Sei sulla pagina 1di 7

barocco e rococ, arte cultura e storia tra seicento e settecento

barocco
<http://www.baroque.it>
*
*
*
*

Musica del mese


Luoghi
Chisciotte
Societa

*
A.Vivaldi - Concerto in A minor,RV 161
<http://www.youtube.com/watch?v=n6OLripOaPY>
*
Le fontane barocche di Roma
</luoghi-del-barocco/il-barocco-nelle-principali-citta-italiane/le-fontane-b
arocche-di-roma.html>
*
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/mobilia-glossario-di-termini-per-i-mob
ili-antichi.html>il
don chisciotte a fumetti </1-episodio-del-don-chisciotte-a-fumetti.html>
*
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/mobilia-glossario-di-termini-per-i-mob
ili-antichi.html>La
nobilt nel periodo barocco
</societa-barocco/uomo-barocco/la-nobilta.html>
*
*
*
*
*
*
*
*
*

Home </>
Interviste </interviste-libri-musica.html>
Glossario Barocco </glossario-del-barocco.html>
Film </film-storici-seicento-settecento.html>
Don Chisciotte </1-episodio-del-don-chisciotte-a-fumetti.html>
Silenski e Contessa </silenski-e-contessa-fumetto-barocco.html>
Musica </video-musica-barocca.html>
Chi siamo </gli-autori-di-www-baroque-it.html>
Contattaci </contacts/>

* Arte
o Arte del periodo barocco
</arte-barocca/arte-del-periodo-barocco.html>
o Pittura barocca
</arte-barocca/la-pittura-barocca/la-pittura-barocca.html>
o Musica barocca </arte-barocca/musica-barocca/la-musica-barocca.html>
o Architettura barocca
</arte-barocca/architettura-barocca/l-architettura-barocca.html>
o Scultura Barocca
</arte-barocca/scultura-barocca/la-scultura-barocca.html>
* Cucina </cucina-barocca/cucina-alimentazione-nel-seicento.html>
* cultura
o Cultura in epoca barocca
</cultura-del-periodo-barocco/la-cultura-in-epoca-barocca/introduzione-a
lla-cultura-barocca.html>
o Letteratura in epoca barocca
</cultura-del-periodo-barocco/letteratura/il-romanzo-nel-periodo-barocco

.html>
o Scienza nel XVII e XVIII
</cultura-del-periodo-barocco/la-scienza-nel-xvii-e-xviii-secolo/la-scie
nza-nel-xvii-e-xviii-secolo.html>
o Politica in epoca barocca
</cultura-del-periodo-barocco/la-politica-in-epoca-barocca/l-ancien-regi
me-l-antico-regime.html>
o Religione in epoca barocca
</cultura-del-periodo-barocco/la-religione-in-epoca-barocca/il-giansenis
mo.html>
o Filosofi in epoca barocca
</cultura-del-periodo-barocco/filosofi-in-epoca-barocca/francesco-bacone
.html>
* Mirabilia
</curiosita-del-periodo-barocco/curiosita-del-periodo-barocco.html>
* Mobilia
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/mobilia-glossario-di-termini-per-i-mob
ili-antichi.html>
o Arazzi
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/gli-arazzi-nel-periodo-barocco.htm
l>
o Seicento italiano
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/mobile-stile-seicento-italiano.htm
l>
o Settecento italiano
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/mobili-stile-settecento-italiano.h
tml>
o Stile Luigi XIV
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/mobili-stile-luigixiv.html>
o Stile Reggenza
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/mobili-stile-reggenza.html>
o Stile Luigi XV
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/mobili-stile-luigi-xv.html>
o Porcellane
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/porcellane-epoca-barocca.html>
o Specchi
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/specchi-in-stile-barocco.html>
o Glossario
</mobili-e-arredi-del-periodo-barocco/mobilia-glossario-di-termini-per-i
-mobili-antichi.html>
* Moda
</abbigliamento-e-moda-nel-barocco/cronologia-della-moda-dal-periodo-barocco
-al-rococo.html>
* Luoghi </luoghi-del-barocco/luoghi-del-barocco.html>
o Regge e palazzi
</luoghi-del-barocco/la-reggia-nel-periodo-barocco.html>
o Ville </luoghi-del-barocco/la-villa-nel-periodo-barocco.html>
o Luoghi di culto
</luoghi-del-barocco/le-chiese-nel-periodo-barocco.html>
o Citt e barocco
</luoghi-del-barocco/il-barocco-nelle-principali-citta-italiane.html>
o Musei e barocco </luoghi-del-barocco/il-barocco-nei-musei.html>
o Giardini e parchi
</luoghi-del-barocco/giardini-e-parchi-barocchi.html>
o Luoghi scomparsi
</luoghi-del-barocco/i-luoghi-scomparsi-del-periodo-barocco.html>
* Societ </societa-barocco/l-uomo-nella-societa-del-periodo-barocco.html>
* Storia
</storia-tra-seicento-e-settecento/la-storia-europea-tra-seicento-e-settecen
to.html>

