You are on page 1of 64

12

CENSIMENTO FAI

IL VOLO E SANREMO

Lira di Fuksas
sul grattacielo
Opera stravolta

Nel monastero
di Monterosso
la Grande Bellezza

Le polemiche
ci hanno tolto
la felicit

Domani in edicola con La Stampa

LARCHISTAR A TORINO

Alessandro Mondo A PAGINA 15

Renato Rizzo A PAGINA 25

Luca Dondoni A PAGINA 31

LA
LA STAMPA
STAMPA
QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015 1 ANNO 149 N. 49 1 1,50 IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04) ART. 1 COMMA 1, DCB - TO www.lastampa.it

LONU: PER ORA NESSUN INTERVENTO. PRESSING DI GENTILONI: FARE IN FRETTA

Un europeista eletto presidente greco

Fra 120 e 150 milioni

Gli Usa ad Atene: intesa


o gravi conseguenze
Oggi la proposta allUe

Mondadori
vuole i libri
della Rcs
C lofferta
Mondadori ha inviato a
Rcs una manifestazione di
interesse non vincolante
per lacquisizione di Rcs Libri. La casa editrice controllata dalla Fininvest di Silvio
Berlusconi sarebbe disposta a sborsare fra 120 e 150
milioni per una societ che
nel 2013 era valutata, a bilancio, centottanta milioni
di euro.

La Bce insiste con la linea dura


Segnali incoraggianti da Berlino
Pressing globale sulla Grecia, che oggi far la sua proposta per disinnescare il rischio
bancarotta. Ad intervenire sono anche gli Stati Uniti, con
una telefonata del segretario di
Stato al Tesoro al suo omologo
ad Atene. Chiaro il messaggio:
se non si trovasse laccordo, per
la Grecia sarebbero immediate le difficolt. Grecia che ieri
ha eletto il nuovo capo dello
Stato, leuropeista Prokopis Pavlopoulos. Intanto, la Bce mantiene la linea dura, ma da Berlino arrivano segnali concilianti.

PER LA GRECIA
UN PROGRAMMA
DI CRESCITA
FRANCO BRUNI
a trattativa fra Grecia e
Ue sta forse per entrare
in una fase meno pericolosa e pi costruttiva. Finora si litigato, spesso in modo
scorretto da entrambe le parti, su aspetti che hanno valenze simboliche e politiche ma
che non colgono lessenziale.
La capacit di Atene di onorare il proprio debito dipende
da quanto la sua economia
potr e sapr crescere.
Serve un programma che
metta in grado il Paese, in un
certo numero di anni, di costruirsi una base produttiva
e una competitivit credibili
per i suoi finanziatori. Tutti
gli sforzi di concertazione
con lUe vanno diretti a disegnare quel programma e le
strategie per sostenerlo e diffonderne la consapevolezza e
laccettazione anche fra i cittadini greci.
Ci vogliono i dettagli, ma
partendo da analisi di fondo:
quali sono le potenzialit su
cui la Grecia pu puntare per
sviluppare produzioni che
possono darle un posto equilibrato nelleconomia europea e mondiale? Quali sono le
riforme necessarie per valorizzare quelle potenzialit?
Che tempi occorrono per realizzare le riforme in modo
politicamente sopportabile e
che assistenza finanziaria richiedono?

CONTINUA A PAGINA 21

Spini ALLE PAGINE 22 E 23

La concorrenza
Sarebbe una cosa abnorme
Mario Baudino A PAGINA 22

Mastrobuoni e Zatterin

Leditore in America
Giusto, lunione fa la forza

ALLE PAGINE 6 E 7

Mirella Serri ALLE PAGINE 22 E 23

ECONOMIA

Renzi: Fca,
un rilancio
sorprendente
Svelate al premier
le nuove Alfa e Maserati
Torino una citt vivace
e capace di innovare
Maurizio Tropeano
A PAGINA 16

LAVORO

I FUNERALI
ANSA

I pick up dellIsis a Ovest della citt di Sirte Grignetti, Rampino, Simoni, Sorgi e Stabile DA PAG. 2 A PAG. 5

LItalia: s a un ruolo guida


per stabilizzare la Libia Q

NICCOL ZANCAN
INVIATO AD ALBA

DI CHI FIDARSI NEL LABIRINTO

Poletti: basta
contratti
a progetto
Lannuncio del ministro
Per le assunzioni
a termine rester
il tetto dei 36 mesi

OMENICO UIRICO
A PAGINA 4

Serve unintesa tra i laici di Tobruk


e gli islamisti moderati di Tripoli

Il riconoscimento
legato ai negoziati
divide il partito
e fa slittare il voto

uesto non il funerale


delluomo pi ricco
dItalia. il funerale di
Michele. Che il giorno di
Ognissanti, entrando nel
Duomo da un ingresso laterale per non farsi riconoscere,
stato accolto da un applauso.
Perch tutti noi volevamo dirgli che conoscevamo le sue
sofferenze. E lui si era commosso. Michele. Solo Michele. Anche adesso. Con tutta
Alba raccolta, pigiata stretta,
davanti al sagrato. Con cinque nipoti in piedi, le facce
pallide, nel primo banco.

Roberto Giovannini

ROBERTO TOSCANO

Lombardo, Paci e Schianchi

CONTINUA ALLE PAGINE 10 E 11

A PAGINA 17

A PAGINA 5

A PAGINA 8

Giuseppe Bottero ALLE PAGINE 10 E 11

MASSIMO GRAMELLINI
1 Un ergastolano si suicida in prigione e sulla pagina Face-

9 771122 176003

DIPLOMAZIA

Un groviglio di bande armate La mozione


dove impossibile trovare alleati pro Palestina
D
Q
Un caso nel Pd

Buongiorno

50219

Albasaluta
ilsignorMichele
Eraunodinoi

book di un sindacato di polizia penitenziaria compaiono


commenti di tenebra: un rumeno di meno, mi chiedo cosa aspettino gli altri a seguirne lesempio. Stupore, scandalo, indignazione. E il solito carico insopportabile di ipocrisia.
Come se molti secondini non avessero mai formulato questi
pensieri anche prima che la tecnologia permettesse loro di
farli conoscere a tutti. Come se, oltre a pensarli, non li avessero gi espressi fin troppe volte in pestaggi e torture. Ma,
soprattutto, come se si trattasse di qualche malapianta cresciuta in un giardino di rose anzich dellovvia conseguenza
di un sistema in cui carcerieri e carcerati condividono le
stesse brutture e combattono lennesima guerra tra poveri.
La galera in Italia non un centro di recupero, ma una

La gabbia
soffitta orrenda dove stipare rifiuti umani che almeno met della popolazione vorrebbe vedere sparire per sempre,
non fosse altro perch teme che qualche garbuglio legale
riesca a rimetterli in libert molto prima del meritato e del
dovuto. Le statistiche urlano che il carcere riesce a cambiare soltanto chi lavora, possibilmente in un luogo sano.
Eppure nella pratica comune i condannati vivono da parassiti e la pena viene espiata in ambienti fetidi e brutali,
tranne per chi abbastanza ricco e mafioso da potersi permettere un trattamento privilegiato. Rendere civili le carceri e dare un senso alla galera non porta voti, quindi
considerato uno spreco. La politica ci risparmi almeno la
sua indignazione per la beceraggine di certi immondi carcerieri. lei ad averli disegnati cos.

12

2 .Primo Piano

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Lagiornata
inpillole
Algeri: Al Sisi
getta benzina
sul fuoco
1 Con linter-

vento contro
lIsis in Libia,
lEgitto ha
gettato benzina
sul fuoco. Lo
ha dichiarato il
portavoce del
ministero degli
Esteri algerino,
confermando
che lAlgeria
continua a
opporsi allopzione militare

Lavoratori
egiziani in fuga
da Sirte
1 Dopo lucci-

sione di 21
cristiani copti e
su richiesta del
Cairo, i lavoratori emigrati egiziani stanno
lasciando Sirte
in gran numero per tornare
in Egitto per
motivi di sicurezza

Blitz di terra dellEgitto a Derna


LOnu: per ora nessun intervento
I commandos delle forze speciali uccidono 155 miliziani nella roccaforte dellIsis
Italia pronta ad assumere un ruolo guida. Il governo di Tobruk: via lembargo sulle armi
GIORDANO STABILE

Lattacco di terra in Libia gi


arrivato. Un blitz nella tana del
lupo dellIsis, a Derna, capoluogo in terra libica del califfato.
Condotto ieri allalba dalle forze
speciali egiziane, la task force
999, ununit speciale per operazioni allestero. Un raid perfetto, secondo fonti del Cairo:
condotto da 30 militari, con
155 miliziani dello Stato islamico uccisi, altri 55 catturati, nessun soldato egiziano ferito.
Dopo due giorni di bombardamenti dal cielo il generale Abdel
Fattah Al Sisi, presidente dellEgitto, ha voluto dare unaltra
dimostrazione di forza, in profondit nel territorio libico, a 400
chilometri dal confine. Vicino alla frontiera, lo stesso Al Sisi ha
visitato la base dellaeronautica
di Habata e ribadito che user
tutti gli strumenti per impedire

che venga compromessa la sicurezza nazionale.


Anche Tripoli fa i raid

Tempi e logistica del blitz tendono a confermare che forze speciali egiziane sono gi nella zona
di Tobruk, dove ha sede il governo amico di Abdullah al Thani e
operano le forze militari e paramilitari dellaltro amico, il generale Khalifa Haftar. Ma i toni
prudenti di Al Sisi hanno anticipato il mutare del vento allOnu,
dove lipotesi di un via libera a un
intervento massiccio di forze internazionali in Libia sempre
pi lontano. Crescono invece
quelle di un modello Iraq-Siria
per contrastare lIsis senza impegnare stivali sul terreno.
Quindi forze locali appoggiate
dal cielo dai caccia della coalizione, come i curdi a Kobane. Un
primo esempio era arrivato marted a Sirte, altra roccaforte del-

lIsis. Le milizie islamico-moderate di Misurata hanno investito


i miliziani dopo che i raid egiziani
li avevano martellati. I jihadisti si
sono arroccati nel centro citt.
A Sirte, nel 2011, era finita lavventura di Gheddafi, ucciso dai
rivoluzionari appoggiati dalla
Nato. I loro eredi si sono spartiti
il bottino e continuano a combattere, anche se ieri linviato Onu
per la Libia Bernardino Leon ha
parlato di accordo possibile e
presto fra le fazioni. Ma il governo islamico moderato di Tripoli, guidato dal premier Omar
al Hasi, dopo aver condannato
come terroristici i raid egiziani, ha fatto alzare in volo i suoi
vecchi Mig-23 e colpito laeroporto di Zintan, a Ovest della capitale, da dove le milizie berbere alleate di Tobruk lanciano attacchi.
Le ipotesi di bozza

Un groviglio di alleanze e contro-

alleanze che oltre a favorire lIsis


rendono impossibile un chiaro
schieramento di forze. Non c
un fronte definito, come fra i peshmerga curdi e lIsis in Iraq. E
questo complica la partita diplomatica allOnu.
Il Consiglio di Sicurezza riunito su richiesta di Francia ed
Egitto, ha discusso nella notte
lipotesi di unoperazione di peace enforcing. LItalia, con il
suo ambasciatore Sebastiano
Cardi ha ribadito la sua determinazione a contribuire alla stabilizzazione libica e ad assumere un ruolo di primo piano nella
cornice delliniziativa Onu. Ieri
anche Il Cairo ha rinunciato allintervento con truppe straniere e, assieme al governo libico di
Tobruk, ha chiesto allOnu di revocare lembargo sulla vendita di
armi, per rafforzare la lotta allIsis. Il pantano libico comincia
a far paura a tutti.

Nessuna
nostalgia
per
Gheddafi
Voci
9
dalla
Libia Ma lOccidente ci ha abbandonati
FRANCESCA PACI

La soluzione militare
il male minore, qui in
Cirenaica i raid egiziani
sono applauditi

48 ore dal quarto anniversario della rivoluzione del 17 febbraio la memoria della lotta contro Gheddafi lunico legame residuo
tra le mille fazioni in cui fratta
la Libia e soprattutto tra le due
pi irriducibilmente nemiche,
quella schierata con Tripoli e i
Fratelli Musulmani e laltra favorevole al governo in esilio a
Tobruk. Nessuna nostalgia
per il Colonnello dicono da
Bengasi, Tripoli, Sabratha, i ragazzi che per primi, valorosi, lo
misero in discussione. Anche
sullallora azione della Nato il
giudizio positivo e concorde.
Il resto guerra civile.

Mudaz Gedalla
Architetto di Bengasi

Daesh esiste, ma
qualcuno sta usando
il terrorismo per tirarsi
dietro Europa e Usa

Egitto, chance estrema

La soluzione militare il male


minore, qui in Cirenaica i raid
egiziani sono applauditi perch
da un lato i negoziati voluti dallOnu languono e dallaltro un intervento occidentale stile Siria
sarebbe impopolare nota Mudaz Gedalla, 30 anni, architetto
di Bengasi e rivoluzionario della
prima ora. Ammette la contraddizione di stare con quel presidente Sisi che incarcera i ragazzi di Tahrir, ma la Libia muore:
II generale Haftar, aiutato dal
Cairo, lunica chance. Dopo lavoreremo alla democrazia, dobbiamo farlo perch temiamo di
finire sotto un altro regime. Se
volete aiutarci mandate armi al
nostro esercito per combattere
Daesh, se poi servissero raid duri allora meglio a guida araba.
Bengasi, motore della spallata allex dittatore, sanguina.
Mohammed el Dawwam, 30
anni, fotografo, ha lavorato alla
tv al Hurra fin quando alla fine
del 2014 ha chiuso: Ci manca
tutto, elettricit, pane, la benzina riapparsa nei distributori 4
giorni fa. Nonostante ci nessun rimpianto, con Gheddafi
non cera neppure la speranza.
Adesso viva lEgitto, domani si
vedr, lunica vera paura che ho

Mohammed Malek
Esponente dei Fratelli
Musulmani
ANSA

anni
Trascorsi
dalla rivoluzione del 17
febbraio
che nel 2011
port
alla cacciata
e alluccisione
del raiss
Muhammar
Gheddafi

lavvento dei Fratelli Musulmani. Anche la 27enne Ayat Mneina, anima del Libyan Youth Movement, approva col naso turato
lazione del Cairo: Al tempo dei
raid Nato eravamo felici ma poi ci
avete abbandonato, tutti sapevano che la Libia stava degenerando, da 3 anni chiediamo aiuto,
consigli politici, la nostra societ
civile stata assassinata giorno
dopo giorno. Ora tardi per i negoziati che tra laltro Tripoli non
aiuta. Lintervento del Cairo era
inevitabile. lideale? No, i miei
amici vanno in galera in Egitto.
Ma la scelta tra Daesh e Sisi.
La speranza del dialogo

A Tripoli e nella parte Ovest del


Paese lumore altro. Mohammed Abdul Malek, senior dei
Fratelli Musulmani rivendica la
memoria del 17 febbraio ma de-

nuncia la controrivoluzione:
Daesh esiste, pericoloso, ma
qualcuno sta usando il terrorismo per tirarsi dietro Europa e
Usa. Il massacro dei copti da parte di Daesh il miglior regalo per
Sisi. LOccidente ci ha salvato
con i raid del 2011 ma oggi deve
appoggiare il dialogo, lOnu deve
osservare e lasciar negoziare noi
libici. Poi voteremo: se vinciamo
noi bene, senn saremo lopposizione, la democrazia soprattutto perdere le elezioni. Lostilit
ai raid in realt presente anche
in molti non affini ai Fratelli Musulmani. Hend, una delle voci pi
seguite su Twitter, ha salutato lapidaria il D-day egiziano: La Libia va da male a molto male, non
credevo potesse peggiorare.
Allarme ai confini Sud

Non dimenticate il Sud della

Propaganda
Alcuni pick up
dellIsis
sfilano
a Nawfaliyah,
cittadina
libica
a ovest
di Sirte dove
da giorni
sono in corso
violenti
combattimenti

Libia, qui, dai confini aperti con


Ciad e Niger passano estremisti, armi, trafficanti racconta
da Sabratha lo studente Ahmed. Luniversit funziona, ma
male: La sicurezza inesistente, bande di criminali locali imperversano, poco tempo fa hanno sequestrato 10 giorni un
bambino chiedendo un riscatto
di 2 milioni. Il pane manca anche 3 giorni, lelettricit va e viene. Non rimpiango Gheddafi
contro cui scesi in piazza tra i
primi, ma obiettivamente oggi
peggio. Ci vorr tempo, forse 5
anni. Lintervento dellEgitto mi
ha scioccato, per quanto odi gli
estremisti non la cosa giusta,
bisogna agire sui confini meridionali, dove ci sono almeno tre
campi di addestramento di
estremisti che poi colpiscono a
Est e Ovest del Paese.

Taccuino
MARCELLO
SORGI

Rispunta
il nome di Prodi
come possibile
mediatore
o stanco dibattito alla
Camera sulla Libia,
dopo le comunicazioni del ministro degli Esteri
Paolo Gentiloni, ha chiuso,
per il momento, i tre giorni
complicati dellemergenza
Libia. Il governo si affida alle decisioni dellOnu e dopo
aver messo in sicurezza, riportandoli in patria, la
maggior parte dei connazionali che vive sullaltra
sponda del Mediterraneo,
prende atto che una soluzione del problema non a
portata di mano. Dopo che
Gentiloni aveva confermato
piena fiducia nel lavoro dellincaricato delle Nazioni
Unite Leon, il ministro della
Difesa Pinotti ha riproposto il nome di Prodi come
possibile mediatore tra le
diverse fazioni in lotta sul
territorio libico, anche in
forza del prestigio di cui gode presso Russia e Cina. Ma
al momento si tratta solo di
unipotesi.
La giornata che doveva
segnare il ritorno delle opposizioni al normale confronto ha visto in realt una
partecipazione molto bassa
al dibattito, sia alla Camera,
dove Gentiloni ha parlato alle 8 e mezza del mattino, ora
antelucana per le abitudini
dei parlamentari, sia al Senato, dove per la prima volta
ha ripreso la parola in qualit di senatore lex-presidente della Repubblica Napolitano, per puntualizzare, a
dispetto di ricostruzioni approssimative degli ultimi
giorni, che nel 2011 ladesione italiana alla missione internazionale contro Gheddafi fu decisa con unampia
maggioranza parlamentare
e che anche oggi lItalia si
trova in una posizione molto
esposta nello scenario della
crisi e non potr sottrarsi
alle proprie responsabilit.
La contrariet pi forte
a uneventuale ritorno militare in Libia stata espressa dai grillini, seguiti a ruota da Sel. Lega e Forza Italia si sono concentrate sui
rischi di unondata migratoria incontrollabile in
conseguenza dellaggravarsi della crisi.
Lo scenario internazionale, tra Libia e Grecia, rappresenta una nuova e pesante incognita sul cammino del governo, ma Renzi intanto incassa il rientro delle
opposizioni nelle aule parlamentari e la fine dellAventino annunciato pochi giorni
fa. Al momento, questo
lunico risultato concreto
del dibattito di ieri.

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Primo Piano .3

LIBIANELCAOS

Pressing di Gentiloni: Agire in fretta


Il ministro degli Esteri sostiene gli sforzi delle Nazioni Unite: Soluzione politica, per il tempo non infinito
ANTONELLA RAMPINO
ROMA

Dopo la drammatizzazione, la
razionalizzazione. Ieri sono
stati il ministro della Difesa
Roberta Pinotti e il sottosegretario di Palazzo Chigi con
delega allintelligence Marco
Minniti a rilevare - finalmente
- che il Califfato in Libia si
infiltrato, ma certo non ha in
possesso il Paese, come poteva sembrare per effetto ottico
conseguente alla strategia
mediatica dellIsis e dati i toni
di dibattito in Italia.

Nessuna crociata
Lunica soluzione
politica, ma il tempo
non infinito
Paolo Gentiloni
Ministro degli Esteri

La retromarcia

E coerentemente con la li-

nea di prudenza marcata il


giorno prima dal premier
Matteo Renzi, il ministro
degli Esteri Paolo Gentiloni
che il 13 febbraio aveva dichiarato lItalia pronta a
combattere in Libia, precisando poi contro il terrorismo, ieri in Parlamento ha
chiamato alla soluzione politica. Anche se certo i tempi non sono infiniti, la via
anzitutto quella della diplomazia, e lItalia vuole fare la
sua parte appellandosi alla
comunit e alla legittimit
internazionale. Ma, dice
polemico Gentiloni attaccato dal Califfato per quella

sua dichiarazione del 13,


nessuna crociata.
Lasse con gli Stati Uniti

La sera prima, aveva avuto un


colloquio con lomologo americano John Kerry, e poi la
Farnesina aveva diramato un
comunicato congiunto diniziativa francese nel quale Italia, Germania, Spagna, Regno
Unito e Usa in sostanza confermano il sostegno allinviato Onu Bernardino Leon che
sta tentando una difficile mediazione tra Tripoli e Tobruk,
precondizione di ogni possibile peace-enforcing, e sul cui
operato erano stati fatti cir-

colare dubbi proprio dallItalia. Sia Gentiloni con Kerry


che Mattarella al telefono con
Obama hanno rinsaldato la
comune volont di sciogliere
il rebus libico: si sa che gli
Stati Uniti si attendono molto
dallItalia, lunico Paese ad
avere efficienti antenne su
quel territorio.
Aula deserta alla Camera
per lintervento di Gentiloni,
e dibattito che ha rivelato
quale baraonda politica potrebbe verificarsi se poi davvero si dovesse varare una
missione in Libia, ma rilevante poi in Senato il primo
intervento demiciclo del

presidente emerito Giorgio


Napolitano. Che ha richiamato lItalia ai suoi doveri,
davanti ai quali non possiamo evadere, n scappare.
Non possiamo tirarci indietro come non ci tirammo
indietro nel 2011.
Lintervento del 2011

Lintervento con Nato e Onu


allepoca fu giusto e fu votata una mozione parlamentare con amplissimo consenso. I berlusconiani da giorni
ripetono invece che Berlusconi fu costretto dallallora capo dello Stato ad aderire allintervento.

Armi e addestramento militare


come con i curdi in Iraq
Roma intende unire le diverse fazioni contro gli islamisti
Missione di stabilizzazione solo dopo aver ripreso il territorio

Retroscena
FRANCESCO GRIGNETTI
ROMA

400
milizie
Le formazioni anarchiche attive
in Libia
secondo
lultima
stima
degli analisti

a Libia ai libici, questa


la strategia italiana.
Nel senso che in quel
martoriato Paese ci sono fin
troppe milizie armate per non
pensare a come cooptarle e
utilizzarle sul terreno contro i
tagliagole dell'Isis. La partita
libica solo agli inizi. Ma gli
occhi dellintelligence, dei militari, dei diplomatici, e pi in
generale dellEsecutivo, sono
tutti puntati su quanto accade in queste ore a Sirte. In
quella cittadina, che diede i
natali a Gheddafi, e che sembrava essere il nuovo avamposto dellIsis, da qualche
giorno si combatte. Sar cruciale capire chi prevale.
Lo scontro fratricida. Da
un lato i miliziani in tuta nera
che sono arrivati dalla loro
roccaforte di Derna. Dallal-

tro, i miliziani inviati in tutta


fretta da Misurata. Sono islamici anche questi, collegati al
sedicente governo di Tripoli, e
neanche tanto moderati, ma
non hanno alcuna voglia di condividere lo spazio e il potere
con lIsis. Ecco dunque perch
Roberta Pinotti, il ministro della Difesa, pu sostenere: Non
realistico prevedere in Libia
una missione di peace enforcing, ma piuttosto una missione di tipo peace keeping. Oppure di supporto e addestramento, come quello che stiamo
gi facendo in Iraq.
Isis sulla difensiva

Per meglio dire, quello che stiamo facendo in Kurdistan. appunto il modello curdo che abbiamo in testa: contro lIsis noi
possiamo metterci armi e addestramento, altri ci mettano
gli uomini. Una volta poi che sia
stato riconquistato il territorio,
pu anche subentrare una missione di stabilizzazione. Ma
non prima. possibile? Gli analisti italiani pensano di s. Finora gli affiliati libici al Califfato
sono poca cosa. E sono sulla difensiva dacch su Derna hanno

cominciato a picchiare duro


anche gli egiziani. E quelli
possono dare legnate vere,
spiega una fonte bene informata. Commenta non a caso Marco Minniti, sottosegretario addetto ai servizi segreti: LIsis
ha fatto unabilissima operazione di posizionamento politico
facendo credere che controlla
la Libia. Non bastano tuttavia
tre comunicati a dimostrarlo.
Questo lo scenario libico, allora, per come lo vedono a Roma. Le fazioni - nel senso di
clan, cabile, milizie, partiti,
gruppi armati - devono trovare
una composizione sotto legida
dellOnu, e nel frattempo devono regolare i conti con lIsis.
quanto intende dire anche il direttore dei nostri servizi segreti, lambasciatore Giampiero
Massolo, che ieri ha parlato ai
microfoni del Giornale Radio
Rai: Il negoziato il metodo da
seguire in Libia. Certo, bisogna
mettere intorno a un tavolo chi
ha influenza sui fatti sul terreno e la guida di questo negoziato deve essere molto forte.
Governo di salvezza

Quando e se le cabile si mette-

Soldati di Tripoli in marcia durante una parata militare

15
Paesi
Al Consiglio
di sicurezza
dellOnu
siedono
15 membri
(Usa, Cina,
Russia, Francia e Gran
Bretagna
hanno diritto
di veto)

ranno daccordo, allora si potrebbe finalmente immaginare


in Libia un governo di salvezza
nazionale. A questo proposito,
per, occorre che Bernardino
Leon si riveli un diplomatico allaltezza della sfida. Uno poteva
essere Romano Prodi, invocato
nellagosto scorso da diverse
realt libiche, governative e tribali, come possibile mediatore
in due lettere distinte indirizzate a Renzi. Con quale esito finora non si era saputo. Il Professore, stuzzicato da un accenno malizioso del Corriere della Sera, ieri ha fatto tracimare
la sua delusione: Mai ricevuto
alcun accenno alla Libia n dal
presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, n da nessuno dei suoi collaboratori.

Jena
Suicidi
I messaggi degli agenti
di custodia dimostrano
la loro profonda
sensibilit
per il sovraffollamento
delle carceri.

jena@lastampa.it

Una crisi
lunga
4 anni
La rivoluzione
del 2011
1 Il 17 febbra-

io linsurrezione
di Bengasi segna linizio della
guerra civile che
porta allabbattimento di
Muammar
Gheddafi, con
laiuto dei raid
Nato. Il colonnello ucciso il
20 ottobre

La vittoria
degli islamici
1 Il 7 luglio

del 2012, nelle


prime elezioni
libere, vincono i
gruppi legati ai
Fratelli Musulmani. Le milizie
controllano
per le citt e a
Bengasi dilaga
Al Qaeda, che
uccide lambasciatore Usa.

La lotta
per il petrolio
1 Nel luglio

del 2013 comincia il blocco dei


terminal petroliferi, come a Ras
Lanuf. Le milizie
della Cirenaica si
ribellano al
premier Ali
Zaidan e pretendono federalismo e royalties

La nuova
guerra civile
1 Il 25 giugno

2014 le nuove
elezioni vedono
la sconfitta dei
Fratelli musulmani. Ma le
milizie di Misurata attaccano
Tripoli, costringono il premier
Abdullah al
Thani a fuggire a
Tobruk, e reinstallano il vecchio parlamento: guerra

DOSSIER /Diplomazia e minacce terroristiche

4 .Primo Piano

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Due governi e cento


La comunit internazionale discute su come stabilizzare il Paese. Ma
A Tripoli governano gli islamici moderati, in Cirenaica i gruppi laici

A CURA DI Giordano Stabile

Governo di Tripoli (Operazione Alba)


Origine

un cartello islamico
moderato che nel luglio 2014 ha
cacciato il governo di Abdullah
al Thani. Riconosce il vecchio
Parlamento, il Congresso nazionale libico (eletto nel 2012),
e il premier Omar al Hasi. Ha
come referenti politici Fratelli
Musulmani, Turchia, Qatar.
Zona geografica

Controlla quasi tutta la

Libia occidentale (Tripolitania)


e ha come roccaforte Misurata.
Composizione

Il nucleo pi robusto sono


le milizie di Misurata, decisive
nellabbattimento di Gheddafi.
Forza militare

Dispone di 30-40 mila


uomini, centinaia di vecchi
tank, e una decina di cacciabombardieri Mig-23 e Su-24.

Terreno fertile per la jihad

Un labirinto
di bande armate
Impossibile fidarsi
DOMENICO QUIRICO
olti artisti delle sigle, acrobati dellipotesi
e virtuosi con i testi, i comunicati e gli indizi sono al lavoro: lOccidente cerca disperatamente qualcuno da promuovere ad alleato per togliersi di torno, almeno in Libia, quei preponderanti avversari che sono gli zeloti dellapocalisse califfale. Vogliamo un libico affidabile che
come gli eroi di Carlyle, concili in s i caratteri
contradditori di ognuno. Necessit e aspirazione
frettolosa che sembra fatta apposta per entrare
nella penombra di nuove tragedie.
A questi semplificatori e perci semplicisti,
per srotolare il filo di Arianna nel labirinto libico
potrebbe essere utile, come io ho fatto, il duro pellegrinaggio sulla strada litoranea che conduce dal
confine tunisino a Tripoli. A distanza di pochi chilometri luno dallaltro si incontrano continui,
successivi posti di blocco: sbarramenti di terra o
di rottami, pick up con cannone o mitragliera sistemati a losanga, giovanotti dallaspetto di annoiati maneggiatori di bombe e kalashnikov. Identiche le approssimative uniformi, identiche le armi,
assenti bandiere, labari o gagliardetti identificativi. Lamico libico che mi accompagnava aveva
assorbito, come tutti i libici in questi quattro anni
di democrazia, una sofisticata tecnica di decifrazione: questi sono della banda di Misurata,
questi sono di Fajr Libya, questi sono ancor pi
radicali, al Qaeda, questi sono dellesercito di Tobruk Cos per chilometri, da batticuore a batticuore. Ecco: questa che si srotola la Libia, visivamente. Decine, centinaia di bande armate che
controllano parti pi o meno grandi di territorio.
Quali i buoni, i cattivi, i cattivissimi? I rapporti tra
loro non si muovono su scelte limpidamente ideologiche o, come pretendiamo noi in Europa, sulla
base della distinzione, in termini dualisti ottocenteschi, di islamisti e laici: ricerca, ingenua, della
versione bonaria e domenicale dellislam. Si azzannano tra loro, la maggior parte, come cani
senza padrone, sulla base dellinteresse: il controllo di una citt, di un punto di transito che rende, di un frammento del boccone petrolifero, di
una antipatia tribale. Gli islamisti sono cresciuti
in questo caos, lo hanno alimentato per imporre,
poi, il loro ordine semplificatore.
Tutto ambiguo: per esempio il gruppo di Misurata, che controlla Tripoli e la governa. Li hanno buccinati come eroi soprattutto dopo la ripresa di Sirte. Bello ma falso. Perch hanno perso le
ultime elezioni, ma hanno rifiutato di lasciare il
potere costringendo il Parlamento eletto, quello
s radicalmente anti islamico, a emigrare, per sopravvivere, nelle cirenaiche lontananze di Tobruk. Un principio di legittimit che si colorisce
di tirannide. Hanno metodicamente saccheggiato
la capitale, dai frigoriferi ai dossier della vecchia
polizia di Gheddafi. E soprattutto hanno, fino a
ieri, combattuto fianco a fianco con le formazioni
pi indemoniate del jihad. Strane simmetrie per
il possibile controtipo del califfato. Formati alle
predicazioni dei Fratelli musulmani non sembrano proprio trinceristi di una nuova Libia emendata dal torbidume islamista.

Berberi
delle Brigate
di Zintan

Stato Islamico (Isis)


Origine

Alcune delle milizie islamiste


emerse nella rivolta contro Gheddafi, e
gruppi salafiti provenienti da Maghreb
e Penisola arabica, hanno giurato
fedelt al califfo Abu Bakr al Baghdadi
e sono passate con lo Stato islamico
Zona geografica

Le milizie si sono proclamate


autorit politiche dei wilayat (province) di Tripoli e Bengasi ma di fatto
controllano solo la citt di Derna,

parti di Bengasi e la zona di Sirte.


Composizione

Parti della Shura islamica di


Bengasi e di Derna, ribelli islamisti di
Sirte, combattenti libici di ritorno da
Siria e Iraq, volontari maghrebini.
Forza militare

Stime incerte, da 1000 a 6000


miliziani, ma lIsis attira uomini da
altri gruppi islamisti. Hanno pick-up
con mitragliatrici, razzi anti-tank.

Le forze
in campo
ITALIA

Origine

Le trib berbere
hanno dato la
spallata decisiva
a Gheddafi nellagosto 2001 e da
allora sono autonome, appoggiate dallAlgeria.

Mar Mediterraneo

Geografia

Controlla la
fascia di territorio montagnosa
al confine con la
Tunisia.

Misurata

TTU
UNIS
NISI
NI
SIA
Zintan

TRIPOLI

Ben
Jawad
Nofilia

Sirte

ALLGEERI
RIA
A

Composizione

La forza di autodifesa di Zintan


composta da
quattro brigate,
la pi importante
quella di
Qaaqaa.

Ghadamish

Al Qaryah

Hun

Forza militare

Sulla carta
20mila uomini,
reali forse la
met. Hanno
alcuni vecchi
tank, artiglieria,
lanciarazzi
multipli.

Sebha
Tmassah
Ubari
b
Ghat

Al Qatrun

LIBIA

NIIIG
N
GEER
G

La minaccia del reclutatore


Da qui assalto allEuropa
In un documento di propaganda linvito ai jihadisti stranieri
Venite e fate della Libia la piattaforma per portare il caos
ALBERTO SIMONI

Lo Stato islamico vuole usare


la Libia come piattaforma per
lanciare attacchi contro gli
Stati meridionali dellEuropa e
colpire le rotte marittime nel
Mediterraneo. quanto contenuto in un documento scritto
da un reclutatore libico dellIsis, individuato dagli analisti

in Abu Arhim al-Libim. Il testo


sintitola Libia: lingresso
strategico per lo Stato islamico e risale nella sua versione
in arabo al 23 gennaio. Intercettato dal think tank anti-terrorismo britannico Quilliam.
Gli attacchi

Accanto a una mappa con le


rotte dei barconi di disperati

verso Malta, Lampedusa, la Sicilia e Cipro, Al Libim spiega


che limmigrazione illegale da
queste coste (quelle libiche) al
massimo storico. Secondo
molti di questi migranti, facile
passare attraverso i check
point marittimi (i terminal e i
centri di accoglienza sulle coste
italiane e maltesi) e arrivare
nelle citt. Dalla fotografia

Sidra

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Primo Piano .5

LIBIANELCAOS

milizie per uno Stato fallito


sul terreno da quattro anni si confrontano bande criminali, formazioni jihadiste e filoccidentali
appoggiati da Francia ed Egitto. possibile in una situazione cos frastagliata trovare leader affidabili?
Ansar al Sharia (Al Qaeda)
Origine

Elementi che facevano riferimento


ad Al Qaeda si sono coagulati attorno alla
Brigata dei martiri del 17 febbraio,
milizia rivoluzionaria islamista, anti-Gheddafi. Nel luglio 2012 Ansar al Sharia ha di
fatto preso Bengasi e l11 settembre 2012 ha
ucciso lambasciatore Usa Chris Stevens.

Governo di Tobruk (Operazione Dignit)


del generale Haftar e del governo di
Tobruk lhanno ridotta ad alcuni quartieri di Bengasi e citt minori.
Composizione

Milizie della Shura islamica di


Bengasi, volontari della Penisola arabica. Alcuni gruppi sono passati con
lIsis.

Zona geografica

Fra il 2012 e il 2014 controllava


Bengasi e operava in gran parte della
costa fra Derna e Adjabiya. Loffensiva

Origine

Il governo di Abdullah al Thani,


scaturito dal parlamento eletto nel
giugno 2014, stato cacciato da Tripoli e si rifugiato a Tobruk. Fa riferimento allEgitto e combatte sia gli
islamisti che i Fratelli musulmani,
molto influenti sul governo di Tripoli
e nemicissimi del nuovo uomo forte
del Cairo, il generale Al Sisi.

Forza militare
Zona geografica

Ha circa 10 mila uomini, pick-up


con mitragliatrici, alcuni tank e blindati.

Controlla gran parte dellEst

Toubou
Tuareg
e altri gruppi
Origine

Le trib nomadi
del deserto si
sono schierate
quasi tutte contro Gheddafi e
sono diventate
autonome.
Geografia

Baida Derna
Bengasi

I Toubou sono
nel Sud, i Tuareg
nel deserto al
confine con Niger e Algeria.

Tobruk

Ajdabiya

Composizione

EEG
GITTTO
TO

Ras Lanuf
BERBERI DI ZINTAN
GOVERNO DI TRIPOLI
ISLAMICO MODERATO
ISLAMISTI

ISIS
AL QAEDA

GOVERNO DI TOBRUK
TRIBU TOUBOU
E TUAREG

Tazirbu

INFILTRAZIONI
DELLISIS

Al Kufrah

Pozzi
di petrolio

Il nucleo armato
dei Toubou fa
riferimento al
Fronte Toubou
per la salvezza
della Libia, fondato nel 2007.
Forza militare

Il Fronte Toubou
per la salvezza
della Libia ha
una forza stimata
in alcune migliaia
di uomini, armi
leggere, pick-up
armati.

Raffinerie

- LA STAMPA

Il nuovo fronte

dellesistente, a come utilizzare


questo canale il passo breve:
Se questa strada fosse sfruttata in maniera strategica, sarebbe possibile creare un caos in
tutta lEuropa meridionale. E
sarebbe persino possibile provocare la chiusura delle linee di
navigazione colpendo navi e petroliere dei crociati.

La mappa
In una delle
immagini del
documento
diffuso ieri
si vedono
le rotte
dei barconi
di clandestini
secondo Isis

Eppure al di l della minaccia


agli Stati crociati del Sud Europa che possono essere raggiunti facilmente a bordo di
barche rudimentali, il documento somiglia pi a un testo di
propaganda per attirare combattenti in Libia di cui i sostenitori dellIsis non hanno compreso o sottostimato il significato strategico come nuova
provincia del Califfato. Insomma, scrive al-Libim, la Libia
potrebbe essere la chiave per la
difesa dellIsis contro la coalizione dei Crociati. A ingolosire
i miliziani dello Stato islamico
sono i depositi di armi lasciati
da Gheddafi, disarcionato nel
2011. Proprio quei kalashnikov
finiti dalla Libia in Mali hanno
aiutato gli jihadisti a conquistare due terzi di quel territorio in
poco tempo. Il riferimento al

conflitto in Mali dellautunno


2012 e inverno 2013.
Jihadisti unitevi

Concentrare in Libia la battaglia contro i crociati ha lo


scopo di togliere pressione da
Siria e Iraq. Tuttavia non c
molto tempo per trasformare la
Libia in un paradiso per la
jihad. La comunit internazionale, commenta il direttore di
Quilliam, Charlie Winter, dopo
il video delluccisione dei 21 egiziani copti, ha spostato i riflettori du Tripoli, Sirte, Derna e
Tobruk. Cosa prevista il 23
gennaio dallo stesso Al Libim.
Questa situazione di piattaforma privilegiata della jihad non
durer per sempre, gli jihadisti
devono venire in Libia il pi
presto possibile prima che
linazione consenta ai crociati
di prevalere.

(Cirenaica) e cerca di espandersi


verso il Golfo di Sirte.
Composizione

Reparti dellesercito regolare,


uomini dellex generale Khalifa Haftar (ex golpista con Gheddafi, poi
passato con lOccidente.
Forza militare

Dispone di 20-30mila uomini,


tank, cannoni e blindati. Ha lappoggio aereo degli F-16 e Mirage egiziani.

Manca uno Stato

Con chi parlare?


Pure la diplomazia
ha le armi spuntate
ROBERTO TOSCANO

i discusso molto delle difficolt di un eventuale


intervento militare in Libia, di cui sarebbero in
ogni caso da definire aspetti quali possibili quadri
multilaterali e base di legittimit internazionale. Negli
ultimi giorni sembrato tuttavia che certi entusiasmi
prematuramente manifestati nei confronti dellipotesi
di un intervento militare si siano raffreddati, e si concorda ora nellaffermare che la via diplomatica rimane
quella da preferire. Fra i problemi che rendono difficile
immaginare un intervento militare vi quello di decidere quali forze lintervento militare esterno sarebbe
chiamato ad appoggiare e quali a battere. Non possiamo certo nasconderci dietro la foglia di fico di unimparzialit che o unimpossibilit o una menzogna, come fu quella dellintervento umanitario del 2011, che
consistette in realt in un determinante appoggio militare alla ribellione armata contro Gheddafi.
Ebbene, questo problema esiste anche se invece dellopzione militare dovessimo focalizzarci sulla via diplomatica. Anche in questo caso si dovr decidere chi
sono quelle forze che potrebbero, con il nostro appoggio, ricostruire (o forse sarebbe pi corretto dire: costruire) uno Stato libico in grado di garantire la sicurezza dei propri cittadini e nello stesso tempo scongiurare le minacce alla nostra, dal terrorismo alla partenza incontrollata di migranti dalle coste libiche.
Il problema che oggi in Libia non ci troviamo di fronte a uno Stato e a un anti-Stato, ma a una pluralit di contendenti armati, a una guerra civile frammentata e difficilmente leggibile, tanto pi che alla dimensione islamismo/anti-islamismo si aggiungono quella regionale e
quella tribale. A Tobruk esiste il governo di Abdullah alThani (o piuttosto del Generale Haftar), in teoria internazionalmentericonosciuto,macheinrealtha,sottoilprofilo politico-militare, solo il deciso appoggio dellEgitto un Egitto che, fra laltro, ha individuato nelle varie diramazioni nazionali dei Fratelli Musulmani - piuttosto che
deijihadistidellIsis-ilnemicoprincipale.Lunicasoluzione politica credibile sarebbe quella di un compromesso
fra Tobruk e Tripoli, cio tra i nazionalisti non islamisti di
Tobruk e gli islamisti moderati di Tripoli - unintesa capace di isolare e quindi sconfiggere le forze jihadiste. Il problema consiste nel fatto che impossibile ragionare in
termini di rapporti di forze tra le fazioni libiche senza introdurre lelemento degli appoggi esterni, senza i quali le
varie milizie sarebbero gi da tempo senza armi e fondi.
Per definire la Libia di oggi non basta la pur evidente
dimensione di una violenta anarchia. Bisogna aggiungere la guerra per procura fra Egitto da una parte,
che appoggia il governo di Tobruk, ormai con azioni militari dirette e palesi, e Turchia e Qatar dallaltra, questi
ultimi in sostegno di quella parte dellislamismo armato che fa riferimento (anche se non senza ambiguit e
zone grigie) allideologia dei Fratelli Musulmani.
In un certo senso, lauspicata via diplomatica non
esiste pi allo stato puro, come alternativa netta a quella militare, ma dovrebbe ormai essere concepita in relazione a un intervento militare ancora strisciante ma
del tutto reale e difficilmente reversibile. Anche in Libia, come in Ucraina, diplomazia e azione militare tendono a essere sempre meno separabili. Chi negozia deve saper tener conto della realt sul terreno, ma anche
viceversa, dato che chi combatte non pu ignorare il
contesto politico-diplomatico.

6
milioni
Gli abitanti
della Libia
Oltre l80%
della popolazione
risiede nelle citt
sulla costa
mediterranea
Il 20% vive
nella capitale Tripoli,
che conta circa
un milione
di persone

600
mila
Gli immigrati
che vivono in Libia
e che ora
cercano
di fuggire
dalla minaccia
degli islamisti
dellIsis
La maggior
parte degli stranieri
arriva dal vicino
Egitto

6 .Primo Piano

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

ILSALVATAGGIODI ATENE
I mercati
europei
vedono
lintesa

+1,85%
Piazza Affari
Gli operatori
puntano su un
accordo per
lestensione del
prestito alla
Grecia e i listini
chiudono sui
massimi. Milano
la migliore

+0,6%
Francoforte
Il Dax avanza di
poco pi di
mezzo punto
percentuale e
tocca il record
storico. Parigi
di un soffio sotto
i massimi da
giugno 2008

+1,06%
Atene
La Borsa ellenica
sale spinta dai
bancari: Attica
(+7,69%), National Bank of
Greece (+6,78%)
ed Eurobank
(+6,12%). Sprint
dei petroliferi

Retroscena

Grecia, compromesso pi vicino


Usa in campo: Basta incertezze
Oggi la proposta di Tsipras per evitare la bancarotta. La Borsa crede allaccordo
Lultimo duello sui termini del documento. Ipotesi soluzione ponte fino allestate
MARCO ZATTERIN
CORRISPONDENTE DA BRUXELLES

attesa oggi, con un giorno di


ritardo, la proposta di Alex Tsipras per disinnescare il rischio
bancarotta e svincolarsi da
quello che ritiene essere il giogo dellausterit europea. Il
premier greco pensa a
unestensione delle linee di credito negoziate con Ue e Fmi,
ma invoca pure larchiviazione
del programma di aiuti e delle
condizionalit per risanamento
e riforme. La risposta, della
Commissione come della cancelliera Merkel, che gli obblighi finanziari vanno rispettati.
A ogni effetto pare un no. Per i negoziati sono in corso, si
cerca (e si vuole) una mediazione che, nonostante i toni, si considera non impossibile. A patto
di trovare le parole giuste.
Il pressing globale. Si sono
mossi anche gli americani, interessanti al destino dei soldi prestati dal Fmi di cui sono i primi
azionisti, come dalla stabilit
generale dei mercati e dei partner europei con cui vogliono
continuare a fare buoni affari. Il
segretario di stato al Tesoro,
Jack Lew, ha telefonato allomologo Yanis Varoufakis per avvertirlo delle immediate difficolt che la Grecia potrebbe trovarsi ad affrontare qualora non
ci fosse un accordo e non chiedesse la collaborazione di Ue e
Fmi. Messaggio chiaro: E il
tempo dei fatti, lincertezza non
fa bene allEuropa. Vero, ha
twittato il greco: Un avvertimento a entrambe le parti.
Come ci si arriva? Il vicepresidente della Commissione, Valdis Dombrovskis, ha ribadito

I negoziati con lUe


sono arrivati
a un punto cruciale
Adesso speriamo
di superare lostacolo

FMI
10%

Alexis Tsipras
Premier
della Grecia

Banche
greche

BCE
6%
Paesi area euro
60%

3%
Banche
straniere

1%
1%

AP

Banca
centrale
greca

Settore
privato
19%

La mossa degli Usa

che non possono esserci prestiti


senza il rispetto delle condizioni
contenute nel programma di
salvataggio, quello che ha fatto
complessivamente confluire
240 miliardi nei forzieri di Atene
che, senn, sarebbe fallita. LEurogruppo, ha ricordato, ha comunicato alla Grecia che si deve
estendere il programma con le
sue condizionalit. Solo dopo,
ha precisato, ci potr essere la
flessibilit per discuterle.

il momento
di trovare un sentiero
costruttivo in accordo
con Fmi e ministri
europei delle finanze
Jack Lew
Ministro
del Tesoro Usa

modo continuare e domani sono attese misure che rivedono


limpegni presi per avere i soldi
del salvataggio.
Vallo a dire a Wolfgang Schaeuble, per il quale non sar accettata unestensione senza lattuazione delle riforme decise.
Analogamente, la cancelliera
Merkel invita a perseverare sulla strada degli interventi strutturali, perch chi in difficolt
pu contare su una solidariet che non una strada a senso unico. il senso dellavvicinamento possibile. Non badate

alle definizioni quanto al loro significato, avverte una fonte Ue.


Tsipras non vuole parole come
memorandum e programma, tuttavia potrebbe accettare la medesima pietanza in un
altro piatto. I tecnici dicono che,
senza intesa, Atene dovr intaccare le riserve gi in febbraio in
vista delle scadenze sovrane di
marzo. Un motivo per andare
avanti. Come? Se il testo arriva
oggi ed buono potrebbe esserci
un Eurogruppo domani. Magari in teleconferenza, dice una
fonte. Sarebbe un buon segno.

La Bce insiste sulla linea dura


Ma da Berlino primi segnali concilianti

Ieri anche Angela Merkel


intervenuta in un convegno a
porte chiuse sulla Grecia: Se
alcuni Paesi sono in difficolt,
allora daremo loro la nostra
solidariet. Ma la solidariet
non una strada a senso unico,
piuttosto, con gli sforzi dei Paesi, una faccia della stessa
medaglia e sar sempre cos.
La cancelliera, riportano
fonti autorevoli, ha una posizione meno dura del suo ministro delle Finanze, Wolfgang
Schaeuble, sulla Grecia. Il
problema, per lei, tenere a
bada una fetta del suo partito,
ormai insofferente verso Atene. E alcuni big della Cdu
non hanno nascosto in questi
giorni la loro irritazione per
un atteggiamento che definiscono arrogante, da parte
del governo Tsipras.
Merkel dovr fare approvare leventuale nuovo pacchetto di aiuti e di riforme concordate con la Grecia dal Bundestag. Nelle scorse ore il vicecancelliere Gabriel ha mostrato segni di apertura verso
la Grecia, parlando a nome
dei socialdemocratici. Ma per
la cancelliera importante
mantenere insieme, intanto, i
cristianodemocratici. In ogni
caso, schierando gi nei mesi
scorsi alcuni mediatori come
Joerg Asmussen, il governo
tedesco ha dimostrato la volont di voler chiudere la partita positivamente.

I paletti di Bruxelles

Il primo paletto dellEuropa

dunque che il senso del programma esistente non va tradito. Il presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, ha
lavorato con quello dellEurogruppo, Jeroen Dijsselbloem,
su una soluzione ponte sino
allestate, nel rispetto della cornice. In questi mesi si potrebbe
negoziare un nuovo patto, il
contratto a lungo termine auspicato dal ribelle Varoufakis.
Servirebbe una chiave semantica che ammorbidisse i proclami
di Atene, dove si che lattuale
programma non pu in alcun

Merkel: Saremo solidali solo con chi attuer le riforme

TONIA MASTROBUONI
INVIATA A BERLINO

ncora una volta toccato alla Bce mantenere il punto. Secondo


fonti autorevoli, al termine di
una riunione non facile, i venticinque banchieri centrali
hanno deciso un aumento
minimo dei fondi di emergenza Ela di appena 3,3 miliardi:
le banche greche avranno a
disposizione, dunque 68,3
miliardi. Saranno appena
sufficienti, dopo lemorragia
di fondi delle settimane scorse, a non farle collassare,
mentre Atene tenta di concludere il negoziato con i
partner europei ed internazionali. Ma non certo la
boccata dossigeno che si
aspettava il governo Tsipras,
che sta spingendo anche su
uno sblocco dei rifinanziamenti con bond governativi,
congelati dallultima riunione dei direttorio. Ad Atene
restano pochi giorni per concludere un accordo con i
partner internazionali.
Oltretutto, secondo quanto riportato dal quotidiano
conservatore Frankfurter

Chi possiede il debito greco

AFP

In piazza
Un murale
contro
lausterit
nelle strade
di Atene

Allgemeine Zeitung, qualche


banchiere centrale starebbe
cominciando a parlare apertamente di Grexit, di uno scenario di uscita dalleuro, per Atene. Abbiamo limpressione
che la Grecia stia cercando

68,3
miliardi
I fondi Bce
per le banche
greche

lincidente per uscire ma usando un capro espiatorio ha


detto al quotidiano un governatore, a microfoni spenti.
Ma mentre si avvicina la data dellEurogruppo che dovrebbe trovare la quadra sulla

partita pi sofferta, arrivano


alcuni segnali importanti della volont dei tedeschi di chiudere la vicenda greca in maniera non traumatica. Ieri il
quotidiano pi letto, Bild - al
quale Angela Merkel presta
unenorme attenzione - ha dedicato un insolito, appassionato editoriale alla Grecia. Se
perdiamo te, non se ne vanno
in fumo solo i nostri miliardi di
euro, anche il nostro cuore se
ne va in fumo, ha scritto una
firma illustre, Franz Josef Wagner. Ricordando quattro millenni di cultura greca, e cio
che cerano Omero, Ippocrate quando il resto dellEuropa
girava con le pelli addosso, il
tabloid conclude che dobbiamo salvare la Grecia, se salviamo la Grecia salviamo noi
stessi. Un cambiamento
dumore notevole, rispetto
agli anni scorsi, quando sulle
stesse colonne apparivano
spesso articoli al fulmicotone
contro Atene. Per Wagner, insomma, il denaro niente,
conta il pensiero: la Grecia vale pi di tutti i miliardi.

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Primo Piano .7

LASTRATEGIADELLARUSSIA

Da Atene a Budapest, la rete di Putin


Viktor Orban
Piena sintonia
con il premier
di Budapest
La visita di marted di Putin
stata suggellata con la firma
di accordi
commerciali

Dopo le offerte di aiuto alla Grecia, lintesa e la piena sintonia con lungherese Orban
Il capo del Cremlino trova sponde nella Ue e mette in difficolt i fautori delle sanzioni
Businessepolitica
ConMoscaintesa
sulprezzodelgas

Alexis Tsipras
Non mai stata
un mistero
la linea filorussa
del governo
rosso-nero guidato da Tsipras
che non ha nascosto
le offerte russe
per uscire dalla
crisi economica

Angela Merkel
La cancelliera
tedesca fa la
parte del mediatore. stata lei a
guidare i negoziati che hanno
portato allaccordo di Minsk. Ha
parlato con Putin
e tenuto a bada
lira americana

Ewa Kopacz
Il premier polacco guida il fronte
degli oppositori
a Putin. Con
Varsavia ci sono i
Paesi Baltici,
soprattutto la
Lituania: non ci
fidiamo di Putin

David Cameron
Dove finita
Londra? La partita ucraina, se ne
lamentava anche
il conservatore
The Times, ha
visto sparire il
governo Cameron. Londra per
la linea dura, ma
ormai la voce del
premier non si
sente pi

1 Il piatto forte nel

AP

Manifestanti pro-Putin sfilano a Budapest. Marted il premier ungherese Orban ha definito spararsi sui piedi le sanzioni Ue a Mosca
TONIA MASTROBUONI
INVIATA A BERLINO

Hanno usato persino lo stesso


termine, spararsi sui piedi,
per commentare la decisione di
imporre sanzioni alla Russia.
Alexis Tsipras, che guida da fine
gennaio la strana maggioranza rosso-nera che governa la
Grecia, e Viktor Orban, laspirante autocrate ungherese che
dice di ispirarsi alla democrazia
illiberale russa, sono la prima linea di un fronte che Vladimir
Putin vorrebbe allargare per ottenere la spaccatura in Europa
cui aspira da tempo. E i due Paesi
potrebbero diventare il ventre
molle di unEuropa che stata sinora miracolosamente unita nelle decisioni che riguardavano, ad
esempio, le sanzioni contro Mosca. Se la situazione in Ucraina
dovesse precipitare di nuovo, potrebbero essere lavanguardia di
una resistenza crescente alla linea dura contro lorso russo.
Il palcoscenico

Non a caso, marted Orban ha offerto a Putin il palcoscenico per


una prima, clamorosa rentre
nella vecchia Europa da quando la Russia stata cacciata dal
G8 e la Ue ha imposto il giro di
vite pi severo sulle sanzioni. E
la giornata, per il premier magiaro, stata fruttuosa, dal punto di
vista economico. Ma secondo la
rivista Foreign Affairs, la sintonia con Mosca si coglie anche
nel tentativo di Orban di destabilizzare i Paesi vicini sobillando le
minoranze magiare. Dal 2012 ha
concesso loro il passaporto e il
diritto di voto. E un anno fa, ha
avvertito lUcraina che gli ungheresi dei Carpazi orientali meritano la doppia cittadinanza, diritti e autonomia. Un Putin in
salsa europea.
La Grecia strizza locchio

In Grecia, la situazione pi
complessa: sintreccia con il difficile negoziato sugli aiuti europei e la troika. I partiti al governo, la sinistra estrema di Syriza
e la destra di Anel, hanno entrambi una posizione filorussa.
E il governo non ha mai nascosto le offerte di aiuti provenienti da Mosca, per ostentare
unalternativa, al tavolo con i
partner europei. Un gioco che
provoca unenorme irritazione
soprattutto a Berlino, ma che
d conto di un rapporto privilegiato con Putin cui i greci difficilmente vogliono rinunciare, in
questo momento.
Europei in ordine sparso

Ma se questi sono casi estremi,

altri Paesi europei hanno sempre avuto una posizione dialogante, con Mosca, anzitutto per
interessi economici e, in particolare, energetici. La Germania
e lItalia, in primo luogo. Con il
nostro Paese piuttosto defilato
nella partita ucraina. E, sia detto per inciso, per la prima volta
in una vicenda cos importante
per il futuro dellEuropa, lo
anche la Gran Bretagna, da
sempre pi muscolare sui dossier internazionali.
Angela Merkel, al contrario,
ha avuto un ruolo di primissimo
piano. Berlino intervenuta dal

primo momento delle proteste


di Maidan, allo scoppiare della
rivolta ucraina, con la Francia
e, inizialmente la Polonia, per
risolvere la crisi. Poi ha sempre
cercato di mantenere aperto un
dialogo con Putin e respingere
le istanze pi aggressive dei Paesi baltici e degli Stati Uniti.
La svolta, per la cancelliera,
arrivata a luglio dellanno scorso,
con il crollo dellaereo malese,
abbattuto dai missili dei separatisti russi mentre sorvolava
lUcraina. Un incidente che ha
indurito notevolmente la sua posizione e ha portato allinaspri-

mento delle sanzioni europee.


Tuttavia, anche il tentativo di
inizio mese di sventare una guerra precipitandosi a Mosca con
Franois Hollande per parlare
direttamente con Putin, cercando di tenere a bada limpazienza
degli americani che vorrebbero
mandare aiuti militari a Kiev,
lattestazione del tentativo perenne di mantenere un filo di comunicazione con Putin. Ne scaturito un cessate il fuoco a dir poco fragile. Ma come disse Merkel
alla Conferenza di Monaco, per
noi ne valsa comunque la pena. Quando si dice il dialogo.

men delle relazioni


fra Budapest e Mosca
stato la proroga del
contratto attuale per
la fornitura di gas dalla Russia per lUngheria. In questo modo
lapprovvigionamento del gas naturale in
Ungheria sar assicurato per alcuni anni ad
un prezzo ragionevole, ha detto soddisfatto Orban (foto sopra con Putin). Quindi
i due leader non hanno poi escluso la continuazione, con qualche modifica, del progetto del gasdotto
South Stream.

