Sei sulla pagina 1di 14

Associazione di Promozione Sociale

Sede Legale Via E. Barchi 8 - 42123 Reggio Emilia


Tel: 349 7190911 Codice Fiscale: 91130310351
amicidigancio@gmail.com www.amicidigancio.com

Sinergie crescenti
I venticinque anni di Gancio Originale
Relazione finale dellAnno scolastico 2014/15
Al Sig. Sindaco del Comune di Reggio Emilia
AllAssessore alla Scuola del Comune di Reggio Emilia
Al Sig. Questore della provincia di Reggio Emilia
Al Sig. Presidente della Provincia di Reggio Emilia
Al Sig. Direttore Generale dellAusl di Reggio Emilia
All'Assessore al Welfare del Comune di Parma
AllIll.mo Sig. Preside della Facolt di Scienze della Formazione di UNIMORE
Alla dott.ssa Rossana Cavatorti, Supervisore di Scienze della Formazione di UNIMORE
Ai Sigg. Dirigenti Scolastici della Provincia di Reggio Emilia
Al Sig. Dirigente della Scuola Media Pezzani di Parma
Al Sig. Presidente della Fondazione Manodori
AllOpera laicale di beneficenza ing. LUCIANO GRASSI
Alla Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia
All Associazione Futuro in Musica
AllAgesci di Reggio Emilia
AllAUSER di Reggio Emilia
Alla FILEF di Reggio Emilia
AllAssociazione Infinito di Reggio Emilia
Alla Federconsumatori di Reggio Emilia
Ai Sigg. Docenti Referenti di Free Student Box, Stanze di Dante e Workshop
Alle nostre tirocinanti e a quelle della Facolt di Scienze della Formazione di UNIMORE
Ai nostri giovani Peer e Volontari
A tutti coloro che ci hanno aiutato in Save Gancio

A tutte e a tutti,
un grazie di cuore per aver voluto collaborare con noi in questanno
scolastico.
Questanno la consueta relazione finale assume un significato particolare,
che da una parte ci riempie dorgoglio, dallaltra di preoccupazioni:
- ci riempie dorgoglio perch, come preannunciato lanno scorso, con la
chiusura di questanno scolastico Gancio Originale compie i propri primi
venticinque anni di vita: un traguardo al quale allinizio del nostro percorso
non avevamo osato neanche pensare;
- ci riempie di preoccupazioni perch per noi, come al solito, del doman
non v certezza. E non certo per problemi inerenti allaspetto clinico, che
invece, come cercheremo di esporre nelle prossime pagine, gode di una
1

rinnovata e pi puntuale aderenza alle varie domande di cura che vengono


dalla scuola. Ma per pi venali ragioni di tipo finanziario.

