Sei sulla pagina 1di 12

INTERVISTA PER RADIO ICUR

Citt Obregn, Repubblica del Messico, 1977

Samael Aun Weor


-----------------------------------------------------------------------------------------------Istituto Culturale Quetzalcoatl di Antropologia Psicoanalitica, A.C.
www.samaelgnosis.net e www.samaelgnosis.org

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

Intervista per Radio ICUR

Continua per "Radio Icur" la seguente intervista con il Maestro


Samael Aun Weor, guida dell'Associazione Gnostica Internazionale. Maestro:
Potrebbe dirci in che forma e come si sviluppano i programmi di studio
all'interno dell'Associazione Gnostica?
Con molto piacere risponder a questa interessantissima domanda. Le scoperte
che stiamo facendo sulle questioni antropologiche. Tali scoperte si relazionano,
precisamente, con i programmi e sul basamento degli stessi. Ovviamente, esiste molto
materiale didattico sparso qui e l, in nicchie, piramidi, sepolcri e diversi pezzi
archeologici. Ovviamente noi sappiamo estrarre, mediante regole precise, il pensiero
contenuto in ogni pezzo archeologico, per il bene dell'umanit contemporanea e per
amore, naturalmente, della nostra amata patria messicana.
una risposta molto interessante, Maestro. Ora, per favore, vorremmo
sapere perch l'insegnamento gnostico afferma l'esistenza di certe altre
dimensioni, nelle quali alcune persone preparate possono fare incursione. La
nostra domanda la seguente: Quante dimensioni esistono e come potrebbe
uno riuscire a penetrarle?
Certamente, questa domanda mi piaciuta molto, molto interessante...
La geometria tridimensionale di Euclide stata in verit molto discussa, non si
mai accettata in forma di dogma. Per non c' dubbio che tuttavia esistono molte
persone ritardatarie, imbottigliate completamente in questo tipo di geometria che inizia
gi a passare di moda. Einstein accett una quarta coordinata; cos lo dimostra,
precisamente, nella sua teoria sulla legge della relativit. Non c' dubbio che la quarta
verticale dimostrata matematicamente.
Continuando con queste disquisizioni, diremo che anche i nostri antenati di
Anahuac conobbero la quarta dimensione. Se uno legge diligentemente alcuni codici,
rimane stupito nel poter rinfrancare questa affermazione.
Mi viene in mente, in questi istanti, il racconto di Padre Durn (che meraviglioso
di per s). Tale narrazione si riferisce ad un episodio di vita del famoso Imperatore
Montezuma. Volendo egli sapere qualcosa sui nostri antenati, sugli antenati della
grande Tenochtitln, chiam Tlacaelel, il suo primo Ministro, e gli disse: " Vorrei sapere
qualcosa sui miei avi, su Quetzalcoatl, su Huitzilopochtli, sulla madre di Huitzilopochtli
e su molti altri insigni uomini. Vorrei visitarli. Cosa sai tu a proposito di ci e dove
dimorano?" Signore (contest Tlacaelel), il tuo cuore nobile perch vedo che ti ricordi
davvero dei nostri avi! Arrivare l, dove essi dimorano (nella lontana TULE, sull'isola di
Cristallo, al Polo Nord), qualcosa pi che impossibile. Il cammino serrato da molte
foreste, ci sono lagune senza fondo e fiere mostruose e nessuno potrebbe arrivare fino
l, credo che questa sia piuttosto una questione di incantatori, maghi o che so io. Solo