o Cronologia del diciasettesimo secolo


</storia-tra-seicento-e-settecento/cronologia-del-diciassettesimo-secolo
.html>
o Cronologia del diciottesimo secolo
</storia-tra-seicento-e-settecento/cronologia-del-diciottesimo-secolo.ht
ml>
o Guerre nel seicento
</storia-tra-seicento-e-settecento/guerre-nel-seicento.html>
o Storia italiana
</storia-tra-seicento-e-settecento/storia-italiana-tra-seicento-e-settec
ento.html>
o Storia europea
</storia-tra-seicento-e-settecento/storia-europea-tra-seicento-e-settece
nto.html>
o Fame e carestia
</storia-tra-seicento-e-settecento/fame-e-carestia.html>
o La peste
</storia-tra-seicento-e-settecento/la-peste-in-europa-tra-seicento-e-set
tecento.html>
* Neobarocco </neobarocco/neobarocco.html>
Mercoled, 16 Aprile 2014
Barocco </>Casanova </societa-barocco/giacomo-casanova.html>*Lettera
d'amore a Casanova*
*
<http://www.theritual.it/> <http://www.cidiesse.net/web-factory.html>
*
</silenski-e-contessa-fumetto-barocco.html>
<http://www.goticomania.it/>
Lettera d'amore di Manon Balletti
Scritto da Francesca Santucci on 20 Settembre 2006.
Torna indietro <javascript:history.back();>
Quando, il 31 0ttobre 1756,Giacomo Casanova riesce avventurosamente ad evadere d
al carcere dei Piombi di Venezia sono i Balletti, Silvia e Mario, famosi attori
della commedia all'italiana, ad accoglierlo a Parigi, nel 1757. Tra il Casanova
e la loro figlia Maddalena, che sarebbe poi, divenuta attrice famosa col nome di
Manon Balletti, fanciulla affascinante, virtuosa, gi? conosciuta quando aveva 1
0 anni, scoppia l'amore e nasce una corrispondenza segreta. A 17 anni Manon, las
cia il fidanzato, un musicista, per diventare la fidanzata ufficiale del Casanov
a ma, dopo aver atteso per anni il suo innamorato rompe il fidanzamento e si spo
sa con un architetto, affronto che il veneziano non dimentica.
Manon Balletti
Manon Balletti, ritratto Quando, il 31 0ttobre 1756,*Giacomo Casanova*
riusc? avventurosamente ad evadere dal carcere dei *Piombi di Venezia*,
dovera stato rinchiuso il 26 luglio 1755, in una cella umida e
infestata dai topi, condannato a cinque anni per disprezzo pubblico
della Santa Religione attraverso scritti e discorsi dal tribunale degli
inquisitori, alle cui orecchie era giunta voce anche delle varie sue
bravate sessuali (relazione con due monache, di cui una bisessuale,
rapporti plurimi e giochi erotici particolari, come la predilezione a

mangiare ostriche dai seni femminili)


