Sei sulla pagina 1di 5

COMUNE DI ROMANS DISONZO

PROVINCIA DI GORIZIA
Rep.n. /Priv.
OGGETTO: CONVENZIONE PER LACCOGLIMENTO DI MINORI STRANIERI
NON ACCOMPAGNATI AFFIDATI AL COMUNE. CIG ZA21508B4B
Lanno duemilaquindici, add

del mese di

, con la presente scrittura privata,


tra

Il Comune di Romans d'Isonzo, C.F. 80001870312 - P.I. 00123240319 - in persona della


dott.ssa Maria Grazia De Rosa, Segretario generale e Responsabile dellArea Affari
Generali e Servizi alla Persona, la quale interviene in nome, per conto e nellinteresse del
Comune stesso, giusto provvedimento sindacale n. 7 dd. 19 agosto 2014;
e
la ONLUS La Fonte Comunit Famiglia Onlus

con

sede

in

localit Prosecco (TS) n. 381, C.F. 80018260325, P.IVA 01166540326 , di seguito


denominata ONLUS, nella persona di

, in qualit di

, il quale interviene alla stipula del presente atto in nome, per conto e nellinteresse della
ONLUS che rappresenta.
PREMESSO CHE
-

con determinazione n.

si approvato lo schema di scrittura

privata per la disciplina del presente rapporto.


CIO PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:
ART. 1 Oggetto della Convenzione.
La presente Convenzione ha per oggetto

laccoglienza

di minori stranieri non

accompagnati affidati al Comune di Romans dIsonzo, di seguito denominato Comune.


Negli articoli che seguono vengono formalizzate le modalit di erogazione del servizio da
parte della ONLUS La Fonte, di seguito denominata ONLUS, ed i relativi rapporti tra

le parti.
ART. 2 - Accoglienza minori stranieri non accompagnati
La ONLUS si obbliga ad accogliere:
-

N. 9 minori stranieri non accompagnati di sesso maschile, di nazionalit afgana,


reperiti nellambito del territorio del Comune di Romans dIsonzo, 24 ore su 24,
per il periodo dal 17 giugno 2015 al 31 luglio 2015.

La ONLUS si impegna a trasmettere tutte le comunicazioni relative al movimento dei


minori (fughe, dimissioni) allUfficio preposto del Comune di Romans, allAutorit
Giudiziaria Minorile e allUfficio Stranieri della Questura territorialmente competente.
La ONLUS si impegna ad adeguare dette incombenze procedurali secondo le
indicazioni che dovessero essere previste da nuove norme di settore ovvero pervenire
dalle competenti Autorit.
ART. 3 Gestione risorse umane.
La ONLUS assicura le prestazioni a suo carico avvalendosi del proprio personale e, in
relazione a particolari necessit, di prestazioni professionali rese da terzi. Pu, inoltre,
avvalersi della collaborazione di volontari o stagisti.
Dalla stipulazione del presente atto non sorge alcun rapporto tra il Comune e le risorse
umane comunque impiegate dalla ONLUS .
Fatto salvo quanto previsto dal successivo art. 6, fatto obbligo alla ONLUS di garantire
adeguata copertura assicurativa per i danni, gli infortuni e gli indennizzi, di qualsiasi
natura dovuti, in dipendenza dellattivit svolta, a favore sia delle risorse umane
impiegate sia a favore dei terzi, per danni provocati sia a persone che a cose, intendendosi
per terzo anche il Comune e i suoi operatori.
ART. 4 Progetto di vita
La ONLUS garantir lelaborazione di un progetto individualizzato di vita per ogni
minore accolto, in collaborazione con il Servizio Sociale dei Comuni, attivando le risorse

dellambiente locale, formali ed informali, per favorire lautonomia ed i processi di


