Sei sulla pagina 1di 68

PER UNALIMENTAZIONE CONSAPEVOLE E RICCA DI SAPORI

Vegetariana

LA MIA CUCINA

Febbraio 2015 Mensile N60 3,90

Tariffa R .O .C . - Poste Italiane Spa - Sped. In Abb. Post. - D.L. 353/2003 (conv. In L. 27.02.2004, n 46), art.1, comma 1, S/NA- CHF 9,10

IN 15
MINUTI!
COME FARE
LA PASTA
IN CASA

PI DI 50 RICETTE FAVOLOSE PER SORPRENDERE TUTTI CON GUSTO E FANTASIA

POLPETTE DI BROCCOLI

CARNEVALE VEGETALE

LASAGNA DI RADICCHIO

GULASH VEGANO

SOMMARIO

RSIONE
ABBONATI ALLA VE
,90
DIGITALE A SOLI 14
a
iacucinavegetarian
www.myabb.it/lam ABBONAMENTO 1 ANNO

SOLO PER PC E MAC

DURATA

Cari lettori,
Abbiamo fatto in tempo a contarle!
In questo numero di febbraio ci sono
ben 56 ricette per voi! Un record!
Questanno gli agrumi sono in grande sfarzo, questo mese sono al top le
arance rosse di Sicilia IGP, tarocchi,
mori e sanguinelli (e costano meno
del solito). Cercate al mercato il Tacle,
un nuovo agrume strepitoso! Il consiglio del mese di provare a farvi la
pasta da soli. Non difficile, un trip
di un quarto dora di cui poi non potrete
fare a meno! E ricordatevi che il nostro
ricettario pocket Vegetariani in Cucina,
diventa mensile. Lo trovate in edicola.
Il Direttore

Le rubriche

4 Prodotti e strumenti

La dispensa del benessere
8 Natura e salute

Notizie dal mondo
11 Cosmetici fatti in casa

Pelle pura con il limone
12 Spazio vegan con

Renata Balducci
13 Piante della salute

Il radicchio curativo

56 Piccoli vegetariani
Merende per crescere

18 Insalate del mese


Esplosione di sapore


20 Ricette di stagione
Piatti senza coltello

26 Dolci di stagione
Carnevale Vegetale


30 Che sappiamo di
Agrumi: non solo vitamina C

14 Scelte di vita

Alcuni li coccolavo,
altri li mangiavo
16 Trucchi e idee del mese
60 Per saperne di pi

Farsi la pasta!
62 Le ricette dei lettori
64 Chiedetelo a noi

Domande & risposte

e le ricette

52 Sfizi vegan
Golosit vegan

34 Mangiar Bene
Cena romantica


38 Nel mondo
Dalla Russia con sapore

46 Passo Passo
Pasta al forno

Prova la tua rivista anche in dioitale


digitale
www.myabb.it/lamiacucinavegetariana

IL MEGLIO DEI PRODOTTI PER MANGIAR BENE TUTTI I GIORNI

Dolcetto bio delle LANGHE


IL GATASSO UNA FATTORIA BIOLOGICA DOVE SI
PRODUCE DOLCETTO DALBA, sulle colline della Langa Albese, ai margini della
Langa del Barolo, un territorio di vigneti, castelli ma
anche di noccioleti e macchia mediterranea, incoronato dalle vette delle alpi
Marittime e Cozie. Qui a
settecento metri di quota
si respira la brezza marina
dalla vicina Liguria e le frizzanti folate montane, que-

ITALIA VEGANA
QUELLA VEGAN UNA SCELTA
ETICA BASATA SUL RISPETTO
DELLA VITA, sul pensiero antispecista, nonviolento e ambientalista. In alimentazione si evita il consumo di ogni tipo di prodotto animale (carne, pesce, latte e derivati, uova e miele). Con
Go Vegan puoi provare un nuovo modo di mangiare. Le specialit Go Vegan sono realizzate
con lo Chef Roberto Politi, autore di libri di cucina vegan.
Vegan Carbonara, realizzata
con tofu e seitan, capace di
far riscoprire il gusto della tradizionale ricetta tricolore con
un sapore intenso e sfizioso che
ti conquister . Ottimo per preparare sfiziosi crostini e tartine.
Go Vegan 4,75

sta asprezza climatica


ideale per un vitigno esigente come il Dolcetto.Il metodo di coltivazione biologico, non vengono utilizzati
diserbanti e per il controllo
dei funghi solo sali di rame
e zolfo naturale, totalmente dilavabili. La vendemmia
effettuata manualmente con trasporto in cantina delle uve in cassetta per
una cernita e limmediata
pigiatura. Insomma, un vino
bio e di grandi aromi. Il Dol-

cetto uno dei vini pi amati e pu invecchiare in bottiglia, acquistarlo con la certezza di garanzia biologica
e di qualit a un prezzo ottimo da chi lo produce una
scelta salutare. Prezzo bottiglia 0,75 cl 6 euro.
Azienda Agricola Gatasso
di Sabina Colnago
Localit Gatasso n 1
12050 Roddino (CN)
contatti: 0173794152
facebook.com/cascina.gatasso

Zuppe RICCHE
LE ZUPPE OFFRONO UNA
GRANDE VARIET DI SAPORI E DI INGREDIENTI, E SONO
UN CIBO DI ALTA DIGERIBILIT. Il problema sono i tempi di
cottura, ma soprattutto avere in casa tutti gli ingredienti per renderle ricche e gustose. Ecco le zuppe pronte da
cuocere in tempi brevi, e con
proposte varie ed equilibrate
di alimenti. La Zuppa energia,
per esempio, contiene miglio,
grano saraceno, piselli precotti, quinoa. Tutti gli ingredienti di origine agricola sono
biologici (pu contenere tracce di sesamo), ricchi di proteine, fosforo, magnesio e ferro.
Una bella zuppa accompa-

gnata a uninsalata di verdura fresca e cruda compone un


pasto equilibrato e ricco.
ZuppaEnergia
Produttore: Nutri Free
Prezzo: 3,95 euro

PRODOTTI E STRUMENTI

Gusto azteco in SICILIA


LA STORIA DEL CIOCCOLATO DI
MODICA UNISCE LA SICILIA e in
particolare la Contea di Modica alla Spagna e agli Aztechi,
gli antichi abitanti del Messico.
Alla scoperta del Nuovo Mondo, gli spagnoli ebbero modo
di conoscere una straordinaria
variet di generi alimentari, tra
questi lo Xocotl, ricavato dai
semi di cacao e di cui essi avevano gran riguardo perch dava
forza e vigore.
Fu durante la loro dominazione in Sicilia che gli spagnoli
introdussero la lavorazione del
cioccolato cos come lavevano
appresa dagli Aztechi. Questo
cioccolato, contrariamente a
quanto in seguito avvenne nel
resto dEuropa, non pass mai
alla fase industriale rimanendo immutato attraverso i secoli.
Altro richiamo per restare
alla gola quello del cioccolato di Modica a quello di Alicante (e non so se di altri paesi spagnoli): un cioccolato fondente di
due tipi alla vaniglia, alla cannella, da mangiare in tocchi o
da sciogliere in tazza: di inarrivabile sapore, sicch a chi lo
gusta sembra di essere arrivato allarchetipo, allassoluto, e
che il cioccolato altrove prodotto, sia pure il pi celebrato ne

sia ladulterazione, la corruzione, cos lo descrive il grande scrittore Leonardo Sciascia.


Dunque, se deve essere cioccolato, scegliamo il migliore,
anche per qualit di produzione. Varie sono le marche pi o
meno importanti. Vi segnaliamo il Donna Elvira, biologico.
Una tavoletta da 100 g 3 euro.
www.donnaelvira.it

Dove trovare la
CREMA DI RISO

IN MOLTE RICETTE DI QUESTO NUMERO TROVATE LA


CREMA DI RISO. Ecco cos
e dove trovarla. lalternativa alla panna animale, dal
sapore pi dolce e delicato di
quella di soia, e dunque adatta particolarmente per alcune ricette pi vellutate. Ne
trovate di varie marche, nei
negozi vegetariani e biologici, o ordinabile via internet.
Abbiamo provato la Rice Cuisine, che porta ai piatti solo
l8% di grassi vegetali e si
pu usare anche per macchiare caff o t. Composta
di acqua, olio di girasole bio,
riso bio al 6,9%, al 100%
vegetale, ricca di grassi polinsaturi e insaturi, a basso contenuto di sodio, senza glutine,
senza lattosio e proteine del
latte e senza grano.
provamel.com

GERMOGLIARE e vivere bene


FAR GERMOGLIARE I SEMI
FACILE, ci sono piccole germogliatrici economiche e poco
ingombranti. Ogni seme ricco perch contiene le sostanze
nutritive necessarie per generare i germogli prima e la pianta matura poi. Queste sostanze
aumentano durante il processo

di germogliazione producendo
enzimi, fondamentali per la digestione e il metabolismo. Un consumo regolare di germogli crudi,
aggiunti a insalate, consigliato. Ma quali germogli scegliere?
Partiamo dai semi di soia gialla.
Conosciuti come seme miracoloso, i loro germogli abbassa-

no il colesterolo e prevengono i
problemi di pressione alta. Hanno un elevato contenuto proteico e sono ricchi di vitamine e sali
minerali (in particolare A, B1, B2,
B12, C, E, K, Ca, P ).
Della GEO, germinano
in 5 giorni, sacchetto da 1,75

PRODOTTI E STRUMENTI

RISO di pasta
PASTA DI RISO SENZA GLUTINE E
SEMPRE AL DENTE! UN SOGNO
Il continuo aumento delle persone
affette da celiachia, o che soffrono
anche di pi lieve intolleranza al glutine, ha spinto lAzienda Riso Viazzo
alla produzione di una pasta, a base
di solo riso e totalmente priva di glutine. Il rischio di queste paste la difficolt di ottenere una cottura al dente, indispensabile per la cucina italiana, questa invece offre una soluzione valida, essendo costituita al 100%
di riso parboiled, di modo che sapore

e resistenza alla cottura ne traggono


giovamento. Fatta esclusivamente
allinterno dellAzienda, solo con riso
e acqua, senza additivi, senza uova, o
lattosio o mais o prodotti ogm, per 100
g di pasta il valore di 350 Kcl, condita con un sugo di pomodoro fresco o
di verdure saltate, ecco un pasto completo, anche per i ragazzi. Molti i tipi
di pasta corta tra cui scegliere.
Riso Viazzo, Riso di Pasta:
Fusilli bio 250 g 2,80
Fusilli bio 500 g 3,10

4 IDEE 4 vassoi
ANDARE DA IKEA PU ESSERE UNA BATTAGLIA TRA LA
FOLLA O UNESPERIENZA DIVERTENTE. Non si pu
negare che lazienda svedese muove la fantasia dei suoi
designer e pensa a utilizzi pratici nella vita di tutti i giorni.
4 idee diverse per 3 soluzioni
diverse in campo vassoi, sempre utili per servire a tavola,
portare il caff, appoggiare
cose in cucina.

IKEA PS 2014. Vassoio con


maniglia, arancione. Versione moderna del tradizionale
vassoio da caff turco. Stabile e comodo da portare anche
quando pieno di tazzine. La
versione Ikea ha anche un tap-

petino di gomma antiscivolo. I


manici sono facilmente asportabili, come nelloriginale.
12,99
Numero articolo:302.422.86.

BRBAR, il vassoio decorato di uccellini, allegro per


la cucina, o per una stanza
giovane, lavabile, pratico ed
economico. Quadrato, 33 cm
di lato.
4,99
Numero articolo: 801.497.85

BEVISTA, per ospiti a cui servire caff o liquori o bevande,


ma anche per offrire in modo
spiritoso un antipasto. Il suo
formato lungo e stretto (50x16
cm) lo rende caratteristico e
pratico da riporre.
4,99
Numero articolo: 202.359.98.

NORDBY Per influenzati, pigri


o teledipendenti. Un vassoio
da letto leggero e pratico con
sostegni pieghevoli, in tre colori: nero, bianco, rosso, misura 57x36 cm. Basta rovesciare
caff e briciole!
6,99
Numero articolo: 802.022.21

IN EDICOLA OGNI 14 GIORNI


E
L
I
C
A
F
+
GIOCHI

TANTI UTTI
PER T

PAROLIAMONE
I PIU BEI GIOCHI
DI PAROLE,
I PIU APPASSIONANTI

LOGIKA JUNIOR
I MIGLIORI ENIGMI
PER I CAMPIONI
DI DOMANI

AGUZZA LA VISTA
TANTI NUOVI GIOCHI PER
ALLENARE IL VOSTRO...
COLPO DOCCHIO!

TEST DINTELLIGENZA
ALLENA IL TUO CERVELLO
IN UNA GARA
CONTRO IL TEMPO

GIOCHIAMO A

IN CRESCENDO!

LA REGOLA FACILE: risolvi lo schema inserendo nelle righe le parole corrispondenti, tenendo presente
che ogni termine si ottiene da quello della riga sovrastante aggiungendogli una lettera e anagrammando il
tutto (es.: caro + c = rocca). Le lettere aggiunte vanno inserite nelle caselle evidenziate. Le definizioni delle
otto parole intermedie sono riportate sulla sotto in ordine alfabetico.
Avverse, sfavorevoli - prodotta dalle api - In molte scuole c quella di Natale - Larte di parlare bene - La
sigla di Caserta - Quaranta in un mazzo da briscola - Sono cavit... sulla Luna - Un gusto dei succhi di frutta

METTITI ALLA PROVA CON I GIOCHI DI LOGICA, QUIZ,


SUDOKU, GRATTACIELI, CRUCIPIXEL... E TANTI ALTRI!

IN FORMA E SANI GRAZIE ALLA NATURA E ALLE GIUSTE ABITUDINI

Verdure contro DIABETE


DIVENTARE VEGETARIANI
PU AIUTARE A CURARE IL
DIABETE DI TIPO 2, sostengono i ricercatori della George Washington University
School of Medicine, oltre a
rappresentare una possibile
azione di prevenzione.
La dieta vegetariana o vegana porta leliminazione dei
grassi contenuti nella carne, generando un incremento nella sensibilit allinsulina che ridurrebbe i livelli nel
sangue della proteina HbA1c
che aumenta il rischio di
complicazioni, quali problemi cardiaci, oculari o danni
al tessuto nervoso. Un effetto comparabile con quello
prodotto da farmaci inibitori della alfa-glucosidasi per

migliorare i livelli di zuccheri


nel sangue, ridurre il peso corporeo, la pressione sanguigna
e il colesterolo. Mangiare bene
ci fa stare bene.

GLADIATORI alle erbette


LAVRESTE DETTO CHE
IL MAXIMUS, INTERPRETATO DA RUSSELL CROWE, FOSSE VEGETARIANO? Ebbene pare di s. I
vigorosi gladiatori romani seguivano perlopi
una dieta vegetariana.
quanto emerso dallanalisi di alcune ossa rinvenute in una spedizione
archeologica nella antica Efeso. Pare anche
che dopo lattivit fisica

i guerrieri bevessero un
intruglio di acqua e cenere, poich considerato un
tonico rigenerante per il
fisico.
Queste novit sono state raccolte in uno studio del Dipartimento di
Medicina Forense della
MedUni di Vienna. Lalimentazione del popolo e
dei gladiatori, allepoca
era composta perlopi
di vegetali, sebbene non

esclusivamente vegetariana, data la carenza di


selvaggina che era destinata solo ai ceti pi ricchi
della societ. I vegetariani sono forti!

LAPPETITO
VIEN VOLANDO!

