Sei sulla pagina 1di 17

Criteri per il mantenimento degli

incentivi in Conto Energia


Francesco Trezza
Responsabile Unit Impianti Fotovoltaici - GSE

La gestione degli impianti fotovoltaici in Conto Energia


SOLAREXPO - Milano 8 maggio 2014

Introduzione
Lincentivazione a valere sul Conto Energia ha cessato di applicarsi a decorrere dal 6 luglio 2013

Numero e potenza degli impianti Fotovoltaici in esercizio ed incentivati al 30.04.2014

Numero impianti
in esercizio

Potenza
(MW)

5.725

163

Secondo Conto Energia

203.730

6.792

Terzo Conto Energia

38.641

1.574

Quarto Conto Energia

204.538

7.775

Quinto Conto Energia

97.770

1.359

550.404

17.663

Primo Conto Energia

Totale

-2-

Introduzione
Le tariffe incentivanti sono state riconosciute dal GSE in base alle disposizioni stabilite dai Decreti
Ministeriali di riferimento, integrate da ulteriori Leggi e Delibere AEEG, anche meglio dettagliate dalle
Guide, Regole Applicative/Tecniche e News pubblicate nel tempo dal GSE.
Durante il periodo di incentivazione previsto dal Conto Energia potrebbe essere necessario da parte del
Soggetto Responsabile eseguire sullimpianto fotovoltaico modifiche e/o variazioni prevalentemente di
natura:

Tecnica
Giuridica
Commerciale
Amministrativa
Al fine di definire e disciplinare i criteri per il mantenimento degli incentivi in conto energia a seguito di
modifiche e/o variazioni sullimpianto, il GSE intende pubblicare un documento esplicativo volto a
fornire chiarimenti e modalit circa lapplicazione delle disposizioni previste dal quadro normativo di
riferimento per lintero periodo di incentivazione.

-3-

Linee di indirizzo - Requisiti

Al fine di mantenere il diritto alle tariffe incentivanti indispensabile che le modifiche proposte dal
Soggetto Responsabile siano realizzate nel rispetto della normativa di riferimento e che siano
conservati tutti i presupposti in base ai quali limpianto fotovoltaico stato ammesso al meccanismo di
incentivazione.
necessario che gli impianti, anche dopo lesecuzione delle modifiche, rispettino i requisiti che
hanno consentito il riconoscimento degli incentivi, nei casi di:

accesso diretto

accesso attraverso iscrizione preliminare a graduatorie (primo Conto Energia), oppure registri
(quarto e quinto Conto Energia)

Lesecuzione di modifiche e/o variazioni, che determinino il venir meno dei requisiti previsti dalla
specifica normativa di riferimento, comporta la decadenza dal diritto a percepire incentivi e la
risoluzione della convenzione stipulata tra il Soggetto Responsabile dellimpianto ed il GSE.

-4-

Linee di indirizzo - Tariffa incentivante

Il valore della tariffa incentivante calcolato come somma della tariffa base pi eventuali premi o
maggiorazioni.

Nel caso in cui, a seguito di interventi, siano modificate le caratteristiche che hanno determinato il valore
della tariffa incentivante, questultimo sar rideterminato e il valore di eventuali maggiorazioni o premi,
riconosciuti con criterio percentuale, sar ricalcolato sulla base della nuova tariffa applicata allimpianto.

Lesecuzione di modifiche da parte del Soggetto Responsabile non pu, in alcun caso,
comportare un incremento del valore della tariffa incentivante riconosciuta.

Nelle prossime slide saranno illustrati alcuni esempi relativi allimpatto che determinate modifiche
possono avere sul livello tariffario e sulla possibilit di poter continuare a beneficiare degli incentivi.
Tali esempi non sono da ritenersi esaustivi.