1. Sinergie crescenti
1.1- Quando siamo nati, 25 anni fa, cominciammo proponendo ai giovani
delle superiori un gancio strano (un gancio originale!): limpegno in
unopera di volontariato che allinizio li vedeva coinvolti, sotto la guida di
giovani psicologi, nei Workshop rivolti ai bambini ed ai ragazzi a rischio.
Successivamente nelle Stanze di Dante (immigrati) e in Free Student Box
(counselling psicologico), sempre sotto la guida degli psicologi, che a loro
volta erano, e sono tuttora, formati, supervisionati e accompagnati in
questo percorso da parte dei membri dello staff (Angelini, Bertani, Cantini).
1.2 Ma questa catena dellaccompagnamento (cos labbiamo fin da subito
definita) non avrebbe avuto futuro se non avessimo cercato fin dallinizio
una sinergia pi ampia: con le scuole, da una parte, con gli altri servizi
sociali e sanitari pubblici e privati, con le parrocchie e con tutti gli elementi
sensibili dellecosistema adulto contiguo e interagente con i soggetti in et
evolutiva (Pietropolli Charmet) incontrati sul territorio dallaltra.
Con le scuole: formalmente anno per anno attraverso la firma delle intese;
sostanzialmente attraverso il lavoro congiunto con dirigenti, docenti
referenti ed ogni altro elemento del sistema scolastico. Con lecosistema
adulto contiguo ai soggetti in et evolutiva: attraverso uno scambio
continuo e sempre rinnovato in base alle esigenze del presente; e con
lobiettivo di promuovere la nascita di luoghi in cui
prevalesse la complementariet.
Si pu dire quindi che complementariet e sinergia siano stati fin dallinizio
centrali nel modo di lavorare di tutti gli attori coinvolti in Gancio, e non solo
dei membri dello staff.
1.3 Nellanno scolastico che sta per terminare questi due elementi sono
stati ulteriormente esaltati, in vario modo:
-Innanzitutto attraverso il sostegno finanziario dellOpera laicale di
beneficenza Luciano Grassi, de I reggiani per esempio e della
Fondazione per lo sport del Comune di Reggio Emilia, che ci hanno
permesso di estendere e di rendere pi complessa larea del nostro
intervento.
-In secondo luogo, e grazie al sostegno finanziario della Fondazione
Manodori, attraverso il varo di un progetto, che significativamente abbiamo
definito Sinergie, che ha visto il coinvolgimento di cinque entit: Amici di
Gancio, Agesci, Auser, Federconsumatori, Filef e Infinito, che hanno operato
sul piano della complementariet insieme alle scuole ed ai giovani
volontari di Gancio.
Il progetto Sinergie ci ha permesso di arricchire e di rendere pi sinergiche:
-le proposte rivolte ai ragazzi ed i bambini a rischio nelle scuole elementari
e medie (Sinergie 1);
-quelle rivolte ai bambini, ragazzi immigrati (Sinergie 2);
-gli sportelli di counselling psicologico, i gruppi di discussione e di
counselling sui
problemi della genitorialit, della preadolescenza e adolescenza, e le
proposte pratiche di consumo consapevole (Sinergie 3);
E di far nascere:
-gruppi di discussione e di counselling sui problemi di relazione con i
soggetti in et evolutiva (Sinergie D);
2

-una ricerca sul campo sui problemi della cosiddetta "seconda


generazione (Sinergie R);
-atelier pratici per gli studenti delle scuole medie superiori che abbiano
bisogno di percorsi individuali di adultizzazione e professionalizione
(Sinergie A).
Vediamo ora come sono andate le cose questanno:

2. Free Student Box, Free Junior e Free Baby nel


2014/15

Accessi
studenti

Accessi
docenti

Accessi
genitori

TOT
Accessi

Maschi

Femmine

N. colloqui

N. accesso
immigrati

N. peer

maschipeer

D'Arzo
(Montecchio)

44

56

18

38

114

20

14

Referentiprof.

invioIndic x

h.
in classe
Interventi

2.1 - Questi i dati compressivi relativi al lavoro di cura svolto negli sportelli
di Free Student Box (Sinergie 3) (Tabella 1):

Tricolore
Zanelli
Grafico (S.
Ilario)

22
26
27

2
3
2

5
6
5

29
35
34

0
11
8

29
24
26

65
95
126

5
4
1

11
24
21

0
5
9

1
1
1

4
6
7

1
0
0

Galvani Iodi
Secchi
Bus
Ariosto
Chierici
IIS Nobili
Scaruffi
Moro
Spallanzani
Filippo Re
Gobetti
Pertini 1 e 2 (J)
Rivalta (J e B)
SantIlario (J)

110
23
64
20
39
109
58
65
18
24
15
65
71
43

13
4
6
2
5
30
15
15
4
13
9
8
13
15

11
6
15
3
7
32
10
17
4
6
10
13
17
4

134
33
85
25
51
171
83
97
26
43
34
86
101
62

16
18
13
3
8
117
40
44
10
5
9
20
30
18

118
15
72
22
43
54
43
53
16
38
25
66
71
43

289
73
175
47
105
285
155
185
47
121
98
179
211
221

31
4
5
0
0
60
45
10
1
9
4
5
3
6

34
12
38
11
12
44
18
43
15
25
22
-

9
3
14
1
0
34
12
15
6
9
9
-

1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
2
2
1
1

3
0
3
1
1
2
2
3
1
5
1
6
9
4

3
2
4
0
1
20
15
7
0
//
3
1
1,5
-

Einstein (J)
Ligabue (J)
Leonardo Da
Vinci (J)