PER I GLOBETROTTER VEGETARIANI, IL SITO AMERICANO


HAPPYCOW OFFRE UN UTILISSIMO STRUMENTO per non
trovarsi in difficolt in nessuna parte del mondo: oltre alla
lista di ristoranti, B&B, negozi vegetariani in ogni Paese,
ci spiega come interpretare il
codice segreto dei pasti alternativi offerti dalle varie compagnie aeree. Un esempio? Se
dispongono di pasti VLML (la
maggior parte), si tratta di un
pasto vegetariano con prodotti animali (uova e latticini), un
piatto AVLM consiste in cibo
vegetariano cucinato allindiana con derivati del latte, con
la sigla VOML vi assicurate un
pasto vegano in stile orientale.
Ma ci sono anche pasti crudisti
(RVML), e quelli per discepoli jainisti dipende dalle compagnie. Nel caso, richiedere la
vostra opzione 72 ore prima
del volo!
www.happycow.com

NATURA E SALUTE

Malga equosolidale e VEGETARIANA


LIMPRENDITORE ALEXANDER
BISAN SI DIMOSTRA CORAGGIOSO E ATTENTO ALLA NATURA E ALLA VITA. Nella patria
dello speck e paradiso dei cacciatori, ha deciso di dimostrare
concretamente la sua empatia
verso tutti gli animali, aprendo
la prima malga vegetariana del
Trentino-Alto Adige.
La malga monte San Pietro, a
40 minuti di cammino da Pietralba, da ormai due anni conferma con successo questa
scelta animalista. Offre esclusivamente menu senza carne. Secondo Bisan: La natura
guarisce, il consumo di carne
non soltanto discutibile dal
punto di vista ecologico, ma
contraddice anche il principio
di onorare e rispettare tutti gli
esseri viventi.
Lofferta enogastronomica della malga ricca, dalle
tagliatelle al pesto di erbe aromatiche alle polpette al farro,
dagli gnocchi alle ortiche, agli
spinaci selvatici.
Ingredienti a km zero, in gran
parte da agricoltura biologica e dal commercio equosolidale. Le erbe e gli aromi sono
raccolti nei prati circostanti, il
pane sempre fresco e autoprodotto.

I gestori propongono anche


sciroppi dissetanti alla melissa, al sambuco e alla menta, e
t alle erbe. Non mancano torte alla crema, alla frutta, fresca e secca, e al cioccolato.
Molti i piatti completamente
privi di lattosio e altri pensati per gli intolleranti al glutine.
I turisti possono inoltre godere di altri salutari piaceri: un
bagno caldo sotto le stelle in
una botte di legno e purificarsi nella capanna sudatoria,
lezioni e laboratori didattici
nella natura. Una gita che vale
la pena di fare tra quelle bellissime montagne.

LATTE
DONNA
Finalmente lo dichiara anche
lUniversit di Harvard, il latte va bevuto con moderazione. Soprattutto dagli uomini, le donne possono berne 1
o anche 2 bicchieri al giorno,
poich ricco di calcio e aiuta
a prevenire losteoporosi, ma
per questo scopo pu essere
sostituito benissimo da noci,
mandorle, latte di soia, aranLECCELLENZA
ce, linsalata
Iceberg e i fagioTAVOLA
li. Il latte,Aper
gli adulti, invece potenzialmente pericoloso
in alcuni casi: ovviamente per
chi ne intollerante, essendo grasso per chi ha malattie cardiache, e il galattosio,
la proteina del latte, potrebbe essere tra i fattori di alcuni tumori, quello alle ovaie e
ancor pi di quello alla prostata. Dunque controllandone luso saremo pi in forma!

www.naturheilt.it

Essere vegetariani FA BENE AL MONDO


SECONDO I CALCOLI
ELABORATI DALLA LAV,
LA LEGA ANTIVIVISEZIONE, rinunciare a una
bistecca da 500 grammi ogni sette giorni, in
un anno, salva 910 metri
quadrati di foresta. Ma
non tutto.

La Lav ha lanciato liniziativa Mercoled Veg,


che consiste nel dedicare un giorno della propria settimana a cambiare il menu, scoprire cibi nuovi e risparmiare energia e acqua,
salvando sia le foreste

che gli animali. Seguire


questa iniziativa per un
solo anno consentirebbe di risparmiare la vita
di ben 12 milioni di animali, pesci esclusi. Diffondiamo questa bella
iniziativa e aiutiamo il
mondo.

NATURA E SALUTE

Zombie VEGETARIANI
LE SCENE MACABRE DI THE
WALKING DEAD, LA NOTISSIMA SERIE TELEVISIVA INCENTRATA SUGLI ZOMBIE, HANNO
IMPRESSIONATO GLI ATTORI A
TAL PUNTO DA CONVINCERLI
A DIVENTARE VEGETARIANI.
quanto confessa il cast in una
recente intervista.
Il primo a fare coming out
vegetariano, se cos si pu
definire, stato Norman Reedus, lattore che interpreta
Daryl Dixon. Stanco e nauseato dai realistici e sanguinari scenari cui sottoposto sul
set, ha optato per lesclusione
della carne dal proprio menu.
Sono diventato vegetariano
e sono per questo abbastanza depresso, ha dichiarato.
Per alleviare la sua tensione, la produzione dello show
stata costretta a modificare
il catering del set con un menu
all80% vegetariano.
Dopo aver visto i Walkers consumare della realistica carne
umana insanguinata, e visto
abbondanti teste e pezzi di
corpo sparsi sulla scena, gli

attori hanno smesso di mangiare carne rossa o pollo.


La conversione vegetariana
di gran parte del cast, cos
come la produzione conferma, sarebbe un fatto del tutto
naturale e fisiologico. Pare che
sia frequente che sui set degli
show a sfondo horror, o macabri, attori e staff si dichiarino nauseati da quanto vissuto durante il girato.

Vegetariani FAMOSI
ALBERT EINSTEIN STATO
FORSE LO SCIENZIATO PI
FAMOSO AL MONDO! Se da
ragazzo a scuola non era una
mente brillante, ricevette il
Premio Nobel per la Fisica nel
1921. La sua fama dilag in
tutto il mondo grazie alla teoria della relativit. Una popolarit insolita per uno scienziato, al punto che il suo nome
divenne sinonimo di genialit. Fu attivo in diversi ambiti, dalla filosofia alla politica, e
per il suo apporto alla cultura
in generale considerato uno
dei pi importanti pensatori
del XX secolo.
Ebbene, Albert era anche vegetariano il che forse dimostra
che i vegetariani sono intelligenti e che Einstein era davvero uomo di molte virt!

Regno Vegano UNITO


NATA IN INGHILTERRA CINQUE ANNI FA, LA GUIDA AI
RISTORANTI SOSTENIBILI
(The Sustenaible Restaurant
Association) ha gi affisso il
suo logo su 4000 bar, ristoranti e servizi di catering inglesi. Come nella guida Michelin, una, due, o tre stelle indicano i campioni in sostenibilit. Si controlla da dove viene
il cibo utilizzato, come stato prodotto, ma anche come
vengono trattati i produttori, i
lavoratori, i clienti e la comuni-

10

t nella quale lattivit si svolge. Si tiene conto dellimpatto


sullambiente, se c spreco di
energia o di acqua e del trattamento dei rifiuti. Un esempio?
Il ristorante Andrew Fairlie, nel
Perthshire: il 95% delle verdure sono autoprodotte nellorto,
si cucina grazie alla biomassa
e si arrivati al famoso rifiuti-zero.
Concepita da Henry Dimbley,
la guida si propone di aiutare
coloro che simpegnano per i
valori di sostenibilit ambien-

tale ed etica. Oggi si fa attenzione alletica. Il mondo sta


cambiando, e ciascuno di noi
sar chiamato a fare scelte
responsabili, afferma il presidente della SRA, Raymond
Blanc, Il cibo e la catena di
produzione sono connessi
ad ogni aspetto della nostra
vita!. Le tre stelle non premiano solo la buona condotta,
ma anche il piacere del palato una guida di gusto!
www.thesra.org

COSMETICI FATTI IN CASA

PELLE PURA
CON IL LIMONE

Che nemico irriducibile per la


nostra pelle sono i punti neri
spesso pi marcati in chi vive in
ambienti ricchi di smog.

i tratta di follicoli piliferi in cui si accumulato pi sebo, cheratina e spesso batteri.


Lazione ossidante dellossigeno e la melanina
conferiscono al comedone il colore scuro.
Prima di tutto consigliato seguire una dieta
disintossicante e povera di grassi. Attenzione
anche a non chiudere i pori della pelle con trucchi e fondotinta pesanti, e a pulirla struccandosi sempre con cura.
un normale fastidio di cui soffriamo in tanti,
poche accortezze e qualche rimedio naturale ci
daranno un volto liscio e luminoso.
VAPORE
I punti neri non vanno schiacciati, utile fare,
invece, settimanali bagni di vapore al viso, ponendosi, con un asciugamano sulla testa, sopra una
bacinella di acqua bollente (spenta). Ancor meglio
se vi scioglierete due cucchiaini di bicarbonato.
Bastano 10 minuti. Poi si possono asportare gli
eccessi di sebo con lievi schiacciamenti, non a
mani nude, ma con una garza sterilizzata.
Dopo loperazione, per aiutare a stringersi i
pori dilatati, spruzzare il viso con acqua fredda o passarvi una buona soluzione astringente.
Uno dei rimedicomunemente consigliati e completamente naturali,per la pulizia della pelle e per purificare i pori ostruiti, consiste nello sciogliere in mezzo bicchiere dacqua tiepi-

Gommage al limone
UNA RICETTA ADATTA SIA ALLE
PELLI GRASSE, CHE MISTE E SECCHE.
Ingredienti: 1 cucchiaio di zucchero
rosso o di canna, 2 cucchiai di succo
di limone, 1 cucchiaino di olio di oliva.
Procedimento: Prendete una ciotoli-

na e un cucchiaio di legno pulito. Versate lo zucchero, il limone e lolio, mescolando bene.


Applicate con le dita con movimenti circolari, cos da togliere le impurit della pelle.
Dopo qualche minuto rimuovete con un
guanto da bagno e abbondante acqua
tiepida, finch la pelle sar completa-

da un cucchiaino dibicarbonatoe uno disucco di limone, lasciare frizzare la soluzione, poi


tamponare il viso, lasciando agire per qualche
minuto e risciacquando con acqua tiepida.
GOMMAGE
Il gommage una crema esfoliante, che rimuove le cellule morte, pi delicata dello scrub, e
per questo particolarmente adatto al viso e di
grande aiuto per evitare il ritorno di punti neri.
Attenzione: chi ha pelle troppo delicata o soffre di cuperose pu avere irritazioni causate
dalleffetto abrasivo, anche soft.

mente pulita (liscia e purificata).


Attenzione: questo gommage va utilizzato appena fatto, non si conserva!
Inoltre bene non esporre la pelle
al sole per qualche ora dopo averlo applicato.
Questa la stagione giusta per pulire
la pelle dopo linverno e prima della bella e pi soleggiata primavera!

11

SPAZIO VEGAN CON RENATA BALDUCCI

IL MONDO VEGAN
TESTI DI RENATA BALDUCCI FOTO DI GIANLUCA ACCA

Per dubbi, chiarimenti e curiosit sul mondo vegan scrivete


a redazione@lamiacucinavegetariana.it e Renata Balducci,
presidente dellAssociazione Vegani Italiani Onlus, vi risponder
su queste pagine.

ono curioso di capire cosa significa


esattamente essere Vegan. Solo eliminare dalla propria alimentazione cibi
di origine animale?
Pietro Liberotti (Salerno)

FOTO DI SAURO MARTELLA

Tortino di Topinambur
Ricetta per 4 persone tempo: 110
min.

Ingredienti: 2 Topinambur medi, 20


foglioline di spinacini per gli sformati,
spinacini per decorare q.b., acqua
fredda 500 ml, farina di ceci 150 g, olio
evo q.b., sale q.b., succo di limone
q.b.
Preparazione: In una terrina unire
farina di ceci, acqua fredda e un pizzico di sale. Mescolare accuratamente
con una frusta, oppure con un frullatore, sino a ottenere un composto omogeneo, senza grumi, vellutato. Aggiungere
un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva per insaporire, mescolare e
lasciar riposare circa unora. Mondare
intanto i Topinambur aiutandovi con un
pelapatate, sciacquarli, affettarli o farli
a dadini e saltarti pochi minuti in padella con olio e un pizzico di sale. Lavare
le foglioline di spinacino e asciugarle.
Negli stampini per sformato posizionare, man mano, uno strato di foglioline,
fettina o dadino di topinambur e unire infine il preparato di farina di ceci.
Infornate in forno preriscaldato a 220

12

entile Pietro,
modificare il proprio stile di vita, soprattutto da convenzionale a vegan, rappresenta una scelta compiuta con
il cuore per motivazioni etiche. Lamore per gli animali,
il rispetto per l ambiente, per
il Pianeta e non ultimo anche
per la propria salute, sono leve
fortissime che spingono a una
presa di coscienza e di consapevolezza tale da non riuscire
pi a tollerare e a comprendere la sofferenza e luccisione di
altre creature viventi non uma-

gradi per almeno 30-35 min. e comunque sino a quando la superficie non
sar dorata. Far raffreddare ed estrarre dagli stampini. Impiattare e decorare con altri spinacini.

Ricetta di Renata Balducci


estratta da :

Nobili Scorpacciate Vegan.


Le 4 Stagioni ed. GRUPPO
EDITORIALE MACRO

ne come una cosa plausibile. Non lo .


Chi compie questo percorso di consapevolezza non modifica solo la propria alimentazione:
cambia rotta radicalmente. Sceglie di non utilizzare pi nel proprio quotidiano per se stesso, per la casa, per labbigliamento, neppure
piume, lana, seta, pelle, cuoio. Nulla che abbia
coinvolto la vita, lo sfruttamento, la sofferenza
di altre creature viventi, per quanto attuabile
nel proprio contesto sociale, pi contemplato.
Oggi per, in seguito alle informazioni riguardanti i benefici per la salute che questa scelta
portacon s, ci sono moltissime persone che
decidono di seguire un percorso vegan limitatamente alla sola alimentazione.
Coloro che scelgono di mangiare vegan non
possono definirsi propriamente Vegan poich
si tratta esclusivamente di una dieta alimentare, ma nel quotidiano conservano le consuete abitudini precedenti a questo passo salutistico, passo che a volte non destinato, ahim,
a divenire un nuovo cammino di vita.

benessere@lamiacucinavegetariana.it PIANTE DELLA SALUTE

IL RADICCHIO
CURATIVO
Una verdura comune sulle nostre
tavole svela le sue propriet
medicinali, per portare salute e
gusto.

l radicchio appartiene alla famiglia delle cicorie, e come tutte le erbe amare ricco di valori curativi e digestivi. composto per il 93% da
acqua, per il 4,50 % da carboidrati, l1,30% da
proteine e e vitamine; i minerali che troviamo
nel radicchio rosso sono potassio in grande, calcio, sodio, fosforo, magnesio, ferro, zinco, rame
e manganese.

PER TUTTI
Il suo apporto calorico molto basso. Ogni 100
grammi appena 13 calorie, dunque adatto in
diete per il controllo del peso.
Non contenendo assolutamente glutine, ben
accetto per le persone affette da celiachia.
Le fibre hanno la propriet di trattenere gli zuccheri presenti nel sangue e perci consigliato
ai soggetti affetti da diabete di tipo 2.
Conosciuto dallantichit per i suoi valori curativi, le sostanze amare stimolano i succhi gastrici che facilitano la digestione, il sonno, la secrezione della bile e leliminazione dellurina.
La presenza di sostanze antiossidanti mantiene
la pelle e il corpo giovane e fa bene a chi soffre
di artrite e reumatismi. Inoltre il calcio e il ferro
hanno propriet benefiche per il metabolismo
delle ossa e per un miglior equilibrio della pressione sanguigna, utile in caso di demineralizzazione dellorganismo. Gli zuccheri in esso contenuti, infine, non vengono digeriti dallo stomaco,
ma dal colon e serve a contrastare linsorgere di
tumori in questa parte dellintestino.
AMARO BUONO
Non temiamo dunque lamaro di questa pianta,

perch porta grandi vantaggi. Magari abbiniamolo a verdure pi dolci, come la cipolla, il porro o
il finocchio, ma il radicchio un vero toccasana!
Pensate che il suo succo utilizzato in cosmesi
per la preparazione di prodotti per i capelli e per
la pelle. Studi svolti presso lUniversit di Urbino
hanno confermato che il radicchio rosso contiene
pi sostanze antiossidanti di alimenti che ne sono
gi ricchi, come mirtilli e uva passa.