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 2

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

tali persone potrebbero arrivare fino a questo lontano luogo. Nonostante ci, c' un
grande storico nel nostro regno; potresti consultarlo...
L'Imperatore, abbastanza commosso, decise di dirigersi con Tlacaelel al luogo
dove dimorava lo storico del regno. "Venerabile anziano (gli dice), vorrei che mi
informiate sui nostri avi: Dove dimorano, dove vivono? Cosa sapete voi su
Huitzilopochtli e tutti i nostri avi, e sulla madre di Huitzilopochtli e sul grande
Quetzalcoatl?" "Magnifico Imperatore (rispose il Venerabile), ci che tu mi chiedi
molto impossibile, perch ora essi dimorano nella lontana Tule e l nessun essere
vivente pu dirigersi. Ci sono foreste profonde e impenetrabili, lagune senza fondo, e
rari sono coloro che potrebbero arrivare a quel luogo. Per tu hai 60 maghi nella tua
corte e potresti ben consultarti con essi"... "Vedo che mi avete detto la verit, buon
anziano, perch lo stesso mi aveva affermato il mio primo Ministro". Porse grazie e si
ritir...
Allora Montezuma convoc i 60 anziani della grande Tenochtitln, saggi come
nessun altro, e diede loro doni per Quetzalcoatl e per tutti gli antenati degli antichi
nahuacs. Il fatto fu straordinario. Si dice che i 60 si diressero fino ad un luogo lontano
dove realizzarono alcune cerimonie o culti, propri di Anahuac: danzarono intorno a un
punto fisso, unsero i loro corpi con determinati unguenti e con pura concentrazione del
pensiero si misero nella quarta dimensione. La leggenda dei secoli racconta che
viaggiarono nella quarta verticale fino alla terra degli avi: lIsola Sacra, ubicata
oggigiorno sotto i ghiacci del Polo Nord, luogo dove realmente si trova la lontana
"Tule". Si dice che questa sia la zona geologica o "Isola Santa" che rimasta dal
principio, sempre ferma, sebbene coperta da ghiacci in questi tempi.
Bene, la cosa certa che in accordo con il racconto (mi riferisco sempre allo
stesso), con le narrazioni del padre Durn, sacerdote cattolico, trovarono l (essi, i
viaggiatori della quarta verticale) un venerabile anziano. Si misero in cerchio ed egli li
interrog: "Da dove venite?" "Veniamo (dissero) dalla grande Tenochtitln; siamo
sudditi del grande Imperatore Montezuma e portiamo doni per i nostri avi"... "Bene,
seguitemi".
Essi lo seguirono ed entrarono in un recinto meraviglioso. Ma nel cammino i loro
piedi sprofondavano nella sabbia... "Cosa vi succede, messicani? Perch siete cos
pesanti? Cosa avete mangiato?" Essi risposero: "Abbiamo bevuto pulque e mangiato
ogni sorta di carni, e ci siamo ubriacati". "Ah, questo che vi rende cos pesanti,
messicani!"
Ricevettero i doni, i venerabili anziani, e non troppo dire che tra quegli antenati
di Anahuac, vi era Quetzalcoatl e la madre di Huitzilopochtli (con il viso dipinto di
carbone, e i vestiti strappati". Quetzalcoatl disse: "Se voi, messicani, non smettete di
bere il pulque e continuate con i sacrifici umani, sappiate che dall'altro lato del mare,
uomini bianchi e con barba (si riferiva agli spagnoli, chiaro) verranno e vi
schiavizzeranno e vi distruggeranno"
Racconta la tradizione che i 60 fecero rientro nuovamente al regno di Montezuma

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 3

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

e comunicarono al Primo Ministro e allImperatore tutto ci che era successo.