42
25
42

9
5
8

8
11
9

59
41
59

15
11
20

44
30
39

190
66
83

5
3
17

6
6
4

SPORTELLO

Ligabue (B)

21

24

23

26

Einstein (B)
Pertini 1e 2 (B)

7
29

1
48

9
77

2
14

7
65

12
72

1
4

2
12

TOTALI

953

242

22

93

63,5

259 1454 451 1005 3040 227

350 140

2.2 - Il primo elemento che ci preme sottolineare lormai evidente


estensione del counselling psicologico ai comprensivi. Ai consueti 15
sportelli rivolti alle superiori, infatti, questanno si aggiungono 6 sportelli
aperti nelle scuole medie inferiori (li abbiamo chiamati Free Junior), ed i 4
sportelli aperti nelle scuole elementari (Free Baby).
Il setting che caratterizza Junior e Baby con qualche modifica -
largamente sovrapponibile a quello ormai storico che abbiamo messo in
piedi fin dal 2003 nelle superiori. Con almeno due significative differenze:
- In primo luogo mancano in questi due nuovi ambiti i peer, da ci
lesigenza di ridefinire limportante lavoro di marketing sociale (cio di
propaganda allo sportello) e di una parte dellattivit di filtro che nelle
superiori sono svolte dai peer: assegnando agli adulti (il dirigente, i
docenti referenti, e lintera comunit dei docenti operante in scuola)
entrambe queste funzioni.
- Ancora pi significativo poi la decisione, frutto di una riflessione in
comune con le scuole, di aprire alcuni sportelli Junior e Baby a pi plessi
scolastici afferenti alla stessa direzione didattica.
Questa decisione, resa possibile dal fatto che spesso sono gli adulti a
fruirne, oltre che un risparmio, pu diventare un importante elemento
che contribuisce a rafforzare, a stabilizzare ed a rendere coerente il
rapporto della psicologa con il comprensivo: e cio con le dirigenti, con
linterno corpo docente, e con i genitori.
2.3 Lestensione del counselling psicologico ai comprensivi (non
escludiamo unulteriore sua estensione alla fascia prescolare) figlia
della ormai storica propensione dellAPS Amici di Gancio ad immaginare i
propri servizi in base ad un modello debole, cio flessibile, attento alle
richieste attuali che vengono dal mondo della scuola (docenti, genitori,
ecosistema adulto che ruota intorno ai soggetti in et evolutiva), che non
rinuncia mai allascolto ed alla continua rilettura dei bisogni che nascono
in questo campo perennemente in fieri.
Nel caso della nascita dei Free Junior e Baby importante stata la lettura
che abbiamo fatto insieme alla scuola del significato del passaggio dalla
famiglia etica alla famiglia affettiva, e delle nuove fragilit 1 che vanno
emergendo in base a questo passaggio, soprattutto nelle famiglie
ricomposte, monoparentali, cos come in molte famiglie di neoimmigrati.
1 Per chi volesse approfondire, cfr: La latenza latente su psychiatryonline
4

15
37
130
199
264
311
286
389
303
311
329
350
2.924

inv back ofce

1
87
n.r.
48
481
n.r.
148
995
n.r.
136 1809
96
218 2080 102
680 2301 114
159 1364
77
247 1838 141
169 1798
80
335 2286 204
438 2668 227
451 3040 227
3.030 20.747 1.268

N. professori

040
183
439
561
664
405
361
638
586
646
811
1005
6.339

N. peer
impegnati

41
231
587
697
882
1105
621
892
755
981
1249
1454
9.495

Acceso
immigrati

Femmine

8
57
124
107
155
161
107
175
124
166
215
259
1.658

Totale colloqui

Totale accessi

8
42
61
129
171
219
129
176
140
131
145
242
1.593

Maschi

Accessi genitori

16
18
18
19
17
17
24

25
132
402
461
556
725
385
540
490
684
884
953
6.237

Accessi
professori

2
5
10
13

Accessi studenti

tot 03/04
tot 04/05
tot 05/06
tot 06/07
tot 07/08
tot 08/09
tot 09/10
tot 10/11
tot 11/12
tot 12/13
tot 13/14
tot 14/15
Tot Gen.

