Sei sulla pagina 1di 2

FEDERICO MORENO TORROBA (1891 1982)

Cenni biografici
La lunga carriera di Moreno Torroba - insieme a quella del contemporaneo Sorozbal incarna l'ultima fioritura della zarzuela. Nato a Madrid il 3 marzo del 1891, figlio di un
noto organista e allievo dellonnipresente figura paterna del nazionalismo musicale
Felipe Pedrell, Torroba divise il suo talento tra composizione, direzione d'orchestra e
come impresario. Le composizioni per la sala da concerto, tra cui un romntico Capricho
e una Suite Castellana sono state trascurate - con l'eccezione della lunga serie di opere
per chitarra (con e senza orchestra) rese popolari da Andrs Segovia, in particolare la
Sonatina, Concierto iberico e Concierto flamenco. Era prolifico come compositore
d'opera e balletto prima di riuscire nella zarzuela con La mesonera de Tordesillas (1925)
In seguito ricopr incarichi accademici e divenne presidente della Sociedad General de
Autores de Espaa (SGAE) nel 1975. Mor a Madrid il 12 settembre 1982 a novantadue
anni.
Un tempo era il gestore, oltre alla propria, di ben tre compagnie d'opera, dando
importanti prime esecuzioni di opere quali Sorozbal, Gimnez e Guerrero. In
particolare, la sua grande compagnia itinerante ha continuato a portare la tradizionale
zarzuela sulla scena internazionale (in particolare gli Stati Uniti e l'America spagnola
Centrale) durante gli anni '30 e '40. Molti grandi zarzuelisti eseguivano sotto la sua
direzione, non da ultimo i genitori di Plcido Domingo , che sono stati incoraggiati dal
successo di Torroba.

I suoi pi grandi successi risalgono il 1930, e la sua fama poggia oggi interamente sulle
due sole Zarzuelas, La chulapona (1934) e Luisa Fernanda (1932). Tra le sue molte altre
zarzuelas spiccano, prima della guerra civile spagnola Marchenera (1928), Azabache
(1932), e Xuann (1933). Nel periodo franchista ebbe tendenze Religiose
claustrofobiche, anche se le sue partiture per Monte Carmelo (1939), La caramba (1942)
e Mara Manuela (1957) presentano pagine divertenti. Tra queste si distinguono anche El
Duende azul (1946, in collaborazione con Rodrigo ) e Baile en Capitana (1960). Le
opere comprendono La Virgen de Mayo (1925) e il compianto El Poeta (1980), in cui
canta Placido Domingo nel ruolo del medesimo poeta.

La chulapona erge come un compendio di Madrid zarzuela, causa qualcosa di Vives


'grande Doa Francisquita . Dopo il debutto nel 1934, Torroba fu eletto membro a pieno
titolo della Real Academia de Belles Artes de San Fernando , e in quella occasione tenne
un discorso in cui esponeva il suo credo musicale, El casticismo en la msica
("autenticit in musica".) Per Torroba, questo autenticit veniva dal potere di una
tradizione collaudata, il "nazionalismo popolare" della musica popolare spagnola, un
processo naturale che informa il proprio mondo musicale come fa, per esempio, il suo
collaboratore Rodrigo nel famoso Concierto de Aranjuez .

Il primo delle due zarzuelas uno degli esempi pi amati di quella tradizione: Luisa
Fernanda potrebbe aver dovuto qualcosa di Vives nella sua sottile orchestrazione e
arrestando caratterizzazione; ma la sua combinazione di azione vivace, abbondante
grazia melodica e malinconica gli hanno consentito di raggiungere quellenorme
successo che dura fino ai nostri tempi. Se Torroba non ha avuto il tempo di sviluppare la
personalit della sua musica in accordo con le sue teorie, le due grandi opere teatrali
rimangono capisaldi di quella tradizione in cui credeva cos fortemente, e per il quale ha
lavorato cos duramente.