Sei sulla pagina 1di 19

Colin Ward

Anarchismo come
teoria
dell'organizzazione

Fonte:theanarchistlibrary.org
Questo articolo compare per la prima volta in Patterns of
Anarchy, una serie di scritti sulla tradizione anarchica edito da
Leonard I. Krimerman e Lewis Perry, Anchor Books, New York,
1966

Nel
descrivere
l'anarchismo
come
teoria
dell'organizzazione, si potrebbe pensare che stia
proponendo un paradosso deliberato: "anarchia" si pu
considerarla,
per
definizione,
l'opposto
dell'
organizzazione.In realt, per, "anarchia" significa
assenza di governo, l'assenza di autorit.Ci pu essere
organizzazione sociale senza autorit, senza governo?
Gli anarchici sostengono che ci pu essere, ed essi
sostengono anche che auspicabile che ci sia. Essi
sostengono che, alla base dei nostri problemi sociali,
c' il principio di governo. Si tratta, dopo tutto, di
governi che si preparano per la guerra e la guerra dei
salari, anche se si costretti a combattere per loro e
pagare per loro, le bombe che ti preoccupano non
sono le bombe che i fumettisti attribuiscono agli
anarchici, ma le bombe che i governi hanno messo a
punto, a vostre spese. Si tratta, dopo tutto, dei
governi che fanno far rispettare le leggi che
permettono agli "abbienti" di mantenere il controllo sui
beni sociali piuttosto che condividerli con i "non
abbienti". Si tratta, dopo tutto, del principio di
autorit che assicura che la gente lavorer per qualcun
altro per la maggior parte della propria vita, non
perch gli piace, o perch ha qualche controllo sul
proprio lavoro, ma perch lo vedono come l'unico
mezzo di sussistenza.
Ho detto che sono i governi che fanno le guerre e si
preparano per le guerre, ma ovviamente i governi non
sono da soli - il potere di un governo, anche la
dittatura pi assoluta, dipende dal tacito assenso dei
governati. Perch la gente acconsente ad essere
governata? Non solo la paura: che cosa sono milioni
di persone, da temere da un piccolo gruppo di politici?

E 'perch aderiscono agli stessi valori dei loro


governanti. Governanti e governati allo stesso modo
credono nel principio di autorit, di gerarchia, di
potere. Queste sono le caratteristiche del principio
politico.Gli anarchici, che hanno sempre distinto tra lo
Stato e la societ, rispettano il principio sociale, che
pu essere visto in assoluto come l'associazione di
uomini sulla base di interessi e necessit comuni."Lo
Stato ", ha detto il tedesco anarchico Gustav
Landauer," non qualcosa che pu essere distrutto da
una rivoluzione, ma una condizione, una certa
relazione tra gli esseri umani, una modalit del
comportamento umano; la distruggiamo contraendo
altri rapporti, comportandoci in modo diverso. "
Chiunque pu vedere che ci sono almeno due tipi di
organizzazione. C' un tipo di organizzazione che
costringe, il tipo che gestito dall'alto, e c' un tipo di
organizzazione tipo che viene eseguito dal basso, che
non pu costringerti a fare qualcosa, e che ti lascia
libero di aderire o andare da solo.Potremmo dire che
gli anarchici sono persone che vogliono trasformare
tutti i tipi di organizzazione umana, in quel tipo di
associazione puramente volontaria dove le persone
possono tirarsene fuori per iniziare a crearne una loro,
se non gli piace. Una volta, rivedendo quel libro
frivolo ma utile sulla 'Legge di Parkinson,ho tentato di
enunciare quattro principi che stanno alla base di una
teoria anarchica dell' organizzazione che dovrebbe
essere (1) volontaria, (2) funzionale, (3) temporanea,
e (4) piccola .
Dovrebbe essere volontaria, per ovvie ragioni. Non vi
alcun punto della nostra tesi che difende la libert
individuale e le responsabilit, se abbiamo intenzione