N. Sportelli

Anno scolastico

2.4 Diamo ora unocchiata al panorama complessivo degli 11 anni di


Free (Tabella 2):

2
13
27
29
30
34
30
25
25
18
18
22

5
19
36
38
51
58
30
74
44
53
38
93

-Lestensione degli sportelli alle scuole medie ed elementari ha permesso


un ulteriore generale aumento dei dati, a partire dal numero degli
sportelli, che risulta ulteriormente implementato se si considera il fatto
che come dicevamo prima - gli Junior ed i Baby spesso coprono pi
plessi scolastici (questanno ben 26!).
E, molto importante: anche questanno in due scuole medie (Pertini e
Manzoni) stato portato avanti un lavoro di supervisione: - di gruppo alla
Pertini, per un totale di 5 incontri; - di classe alla Manzoni, per un totale di
7 incontri.
-Il totale generale degli accessi in questi 11 anni (9.495) ci parla
eloquentemente, e ci dice che quasi 10.000 fra studenti, genitori e
docenti di Reggio E. e provincia hanno fruito gratuitamente dei servigi
offerti. Si tratta di 6.200 studenti e 3.200 adulti (genitori o docenti). Qui
sotto la dinamica del rapporto accessi studenti e accessi adulti nel tempo
(Grafico 1):

Accessi studenti \ accessi adulti


1200
1000
884

800

725

600
402

400
200
0

25
16

132
99

185

461
236

556
326

953

684
540

490

adulti
501

studenti

380 385 351


360
264 297
236

- Dello squilibrio degli accessi fra femmine e maschi abbiamo detto pi


volte: risulta pi facile per le donne afdarsi e confidarsi con lo psicologo.
Anche se va detto che fino ad una quindicina di anni fa lacceso dei
maschi ai consultori giovani della regione Emilia e Rom. era pari ad un
terzo di quella delle giovani. Mentre ora si assiste ad un rapporto di uno a
due accessi. Le ragioni di questa maggiore confidenza dei giovani maschi
con i servizi psicologici di cura sono simili a nostro avviso a quelle che li
spingono finalmente- ad impegnarsi nellattivit di volontariato.
- Il fatto che il numero dei colloqui sia solo poco pi del doppio (20.747)
rispetto al numero degli accessi non deve trarre in inganno: Free Student
box nato per raccogliere per tempo i problemi lievi, prima che
sincancreniscano e si aggravino. In quanto epidemiologa, la dott.ssa
Mariella Martini, che promosse la nostra nascita allorch era Direttrice
Generale dellAusl di RE, lo sapeva benissimo. E fu per questo che ci
appoggi, garantendoci anche un rapporto con i servizi pubblici, ai quali
indirizzare i casi pi severi.
E per questo che la psicologa counsellor deve coltivare, fra le sue doti,
da una parte una capacit dindividuare per tempo i casi pi difcili,
prima che si strutturi una dipendenza, in modo che sia facile indirizzarli al
back ofce (vedi lultima voce della Tabella 2); dallaltra quella di
affrontare anche le problematiche pi leggere, magari con un solo
colloquio, e spesso indirizzando la domanda ad altri ausili che ogni scuola
ha al proprio interno.
Il che significa che unaltra dote che deve sapere acquisire in itinere la
psicologa counsellor quella di conoscere bene la scuola in modo da
diventare un elemento del sistema scolastico, in grado di dialogare con
gli altri soggetti che lo compongono 2.
2 cfr: Free Student Box, Attivare interventi di sistema, di M. Anzivino e A. Grazioli, In Free
6

2.5 - Dei peer parleremo fra un po. Rimane da sottolineare il dato


dellaccesso a Free da parte degli immigrati: 1268 negli ultimi 8 anni
(mancano i dati relativi ai primi tre anni di Free), pari al 7-8 % del totale
degli accessi: una percentuale che al di sotto di quella dei migranti
rispetto alla popolazione autoctona (13,5% nel 2013); ma ugualmente
significativa poich dimostra una crescente comprensione da parte dei
migranti del significato del counselling psicologico.

