Sei sulla pagina 1di 3

Le travi: flessione e taglio

Le travi sono elementi monodimensionali ossia con una dimensione prevalente rispetto alle altre
due e soggetti prevalentemente a forze applicate in direzione perpendicolare al loro asse.
Le azioni interne che si sviluppano nelle travi sono quindi prevalentemente momento flettente e
taglio che generano, rispettivamente, tensioni normali e tensioni tangenziali.
Come appare chiaramente nellesempio riportato in figura mentre il taglio dipende solo dal valore
della forza, il momento flettente dipende anche dalla luce della trave e quindi, a parit di carico
applicato, travi di luce maggiore sono soggette a momenti flettenti pi elevati. Nella figura si vede
che se la luce della trave raddoppia anche il momento in ogni sezione raddoppia. Abbiamo ignorato
il peso proprio ma in genere questo unaliquota piccola del carico agente.
P

A
l/2

C A

l/2
P
2

P
2

B
l

C
l
P
2

P
2
P
2

P
2

P
2

P
2

Pl
4
Pl
2

Questo significa che, fatta eccezione per travi di luce molto modesta, la sollecitazione che comanda
il dimensionamento di una trave inflessa il momento flettente. Solo travi di luce modesta in cui il
momento flettente sia molto basso, possono raggiungere il collasso per taglio se vengono progettare
in base al solo momento flettente.
Vediamo adesso a quali tensioni d origine il momento flettente.

SFORZI NORMALI IN UNA TRAVE INFLESSA

Una trave un elemento strutturale soggetto prevalentemente a flessione e taglio.


Il momento flettente d origine a sforzi normali proporzionali al momento agente M e distribuiti
linearmente lungo la sezione con valore massimo nelle fibre pi distanti dallasse neutro:
Lo sforzo ad una generica distanza y dallasse neutro fornito dalla formula di Navier:

M
y
I

Tale relazione mostra che gli sforzi normali dovuti al momento in una trave sono fortemente
influenzati dallaltezza h della trave: raddoppiando laltezza gli sforzi diventano 4 volte pi piccoli.
Invece se si raddoppia la larghezza b si ottiene solo un dimezzamento degli sforzi massimi.
Nel caso di una sezione rettangolare di base b e altezza h risulta:
I=

1
bh 3
12

y max =

h
2

Quindi:

max =

M h
M
=
3
bh 2 bh 2
12
6

La grandezza

W =

I
y max

bh 2
6

il modulo di resistenza della sezione.

1.1

Esempio 1

Si determini il valore massimo dello sforzo in una trave a mensola di luce L=3m soggetta ad un
carico concentrato P=2.5kN, applicato allestremo. Se la tensione massima che il materiale pu
sopportare fd=10N/mm2, la trave in condizioni di sicurezza? Cosa accadrebbe agli sforzi se la
larghezza della sezione venisse raddoppiata e laltezza mantenuta costante? E se laltezza fosse
raddoppiata e la larghezza mantenuta costante?
Le dimensioni della sezione trasversale siano:
b=10cm, h=20cm,
Il massimo momento flettente si ha nella sezione di vincolo e vale:
M max = PL = 2500 N 3m = 7500 Nm
In tale sezione il massimo sforzo vale:

max

M max
6 7500 Nm 10 3
= 11.25 N / mm 2
=
=
2
2
1 2 100mm 200 mm
bh
6

La trave non in condizioni di sicurezza perch risulta max>fd.


Se la larghezza della sezione fosse raddoppiata si avrebbe:

fb =

M max 6 7500 Nm 10 3
=
= 5.625 N / mm 2
2
2
bh
200 200
6

La tensione diventerebbe la met di quella iniziale e la trave sarebbe in condizioni di sicurezza.


Se laltezza della trave fosse raddoppiata si avrebbe:

fb =

M max 6 7500 10 3
=
= 1.4 N / mm 2
bh 2
100 400 2
6

Quindi la tensione diventerebbe circa 8 volte pi bassa di quella iniziale. Quindi raddoppiare
laltezza molto pi efficace rispetto a raddoppiare la larghezza anche se entrambe le scelte portano
alla stessa variazione di area della sezione trasversale (che raddoppia in entrambi i casi) e quindi
allutilizzo della stessa quantit di materiale.

1.2

Esempio 2

Una trave appoggiata di luce 7.5m soggetta ad un carico uniformemente distribuito q=9kN/m. Si
considerino tre tipi di sezione trasversale di uguale area (760mm2) ma forma differente: rettangolare
(20mm x 38mm), circolare (r=15.55mm), triangolare(30.4mm x 50mm). Per quale delle tre sezioni
sono minimi gli sforzi dovuti alla flessione?

Il momento massimo :

M max

qL2 9 7.5 2
=
=
= 63.28 kNm
8
8

I momenti di inerzia baricentrici per le tre sezioni sono:


rettangolare: I =
circolare: I =

bh 3 20 38 3
=
= 91453 mm 4
12
12

r 4

triangolare: I =

3.14 15.55 4
= 45897 mm 4
4

bh 3 30.4 50 3
=
= 105555 mm 4
36
36

Gli sforzi massimi quindi sono:


3