8 .Primo Piano

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

LITALIAE ILMEDIOORIENTE

Posizioni
in Europa

Riconosciamo la Palestina
Il Pd ci prova, si divide e rinvia
Lidea originaria era di legare la mozione ai negoziati, considerando le ragioni di Israele
Poi la minoranza di sinistra ha chiesto una linea pi dura. Ora Speranza prende tempo

Regno Unito
S del Parlamento
alla Palestina,
premier prudente

Irlanda
Anche Dublino
ha riconosciuto
la Palestina

Spagna
S del Parlamento
allo Stato palestinese in novembre

Francia
Votato il riconoscimento della
Palestina

Bandiere

FRANCESCA PACI
ROMA

Fumata nera per la mozione del


Partito Democratico sullo Stato di Palestina. Ieri, al termine
di una giornata segnata da un
acceso dibattito interno tra la
fazione favorevole al riconoscimento diretto sullesempio della Francia (Sel e la sinistra Pd) e
quella pi sensibile alle ragioni
dIsraele decisa invece a dire s
ma solo dopo le Nazioni Unite e
solo in un quadro negoziale, il
testo unico del Pd che avrebbe
dovuto essere presentato stamattina non era stato neppure
scritto. Di fatto oggi, in virt del
voto sul decreto legge Milleproroghe, non ci sar alcun pronunciamento sul tema che ha
gi lacerato la politica di molti
paesi europei. Tutto postposto
dunque o, per usare le parole
del capogruppo Roberto Speranza, ogni grattacapo a suo
tempo: Se votiamo domani
presentiamo il testo domani, se
votiamo dopodomani presentiamo il testo dopodomani....
Quella della mozione sullo
Stato di Palestina una storia
che va avanti da quando il presidente palestinese Abu Mazen,
stretto tra loltranzismo della
destra israeliana e quello dei
suoi capitanati da Hamas, ha
deciso lintifada diplomatica
chiedendo il riconoscimento
entro i confini del 67 tanto allOnu (dove lAnp presente dal
1974 ma solo come osservatore

Un militante
sventola due
bandiere
della Palestina: anche in
Italia si apre il
dibattito sul
riconoscimento politico
dellautorit
nazionale

Da Ramallah
Segnodipace
1 Sarebbe un se-

gnale importante per


riaprire il processo di
pace con il prossimo
governo israeliano e
favorire la soluzione a
due Stati. Lo dice Nemer Hammad, consigliere politico di Abu
Mazen, intervenendo
sulla mozione per la
Palestina come Stato.
Hammad ha aggiunto
che la decisione rispecchierebbe il ruolo
storico dellItalia.

AFP

permanente) quanto ai parlamenti del vecchio continente.


Da almeno ventanni per lEuropa lunica soluzione al conflitto
dei conflitti quella dei due
popoli, due stati. Liniziativa di
Abu Mazen stata una fuga in
avanti denunciata come unilaterale da Israele ma che il 17 dicembre scorso ha prodotto una
risoluzione bipartisan del Parlamento Ue (498 s, 88 no, 111
astenuti) in cui seppure in modo simbolico (lUe non d la patente di Stati) si riconosce in
linea di principio lo Stato di

Palestina entro i confini del 67.


In modo analogo si sono poi
espresse la Camera dei Comuni
britannica, la Francia, la Spagna, la Svezia (la Germania ha
evitato il tema sensibile).
SullItalia le speranze palestinesi erano particolarmente
vive in virt della sempre citata
amicizia tra i due popoli. In realt il fronte politico da sempre tuttaltro che omogeneo
(anche nel Pd). La Lega contraria in assenza di accordi bilaterali con Israele e ipotizzava una mozione contro ogni

tentativo unilaterale dellAnp di


ottenere riconoscimenti ideologici. Sel e il Psi sostengono in
modo separato il riconoscimento affinch ripartano i negoziati
per arrivare alla soluzione due
popoli, due Stati e citano il parere positivo di 100 intellettuali
israeliani (fra cui Yehoshua, Oz,
Grossman). Favorevoli sono anche i 5Stelle, un blocco a cui
lambasciata israeliana ha replicato anche ieri che qualsiasi
riconoscimento prematuro non
farebbe che incoraggiare i palestinesi a non ritornare ai nego-

ziati con Israele e allontanerebbe ulteriormente le possibilit


di una pace.
Ma soprattutto nel Pd che
gli umori divergono al punto da
aver incaricato Enzo Amendola
di preparare un testo che riducesse le distanze e andasse verso lok allo Stato di Palestina ma
allinterno di un processo di
mutuo riconoscimento dei due
Stati (qualcuno ha obiettato anche lopportunit di votare a un
mese dalle elezioni israeliane).
Lo slittamento fa tirare a tutti
un sospiro di sollievo.

I due fronti democratici


Khalid Chaouki
Ue
Da ventanni,
la soluzione
due Stati

Walter Verini

Togliamo alibi agli estremisti


Non c ostilit a Tel Aviv
FRANCESCA SCHIANCHI
ROMA

Riconoscere la Palestina significa non lasciare alibi ai


gruppi estremisti che vedono
nella negazione di quel diritto
la scusa per poter attaccare
Israele e lOccidente. Il deputato del Pd Khalid Chaouki,
unico parlamentare italiano

Lussemburgo
Un altro
s allo Stato
palestinese

Ebrei nel mirino dei terroristi


quindi il momento sbagliato

gittimata, isolando quelle fazioni palestinesi che finora


hanno negato ogni possibile
dialogo.

ILARIO LOMBARDO
ROMA

Il momento e il contesto, spiega


Walter Verini, Pd, consigliavano lopportunit di un rinvio
della mozione.

Per secondo lambasciata


israeliana un riconoscimento
prematuro allontana la pace

Perch?

Prima di partire ho incontrato il viceambasciatore israeliano, cos come lambasciatrice palestinese: io credo che
dobbiamo ascoltare le preoccupazioni di tutti, ma dobbiamo mantenere una nostra linea autonoma.

Perch tra attentati nelle Sinagoghe, bandiere di Israele


bruciate, e blitz nei luoghi di

Non sarebbe meglio arrivare al


riconoscimento attraverso il
processo negoziale?

Portogallo
S bipartisan
votato il 12
dicembre

Khalid
Chaouki
Esponente
del Pd e
unico parlamentare
italiano
musulmano

Svezia
Oltre al Parlamento, s anche
del governo

musulmano, risponde al telefono dalla Casa Bianca, dove


partecipa a un convegno sulla
lotta allIsis, presente anche il
presidente Obama.
Quindi lei pronto a votare la
mozione...

Credo sia giunta lora anche


per lItalia di pronunciarsi a
favore di uno stato che aspetta da troppo tempo. E questo
non significa essere ostili a
Israele, ma anzi lavorare per
dargli uninterlocuzione le-

Il nostro compito in Parlamento non condurre i negoziati ma esprimere una posizione politica, che stimola cos
i negoziati. Il riconoscimento
della Palestina non mai stato
un tab e non vedo perch
debba diventarlo. Credo anzi
sia doveroso votarlo, e non capisco chi ancora titubante.
Anche nel Pd qualcuno titubante, no?

Ci sono sensibilit diverse,


c chi si sente pi filopalestinese e chi pi filoisraeliano. Io
penso, e lo dico anche da arabo musulmano, che dobbiamo
lasciare tutti da parte le nostre magliette e volere solo un
Medio Oriente pacificato.

Walter
Verini

culto dellebraismo, non certamente il momento migliore.

Esponente
del Pd, tra i
pi stretti
collaboratori di Walter
Veltroni

Perch aspettare? LItalia rimasta uno dei pochi grandi Paesi europei assieme alla Germania a non aver riconosciuto la
Palestina.

Chiariamoci: lobiettivo giusto, ma penso abbia ragione il


ministro Paolo Gentiloni quando sostiene che non si pu sottovalutare il peso di un voto di
questo tipo nellimminenza delle elezioni in Israele. evidente

che la destra israeliana lo utilizzer a suo favore.


Al di l dellopportunit sui tempi, nel Pd ci sono due diverse posizioni. Perch lei non favorevole a un riconoscimento diretto
e tout court come altri suoi colleghi di partito?

Stiamo cercando un equilibrio. Come ho sostenuto, il riconoscimento va siglato nel quadro di un negoziato tra palestinesi e israeliani, nella classica
versione due popoli, due Stati.
Il che significa che non pu prescindere dal contestuale riconoscimento dellesistenza di
Israele. Com noto, per, una
delle componenti pi importanti della Palestina, Hamas, non
solo non riconosce Israele, ma
afferma la negazione dellOlocausto e si pone lobiettivo della
distruzione degli ebrei.
Ma riconoscere la Palestina non
potrebbe servire anche a indebolire gli estremisti che soffiano
sul fuoco del conflitto?

Una mozione poco pi che un


atto di indirizzo, non impegna il
governo. Per s, potrebbe aiutare il processo di pace: sia isolando Hamas, sia spingendo
Israele a cambiare politica e a
non ripetere gli errori del passato. Ma come ho detto deve
partire da un riconoscimento
reciproco.

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Primo Piano .9

I PARTITI E LE ALLEANZE

Berlusconi cerca Renzi


ma il premier si fa negare

Affari
e legame
col
premier
1 Mediaset

freme, gli affari


anche. E prosegue sullex
Cavaliere il
martellamento
di Gianni Letta,
che domenica
pare abbia
chiamato Arcore
non meno di
dieci volte,
producendo i
primi effetti

1 Il premier

nemmeno ha
voluto colloquiare, mostrandosi a sua
volta sdegnoso
nei confronti di
Berlusconi. Per
chi al corrente
degli sviluppi
scommette che
Silvio torner
alla carica col
premier

1 Anche con

Salvini in atto
una trattativa
complessa. In
apparenza scontro totale, con Fi
e Carroccio
pronti a sfidarsi
nelle Regionali.
In palio c la
Campania, dove
serve lalleanza
col Ncd

1 Ma se Renzi

obbligasse
Alfano a sganciarsi da Fi,
Berlusconi ha un
piano B nazionale: ha registrato un simbolo e un nome:
Lega lItalia,
per lanciare
Salvini candidato premier

Intervista

GIAMPIERO TIMOSSI

ariazione sulla giornata tipo di Matteo


Salvini. Non solo una
felpa, non solo un nuovo
hashtag o un paio salotti in tv.
Ieri il segretario federale della Lega ha sfoderato anche
un nuovo candidato: Il migliore, Edoardo Rixi sar il
candidato della Lega in Liguria. Lo abbiamo gi presentato, il 7 marzo torno a Genova
e lanciamo la campagna elettorale. Basta.
Basta nel senso che in Liguria
la Lega correr da sola, senza
Forza Italia?

Abbiamo gi aspettato
troppo, tra tre mesi si vota. E
noi vogliamo battere la Paita,
che altro non che la prosecuzione di 10 anni di potere e
politica gestita da Claudio
Burlando e dal suo Pd.
Cos, spaccati, non favorite invece la vittoria del Pd?

Verdini pronto a tornare a mediare. E Silvio medita di lanciare Salvini

Retroscena
UGO MAGRI
ROMA

l martellamento di Gianni
Letta, che domenica pare
abbia chiamato Arcore non
meno di dieci volte, produce i
primi effetti: Berlusconi si sarebbe convinto a passare sopra
loffesa di Renzi, il quale aveva scelto linquilino del Colle
senza concordarlo. O meglio, al
Cavaliere laffronto brucia ancora, ma un po Mediaset che
freme, e soprattutto linchiesta
sui denari alle Olgettine che lo
mette a rischio di una pesante
condanna, lavrebbero indotto a
cercare qualche forma di contatto col premier finalizzata a
riprendere il dialogo. Un ripensamento, insomma. I primi ambasciatori che si sono fatti
avanti nella giornata di marted
sono stati respinti con perdite.
Con loro il premier nemmeno
ha voluto colloquiare, mostrandosi a sua volta sdegnoso nei
confronti di Berlusconi. Per
chi al corrente degli sviluppi
scommette che Silvio non pu
arrendersi e dunque torner alla carica col premier, a costo di
richiamare dal suo orticello
Verdini, che il cerchio magico
aveva tentato di emarginare.
Da un Matteo allaltro

Anche con Salvini in atto una


trattativa complessa. In apparenza lo scontro totale, con
Forza Italia e Carroccio pronti
a sfidarsi nelle Regionali. In palio c la Campania, unico luogo
dove Berlusconi potrebbe vincere, ma gli occorre laiuto di
Alfano e Casini. Per questo motivo ieri laltro Toti ha negoziato
lintesa con Area Popolare.
Sennonch Salvini pone lautaut: Berlusconi scelga se stare

Fi
Il leader
di Forza Italia
Silvio Berlusconi ancora
al centro di
moltissime
trattative,
aziendali,
innanzitutto,
e politiche

ANSA

con noi o con Alfano. Piuttosto


la Lega correr da sola in Veneto, nella convinzione di potercela fare ugualmente a confermare Zaia. Il 28 febbraio Salvini
punta sul botto mediatico della
sua manifestazione a Roma, in
attesa di farne unaltra con Marine Le Pen. Toti, consigliere
berlusconiano, alza le spalle: alla kermesse romana della Lega
noi non andremo. La scelta
fatta, linterlocutore di Forza
Italia sar Alfano. Sempre, si
capisce, che Renzi non obblighi
Angelino a sganciarsi dal Cavaliere: circostanza possibile, anzi
per certi aspetti logica e probabile... Ed qui che possono
spuntare grandi sorprese. Perch Berlusconi risulta infatuato, politicamente, di Salvini. Lo
considera bravo e vincente, al
punto da accarezzare lidea di
farci in prospettiva un partito
insieme, qualora laltra operazione non vada in porto. Si rac-

conta che avrebbe addirittura


gi prudentemente registrato
un simbolo e un nome: Lega
lItalia. Matteo (non Renzi,
Salvini) diventerebbe a quel
punto il candidato premier...
Azzerato lazzeratore

MATTIA FELTRI

orse siamo troppo


apprensivi, la stiamo
facendo pi grossa di quello
che . Ieri, per esempio, cera
unintervista al comandante
delle guardie svizzere che
sono prontissime, diceva, a
difendere Francesco e il
Vaticano anche dalle minacce
dellIsis. Cera pure una foto
di una guardia svizzera, col
suo bel vestito a strisce e le
sua bella alabarda: un
autentico spauracchio. Senza
contare che dopo c il pugno
del Papa.

Con atto dimperio, Berlusconi


ha commissariato Forza Italia
in Puglia, caposaldo dellex ministro Fitto, mettendone a capo
un ex deputato di nome Vitali
che non candider nessuno dei
consiglieri ribelli alle Regionali.
Fitto protesta per la violenza
della decisione (Berlusconi
purtroppo continua a sbagliare
in una logica autodistruttiva)
e garantisce: Andr avanti pi
di prima, non ci spaventiamo.
Anche lui terr una manifestazione a Roma, il 4 marzo, e il deputato ribelle Bianconi denuncia su Facebook pressioni anche notturne (da Arcore?) per
far fallire liniziativa.

Intanto in Liguria avanti da soli


nostro il candidato migliore
Laltro Matteo non arretra e si propone leader di tutto il centrodestra
Ci presentiamo per vincere e
ci rivolgiamo a tutti quegli
elettori che sono stanchi di
dieci anni di governo consociativo della sinistra.
Lo ha spiegato: ma perch non
cercare un candidato con Forza
Italia?

Perch adesso basta, perch


tra tre mesi si vota in Liguria e
Forza Italia non ha ancora
scelto che candidato presentare. E poi perch Silvio Berlusconi lo ha sempre detto: devono andare avanti i migliori. E il
migliore lo abbiamo noi, si
chiama Edoardo Rixi.
Disposto a perdere in Liguria
per ribadire che lei il leader
della destra dopo Berlusconi?

Assolutamente no, in Liguria


vogliamo vincere, lavoriamo e
lavoreremo per battere la sinistra e il suo apparato. Ripeto:
ho parlato con Berlusconi, gli
ho proposto le nostre idee per

Lega
Il leader
della Lega
Matteo
Salvini
lancia
la sua sfida
a Renzi

Fiducia sul Milleproroghe


1 Il governo ha posto la questione di

fiducia sul decreto legge Milleproroghe. Lo ha annunciato alla Camera la


ministra delle Riforme, Maria Elena Boschi. Inizier stasera alle 19.15 nellaula
di Montecitorio la votazione sulla fiducia posta dal governo sul dl milleproroghe: lo ha deciso la Conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Dopo la fiducia verranno esaminati gli ordini del
giorno (il termine per la presentazione
scade alle 11 di stamattina, e se ne annuncia gi un copioso numero), e ci saranno le dichiarazioni di voto finale. Per
queste ulteriori fasi sono previste sedute anche per sabato e domenica. Tra le
cose pi importanti inserite in corsa: la
mini proroga degli sfratti (4 mesi) o lintervento sui minimi Iva ed il blocco dellaumento delle aliquote.

Il caso

Al Colle Grillo
e direttorio
Polemica
nel M5S
FRANCESCO MAESANO
ROMA

Una nota stampa? Io non ho


autorizzato nessuna nota
stampa No, nemmeno Fabiana Dadone, da qualche giorno
capogruppo del M5S alla Camera, ne sapeva nulla. E neppure agli uffici della comunicazione erano stati informati
della novit: la delegazione
che il 26 febbraio si presenter al Quirinale per incontrare
Mattarella sar composta da
Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio e Luigi Di Maio.
La decisione arrivata da
Milano con la consueta modalit verticale, quella che scavalca strutture e gerarchie,
resa pubblica dal capo della
comunicazione al Senato,
Rocco Casalino. Poco importa
se il giorno prima la Dadone e
il suo omologo al senato, Andrea Cioffi, erano certi di essere anche loro della partita e
gi rilasciavano interviste sullargomento e si preparavano
qualche frase da portare al
Colle per un incontro del quale parlare ai nipoti.
Il Quirinale ci ha dato disponibilit per tre persone,
spiegano dai vertici. A far saltare i conti stata la volont di
Casaleggio di esserci. Con lui
e Grillo restava un posto solo.
Naturale che andasse riservato a Luigi Di Maio, vicepresidente della camera e primus
inter pares del direttorio,
hanno ragionato a Milano.
Nemmeno un pensiero per i
due capigruppo.
In serata ha provato a metterci una pezza Carlos Sibilia.
La delegazione non definitiva - ha spiegato - e se sar
possibile andare in quattro
allora Beppe e Gianroberto
saranno accompagnati dai
due capigruppo. Una soluzione che non ha tolto a tanti,
tra deputati e comunicatori,
la sensazione che per lennesima volta le decisioni che
contano siano passate sopra
la loro testa.
@unodelosBuendia

la regione e il nostro candidato. Non potevamo pi perdere


tempo, chi vuole ci segua: noi
andiamo con Rixi.
E perch Salvini non andato
da Sergio Mattarella, neo presidente della Repubblica?

Perch io non avevo nulla da


dirgli. Vanno i capigruppo
della Lega alla Camera e al
Senato.
E questa storia del parrucchiere?

Ha un bel taglio, no? Era una


battuta, non un attacco a Mattarella. Anche se quando ero un
ragazzo sono entrato nella Lega per contrastare la Democrazia Cristiana dei De Mita, degli
Andreotti e dei Forlani, i loro
accordi con il Psi di Amato. Non
mi piacciono i democristiani rigenerati come Mattarella. Se
vorr andr dal capo dello Stato quando potr valutare i suoi
primi atti concreti come presidente della Repubblica. Intanto
il giudizio sul suo passato per la
Lega chiarissimo.
Salvini, strizza locchio agli elettori penta stellati?

Semmai sono loro che convergono sulla Lega, come dimostra il risultato delle ultime
regionali in Emilia Romagna:
un terzo erano loro ex elettori

10 .Primo Piano

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Le
frasi
Questo il Paese
in cui tutto possibile
Anche un pasticciere
di Alba che fonda
una multinazionale
Matteo Renzi
presidente
del Consiglio

Da noi delocalizzare
e cassa integrazione
sono inconcepibili
Laspetto sociale
viene sempre prima
Giovanni Ferrero
ceo
della Ferrero

Il giorno di Ognissanti
entrato in Duomo
da una porta laterale
la gente applaudiva
lui si commosso
Giacomo Lanzetti
vescovo
di Alba

stato un grande
imprenditore: ha
saputo coniugare
vicinanza al territorio
e sviluppo globale
Sergio Chiamparino
presidente
della Regione Piemonte

NICCOL ZANCAN
INVIATO AD ALBA
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

on gli operai che lo


aspettano vestiti da lavoro, vicini ai chierichetti.
Lo portano in Duomo alle 11
di mattina per lultima volta,
dentro una bara ricoperta di
fiori bianchi. Sono venuti a
rendergli omaggio il premier
Matteo Renzi, lamico Romano Prodi, tutte le pi alte cariche istituzionali del Piemonte. Eppure Michele. E il dolore ci scuote e ci lacera, dice il vescovo Giacomo Lanzetti. Senza alcuna finzione
retorica, oggi viene a mancare un campione della nostra
terra. Tutti siamo concordi
nel segnalare la grandezza
non solo imprenditoriale, ma
morale e umana di Michele.
Tutti ci sentiamo pi orfani e
pi poveri.
Questo il funerale di Michele Ferrero, limprenditore
che ha inventato la Nutella,
lEstath e gli ovetti Kinder,
vendendoli in tutto il mondo. E
forse, si sta celebrando anche
la fine di unepoca, il non detto della giornata, la paura che
riempie molti silenzi. I negozi
sono chiusi per lutto. Chi non
per strada, affacciato ai balconi. Ogni cosa stata organizzata con rigore, senza il minimo sfarzo, come avrebbe voluto lui. Lungo le vie del centro

Il dolore di Alba
Con Michele se ne va
il nostro campione
Lintera citt stretta intorno al Duomo per il funerale
Il figlio: Ha reso possibile ci che qui era impensabile

Renzi
Ieri ad Alba
arrivato
anche
il premier
Matteo
Renzi:
Sono
venuto
per onorare
un grande
italiano
MURATORE

storico, i volontari aspettano


gi dalle otto di mattina. Danno indicazioni. Fanno largo a
Michele. Aspettano di capire
cosa succeder. Giovanni far un discorso?, si domandano bevendo caff caldo dai termos. Parler lerede?
il momento pi toccante
della giornata. La famiglia
Ferrero ha sempre centellina-

to le dichiarazioni, come da insegnamento del patriarca.


Chiamarsi per nome. Lavorare tanto. Parlare poco, meglio
se in piemontese. Tenere salde le proprie radici, guardando con coraggio al futuro. La
messa quasi finita, quando il
figlio di Michele Ferrero si alza e va verso il microfono.
emozionato. Ha gli occhiali, la

Prodi

camicia bianca, un sorriso di


dolcezza. La chiesa ammutolisce, cos come ogni piazza gremita. Parla, parla....
Sono stati giorni molto duri
per Giovanni Ferrero. Ha sorretto la madre Maria Franca,
anche fisicamente. Si alternato con la moglie Paola, nel
ringraziare una ad una tutte
le diecimila persone che han-

no affollato la camera ardente. Adesso tocca a lui. il suo


momento. Il microfono amplifica il rumore dei passi, mentre si avvicina. Incomincia cos: Cosa dire? Ci sono forse
parole per esprimere lo smarrimento, il dolore, il riserbo
che proviamo per la scomparsa di Michele? No. Noi tutti
crediamo che non ve ne siano

Lomaggio
in centro

Anche
Romano
Prodi ieri era
ad Alba per il
funerale
di Michele
Ferrero

Una vetrina
dipinta
per dare
lultimo
addio
a Michele
Ferrero

ANSA

La storia
GIUSEPPE BOTTERO

e a Mosca dici Ferrero, il


primo pensiero corre ai
Raffaello. A Parigi, invece, vince la Nutella. Mentre a
New York, da anni, il simbolo
il Tic Tac. I marchi del gruppo, nati ad Alba, sono cresciuti con le loro gambe su strade
diversissime.
Sotto lombrello Ferrero
lazienda stata capace di
sviluppare brand indipendenti, molto forti, spiega Enrico Pedretti, direttore
marketing di Manageritalia,
osservatore attentissimo delle dinamiche aziendali. Dinamiche che, nel corso degli anni, hanno portato il colosso
dei dolci ad adattarsi al meglio ai Paesi in cui s affacciato. Dietro ogni marchio - spiega Pedretti - c una storia da
raccontare. I prodotti, oggi,
durano pochi mesi e spariscono dagli scaffali. Quelli della

Nutella a Parigi, Tic Tac a New York


Ecco il mappamondo secondo Ferrero
Paese che vai, preferenza che trovi: a Mosca il pi gradito il Raffaello

I brand
Ferrero ha saputo costruire
brand (marchi)
molto forti
e indipendenti:
ognuno
rappresenta
un desiderio
e unatmosfera
precisi

Il Rocher
in Cina
In Cina vanno
fortissimo
i Ferrero Rocher,
le praline che da
sole coprono
il 9,5% circa
del mercato
mondiale
del settore

Ferrero no. Va cos quasi in


tutto il mondo.
Il risiko dei dolci

Il primo mercato per consumi


della Nutella, infatti, diventato
la Francia. Italia e Germania si
giocano il secondo gradino del
podio. Ma la crema, negli ultimi
anni, cresciuta molto negli
Stati Uniti, dove il gruppo ha ripreso ad investire con decisione. Per i Raffaello lo sbocco
principale la Russia. La prossima sfida, invece, far decollare il cioccolato al latte in Cina,
dove vanno fortissimo i Rocher,
le praline pi diffuse al mondo,
quelle che coprono il 9,5% del
mercato globale del settore. In
azienda ci scherzano su: la fila
di Rocher prodotti in sei giorni,
hanno calcolato, lunga quanto
la Grande Muraglia. I Rocher

Un gruppo internazionale
QUALE PRODOTTO PIACE DI PI IN OGNI PAESE?
53
i Paesi in cui
presente Ferrero

20
gli stabilimenti
produttivi nel mondo

3
2

gli stabilimenti operanti


nell'ambito delle
Imprese Sociali in Africa e Asia

9
le aziende agricole

100
le diverse nazionalit
dei dipendenti Ferrero

Nutella
1 Francia

Estath
2 Italia

Raffaello
4 Russia

2 Italia

Rocher
5 Cina

Tic Tac
6 Stati Uniti

3 Germania

- LA STAMPA

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Primo Piano .11

MICHELE FERRERO1925-2015
La famiglia
Giovanni Ferrero con
la madre Maria
Franca. A destra la
moglie Paola e la
cognata Luisa

LAPRESSE

ANSA

di appropriate. Per questa


terra, lui ha reso pensabile
limpensabile. Ha dimostrato
che la storia di successo di
unazienda potesse affondare
le sue radici proprio qui, in un
tessuto sociale della Malora
fenogliana, che partiva dal
gradino pi basso della scala
del benessere. Quello di un
tessuto sociale composto per-

La folla
Piazza
del Duomo,
ad Alba,
ieri mattina
durante
le esequie
di Michele
Ferrero

lopi da contadini poveri.


Certo, da allora la citt si arricchita. Ma non questo il
suo primo lascito, un lascito
materiale. Con la sua chiaroveggenza, con la sua visione a
tendere, Michele ha spinto un
poco pi in l le frontiere del
possibile. Di come si possa e si
debba reinventare il futuro
anche qui in provincia.

Licia Mattioli
Langheetecnologia,uncapitanovero
1 Michele Ferrero stato uno degli ultimi grandi ca-

pitani dindustria e ci lascia una lezione fondamentale:


quella di aver saputo fare industria in modo originale.
il ricordo di Licia Mattioli, presidente dellUnione Industriale di Torino. Ha investito - spiega - sulle tecnologie
produttive pi avanzate, mantenendo per lazienda
ben radicata nelle terre di Langa, sia negli ingredienti dei
suoi prodotti pi famosi sia nellenergia e nella qualit
dei suoi collaboratori.

vanno cos forte che il gruppo ha


dovuto battagliare contro gli
imitatori in tribunale, vincendo
la causa nel 2008. Se Estath ,
e resta, un prodotto tutto italiano, cos come i forni Kinder, per
le tavolette la casa naturale
lEuropa, il continente in cui la
quota dellazienda supera il 18%.
I Tic Tac volano negli Usa: dal
film Juno al Dr. House, le
caramelle sono pi di un culto.
La doppia strategia

Difficile, per, che abbiano


sfruttato solo la leva del made in Italy: sulla confezione del
marchio Ferrero non c traccia. Naturale, si tratta di uno dei
prodotti pi distanti dal core
business. Quella di Alba una
architettura particolarmente
complessa, spiega uno studio
sul brand management del Dipartimento di Comunicazione e
Ricerca Sociale dellUniversit
Sapienza. Lazienda adotta una
doppia strategia: brand fortemente legati al core business
e alla storia del gruppo, da Rocher a Garden passando per
Pocket Coffee, e altri sostanzialmente indipendenti. Le parole dordine, da sempre, sono
diversificare, cambiare rotta.
Anche nella pubblicit. Come

coniugare, senn, il bambino di


Kinder e il maggiordomo Ambrogio che offre una pralina alla
signora in tailleur giallo? La comunicazione ha tante facce
quante ne hanno i protagonisti
di quasi cinquantanni di spot.
Allinizio degli Anni Novanta, dietro i video, cera quasi
sempre Andrea De Micheli, oggi ad del gruppo di comunicazione Casta Diva. Aveva ventanni. Affidarmeli fu una scelta coraggiosa, in cui vedo un segno dellinnovazione che ha
sempre caratterizzato la ditta,
racconta. De Micheli si arrampicava fino a Pino Torinese, le
riunioni duravano dieci ore.
Latmosfera paternalistica - ricorda - cozzava violentemente
con le innovazioni di prodotto e
di marketing. In collina, dice,
si decidevano strategie innovative, ad esempio di produrre
spot che non sarebbero mai andati in onda, solo per essere
pronti al lancio di nuovi prodotti, che magari non si sarebbero
mai lanciati, o a reagire a eventuali mosse aggressive della
concorrenza, che si sarebbero
cos potute contrastare in tempo reale. Perch Ferrero era e
doveva mantenersi un passo
avanti.

Giovanni Ferrero ha ribadito con orgoglio una visione del


mondo. Per mio padre
laspetto sociale sempre venuto prima del profitto. Delocalizzare, razionalizzare,
cassa integrazione non sono
mai state pronunciate, non
per strategia nella contrapposizione sindacale: il patto tra
le due forze ha reso quei ter-

LAPRESSE

Il saluto
della citt
Luscita
della bara
dopo la
celebrazione
in Duomo

mini per noi inconcepibili.


Persino lui. Non lo chiama
mai suo padre. Non qui, davanti a tutti. Michele ha
sempre saputo guardare
avanti. Ha sempre pensato
che la fabbrica fosse per luomo e non luomo per la fabbrica. Undici minuti di discorso, concluso citando SantAgostino: Non rattristia-

moci per averlo perso, rallegriamoci per averlo avuto.


Era quasi luna. scoppiato
un lunghissimo applauso che
non voleva finire. Non stato
lultimo della giornata.
difficile raccontare quello
che successo dopo. Le autorit sono uscite da una porta
laterale. Il premier Renzi ha
dichiarato: Sono venuto ad
Alba per onorare un grande
italiano, una storia incredibile
di talento, territorio e valori
umani. Il vescovo ha detto
nel microfono: Per favore,
aspettate che esca la famiglia
di Michele. Tutto il paese ha
aspettato in silenzio, ancora
qualche minuto. Poi si messo
in fila lungo le strade, formando una lunghissima catena
umana. Corso Coppino, piazza
Savona, corso Europa, via
Ognissanti. La carreggiata
era vuota, i marciapiedi pieni
di persone: in mezzo passava il
carro funebre fra gli applausi.
E dietro il feretro, cera la famiglia di Michele. A piedi, lentamente, tenendosi stretti,
verso il cimitero, ancora ringraziando e sorridendo. Per
lultima volta, alla fine, sono
passati davanti alla fabbrica.
E l davvero, il padrone Michele, lerede Giovanni, gli operai
della Ferrero, la citt di Alba e
questo pezzo di Piemonte antico e orgoglioso, sembravano
tutti parte della stessa storia.
Dello stesso destino.

12 .Estero

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

PUTIN IRONIZZA: BRUTTO PERDERE. MA POROSHENKO PARLA DI RITIRATA STRATEGICA. WASHINGTON: MOSCA VIOLA GLI ACCORDI

I filorussi conquistano lenclave contesa


Lesercito di Kiev lascia la citt di Debaltsevo. I ribelli issano la bandiera della Novorossia
ANNA ZAFESOVA

Perdere sempre brutto, ma


non bisogna fissarsi sulla sconfitta, la vita va avanti. Vladimir Putin commenta sarcastico la dbcle dellesercito
ucraino a Debaltsevo, consigliando ai militari di Kiev di arrendersi, e lo fa con accanto un
leader europeo, il premier ungherese Viktor Orban. la seconda vittoria russa in 24 ore:
prima la rottura dellisolamento diplomatico del Cremlino
con una visita in un Paese Ue, e
poi il trionfo militare dei separatisti. Consacrato ieri con la
bandiera della Novorossia
che sventolava sopra la citt semidistrutta dai combattimenti,
e linsediamento di un nuovo
sindaco nominato dal leader
della Repubblica popolare di
Donetsk Alexandr Zakharchenko. Ai filo-russi sono bastati tre giorni per trasformare
in realt la loro rivendicazione
dello strategico snodo ferroviario e stradale ucraino come
territorio interno dei ribelli,
esente dalla tregua di Minsk in
vigore da domenica.
Senza munizioni e ordini

Quanti militari ucraini restano


ancora nellaccerchiamento
non chiaro, ma i separatisti
parlano di centinaia di prigionieri ai quali il comandante militare di Donetsk Eduard Basurin garantisce vita e rispetto, mentre altri esponenti dei
guerriglieri minacciano di liberare solo i soldati che hanno
posato le armi volontariamen-

Ho combattuto la buona
battaglia, ho terminato la
corsa, ho mantenuto la
fede.
(Paolo, 2 lettera a Timoteo)
E tornato alla Casa del Padre

Dante Notaristefano
Avvocato
Presidente dellAssociazione
Italiana Vittime del Terrorismo
Lo annunciano con profonda tristezza la moglie Maria Morando, la iglia
Marina con Augusto Fierro, la sorella
Olga, la nipote Laura Gravina con la
iglia Francesca De Santis. Un sentito
ringraziamento al dott. Dede Cuni per
la sua professionalit ed amicizia ed
alla cara Pina Pisani per il suo affetto
ed il prezioso aiuto. Camera Ardente
nello Studio di via Crimea n. 6 dalle
ore 11 di oggi alle ore 18,30 di domani. S. Rosario venerd 20 alle ore 19,15
nella Chiesa di San Francesco di Sales,
via dei Mille 25. Funerali sabato 21 alle
ore 10 in Chiesa. Il nostro caro riposer nella tomba di famiglia in Canelli.
Torino, 18 febbraio 2015
O.F. Fantone - tel. 011.4334222

PAPA, grazie per avermi insegnato


limportanza dellimpegno per gli altri e per avere testimoniato con il tuo
esempio che anche la mitezza pu essere coraggio. Marina.

I collaboratori dello Studio Legale


Notaristefano piangono con affetto il
caro avvocato DANTE, esempio di correttezza, generosit ed umilt:
Fabrizio Mioletti
Silvia Ripa
Marta Allara
Daniele Druetta
Veronica Comito
Sonia Paolangelo

Alessandro e Tina con Alessandra e


Cristina si stringono allamica Marina
con ininito affetto e con tanta tristezza, anche nel ricordo del tanto tempo
passato insieme, per la scomparsa del
suo amatissimo papa DANTE.
Torino, 18 febbraio 2015

Mauro Ronco si stringe con affetto a


Marina per la scomparsa del

dott. Dante Notaristefano


amico carissimo che ha dato un esempio grande di giustizia e di sacriicio
nella vita politica e professionale.
Torino, 18 febbraio 2015

Via di fuga interrompere le ostilit e garan-

5000

Soldati ucraini
lasciano il
centro di Debaltsevo nodo
strategico nella
provincia
di Donetsk
dopo un lungo
assedio
Dentro la citt
erano asserragliati cinquemila soldati
di Kiev

militari
Gli uomini
dellesercito
di Kiev intrappolati nella
sacca di Debaltsevo
Alcune centinaia sono
state fatte
prigioniere
dalle forze dei
separatisti
filorussi

AFP

22

LA CURIOSIT DEL WEB

Biden troppo vicino


alla moglie del capo
del Pentagono

morti
I caduti dellesercito
ucraino negli
ultimi scontri
a Debaltsevo,
secondo Kiev
In realt,
secondo fonti
ospedaliere,
sarebbero
diverse decine

Partecipano al dolore della famiglia


per la scomparsa dell

avv. Dante Notaristefano


i colleghi:
Teresa Besostri Grimaldi di Bellino
Alessandro Bonzo
Flavio Campagna
Renzo Capelletto
Marino Careglio
Michele Carpano
Matilde Chiad
Luigi Chiappero
Assunta Confente
Michela Malerba
Fabiana Milone
Giampaolo Mussano
Magda Nicoletta Naggar Civallero
Mario Napoli
Paolo Pavarini
Antonio e Anna Rossomando
Paolo Salvini
Lauretta Sangiorgio
Tommaso Servetto
Marcello Tardy
Edgardo Trinelli
Filippo Vallosio
Gian Paolo Zancan
Francesco Zarba
Salvatore Zarba
Torino, 18 febbraio 2015

Jgor, Francesca e la famiglia Aric si


uniscono al dolore per la scomparsa di
un grande Uomo ed Amico.

Vito Bonsignore e famiglia partecipano al grande lutto per la scomparsa


del caro DANTE amico di sempre.

1 Il vicepresidente Usa

stato colto dalle telecamere


mentre sussurra qualcosa allorecchio della moglie del
neo segretario alla Difesa,
Ashton Carter. E il Web impazzito: cosa le avr detto?
Ritrae Biden mentre si china,
molto vicino e con fare confidenziale, verso Stephanie
Carter, durante la cerimonia
dinsediamento del marito a
capo del Pentagono.

Il Sindaco di Torino, la Giunta, il Presidente del Consiglio Comunale, i


Consiglieri Comunali, i Presidenti e i
Consiglieri di Circoscrizione uniscono
il loro cordoglio al grande dolore dei
familiari per la scomparsa dell

avv. Dante Notaristefano


gi Consigliere Comunale e
Presidente AIVITER
Torino, 19 febbraio 2015

Nel ricordo di DANTE e dei sereni anni


professionali trascorsi insieme, si stringono al dolore di Marina gli avvocati:
Maria Luisa Barale
Sergio Bersano
Bruno Boario
Marco Dastr
Anna Garellis
Fabrizio Mioletti
Giovanni Nigra
Adele Olivero

E stato esempio e riferimento di democrazia e libert, addolorato partecipo al cordoglio della famiglia e dellAiviter. Luciano Borghesan

Roberto, Gabriella, Jacopo e Arianna


abbracciano forte Marina e Augusto
in questo triste momento.

Roberto Macchia associati e collaboratori di studio tutti si stringono forte


a Marina Notaristefano in questo momento di grande dolore.

E mancato
Avvocati, collaboratori e segretarie
dello Studio Avvocato Chiusano si
stringono a Marina nel ricordo del suo
caro PAPA uomo giusto e coraggioso.
Torino, 18 febbraio 2015

Il Consiglio dellOrdine degli Avvocati


di Torino, abbracciando la consigliera
Marina Notaristefano, ricorda con riconoscenza e gratitudine

Dante Notaristefano
per la sua autorevole, affettuosa e
molto apprezzata attivit negli Ufici
Giudiziari e per suo impegno a ianco
dellAvvocatura torinese negli anni bui
del terrorismo.
Torino, 18 febbraio 2015

Giovanni Comino
anziano Westinghouse
Lo annunciano con dolore la moglie
Germana e tutta la sua cara grande famiglia. Rosario stasera ore 18,30 parrocchia Ges Buon Pastore. Funerali
venerd 20 febbraio ore 10 medesima
parrocchia.
Torino, 18 febbraio 2015
O.F. Eurofunerali - tel. 011.389335

Improvvisamente mancata

Maria Teresa Cordero


ved. Tenivella
anni 84
Addolorati lo annunciano il iglio
Mauro, la sorella Paola ved. Gargano,
la cognata Luigina ved. Mussa, cugini,
nipoti e parenti tutti. Funerali in Rivoli
venerd 20 febbraio ore 15 parrocchia
San Bernardo, via Alpignano. S. Rosario questa sera alle ore 18,45 nella
stessa parrocchia.
Rivoli, 18 febbraio 2015
O.F. Baudano - tel. 011.9585038
E mancata allaffetto dei suoi cari

Graziella Morino
ved. Guassora
di anni 75
Ne danno lannuncio: la sorella Marisa, il nipote Danilo, Tania e parenti
tutti. I Funerali avranno luogo venerd
20 febbraio alle ore 15 nella chiesa di
San Antonino di Susa, ove Graziella
giunger da Pordenone. Seguir la tumulazione nel Cimitero di San Antonino di Susa. Si ringrazia in dora quanti
vorranno partecipare.
S. Antonino di Susa, 19 febbraio 2015

Tutti gli amici dello Studio Tosetto,


Weigmann e Associati sono affettuosamente vicini ad Alberto per la perdita del padre

avv. Giancarlo Bava

te. Nella sacca cerano circa 5


mila uomini, decine dei quali ora
si possono vedere trascinarsi
sulla strada verso Artiomovsk,
raccontando di giorni infernali,
di fame, freddo, bombe, paura
ma soprattutto caos. Nonostante il presidente ucraino Petro
Poroshenko si sia vantato di una
ritirata pianificata e organizzata, i suoi soldati raccontano una
disfatta e una fuga, dopo essere
rimasti senza rifornimenti e senza ordini del comando. Lo Stato
maggiore di Kiev ammette 22
caduti, ma diverse fonti parlano
di decine di corpi allobitorio di
Artiomovsk. La missione della
Osce non riesce a visitare la citt, nonostante lappello di Federica Mogherini ai guerriglieri di

La Bispen Costruzioni srl esprime le


pi sentite condoglianze per la scomparsa del

cav. Michele Ferrero


Torino, 19 febbraio 2015
La Direzione e i dipendenti di Solve.it
partecipano commossi al dolore della
famiglia per la scomparsa di

Michele Ferrero
con un pensiero deferente alla grandezza delluomo e dellimprenditore.
Torino, 19 febbraio 2015
La societ Adacta Marketing Research,
con tutti i suoi collaboratori, partecipa
commossa alla scomparsa del

cav. Michele Ferrero

Alberto Cais
deceduto il 17 febbraio 2015.
Torino, 19 febbraio 2015

Laura, Elena e Stefania Bogliano, unitamente a tutti i collaboratori della


ditta Bogliano srl, addolorati per la
scomparsa del signor

Michele Ferrero
esprimono ai familiari il loro pi profondo cordoglio.
Alba, 18 febbraio 2015
Presidenza, Direzione e collaboratori
della societ Geit S.p.A. partecipano
al lutto della famiglia e del Gruppo
Ferrero per la scomparsa del

cav. Michele Ferrero


Alessandria, 18 febbraio 2015
Gli Amministratori e i Collaboratori
della Giusto Faravelli S.p.A. si uniscono al lutto della famiglia e del Gruppo
Ferrero per la perdita di un grande
uomo e di un grande imprenditore
Signor

Michele Ferrero
Milano, 18 Febbraio 2015

Luigi Quaranta e famiglia partecipano


profondamente al lutto per la prematura perdita dellapprezzata collaboratrice

geom. Silvana Enrietti


Torino, 17 febbraio 2015

Gabriella con Sara, Massimo, Stefano


con Maria e Ludovico sono vicini a zia
Gianna, Andrea e Cristina per la scomparsa di zio

Luciano Zalone
Ann Arbor - Torino, 19 febbraio 2015

Rosa, Gianmaria, Isabella e Daniela


partecipano al dolore per la scomparsa di GIANNI.

I cugini Basso e Icardi partecipano con


affetto al vostro grande dolore.

Tutti i colleghi dello Studio Quaranta


partecipano al dolore di Giampiero e
famiglia per la perdita di

Silvana Enrietti Audero


(Agata)
Torino, 18 febbraio 2015

Schiaffo alla diplomazia

Poroshenko ieri sera volato ad


Artiomovsk, a stringere le mani
dei feriti e premiare con la stella
di Eroe ucraino il comandante
della 128sima brigata alpina che
ha difeso Debaltsevo. Ai soldati
ha detto che la Russia si coperta di vergogna. Ma questa constatazione, insieme alla solidariet di Washington (che ha pure accusato i russi di violare gli accordi) e Bruxelles, che ieri hanno
senza mezzi termini accusato i
separatisti e la Russia di non aver
rispettato la tregua di Minsk, non
riesce a nascondere che lesercito
ucraino stato di nuovo fatto a
pezzi, e che gi dopo laccordo di
pace Kiev ha perso un altro pezzo
di territorio. I separatisti, secondo il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, hanno usato
a Debaltsevo le pi moderne armi russe. E nei video dei guerriglieri ieri apparso un uomo
che assomiglia troppo al generale
Alexandr Lenzov, vicecomandante delle truppe terrestri dellesercito russo. Che lo schiaffo
agli ucraini non sia stato dato solo da ex minatori e trattoristi,
come ironizza Putin alimentando
il mito sovietico del Donbass proletario, non ormai un segreto
per nessuno. Le apparenze per
non sembrano pi preoccupare
nemmeno il presidente russo,
che ieri ha dimenticato il suo ruolo di garante della pace per
gioire delle sconfitte che il nemico deve imparare a mandare gi.

Ciao

Adriana Navone
Milardi
ricordando con affetto tutti i giorni
spensierati. Peppina.

I nipoti Antonino con Riccardo e Simonetta con Roberto ed Alberto si


stringono con affetto allo zio Mom
nel dolore per la perdita dellindimenticabile zia ADRIANA.

Lidia Revelli con Liliana, Paolo e igli


commossa partecipa al dolore di Miranda e Mom.

Napoli, 18 febbraio 2015

Torino, 18 febbraio 2015


LADAEM ricorda il socio

tire laccesso illimitato agli osservatori europei.

Maurizio, Francesco, Vittorio, Alessandro, Luca, Claudio, Alessandro e tutti


gli amici di via Mestre sono vicini ad
Andrea per la perdita del suo pap

Luciano Zalone
Milano, 19 febbraio 2015

ANNIVERSARI

2002

2015

Mario Magnetto
Con laffetto di sempre ti ricorderemo sabato 21 febbraio 2015 ore 18.
S. Messa presso la chiesa parrocchiale
di Almese
Almese, 15 febbraio 2015

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

il caso
PAOLO RUSSO
ROMA

n decalogo per impedire


nuovi casi Stamina in
Italia. Dallabrogazione
del decreto Balduzzi che autorizzava la sperimentazione del
metodo Vannoni a regole pi
ferree per impedire luso a volte
un po troppo disinvolto dei minori in Tv e a consulenti medici
dei giudici realmente esperti
della materia. Sono solo alcune
delle dieci proposte contro il
business delle truffe sanitarie,
avanzate ieri dalla Commissione sanit del Senato a conclusione dellindagine conoscitiva
sulla vicenda Stamina. Un testo, quello messo a punto dai senatori e presentato dal relatore
Luigi DAmbrosio Lettieri, che
punta soprattutto a disinnescare la mina giudiziaria, quella
che in questi mesi ha finito per
disorientare malati e opinione
pubblica con sentenze che una
volta autorizzavano e una volta
vietavano quelle misteriose infusioni che hanno portato sul
banco degli imputati Vannoni e
soci. Ora pronti a patteggiare
pur di evitare il carcere. Occorre predisporre - si legge nelle conclusioni - proposte legislative per intervenire sui provvedimenti giudiziari che autorizzano trattamenti terapeutici
di non comprovata efficacia.
Una museruola da applicare
anche ai provvedimenti gi in
fase di esecuzione.
Ma dagli enunciati la Commissione passa poi ad avanzare
alcune proposte specifiche in
merito. Come quella che prevede nei giudizi la partecipazione
obbligatoria del Pm, il quale
pu proporre tutti i mezzi di impugnazione previsti da Codice
di procedura civile. E se il giudice ha gi autorizzato saranno
Ministro della salute ed autorit sanitarie competenti a poter
impugnare in qualsiasi momento le sentenze.
Proposta anche la revisione
del decreto Turco-Fazio sulle cure compassionevoli. Ma a
questo ci ha gi pensato la Lorenzin con il nuovo decreto
che autorizza le terapie solo
caso per caso e dinanzi a una
documentazione che ne dimostri la validit almeno sul piano teorico.
Basta poi a periti medici improvvisati. Come il caso degli
esperti pescati pi di una volta dalla ristretta cerchia dei
medici pro- Stamina. Ora i
senatori propongono di introdurre anche in Italia i cosiddetto standard di Daubert utiliz-

U
Minori
in tv
nuove
regole
1 Stop

alluso
un po
troppo
spregiudicato
dei minori
in tv con
ladozione
di nuove
linee guida
che
dovranno
essere
individuate
dalla
Commissione
Proposta
anche la
revisione
del decreto
TurcoFazio
sulle cure
compassionevoli

Anteprima
NANDO DALLA CHIESA
ROMA

Dal Senato decalogo anti-Stamina


Cos impediremo nuove truffe
Conclusi i lavori della commissione: necessario anche un parere del pm
zato dalla Corte suprema statunitense e che, in pratica, permette di verificare che il metodo utilizzato dal consulente per
constatare la validit del trattamento si attendibile scientificamente. La Commissione propo-

ne anche la creazione di una rete territoriale di assistenza e di


supporto informativo, per i malati, iniziative di comunicazione istituzionale, il rafforzamento dellautonomia dei comitati
etici che autorizzano le speri-

mentazioni negli ospedali. Stop


infine alluso un po troppo
spregiudicato dei minori in Tv
con ladozione di linee guida ad
hoc. Intanto la senatrice a vita
per meriti scientifici, Elena
Cattaneo, chiede ai media di

Ricerca

i sono vicende giudiziarie che hanno il


potere di illuminare
lo stato di un Paese. stato cos
per il maxiprocesso di Palermo,
per Tangentopoli, o per loperazione Crimine-Infinito, che nel
2010 ha scoperchiato il potere
della ndrangheta su pezzi interi
della Lombardia. Mafia Capitale
sicuramente una di queste. E
arriva dopo di queste, quasi a denunciare uno spirito pubblico in-

contribuire da subito a decretare la fine di questa triste vicenda dissociando Stamina da parole di ben altro valore sociale,
civile e medico quali: terapia,
cura, metodo, trattamento sanitario.
INTERVENTO DI Elena Cattaneo
A PAGINA 21

Dieci
proposte
contro
il business
delle truffe
sanitarie,
avanzate
ieri dalla
Commissione
sanit
del Senato
a conclusione
dellindagine
conoscitiva
sulla vicenda
Stamina

Occorre predisporre
proposte legislative
per intervenire sui
provvedimenti
giudiziari che
autorizzano
trattamenti
terapeutici
di non comprovata
efficacia
Luigi Lettieri
Senatore
della Repubblica

Andolina fa retromarcia
Quel metodo morto
Lex vice di Vannoni
scrive a Guariniello:
Dia il via libera
al patteggiamento
PAOLA ITALIANO
TORINO

Labiura arrivata via mail


pochi minuti prima dellinizio
dellultima udienza utile per
tornare sui suoi passi: Quanto
allo strumento dei ricorsi al
Tar o presso altre giurisdizioni, considerato che lesperienza Stamina ormai morta, mi
impegno a non intraprenderne
o intervenirvi sotto qualsiasi
forma. Marino Andolina, il
numero due di Stamina, ha fatto marcia indietro. Ha presentato una nuova richiesta di patteggiamento chiedendo il pare-

re favorevole del pm Raffaele


Guariniello, che lo accusa insieme a Vannoni di associazione a
delinquere e truffa. E che aveva dato parere negativo alla
prima richiesta, dopo il post su
Facebook in cui il medico di
Trieste si dichiarava disponibile a sostenere le famiglie che
intendano andare avanti con il
ricorso al Tar contro il Ministero che aveva bocciato il metodo
Stamina.

18
marzo
la data
in cui
prevista
la decisione
del gup
sulla richiesta
di patteggiamento
Marino Andolina

Parere positivo

La richiesta non stata ancora


formalizzata. Ma il passo indietro quello che la procura voleva: non solo limpegno a chiudere le attivit di Stamina in Italia
e allestero - ribadito nel messaggio - ma anche la rinuncia a
qualsivoglia ricorso (anche solo
ad adiuvandum) che apra un
nuovo fronte giudiziario che alimenti attese e speranze.

Decisione a marzo

dunque quasi certo che alla


data del 18 marzo, quando
prevista la decisione del gup, si
arrivi con un accordo tra accusa e difesa identico a quello di
prima, un anno e nove mesi (un
anno e dieci mesi quello gi raggiunto per il padre di Stamina,
Davide Vannoni). Lultima incognita: il gup Potito Giorgio ac-

Mafia Capitale, quel mondo di mezzo


che rivela lo stato di un Paese
Uno spirito pubblico intriso di corruzione e crimine

Si intitola Mafia Capitale, latto di accusa


della procura di Roma (ed Melampo), ed il
libro scritto da Gaetano Savatteri e Francesco
Grignetti sullo scandalo che ha scosso Roma.
Pubblichiamo lintroduzione scritta da Nando
dalla Chiesa.

Cronache .13

triso di corruzione e crimine come costante della nostra storia


nazionale. Mostra unillegalit resistente alle leggi, alle indignazioni, al discredito internazionale,
perfino alle sanzioni penali.

Materiale giudiziario

Come in un film

E ci parla della capitale dItalia,


della natura e dellorganizzazione
degli interessi che la dominano,
dellaqualitdellepersoneacuil,a
Roma, nel Lazio, si piegano o conformano i titolari delle istituzioni.
Racconta un potere occulto ai cittadini ma ben noto a chi dovrebbe
contrastarloinnomeloro.Volendo
usare un linguaggio cinematografico si potrebbe dire che mette in
scena lorgia della corruzione...

La copertina
Ecco come
si presenta
il volume
che tratta
di Mafia
Capitale, latto
di accusa
della procura
di Roma

Per luso che ne faranno i Tribunali si tratta di materiale giudiziario. Per lopinione pubblica di un
paese libero e civile, e non solo
per gli studiosi, si tratta di una importantissima documentazione
sociale, che spazza via ipocrisie e
retoriche doccasione e pone in
una dimensione realistica vita
pubblica e pubbliche carriere. Di
nuovo. Al di l di ogni ricorrente
rimozione.
I cittadini che si accapigliano
in nome delle loro ideologie e definiscono le loro diversit a partire
dal proprio credo politico vengono a sapere che quasi tutto finisce
invece per mescolarsi nel famigerato mondo di mezzo, stanza di

coglier pene sembrate a molti


troppo basse? Basse per la gravit delle accuse e la pervicacia
con cui, secondo Guariniello,
Vannoni e gli altri 12 imputati
avrebbero perseguito il disegno
criminale di portare Stamina
da uno scantinato agli ospedali
di mezzo mondo. Ieri, Guariniello ha chiesto la condanna
per i due indagati che hanno
scelto il rito abbreviato. Uno
Marcello La Rosa, direttore generale dellIres Piemonte (Istituto di ricerche economiche e
sociali), per cui ha chiesto 3 anni e 4 mesi e 5 anni di interdizione dalla professione medica:
Come pu un medico dimenticare le regole della sua professione e tramare con Vannoni?,
ha detto il pm in aula. Non pedina nelle mani di un abile giocoliere, ma egli stesso giocoliere. Laltro Carlo Tomino, ex
dirigente Aifa, che ha sempre
sostenuto che quando diede il
via libera al metodo non sapeva
che Stamina fosse Stamina.
Una mail dimostrerebbe il contrario: Mente sapendo di mentire, ha concluso il magistrato,
chiedendo la condanna a un anno e 8 mesi.

compensazione e crocevia di appetiti e di ambizioni. Vengono a


sapere che la solidariet, proprio la solidariet della Costituzione, pu essere pretesto per
profitti vergognosi; anzi, che le disgrazie degli ultimi sono manna
per il cosiddetto terzo settore,
per un no-profit che di profitti ne
ingoia invece tanti e sulla pelle degli esseri umani pi indifesi e
sventurati.
I luoghi comuni

I cittadini che si misurano con


queste pagine devono anche ricredersi sui luoghi comuni che
vogliono poteri felpati e irraggiungibili (i celebri mafiosi in
doppiopetto e che parlano in inglese) veri registi di affari e di trame. E devono scoprire che i registi, i veri capi di tanti ambiziosi e
ambiziose esponenti del potere
politico, sono personaggi che nella loro biografia mescolano la galera e il dialetto da suburra. Che a
costoro si inchina in tanti momenti della giornata il Palazzo
della capitale....

14 .Cronache

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

BERLUSCONI AVREBBE PAGATO PER IL SILENZIO, ORA IL PROCESSO RISCHIA LA REVISIONE

LASSESSORE BORSELLINO

Palazzine, ristoranti
e persino un pastificio
Ecco la Ruby milionaria

Nicole salva
se fosse stata
portata subito
in ospedale
CATANIA

Tra Messico e Dubai, a caccia del tesoro di Karima


Cameriera

PAOLO COLONNELLO
MILANO

Le ultime tracce di Karima El


Marhoug si perdono in unintervista rilasciata a Novella
2000, dove Ruby Rubacuori si
era rivenduta come cameriera in un ristorante di vip a
Milano: Ho trovato un lavoro.
Sono tutti convinti che io sia
straricca, ma se avessi avuto i
famosi 5 milioni di Berlusconi,
sarei qui a fare la cameriera?.

Frode fiscale
Unannoe11mesi
aMannheimer

Nellultima
intervista a
Novella 2000
Ruby aveva
raccontato
di lavorare
in un
ristorante

Mance generose

90
mila euro
Per una settimana
di vacanze
alle Maldive
insieme
al suo
attuale
fidanzato

Probabilmente, a fare la differenza, devono essere state le


mance visto che in procura,
negli ultimi due anni, risultano
per lex minorenne di Arcore,
spese da milionaria. Vediamo:
7.000 euro per festeggiare lo
scorso dicembre tre anni della
sua bambina, iscritta in una
scuola privata; tra i 60 e i 90
mila euro per una settimana
alle Maldive insieme al suo
nuovo compagno; 14 mila euro
pagati per comprargli una moto, 25 mila euro versati in contanti a un commercialista, le
astronomiche spese di taxi per
viaggiare settimanalmente da
Genova a Milano, abiti firmati.
In Messico e a Dubai

Per non parlare delle propriet che le vengono attribuite in


Messico, a Baia del Carmen,
dove la povera cameriera possiede due intere palazzine con
mini appartamenti affittati,
un ristorante e un pastificio.
La specialista in cavolate,
raccontate specialmente in
tribunale, pare poi sia molto
prodiga di regali, borse e scarpe ad amiche e amici, roba di

1 Il sondaggista Re-

nato Mannheimer, accusato di associazione


a delinquere per una
presunta frode fiscale
da circa 10 milioni di
euro, ha patteggiato
1 anno e 11 mesi con
la sospensione condizionale della pena. Il
gup di Milano Cristina
Di Censo, nel ratificare il patteggiamento,
ha spiegato nelle motivazioni che il presidente dellIspo ha risarcito integralmente
il danno tributario,
versando all Agenzia
delle Entrate circa 6,3
milioni di euro. Il gup,
inoltre, ha spiegato
che il sondaggista ha
assunto nel procedimento un atteggiamento remissivo, leale e collaborativo.

lusso che poteva permettersi


per delle regolari consegne in
contanti ricevuti negli ultimi
mesi a botte di 14-15 mila euro
per volta. Insomma, un tenore
di vita non esattamente da cameriera, per dirla con le parole dei pm, incompatibile con i
redditi dichiarati. Per questo
i magistrati hanno preparato
una rogatoria da avviare in
Messico e non si esclude nemmeno Dubai. Valore? Qualche
milione di euro. Ma dove li ha
presi questi soldi Karima? E
soprattutto, perch?
Gli appunti di Karima

Alcune vecchie intercettazioni (Lui mi ha detto: fai la pazza, racconta caz..te e io ti coprir doro) e un appunto
scritto da Ruby ritrovato durante linchiesta sui bunga
bunga (4 milioni e mezzo)
aiutano a svelare il mistero.
Che potrebbe costare una revisione in Cassazione del processo in cui Silvio Berlusconi
stato assolto dalle accuse di
concussione e di prostituzione
minorile. Ludienza prevista
per il 10 marzo

14
mila euro
Per la moto
acquistata
da Ruby
al suo
fidanzato

7
mila euro
Per i festeggiamenti
dei tre anni
della sua
bambina

Berlusconi preoccupato

C molta agitazione attorno a


questa nuova vicenda che rischia di far tornare al punto di
partenza Berlusconi e svelare
nuovi retroscena sulle cene
eleganti di Arcore. Per la
Procura, soldi, case e ville cedute alla ventina di ragazze
perquisite, non erano tanto
uno stipendio per il danno
dimmagine subito dal processo, quanto il prezzo di un silenzio. E di false testimonianze. Risulta infatti che a fine
2013, poco prima che scattasse linchiesta Ruby tre, Berlusconi avrebbe fatto avere alle sue pi assidue ospiti una
liquidazione da 25 mila euro
ciascuna. Un bonus che le
avrebbe tacitate per un paio di
mesi, poi le giovani avrebbero
chiesto ancora soldi e sarebbero iniziate le consegne in
banconote da 500 euro attraverso il ragionier Spinelli. Lattenzione sul ruolo svolto dallavvocato Luca Giuliante che,
secondo la procura, avrebbe
avuto il compito di gestire le
richieste di denaro di Ruby a
Berlusconi.