Radicchio rosso
conoscerlo meglio

Nel Veneto i tipi principali: di Verona, di


Chioggia e il radicchio rosso di Treviso,
che si presenta in due varianti: precoce
e tardivo. Il Precoce ha foglia pi larga e
sapore pi amaro. Il Tardivo pi pregiato,
in ragione della complessit del processo
di produzione, si presenta con foglie lunghe e strette dalla punta arricciata.
un ortaggio invernale che pu essere
utilizzato per insalate crude o per piatti
cotti (primi, secondi, dolci), cotto lamaro
si smorza: perfetto nel risotto o semplicemente grigliato, pu sorprendere usato
anche in dolci; esistono anche la birra
aromatizzata e tisane al radicchio.

13

ALCUNI LI COCCOLAVO,
ALTRI LI MANGIAVO
Le ricette di Cesca: nel mistero di contraddizioni violente che la vita,
la scelta vegana pu essere un punto di equilibrio.

STATO UN GIORNO
IN CUI DOPO AVER
LAVORATO IN CANILE SONO
TORNATA A CASA E HO INIZIATO A METTERMI IN DISCUSSIONE in quanto non
capivo perch alcuni animali li coccolavo per ore e altri
invece li mangiavo. Smisi di
sentirmi a mio agio con questo atteggiamento. In seguito
ho iniziato a informarmi attraverso i libri riguardo ai disturbi causati dal consumo di
carne e latticini. Le cose che
scoprivo in ogni pagina mi lasciavano sempre pi sorpresa. Allora decisi di smettere
di mangiarne per vedere se
riscontravo qualche effetto positivo sulla mia salute.
Posso dire che quella stata
una delle scelte migliori che
avessi mai potuto fare.
il racconto di una trentenne lombarda che ha fatto la scelta di vita vegana,
ma quante volte lo abbiamo
pensato anche noi? La realt
quotidiana ricca di violenza
e di contraddizioni alle quali
siamo cos abituati che apparentemente ci sfuggono.
Ma c una parte di noi che le
registra
Una volta che decisi di intraprendere questo percorso

14

dItalia, bricioledicescaqb.
blogspot.com
Non avrei mai pensato che
cos tante persone volessero seguire i miei post. stata unenorme soddisfazione!
Avevo le idee chiare sin dallinizio. Lobiettivo principale
del blog era quello di avvicinare tutti i tipi di persone alla
cucina vegana, dimostrando
che possibile mangiare facilmente con gusto e soddisfazione anche con questo
tipo di alimentazione.
imparai a conoscere sapori e
colori che fino a quel giorno
avevo completamente ignorato e mi resi conto quanto
fosse limitata la mia tavola, forse a causa di schemi
standard ai quali molti si abituano. stata la mia innata
curiosit a guidarmi verso
cereali, spezie e prodotti che
non conoscevo e di giorno
in giorno ero sempre pi invogliata a sperimentare e stimolare i miei sensi. Ma questo noto a tutti, la curiosit
un motore potentissimo.
Ed stata la nostra curiosit a farci scoprire il mondo di Cesca, approdando al
suo blog, uno dei pi seguiti

Abbiamo chiesto a Cesca di


condividere con i lettori de
La mia cucina vegetariana
alcune delle sue ricette di
cucina. Per le ricette di vita
ognuno ha il suo percorso e
i suoi tempi, nei quali non si
deve interferire.

Il consiglio di Cesca:
Vuoi avvicinarti ad una cucina
sana e naturale? Non difficile!
Tutto quello che ti pu essere utile per iniziare lavventura, molto probabilmente, ce lhai gi.
Aggiungi la fantasia e il desiderio di apprezzare il sapore della
natura, nel rispetto della vita
non serve altro!.

SCELTE DI VITA

INVOLTINI

Involtini
con zucca e pistacchi.

con zucca e pistacchi


Ingredienti

pasta fillo (la trovate al super

mercato nel banco freezer)


zucca
pistacchi salati e tostati, pi
sono meglio !
sale qb
olio evo

1. Togliete per tempo dal freezer la pasta fillo per farla scongelare.
2. Una volta che avete la vostra
zucca al forno (cotta al cartoccio al forno per 40 minuti a 200
C) separate la polpa dalla buccia e schiacciatela con una forchetta. Sgusciate i pistacchi e
frullateli per qualche secondo.
3. Mescolate i pistacchi alla
zucca schiacciata e salate.
4. Stendete il rotolo di pasta fillo e prendetene un paio, sovrapposti, stendeteli uno sopra laltro, aggiungete 2 cucchiai di
zucca e pistacchi e arrotolate
gli involtini. Chiudeteli come
preferite. Spennellate un leg-

Muffin di zucca.

gero velo di olio doliva sulla 30 g di olio di semi (io ho usato


olio di riso)
superficie allo scopo di non farli bruciare. Infornate a 180 C
10 g di melassa (opzionale)
per circa 30 minuti fino a quando la superficie degli involtini 1. In una ciotola mescolare gli
ingredienti secchi.
sar dorata.
2. In unaltra quelli liquidi (con la
zucca), mescolateli bene, la zucca non deve restare a pezzettini.
MUFFIN
3. Incorporate gli ingredienti
di zucca
liquidi in quelli secchi.
4. Mescolate bene qualche
Ingredienti per 7 muffin
minuto fino a ottenere un bel
grandi:
composto omogeneo.
100 g zucca al forno schiacciata 5. Posizionate i pirottini negli
in purea con la forchetta
stampi se sono quelli normali/
150
g
di
latte
di
soia
sottili/di carta.

6. Riempite i pirottini per 3/4 e


100 g di farina integrale
infornate per 30 minuti a 180 C.
100 g di farina 0
50
g
di
zucchero
grezzo
di
canna
7. Comunque, prima di sfornare

una
bustina
di
lievito
per
dolci
ricordate di fare SEMPRE la pro
va stecchino.
un pizzico di sale
mezzo cucchiaino di pumpkin 8. Fateli raffreddare completapie spice
mente prima di mangiarli.
15

TRUCCHI E IDEE DEL MESE


Vinaigrette sempre pronta!

Cumino pi saporito

Siamo abituati a condire con olio


e aceto, ma la salsa vinaigrette aggiunge sapori e la si pu fare
in anticipo. In una bottiglia di vetro
mettere 2 cucchiai di senape, poi due
di aceto e agitare bene per mescolare, poi aggiungere un po dolio, e alla
fine sale e pepe. Potete conservarlo
alcuni giorni, ma ricordate di agitare
prima delluso!

Se il vostro cumino ha perso un po di


aroma, tostatelo qualche minuto, delicatamente, nel forno o in una padella
poco calda, recuperer aroma e gusto!

Cipolla delicata

Per rendere il suo sapore meno forte e la


cipolla pi digeribile, prima di utilizzarla
cruda tenetela, gi tagliata, per unora a
bagno nellaceto, oppure nellacqua fredda. Provare per credere.

Pane tostato

Se avanza pane del tipo casareccio e


gi sta seccando un po, tagliatelo a
fette e tostatele bene al forno. Conservate in una scatola di latta, le fette saranno pronte per bruschette e
aperitivi.

Tuorli ghiacciati

Se ne fate un uso moderato avrete spesso il problema di avere uova


fresche in casa. Con questo metodo saranno davvero... freschissime!
I tuorli infatti si possono conservare nelle vaschette da ghiaccio pi
capienti, e saranno sempre a portata di ricetta.

Riso bianco

Per fare rimanere ilrisobianco e soffice un accorgimento che ne accentuer anche il sapore: aggiungete allacqua di cottura un po di succo di limone, lo gusterete pi delicato e con un
buon profumo leggero.

16

Tanti
Tanti
suggerimenti
suggerimenti
utili
utili
per
per
rendere
rendere
lala
cucina
cucina
didi
tutti
tutti
i giorni
i giorni
pi
pi
saporita,
saporita,
sana,
sana,
pratica
pratica
ee
priva
priva
di di
inutili
inutili
sprechi
spreSpinaci surgelati

Gli spinaci surgelati vanno cotti


molto meno di quelli freschi: bastano pochi minuti! E vanno consumati entro al massimo 24 ore, poich
altrimenti liberano nitriti che sono
tossici, ma quelli freschi sono ottimi anche crudi o saltati in padella
pochissimi minuti!

Angolo VERDE

in collaborazione con

IL MIO GIARDINO E
LORTO

Cucina profumata

Odori di cucina troppo forti? In uno


stampo da dolci mettete zucchero e
cannella e ponete in forno caldo... dolcemente il profumo pi buono vincer
gli odori da cacciare!

Impanare senza uova

La pietanza che volete impanare, dopo


averla coperta di farina, andr immersa
in una pastella ottenuta sciogliendo in 2
o 3 cucchiai di latte vegetale un cucchiaino di fecola o di farina. Poi passate nel
pangrattato e friggete nellolio ben caldo,
scolando poi su carta da cucina!

Verdure verdi

Perch le verdure conservino anche da


cotte, un bel colore brillante, occorre lessarle piuttosto al dente, e poi
metterle subito in acqua freddissima.
Questo vale per verdure in foglia, prezzemolo e soprattutto per i fagiolini.

IL MIO ORTO PERFETTO


Dagli autori de Il mio Giardino, uno
speciale dedicato a chiunque desideri fare lorto, usando un fazzoletto di terra o il proprio terrazzo. Una
guida completa sulle tecniche, sulla progettazione, sullirrigazione e la
concimazione, tanto per partire con
il piede giusto. Le tecniche culturali
delle piante da orto con lindicazione
dei tempi di semina, trapianto, raccolta, ma anche sui sistemi di coltivazione e di difesa biologica.
Non ultimo, il lunario completo del
2015, per coltivare secondo linflusso della luna, in modo tradizionale

e in modo
biodinamico.

Informazioni
utili e consigli
pratici,
li trovi su
la rivista che ogni
mese coltiva la
tua passione verde

Insalata di polpette e funghi, poche calorie, gusto ricco.

Esplosione di sapore
Piatti completi da portare in un piccolo box in ufficio e al lavoro.

INSALATE DEL MESE

Insalata

Insalata di zucchine alla griglia


con nocciole, poche calorie, tanta energia.

con polpette di funghi


40 minuti

4 persone

Ingredienti:

300 g di champignon
1 cipolla piccola
1
fetta
di pane integrale

1
cucchiaio
di latte di soia

2 spicchi di aglio
150
g di tofu sminuzzato
1 uovo
pangrattato

un pugno di prezzemolo verde

tritato
olio evo
sale e pepe

Ingredienti per linsalata:

lattuga
1 mazzo di ravanelli
cetriolo
2 patate lesse

Ingredienti per il condimento:

2 cucchiai di olio doliva


1 cucchiaio di aceto balsamico
1 cucchiaino di senape
1 peperoncino affettato
succo di mezza arancia
sale

1. Pulire i funghi e tritarli grossolanamente. Sbucciare la cipolla e tritarla, metterla in una padella con
poco olio, poi aggiungere i funghi e
farli asciugare dallacqua.
2. Tagliare il pane, mettere i pezzetti in una scodella e aggiungere
il latte, poi strizzare bene. Unire gli
champignon, laglio, il tofu sminuzzato e luovo, mescolare bene il tutto. Aggiungere prezzemolo, sale e
pepe e, se serve, dare consistenza
con il pangrattato. Formare le polpette e rosolarle in un pentolino con
poco olio fino a che non siano dorate.
3. Per linsalata: lavare bene le verdure, mettere un letto di foglie di lattuga
in un piatto da portata, sopra le polpette, a met, e le altre verdure, tagliate a rondelle fini.

4. Allultimo, condire con la salsa ottenuta mescolando bene i vari


ingredienti.

Insalata

del contadino
90 minuti

4 persone

4. Servire accompagnato da un pane


integrale ai semi di girasole.
5. Per portarvela al lavoro potete prepararla la sera prima.

Insalata di zucchine
alla griglia con nocciole
15 minuti

Ingredienti:

400 g di fagioli bianchi ammollati


80 g di olive nere
1 cipolla bianca
1
cucchiaino
di semi di finocchio

1 ciuffo verde della cima di un finocchio


olio evo
2
cucchiai
di
aceto di vino bianco

abbondante
prezzemolo

1. Lessare i fagioli, messi a bagno 12


ore prima (potete usare anche fagioli surgelati). Nel frattempo togliere il
nocciolo alle olive, tritare finemente il prezzemolo e tagliare la cipolla a fettine, che metterete a bagno
nellacqua fredda per mezzora.
2. Scolare e far raffreddare i fagioli, una volta cotti. In uninsalatiera,
mescolare i fagioli con il prezzemolo,
le olive e la cipolla ben scolata.
3. Per il condimento, mischiare lolio,
laceto, i semi di finocchio pestati e i
ciuffi verdi di finocchio tritati.

Ingredienti:

500 g di zucchine
250 g di spinaci baby
100 g di nocciole
50 g di grana padano
succo di mezzo limone
olio evo
sale e pepe

4 persone

1. Tagliare le zucchine a rondelle di


0,5 cm di spessore. Ungere con lolio,
il sale e il pepe. Arrostire per 2 minuti per ogni lato.
2. Lavare bene le foglie degli spinaci e asciugare. Tostate leggermente
le nocciole nel forno a 150 C per 12
minuti. Far raffreddare ed eliminare
la buccia sottile. Tritarle.
3. Dividere gli spinaci e le rondelle di zucchina nei piatti. Spruzzare
con olio e il succo di limone. Spolverare con le nocciole tritate e il grana
a scaglie.

19

Piatti senza
coltello
Morbide pietanze, per gustare
le verdure in modo diverso, con
sapori da tutto il mondo: per
tavolate di amici, chiacchiere e
cibi da preparare anche il giorno
prima.

Gulasch vegano.

RICETTE DI STAGIONE

Gulasch
vegano

40 minuti

Ingredienti:

4 persone

800 g di patate
200 g di crema di riso
2 cipolle grandi
2 spicchi daglio
2 melanzane
2 peperoni
2 cucchiai di farina di grano
4 cucchiai dolio evo
2 cucchiai di paprika
1 cucchiaio di cumino (o kummel)
1 cucchiaio di timo
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
brodo vegetale q.b.
2 foglie di alloro
sale e pepe

Tofu piccante.

1. Pelare e tritare laglio e la cipolla. Pelare le patate e tagliare a pezzi. Lavare le melanzane e i peperoni,
tagliarli a pezzetti e cuocerli al forno
o alla griglia, a mezza cottura.
2. Soffriggere la cipolla e laglio in poco
olio. Mettere le patate e dorare velocemente. Unire la paprika. Aggiungere del
brodo fino a coprire e portare a ebollizione. Aggiungere le foglie di alloro, le erbe,
il concentrato di pomodoro, sale e pepe.
3. Aggiungere melanzane e peperoni
e cuocere a fuoco lento per 10 minuti,
fino a che le verdure siano cotte.
4. Addensare il gulasch con la farina unita alla crema e cuocere a fuoco
basso per 5 minuti.

Tofu piccante
con frutta secca

40 minuti+1h marinatura

4 persone

Ingredienti:

400 g di broccoli
200 g di tofu
150 g di frutta essiccata
(prugne, albicocche, mele)
1 cipolla
2 spicchi daglio

3 carote piccole

1 cucchiaio di mandorle pelate


2 cucchiai di salsa di soia
1
cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di erba cipollina
1
cucchiaio di zucchero di canna
2 cucchiaini di curry
1
cucchiaino
di semi di sesamo

1 cucchiaio dolio evo


sale
1. Mescolare la salsa di soia, il succo
di limone, il prezzemolo, lerba cipollina, lo zucchero, il curry e il sesamo.
Far marinare in questa preparazione
il tofu tagliato a dadini, per 1 ora.
2. Pelare e tagliare a fettine la cipolla,
laglio e le carote. Tagliare in quarti la
frutta essiccata e le mandorle.
3. Lavare i broccoli e tagliarli a pezzi.
Lessarli in acqua salata. Quando sono
cotti, scolare e tenerli in caldo.
4. Soffriggere la cipolla con un poco
dolio. Quando comincia a cambiare colore, aggiungere la carota e laglio. Far dorare un poco. Aggiungere
100 ml dacqua, la frutta essiccata e
le mandorle e cuocere a fuoco basso
per 10 minuti. In ultimo, unire il tofu
e il sale. Dividere nei piatti e servire
con i broccoli.