di sostenere le organizzazioni per le quali l'adesione


obbligatoria. Essa dovrebbe essere funzionale e
temporanea proprio perch la permanenza uno di
quei
fattori
che
induriscono
le
arterie
di
un'organizzazione, dandogli tutto l'interesse alla
propria sopravvivenza, nel servire gli interessi dei
titolari di cariche, piuttosto che la sua funzione. Essa
dovrebbe essere piccola proprio perch in piccoli faccia
a faccia i gruppi, le tendenze alla burocratizzazione e
le gerarchiche inerenti alle organizzazioni hanno meno
opportunit di svilupparsi. Ma da questo ultimo
punto che sorgono le nostre difficolt. Se diamo per
scontato che un piccolo gruppo pu funzionare
anarchicamente, siamo ancora di fronte al problema di
tutte quelle funzioni sociali per i quali l'organizzazione
necessaria, ma che lo richiedono su una scala molto
pi grande. "Be '," potremmo rispondere, come alcuni
anarchici hanno fatto, "se le grandi organizzazioni
sono necessarie, contateci fuori. Possiamo andare
avanti anche senza di loro. " Possiamo dire che questo
va bene, ma se propaghiamo l'anarchismo come una
filosofia sociale noi dobbiamo tener conto, e non
eludere, i fatti sociali.
Sarebbe meglio dire
"Cerchiamo di trovare il modo in cui le funzioni di larga
scala possono essere suddivise in funzioni che possono
essere organizzate da piccoli gruppi funzionali e quindi
collegare questi gruppi in modo federale." I pensatori
anarchici classici, che prevedevano la futura
organizzazione della societ,pensavano in termini di
due tipi di istituzione sociale: come unit territoriale, il
comune, una parola francese che si potrebbe
considerare come l'equivalente di 'parrocchia' o la
parola russa 'soviet' nel suo significato originale, ma

che ha anche sfumature delle istituzioni del borgo


antico di coltivare la terra in comune; e il sindacato,
un'altra parola francese dalla terminologia sindacale, il
sindacato dei lavoratori o consiglio come unit di
organizzazione industriale.Entrambi sono stati presi in
considerazione come piccole unit locali che possono
federarsi con altre per gli affari pi grandi della vita,
pur mantenendo la loro autonomia, quella federazione
territorialmente e l'altra industriale. La cosa pi vicina
all' ordinaria esperienza politica, il principio federativo
proposto da Proudhon e Kropotkin sarebbe la Svizzera,
piuttosto che il sistema federale americano. E, senza
voler cantare una canzone di lode per il sistema
politico svizzero, possiamo vedere che i 22 cantoni
della Svizzera indipendenti sono una federazione di
successo. Si tratta di una federazione di unit simili,
di piccole celle, in cui i confini cantonali oltrepassano i
confini linguistici ed etnici diversi in modo che, a
differenza di molte federazioni non riuscite, la
Confederazione non dominata da una o poche unit
potenti. Per il problema della federazione, come
Leopold Kohr dice nel "Crollo delle Nazioni", uno di
divisione e non di unione.Herbert Luethy scrive del
sistema politico del suo Paese: Ogni Domenica, gli
abitanti di decine di comuni vanno alle urne per
eleggere i loro funzionari, ratificare tale e tale voce di
spesa, o per decidere se una strada o una scuola
dovrebbe essere costruita; dopo aver risolto l'attivit
del comune, hanno a che fare con le elezioni cantonali
e di voto su questioni cantonali, infine. . . sono le
decisioni su questioni federali. In alcuni cantoni, il
popolo sovrano ancora si incontra in Rousseau, come
la moda per discutere questioni di interesse comune.