La piccola Nicole si sarebbe


potuta salvare se fosse stata
portata subito al Pronto soccorso di un ospedale, che
per legge ha lobbligo di accogliere un codice rosso al
di l della disponibilit di posti letto: cos lassessore regionale alla Salute della Sicilia, Lucia Borsellino, ha commentato davanti allassemblea regionale il caso della
piccola Nicole, la neonata
morta in ambulanza, a Catania, a poche ore dal parto
perch non si trovato un
Pronto soccorso disponibile
ad accoglierla. Per lassessore regionale, inoltre, il rifiuto al ricovero per mancanza
di posti letto illecito e configura il reato di omissione di
soccorso e di omissioni di atti
dufficio, ipotizzabile inoltre il reato di interruzione di
servizio di pubblica necessit. Trasmetteremo alle
Procure di Catania e Ragusa
la relazione durissima fatta
al Parlamento regionale dallassessore Borsellino sulla
morte della piccola Nicole,
ha detto il governatore della
Sicilia, Rosario Crocetta, al
termine delle comunicazioni
dellassessore, Secondo Crocetta, a questo punto, consideriamo rientrate le dimissioni della Borsellino.

PROTESTA DI LEGA E FI

Trasporti,
il garante vede
i vertici di Uber
tra le polemiche
TORINO

Insulti al detenuto suicida


Convocato il capo delle carceri
Sul sito del sindacato Alsippe: Un rumeno in meno
I vertici del Dap: Se sono agenti, verranno puniti

il caso

suicidi
Dallinizio
dellanno
sono gi sei i
suicidi in cella

FABIO POLETTI
MILANO

Pi corda
e sapone
Uno dei
commenti
pubblicati
sul sito
Alsippe. Tra
gli altri si
pu leggere
anche meno uno e
un rumeno
in meno

43

ul sito del sindacato di


polizia penitenziaria Alsippe si erano scatenati
nel modo peggiore: Ci vogliono pi corde e sapone,
Un rumeno in meno. Ma
quei commenti sul suicidio di
un detenuto rumeno nel carcere di Opera alle porte di
Milano, non sono andati gi
al ministro della Giustizia
Andrea Orlando che, pressato da pi parti, ha convocato
in via Arenula il capo dellamministrazione penitenziaria
Santi Consolo. Comportamenti inqualificabili che non
si possono pi ripetere, scri-

morti
vono dal ministero. Perch non
c giustificazione possibile al
delirio partito sulla pagina Facebook di una delle tante sigle
sindacali degli agenti, che
quattro giorni fa aveva postato
la notizia del suicidio di Ioan
Gabriel Barbuta, 39 anni, che
si era impiccato in cella dove
stava scontando una condanna
allergastolo per lomicidio di
un anziano avvenuto nel 2007.

Il Dap e lo stesso ministero


vogliono sapere se gli autori di
quei post sono agenti penitenziari. Che senza scrupoli hanno scritto sulla pagina Facebook del sindacato frasi come:
Consiglio di mettere a disposizione pi corde e sapone,
Meno uno, Lui morto ma
ora vedrete che indagheranno
i nostri colleghi. I commenti
sono gi stati cancellati dal si-

Lanno scorso
43 detenuti si
sono tolti la
vita in carcere

to del sindacato degli agenti


penitenziari. LAlsippe prende
ovviamente le distanze: Abbiamo ritenuto opportuno
cancellare quei commenti perch non sono assolutamente
condivisibili e hanno ingenerato una strumentalizzazione tale da comportare un possibile
danno di immagine al Corpo di
polizia penitenziaria. Non
una parola invece sul rumeno
suicida, il sesto in carcere dallinizio dellanno, con un trend
destinato a crescere rispetto ai
43 suicidi in cella dellanno
scorso. Non un commento sul
disagio nelle carceri sovraffollate. Ma quelle frasi shock contro il rumeno suicida hanno
provocato numerose reazioni
nel mondo sindacale e politico.
Il vicecapo del Dap Luigi Pagano assicura che una vicenda
indegna, se sono stati agenti a
scrivere ci saranno sanzioni.
Il sindacato degli agenti Sappe
altrettanto duro: Esultare
per la morte di un detenuto
cosa ignobile e vergognosa. Il
suicidio in carcere sempre,
oltre che una tragedia personale, una sconfitta per lo Stato. Fuori dal coro di politici
che hanno chiesto lintervento
del ministro della Giustizia si
mette solo Matteo Salvini della
Lega: Quei commenti sono
sbagliati ma c il disagio degli
agenti. Non dico che giustifico,
ma capisco.

A sorpresa, il garante dellAutorit dei trasporti, Andrea


Camanzi, ha ricevuto ieri, e
non oggi come annunciato, i
vertici di Uber, il colosso Usa
che con la sua app che trasforma tutti in autisti di auto pubbliche, ha fatto infuriare i tassisti i quali, laltroieri, hanno
assediato e tentato di espugnare lala del Lingotto dove
sono ospitati gli uffici dellAuthority. E forse sta proprio qui
la spiegazione del presunto
misundestanding sulla convocazione. Poco prima di Uber
(4 manager, compresa la Lucini, bersaglio di ogni maledizione dei tassisti), sono stati
auditi anche i rappresentanti
degli Ncc, i noleggiatori con
conducente. Cosa si sono detti? Ognuno ha spiegato i problemi e le caratteristiche del
proprio lavoro in modo che
Camanzi e i suoi uffici, come
annunciato, possano entro
aprile individuare e segnalare, se sar il caso, a Governo e
Parlamento eventuali modifiche da fare alla legge che regola il settore dal lontano 92, oppure emanare direttamente
atti di regolazione del mercato. Camanzi deve dimettersi:
non si tratta con i fuorilegge di
Uber tuonano per Lega e
Fratelli dItalia. E perch? -
la replica - Teoricamente il
Garante potrebbe anche arrivare alla conclusione che
Uber illegale e suggerire la
sua chiusura.
[B.MIN.]

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Fuksas: Stravolto
il mio grattacielo
Restituitemelo

Le cifre

202
milioni
Il prezzo proposto nel 2012
dalla cordata di imprese che si
aggiudicarono lappalto

13.000
euro
Il minor costo legato alle varianti, pi altri 500 mila euro
destinati a spese tecniche

Torino, visita allopera con larchistar


La Regione: conosceva gi le varianti

non sono stato messo al corrente - protesta linteressato -, che


hanno snaturato il progetto
esecutivo. Varianti comunicate a tempo debito ad un exesponente del suo studio, replica la giunta-Chiamparino, alle
prese con una patata bollente
ereditata dalle precedenti amministrazioni. Vai a capire. Un
altro interrogativo riguarda la
direzione artistica, prevista e
poi negata allarchitetto.

il caso
ALESSANDRO MONDO
TORINO

200
metri
Laltezza
del
grattacielo
che
accorper
tutti gli
uffici della
Regione
Piemonte

20
milioni
La parcella
pagata
a Fuksas:
secondo
la Corte
dei Conti
la cifra
eccessiva

raticamente un turbine.
Si verificato a Torino
quando Massimiliano
Fuksas ha fatto un blitz nel cantiere del grattacielo che accorper gli uffici della Regione Piemonte, lultima volta fu nel
2012, scrivendo un altro capitolo su un enigma alto 200 metri.
Enigma finito sotto i riflettori di
Corte dei Conti e della Procura:
la prima indaga sulla congruit
della parcella riconosciuta al
progettista, circa 20 milioni, e
sulla mancanza di una nuova
gara quando il progetto venne
trasferito dallarea Spina uno a
quella ex-Fiat Avio; la seconda
sulle varianti in corso dopera e
sui subappalti.
Blitz al cantiere

Ieri mattina abbiamo seguito


Fuksas in cantiere. Il tempo di
varcare lingresso e sgrana gli
occhi. Il battuto esterno in pietra di Luserna, come da progetto esecutivo? Abolito. I pilastri di sostegno? Pi grandi di
quelli calcolati, a scapito della
superficie di calpestio. I pavi-

Cronache .15

Le indagini

Hanno utilizzato
materiali diversi e pi
economici: dove sono
i soldi risparmiati?
Massimiliano Fuksas
Architetto
REPORTERS

menti? In cemento e non in legno. Le vetrature che avrebbero dovuto rivestire le pareti interne dei piani? Sostituite con
pannelli in cartongesso. Nessuna traccia delle scale mobili
previste per collegare lingresso al mezzanino.
Quando Fuksas capisce che
anche il pavimento verde Alpi, immaginato al piano terra,
rimasto una chimera, esplode:
Vede? Hanno cambiato non solo lesterno ma anche le finiture
interne. Chi ha deciso queste

modifiche, e perch? Dove sono


finiti i soldi risparmiati, visto
che si tratta di soluzioni a basso
costo?. Chiede spiegazioni,
senza ottenerle.
La buona notizia che il pap della torre e Sergio Chiamparino, dopo qualche battibecco a mezzo stampa, hanno deciso di vedersi a quattrocchi; comune, pare, la volont di trovare la quadra, chiudendo contenziosi ormai stagionati. La visita
al cantiere segna la volont di
Fuksas di riprendere le redini

Lincontro

della situazione. Per salvare il


salvabile, dice al cronista una
volta sbollita la rabbia.

Dopo qualche
confronto
acceso,
il governatore
del
Piemonte
Chiamparino
e larchitetto
Fuksas sono
pronti a incontrarsi

Nodi in sospeso

Anche cos, sulla torre in costruzione in zona Lingotto parecchie cose non tornano: progettata da Fuksas sulla base di
un concorso vinto parecchi anni fa e disconosciuta dal medesimo, nel 2013, a seguito di
una serie di varianti migliorative proposte dallimpresa in
corso dopera. Varianti di cui

Le prime scosse, giudiziarie,


sono giarrivate: sei indagati
per turbativa dasta e corruzione (tre dei quali funzionari o exfunzionari dellente pubblico);
il direttore dei lavori si dimesso; la Regione si affidata a due
docenti del Politecnico per terminare ledificio senza nuove
sorprese.
Una vera matassa, a fronte di
numeri con la maiuscola: nel
2012 il grattacielo venne aggiudicato a una cordata di imprese: il prezzo proposto fu di 202,3
milioni rispetto ad una somma
base gara di 255,9. Esigua la diminuzione dei costi legata alle
varianti: 513 mila euro. Di questi, si legge nella relazione della
Regione, 500 mila euro da destinarsi a spese tecniche di progettazione e 13.191 in termini di
minor costo a carico della societ. Nonch una diminuzione del
tempo di esecuzione dellopera
pari a 60 giorni lavorativi. Cui
prodest?

Gli attori
Monica
Bellucci, 50
anni, la
Bond Girl
di Daniel
Craig
(a destra),
che indossa
per la quarta
volta i panni
dellagente
segreto
pi famoso
al mondo

il caso
FULVIA CAPRARA
ROMA

La scelta
Per evitare
ingorghi
in zone
normalmente critiche,
alcune
location
non sono
state
concesse

I costi

La sicurezza

In azione
Daniel W. Craig,
47 anni, in una
scena di
Quantum
of Solace

ANSA/ANGELO CARCONI

Strade chiuse, auto a singhiozzo


007 ferma anche il traffico di Roma

Via alle riprese di Spectre, ultimo film della saga di James Bond
segnaletica e con 48 ore di
anticipo.
Individuare gli scenari
romani del 24 titolo della
saga 007, non stato facile.
Alcune location, come lincrocio sopra via Quattro
Fontane, a poca distanza
dal Quirinale, sono state
scartate per evitare ingorghi epocali. Meglio la zona
della Nomentana, centrale,
ma non troppo, caratterizzata
dal verde di Villa Torlonia, e
dalla quiete delle stradine adiacenti: E una grande opportunit - ha detto ieri il sindaco Marino accogliendo in Campidoglio il protagonista Daniel Craig
e la bond-girl Monica Bellucci
in abito rosso fuoco -, unottima

vetrina e una pubblicit internazionale per Roma.

LA STAMPA

Via

le

Go

riz

ia

Piazza
Trasimeno

VIA NOMENTANA

rita
he
arg
M

Per motivi di sicurezza il traffico di via Nomentana e delle traverse coinvolte nelle riprese sar bloccato in entrata e in uscita e saranno predisposti blocchi
dei vigili. Sempre per evitare
problemi, la sequenza sar filmata dal regista Sam Mendes
tra le 21 e le 6 e, quasi sicuramente, in una delle prime due
domeniche di marzo. Prima di
organizzare il set stata effettuata una simulazione di sicurezza stradale, con regolare

AFP PHOTO / TIZIANA FABI

a
gin
Re
le
Via

James Bond,
paracadutato, atterrer
su Ponte
Sisto, lasciato come set
al costo
di 1667
euro
al giorno

entili condomini , preparatevi a chiusure di strade, parcheggi inagibili,


traffico pedonale a singhiozzo,
auto lanciate a a tutta velocit
nel cuore della notte. Mentre il
grande cinema sbarca nella Capitale con le riprese di
Spectre, da oggi al via nella
zona dellEur, intorno a piazza
Gianni Agnelli, trasformata nel
cimitero del Verano, i residenti
nelle zone interessate dalle riprese ricevono lettere degli amministratori che annunciano imminenti fastidi. Sulla via Nomentana, superata Porta Pia,
nel tratto compreso tra viale Gorizia e via Reggio Emilia, sar girata solo in orario notturno per
ridurre i disagi, una scena che
prevede passaggi di due auto
sportive a velocit sostenuta.

ria

nd

a
ss

le

aA

Vi

ROMA

Porta Pia

VIALE REGGIO EMILIA

Piazza
A-90
Salerno

I soldi al Comune

La lavorazione del film, cui partecipano anche 10 studenti del


Centro Sperimentale, porter
alla capitale tra i 600mila e il
milione di euro di introiti (solo il
Ponte Sisto, dove Bond dovrebbe atterrare con il paracadute,
costa 1667 euro al giorno) e andr avanti per circa 3 settimane, anche se i due divi resteranno a Roma una decina di giorni.
Il pericolo di incidenti sempre
in agguato: ieri, mentre il sindaco, il ministro Franceschini e le
star si scambiavano doni, tre
persone della troupe sono rimaste ferite a Solden, in Tirolo.

16

.GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

ECONOMIA
FINANZA

Il punto
della
giornata
economica

Italia

&

FTSE/MIB
+1,85%
FTSE Italia
All Share
+1,73%

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO IERI ALLA FIAT CHRYSLER HA VISITATO IL CENTRO STILE E MIRAFIORI

Fca, un rilancio sorprendente

EuroDollaro

Renzi: Gasatissimo per i progetti di Marchionne. Svelate al premier le nuove Alfa e Maserati

Cambio
1,1396

MAURIZIO TROPEANO
TORINO

Petrolio

Sono certo che il rilancio in


corso sar sorprendente non
solo per i critici, che magari
ci resteranno male, ma anche
per chi ha sempre sostenuto
questo cambiamento. Aula
Magna del Politecnico. Il premier Matteo Renzi, sintetizza
alla comunit del Politecnico,
quello che ha visto, e anche
percepito, nella visita al centro stile di Fca e alla Mirafiori. Allora di pranzo John
Elkann e lamministratore
delegato Sergio Marchionne
gli hanno presentato in anteprima i tre modelli che saranno lanciati sul mercato nei
prossimi mesi. C il suv Maserati Levante che esordir al
prossimo salone di Francoforte. C la Giulia che avr il
suo battesimo il 24 giugno ad
Arese quando sar inaugurato il museo dellAlfa Romeo. E
Renzi ha anche visto il Suv
dellAlfa che sar prodotto a
Cassino e che verr presentato nel 2016. Il commento a
caldo in puro stile renziano:
Sono gasatissimo dai progetti di Marchionne.
Poi i vertici di Fca hanno
accompagnato il primo ministro a visitare la catena di
montaggio che si sta allestendo a Mirafiori per la produzione del Levante. L ha anche
incontrato gli operai - che lo
hanno applaudito - e ha trova-

dollaro/barile
51,68

Allestero
Dow Jones
(NewYork)
-0,10%
Nasdaq
(New York)
+0,14%
Dax
(Francoforte)
+0,60%
Ftse(Londra)
-0,09%

Oro
Euro/grammo
34,4946

il caso
TORINO

Matteo Renzi stringe le mani degli operai a Mirafiori sotto lo sguardo di Sergio Marchionne

to il tempo anche per scherzare sulle fotografie di rito. Attenta che uno scatto con me e
Marchionne le roviner la carriera, ha detto a unoperaia. E
poi il premier ha aggiunto: C
chi non la prender bene.
Un comunicato dellazienda
spiega che lavvio della produzione della nuova vettura accrescer ulteriormente lattivit del polo produttivo Torino

che vede gi realizzate, nello


stabilimento Avvocato Giovanni Agnelli di Grugliasco,
le Maserati Ghibli e Quattroporte. Ma al di l del comunicato chiaro che Marchionne
ed Elkann devono aver ragionato con il premier (e anche
con il sindaco di Torino, Piero
Fassino presente alla visita)
sul futuro di questo e degli altri stabilimenti italiani.

Si spiega anche cos il fatto


che intervenendo allinaugurazione dellanno accademico del
Politecnico, Renzi, elogiando il
lavoro dellateneo (Siamo in
una citt che fino allinizio del
millennio veniva considerata finita, ma che invece, grazie anche al lavoro vostro, ha saputo
trasformarsi) sia tornato sulla
storia recente di Mirafiori:
Questa mattina ho fatto visita

E il premier esalta Torino


Esempio di innovazione
Basta con lindustria della lagna

gni volta che


vengo a Torino,
trovo che questa
citt dimostri vivacit, voglia di cambiamento e di innovazione anche dal punto di
vista industriale. Matteo
Renzi reduce dal funerale
di Michele Ferrero ad Alba,
dove lomaggio al padre della
Nutella diventato una sorta
di riconoscimento al ruolo
dellagroalimentare piemontese nella ripresa delleconomia italiana. Innovazione e
territorio. questo messaggio che il premier lancia al

Nellazienda
di ceramiche

Il premier in
visita alla
Fissore di
Moncalieri

Paese visitando Mirafiori, incontrando i ricercatori di Gm


dentro il Politecnico (dove
inaugura lanno accademico) e
le maestranze della Fissore

Ceramiche di Moncalieri. L il
premier incontra anche limprenditore Umberto Palermo,
titolare della Up Design e padre della concept Car sportiva

la Mole. A ogni tappa la narrativa del premier contrappone la fiducia nel futuro - la
globalizzazione una risorsa
per il nostro paese dove vorrei
che tutto fosse ancora possibile - allindustria della lagna.
Linnovazione alla lentezza e
alla pigrizia. Siamo secondi
dietro la Germania, ma li riprenderemo, promette il premier. E si dice convinto che finalmente si vedono segnali
di ripresa. Sono ancora timidi
ma sono il segno che qualcosa
sta cambiando.
Dunque, basta rassegnarsi

alla pigrizia, esorta il premier. E visto che gli ingegneri


rendono semplici le cose difficili Renzi trova naturale lanciare un appello alla comunit
del Politecnico: Dateci una
mano anche a raccontare un
paese diverso da quello che invece continua ad enfatizzare
solo la nostalgia. Renzi vorrebbe venisse raccontata la
storia e i successi di chi si
laureato al Poli, da Adriano
Olivetti a Sergio Pininfarina fino a Chiariglione, linventore
dell lMp3. Ma dello stesso
Ateneo dove nata larga par-

a unazienda considerata decotta fino a dieci anni fa e che si


andata a comprare una delle
pi grandi realt automobilistiche americane. E impressionante vedere come sono cambiati i rapporti. Non solo, il
premier si detto convinto che
anche in questo settore il meglio deve ancora venire.
Fuori dal Politecnico, mentre il premier sta parlando, sindacalisti della Fiom e dei sindacati di base lo contestano. Tra
di loro c anche Federico Bellono, segretario provinciale dei
metalmeccanici della Cgil:
Per Mirafiori speriamo che i
lavori, gi ampiamente pubblicizzati, si concludano rapidamente, in modo che il nuovo
modello vada effettivamente in
produzione entro il 2015, alleviando almeno parzialmente la
cassa integrazione che continua a coinvolgere la maggioranza dei lavoratori.
La pensa diversamente
Claudio Chiarle, segretario generale della Fim cittadina: La
visita di Renzi allo stabilimento di Mirafiori dovrebbe cancellare definitivamente, anche
nella mente dei pi riottosi,
tutte le perplessit sul futuro
dello stabilimento torinese. E
aggiunge: Il futuro di Mirafiori non la Grande Punto,
ma i modelli Maserati e Alfa
Romeo che porteranno a saturare Mirafiori dal punto di vista delloccupazione.

te dellinnovazione che il nostro Paese ha conosciuto.


Renzi promette di ripartire
da investimenti su universit
e capitale umano e arriva ad
affermare che ci sono gi
universit di serie A e di serie
B. Rifiutare la logica del merito quanto di pi anti-democratico possa esistere. E se
pensiamo di portare tutte le
90 universit italiane insieme
allo stesso livello nel mondo,
spazzeranno via anche noi.
Affermazioni che gli valgono
la contestazione del rappresentante degli studenti che
cerca di consegnarli un cappello da giullare come premio
per questo capolavoro di retorica. Ma Renzi gi lontano ma ha avuto il tempo di definire il Politecnico come sede del made in Italy e per
questo vi chiedo di aiutarci a
progettare il futuro e a non restare nella palude.
[M. TR.]

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Economia .17

DOMANI IN CONSIGLIO DEI MINISTRI IL DECRETO ATTUATIVO DEL JOBS ACT. IL CONTRATTO A TERMINE RESTER ANCORA PER 36 MESI

Poletti: Basta contratti a progetto


Verso lo stop a co.co.co e co.co.pro per sostituirli con le nuove assunzioni a tutele crescenti
Il fenomeno

ROBERTO GIOVANNINI
ROMA

Finiranno. Non si sa bene n


quando n come, per ora, ma
a meno di sorprese i contratti
di collaborazione (co.co.co) e
quelli a progetto (co.co.pro)
sono destinati a sparire. Per
qualcuno - questa la linea delle imprese, Forza Italia e Ncd
- uno sbaglio. Per Cgil e Uil
quella del governo solo lennesima promessa.
Ieri, incontrando i sindacati, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha illustrato in
grandi linee come il governo
intende mettere mano al sistema dei contratti atipici,
dopo il varo del nuovo contratto a tutele crescenti. Che,
consentendo il licenziamento
libero in cambio del pagamento di unindennit, dovrebbe rendere del tutto inutili certi contratti precari, in
cui lavoratori di fatto dipendenti, subordinati e con un
solo datore di lavoro figurano
come lavoratori autonomi e
liberi professionisti.
Non chiaro se le indicazioni date dal ministro su
questo decreto attuativo del
Jobs Act verranno confermate dal Consiglio dei ministri di venerd: questi, comunque, i cambiamenti annunciati. Primo, verr abolita
lassociazione in partecipazione. Secondo, verr abolito
il lavoro ripartito, o job sharing (praticamente inesistente). Terzo, resteranno in vita
gli altri contratti della Legge
Biagi, come il lavoro a chia-

502
mila
I lavoratori con contratti
a progetto alla fine del 2013
Oltre la met, 266.925,
sono donne

10.218
euro
ANSA

I contratti di collaborazione e quelli a progetto sono destinati a sparire

Lavoriamo a una
rideterminazione dei
confini tra lavori
autonomi e subordinati
Giuliano Poletti
Ministro
del Lavoro

mata, il lavoro somministrato e


il lavoro accessorio. Quarto, il
contratto a termine potr durare ancora 36 mesi, mentre si
era parlato di portarlo a 24, per
evitare che spiazzi il contratto a tutele crescenti.
Infine, co.co.co e co.co.pro.
Lintenzione del governo
quella di superarli, e abrogarne le norme, congelando
queste tipologie contrattuali,
ridefinendone la fattispecie e
specificando meglio (prima o
poi) il confine tra lavoro autonomo e lavoro subordinato per
limitare questa area. Pensiamo di fare una operazione che
blocca la possibilit di fare nuo-

ve collaborazioni a progetto e
su quelle che ci sono bisogna
cercare di trovare una modalit di gestione della transizione, ha detto Giuliano Poletti.
Non chiarissimo cosa ci
significhi esattamente. Secondo alcuni osservatori, non dovrebbe essere possibile stipulare pi nuovi contratti a progetto. Per quelli che sono in
vigore, dovrebbe esserci almeno un regime transitorio
di un anno. Anche qui, non
chiaro se un contratto in scadenza potr essere o meno
prorogato per questo periodo
transitorio. Nel frattempo - ma
non sar unopera semplice - il

Il reddito medio annuo


dei lavoratori a progetto
Tra le donne si attesta
a poco pi di 7 mila euro

90
per cento
Quasi tutti i collaboratori
a progetto, secondo
gli ultimi dati dellInps,
hanno un solo
committente

governo promette di varare


una riforma per chiarire meglio i confini tra lavoro subordinato e lavoro autonomo.
Una partita molto delicata,
commenta Poletti, secondo cui
tirare una riga su questo contratto molto complicato.
Per i contratti di collaborazione coordinata e continuativa
(utilizzati quasi solo nel pubblico impiego), lEsecutivo
proceder valutando ogni
specificit, sia per quelli pubblici che per quelli privati.
Per Gianni Petteni, della
Uil, positivo che si intervenga contro il falso lavoro autonomo, ma dobbiamo lasciare ora che sia la contrattazione a trovare la soluzione pi
efficace per trovare un equilibrio tra esigenze delle imprese e lavoratori. Il presidente
della Cna e di Rete Imprese
Italia, Daniele Vaccarino, si
detto soddisfatto dellincontro con Poletti, ma si dice
preoccupato per la volont
espressa dal ministro di riflettere sul concetto di lavoro subordinato e autonomo, nellobiettivo di ridurre la precarizzazione. Non vorrei - ammette - che tutto ci sfociasse
nella trasformazione intensiva delle attuali collaborazioni
in contratti di lavoro dipendente. La Cgil afferma che
pi una manutenzione che un
disboscamento delle forme
contrattuali precarie. Il suo
Direttivo annuncia nuove iniziative di protesta, e apre la
porta a un referendum per
abrogare il Jobs Act..

www.citizen.it

PURA LUCE,
PURA ENERGIA.

18 .Economia

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

IL TITOLO RIVALUTATO OGNI ANNO PER FINANZIARE LE ACQUISIZIONI E VENDUTO AI CORRENTISTI

DESCALZI: RISULTATI ECCELLENTI PER IL CONTESTO

Veneto Banca, la Procura


indaga per aggiotaggio

Il crollo del petrolio


zavorra lutile Eni
Ma la Borsa brinda

Nel mirino il valore delle azioni dellistituto. Si muove anche Consob


GIANLUCA PAOLUCCI

Un investimento coi fiocchi.


Che non ha paragoni nel mondo bancario. Chi ha investito
100 euro in azioni Veneto Banca 10 anni fa, adesso ne avrebbe poco meno di 190. Avrebbe,
perch Veneto Banca non
quotata e vendere quelle azioni non facile.
Comunque, il risultato al
momento uninchiesta che
ipotizza il reato di aggiotaggio
sul titolo dellistituto. Indagine
coordinata dalla procura di
Treviso, separata da quella
della procura di Roma, emersa
marted ma che prende spunto, anche in questo caso, dai risultati dellispezione di Bankitalia. E della faccenda si stanno occupando anche gli ispettori di Consob, da met gennaio nella sede di Montebelluna.
Per capire come funzionava il gioco finito nel mirino
delle procure, occorre ricostruire quanto successo negli ultimi anni alla banca e alle
sue azioni. Problema: come finanziare una forsennata campagna di acquisizioni che porta la piccola Popolare di Asolo
e Montebelluna a diventare in
un paio di lustri la decima
banca italiana, con oltre 600
sportelli che vanno dal Veneto
al Piemonte, dalle Marche alla
Puglia e ramificazioni in Albania, Croazia, Romania e Moldavia? Risposta: si rivalutano
di anno in anno le azioni con
delibera dellassemblea. Poi si
delibera un aumento di capitale e si vendono le azioni allo
sportello della banca, ai propri correntisti. Con il ricavato
si pagano le acquisizioni. Il
meccanismo semplice e consentito dalla normativa sulle
popolari non quotate. A Veneto Banca per si erano fatti

La sede centrale di Veneto Banca a Montebelluna

Ipotesi di riciclaggio
Hsbc,perquisitigliufficidiGinevra
1 Perquisita la filiale elvetica della banca britannica

Hsbc nellambito di uninchiesta per riciclaggio di denaro sporco . Hsbc nei giorni scorsi ha ammesso gli errori della sua filiale svizzera, in risposta alle rivelazioni
sul gigantesco sistema di evasione messo in piedi in
favore dei suoi clienti pi facoltosi. Secondo quanto
emerso nei giorni scorsi, grazie al ramo svizzero della
britannica Hsbc fu messa in atto una gigantesca frode
internazionale, tra il novembre 2006 e il marzo 2007,
che consent di sottrarre al fisco 180 miliardi di euro di
oltre 100mila clienti e 20mila societ offshore.

DOMANI AL CDM UN PACCHETTO SU FISCO E IMPRESE

In arrivo una stretta sulla fuga


dei profitti delle multinazionali
ROMA

in arrivo una stretta sulle


societ che attraverso artifici
contabili spostano i loro profitti nei Paesi dove la tassazione pi favorevole lasciando i
costi dove possibile abbattere le imposte dovute. Ieri la
Commissione Ue ha annunciato per marzo il varo di un
pacchetto per la trasparenza
fiscale che punta a lanciare
una vera e propria offensiva
contro evasione ed elusione fiscale delle multinazionali.
Su questo terreno si muove
anche il nostro governo che
domani al Consiglio dei ministri, oltre al ddl Concorrenza
e alle nuove norme sul Jobs
act, porter una serie di nuove misure in attuazione della
legge delega. Ci saranno misure di semplificazione, norme
per la cooperative compliance
che prevedono lassistenza da
parte delle Entrate alle grandi
imprese (poi queste pratiche
verranno estese progressivamente anche alle pi piccole),
per dare certezza sugli adempimenti da effettuare. Si in-

prendere la mano. Nel 2004 il


prezzo fissato a 21,25 euro. Un
anno dopo il prezzo passa a 25
euro per azione e Veneto Banca
compra la banca del Garda.
Passano tre anni durante i quali
le acquisizioni vanno a gonfie
vele. Veneto Banca entra nella
torinese Bim e in Palladio, compra banche in Moldavia e in
Croazia e si prende la Popolare
di Intra. Nel maggio 2008, la solita perizia stabilisce che le
azioni valgono 35,5 euro. Erano
altri anni, certo. La finanza andava a gonfie vele, Lehman
Brothers non era ancora fallita
e spread era un termine per
addetti ai lavori. Veneto Banca
per cresce ancora: compra CariFabriano e Banca Apulia. Nel
giugno 2010 le azioni valgono
38,25 euro. Non male, se si considera che nello stesso periodo
di tempo le borse sono crollate
e lindice delle 50 maggiori societ europee (Stoxx50) ha perso pi del 40%. Non spaventa
neppure la crisi del debito: a
settembre 2011, in piena tempesta, il prezzo 40,25 euro. A
maggio 2013 il picco: 40,75 euro.
Poi arriva Bankitalia e guarda
caso nel 2014 il prezzo cala per
la prima volta dopo anni di corsa inarrestabile. Poco, a 39,5 euro. Ma il pensiero che conta.
Solo che nel frattempo vendere
quelle azioni diventato sempre pi complicato.
Tra il 2013 e met 2014 allistituto erano pervenuti 388
reclami di soci. Gi nel 2013 la
Consob aveva sanzionato con
495 mila euro (ridotti a 307 mila
dalla Corte dAppello) Veneto
Banca per le diffuse e reiterate
condotte irregolari nella valutazione di adeguatezza delle
operazioni disposte dalla clientela, in particolare su azioni e
obbligazioni emesse dallistituto di Montebelluna.

TORINO

Il crollo del prezzo del petrolio zavorra i conti dellEni,


che archivia il 2014 con un
utile netto in discesa: 1,33 miliardi contro i 5,1 del 2013,
mentre il quarto trimestre
registra una perdita di 2,34
miliardi. La Borsa, per,
brinda lo stesso, soddisfatta
per risultati che sono comunque migliori delle stime degli
analisti, per la generazione di
cassa record (superiore ai 15
miliardi) e per la conferma
del dividendo, che salir a
1,12 euro per azione. A Piazza
Affari il titolo guadagna il
3,37%, quello della controllata Saipem il 3,4 per cento.
Lamministratore delegato Claudio Descalzi parla di
risultati eccellenti raggiunti in un contesto di mercato sfavorevole. Si riferisce, ovvio, al calo del greggio,
che a fine settembre viaggiava sopra i 90 dollari al barile
ed scivolato attorno a quota
50. Una situazione che, spiega, non consente alcuno
spreco di risorse. Descalzi
annuncia infatti unottimizzazione dei costi di 2,5 miliardi di euro, di cui 2 miliardi in
capex (investimenti), pari a
un taglio del 14 per cento. Come questa nuova strategia
verr realizzata, per, emerger solo nella strategy presentation in programma a
met marzo, quando il management dir qualcosa di pi
anche sui dividendi futuri.
Non ne parlo, non ho detto
che sono fiducioso o non fiducioso, non ne parlo: siamo comunque in una posizione forte, taglia corto Descalzi.
Tornando ai conti, la performance annua dellutile
adjusted (al netto delle
componenti straordinarie)
in flessione del 16% a 3,7
miliardi, mentre quella del
trimestre vede un utile net-

L'ad di Eni, Claudio Descalzi

to in calo del 64% a 0,46 miliardi e un utile operativo


adjusted che si attesta a 2,32
miliardi. A pesare, ragionano
gli analisti, soprattutto limpatto di 380 milioni derivante
dalla valutazione di mercato
delle azioni Snam e Galp. Il
debito sceso di 1,3 miliardi,
e il leverage (il rapporto tra
indebitamento finanziario
netto e patrimonio netto
comprese le interessenze di
terzi, pari a 0,22 al 31 dicembre 2014, in flessione rispetto
allo 0,25 del 31 dicembre 2013.
La divisione che ha risentito
maggiormente della congiuntura quella Esplorazione e
produzione, che ha registrato
un calo dei ricavi dell8,9% sullanno e del 15,6% sul trimestre,
pur mantenendo sostenuta la
produzione, a 1,6 milioni di barili al giorno. Migliora, invece,
il settore della raffinazione, da
tempo debole per consumi
sempre pi al lumicino.
In serata, la stampa tunisina ha scritto che il gruppo si
starebbe preparando ad uscire
dalle attivit di esplorazione in
Tunisia, principalmente a causa delle rivendicazioni salariali
e degli scioperi dei dipendenti
locali. Una indiscrezione che
Eni non commenta.
[G. B.]

In breve

ESTRATTO BANDO DI GARA


Finpiemonte Partecipazioni S.p.A. con
sede legale in Torino, Corso Marconi
n.10, iscritta al Registro delle Imprese
di Torino, Partiva IVA n.09665690013,
telefono 011-0678801, fax 011-0677805,
info@finpiemontepartecipazioni.it, rende
nota
lintenzione
di
vendere
la
partecipazione
azionaria
(2.445.215
azioni ordinarie) dalla stessa detenuta
nella societ S.A.C.E. S.P.A. (SACE)
corrispondente al 26,62% del capitale
sociale. Le offerte dovranno pervenire entro
e non oltre le ore 12,00 del giorno 4 marzo
2015, a pena di esclusione, al seguente
indirizzo:
Finpiemonte
Partecipazioni
S.p.A. Corso Marconi n.10 10125
Torino, secondo le modalit indicate
nel bando di gara. Tutte le informazioni
necessarie per partecipare alla procedura
sono contenute nel bando pubblicato sul
sito www.finpiemonte-partecipazioni.it.
La pubblicazione del presente bando non
costituisce offerta al pubblico ex art.1336
c.c. n sollecitazione allinvestimento ai
sensi del D.Lgs. 24 febbraio 1998 n.58.

Dal 3 al 5 marzo

Benzinai in sciopero
1I

gestori delle aree di


servizio autostradali attueranno le prime 48 ore di
sciopero generale dalle ore
22 di marted 3 fino alla
stessa ora di gioved 5
marzo. questa la decisione assunta dallassemblea
nazionale tenuta ieri a Roma e promossa dalle organizzazioni di categoria,
Faib Confesercenti, Fegica
Cisl ed Anisa Confcommercio.

I conti del 2014


LAPRESSE

Il ministro del Tesoro Padoan

Cariparma, sale lutile


Cariparma, controllata del Credit Agricole, ha
chiuso lesercizio con un
utile netto contabile di 160
milioni di euro contro i 150
milioni del 2013. Al netto
dellaumento della tassazione sulla partecipazione
in Bankitalia, il risultato
sarebbe stato di 182 milioni, il 21% in pi dello scorso
esercizio. I proventi operativi netti sono saliti del 4%
a 1.729 milioni, il risultato
della gestione operativa
del 14% a 771 milioni e il risultato ante imposte del
49% a 293 milioni.

terverr cos sulla fiscalit internazionale, dal ruling allIva


intragruppo ai prezzi di trasferimento. proprio in questo
contesto che verranno inseriti i
paletti per frenare la fuga dei
profitti con cui le multinazionali aggirano il fisco. Nel pacchetto arrivano anche misure di
semplificazione per le imprese
individuali e le nuove regole
della fatturazione elettronica
che di qui al 2017 consentiranno
non solo verifiche pi rapide e
puntuali, ma anche labolizione
[R.E.]
degli scontrini.

Borsa .19

LA STAMPA

GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

LEGENDA
AZIONI: il prezzo ufficiale rappresenta il prezzo medio dellintera quantit di
titoli trattata nella seduta. Il prezzo di riferimento costituito dal prezzo medio dellultimo 10% di titoli trattati. La capitalizzazione espressa in milioni di
Euro. EURIBOR: il tasso interbancario comune delle piazze finanziarie dellarea euro: lettera il prezzo di chi vende; denaro quello di chi acquista.

OBBLIGAZIONI 18-02-2015

il punto

TITOLI

IL MIGLIORE

+17,04%

Mondo TV

IL PEGGIORE

-5,15%

TE Wind

0,792

3,38
Gio

Ven

Lun

Mar

Mer

Gio

Ven

Lun

Mar

PREZZO

Alerion Clean Power 2015


Atlantia nv18 TF Eur 3.6
B IMI giu17 Eur TV Minim
Barclays ott19 MC eur
Barclays giu17 Fix Fl.No
Bco Popolare nv20 TF LT
Bei 96/16 Zc
Bei 97/17 Zc
Bei/20 EIBFB
Centrob /18 Rfc
Centrob /19 Sdeb
Comit 97/27 Zc
Comit 98/28 Zc
Credem gn18 MC
Crediop /19 St Dw3
Crediop 98/18 Tf Capped
Dexia Mz16 4.85
Enel 10/16 TV Eur
Enel Feb16 Eur 3.5
Enel feb18 TF 4.439% Eur
Enel feb18 TF 4.875% Eur
Eni giu 15 Eurib 6m+0.89
Eni ott 17 4.875
IBRD/25
IMI ap20 TF Sprint Banco
IMI Mz 17 Mc Eur
Intek ag17 TF Eur 8%
Med Lom /18 Rf C 75
Med Lom /19 1 Sd
Med Lom /19 3 Rfc
Med Lom /19 37
Medio ap23 Lower Tier2 T
Medio Cen 19 Step Down Z
Medio dc23 MB29 TM Cap F
Medio dic17 Zc Eur

GIUSEPPE
BOTTERO

Mer

CORRONO MONTEPASCHI E BPM


GI A2A, BUZZI E AUTOGRILL

hiusura in netto rialzo per Piazza Affari, maglia rosa


in Europa. Lindice Ftse Mib ha archiviato la seduta
sui massimi di giornata a quota 21.659 punti, in miglioramento dell1,85%, mentre lAll Share salito dell1,73 per
cento. A spingere i listini sono stati soprattutto le Popolari e
gli energetici, con Eni che ha piazzato un +3,37% dopo i conti
del 2014. Ne hanno beneficiato anche la controllata Saipem
(+3,4%) ed Enel (+1,09%). Tra i finanziari, rialzi per Bpm
(+4,71%), Mps (+4,83%), Bper (+3,46%), Banco Popolare
(+3,78%) e Unicredit (+3,05%). In luce anche Mediaset
(+3,62%), che ha ripreso quota dopo le perdite dovute alla
cessione del 7,79% da parte di Fininvest. Pochi i segni meno,
da A2a (-1%) a Buzzi (-0,79%), da Pirelli (-0,52%), declassata
a neutral fino a Mediobanca e Autogrill (-0,6%). Lieve flessione per Terna (-0,4%) e Telecom (-0,29%), dopo il balzo
della vigilia. Tra i titoli a media capitalizzazione si segnalano
il rally di Mondo Tv (+17,04%) e di Saras (+4,31%).

Mercati

Fondi su LaStampa.it
I fondi di investimento sono on line su LaStampa.it
Per consultarli lindirizzo www.lastampa.it/fondi

103.78
111.59
98.78
107.62
100.20
106.91
99.77
39.55
102.63
112.16
116.60
75.56
73.07
102.92
153.06
107.67
103.45
100.54
103.24
107.94
112.85
100.24
111.74
103.38
103.89
103.62
104.02
113.90
97.35
112.54
97.30
118.77
137.49
107.30
96.98

FUTURES SU FTSE MIB

TITOLI

Medio giu21 TV 4to Atto


Medio mag20 Eur 4.5
Medio Nv 20 Eur 5
Medio ot23 MB25 TM Cap F
Medio ot23 MB25 TM Cap F
Medio/15 MC Eur
Mediob /19 St Down
Mediobanca ap19 MB14 Tas
Mediobanca fb22 MB33 TF
Mediobanca ge19 MB10 Tas
Mediobanca gen19 Inflaz.
Mediobanca lg23 MB20 Tv
Mediobanca MB35 ap22 MC
Mediocr C/28 Zc
Mediocr L/28 Zc 25.Ma
Mittel lg19 Tf Call eur
Mpaschi 99/29 4
Mps nov17 Stepbystep 5%
MPS ot17 Mc Eur
MPS set17 MC Eur
Rbs 01-20 tv Eurib.
Rbs 08-15 tv
Rbs 10-19 6%
RBS 23MZ18 Mc Eur
RBS gen17 TM BcoPosta
RBS MZ20 Tsf
Rep Ellenica /19 Tf
Spaolo 97/22 115 Zc
UBI feb17 Lower TierII T
UBI feb17 Lower TierII T
Ubi ge16 Welcome Edition
UBI giu15 Tasso Misto
UBI giu18 TF Sub Lowtier
UBI giu19 MC eur
UBI gn18 Eur 5.4

INDICE BORSA
VALORI DI MILANO

FTSE MIB
FTSE Italia All Share
FTSE Italia Mid Cap
FTSE Italia MIB Storico
FTSE Italia Stars
FTSE Italia Small Cap
D.J.Eurostoxx 50

PREZZO

109.60
115.43
111.96
106.77
106.77
108.95
99.30
101.05
107.00
102.30
104.64
106.27
100.92
72.55
72.48
107.67
129.62
109.52
105.65
104.71
130.57
102.32
99.74
123.82
100.23
96.66
88.85
88.08
99.28
101.45
102.51
100.01
105.07
101.40
105.02

EURIBOR
18-02-2015

VAR.%

21659,33
23016,96
29511,21
18145,41
21795,00
19027,58
3465,80

+1,85
+1,73
+1,00
+1,62
+0,94
+0,58
+0,80

PER.

TA.360 TA.365

1 sett
1 mese
2 mesi
3 mesi
6 mesi
9 mesi
12 mesi

-0,0320
0,0000
0,0210
0,0480
0,1260
0,1840
0,2550

Il Mercato Azionario del 18-02-2015

-0,0324
0,0000
0,0212
0,0486
0,1277
0,1865
0,2585

TITOLI

PREZZO

UBI mar19 LowT2 Call


UBI nov15 LowT2 Amor
UBI nov17 Eur 4.3
UBI nv18 Mc Eur
UBI ott19 Lower Tier II
UBI ott19 Lower Tier II
UniCr ag18 TF 5.65% Banc
Unicr lg20 SC Onestep BP
UniCr/16 LT
UniCr/16 LT 2
Unicredit mag18 Banco P

101.27
99.70
103.15
98.77
108.02
109.76
114.38
103.00
100.78
100.43
111.16

TITOLI DI STATO
BoT 14-27/02/15 S
12-01/03/15 S
14-13/03/15 A
14-31/03/15 S
14-14/04/15 A
14-30/04/15 S
14-14/05/15 A
14-29/05/15 S
14-12/06/15 A
15-30/06/15 S
14-14/07/15 A
15-31/07/15 S
14-14/08/15 A
14-14/09/15 A
14-14/10/15 A
14-13/11/15 A
14-14/12/15 A
15-14/01/16 A
15-12/02/16 A
CcT 08-01/09/15 S 0.22%
10-15/12/15 S 0.50%
09-01/07/16 S 0.30%
12-01/12/16 S 3.00%
10-01/03/17 S 0.22%
12-15/06/17 S 1.35%
10-15/10/17 S 0.50%
11-15/04/18 S 0.60%
13-01/11/18 S 1.00%
13-15/11/19 S 0.69%
14-15/12/20 S 0.50%
CTz 13-30/06/15 A
13-31/12/15 A
14-29/04/16 A
14-30/08/16 A

100.00
100.06
100.00
100.00
99.99
99.99
99.99
100.00
99.99
99.98
99.97
99.96
99.95
99.94
99.94
99.91
99.89
99.84
99.77
100.13
100.59
100.27
103.79
100.26
105.11
101.34
102.04
105.02
103.28
101.24
99.96
99.85
99.73
99.55

SCADENZA

Mar15
Giu15
Set15
Dic15

CAMBI VALUTE

APERT.

CHIUS.

MIN.

MAS.

21450
21100
-

21644
21287
21182
21101

21440
21080
-

21670
21285
-

MONETE AUREE
VALUTA

EURO

Sterlina (v.c)
Sterlina (n.c)
Sterlina (post.74)
Marengo Italiano
Marengo Svizzero
Marengo Francese
Marengo Belga
Marengo Austriaco
20 Marchi
10 Dollari liberty
10 Dollari Indiano
20 Dollari liberty

242,620 - 279,190
245,260 - 283,550
245,260 - 283,550
191,380 - 217,190
189,020 - 216,550
187,480 - 211,920
186,960 - 211,920
186,960 - 211,920
242,620 - 279,230
516,460 - 615,120
517,590 - 630,770
1061,620 - 1173,280

MERCATI

EURO

Dollaro Usa
1,1372
1 0,8794
Yen giapponese
135,6900
100 0,7370
Sterlina inglese
0,7372
1 1,3565
Franco Svizzero
1,0707
1 0,9340
Corona ceca
27,583
100
3,625
Corona danese
7,444
10
1,343
Corona islandese
100
Corona norvegese
8,548
10
1,170
Corona svedese
9,549
10
1,047
Dollaro australiano
1,460
1
0,685
Dollaro canadese
1,416
1
0,706
Dollaro Hong Kong
8,823
1
0,113
Dollaro neozelandese
1,515
1
0,660
Dollaro Singapore
1,548
1
0,646
Fiorino ungherese
307,710
100
0,325
Leu rumeno
4 10000 2246,282
Lev bulgaro
1,956
1
0,511
Lira cipriota
1
Lira maltese
1
Lira turca
2,794
1
0,358
Rand sudafricano
13,292
1
0,075
Won Sud coreano 1267,020 1000
0,789

QUOT.

0,38
-0,06
0,84
-0,71
0,13
0,00
0,29
-0,27
-0,03
-0,23
0,38
-0,04
-0,08
0,03
-0,11
0,00

-0,02
-0,42
-0,36

RENDIMENTI ESTERI
TITOLI PUBBLICI

USA 10 anni
CAN 10 anni
UK 10 anni
GER 10 anni
FRA 10 anni

REND.

TITOLI PUBBLICI

2,127%
1,489%
1,852%
0,381%
0,634%

REND.

ESP 10 anni
HOL 10 anni
SVE 10 anni
GIA 10 anni

1,599%
0,458%
0,558%
0,420%

QUOTAZIONI BOT
SCADENZA

(Prezzi vendita in $ per oncia). Unoncia Troy=gr.31,1035


SCADENZA

18-02-2015

Londra
Milano (Euro/gr.)
Argento (Euro/Kg.)

17-02-2015

EURO

1209,50 1060,4994
0,0000
0,0000
-

1206,00
34,4946
486,2891

BORSE ESTERE

GIORNI

PREZZO

TASSO %

21
53
83
112
144
175
206
236
266
297
328
357

99,999
99,993
99,990
99,992
99,970
99,953
99,937
99,939
99,908
99,886
99,840
99,774

0,000
0,000
0,000
0,000
0,030
0,060
0,080
0,050
0,080
0,090
0,150
0,200

13/03/15
14/04/15
14/05/15
12/06/15
14/07/15
14/08/15
14/09/15
14/10/15
13/11/15
14/12/15
14/01/16
12/02/16

ORO CHIUSURE

MERCATI

Amsterdam (Aex)
Bruxelles (Bel 20)
Francoforte (Dax Xetra)
Hong Kong (Hang Seng)
Londra (Ftse 100)
Madrid (Ibex 35)
Parigi (Cac 40)
Sydney (AllOrd)
Tokio (Nikkei)
Zurigo (Smi)
New York (Dow Jones)
Nasdaq

VWP il Prezzo calcolato sui dati dellintera seduta di negoziazione, comprese le fasi dasta

QUOTAZ.

VAR.%

467.32
3595.82
10961.00
24832.08
6898.08
10805.30
4799.03
5877.91
18199.17
8800.71
18.029.85
4.906.36

+0.84
+0.62
+0.60
+0.19
-0.00
+1.00
+0.95
+0.95
+1.18
+0.60
-0.10
+0.14

Dati forniti da IL SOLE 24 ORE - RADIOCOR.

I dividendi indicati si riferiscono all'anno solare corrente o a quello precedente.


AZIONI

A A.S. Roma
A2A
Acea
Acsm-Agam
AdF-Aerop.Firenze
Aedes
Alba Private Eq.
Alerion
Ambienthesis
Anima Holding
Arena
ASTM
Atlantia
Autogrill
Autostrade Mer.
Azimut

B Banca Generali
Banco Popolare
Basicnet
Bastogi
Bca Carige
Bca Carige r
Bca Intermobiliare
Bca Pop.Etruria e Lazio
Bca Pop.Milano
Bca Pop.Spoleto
Bca Popolare Italiana 10 warr
Bca Profilo
Bco Desio-Brianza
Bco Desio-Brianza rnc
Bco Santander
Bco Sardegna rnc
BE
Beghelli
Beni Stabili
Best Union Co.
Bialetti Industrie
Bioera
Boero Bart.
Bon.Ferraresi
Borgosesia
Borgosesia rnc
Brioschi
Brunello Cucinelli
Buzzi Unicem
Buzzi Unicem rnc
C Caleffi
Caltagirone
Caltagirone Ed.
Campari
Carraro
Cattolica As
Ceram. Ricchetti
Cerved
CHL
CIA
Ciccolella
Cir
Class Editori
CNH Industrial
Cofide
Cogeme Set
Conafi Prestito'
Cred. Artigiano
Cred. Emiliano
Cred. Valtellinese
Csp
CTI Biopharma

D D'Amico 16 warr
Damiani
Danieli
Danieli rnc
De'Longhi

Prezzo Differ. %
Chiusura Riferim.Prezzo VWP

0,540
0,842
10,610
1,250
15,040
2,426
2,248
2,640
0,614
4,790
0,005
12,260
22,750
7,480
15,650
22,020

-0,37
-1,00
-0,19
0,00
-1,89
-3,73
-0,53
-0,98
+13,70
+1,27
0,00
+0,99
+2,25
-0,60
+0,51
+1,43

24,890
13,440
2,566
2,380
0,064
1,199
3,448
0,583
0,834
1,794

+0,89
+3,78
-0,77
-0,50
+1,11
+0,76
-2,21
0,00
+4,71
0,00
0,00
+2,84
+1,55
+1,07
+1,43
-0,27
+0,56
-1,45
+1,82
-0,16
+0,36
-0,26
0,00
+0,91
0,00
0,00
+0,38
+0,17
-0,79
+0,57

0,381
2,490
2,446
6,390
11,100
0,536
0,413
0,700
1,832
0,550
0,301
20,200
26,500
0,784
0,900
0,107
18,130
12,610
7,905
1,250
2,178
1,022
5,900
2,090
6,730
0,280
5,250
0,040
0,297
0,241
0,985
0,398
7,500
0,469
0,048
0,314
6,755
1,188
1,770
2,008
0,062
1,428
22,080
15,600
17,630

-2,80
+1,30
-1,26
0,00
+0,67
+0,15
-1,03
+0,77
-1,00
+6,07
0,00
+1,91
+3,94
+3,31
+1,27
0,00
+2,15
0,00
+1,58
+1,54
+4,80
+0,30

0,539
0,844
10,575
1,246
15,362
2,440
2,227
2,657
0,595
4,754
0,005
12,156
22,590
7,481
15,548
21,983

Divid.

Minimi
Anno

Massimi
Anno

Quantit
trattate Capitalizz.

nr
0,033
0,170
0,045
0,040
nr
0,096
0,080
nr
nr
nr
0,200
0,355
nr
0,200
0,700

0,498
0,799
8,950
1,058
12,700
1,012
2,180
2,366
0,356
3,833
0,005
9,573
19,183
6,108
15,008
17,789

0,560
0,861
10,664
1,272
15,362
2,815
2,268
2,890
0,595
4,829
0,005
12,194
23,039
7,549
16,330
21,983

349227
214
21180988 2643
86416 2252
18554
95
4000
139
380855
27
13782
23
38058
116
4285840
55
323721 1425
0
9
41142 1070
1966341 18655
1002431 1903
717
68
786426 3149

24,822 0,950
13,313
nr
2,570
nr
2,366
nr
0,064
nr
1,188
nr
3,437
nr
0,588
nr
0,823
nr
1,796
nr
nr
0,375 0,003
2,476 0,021
2,414 0,036
6,397 0,146
11,085 0,300
0,540
nr
0,409
nr
0,695 0,022
1,877
nr
0,550
nr
0,301 0,010
20,200
nr
26,104 0,040
0,764
nr
0,900
nr
0,106
nr
18,121 0,110
12,821 0,050
7,916 0,050
1,251
2,156
1,003
5,870
2,078
6,761
0,284
5,214
0,040
0,289
0,242
0,976
0,397
7,411
0,467
0,049
0,306
6,716
1,184
1,737
2,027

0,010
0,030
nr
0,080
nr
0,450
nr
nr
nr
nr
nr
nr
nr
0,200
nr
nr
nr
nr
0,120
nr
0,050
nr

22,224 25,065 159375


8,969 13,313 4753861
2,245 2,606
68512
2,078 2,456
12985
0,056 0,071 71197741
1,109 1,198
13188
3,437 3,542 290108
0,360 0,613
0
0,540 0,823 117698391
1,796 1,796
0
0,307
2,024
2,064
5,843
9,613
0,484
0,386
0,569
1,810
0,543
0,249
19,880
22,903
0,750
0,800
0,085
17,349
9,693
5,915
1,251
1,784
0,807
4,983
1,817
5,493
0,206
4,083
0,035
0,221
0,209
0,853
0,287
6,347
0,401
0,049
0,234
6,242
0,731
1,397
1,930

0,389
2,479
2,420
7,060
11,213
0,551
0,425
0,700
1,998
0,582
0,308
21,000
26,935
0,797
0,900
0,108
19,905
12,821
7,916

1754450
97652
1410
49651
2871
244139
840656
2623745
12329
330816
108728
0
251
6012
0
1072334
94968
2267632
88158

2873
4822
157
282
649
3
537
128
3614
53
0
254
290
32
89949
73
73
82
1577
18
41
11
88
147
29
1
84
1232
2120
322

1,398 102219
16
2,156
16323
259
1,011
47580
125
6,061 1672353 3409
2,132
45802
96
6,903 853220 1178
0,291 110091
23
5,214 195255 1017
0,040 564721
10
0,289 357026
27
0,244
0
44
0,994 843588
775
0,397 4382110
112
7,411 7968072 10044
0,475 127091
336
0,049
0
3
0,326 603550
14
0
6,876 203127 2232
1,184 8294501 1312
1,737 164830
58
2,089 1157996
358

-1,27 0,062
nr 0,054 0,069
+0,63 1,409
nr 1,200 1,455
+0,73 21,989 0,300 20,010 22,039
+2,43 15,410 0,321 13,280 15,410
-0,51 17,536 0,400 14,853 17,752

252720
7667
27253
50824
41016

0
116
899
623
2622

AZIONI

Prezzo Differ. %
Chiusura Riferim.Prezzo VWP

Delclima
Diasorin
Dmail Group

2,214 -0,72 2,222


nr 1,767 2,222
35,000 -0,43 35,267 0,550 33,263 35,667
2,580 -1,68 2,628
nr 2,079 2,880

E Edison r

Divid.

Minimi
Anno

Massimi
Anno

Quantit
trattate Capitalizz.

96004
104603
28732

332
1973
4

0,844 -0,53 0,846


EEMS
0,137 +1,48 0,137
Enel
3,910 +1,09 3,895
Enel Green Pw
1,832 +0,16 1,826
Enervit
3,900 0,00 3,971
Eni
16,250 +3,37 16,213
Erg
11,470 +0,88 11,402
Ergy Capital
0,106 +0,48 0,105
Ergy Capital 16 warr 0,010 -4,90 0,010
Eukedos
1,002 0,00 1,006
Exor
38,480 +1,56 38,198

0,050 0,838 0,870 455083


93
nr 0,126 0,171 442670
6
0,130 3,445 4,045 37963066 36629
0,032 1,647 1,826 9369047 9132
0,045 3,358 4,092
11576
71
0,560 13,519 16,213 31228339 58922
1,000 9,055 11,402 227735 1714
nr 0,086 0,107 468746
18
nr 0,008 0,014 314301
0
nr 0,902 1,084
21187
18
0,335 33,389 38,198 351183 9405

F FCA-Fiat Chrysler Aut. 12,850 +1,66 12,771

nr 9,569 12,783 9536526 16409


0,400 20,021 26,707 319073 4446
nr 0,708 0,767 653466 1214
nr 4,471 5,427 856144 3291
nr 7,377 10,318 2236866 5939
0,013 0,513 0,605 252477
256
nr 1,620 1,754
12267
19

Ferragamo
Fincantieri
FinecoBank
Finmeccanica
FNM
Fullsix

26,460
0,719
5,420
10,300
0,586
1,709

G Gabetti Pro.Sol.

