Sei sulla pagina 1di 21

PER INFORMAZIONI, PREVENDITE E ACQUISTO BIGLIETTI

La prevendita dei biglietti inizier sabato 13 giugno 2015


Sar possibile acquistare i biglietti per gli eventi a pagamento sia presso la
biglietteria della Rassegna sia con il servizio Vivaticket in uno dei punti vendita
oppure su www.vivaticket.it
BIGLIETTERIA DELLA RASSEGNA
Piazza del Popolo 5, Peccioli (PI)
Dal 13 giugno: marted, gioved e venerd dalle ore 10 alle ore 13; mercoled,
sabato e domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19;
EVENTI SPECIALI E SCONTI PER I POSSESSORI DELLA CARD AMICI DEL POLO
MUSEALE DI PECCIOLI.
SCONTI PER SOCI BELVEDERE E CITTADINI DI PECCIOLI
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Fondazione Peccioliper
Piazza del Popolo 10, Peccioli (PI)
tel. 0587 672158 - www.fondarte.peccioli.net
PROGRAMMA 11 LUNE
2-30 LUGLIO 2015, ANFITEATRO FONTE MAZZOLA, PECCIOLI
Gioved 2 luglio ore 21,30 ARCA AZZURRA TEATRO presenta
ALESSANDRO BENVENUTI in Chi di scena, INGRESSO GRATUITO
Domenica 5 luglio ore 21,00 NATALIA PAVLOVA, MASSIMILIANO
FICHERA, DIEGO CAVAZZIN, diretti dal M Simone Valeri in La Traviata
di Giuseppe Verdi, SPETTACOLO A PAGAMENTO
Gioved 9 luglio ore 21,30 BOBO RONDELLI in Come i Carnevali,
INGRESSO GRATUITO
Domenica 12 luglio ore 21,30 BARBARA DE ROSSI in Medea, INGRESSO
GRATUITO
Marted 14 luglio ore 21,30 COMPAGNIA DEGLI ONESTI, EMANUELE
BARRESI E DANIELA MOROZZI in La fortuna si diverte, INGRESSO
GRATUITO
Luned 20 luglio ore 21,30 BOHEMIANS PONTEDERA in Notre Dame,
INGRESSO GRATUITO

Mercoled 22 luglio ore 21,30 MARIO BIONDI & THE KOLORS in concerto,
SPETTACOLO A PAGAMENTO
Venerd 24 luglio ore 21,30 GAETANO TRIGGIANO in Real Illusion,
SPETTACOLO A PAGAMENTO
Luned 27 luglio ore 21,30 AMANDA SANDRELLI in Alfonsina y el mar.
Storie di tango e di passioni, INGRESSO GRATUITO
Gioved 30 luglio ore 21,30, COMPAGNIA PECCIOLITEATRO, ANDREA
BUSCEMI in La scuola delle mogli di MOLIRE, INGRESSO GRATUITO
A seguire
FestaAlchiarDiLuna
EVENTI COLLATERALI
11Lune per Piccini
Mercoled 1 luglio ore 18,30 C qualcuno che si chiama Alice? Un
sogno itinerante alla ricerca di Alice nel centro storico di Peccioli.
INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Venerd 3 luglio dalle 21,00 alle 8,00 Alice nel Museo delle Meraviglie.
Spettacolo con sonno e risveglio per bambini dai 6 dai 10 anni. Museo
Archeologico INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
LE NOTTI DELLARCHEOLOGIA
Venerd 10 luglio dalle ore 17,30 Visite agli scavi archeologici di Colle
Mustarola, Ghizzano di Peccioli. In collaborazione con il Gruppo
Archeologico Tectiana. INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
PREZZI DEI BIGLIETTI
MARIO BIONDI & THE KOLORS in concerto
Platea e poltroncine centrali
30
Poltroncine laterali
25
Prato
15
Prezzo riservato ai cittadini di Peccioli
Platea e poltroncine centrali
24
Poltroncine laterali
20
Prato
12

Prezzo riservato ai soci di Belvedere S.p.A., ai possessori della CARD Amici del
Polo Museale di Peccioli e minori di 18 anni
Platea e poltroncine centrali
22
Poltroncine laterali
18
Prato

11
Gratuito per disabili e un accompagnatore, per bambini fino a 3 anni (nella
stessa seduta del genitore)
GAETANO TRIGGIANO in Real Illusion
Platea
20
Poltroncine centrali e poltroncine laterali
18
Prezzo riservato ai cittadini di Peccioli
Platea
16
Poltroncine centrali e poltroncine laterali
14
Prezzo riservato ai soci di Belvedere S.p.A., ai possessori della CARD Amici del
Polo Museale di Peccioli e minori di 18 anni
Platea
14
Poltroncine centrali e poltroncine laterali
12
Gratuito per disabili e un accompagnatore, per bambini fino a 3 anni (nella
stessa seduta del genitore)
La TRAVIATA
Poltroncine centrali
20
Poltroncine laterali
18
Prezzo riservato ai cittadini di Peccioli
Poltroncine centrali
16
Poltroncine laterali
14
Prezzo riservato ai soci di Belvedere S.p.A., ai possessori della CARD Amici del
Polo Museale di Peccioli e minori di 18 anni
Poltroncine centrali
14