Si potrebbe pensare che questa antica forma di


montaggio non altro che una pia tradizione, con un
certo valore come attrazione turistica. Se cos, vale
la pena di guardare i risultati della democrazia locale.
L'esempio pi semplice il sistema ferroviario
svizzero, che la pi fitta rete nel mondo. A grandi
costi, e con grandi difficolt, stato fatto per
soddisfare le esigenze delle pi piccole localit e le
valli pi remote, non come una proposta a pagamento,
ma perch tale era la volont del popolo. E 'il risultato
di feroci lotte politiche. Nel XIX secolo, il "movimento
ferroviario democratico" ha portato le piccole comunit
svizzere in conflitto con le grandi citt, che hanno piani
di centralizzazione. . .
E se mettiamo a confronto il sistema svizzero con
quello francese che, con ammirevole regolarit
geometrica, interamente centrato su Parigi, in modo
che la prosperit o il declino, la vita o la morte di
intere regioni dipeso dalla qualit del collegamento
con la capitale, si vedrebbe la differenza tra uno stato
centralizzato e un'alleanza federale.
La mappa
ferroviaria pi facile da leggere a colpo d'occhio, ma
proviamo ora a sovrapporre su di esso un'altra
mamma che mostra un'altra attivit economica e il
movimento della popolazione. La distribuzione delle
attivit industriali in tutta la Svizzera, anche nelle zone
periferiche, rappresenta la forza e la stabilit della
struttura sociale del paese e ha impedito, nel XIX
secolo, quelle orribili concentrazioni di industria, con i
loro quartieri e proletari senza radici.
Cito tutto questo, come ho detto, non per lodare la
democrazia svizzera, ma per indicare che il principio
federale, che al centro della teoria anarchica sociale,

vale molto di pi l'attenzione che ne data nei libri di


testo di scienze politiche. Anche nel contesto di
normali istituzioni politiche la sua adozione ha un
effetto profondo.
Un'altra teoria anarchica dell'
organizzazione quella che potremmo chiamare la
teoria dell'ordine spontaneo: che, dato un bisogno
comune, un insieme di persone che, per tentativi ed
errori, di improvvisazione e sperimentazione, si
evolvono dal caos all'ordine - questo per essere pi
resistente e pi strettamente legato alle loro esigenze
di qualsiasi tipo di ordine imposto dall'esterno.
Kropotkin deriva questa teoria dalle osservazioni della
storia della societ umana e della biologia sociale che
ha portato al suo libro "Mutuo appoggio",ed stato
osservato nella maggior parte delle situazioni
rivoluzionarie, nelle organizzazioni ad hoc che nascono
dopo catastrofi naturali, o in qualsiasi attivit in cui
non esiste una forma organizzativa esistente o
l'autorit gerarchica.A questo concetto stato dato il
nome di Controllo Sociale nel libro omonimo di Edward
Allsworth Ross, che ha citato i casi di societ "di
frontiera" in cui, attraverso misure non organizzate o
informali, l'ordine di fatto mantenuto senza beneficio
di autorit costituita: "Simpatia, socievolezza, il senso
di giustizia e di risentimento sono competenti, in
circostanze favorevoli, ad elaborare da soli un vero
ordine naturale, vale a dire, un ordine senza design o
arte ".
Un esempio interessante della lavorazione esterana di
questa teoria stato il Pioneer Health Center a
Peckham, Londra, fondato nel decennio prima della
guerra da un gruppo di medici e biologi che hanno
voluto studiare la natura della salute e del

comportamento sano invece di studiare quello malato


-la salute come il resto della loro professione. Hanno
deciso che il modo per farlo era quello di avviare un
club sociale i cui membri uniti come famiglie avrebbero
potuto utilizzare una vasta gamma di servizi tra cui
una vasca da bagno, un teatro, una scuola materna e
una caffetteria, in cambio di una quota associativa per
famiglia e per aver accettato di sottoporsi a esami
medici periodici. Era sta dato un consiglio, non un
trattamento. Per essere in grado di trarre conclusioni
valide i biologi di Peckham ritenevano necessario che
avrebbero dovuto essere in grado di osservare gli
esseri umani che erano liberi - liberi di agire come
vogliono e di esprimere i loro desideri. Quindi non
c'erano regole e leader. "Ero l'unica persona con
autorit", ha affermato Scott Williamson, il fondatore,
"e l'ho usata per impedire a chiunque di esercitare
alcuna autorit." Per i primi otto mesi c'era il caos.
"Con i primi membri-famiglia", dice un osservatore,
"arriv un'orda di bambini indisciplinati che hanno
utilizzato l'intero edificio come potrebbero aver usato
una vasta via di Londra. Urlando e correndo come
teppisti in tutte le stanze, rompendo attrezzature e
mobili ", hanno reso la vita impossibile a tutti. Scott
Williamson, tuttavia, "ha insistito che la pace dovrebbe
essere ripristinata solo dalla risposta dei bambini alla
variet di stimoli che stato posto a loro modo," e, "in
meno di un anno il caos stato ridotto a un ordine in
cui i gruppi dei bambini possono essere visto nuotare
tutti i giorni, pattinare, andare in bicicletta, utilizzando
la palestra o giocare a qualche gioco, di tanto in tanto
la lettura di un libro in biblioteca. . . il correre e urlare
erano cose del passato. "

