You are on page 1of 31

Stagione teatrale 2015 | 2016

elegante, brillante,
intelligente! Scopri le
proposte della trentesima
stagione del Teatro della
Cometa.
30 Anni! La stagione 2015/16 la 30esima da quando ho
iniziato la regolare apertura del Teatro della Cometa, dopo 2
anni di lavoro di restauro dalla data dell'incendio del 1969.
In questi anni, su questo palcoscenico, si sono visti attori ed
autori noti e meno noti. Di questi ultimi mi sento di dire che
proprio in questo Teatro hanno avuto la consacrazione della
notoriet verso il grosso pubblico, uscendo cos dal circuito
dei piccoli teatri, da dove doveroso dire che sono uscite
tutte le novit di testi e di artisti che si sono definitivamente
affermati e che fanno parte del teatro attuale in Italia.
Gestire un teatro di piccole dimensioni come questo
un'impresa difficile e purtroppo anche priva di soddisfazioni
economiche. Oggi, la crisi ha duramente colpito tutti i settori
e particolarmente questo, che il pi debole dal punto di
vista economico e finanziario. Ci nonostante attori, autori,
impresari si sforzano di continuare in mezzo a mille intralci
burocratici e non.

Ma la vera forza del teatro il pubblico! La mia vera


soddisfazione quando vedo una platea piena di spettatori
partecipi ed emozionati da ci che avviene sul palcoscenico.
Finch ci sar un pubblico che vorr uscire di casa ed
assistere alla magia di una sipario che si apre, ebbene, il
Teatro rester immortale!

Giorgio
Barattolo

Stagione teatrale 2015 | 2016

SPETTACOLI IN ABBONAMENTO

1 |18 ottobre 2015


PAOLO VILLAGGIO e PINO STRABIOLI

mi piacerebbe tanto NON andare al MIO funerale!

22 Ottobre | 8 Novembre 2015


FRANCESCO MONTANARI
e Andrea Amato, Daniele Felici, Lorenzo Vigevano, Lorenzo
Zurzolo, Alessio Selli, Niccol DOttavio, Federico Bizzarri
CATTIVI RAGAZZI
di Veruska Rossi e Guido Governale

12 | 29 novembre 2015
MASSIMO DE FRANCOVICH e MAXIMILIAN NISI
MISTER GREEN
di Jeff Baron
traduzione Michela Zaccaria
Regia Piergiorgio Piccoli

2 | 20 dicembre 2015
BEATRICE FAZI, FEDERICA CIFOLA, GIULIA
RICCIARDI, BARBARA BEGALA
PARZIALMENTE STREMATE
Di Giulia Ricciardi
Regia Michele La Ginestra

26 dicembre 2015 | 10 gennaio 2016


ANTONIO GROSSO, CIRO SCALERA, ANTONELLO
PASCALE, FEDERICA CARRUBA TOSCANO

VICINI DI STALLA
di Antonio Grosso e Francesco Stella
Regia Ninni Bruschetta

14 | 31 gennaio 2016
VERUSKA ROSSI, FABRIZIO SABATUCCI, RICCARDO
SCARAFONI, FRANCESCO VENDITTI
VITA, MORTE E MIRACOLI
di Lorenzo Gioielli
Regia Riccardo Scarafoni

Stagione teatrale 2015 | 2016

4 | 14 febbraio 2016
PINO INSEGNO E I BARAONNA
BUONASERA BUONASERA
di Claudio Insegno

3 | 20 marzo 2016
GENNARO CANNAVACCIUOLO
IL PECCATO EROTICO divertimento musicale a luci
rosa
Recital in due tempi di e con Gennaro Cannavacciuolo

7 | 17 Aprile 2016
FRANCESCO PANNOFINO
BLUE TOOTH
di Gianni Clementi
Regia di Claudio Boccaccini