0,890
Gas Plus
3,870
Generali
18,220
Geox
2,880
Gruppo Edit. L'Espresso 1,220
Gtech
17,690

H Hera

+0,30 26,401
+0,91 0,718
+0,65 5,427
+0,98 10,273
+0,77 0,589
-0,87 1,714

-0,11 0,899
nr 0,728 0,959 171298
39
-0,77 3,934 0,160 3,405 3,934
14466
177
+0,44 18,202 0,450 16,529 18,684 5248487 28338
0,00 2,878
nr 2,596 2,993 334442
746
+1,24 1,222
nr 0,903 1,222 445312
503
+0,74 17,682 0,750 16,595 18,730 393601 3094

2,188 +1,30

I I Grandi Viaggi

0,507
IGD
0,782
Il Sole 24 Ore
0,736
Immsi
0,653
Industria e Inn
0,405
Intek Group
0,352
Intek Group rnc
0,620
Intesa Sanpaolo
2,888
Intesa Sanpaolo rnc 2,590
Invest e Sviluppo
0,550
Iren
1,135
Isagro Azioni Sviluppo 1,320
Italcementi
7,180
Italmobiliare
25,200
Italmobiliare rnc
18,470
IVS Group
6,500
IVS Group 16 warr
0,170

2,181 0,090

1,930

2,183 1294548

+0,60 0,505
nr 0,496 0,594
58900
23
+0,58 0,779 0,065 0,643 0,779 944676
589
+0,75 0,726
nr 0,561 0,780 297623
31
-0,99 0,657
nr 0,551 0,657 319963
224
+3,77 0,401
nr 0,308 0,411 111169
9
+1,50 0,356
nr 0,322 0,356 1889560
123
+0,40 0,622
nr 0,572 0,623 337793
31
+1,69 2,884 0,050 2,268 2,884 156215877 45708
+2,94 2,575 0,050 1,999 2,575 8115678 2401
-1,43 0,553
nr 0,439 0,591
64478
4
-0,44 1,136 0,052 0,871 1,136 2293734 1342
+1,38 1,311
nr 1,188 1,344
19890
19
+0,63 7,159 0,060 4,647 7,159 1789045 2501
+1,61 25,121 0,150 17,382 25,121
11945
557
+3,42 18,168 0,255 14,143 18,168
35433
297
-0,15 6,480 0,120 6,391 7,691
7096
252
0,00 0,145
nr 0,145 0,275
0
0

J Juventus FC

0,235 +0,64

0,234

nr

0,219

0,235 1543093

K K.R.Energy

0,896 +0,34
1,118 +0,90

0,892
nr
1,110 0,010

0,742
0,913

0,912
1,110

Kinexia

L Lazio
Luxottica
Lventure Group

M M&C
Maire Tecnimont
Mediacontech
Mediaset
Mediobanca
Mediolanum
Meridie
Mid Industry Cap
Mittel
MolMed
Moncler
Mondadori
Monrif
Monte Paschi Si.
Moviemax

N Noemalife
Noemalife 15 warr
Novare

0,502 +0,40 0,505


nr 0,487 0,521
53,000 +2,12 52,726 0,650 45,275 52,786
0,879 +6,55 0,866
nr 0,679 0,866
0,102
2,260
0,818
4,010
8,145
6,640
0,116
1,348
0,482
13,090
0,962
0,336
0,532
0,028

3249

-0,29 0,102
+4,34 2,262
+0,18 0,825
+3,62 3,970
+0,99 8,147
+1,68 6,617
0,00 0,117
0,00
-0,88 1,335
+1,82 0,478
+1,55 13,025
+0,73 0,955
+0,90 0,337
+4,83 0,524
0,00 0,027

4,770 +0,08
0,100 0,00
0,754 0,00

4,623
0,100
0,754

123180
185824

4,513
0,100
0,702

4,759
0,127
0,800

30
62

38457
34
734358 25402
892728
15

nr 0,085 0,111 228093


nr 1,638 2,262 3588095
nr 0,732 0,842
27577
nr 3,194 4,289 20331113
0,150 6,489 8,147 5948901
0,150 5,104 6,617 2437993
nr 0,093 0,126 186659
1,300
nr 1,190 1,348
42345
nr 0,420 0,498 1387690
0,100 10,746 13,284 529336
nr 0,832 0,965 1978561
nr 0,273 0,337
81365
nr 0,404 0,524 176815426
nr 0,025 0,027
0
nr
nr
nr

236

855
0
702

48
691
15
4689
7037
4880
6
0
117
112
3256
250
51
2682
2
35
0
10

AZIONI

O Olidata

Prezzo Differ. %
Chiusura Riferim.Prezzo VWP

Quantit
trattate Capitalizz.

AZIONI

72508

13

W World Duty Free

0,029 2,359 2,516 745075


nr 1,346 1,504
37045
nr 2,401 2,861 784943
nr 0,678 0,724 169487
nr
nr 3,073 3,712
11813
0,020 1,426 1,685
27798
0,320 10,738 13,350 2482422
0,390 9,856 12,115
32060
nr 0,223 0,283
77700
nr
nr 4,808 6,997 8711908
0,050 2,900 3,968 1401416
nr 0,253 0,386 2046735
nr 0,139 0,224 104793
0,420 14,509 17,310 1652040

4561
0
1028
33
0
109
82
6326
148
37

3,648
2,540
1,244
15,000
0,591
0,116
1,228

-0,87 3,657
nr 3,163 3,709 107498
+1,60 2,525 0,100 2,267 2,525
1418
+2,73 1,241
nr 0,824 1,241 7484257
+0,74 15,044 0,260 12,959 15,044 353156
-0,08 0,590
nr 0,558 0,610 394572
-1,69 0,116
nr 0,093 0,126 469276
-0,65 1,202
nr 1,134 1,264
12412

995
69
648
3146
97
209
14

13,120
9,435
18,000
3,630
10,330
1,210
14,000
13,380
0,038
0,003

+0,38 13,126
+3,40 9,374
0,00 18,000
-0,33 3,610
+0,78 10,222
+4,31 1,188
-1,34 14,000
+1,67 13,220
0,00 0,038
+3,57 0,003
0,00
+4,09 140,000
0,00 0,378
+0,64 9,354
-0,45 0,066
-0,91 1,636
+1,61 4,255
-0,43 6,944
+0,95 2,116
+4,98 10,889
0,00
-1,11 0,319
0,00 146,000
+0,84 7,812

0,379 +0,85

0,376

P Parmalat

2,498 +0,32 2,490


Parmalat 15 warr
1,468 +0,55 1,461
Piaggio
2,818 +1,44 2,826
Pierrel
0,700 -1,20 0,699
Pierrel 12 war
0,00
Pininfarina
3,590 -0,28 3,599
Piquadro
1,645 +0,24 1,645
Pirelli & C.
13,280 -0,52 13,298
Pirelli & C. rnc
12,080 +0,08 12,068
Poligrafici Editoriale 0,290 +3,95 0,283
Pop Emilia 01/07
0,00
Pop.Emilia Romagna 7,025 +3,46 6,997
Pop.Sondrio
3,990 +2,68 3,968
Prelios
0,371 -0,27 0,377
Premuda
0,207 -1,05 0,210
Prysmian
17,460 +2,11 17,310

R Rai Way
Ratti
RCS Mediagroup
Recordati
Retelit
Risanamento
Rosss

S Safilo Group
Saipem
Saipem risp
Salini Impregilo
Salini Impregilo rnc
Saras
Sat
Save
Screen Service BT
Seat PG
Seat PG 16 warr
Seat PG r
Servizi Italia 15 warr
SIAS
Sintesi
Snai
Snam
Sol
Sorin
Space
Space warr
Stefanel
Stefanel risp
STMicroelectr.

T Tamburi
Tamburi 15 warr
TAS
Telecom IT
Telecom IT Media
Telecom IT Media rnc
Telecom IT rnc
Tenaris
Terna
Tiscali
Tod's
Trevi Fin.Ind.

U UBI Banca
Unicredit
Unicredit risp
Unipol
Unipol pr
UnipolSai
UnipolSai risp
UnipolSai risp B

V Valsoia
Vianini Industria
Vianini Lavori

140,000
0,375
9,380
0,067
1,635
4,286
6,920
2,120
11,180
0,320
146,000
7,800
3,132
1,025
0,430
1,037
1,050
0,626
0,849
13,470
3,940
0,057
91,050
3,374
6,825
5,740
7,975
4,222
4,190
2,526
238,500
2,532

Divid.

Minimi
Anno

Massimi
Anno

nr

0,314

0,398

nr 10,473
0,050 7,290
nr 18,000
nr 2,805
0,260 9,120
nr 0,798
0,090 13,174
0,520 13,016
nr 0,038
nr 0,002
nr
nr 91,050
nr 0,270
0,140 7,888
nr 0,050
nr 1,279
0,150 3,917
0,100 6,607
nr 1,896
nr 9,600
nr
nr 0,283
nr 146,000
0,100 6,124

13,199 178761
9,374 14431087
18,050
0
3,692 2872278
10,400
830
1,188 10049372
14,196
480
13,620
6014
0,038
0
0,003 893450331
140,000
10
0,378
0
9,387 282835
0,080 666358
1,679 129415
4,353 16851389
7,167
7335
2,116 1702819
10,889
15611
0,336 201245
146,000
0
7,883 3227670

3368
1799
191
39
3751

821
4137
2
1777
17
1130
138
732
5
191
0
1
0
2128
3
191
14896
630
1013
142
0
27
0
7115

-0,32 3,141 0,083 2,598 3,171 124218


451
+3,54 1,031
nr 0,557 1,056
45862
0
0,00 0,431
nr 0,333 0,456
10819
18
-0,29 1,043
nr 0,859 1,043 118527035 14048
+1,94 1,052
nr 0,962 1,073 225957
109
0,00 0,626
nr 0,533 0,660
8430
3
-0,12 0,854 0,028 0,683 0,854 31829851 5145
+1,58 13,388 0,150 11,278 13,607 3778133 15805
-0,40 3,944 0,070 3,585 3,959 9577008 7928
+0,53 0,057
nr 0,050 0,057 34756977
107
+0,05 90,973 2,700 70,181 92,052
80600 2785
-0,30 3,364 0,130 2,481 3,382 270595
554
+2,17 6,805
+3,05 5,691
+0,19 7,983
+0,52 4,216
+0,48 4,196
+1,20 2,515
+1,32 237,526
+1,28 2,522

0,060 5,300 6,805


0,100 4,941 5,714
0,100 7,720 8,095
0,162 3,880 4,677
0,182 3,896 4,652
nr 2,119 2,515
nr 192,724 237,526
nr 2,124 2,522

15,400 -0,65 15,510 0,230 14,927 15,587


1,260 +0,80 1,259
nr 1,188 1,279
5,435 -0,09 5,435
nr 4,886 5,602

7407422 6137
77245553 33368
4205
20
1340278 1872
1112236 1148
7774003 5723
5353
303
365835
951
6588
10300
1513

162
38
238

Y Yoox
Z Zucchi

Prezzo Differ. %
Chiusura Riferim.Prezzo VWP

9,600 +0,58

19,610 +0,15 19,595


0,052 -0,58

Zucchi 14 warr
Zucchi rnc

9,573

0,052

0,00
0,162 +0,62

Divid.

Minimi
Anno

Massimi
Anno

nr

8,088

9,760

806432

2437

nr 15,882 20,365
nr

Quantit
trattate Capitalizz.

652056

1214

0,050

0,055 2499446

20

0,161

0,169

nr
0,163

nr

0
7125

STAR
Acotel Group

9559

51

Aeffe

2,090 +0,97

2,090

nr

1,800

2,210

273658

224

Amplifon

5,660 +1,16

5,746 0,043

4,930

5,746

918752

1291

Ansaldo Sts

8,780 +0,92

8,743 0,160

8,185

8,860

363452

1749

Ascopiave

1,945 -0,10

1,949 0,120

1,762

1,949

264814

457

Astaldi

6,325 +2,35

6,274 0,190

4,496

6,274

521194

618

B&C Speakers

6,700 +0,30

6,704 0,320

5,639

6,808

5413

74

16,360 +2,38 16,240 0,570 13,629 16,240

106641

874

Banca Ifis
Banzai
BB Biotech

12,180 -1,14 12,254

6,335 -3,58

6,404

nr 10,299 15,391

6,603

282836

260

252,300 +0,80 252,972 7,000 197,631 255,536

nr

6,404

7925

2998
176

Bca Finnat

0,488 +0,23

0,486 0,010

0,393

0,540

642998

Biancamano

0,490 +1,03

0,487

0,423

0,505

188508

17

9,634 13,319

122480

365

Biesse
Bolzoni
Brembo

nr

13,300 +1,68 13,319 0,180

3,293

15822

83

33,310 +3,54 32,945 0,500 26,866 32,945

3,230 +0,12

3,208 0,035

2,570

225717

2200

Cad It

4,106 -0,58

4,148

nr

3,654

4,148

4700

37

Cairo Comm.

5,840 -1,68

5,870 0,270

4,667

5,968

198064

460

Cembre

2392

196

Cementir Hold

6,450 +1,49

6,435 0,080

4,955

6,480

327134

1024

Cent. Latte Torino

3,184 +1,02

3,165 0,060

2,674

3,312

18712

32

D'Amico

0,489 +0,56

0,488 0,017

0,437

0,496 2133066

206

2,766 -3,62

2,808

2,404

2,908

47160

47

8,770 10,802

32265

619
562

Dada
Datalogic

11,550 -0,09 11,525 0,260 10,345 11,661

nr

10,610 +0,19 10,595 0,160

Dea Capital

1,835 +1,38

1,832

nr

1,664

1,832

297177

Digital Bros

3,590 +0,62

3,554 0,070

3,039

3,637

7126

50

nr 41,473 44,902

27290

1256

8283

147

EI Towers

44,780 +0,45 44,447

El.En.

30,400 +1,13 30,406 0,500 27,616 31,587

Elica

1,995 +0,76

1,996 0,027

1,687

2,026

81701

126

Emak

0,895 -0,56

0,899 0,025

0,847

0,915

49897

147

Engineering

5430

560

Esprinet

7,345 +1,45

7,299 0,089

5,772

7,316

142504

383

Eurotech

1,949 +1,99

1,924

nr

1,638

2,170

146716

68

Exprivia

0,808

0,00

0,799

nr

0,691

0,839

104280

41

Falck Renewables

1,116 +0,18

1,115 0,032

0,878

1,122

426638

325

Fidia

3,280 +0,92

3,275

nr

2,872

3,306

3091

17

Fiera Milano

7,240 +4,93

7,068

nr

6,138

7,460

217545

298

3,900 +1,30

3,944

nr

2,976

Gefran

44,610 +0,25 44,763 0,656 36,674 45,031

3,944

67721

57

Ima

42,680 +1,64 42,132 1,250 35,480 42,132

99420

1552

Interpump

13,150 +0,54 13,132

327465

1430

Irce

1,950 +2,09

1,961 0,010

1,720

1,961

7385

55

Isagro

1,647 +0,24

1,640

nr

1,379

1,664

29150

40

IT WAY

1,744

0,00

1,796

nr

1,421

1,796

35119

14

81696

361

La Doria
Landi Renzo
MARR

nr 11,620 13,240

11,570 -0,77 11,633 0,121


1,006 -2,71

1,010

nr

8,396 11,696
0,992

1,083

836229

114

16,200 +0,37 16,170 0,580 14,572 16,170

93106

1076

389340

273

Moleskine

1,285 +0,23

1,286

nr

0,991

1,312

Mondo Tv

3,380 +17,04

3,210

nr

1,701

3,210 3302539

Mutuionline

6,000 +0,67

5,988 0,120

4,694

6,042

Nice

3,100 +2,51

3,054 0,043

2,670

Panariagroup

1,890

0,00

1,835

nr

1,251

Poligr. S.Faustino

6,520 +1,56

6,436

nr

5,610

6,700

526

56

nr 13,445 16,386

35200

172

Prima Industrie
R. De Medici

16,400

0,00 16,386

0,328 +1,74

0,322

nr

0,275

85

69541

237

3,054

23169

354

1,884

215472

83

0,331

894792

122

Reply

74,400 +0,95 74,144 0,700 59,421 74,144

6241

693

Sabaf S.p.a.

12,680 +0,96 12,674 1,000 10,621 12,674

30687

146

24358

104

Saes

7,090 -1,05

7,099 0,150

5,844

7,114

Saes rnc

6,645 -0,23

6,633 0,167

5,061

6,633

8189

49

Servizi Italia

4,694 -0,34

4,709 0,140

4,004

4,746

16753

134

Sesa

18908

224

Sogefi

14,210 -0,28 14,295 0,450 12,374 14,295


2,864 +0,99

2,862

nr

2,062

2,873

553278

339

TerniEnergia

1,736 +0,99

1,729 0,060

1,411

1,781

52380

65

Tesmec

0,655 +1,24

0,656 0,016

0,567

0,656

232703

70

TXT e-solution

9,120 -0,71

9,129 0,250

7,500

9,185

70940

108

Vittoria Ass.

9,700 +2,65

9,593 0,180

8,195

9,593

51861

646

Zignago Vetro

5,530

0,00

5,502 0,220

4,910

5,525

25810

484

20 .Lettere e Commenti

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

LA STAMPA

LETTERE AL DIRETTORE

MARIO
CALABRESI

Ristorante Italia, il conto


da pagare rimasto ai figli
in dai tempi andati abbiamo assistito e letto di genitori e nonni che
si privavano del necessario per
assicurare lo stesso a figli e nipotini. Oggi, che il livello di istruzione cresciuto,
assistiamo a genitori e nonni che con disinvoltura mangiano il pane che di diritto spetterebbe a figli e nipoti, lasciando
loro, oltre alle briciole, una montagna di
debiti. Se questo il progresso, starebbe
bene un po di regresso. Voglio chiarire
che il concetto di pane si riferisce a pensioni ottenute con un certo metodo, o
piuttosto senza alcun metodo, che molto
hanno dato alle vecchie generazioni e
troppo hanno tolto alle nuove, perpetrando unenorme ingiustizia sociale.

c.
contatti
Le lettere
vanno inviate a
LA STAMPA
Via Lugaro 15,
10126 torino

MATTIA BORIO

Negli ultimi anni, di fronte alle ripetute polemiche


contro le tasse, contro lImu e contro i tagli, mi sono
trovato a pensare che si sta consumando una grande ingiustizia in Italia.

E-MAIL:
lettere@lastampa.it
FAX: 011 6568924

Tassisti contro Uber:


ora di intervenire
1 Posso comprendere le

proteste dei tassisti nei


confronti di Uber, anche se
la lobby delle auto di piazza
dimostra ancora una volta di
essere potente, autoritaria
ed eccessivamente
aggressiva nei confronti di
qualunque ipotesi (vera o
presunta) di modifica dello
status quo.
Non pi accettabile
essere ricattati da categorie
che rivendicano i propri
presunti diritti con obsolete
manifestazioni come quelle
messe in atto dai tassisti.
Credo sia giusto
affrontare il problema in
maniera pi costruttiva,
regolamentando il mondo
del noleggio alternativo. In
questo i tassisti hanno
profondamente ragione. Se
concorrenza deve essere, e
non vedo perch
democraticamente non
debba essere cos, tutti
devono partire allo stesso
livello in materia
amministrativa, fiscale e di
controlli sugli autisti, sui
mezzi impiegati e sulla
tutela degli utilizzatori del
servizio.
I monopoli non hanno pi
ragione di esistere, ora che
anche gli ultimi rimasti si
rassegnino alle leggi della
concorrenza e del libero (ma
regolamentato) mercato.
CLAUDIO B.

Ospedali, basta tagli


a fondi e posti letto
1 Trovo molto amaro

leggere gli strali di politici e


semplici cittadini che
chiedono furiosamente
giustizia cercando i colpevoli
della morte della povera
neonata di Catania tra i

medici, che non avrebbero


fatto il loro dovere.
Pochi o nessuno,
nonostante a determinare la
tragedia sia stata
primariamente limpossibilit
di ricoverare la piccola in un
ospedale a distanza decente,
levano invece il dito verso chi
ha scelto di tagliare fondi e
posti letto ad un sistema
sanitario pubblico gi al
collasso, specie nel nostro
Sud.
PAOLO BERSANI ROMA

Ferrero, un esempio
per le aziende
1 Per un caso singolare il

cordoglio per la morte di


Michele Ferrero viene
mitigato dalla notizia, giunta

Questingiustizia rappresentata dalle generazioni


dei nonni e dei genitori, che dopo aver goduto di
anni di crescita e di servizi pubblici generosi, ora si
battono per non pagare il conto e risanare il deficit.
Sono irresponsabili o perlomeno ingenerosi verso
i loro figli e nipoti sulle cui giovani spalle lasciano il
peso del debito e la difficolt di sanarlo.
bene rendersene conto con chiarezza e un esempio mi viene sempre in mente: come se il conto
del ristorante, dove genitori e nonni hanno mangiato e bevuto per anni, venisse lasciato da pagare
ai nipotini, che senza soldi finirebbero inevitabilmente a lavare i piatti in cucina.
Quel ristorante lItalia, cibo e vino sono uno stato sociale a lungo troppo generoso e sopra le nostre possibilit, cos come sono le baby pensioni e i
troppi dipendenti pubblici.
Si potrebbe obiettare che non tengo conto delloste (il politico di turno) che ha truffato sul conto, ma potrei rispondere che il ristorante ce lo eravamo scelto noi, con anni e anni di elezioni e non
certo i nostri figli e nipoti.

proprio alla vigilia del


decesso, del superamento, da
parte del gruppo albese, di un
colosso come la Nestl. Penso
sia giunto il momento di
procedere ad unattenta
riflessione su ci che lItalia
pu fare. La grande lezione di
Ferrero sta nel profondo
radicamento nella sua terra e
nella sua patria, e nei
rispettivi valori. Esemplare lo
stile raffinato della sua
pubblicit, in netto contrasto
con la grossolanit che troppo
spesso guastava spot e
manifesti. Mi auguro che
lesempio del patriarcaimprenditore langarolo trovi
parecchi imitatori. Le parole
di concittadini e dipendenti
testimoniano quanto il suo
esempio fosse valido.

Ogni giorno pubblichiamo una lettera dallarchivio di


Specchio dei tempi. Quella di oggi del 7 giugno 1967

Pace per il Vietnam,


pace per il Medio
Oriente
1 Un lettore ci scrive

da Milano:
Ho letto su La Stampa del 3 il
resoconto della
manifestazione per la Pace nel
Vietnam e nel Mondo svoltasi
a Milano sotto legida della
Consulta Milanese per la
Pace. Non posso che
rammaricarmi che lo spirito
di cotesta manifestazione sia
stato sviato dal vostro
redattore.
Erano presenti, ed hanno
parlato, uomini di ogni fede e
di ogni partito: il pastore
evangelico Vinay, il
rappresentante delle Acli

La Stampa
REDAZIONE
AMMINISTRAZIONE TIPOGRAFIA 10126 Torino, via Lugaro 15, telefono 011.6568111,
fax 011.655306; Roma, via Barberini 50, telefono 06.47661, fax 06.486039/06.484885;
Milano, via Paleocapa 7, telefono 02.762181, fax 02.780049. Internet: www.lastampa.it.
ABBONAMENTI 10126 Torino, via Lugaro 21, telefono 011.56381, fax 011.5627958.
Italia 6 numeri (c.c.p. 950105) consegna dec. posta anno e 402,50; Estero: e 858,50.
Arretrati: un numero costa il doppio dellattuale prezzo di testata.

Albano, il componente della


direzione della de Corghil, il
prof. Margaria ordinario di
Fisiologia presso lUniversit
di Milano, gli onorevoli
Lombardi, Luzzatto ed
Amendola ed il sen. Parri.
Penso che chiunque fosse
stato presente non avrebbe
potuto che rallegrarsi per
linvocazione di Pace elevarsi
al di sopra di ogni prestigio di
partito e di cosiddetta
strumentalizzazione.
Pace per il Vietnam dove da
23 anni si muore. Pace per il
Medio Oriente dove si
minaccia di morire. Sarei
grato, ma ne dubito, se
Specchio dei tempi vorr
pubblicare questa mia.
Distinti saluti.
Prof Sergio Lesca
dellUniversit di Milano

DIRETTORE RESPONSABILE
MARIO CALABRESI
VICEDIRETTORI
MICHELE BRAMBILLA, MASSIMO GRAMELLINI,
FRANCESCO MANACORDA (RESPONSABILE MILANO), LUCA UBALDESCHI
REDATTORI CAPO CENTRALI
FLAVIO CORAZZA, GUIDO TIBERGA
CAPO DELLA REDAZIONE ROMANA
ANDREA MALAGUTI
ART DIRECTOR CYNTHIA SGARALLINO
REDAZIONI
GIANNI ARMAND-PILON ITALIA, ALBERTO SIMONI ESTERI,
TEODORO CHIARELLI ECONOMIA E FINANZA,
MAURIZIO ASSALTO CULTURA, PIERO NEGRI SCAGLIONE SPETTACOLI,
RAFFAELLA SILIPO SOCIET, PAOLO BRUSORIO SPORT,
LAURA CARASSAI EDIZIONI PIEMONTE E VALLE DAOSTA,
GUIDO BOFFO CRONACA DI TORINO

2
ITALIANA EDITRICE SPA
PRESIDENTE JOHN ELKANN
VICEPRESIDENTE CARLO PERRONE
AMMINISTRATORI
LUCA ASCANI, LODOVICO PASSERIN DENTRVES, DIEGO PISTONE
AMMINISTRATORE DELEGATO LUIGI VANETTI
DIRETTORE GENERALE MAURIZIO SCANAVINO
DIRETTORE EDITORIALE MARIO CALABRESI
RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DEI DATI (D. LGS.196/2003):
MARIO CALABRESI

REDAZIONE AMMINISTRAZIONE E TIPOGRAFIA: VIA LUGARO 15 - 10126 TORINO, TEL. 011.6568111


STAMPA:

ITALIANA EDITRICE S.P.A., VIA GIORDANO BRUNO 84, TORINO


LITOSUD SRL, VIA CARLO PESENTI 130, ROMA
ETIS 2000, 8A STRADA, CATANIA, ZONA INDUSTRIALE
RCS PRODUZIONI MILANO S.P.A., VIA ROSA LUXEMBURG 2 PESSANO CON BORNAGO
LUNIONE SARDA S.P.A. VIA OMODEO, 5, ELMAS (CAGLIARI)
2015 ITALIANA EDITRICE S.P.A.
REG. TRIB. DI TORINO N. 26 14/5/1948 CERTIFICATO ADS 7874 DEL 09/02/2015.

LA TIRATURA DI MERCOLED 18 FEBBRAIO 2015 STATA DI 262.262 COPIE

www.lastampa.it/lettere

TM

Ferrero, la grandezza
di chi sa dire grazie

Leditoriale
dei
lettori

1 Ho cercato di capire,

leggendo i tanti articoli


dedicatigli dai giornali, quale
fosse il segreto di Michele
Ferrero. Credo che a
distinguere la sua parabola di
vita da quella di altri
patriarchi dellindustria
italiana sia stata la capacit,
oggi pi che mai dimenticata,
di saper dire una semplice
parola: grazie!. Avere idee
brillanti e crearvi intorno un
impero cosa da pochi; di un
uomo eccezionale lumilt di
non considerare successo e
ricchezza dei personali diritti
acquisiti da ostentare.
MAURIZIO DEGIANI

GIUSEPPE MARCHISIO

LE LETTERE DI SPECCHIO

Quotidiano fondato nel 1867


2

Erosione delle coste,


ministero al lavoro
1 Il mare sta divorando la

costa, vero. Sono ben 2.400 i


km che mostrano gli effetti di
una significativa erosione, con
conseguenze drammatiche
sullambiente e sulle attivit
economiche. Basti pensare
che una superficie di spiaggia
di 10 ettari produce in media
in un anno, grazie alle attivit
balneari, un valore di 3 milioni
di euro. Non si tratta, quindi,
solo di unerosione fisica, ma
anche di erosione dei Pil.
Lobiettivo del ministero
dellAmbiente quello di
arrivare, entro la fine
dellanno, alla definizione delle
linee guida nazionali degli
interventi a difesa della costa.
A questo scopo, si gi
attivato promuovendo un
tavolo nazionale con le
Regioni costiere, lIspra e la
comunit scientifica, per
coadiuvare a livello nazionale
le azioni locali per arginare
lerosione costiera.
SILVIA VELO, SOTTOSEGRETARIO
DI STATO ALLAMBIENTE

Usa La Stampa (Usps 684-930) published daily in Turin Italy. Periodicals postage paid at L.I.C. New York
and address mailing offices. Send address changes to La Stampa c/o speedimpex Usa inc.- 3502 48th
avenue - L.I.C. NY 11101-2421.
SERVIZIO ABBONATI Abbonamento postale annuale 6 giorni: e 402,50.
Per sottoscrivere labbonamento inoltrare la richiesta tramite Fax al numero 011 5627958;
tramite Posta indirizzando a: La Stampa, via Lugaro 21, 10126 Torino; per telefono: 011.56381;
indicando: Cognome, Nome, Indirizzo, Cap, Telefono.
Forme di pagamento: c. c. postale 950105; bonifico bancario sul conto n. 12601
Istituto Bancario S. Paolo; Carta di Credito telefonando al numero 011-56.381

LASSALTO
ALLE PENSIONI
Noi pensionati perch non chiediamo al presidente
dellInps, Tito Boeri, e a quelli che guadagnano
oltre i 60 mila euro, di ridursi lo stipendio del 30%?
FRANCESCO FILIPPINI
ito Boeri, neoeletto presidente dellInps
propone il taglio pensioni retroattivo del
30 per cento su differenza contributivoretributivo.
Tutte le persone che sono andate in pensione
con il sistema retributivo, allora in vigore, verrebbero penalizzate con un taglio medio del 10%
che diventerebbe del 15%-20% nella fascia da
50.000 a 60.000 euro lordi annui.
Ovviamente una legge del genere dovrebbe
avere una articolazione estremamente complessa per tenere conto dei carichi di famiglia, delle
doppie pensioni, una calcolata in modo retributivo ed una in modo contributivo confluite in una
pensione unica, dei periodi di contribuzione per
chi ha usufruito di leggi che consentivano di andare in pensione dopo 16 anni di lavoro, delle pensioni calcolate con un sistema fino ad una certa
data e con laltro da quella data in poi, dellaggiornamento retroattivo degli indici di calcolo, delle
mancate indicizzazioni totali che dovrebbero essere rintrodotte retroattivamente, della progressivit dei prelievi, dei prepensionamenti con accordo tra aziende e lavoratori, etc.
Da questo punto di vista sembra pi ragionata
la proposta della Meloni di ricalcolo a partire dai
60.000 euro lordi annui, ritenuti la soglia per
non incidere pesantemente nella vita nelle persone e sui consumi.
Per concludere, perch noi pensionati non
mandiamo email o messaggi tramite social
networks al presidente del Consiglio Matteo
Renzi, allInps, ai giornali, ai parlamentari, ai
partiti, per chiedere semplicemente che si riducano lo stipendio oltre i sessantamila euro del 30
per cento come soglia minima, a partire da quello
del professore Tito Boeri?

oppure collegandosi al sito www.lastampashop.it; presso gli sportelli del Salone La Stampa,
via Lugaro 21, Torino.
INFORMAZIONI Servizio Abbonati tel. 011 56381; fax 011 5627958. E-mail abbonamenti@lastampa.it
CONCESSIONARIA ESCLUSIVA PER LA PUBBLICITA NAZIONALE RCS MediaGroup S.p.A.
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano. Telefono 02/2584.6543 - rcs.communication.solutions@rcs.it
CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITA LOCALE PUBLIKOMPASS S.p.A.
Direzione Generale: via Lugaro 15 - 10126 Torino, telefono 0116665211, fax 0116665300
www.publikompass.it - info@publikompass.it.
DISTRIBUZIONE ITALIA TO-DIS S.r.l. via Lugaro 15, 10126 Torino. Tel. 011 670161, fax 011 6701680.

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

PER LA GRECIA
UN PROGRAMMA
DI CRESCITA
ivangare il passato, alimentare la sfiducia e
lostilit
reciproca,
scambiarsi critiche ai limiti
dellinsolenza, discutere su
questioni di principio facendo
finta di poter prescindere dalla controparte, non serve ma
nuoce. Il rapporto fra lUe e la
Grecia non come quello fra

loro volta le debite forme, anche nei confronti della Commissione, e sottolineare continuamente il loro strapotere in
unEuropa divisa. E inutile
gridare che pacta sunt servanda se mancano progetti di
riforme per la crescita che
permettano davvero di onorare i patti. Ci vuole unUe come
Juncker quando ha preso per
mano Tsipras: deve suggerire,
ascoltare, aiutare a decidere,
mostrarsi proattiva nel con-

una banca e un suo piccolo,


malandato cliente debitore del
quale potrebbe fare a meno.
La Germania teme che cedere qualcosa ai greci ringalluzzisca gli anti-euro di atri
Paesi molto indebitati. Ma dimentica che se lUe non mostra capacit di gestire costruttivamente le enormi difficolt economiche di Atene,
leuroscetticismo si rafforzer
in tutto il mondo. Inoltre la
Germania e il suo ministro delle finanze non devono approfittare del disinvolto vestire di
Varoufakis per trascurare a

durre il dialogo su un terreno


dove i greci non possano rifugiarsi in rivendicazioni rabbiose e di corto respiro, sostenute dallo stato drammatico
in cui sono ridotti.
La Grecia critica una
troika che ha ormai perso legittimit e ha preteso di disciplinare la sua finanza pubblica senza riguardo alla fattibilit politica dei tempi di aggiustamento che imponeva.
Ma non pu pretendere di disegnare le sue politiche senza
laccordo di chi le ha fatto credito. Il modo con cui insiste

FRANCO BRUNI
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

R
Illustrazione di
Dariush Radpour

ITALIA-FRANCIA , IL POPULISMO
DI DUE GIOVANI PREMIER
CESARE MARTINETTI
era una volta il popolo. Scomparso come
soggetto politico
quotidianamente mitizzato e
variamente strumentalizzato, da destra e da sinistra, ricompare ora nellevocazione
che con straordinaria simultaneit stanno facendo in
questi giorni Matteo Renzi e
Manuel Valls, primi ministri
in carica a Roma e Parigi. Di
fronte allAventino delle opposizioni alla riforma costituzionale, il nostro premier
uscito con questa espressione: ... alla fine la riforma sar sottoposta a referendum e
l si vedr. E cio: il referendum sar usato come arma
politica da contrapporre alle
risse del Parlamento. Vista la
considerazione di cui godono
oggi i parlamentari davvero

difficile immaginare che gli


italiani possano votare contro
labolizione del Senato. E dunque quasi uninvocazione al
plebiscito.
Alle prese con lapprovazione della legge proposta dal giovanissimo e controverso (perch ritenuto troppo liberale in
un governo della gauche) ministro dellEconomia Emmanuel
Macron, il primo ministro
francese Manuel Valls ha detto
ieri allAssemble: La maggioranza dei francesi vogliono
la riforma... accusando di
conservatorismo e immobilismo i parlamentari che si
perdono in infiniti giochi politici. In questo caso nessun referendum, unevocazione dello
spirito, pura e semplice.
I casi sono molto diversi.
Per lItalia si tratta di ridisegnare parte dellassetto istituzionale; per la Francia di approvare una legge che contie-

ne un pacchetto di riforme diciamo liberali: dallapertura


domenicale dei negozi, alla liberalizzazione dei notai, allavvio di una concorrenza nei trasporti ferroviari, alla riforma
delle rappresentanze sindacali, etc etc. Renzi si trovato un
Aventino con la grottesca alleanza Forza Italia-Sel-LegaFratelli dItalia; Valls ha fatto
ricorso a quella che a Parigi
chiamano larma atomica
parlamentare per superare le
divisioni della sua stessa maggioranza: larticolo 49-3 che
consente al governo di approvare una legge senza il voto allAssemble. Anche qui opposizioni unite: destra-comunisti-ultra-gauche. Ci sar una
mozione di censura: dovesse
passare il governo cadr.
Ma al di l delle tecnicalit
procedurali, quello che interessa notare che due giovani
leader politici della sinistra

per tagliare e ristrutturare il


suo debito distrae dal programma economico reale sul
quale deve cercare consenso
allinterno e allestero: se il
programma buono e credibile la faccenda del debito andr a posto, in un modo o nellaltro. Se ci sono delle divergenze nel concepire il programma vanno affrontate e
risolte come tali. Lidea di un
piano di lungo termine deve
andare oltre un nudo elenco
di riforme strutturali pi o meno punitive di passati
lassismi: non si riesce, per esempio, a
riformare la pubblica amministrazione se non si dimostra che ci serve a un cammino di
crescita possibile e
durevole. Lemergenza in cui si trova la popolazione
greca non deve ricattare lopinione
pubblica comunitaria per indurla a
far giustizia fra
creditori e debitori: devessere il
punto di partenza
di un chiaro e dignitoso progetto
che non si riduca al
sostegno immediato degli stremati
ma convinca che
lEuropa tutta pu
guadagnare se un
suo Stato membro, per quanto piccolo, diventa pi stabile
e competitivo.
Speriamo che nei prossimi
giorni la questione greca
smetta di apparire come un
gioco a somma zero fra chi
cerca di essere pi tosto, furbo, spregiudicato, irriverente
dellaltro. Speriamo si concentri sulla formulazione di
un programma di lungo termine e provi che la cooperazione fra Ue e uno Stato membro pu essere benefica per
entrambi.
franco.bruni@unibocconi.it

moderata, due rottamatori


dichiarati, due politici assertivi, spigolosi, sfrontati nelluso
del linguaggio e nella pratica
parlamentare, si spingono al limite del galateo costituzionale. Evocare lopinione pubblica, il popolo, in funzione antiparlamentare si chiama populismo. Nel caso italiano, essendo il referendum confermativo delle riforme previsto
dalla Costituzione, lo si dovr
chiamare populismo democratico. Ma nel momento in cui il
premier lo evoca in funzione di
legittimazione della propria
azione politica, diciamo che
siamo al limite.
Italia e Francia hanno bisogno di riforme. Le resistenze e
le inerzie vanno superate. Gli
strappi, in queste situazioni,
sono inevitabili. Le costituzioni hanno senso proprio per
questo: dare le regole dentro le
quali i cambiamenti possono
avvenire. Con il popolo, certo,
non contro il popolo, ma nemmeno contro le regole. Di assemblearismo si pu morire;
di populismo pure.
Twitter @cesmartinetti

Lettere e Commenti .21

STAMINA,
MAI PI
UNA SIMILE
FOLLIA
ELENA CATTANEO*
allesito dellindagine conoscitiva,
dalle audizioni dei Nas e dellAifa ma
anche di altri soggetti, dal lavoro
prezioso di alcune testate giornalistiche e
di alcuni mezzi televisivi ma anche dagli interventi dellattuale ministro della Salute,
emerge chiaramente quel che Stamina non
. Non un metodo, non una terapia, non
una cura, non compassione, non un
testo tecnico-scientifico, non una sperimentazione clinica, non una preparazione di staminali e tantomeno di staminali
convertite in neuroni. invece laffascinamento per una parola vuota che la storpiatura di una parola vera, che stata irresponsabilmente tradotta nelliniezione intratecale in adulti e bambini. una vicenda
che ha investito il potere esecutivo, legislativo, giudiziario, coinvolgendo i media, la
comunit scientifica, che si intrecciata
con la sensibilit dei cittadini, ingenerando
false aspettative di aiuto nei confronti di
persone colpite da malattie attualmente
inguaribili e sulle quali la ricerca mondiale
continua il suo serio lavoro. Stamina anche un tentativo di frode
brevettuale, un tentativo di
frode commerciale, labuso
dello stato di malattia, il
tradimento del senso
dumanit.
Ci siamo chiesti come sia
potuto succedere. Ci siamo
chiesti se davvero lItalia
un Paese che non ha le competenze, il rigore metodologico, le capacit di individuare i fatti e gli strumenti
legislativi per impedire una
simile follia. Ebbene dallindagine conoscitiva emerge
che tutto questo nel nostro Paese cera.
Cera limmenso patrimonio di conoscenza
e di operativit che contraddistingue alcune nostre istituzioni sanitarie come Nas e
Aifa che nel maggio 2012 sancivano, senza
appello, cosa fosse e cosa non fosse Stamina. E cerano anche gli strumenti legislativi
come il Dm Turco Fazio 2006 che come
esito dellindagine chiediamo sia modificato e rafforzato con contenuti gi del resto
recepiti dal Dm Lorenzin dello scorso gennaio, che lo abroga e sostituisce il cui rispetto, da solo, avrebbe bloccato Stamina.
Perch quella non-cura e non-terapia non
ha mai avuto nemmeno i requisiti minimi
richiesti da quel decreto ministeriale.
Quindi mancato il coordinamento tra
organismi, mancata la comprensione delle responsabilit e delle conseguenze cui si
esposti e si causa quando si decide, o
non si decide in unaula parlamentare o in
un tribunale. mancata la capacit di rimanere saldamente ancorati ai fatti documentati, di blindare la propria deontologia
per renderla immune da facili tentazioni.
Non si pu mentire anche quando esprimere un no pu essere molto doloroso, ma
allo stesso tempo ricordando lenorme impegno profuso in ogni parte nel mondo verso lo studio di malattie complesse e oggi
inguaribili. Alla magistratura, la cui indipendenza e autonomia non in discussione, spesso mancata la volont di approfondire i minimi presupposti medicoscientifici ma anche di accertare i requisiti
regolatori gi presenti nelle norme italiane
mettendoli chiaramente a monte dei conseguenti ragionamenti giuridici cui chiamata a rispondere.
Si chiude cos la vicenda Stamina con
limpegno comune da parte di tutte le istituzioni affinch non si ripeta niente di simile.
Da oggi lavorer insieme ai colleghi della
Commissione per mettere in atto le proposte elaborate con lindagine conoscitiva
coinvolgendo il Parlamento e gli altri soggetti interessati. Da subito chiedo ai mezzi
di comunicazione di contribuire a decretare la fine di questa triste vicenda dissociando Stamina da parole di ben altro valore
sociale, civile e medico quali terapia, cura,
metodo, trattamento sanitario.

*Docente Universit di Milano


Senatrice a vita

22

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

&

CULTURA
SOCIETA
SPETTACOLI

Piccoli editori a Modena


Sabato 21 e domenica 22 febbraio, al
Foro Boario di Modena, si terr Buk
Festival, appuntamento per la piccola e
media editoria, con 100 case editrici, 60
incontri, reading, eventi teatrali e atlier
letterari. Ledizione 2015 di Buk, sar
dedicata al tema dellindipendenza della
letteratura, dellarte e della satira.

La palazzina della
Mondadori
(disegnata
da Niemeyer)
a Segrate
la cittadina
dellhinterland
milanese
che ospita
il quartier
generale
del pi grande
gruppo
editoriale
italiano

Mondadori
La A. Mondadori
Editore
stata fondata
nel 1907 da Arnoldo
Mondadori
Attualmente
controllata
da Fininvest. Ha
fatturato 1275,8
milioni nel 2013

Mondadori corteggia
la Rizzoli libri
Si va verso la fusione
La casa editrice controllata dalla Fininvest di Berlusconi
sarebbe disposta a sborsare fino a 150 milioni per lacquisto
FRANCESCO SPINI
MILANO

ondadori vuole i libri


della Rizzoli. Il processo ancora lungo, ma il
primo colpo di cannone di quella che si annuncia come una
possibile maxi fusione nel mondo della cultura stato sparato:
la casa di Segrate, controllata
dalla berlusconiana Fininvest,
ha indirizzato a Rcs Media-

Rizzoli Libri
La casa editrice
Rizzoli (che oggi
parte di Rcs
Mediagroup)
stata fondata da
Angelo Rizzoli nel
1974
Controlla una
galassia di altre
case editrici
Il gruppo ha
fatturato 1,3
miliardi nel 2013

La concorrenza

Stefano Mauri (GeMS)


Per lItalia sarebbe
qualcosa di abnorme

o choc, per gli altri editori italiani, parzialmente attutito dal fatto
che ormai se ne parlava da
mesi. La mega-fusione sempre pi vicina indubbiamente vista come una minaccia, anche sei i toni sono molto prudenti, e la voglia di parlare assai poca. Feltrinelli fa
sapere di non avere al momento posizioni in merito,
Sellerio pure, e persino un
editore sempre battagliero
come Giuseppe Laterza preferisce tacere, in attesa di capire meglio i termini della
questione. Lo stesso silenzio
la spia di una grande preoccupazione.
Stefano Mauri, presidente
e ad del gruppo GeMS, terzo
per unincollatura dietro Rizzoli sul mercato italiano, pro-

va per a ragionare con i numeri. Mondadori, ricorda, ha il 26


per cento, che unito al 12 di Rizzoli creerebbe un gigante di dimensioni colossali. Senza contare che le due case editrici arriverebbero insieme al 25 per
cento della scolastica, il che significa un libro su quattro.
C una preoccupazione che
riguarda anche la propriet,
cio Silvio Berlusconi e la sua
famiglia, che si ritroverebbero
in una posizione rilevantissima
nel delicato mondo delleducazione? Mauri non raccoglie.
Intanto aspettiamo di capire
se questa fusione, anzi acquisizione, si fa davvero. Oggi abbiamo avuto la conferma che quel
che si diceva in giro non era
privo di fondamento. Corre voce che i soci Rizzoli siano divisi
al proposito. Vedremo... Sta

group unofferta non vincolante sullintera partecipazione


detenuta dal gruppo guidato da
Pietro Scott Jovane in Rcs Libri, pari al 99,99% del capitale
sociale, come recita un comunicato di Mondadori. Cifre ufficiali non ce ne sono, ma stando
alle indiscrezioni Segrate per
lintera quota sarebbe pronta a
sborsare una cifra compresa
tra i 120 e i 150 milioni di euro,
per una societ che, nel 2013,

facendo gli scongiuri? Diciamo che in nessun Paese europeo esiste una concentrazione
di queste dimensioni. La fusione tra Penguin e Random House, due giganti, ha creato s un
colosso, ma che per lInghilterra vale tutto insieme il 26 per
cento, e cio proprio la quota
che Mondadori ha oggi in Italia. Lacquisizione non sarebbe perci una bella notizia?
Diciamo che per lItalia sarebbe qualcosa di abnorme.
Sulla stessa linea Carmine
Donzelli, editore orgoglioso
della tradizione artigianale:
Prima che editore, per, sono
cittadino. E come tale penso
che concentrazioni di questa
entit siano una turbativa specifica del mercato. Ci sono istituzioni che devono e possono
decidere se consentirle o meno. Detto questo, non mi straccio le vesti. In che senso? Nel
senso che spesso le grandi fusioni portano ad un certo appannamento dei marchi. Egoisticamente potrebbe anche
giovarmi, rivelarsi una chance
ulteriore per un editore come
sono io. Ma il libro ha una sua
specificit. E se il pluralismo
dei soggetti importante in
ogni mercato, nel nostro lo
[M. B.]
ancora di pi.

Rcs aveva in carico a 216 milioni, 180 escludendo i 36 milioni di


cassa. Una somma che nel frattempo sarebbe per scesa dopo
la cessione di alcune attivit
(tra queste i cataloghi darte di
Skir e alcuni marchi della scolastica) e le possibili svalutazioni che nel 2014 potrebbero essere intervenute sugli avviamenti.
Rispetto a questa prima manifestazione di interesse della
Mondadori, il consiglio di am-

ministrazione di via Rizzoli si


riservato ogni valutazione in
merito. Da Rcs per ora si attendono un ulteriore passo di
Segrate, pi formale e vincolante per decidere se dare o meno
accesso ai numeri agli uomini di
Segrate. Una cosa che sarebbe
possibile anche a un consiglio in
scadenza quale quello di Via
Rizzoli. Il tempo del resto stringe e, avviando al pi presto una
riflessione sulla eventuale ven-

Leditore americano

Vitale: Ottima idea


Lunione fa la forza
e uno pi uno fa tre
M IRELLA SERRI

unione fa la forza. Non ha alcun dubbio Alberto Vitale, grande editore


italo-americano con oltre
trentanni di esperienza, che
parecchio tempo fa cur
lacquisizione della Bantam
Books da parte del gruppo
Ifi e che in seguito, dal 1989
al 2002, ha tenuto il timone
della Random House, una
delle maggiori case editrici
del mondo, e ne ha seguito
lacquisto da parte della Bertelsmann.
Alla notizia dellinteresse non vincolante manifestato ieri dalla Mondadori
per lacquisizione di Rcs Libri, il top manager osserva
che le fusioni in genere pos-

sono consentire il raggiungimento di alcuni obiettivi fondamentali: Esse infatti favoriscono lottimizzazione dei
costi e dei servizi essenziali,
come le spese per la rete informatica, quelle per la gestione dei magazzini, per la distribuzione e per la finanza. In altre parole, le fusioni permettono il massimo sviluppo delle
economie di scala. Tutto ci
per, soprattutto nel caso delle aziende editoriali, va conciliato con la crescita del potenziale creativo delle testate
coinvolte che vanno mantenute e valorizzate.
Non sarebbe pi conveniente
piuttosto ridurre le voci?

Neanche per sogno, tutto al


contrario. I diversi punti di
vista, le diverse linee editoriali, in questo caso della Ca-

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

ggetti, interi arredi, opere


darte che raccontano levoluzione delle arti decorative di
propaganda dal 1880 al 1945, illustrando, nello stesso tempo, levoluzione del gusto e della moda: una collezione frutto di decenni di ricerca da
parte di Mitchell Wolfson, 76 anni, ex
diplomatico che nel 1986 ha fondato a
Miami The Wolfsonian con sede
nellArt Dco district e nel 1993 ne ha

Al collezionista
Mitchell Wolfson
il Grifo di Genova
ALESSANDRA PIERACCI

aperto una sede a Genova, donando


nel 2007 definitivamente la collezione visitabile nel polo museale dei
Parchi di Nervi. Qui il visitatore che
si muove fra gli arredi, i quadri e le
suppellettili esposte, avverte il senso
del tempo e la rilevanza dei temi che
Micky Wolfson intende sottolineare
attraverso la sua collezione: esotismo, Art Nouveau, Scuola Romana,
Antonio Rubino (il fondatore de Il

corriere dei piccoli), Art Dco, Novecento, Razionalismo, Futurismo e


Propaganda, Design Industriale. In
onore di Micky Wolfson stata organizzata una giornata di studi su
Collezionismi e collezionismo darte,
tra passione privata e fruizione pubblica, in programma domani dalle 10
nellaula magna della Scuola di
Scienze della Formazione dellUniversit di Genova. E oggi pomeriggio

Pubblicata linchiesta che il critico e poeta scrisse per la Rai nel 50-51
Lo scetticismo di Montale e Vittorini, la difesa appassionata di Calvino
ra il 1950, e Carlo Bo,
capofila dellermetismo fiorentino, cattolico, in una stagione che sembrava diventata improvvisamente estranea alla sua idea
critica della letteratura come vita condusse per la Rai
uninchiesta sul neorealismo. In apparenza, niente di
pi lontano da quanto aveva
teorizzato e discusso a partire degli Anni Trenta, dal tormento tutto interiore che
aveva segnato poeti come
Mario Luzi, il primo Alfonso
Gatto, Leonardo Sinisgalli o
Vittorio Sereni.
Ora tutto sembrava cambiato: il cinema di Rossellini
e De Sica aveva lanciato la
parola magica, il neorealismo era la nuova frontiera, il
verbo di una sinistra appena
sconfitta alle elezioni del 48
ma egemone sul piano culturale. Tutta la letteratura

E
dita, si potrebbe evitare la seconda tranche di aumento di
capitale da 200 milioni per procedere con la ristrutturazione
del gruppo, gravato dai debiti.
Per questo, dentro il cda Rcs (e
tra i grandi soci) il parere di andare avanti sarebbe prevalente.
Mondadori, tornata in utile
nel terzo trimestre, appare decisa. La vendita del 7,79% di Mediaset con cui Fininvest ha raccolto 377,2 milioni era parsa come un segnale davvio delle
grandi manovre. In realt Mondadori tenter di evitare un aumento di capitale (a cui la holding, secondo molti, si stava
preparando) grazie al fatto che
il suo debito netto dai 400 milioni visti in primavera sarebbe
sceso sotto i 300, rendendo agevole un intervento delle banche.
La scommessa creare il campione italiano del libro, aggiungendo a Segrate marchi come
Rizzoli, Bompiani, Adelphi,
Bur, Marsilio, Sonzogno, una
buona fetta di scolastica. Una
corazzata anti-Amazon da oltre
500 milioni di ricavi, con in mano - e su questo lAntitrust potrebbe accendere un faro - quasi il 40% del mercato.

sa editrice di Segrate e della


Rcs Libri, debbono mantenere la loro autonomia: questo un patrimonio che non
si deve assolutamente cancellare ma anzi si devono
sviluppare. Solo cos la somma di uno pi uno potr dare
tre, alla faccia della matematica.
In pratica...

Chi realizza una fusione deve comportarsi come un


buon padre di famiglia: gestire oculatamente il budget,
fare attenzione alle spese
senza deprimere le qualit e
le aspirazioni dei singoli soggetti. Cos, ad esempio, possiamo prendere il caso degli
uffici stampa. Unificarli sarebbe un grave errore: sono
un nervo sensibile per una
casa editrice, debbono avvicinare i giornalisti e i critici
ai prodotti di ciascuna realt
editoriale.
Per vincere, servono pi libri o
meno libri di pi alta qualit?

Non questo il punto.


Senzaltro debbono essere di
grande qualit ma soprattutto debbono essere opere
che piacciano ai lettori pi
che ai redattori. Debbono
andare incontro al gusto dei
fruitori.

Carlo Bo
(1911-2001)
nato a Sestri
Levante.
stato poeta
critico
letterario e
senatore a vita
dal 1984

uscita dal travaglio del fascismo e dalla resistenza, ora,


sembrava anchessa neorealista, quasi per necessit storica. Vero che definirne il
contorno era tuttaltra cosa.
Forse il neorealismo, al di l
del cinema, non esisteva se
non come finzione ideologica.
Non mancavano i teorici (per
esempio Zavattini), ma alla
prova dei fatti loggetto del
contendere pareva sfarinarsi
nellindistinto.
Questo deve aver pensato
Carlo Bo quando, con pazienza infinita, si mise allopera.
Per la sua inchiesta, andata

poi in onda tra lottobre del


1950 e il marzo del 1951, convoc moltissimi scrittori e critici
italiani, da Carlo Bernari che
era considerato lalfiere della
nuova poetica a Italo Calvino,
da Eugenio Montale a Vittorini, niente affatto tenero con le
generalizzazioni: Se tu dici
che Moravia un neorealista,
tu non dici nulla di criticamente essenziale su quel che
Moravia.
Ora l Inchiesta sul neorealismo viene pubblicata dalleditrice Medusa (con prefazione
di Goffredo Fofi) ed possibile
rendere giustizia alla penetrazione critica di Bo. Che part
piuttosto cauto: E naturale
che... certi scrittori diversissimi per natura e per educazione si trovassero a un certo
punto vicini, costretti dalle cose a lavorare insieme, protestando una stessa fede doccasione. Bastava porre la questione in termini semplice:
quel che si intende per neorea-

lismo una vera novit o solo


una moda letteraria, riportata dal di fuori, in modo particolare alla moda del romanzo
americano?
Cambiati i termini, non
che la prospettiva sia molto
cambiata. Ai tempi dellInchiesta il romanzo americano era
rappresentato da Caldwell o
da Steinbeck, magari da un
Cain o in generale dagli autori
tradotti da Vittorini e Pavese.
Bo fa molte domande, e registra le risposte con un tono a
tratti perfino sornione: Cominciamo col dire che il fenomeno del neorealismo italiano, almeno in letteratura,
nato da una suggestione polemica. E un esploratore cauto
e fortunato, le sue scoperte
non sono da poco. Per esempio
quando discorre con uno scettico Montale, o quando si confronta col giovane Calvino,
che coglie ragioni generazionali profonde. E ne fa quasi un
manifesto.

Italo Calvino

Dopo la guerra, tempo


che la letteratura scopra
la vita delluomo comune
DallInchiesta sul neorealismo di Carlo Bo (Medusa, pp. 124, 14), pubblichiamo la risposta di
Italo Calvino alla domanda Per quali ragioni i
nuovi narratori hanno dovuto attaccare la realt
con nuovi modi e nuove
esigenze?.
a letteratura della
testimonianza interiore, della confessione individuale, di cui tu,
Bo, sei un rigoroso sostenitore, assegnava allindagine
dello scrittore una zona ben
delimitata della coscienza,
gli prescriveva dapprofondire i propri motivi difendendosi il pi possibile dalle sollecitazioni esterne. Ma il bilancio di questa letteratura,
che ha pure avuto una sua logica interna e una giustificazione storica, era inevitabile
che minacciasse di chiudersi
in perdita.
Ad un certo punto era pi
quello a cui gli scrittori si vedevano costretti a rinunciare, che quello di cui si arricchivano. Penso sia stato questo sentirsi i panni stretti addosso, a spingere alcuni scrittori italiani, negli anni intorno allultima guerra, alla ricerca daltri motivi despres-

sione. Le loro esigenze morali, i


loro interrogativi, i loro bisogni
di comunicazioni umane e
dimmagini fantastiche venivano a cadere al di fuori del cerchio magico di quella schiva e
assorta letteratura interiore:
ed erano esigenze e domande
non di loro scrittori soltanto
ma di migliaia di uomini che si
chiedevano con ansia sempre
maggiore: cos questa terra,
cos questo tempo in cui siamo nati? Quale rapporto col
mondo ci pu sostenere nelle
minacciose congiunture che ci
si preparano? Era naturale che
noi giovani cercassimo i nostri
maestri tra coloro che pareva
tendessero a una risposta a
queste domande.
Pavese e Vittorini, scrittori
quanto mai diversi per formazione e per temperamento,
possono trovare un denominatore comune in questa loro
presenza storica, in ci che
contribuirono a smuovere, a

Italo Calvino (1923-1985) . Sopra, Ladri di biciclette di De Sica (1948)

sbloccare, in ci che la nostra


generazione cerc in loro. E
penso, pi ancora che a determinate loro opere, alla somma
delle suggestioni e dei fermenti mossi dalle attivit delluno e
dellaltro. Ma a dare corpo a
quelle possibilit poetiche che
covavano negli animi e nellaria, non bastarono certe letture; ci volle un inaspettato incontro con la vita, ci volle che
lItalia di cartapesta in cui non
riuscivamo a riconoscerci
crollasse e ne scoprissimo
unaltra, pi cruda e dolorosa,
ma pi nostra e antica.
Questo stato il nostro
cammino fin qui, e io credo
corrisponda a una necessit
della storia letteraria italiana.
La nostra letteratura aveva bisogno di trovare contatto nuovo con i tempi e col paese; la
sua storia, come la storia della

23

alle 17,30 nel Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi il sindaco Marco


Doria consegner a Wolfson il Grifo
del Comune di Genova.
Collezionare lattivit principale
della mia vita dice Wolfson che proprio di questo parler sia alle 11 nel
corso del convegno, sia domani sera
alle 22 davanti a 150 persone radunate al Palazzo Del Principe dai Club Lions di Genova.

Lindagine di Bo sul Neorealismo


Alla ricerca della corrente che non c
MARIO BAUDINO

nazione italiana, non ha avuto


un corso parallelo a quello delle altre grandi letterature nazionali moderne.
Il tema dominante delle note letterarie di Antonio Gramsci: la mancanza duna letteratura nazionale-popolare in
Italia, mi sembra sia importante non solo come storia della cultura, ma come coscienza
dun limite poetico di cui bisogna tenere conto nelle nostre
ricerche espressive. NellOttocento, la statura solitaria e irraggiungibile di pochi nostri
capolavori non basta a formare una piattaforma solida come quella che il grande romanzo borghese ha dato alle
civilt letterarie inglese, francese e russa. Abbiamo dovuto
fare un lungo giro per scoprire
la lezione moderna della nostra tradizione.