Poltroncine laterali
12
Gratuito per disabili e un accompagnatore, per bambini fino a 3 anni (nella
stessa seduta del genitore)

Arca Azzurra Teatro


Ministero dei Beni e delle Attivit Culturali - Regione Toscana - Comune di San
Casciano Val di Pesa

Alessandro Benvenuti
in
Chi di scena
scritto e diretto da Alessandro Benvenuti
Anfiteatro Fonte Mazzola
Gioved 2 luglio ore 21,30

Con Paolo Cioni e Maria Vittoria Argenti


Costumi Giuliana Colzi
Luci Paolo Pollo Rodighiero
Musiche Vanni Cassori
Arredi di scena Lucia Socci
Aiuto regia

Chiara Grazzini

Elettricista e responsabile tecnico tourne


Andrea Garbini
Fonico
Michele Pisano
Macchinista
Fabio Frassineti
Materiale elettrico
Viani illuminazione per lo spettacolo
Organizzazione
Costanza Gaeta, Tiziana Ringressi
Amministrazione
Valentina Strambi
Segreteria di tourne
Teresa Gargani
Distribuzione
Barbara Vernassa
Ringraziamenti al Teatro Comunale di Bucine e Teatro Popolare dArte
Prima Nazionale
Uno stravagante e chiacchierato uomo di teatro scomparso dalle scene improvvisamente e
apparentemente senza un plausibile motivo da cinque anni, viene rintracciato per un caso
fortuito da un giovane fan.
A lui, luomo decide di rilasciare unintervista per spiegare le ragioni della sua scelta e svelare
cos il mistero che si creato intorno a questa. Lo invita perci a casa sua.
Testimone silente di questo loro incontro per una giovane donna che, giacendo seminuda su
una chaiselongue di spalle ai due, sembra dormire un sonno profondo. E
E come spesso accade nei lavori di Alessandro Benvenuti, quel che appare si scopre
tuttaltro che vero, e quel che vero si svela in un intreccio giocoso e imprevedibile, con una
specie di doppio salto mortale drammaturgico che accompagna lo spettatore a un finale
assolutamente inaspettato che gioca con leggerezza con le vicende pubbliche e private dei tre
protagonisti, sullintreccio tuttaltro che evidente dei loro rapporti, affrontando insieme
tematiche di grande attualit sociale.
Il tutto ovviamente con il linguaggio forte, pastoso, ricco dei testi di Benvenuti, assolutamente
esplicito, lineare, venato di ironia con punte di corrosivit sarcastica e sempre di una comicit
istintiva e feroce.
Spettacolo gratuito

LA TRAVIATA
di Giuseppe Verdi
Melodramma in tre atti Libretto di Francesco Maria Piave
Violetta Valery NATALIA PAVLOVA
Alfredo Germont DIEGO CAVAZZIN
Giorgio Germont MASSIMILIANO FICHERA
Orchestra Lirico Sinfonica del Teatro dellOpera di Volterra
Corale Valdera
Direttore e Maestro Concertatore Simone Valeri
Scenografie Luciano Nesi
Regia Gianmaria Romagnoli
Prima Nazionale
il Verdi pi adorabile e moderno, tra amori, mondanit, brindisi, tradimenti, soldi, malattie e
morte. il verdi de La Traviata, prima produzione lirica della Fondazione Peccioli per i
collaborazione con lAccademia Musicale Alta Valdera. Unopera in tre atti di Giuseppe Verdi con
lOrchestra del teatro Lirico Sinfonico di Volterra e la Corale Valdera, sul podio i M Simone
Valeri, la regia di Gianmaria romagnoli, le scenografie di Luciano Nesi e le coreografie eseguite
da Arte Danza di Chiara Ribechini.
In scena nel ruolo di Violetta il soprano russo Natalia Pavlova, di Giorgio Germont il baritono
Massimiliano Fichera, di Alfredo Germont il tenore Diego Cavazzin.
nellinverno del 1852 che Giuseppe Verdi a Parigi e al Theatre du Vaudeville assiste ad una
delle prime rappresentazioni della Dame aux camlias, riduzione teatrale del romanzo di
Alexandre Dumas figlio. Il dramma della cortigiana Marguerite Gautier, modellata sulla vera
Marie Duplessis, che sfida le convenzioni borghesi e cerca una redenzione nellamore di
Armand, colpisce profondamente il compositore. Il soggetto della nuova opera deciso e il 6
marzo 1853 al Teatro La Fenice di Venezia va in scena appunto, La Traviata. Ma la Censura
non pu tollerare un tale realismo e impone di retrodatare la vicenda in un pi rassicurante
1700 circa. Forse anche per questo che la prima fu un fiasco.
Unopera bella, profonda da vedere a tutte le et, con tutto ancora una volta riattualizzato, e lo
sfondo di una societ ipocrita e bigotta.
La Traviata rappresenta per la rassegna 11Lune una grande scommessa, che prima del suo
debutto ha comunque ottenuto un grande successo, quello di riuscire a coinvolgere un
territorio che ha messo a disposizione prodotti, servizi, competenze in una lunghissima lista di