socializzazione e di inserimento dei minori.
A tal fine la ONLUS raccoglier e fornir tutte le informazioni necessarie ed utili e
attiver le risorse dellambiente locale, formali ed informali, per favorire lautonomia ed
i processi di socializzazione e di inserimento dei minori.
Per tutti i minori accolti la ONLUS garantir lopportunit di comunicare nella lingua da
loro conosciuta con leventuale ausilio di interpreti e/o di mediatori culturali e si render
disponibile a stabilire rapporti di collaborazione con i servizi, le istituzioni ed altre risorse
del territorio, adoperandosi, in supporto e collaborazione ai servizi preposti, affinch la
permanenza dei minori nella struttura sia quanto pi breve possibile qualora si
individuino condizioni tali che permettano il ricongiungimento familiare o sia necessario
lallontanamento o il rimpatrio, nella ricerca della pi consona soluzione possibile per il
minore.
La retta a carico del Comune sar quella determinata dallart. 7 della presente
Convenzione.
ART. 5 Trattamento del minore
La ONLUS si impegna ad assicurare ai minori un regime alimentare adeguato a tutti i
minori accolti, per quanto possibile nel rispetto delle particolari esigenze alimentari dei
soggetti di culture e religioni diverse, nonch la puntuale osservanza di tutte le leggi e i
regolamenti vigenti in materia di igiene e sicurezza.
ART. 6 Assicurazioni.
La ONLUS si obbliga a stipulare a favore degli ospiti unassicurazione idonea a coprire i
seguenti rischi:
- infortuni subiti dai minori, sia allinterno che allesterno della struttura, salvo il caso in
cui la copertura sia garantita da altre forme di assicurazione obbligatoria;
- danni recati dai minori, sia allinterno che allesterno della struttura, a persone e/o cose.

ART. 7 - Corrispettivo.
Il Comune, per lo svolgimento dei compiti previsti, erogher al Centro, in via posticipata
e con riferimento alle presenze certificate, limporto giornaliero fisso onnicomprensivo,
corrispondente alla retta pro-capite per ciascuna giornata di permanenza degli ospiti. La
retta giornaliera per utente ammonta ad 80,00, esente IVA. Limporto indicato
considerato onnicomprensivo ed dovuto a fronte delleffettiva presenza del minore nel
Centro.
La retta da intendersi comprensiva delle spese di vitto, alloggio, igiene, vestiario,
lavanderia, trasporti, nonch delle altre spese da sostenersi nellinteresse di detti minori
quali spese sanitarie e amministrativo/burocratiche di rito.
Spese ulteriori potranno essere sostenute unicamente se previamente autorizzate dal
Comune e debitamente documentate e rendicontate.
La ONLUS predisporr regolare fattura elettronica con evidenziato lelenco dei minori
accolti e le giornate di effettiva presenza. Nel conteggio delle presenze verranno inclusi
il giorno dellaccoglimento e della dimissione.
ART 8 Verifiche.
Il Comune si riserva di disporre, in qualsiasi momento a mezzo di propri incaricati, alla
presenza degli operatori della ONLUS, verifiche e controlli diretti ad accertare
lesatto adempimento delle prestazioni e landamento della gestione, a norma della
presente Convenzione. Nel corso di tali verifiche il Comune ha facolt di chiedere
lesibizione in originale degli atti contabili giustificativi delle spese sostenute.
ART. 10 Liquidazione delle fatture.
Le spese, come sopra determinate, verranno liquidate in via posticipata su presentazione
di apposita fattura elettronica corredata dallelenco dei minori accolti con evidenza delle
giornate individuali di presenza. Il corrispettivo risultante dalla fattura verr liquidato
entro 30 giorni dal ricevimento della fattura, in assenza di contestazioni ovvero di

impossibilit per il Comune di concludere positivamente in detto termine le verifiche


istruttorie previste dalle normativa vigente.
ART. 11 Foro competente e norma di rinvio.
Per tutte le controversie che dovessero sorgere in relazione allapplicazione della presente
convenzione e che non dovessero risolversi in via bonaria entro la sua scadenza le parti
concordemente determinano la competenza del Foro di Gorizia.
Per quanto non risulta contemplato nella presente convenzione, si fa richiamo alle norme
di legge che regolano la materia ed il Codice Civile.
ART. 12 Durata della convenzione.
La presente convenzione ha validit dal 17 giungo 2015 al 31 luglio 2015.
Le parti si riservano di rinnovare la presente convenzione, con separato ed idoneo atto,
dopo la sua scadenza.
ART. 13 Registrazioni.
Il presente atto esente dallimposta di bollo in modo assoluto ed soggetto a registrazione
solo in caso duso, ai sensi dellart. 5 p.2 del DPR 26/04/1986 n.131.
Letto, confermato e sottoscritto.
PER IL COMUNE DI ROMANS DISONZO
DOTT.SSA MARIA GRAZIA DE ROSA
PER LA ONLUS
___________________