Esempi pi drammatici dello stesso tipo di fenomeno


sono riportati da coloro che hanno avuto il coraggio, o
sono stati abbastanza sicuri ad avviare comunit
autogestite non punitive di delinquenti o di bambini
disadattati: August Aichhorn e Homer Lane sono
esempi. Aichhorn esegu una famosa istituzione a
Vienna, descritta nel suo libro Wayward Youth. Homer
Lane era l'uomo che, dopo gli esperimenti in America
ha avviato in Gran Bretagna una comunit di giovani
delinquenti, ragazzi e ragazze, chiamata The
Commonwealth Little.
Lane, l'ha utilizzata per
dichiarare che "La libert non pu essere data. Viene
presa dal bambino nella scoperta e nell' invenzione. "
Fedele a questo principio, osserva Howard Jones, "ha
rifiutato di imporre ai bambini un sistema di governo
copiato da parte delle istituzioni del mondo adulto. La
struttura di autogoverno del Little Commonwealth
stato sviluppato dai bambini stessi, lentamente e
dolorosamente per soddisfare i propri bisogni. " Gli
anarchici credono nell'assenza di leader di gruppo e se
questa frase nota a tutti, a causa del paradosso
conosciuto come la tecnica "gruppo senza leader"
adottata negli eserciti inglesi e americani durante la
guerra - come un mezzo per selezionare i leader.Gli
psichiatri militari imparato che i leader non sono
esposti in isolamento. Essi sono, come uno di loro ha
scritto, "relativi ad una specifica situazione sociale -. la
leadership varia da situazione a situazione e da gruppo
a gruppo" O come l'anarchico Michael Bakunin messo
in evidenza un centinaio di anni fa, "ricevo e do - cos
la vita umana. Ognuno dirige e viene diretto a sua
volta.
Pertanto non vi alcuna autorit fissa e costante, ma

uno
scambio
continuo
di
autorit
reciproca,
temporanea, e, soprattutto, di volontariato e di
subordinazione. " }Questo punto sulla leadership
stato ben evidenziato in un libro di John
Comerford,Health the Unknown about the Peckham
experiment: abituati come si a questa et alla
leadership artificiale:. . . difficile per essi poter
realizzare la verit che i leader non richiedono
formazione o nomina, ma emergono spontaneamente
quando le condizioni lo richiedono.Studiando i loro
membri nel free-for-all del Centro Peckham, gli
scienziati hanno osservato pi e pi volte come un
membro istintivamente era diventato istintivamente,
ma non ufficialmente riconosciuto, leader per
soddisfare le esigenze di un particolare momento. Tali
capi apparivano e scomparivano come il flusso del
Centro
richiedeva.
Perch
non
sono
stati
consapevolmente nominati, n (quando avevano
raggiunto il loro scopo) sono stati consapevolmente
rovesciati. N stato dimostrato alcun particolare
livello di gratitudine da parte dei membri di un leader
sia al momento dei suoi servizi o dopo per i servizi
resi. Hanno seguito la sua guida solo fino a quando la
sua guida era di aiuto a quello che volevano.Si
staccano da lui, senza rimpianti, quando alcuni
ampliamenti dell'esperienza permettono qualche nuova
avventura, che a sua volta vomita il suo leader
spontaneo, o quando la loro fiducia in se stessi tale
che ogni forma di leadership vincolata sarebbe stata
per loro un sistema limitante. Una societ, quindi, se
lasciata a se stessa in circostanze adeguate funziona
spontaneamente per esprimere la propria salvezza e
raggiunge un'armonia d'azione che una guida

sovrapposta non pu emulare.