sponsor tecnici che hanno creduto in questo progetto e che hanno dimostrato come la grande
musica riesca ad unire generazioni, provenienze diverse, professionisti e semplici appassionati.
Spettacolo a pagamento
La TRAVIATA
Poltroncine centrali
20
Poltroncine laterali
18

Prezzo riservato ai cittadini di Peccioli


Poltroncine centrali
16
Poltroncine laterali
14

Prezzo riservato ai soci di Belvedere S.p.A., ai possessori della CARD Amici del Polo Museale di
Peccioli e minori di 18 anni
Poltroncine centrali

14
Poltroncine laterali

12
Gratuito per disabili e un accompagnatore, per bambini fino a 3 anni (nella stessa seduta del
genitore)

Bobo Rondelli
in
Come i Carnevali
Anfiteatro Fonte Mazzola
Gioved 9 luglio ore 21,30
Finalmente a Peccioli il cantautore livornese dallo sguardo disincanto, che riesce a trasformare
la vita quotidiana in poesia e viceversa, riuscendo a indagare, con sincerit e senza falsi pudori,
gli animi umani. La sua musica leggera come una brezza marina e allo stesso tempo
travolgente come una nave carica di umanit viva e pulsante.
Bobo Rondelli, anima di Livorno, poeta celebrato e riconosciuto come uno fra i maggiori
esponenti della canzone dautore italiana, torna sulle scene per presentare il suo ultimo lavoro
discografico Come i Carnevali, uscito il 17 marzo scorso.
Il disco, scritto in collaborazione con Francesco Bianconi dei Baustelle e gli inseparabili
amici/musicisti Fabio Marchiori e Simone Padovani, vede Bobo tornare alle atmosfere sognanti
di "Per Amor del Cielo"; album che lo aveva consacrato come grande autore contemporaneo.
Sceglie non a caso Filippo Gatti come produttore, lo stesso del celebrato disco del 2009.
La variet timbrica dellalbum traccia il profilo netto di un uomo che descrive la vita quotidiana
con amara lucidit e felliniane fughe verso il sogno. Forte il legame con il cinema e la

letteratura, ai quali Bobo si ispira in quasi ogni canzone: Le notti bianche di Visconti in Cielo
e terra, lomaggio al dimenticato poeta Emanuel Carnevali, Ugo Tognazzi, Leducazione
sentimentale de I mostri in Autorizza pap, Cosini di Svevo in Ugos dilemma.
In Come i Carnevali Bobo celebra la poesia e la vita, che somiglia sempre pi ad un
Carnevale, tra liti con la ex, scorrazzate in motorino senza casco con i figli e serate in osteria.
C il sentito ricordo della madre Nara F., e del padre in Qualche volta sogno, lamore
strampalato ma fortissimo per i figli in Autorizza pap. Lomaggio al pedagogo e scrittore
polacco Henryk Goldszmit e al suo ruolo chiave con i bambini vittime dello Shoah.
Come i Carnevali un disco di un uomo innamorato delle assurdit e delle passioni della vita.
Troppo sensibile per non subirne la crudelt, troppo lucido per prenderla sul serio.
Spettacolo gratuito

LE NOTTI DELLARCHEOLOGIA
Barbara De Rossi
in
Medea
di Jean Anouilh
Anfiteatro Fonte Mazzola
Domenica 12 luglio ore 21,30
traduzione di Giulio Cesare Castello
regia Francesco Branchetti