Essi piansero amaramente. Sfortunatamente non si corressero e continuarono le orge
con il pulque e i sacrifici umani, e infine, con tutto quello che accade quando una civilt
decade. Poi, abbiamo visto che si comp la profezia.
Cos, in realt, in accordo con alcune tradizioni (tramandate da alcuni sacerdoti
cattolici, scritte in libri molto seri), gli antenati di Anahuac utilizzavano gli "Stati di
Ginas", come si chiamano quegli stati mistici che sono in relazione proprio alla quarta
verticale.
Noi conosciamo procedimenti o metodi che abbiamo appreso esattamente, o
estratto da alcuni codici, per mezzo dei quali possibile, educando la forza del
pensiero, penetrare nella quarta verticale. Non si tratta di concetti o di utopie, no; in
realt gi alcuni di noi sanno mettere il corpo fisico nella quarta dimensione, ci sono
riusciti.
Consideriamo, inoltre, che il mondo multidimensionale. Cosicch, ci
adoperiamo affinch la gente si preoccupi un po' di pi per conoscere le dimensioni
superiori della natura e del cosmo...
Maestro: l'Associazione Gnostica di Studi Antropologici sta impartendo
corsi gratuiti per tutti coloro che vogliono assistervi. Fra le tante cose buone che
si insegnano l, c' il modo di penetrare nella quarta dimensione. E la nostra
domanda, sullo stesso tema, "quanti anni di studio, pi o meno, occorrono per
entrare nella quarta dimensione?
Bene, il concetto "tempo" tra noi stato eliminato e l'abbiamo sostituito con il
concetto "spazio". Ovviamente, coloro che realizzano grandi super sforzi
nell'educazione delle forze mentali, volitive, ecc., conseguono molto presto di
realizzare fenomeni relazionati con le dimensioni superiori della natura e del cosmo.
Per coloro che non si applicano, che non si dedicano allo studio e alle riflessioni,
ritardano moltissimo nel realizzare tali esperienze con buon esito.
Maestro: Cosa pensa l'Associazione Gnostica sulla Bibbia?
La consideriamo un libro sacro e la rispettiamo profondamente. Per noi gnostici
abbiamo una nostra Bibbia. Voglio riferirmi, in forma enfatica, alla PISTIS SOFIA. Tale
opera fu trovata sul suolo dEgitto (la pala degli archeologi trov il papiro). Venne
tradotta, correttamente, in diverse lingue. Sfortunatamente era in chiave. Noi la stiamo
svelando per il bene dell'umanit.
La Pistis Sofia contiene insegnamenti che Ges di Nazareth diede ai suoi
discepoli sul Monte degli Olivi. Tutto il papiro scritto in Copto e risulta in fondo
meraviglioso. In questo momento ci stiamo proprio dedicando al lavoro di svelare e
spiegare chiaramente il citato papiro. Sono sicuro che sar di gran beneficio per tutto il
mondo cristiano, perch si conoscer in modo migliore la parola del Maestro.

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 4

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

Anche qui, in Messico, non possediamo di meno. Qui noi abbiamo codici tanto
saggi come il "Codice Borgia", che appartiene all'Antropologia. Ci proponiamo di
svelarlo, grazie alle chiavi che attualmente abbiamo, per il bene dell'umanit dolente.
Questo codice contiene insegnamenti straordinari.
Come si sa, venne rinvenuto in Europa, poich gli stranieri saccheggiano sempre
le nostre ricchezze nazionali (portarono questo codice in Europa). L un bambino, in
una casa molto aristocratica europea, giocava con il codice, e una parte di esso venne
persino bruciata. Fortunatamente non fu molto quello che si bruci (cos pot salvarsi il
codice). Qualcuno, interessato a questi studi, riusc a salvarlo in tempo.
In nome della verit dobbiamo dire che questo codice contiene una saggezza
straordinaria che faremo conoscere opportunamente, e cos continueremo con il nostro
lavoro di antropologia gnostica per il bene di tutta l'umanit dolente.
Maestro Samael Aun Weor: secondo la teoria di uno scrittore e
investigatore tedesco, gli astronauti esistevano nel nostro pianeta migliaia di
anni fa. Vorremmo chiederle cosa pensa l'Associazione Gnostica circa questo
tema tanto interessante.
Certamente, questa domanda si relaziona in gran parte con la preistoria e persino
con la geologia, poich ben saputo che una e l'altra sono cambiate attraverso i
secoli. Per esempio, dove oggi c' il Golfo del Messico cera una valle preziosa, per
dopo la sommersione del continente atlantideo, tale valle scomparve, le acque la
inondarono. In altre epoche, per esempio, esistette una frangia di terra che andava dal
nord del Golfo del Messico fino all'Africa, attraverso lAtlantide. Attraverso questa
frangia di terra giunsero molte persone di colore fino al nostro antico paese, il Messico,
nel quale vi erano distinti regni (in quell'epoca). L'Europa, allora, non era sorta
completamente dal fondo dei mari e l'Atlantide si estendeva da Sud a Nord,
nell'oceano che porta il suo nome.
Perci, la Geologia si modifica incessantemente. Dico e cito questo, proprio
perch nell Atlantide c'era ci che si potrebbe denominare "Cosmo-porto": navi
cosmiche, condotte dai famosi extraterrestri, scendevano normalmente nell'aereo porto
(o "Cosmo porto", per essere pi chiaro) che era ubicato vicino ad una delle grandi
citt di Atlantide. Nelle distinte citt di Atlantide c'erano "Cosmo porti, per il pi
importante era quello della Citt di Samlios in quell'epoca; era molto simile alla Parigi
moderna dei nostri giorni; era una specie di capitale mondiale di tipo culturale, super
civilizzata, e gli abitanti di Atlantide erano abituati alla discesa di astronavi, comandate
da gente di altri pianeti. Questo non era strano, non era raro; era tanto comune come
la cipolla o come la patata.
Disgraziatamente, la civilt Atlantidea inizi a decadere: la gente utilizz le armi
atomiche per la distruzione, lo stesso che nella nostra epoca. Si vide che l'umanit
stava degenerando e allora le navi divennero meno frequenti. E quando l'umanit
degener totalmente, quando si convert in una civilt simile alla nostra (per la sua
degenerazione), allora le navi cosmiche brillarono per la loro assenza. Tuttavia non

