare un atto comunale per l'incentivazione delle nuove
attività imprenditoriali e di lavoro autonomo, che disciplini le agevolazioni in materia di
tributi comunali a favore dei "giovani imprenditori".

Per l'anno 2010, le agevolazioni dovrebbero consistere nella applicazione nell’esenzione


dal pagamento dell’ Imposta Comunale sugli Immobili (ICI), della Tassa Smaltimento Rifiuti
Solidi Urbani (TARSU), dell’ Imposta Comunale sulla Pubblicità (ICP) e della Tassa
Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche (TOSAP), applicabili ai soli immobili direttamente ed
interamente utilizzati per lo svolgimento dell’ attività e da parte dei soggetti aventi i
requisiti di “giovani imprenditori” come definiti dalla presente, che costituiscano una
nuova impresa.

Le agevolazioni dovrebbero avere durata limitata ai primi tre anni di attività di impresa o di
lavoro autonomo, decorrenti dalla data di prima iscrizione alla C.C.I.A.A. o comunque dalla
data di attribuzione della Partita I.V.A.

Soggetti beneficiari e requisiti

Per i primi tre anni di attività, decorrenti dalla data di prima iscrizione alla C.C.I.A.A. o
comunque dalla data di attribuzione della Partita I.V.A., sono:

• esentati dal pagamento dell’Imposta Comunale sugli Immobili (ICI) gli immobili
posseduti e direttamente e interamente utilizzati per lo svolgimento dell'attività da
parte dei soggetti sotto indicati
• esentati dalla Tassa Smaltimento Rifiuti (TARSU) gli immobili occupati e
direttamente e interamente utilizzati per lo svolgimento dell'attività da parte dei
soggetti sotto indicati
• esentati dall’Imposta Comunale sulla Pubblicità (ICP) il materiale pubblicitario che
reclamizza esclusivamente l’attività dei soggetti sotto indicati
• esentati dalla Tassa Occupazione Suolo ed Aree Pubbliche gli spazi occupati e
direttamente e interamente utilizzati per lo svolgimento dell'attività da parte dei
soggetti sotto indicati.
Definizione di “giovane imprenditore”

Ai fini della presente e di futuri progetti di incentivo si intendono “giovani


imprenditori” coloro i quali esercitano un’attività imprenditoriale o di lavoro
autonomo e non hanno ancora compiuto il 37° anno di età.

Soggetti

• giovani che iniziano per la prima volta una nuova attività di impresa o di lavoro
autonomo (artigianali e P.M.I., commerciali, turistiche e di servizi) sul territorio
comunale di Carlentini, come risulta dalla data di prima iscrizione alla C.C.I.A.A. di
Siracusa o comunque dalla data di attribuzione della Partita I.V.A. ed in possesso di
tutti i requisiti dei ''giovani imprenditori'' definiti in precedenza.
• l'impresa ha la sede legale ed operativa nel Comune di Carlentini, nel medesimo
immobile per il quale viene richiesto di usufruire delle agevolazioni ed è
direttamente ed interamente utilizzato per lo svolgimento della nuova attività.
• Impresa individuale, il cui titolare è persona di età non superiore ai 36 anni. Per
persona di età non superiore ai 36 anni si intende chi non abbia compiuto il 37°
anno di età alla data di iscrizione dell'impresa alla C.C.I.A.A. o alla data di
attribuzione della Partita I.V.A.
• Società i cui 2/3 delle quote societarie (66,67%) sono detenute da persone fisiche di
età non superiore ai 36 anni e, in ogni caso, il legale rappresentante della società è
persona di età non superiore ai 36 anni. Per persona di età non superiore ai 36 anni
si intende chi non abbia compiuto il 37° anno di età alla data di iscrizione
dell'impresa alla C.C.I.A.A. o alla data di attribuzione della Partita I.V.A.
• Società di persone in cui tutti i soci sono legali rappresentanti. I 2/3 del capitale
sociale è rappresentato da neoimprenditori che non hanno compiuto il 37° anno di
età.
• Società in cui tutti i soci sono neoimprenditori. I 2/3 del capitale sociale è
rappresentato da neoimprenditori che non hanno compiuto il 37° anno di età.
• Impresa nata dalla cessione d'azienda da padre a figlio. Il figlio prima non esercitava
un'attività di impresa o di lavoro autonomo ed esiste un atto di cessione d'azienda e
un nuovo numero di iscrizione C.C.I.A.A.

Ci auspichiamo che le nostre proposte, giungendo all’Ente comunale attraverso gli organi del
nostro partito, il Partito Democratico, possano trovare il favore dell’Amministrazione, di tutto
il Consiglio comunale e della Città.

Giovani Democratici Carlentini