con CARLO CAPRIOLI, TATIANA WINTELER, LORENZO COSTA, FABIO FIORI musiche Pino
Cangialosi
scene e costumi Clara Surro
produzione Teatro Garage
NOTE DI REGIA
La Medea di Anouilh ha una struttura drammaturgica molto forte con caratteristiche specifiche
ed originali che la rendono unica ed stato questo ad affascinarmi. In pochi testi come in
questo ho trovato la perfezione della drammaturgia unirsi alla costruzione di personaggi
teatrali dalla potenza tragica strepitosa e ad unindagine psicologica straordinaria, questa
forza e questa grandissima capacit di indagare lanimo umano e le sue complessit che la
regia e lo spettacolo tenteranno di restituire al testo. La mia regia, di matrice classica ma
attenta sempre al lato simbolico e immaginifico di un testo, seguir la via dello scavo
psicologico nei personaggi e nei loro rapporti dolorosi e dolenti e secondo la linea, indicata da
Anouilh, che mirabilmente rende sentimenti e rapporti sempre pi assoluti e universali, nella
loro pi scoperta quanto complessa umanit. Lallestimento scenico sar complice e teso,
visivamente e registicamente parlando, a disegnare e a creare un mondo altro, un luogo
altro (come altra e straniera Medea), dove ogni cosa sar specchio della personalit
prismatica e dalle mille sfaccettature della protagonista e dei suoi rapporti con gli altri
personaggi; attraverso le musiche, le luci, la scena, complici ed evocatrici di atmosfere ed
emozioni, accompagner lo spettatore in questo viaggio agli inferi di Medea; ogni elemento
scenografico, ogni accessorio dei costumi, sar metafora e veicolo formale teso alla costruzione
del mondo straziato, doloroso della protagonista.
Dopo i grandi successi televisivi(Amore criminale e Notti sul ghiaccio) Barbara De Rossi vestir i
panni di Medea. La Medea di Jean Anouilh si apre con Medea e la nutrice profughe nei
pressi di Corinto dove la maga era giunta con il suo amato Giasone, dopo avere viaggiato
insieme per dieci anni colmi di passione, eccessi e assassinii. Qui le due donne sentono grida e
suoni di festa che arrivano da lontano e Medea scopre che stanno festeggiando Giasone, che
lindomani sposer Creusa la figlia di Creonte, il re di Corinto. Questa la molla che scatena in
Medea un incontenibile odio e desiderio di vendetta verso luomo che le stato complice fino
ad allora in tutto, nel bene e nel male e compagno, in una passione che in lei non conosce
limiti. Medea folle di odio e di amore, sola, rifiutata dalla societ, dapprima disperata e
combattuta sul da farsi ma quando incontra Giasone che accusa solo lei di tutto lorrore che
hanno commesso insieme, ricordando al contempo, con piet e nostalgia, il sentimento
passato, a questo punto, inferocita dalle parole dellamato, mette in atto la sua terribile
vendetta.
Spettacolo gratuito

LA COMPAGNIA DEGLI ONESTI


Daniela Morozzi e Emanuele Barresi
in
La fortuna si diverte
di Athos Setti
Anfiteatro Fonte Mazzola
Marted 14 luglio ore 21,30

Con Fabrizio Brandi, Eleonora Zacchi, Riccardo De Francesca, Elisa Franchi, Erika Gori, Maurizio
Canovaro, Alessandra Donati
Elaborazione e regia Emanuele Barresi
Produzione Sandro Paolucci

Alfredo, che vive in unumile dimora insieme alla famiglia, riceve in sogno la visita di Dante
Alighieri, che gli suggerisce quattro numeri da giocare al lotto, sottolineando per, che essi
rappresentano anche la data della sua morte. Alfredo gioca i numeri, vince e si trasferisce in un
costoso appartamento e tutti i componenti della famiglia, in particolare la moglie, si
comportano come gran signori. Lunico che non riesce a gioire Alfredo, terrorizzato dalla sua
imminente morte. Attraverso dialoghi e situazioni spassose, la vicenda si dipana, fino
allimmancabile colpo di scena finale.
La fortuna si diverte una commedia di Athos Setti, livornese, amico e collaboratore di
Eduardo De Filippo, che tradusse in film la suddetta opera teatrale, ambientandola a Napoli
anzich in Toscana e intitolandola Sogno di una notte di mezza sbornia. Altre versioni furono
messe in scena da Ettore Petrolini e Angelo Musco.
La Compagnia degli Onesti ha deciso di produrre una versione adattata del testo originale, in
toscano e di celebrare questo importantissimo autore. La regia di Emanuele Barresi che
anche uno degli interpreti dello spettacolo, insieme a Daniela Morozzi (attrice nota al grande
pubblico nel ruolo di Vittoria, la poliziotta toscana della serie Distretto di polizia).
Spettacolo gratuito