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 5

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

siamo stati abbandonati del tutto.


L'Atlantide sprofond nel fondo dei mari (questo non possiamo negarlo),
attraverso cataclismi spaventosi. Avvenne una rivoluzione degli assi della terra, i mari
si spostarono, cambiarono letto, e Atlantide alla fine scomparve. Resti dell Atlantide
sono le Antille, le Isole Canarie, ecc. Per ripeto: non siamo stati del tutto abbandonati,
le navi cosmiche solcano sempre lo spazio e io ho narrato varie volte, davanti
all'auditorio, un fatto concreto che mi successo: ebbi un contatto diretto, personale,
con gli abitanti di altri pianeti; questo contatto lo ebbi nel "Deserto dei Leoni", Distretto
Federale, e fu straordinario" !...
Mi trovavo proprio in quel bosco, quando fui sorpreso da una nave che discese
lentamente fino ad atterrare in una radura del bosco. Mosso dalla curiosit, mi
avvicinai per vedere cosa succedeva e grande fu la mia sorpresa nel vedere proprio su
un treppiede di acero una nave straordinaria, meravigliosa. Si apr una porticina e
scese da una scaletta un uomo delicato, di media statura, dai capelli ramati, occhi
azzurri, ampia fronte, narice retta con labbra delicate, orecchie piccole e raccolte, mani
coniche, allargate come quelle di un Francesco di Assisi o di un Antonio di Padova.
Portava nella destra uno strano apparato, uno strumento meccanico a me sconosciuto.
Dopo di lui, discese tutta una truppa, nella quale c'erano due dame di et
indecifrabile. Stesi la mia mano per salutarlo e, curiosamente, anche lui stese la sua
mano e la strinse alla mia. Lo salutai nella nostra lingua e anche lui rispose in perfetto
spagnolo, cosa che mi sorprese abbastanza; non sapevo che gli astronauti parlassero
spagnolo. Infatti sembra che abbiano il dono delle lingue. Cos lho compreso, poich
parl senza alcuna difficolt.
Gli chiesi che mi portasse su un altro pianeta (su Marte, gli dissi). Allora mi
rispose: "Dite su Marte?" "Si su Marte!" "Bene, se questo sta l, non oltre" (fu la
risposta). Rimasi perplesso. "Qui stesso, non oltre? (gli dissi). Magari potessero gli
scienziati del nostro pianeta Terra viaggiare cos facilmente, come lo fanno questi
uomini! Per lui, questo "l, non oltre"...
Le mie suppliche affinch mi portasse con lui furono inutili. Mi appoggiai al
treppiede, quello di acero, sul quale stava la nave. Non avevo voglia di rinunciare; ero
risolto a partire con loro, per il Capitano mantenne il silenzio.
Quindi la truppa si sedette su alcuni tronchi che erano l, sul suolo, e una delle
dame, alzandosi, parl in nome di tutta la truppa. Disse: "Se mettiamo una pianta che
non aromatica insieme ad un'altra che lo , chiaro che quella non aromatica si
impregner dellaroma di quella aromatica, vero? Le risposi: " chiaro, certo!" Quindi
prosegu: "Lo stesso succede con i mondi.
Mondi con umanoidi che prima andavano molto male, ora vanno molto bene
perch si sono impregnati, poco a poco, con le radiazioni dei mondi vicini. Per noi
siamo arrivati sulla Terra, come voi vedete, e vediamo che qui, in questo pianeta, non
succede lo stesso. Cosa sta succedendo qui?