Non lasciatevi ingannare dalla ragionevolezza dolce di
tutto questo. Questo concetto anarchico di leadership
abbastanza rivoluzionario nelle sue implicazioni,
come si pu vedere se ci si guarda intorno, per vedere
in funzione in tutto il mondo il concetto opposto:
quello gerarchico, autoritario, la leadership privilegiata
e permanente. Ci sono pochi studi comparativi a
disposizione sugli effetti di questi due approcci opposti
per l'organizzazione del lavoro. Citer di seguito due
di questi, un altro, sull'organizzazione degli uffici
architetti, stato prodotto nel 1962 per l'Istituto of
British Architects con il titolo The Architect and His
Oflice. Il team che ha elaborato la presente relazione
ha trovato due diversi approcci al processo di
progettazione, che ha dato luogo a diversi modi di
lavoro e di metodi di organizzazione. Uno che
classificano
come
centralizzato,
che

stato
caratterizzato da forme autocratiche di controllo, e
l'altro l'hanno chiamato disperso, che ha promosso
quello che chiamavano "un'atmosfera informale di
flusso libero delle idee."Questo un problema molto
vivo tra gli architetti. Mr. WD Pile, che in veste
ufficiale ha contribuito a sponsorizzare il grande
successo nel dopoguerra dell'architettura britannica, il
programma di costruzione della scuola, specifica tra le
cose che cerca in un membro del team di costruzione
che: "Deve avere una fede in quello che io chiamo
l'organizzazione non gerarchica del lavoro. Il lavoro
ha avuto modo di non essere organizzato sullo star
system, ma sul sistema di repertorio. Il capo della
squadra pu essere spesso junior per un membro del
team. Questo sar accettato solo se comunemente

accettato che il primato spetta all'idea migliore e non


all'uomo anziano. "
E uno dei nostri pi grandi architetti, Walter Gropius,
proclama ci che egli chiama la tecnica della
"collaborazione tra gli uomini, che avrebbe liberato gli
istinti creativi dei singoli, invece di soffocarli.
L'essenza di tale tecnica dovrebbe essere quella di
enfatizzare la libert individuale di iniziativa, invece di
essere diretta in modo autoritario da un boss. . .
sincronizzando sforzo individuale a un continuo dare e
avere dei suoi membri. . ." " Questo ci porta ad
un'altra pietra angolare della teoria anarchica, l'idea
del controllo operaio dell'industria. Molte persone
pensano che il controllo dei lavoratori un'idea
interessante, ma che incapace di realizzazione (e
quindi non vale la pena lottare), a causa della portata
e della complessit dell'industria moderna. Come
possiamo convincerli altrimenti? Oltre a sottolineare
come la modifica delle fonti di forza motrice rende la
concentrazione geografica dell'industria obsoleta, e
come le modifiche dei metodi di produzione rendono la
concentrazione di un gran numero di persone inutili,
forse il miglior modo di convincere le persone che il
controllo dei lavoratori una proposta fattibile nella
grande industria indicando esempi di successo di ci
che i socialisti chiamano "controllo invadente". Sono
parziali e limitati in effetti, in quanto sono tenuti ad
esserlo, in quanto operano all'interno della struttura
industriale convenzionale, ma hanno evidenziato che i
lavoratori hanno una capacit organizzativa in officina,
che molte persone negano di possedere. Lasciatemi
illustrare due casi recenti della moderna grande
industria. Il primo, il sistema di banda lavorato a