Elzeviro
SANDRA
RICCIO

Crowdfunding
per le lettere
di Verdi
n progetto di
crowdfunding per
acquistare le lettere di Giuseppe Verdi e contribuire cos a salvaguardare leredit culturale del
maestro. il nuovo che
salva lantico, nella forma
della raccolta fondi tra
privati su Internet. Per il
mondo della cultura una
prima volta o quasi. E infatti uno dei rarissimi casi
in cui il crowdfunding incontra la cultura in Italia
ed sicuramente la prima
volta per un grande maestro della musica.
Per riuscire in questo
obiettivo servir mettere
insieme 120 mila euro, la
cifra necessaria per finanziare lacquisto delle lettere. Le donazioni possono
essere fatte da tutti (persone fisiche e societ) e,
nello spirito del crowdfunding, baster partecipare
anche con una cifra minima (su www.fundingcarteggioverdi.it dal 23 febbraio fino al 15 giugno
prossimo).
Lo scopo ultimo quello
di mettere a disposizione
del pubblico e degli studiosi lampia raccolta di manoscritti, valorizzandolo
con mostre ed esposizioni.
Le lettere da acquistare
sono il pi ampio carteggio verdiano mai posto in
vendita, composto da un
corpus di 82 epistole per
un totale di 223 pagine,
scambiate da Verdi e
lamico conte Opprandino
Arrivabene, nobile mantovano, tra il 1816 e il 1887.
Fra i due si svilupp una
profonda amicizia che, nel
fitto epistolario, spaziava
dagli interessi per la cucina, fino alleconomia domestica e alla politica.
Tra queste scritti c
anche la famosa lettera in
cui Verdi si esprime sulla
presunta follia di Wagner.
Un patrimonio insomma
che, proprio per lintimit e il rapporto autentico
tra i due amici, permetter di imparare ancora
molto sulla personalit
del maestro.
Il particolare progetto
di raccolta fondi stato
promosso da Casa Verdi,
la casa museo e casa di riposto per musicisti che si
trova nella citt della Scala e che il maestro volle e
finanzi personalmente,
definendola la mia opera
pi bella. E qui che troverebbero collocazione,
come naturale approdo, le
sue lettere. Lidea nata
insieme alla casa daste
Bolaffi e in collaborazione
con Smartika, piattaforma social di prestiti tra
privati.

1234567 9A B5CCDE23 F9 LA STAMPA F

avviso a pagamento

531/-+)'-%6- -6 413-2% )001 6%2-'-1


3-5%32)21 .)- 41''- .- -6,%34)'-%61
:9 5320.,9.3 h. gff.2.0edcb.32a h. `a2ae3 _c2KcJ .2 fad.e3 c99a 23Ib.a d.H3decea hc. fabb. h. .2G3dfcb.32a .2 FEa0I ,.3d2.J HdaK.0c FEc2e3 0a,EaD
!
!
!
!

9a .2hc,.2. ha99c 8d3KEdc ha99c 7aHE669.Kc 0. d.Gad.0K323 c Gc4 a K.dK30ec2ba 3dfc. hcecI K1a 3d.,.2c23 hc99/.0Hab.32a h. _c2Kc h-:ec9.c
K32h3+c 2a9 *^]\[
. hcI 0E9 Hced.f32.3 Z013dYc99X fa2b.32cI hc99c 8d3KEdc ha99c 7aHE669.Kc 0. d.Gad.0K323 c99c hcec ha9 \] fcdb3 *^]\W VEKKa00.Ucfa2eaJ 9a
.2h.Kcb.32. h. _c2Kc h-:ec9.c a _5C 0323 0ecea .2ea,dc9fa2ea daKaH.ea[
. hcI HE669.KcI .9 ]^ Ga66dc.3 *^]B Gc223 d.Gad.fa2e3 c9 8d3,a+3 h. _.9c2K.3 *^]A a 1c223 daKaH.e3 .2ea,dc9fa2ea 9a .2h.Kcb.32. ha99c
_5C[
.2 K320.hadcb.32a c FEc2e3 d.9aUce3 .2 eafc h. ,3Uad2c2KaJ 9-g00af69ac ha. V3K.J .2 H.a2c cEe323f.cJ 1c Hd3UUahEe3 K39 d.223Ucda
.2ea,dc9fa2ea .9 5320.,9.3 h. gff.2.0edcb.32a a .9 5399a,.3 V.2hcKc9aJ E2c haK.0.32a K1a 232 1c HdaKaha2I 2a9 0.0eafc 6c2Kcd.3
2cb.32c9a[
9-c4U.e@ ha99c 6c2Kc Hd30a,Ea K32 c0039Eec da,39cd.e@J 03+3 9c ,E.hc ha9 5320.,9.3 h. gff.2.0edcb.32a a ha9 fc2c,afa2e ha99-:0IeEe3 a
2a9 *^]A 9c ,a0I32a 3dh.2cd.c 0. ? K32Gadfcec H30.IUcJ c9 h. 9@ ha99c Hadh.ec da,.0edcec Had 9-ch3b.32a h. E2c d.,3d30c H39.IKc h.
0Uc9Eecb.32a ha,9. cUU.cfa2I Z>A]=X a Had .9 e3ec9a daKaH.fa2e3 ha99a Hd3U.0.320 d.K1.a0ea hc99c _5CW

0-*(-.-2)&
! )9. .2h.Kce3d. h. 9.FE.h.e@ c 6daUa a c fah.3>9E2,3 Had.3h3 aU.ha2b.c23 E2c JIHGFEIDCB AI$ #"B ADJI!OF B #FNIM@FHF .2 ,dch3 h. 323dcda
eE+a 9a 0Kcha2baW
! :2 HcdIK39cdaJ 2a9 6daUa Had.3h3J 9-.2h.Ka (57 Z(.FE.h.e' 53Uadah 7cI3X 0. c+a0ec c9 &B=J c6632hc2eafa2ea 0EHad.3da c9 Uc93da ha9 %^=
d.K1.a0e3W :9 $V#7 Z$ae Vec69a #E2h.2, 7cI3XJ da9cIU3 c99c 9.FE.h.e@ c 9E2,3 eadf.2aJ 0. c+a0ec c9 "A=W
! V323 FE.2h. hc K320.hadcd0. Hd.Ua h. FEc90.c0. G32hcfa2e3 K320.hadcb.32.J c2c9.0. a .2eadHdaecb.32. K1a 232 ea2,c23 K32e3 ha99c 039.h.e@
ha,9. .2h.Kce3d. 03Hdc d.H3decIW
+23(4162- *(%2)2! (-:0IeEe3 d.K3dhc K1a eE+a 9a Hd3Hd.a af.00.32. 3669.,cb.32cd.a 0323 FE3ecea 0E. fadKcI da,39cfa2ecI Za0W CEd3!(TX K1a 2a ,cdc2I0K323
9c ?FJJI?F NI>GI=IH< B H@FJAF@BCEFW
! S.Rada2eafa2ea hc FEc2e3 d.H3dece3 hc c9KE2. 3d,c2. h. .2G3dfcb.32aJ .9 d3ch 013Q .2ada2ea c99c H300.6.9a af.00.32a h. E2 2E3U3 Hda0Ie3
0E63dh.2ce3 0. ? da,39cdfa2ea ea2Ee3W
/31.-2! 8ad FEc2e3 c4a2a .9 Hd3Ka003 Kdah.Ib.3J `a2ae3 _c2Kc HdaK.0c K1a eE+a 9a ad3,cb.32. h. Kdah.e3 Ua2,323 aRa+Ecea 0E99c 6c0a h. E2c
@I;D@DJF OFNGHFEIDCB =BN ?B@IHD hc Hcdea ha99a 0edE+Eda haHEecea ha99c _c2KcJ Gc+3 Hadc9ed3 K32Gadfce3 hc99c daKa2ea U.0.ec K32h3+c
hc99c _5C K1aJ 39eda c9 Hd3Ka003 0ea003J 1c c2c9.bbce3 cfH. KcfH.32. ha9 H3decG3,9.3 Kdah.ID fah.cfa2ea .9 A*= ha9 e3ec9aW
5)23-4%6-%
! (-c+Ec9a Hced.f32.3 2a+3 h. `a2ae3 _c2Kc ? Hcd. c \J\ f.9.cdh. h. CEd3 a .9 /12: > c9 \] h.Kaf6da *^]A P ? d.0E9ece3 a00ada Hcd. c9 987LKJ
Uc93da ha0I2ce3 c 6a2aOK.cda h. K.dKc E9ead.3d. &^6H0 hc99c ,.@ c22E2K.cec Ka00.32a K32,.E2ec ha99a HcdeaK.Hcb.32. h. fc,,.3dc2bc
haea2Eea .2 _c2Kc :2eadf36.9.cda _:N a .2 _c2Kc :8:_:J K3fE2.Kcea c9 fadKce3 .9 & c,30e3 *^]AW
! !c9. d.0E9ecI 0323 0ecI dc,,.E2I c+Ec2h3 2a99a eafH.0IK1a HdaU.0ea 9a cb.32. h. dafah.cI32 2aKa00cd.a Had .9 0EHadcfa2e3 ha,9. Veda00
!a0e a ha,9. gM7J . KE. a0.I H30.IU. Had 9-:0IeEe3 0323 0ecI da0. 23I 93 0K3d03 *% 3+36da *^]A hc99c _5CW
! : daKa2I 0K1af. h. 6.9c2K.3 0E99-a0adK.b.3 *^]AJ a0cf.2cI 93 0K3d03 ]^ Ga66dc.3J aU.ha2b.c23 K1a 9c ,a0I32a Kcdc+ad.0IKc ha99-:0IeEe3 0.
K32Gadfc H30.IUcJ c9 h. 9@ ha99c Hadh.ec da,.0edcec Had 9-ch3b.32a h. E2c d.,3d30c H39.IKc h. 0Uc9Eecb.32a ha,9. cUU.cfa2I Z>A]=X a Had .9
e3ec9a daKaH.fa2e3 ha99a Hd3U.0.320 d.K1.a0ea hc99c _5CW

g99c 9EKa h. FEc2e3 03Hdc a0H30e3J .9 5320.,9.3 h. gff.2.0edcb.32a P c9 O2a h. eEea9cda ,9. .2eada00. ha99-:0IeEe3J ha. Hd3Hd. V3K.J ha. Hd3Hd. K9.a2I a
ha. Hd3Hd. h.Ha2ha2IJ 232K1L ha. eadd.e3d. 0adU.I P 0. d.0adUc h. .2edcHda2hada 9a 3HH3deE2a cb.32. 9a,c9. 2a. K32Gd32I h. K1.E2FEa c66.c h.RE03 a
h.R32hc .2G3dfcb.32. .fHd3Hd.a a 232 K3dd.0H32ha2I c99c Hd3Hd.c dac9a 039.h.e@J 9.FE.h.e@ a K3dda+abbc 3HadcIUcW
:9 5320.,9.3 h. gff.2.0edcb.32a a 9c S.dab.32a )a2adc9a h. `a2ae3 _c2Kc d.6ch.0K323 9c H.a2c OhEK.c 2a99-3Hadce3 ha99c Nc,.0edceEdcJ ha,9. <d,c2.
:2Ua0I,cIU.J ha,9. <d,c2. h. `.,.9c2bc a ha. Hd3Hd. 7cHHda0a2ec2IJ 232K1L 9c h.0H32.6.9.e@ c E2c H.a2c a edc0Hcda2ea K399c63dcb.32aW

N32ea6a99E2cJ ]; Ga66dc.3 *^]B

LA STAMPA

GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Societ .25

I pi votati

La classifica

MUSEO
DEL CAPPELLO
BORSALINO
Alessandria

CHIESA
DI SANTAGNELLO
Maddaloni
(CE)

FOTO ROBERTO BARBUTI ARCHIVIO FAI

2 - Certosa di Calci
Al secondo posto con 92.259 voti
uno dei monasteri certosini pi
importanti dItalia, in provincia di Pisa,
che risale al 1366

CONVENTO
DEI FRATI
CAPPUCCINI
Monterosso
al Mare
(SP)

FOTO STEFANO CATALANO ARCHIVIO FAI

3 - Castello di Calatubo

CASTELLO
DI CALATUBO
Alcamo (TP)

il caso
RENATO RIZZO

1
milione
658.701
voti
Hanno
votato
donne
per il 51,5
per cento,
uomini
per il 48,5
let media
45 anni

20
mila
i luoghi
segnalati
Le regioni
pi sensibili
al censimento
sono state
Toscana,
Lombardia,
Campania,
Liguria
e Sicilia

i sono molti scorci di paesaggi, monumenti, opere


darte che catturano il
nostro sguardo, ma solo alcuni
riescono a catturare il nostro
cuore: sono quelli che alla bellezza aggiungono il potere evocativo di un ricordo, la forza di
un sentimento, ma anche il peso di unindignazione, il legittimo desiderio dun rilancio turistico-economico. Sono state 1
milione e 700 mila le persone
che, catturare da queste emozioni e da queste speranze,
hanno partecipato al censimento indetto dal Fai, Fondo
Ambiente Italiano, per segnalare il proprio luogo del cuore: espressione duna bellezza
spesso appartata o quasi nascosta, ma anche, se non soprattutto, di unincuria o di un
dissesto del territorio che
lhanno indirizzato verso un
punto di non ritorno.

Ad Alcamo (TP), un grande complesso architettonico


su uno sperone roccioso, che ha origini antichissime.
Nei secoli ha svolto diverse funzioni da fortezza
difensiva a masseria

CERTOSA
Calci (PI)

SALINE
E LAGUNA
LO STAGNONE
Marsala
(TP)

- LA STAMPA

alle Cinque Terre


la Grande Bellezza
votata dagli italiani

FOTO BORSALINO G. & F.LLO S.P.A

4 - Museo Borsalino
Ad Alessandria, inaugurato nel 2006
per raccontare la storia del cappello Borsalino,
prodotto deccellenza del made in Italy,
un patrimonio che racconta una grande storia
dellimprenditoria italiana.

Nel censimento del Fai sui Luoghi del cuore


che segnala i beni a rischio da preservare, vince
il Convento dei Frati Cappuccini di Monterosso

Gioielli a rischio

Nel Paese della Grande Bellezza il primo classificato , cos,


un piccolo gioiello che rischia di
scomparire e per il quale s

FOTO ALFREDO VARRA FAI

5 - Chiesa di
SantAgnello
a Maddaloni (CE) , uno degli
edifici religiosi pi antichi
della Campania le fonti
ne attestano lesistenza gi nel 1113,
meta di grande importanza
per i fedeli.

Laguna Lo Stagnone
Le Saline e la Laguna di Marsala sono al primo
posto nella sezione Expo Nutrire il pianeta:
le vasche artificiali per lestrazione del sale, create
con metodi che risalgono alla civilt fenicia,
sono ancora funzionanti.

mosso il mondo. E non in senso


figurato: a sostegno del Convento dei Frati Cappuccini di
Monterosso a Mare nelle Cinque Terre sono, infatti, arrivate
110.341 segnalazioni non solo
dallItalia, ma dalla Danimarca,
dalla Germania, dallAmerica
del Sud, dallAustralia. E un
edificio del 1600 che domina la
baia del borgo e che, la notte del
25 ottobre 2011 durante lalluvione, ha visto franare il grande
muro di contenimento. Lunico
frate che vi risiede, padre Renato Brenz Verca, per prima cosa
ha fatto il suo dovere di uomo di
Fede ringraziando il Padreterno che il crollo non avesse fatto
vittime tra gli abitanti del pae-

1 - Convento di
Monterosso
Lalba al convento, nel cuore
delle Cinque Terre: la foto
di Padre Renato Brenz

se, poi s tirato su le maniche e


ha fatto il suo dovere di uomo e
basta: ha incominciato a lavorare aiutato da confratelli, amici e imprese disposte a non pretendere pagamenti immediati.
Nel frattempo ha preso contatto con le tante persone che, nel
corso degli anni, hanno soggiornato qui per praticare esercizi
spirituali o anche solo per ritro-

varsi nel vuoto del silenzio: Segnalate il convento al Fai come


luogo del cuore. Il fiume di voti
porter alledificio, dietro presentazione e approvazione di
un progetto, una sovvenzione di
50 mila euro in attesa che le istituzioni facciano la loro parte.
Il Ministero interviene

La Certosa di Calci, secondo


monumento di questa classifica
illustrata ieri a Milano presso la
foresteria della Fondazione Intesa SanPaolo, non ha neppure
avuto bisogno di attendere. Favorito dalla visibilit che il sito
ha registrato durante il periodo
del censimento giunto alcuni
giorni fa lannuncio del Ministe-

ro del Beni culturali: sar realizzato un intervento ai tetti per


bloccare le infiltrazioni che minacciano la cappella. Il terzo
Bene di questa classifica dettata dal cuore , in realt, un sogno: che il superbo Castello di
Calatubo ad Alcamo ora ridotto
a rudere e ricovero di pecore
torni allantica meraviglia.
Anche il quarto arrivato tra i
luoghi che pi emozionano ha
visto, in qualche modo, cambiare il proprio destino nel corso
della votazione: il museo
del Cappello Borsalino di Alessandria scelto da 42.092 persone nel quale si racconta la storia
dellazienda considerata - per le
sue ricadute occupazionali,

economiche ma anche sociali


dei periodi doro - lOlivetti di
questarea di Piemonte. Cera il
rischio che lUniversit sfrattasse lesposizione allestita nella storica Sala Campioni: oggi si
raggiunto un accordo in base
al quale il museo potr riaprire
in unaltra, pi vasta ala delledificio in cui, oltre a 2 mila
cappelli dogni foggia e tipo, si
potranno ammirare anche i
macchinari che ne consentivano la lavorazione.
La classifica che annovera
oltre 20 mila Beni lancia un
messaggio chiaro: il tifo si
concentra sul futuro del Paese
raccontando luoghi che rimandano allidentit di territori e
persone, ma anche allopportunit di valorizzarli in chiave turistica: Si respira unaria nuova in Italia - nota con ottimismo
il presidente del Fai, Andrea
Carandini -. La crisi ha indotto
le persone a riflettere su uno
sviluppo ambientale diverso:
sobrio, solidale e compatibile
con natura e storia. Ora che conosciamo i desideri dei nostri
concittadini, il loro rinato orgoglio civico, il Fondo pu fare meglio e di pi. E cos anche lo Stato e le Regioni.

26

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Alija a Bilbao
Il Guggenheim Museum
disegnato da Frank Gehry
oltre ad aver ridato fiato
economico a una citt in
crisi, ha anche offerto un
palcoscenico
internazionale allo chef
basco Josean Alja. Una
cucina allapparenza
semplice ma
raffinatissima (premiata
dalla stella Michelin)

Last minute
Londra, tempo
di elezioni, il t
si beve in Parlamento
FRANCESCO RIGATELLI

tempo fino al 3 marzo per visitare


alla Saatchi Gallery di Londra Post
pop: East meets West, che riunisce 250
lavori di 110 artisti contemporanei cinesi,
russi, taiwanesi, inglesi e americani. E ora
inaugurano tutte le mostre del 2015: Sargent
alla National Gallery, dove il 4 apre pure
Inventing impressionism su Paul Durand-Ruel,
scopritore di Monet, Degas, Manet e Renoir;
Marlene Dumas alla Tate Modern; Made in
China alla Dulwich;
Thea Porter al
Fashion museum;
Magnificent
obsession al
Barbican.
E in corso la
mostra su Rubens
alla Royal Academy
in Piccadilly, Fiona
Banner confronta
dipinti e foto tra cui
il ritratto di Marella
Agnelli firmato
Avedon alla Whitechapel in fondo a Brick
Lane e, chicca, History is now alla Hayward
Gallery: sette artisti inglesi ripercorrono la
recente storia del Paese alla vigilia delle
elezioni del 7 maggio. A contendersi il
governo sono il premier conservatore
Cameron, il laburista Miliband e
lantieuropeista Farage. Per capirne di pi
affascinante la visita del Parlamento (foto
sopra), dove si pu prendere un t sul Tamigi,
e della sede Bbc a Marylebone. In zona ci sono
pure la Wallace Collection piena di Tiziano,
Rubens e Rembrandt, la Richard Saltoun
gallery e lhotel-ristorante-bar del momento:
il Chiltern Firehouse (foto piccola), ricavato
da una stazione dei vigili del fuoco vittoriana.
francesco.rigatelli@mailbox.lastampa.it

Il Guggenheim Museum disegnato da Frank Gehry

ROCCO MOLITERNI

angia larte e mettila da parte: forzando un po il


proverbio potrebbe essere questo lo slogan dei turisti che affollano caffetterie e ristoranti
di piccoli e grandi musei. C chi
frequenta le prime perch in
genere non perdi tempo e spendi poco, chi va in cerca dei secondi perch a volte lo chef,
stellato o meno che sia, fa una
cucina pi interessante di tante
brutte mostre in circolazione.
Senza dimenticare che in molti
casi caffetterie e ristoranti dei
musei hanno una location che
da sola vale il viaggio.
LEuropa

Possiamo partire da Le Georges del Centre Pompidou di Parigi. Il ristorante sul tetto delledificio firmato da Piano e Rogers: domini la Ville Lumire e
ti sembra di essere in cima al
mondo. La cucina non fa impazzire, ma si pu al dessert provare una buona tropzienne (attenzione se venite da Torino e
siete abituati a quelle di Uva,
qui il pan di spagna e non lo
choux ad essere farcito di crema chantilly). Sempre a Parigi
tre altri indirizzi: il Caff Marly

Da Milano a Bilbao
metti una sera
a cena con larte
Viaggio nei ristoranti e nelle caffetterie dei musei
Idee originali, grandi chef o panorami meravigliosi
del Louvre, da dove vi affacciate
sul cortile del museo pi importante del mondo e Les Ombres,
al quinto piano del Quai du
Branly, il museo di etnografia e
antropologia, firmato da Jean
Nouvel. Tutto vetri, a un passo
dalla Tour Eiffel, oltre allo
splendido panorama ha una cucina non disprezzabile (la Michelin gli d due forchette). Ancora un ristorante da non perdere Le Zyriab dellInstitut du
Monde Arabe: una terrazza che
guarda sulla Senna e sulle guglie di Notre Dame (se siete in

zona non perdete la caffetteria


della moschea di Parigi: in un
cortiletto pieno di rampicanti e
di passerotti che saltellano sui
tavoli ci sono dolcetti arabi
strepitosi, anche se il te alla
menta quasi sciropposo). Anche a Londra non c che limbarazzo della scelta: si va dal ristorante Rex Whistler (mitica
la lista dei vini) della Tate Britain, che prende il nome dallartista che lha affrescato, al ristorante della Royal Academy,
che vi immerge direttamente
nella Londra di met 800.

Da Londra a Bilbao, qui il


Guggenheim Museum disegnato da Frank Gehry oltre ad aver
ridato fiato economico a una
citt in crisi, ha anche offerto
un palcoscenico internazionale
allo chef basco Josean Alija.
Una cucina allapparenza semplice ma raffinatissima (premiata dalla stella Michelin) dove trovi piatti come ostriche,
borragine, succo di erba cipollina e citronella oppure merluzzo
fritto, capelli dangelo e salsa
verde. Esperienze che chi prova
vuol subito riprovare.

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

27

Consigli ai Viaggiatori
Saul Bolton a Brooklyn
Anche la Grande Mela pu vantare un
museo con ristorante stellato, il
Brooklyn Museum dovee c At Saul di
Saul Bolton: una cucina elegante che qua
e l strizza locchio al Giappone come nel
crudo di Hamachi (la ricciola giapponese).

A Rivoli
(Torino) nel
Castello che
ospita il Museo
darte
contemporanea
(in foto una
scultura di
Thomas
Schutte)
c il
CombalZero
di Davide
Scabin

Linterno del Brooklyn Museum a New York

Scabin a Rivoli
Nel Castello che ospita il Museo
darte contemporanea c il
CombalZero di Davide Scabin. Salvo
errori lunico ristorante di museo al
mondo con due stelle Michelin.
Come un vero artista Scabin genio
e sregolatezza, comunque capace di
suscitare emozioni
REPORTERS

Inseguendo le stelle da Bilbao si


arriva a Torino, o meglio a Rivoli. Qui nel Castello che ospita il
Museo darte contemporanea
c il CombalZero di Davide
Scabin. Salvo errori (od omissioni) lunico ristorante di museo al mondo con due stelle Michelin. Come un vero artista
Scabin genio e sregolatezza,
capace di suscitare emozioni
con piatti classici oppure arditi
come lormai storico Cyber Egg
(da tagliare col bisturi quasi da
farti sentire Lucio Fontana e c

LEONARDO MARTINELLI
l ricordo degli attentati ancora vivo. Ma la vita, si sa,
deve andare avanti, soprattutto a Parigi, una citt abituata a stupire. Le novit non mancano neanche di questi tempi:
la Philharmonie, nuovo tempio
della musica classica. Una mostra fotografica, dove lItalia
appare contemporanea, quasi
irriconoscibile. E in cucina il
tentativo di andare una volta
per tutte oltre la solita fusion.

chi non ha dimenticato una tavolozza di riso ispirata a Franz


Kline). Lultima invenzione presentata nei giorni scorsi a Identit Golose stata la pasta cotta
nella pentola a pressione. Sempre intorno a Torino, nella Reggia di Venaria c un altro ristorante stellato: il Dolce Stil Novo. Qui Alfredo Russo firma tra
laltro la sua versione del bollito
misto e un must che la pasta
in bianco olio e parmigiano.
Ma se siete curiosi chiedetegli,
anche se non in carta, ora che
siamo in stagione, di rifarvi i

Parigi

LItalia

carciofi allArman (omaggio allartista francese). Sempre a


Torino, allo Spazio 7 della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo approdato da poche
settimane Simone Breda giovane chef allievo di Marchesi e Cedroni. Ancora in Italia il museo
Lu.c.c.a (Lucca Center for Contemporary Art) vede brillare
una nuova stella Michelin, quella di Cristiano Tomei e del suo
ristorante l'Imbuto. Qui lo chef
ama proporre tra laltro specialit sul legno, come il manzo su
corteccia di pino. Dimpronta

Metropoli

Larchistar Jean Nouvel ha deciso addirittura di ricorrere alla


giustizia contro la direzione
della Philharmonie de Paris,

La Sicilia, con la Spiaggia dei


Conigli di Lampedusa, torna
sul podio mondiale delle
spiagge pi belle del mondo
secondo Tripadvisor: la
terza dopo Baia do Sancho in
Brasile e Grace Bay nei
Caraibi, la prima in Italia:
seconda in Italia unaltra
spiaggia siciliana, Cala Rossa
a Favignana. Nel nostro
paese per la Sardegna la
regione dei record, con 5
spiagge in classifica: La
Pelosa a Stintino (3), Cala
Mariolu a Baunei (4), Porto
Giunco a Villasimius (8), La
Cinta a San Teodoro (9) e la
spiaggia Capriccioli ad
Arzachena (10).

Il mondo

Anche New York pu vantare


un museo con ristorante stellato, il Brooklyn Museum dove
c At Saul di Saul Bolton:
una cucina elegante che qua e l
strizza locchio al Giappone come nel crudo di Hamachi (la ricciola giapponese). Ma c da dire che tutti i grandi musei di
New York, dal Moma al Metropolitan hanno caffetterie-ristoranti che meritano la sosta. Se
invece volete catapultarvi in
cielo allora tocca andare a Tokyo. Al 52 esimo piano della Mori Tower, dove il Mori Center
propone mostre darte contemporanea c un ristorante che
domina la citt a 360 gradi.

Tutti alla Philharmonie, nuovo tempio della classica


La mostra da non perdere di fotografie, lItalia in bianco e nero vista da Plossu

Filarmonica, tra polemiche


e piacevoli sorprese

toscana anche la cucina di


Giacomo allArengario, il ristorante che a Milano occupa il
terzo piano del Museo del Novecento. Vi sembra di stare sulla testa dei turisti che affollano
piazza del Duomo. In attesa di
mangiare potete sfogliare il libro di memorie del patron novantenne Giacomo Bulleri
(Sono nato a Collodi e sono un
professionista della bugia recita lincipit). Sempre a Milano
incantevole anche la caffetteria De Canto delle Gallerie
dItalia in Piazza della Scala (la

Tripadvisor, lItalia torna


sul podio delle spiagge

firma De Lucchi). E da provare


sar la Tea Room del Poldi Pezzoli di imminente apertura. A
Roma il Palazzo delle Esposizioni ospita lOpen Colonna.

Unonda metallica
La Philharmonie, nuovo tempio della
musica classica disegnata dallarchistar
Jean Nouvel alla Porte de Pantin, Nord di
Parigi, accanto alla Cit de la musique

rea di non aver realizzato il nuovo edificio alla perfezione secondo il suo progetto. Non solo:
nonostante la nuova sala sia
stata gi inaugurata, il 14 gennaio, ancora oggi i lavori continuano a ritmo serrato per terminare alcuni dettagli. Detto
tutto questo, la Filarmonica
il nuovo luogo da visitare. Vista dallesterno, appare come
unonda sospesa o una scarpata
rocciosa (metallica in realt),
dove sono impressi i contorni di
stormi duccelli. Allinterno
Nouvel ha immaginato strutture (quasi nuvole) per far vibrare
meglio i suoni. Siamo alla Porte
de Pantin, estremo Nord della
citt, accanto alla Cit de la musique, di unaltra star dellarchitettura, Christian de Portzam-

parc, del 1995, e non lontano


dalla Cit des Sciences, pensata
da Adrien Fainsilber nel 1986.
Un mix assai riuscito.

unItalia idealizzata, fuori al


tempo e dallo spazio.

LItalia sognata da un
grande fotografo

Tramontata lera della fusion a


tutti i costi, in cucina a Parigi
rimasta la voglia di esotico ma
ritornata laspirazione alla verit. Una delle ultime scoperte
Nordine Labiadh, chef tunisino
del ristorante A mi-chemin (31
rue Boulard). Sulla base dei ricordi della cucina materna e dei
suoi viaggi attraverso la Tunisia, dove per anni ha fatto il camionista, Nordine reinventa
piatti dalla matrice maghrebina
con la mediazione dalla nostalgia. Uno dei suoi cavalli di battaglia, la chorba alle seppie e al
profumo di coriandolo.

lesposizione da non perdere


a Parigi in questo periodo (fino
al 5 aprile, alla Maison Europenne de la Photographie,
5-7 rue de Fourcy). LItalie de
Bernard Plossu mostra 170 foto
realizzate in Italia, dal Sud al
Nord, da un grande fotografo
francese. Si tratta soprattutto
di istantanee in bianco e nero,
scattate a partire dal primo
viaggio realizzato in Italia da
Plossu, nel 1979, fino a oggi. A
tratti oniriche, quasi sempre
cerebrali, queste foto mostrano

A mangiare da un ex
camionista tunisino

28

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

n vino per il Carnevale?


Storicamente era il Brachetto, almeno nel Nord
Ovest, da accostare ai dolci. Ma se
invece si parla di salato non ci sono dubbi: il Lambrusco. Il mio anno iniziato ai tavoli della somma
trattoria da Bassano a Madignano, nella campagna cremasca, dove in tavola cera un Lambrusco
straordinario, LAlbone del Podere Il Saliceto.
Siamo sulle sponde del Secchia
e delloasi naturalistica dei Laghi
Curiel (nord-ovest di Modena).
Gianpaolo Isabella tiene nel cassetto una medaglia di bronzo
mondiale di thai box, ma la sfida
col cognato Marcello Righi stata
quella della ricerca del Miglior
Lambrusco. Nuovo ring di combattimento i 5 ettari di vigneto
(22 mila le bottiglie) su terreni
sabbiosi e argillosi. Metteteci poi
lo zampino di un lambruschista
innovativo come Cristian Bellei,
con tecniche che si distaccano dal-

U
DoctorChef
Doctor Chef
Sabato, domenica
e il rito do caf
FEDERICO FRANCESCO FERRERO
duardo camminava per i quartieri di
Napoli con il naso allins. Il sabato
allimbrunire raccoglieva con le narici
il profumo del rag messo a pippiare sul
fuoco, ingrediente principe del pranzo di
famiglia del giorno seguente. La domenica, di
prima mattina, si incantava di fronte ai balconi fumanti dove anche Pasquale Lojacono
lavorava allabbrustolaturo. Laroma dei
chicchi tostati spandeva per i vicoli stretti e
bui e salutava linizio del d di festa.
Nei bassifondi di medesimi vicoli del Pireo,
nel bar di Vassilis, il rito del caff che bolle
nel bricco di rame stagnato, e lento deposita
la propria polvere sul fondo della tazza, mi
annuncia ogni anno lesordio della vacanza,
in un giorno della settimana che sar, fino al
ritorno ad Atene, un perpetuo venerd.
Il sabato sera, al ritorno dalle cime, Marco
mette la caffettiera sulla stufa e lamplesso
odoroso della miscela che danza con il fumo
dei ceppi roventi, precede listantaneo gorgogliare della schiuma sulla ghisa arroventata.
Domani sar ancora domenica.
Ma il profumo intenso del caff ristretto alla napoletana, che scende schiumoso
dalla macchina a leva di Don Ciccio e incontra nel vetro caldo del bicchiere la scorzetta di un limone dAmalfi e mezzo cucchiaino
di zucchero a velo, che porta le narici in
paradiso. Provate a farlo anche Voi, anche
con la cialda. Con un caff cos sar domenica tutti i giorni.

In cantina
PAOLO MASSOBRIO

Un vino per Carnevale?


Stappate il Lambrusco
PODERE IL SALICETO
CAMPOGALLIANO (MO) VIA ALBONE
TEL. 3491459612 - 3470477360
UNA BOTTIGLIA DI LAMBRUSCO DI MODENA
LALBONE: EURO 10

la consuetudine dellalta densit


dei vigneti, e il podio assicurato.
Ora, il Lambrusco di Modena LAlbone, il miglior esemplare mai
assaggiato tratto alla variet pi
rustica delle uve salamino di Santa Croce. Viene vinificato con delestage a freddo per quattro giorni, per poi essere mescolato alle
bucce. Dopo la loro separazione,

viene rifermentato in autoclave ed


imbottigliato. Ha colore rosso scuro, al naso fruttato e speziato,
ma lo spettacolo in bocca: fresco,
brioso, rotondo, pieno, con un finale ammandorlato unico.
Il Lambrusco di Sorbara Falistra un rosa molto delicato, vinificato in vasche di cemento e rifermentato in bottiglia sullo stile del
metodo classico. secco, non filtrato e rimarca marasca e ribes;
piacevolmente minerale e sapido.
Ma che dire del vitigno autoctono
malbo gentile, da cui nascono un
metodo classico e un rosso fermo.
Il primo il Malbolle dal colore ramato ottenuto con un lungo contatto del vino sui lieviti in bottiglia
e poi sboccato. Ha bollicine fine e
persistenti, note minerali ed erbacee. LEmilia Rosso Malbo, coccolato in legni, esce con nota porpora e ampio bouquet di frutta matura: ed la dimostrazione che qui
nascono anche grandi rossi.
Fantastici!

Il bello & il buono


Souvenir
1 Bovini di Razza Piemontese: 330 mila capi in

Italia, il 97 % in Piemonte. Sei allevatori (ne detengono un migliaio) si sono riuniti in cooperativa e
vendono queste carni succulente nei due negozi
di Cuneo citt e di Confreria sotto legida del Coalvi, il Consorzio di Tutela della Razza . (Coop. Fattorie Bovin Grana, corso Francia 12/a, Cuneo,
www.fattoriebovingrana.com).
[E.RAS.]

Lalbergo

Mister Chef
Sean Brock, una cucina
a ritmo di blues

Le pagelle di Raspelli

ROCCO MOLITERNI
ella zona in cui sono nato un
tempo cerano orti e giardini. Mia
nonna ne aveva uno bellissimo e
io ho iniziato a cucinare a 10 anni vedendo
come lei usava i prodotti di quellorto: a
parlare Sean Brock, 35 enne chef dellHusk
di Nashville. La scorsa settimana venuto a
Milano per raccontare la cucina del Sud degli
Stati Uniti. La nostra spiega una cucina
ricca di influenze: cera quella dei nativi
dAmerica e quella degli schiavi venuti dallAfrica Occidentale, senza dimenticare i
tedeschi emigrati dallEuropa. A Nashville
lui sta tentando di recuperare sapori e semi
perduti. Un tempo avevamo la cultura del
riso che si univa a quella del mais. Poi a poco
a poco c stata lomologazione ed un po
come se la nostra cucina avesse perso lanima, io cerco di ritrovarla. Per questo ho sempre rifiutato di trasferirmi a New York: voglio
che siano i newyorchesi a venire da noi e a
provare i sapori del Sud. Anche perch certe
piante o certe erbe crescono solo qui. Ma
questo lembo degli States anche famoso per
la musica: Potrei dire che la mia cucina ha i
tempi del blues. Ai fornelli di Identit Golose
ha preparato un piatto che metteva insieme
varie tradizioni: La base un sedano rapa
cotto nella cenere, come si usava sugli Appalachi, poi ci sono i fagiolini essiccati e croccanti (mia nonna li teneva in casa ad asciugare in grandi corolle) e pezzettini di maiale
affumicato. Quanto basta per capire che al
di l dei luoghi comuni la cucina degli Stati
Uniti non solo hamburger e patatine, ma
qualcosa di molto pi complesso e intrigante.

on sembra nemmeno
di essere in Italia: una
grande nevicata?
Mezzo metro di bianca
visitatrice in poche ore? I
treni si fermano? Il Paese
trema? Cuneo sorride: trattori e spazzaneve vanno avanti
anche in piena notte con il
faro in cima al cssero; le
aziende pi piccole (negozi,
hotel) sono attrezzate di
veicoli tascabili e spazzano
la neve regolarmente senza
farsi prendere impreparati.
Al risveglio, prima dellalba,
Cuneo, Borgo San Dalmazzo,
sembrano un incantato silente presepio. Tutto come
sempre in questo albergo
(Ricrdati vuol dire la
parola occitana Navze-te)
che da pochi mesi ha cambiato gestione: i precedenti
proprietari sono sempre l,
accanto ai nuovi, per un
lungo passaggio di consegne
senza fretta. Nulla cambiato, quindi, in questo lucente
buon albergo a Quattro Stelle, simbolo di semplicit unita
ad efficienza. Pochi chilometri dal centro di Cuneo, in
direzione di Borgo San Dalmazzo e Francia, trenta
metri allinterno della strada
vi offrono tranquillit e silenzio oltre quel piazzale/parcheggio ampio e spazzato
dalla neve in modo impeccabile. Allinterno, ricevimento
pronto attento e sorridente
come sempre e il nitore di
centro benessere, corridoi,
corpo centrale e defilata
struttura per i diversamente giovani.

federicofrancescoferrero.com

Risotto coi gamberi


e granchio in umido
A Lonato del Garda una trattoria che punta sul mare
Il ristorante
lle sue cene hanno partecipato tutti; ai suoi
dopocena hanno aderito tutti: Marino Damonti lo
vedete effigiato e immortalato
alle pareti del suo divertente
locale sui generis assieme ai
mille ospiti sovente famosi e
celeberrimi: gi, perch in
questa carrellata, in questo
singolare cursus honorum, c
perfino Putin.
Un locale sui generis,
scrivevo, unico, singolare, dove si mangia bene ma ci si diverte anche. Andateci, quindi,
in compagnia; anche soltanto
in due se la vostra coppia fatta di gente che al ristorante, oltre che mangiare, vuol anche
passare piacevolmente un paio di ore. Attenzione, visto che
la provincia di Brescia (con
quella di Cremona) la pi divertente dItalia, non pensiate a nulla di trasgressivo o di

peccaminoso: Marino Damonti tutte le sere, verso le 11-11,30,


quando a tutti manca solo il
caff ed il liquorino magari fatto in casa, mette in atto la sua
grande passione, i giochi di
prestigio in cui fenomenale.
Avrete trovato la Trattoria
la Rosa nel centro storico, tra
viuzze piene di fascino, con un
doppio ingresso. A vostra disposizione un locale mosso, rustico elegante, dai colori scuri,
caldo e raccolto anche se molto frequentato: le toilette, immacolate, sono esterne, nella
bella piccola corte sovrastata
da un ambulacro, un loggiato
dove allineata soltanto una
piccola parte della raccolta da

il voto

13,5/20

Guinness di grappe di cui ha


fatto incetta negli anni il patron. Grappe a parte, Marino
sovrintende la sala e serve ai
tavoli con figlio e figlia mentre
la moglie in cucina.
Si mangia solo il menu guidato (65 euro) con tre antipasti, due primi, tre secondi,
sorbetto, dolce, caff grappe
vino della casa ed acqua: cucina semplice ma accattivante
e saporosa tra salmone tiepido, polenta con branzino in
carpione, cappasanta con
porri e scalogno, risotto con
funghi e gamberi, tagliolini ai
moscardini, granchio in umido, vongole veraci in brodetto, gamberoni saltati con
grappa invecchiata 12 anni,
mousse di crema con fragole
saltate alla lampada: divertente e pi che discreto.
TRATTORIA LA ROSA
LONATO DEL GARDA (BS),
VIA SAN GIUSEPPE 12
TEL. 030.9131563
PROVATO IL 7-2-2015

NAVZE-TE
BORGO SAN DALMAZZO(CN),
VIA VECCHIA DI CUNEO 54
WWW.HOTELNAVIZETE.COM
ULTIMA PROVA 25-3-2014

il voto

14/20

1234567 9A B5CCDE23 F9 LA STAMPA FA

30 .Spettacoli

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Kenneth Branagh
Nella mia Cenerentola
troverete Shakespeare
La favola della Disney nella versione del regista inglese
Rimandi storici e le spettacolari scene di Dante Ferretti
EGLE SANTOLINI
MILANO

Magari non salter subito allocchio, ma dentro questa


nuova Cenerentola della Disney
in uscita al cinema il 12 marzo
c un bel po di Shakespeare.
Lo segnala il regista Kenneth
Branagh, a Milano per presentare il film dopo lanteprima al
Festival di Berlino: La battuta
chiave Sii gentile e abbi coraggio, con cui la madre esorta Cenerentola prima di morire, molto simile a quella pronunciata da Kent nel Re Lear:
Have patience and endure,
abbi pazienza e resisti. E dopotutto anche l si racconta di un
padre che muore lasciando tre

figlie, di eredit contese e di litigi


familiari.
Se aggiungiamo che con i suoi
protagonisti, Lily James e Richard Madden, Branagh spera
di allestire presto un Romeo e
Giulietta a teatro, si conferma
quanto sia bravo a coniugare
lalto e il basso, il profondo e il
commerciale. Difatti la sua Cenerentola spettacolosa ma tuttaltro che priva di riferimenti
culturali, con uneroina che al
babbo, prima dellavvento della
perfida matrigna Cate Blanchett, legge Grandi speranze di
Dickens, un ballo a palazzo che
riecheggia quello del Gattopardo, perfino un tocco di analisi
storica visto che Cenerentola

Kenneth Branagh
Regista (nella foto con Lily
James e Richard Madden)

elly uscita viva dai campi


di concentramento, ma,
per riacquistare i suoi lineamenti, sfigurati dallesperienza
nel lager, si sottoposta a un intervento di chirurgia plastica. Con tutte le forze desidera tornare a vivere,
soprattutto ritrovare suo marito
Johnny che, fino allultimo, aveva
tentato di sottrarla alla follia nazista e che ormai la considera morta :
Non mi sono chiesta - spiega la
protagonista del Segreto del suo
volto Nina Hoss - perch Johnny
non la riconosca, dopo tutto lei
per prima a non riconoscersi.
Quando sei stata annientata, fisica-

I film
del

Weekend

Facce
da
cinema
FULVIA
CAPRARA

PESSIMO
MODESTO
DISCRETO
BUONO
OTTIMO

Tragicommedia

***
***
****
*****

Quel che mi importa


sono le storie
e gli archetipi in cui
chiunque pu trovare
qualcosa di personale

Lily James (Cenerentola ) in una scena del film nelle sale dal 12 marzo

la figlia di un mercante tessile


agli albori della rivoluzione industriale.
Non potevamo aspettarci
nulla di meno dalluomo che ha
cominciato con Enrico V, ha continuato con il Frankenstein interpretato da De Niro e se l sbrogliata benissimo, pi recente-

mente, con leroe della Marvel


Thor e con la saga di Jack Ryan.
Quel che mimporta sono le storie - spiega lui -, gli archetipi che
si ripetono di generazione in generazione e in cui chiunque pu
trovare qualcosa di personale.
Meglio se questi viaggi si svolgono in posti fantastici, come mi

Sul volto di Nelly il trauma


di sopravvissuta allOlocausto
mente e psicologicamente, normale non saper pi chi sei.
Ispirato al romanzo di Hubert
Monteilhet Le ceneri della defunta,
il film del tedesco Christian Petzold
affronta il tema dellOlocausto da
una prospettiva insolita, mescolando noir e mel per riflettere sugli
enigmi del dopo-Shoah: In Germania - spiega lautore - i centri di
accoglienza per sfollati, reduci dai

Commedia

Depp, Mortdecai da fumetto

successo per il Flauto magico o in


questultima occasione.
E molto del merito di Dante
Ferretti, che ha ricostruito un
mondo favoloso tra mare e montagna e un castello mirabolante
basato su palazzi parigini come
il Louvre, lOpra Garnier e
lHtel de Soubise, tutti con monumentali scalinate. E se gran
parte del divertimento sta nella
performance della Blanchett,
con i suoi leopardati e i suoi abiti
verde chartreuse, c un certo
gusto a riconoscere un sacco di
facce note, da Helena BonhamCarter a Derek Jacobi a Stellan
Skarsgrd. Anche se la nomination al miglior ruolo da non protagonista se la meriterebbe la
zucca, che vive di vita propria.
A Lily James e a Richard
Madden, giovani ma gi famosi
per i ruoli di Lady Rose in Downton Abbey e di Robb Stark nel
Trono di spade, la responsabilit
di assumere due ruoli da fiaba e
di sobbarcarsi quel ballo: Ero
terrorizzata, per quando ho
aperto la porta e mi apparsa la
scena costruita da Ferretti - racconta lei - ho capito che non dovevo recitare, ma soltanto lasciarmi andare alle emozioni. Mi sono
resa conto di avercela fatta quando, sul set, un omone in tuta venuto a ringraziarmi con le lacrime agli occhi.
twitter @esantoli

campi, sono rimasti aperti fino al


58. Questo significa che per tredici
anni quelle persone non hanno trovato un posto per vivere. Unodissea drammatica, che scorre tutta
sul nuovo volto di Nelly, la donna
che visse due volte, e che non sa se
riuscir a superare il trauma dellessere salva.
IL SEGRETO DEL SUO VOLTO
Di Christian Petzold
Con Nina Hoss, Ronald Zehrfeld, Nina
Kunzendorf. Germania, 2014
TORINO: Greenwich
MILANO: Apollo, Eliseo, Palestrina, Uci
GENOVA: Sivori
ROMA: Eden, Eurcine, Intrastevere,
Mignon, Rokyparioli

****

Fermo
immagine
CLAUDIA FERRERO

Gusto retr in stile Anni Cinquanta con il protagonista troppo divo


ALESSANDRA LEVANTESI KEZICH

Se un Piccione
studia i buffi umani
u lo scultore Giacometti a dire visitando il Louvre: Quel che mi colpisce non
sono le opere, ma la gente che le guarda: io guardo le persone che stanno a guardare. un po lidea perseguita dallo svedese
Roy Andersson - originale regista pi legato
al modello di certe correnti figurative iperrealiste che al cinema - nel Piccione seduto, ultimo capitolo di una trilogia intesa a riflettere
sul significato dellesistenza. Nellaffresco corale diviso in trentanove quadri appaiono e
riappaiano due malinconici commessi viaggiatori che, trasudando cosmica tristezza,
cercano vanamente di piazzare articoli che
dovrebbero aiutare la gente a divertirsi.
Una coppia Laurel e Hardy in versione
beckettiana che rappresenta una sorta di filo
rosso nel succedersi di brevi vignette giocate
su pallidi gialli nel contesto di una innominata
Goteborg ricostruita in studio. Un paesaggio
urbano popolato di meste figure, quasi sempre gente comune, colte nel quotidiano; il tutto introdotto da tre lunari incontri con la morte e qualche onirico salto nel passato. Andersson poggia sul suo stupidario umano un disincantato sguardo da entomologo che tuttavia
tradisce compassionevole empatia.
[A. LK.]

UN PICCIONE SEDUTO SUL RAMO RIFLETTE SULLESISTENZA


Di Roy Andersson; con Holger Andersson, Nils Westblom
Svezia, 2014
TORINO: Due Giardini, Greenwich
MILANO: Cinemax, Odeon, Orfeo, Uci
GENOVA: Ariston
ROMA: Giulio Cesare, Greenwich, King, Maestoso, Quattro
Fontane

****

lla base di Mortdecai c


il primo dei quattro romanzi dedicati al personaggio del titolo da Kyril Bonfiglioli, scrittore inglese (italosloveno dal lato paterno) che
un poco si rispecchia nel protagonista, essendo stato anche
lui mercante darte. Sulla pagina (da noi il libro edito
Piemme), Charlie Mortdecai
un dandy di nobile ascendenza,
stazza robusta, prono ai piaceri del bere e del sesso, amante
del pericolo e immancabilmente scortato da Jock (incarnato
da un inedito Paul Bettany), fedele tirapiedi con funzioni miste di gorilla e di maggiordomo,
ma meno impeccabile del Jeeves di Wodehouse.
Nella personificazione di
Johnny Depp, Mortdecai vanta
un paio di baffi a manubrio cui
non intende rinunciare anche
se la moglie Johanna (Gwyneth
Paltrow), personaggio aggiunto
per assicurare un vago risvolto
rosa, non li gradisce affatto.
Ogni volta che il marito le sfiora
il viso con le labbra irsute a lei
viene da vomitare, e lui ha un
conato di riflesso: una stilizzata
scenetta che si ripete a mo di
tormentone, producendo un effetto comico fra i pochi messi
davvero a segno dal film. In realt, questi baffi ostentati e ottocenteschi sono in linea con il

ex agente della Cia Liam


Neeson fa la spesa,
compra regali alla figlia,
gioca a golf. Peccato che in Taken
3 gli ammazzino lex moglie e
tutte le prove siano contro di lui.
Cos ci risiamo: fuga, buoni e
super cattivi che lo cercano, botte,
inseguimenti, vendetta. Leroe
richiamato alle armi fa il suo
sporco lavoro per i fan della saga
prodotta da Luc Besson. Ma qui
Neeson ha lespressione scocciata
di chi non ne pu pi e vorrebbe
solamente godersi la pensione.

Stilizzati
Sopra, Johnny
Depp - dandy
mercante
darte con
baffetti a
manubrio - in
una scena
assieme a
Gwyneth
Paltrow

gusto retr di una pellicola che


si rif al modello delle commedie britanniche Anni 50/60, tipo quelle con Terry Thomas o
Peter Seller/ Ispettore Cluzot,
senza riuscire a ritrovarne la
fresca voglia di divertimento.
Un poco memore del suo fascinoso quanto infido Pirata
dei Caraibi - ma anche, secondo
gli informati giornali inglesi,
imitando i manierismi del comico tv Paul Whitehouse Depp interpreta un Mortdecai
da fumetto, tutto preso nellimpegno di salvarsi dalla rovina
finanziaria senza rinunciare a

lusso e raffinatezze; e pazienza


se questo comporta una forzata collaborazione con lodiato
agente speciale dellMI5 Martland (Ewan McGregor) - da
sempre innamorato di Johanna
- per recuperare un Goya minore che sul retro della tela contiene ghiotte dritte bancarie.
Rimbalzando da Londra a Mosca agli Usa, lavventura termina in un fuoco incrociato di
doppi giochi che il regista David Koepp impagina con un
certo smalto ma scarsa effervescenza. Non tanto un problema che nel film vada perdu-

to il tessuto di citazioni, da Robert Browning a Baudelaire,


che costellano umoristicamente il libro. Il problema un protagonista che resta unidimensionale, un divo affettato e come dimentico dellimportanza
del fattore umano.
MORTDECAI
Di David Koepp; con Johnny Depp, Paul
Bettany, Gwyneth Paltrow. Usa 2014
TORINO: Ideal, The Space, Reposi, Uci
MILANO: Odeon, Orfeo, Uci
GENOVA: America, The Space, Uci
ROMA: Andromeda, Atlantic, Fiamma,
Giulio Cesare, Jolly, Lux, Odeon, Savoy

**

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Colloquio

LUCA DONDONI
MILANO

tre ragazzi de Il Volo non ci


stanno. E si difendono dalle accuse di ingratitudine
contrattaccando: Troppa
gente si sta facendo pubblicit
con il nostro nome. Questa
storia deve finire.
Non difficile immaginare
a che cosa e a chi si riferiscano. Dopo aver vinto il Festival,
mentre Grande amore registrava oltre 4,5 milioni di visualizzazioni su YouTube in
meno di una settimana, Roberto Cenci, regista del programma tv Ti lascio una canzone, dove i tre si sono incontrati
(nel 2009), dichiarava: Senza di me non saremmo qui a
parlare de Il Volo. Tony Renis, che grazie agli agganci e
alle conoscenze oltreoceano
avrebbe permesso a tre di
sfondare sul mercato americano, si descritto come pap del progetto Il Volo. I ragazzi, si sussurra nellambiente, sarebbero telecomandati dal manager Michele Torpedine, gi artefice del successo di Zucchero e poi di
quello di Andrea Bocelli. Sarebbe lui il grande burattinaio
di tutta loperazione, colui che
avrebbe sbianchettato i nomi di Cenci e Renis dalle biografie ufficiali del trio.
Ignazio Boschetto, Piero
Barone e Gianluca Ginoble,
collegati dalle rispettive abitazioni, ieri hanno organizzato una teleconferenza affiancati da Torpedine per parlare con voi giornalisti e dire finalmente la nostra.
La gente ci vicina hanno poi ripetuto i tre, non nascondendo un tono contrariato, dispiaciuto e soprattutto
deluso per come stanno vivendo i giorni dopo la vittoria
ma ci amareggiano le chiacchiere di chi, ancora una volta, vuole saltare sul carro del
vincitore. La verit una e
una sola. Non sentiamo il signor Cenci da quattro anni.
Visto che si dice dispiaciuto
per il nostro comportamento
farebbe bene a farsi un esame
di coscienza. Per quattro anni

FOTO ALINARI

Patty Pravo (Nicoletta Strambelli) al Piper negli Anni 60, quando per tutti era la ragazza del Piper

Intervista

MICHELA TAMBURRINO
ROMA

a signora Nicoletta
Strambelli, in arte Patty Pravo, ha assistito
allelezione del Presidente
Mattarella dalla finestra di
casa sua. Forse lunico evento degno di nota passivamente visto e non vissuto da
protagonista. Per il resto
stata lei a determinare molti
passaggi epocali nella storia
della musica e del costume.
Prendiamo il Piper che festeggia i 50 anni e rimpiange
la sua beat generation: limmagine iconica quella di lei
che canta e balla, appunto la
ragazza del Piper. Sprofondata nel divano candido (della vista strepitosa si gi accennato), racconta ci che
ripete da una vita.

Come successe e quando successe?

Il Piper una delle cose pi


importanti che lItalia abbia
mai avuto. Per gli artisti,
luogo di benessere e di felicit. Passavano Andy Warhol,
Schifano i Pink Floyd che ci
accusarono di aver copiato
le loro luci psichedeliche, le
nostre caserecce con olio e
vetro colorato. Capitai al Piper perch a Londra non si
parlava daltro. Il fondatore
del locale, Alberigo Crocetta, mi chiese se sapevo cantare come sapevo ballare. Io
gli dissi di s, ovviamente
mentendo. Quella sera cerano Tenco, Arbore, Visconti
che poi veniva appositamente per sentirmi. Minventai
cantante di rock ma ne avevo lanima e di blues. Gli studi al Conservatorio mi avevano dato la disciplina e un

Il Piper compie 50 anni

Michiesero:canti
comeballi?Mentii
edivenniPattyPravo
La star nata in quel locale racconta
L cambi la mia vita. E lItalia
approccio professionale. Gli
studi e leducazione. Vivevo
con mia nonna che era molto
liberale ma dura. Solo con
tanta disciplina, mi diceva,
puoi sentirti libera.
Il Piper le diede energia.

Forse sono stata io a dare


energia al Piper.
E limmagine che allepoca si sarebbe definita trasgressiva?

Non lho mai vista come componente importante del successo. Ero cos. Sono stata la prima a cantare in tv, in un programma per bambini, con una
giacca senza niente sotto, ero
talmente androgina che non si
notava.
Ha fatto di tutto, non si fatta
mancare nulla. Pure Sanremo.
Le piaciuta Irene Grandi nella
cover di Se perdo te?

Le ho inviato un tweet di
complimenti. Di Festival ne
ho fatti nove. Il primo per curiosit, lo chiesi al direttore
della mia casa discografica, la
Rca, e mi feci male da sola.
molto stressante. Ricordo
quando andai vestita da
geisha con lo strascico lungo
un metro e mezzo. Stavo in
barca, si cantava in playback,
una meraviglia. Poi Dimmi che
non vuoi morire di Vasco Rossi. Spero ancora che mi scriva
qualcosa.

incidendo uno nuovo.

Mi piace fare ricerca, sono curiosa, voglio stupirmi e stupire.


Ma questo disco nuovo no,
scritto da grandi autori, . Ci sono pezzi, splendidi, del mio
grande amico Giuliano Sangiorgi che un poeta, Tiziano
Ferro, Emis Killa... Zibba lo conoscevo da venti minuti e ha
scritto per me un pezzo meraviglioso. Registro a Milano e a
Los Angeles.
La musica oggi in crisi?

La crisi mondiale e riguarda


tutto, dunque anche larte. Una
crisi che influisce sullanimo
dellartista. Allestero si sente
meno perch noi ci piangiamo
addosso in continuazione. Senza fare niente. Le Niagara Falls
danno da vivere a un Paese e sono solo cascatine. A Pompei sta
cadendo tutto e noi non sfruttiamo lenorme ricchezza che
potremmo avere.
Politica no. Religione?

Papa Francesco mi simpatico non per religione ma per gli


errori che fa. umano.
Il cinema?

Lei scrive parole e musiche di


molti suoi dischi. Adesso ne sta

Ho perso occasioni strepitosa.


Rifiutai il ruolo di Micol nel
Giardino dei Finzi Contini. E poi
per Professione Reporter non
combaciarono gli impegni. Oggi lavorerei con Ridley Scott e
Giuseppe Tornatore. Sorrentino? Non mi piaciuto il suo film
da Oscar.

Con Vasco Rossi, che le


scrisse la splendida E
dimmi che non vuoi
morire (Sanremo 1997)

Patty Pravo ora (foto):


sta preparando un nuovo
album con pezzi di Emis
Killa, Sangiorgi , Ferro

Spettacoli .31

Il Volo dopo Sanremo

Non siamo ingrati


Polemiche e accuse
ci tolgono la felicit
Il trio: Cenci e Renis fuori da anni
Troppi si fanno pubblicit con noi
Gli scopritori

Lamericano
Tony Renis, artefice del
successo Usa: Ma ora la
societ si sciolta

Il regista
Roberto Cenci li mise
insieme, ma in 4 anni
mai una telefonata

da lui non abbiamo ricevuto


una telefonata di in bocca al lupo o di complimenti per i successi americani, per aver cantato in duetto con Barbra Streisand, per essere stati intervistati dai pi grandi anchorman
a stelle e strisce, aver riempito
palazzetti da diecimila persone
dal Canada al Messico. Nulla.
Tony Renis non lo sentiamo da
due anni e anche nel suo caso
vale quello detto per Cenci.