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 6

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

Quella signora era meravigliata, stupefatta. Intendo che e era terrorizzata dallo
stato di perversit in cui ci troviamo. Dal mio punto di vista, aveva ragione...
Bene, io le risposi come potei. Le dissi: "in questo pianeta Terra quello che
succede causa di un equivoco degli Dei". Quindi mi risolsi a "chiarire" meglio il mio
concetto, maturarlo un pochino, e continuai dicendole: " Cos il karma dei mondi"...
"karma" una parola orientale, o meglio sanscrita, che indica "legge di causa ed
effetto", o "Legge di Azione e Conseguenza", cio: tale azione, tale conseguenza; tale
causa, tale effetto. Non pu esistere effetto senza causa, n causa senza effetto.
Qualsiasi effetto pu convertirsi anche in causa, nella "LEGGE
DELL'INCATENAMENTO SEGUITO".
Bene allora, asser la dama col suo capo, facendo un inchino rispettoso, anche
l'altra dama asser, e i cavalieri, tutti, asserirono (anche essi) con un inchino del capo.
Ebbene, io rimasi soddisfatto di non essermi sbagliato tanto. Cercai di "chiarire" il
concetto nel miglior modo possibile e ci riuscii.
Tutti si alzarono, per ritornare alla nave. Io vidi che la cosa era seria, che se ne
andavano e non mi avrebbero portato (avevo molta voglia di andare). Risolvetti,
semplicemente, di porre una domanda al capitano. Gli dissi: "io sono un uomo, con un
perfetto senso di responsabilit morale; so cosa vi sto chiedendo, capitano. Ho
bisogno di trovare informazioni su dati di altre civilt, prove che esiste la vita negli altri
mondi. Questi terrestri sono molto difficili, increduli al 100%, non credono nemmeno
alla loro propria ombra. Conosco i terrestri, sono un abitante di questo mondo e so
quello che sono. Questi non credono a qualcuno nemmeno se piange lacrime di
sangue; sono increduli, materialisti, grossolani al 100%"...
Ebbene, non import loro nulla di quello che dissi. Alla fine rispose il Capitano (e
ci per me fu meraviglioso), dicendo: "Nel cammino vedremo"... Questo lo disse
mentre alzava il dito indice, il dito indice della mano destra.
Per me fu una consolazione, sia questa frase, che qualunque essa fosse stata.
So che non sono terrestri; i terrestri si burlano di uno. Loro no, questa gente no, e
questa frase, sono sicuro che la compiranno.
Per, a quale "cammino" si riferiva il capitano? Intendo al cammino della
saggezza.
Ebbene, siamo qui: avanzando un po' di pi; continuiamo con le nostre
investigazioni. Cerchiamo di correggere i nostri difetti psicologici, per vedere se un
giorno il capitano si ravveda di noi e ci porti a conoscere altri mondi abitati.
Dopo di che, dette tali parole, quelluomo straordinario, seguito dalla sua gente,
rientr nella nave. Sal sulla scaletta, apr la porticina e penetr nella stessa. Mi ritirai
opportunamente e senza che essi me lo ordinassero. Compresi, semplicemente, che
la radiazione avrebbe potuto mettere fine alla mia vita e mi ritirai ad una certa distanza
per osservare ci che succedeva. La nave gir sul suo asse e si elev a

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 7

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

grande velocit, fino a perdersi nell'infinito.