3. Workshop e Stanze di Dante

5
10
7
7
6

19-11-14
19-11-15
20-11-15
28-11-15
26-11-14
25-11-14
27-11-14
23-01-15
20-01-15
05-12-14

W
w
w
w
W
W
W
W
W
W

40
48
48
42
46
40
40
26
40
45
617

12
16
13
14
11
12
10
9
15
11
186

11
16
12
14
11
12
10
9
14

6
5
5
1
4
7
4
5
2
6
74

5
11
8
13
7
5
6
4
13
5
112

173

N. prof refer

6
3
5
8
7

Di cui: imm M

11
13
12
15
13

N. vol immig

13
13
12
15
10

Di cui maschi

maschi

40
42
42
48
30

N. volontari

femmine

St
W
W
W
W

maschiDi cui immigrati

b-i \ r-i seguiti

Zibordi
Lepido(mar)
Lepido(ven)
Pertini
Fontanesi
(giov)
Don Borghi
Fermi
Aosta
Collodi
Neria Secchi
Dossetti Me
Dossetti El
Puccini (PR)
Manzoni
Collodi
Totali

11
6
4
5
-

5
5
4
4
-

19
11
12
12
7

5
3
4
8
5

6
0
2
3
1

3
0
1
1
-

1
1
1
2
1

2
7
9
12
5
4
6
6
8
9
94

1
3
8
11
3
2
3
2

13
14
11
10
7
7
8
8
10
7
156

3
2
9
1
2
1
0
2
1
2
48

3
3
3
5
1
0
0
0
8
4
39

1
0
1
1
0
0
0
0
1
1
10

1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
16

N. immigrati seguiti

N.o ore

18-11-14
18-11-14
28-11-14
20-11-14
20-11-14

Data inizio

Wor \ st

Plesso

b-i \ r-i iscritti

3.1 - Workshop e Stanze di Dante gestite direttamente da Amici di Gancio


(Sinergie 1 e 2), anno scol. 2014\15 (Tabella 3)

51

Student Box, counselling psicologico per studenti, genitori e docenti, a cura di L. Angelini e d.
Bertani, Psiconline, 2009

Marconi
Pertini
PR

Puccini

MO
totali

Pascoli-Sassuolo

n tutor

Rodari-Cavriago

n alunni
stranieri

RE

periodo
genn-maggio
2015
genn-maggio
2015
genn-maggio
2015
marzo-maggio
2015
genn-maggio
2015

n alunni

istituto

n classi

povinc
ia

ore

3.2 - Stanze di Dante con UNIMORE, Anno Sc. 2014\15


Nelle Scuole Primarie (Tabella 4):

100

39

100

42

12

100

18

100

24

100
500

1
7

19
142

5
34

1
7

povinc
ia

ore
istituto

periodo

n classi

alunnin

n
alunni
stranieri

n tutor

Nelle Scuole per lInfanzia (Tabella 5):

PR

Ferrari e F.Neri

genn-maggio
2015

100

24

Ferrari e F.Neri

genn-maggio
2015

100

18

Aquilone

genn-maggio
2015

100

30

15

Don Guglielmi

genn-maggio
2015

100

18

Dante Alighieri

genn-maggio
2015

100

24

15

PC

Alberoni

genn-maggio
2015

100

24

21

MO

Don Milani

genn-maggio
2015

100

19

MO

Pascoli

genn-maggio
2015

100

20

RE

Girasole
( Novellara)

genn-maggio
2015

100

24

12

900

11

201

84

11

RE

totali

3.3 - A proposito del rapporto con la Facolt di Scienze dellEducazione di


UNIMORE ci preme ribadire che il Seminario del 26 maggio 2015 ha
rappresentato il momento finale del tirocinio delle studentesse di Scienze
dell'Educazione per l'Anno Accademico 2014-2015.
- Per la prima volta stato sperimentato il tirocinio del nuovo ordinamento,
composto da: 20 ore di osservazione, 50 di progetto libero, 100 di progetto
Gancio.
- Dal 2006, anno dinizio della sperimentazione del rapporto fra Unimore e
Amici di Gancio Originale, ad oggi sono state circa 150 le tirocinanti che
hanno operato nella scuola dell'Infanzia e nella scuola Primaria, dirette da
Rossana Cavatorti, supervisore di Unimore e Mariella Cantini, referente di
Gancio. con orgoglio che possiamo dire che da questa sperimentazione,
prima in assoluto qui a Reggio E., che sono nati gli altri progetti di tirocinio
all'interno della Facolt.
- Questa, a grandi linee, la strutturazione del progetto:

settembre: presentazione del progetto agli studenti;


ottobre: primo incontro di progetto e scelta operativa con destinazione
dei singoli studenti;
novembre: formazione mirata con esperto (dott.ssa Bertani);
febbraio: verifica collettiva in itinere;
maggio: seminario conclusivo con restituzione;
incontri intermedi individuali con le tirocinanti e le varie scuole.

3.4 - I workshop gestiti con le parrocchie, Filef ed altri enti


Come accaduto negli anni scorsi, anche questanno alcuni volontari
formati dallAPS Amici di Gancio sono stati integrati allinterno di progetti
complementari ed in ogni caso similari a quelli di Gancio:

in alcune parrocchie che da tempo intrattengono un rapporto con


Gancio;
in Filef, coinvolta peraltro anche nel progetto Sinergie;
in alcune associazioni sportive che hanno gestito i campus di Roncina e di
Onde Chiare.

(Tabella 6)
SPORTELLO
Filef
Rivalta
Parrocchia
Fogliano
Parrocchia
Immacolata
Baragalla
Campus Onde
Chiare
Oratorio
Orizzonti educat

Immigrati
accolti

Vol.
maschi

4
2
16

0
0
5

0
1
2

17

Volontari
28
11

Campus Roncina

11

Parrocchia Cella

10

Totali

103

13

3.5 Workshop Sinergie: gli atelier pratici per gli studenti delle
scuole medie superiori che hanno bisogno di percorsi individuali di
adultizzazione e professionalizione (Sinergie A)
Workshop Sinergie nato allinterno del pi ampio Progetto Sinergie,
finanziato dalla Fondazione Manodori, che in generale si propone di
svolgere: - attivit volte a creare e mantenere il benessere dei bambini, dei
preadolescenti e dei giovani; - attivit di prevenzione e recupero del
disagio giovanile; - istituzione centri di aggregazione e
luoghi di
accoglienza per soggetti in et evolutiva autoctoni e migranti; realizzazione di progetti rivolti ai genitori, ai docenti e altri elementi
dell'ecosistema adulto che ruota intorno a bambini, ragazzi e giovani; sviluppo della disposizione dei giovani alla solidariet, al senso civico e al
dialogo.
Il Workshop Sinergie in particolare ha accolto allinterno dellITS Nobili 3
adulti volontari qualificati dellAUSER che hanno dato una mano, insieme
alla psicologa che guida lo sportello psicologico (dott.ssa Francesca
Ferretti) e ai docenti dellITIS, allinterno di una classe prima
particolarmente problematica ed in un atelier ad hoc di falegnameria,
ubicato allinterno dellIstituto, nel quale i giovani con problemi di disagio,
segnalati alla psicologa, dal Sig. Dirigente e dai suoi collaboratori, hanno
potuto svolgere attivit riparative ed autoriparative.
Lattivit stata considerata da tutti i partner coinvolti cos importante da
essere iterata il prossimo anno scolastico, al di l di ogni eventuale
problema finanziario.

3.6 La ricerca sul campo sul tema delle seconde generazioni


(Sinergie R)
Infine sempre allinterno del Progetto Sinergie abbiamo portato a
termine una ricerca sul campo sul tema del bilinguismo fra i soggetti in et
evolutiva figli di immigrati, che abbiamo intitolato Due lingue due
anime, i cui risultati presenteremo a breve sul nostro sito.