A 17 anni Manon, lasciato il fidanzato, un musicista, divenne la
fidanzata ufficiale del Casanova ma, dopo aver atteso per anni il suo
innamorato errante, ruppe anche questo fidanzamento e si spos con un
architetto, affronto che il veneziano non dimentic per tutta la vita.
Manon scrisse quarantadue lettere damore traboccanti di sentimento al
suo Giacometto (da lei chiamato anche /mon cher Casanova, mon cher
Giacomo, amant, mari, ami, - ce qu il vous plair, /Mio caro Casanova,
mio caro Giacomo, amante, marito, amico, quello che vorrete)1, fino a
tre lettere al giorno, che furono, poi, rinvenute, insieme ad altri
documenti,nellestate del 1911 dallo studioso Aldo Rav, nel castello
del conte Waldstein.
Nella lettera qui presentata Manon, spiritosa, spigliata, innamorata, ma
lucida, mostra lansia tipica di ogni fanciulla innamorata, ma pure la
saggezza di chi consapevole che il sogno damore vagheggiato non potr
mai realizzarsi perch luomo amato non ama quanto ama lei e, dunque,
non sar mai possibile creare insieme una felicit stabile e duratura.
Pur consapevole di lasciare il certo per lincerto, il fidanzato per uno
sconosciuto, non pu impedirsi, per, tanto sotto lincanto damore,
di rivelargli, seppure in sogno, il suo sentimento.
Lettera d amore
/Ah! que M. mon frre m ennuie! Il est excdant et l on ne peut pas tre
plus gauche qu il ne l est, sa garde; mais ne parlons pas de lui, car
il m a cosi mis de mauvaise humeur, que je ne veux point du tout l tre
avec vous. Je vais rpondre exactement votre dernire lettre. Vous
commencez par m exagrer beaucoup votre amour, je le crois sincre, il
me flatte, et je ne dsire autre chose que de le voir durer toujours.
Durera-t-il? Je sais bien que vous allez vous rvolter contre mon doute;
mais enfin, mon cher ami, dpend-il de vous de cesser de m aimer? ou de
m aimer toujours? Mais, passons, car je crois que ces craintes ne vous
plaisent pas beaucoup. La crainte que vous me marquez sur l incertitude
et la russite de vos projets me flatte, parce qu elle me prouve votre
amour, et l envie que vous auriez de me rendre heureuse en tout point.
Je vous assure que je me le trouverai si je puis tre vous et si vous
me conservez toujours cette tendresse que vous me devez pour accompagner
la mienne. Mais je ne veux point que vos craintes vous fassent me dire
de tcher de vous oublier. Moi, vous oublier! moi, cesser de vous aimer,
quand j ai os vous le dire! Ah! vous ne me connaissez pas! Si vous
saviez les efforts que j ai faits pour vaincre le penchant que je me
sentais pour vous quand j ai commenc l apercevoir! A prsent je puis
vous le dire, puisque heureusement ou malheureusement je n y ai pas
russi. Mais cela m a donn bien de la peine inutile. J ai commenc par
croire que la complaisance que je m apercevais avoir pour vous, n tait
qu une simple amiti, mais des plus simples; je m amusais avec vous plus
qu avec qui que ce soit, mais je me disais : Il est gai, il a de
l esprit, cela n est pas tonnant; mais enfin je me trouvais inquite;
quand vous passiez un jour sans venir au logis, j tais triste,
srieuse, et je trouvais qu en rvant, je ne pensais qu vous. Ah! j ai
frmi, je me suis aperue du penchant que je prenais pour vous, et
l pouvante s est empare de moi. Que fais-je? me disais-je; sur le
point d pouser un homme qui l on m a promise, auquel je me suis aussi
promise moi-mme, je vais prendre de l inclination pour un homme que je
ne verrai peut-tre bientt plus, qui ne m aime pas; car alors je
croyais de bonne foi que vous ne m aimiez pas ; que deviendrais-je? Que
je suis imprudente, ridicule! aimer quelqu un qui n a que de

