Sei sulla pagina 1di 2

Per i disturbi del ciclo mestruale dobbiamo distinguere:

Disturbi del ritmo

Amenorrea

assenza di flusso

 

Oligomenorrea

flussi diradati, meno di 10 all’anno (cicli che ritardano)

 

Polimenorrea

flussi troppo frequenti, più di 13 all’anno (flussi che anticipano)

Disturbi della

Ipomenorrea

flusso troppo scarso

quantità

 

Ipermenorrea

flusso troppo abbondante

Dolore

Dismenorrea

dolore durante il flusso mestruale

In presenza di un problema mestruale occorre, in primo luogo, effettuare una visita specialistica ginecologica atta ad escludere la presenza di patologie organiche come fibromi, endometriosi, neoplasie, infezioni o altro.

È possibile trattare con l'agopuntura tutti i problemi mestruali su base funzionale, cioè quelli sostenuti da squilibri ormonali in assenza di patologie organiche.

L'attività delle ovaie è regolata da due ormoni prodotti dall'ipofisi. L'ormone FSH stimola l'ovaio a produrre gli estrogeni nella prima metà del ciclo (fase estrogenica). A metà ciclo l'ormone LH, che stimola la produzione di progesterone, aumenta per favorire la maturazione dell'ovulo (ovulazione) e si mantiene elevato nella seconda metà del ciclo (fase progestinica). Negli ultimi giorni del ciclo si verifica un calo di progesterone e la mucosa dell'utero si sfalda (flusso mestruale). Col rinnovo dela mucosa uterina inizia poi una nuova fase estrogenica

Prima di iniziare il trattamento con Agopuntura è bene disporre di tre dosaggi ormonali effettuati al 7°, 14° e 21° giorno del ciclo. In questa maniera é possibile dedurre quale è la fase ormonale alterata e programmare i giorni in cui occorre intervenire.

In caso di dismenorrea l'agopuntura può risolvere in maniera definitiva il problema tra l'80 e il 90% dei casi.

Spesso sono sufficienti poche sedute. Generalmente si effettua una sola seduta al mese, nei 4-5 giorni prima del flusso mestruale, per tre cicli mestruali. In genere i risultati si osservano già dopo la prima seduta.

Utile associare una dieta più ricca di calcio, manganese e magnesio e un esercizio fisico moderato ma regolare

DISTURBO

 

TRATTAMENTO

Mestruazioni anticipate con flusso abbondante

Indica una fase progestinica troppo breve e una scarsa produzione di progesterone

Due sedute al mese: una a metà ciclo e una al 18°-20° giorno

Mestruazioni in ritardo (oltre 30 gg) con flusso scarso

Se troppi estrogeni

Una seduta al 7°-8° giorno per accorciare la fase estrogenica

 

Se troppo progesterone

Una seduta intorno al 20° giorno per accorciare la fase progestinica

Flusso di durata regolare ma troppo abbondante

 

Una seduta una settimana prima del ciclo per stimolare la produzione di progesterone

Flusso regolare ma troppo scarso

Possibili cicli anovulari

Una seduta al 12° giorno

Flusso assente

 

(Previo controllo della prolattinemia) 3 sedute ogni sette giorni. Quando arriva il flusso si interrompe e si fanno i dosaggi 7-14-21 per sapere come proseguire

(amenorrea)