Sei sulla pagina 1di 3

KUNG FU

Le origini risalgono a 5000 anni fa. Non abbiamo testi sul Kung Fu risalenti a tale periodo, ma si
hanno testimonianze da rappresentazioni su reperti archeologici. I primi riferimenti bibliografici si
hanno a partire dal 221 - 206 a.C. sotto l'imperatore Qin, estremamente dispotico e crudele, ma
abile politico.
Fino a quel momento la Cina era divisa in regni in lotta tra loro. Tuttavia Qin riusc ad unificare la
Cina dandogli un'unica lingua ed un'unica cultura. Non tollerava che i suoi ministri fossero pi colti
di lui, cos li fece uccidere e fece bruciare tutti i libri.
Alla morte dell'imperatore i testi furono riscritti in quanto erano conosciuti a memoria. La storia
del Kung Fu pu essere suddivisa in quattro tappe fondamentali.
1. Dinastia Xia (ca 2200 a.C.).
E' un periodo leggendario, durante il quale regn l'imperatore Giallo, Huang Di, fondatore della
cultura e della civilt cinese. In questo periodo venne codificato il primo stile di combattimento il
Jiao Di (Go ti), grezzo e basato sul corpo a corpo. Nella rappresentazione grafica troviamo due
combattenti uno rappresentato con un elmo con le corna e l'altro cinese. Huang Di sconfisse con
questa tecnica un mostro (tale ricorrenza ancora festeggiata). Un'altro mito dice invece che
sconfisse il suo generale Qi You che gli si era ribellato e che avevo codificato un combattimento con
armi (ascia e scudo) detto Gan qi wu.
Qi Po era il medico dell'Imperatore ed insieme scrissero il libro intitolato "Nei Jing Su Wen", il
Libro delle domande e dell'interno o Canoni di medicina interna, in cui erano rappresentati i
meridiani energetici del corpo.
Di questa dinastia abbiamo altri due imperatori uno dei quali, Fu Xi, che gett le basi per la
realizzazione del "Yi Jing".
2. Dinastia Han (202 a.C. - 220 d.C.)
Durante tale periodo ci furono poche guerre ma un prolificare di filosofia taoista, cultura e arti
marziali. Il maestro Guo Yi codific lo stile esterno Chang Shou (lunga mano). E il primo stile di
scherma e si contrappone al Jiao Di.
Nascono due grandi gruppi di stili, il Chui Ti, tutto quello che pu far capo al corpo a corpo; il
Shou Bo , "la mano che colpisce a pugno" con tutto ci che riguarda la scherma.
In questo stesso periodo si svilupp il Tao Ying, ginnastica interna terapeutica, che significa Via
della Salute. Nacque in questo periodo anche il grande chirurgo Hua Duo o Huo (141-208 d.C.), che
introdusse l'uso dell'anestesia per la prima volta (Mei Feng San - medicina speziata effervescente al
vino) e che colleg la filosofia alle arti marziali e studi degli esercizi basati sugli atteggiamenti di
5 animali identificati come Orso, Scimmia, Cervo, Gru (o Airone o Aquila) e Tigre.
Un altro maestro importante fu Yun Chun , grande medico che cre esercizi di Tao Ying chiamati
Volo degli Uccelli e Stirarsi dell'Orso.
3. Dinastia Liang e Song
In questo periodo compare un personaggio famoso nel mondo del Kung Fu; si tratta di Da Mo (in
Cina) o Bodhidharma (in India) o Daruma Taishi (in Giappone). Nacque nel sud-est dell'India dal re
Sughanda, fu allevato dal maestro Prajinatra nel Buddismo e nelle arti marziali.