BOHEMIANS PONTEDERA
in
Notre Dame
Anfiteatro Fonte Mazzola
Luned 20 luglio ore 21,30
CANTATTORI
QUASIMODO - Niccol Falaschi; ESMERALDA - Paola Bivona; FROLLO - Paolo Bianca
GRINGOIRE - Alessio Mattolini; CLOPIN - Diego Parri; FEBO - Mattia Braghero; FIORDALISO Alessia Gelichi
CORPO DI BALLO
Silvia Pepoli; Donatella Pignataro; Anita Formichi; Antinea Liucci; Giulia Pasqualetto; Ornella
Cantini; Giorgia Ruscito; Asia Badolato; Giulia Campinotti; Irene Bianchi; Elodie Renault
REGIA
Alessio Mattolini; Silvia Pepoli
COREOGRAFIE
Silvia Pepoli
SCENOGRAFIE
Alessio Mattolini; Piero Mattolini; Valentina Mazzantini
DIRETTORE DI PALCO
Claudia Bonaccorsi
COSTUMI
Ornella Cantini
AIUTO COSTUMISTA
Rachele Spigai
Prima Nazionale
Notre Dame unopera musicale ispirata allomonimo romanzo del celebre drammaturgo
romantico Victor Hugo.
Accompagnata dalle musiche di Riccardo Cocciante, lopera narra dell'insolito legame tra
Quasimodo, il campanaro di Notre Dame da tutti considerato una creatura incompleta e
mostruosa e una bella zingara di nome Esmeralda.
I fatti si svolgono in un quadro storico di fine quattrocento in cui la scrittura e la stampa
iniziano a prendere il sopravvento sullet della pietra e dellarchitettura ed in cui milioni di
clandestini lasciati ai margini della citt lottano per il proprio diritto di libert ed integrazione
sociale.
La bella Esmeralda che da una rivolta clandestina si innamora dellaffascinante Febo, capitano
degli arcieri del Re, presto vittima della gelosia inarrestabile dellarcidiacono Frollo che la
vorrebbe possedere a costo di vederla addirittura morire.

Un susseguirsi di colpi di scena durante i quali la contesa Esmeralda costretta a subire le folli
gesta della perfidia e dellamore avvelenato, fino a rendersi conto della bont dellunico uomo
che sin dal principio lavrebbe voluta proteggere da tutto e da tutti.
Spettacolo gratuito

MARIO BIONDI
&
THE KOLORS
in concerto
Anfiteatro Fonte Mazzola
Mercoled 22 luglio ore 21,30

Per 11Lune a Peccioli un evento eccezionale e irripetibile. Mario Biondi e The Kolors in un unico
concerto si esibiranno sul palco dellAnfiteatro Fonte Mazzola.
La voce calda, profonda, sensuale di Mario Biondi si alterner con il fenomeno del momento, i
vincitori dellultima edizione di Amici, The Kolors.
Mario Biondi oltre a essere un grande cantante famoso per innumerevoli duetti con i pi
famosi nomi della canzone nazionale e internazionale. A cimentarsi questa volta saranno The
Kolors, che vantano un disco doro ottenuto in appena una settimana.
Ci aspetta un grande spettacolo tra un big e degli esordienti che hanno dimostrato di avere
tutte le carte in regola per aspirare allolimpo della musica italiana.

MARIO BIONDI & THE KOLORS in concerto


Platea e poltroncine centrali
30
Poltroncine laterali
25

Prato
15

Prezzo riservato ai cittadini di Peccioli


Platea e poltroncine centrali
24
Poltroncine laterali
20
Prato
12

Prezzo riservato ai soci di Belvedere S.p.A., ai possessori della CARD Amici del Polo Museale di
Peccioli e minori di 18 anni
Platea e poltroncine centrali

22
Poltroncine laterali

18
Prato

11

Gaetano Triggiano
in
Real Illusion
Anfiteatro Fonte Mazzola
Venerd 24 luglio ore 21,30
Un successo mondiale e senza precedenti per il David Copperfield europeo (fonte Ansa 2014).