21 aprile | 8 maggio 2016


MICHELE LA GINESTRA
con Alessia Lineri, Irene Morelli, Alessandra Fineo
e Paolo Tagliapietra al pianoforte
MI HANNO RIMASTO SOLO
scritto e diretto da Michele La Ginestra

10 | 22 maggio 2016
MARCO ZADRA
con Gianluca Mandarini, Tiko Rossi Vairo
KARMA LETALE
Scritto e diretto da Marco Zadra

Stagione teatrale 2015 | 2016

SPETTACOLI FUORI ABBONAMENTO

16 | 28 Febbraio 2016
ALESSIA NAVARRO
con Caterina Silva, Ettore Belmondo, Alessia Olivetti e
Claudio Garruba
FRIDA KAHLO - Il ritratto di una donna
di Prete, Maltagliati, Setaccioli
regia Alessandro Prete

22 marzo | 3 aprile 2016


con un cast di 17 giovanissimi interpreti
LE BELLE NOTTI
di Gianni Clementi
regia Claudio Boccaccini

Stagione teatrale 2015 | 2016

1 |18 ottobre 2015


PAOLO VILLAGGIO e PINO STRABIOLI

mi piacerebbe tanto NON andare al MIO funerale!

Paolo Villaggio e Pino Strabioli


fisarmonica e violino

Non c nulla da ridere,


non c nulla di serio,
non uno spettacolo,
soltanto una truffa,
ma venite a vederci,
lo facciamo per soldi ,
ormai siamo poveri
e abbiate piet.

Stagione teatrale 2015 | 2016

22 Ottobre | 8 Novembre 2015


FRANCESCO MONTANARI
e Andrea Amato, Daniele Felici, Lorenzo Vigevano, Lorenzo
Zurzolo, Alessio Selli, Niccol DOttavio, Federico Bizzarri

CATTIVI RAGAZZI
di Veruska Rossi e Guido Governale

La famiglia Sanna. Una famiglia del sud. Mamma sarta e


pap operaio. Tre figli. Il pi grande Gaetano, poi Antonio e
Giuseppe. La loro infanzia serena. La scuola, lestate al
mare, le partite di calcio, i primi amori. Una Sicilia calda e
colorata che allo stesso tempo nasconde angoli bui e freddi.
Il futuro dei ragazzi, in qualsiasi paese, determinato dalla
famiglia ma anche dalle compagnie che incontrano nel loro
percorso di vita. Mentre Giuseppe e Antonio frequentavano i
coetanei della parrocchia del paese che anche la squadra
di calcio del posto, Gaetano, il pi grande dei tre, prende
direzioni diverse. Inizia a frequentare chi di gite e partite di
pallone non ne vuole sapere. Ragazzi pi ambiziosi.
Desiderosi di cambiare la propria vita in qualcosa di pi di
una piazzetta o di un posto in fabbrica. Sognano la ricchezza,
la grande citt, i soldi facili. Per fare tutto questo, scelgono
la strada pi comoda. Lo spaccio di droga e piccoli furti che
diventano sempre pi grandi. Le cattive compagnie
cambiano Gaetano. Il fratello pi grande, tanto adorato,
diventa violento e pericoloso. Gaetano, a soli diciassette
anni, rimane vittima di una sparatoria durante una rapina.
Questo cambier per sempre la vita della famiglia Sanna.
Cambier per sempre la vita di Giuseppe il nostro
protagonista.

Cattivi Ragazzi uno spettacolo in bianco e nero che


lentamente si colora. Un racconto di giovani vite difficili
che lottano per tornare a galla. Una storia che insegna a
grandi e piccoli che tutte le volte che nella vita non puoi pi
tornare indietro resta una sola cosa da fare, guardare avanti.