Dapprima fugg in Tibet, poi in Cina, per motivi religiosi, dove faceva capo alla dottrina Buddista
Mahajana (Grande Veicolo) che si contrappone alle altre correnti Buddiste, la Hinayama la pi
antica (Piccolo Veicolo) e Theravada tipica dellaTailandia, Vietnam e Cambogia.
Da Mo era il trentottesimo patriarca del Buddismo Mahajana. Il Buddismo era assai rituale e Da
Mo focalizz sulla meditazione con la tecnica Chan (in Cinese), che indica lo stato di "vuoto". In
Cina conobbe Liang Wu Ti, imperatore che divulg il Buddismo. Da Mo si ritir nel monastero di
Shaolin (piccolo bosco) nella regione dell'Henan.
Qui i monaci si dedicavano totalmente alla meditazione e per questa assenza di moto erano molto
gracili; cos Da Mo vi introdusse degli esercizi fisici Shi ba Luo Han Shou (18 esercizi di Buddha)
e altri chiamati Yi Jin Jing (movimento dei tendini) e Xi Sui Jing , (lavaggio del midollo osseo).
Oltre a questi esercizi introdusse vere e proprie tecniche di combattimento per ricercare
l'equilibrio tra mente, spirito e rafforzamento del corpo. Divenne abate del monastero e fra le molte
leggende si dice che rimase per 9 anni in meditazione in una grotta e per non addorementarsi si
tagli le palpebre. Da qui nacque la tradizione Shaolin.
Tra l'840 e l'846 d.C. sotto la dinastia Tang furono distrutti 4500 monasteri della Cina. I due
monasteri pi importanti erano: quello dell'Henan, che si salv, e quello del Fujian. Ci fu di
conseguenza un periodo di regressione generale, perch un popolo meno colto era pi facile da
governare.
Nel periodo Song il generale Yue Fei ebbe grande importanza.
Nel 1300 venne creato il Tai Ji dal maestro Zhan San Feng.
4. Dinastia Ming (1368 - 1644 d.C.)
Intorno al 1550 abbiamo nel monastero di Shaolin il massimo splendore per il Kung Fu. I monaci
svilupparono 30 metodi di combattimento studiando 25 animali e 5 elementi della natura. Dall'840
al 1500 il monastero Shaolin rimase chiuso nei confronti dell'esterno, ogni maestro insegnava un
solo stile che tramandava solo ai propri allievi
Le principali scuole furono: il Drago, la Tigre, la Gru, il Serpente, il Leopardo, l'Orso, la
Scimmia, l'Aquila. Molto del lavoro di riunificazione dello stile si attribuisce al monaco Jue Yuan
che porto ai cinque animali classici dello Shaolin grazie anche alla collaborazione col maestro Bai
You Feng.
La selezione era difficile sia per entrare che per uscire dal monastero. Nel suo girovagare Jue
Yuan incontr il monaco taoista Li Chien ed il maestro Bai You Feng, fond insieme a questi lo
Shaolin Moderno, basato sui 5 animali principali, Drago, Tigre, Leopardo, Serpente e Gru pi
altri 7 secondari.
Gli allievi per entrare nel monastero dovevano rimanere davanti alle porte senza mangiare e bere
tentati da una ciotola di riso. Occorrevano almeno 20 anni di allenamento per diventare guerriero
dopodich potevano lasciare il monastero a meno di non voler superare le leggendarie 108 prove tra
cui alla fine del labirinto, sollevare un braciere ardente sui cui bordi vi erano in rilievo una tigre e
un dragone che rimanevano marchiati sugli avambracci del monaco.
In un periodo intermedio, tra il 1664 e il 1736 venne distrutto il monastero di Shaolin ad opera del
2 Imperatore Qing Kang Xi. Per la necessit di sostituire i combattenti morti in battaglia contro i
Mongoli, le prove per entrare nel monastero diminuirono. Cos per riusc ad entrare un traditore
che apr le porte del monastero ai nemici.

Anche il monastero del Sud nel Fu Jian fu distrutto, solo 5 monaci su 300 si salvarono e questi
crearono delle sette segrete per combattere la dinastia Qing. Essi fondarono i principali stili del Sud
Hong, Liu, li, Mo, Cai.
Di qui anche lo sviluppo di molte sette segrete, le principali furono: Cielo e Terra, Loto Bianco,
Triade, Yin e Yang, Tigre Nera. Alcune degradarono e diventarono la Mafia Cinese.
Nel 1901 ci fu la rivolta dei Boxer ultimo sprazzo di un antico spirito guerriero legato alle arti
marziali, stroncata nel sangue. Voleva ostacolare l'intromissione delle potenze europee in Cina.
Nel 1911 viene deposto l'ultimo imperatore della dinastia Ching, Pu Yi e inizia l'epoca moderna
del Kung fu.
Una nota di importanza la riveste il Generale Guan Kong (Kwan Kung o Kwan Yu).
Il periodo che va dalla repressione della Rivolta dei Turbanti Gialli (184 d.C.) alla fine del Periodo
dei Tre Regni (220-280 D.C.) forse il pi ricco di imprese eroiche della storia cinese quando le
Arti Marziali e Militari furono perfezionate al massimo; in questo periodo nacquero molti miti e
romanzi che narrano le gesta di eroi tra cui uno dei pi popolari era il Generale Guan Kong. Nato
circa nel 160 d.C., durante la dinastia Han (202 a.C. - 220 d.C.) rappresenta la personificazione del
coraggio, della lealt e della dedizione. Abile combattente con l'alabarda (chiamata Guan Dao
forse in suo onore) fu decapitato dal Generale Cao (nel 220 d.C.) perch non volle unirsi a lui.
Viene ricordato come esempio di altissimo carattere etico e morale e per questo protettore delle
Arti Marziali, oltre che della citt di Hong Kong.
Un altro ruolo particolarmente importante lo riveste il Generale Yue Fei (circa 1100-1140)
tuttora ricordato come un grande eroe cinese; fervido combattente contro le truppe Mancesi nel
Nord della Cina, era solito addestrare duramente i suoi soldati alla lotta, sia con le armi sia a mani
nude, noto sia per lo sviluppo dell'arte della lancia, sia per l'importante contributo al qi gong con la
codifica dei Ba Duan Jing, "gli otto pezzi di broccato" famosi esercizi interni.
Inoltre a lui si attribuisce la nascita di due stili uno pi esterno lo Yue Jia Quan lo stile della
famiglia Yue, da cui deriverebbe poi lo Ying Zhao Quan il noto artiglio dell' aquila, poi uno pi
interno che generer lo Xing Yi.
Formidabile combattente, famoso per la sua lancia lunga 6 metri che usava prevalentemente a
cavallo.
I Ba Duan Jing (Pa Tuan Chin, 8 pezzi di seta damascata) hanno lo scopo di riequilibrare il ciclo
energetico con grandi benefici per la salute sia a livello preventivo che curativo. Questi esercizi
fanno parte del nostro programma di Dao Ying.