Insalata

di patate e barbabietole
con salsa di olive e mandorle
45 minuti

Ingredienti:

3 patate grandi
40 g di mandorle crude
12 olive verdi denocciolate
1 mazzetto di rucola
1 barbabietola cotta
1 cucchiaio di pistacchi crudi
1 pugno di prezzemolo fresco
olio evo sale

2 persone

1. Lavare le patate e metterle a bollire


con acqua e sale, per circa 30 minuti.
2. Tagliare a met e poi a fettine
anche la barbabietola e tenere da parte. Quando sono pronte le patate, scolarle e metterle a bagno in acqua fredda. Togliere la pelle e tagliarle a rondelle. Metterle da parte.
3. Mettere le mandorle crude, le olive,
il prezzemolo, abbondante olio e un
pizzico di sale in un tritatutto. Sminuzzare un poco fino a ottenere dei
pezzettini piccoli.
4. Impiattare: prima una base di rucola, sopra distribuire patate e barbabietole. Infine, aggiungere la salsa di olive e mandorle e i pistacchi e servire.
21

RICETTE DI STAGIONE
Stufato
vegetariano.

1. Lavare bene le verdure. Pelare la


carota, lo zenzero e laglio.
2. Tagliare la zucchina e la carota a
fette. Dividere i broccoli in cime. Tritare laglio. Cavolini e funghi tagliarli a met. Grattugiare due cucchiaini
di zenzero.
3. Scottare il broccolo, la carota e i
cavolini di Bruxelles in acqua salata.
Fermare la cottura con acqua fredda.
4. Mettere un po dolio in una pentola
e aggiungere tutte le verdure, lo zenzero grattugiato e i funghi e cuocere
per circa 10 minuti.
5. Regolare di sale e il pepe. Servire
con del riso integrale.

Risotto al curry
con spinaci e noci
35 minuti

Stufato

vegetariano
40 minuti

Ingredienti:

700 g di fagioli rossi cotti


480 g di pomodori tondi, freschi
o pelati
100 g di fagiolini lessati
100 g di mais
3 cucchiai di concentrato di pomodoro
3 cipollotti
1 cipolla
3 spicchi daglio
1 peperoncino rosso piccante
olio evo
cumino
coriandolo fresco per guarnire
sale e pepe

4 persone

Verdure saltate
allo zenzero

1. Sbucciare la cipolla e pelare laglio.


Tagliarli a fettine sottili. Scaldare lolio in una casseruola e soffriggere laglio e la cipolla.
2. Aggiungere i pomodori, i fagioli rossi, il cumino, il mais e regolare di sale e pepe. Unire la salsa di
22

pomodoro. Aggiungere 300 ml di


acqua e cuocere a fuoco basso per
15 minuti (se serve aggiungere un
po dacqua).
3. Lavare e tagliare a fette fini i cipollotti e saltarli con i fagiolini in un po
dolio e con il peperoncino tritato.
4. Distribuire lo stufato nei piatti,
aggiungendo poi i fagiolini piccanti e
decorare con il cumino fresco.

40 minuti

Ingredienti:
200 g di cavolini di Bruxelles
200 g di champignon freschi
2 spicchi daglio
1 mazzo di carote baby
1 broccolo piccolo
1 zucchina
un bel pezzo di zenzero fresco
3 cucchiai di olio doliva
sale e pepe

4 persone

Ingredienti:

2 persone

1 bicchiere grande di riso


2 bicchieri dacqua
o brodo vegetale
1 pugno di noci pelate
2 pugni di spinaci freschi
1 cucchiaino di curry in polvere
1 spicchio daglio tritato
2 cucchiai di olio doliva
1 cucchiaio di prezzemolo
sale

1. Mettere lolio in una padella e


quando caldo, aggiungere laglio
tritato e le noci tritate grossolanamente.
2. Appena cominciano a dorare,
aggiungere il bicchiere di riso e soffriggere un poco.
3. Aggiungere gli spinaci e il curry,
tostare un poco poi aggiungere lacqua calda o il brodo.
4. Lasciar cuocere a fuoco basso
coperto e, quando il riso pronto,
alzare la fiamma se ha ancora liquido,
poi spegnere e lasciar riposare coperto per pochi minuti.
5. Servire con un po di prezzemolo
tritato aggiunto al momento.

Verdure saltate allo zenzero,


poche calorie, quantit e saziet.

Ceci al curry con porro, pi calcio


che il latte, pi ferro che la carne.

RICETTE DI STAGIONE

Ceci al curry

Polpette di broccoli,
poche calorie, tante proteine.

con porro

110 minuti+ammollo

4 persone

Ingredienti:

200 g di ceci
500 ml di brodo vegetale
100 ml di crema di riso
3 foglie di alloro
1 porro
2 cipolle
2 cucchiai di olio doliva
1 cucchiaio di curry
3 pomodori pelati
succo di 1 limone
sale e pepe

1. Lavare bene i ceci e metterli a


bagno la notte prima, per almeno 12
ore, anche pi. Scolare e metterli a
bollire in acqua pulita con le foglie
di alloro. Quando sono cotti (circa
60 minuti), salare lacqua, poi dopo
un minuto scolarli e tenerli da parte.
2. Lavare il porro e tagliarlo a fette.
Pelare e tritare la cipolla. Dorare la
cipolla e il porro in un poco dolio.
Aggiungere il curry, la met dei ceci
e versarci il brodo. Lasciar cuocere
15 minuti e togliere dal fuoco. Con
il frullatore a immersione fare una
purea di ceci e cipolla.
3. Unire il resto dei ceci cotti, il porro e i pomodori tritati e cuocere tutto insieme per 10 minuti.
4. Aggiungere la crema di riso e il
succo di limone, regolare di sale e
pepe e servire ben caldo. Un piatto
dal profumo mediorientale.

Polpette
di broccoli

60 minuti

4 persone

Ingredienti:

500 g di broccoli
3 uova (tuorli separati dalle chiare)
120 g di formaggio fresco tipo ricotta
2 spicchi daglio
1 peperoncino rosso

2 cucchiai dolio doliva


pangrattato q.b.
prezzemolo
sale e pepe
1. Lavare il broccolo e dividerlo a
rametti. Bollire e, quando questo
cotto, scolare bene e, in una terrina,
schiacciarlo con la forchetta a farne
una grossolana purea.
2. Aggiungere i tuorli delle uova, il
formaggio ben scolato, laglio sminuzzato, il peperoncino tritato, lolio, il pangrattato, il sale, il pepe e
mescolare bene.
3. Montare a neve leggera 2 chiare e
unirle al composto.
4. Formare delle palline e infornarle
in una pirofila coperta con della car-

ta da forno, a 180 C per 20 minuti.


Servire le polpette accompagnate da
pur di patate.

Cari ceci
I ceci sono dei semi e sono tra i legumi
pi consumati al mondo, dopo la soia e
i fagioli. In Italia la sua coltivazione non
molto diffusa perch poco redditizia;
viene consumato principalmente nelle regioni meridionali insieme con la
pasta e in Liguria, dove piatti tipici sono
la farinata e la panissa. Poveri di grassi
e carboidrati e ricchi di fibre,
di potassio, calcio e
magnesio, combattono il colesterolo
cattivo e sono alleati del cuore.

25

Carnevale
vegetale

Carnevale deriva dal latino


carnem levare, eliminare
la carne. Ma il significato
religioso si sovrappone a
unantica tradizione salutista che
imponeva di purificare il corpo
eliminando per un periodo la
carne dallalimentazione.

Le frappe.

DOLCI DI STAGIONE

Frappe

Frittelle
di castagne.

o Cenci

100 minuti

6 persone

Ingredienti:

350 g di farina bianca 00


50 g di zucchero integrale
1 cucchiaio di fecola
1 pizzico di vaniglia
buccia di limone

bicchiere di vino bianco


1 pizzico di sale
acqua q.b.
latte di soia q.b.
1
cucchiaio di olio evo
olio
di arachidi per friggere
zucchero a velo
1. Mescolare la farina con lo zucchero, il pizzico di sale e la buccia di
limone grattugiata.
2. Aggiungere poi la fecola sciolta
in un cucchiaio di acqua e, poco alla
volta, il vino, lolio e poco latte di soia
fino a che limpasto risulti elastico e
sodo, farne un panetto che va avvolto
in pellicola e messo a riposare quasi unora in luogo fresco (o in frigo).
3. Stendere la pasta a mano, piuttosto
sottile (ma non un velo), e ritagliare
le frappe o cenci con una rotella, se
si fanno strisce abbastanza strette
si possono anche creare dei nodi
4. Scaldare bene lolio, immergervi i cenci e girarli mentre diventano dorati. Scolarli, togliendoli con
la schiumarola, su carta da cucina.

Spolverizzare con zucchero al velo e


mangiare in giornata!

Frittelle di castagne
100 minuti

Ingredienti:
150 g di farina di castagne
50 g di farina 00

Tutti i nomi delle frappe


Questo dolce, con mille varianti negli ingredienti,
diffuso in tutta Italia ed quello che cambia di pi
nome, da zona in zona e in maniera anche curiosa:
cenci in Toscana, strufoli a Grosseto, chiacchiere
la pi diffusa, dalla Sicilia a Milano, dallAbruzzo alla
Puglia ma anche nel Lazio, a Sassari e Parma, bugie
in Liguria, frappe a Roma, Viterbo e Ancona, galani
nel Veneto e crstoli a Trieste e Trento, maraviglias
in Sardegna e via ancora molti nomi curiosi, come
lattughe a Mantova o risola in parte del Piemonte
Si possono ornare con zuccherini, miele o cioccolato, ma le consigliamo semplici e con un po
di zucchero.

6 persone

1 cucchiaio di zucchero
latte di soia q.b.

bustina di lievito istantaneo


olio di arachidi per friggere
zucchero semolato
1. Versare le farine in una conca;
aggiungere lo zucchero e il lievito
istantaneo e mischiare bene.
2. Mescolando con una frusta aggiungere poco alla volta il latte di soia fino
a ottenere una pastella morbida ma
corposa, non liquida, e senza grumi.
3. Lasciare riposare il composto al
caldo due ore, dovrebbe lievitare un
poco.
4. In una padella versare un paio di
dita di olio e riscaldate. A fiamma
media caldo quando sfrigola, se provate a metterci un po di pastella. Versare quindi, con un cucchiaio, alcune frittelle (non troppe) alla volta, e
girandole mentre cuociono.
5. Scolarle, sgocciolarle bene e friggere tutto limpasto. Servirle calde tuffate in poco zucchero semolato.
27

Frittelle vegane,
dette anche Castagnole.

DOLCI DI STAGIONE

Frittelle vuote e piene


150 minuti

8 persone

Ingredienti:

400 g di farina
100 g di zucchero

15 g di lievito di birra
100 g di uvetta in ammollo in acqua
e brandy
2 cucchiai di olio evo
300 ml di latte di soia alla vaniglia
50 ml circa di acqua
scorza grattugiata di due arance
olio darachidi per friggere
zucchero a velo

1. Sciogliete il lievito di birra in bustina in poca acqua tiepida e una punta di zucchero, spolverare di farina e
tenere in luogo caldo, finch si gonfier e si former una schiuma.
2. Versare la farina in una terrina, nel
centro verserete zucchero, olio e lievito. Mescolare vigorosamente e versare il latte poco alla volta continuando
a mescolare, quando si sar ottenuta
la densit voluta aggiungete luvetta,
ben strizzata, e la buccia di due arance grattugiata o tritata. Se limpasto
duro aggiungete poca acqua tiepida.
3. Lasciar riposare limpasto per unora e mezza coprendo la ciotola con un
panno e tenendola in ambiente caldo.
4. In una padella versate abbondante olio per friggere e aspettate che sia
abbastanza caldo. Versate delle piccole cucchiaiate dimpasto nellolio e
raccoglietele con una schiumarola per
poi scolarle bene su carta da cucina.
5. Servirle calde o tiepide quando si
saranno ricoperte di zucchero a velo
o farcite di crema (vedere ricette
seguenti).

Crema vegana
20 minuti

La crema in bicchiere
un dessert semplice e adatto anche ai bambini, ma
che trova varianti eleganti
e diverse anche nella sua
versione vegan.
Grattuggiare cioccolato fondente, o cannella,
accompagnare con frutta di bosco fresca o in conserva, accompagnare con
biscotti, magari imbevuti di
caff. Una base per scatenare la fantasia e accontentare
i pi golosi!

120 g di zucchero
1 cucchiaio di zucchero di canna
la scorza di 1 limone
una puntina di curcuma in polvere

1. In un pentolino antiaderente,
mescolare i due tipi di zucchero e la
farina, aggiungere lentamente il latte
di soia, sempre mescolando per non
ottenere grumi, fino a raggiungere la
densit desiderata.
2. Aggiungere la scorza di limone in
un pezzo e cuocere a fuoco basso, una
decina di minuti, fino a che la crema
non si addensi e sobbolla. Lasciare intiepidire e utilizzare in dolci o al cucchiaio.

Crema variopinta
alla frutta

10 minuti

6 persone

Ingredienti:

800 ml di latte di soia


40 g di farina di soia o di riso

6 persone

Ingredienti:
crema pasticcera vegan
(vedi ricetta sopra)

2 arance
1 limone

1 mela verde
8 cucchiai di marmellata di arance
amare
1 cucchiaio di rum
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 pizzico di cannella

1. Distribuire la crema in 6 bicchieri, riempiendoli a met. Mescolare


la marmellata con il rum e un po di
succo di arancia assieme a qualche
fettina senza la pellicina e farne uno
strato sopra la crema. Mettere in frigo a rinfrescare.
2. Affettare sottile la mela verde e
coprirne la crema dopo averla spruzzata di limone. Tagliare sottilissime
fette di arancia a limone e, con un
cucchiaio di zucchero, candirle velocemente in un padellino, poi ornare
il bicchiere.
3. Spruzzare di zucchero di canna e cannella in superficie e servire fresco.

29

Agrumi:
non solo vitamina C

Siamo nel mese di massima commercializzazione delle arance rosse


di Sicilia IGP: tarocco, moro e sanguinello. Le trovate a buon prezzo al
mercato pi vicino. Due frutti spremuti ogni mattina per iniziare alla
grande la giornata!

Pandispagna glassato.

CHE SAPPIAMO DI

Pandispagna glassato
con mandarini

30 minuti+raffreddamento

Clementine
con salsa di cioccolato.

4 persone

Ingredienti:

1 base di pandispagna
100 g di margarina
100
g di zucchero a velo
7 mandarini
Per la glassatura: sbattere la margarina, precedentemente fatta ammorbidire, con lo zucchero a velo.
1. Spremere 4 mandarini e aggiungerne il succo al composto, fino ad
avere una crema uniforme.
2. Disporre su una teglia appena
unta la base del pandispagna e infornare a 160 C per circa 10 minuti, per
intiepidire, nel frattempo spremere il
succo di 3 mandarini, che poi verserete sul pandispagna (si pu aggiungere mezzo bicchierino di liquore al
mandarino).
3. Quando il pandispagna freddo, coprirlo con la glassatura. Si pu
aggiungere, se lo si desidera, un
poco di buccia a filetti di un mandarino, ripassata in un padellino con
poco zucchero.
4. Servire assieme a spicchi pelati di
mandarino o arancio.

La vitamina quotidiana
La vitamina C si accumula con difficolt nellorganismo, per cui dobbiamo consumare quotidianamente alimenti che la
apportano, principalmente frutta e verdura. Tra tutti, un ruolo chiave hanno gli agrumi, ma anche kiwi e cavolfiore. La vitamina C interviene nella formazione di collagene e nel metabolismo dei grassi. Ha potere cicatrizzante e riduce i sintomi provocati da reazioni allergiche e, inoltre, ha effetti antiossidanti contro lazione nociva dei
radicali liberi, che sono legati allo sviluppo delle malattie tumorali. in pi, interviene sul mantenimento dellintegrit delle
gengive, delle ossa e dei denti e aumenta
lassorbimento organico del ferro presente negli alimenti.