4. Laccompagnamento in Gancio Originale


4.1 - Veniamo ora ad una analisi pi puntuale del modo di operare di
Gancio Originale:
(Tabella 7)

10

Come dice Jaques Godbout, il sistema dello scambio solidale centrato sul
principio del dare ricevere contraccambiare.
Nel
nostro
caso
questo
principio
informa
tutta
la
catena
dellaccompagnamento; e cio: seniores (Angelini, Bertani, Cantini, Farina)
- psicologi junior - tirocinanti psicologi e di scienze della formazione volontari e volontarie - casi seguiti.
Dove, da una parte, i seniores forniscono guida e supervisione ai giovani
psicologi; questi fanno opera di tutoring nei confronti dei tirocinanti e di
coordinamento delloperato dei volontari, che a loro volta lavorano insieme
ai giovani psicologi per lopera di riparazione dei casi seguiti (nei workshop
e nelle Stanze di Dante), nel filtro dei casi e nel marketing sociale in Free
Student Box.
E dallaltra: i casi seguiti aiutano alla scoperta ed alla solidificazione delle
parti pi mature ed adulte dei volontari, e insieme a questi ultimi i
tirocinanti nellaffrontare limportante passaggio che conduce nel mondo
della professione; i tirocinanti, guidati dagli psicologi junior contribuiscono
allafnamento delle capacit professionali di questi ultimi, che nel
rapporto settimanale con i seniores (riunione dequipe e supervisione)
aiutano i seniores a mantenersi sul pezzo, cio ad avere una visione
aggiornata, e non libresca, dei problemi sul tappeto.
Cercheremo ora di fare il punto su ognuna di queste componenti, cercando
di porre in luce gli elementi di forza, ma soprattutto gli elementi di criticit
presenti in ciascuno di essi.
4.2 Dei casi abbiamo gi detto tutto sul piano quantitativo. Su quello
qualitativo lapertura degli sportelli di Free Junior e Baby impone uno sforzo
di aggiornamento e di adattamento del modello alle particolari esigenze
11

dei preadolescenti e dei bambini, cos come dei nuovi genitori delle
famiglie affettive, che finora avevamo visto solo sotto le vesti di genitori di
adolescenti; e dei nuovi docenti della nuova scuola (passata dalla
verticalit del rituale pedagogico alla pi orizzontale teatralizzazione della
scena scolastica).
Si tratta di una sfida grande, a nostro avviso estensibile, ed anzi da
estendere se non altro per ragioni di carattere preventivo anche ai genitori
ed alle educatrici della fascia prescolare.
4.3 Dei volontari e dei peer proponiamo qualche dato che ci permetta di
vedere in termini pi analitici cosa sta accadendo (Grafico N. 2):

volontari e peer anno x anno


700

665
609

600

538

500

487
418
384
318336

400

200
100
0

52
25 33

90 10497

468

321

308
260
230

300

609
583573

571

137

per
un
totale,
nei
nostri
25
anni
(ottomiladuecentoventuno) giovani volontari!!!

di

vita,

di

8.221

- Su 609 volontari 408 sono femmine e 201 maschi. Lincremento dei


volontari maschi conferma il trend degli anni scorsi, che abbiamo gi
commentato in varie circostanze e che, in ultima istanza da ricondurre ad
una nuova immagine delle maschilit che prende molti giovani adolescenti
doggi.
4.4 I tirocinanti psicologi e di Scienze della Formazione: si tratta di 5
tirocinanti psicologi e 16 di Scienze della Formazione che hanno potuto
operare nei Workshop e nelle Stanze di Dante grazie a cinque intese
firmate con varie universit. Infatti lAPS Amici di Gancio convenzionata
con N.4 Facolt di Psicologia: Parma, Cesena, Padova e Napoli; e N.1 facolt
di Scienze della Formazione: quella di UNIMORE.
Sia gli psicologi che gli educatori seguono dei percorsi che prevedono
momenti di supervisione e di tutoring che permettano loro di affrontare il
tirocinio operando e riflettendo sul proprio operare.
4.5 Le nove psicologhe che operano in Free, nei workshop e nelle Stanze
di Dante costituiscono ormai il fulcro dellAPS. Coloro che le hanno
12