Stagione teatrale 2015 | 2016

12 | 29 novembre 2015
MASSIMO DE FRANCOVICH e MAXIMILIAN NISI
MISTER GREEN
di Jeff Baron
traduzione Michele Zaccaria
scenografia Anna Zago
Rielaborazone Piergiorgio Piccoli e Aristide Genovese
Regia Piergiorgio Piccoli

Tradotta in ventiquattro lingue e messa in scena sui


palcoscenici di tutto il mondo, Visiting Mr Green di Jeff
Baron una commedia che ci parla di fedelt, di sentimenti e
di tolleranza. Si presta alla riflessione e allanalisi
psicologica e vive del dialogo, insieme comico e
commovente, fra due generazioni lontanissime.

Mr. Green, un ottuagenario proprietario di lavanderia in


pensione, camminando nel traffico dellUpper West Side di
New York, viene investito da unautomobile. Il conducente
della vettura Ross Gardiner, un giovane uomo impiegato in
una multinazionale, il quale viene accusato di guida
pericolosa e condannato dalla giustizia ad assistere Mr.
Green una volta alla settimana per sei mesi

Lanziano signore abita in un appartamentino al quarto piano


senza ascensore e ha bisogno di aiuto per le spese e il resto.
Ha sempre mantenuto intatte la fede ebraica e le tradizioni
religiose della sua famiglia, ma si e trovato tristemente solo
alla morte della moglie. La commedia, scandita in scene con
ritmo cinematografico, segue dallinizio queste visite
settimanali. Alliniziale diffidenza e conflittualit reciproca, il
rapporto fra i personaggi si sviluppa e i due imparano a
conoscersi, diventano indispensabili luno allaltro, in un
continuo gioco in bilico fra confessioni e reticenze. Il dialogo,
spesso marcatamente umoristico, mette in luce ferite
lasciate aperte per anni nel destino dei protagonisti. Il testo,
andato in scena sui palcoscenici di tutto il mondo, si presta
alla riflessione e allanalisi psicologica e vive del dialogo,
insieme comico e commovente, fra due generazioni
lontanissime. Mister Green ci parla di fedelt, di sentimenti e
di tolleranza.

Durata: 90 minuti

Stagione teatrale 2015 | 2016

2 | 20 dicembre 2015
BEATRICE FAZI, FEDERICA CIFOLA, GIULIA
RICCIARDI, BARBARA BEGALA
PARZIALMENTE STREMATE
Di Giulia Ricciardi
Regia Michele La Ginestra

Non sono solo gli uomini a scappare, a non sentirsi pronti, ad


essere immaturi. Accanto alla sindrome di Peter Pan, c
quella di Campanellino. Siamo tutte un po Trilly.
Sicuramente lo sono le quattro protagoniste di Parzialmente
Stremate. Stremate dalla vita, dagli eventi e dalle
responsabilit che forse non sono in grado di sostenere. Il
matrimonio di una delle quattro, o meglio il matrimonio
schivato, tirer fuori le fragilit di ognuna di loro. Tra gag e
battute, anche le verit pi scomode sfoceranno in una
risata.

Stagione teatrale 2015 | 2016

26 dicembre 2015 | 10 gennaio 2016


Neraonda presenta
ANTONIO GROSSO, CIRO SCALERA, ANTONELLO
PASCALE, FEDERICA CARRUBA TOSCANO
VICINI DI STALLA
di Antonio Grosso e Francesco Stella

scene Alessandra Ricci


costumi Adelia Apostolico
luci Gigi Ascione
Regia Ninni Bruschetta

Dopo un lungo viaggio che dalla Magna Grecia li conduce


sino ai deserti del Medio Oriente, i due pastori nomadi
Corallo e Armonio, con l'inseparabile asinella Rosaria,
finalmente sembrano aver trovato il tetto che fa per loro: in
un piccolo villaggio sconosciuto dove nessuno immagina il
loro passato non troppo chiaro, prendono in affitto dal
Rabbino Arcadio una stalla con tutti i confort necessari per
riposare quanto basta dopo aver pascolato le pecore... Ma le
loro notti vengono presto turbate dagli schiamazzi
provenienti dalla stalla adiacente, dove vive Sara, una
giovane donna che esercita il mestiere pi antico del mondo.
Proprio quando stanno per risolvere le questioni
condominiali a modo loro, l'arrivo improvviso dei nuovi
Vicini di stalla, una Famiglia molto particolare,
sconvolger i loro piani vendicativi e li costringer a
confrontarsi con una Storia molto, molto pi grande di loro:
senza rendersene conto dalle loro mani dipender il destino
di un Bambino e dell'intera umanit...

