Sei sulla pagina 1di 11

Pagina 79

Raccomandazioni del dipartimento dellAgricoltura Americano (USDA)

Capitolo 5
La politica sugli amidi del Dipartimento dellAgricoltura Americano (USDA)

Come americani poniamo la nostra fiducia nel dipartimento dellAgricoltura degli Stati
Uniti per aiutarci a scegliere il cibo che ci tiene in salute. Ma loro hanno veramente i
nostri interessi in mente?
Nel 2011 lUSDA ha emanato due emendamenti che limitano il consumo nazionale di
verdure e cereali amidacei, i cibi che offrono la miglior speranza per affrontare le
nostre attuali epidemie di obesit, diabete e malattie cardiache cos come una serie di
altri problemi medici. Questi sono gli alimenti che hanno fornito la maggior parte del
sostentamento umano nel corso della storia, che continuano a nutrire grandi
popolazioni di tutto il mondo che non possono permettersi di mettere carne, latticini e
prodotti alimentari elaborati al centro dei loro piatti, e che hanno il pi basso impatto
ambientale

Pagina 80

Raccomandazioni del dipartimento dellAgricoltura Americano (USDA)

Pasti scolastici dal rapporto di gennaio 2011: costruire bambini sani, USDA
Comitato di nutrizione standard delle scuole nazionali. I programmi per colazione e
pranzo raccomandano la riduzione di verdure amidacee come patate e mais a una
tazza per studente per settimana scolastica. Al loro posto i bambini sono incoraggiati a
mangiare tacchino, salsicce, omelette di formaggio, polpettoni, hot dogs, hamburgers,
pizza al salame piccante, roast beef, prosciutto, latte al cioccolato e margarina. Non
server un diploma in nutrizione per vedere che c qualcosa di terribilmente sbagliato
qua.
Il secondo emendamento impedisce alle famiglie bisognose di usare i buoni WIC
(Women, Infants and Children) del programma pubblico per la salute per acquistare
patate. Il programma speciale di nutrizione per donne, infanti e bambini offre buoni
che le madri usano per comprare cibo per le loro famiglie. Solo il cibo approvati WIC
possono essere comprati con i coupon e la nuova regole escludono specificamente le
patate dalla lista. Il destinatario dei buoni WIC possono usare i coupon per caricare di
burro, panna acida e formaggio le loro patate al forno, e quindi buttarle gi con un
bicchiere di latte intero, ma non possono usare i coupon per comprare lunico alimento
salutare del pasto: la patata.

Pagina 81

Proposte per i pranzi scolastici del dipartimento dellAgricoltura Americano (USDA)

1% amidi
50% carne
10% frutta
39% verdura

Pagina 82

IL PROBLEMA DELLE RACCOMANDAZIONI


Questi due emendamenti suggeriscono che limitando laccesso agli amidi si
incoraggino un maggior consumo di verdure gialle, verdi e arancione. Questo potrebbe
sembrare ammirevole per i suoi meriti, pi colorati sono le verdure pi vitamine e
antiossidanti contengono e pertanto pi sano da mangiare. Ma questo semplicistico
argomento maschera una realt pi complessa. Mangiare pi verdure con un basso
apporto calorico e meno amidacei lascia le persone affamate. (Pensa a un piatto di
broccoli, cavolfiore, lettuga, cavolo e baccelli di piselli per colazione). C bisogno di
mangiare qualcosaltro per raggiungere le calorie necessarie per soddisfare la fame. Il
modo pi semplice sotto le raccomandazioni dellUSDA con carne, latte, uova, cibi
elaborati e oli. Non solo questi cibi sono al centro dei peggiori problemi di salute della
nazione ma sono anche tra i pi costosi nei supermercati. Con una dieta ad alto
consumo di prodotti non amidacei come verdure, carne e latticini, le famiglie non
arriveranno alla fine del mese senza aumentare il loro budget per il cibo.
Una politica nazionale che promuovesse cibo salutare a base amidacea farebbe sentire
pieni gli scolari con cibi confortevoli e famigliari che soddisferebbero il loro palato e i
loro pancini. Invece di riempirli con carni lavorate grasse e latti dolci e aromatizzati, si
riempirebbero di grani integrali, fagioli e patate (verdure amidacee) e impostarli su un
percorso di sana alimentazione per il resto della loro vita. Promuovere questi alimenti
ai destinatari WIC potrebbe fornire lo stesso beneficio per le famiglie, e potrebbe
contribuire a garantire la loro capacit di mettere il cibo sul tavolo per tutto il mese.
Come nazione risparmieremmo denaro attraverso una maggiore produttivit e costi di
assistenza sanitaria ridotti. una situazione vincente innegabile.
Se noi non beneficiamo di questi emendamenti chi lo fa? Qual la motivazione per
prendere la salutare, soddisfacente, ampiamente goduta patata e gli altri amidacei
fuori dallequazione e essenzialmente rimpiazzarla con cibo che stato determinato
causa di malattie? Sia per pianificazione o come effetto collaterale non intenzionale i
beneficiari di questi emendamenti sono le industrie di carne, pollami, uova, e lattierocasearie che beneficiano di un maggiore consumo dei loro prodotti. Per dare un senso
a tutto questo devi sapere qualcosa relativamente la USDA.