Coventry, stato descritto da un professore americano


di ingegneria industriale e di gestione, Seymour
Melman,
nel
suo
libro
Decision-Making
and
Productivity.Ha cercato, da un confronto dettagliato tra
la fabbricazione di un prodotto simile, il trattore
Ferguson, a Detroit ed a Coventry, in Inghilterra, "per
dimostrare che ci sono alternative realistiche alla
regola manageriale di produzione". Il suo resoconto
del funzionamento del sistema di banda stata
confermato da un lavoratore di ingegneria di Coventry,
Reg. Wright, in due articoli in Anarchy.Di trattore
standard di fabbrica, nel periodo fino al 1956 quando
fu venduto, Melman scrive: "In questa azienda
mostreremo che al tempo stesso: migliaia di lavoratori
operato
virtualmente
senza
la
supervisione
convenzionalmente intesa, e ad alta produttivit; il
salario pi alto stato pagato nell'industria britannica;
i prodotti di alta qualit sono stati prodotti a prezzi
accettabili in impianti estesamente meccanizzati; la
gestione conduce a costi eccezionalmente bassi;
inoltre, i lavoratori organizzati hanno avuto un ruolo
importante nella produzione del processo decisionale
"Dal punto di vista dei lavoratori di produzione, "il
sistema di banda, porta a tenere traccia dei beni,
invece di tenere traccia delle persone". Melman
contrappone
la
"concorrenza
predatoria"
che
caratterizza il gestionale sistema decisionale con il
processo decisionale dei lavoratori del sistema in cui
"Il tratto pi caratteristico del processo di formulazione
decisionale quello della reciprocit decisionale in cui
l'autorit finale risiede nelle mani stesse dei lavoratori
raggruppati." Il sistema di banda come lo ha descritto
molto simile al sistema di contrattazione collettiva

sostenuta da G.D.H Cole, il quale ha affermato che


"L'effetto sarebbe quello di collegare i membri del
gruppo di lavoro insieme in una comune impresa sotto
i loro auspici congiunti e il controllo, e per emanciparli
da una disciplina imposta dall'esterno per quanto
riguarda il loro metodo di ottenere il lavoro svolto. " Il
mio secondo esempio deriva di nuovo da uno studio
comparativo di diversi metodi di organizzazione del
lavoro, fatto dal Tavistock Institute alla fine del 1950,
riportato nel E. L. Trists Organisational Choice e in P.
Herbsts Autonomous Group Functioning.La sua
importanza si pu vedere dalle parole iniziali del primo
di questi: "Questo studio riguarda un gruppo di
minatori che si sono riuniti per sviluppare un nuovo
modo di lavorare insieme, pianificando il tipo di
cambiamento che volevano passare, provare e mettere
in pratica. Il nuovo tipo di organizzazione del lavoro,
che venuto ad essere conosciuto nel settore come
lavoro composito, negli ultimi anni emerso
spontaneamente in un certo numero di pozzi diversi
nel nord-ovest del bacino carbonifero Durham. Le sue
radici risalgono a una tradizione precedente che era
stata quasi completamente rimossa nel corso del
secolo scorso con l'introduzione di tecniche di lavoro
basate sulla segmentazione delle attivit, lo stato
differenziale di pagamento, e un controllo gerarchico
estrinseco " L'altro report nota come lo studio ha
mostrato "la capacit di gruppi di lavoro principali
abbastanza grandi di 40-50 membri ad auto-regolarsi,
auto-svilupparsi in organismi sociali in grado di
mantenersi in uno stato costante di elevata
produttivit." Gli autori descrivono il sistema in un
modo che mostra la sua relazione con gil pensiero

