Sei sulla pagina 1di 2

Anno 1 - N° 2 - Marzo 2009 studentoffice.fe@libero.

it

In Università per costruire


STUDENT OFFICE sta lavorando ad alcune proposte che ha portato avanti nel
Consiglio degli Studenti e nei diversi organi accademici.
Dal novembre 2008, inizio dell'attuale mandato, si sono affrontati soprattutto i temi
relativi alla valutazione della didattica, ai nuovi ordinamenti didattici, al diritto
allo studio ed al rapporto tra Università e territorio.
Ecco su cosa i rappresentanti di Student Office sono intervenuti:
ordinamenti didattici che diverse facoltà dell’Ateneo
DIDATTICA
hanno dovuto adottare ai sensi del D.M 270/2004. E’
- La valutazione stata l’occasione per fare un punto di sintesi del lavoro
In questi ultimi mesi si è dibattuto largamente sul svolto nei singoli Consigli di Facoltà sugli aspetti della
concetto di Università pubblica e anche il Senato didattica dei singoli Corsi, oltre che l’occasione per
Accademico dell’Ateneo ferrarese ha votato un segnalare auspici e proposte sul tema.
documento in cui si riafferma il carattere pubblico
dell’Università di Ferrara.
Poichè l’Università deve essere pubblica in ogni suo ER.GO: QUALCHE PASSO AVANTI
aspetto, dalla governance alla valutazione del merito,
Sul Diritto allo Studio lo Student Office ha sin
Student Office ha proposto di rendere pubblici i
dall’ inizio espresso forte preoccupazione in merito
risultati dei questionari sulla valutazione della
al nuovo bando ER.GO, in quanto la creazione di
didattica dei docenti.
un‘unica azienda regionale per il diritto allo studio,
Prima di tutto è necessario sottolineare l’importanza
in sostituzione delle aziende dislocate nelle province
che hanno queste schede distribuite durante il periodo
ed incardinate sulle singole Università, ha mutato
di lezione: è infatti uno strumento che consente di
notevolmente i caratteri specifici che l’Ateneo ferrarese
far emergere le problematiche o le lacune dell’attività
aveva delineato e consolidato.
didattica.
Tuttavia l’associazione Student Office ha assunto
In secondo luogo i finanziamenti ministeriali saranno
una posizione di confronto e di dialogo con l’Ente
vincolati da questo giudizio, espresso dagli studenti,
Regionale.
attraverso le schede di autovalutazione.
Sin da subito si è passati ad una attenta valutazione del
Rendere pubblici questi esiti richiama una maggiore
bando e alla stesura di un documento in cui si sono
responsabilità e correttezza da parte dei docenti e
evidenziati i punti critici e le rispettive proposte di
degli studenti in sede di compilazione.
modifica; tale documento è stato esposto alla Consulta
In questo modo, inoltre, si potrà valutare il merito del
Regionale degli studenti, già nel mese di Settembre.
singolo docente e, allo stesso tempo, lo studente sarà
Successivamente all’elezione dei nuovi Rappresentanti
agevolato nella scelta dei corsi opzionali.
della Consulta Regionale ER.GO (Marcello Delfino e
Questa proposta portata avanti dallo Student Manfo Zangmo Mathurin di Student Office, Marcello
Office è stata presentata al Consiglio degli Studenti Rubini di Tana Libera), è stato invitato il Presidente
in data 17 Novembre 2008 ed è stata approvata dell’Ente Regionale Dott. Merighi al Consiglio di
dai rappresentanti delle liste Student Office, Amministrazione di Novembre. Durante tale seduta
CLLS, Gente Comune e Tana Libera. I restanti è intervenuto Marcello Delfino, che ha esposto tutti i
Rappresentanti delle Liste RUA ed Officina o si punti critici e le possibili strade per risolvere le questioni
sono astenuti o hanno votato contro. più gravose.
Tale documento è attualmente all’esame di una
-Nuovi ordinamenti didattici commissione formata all’interno del Consiglio
Nell’ultima seduta del Consiglio degli Studenti, in degli Studenti aperta, inoltre, a studenti che durante
data 29 gennaio 2009, hanno partecipato la prorettrice questi mesi si sono interessati e impegnati. Questa
prof.ssa Valeria Ruggero e la dott.ssa Fiorenza Vandini commissione vaglierà e poi presenterà il documento
(responsabile segreteria studenti, post-Laurea e alla Consulta Regionale degli Studenti nel momento in
ufficio ripartizione didattica) per illustrare i nuovi cui si inizierà a discutere del prossimo Bando. Il lavoro
1
svolto in questi mesi ci permetterà, infatti, di essere pronti IO INVESTO SUL TERRITORIO
quando si tratterà di intervenire sul bando 2009/2010.
I punti di maggiore criticità emersi riguardano le borse di Nel numero precedente