Pagina 83

CHI GUIDA IL TRATTORE DELLUSDA??


Quando il congresso cre il dipartimento dellAgricoltura Americano nel 1862 Abramo
Lincoln soprannomin lUSDA il dipartimento del popolo. A quel tempo gli agricoltori
e le loro famiglie erano circa la met della popolazione nazionale. (Per paragone
adesso meno dell1% della popolazione americana dichiara agricoltura come sua
occupazione). Il ruolo dellagenzia si espanse nel 1906 quando il Congresso pass alla
legge Cibo e Droghe in risposta al clamore conseguenza della pubblicazione in The
Jungle di Upton Sinclair dellesposto delle pratiche di imballaggio della carne sporche e
brutali del tempo.
Il numero di fattorie americane aument a 6.8 milioni nel 1935. La popolazione
nazionale a quel tempo totalizzava pi di 127 milioni, significa quindi che cera una
fattoria approssimativamente ogni 19 americani. Entro il 2005 la popolazione
americana si pi che duplicata e solo quattro compagnie (Tyson, Cargill, Swift &
Company, e National Beef Packing Company) controllavano il processo dell84% della
carne del paese. Tre delle quattro, assieme ad unaltra, lavoravano il 64% dei suini
della nazione. Anche la lavorazione di polli e tacchini limitata in gran parte a quattro
societ.
Invece di rappresentare gli interessi comuni, l'agenzia stata corrotto dalla sua
alleanza sancita con imprese agricole nellignorare prove scientifiche che vanno contro
gli interessi del settore.
Le contrastanti responsabilit e le alleanze del dipartimento dellAgricoltura Americano
sono il fulcro dellincapacit di affrontare le costose epidemie di obesit e di altre
malattie legate allalimentazione. Non importa quanto possa essere facile e scontata la
soluzione, non potremo mai ottenerla finch agricoltura e salute pubblica vengono
rappresentate dalla stessa agenzia federale.

Pagina 84
LINEE GUIDA ALIMENTARI PER AMERICANI
Non stato fino al 1970 che la USDA prese il controllo dei programmi di assistenza sul
cibo e diventare la principale autorit sulle raccomandazioni alimentari. A partire dal
1980 e ogni 5 anni da allora, la USDA e il Dipartimento Americano di Salute e Servizi
Umani (HHS) hanno pubblicato congiuntamente le linee guida nutrizionali che guidano
la maggior parte delle politiche di nutrizione e salute della nazione, il finanziamento e
le attivit. L'Ufficio HHS della prevenzione delle malattie e Promozione della Salute e il
centro per la nutrizione USDA regola e coordina lo sviluppo delle linee guida.
Un fattore importante che influenza le politiche alimentari della nazione la porta
girevole che trasporta i leader del settore nei ruoli di legislatori e regolatori
governativi, poi di nuovo nellindustria. Membri dellUSDA sono stati associati con note
associazioni bovine, associazioni suine, di pollame, di uova, latto-casearie in altre
parole l'assistenza sanitaria, la politica nutrizionale e agroalimentare sono tutti infilati
comodamente insieme in un letto king-size.
Nell'ambito del suo ruolo pi ampio, oggi USDA responsabile non solo della
supervisione della sicurezza del nostro approvvigionamento alimentare, ma anche ad
affrontare la crescente epidemia di obesit. Ancora fulcro del suo ruolo, tuttavia,
sostenere e promuovere l'agricoltura. I doppi ruoli dellUSDA che rappresentano
queste due preoccupazioni spesso opposte, cui si aggiunge la lobby aziendale che
ampiamente conosciuta per corrompere i nostri sistemi alimentari e di assistenza
sanitaria, sono un conflitto di interesse che mette in questione motivazioni e la
credibilit dellagenzia, cos come le sue conclusioni e raccomandazioni. Come pu un
consumatore davvero sapere, ad esempio, se il formaggio e i latticini sono
raccomandati perch sono veramente buoni per la nostra salute o perch sono affari
protetti e supportati da aziende che pagano l'USDA?