l indiffrence, c est se rendre malheureuse. Mais quelquefois je me


figurais que vous pourriez peut-tre m aimer aussi, que vous n osiez me
donner des marques de votre amour cause des circonstances qui ne vous
le permettaient pas. Les choses sont changes; il y a eu un disgraci
qui vous a fait tout fait connatre; je vous ai dmasqu et cela ne
vous a pas fait du tort dans mon coeur! Puisse cette tendre amiti que
nous avons l un pour l autre tre heureuse! Elle peut faire notre
bonheur ou notre malheur; quelle dure alternative! Il est cosi fcheux
d aimer! Mais bonsoir, mon cher ami, je me meurs de sommeil; ma plume
tombe de mes mains, mes yeux se ferment; mais comme ce n est point tout
cela qui vous crit, je vais toujours; mais il n y a pas moyen, je dors
tout de bon. Bonsoir, bonsoir, mon bon ami, aimez-moi toujours bien. Si
vous vouliez me rendre bien contente, vous brleriez mes lettres !
Je rve que je vous dis que je vous aime!
avril 1757 /
Ah, quanto mannoia mio fratello, insopportabile e non si pu essere
pi maleducati di quanto non lo sia lui, ma non parliamo di lui, che mi
ha messo cos tanto di malumore, che io non voglio affatto esserlo con
voi. Rispondo puntualmente alla vostra lettera. Cominciate a esagerarmi
molto il vostro amore, io lo credo sincero, mi lusinga e non desidero
altro che di vederlo durare sempre.
Durer? So benissimo che vi rivolterete contro il mio dubbio; ma,
infine, amico mio, non dipende da voi smettere di amarmi? O di amarmi
sempre?
Ma lasciamo stare, perch credo che questi lamenti non vi piacciano
troppo. Il timore col quale mi sottolineate lincertezza e la riuscita
dei vostri affari mi lusinga perch mi prova il vostro amore e la voglia
che avete di rendermi felice in tutti i modi. Io vi assicuro che sar
felice se potr essere vostra e se mi conserverete sempre questa
tenerezza che mi dovete per accompagnare la mia. Ma non voglio affatto
che questi timori vi inducano a dirmi di cercare di dimenticarvi. Io
dimenticarvi! Smettere di amarvi quando ho avuto il coraggio di dirvelo!
Ah, voi non mi conoscete! Se sapeste gli sforzi che ho fatto per cercare
di vincere il debole che sentivo per voi quando ho cominciato ad
accorgermene! Ora posso dirvelo perch, fortunatamente o
malauguratamente, non ci sono riuscita. Ma questo mha causato delle
inutili pene. Ho cominciato a credere che linclinazione che sentivo per
voi non fosse che una semplice d amicizia, ma delle pi semplici; mi
divertivo con voi pi che con chiunque altro, mi dicevo: E allegro,
spiritoso, non c da stupirsi; ma infine mi scoprivo inquieta; quando
lasciavate passare un giorno senza venire da noi ero triste e seria, e
m accorgevo che fantasticando non facevo altro che pensarvi. Ah, ho
provato un fremito quando mi sono accorta dellattrazione che provavo
per voi, e lo spavento s impadronito di me. Che faccio? mi dicevosul punto di sposare un uomo al quale m hanno gi promessa, al quale io
stessa mi sono promessa, vado ad innamorarmi di un uomo che, forse, non
vedr pi, che non m ama, perch allora io credevo davvero che non mi
amaste; cosa sar di me? Quanto sono imprudente, ridicola, amare
qualcuno a cui si indifferenti significa rendersi infelice. Ma
talvolta m immaginavo anche che anche voi mi poteste amare, che non
osaste mandarmi dei segnali del vostro amore a causa delle circostanze
che non ve lo permettevano. Le cose ora sono cambiate, quel disgraziato
tanto ha fatto che vi ha messo le parole in bocca, e io vi ho scoperto e
tutto ci vi ha fatto tuttaltro che torto nel mio cuore! Possa questa
tenera amicizia che sentiamo luno per laltro essere felice. Pu fare
la nostra felicit o la nostra infelicit; che dura alternativa! E cos
inquietante lamare!
Ma buona sera, mio caro amico; muoio di sonno: la penna mi cade dalle