-5-

Modifiche di natura tecnica

Tutti gli interventi di natura tecnica che comportano la variazione della configurazione dellimpianto,
rispetto a quella ammessa allincentivazione devono essere preventivamente comunicati al GSE,
nelle forme e modalit che verranno rese note nel documento di prossima pubblicazione,,
evidenziando le motivazioni che hanno determinato la necessit della modifica.

Non sono ammessi interventi volti unicamente ad incrementare la producibilit dellimpianto.

-6-

Modifiche di natura tecnica - Sostituzioni

La sostituzione di un componente di un impianto fotovoltaico pu essere effettuata nei soli casi di


furto, guasto o avaria permanente del componente, debitamente comprovati

Leventuale sostituzione di moduli non pu comportare lincremento della potenza nominale


dellimpianto.

I nuovi componenti sostituti dovranno rispettare i requisiti introdotti dai decreti per impianti entrati in
esercizio dopo il 30 giugno 2012.

Non consentito utilizzare per la sostituzione di moduli e inverter componenti gi utilizzati in


altri impianti incentivati

-7-

Modifiche di natura tecnica - Variazione tipologia installativa


Una variazione della modalit installativa dellimpianto e/o del contesto in cui inserito, qualora
debitamente autorizzata e motivata, pu condurre a classificare limpianto in una tipologia diversa da
quella inizialmente riconosciuta, con effetti sul mantenimento degli incentivi e sul valore della tariffa
incentivante riconosciuta.
Ad esempio una variazione di tipologia installativa da impianto realizzato su un edificio ad altro
impianto pu comportare:

La Riduzione della tariffa inizialmente concessa da impianto su edificio ad altro impianto,


per impianti incentivati nellambito del terzo Conto Energia

La Decadenza dagli incentivi, a causa della perdita del requisito di accesso alle tariffe per
impianti che non rispettano le fattispecie previste allarticolo 7, comma 8, del D.M. 5 luglio 2012,
nel caso di impianti incentivati nellambito del quinto Conto Energia

-8-

Modifiche di natura tecnica - Spostamenti

Lo spostamento di un impianto fotovoltaico in un sito diverso da quello di prima installazione


comporta la decadenza dal diritto alla tariffa incentivante e la risoluzione della convenzione
inizialmente stipulata.

Leventuale spostamento di un impianto a terra, purch debitamente autorizzato e motivato,


consentito a condizione che questo avvenga nellambito delle particelle catastali su cui limpianto
stato inizialmente autorizzato e realizzato.

Per impianti installati su edificio sono consentiti spostamenti, purch debitamente autorizzati e
motivati, a condizione che la collocazione finale rimanga nellambito della particella catastale e del
subalterno, ove esistente, su cui limpianto stato inizialmente autorizzato e realizzato.

-9-

Modifiche di natura tecnica - Sistemi di accumulo

Il GSE ha specificato, attraverso la news pubblicata il 20 settembre 2013, che fino alla definizione e
alla piena operativit del quadro regolatorio non possibile installare sistemi di accumulo su
impianti incentivati o che hanno accesso a regimi semplificati di cessione dellenergia

Il mancato rispetto di quanto sopra determina la sospensione del riconoscimento delle tariffe
incentivanti

- 10 -

Modifiche di natura giuridica - Cambi di titolarit


Il trasferimento di titolarit di un impianto fotovoltaico consiste nella variazione del Soggetto
Responsabile di un impianto incentivato e pu avere effetti sul mantenimento degli incentivi e sul
valore della tariffa incentivante riconosciuta.
Ad esempio la variazione di titolarit da un Soggetto Responsabile Pubblica Amministrazione ad
altro Soggetto pu comportare:

La Riduzione della tariffa inizialmente concessa, come impianto totalmente integrato, a quella
relativa alleffettiva tipologia installativa per un impianto incentivato nellambito del secondo
Conto Energia

La Decadenza dagli incentivi a causa della perdita del requisito di accesso diretto per
specifiche tipologie di impianto incentivato nellambito del quinto Conto Energia

- 11 -

Modifiche di natura giuridica - Variazione propriet sito di installazione

La variazione della propriet del sito di installazione pu avere effetti sul mantenimento degli incentivi.