E il manager dei tre spiega:


non si tratta di un problema
economico. Assolutamente no
dice Torpedine . Nel caso di
Renis cera di mezzo una societ che si chiamava RenTor e
che attualmente in liquidazione; nel caso di Cenci credo che il
problema sia di antipatia personale o forse di invidia per come
sono andate le cose. Ma il primo
a chiamarsi fuori stato lui. Come hanno detto i ragazzi, negli
ultimi quattro anni non si mai
fatto vivo.
I ragazzi si dicono a pezzi:
Dovremmo essere felici e invece siamo affranti per questa situazione e speriamo veramente
di non essere mai pi messi in
mezzo per beghe che non ci interessano.
Il problema aggiunge Torpedine che, come diceva
quel tale, certe persone ti perdonano tutto tranne il successo.
Ora, anche se Fabio Fazio o Daria Bignardi sono troppo snob
per invitare Il Volo, i ragazzi
hanno davanti uno speciale per
la Pbs americana che gireremo
a Caracalla, Pompei o Taormina. Claudia Mori ci ha proposto
di girare uno sceneggiato sulla
vita dei ragazzi che stiamo valutando seriamente, abbiamo in
vista un tour nazionale in dieci
citt e a maggio c lEurofestival, che speriamo di vincere.
La loro storia abbastanza romanzesca potrebbe presto diventare fiction: Ignazio,
Gianluca e Piero saranno i protagonisti anche se le scene di
quando erano bambini saranno
recitate da piccoli attori e non
saranno usati filmati originali.
Ci saranno anche Cenci e Tony
Renis? Tony senzaltro. Cenci
lo metteremo, ma nei titoli di
coda, come si conviene ai cameraman.

Vite da fiction
A fianco,
Gianluca
Ginoble,
Piero Barone
e Ignazio
Boschetto,
ovvero Il Volo,
a Sanremo;
sulla loro vita
Claudia Mori
ha il progetto
di una fiction,
la tv Usa Pbs
uno speciale
live in Italy

Tre volti di una diva

Vestita da geisha,
al Festival di
Sanremo 1984 cantava
Per una bambola

ANSA

12 45 67 18

9AB5CDE 2F C7AB 82 LA STAMPA 8

INTEGRALMENTE
DAL NOSTRO MULINO.

Dalla tradizione De Cecco, la pasta integrale a regola darte.


Anche quando si tratta di pasta integrale, portiamo sulle vostre tavole il massimo della qualit.
Grazie a una lavorazione che parte dal grano e lo rafna senza separarlo dalla crusca,
a unessiccazione lenta e a basse temperature, la nostra integrale conserva tutte le sue propriet
nutritive. Ecco perch di paste integrali ce ne sono tante, ma di De Cecco ce n una sola.

www.dececco.it

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Spettacoli .33

Programmi tv

I programmi settimanali completi delle principali tv satellitari, del digitale terrestre e delle radio su: www.lastampa.it/programmi

del 19 febbraio 2015

Rai 1

Rai 2

6.00 Il caff di Raiuno


6.30 Tg 1
6.45 Unomattina Attualit
11.10 A conti fatti Attualit
12.00 La prova del cuoco
13.30 Telegiornale
14.00 Tg 1 Economia Attualit
14.05 Dolci dopo il Tigg Variet Con Antonella Clerici.
Il programma dedicato
agli appassionati di
pasticceria
14.40 Torto o ragione? Il verdetto finale Attualit
16.00 La vita in diretta Attualit Cristina Parodi e
Marco Liorni sono
padroni di casa del
pomeriggio di Rai1
18.50 L'eredit Game show
20.00 Telegiornale
20.30 Affari tuoi Game show

8.30 Il tocco di un angelo TF


10.00 Tg2 Insieme Attualit
11.00 I fatti vostri Variet
13.00 Tg 2 Giorno
13.30 Tg2 Costume e societ
13.50 Tg2 Medicina 33
14.00 Detto fatto Attualit
16.15 Ghost Whisperer TF
17.00 Cold Case Telefilm
17.45 Rai Parlamento Telegiornale Attualit
17.55 Tg2 Flash L.I.S.
18.00 Tg sport
18.20 Tg 2
18.50 Blue Bloods Telefilm
19.40 NCIS Telefilm Protagonista la principale squadra
di agenti speciali del
Naval Criminal Investigative Service (NCIS)
20.30 Tg 2 20.30
21.00 Lol Serie

21.15
Un passo dal cielo 3

21.10
Virus - Il contagio
delle idee

FICTION. La scomparsa di Chiara

(Claudio Gaffuri), lasciata sul vialetto di casa Reuter dopo un


turno al ristorante, allarma tutto
il paese. Intanto, entra in scena
Rico, il "perfetto" marito per Eva
23.30 Porta a porta Attualit
1.05 Tg 1 - Notte. Che tempo fa
1.40 Sottovoce Attualit
2.10 Testimoni del tempo
2.40 La signora della porta
accanto Film
4.30 Da Da Da

ATTUALIT. Nuova serata in com-

pagnia di Nicola Porro e dei suoi


ospiti. Sotto i riflettori le ultime
vicende politiche, i temi del lavoro e dell'economia
23.50 Tg2
0.05 Obiettivo Pianeta
1.00 Hawaii Five-0 Telefilm
1.45 Meteo 2
1.55 La Piovra 8 Serie
3.30 Tg2 Eat Parade
3.40 Videocomic

Rai 3

Canale 5
6.00 Tg 5 Prima pagina
7.55 Traffico
8.00 Tg 5 Mattina
8.45 Mattino Cinque
11.00 Forum Attualit
13.00 Tg 5. Meteo.it
13.40 Beautiful Soap opera
14.45 Uomini e donne Talk
show Il programma dei
sentimenti condotto da
Maria De Filippi
16.10 Lisola dei famosi
16.20 Il segreto Telenovela
La telenovela ambientata nella Spagna rurale
dellinizio del XX secolo
17.00 Pomeriggio cinque
Attualit
18.45 Avanti un altro! Game
show
20.00 Tg 5. Meteo.it
20.40 Striscia la notizia

6.30 Rassegna stampa


7.00 Tgr Buongiorno Italia
7.30 Tgr Buongiorno Regione
8.00 Agor Attualit
10.05 Spaziolibero Attualit
10.15 Mi manda Raitre
11.00 Elisir Attualit
12.00 Tg 3
12.45 Pane quotidiano
13.10 Il Tempo e la Storia
14.00 Tg Regione. Meteo
14.20 Tg 3. Meteo 3
14.50 Tgr Leonardo Attualit
15.00 Tg3 Lis
15.05 Tgr Piazza Affari
15.10 Terra nostra 2 TN
15.55 Aspettando Geo
16.40 Geo Documentari
19.00 Tg 3. Tg Regione. Meteo
20.00 Blob Videoframmenti
20.15 Sconosciuti Attualit
20.35 Un posto al sole SO

21.05
The Tourist

FILM.(thriller,2010)conJ.Depp,A.
Jolie.RegiadiF.HenckelvonDonnersmarck. Il professore di matematicaFrankTupelo,turistaamericanoinItalia,cadenellatrappola di un'astuta quanto bella Elise

6.55 I Puffi Cartoni animati


7.10 Cera una volta Pollon
Cartoni animati
7.35 Heidi Cartoni animati
8.00 Sailor Moon Cartoni
8.30 Una mamma per amica
Telefilm
10.30 Everwood Telefilm
12.25 Studio Aperto
13.00 Sport Mediaset Sport
13.25 Sport Mediaset Extra
13.55 Lisola dei famosi
14.10 I Simpson Cartoni
14.35 I Griffin Telefilm
15.00 Arrow Telefilm
15.50 The Vampire diaries TF
16.40 Dr. House - Medical division Telefilm
18.30 Studio Aperto. Meteo
19.00 Chicago Fire Telefilm
19.55 Lisola dei famosi
20.30 CSI Miami Telefilm

21.05
Calcio: Celtic-Inter

21.10
Le iene show

SPORT. Questa sera sar il Celtic

VARIET SATIRICO. Anche in que-

di Glasgow, la squadra scozzese, l'avversario dell'Inter di


Roberto Mancini nei sedicesimi di finale (andata) di Europa
League

sta edizione non mancheranno servizi di cronaca e attualit,


inchieste scomode e dissacranti interviste. Tra gli inviati storici anche Enrico Lucci

23.00 Speciale Europa League


Sport
0.10 Supercinema Il rotocalco dinformazione cinematografica
0.45 Tg 5 Notte. Meteo.it
1.05 Striscia la notizia (R)

22.55 Scandal Telefilm


23.40 Blob Videoframmenti
0.00 Tg3 Linea notte Attualit
1.05 Rai Parlamento Telegiornale Attualit
1.15 Rai Cultura. Grand'Italia
1.45 La musica di Raitre

Italia 1

0.40 Fronte del palco - Fedez


Musicale
1.45 Sport Mediaset Sport
2.10 Studio aperto - La giornata
2.25 Detective Conan Cartoni
animati

Rete 4

La 7

6.50 Zorro Telefilm


7.10 Miami Vice Telefilm
8.05 Cuore ribelle Telenovela
9.30 Carabinieri Telefilm
10.35 Sai cosa mangi?
10.45 Ricette allitaliana
Attualit
11.30 Tg 4 - Telegiornale
12.00 Detective in corsia TF
13.00 La signora in giallo TF
14.00 Lo sportello di Forum
Attualit
15.30 Hamburg distretto 21
Telefilm
16.35 Zorro Telefilm
17.00 Walker Texas Ranger - La
strada della vendetta
Film-tv
18.55 Tg4 - Telegiornale
19.35 Tempesta damore SO
20.10 Centovetrine SO
20.45 Tempesta damore SO

6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo.


Traffico
7.00 Omnibus - Rassegna
stampa Attualit
7.30 Tg La7
7.55 Omnibus Attualit
9.45 Coffee break Attualit
11.00 Laria che tira Attualit
13.30 Tg La7
14.00 Tg La7 Cronache
14.40 Il commissario Maigret
Telefilm Protagonista
della serie il personaggio letterario ideato da
Georges Simenon e
interpretato da Bruno
Crmer
16.15 Le strade di San Francisco Telefilm
18.05 Lispettore Barnaby Serie
20.00 Tg La7
20.35 Otto e mezzo Attualit

21.15
L'amore infedele
Unfaithful

21.10
Servizio pubblico

(dramm., 2002) con


Richard Gere, Diane Lane. Regia
di Adrian Lyne. Edward e Connie sono felicemente sposati.
Ma lei incontra Paul

ATTUALIT. Torna l'appuntamento del gioved con il programma di approfondimento politico condotto dal giornalista salernitano Michele
Santoro

23.50 Houdini - Lultimo mago


Film (thriller, 2007) con
Catherine Zeta-Jones,
Guy Pearce. Regia di Gillian Armstrong
1.45 Tg4 Night News
2.25 Il delitto Matteotti Film

0.00 Tg La7
0.15 Otto e mezzo Attualit
Conduce Lilli Gruber (R)
0.55 Coffee break (Replica)
2.00 La7 Doc Documentari
3.00 Laria che tira (Replica)
5.15 Omnibus Attualit

FILM.

digitale terrestre
RAI 4

21

15.40 La vita segreta di


una teenager
americana Serie
16.25 The Lost World
Serie
17.15 Rai News - Giorno
17.20 Streghe Serie
18.05 Xena Serie
18.50 Andromeda Serie
19.35 Stargate Atlantis
Telefilm
20.20 Star Trek
Enterprise Telefilm
21.10 Teen Wolf Serie
21.55 Supernatural Serie

RAI 5

23

18.05 Memo L'agenda


culturale Magazine
18.40 Trans Europe
Express
19.40 Millenium Nascita
di un bestseller
20.35 Memo Teatro
L'agenda culturale Magazine
21.15 Petruska Presenta
Documentari
21.20 Le nozze di Figaro
Musicale
0.35 David Letterman
Show Talk show

RAI STORIA 54
18.45 Anatomia di un
omicidio L'assassinio di
Leon Trotsky
19.30 Tablet. Viaggio
nell'Italia che
cambia
20.30 Il giorno e la storia
20.50 Il tempo e la storia. Gli squadristi
21.30 a.C.d.C. Francis
Drake Documentari
22.30 a.C.d.C. Islam l'impero della fede

RAI MOVIE

14.25 A viso aperto Film


16.10 La seconda volta
non si scorda mai
Film
17.50 Rai News - Giorno
Notiziario
17.55 Tenuta in ostaggio Film
19.30 Sapore di mare
Film
21.10 Grandi speranze
Film
23.55 Movie.Mag
Magazine
0.25 Rai News - Notte

film
19.00 Mi rifaccio vivo
Pasquale Petrolo da
sempre rivale di Neri
Marcor. Si vendicher
da morto SKY COMEDY
19.15 Rio 2 - Missione
Amazzonia Ritorna il
famoso pappagallo che
ora vive con la sua
anima gemella e tre
figli SKY CINEMA 1
Matrimoni Francesca
Neri mette in discussione il suo matrimonio
con Diego Abatantuono
SKY PASSION

19.20 Premonition Sandra


Bullock si rende conto
di avere doti di chiaroveggenza SKY MAX
19.25 Jack simpatico genio
Jack un piccolo genio
dello skate (non solo)
che scatta come un
vero campione SKY
CINEMA FAMILY

19.30 Sequestro pericoloso Un


animatore sempre in bolletta si propone come
detective privato. Con A.
Finney SKY CLASSICS
21.00 Monsters University
Prequel della storia dei
mostri pi amati del
grande schermo.
Animazione SKY CINEMA
FAMILY

Signori si nasce Tot,


gaudente e scialacquatore, chiede al fratello
Pio di pagargli i debiti
SKY CLASSICS

Un Weekend da bamboccioni 2 Sequel.


Adam Sandler decide di
tornare con la famiglia
nel paese in cui nato
SKY COMEDY

serie tv
18.50 Quincy DIVA UNIVERSAL
In cucina con
GialloZafferano FOX
LIFE
FOX

LIFE

SKY MAX

20.10 NCIS Los Angeles

CINEMA 1

22.40 Il mattatore di
Hollywood L'attacchino
Jerry Lewis deve scoprire le spese folli dello
studio, ma crea guai
SKY CLASSICS

22.50 La tela di Carlotta Il


porcellino Wilbur si
allea con un ragno per
non diventare la cena
di Natale SKY CINEMA

22

13.15 La soldatessa alle


grandi manovre
Film
15.08 La scorta Film
16.55 Cuori estranei Between
Strangers Film
19.00 Live from
Hollywood 2015
19.15 Supercar Telefilm
20.05 A-team Telefilm
21.00 Profumo - Storia
di un assassino
Film
23.45 Shining Film

FOX

CRIME

I Simpson FOX
19.45 I Simpson FOX
19.50 La signora in giallo
DIVA UNIVERSAL

20.00 Fast N' Loud


20.05 Cuochi e fiamme LEI
20.10 Bryan Adams ARTE
20.20 MasterChef Italia 4
SKY UNO

20.40 Whitney Houston


ARTE

20.05 Grey's Anatomy

FOX

LIFE
FOX

CRIME

How I Met Your


Mother FOX
20.35 How I Met Your
Mother FOX
20.50 Donne nel mito: Rita
Levi Montalcini DIVA

20.55 Le megastrutture di
Hitler NATIONAL
GEOGRAPHIC

21.00 Come fatto


DISCOVERY CHANNEL

Accumulatori seriali LEI


21.10 Yves Klein e Lucio
Fontana ARTE
MasterChef Italia 4
SKY UNO

21.30 Come fatto

UNIVERSAL
DIVA

DISCOVERY CHANNEL

UNIVERSAL

Delitti in Paradiso

FOX

CRIME

21.45 Lily Cole-Pazzi per l'arte: Antony Gormley


ARTE

Le streghe dell'East
End FOX LIFE
Beauty and the Beast

21.50 Le megastrutture di
Hitler NATIONAL

FOX

21.55 Il mio vicino un


assassino LEI
22.00 Airplane Repo: operazione recupero

21.50 Beauty and the Beast


FOX

21.55 Scandal FOX LIFE


22.05 NCIS FOX CRIME
22.45 Donne nel mito:
Margherita Hack

FAMILY

UNIVERSAL

Out Cold Alaska: le


avventure di quattro
amici appassionati di
snowboard SKY COMEDY

Cucine da incubo

DISCOVERY CHANNEL

FOX

LIFE

Modern Family
22.55 NCIS FOX CRIME

GEOGRAPHIC

22.10 MasterChef Italia 4


DIVA

SKY UNO

22.35 L'istante perfetto Gregory Crewdson


ARTE

FOX

CIELO

MTV

26

13.00 SkyTg24 mezzogiorno


13.15 MasterChef Usa
14.15 MasterChef
Australia Variet
17.00 Fratelli in affari
19.15 Bar da incubo
20.15 Cucine da incubo
2 Variet
21.10 Red Scorpion Film
23.00 Love Jessica
Documentari
0.15 Il pornografo fai
da te Documentari
1.00 Hard Cash Film

14.05 Old School Film


16.00 Calciatori Giovani Speranze
16.50 Motorhome Piloti di famiglia
17.10 Ginnaste - Vite
parallele Variet
17.40 Scrubs Variet
18.30 Diario di una nerd
superstar Variet
19.25 New Girl Variet
20.20 I Soliti Idioti
21.10 L'amore in gioco
Film
23.00 Geordie Shore

REAL TIME

22.45 Quei secondi fatali


NATIONAL GEOGRAPHIC

31

15.40 Abito da sposa


cercasi: Atlanta
16.40 Abito da sposa
cercasi Variet
17.10 Quattro matrimoni Documentari
18.10 Amici di Maria De
Filippi Variet
19.10 Affari in valigia
21.10 Non sapevo di
essere incinta
23.05 24 ore in sala
parto Documentari
1.05 Malattie imbarazzanti Documentari

DMAX

17.20 Mamma mia! Grecia.


Sophie, prossima al
matrimonio, vuole scoprire chi suo padre
PREMIUM CINEMA EMOTION

18.15 Il signore degli anelli Le due torri Frodo e


Sam, in viaggio verso
Mordor, scoprono di
essere seguiti da
Gollum PREMIUM CINEMA
ENERGY

18.30 Shakespeare in Love


L'amore tra
Shakespeare e Lady
Viola (Gwyneth
Paltrow). Sette Oscar
PREMIUM UNIVERSAL

19.00 Debito di sangue L'ex


agente Clint Eastwood
subisce un trapianto di
cuore. Con Anjelica
Huston PREMIUM CINEMA
19.20 Honey 2 Il sequel di
"Honey", una favola
fuori tempo con
Katerina Graham
PREMIUM CINEMA EMOTION
Leidi PREMIUM CINEMA

20.50
21.15 Nightmare Freddy
Krueger tornato per
perseguitare un gruppo di ragazzi di periferia PREMIUM CINEMA
Tutto l'amore del
mondo Quattro amici
alla scoperta delle
mete pi divertenti e
romantiche d'Europa

PREMIUM CINEMA EMOTION

Shutter Island Un investigatore indaga sulla

scomparsa di un'assassina scappata dal manicomio PREMIUM CINEMA


ENERGY

21.20 Dimensione terrore


PREMIUM UNIVERSAL

22.55 Intruders Una bambina


vede apparire dinnanzi
a s i demoni della sua
infanzia. Horror
PREMIUM CINEMA

Come tu mi vuoi
Volfango De Biasi racconta i teenagers italiani. Con Vaporidis e
Capotondi PREMIUM
CINEMA EMOTION

23.00 Verdetto finale John


Lithgow fugge di prigione per vendicarsi
dell'agente Denzel
Washington PREMIUM
UNIVERSAL

23.25 House Party: Tonight's


The Night PREMIUM
COMEDY

23.40 Il prescelto La scomparsa di una donna spinge


uno sceriffo a indagare.
Con Nicolas Cage
PREMIUM CINEMA ENERGY

0.40 La rivincita di Natale 15


anni dopo la storica
partita a poker, Diego
Abatantuono vuole la
rivincita PREMIUM CINEMA
0.50 Adventureland Appena
diplomato, James
accetta un lavoro in un
parco dei divertimenti
PREMIUM UNIVERSAL

52

13.20 Miami in affari


14.10 Banco dei pugni
15.05 Chi ti ha dato la
patente? Variet
15.55 Top Gear
16.50 Affari a quattro
ruote
17.45 Airport Security
18.35 Affare fatto!
19.30 Banco dei pugni
20.20 Rimozione forzata
21.10 Affari a quattro
ruote
22.55 Street Custom Las
Vegas

film

intrattenimento
19.50 MasterChef Magazine
4 SKY UNO
19.55 Lupi di mare NATIONAL
DISCOVERY CHANNEL

19.20 NCIS Los Angeles

21.00 Miss Marple

IRIS

GEOGRAPHIC

19.05 Grey's Anatomy

Tutte le donne della mia


vita Dedicato a Ugo
Tognazzi, alle donne e
alla cucina. Un film di
Simona Izzo SKY PASSION
Thor - The Dark World
Il supereroe Thor deve
salvare l'intero universo
21.10 Little Miss Sunshine
Una bambina partecipa
a un concorso di bellezza e la sua famiglia si
mobilita SKY HITS
Die Hard - Duri a morire New York: Jeremy
Irons semina bombe e
l'agente Bruce Willis se
ne deve occupare SKY

24

serie tv
14.10 Law & Order: Unit
Speciale TOP CRIME
14.15 Big Bang Theory JOI
14.35 Gossip Girl MYA
14.40 Supernatural ACTION
14.59 Dr. House - Medical
division JOI
15.25 Una famiglia... quasi
perfetta MYA
15.30 Chicago Fire ACTION
15.50 Squadra Antimafia 2
Palermo Oggi TOP
CRIME

16.15 Fringe ACTION


16.25 Clem MYA
16.40 Friends JOI
17.00 Parks And Recreation
JOI

17.05 Supernatural ACTION


17.30 2 Broke Girls JOI
17.50 Criminal Intent TOP
CRIME

17.55 Chicago Fire ACTION


18.15 Una mamma per
amica MYA
18.25 Big Bang Theory JOI
18.45 Fringe ACTION
19.10 Due uomini e 1/2 JOI
19.30 The Closer TOP CRIME
19.35 Royal Pains JOI
Supernatural ACTION
19.55 Fuori Serie MYA
20.20 Gossip Girl MYA
20.25 Chicago Fire ACTION
21.10 Bones TOP CRIME
21.15 Aiutami Hope! JOI
Hemlock Grove MYA
Arrow ACTION
22.05 Pretty Little Liars MYA
Gotham ACTION
22.30 Due uomini e 1/2 JOI
22.55 Fuori Serie ACTION

34

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Oggi
in Tv
12,55 Sci fondo.
Mondiali, elim.sprint
tc uomini e donne
Rai Sport 2-Eurosport
13,00 Sport Mediaset
Italia1
13,30 Sportitalia
news
Sportitalia
14,55 Sci fondo.
Mondiali, finali sprint
tc uomini e donne
Rai Sport 2-Eurosport
15,00 Si basket
Sportitalia
16,00 Ciclismo pista.
Mondiali Rai Sport 1
16,30 Volley.
Champions:
Kazan-Piacenza
Fox Sports 2
18,00 Tg sport
Raidue
18,00 Football scout
Sportitalia
18,30 Volley.
Champions.
Belchatow-Treia
Fox Sports 2

SPORT

Aduriz rimasto
a casa ma questo
non significa che
snobbiamo la coppa
Ernesto Valverde
Allenatore
dellAthletic Bilbao

EUROPA LEAGUE, ALLOLIMPICO LANDATA DEI SEDICESIMI

Cos in campo Athletic Bilbao


Oggi ore 19

Torino
3-5-2

4-2-3-1

Premium calcio 1

30

25

Padelli

Glik

27

El Kaddouri
Quagliarella
14

Gazzi

11

94
5

Bovo

Per Treia missione


difficile in Polonia
19,00 Ciclismo.
Trofeo Laigueglia
(differita) Rai Sport 1
19,30 Sportitalia
news
Sportitalia
21,05 Calcio.
Celtic-Inter Canale 5
23,00 Golf. Us Pga
Tour
SkySport3
23,00 Zona 11 pm
Rai Sport 1
23,00 Calcio
& mercato Sportitalia
23,30 Speciale
Europa League
Canale 5
2,00 Basket. Nba,
Oklahoma-Dallas
SkySport2

Benassi

1 Resta una manciata

di biglietti da vendere
per fare il pienone: previsti 26mila spettatori,
con 1300 baschi. A parte
i fuori rosa Uefa Peres,
Gonzalez e Ichazo, granata tutti a disposizione.
Compreso Farnerud, reduce
dallinfluenza
(Avr il cappello di lana,
ma ci sar..., scherza
Ventura). Dentro Bovo
ed El Kaddouri, squalificati per Firenze, Maxi Lopez spera di debuttare
dal 1: LEuropa mi
mancata. La ritrovo con
una squadra a cui piace
giocare al calcio. [R. CON.]

San Jos

16

Maxi
Lopez

17

Etxeita

13

Williams

Rico

Herrerin

19

18

Laporte

Gurpegi

36

Muniain

Ci sono stati momenti


difficili ma ora siamo
di nuovo a sinistra in A
e abbiamo seminato
per gli anni prossimi
Giampiero Ventura

Aurtenexte

Allenatore
del Torino

Arbitro Koukoulakis (Grecia)

Allenatore Valverde

Serata
donore

C Toro-Athletic, i granata cercano la partita perfetta


Ventura carica la squadra: Li rispettiamo, per dipende da noi
ROBERTO CONDIO
TORINO

Il bello dei sorteggi delle eurocoppe fatti dopo i gironi che


tra lurna e la ripresa delle
ostilit passano due mesi. E
da dicembre a febbraio pu
capitare che i rapporti di forza si ribaltino. Prendete Torino-Athletic Bilbao, ad esempio. Ad abbinamento appena
composto, Giampiero Ventura comment il suo sedicesimo di Europa League con un
poteva andarci sicuramente
meglio. In effetti, mentre il
suo Toro procedeva a strappi
e segnava poco, i baschi uscivano dalla Champions e nella
Liga stavano vivendo il loro
miglior momento.
Rendimento raddoppiato

MaxiLopezpronto
Ancorapochibiglietti
Cisono1300baschi

Iraola

30

Darmian
Allenatore Ventura

Unai Lopez

Moretti

15

29

Molinaro

24

Sessantasei giorni dopo, arrivata lora di giocare landata.


E le due squadre che si sfidano allOlimpico si sono trasformate: il Toro ha pi che
raddoppiato la sua mediapunti, lAthletic lha dimezzata; i granata, serenissimi in
serie A, sono pronti a far diventare lEuropa una priorit;
i biancorossi hanno la testa
pi alla Copa del Rey e alla lotta per la salvezza, al punto da
lasciare a casa tre titolarissimi tra i quali Aduriz, bomber
da 15 gol stagionali, compresi
5 degli ultimi 6 baschi.
Al top al momento giusto

Il nuovo scenario ben


espresso dal Ventura 2.0:
Nulla ci precluso, se centriamo la partita. Se giochiamo come spesso abbiamo fatto di recente. Con tutto il rispetto per il Bilbao, molto dipender da noi. Questo, in effetti, un altro Toro, rispetto
a quello che nel giorno del sorteggio fece un tristissimo 0-0

a Empoli. Ha saputo arrivare al


top nel momento giusto. S
meritato dopo 21 anni unaltra
euroserata di gala: uno stadio
strapieno per giocarsi in casa
una qualificazione di assoluto
prestigio. un grande motivo
dorgoglio essere arrivati fin qui
- sottolinea Ventura -. Tre anni
e mezzo fa non avevo certo trovato questo entusiasmo... Proveremo a fare strada in coppa,
ma intanto lobiettivo di aver ricreato una simbiosi squadrapubblico gi stato raggiunto.
In casa unica difesa bunker

I fatti degli ultimi due mesi, intanto, hanno poco alla volta riequilibrato il pronostico dei 180
in arrivo. Ventura rifiuta il nuovo ruolo di favorito, ma il Toro
9 in A a -5 dalla zona-Europa e
imbattuto da 10 turni oggi sembra stare decisamente meglio
di un Athletic 14 in Liga a +5
dalla retrocessione e perdipi
rimaneggiato. Ai granata, invece, manca solo Bruno Peres,
fuori dalla lista Uefa. unassenza che rischia di limitare la
spinta offensiva ma non intacca
la solidit del reparto che dal 31
luglio, giorno del primo preliminare contro il Brommapojkarna, sempre stato la forza del
Toro. Quella di Ventura lunica difesa in Europa League a
non aver ancora incassato un
gol in casa. Ha chiuso imbattuta
contro Bromma, Spalato, Copenaghen, Helsinki e Bruges. Ingabbiare anche i leoni baschi
vorrebbe dire garantirsi un ritorno pi comodo gioved prossimo al S. Mames. Il resto, stasera, toccher a chi per mestiere deve segnare. Tra Quagliarella, Maxi Lopez, Martinez,
Amauri ed El Kaddouri nel 2015
lhanno gi fatto 11 volte. Ripetersi in unoccasione del genere
varrebbe molto di pi.

Il ribaltone degli ultimi due mesi


Questo il rendimento in campionato di Torino
e Athletic prima e dopo il sorteggio del loro
abbinamento in Europa League,
avvenuto lo scorso 15 dicembre

PRIMA
G PT V N P GF GS Media punti
TORINO

14 13 3 4 7 10 17

ATHLETIC 15 19 5 4 6 13 16

0,93
1,27

DOPO
G PT V N P GF GS Media punti
TORINO

9 19 5 4 0 16

ATHLETIC 8

5 1 2 5

7 15

2,11
0,62
- LA STAMPA

Quagliarella, 32 anni, e Glik, 27, leader del Toro

Lex Llorente nel ritiro, i dirigenti vanno a Superga

Bilbaotraturnovereprudenza
Siamosfavoriti,manonsidecidequi
GIANLUCA ODDENINO
TORINO

passato a salutare i suoi


vecchi amici, ma ad Ernesto
Valverde la tentazione di riprendersi Fernando Llorente
e schierare lo juventino in
campo svanita in fretta.
Lui o Morata?, ha risposto
il tecnico dellAthletic Bilbao,
che ha lasciato a casa il bomber Aduriz. Sta bene - aggiunge -, ma lui non pi un
ragazzino e abbiamo anche
altre partite importanti in
queste settimane. Per questo Valverde contro il Toro
pronto a lanciare dal primo
minuto il ventenne Inaki Wil-

liams. Ovvero il primo giocatore basco di colore. Questo per non vuol dire che snobbiamo
la partita - spiega lallenatore -:
siamo impegnati in tre competizioni e devo fare delle scelte.
In ogni caso il turnover
ampio nellAthletic: pu comprendere anche il cambio di
portiere (Herrerin favorito su
Iraizoz), un nuovo centrocampo e un modulo che in fase difensiva prevede cinque uomini
nella retroguardia con il capitano Gurpegi a ballare tra mediana e difesa. Il Toro una
squadra molto forte nel fisico e
nella tattica, ma soprattutto sa
avere pazienza. Noi dobbiamo

fare bene qui, ma queste sfide


si decidono soprattutto al ritorno e l avremo 47mila tifosi
dalla nostra parte. Non a caso
Valverde ha come soprannome
Txinguirri, cio la formica. I
baschi vogliono limitare i danni questa sera, accumulando
magari un gol, per giocarsi tutto tra una settimana. Non siamo favoriti - ricorda il tecnico
del Bilbao -: il Toro nel suo
miglior momento, noi invece
siamo sotto pressione. Per
siamo due squadre simili e
molto vicine. Anche nei sentimenti, visto che la delegazione
basca ha omaggiato il Grande
Torino a Superga.

LA STAMPA

GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Blatter, n.1 Fifa: Scioccato da Sacchi

F1, da oggi i test a Barcellona. E la Fia vieta di cambiare il design dei caschi

La scivolata di Arrigo Sacchi (Troppi giocatori di colore


anche nelle squadre Primavera) continua a far rumore.
Ieri stato il numero uno del calcio mondiale Joseph
Blatter a bacchettare lex ct azzurro. Lorgoglio e la
dignit non sono legati al colore della pelle. Sono
scioccato dai commenti di Sacchi, la smetta, cos il
presidente della Fifa sul proprio profilo Twitter.

Secondo round dei test invernali di F1 da oggi, per quattro


giorni, a Barcellona. In pista stamane 9 squadre: Ferrari
(Raikkonen), Mercedes (Hamilton), Red Bull (Ricciardo),
McLaren (Button), Toro Rosso (Verstappen), Lotus
(Maldonado), Sauber (Nasr), la Williams con Susie Stoddard,
moglie di Toto Wolff, e Force India con una macchina vecchia
guidata da Pascal Wehrlein, 3 pilota Mercedes. Per la Ferrari

35

nessuna novit: lobiettivo fare paragoni con la prima serie


di prove e stessa monoposto. La Fia intanto ha deciso che i
piloti durante la stagione non potranno cambiare design del
casco per essere pi riconoscibili. Vettel in carriera ne ha gi
alternati 60. Il record del circuito di Montmel risale al 2009
con Barrichello (Brawn GP) in 119954. Lo scorso anno il pi
veloce fu Maldonado (Lotus) in 124871.

Inter, missione Europa


Il Celtic la prima tappa
Stasera a Glasgow, Mancini chiede ai nerazzurri un salto di qualit

Le altre italiane
Roma

Feyenoord

(4-3-3)

(4-2-1-3)

PREMIUM CALCIO

26

Florenzi Karsdorp

26

44

Manolas Kongolo

Yanga-Mbiwa Mathijsen

18

Holebas Nelom

15

Pjanic Clasie

16

De Rossi Vilhena

21

Nainggolan Immers

10

LAURA BANDINELLI
GLASGOW

16

De Sanctis Vermeer

24

25

Retroscena

ORE 19

Ljajic Toornstra

10

Totti Kazim-Richards 15

27

28
7

Gervinho Boetius

ARBITRO: HATEGAN (ROMANIA)


All: GARCIA

cartelloni che dominano


le strade intorno a Celtic
Park, gi esaurito da un
paio di giorni, sono poco incoraggianti: Ritrovare lo spirito del 67 la richiesta-imperativo per i ragazzi di Ronny Deila, ricordando la finale
di Coppa dei Campioni vinta
2-1 contro i nerazzurri. Mai
come stasera la storia pu
aiutare lo spirito degli scozzesi, ma lInter apparentemente non si dice preoccupata perch la generazione
Ranocchia pu tranquillamente sbandierare una scusa
indiscutibile: Neppure mio
padre era nato nel 67, quindi
come possiamo noi giocatori
sentire la pressione?.

All: RUTTEN

Trabzonspor

Napoli

(4-2-3-1)

(4-2-3-1)

PREMIUM CALCIO 2

ORE 19

12

Aran Andujar

61

Yavru Henrique

Vittorie

68

Per la quarta
volta nella
stagione
lInter ha
vinto 2 gare
di fila tra A e
coppe. Cerca
il primo tris
dellannata

ANSA

Icardi, selfie scozzese per il 22 compleanno


Mauro Icardi, 22 anni oggi, si fa un autoscatto a Celtic Park con i compagni
di squadra Fredy Guarin (28, alle sue spalle) e Gary Medel (27, a destra)

45
4

A. Demir Albiol

33

Medjani Koulibaly

26

Dogan Ghoulam

31

20

Aydogdu Gargano

77

35

Kara Inler

88

Sefa Yilmaz Gabbiadini

23

10

Hurmaci De Guzman

32

Erdogan Mertens

14

Cardozo Higuain

ARBITRO: BEZBORODOV (RUSSIA)


All: YANAL

All: BENITEZ

Dobbiamo crescere

SYNCSTUDIO

Roberto Mancini seduto al


suo fianco ha sorriso. Quello
che stasera deve succedere
ben noto: atteso un salto di
qualit per imboccare senza
paura la strada che porta verso la finale di Varsavia. Solo il
passaggio del turno agli ottavi, infatti, vale un milione di
euro, per non parlare poi dellobiettivo pi ambito, ovvero
tornare a giocare la Champions. I conti in societ sono
ben noti, ballano 50 milioni,
ossigeno allo stato puro considerato che a fine marzo verr anche quantificata la punizione dellUefa in nome
del fairplay finanziario. Mancini qui per questo e non
soltanto per cercare di mi-

Celtic

Inter

(4-2-3-1)

(4-3-1-2)

CANALE 5

ORE 21,05

gliorare il suo score personale


che in carriera non lo ha mai visto andare oltre una semifinale
di Coppa Uefa nella stagione
2002/2003 con la Lazio. La
nostra speranza quella di arrivare in fondo - cos il tecnico
-. Se vogliamo diventare ancora pi bravi questa con il Celtic
loccasione giusta.

26

Gordon Handanovic

Matthews Campagnaro

14

Van Dijk Ranocchia

23

22

Denayer Juan Jesus

Izaguirre Santon

21

Biton Guarin

13

Torna Icardi, c Kovacic

Brown Medel

18

Sullaereo dellInter ieri cerano


anche due grandi ex, Corso e
Bedin, invitati dal Celtic proprio per rievocare quella finale
di Lisbona. Il fatto che siano diventati il simbolo della fine del
ciclo della Grande Inter invoglia a fare paragoni diametralmente opposti con la rosa at-

16 McKay-Steven Kuzmanovic

17

25

Johansen Shaqiri

91

14

Armstrong Kovacic

10

28

Griffiths Icardi

ARBITRO: VAD (UNGHERIA)


All: DEILA

All: MANCINI

tuale, ovvero che Icardi e compagni siano nellimmaginario


comune quelli da cui potrebbe
ripartire lascesa verso lEuropa che conta. Proprio Maurito
oggi torner al centro dellattacco, dopo un virus intestinale
che gli ha tolto di dosso ben tre
chili ma non la voglia di festeggiare il 22 compleanno con reti
pesanti. Insieme a lui dovrebbe
essere riproposto dopo tre panchine Kovacic con Shaqiri.
Mancini spera che Mateo sfrutti loccasione: Se mi auguro
che sia la sua notte? Vorrei fosse la notte di tutti. Lallenatore
nerazzurro evidentemente sa
bene che non il momento ideale per affrontare gli scozzesi: il
Celtic nel 2015 ha sempre vinto.

Tottenham

Fiorentina

(4-2-3-1)

(3-5-2)

PREMIUM CALCIO 1

1
2
21
5

ORE 21,05

Lloris Tatarusanu
Walker Savic

12
15
2

Fazio G. Rodriguez
Vertonghen Basanta

19

33

Davies Joaquin

17

38

Mason Borja Valero

20

42
11

Bentaleb Pizarro

Lamela Mati Fernandez 14

19

Dembel Pasqual

23

23

Eriksen Salah

74

18

Kane Gomez

33

ARBITRO: VELASCO CARBALLO (SPAGNA)


All: POCHETTINO

All: MONTELLA

I sedicesimi di Europa League


AND

OGGI

RIT

Gioved 26 febbraio

Young Boys (Svi)-Everton (Ing)

CHAMPIONS, OTTAVI: 2-0 PER GLI SPAGNOLI IN GERMANIA CON LO SCHALKE. IN GOL ANCHE MARCELO

Effetto Ronaldo, il Real archivia la pratica

TORINO-Athletic Bilbao (Spa)


ORE 19 - PREMIUM CALCIO 1

Siviglia (Spa)-Borussia Mnchengladbach (Ger)

Rete e assist
per il portoghese
Nellaltra sfida
Basilea-Porto 1-1

Wolfsburg (Ger)-Sporting Lisbona (Por)


Ajax (Ola)-Legia Varsavia (Pol)
Aalborg (Dan)-Bruges (Bel)
Anderlecht (Bel)-Dinamo Mosca (Rus)
Dnipro (Ucr)-Olympiacos (Gre)
Trabzonspor (Tur)-NAPOLI
ORE 19 - PREMIUM CALCIO 2

GELSENKIRCHEN

Guingamp (Fra)-Dinamo Kiev (Ucr)


Villarreal (Spa)-Salisburgo (Aut)
ROMA-Feyenoord (Ola)
ORE 19 - PREMIUM CALCIO

Psv Eindhoven (Ola)-Zenit San Pietroburgo (Rus)


Liverpool (Ing)-Besiktas (Tur)
Tottenham (Ing)-FIORENTINA
ORE 21,05 - PREMIUM CALCIO 1

Celtic (Sco)-INTER
ORE 21,05 - CANALE 5

LA STAMPA

Niente goleada, questa volta.


Il Real Madrid non ripete il
tennistico 6-1 dello scorso anno nei confronti dello Schalke
04, ma piazza comunque un
2-0 nellandata degli ottavi di
Champions League. A Gelsenkirchen, nel derby delle
panchine italiane, gli uomini
di Ancelotti superano la squadra di Di Matteo con un gol al

26 pt del solito Cristiano Ronaldo, che ieri ha stampato la


289 rete in 280 partite col Real, e una prodezza di Marcelo al
34 st dopo una gran giocata del
portoghese. I campioni in carica, per, hanno rischiato prima
del raddoppio con la traversa
colpita dal tedesco Platte.
Laltro ottavo di finale, invece, finisce in parit (1-1). Il Porto
riesce a rimontare il Basilea in
Svizzera: dopo il gol di Gonzalez per i padroni di casa all11,
Danilo su rigore (per fallo di
mano dellex interista Samuel)
pareggia i conti. Il quadro si
completa marted con Man. City-Barcellona e Juve-Borussia,
mentre mercoled sono in programma Bayer Lev.-Atletico
Madrid e Arsenal-Monaco. [R. S.]

SULLA METRO A PARIGI. INDAGA SCOTLAND YARD

Ultr Chelsea razzisti: Sei di colore, non sali


1 Tu non puoi salire, noi siamo razzisti. Cos un gruppo di ultr

del Chelsea ha impedito ad un uomo di colore lingresso sulla metro


a Parigi prima della sfida tra Psg e gli inglesi. Fifa e Chelsea condannano lepisodio sul quale indaga anche Scotland Yard.

36 .Sport

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Il confronto

Retroscena

Campionato
e coppe

MASSIMILIANO NEROZZI
TORINO

BAYERN
MONACO

Punti

40/42

Sconfitte

zero

95%

CHELSEA

BARCELLONA

51/54
una

94%

50/57
una

88%

JUVENTUS

39/45

87%

zero

ATLETICO
MADRID

47/57
una

82%

REAL
MADRID

42/51
una

82%

PSG

44/54

81%

zero
- LA STAMPA

ascia ormai ogni speranza (e quasi sempre i


punti) chi entra allo Juventus Stadium: e Massimiliano Allegri saugura sia cos
anche domani sera, nellanticipo con lAtalanta, e marted,
ouverture degli ottavi di
Champions contro il Borussia
Dortmund. Da tre stagioni e
mezzo casa bianconera, qui il
nemico non vince mai. Tre
volte su 91 sfide: statisticamente, il nulla. Ce lhanno fatta il magnifico Bayern di
Heynckes, ovvero la squadra
pi forte dEuropa, la Samp di
Icardi e lInter di Stramaccioni, eccezioni che confermano
la regola. Anche questanno, i
bianconeri hanno percorso
netto: nove vittorie e due pareggi in campionato, due vinte e un pari in Champions, un
successo in Coppa Italia. In
pochi hanno una tana cos, anche in Europa.

La bolgia di Conte

In fondo, il triplete di scudetti


cominci da qui, l11 settembre 2011, al primo duello.
Quando Antonio Conte mise
le cose in chiaro: Voglio una
bolgia, gli avversari devono
sapere cosa troveranno qui.
Pochi punti loro e qualcuno in
pi per la Juve, come disse Pavel Nedved a stadio non ancora finito: Un impianto del genere, con il pubblico addosso,
ti porta almeno 8-9 punti in
pi a campionato. Dopodich, i risultati si fanno vittorie
e gli scudetti saga: da suscitare rispetto, se non paura.
Lacustica dellimpianto ha
aiutato: Chi viene non pensi

Stadium fortino dEuropa


Juve, un avviso al Borussia
Bianconeri imbattuti in casa (come Bayern e Psg): ora Atalanta e Champions
Domani lanticipo
RientraTevez
Turnoveralminimo
1 Carlos Tevez rien-

tra dalla squalifica, e


sar in campo domani
sera con lAtalanta. Per
il resto, potrebbe riposare uno dei centrocampisti (forse Pirlo
per Pereyra), ma senza
turnover esagerato:
prima che al Borussia,
Allegri pensa a non
perdere punti preziosi
in campionato.

Il Borussia pu battere
chiunque, ma noi
possiamo farcela
Fondamentale non
subire gol in casa
Massimiliano Allegri
Allenatore
della Juventus

di andare a teatro, altro slogan


di Conte. Al massimo, del teatro, di potr avere il confort,
non il silenzio, soprattutto per
chi ci entra da avversario.
La casa dei campioni

Del resto, ogni dinastia ha la


sua fortezza: dal Bernabeu del

ATTIVITA COMMERCIALI
Negozi/aziende acqu./gerenze

ANSA

I bianconeri festeggiano allo Stadium la vittoria contro la Roma

Agenti e rappresentanti
NOVAGEL SURGELATI a domicilio cerca
nr. 2 venditori per zona Biella, Vercelli,
Novara, Verbania, Milano automuniti con
esperienza offresi provvigioni alte. Inviare
curriculum a info@surgelatinovagel.it telefono 0332/893564 dalle 16 alle 18

ACQUISTIAMO conto terzi attivit industriali, artigianali, commerciali, turistiche,


alberghiere, immobiliari, aziende agricole,
bar. Clientela selezionata paga contanti.
Business Service Group 02.29518272.

IMMOBILIARE VENDITA

LAVORO OFFERTE

Liguria

Impiegati

PIETRA LIGURE Ottima occasione! In


centro paese bilocale con ampia terrazza.
Classe G-IPE 246.95 kWh/m2 175.000.
Fondocasa Tel. 019.615951.

STUDIO professionale ricerca addetta/o


paghe e contributi in completa autonomia. E richiesta la conoscenza del
programma Zucchetti. inviare curriculum
a: consulentepaghe@libero.it
LAVORO DOMANDE
Operai, autisti, fattorini
CERCO lavoro come magazziniere, fattorino, autista autobus patente DE CQC
part/ full-time. Tel. 347.7239819.
Impiegati
PERITO elettronico, 25enne, esperienza
saldatura componenti su circuiti stampati
e impiegato amministrativo, recupero
crediti. Disponibilit immediata. Tel.
347.2160132.

Costa Azzurra
AFFARISSIMO Menton Garavan, appartamenti ristrutturati prima linea fronte
mare / spiagge sabbiose, vista mare mozzaiato, varie metrature, da 189.000
a 1.410.000. Ideale investimento 7%.
Chiama Cell. 348.2640793 www.italgestgroup.com
Locali, ufici, capannoni
DIANO MARINA affare appartamenti di
rara eleganza. Palazzina trifamiliare, pannelli solari, coibentazioni, no intermediazioni, no condominiali. Tel. 348.8872838.
VARIE
OREFICERIA GE.MA. 011.6502212 acquista oro argenteria preziosi ori depoca.
Via Madama Cristina 42.

grande Real Madrid, a cavallo


degli Anni 60, al Chelsea del
nuovo millennio, che tra Ranieri, Mourinho e Grant allung
una striscia di 86 partite senza
ko dentro Stamford Bridge. E
che dire di Old Trafford, casa
United, il cui fascino e potere fu
riassunto da Cristiano Ronaldo

prima di entrarci da sfidante


con la maglia del Real: Quando percorri il tunnel che porta
in campo, se hai la maglia del
Manchester United come se
fossi gi avanti 1-0. Il serial di
successo continuato anche
con Allegri, che allo Stadium
non ha mai perso. Anche se ora
saccosta lesame pi difficile,
per avversario e livello: il Borussia, territorio Champions,
appunto. A Torino, primo
round, bisogner fare la differenza.
Il covo nemico

Non a caso, il tecnico juventino


lha spiegato subito: Il Borussia pu battere chiunque, ma
noi possiamo farcela. Soprattutto non subendo gol in casa.
Anche perch ciascuno ha la
sua dimora, come ricordava invece Jurgen Klopp: Giocare il
ritorno a Dortmund ci potrebbe dare un piccolo vantaggio,
ha raccontato lallenatore dei
tedeschi. Specialmente se il Borussia continuer a migliorare,
come sta facendo da un paio di
settimane: Il nostro problema
era quello di aver smesso di far
paura ai nostri avversari - ha
aggiunto Klopp - ma ora finalmente la squadra ha ritrovato
quella cattiveria che negli ultimi anni ci ha permesso di raggiungere determinati risultati. Anche grazie al Westfalenstadion, ora tremendamente
griffato Signal Iduna Park, con
la Sdtribne, la curva pi
grande dEuropa. Per chi se la
trova davanti da avversario, un
po meno casa dolce casa.

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Sono freddo come mio fratello


Ma di Nibali per ora ce n uno solo

Sport .37

In breve
Ciclismo

Addio a Criquielion

Oggi al Laigueglia lesordio di Antonio: Cosho in pi di Vincenzo? Le gambe lunghe

Intervista

1 morto Claude Criquie-

lion, stroncato da un ictus a


soli 58 anni. Nato a Lessines
professionista per 12 anni,
dal 1979 al 1991. Ha vinto 59
corse, tra cui il Giro delle
Fiandre 1987, la Freccia-Vallone 1985 e 89 e il Mondiale
nell84.

GIORGIO VIBERTI
INVIATO A LAIGUEGLIA

Paragone impossibile

Serie B, esonero Brescia

Calori nuovo tecnico

Alla prima corsa insieme


gli sono stato vicino, ma
allultima salita... Ciao

1 Il

Brescia ha esonerato
Giunta, al suo posto Calori,
che ha rescisso il contratto
con il Novara. Il cambio in
panchina , di fatto, il primo
atto della nuova societ guidata da Rinaldo Sagramola.

Percorso identico

Ho lasciato la Sicilia e vivo


in Toscana, come Vincenzo
Ospitatodalla stessa gente
i manda mio fratello.
Oggi nel Trofeo Laigueglia debutta nel
grande ciclismo Antonio Nibali, 22 anni, fratello pi giovane
di Vincenzo, il dominatore dellultimo Tour e numero uno in
Italia.

M
Campione
Vincenzo
Nibali,
30 anni,
ha vinto
il Tour,
il Giro
e la Vuelta

52
edizione
Oggi
il trofeo
Laigueglia,
192 km
con le salite
di Onzo,
Paravenna
(2 volte)
e Testico,
differita tv
ore 19
Rai Sport 1

Volley, Champions

Perugia promosso
1 Ritorno

del 1 turno dei


playoff. Uomini: Perugia-Jastrzebski (Pol) 3-0 (andata
3-2); oggi (Fox Sports 2) ore
16,30 Kazan (Rus)-Piacenza
(3-0), Belchatow (Pol)-Treia
(3-0). Donne: oggi Dinamo
Mosca-Piacenza (3-0).

Una bici per due, quando la passione di famiglia

Golf, Ryder Cup

Italia si candida al 2022

Antonio, emozionato per il


grande salto?

Per fortuna no, come Vincenzo non subisco tanto lo stress


della corsa. E poi lanno scorso
ho gi fatto qualche gara con i
professionisti.
Ma lei era ancora in una squadra continental, la 3 serie del
ciclismo dlite, mentre adesso
nella Nippo Fantini di Cunego.

Dove mi trovo benissimo, lambiente ideale per un giovane.

Non le piacerebbe avere anche


Vincenzo in squadra?

C tempo. E poi una corsa insieme labbiamo gi fatta.

Lanno scorso, al Gp di Camaiore.

1 Darren

Fausto e Serse Coppi

Roger ed Erik De Vlaeminck

Frank e Andy Schleck

Clarke stato
nominato capitano del team
europeo per la Ryder Cup del
2016 (Minnesota, Usa). LItalia si candidata a ospitare
ledizione del 2022 a Roma.

Il Campionissimo ebbe in squadra dal


1945 come fedele gregario il fratello

Il primo classe 1945, il 2 1947, vinse


4 Roubaix, 3 Sanremo, 2 Lombardia

Il primo classe 1980, il secondo 5


anni meno ha vinto il Tour 2010

Tennis, Dubai

REUTERS

Pennetta ai quarti
Debuttante
Sopra,
Antonio
Nibali,
22 anni:
corre
con la Nippo
Fantini

Quel giorno s che ero emozionato, correre vicino a Vincenzo....


Ma da avversari: vi siete parlati
in corsa?

Certo. Mi ha detto di stargli


vicino e fare come lui.
E lei ha ubbidito?

Finch ho potuto. Poi sullultima salita partito e ciao ciao.


Ma non anche lei passista scalatore?

S, pi o meno abbiamo le

stesse caratteristiche di peso e altezza, io forse ho solo


le gambe un po pi lunghe.
Ma per adesso di Nibali ce
n uno solo.
Vincenzo vinceva gi da giovane: e lei?

Qualche buon risultato ce


lho, ma nemmeno la met dei
suoi.
Intanto sta percorrendo la stessa strada: addio Sicilia per diventare professionista in Toscana, a Mastromarco...

E vivo dove abitava Vincenzo,


ospitato dalle stesse persone.

Ma pap Salvatore e mamma


Giovanni che cosa dicono?

Sono contenti di avere due


figli corridori. Almeno adesso lasceranno pi spesso la

Sicilia per venire a vederci.


Suo padre un giorno prese la bici di Vincenzo e gliela seg perch era stato monello. Anche lei
era cos vivace?

Sono sempre stato il pi tranquillo, Vincenzo s che era un


monello.
A Parigi cera tutta la vostra famiglia per il trionfo di Vincenzo
al Tour, mancava solo lei.

Non potevo perch avevo una


corsa. Ma quel Tour non lho
dimenticher mai. Vincenzo
stato perfetto.
In che cosa suo fratello pu e
deve ancora migliorare?

In niente, deve solo mantenersi cos com.

Magari un po pi di scatto nelle


volate?

Non gli serve, lui fa la differenza in montagna.


Vincenzo ha vinto Tour, Giro e
Vuelta: lei che cosa preferirebbe?

Per adesso mi basterebbe


una tappa al Giro.
E fra le classiche?

Mi affascina la Liegi Bastogne Liegi.


Non vale: la stessa alla quale
punter Vincenzo, Tour a parte.

Ve lho detto che siamo molto


simili.

Lo sperano in tanti. Ma essere


fratello di un campione aiuta?

Beh, qualche porta te la


apre, poi per quando ci sei
entrato tutti si aspettano gli
stessi risultati. E l cominciano i guai.

1 Flavia

Pennetta raggiunge i quarti a Dubai grazie


alla vittoria per 6-2, 3-6, 6-1
sulla Kerber. Prossima avversaria Caroline Wozniacki.
A Marsiglia Bolelli si aggiudica il derby contro Vanni nel 1
turno: 6-4, 7-6.

Atletica, idea Calcaterra

Due maratone di fila


1 Due maratone di fila, per

oltre 84 km di corsa. limpresa che Giorgio Calcaterra


punta a realizzare il 22 marzo
a Roma. Prima correr con i
professionisti poi con i podisti diventando il primo runner a correre due volte consecutivamente la maratona.

SCI DI FONDO, MONDIALI IN SVEZIA: C LA SPRINT TECNICA CLASSICA

Il programma
Oggiprimemedaglie
Lefinalialle15

Pellegrino, lItalia gioca il jolly


Lazzurro subito
a caccia del podio
Su questa pista
posso giocarmela
LUCA CASALI

LItalia del fondo gioca subito


il jolly, luomo dei record, il primo fondista nella storia a vincere tre sprint skating di fila.
Peccato che a Falun, in Svezia,
nei Mondiali di sci nordico che
da oggi assegnano medaglie,
con lunico azzurro da podio
subito in pista, si gareggia in
tecnica classica e non di pattinaggio. Lo stile meno amato

dagli azzurri e da Federico Pellegrino: Ma non mi do per battuto in partenza dice perch
su questa pista tutta tecnica e
salite, curve strette e discese da
sciare, posso giocarmela. La
medaglia? Resta un sogno ma
sognare costa niente.
Sarebbe unimpresa. Mai
lItalia degli sci della fatica ha
vinto una medaglia in una
sprint classica. A skating ci sono riusciti solo Arianna Follis
(due volte) e Cristian Zorzi. Ma
luomo dei record pu tentare il
colpo grosso. Perch la pista di
Falun presenta due salite ripide
dove parole di Pellegrino - tirare il passo (cio sciare in alternato) con la sciolina sotto gli
sci. Bando dunque, alla sola
forza di braccia e agli sci puliti

che fanno storcere il naso ai puristi. Ed il primo punto a favore del campione valdostano. Poi
ci sono le discese che sono corte
e inframmezzate da curve, un
invito a nozze per Pellegrino
che in quei tornanti trabocchetto sguscia fuori dalle curve pi
veloce di tutti. E poi c un dente, una salita corta, proprio prima del rettilineo finale da saltare in un mix perfetto di forza e
agilit. Le uniche doti che il ragazzo normale italiano alto
solo 173 centimetri - pu giocarsi contro i marcantoni russi,
norvegesi e svedesi per non farsi prendere pi sino al traguardo. I miei favoriti sono i russi
analizza . Il campione olimpico
Nikita Kriukov su tutti.
E i norvegesi? Il manage-

Talento
Federico
Pellegrino,
24 anni,
in azione
sabato scorso
a Ostersund
in Coppa
del mondo

1 I campionati del

PHOTOPRESS

ment della squadra nazionale si


permesso il lusso di tenere
fuori dalla sprint Finn Haagen
Krogh, il talento capace di vincere lultima sprint classica e
lultima gara distance prima dei
mondiali in un solo weekend.
LItalia gioca anche la carta
Maicol Rastelli, lombardo al
primo mondiale. Le donne non
staranno a guardare ma contro

Marit Bjoergen e le altre norvegesi la gara sar per un posto


nelle prime dieci. Gaia Vuerich,
trentina, arriva ai mondiali dopo una stagione senza acuti cos
come Greta Laurent, valdostana e fidanzata di Pellegrino. E
se fosse Francesca Baudin, fresca campionessa del mondo
Under 23, a tirare fuori dal cilindro la gara della vita?

mondo di sci di fondo,


combinata nordica e
salto con gli sci (in programma a Falun, Svezia, fino a domenica 1
marzo) oggi assegnano le prime sei medaglie, quelle della sprint
in tecnica classica maschile e femminile. Alle 12 iniziano le qualifiche (con diretta su
Eurosport dalle 12,45
e su Rai Sport 2 dalle
12,55); alle 15 sono in
programma le finali in
diretta tv sia su Eurosport che Rai Sport 2.

12 45 67 18

9AB5CDE 2F C7AB 82 LA STAMPA 

9A

12 45 67 18

Borgata Aurora dice basta allo spaccio

Il quartiere esasperato
applaude i carabinieri
Borgata Aurora terra di
frontiera. I residenti convivono con pusher e squatter. I carabinieri hanno tentato di arrestare uno spacciatore e gli
antagonisti sono scesi in stra-

da a difenderlo, accerchiando i
militari. Sono intervenute altre
pattuglie e gli abitanti dalle finestre hanno applaudito i carabinieri: Continuate a difenderci.
Federico Genta A PAGINA 47

REPORTERS

Una manifestazione per chiedere sicurezza nel quartiere Aurora

TORINO

LA STAMPA

Che
tempo
fa

GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Via Lugaro 15, 10126 Torino, tel. 011 6568111 B fax 011 6639003,
e-mail cronaca@lastampa.it B specchiotempi@lastampa.it B specchiodeiquartieri@lastampa.it

Situazione
Lalta pressione
garantisce fino a
domani tempo
stabile e in
prevalenza
soleggiato.
Sabato il transito
di una
perturbazione
riporta piogge
con nevicate a
quote collinari.