Clementine

con salsa di cioccolato


20 minuti

4 persone

Ingredienti:

6 clementine
1 cucchiaio di miele
50 g di cioccolato nero
3 cucchiai di latte

1. Spremere due clementine. Scaldare il miele con il succo della clementina e mescolare bene.
2. Sbucciare le quattro rimanenti,
lasciandole intere e togliendo bene
il bianco.
3. Cuocere le clementine sbucciate con il composto di miele e il succo per 5 minuti. Nel frattempo, in
un pentolino sciogliere il cioccolato nel latte.
4. Servire le clementine tiepide, ricoperte dalla salsa di cioccolato.
31

CHE SAPPIAMO DI

fi, distribuire sopra gli spicchi e il


prezzemolo, e condire con la salsa,
lasciar riposare mezzora e servire.

Crema di carota
allarancia e cumino
50 minuti

Insalata di kiwi
e bacche di goji

15 minuti+bagno

4 persone

Ingredienti:

2 kiwi
lattuga iceberg
foglie di rucola
1 cucchiaio di bacche di goji
1 limone
1 yogurt
erba cipollina
olio evo
sale e pepe

1. Spremere il limone e mettere a


bagno le bacche di goji nel loro succo per 30 minuti.
2. Tagliare minuta la lattuga, pelare
e tagliare a fette i kiwi.
3. Preparare una salsa con lo yogurt,
il succo di limone, lerba cipollina
tagliata, lolio, il sale e il pepe.
4. Disporre linsalata con la lattuga
e la rucola come base e, sopra, le fette di kiwi con le bacche. Servire con
la salsa a parte.
32

Insalata

di carciofi e arance
30 minuti+riposo

4 persone

Ingredienti:

4 carciofi
2 arance
2 limoni

prezzemolo tritato
olio evo
sale e pepe
1. Pulire i carciofi eliminando tutte le foglie dure, le punte e le barbe. Tagliarli fini e metterli a bagno
in acqua acidulata.
2. Tagliare a met unarancia e un
limone, con un coltellino appuntito
estrarne gli spicchi al vivo.
3. Lavare bene laltra arancia e laltro limone e ricavarne alcune belle
fette sottili.
4. Spremere il succo rimasto nei frutti e mescolarlo con 3 cucchiai dolio,
sale e pepe macinato al momento.
5. Scolare i carciofi e disporre su un
piatto le fette di agrumi e i carcio-

5 persone

Ingredienti:

1 kg di carote 2 arance
2 cucchiai di olio
un cucchiaino di cumino in polvere
5 cucchiai di crema di riso
sale e pepe

1. Lavare con acqua tiepida una sola


arancia e grattugiare la buccia, poi
spremere entrambe le arance.
2. Grattugiare le carote, tritare la cipolla.
3. Soffriggere la cipolla in un po
dolio caldo. Aggiungere le carote.
Cuocere a fuoco lento per 5 minuti.
Versare 1 litro di acqua e far cuocere coperto per 15 minuti.
4. Aggiungere la buccia dellarancia
e il succo darancia gradualmente e
mescolando. Aggiungere il cumino
e regolare di sale e pepe. egolare di
sale e pepe. Far cuocere un altro poco,
stando attenti che la zuppa non bolla.
5. Distribuire la zuppa nei piatti fondi, decorare con un ricciolo di crema
di riso e servire subito.

Il Tacle
un nuovo agrume

Pi piccolo dellarancia e pi grande del


mandarino, il Tacle si trova ormai al mercato e al supermercato. un agrume
ibrido selezionato incrociando arancia
Tarocco e Clementina Monreal (da cui il
nome Ta-Cle). IlTacle nato nelCentro
di ricerca per lagrumicoltura e le Colture mediterraneedi Acireale (CT) ed stato brevettato nel 2001, ma la produzione
sta diventando consistente in questi ultimi anni e lo si trova facilmente. Attenzione, non si tratta di manipolazione genetica, ma di un semplice incrocio come lo
la clementina (mandarancio) un incrocio tra arancia e mandarino.

Crema di carota allarancia.

Cena
romantica
Loccasione pu essere San Valentino, ma ogni
cena a due dovrebbe avere un cot romantico.
Persino una cena di lavoro.

Cuori di verdure.

MANGIAR BENE

Cuori

di verdure
35 minuti

2 persone

Ingredienti:

Risotto fragole
e spumante.

una confezione di pasta bris


3 zucchine romane
1 porro
2
ciuffi
di broccolo verde

1 spicchio daglio

1 cucchiaio di mandorle grattugiate


2 cucchiai di ricotta
olio evo
sale e pepe
1. Lavare e tagliare sottili le zucchine, passarle rapidamente in padella
con un dito dacqua.
2. Lavare e tagliare i ciuffi dei broccoli e scottarli 2 minuti in acqua salata.
3. Tagliare sottile la parte bianca del
porro e cuocerla in un cucchiaio dolio evo.
4. Stendere la pasta in due stampi a
cuore, disporre nel centro la ricotta, le
zucchine, la cipolla e nel centro il ciuffo del broccolo. Regolare di sale e pepe
e infornare a 180 C per 20 minuti.
Servire tiepido come antipasto.

Risotto

fragole e spumante
25 minuti

2 persone

Ingredienti:

1 porro
2 tazzine di riso
3 bicchieri di spumante secco
1 tazza di brodo vegetale
1 cestino di fragole
un pezzetto di zenzero
olio evo
sale e pepe

1. Pulire le fragole e tagliarne 2 a


met e 2 lasciarle intere, schiacciare
le altre con una forchetta
2. Tagliare il porro sottile, dopo averlo lavato, e soffriggerlo in una teglia
con due cucchiai di olio, dopo che

avr preso colore aggiungere il riso e


tostarlo per 2 minuti. Spruzzare con
mezzo bicchiere di spumante e far
evaporare.
3. Aggiungere le fragole schiacciate e poco zenzero grattugiato, continuare la cottura con un mestolino di
brodo vegetale, sempre mescolando.

Aggiungere a mano a mano lo spumante e portare a cottura (semmai


aggiungendo del brodo).
4. Quando cotto (al dente) e ben
asciutto lasciar riposare coperto 2
minuti. Poi servire decorando con le
fragole tenute da parte, accompagnato da una coppa di spumante.
35

MANGIAR BENE

la trasparente e serviteli entro due


o tre ore accompagnati dalla salsa
agrodolce.

Cestino di frutta
allo spumante
30 minuti

naked Lumpia
30 minuti

2 persone

Ingredienti:

4 fogli di carta di riso


1 carota piccola
una gamba di sedano
1 rapa piccola
2 foglie di lattuga
3 champignon
1 spicchio daglio

un pugno di germogli di soia


zenzero
foglie
di menta fresca

olio evo
sale
Ingredienti per la salsa:

una tazza di pomodoro in conserva


1 cucchiaio di zucchero di canna
peperoncino
1
spicchio daglio
limone
sale
1. Preparare la salsa facendo sobbollire il pomodoro con sale, aglio,
zucchero e poco limone. Far addensare e aggiungere il peperoncino
secondo i gusti. Lasciar raffreddare.
2. Tagliare alla julienne le verdure
assieme ai germogli, zenzero grattugiato e allo spicchio daglio (che
poi si toglie), e saltarle in una padel36

la larga con poco olio, in modo che


restino croccanti, regolare di sale,
togliere laglio e aggiungere la menta fresca.
3. Immergere velocemente i fogli
di riso in acqua calda e poi stenderli su un tagliere di legno, mettere allinterno le verdure e arrotolare chiudendo poi ai due capi.
Copriteli con un tovagliolo di carta umido, avvolgeteli con pellico-

Ingredienti:

1 foglio di pasta fillo


40 g di margarina
150 g di frutta (frutti di bosco, pere,
kiwi, mandarini)
bicchiere di spumante
succo di limone
100 g di zucchero di canna
foglie di menta per decorare

Involtini

2 persone

1. Sciogliere la margarina. Stendere la pasta fillo e spennellare con


la margarina. Tagliare ogni foglia di
pasta fillo in quattro pezzi. Sovrapporre senza far coincidere gli angoli.
2. Preriscaldare il forno a 180 C.
Spennellare con la margarina le cavit di uno stampo per cupcake e met-

Cestino di frutta.

tere dentro i fogli di pasta fillo. Ripetere con tutte le cavit dello stampo creando dei cestini. Infornare 5
minuti, togliere dal forno e far raffreddare nella teglia per 10 minuti.
3. Nel frattempo, preparare uno sciroppo: mettere in un pentolino
litro di acqua con lo zucchero di canna e mescolare, fino ad avere uno sciroppo non troppo denso.
4. Tagliare la frutta a pezzi e aggiungere i frutti di bosco, spruzzarci lo
spumante e lo sciroppo. Riempire i
fagottini con questo impasto. Servire fresco decorando con le foglie di
menta.

Cocktail di spumante
con melagrana, limetta
e menta
5 minuti

2 persone

Ingredienti:

ghiaccio
30 ml di spumante
10 ml di granatina
10 ml di succo di limetta
1 limetta per decorare
foglie di menta
grani di melagrana per decorare

1. In uno shaker con molto ghiaccio, mescolare e shakerare bene lo


spumante, la granatina, il succo della limetta.
2. Riempire un bicchiere con altro
ghiaccio e versare il cocktail.
3. Servire decorando con alcuni grani di melagrana, rondelle di limetta e
delle foglie di menta.

Cocktail di spumante.

Dalla Russia
con sapore
La cucina russa conta di una grande quantit di piatti,
dovuta alla vasta estensione geografica del Paese e alla
sua variet etnica e culturale. Un mondo da scoprire e
gustare.

NEL MONDO: RUSSIA


Il piatto tipico pi
celebre: il borsh.

fondamenti gastronomici della


cucina russa si trovano nella cucina contadina delle popolazioni
rurali, che abitano le zone dal clima
estremamente freddo. Questa cucina si caratterizza per labbondanza di funghi, frutti di bosco e miele.
Abbondanti sono segale, grano, orzo
e miglio, tutti usati in farine, grani e
fiocchi in una vasta variet di piatti:
pani, crespelle, kvass, birra e, soprattutto, vodka di alta qualit. Sono molto
presenti diverse zuppe e potages con
aromi e sapori differenti.
I piatti della cucina tipica russa sono
molto saporiti e hanno parecchie calorie, poich in inverni cos freddi si ha
bisogno di tanta energia (ed per questo che le zuppe sono molto popolari).
Il rigido clima russo non permette di
coltivare la terra per la maggior parte dellanno, ma il territorio ricco di
boschi che, assieme alla taiga di conifere, forniscono il combustibile per poter
fare un uso quotidiano di un elemento
fondamentale in tutte le case: il forno.
Il forno tradizionale russo molto particolare. Nella sua cavit interna pu
entrare anche un uomo adulto. Per elevare la temperatura di un forno di tali
dimensioni, tale da essere sufficiente per cuocere il pane, si ha bisogno
di almeno una decina di ceppi, praticamente un albero medio intero. Per,
una volta scaldato, un buon forno permette di preparare direttamente diversi cibi a lunga cottura, anche per una
famiglia numerosa. Il lento raffreddamento di un forno cos grande anche
otto o dieci ore dopo allorigine della gastronomia nazionale russa.
I PIROSKI E I BLINY
I prodotti elaborati a base dimpasto
lievitato sono il biglietto da visita della
cucina russa. La variet di ripieni e di
tipi di impasto interminabile. Aperti,
pizzicati, modellati, con ricotta, panna
acida, dolci e salati, i pirog sono fagottini dalle mille risorse.
La Mslenitsa un particolare carnevale russo che si celebra prima di

I cibi pi tipici a Mosca sono:

sa che accentua il sapore.

Zakuski: sono degli antipasti, funghi e


cetriolini sottaceto, pane nero di segale, la feta speziata, e in genere accompagnano vari bicchieri di vodka, la bevanda
nazionale.

Salianka o solianka: unaltra zuppa molto comune a Mosca. Si caratterizza per la


quantit di ingredienti, tra cui una base di
varie verdure e olive nere.

Borscht o borsh: la regina delle zuppe


per tutti i giorni di freddo ed a base di barbabietola. Solitamente, la si accompagna
con la smetana, una panna acida e corpo-

Pasqua non si concepisce senza un


invito a mangiare i bliny (una specie di piccole crpes lievitate). Che,
per, si possono mangiare anche tutto lanno. Inoltre, esistono altri piatti che si preparano solo in occasione
di alcune feste: il kulich di Pasqua o i
pasochki, che sono delle madeleine a
base di ricotta; le allodole primaverili,
figurine di impasto a forma di questo
uccello; le scale di segale, per il giorno
di San Giovanni della Scala (San Giovanni Climaco) e le paste di Natale di
Arjngelsk. Non si possono dimenticare due zuppe fredde che i russi adorano, la okroshka e la botvinia, la cui
base il kvass di pane, una bevanda
fermentata di malto o farina.
I SOTTACETI
I sottaceti tradizionali o verdure e funghi fermentati, tramite fermenti lattici
naturali, sono una parte molto importante della cucina russa. La salamoia

Blinis: sono una specie di crespelle, che si


mangiano in versione salata o dolce. I bliny
pi tipici da secondo piatto sono quelli che
accompagnano il ripieno di funghi e panna acida.

dei cetriolini e del cavolo sottaceto ha


occupato lo stesso posto, nella gastronomia russa, della salsa di soia nei
Paesi del sud-est asiatico. A parte la
schi, a base di sottaceti, si preparano
altri piatti, in cui la salamoia lingrediente principale, come le zuppe
solianka, rassolnik e kalia.
LE ZUPPE
Si tratta, innanzitutto, di piatti che
richiedono una lunga cottura a fuoco
basso: si devono mantenere, per varie
ore, a una temperatura tra i 200 e gli
80 gradi. I distinti tipi di zuppa schi (il
cui ingrediente principale il cavolo)
e le zuppe davena sono state, per secoli, i piatti pi popolari. Cos, il pranzo
tradizionale di una famiglia contadina
consiste in una ciotola di schi stufata e
una ciotola di zuppa davena ben cotta, di grano saraceno, mais, segale o
grano. Una combinazione ben pensata anche dal punto di vista alimentare.
39

Insalata di cetriolo,
trionfo di fragranze e profumi
a calorie quasi zero.

NEL MONDO: RUSSIA


Caviale
di champignon.

Insalata
di cetriolo

15 minuti

8 persone

Ingredienti:

5 cetrioli
1 sedano molto tenero
2/3 di tazza di olive denocciolate
2 peperoni rossi grigliati
1 cucchiaino di menta tritata
1 cucchiaino di semi di anice o finocchio
1/3 di tazza di olio doliva
2 cucchiai di aceto
cime fresche di finocchio
sale

1. Tagliare i cetrioli, precedentemente pelati, a met per lungo. Togliere i


semi in eccesso e tagliarli successivamente a fette fini.
Aggiungere la menta, i semi, le olive precedentemente tritate, i peperoni grigliati tagliati a fettine, il sedano
molto fine e il sale. Condire con olio e
aceto a piacere.
2. Aromatizzare, decorando con alcuni rami freschi di finocchio.

Salsa russa
di tofu

20 minuti

1 barattolo

Ingredienti:

120 g di tofu
1 cucchiaio di aceto di mele o succo
di limone
cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaino di sale
cucchiaino di aglio in polvere
di cucchiaino di senape in polvere
tazza di ketchup o concentrato
di pomodoro
tazza di salsa di cetriolini
sottaceto tritati e aneto

2. Frullare bene il tutto fino a ottenere un composto delicato e cremoso.


3. Versare il composto in una scodella.
4. Aggiungere il pomodoro e la salsa di cetriolini. Mescolare bene fino
a che tutto sia amalgamato.
5. Mettere in frigo, fino al momento
di consumare. Si pu conservare per
una settimana circa.

Caviale

di champignon

35 minuti

1. In un frullatore, unire il tofu, laceto o il succo di limone, lo zucchero di


canna, il sale, laglio in polvere e la
senape in polvere.