Pagina 85

Proposte alimentari guida per americani del dipartimento dellAgricoltura Americano


(USDA)

20% amidacei
50% carne
10% frutta
20% verdura

Per la maggior parte non possiamo sapere il motivo dietro ad una particolare
raccomandazione alimentare o un pezzo di proposta legislativa, lUSDA riferisce di non
prendere parte nel conflitto di interessi. Tuttavia quello che il migliore interesse del
mercato agricolo spesso non il miglior interesse per la nostra salute e per quella
della nostra famiglia. Ci troviamo soli a interpretare queste raccomandazioni.
Basandomi su circa 40 anni di aiuto ai pazienti nel migliorare la loro salute attraverso
una dieta, penso che linterpretazione sia abbastanza chiara. Nonostante lUSDA
venne creata per rappresentare la nostra popolazione basata su aziende agricole, 150
anni dopo lagenzia si trasformata dal dipartimento delle persone in dipartimento

industrie agroalimentari principalmente servendo gli interessi dei giganti, consolidate,


politicamente influenti corporazioni di produzione e distribuzione alimentare.

Pagina 86
LE LINEE GUIDA ALIMENTARI PER AMERICANI DEL 2010: UN GRANDE PASSO AVANTI

A luglio del 2010 ho risposto alla richiesta dellUSDA di commentare le loro linee guida
alimentari suggerendo di guardare alla lunga e positiva storia dei prodotti amidacei
che hanno contribuito alla buona salute e valutare le opinioni distorte della letteratura
scientifica e i gli errori fatti che favoriscono le industri del bestiame.
Il gennaio seguente sono stato rincuorato nellapprendere che la USDA ha rivisto le
sue linee guida per americani in qualcosa di meno favorevole alle industrie e pi in
linea con gli interessi della gente. Fu detto agli americani di enfatizzare cibi e
bevande ad alta densit nutrizionale verdura, frutta, cereali integrali, latte e latticini
scremati o parzialmente scremati, frutti di mare, carni magre e pollame, uova, fagioli e
piselli, noci e semi. Se avessero voluto fare unicamente gli interessi della nostra
salute avrebbero dovuto lasciare fuori i frutti di mare, carne, pollame, uova, e i
prodotti lattiero-caseari. Tuttavia le linee guida del 2010 sottolineano limportanza di
cereali integrali, tutte le verdure (sia amidacee che non amidacee), legumi e frutta.
Hanno anche discusso il DASH (Approccio Dietetico per Fermare lipertensione) e la
dieta mediterranea cos come i benefici delle diete vegetariane e vegane. Questo
certamente un passo nella giusta direzione.
Le line guida suggeriscono Godetevi il cibo ma mangiate meno. Questo pu
funzionare bene come slogan, ma un consiglio che la gente pu e vuole seguire? Se
fossimo tutti cos facilmente in grado di controllare la quantit di cibo che mettiamo in
bocca, pensate che vedremmo continuamente il cibo aumentare di dimensioni
arrivando a porzioni maxi e jumbo? E ci sarebbero cos tante persone in sovrappeso?
Quello che possiamo consigliare per assicurare che la popolazione rimanga in salute
mangiare meno alimenti dannosi e fare il pieno invece di cibi soddisfacenti,
confortanti, e che riempiono: gli amidi.
Il nuovo rapporto USDA non prevede alcuna discussione sul ruolo importante degli
amidi nel soddisfare l'appetito senza gli effetti dannosi della carne, pollame, latticini, e
grasso. Calorie salutari che danno saziet e che non causano alcun danno sono la
pietra mancante di qualsiasi dieta di successo, e i prodotti amidacei sono perfetti per
riempire questo buco. Per la maggior parte, per, la relazione velatamente parla degli
amidacei in modo negativo, menzionando amidi raffinati che devono essere
minimizzati o esclusi assieme ai grassi solidi, zuccheri e sale Le raccomandazioni
sono talmente vaghe che possono essere facilmente interpretate a sostenere un basso
contenuto di carboidrati, ad alto contenuto proteico (come la dieta Atkins), che
estremamente pericolosa.

