Sei sulla pagina 1di 1

26 CULTURA E SPETTACOLI

DOMENICA 17 MAGGIO 2015

CAPOLAVORO
A lato, il professor
Giorgio Nonni
Nello sfondo,
la Scuola dAtene
di Raffaello Sanzio.
Nel dettaglio sotto,
il pittore urbinate
che si raffigurato
nel grande affresco

URBINO

HA GI DIVERSI iscritti, tra


cui un paio di ragazze dellaltro
emisfero (Australia). Appena attivata la Summer School Urbino Renaissance Lectures, la prima scuola
estiva interamente dedicata al Rinascimento, ha cominciato a raccogliere interesse. Liniziativa del
Dipartimento di Studi Internazionali. Storia, Lingue, Culture
rientra nellambito del processo
di internazionalizzazione delluniversit Carlo Bo di Urbino e ha
lobiettivo di valorizzare le radici
culturali dellUniversit e della
citt. Ad aprire sar un tema che
non poteva essere diverso: La
corte e la citt.
IL CORSO, integralmente in lingua inglese e che dar accesso a 6
crediti formativi si articoler in
11 lezioni tenute da docenti di
Universit europee e statunitensi.
Si partir il pomeriggio del 20 luglio nei locali della Data di Urbino (Orto dellAbbondanza) con
una tavola rotonda in collaborazione con lamministrazione comunale, proseguendo poi nelle aule universitarie sino al 25 luglio.
Saranno 50 i posti disponibili per
diplomati e laureati e le iscrizioni
(costo: 300 euro) sono gi aperte
sul sito www.uniurb.it/renaissancelectures. Alla fine i partecipanti
saranno in grado di sviluppare
competenze relative al periodo rinascimentale, approfondire aspetti noti e meno noti delle corti europee, collegati agli scenari con-

Il Rinascimento
si studia in inglese
Summer School dellAteneo
specializza in storia dellarte
Nomi di prestigio internazionale tra i docenti
temporanei in prospettiva interdisciplinare: vita di corte, letteratura, teatro, filosofia, utopia, pensiero politico, architettura, musica.
SONO STATA per studio a Venezia e a Firenze e mi ha fatto felice linvito a far parte dello staff
dei docenti di questa prima Summer School che si svolge in una delle citt-simbolo del Rinascimento. E Wendy Heller che parla da
Princeton, nel New Jersey, dove
dirige il Programma di Studi Italiani, dopo essere stata visiting
professor alla Columbia University e a Oxford. DallInghilterra
giunger invece Ros King, una
delle studiose pi conosciute di

Shakespeare, da Groningen il nume europeo della filosofia medioevale Lodi Nauta. Dunque ci sar
lurbinate Roberta Mullini, rappresentante italiana nella Socit
Internationale pour ltude du
Thtre Mdival, che si occuper
dei rapporti tra Polidoro Virgili,
Baldassar Castiglione e lambiente inglese.
CON PATRICE Ceccarini (Universit Parigi VII) si parler inoltre dei legami tra architettura gotica e Rinascimento. Urbino, primo centro italiano del Rinascimento spiega il rettore Vilberto
Stocchi si rivela ancora oggi un
luogo deputato ad ospitare il di-

battito sulle scienze e sulle humanae litterae che hanno trovato una
sintesi prodigiosa in quellUmanesimo scientifico che ha caratterizzato i secoli XVI-XVII. Riferirsi a questo periodo storico significa fare i conti con una cultura che
ha saputo abbattere gli steccati esistenti tra le varie aree del sapere e
che stata in grado di operare contaminazioni e particolari sinergie
tra le lettere, le arti e le scienze.
CERCARE di aprirsi ad un pubblico internazionale, come intenzione dei promotori di questa
Scuola, vuol dire prosegue Stocchi realizzare il sogno federiciano di rendere questa terra un luo-

go di incontro tra culture diverse,


come quelle che animavano gli
spiriti illustri dellepoca. Significativo aggiunge il tema della
prima edizione, che declina il rapporto tra la corte e la citt e che
ben si sposa con liniziativa sulla
Citt ideale del prossimo agosto, in cui si daranno convegno
numerosi studiosi di livello internazionale.
URBINO commenta Vittorio
Sgarbi che sar presente alla tavola rotonda introduttiva assieme
allarchitetto Patrice Ceccarini e
allassessore Roberto Cioppi
un luogo dello spirito italiano e
non solo. E perfettamente logico
e coerente che questa citt universale, monumentale e ideale abbia
una scuola del Rinascimento. Urbino non pu essere una realt
provinciale, rimanda ad un concetto di universalit.
RITENGO che Urbino, capitale riconosciuta del Rinascimento,
conclude il professor Giorgio
Nonni, direttore del corso non
possa sottrarsi allidea di istituire
una scuola su temi ancora oggi di
grande attualit, come il rapporto
tra Corte e Citt. Con la collaborazione dei colleghi Antonio Corsaro e Raffaella Santi ho accettato
volentieri questa sfida, a cui saranno presenti esperti illustri provenienti da ogni parte del mondo,
tra cui Vittorio Sgarbi, che ringrazio. Per info e iscrizione: raffaella.santi@uniurb.it
e. m.