Ingredienti:

1 barattolo

250 g di champignon tritati


grossolanamente
1 cucchiaio di olio evo
4 cipollotti ben tritati
5 spicchi daglio medi, tritati
cucchiaino di timo fresco tritato
2 cucchiaini di succo di limone fresco
4 cucchiaini di aceto balsamico

di cucchiaino di pepe nero appena


macinato

1. Scaldare 1 cucchiaino dolio in una


padella larga e soffriggere a fuoco
medio i cipollotti per 2 minuti. Mettere da parte.
2. Scaldare lolio restante per poi
aggiungere la met degli champignon, laglio e il timo (non riempire la pentola del tutto, in modo che
i funghi si cucinino bene), fino a
quando siano teneri.
3. Con un frullatore, tritare i cipollotti e i funghi, ma senza ridurre a crema. Farlo un po per volta.
4. Versare tutto il composto in una
padella. Aggiungere il succo di limone, laceto e il pepe. Cuocere a fuoco
medio fino a che il liquido sia evaporato (pochi minuti).
5. Servire in una ciotola, per spalmarlo sulle fette di pane tostato, o su una
pita o per condire le verdure e insalate.
41

NEL MONDO: RUSSIA

cetriolini, mettendo un rametto grande o due di dragoncello in ogni recipiente di vetro.


4. Aggiungere 2 o 3 spicchi daglio e
i peperoncini.
5. Fare una salamoia di aceto, il sale
e lacqua e versare sui cetriolini.
6. Sigillare con coperchi a chiusura
ermetica. Sterilizzare, immergendoli in acqua e portando a ebollizione
per 10 minuti.

Baklazhanaya Ikra
80 minuti

6 persone

Ingredienti:
400 g di pomodori pelati tagliati in
quarti
3 melanzane molto grandi
2 cipolle medie, pelate e tagliate a
pezzi piccoli
olio evo per friggere
1 testa di aglio pelato
1 pagnotta di pane di segale
sale e pepe a piacere

1. Con una forchetta bucare le melanzane un paio di volte. Metterle in un


vassoio ricoperto con della carta da
forno, e infornare a 180 C fino a che
siano bene cotte.
2. Farle raffreddare. Pelare bene e tritare finemente la polpa della melanzana.
3. Tritare la cipolla. Versare 2 cucchiai di olio in una padella e scaldare
a fuoco medio. Aggiungere la cipolla. Abbassare la fiamma e far cuocere, rimescolando fino a che abbiano
assunto un colore scuro
4. Quando le cipolle e la melanzana
sono pronte, si pu fare la salsa.
5. Con laiuto di un frullatore, mescolare laglio e i pomodori. Sminuzzare
fino a formare un impasto delicato e
versare in una scodella. Aggiungere
la melanzana tritata, la cipolla e lolio
usato per cuocere. Regolare di sale e
pepe e di altro olio a piacere. Servire
da spalmare sopra il pane di segale.
42

Insalata

Cetriolini sottaceto

di ravanelli

al dragoncello

30 minuti

45 minuti

2 barattoli

Ingredienti:

120 g di cetriolini sottaceto


4 tazze di aceto
2,5 tazze di acqua
2
cucchiai di sale grosso

6 rametti di dragoncello fresco


10 spicchi di aglio
3 peperoncini rossi
1. Lavare bene i cetriolini con acqua
e bicarbonato, e sciacquare.
2. Mettere i barattoli di vetro in
una pentola, aggiungere lacqua per
coprire i barattoli e portarli a ebollizione. Far bollire per 10 minuti.
3. Riempire i recipienti di vetro con i

4 persone

Ingredienti:

125 g di ravanelli
prezzemolo
1 cipolla
4 cucchiai di olio di oliva
3 cucchiaini di succo di limone
sale e pepe

1. Pelare e tagliare a fette rotonde


molto fini i ravanelli.
2. Affettare sottilissima la cipolla e
metterla a bagno in un po di aceto
per mezzora. Tritare il prezzemolo.
3. Scolare la cipolla e mescolare tutti
gli ingredienti e condire con lolio, il
succo di limone, sale e pepe. Lasciar
riposare un poco prima di servire.

Cetriolini sottaceto
al dragoncello.

Insalata di ravanelli,
una pietanza con poche calorie
ma induce un blando effetto narcotizzante.

NEL MONDO: RUSSIA

Borsh vegano.

44

NEL MONDO: RUSSIA

Zuppa

al latte e funghi
35 minuti

4 persone

Ingredienti:

1 l di latte di riso o di soia


250 g di funghi 300 g di patate
50 g di cipolle
30 g di margarina
prezzemolo aneto sale

1. In una padella soffriggere con la


margarina per 10 minuti la cipolla a
spicchi sottili, con i funghi.
2. Portare litro dacqua a bollore,
salarla e aggiungere le patate in piccoli pezzi.Quando saranno morbide aggiungere cipolla, funghi e latte.
3. Continuare a bollire a fuoco vivace,
finch le patate saranno completamente cotte e morbide, la zuppa pronta.
Va servita in tavola molto calda con
prezzemolo e aneto fresco tritati sopra.

Borsh
vegano

80 minuti

6 persone

Ingredienti:

4 barbabietole rosse grandi


lacqua di cottura delle barbabietole
1 cipolla gialla tagliata a dadini
3 spicchi daglio
2 litri di brodo vegetale
1 tazza di cavolo marinato (crauti)
3 carote grandi
2 patate
1 tazza di cetriolini marinati
3 foglie di alloro
un pezzetto di zenzero
tazza di aneto fresco
tazza di prezzemolo fresco
yogurt vegetale con aggiunta di limone
sale e pepe

Pirozhky
di patate.

1. Mettere le barbabietole pelate in


una pentola dacqua salata e portarle
a ebollizione. Cuocere a fuoco lento
finch non saranno morbide. Scolare, conservando lacqua di cottura.

2. Tagliare le barbabietole, le patate e


le carote a piccoli pezzi.
3. In una pentola, soffriggere cipolle e aglio tritati. Aggiungere carote e
patate rosolando 2 minuti, poi cuocere
coperto per 10 minuti.
4. Aggiungete il brodo, un litro dacqua di cottura delle barbabietole, le
barbabietole e i crauti tritati, alloro,
pepe e lo zenzero grattugiato. Cuocere a fuoco lento finch le carote e le
patate non saranno morbide.
5. Aggiungete i cetriolini marinati
tritati finemente e lasciate sul fuoco
basso ancora per 5 minuti.
6. Per servire aggiungere, nei piatti,
yogurt, aneto e prezzemolo.

Pirozhky
di patate

60 minuti + 180 di levitazione


6 persone

Ingredienti per limpasto

600 g di farina bianca 00


80 g di olio doliva
230 ml di acqua tiepida
15 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di zucchero

Ingredienti per il ripieno:

3 patate
1 cipolla

1 tuorlo duovo
noce moscata pepe nero

Per limpasto:
1. Sciogliere lievito e zucchero in un
cucchiaio dacqua tiepida, e mettere in luogo caldo. Una volta gonfiato,
aggiungerlo alla farina, con sale e olio.
2. Impastare, unendo lacqua un po
alla volta, per ottenere una pasta morbida, ma non appiccicosa. Mettere la
pasta in una ciotola e avvolgere in un
panno, lasciando lievitare in un luogo caldo per quasi due ore.
Per il ripieno:
1. Lavare e lessare le patate, poi sbucciarle e passarle nello schiacciapatate.
2. Tritare grossolanamente la cipolla
e soffriggere qualche minuto in poco
olio. Unirla alle patate, con le spezie, il
sale e luovo e mescolare bene.
Composizione:
1. Stendere la pasta lievitata e ricavarne dei dischi di circa 10-12 cm. Porre un
cucchiaino colmo di ripieno al centro di
ogni dischetto, poi ripiegare a met e
chiudere bene i bordi con le dita.
2. Cuocere i pirozhky in forno statico
a 180 C per circa 25 minuti, finch
sono dorati, e servire caldi o tiepidi.

45

Pasta al forno

Piatti che il giorno dopo sono anche pi buoni.

Pasticcio di pasta.

PASSO PASSO

Pasticcio
di pasta

60 minuti

Ingredienti:

300 g di maccheroni
200 g di ricotta 2 uova
200 ml di latte
100 ml di crema di riso
80 g di parmigiano grattugiato
1 pomodoro sminuzzato
1 melanzana piccola
1 zucchina piccola 80 g di capperi
1 ciuffo di prezzemolo
sale e pepe

5 persone

1. Cuocere la pasta al dente. Scolare.


Tritare il prezzemolo.
2. In una ciotola, mescolare la ricotta, le uova, il latte e la crema di riso.
Aggiungere la met del parmigiano e il pomodoro. Mescolare bene la
pasta, il prezzemolo e i capperi in un
altro contenitore. Condire con il sale
e il pepe.
3. Tagliare a fette melanzana e zucchina e scottarle in un padellino con
poca acqua.
4. Preriscaldare il forno a 200 C.
Ungere con dellolio una teglia da forno e aggiungere il preparato di pasta.

Versare la maggior parte della crema


sulla pasta.
5. Coprire con le fette di melanzana,
di zucchina e la crema di riso restante. Spolverare con il formaggio.
6. Coprire il piatto con un foglio di
alluminio. Infornare per 25 minuti.
Togliere la carta alluminio e continuare la cottura con il grill fino a che
la pasta sia dorata.
Potete utilizzare anche resti
di verdure per rendere questo
piatto sempre diverso e non sprecare gli avanzi!

47

PASSO PASSO

Corona
di pasta.

Corona
di pasta

70 minuti

8 persone

Ingredienti:

500 g di spaghetti
6 uova
150
g
di pomodorini

3
cipollotti
48

100 g di carota

100 g di fagiolini verdi


60 g di piselli verdi
200
ml di crema di riso
3 cucchiai di olio evo

50 g di olio di semi di zucca


pepe macinato
noce moscata
sale

Ingredienti per la salsa:

400 g di pomodori

sminuzzati
2 cipolle
1 cucchiaio di olio doliva
1 cucchiaio di zucchero integrale
origano
sale
pepe

PASSO PASSO

1. Lavare i pomodorini e dividerli a


met. Lavare le cipolle e affettarle.
Pulire e tagliare la carota, a fette.
Cuocere per 3 minuti in acqua salata carota, fagiolini e piselli.
2. Cuocere la pasta al dente in acqua
salata. Scolare e aggiungere le verdure. Unire lolio di semi di zucca,
il pepe e un poco di noce moscata.

3. Mettere gli spaghetti con le verdure, un uno stampo a ciambella,


unto con lolio doliva.
4. In una scodella, mescolare le
uova con la crema di riso, il sale e il
pepe. Versare nella teglia. Infornare
a 180 C per circa 20 minuti.
5. Intanto preparare la salsa. Sbucciare e tritare la cipolla, e dorarla in

un poco dolio. Aggiungere i pomodori sminuzzati, il sale, il pepe e


un po di zucchero. Cuocere a fuoco basso per 20 minuti, mescolando di tanto in tanto, fino a quando
si inspessisce. Alla fine aggiungere
lorigano tritato.
6. Servire la corona di pasta accompagnandola con la salsa.
49

PASSO PASSO
Lasagna
al radicchio rosso.

4. Ungere una teglia da forno con


dellolio. Porre uno strato di lasagna,
stendere uno strato di besciamella,
della cicoria e un po di formaggio.
Coprire con un altro strato di pasta
e ripetere loperazione fino a utilizzare tutti gli ingredienti. Lultimo
strato sar di pasta e besciamella.
5. Infornare, in forno preriscaldato
a 180 C, per 10 minuti.
6. Spargere i pinoli e il formaggio
rimasto, a scaglie, e gratinare per
altri 5 minuti.

Maccheroni
con olive
tofu e basilico
45 minuti

Gratin di tortiglioni

Lasagna

con piselli e cavolfiore


50 minuti

4 persone

1. Lavare il cavolfiore, eliminando torsolo e foglie, staccarne i ciuffi e cuocerli al vapore per 10 minuti, fino a
che siano teneri ma sodi.
2. In una padella con poco olio, saltare
il cavolfiore, regolando di sale e pepe,
curcuma e lo zenzero grattugiato.
3. Cuocere la pasta al dente, scolarla
e in una terrina condire con poco olio,
e unire il cavolfiore e la besciamella.
4. Distribuire il composto in una casseruola unta di olio. Spolverare la superficie con pangrattato e mandorle. Cuocere a 180 C per 10 minuti poi far gratinare per altri 10 minuti e servire caldo.
50

50 minuti

Ingredienti:

350 g di tortiglioni
1 cavolfiore piccolo
200 g di besciamella vegan
1 cucchiaio di curcuma
1 cucchiaio di zenzero fresco
2 cucchiai di olio doliva
2 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaio di mandorle grattugiate
sale
pepe

al radicchio rosso

6 persone

Ingredienti:

500 g di radicchio rosso di Treviso


200 g di pasta per lasagna non alluovo
1 cipolla media
2 cucchiai di margarina
30 g di farina
300 ml di latte di soia
100 ml di crema di riso
60 gr di formaggio vegan
4 cucchiai di pinoli
noce moscata
olio evo
sale e pepe

1. Sbucciare la cipolla e tritarla fine.


Cuocerla con il radicchio rosso, pulito e tagliato a fettine, in una padella
con pochissimo olio e sale.
2. Fondere la margarina in una casseruola, spolverando con la farina.
Aggiungere il latte e la crema di
riso e mescolare bene fino a formare una besciamella spessa. Condire con sale, pepe e noce moscata.
3. Lessare le lasagne come indicato
sulla confezione. Scolarle e stenderle su canovacci puliti.

Ingredienti:

4 persone

400 g di maccheroni
200 g di tofu
800 g di pomodoro sminuzzato
4 carciofi
50 g di olive di Kalamata
1 cipolla
3 spicchi daglio
olio evo
4 o 5 foglie di basilico fresco
sale

1. Tritare laglio, la cipolla e far soffriggere il tutto in una padella con


dellolio. Quando imbiondiscono,
aggiungere il pomodoro e un pizzico di sale. Far cuocere fino a ottenere
una salsa densa. Aggiungere, quindi,
i carciofi puliti delle parti dure, tagliati a quarti e sbollentati con una goccia di limone.
2. Lessare i maccheroni al dente e
raffreddarli sotto lacqua per fermare la cottura.
3. Tagliare a dadi il tofu e saltarlo in
una casseruola larga, con poco olio.
Aggiungere la salsa di pomodoro con
i carciofi, i maccheroni scolati. Amalgamare bene il tutto.
4. Passare al forno 10 minuti unendo
le olive e guarnire poi di basilico.

Maccheroni
con olive.

Masoor dal
con riso speziato.

Golosit vegane

Cinque ricette di facile realizzazione e di grande effetto.


Per dimostrare ai vostri amici che i vegani non mangiano solo verdure.

SFIZI VEGAN
Dadolata di
lenticchie
e alghe.

Masoor dal

con riso speziato


50 minuti

Ingredienti:

130 g di lenticchie rosse pelate


120 g riso a chicchi lunghi o basmati
1 cipollotto grande con i gambi
2 spicchi di aglio
2 pomodori perini maturi
1 carota
2 cucchiai di margarina
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino di peperoncino macinato
1 cucchiaino di garam masala
1 cucchiaino di prezzemolo secco
1 cucchiaino di zenzero secco
1 cucchiaino di origano secco
2 foglie di alloro
1 cucchiaino di aglio in polvere
cucchiaino di pepe nero
sale a piacere

4 persone

1. Far bollire il riso nel doppio del


suo volume di acqua, con il cucchiaino di aglio, un cucchiaino di zenzero,
il prezzemolo, lorigano, le foglie di
alloro, poco sale e pepe nero. Quando pronto, sciacquare per fermare
la cottura e tenere da parte.
2. Tritare gli spicchi daglio e il
cipollotto molto finemente, mettendo da parte i gambi. Pelare la carota e tagliarla a met e poi a fettine.
Tritare fine il gambo del cipollotto e
tagliare i pomodori a cubetti e mettere da parte separatamente.
3. In una pentola media, mettere un
cucchiaio colmo di margarina e soffriggere la cipolla, laglio e la carota a fuoco medio. Quando la cipolla
diventata trasparente, aggiungere
le lenticchie, il pomodoro, il garam
masala, lo zenzero e il peperoncino
macinato. Mescolare bene per alcuni minuti e coprire con acqua a raso.
meglio aggiungere a poco a poco
lacqua secondo necessit, per non
rischiare di avere una zuppa troppo liquida.
4. Coprire e far cuocere circa 15
minuti girando di tanto in tanto. Poi

aggiungere i gambi del cipollotto, un


cucchiaio di margarina e poca acqua,
se necessario. Far cuocere coperto
per altri 5 minuti. Si dovrebbe essere
formato quasi un pur morbido. Servire accompagnato dal riso.
Questo un piatto base della
cucina indiana. La zuppa di
legumi,dal o dahl, di lenticchie
rosse (masoor), molto piccole e delicate, che cuocendo diventano gialle.
un piatto molto completo e semplice.