mani, gli occhi si chiudono, ma siccome non affatto con questi che vi
scrivo, tiro avanti, ma non c verso, dormo sodo.
Buona sera, buona sera mio buon amico, amatemi sempre bene. Se voleste
farmi veramente felice, brucereste le mie lettere.
E intanto sogno che vi dico che vi amo.
aprile 1757
/(traduzione di F. Santucci)
/Nota
1) lettera del 14 ottobre 1758
Riferimenti
M. Balletti, /Mon cher Casanova (Lettres damour),/ edizione a cura di
Valerio Di Stefano, www.classicistranieri.com
Casanova, /Storia della mia vita/, vol. II, I Meridiani, Mondadori,
Milano, 1983
Elinor Childe e John G. Pinamonte/, L amore al femminile/, Mondadori,
Milano, 1990
societ
* Uomo barocco
</societa-barocco/l-uomo-nella-societa-del-periodo-barocco.html>
* Le amanti </societa-barocco/le-amanti-nell-epoca-barocca.html>
* Le donne in Francia
</societa-barocco/il-ruolo-delle-donne-nella-cultura-francese-del-xvii-e-xvi
ii-secolo.html>
* Istruzione
</societa-barocco/l-istruzione-nella-societa-del-settecento-europeo.html>
* Economia </societa-barocco/l-economia-tra-xvii-e-xviii-secolo.html>
* Personaggi
</societa-barocco/personaggi-del-seicento-e-del-settecento.html>
* Esercito e marina
</societa-barocco/esercito-e-marina-nel-xvii-e-xviii-secolo.html>
* Il colonialismo
</societa-barocco/i-commerci-con-le-colonie-orientali.html>
* Viaggi e trasporti </societa-barocco/viaggi-e-trasporti.html>
* Cultura sessuale
</societa-barocco/la-cultura-sessuale-nel-xviii-secolo.html>
* Il salotto in francia
</societa-barocco/il-salotto-e-l-opinione-pubblica-in-francia.html>
* aforismi-barocchi-10
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>
* aforismi-barocchi-2
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>
* aforismi-barocchi-3
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>
* aforismi-barocchi-4
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>
* aforismi-barocchi-5
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>
* aforismi-barocchi-6
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>
* aforismi-barocchi-7
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>
* aforismi-barocchi-8
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>

* aforismi-barocchi-9
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>
* aforismi-barocchi
<http://www.baroque.it/curiosita-del-periodo-barocco/aforismi-barocchi.html>
*
*
*
*
*
*
*
*
*
*
Newsletter Barocca
newsletter barocca </contacts/>
Search
<#page>
*
*
*
*
*
*
*
*
*

Home </>
Interviste </interviste-libri-musica.html>
Glossario Barocco </glossario-del-barocco.html>
Film </film-storici-seicento-settecento.html>
Don Chisciotte </1-episodio-del-don-chisciotte-a-fumetti.html>
Silenski e Contessa </silenski-e-contessa-fumetto-barocco.html>
Musica </video-musica-barocca.html>
Chi siamo </gli-autori-di-www-baroque-it.html>
Contattaci </contacts/>

*copyright (c) www.baroque.it 2006 - 2012.* Sito non rientrante nella


categoria d informazione periodica stabilita da Legge n. 62 del
07/03/2001. Riproduzione totale o parziale vietata senza consenso degli
autori. Stefano Torselli
<https://plus.google.com/u/0/117649960766407549872/>
<javascript:;><javascript:;>

Potrebbero piacerti anche