Ad esempio il passaggio di propriet del sito di installazione da un Soggetto Responsabile Pubblica


amministrazione ad un Soggetto diverso pu comportare:

La Decadenza dagli incentivi a causa della perdita del requisito di accesso diretto alle tariffe
per impianti diversi dai piccoli impianti incentivati nellambito del quarto Conto Energia

- 12 -

Modifiche di natura commerciale - Cambi di regime commerciale


Lenergia elettrica prodotta e immessa in rete pu essere valorizzata con il meccanismo dello Scambio
Sul Posto o attraverso il Ritiro Dedicato

La variazione della modalit di immissione dellenergia in rete pu avere effetti sul mantenimento degli
incentivi e sul valore della tariffa incentivante riconosciuta.

Ad esempio il passaggio da Scambio sul Posto a Ritiro Dedicato pu comportare:

La Riduzione della tariffa inizialmente concessa per decadenza del premio abbinato ad un uso
efficiente dellenergia nel caso di un impianto incentivato nellambito del secondo Conto
Energia

La Decadenza dagli incentivi per perdita del requisito di accesso diretto alle tariffe per gli altri
impianti fotovoltaici, di potenza inferiore a 200 kW, incentivati nellambito del quarto Conto
Energia

- 13 -

Schema di sintesi
FASE AMMISSIONE INCENTIVI

Decreti ministeriali Conto Energia


criteri

modalit

Riconoscimento degli incentivi

Ulteriori Leggi e Decreti


Delibere AEEG
Guide GSE
Regole Applicative/Tecniche
News GSE

Stipula della Convenzione


MODIFICA e/o VARIAZIONE

FASE ESERCIZIO IMPIANTO

Tecnica

Commerciale

Giuridica

Amministrativa

Mantenimento dei requisiti e


delle caratteristiche riconosciuti
allammissione agli incentivi

Variazione delle caratteristiche che


determinano il valore della
tariffa incentivante

Perdita dei requisiti di


ammissione agli incentivi

Mantenimento degli incentivi

Decurtazione tariffa base/premi

Decadenza dagli incentivi

Convenzione invariata

Aggiornamento della Convenzione


- 14 -

Risoluzione della Convenzione

Gestione delle comunicazioni

Allinterno del documento esplicativo di prossima pubblicazione del GSE, saranno dettagliatamente
illustrate le modalit di invio e gestione delle comunicazioni di modifica e/o variazione, quali nello
specifico:

Invio della comunicazione (preventiva e avvenuta) di modifica e documentazione da allegare;

Segnalazione di guasti, furti e avaria permanente;

Comunicazione del fermo impianto;

Comunicazione di ripristino dellimpianto;

- 15 -

D.M. 31 gennaio 2014 - Decreto Controlli


Il Decreto, tra le altre disposizioni, definisce:
a)

le modalit con le quali i gestori di rete forniscono supporto operativo al GSE per la verifica degli
impianti di produzione di energia elettrica e per la certificazione delle misure elettriche necessarie
al rilascio degli incentivi

b)

le procedure per lo svolgimento dei controlli sugli impianti di competenza del GSE

c)

le violazioni rilevanti ai fini dell'erogazione degli incentivi in relazione a ciascuna fonte, tipologia di
impianto e potenza nominale

Il Decreto prevede la programmazione dei controlli documentali senza sopralluogo e con sopralluogo
per gli impianti incentivati, definendone le norme e le modalit operative, disciplinando le eventuali
sanzioni in materia di incentivi

Le attivit di controllo comprendono anche gli impianti oggetto di modifica, al fine di verificare la
corrispondenza con quanto comunicato ed effettivamente realizzato

- 16 -

Grazie per lattenzione

- 17 -