Vicini di stalla di Antonio Grosso e Francesco Stella la


storia del Natale come non stata mai raccontata, vissuta
attraverso le divertenti vicende di due pastori. Una storia da
ridere... riflettendo, per scoprire alcuni particolari della
Nativit che nessuno, prima d'ora, aveva mai narrato.

Stagione teatrale 2015 | 2016

14 | 31 gennaio 2016
VERUSKA ROSSI, FABRIZIO SABATUCCI, RICCARDO
SCARAFONI, FRANCESCO VENDITTI
VITA, MORTE E MIRACOLI
di Lorenzo Gioielli
Regia Riccardo Scarafoni

Vita, Morte e Miracoli racconta di chi, come noi, fa del suo


meglio per essere felice.
Usiamo il portale del riso e del sorriso. Perch la vita e la
morte, viste dai palchi e dalla platea, fanno davvero ridere.
quello il miracolo.

Marco, un uomo intelligente e sarcastico, deciso a non


cedere al terrore del momento: il suo compagno Emanuele

in coma. Sua sorella Ilaria ha un passato tanto misterioso


quanto evidentemente complicato da cui uscita sposando
Dario, uomo solido e semplice, privo della bench minima
pericolosit.
Soltanto quattro persone. Eppure verranno svelati molti
segreti. Che li riguardano tutti. Che porteranno la commedia
a una fine imprevista e imprevedibile.

Stagione teatrale 2015 | 2016

4 | 14 febbraio 2016
PINO INSEGNO e i BARAONNA
BUONASERA BUONASERA
di Claudio Insegno
con Pino Insegno
e con Vito Caporale, Delio Caporale, Eleonora Tosto, Daphne
Nisi

In una citt qualsiasi, in un appartamento qualsiasi, in una


notte qualsiasi, oggi: un uomo davanti al suo piccolo
televisore, sta navigando annoiato attraverso i vari
programmi, all'improvviso come per magia viene catapultato
all'interno dello stesso. Inizia cos un viaggio attraverso il
mondo cadotico degli anni 60-70 e 80, i suoi miti, le canzoni,
gli sceneggiati, il cinema.
PINO INSEGNO e i BARAONNA vi prenderanno per mano e
vi condurranno, con musica, parole ed effetti speciali,
attraverso le emozioni di un passato straordinario.

Stagione teatrale 2015 | 2016

16 | 28 Febbraio 2016
fuori abbonamento

Spettacolo

ALESSIA NAVARRO
con Caterina Silva, Ettore Belmondo, Alessia Olivetti e
Claudio Garruba
FRIDA KAHLO - Il ritratto di una donna
di Prete, Maltagliati, Setaccioli

regia Alessandro Prete

Questo spettacolo che nasce da unidea di Alessia Navarro,


Pino Insegno e di Alessandro Prete prende spunto dalla
straordinaria ed intensa vita vissuta da Frida Kahlo e si
pregiato del patrocinio dallAmbasciata del Messico e del
sostegno
delle
Scuderie
del
Quirinale
per
la
promozione dello spettacolo. Magdalena Carmen Frieda
Kahlo Caldern, sensibilissima pittrice, riconosciuta icona
dellemancipazione della
femminilit,
viene
oggi
rappresentata
attraverso
un
testo
teatrale,
con
lambizione di offrire al pubblico il messaggio sulla verit
emotiva che la pittrice ha voluto imprimere su alcune delle
sue tele. Una verit che appartiene alluniverso femminile,
ma che dovrebbe essere custodita da ogni essere umano,
uomo o donna che sia, quale filo conduttore del ciclo vitale.
Un inno alla vita, alla gioia, alla passione, alla forte
motivazione di rimanere ancorata al presente, al qui
ed ora, senza mai avere la paura del passato ed avendo
sempre speranza per il futuro. Una donna che ha saputo
sempre affrontare e superare estreme difficolt fisiche,
psichiche, e relazionali; riservando alla famiglia e allamore
per il proprio coniuge quella centralit che rende Frida
Kahlo icona della femminilit in ogni sua sfumatura: figlia,
madre, sorella, amica, amante, artista..una donna talmente
realista da essere sfacciatamente attuale.