Dopo i trionfi ottenuti in Grecia, Cina, Canada, Francia, Russia e dopo una tourne 2014, che lo
ha visto protagonista nei principali teatri italiani, il celebre illusionista torna anche nel 2015, a
grande richiesta, a sorprendere sempre di pi il pubblico con il suo spettacolo, REAL ILLUSION.
Sul palco tutta lenergia, la passione e labilit dellArtista che dar vita a situazioni surreali
attraverso apparizioni, colpi di scena e trasformazioni ad una velocit estrema, garantendo un
esperienza coinvolgente e spettacolare.
Storie avventurose, momenti di sospensione e di alta tensione, ma anche momenti brillanti e
divertenti tra le sue pi grandi e incredibili illusioni. Energia, rapidit, forza, passione, poesia,
amore, mistero e soprattutto magia saranno gli ingredienti di questo sorprendente spettacolo
di altissimo livello internazionale, dove gli effetti speciali faranno da cornice a chi vorr sognare
ad occhi aperti, adulti e bambini.
Un viaggio tra realt e immaginazione, in uno spazio senza tempo, per scoprire lessenza
stessa dellillusionismo. Triggiano trasporter il pubblico in un mondo in cui ogni limite razionale
superato e dove le leggi della fisica saranno stravolte al 100%.
Sul palcoscenico Triggiano sar affiancato da un cast di ballerini ed accompagnato
dalloriginale e coinvolgente musica del Maestro Angelo Talocci. Preziosa anche la
collaborazione con Alessio Tagliento, autore di programmi televisivi tra cui Zelig, Colorado Caf
e Quelli che il Calcio e la direzione artistica stata affidata al grande Arturo Brachetti.
Uno show dove la magia, i sogni e le illusioni si trasformano in realt!
Nota della Direzione Artistica Arturo Brachetti
La magia non una forma d'arte, una necessit. Tutti noi ne abbiamo bisogno per poter
sognare e avere una conferma, anche se fittizia, che esiste una realt migliore, dove tutto pu
succedere: volare, sparire, risorgere. Il pubblico preferisce sognare di essere "magico" piuttosto
che constatare i propri limiti terreni.
Ho incontrato Gaetano la prima volta quando aveva 23 anni e gi lo vedevo appassionato allo
spettacolo di prestigiazione. Ho curato per lui la regia del suo primo One Man Show,
riscontrando grande energia ed entusiasmo da parte del giovane artista. Da quel momento,
insaziabile, come un grande conquistatore, Gaetano ha continuato ad arricchire il suo
patrimonio di illusioni e sorprese, talvolta aggressive, talvolta romantiche, talvolta comiche,
talvolta lugubri.
Per questa sua ultima creazione mi sono divertito molto a discutere con lui l'ideazione, il
suggestivo impianto scenico, lo sviluppo della macchina teatrale. Gaetano ha come sempre
dedicato tutta la sua energia a pensare, costruire e metter in scena nuove ambientazioni e
coreografie per le sue illusioni, sempre caratterizzate da ritmo incalzante ed energia pura.
Per "Real Illuision", abbiamo immaginato un luogo surrealista, come lo scheletro di una fabbrica
abbandonata da Gustave Eiffel sulle nubi, una specie di attracco vittoriano sospeso nei cieli,
dove persino Giulio Verne avrebbe potuto agganciare una mongolfiera. In questo luogo senza
tempo, la magia prende vita e ci abbandoniamo al viaggio di fantasia. Gaetano Triggiano il
timoniere e ci porta, come bambini estasiati e increduli a scoprire emozioni che avevamo
dimenticato.
Spettacolo a pagamento
La prevendita dei biglietti inizier sabato 13 giugno 2015
Sar possibile acquistare i biglietti per gli eventi a pagamento sia presso la biglietteria della
Rassegna sia con il servizio Vivaticket in uno dei punti vendita oppure su www.vivaticket.it
BIGLIETTERIA DELLA RASSEGNA
Piazza del Popolo 5, Peccioli (PI)
Dal 13 giugno: marted, gioved e venerd dalle ore 10 alle ore 13; mercoled, sabato e
domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.
GAETANO TRIGGIANO in Real Illusion
Platea
20
Poltroncine centrali e poltroncine laterali
18

Prezzo riservato ai cittadini di Peccioli


Platea
16
Poltroncine centrali e poltroncine laterali
14

Prezzo riservato ai soci di Belvedere S.p.A., ai possessori della CARD Amici del Polo Museale di
Peccioli e minori di 18 anni
Platea

14
Poltroncine centrali e poltroncine laterali

12
Gratuito per disabili e un accompagnatore, per bambini fino a 3 anni (nella stessa seduta del
genitore)

Amanda Sandrelli
in
Alfonsina y el mar
Storie di tango e di passioni
Anfiteatro Fonte Mazzola
Luned 27 luglio ore 21,30

Con GIAMPAOLO BANDINI, chitarra


CESARE CHIACCHIARETTA, bandoneon

Amanda Sandrelli interpreta le pagine pi suggestive di alcuni dei poeti pi famosi della storia
argentina. Musica e parole che si rincorrono, magia e ricordi che si uniscono in un solo istante,
sulle note delle pagine pi emozionanti che la storia della musica moderna abbia mai ricordato.
Quellabbraccio cos stretto tra uomo e donna lha inventato il tango. Nessuna danza
precedente aveva mai osato tanto. Esiste segno pi evidente dellamore? (Horacio Ferrer).Un
viaggio intenso tra le note malinconiche delle musiche di Astor Piazzolla, i poetici duelli di Jorge
Luis Borges, e la passione straziante delle canzoni di Carlos Gardel. Il tango la perfezione
sensuale di un istante; evocazione derotismo e di sguardi lanciati a chilometri di distanza,
espressione di definitiva solennit; ritmo lento di torpore dopopranzo come uccelli migratori
posati sui fili a riposare dopo una tappa massacrante. Musica intrisa di una fisicit liricamente
minimalista, che nata trafficando ai confini dellillegalit (case di appuntamenti e bische
clandestine), e cos si sporcata, si spiegazzata, ha cambiato la traiettoria, ha graffiato il
suono. Il tango tutte queste cose, e moltissimo altro.