studio, gli alloggi e il servizio di ristorazione. (Anno 1 - N° 1 - Novembre 2008) si
In merito agli alloggi e alla loro chiusura natalizia ed estiva si è parlato di una “campagna
è riusciti ad ottenere grazie alla nostra richiesta di modifica, di donazioni” ideata da
fatta al Presidente della Consulta Regionale degli Studenti alcuni di noi per raccogliere
Alessandro Navacchia, unico rappresentante degli Studenti fondi per l’Università,
all’interno del Consiglio di Amministrazione ER.GO, una sfruttando le leggi esistenti
modifica del bando che prevede la permanenza gratuita dello sulla deducibilità fiscale. Vista la portata del progetto e tenuto
studente, nel caso in cui attesti di dover sostenere un esame nei conto del fatto che riguarda tutti noi studenti, vorremmo
giorni di chiusura dello studentato, quindi: condividere con chiunque leggerà questo e i prossimi numeri
• uno studente può permanere nel proprio alloggio la settimana di Info Student l’evolversi del progetto.
successiva alle chiusure, fino alla notte antecedente a quella
dell’esame; In queste settimane l’idea iniziale ha preso forma: abbiamo
• uno studente può permanere nel proprio alloggio la ideato un nome, un logo e scritto le linee guida del progetto, che
settimana precedente le aperture, dalla notte antecedente a sono state approvate dal Consiglio degli Studenti e comunicate
quella dell’esame fino alla riapertura. agli organi dell’Ateneo.
Questo risultato ottenuto si è dimostrato molto importante,
soprattutto per quegli studenti fuori sede che, altrimenti, in data “Io investo sul territorio” è il nome secondo noi più appropriato
19 Dicembre 2008 avrebbero dovuto abbandonare il proprio per il progetto, in quanto sostenere l’Università non è appena
alloggio improrogabilmente, sgombro da tutti i loro effetti. un costo, ma è un vero e proprio investimento sul futuro del
territorio ferrarese tutto. Il logo rappresenta la mano di un
Riguardo al servizio di ristorazione è emersa la non flessibilità bambino racchiusa in quella di un adulto, poichè il territorio,
del servizio, da superare tramite la stipulazione di specifiche investendo sull’Università, investe sulle nuove generazioni che
convenzioni, che estendano l’utilizzo dei buoni pasto al maggior creano ricchezza con il loro lavoro.
numero di locali di Ferrara.
Da un’analisi generale emerge dal bando attuale che c’è una Il progetto è stato presentato pubblicamente il 23 febbraio
mancanza di autonomia economica e gestionale delle sedi in occasione del conferimento della laurea honoris causae
universitarie, pertanto il Rettore del nostro Ateneo, d’accordo ad Alfredo Santini, Presidente della Carife, ed é stato
con il Presidente dell’ ER.GO Dott. Merighi, ha proposto riportato dalla stampa locale. È una grande sfida che presenta
un tavolo di lavoro composto anche dalla rappresentanza molti ostacoli. Per superarli intendiamo rapportarci alle realtà
studentesca. produttive, partendo da cinque grandi punti di forza della nostra
Questo tavolo di lavoro rende l’Università più partecipe delle Università: Sviluppo, Ricerca, Internazionalizzazione,
decisioni che vengono adottate, in virtù del fatto che ciascun Ricaduta economica diretta e Tradizione. Difficilmente si
Ateneo impegna risorse per il Diritto allo Studio gestito da pensa all’Università e al suo ruolo sul territorio osservando tutti
ER.GO, e per trovare soluzioni che garantiscano allo studente i fattori in gioco, ma noi crediamo che sia finalmente giunto il
un servizio attento a quelle che sono le esigenze base del diritto momento di farlo. I mezzi che intendiamo utilizzare affinché sia
allo studio. efficace questo progetto sono propri della ricerca stessa.
Riguardo a questo, lo Student Office si impegnerà perché Saranno proposti progetti mirati da realizzare in modo
vengano premiati gli studenti meritevoli, poiché pensiamo che i finanziatori possano sperimentare un nuovo tipo di
che il Diritto allo Studio sia sì per tutti gli studenti bisognosi, responsabilità verso il territorio e gli studenti insieme ai
ma soprattutto per coloro che, nel bisogno, dimostrano un docenti possano sperimentare un nuovo tipo di responsabilità
impegno continuo e responsabile. verso chi sostiene economicamente il loro operato.

Student Office intende continuare ad


impegnarsi nella vita universitaria con
lo spirito costruttivo che l’ha sempre
animata, proponendosi di perseguire
l’interesse degli studenti, veri
protagonisti del mondo universitario,
sia pure di fronte alle difficoltà che
l’attuale momento riserva.
2