anarchico: L'organizzazione del lavoro composito pu


essere descritto come un lavoro in cui il gruppo
assume la completa responsabilit per il ciclo totale di
operazioni coinvolte nella estrazione del carbone.
Nessun membro del gruppo ha un ruolo di lavoro
fisso. Invece, gli uomini si distribuiscono, a seconda
delle esigenze del compito in corso di gruppo. Entro i
limiti delle necessit tecnologiche e di sicurezza sono
liberi di evolvere il proprio modo di organizzare e
svolgere il loro compito.Essi non sono soggetti ad
alcuna autorit esterna a questo riguardo, n vi
all'interno del gruppo stesso qualsiasi membro che
assume una funzione formale di leadership direttiva.
Considerando che convenzionalmente il lavoro
sempre suddiviso in 4-8 ruoli separati, svolti da gruppi
diversi, ciascuno pagato a un tasso diverso, i membri
del gruppo composito non sono pi pagati
direttamente per una delle attivit effettuate. Il tutto
in accordo salariale , invece, sulla base del prezzo
negoziato per tonnellata di carbone prodotto dal
team. Il reddito ottenuto diviso in parti uguali tra i
membri del team. Le opere che sono state citate sono
state scritte per gli specialisti in termini di produttivit
e di organizzazione industriale, ma le lezioni sono
chiare per le persone che sono interessate all'idea del
controllo operaio. Di fronte alla contestazione che,
anche se si pu dimostrare che i gruppi autonomi
possono organizzare il lavoro su larga scala e per
compiti complessi, essi non mostrano che possono
essere coordinati con successo, si ricorre ancora una
volta al principio federativo. Non c' niente di
stravagante nell'idea che un gran numero di unit
autonome industriali possono federarsi e coordinare le

loro attivit. Se si viaggia in tutta Europa si va sulle


linee ferroviarie di una dozzina di sistemi - capitalisti e
comunisti - coordinati liberamente raggiungendo un
accordo tra le diverse imprese, senza un'autorit
centrale. Puoi inviare una lettera in qualsiasi parte del
mondo, ma non esiste un'autorit postale mondiale, - i
rappresentanti
delle
diverse
autorit
postali
semplicemente si riuniscono in congresso ogni cinque
anni o gi di l. Ci sono tendenze, osservabili in questi
esperimenti occasionali di organizzazione industriale, a
nuovi approcci ai problemi di delinquenza e
tossicodipendenza, in materia di istruzione e di
organizzazione
comunitaria,
e
nella
"deistituzionalizzazione" di ospedali, asili, case per
bambini 'e cos via, che hanno molto in comune con
l'altro, e che sono in contrasto con le idee ricevute su
organizzazione, autorit e governo.
La teoria
cibernetica con la sua enfasi sulla auto-organizzazione
dei sistemi, e la speculazione sugli effetti sociali finali
dell' automazione, porta in una direzione rivoluzionaria
simile. George e Louise Crowley, ad esempio, nelle
loro osservazioni in Ad Hoc Commitee on the Triple
Revolution (Monthly Review,Nov. 1964) osservano che,
"Per noi altrettanto ragionevole postulare una societ
funzionante senza un'autorit che postula un ordine
universale fuori da dio.Quindi la parola anarchia non
per noi pregna di connotazioni di disordine, caos, o
confusione.Per gli uomini umani, che vivono in
condizioni di libert non competitive dalla fatica e del
benessere universale, l'anarchia semplicemente lo
stato appropriato della societ ". In Gran Bretagna, il
professor Richard Titmuss osserva che le idee sociali
potrebbero essere importanti nel prossimo mezzo

secolo, come l'innovazione tecnologica. Io credo che


le idee sociali dell'anarchismo:i gruppi autonomi,
l'ordine spontaneo, il controllo dei lavoratori, il
principio federativo, si aggiungono a una teoria
coerente di organizzazione sociale, che una valida
alternativa
realistica
alla
filosofia
autoritaria,
gerarchica e istituzionale sociale che vediamo in
applicazione intorno a noi. L'uomo sar costretto,
Kropotkin ha dichiarato, "a trovare nuove forme di
organizzazione per le funzioni sociali che lo Stato
soddisfa attraverso la burocrazia" e ha insistito sul
fatto che "finch questo non viene fatto nulla sar
fatto." Penso che abbiamo scoperto ci che queste
nuove forme di organizzazione dovrebbero essere.
Dobbiamo ora fare in modo che queste possibilit
vengano messe in pratica.