Spettacolo gratuito

COMPAGNIA PECCIOLITEATRO
Andrea Buscemi
in
La scuola delle mogli
di Molire
Anfiteatro Fonte Mazzola
Gioved 30 luglio ore 21,30

Uno spettacolo di Andrea Buscemi


con Livia Castellana, Nicola Fanucchi, Martina Benedetti, Antonio Calandrino
musiche Niccol Buscemi
Prima Nazionale
Rappresentata la prima volta nel 1662, La scuola delle mogli rappresenta assieme al
Misantropo - il momento di pi alta e compiuta arte del teatro di Molire. I personaggi
posseggono una complessit dialettica ispirata da una profonda osservazione della realt
sociale, che da sola vale a suggerirci che solo i tragici greci e Shakespeare hanno eguagliato la
genialit di Jean- Baptiste Poqueline. Egli davvero pot dare alla scena unintensit espressiva
assolutamente nuova, camuffandola dietro unapparente levit disimpegnata. La scuola delle
mogli, affidandosi alla comicit (nel raccontare le disillusioni di Arnolfo, che crede di poter
essere immune dalle corna dellambita sposa) raggiunge vertici di rara maestria, trovando
nellimmediatezza delle situazioni, desunte dalla vita quotidiana, la piena rispondenza delle
passioni e dei disagi del tempo di Moliere (e del nostro), superati per rinnovare il fraseggio delle
epoche posteriori. E con questa consapevolezza che Andrea Buscemi, alla guida dellaffermata
compagnia PeccioliTeatro, si approccia nuovamente al grande Autore, dopo le significative
recenti affermazioni de LAvaro e Il Malato Immaginario.

Spettacolo gratuito

C QUALCUNO CHE SI CHIAMA ALICE?


Un sogno itinerante alla ricerca di Alice nel centro storico di
Peccioli
Palazzo Pretorio
Mercoled 1 luglio ore 18,30

con Giacomo Bogani, Francesca di Traglia, Consuelo Ghiretti, Alice Maestroni,


Marco Ripoldi, Silvia Tufano
regia Sara Morena Zanella

C qualcuno che si chiama Alice uno spettacolo pensato per trasformare ogni centro,
piazza, corte, abitazione o giardino nel paese delle meraviglie. La messa in scena utilizzer gli
spazi della citt come scenografia, nella speranza che luoghi da noi conosciuti possano essere
visti e fruiti attraverso un nuovo sguardo, di scoperta, stupore e meraviglia. Lo spettacolo per
questo sar sempre e comunque un evento unico e irripetibile, dove lincanto arriver
attraverso lincontro dei diversi luoghi e il nostro mondo dei sogni. Nel nostro mondo dei sogni,
gli orologi segnano le ore, ma soltanto perch non si dimentichi che solo un gioco di situazioni
invertite, un riflesso del reale, dove prevale lirrefrenabile libert dellimmaginazione, della
poesia, della musica. Qui le regole sono diverse perch diverse sono le domande e diverse sono
le risposte. Qui possibile viaggiare tra sogno e realt: se si lascia alla mente la piena libert di

interpretare quel che gli occhi vedono, senza limitarsi alla risposta pi scontata e immediata, si
nella disposizione danimo per intraprendere questo viaggio, per abbandonarsi alla voglia di
sogno, per entrare nella dimensione della fantasia, dove tutto possibile.

Capienza limitata prenotazione obbligatoria


Spettacolo gratuito

ALICE NEL MUSEO DELLE MERAVIGLIE


Spettacolo con sonno e risveglio per bambini dai 6 agli 10
anni
Museo Archeologico
Venerd 3 luglio dalle ore 21,00 alle ore 8,00

liberamente tratto da Alice nel paese delle meraviglie di Lewis


Carrol
con Giacomo Bogani, Francesca di Traglia, Consuelo Ghiretti, Alice Maestroni, Marco Ripoldi,
Silvia Tufano
musiche originali Giacomo Bogani, Alice Casarosa, Irene Rametta
scenografie Marco Buldrassi, Emidio Bosco
allestimento Marco Bagnai
regia Sara Morena Zanella

