Sei sulla pagina 1di 2

RACCONTO LA MIA INFANZIA

Quando ero piccolo ero molto felice .Io ero un bambino molto grasso, con
i capelli neri e lunghi e occhi marroni.
Tutti dicevano che il mio carattere era dolce e molto gentile.
Le persone che mi hanno accompagnato nellinfanzia sono state
soprattutto i genitori, i nonni, , i miei compagni dasilo e scuola ed infine,
anche se non una persona, i mio gatto; mi hanno aiutato in molte scelte
della mia vita sempre in modo positivo.
I miei passatempi preferiti erano giocare col mio fratellino ed il mio gatto,
cantare e disegnare.
Il luogo che ha segnato la mia infanzia stata la mai camera da letto, dove
trascorrevo i miei pomeriggi, dopo la scuola.
Sono sempre stato un bambino molto disordinata infatti, quando passavo
da un gioco allaltro, lasciavo sempre tutto fuori posto.
Io mi ricordo della mia infanzia il giorno in cui ho imparato d andare in
bicicletta: ormai erano mesi che cercavo di imparare quando un giorno vidi
nel mio giardino un gatto tutto bianco, feci per rincorrerlo quando, come
per magiastavo andando in bicicletta e tutto grazie ad un gatto!
Cambiando discorso sono sempre stata una bambina molto timida infatti i
miei genitori, per farmi parlare o fare amicizia con qualche bambino, ci
hanno messo una settimana.
Loggetto evocativo della mia infanzia il gatto di peluches regalatomi
dalla mamma: era molto bello giocarci, me lo aveva regalato perch cos
non avrei infastidito quello vero.
Lo mettevo sul letto insieme agli altri innumerevoli peluches e quando era
ora di andare a dormire li mettevo tutti in fila e li coprivo con una coperta
che me aveva fatto mia mamma.
Per quanto riguarda il mio carattere sono sempre stata molto aperta con gli
altri; superata la timidezza, trovavo facilmente degli amici, ero gentile con
loro e soprattutto non litigavo quasi mai con nessuno.
Col tempo mi sono accorta di non essere cambiata molto, oltre allaspetto
fisico; le mie abitudini, il mio carattere, sono sempre rimasti gli stessi.
Posso dire di aver raggiunto un momento della vita molto bello,
ladolescenza, periodo in cui si fanno le scelte pi importanti ed io la sto

vivendo in tutta serenit, animata e sorretta da validi genitori e amici


sinceri.
Ora sono in terze media e presto dovr fare la scelta decisiva per il mio
futuro: la scuola superiore!
In un certo senso sarei anche avvantaggiata perch mio babbo ha uno
studio tecnico di geometra; un po di tempo fa , mi ha proposto se volevo
continuarne la gestione; per non deluderlo ho accettato, quindi,
probabilmente, diventer una geometra.
Credo di aver raccontato tutto della mia infanzia, per lo meno le cose pi
belle, importanti e significative quindi concludo dicendo che ho trascorso
uninfanzia molto felice e serena e spero che il futuro lo sia ancora di pi!
LA MIA INFANZA

La scuola era divertente perch a me sempre piaciuto studiare e impararecose nuove. Il momento
del gioco tempo di ioc era il preferito per tutte le mie compagne di classe , ci divertivamo molto a giocare alla
palla era lo meglio e lo piu divertente, anche se ogni volta come sempre perdevamo delle palle ogni
giorno, dimenticandole a le lasciavamo nella scuola .