& PROVINCIA
Il momento difficile del presidente del Piemonte

Accuse di Soria e firme false


Tutti i fronti di Chiamparino
Nellinchiesta sulle elezioni indagati quattro funzionari del Pd. E oggi c il Tar

1 10
Oggi

NON VOLEVA IL SIMBOLO DELLA SHOAH DAVANTI A PALAZZO MADAMA: RINALDI SPOSTATO DA TORINO

Soleggiato con
locali foschie e
banchi di nebbia
in pianura nelle
ore pi fredde
della giornata. Al
primo mattino
gelate anche a
quote basse.

A PAGINA 43

CONTINUA A PAG. 41

2 9
IL CASO

REPORTERS

Lex patron
del Grinzane
I soldi a Sergio?
Ho i testimoni

2 4
Sabato
Cielo nuvoloso o
molto nuvoloso,
con
precipitazioni
sparse,
generalmente di
debole o
moderata
intensit.
Nevicate in
prevalenza sopra
i 500-700 metri.

Via il soprintendente del vagone


Emanuela Minucci A PAGINA 45

Dov il libraio di San Salvario?


GIUSEPPE CULICCHIA
eppe Marchetti lho
conosciuto anni fa,
quando non aveva
ancora rilevato la libreriatorteria-vineria Lunas
Torta con le amiche Ilaria
e Silvia, nel cuore di San
Salvario, e per ci lavorava gi come libraio. Mi
aveva invitato per fare un
reading proprio qui, al numero 50 di via Belfiore, e
mi aveva proposto di farlo
con il cantautore genovese trapiantato a Torino
Federico Sirianni. Di Beppe mi colpirono la genti-

La replica dellallora
candidato sindaco
I finanziamenti 2006
regolari e trasparenti

REPORTERS

lezza e la competenza, unite


a una passione vera per i libri e a un modo di fare un
poco impacciato, dettato credo - da una grande timidezza.
Oggi in via Belfiore Beppe non c. scomparso
cento giorni fa senza lasciare traccia, dopo aver abbandonato la festa di matrimonio di un amico ed essersi allontanato a piedi, diretto chiss dove, chiss perch. Ilaria, che con Silvia
continua a gestire la Lunas
Torta e che con la socia superstite si sta facendo carico dei compiti che prima

spettavano a Beppe, occupandosi a tempo pieno anche dei libri, scuote la testa
al di l del bancone dove
Beppe mi ha offerto da bere
lultima volta che sono stato qua. Non riesce a farsene
una ragione: Sono tre mesi
che io e Silvia ci mangiamo
il cervello per capire che
cosa successo, quale sia la
ragione della scomparsa di
Beppe, dove possa essersi
diretto dopo aver lasciato
quella festa di matrimonio.
E con noi naturalmente i
suoi famigliari, e lo sposo.
Non se ne viene fuori.
CONTINUA A PAG. 45

LUIGI LA SPINA

Andrea Rossi

Momento complicato per il


presidente della Regione,
Sergio Chiamparino. Da una
parte Giuliano Soria insiste
negli attacchi: Gli diedi soldi
in nero, ho testimoni. La replica una querela. Dallaltra
la procura ha indagato quattro funzionari del Pd nellinchiesta sulle firme false.
Paola Italiano

Soleggiato o
abbastanza
soleggiato con
banchi di nebbia
o nubi basse in
pianura tra la
notte e il
mattino. Dal
tardo
pomeriggio nubi
in generale
aumento.

Ma il vero
nodo
il partito
iorni difficili per
Chiamparino. Il presidente della Regione, infatti, deve difendersi
su tre fronti. Il primo riguarda le pesanti dichiarazioni dell ex patron del
Grinzane. Giuliano Soria,
infatti, arrivato dopo molti
anni al processo dappello
per la condanna in primo
grado a 14 anni, sostiene di
avergli versato 25 mila euro, in nero, per aiutarlo
durante una campagna
elettorale. Una accusa
grave, ma difficilmente
suffragabile con prove, visti i modi con i quali sarebbero stati consegnati quei
soldi, con un alto rischio
per Soria, dunque, di subire un altro processo per
diffamazione.
Il secondo fronte affaccia sul grattacielo della
Regione. un fronte, in verit, ereditato dalle giunte
precedenti, quelle di Bresso e di Cota, responsabili
delle varianti, prima proposte e poi attuate, al progetto iniziale di Fuksas.
Le conseguenze dellinchiesta giudiziaria, per,
ricadono pure su dirigenti
ancora in servizio e rischiano di allungare e intralciare il completamento
dellopera.
La questione sicuramente pi delicata per Chiamparino, per, quella delle
firme false sulle liste dellultima campagna elettorale per la Regione.

ALLE PAGINE 40 E 41

Domani

ANALISI

La rivincita dei contadini


LETIZIA TORTELLO
uando la decrescita felice vien da s. Se Torino, nel 1995 (anno dellapprovazione del Piano regolatore) aveva progettato una metropoli da grandeur, con la prospettiva di
raggiungere 1,9 milioni di abitanti, oggi che in citt siamo
solo 899 mila costretta a ripensare la suddivisione delle
aree urbane. Ventanni fa, infatti, per teorizzare la superTorino e rispettare la legge,
bisognava anche prevedere
una quantit di verde adeguato. Evidentemente quello che

1000
ettari
Su 130 milioni di mq della
superficie su cui si estende
Torino, appena mille ettari
sono destinati
allagricoltura

cera non era sufficiente alla bisogna. E cos, nel piano regolatore Cagnardi-Gregotti, ogni
fazzoletto di natura venne schedato come zona verde, dalle
aiuole ai campi dei contadini:

1000 ettari e una quarantina di


aziende. Si sa com andata. La
citt non cresciuta e lagricoltura non potuta crescere perch praticamente impossibile
ampliarsi su aree definite parco. Lassessore allUrbanistica, Stefano Lo Russo, ora intende metterci una pezza con una
variante normativa che introduce la dicitura di aree agricole. Un trucco burocratico
per annullare quello di 20 anni
fa e finalmente permettere ai
contadini di citt di ingrandire
le aziende, accedere a fondi europei, potenziare le attivit produttive. In attesa di un bellagriturismo vista Po.

12 45 67 18

40 .Cronaca di Torino

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Linchiesta sulle elezioni regionali del 2014

Firme false, altri quattro indagati


1

Sono dipendenti del partito democratico: hanno curato la presentazione delle liste

La corsa

Il 24 e 25 aprile
2014 scadevano i
termini per presentare le liste
elettorali per le
regionali. Il Pd arriv a poche ore
dal gong senza la
certezza di aver
tutte le firme

PAOLA ITALIANO
ANDREA ROSSI

Lesposto

Il 5 luglio 2014
leuroparlamentare della Lega
Mario Borghezio
si presenta in procura a Cuneo per
depositare un
esposto sulle firme del Pd

Le reazioni

Si allarga linchiesta sulle presunte falsificazioni delle firme


nelle liste a sostegno di Chiamparino alle ultime elezioni. Si
allarga e scuote il Pd: se finora
sul registro degli indagati erano finiti sei autenticatori per le
irregolarit riscontrate dai
pm, i nuovi indagati sono dipendenti del partito. Gianni
Ardissone, Mara Milanesio,
Carola Casagrande e Cristina
Rolando hanno ricevuto lavviso di garanzia per lipotesi di
reato di concorso in falso.
Chiamati in causa perch a loro era affidato il compito di gestire le operazioni per la presentazione delle liste. Operazioni lunghe complesse e fatte
in fretta e furia, perch solo a
pochi giorni dal termine del
deposito in tribunale Pd e listino del presidente si misero
daccordo sui nomi dei candidati da inserire nelluna e nellaltra lista.

Il ricorso

A fine luglio la
volta del ricorso al
Tar: lo deposita
lex consigliere
provinciale della
Lega Nord Patrizia Borgarello cui
si aggiungono
poi altri ricorrenti

Basta
scaricabarile
Il Pd si spacca

Atto dovuto?

Atto dovuto? Se cos fosse, non


si capisce perch non siano
stati indagati fin dallemergere
delle prime irregolarit di cui
gi stato chiesto conto agli
altri indagati, tra cui gli elenchi autenticati con la firma falsificata di Pasquale Valente.
Che indagato, ma non per
quelle firme false.
Nei prossimi giorni gli indagati verranno sentiti dai pm
Stefano Demontis e Patrizia
Caputo, coordinati dal procuratore aggiunto Andrea Beconi. Certamente, lavviso di garanzia a tutela dei funzionari,
perch limpegno della procura ricostruire quanto precisamente accadde nel partito in
quei giorni concitati di aprile
2014 e lipotesi dalla quale
muovono i magistrati che i
responsabili materiali della
macchina elettorale non potessero non sapere quali e quanti
sforzi si stessero facendo per
rispettare le scadenze. Ed
chiaro che non possono essere
ascoltati come semplici testimoni. Ma anche chiaro che si
tratta di un passo in pi dei
magistrati alla ricerca della
possibile, eventuale cabina di
regia.

4Gli indagati
Il 23 gennaio arrivano i primi indagati. Sono sette,
tutti esponenti
del Pd eccetto
uno, iscritto a Sel.
Vengono tutti
sentiti dai magistrati

REPORTERS

Sulla graticola
Il Pd piemontese nel mirino dei magistrati per via della raccolta delle firme alle regionali
Ci sono 10 tra suoi esponenti politici e impiegati sotto indagine; lundicesimo di Sel

listino bloccato. Ed era il quartier generale di via Masserano a


organizzare i banchetti, a spedire sul territorio i delegati a raccogliere le sottoscrizioni e, successivamente, a controllare il
materiale raccolto, organizzarlo, schedarlo e preparare i moduli da presentare al Tribunale
insieme con le liste. A Palazzo di
Giustizia arrivarono in tre: Rolando presentava la lista del Pd
(con Tina Pepe come supplente) mentre Ardissone presentava il listino bloccato collegato al
candidato Chiamparino, con
Rolando come supplente.

11
sotto inchiesta
Con i quattro funzionari del
Pd gli indagati nellinchiesta
sulle firme false alle
regionali del 2014 sono 11

La ricostruzione

In quei giorni, era aprile dello


scorso anno, il Pd era impegnato nel recuperare - tra Torino e
Provincia - mille firme per la
sua lista, mille per Chiamparino per il Piemonte e 1.750 per il

Anomalie

Molte le anomalie riscontrate:


firme alterate, scambi di no-

mi e date di nascita, militanti


che non riconoscono gli autenticatori e autenticatori
che disconoscono la propria
firma. Soprattutto, elenchi
copiati dalle liste dei simpatizzanti che avevano votato
alle primarie del 2013. I pm
cercheranno di ricostruire la
catena di comando, chi impartiva le direttive, chi prendeva le decisioni. Del resto,
presentare le liste adempimento di natura e responsabilit politica. E, un anno fa, il
momento era delicato: si andava a elezioni anticipate per
rinnovare un Consiglio regionale decaduto proprio a causa delle firme false della lista
Pensionati per Cota.

No, stavolta non resiste nemmeno la compattezza di facciata di due settimane fa quando,
non senza fibrillazioni, il Pd
aveva fatto quadrato. Lallargamento dellindagine ai dipendenti scatena un putiferio. Soprattutto, fa uscire allo scoperto chi vorrebbe un gesto di responsabilit da parte del vertici
politici, a cominciare dal segretario regionale Davide Gariglio.
Il quale, in una nota congiunta
con il responsabile provinciale
Morri, esprime la massima fiducia nelloperato dei dipendenti e di tutti i volontari e autenticatori che hanno raccolto
le firme. Un presa di posizione
che molti considerano fiacca e
debole, a cominciare dal senatore Stefano Esposito: La
strategia di scaricare su chi lavora le responsabilit politiche
non pu passare. Il segretario
regionale e tutta la segreteria si
assumano la responsabilit politica di un pasticcio che non doveva succedere. Argomenta
Giusi La Ganga: La vicenda
un mix di arroganza, pressappochismo e adesso anche disonest intellettuale. Fare come
gli struzzi e sperare in unarchiviazione perch i responsabili
restano ignoti mi sembra unillusione pericolosa. Ancora pi
duro Mario Sechi, membro della segreteria regionale: Non
una sola persona dotata di senno e buonafede pu immaginare che una procedura complessa come la presentazione delle
liste possa esser stata gestita in
autonomia, e senza indicazioni
operative di fonte politica.
Non ci sta, invece, un altro
membro della segreteria, Davide Ricca: No al gioco dello
sparo nel mucchio, non posso
assumermi la responsabilit di
scelte che non ho preso. Chiude Gariglio: Non capisco, la responsabilit politica ce la siamo
gi presa.
[A. ROS.]

1
Unlettorescrive:
2 Nei pressi di corso Sebasto-

poli il Comune di Torino ha deciso


dirisistemareuntrattodiviadiuna
cinquantina di metri di lunghezza.
Si tratta di un tratto cieco sinora
pavimentato solo parzialmente e
certamenteconlasedestradalein
stato di abbandono. Tuttavia su di
esso si affacciano solo cortili di alcuni palazzi ed un deposito a cielo
aperto dallaspetto abbandonato
su un lato (con cancelli che non ho
mai visto aperti), ed una fila di capannoni stile industriale sullaltro,
conuntotaledidueingressiperattivitcontrafficolimitatissimo.Ebbene, per questa piccolissima urbanizzazioneprimaria,ilComune
paga quasi un quarto di milione di
euro!Nonsolo,mailcantiere,aperto a met dicembre 2014, prevede
una chiusura alla fine del 2015! Mi
chiedocomesiapossibile....

12344567 936 A3B26


1

1234567739A45B6CDAEF1AA5B7ACAA467A6BA9666BAEF1647B6776
B37396 9A 6BAE F 14466 4 33 4E F 1 7A47 456BAC373E
1

2 Ioemiamoglie,datreanni,

inverno che sia, andiamo a camminare alla Pellerina. Fin quando


fa bello e non piove, non ci sono
problemi a camminare o a correre, ma se capita qualche giorno di
pioggia continua, o in questo periodo,quasiimpossibilecamminare.Sembradipercorrereunastrada che stata appena bombardata: pozzanghere ovunque, anche
profonde e grandi, e fango lungo
certi tratti. Capisco che i soldi per
certe manutenzioni scarseggino,
ma passare almeno una volta con
un camioncino carico di ghiaia fine a tappare le pozzanghere non
misembratantodifficile.

tre volte alla settimana, estate o

L.F.

FRANCOPAVESE

Unlettorescrive:

Unlettorescrive:
un po di tempo, senza
nessuna comunicazione ai cittadini (il sito del Comune inaccessibile), unimportante arteria di Venaria stata completamente rivoluzionata: un susseguirsi di rotonde
talmente strette che nessun autobusingradodipercorrere,non
laprimavolta.QuelladicorsoGaribaldi, realizzata alcuni anni fa,
troppostrettaperlautobusdoppio
checostrettoasalircisopraedancheinquelcasoavolterestabloccato. Ora mi chiedo come faranno gli
autobus,leambulanzeoimezzidei
vigilidelfuocoapercorrereviaSan
Marchese. Intanto mia figlia co-

2 Da

stretta a fare lunghi giri a piedi per


raggiungere la fermata dellundici.
Segnalo anche il buffo cartello obbligodellecatenedaneveallinizio
del cavalcavia e il cartello carreggiataatrafficomistociclisticoeveicolare. Forse lincauto estensore
non ha letto la prima pagina del codice della strada, dove la bicicletta
vieneindicatacomeveicolo.
A.RUSSO

Unlettorescrive:
2 E con viva e vibrante soddisfazione che noi cittadini del quartiere Aurora apprendiamo del suk
che verr riposizionato (visto che
in zona il degrado ancora troppo

poco) nellarea ex industriale tra


corso Vercelli e corso Vigevano; fino a ieri nel quartiere eravamo in
dubbioseritenerciPrimooSecondo Mondo, adesso ne abbiamo la
certezza: diventeremo Terzo
Mondo! Signor sindaco, perch
non organizza (in loco, nella sede
della Circoscrizione 7) unassemblea aperta ai cittadini del quartiere Aurora dove spiega le motivazionidiunasimiledecisione?.

Chieri alle ore 8,23 di sabato 14


febbraio: il conducente del mezzo nel tratto Reaglie-Pino T.se,
guida con una sola mano in un
tratto in salita di curve continue
perch con laltra impegnato
con il suo cellulare in una conversazione tale da distrarlo persino
dallaprire le porte ad una fermata prenotata da un utente che
bussa alla cabina per richiamarlo al dovere; davvero un comportamento esemplare, non c che
dire.Ilsensodiresponsabilitnel
condurre un bus in queste condizioni, mettendo conseguentemente a repentaglio la sicurezza
dei passeggeri davvero un optional per certi autisti; non aggiungo altro: fatti deprecabili come questo si commentano da soli. Che tristezza..
MARGHERITAMINETTI

SALVATOREBIANCA

Unalettricescrive:
2 Vettura linea

30 partita da
corso San Maurizio in direzione

specchiotempi@lastampa.it
via Lugaro 15, 10126 Torino
Forum lettere su
www.lastampa.it/specchio
www.facebook.com/specchiodeitempi

12 45 67 18

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Cronaca di Torino .41

POLITICASOTTOACCUSA

Il vero nodo
il partito

le
domande

LUIGI LA SPINA
SEGUE DA PAGINA 39

Che cosa accade oggi


al Tar?
I giudici amministrativi sono
chiamati a valutare i ricorsi
elettorali, primo fra tutti quello presentato dallex consigliera provinciale della Lega
Nord, Patrizia Borgarello. oltre a quelli dei cittadini-elettori Onorato Passerelli, Sabrina Margherita Giovine (sorella dellex consigliere Michele
Giovine) e Sebastiana Trigila.
Chiedono lannullamento delle liste del Pd e del listino bloccato del candidato presidente
in tutte le otto circoscrizioni,
lamentando che sarebbero
state presentate corredate da
firme false, anomale o alterate. Dopo la prima udienza, le
parti hanno depositato memorie e repliche sulle quali si
discuter.

Il giudizio
Il Tar oggi
decider
sul ricorso
presentato
contro la lista
del Pd
e il listino
del candidato
presidente

I giudici decideranno in
giornata?
I giudici potrebbero decidere
gi oggi sulla procedibilit o
meno dei ricorsi, stabilendo
se ci siano le basi per entrare
nel merito delle contestazioni.
Se venissero dichiarati improcedibili, la partita sarebbe
praticamente chiusa. Al contrario, il Tar potrebbe fissare
unaltra udienza dando il tempo ai ricorrenti, nel frattempo, di presentare querela di
falso (necessaria, come lo fu
per i ricorsi di Bresso). C anche unaltra possibilit: nella
prima udienza, a novembre
era stato chiesto alla Regione
di depositare dei documenti,
tra cui latto di proclamazione
degli eletti. Ma non tutto
pervenuto: i giudici potrebbero quindi fissare unulteriore
udienza per chiedere il deposito degli atti mancanti.
Difficilmente ci sar una decisione nel merito gi oggi.

no, sostengono lopposto. E, se


anche ci fosse un ritardo, invocano lerrore scusabile: cos avvenne con i ricorsi di Bresso
contro le liste per Cota, quando
il Tar disse che erano tardivi ma
concesse il superamento della
questione in nome di unesigenza di giustizia.

Per quali motivi i ricorsi


potrebbero essere
dichiarati improcedibili?
Il primo motivo la tardivit:
secondo lavvocato dei consiglieri del Pd e di quelli eletti nel
listino, Vittorio Barosio, i ricorsi sono arrivati oltre i termini previsti. I ricorrenti, tra i
quali lavvocato Sara Franchi-

possibile che vengano


annullate le elezioni?
Secondo Barosio, no. La tesi: la
contestazione riguarda 47 firme a sostegno del listino del governatore e 89 sulla lista provinciale del Pd a Torino. Per
presentare le liste ne servivano
mille per il Pd e 1.750 per il listino. Ne furono raccolte 1209 per
il Pd e 2.292 per il listino. Dun-

I ricorsi sulle irregolarit nelle liste a sostegno di Chiamparino

Oggi ludienza al Tar


In gioco lesito delle elezioni
In aula il confronto tra accusa e difesa, ecco gli scenari possibili
que, se anche venissero considerate irregolari le firme impugnate, sarebbero troppo poche
per annullare le due liste, essendoci ancora un robusto margine di vantaggio.
Per i ricorrenti, questo conteggio non ha senso, perch gli
elenchi con le irregolarit sono
portati solo a titolo esemplificativo del fatto che queste sono state diffuse e talmente numerose da portare a un controllo di tutte le firme depositate. Non solo: tra gli atti impugnati, ci sono i cosiddetti atti
principali che riguardano sia
il listino maggioritario, sia la lista del Pd. Latto principale
un modulo di 4 pagine che si
deposita insieme alle firme dei

cittadini e che contiene una


sintesi di tutta la documentazione presentata: elenchi di firme, dichiarazioni di collegamento, ecc. Anche questo atto
deve essere firmato dai cittadini e autenticato. I dubbi riguardano il fatto che entrambi
gli atti principali di Listino e
Pd sono firmati dalle stesse
persone, nello stesso ordine a
quattro giorni di distanza, oltre al fatto che ci sarebbero
differenze tra le firme che lascerebbero pensare a una falsificazione. Gli atti sono autenticati da Pasquale Valente e
Davide Fazzone, entrambi indagati. E tra le firme dei cittadini ci sono anche quelle dei
quattro funzionari raggiunti

ieri da avviso di garanzia.


La tesi: se vengono invalidati i
due atti, allora questo si riversa a cascata sullesito delle elezioni, che sarebbero da annullare.
Linchiesta penale
rilevante per il Tar?
Per l'avvocato del Pd, non lo ,
perch nessun reato stato
accertato e perch non si sa
esattamente quali atti siano al
centro dellindagine penale. Per
i ricorrenti, quanto sta emergendo nellinchiesta induce invece a ipotizzare una falsificazione sistematica: quanto basta, a loro avviso, perch il Tar
decida di portare avanti
unistruttoria autonoma. [P. ITA.]

A processo

I rimborsi in Regione

Michele Giovine, per la vicenda


dei rimborsi in Regione,
sta gi affrontando
il processo penale aperto
poche settimane fa

La scure della Corte dei Conti


Giovine restituisca 157 mila euro
il caso

i sono le ricariche telefoniche. Le multe, pagate a


spese dei contribuenti.
Le riparazioni delle auto. I ristoranti, i viaggi, le trasferte, la
benzina, farmaci, vestiti, biglietti per spettacoli e vizi personali. Tutti pagati con soldi
pubblici, tanto che ora - oltre alla procura, che ha disposto il
giudizio per 24 ex consiglieri re-

l problema, visti anche i precedenti della giunta Cota costretta alle dimissioni
anticipate per un caso
analogo, investe, innanzitutto, la responsabilit di un partito, il Pd,
che non pu scaricare
facilmente la colpa solo
su funzionari maldestri
o truffaldini. La difesa
di Chiamparino, poi, si
fonda sui numeri: il
margine della sua vittoria sarebbe cos ampio
che, anche sottraendo
lillecito appoggio delle
liste contestate al totale
dei suoi voti, il verdetto
elettorale resterebbe il
medesimo. La tesi pu
avere un fondamento
giuridico, anche se
spetter ai magistrati
valutarla, ma, dal punto
di vista politico, chiaro che non toglie la forte ombra sul successo
del presidente regionale e, soprattutto, sul
cammino della legislatura se, alla luce di un
riconteggio dei voti, ci
fossero conseguenze
sui numeri della sua
maggioranza.
La speranza, per i cittadini piemontesi, che,
almeno su questo terzo
fronte, i magistrati riescano a procedere con
molta maggiore celerit
rispetto ai tempi infiniti
occorsi per arrivare alla
sentenza definitiva sulla
vicenda Cota. Le conseguenze della crisi economica sulla nostra regione
sono ancora molto pesanti, nonostante i flebili segnali di ripresa avvertiti
nelle ultime settimane.
soprattutto loccupazione giovanile che preoccupa e gli annunciati tagli
nel settore della cultura
potrebbero colpire proprio i ragazzi impegnati
nello spettacolo e nella
promozione turistica.
Una politica distratta e
sotto accusa non avrebbe
tempo e credibilit per
intervenire con la necessaria urgenza.

gionali - anche la magistratura


contabile presenta il saldo.
Il primo a finire sulla graticola Michele Giovine, lideatore
della lista Pensionati per Cota,
a processo anche per il caso
rimborsopoli e, proprio per
aver utilizzato illecitamente i
fondi destinati ai gruppi regionali. La Corte dei Conti ora gli
chiede di restituire 157.146 euro.
Dei 40 indagati a suo tempo dalla procura, la met ha scelto di
rimborsare le somme contestate. Per gli altri, invece, il giudizio della Corte dei Conti dietro langolo. Per Giovine il vice
procuratore generale Giancarlo Astegiano ha quantificato un
danno da risarcire che supera i
157 mila euro. Un conto minu-

REPORTERS

3
anni
Le molte
contestazioni
riguardano
il periodo
compreso
tra il 2010
e il 2012

zioso, frutto delle indagini della


Guardia di Finanza, che hanno
scoperchiato le prassi dei gruppi regionali, i cui consiglieri utilizzavano per scopi privati i fondi in dotazione per lattivit politica e istituzionale. Le contestazioni riguardano il periodo
2010-2012. Si va dalle ricariche
telefoniche, circa 3.200 euro,
spesso per numeri di telefono di
persone estranee al gruppo regionale Pensionati per Cota, al-

le sanzioni del codice della strada, 3 mila euro. Poi ci sono le


manutenzioni alle autovetture:
3 .500 euro. E i buoni pasto per i
dipendenti: 10.800 euro che
non dato sapere se siano effettivamente stati usati dagli impiegati regionali. E altri 40 mila
euro per pranzi e bevande.
Capitolo a parte meritano le
spese per il carburante: 57 mila
euro in tre anni, come se in quel
periodo Giovine avesse percor-

so 500 mila chilometri in auto.


Non finita: 233 euro di farmaci, 7.800 di vestiti, 2.300 di biglietti per spettacoli teatrali,
quasi 8 mila euro per altre spese tra cui bagno turco e night
club, fiori, sigarette, articoli per
la casa e necrologi in occasione
di funerali di parenti. Infine, altri 32 mila euro distratti dalle
casse pubbliche tra aprile e settembre del 2012, e quei 2.800 finiti a unassociazione politica
che aveva sede presso labitazione della sorella di Giovine,
Sabrina, e il cui legale rappresentante era Giovine stesso.
Ora toccher alla Sezione
giurisdizionale presieduta da
Giovanni Coppola emettere la
[A. ROS.]
sentenza.

12 45 67 18

9AB5CDE 2F C7AB 82 LA STAMPA 8

12 45 67 18

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Cronaca di Torino .43

ILCASOGRINZANE
Per la procura eventuali reati sarebbero prescritti

Chiamparino: querelo Soria


Laccusa: Soldi in nero, ho i testimoni. La replica: Nel 2006 finanziamenti trasparenti
ANDREA ROSSI

Giancarlo
Susta
Il senatore
smentisce di aver
fatto un viaggio
a Mosca con la
moglie a spese
del Grinzane

Eleonora
Giorgi
Lattrice
dichiara di voler
querelare Soria
per le accuse di
soldi ricevuti
in nero

Giancarlo
Giannini
Lattore agir per
vie legali contro
le accuse mossegli da Soria che
ha detto: Volle
i soldi prima del
suo intervento

I tempi felici del Premio

Ma vi pare che faccia queste


accuse senza avere gli estremi e
le prove? Per Chiamparino ho i
testimoni, i testimoni dei soldi
che gli ho dato. Lui nega? Ma cosa volete che dica, pu solo dire
che non vero. Giuliano Soria
imperversa. Dopo anni di silenzi, lex patron del Premio Grinzane Cavour ha deciso di giocarsi tutte le sue cartucce a poche
settimane dal verdetto della
Corte dAppello. E di provare a
salvarsi scoperchiando il sistema che ruotava intorno a quello
che il sostituto procuratore generale Vittorio Corsi - che ne ha
chiesto la condanna a 11 anni e 9
mesi - ha definito premificio itinerante, una patologica manifestazione del proprio io da parte
di Soria, o, almeno, trascinare
con s chi gli ha voltato le spalle.

Condividere
il castello
stata la mia
sfortuna

REPORTERS

Soria con Sergio Chiamparino e lex assessore alla Cultura del Comune, Fiorenzo Alfieri
Attacco allex sindaco

Il bersaglio grosso Sergio


Chiamparino. Soria lha tirato
in ballo marted: Alfieri (Fiorenzo, assessore alla Cultura
del Comune nel decennio di
Chiamparino, ndr) chiedeva voracemente soldi, anche per conto di Chiamparino. In due occasioni ho sostenuto Chiamparino. Ieri, tra radio e giornali,
Soria ha ribadito ed sceso nei
particolari. Due versamenti di
25 mila euro: 20 mila euro la
prima tranche, consegnata direttamente nelle mani dellattuale presidente della Regione
in un bar di piazza Vittorio; poi
5 mila euro portati a casa di Alfieri. In entrambi i casi, dice Soria, cera un testimone.
Chiamparino ha dato mandato ai propri avvocati di querelare Soria per falso. Tutta la documentazione relativa ai finanziamenti della campagna elettorale del 2006 a disposizione
delle autorit inquirenti. Stop.
Fango per cercare unultima disperata difesa, aveva detto a
caldo. E questo ripete ai suoi
collaboratori: Inutile affannarsi a replicare, bisogna aspettare
che il fango si dilegui.
Gli accusati querelano

Loffensiva di Soria, per ora,


non sembra destinata a lasciare
strascichi giudiziari. La procura non s mossa sulla base delle

Lo chef Libralon

Per la procura Bruno Libralon, chef e


fondatore di Icif,
lItalian culinary institute for foreigners, per pagare
i lavori al Castello Ror di Costigliole, che divideva con il
Grinzane usava fondi pubblici
generosamente elargiti da
Angelo Soria, il fratello di Giuliano. E grazie a 1,6 milioni di
fatture false si sarebbe fatto
finanziare tutti i lavori per la
costruzione dellOrangerie,
struttura che organizza corsi
per chef. In primo grado stato condannato a 2 anni e 10
mesi, pena che la procura generale ha chiesto di confermare. La verit che mi trovo in
un processo con cui non ho
niente a che spartire. Il mio
guaio stato condividere il castello con il Grinzane.
Condivideva anche lamicizia
con Angelo Soria.

REPORTERS

Accuse anche per l'ex governatore Bresso

Sulla Stampa
IL TERREMOTOPOLITICO
I GIUDICI GLI HANNO INFLITTO UNA PENA PI ALTA DI QUELLA RICHIESTA. SETTE ANNI AL FRATELLO ANGELO

Grinzane, 14 anni a Soria: Sono un martire


Torino, lex patron del premio colpevole di violenza sessuale e appropriazione di fondi pubblici
ALBERTO GAINO
LETIZIA TORTELLO
TORINO

Inaudito. Lavvocato Aldo


Mirate, uno dei difensori di Giuliano Soria, spende questo aggettivo per commentare a caldo la sentenza di condanna a 14
anni e mezzo del padre-padrone dei premi letterari del Grinzane Cavour, moltiplicatisi negli anni - dalla letteratura al cinema - di pari passo con i fondi
generosamente elargitigli da
enti pubblici di ogni colore politico: 19.361.215,45 solo dalla Regione Piemonte nei 4 anni e 7
mesi che precedettero il suo arresto (marzo 2009) per una sfilza di reati.
Sono stati lavvocato Mirate
e il collega Gianluigi Visca a
portare al professore la notizia
della dura condanna. E allaggettivo inaudito, chiuso nel
suo appartamento torinese di
500 metri quadrati (ipotecato
dalle banche e da ieri sotto se-

Giuliano Soria
Docente di Ispanistica
a Roma, era il fondatore
e patron del premio Grinzane
Cavour, tra i pi noti in Italia

questro conservativo per essere


messo a disposizione delle parti
civili) il celebre ex organizzatore
di premi culturali ha sostituito
giudizi molto pi forti: Quattordici anni si danno ad un omicida. Sono un martire. In aula
non si mai presentato ed restato sino alla lettura della sentenza un imputato contumace. Il
lungo dibattimento, presieduto
dal giudice Paola Trovati, ha dato ampio spazio ai testimoni della difesa e, alla fine, la condanna
stata pi severa della richiesta
(12 anni) della Procura.
Poco importa che sia stato
condannato soprattutto per
violenza sessuale, maltrattamenti e per il favoreggiamento
dellimmigrazione clandestina:
la sua principale vittima, il giovane cameriere delle Mauritius, Hemrajsing Dabeedin, oltre
che lavorare in nero per lui (non
avendo il permesso di soggiorno) dalle 8.30 alle 24, veniva insultato, costretto a mangiare ci-

bi scaduti, molestato mentre lavava i piatti e in due occasioni


svegliato con carezze molto al
di l dei limiti dellaffettivit.
Anche per il linguaggio riservatogli dal professore - Negro
puzzi, animale, travestita - non
mai stato considerato una

Angelo
Soria
Fratello
di Giuliano
era dirigente
della Regione
Piemonte
Firm alcuni
finanziamenti

Il domestico insultato
e molestato
Coi soldi della Regione
si era comprato le case
persona, ma un essere inferiore, come altri alle sue dipendenze, mentre Soria si compiaceva
dellamicizia di uomini e donne
potenti.
Il resto della pena si distribuisce fra i reati di peculato, truffa
aggravata, appropriazione indebita, malversazione (questi ultimi due a rischio di prescrizione
nei prossimi anni) che i pm Gabriella Viglione, Stefano De-

Bruno
Libralon
Organizzava
corsi
di cucina
nel castello
di Costigliole
sede del
premio

Viveur

Personaggio

Giuliano
Soria aveva
costruito
intorno a s
e al suo
premio
un mondo
di amicizie
influenti

NICCOL ZANCAN
TORINO

asseranno alla storia le comitive


in viaggio dallEtiopia a San Pietroburgo. I banchetti, il tartufo, la
cantina piena di Barolo Letterario.
Limponente agenda digitale con 14 mila
contatti suddivisi per ruoli, influenze e
utilit. Ai tempi in cui si poteva trasformare un premio letterario in unindustria, ricevere in quattro anni oltre 19
milioni di finanziamenti pubblici esenti
da controlli, spenderne quattro e mezzo
per scopi personali.
Nel giorno della condanna pesantissima, Giuliano Soria risponde al telefono con la stessa voce depressa degli ultimi mesi: Quattordici anni di carcere
non si danno neanche a un omicida. Non
ho altro da dire, grazie. Cera una volta
in cui aveva da dire, eccome. Lui era il

Il prof che ammaliava i potenti


abbattuto dal povero immigrato

Il 22 marzo
del 2013 Soria
stato condannato
a 14 anni e 6 mesi
dal tribunale di
Torino

montis e Valerio Longi sono riusciti a dimostrare, per 4 milioni:


un quinto dei contributi pubblici
ottenuti negli ultimi anni. Di
questi, 400 mila euro sono di peculato commesso in concorso
con il fratello Angelo, dirigente
della Regione Piemonte che dispose direttamente una parte di
finanziamenti, e che ieri stato
condannato a sette anni.
C stata una terza condanna
nel processo - 2 anni e 10 mesi per lo chef Bruno Libralon, considerato un piccolo clone del pi
celebre Giuliano Soria in fatto di
malversazione di contributi
pubblici.
Giuliano Soria si sentiva un
intoccabile, ha utilizzato fondi
pubblici per acquistare appartamenti per s e arredarli con
ogni comodit. Gli stato tutto sequestrato da Torino a Parigi. E solo grazie alla coraggiosa denuncia dellex cameriere maltrattato, il re dei
premi sceso dal piedistallo.

Penadaassassino
manonandr
daluiincarcere

domande
a
Mercedes
Bresso

Lex presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso apprende della sentenza
mentre scende dalla metropolitana di Parigi. Il caso
vuole che sia l per questione
di libri, per la prima giornata
del Salon du Livre. E allinizio pensa di non avere capito: Quattordici anni e
mezzo a Soria? Ma una pena da assassino....
Stupita?

una sentenza pesante:


forse la reiterazione del rea-

La lista

Tutti i nomi
citati
in tribunale

La grande accusata da Soria


lex presidente della Regione Mercedes Bresso insieme
con il marito Claude Raffestin. Ma anche Roberto
Moisio, ex capo della comunicazione della Regione. Lunga
la lista dei politici: Gianni
Vernetti (Pd) finanziato pi
volte e ripetutamente, il
senatore Gianluca Susta,

che viaggiava con la moglie a


spese nostre, gli ex assessori
regionali alla Cultura Leo e
Oliva, lex assessore comunale Alfieri, lex sindaco
Chiamparino. Anche alcuni
dirigenti del ministero dei
Beni culturali viaggiavano
con consorti e amici a spese
del Grinzane: lex direttore
generale Maurizio Fallace e

la sua vice, Gaetano Blandini, ex direttore generale del


settore cinema, Mario Turetta, ex sovrintendente del
Piemonte e oggi direttore
della Reggia di Venaria. Nella
lista di Soria c anche il
responsabile degli affari
culturali della Compagnia di
San Paolo, Mario Disegni, i
giornalisti Corrado Augias,

Orlando Perera e Alain


Elkann, e infine una lunga la
lista di attori e scrittori, tutti
pagati in nero secondo Soria:
Philip Roth, Charlotte
Rampling, Giancarlo Giannini, Isabella Ferrari, Eleonora Giorgi, Franco Nero,
Michele Placido, Fabio
Troiano, Stefania Sandrelli, Vincenzo Cerami.

Le reazioni alle accuse dellex patron del Grinzane

Getta fango per difendersi


Chiamparino: A Parigi Soria girava in auto blu, noi in taxi a mangiare una bistecca

6,2
milioni
la somma
che la Corte
dei Conti
ha chiesto
indietro a Soria
per i soldi
distratti dalle
casse pubbliche

1,2
milioni
il valore della
casa di Parigi
venduta allasta
il cui ricavato
andr agli ex
dipendenti
del Premio

MARIA TERESA MARTINENGO


LETIZIA TORTELLO

Le accuse del patron del


Premio Grinzane, Giuliano Soria, ieri al processo dappello
per peculato e malversazione,
hanno bersagliato una platea
vastissima di politici, star del
cinema e giornalisti.
Il primo a respingere le accuse del professore stato il
presidente della Regione Sergio Chiamparino. Ho dato sostegno allallora sindaco in due
occasioni, ha detto Soria.
Pu darsi che Soria abbia
partecipato a qualche cena di
finanziamento organizzata
dallassessore Alfieri o da altri,
non posso escluderlo, ma io ha replicato Chiamparino non ho mai avuto rapporti finanziari con lui. Ancora: Da
sindaco sono stato costretto
sempre a ridurre i contributi
al Grinzane. Ricordo quando
andammo a Parigi per lAnno
del Libro dellUnesco. Lui girava in auto blu, mentre noi siamo andati a mangiare una bistecca in taxi nel Quartiere Latino. una tattica comprensibile che Soria metta fango nel
ventilatore per cercare di difendersi disperatamente.

Le richieste
Perilprofessore
11annie9mesi
1 Al secondo giorno

REPORTERS

Davanti alla Corte dAppello


Un momento delludienza di ieri nel corso della quale Giuliano Soria ha reso dichiarazioni
spontanee che coinvolgono politici, attori e giornalisti

I viaggi

Il direttore della Reggia di Venaria, Mario Turetta, che secondo Soria avrebbe viaggiato a spese del Grinzane, replica: Ho partecipato ad eventi
del Premio, invitato a titolo
gratuito, e ad alcune cene, ma

del processo dappello


per lo scandalo Grinzane Cavour arrivano gi
le richieste dellaccusa
rappresentata dal sostituto procuratore generale Vittorio Corsi:
11 anni e 9 mesi per
Giuliano Soria (in primo grado la condanna
stata 14 anni e 6 mesi
ma alcuni capi dimputazione sono caduti in
prescrizione), 6 anni e 8
mesi al fratello Angelo
e 12 anni e 10 mesi allo
chef Bruno Libralon.

normale che
nel ruolo di direttore
regionale dei Beni

Ho partecipato
a tre viaggi con Soria
pagati dalla Regione

va, ex assessore alla Cultura,


tirato in ballo da Soria per
viaggi e soldi in nero, respinge gli addebiti: Mai chiesto e mai avuto contributi. Con
il Grinzane ho fatto tre viaggi
istituzionali a spese della Regione: a Parigi, San Pietroburgo e ad Addis Abeba, per le iniziative allestero del Grinzane una allanno - approvate dal
Consiglio regionale.
Anche lex parlamentare Pd
Gianni Vernetti smentisce So-

averlo favorito pi volte.


Vernetti: Conoscevo Soria
ma cosa centra con ottenere
vantaggi da quel premio?.
Le opposizioni

Al presidente Chiamparino
restano due strade: querelare
Soria per diffamazione o dimettersi, affermano dallopposizione Francesca Frediani
e Davide Bono, consiglieri regionali 5 Stelle. Le dichiarazioni di Soria dimostrano che il

Tra i destinatari di favori Giuliano Soria indica


molti politici tra cui il presidente del Piemonte, Sergio
Chiamparino. Poi le accuse
rivolte agli attori

Soria ai tempi sorridente con Stefania Sandrelli

sue dichiarazioni, anche perch


- se pure venissero dimostrati i
finanziamenti in nero alla campagna elettorale del 2006 - si
trarrebbe di vicende gi cadute
in prescrizione.
Si muovono, invece, i tanti citati da Soria durante la sua deposizione. Il senatore Gianluca
Susta, accusato di aver viaggiato con la moglie a spese del
Grinzane, contrattacca: Ho
rappresentato la Regione come
vice presidente alledizione del
Grinzane Mosca del 2005 e nel
2006 al Grinzane Hermitage.
Sono stati gli unici viaggi, sempre di carattere istituzionale,
relativi al Premio Grinzane, di
cui, tra laltro, uno era a carico
della Regione. Nessun altro

vantaggio o beneficio pu essere a me riferito. Se questo stillicidio di nefandezze dovesse


continuare agir.
Si difendono le star dello
spettacolo, accusate di aver
preteso soldi in nero. Dichiarazioni ambigue, gravemente
diffamatorie e totalmente false, commenta Eleonora Giorgi, che annuncia querele. Sono stata al Premio Grinzane
due volte: la prima a titolo gratuito, la seconda chiedendo un
compenso per il quale emisi una
fattura. Anche Giancarlo
Giannini, accusato di aver preteso denaro in nero addirittura
prima dellevento cui doveva
partecipare, e Michele Placido
sporgeranno querela.

Lo conoscevo, ma ci tengo a
dire una cosa: lOrangerie finita da due anni ed funzionante. Quando successo
quel che successo, la Regione ci ha tolto i finanziamenti e
lIcif ha coperto le spese mancanti di tasca propria. Secondo il perito della Regione
lOrangerie costata 2,8 milioni: la Regione ha pagato
900 mila euro, il resto labbiamo messo di tasca nostra.
Per avete impiegato molti anni, usando fondi pubblici in un
periodo in cui non si poteva.

Solo perch nel frattempo il


Comune di Costigliole aveva
bloccato i lavori. Ecco perch
ci abbiamo messo cos tanto.
Davvero lei non conosceva
Giuliano Soria?

Mai nemmeno preso un caff. Tanto meno partecipato


agi eventi del Grinzane, n in
[A. ROS.]
Italia n allestero.

12 45 67 18

9AB5CDE 2F C7AB 82 LA STAMPA 

12 45 67 18

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Cronaca di Torino .45

Oggi lufficializzazione delle nomine

Voleva spostare il vagone. Sar spostato lui


Il soprintendente Luca Rinaldi verr rimosso dallincarico e trasferito in una citt che non ha indicato
EMANUELA MINUCCI

La notizia sar ufficializzata


soltanto oggi. Il soprintendente Luca Rinaldi verr trasferito da Torino in un luogo
diverso dalle destinazioni da
lui richieste che erano Torino, in primis, e poi Milano.
Il suo spostamento stato
deciso ieri sera a Roma e fonti
molto vicine al ministero lasciano capire che la decisione
discende direttamente dal caso del vagone della Shoah posizionato in piazza Castello.
Rinaldi laveva definito un baraccone e ne aveva chiesto lo
spostamento dopo due settimane, suscitando lo sdegno
dellopinione pubblica, a partire naturalmente da quello
della comunit ebraica che si
era sentita direttamente colpita. Il vagone era (ed ) davanti alla mostra su Primo
Levi organizzata a Palazzo
Madama. Sulla questione in-

Le tappe
Lascomparsa
inEmilia

tervenne addirittura il ministro dei Beni Culturali Franceschini che riprese il suo soprintendente: Il vagone rester l
sino alla fine della mostra prevista per aprile Poi il Mibact
apr unindagine, si procur
tutto il materiale stampa, e si
riserv di decidere uneventuale sanzione disciplinare a carico di Rinaldi. Ora arriva lo spostamento che non sar per nulla gradito al soprintendente
che ormai si era abituato a vivere a Torino, e in seconda battuta avrebbe inserito Milano
come alternativa. La sua nuova citt, da quanto si capito,
sar abbastanza lontana. Mentre al suo posto, dovrebbe arrivare Maria Luisa Papotti che
ora soprintendente a Genova. Sono giorni che si attende
una punizione da Roma e
ora c. Lo spostamento del vagone della Shoah alla fine ne
ha prodotto un altro: quello del
soprintendente.

R
1

Al matrimonio
libraio scomparso il 15 novembre
scorso. Si trovava a una
festa di matrimonio in
Emiliaepoisidileguato nel nulla

1 Il

Il vagone estraneo
alla piazza e non pu
stare sullasse
prospettico principale
della citt storica
REPORTERS

Il simbolo della Shoah ancora al suo posto

R
2

Lappello tv
segnalazione
della scomparsa viene
subito inviata a Chi
lha visto e subito
dopo rimbalza sui
social network

1 La

R
3

Il cellulare

1 Lultima

cella agganciata dal suo cellulare fra Sasso Marconi e Savigno. Seguono
un paio di avvistamenti in zona

R
4

La telefonata
20 novembre
arriva una segnalazione a Chi lha visto:
Marchetti sarebbe stato visto a Casalecchio
sul Reno

1 Il

GIUSEPPE CULICCHIA
SEGUE DA PAGINA 39

ultima segnalazione,
passata in tiv per
Chi lha visto, risale
a un paio di settimane fa:
qualcuno avrebbe riconosciuto Beppe in Liguria, dalle parti di La Spezia. Finora la sola segnalazione attendibile, visto che fa riferimento al modo di camminare del nostro amico, un po
incerto, come barcollante.
Sappiamo che i Carabinieri
di Sarzana lo stanno cercando, come lo hanno cercato in modo davvero capillare i loro colleghi di Bologna,
finora senza esito.
Beppe non ha lasciato
tracce dietro di s, a parte il
ricordo della persona mite e
generosa che conserva
chiunque lo abbia incrociato.
Gli scaffali e i tavoli della libreria dove passava le sue
giornate e serate sembrano
aspettarlo anche loro, alla
pari delle amiche e socie e dei
clienti che lo conoscevano e
si fidavano dei suoi consigli di
lettura, perch pur avendo
appena quarantanni Beppe
era un libraio allantica, appassionato, informato, attento, e sensibile, di quelli che
per i lettori sanno essere come medici dellanima.
Io e Silvia siamo in contatto sia con chi conduce le
indagini sia con la famiglia, e
la nostra speranza che Bep-

Beppe Marchetti, un protagonista del quartiere


Beppe Marchetti interpretava il lavoro di libraio pensando sempre alla sua comunit, al suo quartiere, e la Lunas Torta il
cuore di parecchi eventi culturali. Grazie al suo impegno quellangolo di via Belfiore uno dei luoghi chiave di San Salvario

Grande vuoto a San Salvario

Quel libraio timido e gentile


che sparito da cento giorni
Il giallo del titolare di Lunas Torta sembra scritto da Simenon
pe non venga dimenticato, che
si continui a parlare di lui: altrimenti qualcuno potrebbe
incontrarlo e non riconoscerlo,
e dunque non segnalare la cosa
agli inquirenti. I carabinieri di
Bologna lo hanno cercato dap-

Luca Rinaldi
Nella lettera in cui chiedeva
di spostare il vagone

Secondo Rinaldi avrebbe dovuto essere rimosso dopo soli 15 giorni, invece il vagone simbolo
della mostra dedicata a Primo Levi ancora al suo posto e ci rester a lungo

pertutto, a pettine, battendo


ogni sentiero, ispezionando
ogni fosso, visto che si era allontanato a piedi. Non ci sono
movimenti sul conto corrente,
prelievi dal bancomat, niente.
In libreria la gente va e viene.

Tra chi si aggira tra gli scaffali


e chi si siede a leggere in compagnia di un t e di una fetta di
torta c sempre qualcuno che
chiede notizie del libraio gentile. Prima di quel giorno n io
n Silvia avremmo mai imma-

ginato che Beppe un giorno potesse sparire cos. Prima di rilevare il locale, nel giugno
scorso, ne avevamo parlato a
lungo. Con Beppe siamo amiche ed eravamo tutti e tre entusiasti di cominciare assieme

R
5

Lavvistamento
segnalazione risale al 7 febbraio a Sarzana, vicino
a La Spezia. La polizia
indaga, ma del libraio
non trova traccia

1 Lultima

questa nuova avventura. Rispetto alla gestione precedente avevamo anche incrementato il numero di incontri e presentazioni, facendone tre alla
settimana. Ora teniamo duro
aspettando che torni, Beppe ci
manca sia come amico sia come socio.
Via Belfiore pi limpida
del solito in questo pomeriggio
di febbraio, col cielo terso e
laria fredda che spazza San
Salvario. Beppe un giorno
uscito da questa libreria e non
possiamo sapere se in cuor suo
avesse gi deciso di non tornare pi o se invece desse per
scontato di rientrare al lavoro
allindomani della festa data
dal suo amico in occasione di
quel matrimonio. E naturalmente viene da pensare a questa vicenda come a una storia
da romanzo, di quelle che piacevano a Simenon. Una volta,
parlando di libri, avevo menzionato a Beppe Luomo che
guardava passare i treni,
spiegandogli che quel libro mi
aveva in parte ispirato un personaggio. Poppinga, si chiamava il protagonista di quel romanzo del celeberrimo giallista francese. E spariva pure
lui. Eccoli qua, i libri tanto
amati da Beppe Marchetti. Diventato a sua volta protagonista di una storia di cui ancora
non conosciamo il finale: intenzionalmente o no, non dato saperlo.
Per ora sappiamo solo che il
libraio gentile di via Belfiore
manca alla sua famiglia, alle
sue amiche e socie, ai suoi
clienti-lettori. E anche chi non
ama, nei libri come al cinema,
le storie a lieto fine, questa volta se ne augura una. O meglio
la augura innanzitutto a lui,
Beppe Marchetti. Che un giorno magari possa scriverla, e
pubblicarla, e leggerla ad alta
voce proprio qui, dove si sente
ancora leco dei suoi passi, alla
Lunas Torta.

12 45 67 18

46 .Cronaca di Torino

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Quattro condannati Eredit milionaria


per le eurotruffe con falso testamento
Fatture gonfiate: cos Finpiemonte copriva le spese Indaga la Finanza, nipote sbugiardato da un perito

il caso

La storia

CLAUDIO LAUGERI

atture gonfiate per far


coprire a Finpiemonte
lintera spesa per le
piattaforme e-commerce,
anzich il 50 per cento come
previsto dai bandi. Per questo, il tribunale ha condannato ieri quattro imprenditori: Fabrizio Milanesio (3
anni, 5 mesi e 3 mila 500 euro di multa), Sergio Giovanni Cerutti (3 anni e 2 mila
700 euro di multa), Giorgio
Bagnasco (2 anni e 8 mesi e
2 mila 100 euro di multa),
Fabio Montrucchio (2 anni e
2 mesi, mille e 100 euro). Oltre a questo, i quattro dovranno risarcire la Regione
con 5 mila euro ciascuno e
pagare poco meno di 15 mila
euro di spese processuali
delle parti civili (Finpiemonte e Regione, avvocati
Michele Galasso e Alessandro Mattioda). Altri dieci
accusati, poi, sono stati assolti nel merito oppure perch i reati contestati erano
ormai prescritti. Per Milanesio e Cerutti, il giudice
Gian Luca Robaldo ha anche
deciso linterdizione perpetua dai pubblici uffici.

Parte civile

Finpiemonte
e Regione si
sono costituite parte civile
nel processo
per le truffe
sui finanziamenti dellUnione
europea per i
siti web
Le truffe

La vicenda riguarda il periodo


dal 2005 al 2010. LUnione Europea finanziava le aziende per ampliare le-commerce. In molte
occasioni, per, il contributo era
finito per coprire tutte le spese.
Un sistema secondo il procuratore generale Vittorio Corsi,
che ha avocato a s lindagine.
Secondo la sua ricostruzione, il
consulente Milanesio (difeso da
Andrea Aliprandi) istruiva gli
imprenditori sulle modalit della
truffa. Ho soltanto spiegato il finanziamento. Non un problema mio se le imprese hanno gonfiato le fatture spiega. Per la
progettazione, molti si erano affidati a Bagnasco (difeso da Mi-

chele Forneris) e Montrucchio


(avvocato Piefranco Bertolino); a
Cerutti (avvocato Gianpaolo
Mussano), poi, spettava il compito di gonfiare le fatture.
Le perizie

Nelle udienze,molti testimoni


hanno confermato i sospetti
della procura. Su quelle pratiche, poi, il procuratore generale
Corsi aveva commissionato una
consulenza a due esperti. E in
aula, uno di loro ha raccontato
di aver chiesto (anche se mai ottenuto) un contributo per un sito web definito un po squallido. Con modalit non troppo
diverse da quelle dei personaggi finiti sottinchiesta.

rimasto sette anni in


causa con gli zii per
uneredit da sei milioni
di euro. Ha perso e allora si
inventato un testamento che
lo nominava erede universale
dello zio. Un trucco che costato gli arresti domiciliari a
Salvatore M., 60 anni, di Quincinetto, che puntava a tradurre in moneta sonante gli immobili intestati allanziano parente tra Roma e Velletri. Svariati alloggi, ma anche un
complesso alberghiero.
La causa

Lo zio ricco muore nel 2006.


Eredi sono i quattro fratelli
della madre. Salvatore figlio di un cugino e decide di
avviare unazione legale. La
questione giudiziaria va
avanti fino al 2013, quando i
i fratelli chiedono 50 mila
euro ciascuno per interrompere la procedura legale. Lui rifiuta. E tre mesi dopo, ecco il colpo di genio:
spunta un testamento datato 1980, anno di battesimo
del figlio di Salvatore, che
aveva avuto il ricco zio come padrino.

Lindagine
I militari del
Nucleo di
Polizia Tributaria hanno
ricevuto
incarico dalla
procura di
indagare sul
falso testamento per
leredit
Il testamento

I soldi

Salvatore inventa una storia


per giustificare il ritrovamento
di quel documento. Racconta
che era infilato in uno scomparto
segreto ricavato nella cornice di
un quadro. Lui ha preso quel
quadro, lo ha appoggiato su un
mobile, ma caduto. Lurto fao
aprire lo scomparto segreto, che
libera il testamento: Io sottoscritto, nel pieno delle mie facolt mentali, nomino mio cugino
erede universale. Documento
portato a tempo di record da un
notaio per la registrazione. Stessa rapidit anche per la richiesta
di voltura degli immobili, servita
per avviare la compravendita,
almeno di una parte.

Salvatore riesce a incassare


440 mila euro, ma il valore sarebbe inferiore a quello di
mercato. E comunque, i parenti chiedono lintervento
della procura. Il pm Alberto
Benso incarica i finanzieri del
Nucleo di Polizia Tributaria
di studiare la questione. Nello
stesso tempo, un perito calligrafo esamina il testamento.
Falso. Un altro esperto esamina il quadro e la cornice:
nessuna traccia di un documento restato l per anni. Abbastanza per convincere il gip
Massimo Scarabello a ordinare gli arresti domiciliari per
[CLA. LAU.]
Salvatore.

12 45 67 18

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Cronaca di Torino .47

Tra delinquenti e antagonisti: Borgo Aurora sotto assedio

Carabinieri accerchiati dagli squatter

Saper spendere
Simonetta

Controllavano uno spacciatore. Applausi dai balconi: Continuate a difenderci


FEDERICO GENTA

stata una scena pietosa.


Vedere quei ragazzi, gente
del quartiere come noi,
prendersela con chi vuole
allontanare gli spacciatori
dalla strada. una cosa che
fa star male. Mi ha consolato
solo vedere che oltre a me,
ad applaudire i carabinieri,
cerano tante altre persone. Grazia, 70 anni e un
cappotto abbottonato stretto intorno al collo, scende le
scale della palazzina accanto ai giardini ex Gft, in corso
Giulio Cesare.
qui che una gazzella dei
carabinieri stata circondata da una decina di antagonisti. Uno di loro, Manuela
Mauriello di 28 anni, stata
portata in caserma dopo non
poche difficolt. Arrestata
per violenza, resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

Circondati

Sono da poco passate le 21. I


militari vedono un uomo far
cadere qualcosa in mano ad
un ragazzo. Mentre un altro
equipaggio intercetta il presunto cliente, un brigadiere
blocca in corso Giulio Cesare

Le reazioni
Mi ha fatto male
vedere quei ragazzi
prendersela
con chi vuole solo
allontanare
pusher e ladri
dal quartiere
Una testimone

Il quartiere
Dopo lultimo
arresto
le retate
antidroga
delle forze
di polizia
riaccendono
lo scontro
tra i residenti
del quartiere
e gli antagonisti che
occupano
la vecchia
scuola
materna
di via
Alessandria

Mohammad Mustapha Abass.


un 33enne di nazionalit marocchina. Il permesso di soggiorno regolare, ma dalle sue
tasche saltano fuori 88 grammi di marijuana. Stanno per
scattare le manette ma allarresto assistono i 6 ragazzi del
centro sociale. Chiedono di lasciare in pace quelluomo e circondano lauto per impedire

che venga portato via. Arrivano i rinforzi: altre tre autoradio e alcune volanti della Squadra Mobile. Fanno lo stesso gli
squatter: Manuela Mauriello
prende il telefono e avvisa gli
amici. Ne arrivano altri quattro ma lei la pi determinata.
Partono nuovi insulti, spintoni, colpi sulle macchine. La
scena si chiude con larresto

del pusher e della contestatrice, tra gli applausi della gente


affacciata ai balconi.
Equilibrio difficile

Nemmeno unora ed tornata


la calma. Le facciate sporche,
invece, sono ancora l. Sono il
simbolo di un degrado a cui
nessuno di noi vuole abituarsi dice Giorgio attraversando

3000
Analisi
La novit
consentir di far crescere
le analisi da 10.500
a 13.500 lanno

immagini radiologiche e scintigrafiche pi nitide e, in contemporanea, eseguire la Tac spiega il dottor Raffaele Pellerito .
Il tutto senza spostare il pazien-

Un residente

I controlli devono
continuare:
la solidariet
ai militari arriva
da un tessuto
sociale che difende
il diritto alla legalit
Emanuele Durante
Presidente Circoscrizione 7

di corsa la strada. Gli d ragione Emanuele Durante, presidente della Circoscrizione 7.


Quello che viviamo un equilibrio difficile. Ma proprio gli
applausi dellaltra sera dimostrano lesistenza di un tessuto
sociale ancora forte, che difende il proprio diritto alla legalit. Limportante - aggiunge -
che non cessino i controlli.