Cos, dunque, ho questi dati e li ho comunicati qui, a voi, con molto piacere.
chiaro che la questione fu sorprendente. Per me, oggi giorno, la questione dei dischi
volanti non pi motivo di curiosit. Intendo dire che per essere trasportato ad altri
mondi abitati, uno deve essere molto limpido, pi responsabile, eliminare molti difetti
psicologici, ecc.
Io sto aspettando di vedere se possibile, correggendo i miei difetti, poter un
giorno tornare ad essere visitato da questa truppa. Andr avanti con speranza, e,
semplicemente, sono sicuro che manterranno la loro parola perch non sono terrestri.
Che questo possa succedere, Maestro!
Ora la nostra domanda la seguente: Cosa pensa lAssociazione Gnostica
riguardo alle dottrine Yoga, tali come lHata-Yoga, Kundalini yoga, ecc?
Con moltissimo piacere risponder a questa interessantissima domanda.
Certamente, esistono diverse Scuole di Yoga: Kundalini-yoga, Raja Yoga, Baktiyoga, Gnana-Yoga, Karma Yoga, ecc. In nessun modo ci pronunceremo mai contro
nessuno di questi rami di Yoga, e siamo assolutamente sicuri che finch continuiamo
con i nostri difetti di tipo psicologico, nonostante tutti gli avanzamenti yogici che
otteniamo, indubbiamente continueremo con la coscienza addormentata.
La Psicologia offre sorprese straordinarie. In realt noi, gnostici, abbiamo una
psicologia di tipo rivoluzionario e prima di pensare a molti Hata-yoga, ci interessa pi di
tutto la rivoluzione della coscienza. Sono sicuro che se la gente comprendesse ci che
l"io", il "me stesso", si riempirebbe di profonda costernazione. Se qualcuno potesse
mirarsi in uno specchio e vedersi tutt'intero, tale com, fuggirebbe terrorizzato. E ci
che l"io", in realt, esiste in ognuno di noi in forma pluralizzata.
Indubbiamente, ognuno degli elementi dellio indesiderabile. In ognuno di noi c'
odio, invidia, pigrizia, gola, fornicazione, violenza, etc., a cosa servirebbe renderci
molto abili, per esempio nell'Hata Yoga, se continuiamo con tutti questi elementi
indesiderabili dentro la nostra psiche? Perci meglio, prima di dedicarci a fare le
maromas dellHata Yoga, dedicarci realmente a correggerci, a eliminare (da noi
stessi) i nostri difetti psicologici.
La coscienza dell'essere umano addormentata, profondamente addormentata;
si trova, diciamo, dentro ognuno degli "elementi" psicologici che possediamo, si trova
imbottigliata dentro l'ego: l"io", il "me stesso". Si potrebbe dire, con altri termini, che
siamo tutti immersi in uno stato di ipnosi collettiva.
La gente addormentata. Tuttavia, ignora che dorme. La gente in un trans
ipnotico, per ignora di essere in un trans ipnotico; sogna di essere sveglia, per non
sveglia. Solo disintegrando davvero tutti gli "elementi indesiderabili" che portiamo

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 8

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

dentro di noi, potremo arrivare al risveglio completo della coscienza e questo


fondamentale.
Quando uno si sveglia, pu vedere, udire, toccare o palpare tutte le dimensioni
della natura e del cosmo, perch ben sappiamo che il nostro mondo e multidimensionale.
Maestro: prima lo abbiamo sentito menzionare la parola "karma" (lei ha
detto che sanscrita), per dagli studi che abbiamo realizzato e da quello che
abbiamo letto, sappiamo che esiste anche la parola "Darma", che va legata alla
prima. Le chiediamo di darci con la sua amabilit una pi ampia spiegazione su
queste due interessantissime parole, cos legate agli studi che realizzano gli
alunni dellAssociazione Gnostica.
Con moltissimo piacere rispondo a questa domanda interessante.
"Karma" significa "legge di causa ed effetto": tale causa, tale effetto. "Darma"
significa "ricompensa". Si dice che le cattive azioni pesano su di noi, che prima o poi
cadono su chi le ha commesse come un raggio di vendetta, e questo certo: una
cattiva causa deve produrre un cattivo effetto, una cattiva azione deve portare ad una
pessima conseguenza.
La parola "Darma" differente (anche questo un termine sanscrito) e significa
"ricompensa". Se noi facciamo del bene, raccoglieremo del bene; se seminiamo in una
buona terra, raccoglieremo quello che seminiamo, questo ovvio.
Cos, quindi, "Karma" e "Darma" sono parole sanscrite molto interessanti.
In quanto tempo vennero costruite le piramidi d'Egitto e chi furono questi
straordinari costruttori?
Con moltissimo piacere risponder a questa domanda.
Certamente, le piramidi d'Egitto vennero costruite dagli atlantidei, moltissime
migliaia di anni prima di Ges Cristo. Consideriamo che la grande piramide di, pi o
meno, 27.000 anni prima di Cristo. E le altre hanno, pi o meno, et simili. Senza
dubbio, per quanto possa sembrare incredibile, le piramidi del Messico sono pi
antiche; non furono costruite, come si dice, nell'anno 1325. Assolutamente no: sono
molto pi antiche di quelle egiziane e furono costruite direttamente dagli atlantidei.
Chiunque dica che la gran Tenochtitln fu fondata nell'anno 1325, completamente in
errore. E se c chi afferma che fu fondata nell'anno 1400 o nel 1500, molto pi in
errore (coinciderebbe, allora, con l'arrivo degli spagnoli).
In conclusione, in realt, non possibile innalzare una poderosa civilt, come
quella che ebbero i Nahuas, una civilt straordinaria come quella della gran
Tenochtitln, nello spazio di uno o due secoli. Ci risulta pi che impossibile.