Dadolata

di lenticchie e alghe
30 minuti+frigo

4 persone

Ingredienti:

400 g di lenticchie gi cotte


tazza di alghe miste, reidratate

1 pomodoro non maturo


peperone rosso

peperone verde a pezzetti


2 cucchiai di cipollotto tritato
1 carota
4
cucchiai
di olio evo

1
limone

sale e pepe
1. Dopo aver cotto le lenticchie, metterle in una terrina, quando sono
fredde aggiungere le alghe reidratate.
2. Tritare il cipollotto e tagliare in
piccolissimi pezzi le verdure. Unire
alle lenticchie. Mescolare bene.
3. Preparare una vinaigrette con olio,
sale, succo e buccia grattugiata di
limone, unire alle verdure, mescolare e mettere in frigorifero, almeno
15 minuti.
4. Servire spolverato di pepe nero
come antipasto.
53

SFIZI VEGAN

Pat di champignon
e peperone piquillo
40 minuti

Ingredienti:

20 champignon medi
4 peperoni piquillo o un peperone
rosso dolce
cipolla
foglie fresche di mentuccia o nepitella
2 cucchiaini di olio evo

8 porzioni

1. In una padella far scaldare lolio.


Quando tiepido mettere la cipolla a
dorare. Aggiungere gli champignon
ben tritati e, quando cotti, aggiungere i peperoni piquillo, anchessi tritati.
2. Mescolare e togliere dal fuoco. Far
intiepidire, aggiungere le foglie di
mentuccia e tritare bene con il frullatore a immersione o con il tritatutto.
3. Mettere il pat in un barattolo pulito:
pronto per essere consumato o spalmato sul pane o con crudit o, ancora,
con riso o filetti di seitan, ad esempio.
Conservare per qualche giorno in frigo.

Pat di champignon
e peperone piquillo.

la, la carota grattugiata, il cumino, due


cucchiai di salsa di soia e il prezzemolo. Impastare bene. Con le mani fare
delle crocchette grandi come una noce.
4. Passare le polpettine nella farina
bianca e cuocerle sulla piastra unta
con un po dolio. Metterle ad asciugare in un piatto, ricoperto con della carta da cucina.

Torta di cioccolato

Crocchette

e tofu setoso

di tempeh

45 minuti

Ingredienti:

1 confezione di tempeh fresco


1 cipolla (tagliata a cubetti)
1-2 carote (grattugiate fini)
prezzemolo (tritato fine)
una striscia di alga wakame
cumino salsa di soia o tamari
farina bianca
olio evo sale

1. In una casseruola coperta con


acqua a met del volume, a fuoco
basso per 20 minuti circa, cuocere il
tempeh, lalga a pezzetti, alcune gocce di salsa di soia.
2. In un padellino, saltare la cipolla
con olio e sale per 10 minuti.
3. In una ciotola, sminuzzare il tempeh
con una forchetta, aggiungere la cipol54

80 minuti

2 persone

4 persone

Ingredienti:

800 g di tofu setoso


250 g di cioccolato in tavoletta
tazza di zucchero a velo di canna
2 cucchiai da zuppa di olio di cocco
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 rotolo di pasta sfoglia o frolla vegan

Si consiglia di usare delle fruste elettriche, invece di un robot da cucina. Attenzione quando si lavora il cioccolato fuso,
che indurisce velocemente.
1. Sbattere il tofu setoso con le fruste,
a velocit media/bassa. Contemporaneamente far sciogliere il cioccolato a
bagnomaria.
2. Quando il cioccolato non ancora
sciolto completamente, togliere dal fuoco e girarlo con un cucchiaio di legno
fino a farlo diventare liquido con il calo-

re restante.
3. Far riposare il cioccolato per farlo
raffreddare un po, prima di versarlo
nel tofu.
5. Nel frattempo, preriscaldare il forno a
180 C e mettere la pasta sfoglia o frolla in una teglia, foderata con della carta da forno. La sfoglia deve arrivare a
coprire in altezza i bordi per contenere
tutto il ripieno.
6. Versare lentamente il cioccolato nel
tofu, a fruste accese, fino a ottenere una
crema omogenea. Prima di spegnere le
fruste, versare lolio. Aspettare pochi
secondi e aggiungere lo zucchero a velo,
mescolare ancora un minuto fino a che
tutto sia completamente incorporato.
7. Versare il composto sulla sfoglia.
Spolverare la crema con il bicarbonato e mescolare con molta attenzione,
cercando di non toccare sotto la sfoglia
perch il bicarbonato non si attivi prima del tempo.
8. Infornare la torta immediatamente
per almeno unora. Gli ultimi 15 minuti spostare nella parte bassa del forno.
9. Quando limpasto dorato e si va formando una crosta, sfornare e raffreddare. Una volta fredda si pu conservare in frigo. Dato che il ripieno privo di
farina, ci impiegher un pochino prima
di assumere la consistenza giusta e terminer di cuocersi fuori dal forno, mentre si raffredda. importante, dunque,
che la base di sfoglia sia consistente e
alta sui bordi.

Torta di cioccolato
e tofu setoso.

Merende
per crescere
Ricette adatte per i bambini, ma anche appetizer
e dessert golosi per gli adulti.

Crespelle di grano saraceno


ripiene di frutta: un dolce che pu essere una
merenda completa, piena di frutta e vitamine.

PICCOLI

Crespelle

di grano saraceno
ripiene di frutta
60 minuti

4 persone

Ingredienti per le crespelle:

VEGETARIANI

Insalata di mandarini
con gelato di vaniglia:
mangiare la frutta,
con un po di gelato,
diventa subito dessert!

50 g di farina integrale
50 g di farina di grano saraceno
1 uovo
300 ml di latte
1 cucchiaino di olio
un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

1 kiwi

mango
1 mela piccola
1 pera 1 arancia
15 g di zucchero

1. Preparare la pasta delle crespelle: in


una ciotola mettere le farine e il sale,
aggiungere luovo, lolio e poi versare il
latte, mescolando continuamente. Continuare a mescolare, ma senza sbattere,
fino a formare un composto omogeneo
e fluido. Lasciar riposare per 30 minuti.
2. Nel frattempo, pelare larancia al
vivo. Schiacciare la polpa e mettere a cuocere insieme con lo zucchero e cinque cucchiai del suo succo.
Togliere i pezzi di polpa e mettere
da parte lo sciroppo che si creato.
3. Sbucciare e tagliare a dadini la
frutta e bagnarla con lo sciroppo.
4. Cuocere le crespelle ungendo leggermente una padella con una carta. Mettere a fuoco medio e quando comincia a fumare, versare un
mestolino di pastella a coprire il fondo, cercando che sia molto sottile.
5. Quando comincia a rassodarsi girare la crespella e farla dorare
dallaltro lato per qualche secondo.
Impilate le crespelle una sua laltra,
a mano a mano che cuociono.
6. Distribuire la frutta al centro di
ogni crespella, messa su un piatto.
Unire gli estremi della crespella formando un sacchetto che si chiude
con uno stuzzicadenti o con filo da
cucina. Servire tiepide.

Insalata di mandarini
con gelato di vaniglia
15 minuti

Ingredienti:

4 persone

4 palline di gelato di vaniglia


3 mandarini
1 arancia
2 kiwi
100 g di zucchero
1 cucchiaino di zenzero in polvere
bacche di cardamomo

1. Mettere lo zucchero in un pentoli-

no con 1 bicchiere dacqua e cuocerlo per 10 minuti. Versare lo zenzero


e cuocere per qualche altro minuto.
2. Grattugiare un poco di buccia di
arancio e mandarino. Pelare gli agrumi ottenendo gli spicchi al vivo. Pelare i kiwi e tagliarli a fettine.
3. Distribuire la frutta in 4 piatti,
creando una corona. Versare un po
di sciroppo e lasciarlo raffreddare
in frigo. Poi collocare una pallina di
gelato al centro e ornare con alcune
bacche di cardamomo e la buccia di
arancio.
57

VEGETARIANI

PICCOLI

Crocchette
di mandorle

Pomodori ripieni di tofu:


Un antipasto che piace ai bambini,
e pu essere un pasto leggero.

40 minuti

Ingredienti:

100 g di mandorle dure


100 g di seitan tritato
1 cipolla tagliata a cubetti
2 cucchiai di farina di grano
saraceno
1 cucchiaino di aceto di mela
bicchiere di latte di avena
un pizzico di sale
2 foglie tritate di salvia
3 funghi shijtake a bagno
2 cucchiai di pangrattato
olio di arachidi per friggere
1 cucchiaio di miso

3 persone

1. In un robot da cucina, sminuzzare


il seitan fino a ottenere un composto
simile alla carne tritata.
2. Tagliare i funghi a strisce molto
fini. Sminuzzare le mandorle a pezzi piccoli.
3. Mescolare laceto di mela con la
farina di grano saraceno. Far riposare.
4. Saltare i funghi con un po dolio
e un cucchiaio di miso.
5. Impastare tutti gli ingredienti con
le mani, tranne il pangrattato. Dare
forma di crocchette con le mani umide e impanare con il pangrattato.
6. Friggere in abbondante olio e servire calde, accompagnate da pomodorini o insalata.

Pomodori

ripieni di tofu
45 minuti

4 persone

Ingredienti:

200 g di tofu delicato


4 pomodori grandi maturi
olio evo
25 g di pat di carciofi
acqua q.b.
prezzemolo

1. Lavare bene i pomodori e dividerli a met creando i bordi a zigzag.


58

Svuotare la polpa e metterli a scolare


a testa in gi. Aggiungere poi la polpa di pomodoro nel bicchiere di un
frullatore insieme con il tofu mediterraneo e, se serve, aggiungere un
poco dacqua. Tritare.
2. Aggiungere lolio e il prezzemolo
tritato. Mescolare bene delicatamente.
3. Riempire i pomodori svuotati con
la crema di tofu e ornare con un cucchiaino di pat di carciofi.
4. Infornare a forno ben caldo e grill
per farli dorare. Decorare con un ciuffetto di prezzemolo e servire caldi.

Queste crocchette macrobiotiche sono ricche di sostanze e


calcio, e sono indicate specialmente
per i bambini.
Il seitan ha un apporto proteico elevato (18%) e contiene pochi grassi;
la composizione in amminoacidi
delle sue proteine a basso valore
biologico, dato che il glutine una
proteina sbilanciata. La mandorla invece ha alto contenuto calorico, ma ricca di proteine, inoltre di
vitamina E, di magnesio, di ferro e
di calcio 220.

ABBONATI SUBITO!
SCEGLI IL METODO PI COMODO PER ABBONARTI:
ONLINE sul sito www.myabb.it/lamiacucinavegetariana

FAX invia il coupon allo 02

700537672

POSTA Compila, ritaglia e spedisci il coupon in busta chiusa a: Sprea International - Servizio Abbonamenti - Via Torino, 51 - 20063 - Cernusco s/N (Mi)

Ti verr inviato bollettino precompilato a casa da pagare presso uffici postali.

02 87158225

TELEFONA allo
Dal luned al venerd dalle ore 9,00 alle ore 18,00. Il costo massimo della telefonata
da linea fissa pari a una normale chiamata su rete nazionale in Italia. Da telefono cellulare il costo dipende dal piano tariffario in uso.
Via mail: abbonamenti@myabb.it

1 anno - 12 numeri

34,90 invece di 46,80


SCONTO 25%
Tagliare lungo la linea tratteggiata Puoi anche fotocopiarlo per non rovinare la rivista

ABBONANDOTI

TUTTI I NUMERI ASSICURATI:


se per cause di forza maggiore qualche numero
della rivista non venisse stampato,
labbonamento verr prolungato fino
al raggiungimento dei numeri previsti.
RIMBORSO GARANTITO:
potrai disdire il tuo abbonamento quando vorrai,
con la sicurezza di avere il rimborso dei numeri
che non hai ancora ricevuto.
Informativa ex Art.13 LGS 196/2003. I suoi dati saranno trattati da Sprea International S.r.l. Socio Unico Sprea Holding S.p.A., nonch dalle societ con essa in rapporto di controllo e collegamento ai sensi dellart. 2359 c.c. titolari del trattamento, per dare corso alla sua richiesta di abbonamento. A tale scopo, indispensabile il conferimento
dei dati anagrafici. Inoltre previo suo consenso i suoi dati potranno essere trattati dalle Titolari per le seguenti finalit: 1) Finalit di indagini di mercato e analisi di tipo statistico anche al fine di migliorare la qualit dei servizi erogati, marketing, attivit promozionali, offerte commerciali anche nellinteresse di terzi. 2) Finalit connesse alla comunicazione dei suoi dati personali a soggetti operanti nei settori editoriale, largo consumo e distribuzione, vendita a
distanza, arredamento, telecomunicazioni, farmaceutico, finanziario, assicurativo, automobilistico, e ad enti pubblici ed Onlus, per propri utilizzi aventi le medesime finalit di cui al suddetto punto 1) e 2 ). Per tutte le finalit menzionate necessario il suo esplicito consenso. Responsabile del trattamento Sprea International, Via Torino, 51 20063 - Cernusco s/N (Mi). I suoi dati saranno resi disponibili alle seguenti categorie di incaricati che li tratteranno
per i suddetti fini: addetti al customer service, addetti alle attivit di marketing, addetti al confezionamento. Lelenco
aggiornato delle societ del gruppo Sprea International S.r.l., delle altre aziende a cui saranno comunicati i suoi dati
e dei responsabili potr in qualsiasi momento essere richiesto al numero 02.87.15.82.25 Customer Service. Lei
pu in ogni momento e gratuitamente esercitare i diritti previsti dallarticolo 7 del D.Lgs.196/03 - e cio conoscere
quali dei suoi dati vengono trattati, farli integrare, modificare o cancellare per violazione di legge, o opporsi al loro
trattamento - scrivendo a Sprea International, Via Torino, 51 - 20063 - Cernusco s/N (Mi)

Ricever 12 numeri a soli 34,90 euro anzich 46,80 euro con lo sconto del 25%

Inviate La Mia Cucina Vegetariana al mio indirizzo:


Cognome e Nome
Via

N.

Localit

CAP

Tel.

Prov.

email

Scelgo di pagare, in un unico versamento:


Con il bollettino postale che mi invierete
Con carta di credito: Visa American Express

Diners

OFFERTA VALIDA SOLO PER LITALIA

PREZZO BLOCCATO:
per tutta la durata dellabbonamento non
pagherai un euro in pi, anche se il prezzo
di copertina dovesse subire aumenti.

S! Mi abbono a La Mia Cucina Vegetariana

Mastercard

Numero
Firma

Scad. (mm/aa)

Regalo La Mia Cucina Vegetariana a:


Cognome e Nome beneficiario
Via

N.

Localit

CAP

Tel.

Prov.

LMCV 60

AVRAI
DIRITTO
AI SEGUENTI
VANTAGGI

COUPON DI ABBONAMENTO

email

Compila, ritaglia e invia questo coupon in busta chiusa a:


Sprea International - Servizio Abbonamenti - Via Torino, 51 - 20063 - Cernusco s/N (Mi)

ABBONATI ANCHE SU INTERNET! Collegati subito a www.myabb.it/lamiacucinavegetariana


Accetto di ricevere offerte promozionali e di contribuire
con i miei dati a migliorare i servizi offerti (come specificato
al punto 1 dellinformativa privacy): SI NO

Accetto che i miei dati vengano comunicati


a soggetti terzi (come indicato al punto 2
dellinformativa privacy): SI NO

LA FELICIT A PORTATA DI MANO

FARSI LA PASTA!