Pagina 87

Il carosello dei dottori


Faccio parte del consultivo del Comitato di Medici per una Medicina Responsabile
(PCRM, www.pcrm.org), sita in Washington, DC senza scopo di lucro che promuove
l'etica e l'efficacia della medicina preventiva. Il PCRM ha intentato una causa contro
USDA e HHS sulle loro linee guida del 2010, affermando: Il problema sono le parole
scelte. Relativamente agli alimenti salutari che le persone dovrebbero mangiare pi, le
linee guida sono chiare. Incoraggiano i lettori a mangiare pi frutta, verdura e cereali
integrali. Ma quando si parla di alimenti che la gente deve mangiare di meno (ad
esempio carne e formaggio), le linee guida ricorrono a termini biochimici invece di
elencare alimenti specifici, apparentemente per paura di disturbare i produttori.
Ovvero le linee guida indicano di limitare 'il colesterolo', i 'grassi saturi', i 'grassi solidi'.
Allo stesso modo i latticini rappresentano oltre il 30 per cento dei grassi saturi
(cattivi) della dieta americana, le linee guida mascherano questo fatto suddividendo
latticini in diverse categorie, tra cui formaggi (8,5%), burro (2,9%), latte intero (3,4%),
latte scremato (3,9%), prodotti lattiero-caseari da dessert (5,6%), e pizza (5,9%), in
modo da rendere pi difficile comprendere il loro contributo sulla cattiva salute.
Il PCRM ha sollecitato che venissero riscritte parti delle linee guida usando termini pi
chiari per marcare i rischi del consumo di carne e latticini. La causa esprime inoltre
preoccupazione sui membri del comitato consultivo che hanno legami con le industrie
della carne e del latte, tra cui un membro che fece parte del consiglio consultivo di
McDonald 's, e un altro che ha lavorato per l'Istituto di Danone. Questa non la prima
volta che il PCRM ha contestato l'USDA e dei suoi legami con lindustria
agroalimentare. Nel 2001, l'organizzazione ha vinto una causa contro l'USDA, portando
all'attenzione nazionale la pesante influenza che le industrie di carne, uova e latticini
hanno nello sviluppo delle politiche alimentari della nazione. Il figlio del giudice
distrettuale James Robert ha stabilito che l'USDA ha violato la legge federale
trattenendo documenti rilevanti influenze tra i membri del comitato consultivo.
L'organizzazione ha esposto altre incongruenze e conflitti, tra le quali il fatto che ogni
anno il governo federale spende circa $ 16 miliardi di dollari in sussidi agricoli,
fondamentalmente per supportare cibi che dovremmo consumare di meno. Il PCRM ha
sviluppato una propria versione delloriginale piramide del 1956 dove sono
raccomandati i Quattro Gruppi di Cibi Base i originali poi riformulati nella familiare
piramide alimentare.
I nuovi Quattro Gruppi raccomandano cinque o pi porzioni al giorno di cereali
integrali, quattro o pi di verdure, tre o pi di frutta, e due o pi di legumi. Queste
linee guida rispecchiano le attuali conoscenze e ricerche sull'importanza delle fibre, i
rischi per la salute del colesterolo e dei grassi e la forza di prevenzione delle malattie
di molti nutrienti che si trovano esclusivamente in alimenti vegetali. Inoltre fanno
notare che i cibi vegetali sono una eccellente fonte di proteine e calcio, mentre in
precedenza si credeva arrivassero principalmente dalla carne e dai latticini. In altre
parole questi alimenti di origine animale non sono pi riconosciuti come una parte
necessaria di una dieta salutare; in realt, sono anti salutari a causa del loro contenuto

di colesterolo, grassi, sostanze chimiche, contaminazioni, e altri componenti dannosi


che contengono. C' ancora molto lavoro da fare prima che lUSDA retroceda dal
"Dipartimento delle industrie Agroalimentari' e torni al suo ruolo originale conosciuto
come il "Dipartimento del Popolo".