Alice nel museo delle meraviglie un progetto nato dal desiderio di vivere
unesperienza allinterno di un museo che potesse modificare, arricchire e stravolgere
labituale rapporto tra visitatore e spazio espositivo. Il museo sar allestito e riadattato
in ogni dettaglio per creare un luogo di condivisione, esperienza e vicinanza, dove
laspetto spettacolare avr una funzione marginale rispetto alla ricerca di creare un
luogo accogliente e adatto per trascorrere la notte. Tutti gli spazi verranno coinvolti:
labirinti, stanze, corridoi, passaggi segreti, mondi sospesi tra realt e onirico dove sar
possibile incontrare diversi personaggi e paesaggi sonori. Come accade alla
protagonista del romanzo di Lewis Carroll, anche i bambini verranno accompagnati ad
attraversare differenti paesaggi, sia interiori che esteriori, ad incontrare diverse
situazioni, a risolvere indovinelli, ad accettare momenti surreali, a saltare, ballare,
ridere, forse anche piangere; ad affrontare la paura ed insieme risolverla per
trasformala in una opportunit di crescita e cambiamento.
Ogni luogo e situazione prevede la partecipazione attiva dei bambini: a loro viene
chiesto di abbandonarsi al gioco, allimmaginazione, alla notte, al sogno, alla scoperta,
alla condivisione e allautonomia.
I bambini devono arrivare al museo accompagnati dai genitori alle ore 20.45, ognuno
deve avere con s il pigiama, un peluche o altro oggetto caro per addormentarsi e il
proprio cuscino; i genitori devono lasciare un recapito telefonico reperibile per tutta la
notte e salutare i bambini, i quali verranno accompagnati in uno spazio organizzato
per poter sistemare i propri oggetti personali ed indossare il pigiama. Appena saranno
pronti una figura dolce e protettiva li far accomodare nei letti. Attraverso un piccolo
rituale si cercher di risvegliare la mente creativa e creare le condizioni migliori per
attraversare insieme la notte. Con gli occhi chiusi, sotto le coperte, si ascolter la
storia di Alice. Queste parole si faranno lentamente sempre pi presenti e si
trasformeranno fino a diventare realt. Come accade ad Alice nel paese delle
meraviglie anche i bambini vengono rapiti dal Bianconiglio, e con la stessa vitale
curiosit lo inseguono nel suo mondo. Questo viaggio dura circa 2 ore, dopodich si
ritorna nel proprio letto e mentre la storia prosegue nella direzione del sonno, si
scivoler lentamente fino nel cuore nella notte. Cullati dalle parole e dalle note di una
ninnananna si abbandoneranno al sonno e ad altri nuovi sogni. Alle 7 del mattino una
musica lascer filtrare la luce del sole sotto le palpebre e una colazione verr servita
mentre i ricordi si intrecceranno alla realt e i sogni resteranno sospesi tra il sonno e la
veglia in un tempo indefinito, dove insieme alla colazione si potr condividere lo
stupore e lincanto di chi, forse, per una notte, ha vissuto qualcosa di indimenticabile e
meraviglioso.
Capienza limitata prenotazione obbligatoria
Spettacolo gratuito

LE NOTTI DELLARCHEOLOGIA

Visite agli scavi archeologici di Colle Mustarola


Ghizzano di Peccioli
Venerd 10 luglio dalle ore 17,30
In collaborazione con il Gruppo Archeologico Tectiana
Il 2015 lAnno dellArcheologia in Toscana, iniziativa promossa dalla Regione Toscana e
destinata a promuovere per l'intero arco dell'anno il patrimonio archeologico della nostra
regione.
In occasione delle Notti dellArcheologia, a cui la Fondazione Peccioliper e il Museo Archeologico
di Peccioli aderiscono per il nono Anno consecutivo stato deciso di aprire ai visitatori, agli
appassionati di archeologia, agli archeologi lo scavo di Colle Mustarola, alla scoperta del nostro
territorio attraverso due millenni di storia: dai Romani che vi si insediarono a controllo della
viabilit che conduceva fino a Roma, ai Longobardi che trasformarono il sito in un caposaldo del
confine tra il Ducato di Lucca e la Volterra bizantina ed infine, dall'XI secolo, sede di una piccola
chiesa dedicata a Santa Mustiola.
Lo scavo di Santa Mustiola, in localit Colle Mustarola nel Comune di Peccioli, si colloca in un
progetto di ricerca svolto dal Gruppo Archeologico Tectiana lungo le valli dellEra, con lo scopo
di documentare le trasformazioni del tessuto insediativo attraverso le fasi storiche che hanno
caratterizzato questarea, che si trova al confine tra due Provincie, Pisa e Firenze, lungo la
direttrice per Castelfalfi, e che storicamente rivestiva un ruolo estremamente importante come
asse principale che collegava la Valdera volterrana a Siena, Chiusi e Roma.

Ingresso gratuito prenotazione obbligatoria

#obiettivo11Lune
Un concorso fotografico per appassionati e fotografi
professionisti
La rassegna 11Lune a Peccioli lancia una sfida: immortalare i suoi
protagonisti e condividere le proprie creazione sui social.
Partecipare al concorso molto semplice:
- seguire laccount Facebook: Undici Lune a Peccioli
- seguire laccount Twitter: @fondarte
- pubblicare le foto scattate (sul profilo Facebook oppure su
quello twitter) associate allhashtag #obiettvio11Lune oppure
#11Lune2015 (condizione essenziale per poter partecipare)
Dopo ogni spettacolo lo staff di 11Lune decreter la foto vincitrice
della serata.
Alla fine della rassegna tra le foto vincitrici di ogni serata verr
scelta la pi bella in base al maggior numero dei Mi piace ricevuti.
La foto vincitrice verr utilizzata per le prossime campagne
promozionali della Fondazione Peccioliper con pubblicazione del
nome dellautore su tutto il materiale promozionale prodotto.
Per partecipare basta un click ed il login con il tuo account
Facebook o Twitter, cosa aspetti? Inviaci le tue foto!