Una attivit manuale e creativa tutta da scoprire. Un viaggio magico e misterioso


di soli 15 minuti per annullare lo stress di una giornata.

bbiamo un immaginario ricco di mamme, zie e nonne


riunite che passavano le mattinate a fare la pasta e il ricordo di questa officina familiare
si traduce in questi tre abbagli: ci vuole un sacco di tempo,
si sporca tutta la cucina, fatica fisica e difficolt insuperabili. Ma i ricordi dellinfanzia
sono ingigantiti ed enfatizzati.
Eravamo bimbi e tutto ci sembrava grande. Farsi la pasta in
casa da soli facile, divertente
e rapido. Ci vogliono 15 minuti. Poi mettete a bollire lacqua
e buttate la pasta, la condite
e la soddisfazione che proverete mangiandola e facendola
gustare agli amici sar impagabile. Cominciamo con acqua
e farina, senza uova, una pasta
vegetariana e vegana, per fare
pici, orecchiette, malloreddus,
cavatelli, pizzoccheri, strozzapreti. S, la prima volta vi verranno un po irregolari, scomposti e bitorzoluti, ma quando
avrete preso la mano diventerete dei Benvenuto Cellini degli
impasti e infine riuscirete pure
a fare i ravioli di zucca come
una massaia mantovana! Farsi
la pasta da soli una disciplina
zen, una meditazione trascendentale, un flash, uno sballo!

TUTTO CI CHE SERVE


A PORTATA DI MANO
Ecco alcuni accessori di cui
dovete dotarvi. Una spiana-

60

toia o asse pasta in legno di


formato non troppo grande,
per esempio 50x80. Il piano
di legno deve essere a tavola unica e senza nodi. Si trova su Amazon o da IKEA, ce
ne sono cento tipi da 20 a 100
Euro. Una spatola triangolare o raschietto in acciao inox
o in silicone. Costa al max 10
euro e serve per pulire la spianatoia dai residui dellimpasto. La spianatoia va bagnata il meno possibile e non vanno usati detergenti per pulirla. Un mattarello in legno da
55/65 cm, costo tra 10 e 20

euro. Una rotella tagliapasta


da 5 euro. Un coltello che gi
avete in cucina.

INGREDIENTI
Per creare pasta sufficiente
per tre porzioni occorrono 300
g di farina 00. Iniziate lavorando un impasto da 300 g, quando avrete preso confidenza
con la materia aumenterete le
dosi. Tenete a portata di mano
mezzo litro di acqua calda, ma
non bollente per non scottarvi
le mani e un mestolo, e prima
di iniziare salate leggermente
lacqua calda.

PER SAPERNE DI PI

LIMPASTO PRENDE
CONSISTENZA
Ponete tutta la farina in una
grande ciotola posta sulla
spianatoia, fateci un buco al
centro con le mani fino a far
apparire il fondo della ciotola, poi iniziate a versare un primo mestolo di acqua calda e
un cucchiaio di olio evo e con
le dita della mano destra iniziate a impastare con gesti
ripetitivi e simmetrici. Quando
comincia a costituirsi una pappa molliccia e appiccicaticcia
non perdetevi danimo, va bene
cos, versate un altro mestolo di acqua calda e continuate a impastare usando anche
la mano sinistra, arrotondando i gesti fino a che limpasto
prende forma e si colora, continuate a versare acqua finch
tutta la farina sar assorbita
dallimpasto. A questo punto
rovesciate tutto limpasto sulla spianatoia e continuate a
lavorarlo a due mani roteando
di polsi e con energia, tirandolo e ripiegandolo su se stesso
per dargli elasticit. Durante i
cinque minuti delloperazione i
300 g di farina avranno assorbito circa due bicchieri dacqua, circa 150 ml.

SPIANARE LA PASTA

perazione diventa pi facile e


la pasta si stende agevolmente, ma attenzione a far s che
sia sottile in modo omogeneo.
Inutile dire che pi sottile si fa,
pi buona e delicata, perci
insistete e portatela a essere
quasi un velo. Ricordatevi che
va aggiunta poca farina sulla
spianatoia e sul mattarello per
evitare che la pasta si appiccichi. Mentre stendete tenete sempre coperto il resto della pasta, perch non si secchi.

Lasciate riposare cinque


minuti la palla dimpasto
avvolta in un canovaccio di
cotone durante i quali vi preparate un sughetto al pomodoro. Prima di stendere, per
facilitare loperazione dividete
limpasto in due o tre parti. Ora
inizia il difficile. La pasta non
sar troppo cedevole al vostro
mattarello, aiutatevi tirandola
un poco con le mani, poi mettete energia e spingetela con
il mattarello facendo s che si
allarghi. A un certo punto lo-

Se la prima volta, limitatevi


con la rotella a disegnare dei
rombi di pasta o dei quadratoni, state creando gli stracci, una specialit del viterbese di Bagnaia, oppure tagliate
dei pezzetti di pasta e arrotolateli a formare dei rotolini che
poi taglierete a fettine di 5 mm
di spessore, poi con il pollice
schiacciate ogni singola fettina creando cos le orecchiette baresi. La pasta tagliata va

messa a riposare su un tappeto di semola per evitare che si


attacchi, ma anche per poco,
finch lacqua che avete messo sul fuoco bolle, poi la calate
nellacqua e vigilate sulla cottura che pu avvenire, secondo gli spessori del formato, tra
i sei e i dieci minuti.

IL FORMATO DI PASTA
La farina giusta?
Per semplicit vi abbiamo proposto
luso della farina 00.
Dovete per sapere che migliori e
pi sani risultati si ottengono usando altri tipi di farine meno raffinate
e, soprattutto, mescolando varie farine fra loro. In attesa di un illuminante Speciale Farine che troverete nel
prossimo numero, andate a documentarvi in Rete!

61

Le ricette
dei lettori

Ogni mese ci mandate tante ricette appetitose e abbiamo deciso di


premiare quelle che ci hanno colpito di pi, pubblicandole. Se volete
inviare anche le vostre, scrivete a redazione@lamiacucinavegetariana.it.
Fagioli in saor
di Paola Visintin

Ingredienti per 4 persone:

250 g di fagioli lamon

(o borlotti) bolliti
1 cipolla grande (o 2 piccole)
di Tropea
3 cucchiai di aceto
2 cucchiaio di aceto balsamico
poco olio
un pugno di pinoli
2 cucchiai di uvetta sultanina
sale
pepe

1. Mettere a bagno in acqua tiepida luvetta, per 20. Poi scolare


e strizzare.
2. Affettare sottile la cipolla,
poi farla cuocere piano nellolio,
magari spruzzando dacqua, finch diventa trasparente, allora
versare 2 cucchiai di aceto e sfumare.
3. Aggiungere anche i pinoli,
tostare un minuto e poi luvetta
ben strizzata.
4. In una ciotola mettere i fagioli e versarci sopra le cipolle con il
sughetto, mescolare.
5. Aggiungere pepe e aceto balsamico, mescolare bene e lasciar
riposare un poco prima di servire.
62

Carta sarda al forno


di Maria De Muro

Ingredienti per 10/12 persone:

una confezione grande di carta musica


1 l di brodo vegetale
400
g di salsa di pomodoro
2 spicchi daglio
4 cucchiai di olio evo
origano
50
g
di
pecorino sardo

200 g di ricotta di pecora


buccia di un limone
sale
pepe
1. Preparare un sugo di pomodoro
facendo cuocere la salsa, un cucchiaio di olio, sale, pepe, origano e laglio
schiacciato, finch si addensi, ma non
troppo.
2. Oliare una teglia rotonda grande
quanto la carta musica. In una ciotola
sbriciolare la ricotta, con un cucchiaio dacqua, pepe e la buccia di limone
grattugiata. In unaltra ciotola grattugiare il pecorino.
3. Scaldare il brodo vegetale, bagnarci rapidamente due fogli di carta musica e disporli sul fondo della teglia, spargere poco pomodoro
e poco pecorino, poi metterne altri
due, bagnati nel brodo, e di nuovo

pomodoro, uno strato di ricotta e poco


pecorino, ricominciare fino a esaurimento e completare solo con pomodoro e pecorino.
4. Comprimere bene le lasagne di
carta musica, cospargere con un filo

dolio e metterle in forno ben caldo


per circa 20.
5. Servire calda o tiepida. Delicatissima e gustosa, se ne possono fare varianti con funghi o rag
vegano.

CERC ALO IN EDICOLA

LA TUA PALESTRA

PER LA MENTE

BIL ANCIA

Confronta le seguenti pesate e trova


a quanti triangoli corrisponde un quadrato.

= _______

Un quadrato = sei triangoli

CHIEDETELO A NOI

DOMANDE & RISPOSTE


Le informazioni sugli alimenti che
si trovano sui mezzi di comunicazione
sono tante e non sempre precise.
Per i vostri dubbi scrivete a:
redazione@lamiacucinavegetariana.it

Mi sembra che parliate


poco dellananas. Vorrei
avere qualche consiglio sul
suo utilizzo e sapere
se ha davvero propriet dimagranti.
Va bene mangiarlo
quando si segue un
regime di dieta per
perdere peso? Grazie?
Matilde R., Livorno

Cara Matilde, lananas buono


mangiato semplicemente ma
ottimo anche nelle insalate di
frutta, e in alcune ricette salate.
Passiamo al tuo quesito: lananas ha l85%, di acqua, ed
ricco di fibra, carotenoidi, vitamine e di sali minerali quali
potassio e manganese, dunque ricco di sostanze, diuretico e lassativo.
Dopo che stato raccolto, mantiene a lungo tutta la vitamina
che ha allorigine, perci un
alimento alcalinizzante: riduce il livello acido del nostro pH,
(causato spesso da alimentazione scorretta e sbilanciata), ripristinando lequilibrio acido basi-

co e prevenendo le infiammazioni, che prima causa di malattie.


Le pastiglie allananas sono
tratte dal suo gambo, che ha
propriet decongestionanti, diuretiche e digestive, ed
utile anche contro certe riniti allergiche. Sono medicine e
vanno solo usate sotto controllo medico se si ha ulcera o se si
trattati con anticoagulanti.
Il frutto in soprattutto digestivo, blandamente dimagrante, elimina gonfiori e ritenzione
idrica. Per dare massimo effetto va mangiato a fine pasto
per digerire bene e a mangiare sano e leggero! Un grande
alleato.

PROSSIMAMENTE
PASQUA DI PACE CON LE RICETTE
VEGETARIANE!

NUOVO!

O
IL PROOSESSICM
E IL

NUMER

28 febbraio

La primavera d alle ricette pasquali mille


possibilit deliziose e senza che nessun animale ne soffra.
Da primi piatti profumati di erbe e aromi, a torte salate e involtini
di verdura, per finire con i dolci al lievito in tante varianti, con e
senza uova. Nel prossimo numero troverete le ricette della nostra
tradizione e suggerimenti insoliti che ci faranno scoprire come
festeggiano la Pasqua in tutto il mondo per raccogliersi attorno a
una tavola festiva e colorata di tinte e sapori nuovi.

E tante novit per una rivista sempre pi


pi ricette, notizie, idee e consigli giusti!
QUICHE VEGANA

Dalla cucina francese, la versione


vegetariana, senza uova o latticini:
una deliziosa torta di broccoli, anche
da portare a un picnic.

Febbraio 2015 - Mensile - 3,90 euro


Direttore Responsabile:
Luca Sprea
direttore@lamiacucinavegetariana.it
A cura di:
Francesco Coniglio
francescoconiglio@sprea.it
Realizzazione editoriale:
Contenuti srl
Collaboratori:
Dario Morgante (art director)
Alessandro Bottero, Diego Coniglio,
Andrea Fabiano, Floriano Formoso,
Laura Scarpa, Sal Tascioni
redazione@lamiacucinavegetariana.it
Iconografia e fotografie:
S.I.A., Shutterstock

PICCOLI CHEF

INDIA MISTERIOSA

Giocare con il cibo pu essere, anche


per i pi piccoli, un modo di iniziare
a conoscerlo e imparare a mangiare
bene, con piacere.

Ricette saporite, dal Paese che tra i


primi ha evoluto la cultura vegetariana. Involtini ripieni di patate, lenticchie speziate, samosas, pakoras e
sottili pani ripieni di verdure. Una
tavola da favola!

Marketing e pubblicit:
Alessandra Cappellacci
alessandracappellacci@sprea.it
02/92432275
Abbonamenti:
Si sottoscrivono in 2 minuti
con 2 click via web. Trova
lofferta speciale di questo mese
allindirizzo: www.myabb.it/
lamiacucinavegetariana oppure
scrivete ad abbonamenti@myabb.
it puoi anche abbonarti via fax 02
700537672, per telefono
02 87158225 da luned al venerd
dalle ore 9,00 alle ore 18,00.
Arretrati:
Si acquistano online:
www.spreastore.it/
lamiacucinavegetariana
Per informazioni o richieste:
store@sprea.it oppure fax 02 700537672
Stampa:
Arti Grafiche Boccia S.p.A.
Salerno

Sprea International S.r.l


socio unico Sprea Holding S.p.A.
Via Torino, 51 20063, Cernusco s/Naviglio (MI)
Tel. (+39) 02 924321 Fax (+39) 02 92432236
www.sprea.it - info@sprea.it
Amministrazione:
Anna Nese - amministrazione@sprea.it
Foreign Rights:
Gabriella Re - international@sprea.it
Distributore per lItalia e per lEstero:
Press-Di Distribuzione Stampa e
Multimedia S.r.l. - 20134 Milano
La mia cucina vegetariana.
Pubblicazione mensile registrata al Tribunale
di Milano il 19/11/2001 con il numero 645.
Tariffa R.O.C. - Poste italiane Spa - Sped.
In Abb Post.- D.L. 353/2003 (conv. In. L.
27.02.2004, n.46) Art.1, comma 1. S/NA
ISSN: 2036-1238
Copyright Sprea International
La Sprea International titolare esclusiva
della testata La mia cucina vegetariana
e di tutti i diritti di pubblicazione e

diffusione in Italia. Lutilizzo da parte di


terzi di testi, fotografie e disegni, anche
parziale, vietato. LEditore si dichiara
pienamente disponibile a valutare - e se
del caso regolare - le eventuali spettanze di terzi per la pubblicazione di immagini di cui non sia stato eventualmente
possibile reperire la fonte. Informativa
e Consenso in materia di trattamento
dei dati personali (Codice Privacy
d.lgs. 196/03). Nel vigore del D.Lgs
196/03 il Titolare del trattamento dei dati
personali, ex art. 28 D.Lgs. 196/03,
Sprea International (di seguito anche
Sprea), con sede legale in Cremona,
Via Gramsci, 17. La stessa La informa
che i Suoi dati, eventualmente da Lei
trasmessi alla Sprea, verranno raccolti,
trattati e conservati nel rispetto del
decreto legislativo ora enunciato anche
per attivit connesse allazienda. La avvisiamo, inoltre, che i Suoi dati potranno
essere comunicati e/o trattati (sempre
nel rispetto della legge), anche allestero,
da societ e/o persone che prestano
servizi in favore della Sprea. In ogni
momento Lei potr chiedere la modifica,
la correzione e/o la cancellazione dei

Suoi dati ovvero esercitare tutti i diritti


previsti dagli artt. 7 e ss. del D.Lgs.
196/03 mediante comunicazione scritta
alla Sprea e/o direttamente al personale
Incaricato preposto al trattamento dei
dati. La lettura della presente informativa
deve intendersi quale presa visione
dellInformativa ex art. 13 D.Lgs. 196/03
e linvio dei Suoi dati personali alla Sprea
varr quale consenso espresso al
trattamento dei dati personali secondo
quanto sopra specificato. Linvio di
materiale (testi, fotografie, disegni, etc.)
alla Sprea International deve intendersi
quale espressa autorizzazione alla loro
libera utilizzazione da parte di Sprea
International. per qualsiasi fine e a
titolo gratuito, e comunque, a titolo di
esempio, alla pubblicazione gratuita
su qualsiasi supporto cartaceo e non,
su qualsiasi pubblicazione (anche non
della Sprea International), in qualsiasi
canale di vendita e Paese del mondo. Il
materiale inviato alla redazione non potr
essere restituito.

I MIGLIORI RICETTARI ITALIANI DI CUCINA VEGAN, CON LE PI BELLE FOTO A COLORI

Decidi di stare bene,


mangia come si deve!
p. 256 - 19,90

p. 224 - 19,90
Ogni volume:
p. 144 - 12,90

Ogni volume:
p. 224 - 19,90

www.sonda.it - tel. 0142.461516