precedute hanno operato in Gancio per un certo numero di anni, per poi
aprire bottega per proprio conto, o presso altre istanze di cura.
Abbiamo limpressione che questa generazione sar destinata a rimanere
allinterno dellAPS ed a dirigerla. La loro sempre pi stretta alleanza con gli
istituti scolastici in cui operano la premessa della loro stabilizzazione,
oltre che in Gancio, anche in ogni scuola.
Ce lo chiedono a gran voce molti Dirigenti Scolastici. E noi cercheremo di
assecondare queste richieste, ed anzi di estenderle, almeno nei
Comprensivi, fino a comprendere (per dirla con Pietropolli Charmet) tutti gli
altri elementi dellecosistema adulto che in ogni specifico territorio vive ed
opera con i soggetti in et evolutiva.
4.6 Infine i membri seniores dello staff: stiamo avviando un processo di
passaggio alle nostre pi giovani colleghe di quelle competenze e di quegli
ambiti di responsabilit che ormai padroneggiano. Rimane il lavoro di
supervisione, di consulenza e di formazione che continueremo a svolgere
con la passione di sempre.

5. Save Gancio 3
Come avrete visto questanno scolastico stato un anno di grandi
realizzazioni.
Ricordiamo che la fruizione dei servizi dellAPS Amici di Gancio Originale
gratuita per gli studenti, per le famiglie e per i docenti. Ci significa che le
attivit di Gancio rimangono uno pei pochi luoghi di cura gratuiti del
welfare reggiano.
Fino al momento della crisi economica la spese occorrenti a coprire le
nostre attivit erano fornite quasi esclusivamente dai nostri sponsor
istituzionali (Ausl, Regione, Provincia, Comune di Reggio Emilia, Manodori).
A partire dalla crisi il calo delle risorse erogate da questi sponsor ci ha
spinto a rivolgerci anche alle scuole, che ormai contribuiscono allincirca
con per 30% delle spese annuali.
Ringraziamo ancora le scuole per lo sforzo che hanno fatto negli ultimi
anni, che lo ribadiamo ancora una volta per noi sono la migliore
medaglia che abbiamo ricevuto in questi anni.
Cos come ringraziamo i privati, le associazioni, gli enti che ormai da anni ci
sostengono.
La crisi per persiste. La Provincia dalla quale negli ultimi tre anni
proveniva una quota consistente dei finanziamenti - si trova in particolari
difcolt.
- Da ci lesigenza di chiedere ad Ausl, Regione, Provincia, Comune di
Reggio Emilia e Fondazione Manodori di continuare o tornare a darci una
mano.
- Da ci la probabile esigenza di chiedere per il prossimo anno qualcosa in
pi anche alle scuole.
- Da ci infine lesigenza di rilanciare una campagna Save Gancio 3,
rivolgendoci alle forze produttive e ai privati cittadini afnch ci aiutino a
far quadrare i conti anche per il prossimo anno scolastico 2015\16.
Sappiamo che c la concreta prospettiva di ottenere risorse minori rispetto
agli scorsi anni: ci stiamo attrezzando per ridurre allosso i nostri costi. Ma
proprio per questo chiediamo a tutti di volerci dare una mano per atterrare
su un terreno percorribile, con parsimonia, ma senza perdere lo smalto e la
qualit dei servizi proposti.
13

6. Una nota finale prima dei saluti


Noi pensiamo che Gancio Originale possa rappresentare un modello
estensibile a tutta la Regione Emilia e Romagna: si tratta infatti di un
modello:
- originale, poich basato sul coinvolgimento delle giovani e dei giovani
volontari;
- flessibile, cio in grado di leggere, insieme alla scuola ed alle famiglie, i
nuovi bisogni di prevenzione e di cura e di adattare ad essi il proprio
assetto clinico;
- capace di coniugare la clinica psicologica con le altre esigenze di sistema,
e di fare rete in maniera dialogante.
Ci piacerebbe discutere queste cose con tutti gli altri addetti ai lavori sui
giovani e sullecosistema adulto che vive ed opera con essi.
Nella speranza di poterci incontrare anche il prossimo anno, un cordiale
saluto e un caloroso ringraziamento a tutte e a tutti. Arrivederci!
Leonardo Angelini e Chiara Vecchi
psicologi - psicoterapeuti
Presidente e Vice-Presidente dellAPS Amici di Gancio Originale

Reggio Emilia 13/06/2015

Se vuoi darci una mano: Save Gancio 3!

14