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 9

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

Quindi, la verit che queste piramidi sono pi antiche di quelle dell'Egitto e che
la gran Tenochtitln non fu fondata uno o due secoli prima che arrivassero gli spagnoli.
No! La gran Tenochtitln pi antica di quello che si crede, pi antica, se si vuole,
delle piramidi d'Egitto. Chi afferma il contrario, allora afferma cose assurde, perch
nessuno pot fondare una civilt tanto poderosa, come quella della gran Tenochtitln,
nello spazio di uno o due secoli. necessario molto tempo per fondare una civilt di
questa grandezza.
Molte volte ci siamo chiesti cosa succede fuori dal nostro pianeta, per
dimentichiamo di investigare su quello che succede nel nostro mondo Terra. In
quest'ordine di idee, potrebbe darci una spiegazione riguardo al fatto che esiste
o no il famoso "Yeti, questo "abominevole uomo delle nevi" come lo chiamano
alcuni scrittori?
L"abominevole uomo delle nevi", come lo si ha qualificato, esiste realmente ed
stato fotografato, non solo nell'Himalaya, ma anche in America. Si trova in alcune selve
profonde del Sudamerica, si trova anche in alcuni luoghi della stessa California. Non
molto tempo fa, una rivista degli Stati Uniti pubblic proprio la fotografia dell"uomo
delle nevi" visto in un bosco profondo della California.
Cos, lo "Yeti" vive in tutti i paesi del nostro mondo Terra. uomo, per lo si
guarda come una bestia; non ha mai fatto niente a nessuno, per lo si odia e lo si
persegue per il " delitto" di non voler inserirsi nella nostra "super-civilt" (che, tra
parentesi, di civilt non ha niente).
Per noi siamo egoisti: vorremmo vedere lo Yeti vestito con pantaloni, cravatta
al collo e bella camicia, secondo lo stile del ventesimo secolo, ecc., ecc., ecc., ma
siccome lo Yeti si impegna a rimanere isolato, lo si persegue con cani, con fucili, gli si
vuol dare la morte. Questa la triste realt dello Yeti!
Maestro: nel congresso Mondiale di Antropologia Gnostica, celebrato in
Guadalajara nell'anno 1976, abbiamo avuto lopportunit di ascoltare uno dei
suoi interessanti discorsi in cui lei allude al pianeta "Herclubus" che passer
vicino alla terra tra alcuni anni. Ha l'amabilit di dirci a quale distanza, pi o
meno, si trova attualmente questo pianeta e in che epoca passer vicino alla
Terra?
Certamente, si tratta del pianeta che gli astronomi hanno battezzato con il nome
di "Barnard I". Do per inteso che il nome di "Barnard" si deve ad un astronomo che si
qualific egli stesso come scopritore di questo pianeta. Senza dubbio, prima che
"Barnard I" apparisse nei cieli, gi noi avevamo parlato ampiamente sullo stesso, sul
pianeta al quale ci riferiamo. E noi ricordiamo, precisamente, Nostradamus: anche lui
cit allora il pianeta che sta arrivando; lo battezz con il nome di Herclubus
(Nostradamus aveva le sue ragioni per dargli tale nome).
La cruda realt dei fatti che si tratta di un mondo del Sistema Solare "Tylar".
Tutto il Sistema "Tylar" si sta avvicinando pericolosamente al Sistema Solare di Ors,

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 10

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

cos si chiama il nostro sistema.