Stagione teatrale 2015 | 2016

3 | 20 marzo 2016
GENNARO CANNAVACCIUOLO
IL PECCATO EROTICO divertimento musicale a luci
rosa
Recital in due tempi di e con Gennaro Cannavacciuolo
pianoforte Marco Bucci, clarinetto e Sax Andrea
Tardioli, violoncello Francesco Lievito

Larte di far ridere con stile, senza volgarit ne parolacce: il


gran pregio di Gennaro Cannavacciuolo.

Cannavacciuolo tratteggia uno splendido affresco, distensivo


ma colto, comico ma

anche sentimentale ed elegante, del periodo compreso tra gli


anni 1890 e 1940, proponendo le canzoni tipiche del teatro
popolare, allora per soli adulti, basate sul doppio senso,
lallusione licenziosa, lironia.
Recuperando con spirito arguto il repertorio della ribalta
minore, dellavan spettacolo, del caff-concerto, della rivista,
Gennaro Cannavacciuolo si immerge in una lunga
passeggiata a ritroso negli anni, attraverso i tempi e i modi
espressivi di uno show a luci rosse, con classe ed eleganza,
trascinando i grandi come i pi giovani.
I testi rivisitati sono di autori come i celeberrimi PisanoCioffi, Gill, Ripp e di altri popolari che fecero la fortuna della
canzonetta sceneggiata. Un recital arguto ed erotico che
diverte un pubblico dandogli loccasione di riscoprire gli
ingenui meccanismi del ridere.
Uno spettacolo applaudito dalla critica, gioioso, interattivo
con un repertorio ricco di indimenticabili chicche musicali,
da Fatte da a foto ad In riva al Po, da Casta Susanna a
Ciucculatina mia.

Stagione teatrale 2015 | 2016

22 marzo | 3 aprile 2016


fuori abbonamento

Spettacolo

con un cast di 17 giovanissimi interpreti


LE BELLE NOTTI
di Gianni Clementi
regia Claudio Boccaccini
Il 12 dicembre 1969, in pieno fermento sessantottino,
diciassette giovani studenti occupano un noto liceo romano.
Un reparto della celere, prontamente allertato dal preside,
circonda listituto dove i ragazzi si sono barricati. Le ansie, le
paure, gli innamoramenti, uniti alleccitazione crescente per
latto di ribellione che li vede protagonisti, a mano a mano
cementano il gruppo. Nonostante le evidenti differenze di
carattere e di estrazione sociale, i giovani occupanti
matureranno con il passare delle ore un senso di unit e di
appartenenza, che sfocer in una vera e propria presa di
coscienza collettiva che regaler loro lemozione indelebile
di essersi sentiti per una volta nella vita - artefici e
protagonisti di un momento storico.
La prima giornata di occupazione volge al termine quando
dalla televisione giunger la notizia terribile della strage di
Piazza Fontana. Nella seconda parte dello spettacolo
sempre lo stesso liceo il teatro dellazione, e sempre di
unoccupazione si tratta, ma passato un po di tempo
siamo negli anni 2000, e i nuovi protagonisti altri non sono
che i figli degli occupanti di quel dicembre del 69. Stessi
palpiti, stesse problematiche, ma quanto cambiato lo