Herclubus ha un'orbita gigante e ogni volta che quel mondo si avvicinato al
nostro mondo Terra, ha prodotto una catastrofe. Alla fine dell'epoca Lemurica,
Herclubus si avvicin pericolosamente al nostro mondo Terra e allora il fuoco dei
vulcani distrusse la Lemuria.
Terribili terremoti, come conseguenza o corollario dell'apparizione di tanti vulcani,
fecero che il vecchio continente, che allora era situato nel Pacifico, sprofondasse
attraverso 1000 anni, poco a poco, tra le burrascose onde del Pacifico.
Quando Herclubus giunse alla fine dell'epoca Atlantidea, si produsse una
rivoluzione degli assi della Terra: i mari cambiarono letto e le infuriate onde
sommersero Atlantide. Questo il famoso "Diluvio universale", citato in tante e tante
leggende religiose.
In questi preziosi istanti, Herclubus sta arrivando di nuovo: viaggia, a velocit
straordinarie, attraverso lo spazio, seguendo la sua orbita. Ovviamente, avvicinandosi
ad una certa distanza sar visibile da tutto il mondo, a semplice vista e in pieno giorno.
Herclubus sei volte pi grande di Giove, il titano del nostro sistema solare, e
1000 volte pi grande della Terra ( un mostro dello spazio).
Quando Herclubus si avviciner, la prima cosa che uscir in superficie, attratta
dalla forza magnetica dello stesso, sar proprio il fuoco liquido allinterno della terra.
Questo brucer la crosta di tutto il pianeta Terra. La crosta geologica si brucer, verr
incenerito tutto ci che ha vita, e nel punto massimo di avvicinamento di Hercloubus
si produrr una rivoluzione degli assi della Terra, i mari cambieranno letto e le attuali
terre rimarranno sommerse nel fondo degli oceani. Quindi, davvero, si avvicina una
grande catastrofe.
Gli astronomi di tutti gli osservatori del mondo Terra, hanno gi fatto le mappe di
ci che provocher la grande catastrofe. Nella nostra istituzione abbiamo una mappa
che stata fatta, non da noi, ma dagli osservatori; una mappa altamente matematica,
scientifica, su ci che provocher la grande catastrofe.
una mappa cosmologica meravigliosa. Da questa mappa ci rendiamo conto che
Herclubus influir, in primo luogo sul nostro pianeta terra, e in secondo luogo su
Marte, su un Urano e Giove, per l'impatto principale lo ricever il nostro mondo Terra.
Dunque, questa civilt chiamata a soccombere tra molto poco tempo... I Maia non
sono tanto ignoranti come molti illustri lo suppongono.
C' chi suppone che la gente del Mayab non sapesse niente di Astronomia, o di
Matematica, etc. Io metterei un Maia a rivaleggiare, con calcoli matematici, con il
maggior matematico del mondo o con qualsiasi calcolatrice, e sono sicuro che questo,
con alcuni chicchi di caff e altri di mais, farebbe operazioni che sorprenderebbero
tutto il mondo, pi veloce di qualsiasi calcolatrice.

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 11

www.samaelgnosis.net/it/

Intervista per Radio ICUR

Samael Aun Weor

Affermano i Maia, in accordo con i loro calcoli matematici, che ci che stiamo
dicendo su Herclubus e la grande catastrofe, avverr nel Katum-13. Per loro, i 13
katunes sono qualcosa di molto sacro. Fino ad ora, i loro 12 katunes si sono compiuti
al piede della lettera e aspettano la grande catastrofe del Katum-13... Il Katn-13,
secondo i Maia, avverr nell'anno 2043.

-----------------------------------------------------------------------------------------------Istituto Culturale Quetzalcoatl di Antropologia Psicoanalitica, A.C.


www.samaelgnosis.net e www.samaelgnosis.org

Istituto culturale Quetzalcoatl

Pagina 12

www.samaelgnosis.net/it/

Potrebbero piacerti anche