scenario sociale che fa da sfondo ad unazione di dissenso


analoga ma molto distante da quella di trenta e passa anni
prima. Le belle notti una commedia tenera e divertente ma
anche malinconica e crudele che scandaglia senza
giudicare unet della vita, quella prossima ai ventanni,
sbirciandola attraverso due epoche diverse e per certi versi
lontanissime: quella della ribellione e dellanticonformismo
della fine degli anni 60 e quella dellomologazione quindi
apparentemente immobile e pacificata - dei giorni nostri. La
regia di Claudio Boccaccini, che lavora pi che sovente con
nutriti cast di giovani attori, esalta la coralit dellazione
insita nel testo, prediligendo toni scanzonati e benevoli per
rappresentare al meglio il complesso di passioni, incertezze,
slanci, timori, illusioni, ardori, scoperte, delusioni che
denotano una difficile ma impagabile stagione della vita,
sottolineando al contempo anche attraverso lutilizzo nel
corso di tutta la pice di brani musicali memorabili - i
cambiamenti nello scenario sociale e culturale susseguitisi in
questi ultimi decenni.
La commedia una delle ultime opere di Gianni Clementi,
autore tra i pi rappresentati nellattuale panorama teatrale
italiano, ed ha in s tutti gli elementi caratterizzanti della
sua drammaturgia: in particolare la capacit di tratteggiare
in modo poetico e autentico le esistenze di gente comune
chiamata a testimoniare di mutamenti storici e sociali di
enorme importanza per il nostro paese, capacit che ne fa
lesponente di punta di un rinato neorealismo teatrale
italiano.

Stagione teatrale 2015 | 2016

7 | 17 Aprile 2016
Associazione Culturale Nostos presenta
FRANCESCO PANNOFINO

BLUE TOOTH
di Gianni Clementi
Regia di Claudio Boccaccini

In questi nostri tempi in cui la tecnologia ci obbliga ad una


continua ed ininterrotta connettivit con il mondo esterno
possiamo forse affermare che le nostre relazioni sociali
siano migliorate?
E indubbio il fatto che la nostra perenne reperibilit ci
consente dintrattenere rapporti con persone non presenti al
momento ma altrettanto vero che tutto questo si realizza
spesso ai danni di persone presenti, facendoci insomma
troppo spesso preferire un altrove virtuale ad un presente
reale .
E il destino del protagonista di blue tooth il quale,
incastrato in una serie interminabile di comunicazioni,
finisce con il perdere progressivamente la percezione del
mondo che lo circonda.
Uninarrestabile arrembante Francesco Pannofino alle prese
con una conversazione continuamente interrotta piena di
spunti irresistibilmente comici e cos terribilmente veri.

Stagione teatrale 2015 | 2016

21 aprile | 8 maggio 2016


MICHELE LA GINESTRA
con Alessia Lineri, Irene Morelli, Alessandra Fineo
e Paolo Tagliapietra al pianoforte
MI HANNO RIMASTO SOLO
scritto e diretto da Michele La Ginestra

Michele la Ginestra conosciuto al grande pubblico per le


sue apparizioni televisive in fiction (Nero Wolfe Rai1, I
Cesaroni, Amiche mie e Nati Ieri - Canale 5), programmi

di intrattenimento (Colorado Italia 1 - Don Michele) e spot


pubblicitari ( il testimonial della De Cecco); oltre per aver
condotto I fatti vostri su Rai 2 e Solletico su Rai 1, da
Settembre 2014 giudice a Cuochi e fiamme su La 7. Ha
partecipato a vari film (Immaturi di Paolo Genovese, Viva
l'Italia e Nessuno Mi Puo' Giudicare di Massimiliano
Bruno, Pazze di Me di Fausto Brizzi), anche se rimane,
soprattutto,
un
protagonista
della
scena
teatrale
(indimenticabile il suo Rugantino al Teatro Sistina per la
regia di Pietro Garinei, con Sabrina Ferilli, Maurizio Mattioli
e Simona Marchini).

In Mi hanno rimasto solo gioca con un palcoscenico


vuoto e racconta al Teatro il suo sogno: poter interpretare
ogni sera un personaggio diverso.
Il Teatro lo ascolta e decide di diventare suo complice; apre
il cassetto dei ricordi e gli fa trovare testi, costumi, musiche,
per realizzare il suo spettacolo.
Da un omaggio ad Ettore Petrolini dei primi del 900,
comincia questa cavalcata teatrale fatta di pezzi inediti e
filastrocche...
Laccompagnamento musicale, con brani interpretati dal vivo
da un trio di grande qualit (Alessia Lineri, Irene Morelli, e
Alessandra Fineo) e dallestro del M Paolo Tagliapietra al
pianoforte, completa lopera.
Mi hanno rimasto solo non solo un one man show, ma
uno spettacolo coinvolgente, che vuole regalare grandi
risate, sorrisi, spensieratezza a chi ha deciso di passare una
serata con il Teatro.

Stagione teatrale 2015 | 2016

10 | 22 maggio 2016
Ass. Cult. Jonglar presenta
MARCO ZADRA
con Gianluca Mandarini, Tiko Rossi Vairo
KARMA LETALE
Scritto e diretto da Marco Zadra

Marco Zadra, show man versatile ed elegante, dopo aver


scritto numerosi testi a carattere esistenziale senza mai
prendersi troppo sul serio, questa volta si presenta al
pubblico sotto forma di spirito. L'attore, in perenne lotta con
la depressione, dopo aver tentato il suicidio, ovviamente su
consiglio del suo psicologo, si trova in uno stato di coma
profondo ed tenuto in vita artificialmente dalle macchine.
Non stato dichiarato ancora clinicamente morto. E' solo
un po' morto ed in questa nuova dimensione incontra lo
spirito di un idraulico anche lui sospeso tra la vita e la morte
per problemi sentimentali. Un amore non corrisposto lo ha
spinto a compiere un gesto estremo. I due colleghi ormai

purificati dall'esperienza pre-morte, liberi, o quasi, da


pulsioni
terrene,
incontrano
uno
spirito
guida
videodipendente ed anche molto indeciso, che li pone
davanti ad una scelta difficile: andare nell'Aldil oppure
ritornare tra i vivi per tuffarsi in un mondo che loro
rifiutano e da cui spesso sono rifiutati.

Stagione teatrale 2015 | 2016

FORMULE DI ABBONAMENTO PER UNDICI


SPETTACOLI
Intero nuovi abbonati

11 Spettacoli, Libero o Fisso

PLATEA 190
1 GALLERIA 170
2 GALLERIA 150
Pomeridiano nuovi abbonati

11 Spettacoli, sabato e gioved ore 17:00

PLATEA 160
1 GALLERIA 150
2 GALLERIA 120
Gruppi nuovi abbonati

11 Spettacoli, gruppi a partire da 6 persone

PLATEA 165
1 GALLERIA 150
2 GALLERIA 135

ABBONATO? RINNOVA ENTRO IL 24 LUGLIO!


Scopri i vantaggi che ti abbiamo riservato, rinnova il tuo
abbonamento entro il 24 luglio!
Rinnovo abbonamento Intero

11 Spettacoli, Libero o Fisso

PLATEA 165
1 GALLERIA 150
Rinnovo abbonamento Pomeridiano

11 Spettacoli, sabato e gioved ore 17:00

PLATEA 150
1 GALLERIA 140

Infoline: 06.6784380

Stagione teatrale 2015 | 2016

Per informazioni e prenotazioni possibile contattare il


botteghino (Via del Teatro Marcello, 4 - Roma) dal marted al
sabato dalle 10:00 alle 19:00, la domenica dalle 14:30 alle
17:00.

Infoline: 06.6784380

Sito web: www.teatrodellacometa.it