La nuova Gamma Camera


garantisce informazioni
pi dettagliate sugli organi
e promette di dimezzare
le liste dattesa
dei malati oncologici

La macchina che dimezza


radiazioni e liste di attesa
ELISA BARBERIS

Le facciate sporche
delle nostre case
sono il simbolo
di un degrado
a cui la gente
per bene non si
vuole abituare

Gioiello di ingegneria

Inaugurata al Mauriziano

un gioiello di ingegneria,
che consentir di eseguire
nella met del tempo qualunque indagine di medicina nucleare. Con minori rischi per
pazienti e operatori sanitari
esposti alle radiazioni.
Al Mauriziano entrata in
funzione la nuova Gamma Camera ibrida Spet-Ct, per lo
studio tomografico di ultima
generazione, che permetter
di dimezzare le liste dattesa e
dare informazioni pi dettagliate degli organi dei pazienti
oncologici, ischemici e cardiopatici. Si potranno ottenere

Ecco il testo
della canzone
che cantava
a scuola Aldo
bbiamo accontentato Aldo, luomo
che desiderava ritrovare il testo della canzone che cantava a scuola
quando aveva otto anni.
Ha telefonato a Simonetta
per ringraziarla: Sono
stato proprio contento ed
emozionato quando ho
letto larticolo. Grazie di
tutto cuore. Ma altri lettori e lettrici che ci avevano chiesto il testo della
canzone hanno chiamato:
sono in tutto sette le telefonate che abbiamo ricevuto. Citiamo soltanto i
nomi: Susanna, Corrado,
Ettore, Annamaria, Leonardo, Gemma e Paola.
Sono rimasti delusi perch non abbiamo pubblicato per intero il testo della canzone di Aldo. Rimediamo subito.
Il titolo Piemonte caro! canzone marcetta
versi di Milud Montei,
musica di Angelo Vitale ,
edizioni musicali Chenna
Torino.
Ecco il testo completo:
Piemonte caro! Quando
saffaccia nella cerchia alpina - il Bianco, il Rosa e il
nostro bel Monviso - per
monti e valli fino alla marina - tutto un inno canto
paradiso - Piemonte caro! terra di prodi - Terra
dacciaio e dardimento - di
luce e gloria sei fede viva nella tua storia di civilt.
Cantan festanti nel fecondo piano - i fiumi azzurri e le citt turrite - le
gesta eroiche dun amor
sovrano - che al mondo ha
dato le pi belle vite - Piemonte forte! La tua gente sfida la morte onnipotente
- Quando il paese che t
vicino - sempre in contese
guerra ci fa.
Da la feconda piemontese terra - seleva un canto alla morente sera - Canto di gloria memore di
guerra - ma dolce e mite
come una preghiera.
Piemonte canta! terra
di forti - la guerra santa
lhan vinta i morti - tienteli stretti fra le tue bracciagli eroi sono cari anche
oggid.
Un grazie particolare a
Massimo che ha scritto un
commento sulla canzone:
La memoria dellinfanzia
sempre bellissima e non
ha colore politico. Soprattutto grazie a Aldo
che ci ha fatto ritrovare
una canzone.
Ancora una sorpresa da
un affezionato de La
Stampa lettore da 40 anni: Ad aprile 2015 io e
mia moglie faremo 50 anni
di matrimonio e mi piacerebbe ritrovare una canzone che riguarda proprio
questo evento. E un valzer: Oggi festeggiano i
nonni per 50 anni damor.
Sarebbe bello poterla ancora cantare ballando con
mia moglie. Chiss che
anche Ossella, come Aldo,
sia fortunato.

Fuori gli sbirri

Per capire che aria tira tra i


palazzi di Borgo Aurora, basta leggere gli slogan che
campeggiano sui muri del
quartiere. Tra frasi sbiadite
e sigle pi o meno comprensibili, la maggior parte dei
messaggi sono rivolti alle forze dellordine. E il tenore non
esattamente di buon augurio. Allangolo di via Chivasso
ce n uno che li riassume
tutti. Dice: Fuori gli sbirri
dal quartiere.
E il quartiere quello dei
giardini dellex Gruppo finanziario tessile. Il regno degli spacciatori, che continuano a lavorare in barba alle retate e ai blitz della polizia.
Dallaltro lato di corso Giulio,
giusto a due isolati, c lAsilo
occupato di via Alessandria:
il centro sociale che da una
dozzina danni ha preso il posto della materna Principe di
Napoli. Da qui, dicono i carabinieri, sono arrivati i giovani antagonisti che laltra sera
hanno cercato di opporsi allarresto di un pusher.

simonetta.conti@mailbox.lastampa.it

te dal lettino e in pochi minuti.


Acquistata grazie al contributo di mezzo milione di euro
della Compagnia di San Paolo,
seconda di questo genere in Italia dopo quella del policlinico
Gemelli di Milano, la sofisticata
apparecchiatura andr a sostituire quella precedente, in attivit dal 1996. Dar la possibilit
allospedale torinese, centro di
riferimento a livello regionale
per la diagnosi e cura delle malattie tiroidee, di incrementare
le analisi, dalle attuali 10.500 a
13.500. Linvestimento si inserisce in un pi ampio piano da 5
milioni di euro in parte finanziati dal Mauriziano stesso, in

REPORTERS

parte dalla Regione per il miglioramento delle attrezzature


e, in generale, di tutta una struttura ospedaliera che sia pi a
misura di paziente.
Oltre al nuovo Angiografo
dellEmodinamica in grado di
fornire una visualizzazione
molto pi particolareggiata a
fronte di una riduzione delle ra-

diazioni del 50 per cento, lUmberto I ha anche aperto le porte


dei nuovi reparti di Endoscopia
digestiva e bronchiale e di Rianimazione e Area Sub Intensiva. Il primo dotato di cinque
nuove stanze per le visite, macchinari allavanguardia che individuano lesioni inferiori al
millimetro e unampia sala di risveglio-osservazione, con 9 letti
per il monitoraggio post-esame.
Il secondo, con altri 12 letti dedicati a Medicina e Chirurgia
dUrgenza, aiuter anche a
smaltire lafflusso di pazienti
nei giorni pi difficili per il
pronto soccorso, che presto sar ulteriormente ampliato.

12 45 67 18

9AB5CDE 2F C7AB 82 LA STAMPA 

12 45 67 18

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Cronaca di Torino .49


Presidente
Aiviter

Il premier allinaugurazione dellanno accademico

Notaristefano
era anche
presidente
della
Associazione
vittime del
terrorismo

Atenei come il Politecnico


per un Paese competitivo
Renzi: Inutile rifiutare lidea di universit di serie A e di serie B
MARIA TERESA MARTINENGO

stato quasi un colpo di fulmine, quello scoccato tra il premier Matteo Renzi e il Politecnico, che ieri lha accolto in occasione dellinaugurazione
dellanno accademico. Mai
come in questo momento - ha
detto Renzi - il nostro Paese ha
la necessit di poter contare
su una struttura come il Politecnico di Torino, un luogo nel
quale si possa tornare a progettare. Qui c il futuro del
made in Italy, che innanzitutto la qualit dellingegneria e
dellarchitettura italiana nel
mondo, come mi ripetono
sempre tutti gli interlocutori
che incontro allestero.

REPORTERS

Ex cancelliere capo e esponente Dc

Morto Notaristefano,
con un borsone
beff i terroristi delle Br
BEPPE MINELLO

REPORTERS

Il corso bloccato dalla protesta

Innovazione

Il presidente del Consiglio ha


ascoltato la relazione del rettore Marco Gilli che gli ha presentato un Politecnico che accetta
la sfida di diventare motore per
la crescita del territorio e del
Paese secondo il modello internazionale dellEntrepreneurial
University, allinsegna dellinnovazione e della creativit.
Ma Gilli ha sottoposto al
primo ministro anche le necessit del sistema universitario dal punto di vista di un ateneo di prestigio internazionale. Ci sono problemi strutturali - ha detto - che vanno rapidamente affrontati e risolti

La protesta di Fiom, Cgil, Cub e collettivi (300 persone) davanti al Poli ha bloccato corso Duca
degli Abruzzi. In aula magna uno studente ha sventolato contro Renzi un berretto da buffone

perch limitano la capacit


competitiva delle universit pi
virtuose: linnalzamento dellet
media dei docenti, la carenza di
risorse per il diritto allo studio,
lassenza di una reale differenziazione del sistema di formazione terziaria del Paese, la rigidit dei vincoli che regolano il
reclutamento e lofferta formativa, e di quelli normativi. Gilli
non ha chiesto risorse, ma pi
autonomia e turn over. Senza

assumere giovani - ha spiegato ununiversit non pu andare


avanti. Ed necessario supportare gli studenti, il nostro capitale umano: dobbiamo trattenere i migliori. Infine, la differenziazione del sistema: atenei votati soprattutto alla ricerca - come il Poli -, altri alla formazione.
Luguaglianza

Renzi ha ripreso alcuni temi:


Ci sono universit di serie A e

di serie B. Rifiutare la logica


del merito - ha detto il premier
- e pensare che tutte siano
uguali quanto di pi sbagliato
ci possa essere. Uguaglianza
non pu essere ugualitarismo.
Ci sono universit capaci di
competere nel mondo e altre
validissime che hanno unaltra
funzione. Non possiamo portare 90 universit nella competizione globale, ci spazzeranno
via tutti quanti.

Ecco Notaristefano junior


con il suo dominus. I giudici
con i quali aveva speso la vita
professionale, prima come
cancelliere capo in Tribunale
e poi alla Procura generale,
canzonavano cos Dante Notaristefano quando, pensionato, decise di dedicarsi alla professione di avvocato e si presentava al loro cospetto accompagnato dalla figlia Marina, allepoca penalista e oggi
specializzata in diritto di famiglia, con la quale condivideva lo studio. Ma Dante Notaristefano, morto ieri a 86 anni,
stato tante altre cose: consigliere comunale per pi mandati e assessore allAssistenza
nellultima giunta di centrosinistra, prima dellavvento del-

le cosiddette giunte rosse,


con Porcellana sindaco che era
della sinistra Dc ma aveva una
grande considerazione per quel
compagno di partito silenzioso,
mai sopra le righe, espressione
dell'area moderata guidata dal
conte Calleri e poi da Vito Bonsignore. Un ruolo politico allorigine dellattentato che, il 20
aprile del 77, sub ad opera delle BR alle quali riusc a sfuggire
con un bel sangue freddo: facendosi scudo con la borsa piena di documenti e correndo via
come una lepre da un commando tra i quali cerano due pluriomicidi come Piancone e Nadia
Ponti. Era presidente dellAssociazione vittime del terrorismo
e dei consiglieri comunali emeriti. Funerali sabato, alle 10, nella parrocchia San Francesco di
Sales in via dei Mille.

12 45 67 18

50 .Cronaca di Torino

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Diario

In Sala Rossa laudizione di Arriva

Larte piange un protagonista

Ecco perch nessuno vuole Gtt


Chi compra, poi non pu decidere

BEPPE MINELLO

Preso dalla polizia lassassino di via Carrera

La lite per una prostituta


finisce a colpi di pistola

Funziona anche in Italia

Anche in Italia, in quelle aziende che hanno aperto al privato.


Lunica condizione - ha sottolineato Montanari - che il socio industriale abbia il potere
di operare per consolidare il
bilancio. Cosa giudicata difficile se tutti snobbano Gtt uno
dei player pi interessanti in
Italia. Parole che hanno fatto
rialzare la testa a convinti liberalizzatori della maggioranza
come i Pd La Ganga e Cuntr, o
come il leghista Ricca e Ambrogio (FdI): Bisogna far ripartire il ragionamento sulla
cessione di Gtt.

REPORTERS

Un boccone ambito
Secondo gli imprenditori privati, Gtt unottima azienda nella
quale investire, ma non con le regole imposte dalla politica

po di investimenti, ma con un
potere decisionale imbrigliato
da uno Statuto degno di Kroda.
E infatti, dopo Arriva, se ne sono andate le Ferrovie, mentre
della terza azienda, la Tundo,
specializzata nel trasporto disabili, non si hanno segnali e
della cessione di Gtt se ne torner a parlare quando magari i

I primi a gettare la spugna


nellennesima gara che il Comune, a fine 2014, aveva aperto per cedere il 49% di Gtt . A
chi? A un socio privato che,
per le anime belle di Palazzo
Civico, avrebbe dovuto sganciare una paccata di milioni,
magari impegnarsi a fare un

conti piangeranno di nuovo. O,


pi probabilmente, non ne sentiremo parlare fino al prossimo
anno, rigorosamente dopo le
elezioni amministrative, ch
ogni politico che si rispetti si
guarda bene dallaffrontare trascinandosi dietro una gatta da
pelare come la privatizzazione
di un'azienda - sostiene An-

Il sudoku

Medio

Il gioco consiste nel riempire tutte le caselle in modo tale che


ogni riga, ogni colonna e ogni settore contenga tutti i numeri
senza alcuna ripetizione: negli junior sudoku sono in gioco
i numeri da 1 a 6, nel sudoku medio e difficile i numeri da 1 a 9

3 6
9 2
7

Junior Sudoku
Junior 1

Junior 2

1
5

4
3

3
6

2
5

Difficile

Junior 1
1 4 3
6 2 5
5 3 2
2 1 6
3 6 4
4 5 1

5
1
4
3
2
6

2
4
6
5
1
3

6
3
1
4
5
2

Junior 2
4 2 6
3 1 5
5 4 1
6 3 2
1 5 4
2 6 3

3
4
6
5
2
1

5
2
3
1
6
4

1
6
2
4
3
5

6
8

7
2 1 8

8
4

5
8 7
4

9
3

1
5
2
7 9 3
4

2
9

Il tempo: giornate soleggiate e relativamente miti, ma sabato tornano nuvole e un po di pioggia


SOLE

NUVOLOSO

COPERTO

POCO NUVOLOSO

OGGI

SVIZZERA
Annecy

Verbania
AOSTA
Biella

MILANO

Novara
Vercelli

Grenoble

Pavia

TORINO
Asti

Alessandria

Gap
GENOVA
Savona

FRANCIA
Nizza

Imperia

Situazione e avvisi meteo

PIOGGIA DEBOLEMODERATA

VARIABILE

La Spezia

PIOGGIA INTENSA

Tempo stabile e in gran parte soleggiato,


con possibili foschie e locali banchi di nebbia
nelle ore pi fredde della giornata sulle aree
pianeggianti. Venti moderati da nord-est in
Liguria, in attenuazione dal mattino; deboli
di direzione variabile altrove. Mar Ligure da
mosso a poco mosso.

NEBBIA

TEMPORALE

VENTO

NEVE

MARE CALMO

DOMANI

SVIZZERA
Annecy

Verbania
AOSTA
Biella

Temperature C
CITT

MIN MAX

AOSTA
VERBANIA
BIELLA
NOVARA
VERCELLI
TORINO
ASTI
ALESSANDRIA
CUNEO
MILANO
GENOVA
SAVONA
IMPERIA

0
2
1
1
1
1
0
0
-1
2
5
3
3

10
11
10
11
11
10
11
11
9
11
13
14
15

A cura di www.nimbus.it

Una fascia di alta pressione estesa dallEuropa occidentale alla Russia garantisce tempo
stabile e in gran parte soleggiato sulle nostre regioni, salvo locali banchi di nebbia o
nubi basse tra la notte e il primo mattino sulle pianure piemontesi e lombarde. Nel corso
di sabato larrivo di una perturbazione atlantica porter nuvolosit estesa e un ritorno
delle piogge, probabilmente pi estese ed intense in Liguria e tra Piemonte orientale e
Lombardia con neve a partire da quote collinari.

Centimetri-LA STAMPA

MILANO

Novara
Vercelli

Grenoble

Alessandria

Gap
GENOVA
Cuneo

FRANCIA
Nizza

Savona

La Spezia

Imperia

MARE MOSSO

MARE AGITATO

Soleggiato o abbastanza soleggiato al


mattino, con locali banchi di nebbia o nubi
basse sulle pianure. Dal pomeriggio nubi in
aumento in Liguria e sulle zone piemontesi
limitrofe con cielo ovunque pi nuvoloso in
serata e possibili piovaschi sul Basso
Piemonte e sulle pianure orientali.

Temperature C
MIN MAX

0
3
2
3
3
2
2
2
2
3
5
3
3

AOSTA
VERBANIA
BIELLA
NOVARA
VERCELLI
TORINO
ASTI
ALESSANDRIA
CUNEO
MILANO
GENOVA
SAVONA
IMPERIA

9
10
9
10
10
9
10
10
8
11
12
13
14

LA LUNA A TORINO

IL SOLE
A TORINO

Sorge
alle ore 7,22

POCO MOSSO

CITT

Pavia

TORINO
Asti

Si leva alle ore 7,23


Cala alle ore 18,59
Fasi Lunari
Culmina
alle ore 12,43

9
8
4
7
5
3
1
6
2

1
5
7
2
4
6
9
8
3

6
1
2
4
7
5
8
3
9

7
4
8
6
3
9
2
1
5

3
9
5
8
2
1
7
4
6

4
3
1
5
9
7
6
2
8

5
7
6
3
8
2
4
9
1

8
2
9
1
6
4
3
5
7

5
4
6
9
1
2
8
3
7

1
9
8
4
7
3
6
5
2

3
2
7
8
6
5
4
1
9

6
5
2
7
4
9
3
8
1

7
1
9
3
8
6
2
4
5

8
3
4
2
5
1
9
7
6

2
7
1
6
3
4
5
9
8

4
6
5
1
9
8
7
2
3

9
8
3
5
2
7
1
6
4

7 3
3 4

2
6
3
9
1
8
5
7
4

La soluzione
dei giochi di ieri

9
3 5
2

4
6

Medio

Tre pretendenti spariti

Voleva convincere il suo rivale a non fare troppo il figo


nella zona in cui lavorava la sua convivente, prostituta
nella zona di via Lessona. Ma il rivale non s fatto intimorire dalle minacce e lo ha ucciso con alcuni colpi di pistola, calibro 7,65. Sarebbe questo il movente dellomicidio
di Indrit Kuci, trovato cadavere a bordo della sua auto in
via Carrera, la notte del 6 agosto 2011. Di quel delitto
accusato Armando Gorezi, 39 anni, albanese, tuttora detenuto in Albania, in attesa di estradizione. Sono stati gli
uomini della Squadra Mobile a smascherarlo, mettendo insieme le testimonianze, allinizio reticenti, della convivente e dei familiari della vittima. Una lite banale, nata dal
fatto che lomicida era solito - si legge negli atti dindagine
- passare con la sua vettura nella zona dove la donna si
prostituiva. Cosa che Kuci non gradiva.

Difficile

Parafrasando Moretti: Con


queste regole, Gtt ce la terremo sempre sul groppone.
Battuta semplicistica e ingenerosa nei confronti dellazienda di corso Turati, ma
il succo dellaudizione dei vertici italiani di Arriva, uno dei
maggiori gruppi di trasporto
passeggeri in Europa che fa
parte del colosso Deutch
Bahn che ha alle spalle il ministero dei Trasporti tedesco.

Sudoku

A 85 anni scomparso il pittore Franco Valsecchi.


Era nato a Biella nel maggio 1929, ma dal 1958 la sua
attivit si sviluppata nello studio torinese, in via Verolengo piena borgata Lucento, dove ha realizzato raffinati collage, le tavole dei numeri-trauma e il ciclo
Genesi, che sono lessenza di una ricerca di nuovi valori espressivi e concettuali. Nel 1975 ha vinto il 1 Premio Internazionale di Grafica Joan Mir a Barcellona,
mentre nel 2005 la Regione Piemonte gli ha dedicato
una mostra al Piemonte Artistico Culturale e alcune
delle sue opere sono state esposte alla Galleria Franzp
e alla Promotrice delle Belle Arti. Si occupato di arte
psichica come strumento di terapia. Funerale oggi, alle
10, Chiesa San Giuseppe Benedetto Cottolengo, corso
Potenza 136.
[A. MIS.]

drea Tronzano di Forza Italia si tende a difendere linteresse


elettorale rappresentato dai
suoi 5 mila dipendenti. Lamministratore delegato di Arriva
Italia, Leopoldo Montanari, e
quello della Sadem, lazienda
controllata che opera in Piemonte, Giuseppe Proto, auditi
in Comune, non hanno fatto polemiche. Si sono limitati a elencare, numeri alla mano, i benefici della liberalizzazione:
Ovunque - ha spiegato Montanari - sono aumentati i passeggeri e pure la redditivit.

Forza Italia: Si fa
nulla perch non
si vuole perdere un
bacino elettorale

Addio a Valsecchi
il pittore dei numeri-trauma

Tramonta
alle ore 18,05

OGGI

25 FEB

5 MAR

13 MAR

4
5

789ABCD 2E FB589 62 LA STAMPA 2

12 45 16

12 14

52 .Quartieri

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Aperte tutti i giorni: piazza Massaua 1, sempre aperta (24 ore su 24). Atrio stazione Porta
Nuova, dalle ore 7 alle ore 19,30. Orario minimo 9-19,30: corso Belgio 180; via Bellardi 3; via
Cibrario 72; via Monginevro 27/B; via Guido
Reni 109/A; via Passo Buole 59/H; corso Grosseto 256; corso Re Umberto 38; corso R. Margherita 134/M; via Verbene 11; via Santa Tere-

sa 21; via Mazzini 24; corso Taranto 15; corso


Sebastopoli 143. Di sera (19,30-21,30): piazza Galimberti 7; via Foligno 69; via Sempione
112; via San Remo 37; via Sacchi 4; corso Traiano 73; corso Francia 1/bis. Aperte anche di
notte: corso Belgio 151/B; via Nizza 65; corso
Vittorio Emanuele II 66; piazza Massaua 1.
Informazioni: www.farmapiemonte.org

Circoscrizione 4/ San Donato

Circoscrizione 1/ Centro

dedicato alla musicoterapia lincontro di


questa sera alla Casa del quartiere di via
Saccarelli 18, alle 19,30, a ingresso libero. Con
musicisti, compositori e psicologi si parla di
musicoterapia a scuola e con i pazienti in
stato vegetativo.
[F. ASS. ]

aperto il bando per gli spazi allinterno della


Casa del Quartiere, in via Dego 6. Le
associazioni senza fini di lucro potranno
presentare le domande entro l11 marzo. Per
informazioni visitare il sito
www.comune.torino.it/circ1.
[D. MOL.]

Circoscrizione 5/ Vallette

Circoscrizione 9/ Lingotto

Il cantautore
nato in periferia
per il video Gtt

Le mamme a scuola con figli


Cos impariamo litaliano

CRISTINA INSALACO

Se in questi giorni salirete in metro, vi potr


capitare di ascoltare A Torino c/la voglia di
cambiare il mondo/un posto anche per te/la sua
bellezza disarmante. la nuova canzone di
Francesco Trimani, trentasettenne cantautore
delle Vallette. Sintitola A Torino c, ed un
brano che lui ha dedicato alle bellezze della citt.
Parla della Mole e della cioccolata calda, di
piazza San Carlo e del profumo di caff. Per
almeno due mesi la sentirete alla radio della
metropolitana, dove da questa settimana la Gtt
ha iniziato a proiettare anche il video. un
videoclip di un minuto, estrapolato da quello

Alla elementare Vittorino da Feltre un corso per donne immigrate


FEDERICO CALLEGARO

Lingotto un quartiere che si


sta trasformando. I cambiamenti che attraversano la zona,
per, non sono soltanto quelli
dovuti alla costruzione del nuovo grattacielo della Regione o
agli scavi della metropolitana.
Da almeno dieci anni a questa
parte larrivo di nuovi residenti
da altre parti del mondo, ha
cambiato anche la sua composizione sociale e ha fatto emergere la necessit di nuovi servizi
per andare incontro alle esigenze di integrazione. Prima tra
tutte quella di aiutare i genitori
dei bambini stranieri a inserirsi
in una nuova scuola, superando
il problema della lingua. Proprio per fare fronte alle differenze linguistiche listituto
comprensivo Vittorino da Feltre di via Finalmarina 5, dietro
lOval, ha messo a disposizione
un corso ditaliano per le madri
degli alunni migranti. Per una
mattina a settimana, quindi,
madri e figli tornano insieme
sui banchi per studiare.
La scuola delle mamme

Un frame
del video
Il video di
Francesco
Trimani
proiettato in
questi giorni
sulla metro

originale di Trimani dicono da Gtt -, che rappresenta uno spot della citt. Sono innamorato di Torino sorride Francesco Trimani -, per
questo ho scritto una canzone per esaltarla.
una citt folle, coraggiosa, creativa. Quello che
amo di pi? Il cielo e larchitettura barocca. La
canzone nata con il contributo di molti residenti. Su alcuni gruppi Facebook ho lanciato la
domanda: cosa c a Torino? Dalle risposte ho
preso parte dellispirazione per il testo del brano, continua Trimani. Nato alle Vallette, vive
nel quartiere da due generazioni. Dopo il diploma da ragioniere, ha lavorato in unazienda di
macellazione e vendita di carne, e sei anni dopo
si licenziato per vivere di musica. Che quello
che ha sempre voluto fare. Nel mio precedente
lavoro non ero felice, confessa. Siccome in A
Torino c si parla soltanto del centro, Trimani
sta gi preparando una canzone da dedicare
anche alle periferie. Prossimo brano? A Sanremo c, con lauspicio di andarci.

Circoscrizione 1/ Centro

Si chiama La scuola delle


mamme e questanno iniziato a fine dicembre. Il progetto,
gestito dalla scuola, offrire
lopportunit di imparare
litaliano, sia in forma basica
che in modo pi approfondito,
alle madri dei bambini stranieri. Sebbene in zona la percentuale di giovani migranti
di seconda generazione cresce, lincontro di studio settimanale trova ancora molti
aderenti. Siamo entusiaste e
vogliamo imparare la lingua,
almeno nelle sue forme pi
semplici, raccontano le
mamme alle maestre. E infatti
il corso ha lobiettivo primario
di far capire ai genitori gli avvisi e le comunicazioni che
provengono dalla scuola.

Proseguire
gli studi
Molte mamme straniere
chiedono di
non fermarsi,
e poter continuare gli
studi

Circoscrizione 2/ Santa Rita

Una voragine nellasfalto Via Veglia una via


vicino alle strisce blu
pulita solo a met

Unaltra voragine sullasfalto, questa volta in


corrispondenza delle strisce blu per la sosta
delle auto in via Cavour, allangolo con piazza
Maria Teresa. A segnalarlo sono i residenti.
Rattoppi a freddo, scarsa manutenzione e una
serie di problemi che il presidente della Uno,
Massimo Guerrini, non nasconde: Le risorse
che arrivano dal Comune sono sempre meno,
[D. MOL. ]
fatichiamo anche con le emergenze.

Foglie, cartacce, bottiglie e lattine: il marciapiede di via Guido Reni allangolo con via Veglia
pieno di spazzatura. Cumuli di foglie secche e
immondizia disseminati anche in via Veglia dalla
parte della Caserma dei carabinieri. Il marciapiede in uno stato indecoroso - si lamenta una
residente della zona - ma basta attraversare la
strada per trovare tutto pulito. Possibile che gli
spazzini trascurino solo questo lato?. [M. C. M. ]

Tutti i gioved, dalle 9 alle 11,


si tengono le lezioni spiega
Angela Arcuri, responsabile
del progetto intercultura .
Questo servizio ha effetti molto positivi, li vediamo ogni
giorno. Chi partecipa, spesso,
chiede di poter continuare a
studiare e diverse mamme,
per esempio, partendo da questa infarinatura proseguono
per la licenza media. Le nazionalit di provenienza delle
neo studentesse sono le pi disparate: Marocco, Romania,
Cina, Filippine e molte tra loro posseggono gi titoli di studio conseguiti nel loro Paese
ma non riconosciuti in Italia.
Inoltre, a fine anno, anche
previsto un piccolo esame.

Le volontarie

Le mamme, per, non sono le


uniche a tornare sui banchi di
scuola. Anche per le maestre
che gestiscono i corsi si tratta di
un ritorno dietro la cattedra:
tutti i docenti, infatti, sono ex insegnanti in pensione che fanno
parte dellassociazione di volontariato Auser. Per fare in modo
di aiutare le donne che vorrebbero partecipare ma che hanno
altri figli pi piccoli, nella scuola
stato allestito uno spazio con
una babysitter. Al momento a
partecipare sono dieci mamme
che, oltre al corso di lingua, possono disporre di un incontro extrascolastico in cui vengono aiutate a stare dietro ai figli per lo
svolgimento dei compiti a casa.

Circoscrizione 3/ San Paolo

Nei campi di calcio


le reti sono pericolose

A parare una pallonata, o a giocare a basket,


nei campi di corso Trapani interno 201, a due
passi dal parco Ruffini, ci si pu fare male. La
rete che in teoria dovrebbe proteggere il campo rotta e arricciata su se stessa. Proprio in
corrispondenza delle porte ci sono spuntoni,
buchi, spigoli che necessitano una messa in
sicurezza prima ancora che una sostituzione,
per evitare incidenti.
[F. ASS. ]

12 14

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Mandate le vostre segnalazioni,


foto e video a
specchiodeiquartieri@lastampa.it

Quartieri .53

QUARTIERI
Per le vostre segnalazioni quartieri@lastampa.it

Sopralluogo

Circoscrizione 8/ Borgo Po

Dopo che la Stampa ha pubblicato la storia del percorso


ciclabile incompiuto, lassessore allAmbiente, Enzo Lavolta ha organizzato un sopralluogo in via Petrella. Ora i
lavori per la pista ciclabile si
concluderanno

La navetta elettrica
si scarica in fretta
e restiamo a piedi
PIER FRANCESCO CARACCIOLO

PAOLO COCCORESE

In via Petrella,
destinato a sparire il new-jersey che chiude
la pista ciclabile
che finisce nel
nulla. Dopo sei mesi di attesa,
in Barriera di Milano torneranno gli operai a lavorare. Il
cantiere ripartir il tre marzo
promettono i tecnici del Comune -. Per prima cosa, toglieremo quella barriera di plastica e provvederemo ad allungare la pista nel tratto mancante.
In pi, stato lanciato il
bando di gestione della vicina
area detta il Boschetto. Dopo quasi trentanni di abbandono, il rettangolo di terra recintato, che era diventato una
foresta di rovi impenetrabile,
rinascer trasformandosi in
unoasi green con orti urbani
collettivi.
Inaugurazione in estate

Dopo che la Stampa ha pubblicato la storia della percorso ciclabile incompiuto, lassessore
al Verde, Enzo Lavolta ha organizzato un sopralluogo in via
Petrella. E un intervento di riqualificazione complesso e articolato che render pi bello il
quartiere, commenta. Nei
prossimi giorni, sar sbloccata
lultima tranche dei finanziamenti dei cantieri che rientrano nel programma del Sistema Verde di Urban. In via Petrella, stato allargato il marciapiede di due metri e mezzo
per far posto a una delle piste
ciclabili pi larghe della citt.
Presto sar tracciata (ma non
colorata come quella di altre
zone), sar munita di segnaletica e saranno piazzati dei dissuasori davanti ai passi carrabili. Linaugurazione prevista
per lestate.

Quindici mesi. Tanto passato da quando il


tragitto del tram della linea 3, che prima raggiungeva piazza Hermada, stato interrotto al
di qua del Po. In tutta quellarea della precollina,
per, leco della protesta risuona forte ancora
oggi. Anche perch lo Star 1, che al contrario da
maggio sale su in corso Gabetti, fatica ad assolvere il compito di sostituto: Oltre ad essere
meno capiente e passare con una frequenza
minore rispetto al 3, ogni tanto ci lascia a piedi spiega Marisa Dusio, della macelleria in piazza . Pi di una volta mi hanno fatto scendere prima
del ponte perch il bus era rimasto senza cari-

Circoscrizione 6/ Barriera di Milano

Ripartono i lavori
nella pista ciclabile
interrotta a met
Mario
Chiampi
Vogliamo
solo che i
lavori siano
finiti

Le crepe nellasfalto

Il bando

I residenti tirano un sospiro di


sollievo. Non siamo contro la
pista ciclabile dice uno degli
abitanti, Mario Chiampi -. Ma
desideriamo che i lavori siano
finalmente finiti e risolti i problemi che abbiamo segnalato.
E lunga la serie di appunti: gli
scivoli per disabili sono troppo ripidi per le carrozzine dei disabili,
lasfalto presenta alcune crepe, i
cordoli del marciapiede non sono
rifiniti, allangolo con via Brandizzo non stato piantato lalbero
promesso. Senza contare - aggiungono -, la trentina di parcheggi che hanno eliminato. La
domenica, quando ci sono le partite nel vicino impianto sportivo,
non si trova pi un posto libero.

Intanto, il Comitato Urban ha


lanciato il bando per trovare i
gestori (associazioni, cooperative o fondazioni) del Boschetto, sempre su via Petrella.
Duemila metri quadrati di area
verde con orti urbani e collettivi, uno spazio per attivit laboratoriali e un deposito per le attrezzature.
Si richiedono progetti in
grado di coinvolgere i cittadini,
creare momenti di aggregazione sociale, attivare percorsi
educativi e formativi sul tema
della sostenibilit ambientale.
In palio, la concessione dellarea per cinque anni e un contributo di diecimila euro. Scade il 23 febbraio.

La Star 1
La navetta
elettrica
spesso
rimane
senza energia per
percorrere
tutto il
tragitto

ca. Trattandosi di un mezzo elettrico, infatti,


capita che lo Star non abbia lenergia per il
tratto finale: Alcuni autisti mi hanno spiegato
che stato detto loro di rispondere cos ai passeggeri, ma non sempre vero - denuncia Mario
Bovero, Consigliere della Otto - : che lo facciano
per non consumare la batteria quando sul bus
sono in pochi?. E unipotesi che non sta n in
cielo n in terra, il Consigliere e gli autisti non si
saranno capiti - rispondono da Gtt - E vero, a
volte la navetta si scarica, ma una cosa che
succede molto di rado. Eppure in precollina si
lamentano: E successo anche a me - racconta
Marco Fasoglio, residente poco dopo la piazza - .
Sono stato costretto a camminare dal Gradenigo
fino a casa. Un tragitto di circa 900 metri, la
met in salita: Percorrerli a piedi pu essere
molto faticoso - aggiunge la panettiera Paola
Sanna - , in particolare per le tante persone non
pi giovanissime che vivono in zona: soprattutto per loro che bisognerebbe ripristinare il 3.

Circoscrizione 4/ San Donato

Circoscrizione 7/ Aurora

Discarica abusiva
in via Livorno

La stazione di servizio
Cento studenti
abbandonata pericolosa hanno trovato casa

I lavori per la stombatura della Dora dovrebbero finalmente iniziare in primavera. Intanto,
sulla soletta di cemento tra via Livorno e corso
Principe Oddone da qualche settimana comparsa una discarica abusiva, insieme a materassi e ripari che probabilmente ospitano disperati.
Si accede da corso Mortara, dove la recinzione
crollata. Tutto si pu vedere dal Parco Dora, ma
[F. ASS. ]
anche dagli uffici del centro Envi Park.

La stazione dellAgip di Lungo Dora Savona


chiusa dalla scorsa estate. Le pompe sono state
tagliate e la benzina fuoriesce. Inoltre, giorno e
notte, ormai un parcheggio che ospita anche il
bivacco. I cittadini sono preoccupati per la
benzina. E pericoloso, spiega Carmelo Lavuri
dellAssociazione Commercianti Porta Palazzo.
Abbiamo avvisato Circoscrizione e Comune ma
[C. A. G. ]
ancora nulla. Chiediamo risposte.

Circoscrizione 10/ Mirafiori Sud

Pi di cento giovani e studenti provenienti da 43


Paesi hanno trovato la loro casa a Mirafiori Sud.
Una decina di grandi alloggi tra via Plava e via
Negarville dove, sulle macerie di un quartiere
operaio, si insediata una comunit di laureati
internazionali: Il fulcro della nostra attivit
laccoglienza - spiega Tecla Zaia, la responsabile
del progetto - lo scopo quello di aiutare i ragazzi a integrarsi nel quartiere, dalle pratiche buro[M. C. M. ]
cratiche ai problemi quotidiani.

12 45 67 18

9AB5CDE 2F C7AB 82 LA STAMPA 

12 45 67 18

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Metropoli .55

ETROPOLI
M

Moncalieri, rapina al bar della stazione


Prima hanno bevuto due caff, poi si sono diretti
verso la casse per pagare. Invece i due uomini si
sono fatti consegnare lincasso di 500 euro sotto
la minaccia di un coltello e sono fuggiti riuscendo
a far perdere le loro tracce. successo laltroieri a
Moncalieri al bar della stazione.
[G. LEG.]

Per le vostre segnalazioni metropoli@lastampa.it

Rivoli

Armi, ultimi mesi per mettersi in regola


Detenzioni di fucili e pistole da denunciare entro il 4 maggio. Scattano controlli e verifiche dei carabinieri
PATRIZIO ROMANO

La legge
Cosadice
ildecreto

Molte volte le armi, nelle case


italiane, sono conservate quasi come soprammobili. In molti casi sono state donate o ereditate da nonni o genitori. E
passato il momento della novit, vengono lasciate arrugginire in un solaio o in una
cantina. Oppure, se antiche,
esposte nelle vetrinette vicino
ai bicchieri e le stoviglie buone. Con tutti i rischi che questo comporta. E cos, per fare
un censimento e sanare tante
situazioni, il 5 novembre 2013
stato emanato un decreto legislativo, che ai meri detentori, ossia coloro che non
hanno una licenzia di porto
darmi, d tempo fino al 4
maggio prossimo per regolarizzare la propria posizione.
Diciotto mesi, che ormai stanno quasi per scadere. Fra Torino e provincia ci sono oltre
20 mila armi detenute. Cos, a
tutti i titolari stata inviata
una lettera per spiegare cosa
fare. Ma in quasi 7 mila ancora non hanno risposto. E il
tempo stringe.
A chi rivolto

Il decreto 121 del 2013 - spiega paziente il maggiore Raffaele Ruocco della Compagnia
carabinieri di Rivoli -, che prevede alcune modifiche in materia di armi, nel secondo
comma dellarticolo 6 precisa
cosa devono fare i meri detentori di armi, coloro che
hanno detenzione senza licenza oppure che sia scaduta.
Un intervento da parte del legislatore per fare luce su tante armi sparse nelle case italiane. Soprattutto quelle che
in molti casi, negli anni passati, ci si tramandati di padre
in figlio. La prima cosa - puntualizza Ruocco - di telefonare alla pi vicina stazione carabinieri o al commissariato
di polizia e informare del possesso chiedendo consigli. Poi
precisa come evitare errori in

1 Il decreto legisla-

In 7 mila non hanno risposto alla lettera

tivo 121 del 2013 in


materia di armi entrato in vigore il 5 novembre 2013. Prevede
la presentazione di un
certificato medico entro il 4 maggio 2015,
con un ulteriore mese
di proroga dopo linvio agli inadempienti
di una diffida. Si rivolge a chi detiene armi
senza una licenza o
con una licenza scaduta. Non riguarda chi
dopo il 5 novembre
2007 ha gi presentato il certificato medico
per avere una licenza
di porto darmi. Sono
oltre 20 mila le lettere
inviate e ne mancano
allappello quasi 7 mila. Larma pu essere
tenuta, ceduta, venduta o consegnata per
rottamarla.
[P. ROM.]

Ai cittadini che posseggono armi in casa stata inviata una lettera, spiegando come
ottemperare agli obblighi del decreto, ma in 7 mila a tuttoggi non hanno ancora risposto

Lo schioppo
del nonno era
sopra un mobile

domande
a
Maria Mangia
pensionata

Era stato dimenticato su una


credenza. Di avere un fucile
in casa Maria Mangia, pensionata di 75 anni, residente
ad Avigliana, non s ricordava
neppure pi.
Come mai?

Perch mio marito lo aveva avuto in eredit dal padre e poi lo aveva nascosto
su quel mobile pi di cinquantanni
fa. Da allora
non lo aveva mai pi
toccato, neanche una
volta. Ed
rimasto l, a
p r e n d e r e Maria Mangia
polvere. Fino a quando non mancato
mio marito nellottobre
scorso.
Allora cosa successo?

20.000
armi detenute
il numero di pistole
e fucili regolarmente
denunciati a Torino
e in provincia

buona fede. Non si deve assolutamente uscire con la pistola


o il fucile per consegnarlo in caserma - afferma -. Lasciate larma dove si trova e chiamate o

Rivoli

venite per avere ragguagli. Il


rischio quello di incappare, inconsapevolmente, in una denuncia per trasporto non autorizzato o porto illegale di armi.
Diverse opzioni

Avere un fucile od una pistola,


ricevuta in dono o in eredit o
ritrovata casualmente nella casa dei genitori o dei nonni, non
vuol dire per forza doversene
fare carico. Ma no - ammette il
maggiore -, si pu benissimo
chiamare i carabinieri o la polizia e una pattuglia verr a prelevarla. E poi? Le armi non
desiderate verranno rottamate
- confessa -. Tranne quelle di

pregio che verranno, dopo una


valutazione, consegnate alla
Soprintendenza. Diversa la
procedura per chi vuole conservarla a casa propria. Dovranno presentare un certificato
medico di idoneit psicofisica al
possesso, rilasciato dal proprio
medico di famiglia - dichiara -.
Tranne se non detengono gi
delle armi a vario titolo e quindi
hanno una delle tre tipologie di
licenza: per difesa personale,
per uso caccia o per uso sportivo. Infine, se, ad esempio, la si
vuole conservare per ricordo, si
deve fare richiesta di un nulla
osta. Comunque dovranno fare
denuncia del possesso e del luo-

go dove sono detenute. In quel


caso, poi, i carabinieri o i poliziotti andranno a verificare se
sono conservate in modo idoneo, in armadietti a prova di
scasso. Unaltra opportunit continua il maggiore Ruocco -
quella di trovare qualcuno,
semmai appassionato di armi e
quindi con tutti i titoli per detenerle, se vuole acquistare il fucile o la pistola ritrovata. Di sicuro, per, resta poco tempo.
Dal 5 maggio finisce una prima fase di verifica. Poi, entro altri 30 giorni verr inviata una
diffida, che pu comportare il
divieto alla detenzione. Infine,
si rischia la denuncia.

Mio nipote mi ha chiesto


cosa ne avevo fatto del fucile
del nonno, perch gliene
aveva parlato da piccolo. E
mi ha raccontato di questa
normativa. Allora mi sono
preoccupata.
E cosa ha fatto?

Sono passata dai carabinieri di Avigliana e ho spiegato il mio caso. Mi hanno


detto di non toccare il fucile
e di non portarlo in giro. Poi
mi hanno dato un appuntamento. Sono venuti a casa
mia e visto che n io n i miei
figli volevamo tenere quel
fucile se lo sono portato via.
La verit? Adesso sono pi
tranquilla.
[P. ROM.]

Peculato

Comitato e parrocchia Lex senatore Bonansea


danneggiati dai ladri
condannato a tre anni
Raid di vandali a Rivoli. Domenica notte tra via Tevere e
viale Carr una banda ha colpito sia il centro dincontro
del Comitato di quartiere sia
la vicina parrocchia San Giovanni Bosco.
Per entrare hanno spaccato un vetro - racconta Ivano Da Re, del comitato -. Poi
hanno tentato di forzare le
macchinette del caff e delle
bibite, e solo una sono riusciti
ad aprirla. Pi che altro dispiace perch hanno fatto un
mucchio di danni. E questa
gi la terza volta in un anno e
mezzo che vengono a farci visita. La stessa notte sono
passati anche in parrocchia.

ANTONELLA TORRA

La parrocchia San Giovanni

Non so come siano entrati confessa don Giacomo -, non


ci sono segni di effrazione,
ma hanno portato via solo un
po alimenti della San Vincenzo, che gli avremmo regalato. Invece hanno spaccato
diversi vetri delle porte, facendo danni inutili, perch
bastava chiedere.
[P. ROM.]

Tre anni e due mesi di condanna a Claudio Bonansea


per peculato. Con questa
sentenza (di primo grado) la
terza sezione penale del Tribunale (presidente Antonio
De Marchi a latere Natale e
Favretto), ha chiuso, una vicenda che riguarda la Consepi, societ a partecipazione
pubblica (Finpiemonte, Sitaf) che aveva gestito in passato linterporto di Susa e poi
si era riconvertita in organizzazione di iniziative sulla sicurezza stradale per conto
del centro regionale della Sicurezza stradale MotorOasi.

Bonansea, ex senatore de
Ccd tra il 1994 e il 1996 ed ex
consigliere provinciale del
centrodestra difeso dagli avvocati Roberto Calleri e Simona Carosso - ne fu amministratore dal 2004 al 2008. Secondo
il pm Paolo Toso, che nellindagine si avvalsa anche di intercettazioni telefoniche, Bonansea da dirigente della partecipata si sarebbe appropriato di
centinaia di migliaia di euro.
Come? Affidava servizi logistici su piazze e strade pubbliche in manifestazioni sul tema
della guida sicura e opere di
manutenzione del verde a una
societ, la Euroservizi, che secondo il pm era intestata a un

Claudio
Bonansea
ex consigliere
provinciale
del Pdl ed
ex senatore
del Ccd, ha
avuto 3 anni
e 2 mesi

certo Ugo Barotto, residente


nel Pinerolese (nel frattempo
deceduto), ma riconducibile
allimputato. I legali di Bonansea annunciano appello Siamo molto amareggiati dicono
perch anche le perizie sui
conti correnti del nostro assistito avevano tutto sommato
deposto a nostro favore. Il pm

aveva chiesto 3 anni e 4 mesi.


I giudici gli hanno creduto
considerando evidentemente
la Euroservizi una societ ricollegabile allex senatore. La
Corte ha disposto che il risarcimento danni per le parti civili (Finpiemonte, Consepi e Sitaf), venga liquidato in separato giudizio.

12 45 67 18

56 .In citt

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

La pioggia di Scagliola

Le luci silenti

Il ritorno di Woyzeck

Il museo della pioggia e altre


realt aumentate: il libro di
Renato Scagliola presentato
alle 18 alla Libreria Borgop
di via Ornato 10. Con lautore,
il giornalista Piero Bianucci.

Le Luci silenti di Patrizia


Mussa si mettono in mostra allo
Spazio Eventa, via dei Mille 42.
Sono foto tratte da Teatri e
Le temple du soleil. Taglio del
nastro alle 18,30 con lartista.

Per la stagione Tpe, alle 21


allAstra (via Pilo 6), va in scena
il dramma di Bchner Il ritorno
di Woyzeck. Regia di Emiliano
Bronzino, con Lorenzo Gleijeses
e Maria Alberta Navello.

Luce Gallery
Suggestioni
traarteemusica

Gam
LaBerlino
diSergioStaino

1 La mostra colletti-

va Just another, che


sinaugura oggi alla
Luce Gallery di corso
San Maurizio 25, nata quasi per assonanza
intorno alla canzone di
Pete Yorn che ha lo
stesso titolo. Nikola
Cernetic, il direttore
della galleria, ha selezionato artisti internazionali che stanno
avendo grande successo presso collezionisti
italiani e stranieri
guardando anche al
gioco di suggestioni
tra arte, musica e sogno. Perch la musica - spiega il direttore
Cernetic - spesso sintreccia con altre discipline artistiche, in
uno scambio reciproco tra immagini ed
onde sonore.

1 Domani alla Gam si

REPORTERS

Dalla Fondazione Plart a via Cigna

inaugura la mostra dedicata a Sergio Staino:


Un racconto di Berlino, 1981 a cura di Danilo Eccher. Sergio Staino uno dei pi conosciuti e amati disegnatori satirici italiani. Nello spazio Wunderkammer saranno esposti
pi di cento disegni che
raccontano Berlino nel
1981, quando Staino,
armato di carta, matita,
china e una macchina
fotografica, raggiunse
la citt interpretandola
con i suoi disegni. E qui
Bobo, lalter ego del disegnatore, esplora una
citt dalle mille contraddizioni e grande fascino. Una metropoli in
forte espansione ancora inserita nel cuore del
comunismo europeo.

I pezzi i in mostra al Mef provengono dalla Fondazione Plart di Napoli, fra le pi prestigiose del mondo,
che nel corso degli anni ha messo insieme circa 1800 tra i pi significativi oggetti in plastica mai realizzati
EMANUELA MINUCCI

Chiss che cosa proverebbe


Charles Goodyear a entrare
al Museo Ettore Fico, dove
sta per essere inaugurata
(aprir al pubblico sabato) la
mostra Plastic Days. Di sicuro lui, che nel 1839 sinvent la gomma vulcanizzata,
una miscela di lattice vegetale e zolfo, ideale per diventare
pneumatico resistente a tutte le temperature, non si sarebbe mai immaginato che da
quella alchimia di polimeri
sarebbe disceso un intero
mondo di oggetti che hanno
fatto la storia del costume e
del design.

Museo Ettore Fico, da sabato

Gli oggetti che hanno fatto


la storia del design
Al Plastic Days in mostra 600 pezzi, dalla bakelite al Moplen

Da Bramieri allAlgol 11

Si dice plastica e si pensa agli


Anni Sessanta, allo spot, anzi
alla rclame, di Gino Bramieri
che magnifica lindistruttibilit del Moplen, ai mattoncini
assemblabili di Plastic City, ai
nanetti in gomma, al mitico
Algol 11 rigorosamente aragosta, disegnato dalla coppia
Zanuso & Sapper. Sino alle
prime posate in plastica e bicolori prodotte da Guzzini, alle sedie di Kartell e ai cactus
della torinese Gufram, le
plastic-firm per definizione. E invece, come spiegano i
curatori della mostra (che sino al 21 giugno occuper un
piano del Mef di via Cigna)
Cecilia Cecchini, docente di
Design alla Sapienza di Roma
e Marco Petroni che insegna
Accademia Belle Arti di Napoli, di plastica erano fatti
anche i pettinini e i ferma-capelli pi raffinati di fine Ottocento. Sono loro gli studiosi
che hanno selezionato 600 dei
1800 oggetti raccolti dalla
Fondazione Plart di Napoli.
E ne raccontano gli albori
quando al posto della plastica
cera il suo pap pre-sintetico, in bilico fra imitazione e
nuova identit ricavato in
bois durci, galatite, nitrato di cellulosa.
Viva la radio

Poi arriv la prima, vera plastica sintetica, la bakelite,


una resina a base di fenoloformaldeide ottenuta nel 1907

dal chimico belga Leo Baekland


- continua Cecilia Cecchini - un
materiale resistente alle alte
temperature, leggero e isolante: ideale per piccoli elettrodomestici come il phon, le radio, le
bilance gli stira-cravatte e gli
orologi. C un periodo in cui
la plastica rappresenta la versione povera di materiali pi
nobili, come per esempio la tartaruga o lavorio. A questo proposito alla fine dellOttocento i
titolari di una fabbrica di palle
da biliardo di New York misero
in palio 10 mila dollari per chi
avesse trovato un sostituto del
preziosissimo avorio ricavato
dalle zanne degli elefanti. Poi
arriva il momento in cui la plastica vive di luce propria e si fidanza con il design. Sono i ventanni che vanno dal 1950 al
1970 e le opere darte seriali entrano nelle case degli italiani:
insuperate icone che abitano
limmaginario collettivo grazie
al tocco di Gae Aulenti, Ettore
Sottsass, Marco Zanuso, Antonio Citterio, Ron Arad, Vico
Magistretti, e Philippe Starck.
Il Nobel a Giulio Natta

Grillo
Il telefono Grillo
dellAuso Siemens disegnato
nel 1967 da Marco Zanuso

Oltre ad essere una gioia per gli


occhi e uninfinita madeleine,
questa mostra rivela particolari della storia della plastica che
nessuno si sognerebbe di abbinare a una bacinella. Come il
Nobel ad esempio vinto nel
1954 da Giulio Natta, professore del Politecnico di Milano, per
aver inventato il polipropene
isolattico, poi commercializzato con il nome Moplen. In pochi mesi, questo materiale indistruttibile divent uno degli ingredienti base della quotidianit, desiderato da ogni casalinga
che guardasse Carosello.
Le plastiche verdi

Da non perdere
Sopra, il carrello Body in polipropilene
della azienda italiana B-Line,
creato nel 1970 da Joe Colombo
A fianco, in alto, la lampada Minnie in PVC della
Walt disney Production, realizzata
negli Stati Uniti negli Anni Sessanta
A fianco, nella foto in basso,
il portafrutta Atollo della ditta Danese,
disegnato nel 1965 in Italia da Enzo Mari

Come tutte le medaglie anche


la plastica ha il suo lato b, quello oscuro. Si chiama inquinamento. E la mostra tiene conto
anche di questo aspetto. Dedicando una sezione anche alle
plastiche verdi ottenute da
materie prime che arrivano da
fonti rinnovabili.
twitter@emanuelaminucci
Guarda il video su
www.lastampa.it/torino

12 45 67 18

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Buon libro a tutti

Viva il rock indipendente

Alle 21 al Circolo dei Lettori (via


Bogino 9), al via Good book,
iniziativa dedicata a esordi e
novit in libreria. Partecipano
gli scrittori Marco Peano,
Michela Murgia e Giorgio Vasta.

Alle Officine Ferroviarie (corso


Sommeiller 12), dalle 22, rock
indipendente con The Last Vinci
e Not Found. In apertura i Bettie
Blue, il duo stoner che a marzo
uscir con lalbum Yuma.

In citt .57

INCITTA
Per le vostre segnalazioni: giornonotte@lastampa.it

Salone Off 365, oggi alle 11 e alle 18,30

Teatro Erba - ore 21

Primo Levi, etologo


dallo sguardo sorridente

Roberto Herlitzka
Casanova al tramonto

La presentazione del libro Ranocchi sulla luna di Ernesto Ferrero


NOEMI PENNA

Gli animali di Primo Levi,


raccontati da Ernesto Ferrero. Il direttore editoriale
del Salone Internazionale
del libro di Torino ha raccolto tutte le pagine che lo
scrittore partigiano ha
scritto sul regno animale e
le ha riunite nel libro Ranocchi sulla luna, edito da
Einaudi, che presenter
oggi in anteprima in un
doppio appuntamento di
Salone Off 365: alle 11 al
liceo scientifico Cattaneo,
in via Sostegno 41/10 (solo
per studenti), e alle 18,30 in
biblioteca Primo Levi di
via Leoncavallo 17 (ad in-

gresso libero sino a esaurimento posti).


Metafore con le ali

Gabbiani e giraffe, formiche e


dromedari. Con racconti, interviste e poesie, Primo Levi si rivelato un brillante zoologo ed
etologo dallo sguardo sorridente e pensoso. Gli animali sono
parte integrante della sua moralit, metafora delle scelte che
ogni uomo deve affrontare. Linsolito tema ha incuriosito Ernesto Ferrero e ispirato Ranocchi sulla luna: uno zoo letterario in cui levoluzione diventa il
gioco dei possibili e non mancano animali fantastici (i vilmy, gli
atola, le nacunu), verosimili e
sottilmente inquietanti.

Da Lella a Welsh

Dieci autori, 3120 presenze di


cui 1740 studenti, undici librerie e otto circoscrizioni:
sono i numeri di Salone Off
365, la maratona che idealmente congiunge la scorsa
edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino
con la prossima, in programma dal 14 al 18 maggio
al Lingotto. Dopo Ernesto
Ferrero, il 24 e il 25 febbraio
attesa la grande Lella Costa, a cui spetta il compito di
smentire con ironia e intelligenza i luoghi comuni sulluniverso femminile, senza
tralasciare temi delicati come il femminicidio e la prostituzione.

Roberto Herlitzka
torinese classe 1937, vincitore del Nastro dArgento e
del David di Donatello per
Buongiorno, notte di
Marco Bellocchio e grande
interprete nei film Il rosso
e il blu e La grande bellezza porta in scena da oggi
a domenica allErba il modernissimo mito di Giacomo
Casanova riscritto da Ruggero Cappuccio. Una velenosa, dolce e sincera partita a scacchi in cui si muovono i
perni dellidentit di uno degli uomini pi discussi e amati del
diciottesimo secolo. Casanova ha perso la bellezza, ma non il
suo velo di seduttore vanesio: ormai ultrasettantenne, bibliotecario nel castello di Dux, in Boemia, dal conte Waldestein,
convinto di aver finito il suo tempo sulla Terra. La febbre lo
assale con zaffate di brividi che innescano tenerezze e autoironie, materializzando sul palco i ricordi della vita carnale.
Casanova diretto da Nadia Baldi e va in scena nel teatro
di corso Moncalieri 241 alle 21, domenica alle 16: biglietti da
16,50 a 24,50 euro, su prenotazione allo 011/66.15.447. [N. PEN.]

La si potr incontrare marted alle 18 in biblioteca Archimede di Settimo, in piazza


Campidoglio 50, e mercoled
alle 11 alla Fabbrica delle E del
Gruppo Abele, in corso Trapani 95: questo appuntamento sar trasmesso in diretta
sui siti internet www.salonelibro.it e www.radioarchimede.it; le scuole e i lettori che
desiderano partecipare devono scrivere a ufficio.scuola@salonelibro.it. Il testimone
passer poi a Zerocalcare (10
e 11 marzo), Riccardo Iacona
(30 e 31 marzo) e Irvine Welsh
(29 aprile).
Biblioteca civica Primo Levi
Via Leoncavallo 17
Tel. 011/51.84.268

Spazio211 - ore 22,30


Il comune percorso allEinaudi

La scaletta segreta
dei misteriosi Pere Ubu

Uno sperimentatore
di invenzioni fantastiche
Il direttore del Salone del Libro: Ho imparato molto dai suoi scritti
Primo
Levi

Intervista

Scrittore,
etologo,
zoologo,
linguista,
cultore di
giochi di
parole,
ha dedicato
racconti,
articoli, interviste immaginarie e poesie
a centinaia di
animali
enormi e
minuscoli,
estremamente forti ed
estremamente deboli

ELENA MASUELLI

n equilibrio fra fantasia e


rigore scientifico, mosso
da curiosit mai sterile,
Primo Levi ha dedicato racconti, articoli, interviste immaginarie e poesie a centinaia
di animali enormi e minuscoli, estremamente forti ed
estremamente deboli, audaci
e fuggitivi, veloci e lenti, astuti
e sciocchi, splendidi e orrendi. Ernesto Ferrero, narratore, saggista e critico letterario, ha raccolto tutte quelle
pagine in Ranocchi sulla luna e altri animali (Einaudi).

E lessere umano?

Lavanderia a vapore - domani ore 21

La danza israeliana
Quasi una fantasia
Balletto Teatro Torino
si confronta con due creazioni storiche del repertorio
dellisraeliano Itzik Galili:
Fragile e Until.With/
Out.Enough, concesse alla
compagnia diretta da Loredana Furno in esclusiva per
lItalia. Lensemble stato
ribattezzato Quasi una
fantasia e andr in scena
domani e sabato alle 21 alla
Lavanderia a vapore di
Collegno, in corso Pastrengo 51 (foto): un debutto tutto sabaudo, presto in tourne nazionale. Il lavoro del coreografo Galili
colpisce per la capacit di esplorare con la danza una vasta
gamma di punti di vista, oltrepassando la coscienza e i sentimenti interiori, bilanciando astrazione con narrazione. Fragile un duetto in cui la donna riesce a far superare le paure
del suo partner; Until.With/Out.Enough uno spazio chiuso che esiste solo nella nostra mente, scandito dalle musiche
di Henryk Gorecki. Biglietti a 15 euro, da 6 a 12 euro i ridotti,
su prenotazione allo 011/40.33.800 (oggi ore 11-19).
[N. PEN.]

Mettevano insieme le sue diverse anime?

Hanno fatto parte del suo


immaginario sin da bambino.
Osservandoli ha sviluppato le
sue capacit analitiche, ne ha
fatto uno straordinario motore di invenzione fantastica.
Gli interessavano sia la capacit di comunicazione che le
commistioni fra mondo minerale, vegetale e animale. Era
un tecnico di laboratorio, gli
sarebbe piaciuto portare
avanti la creazione, incompiuta, in divenire, su cui lavorare. Con il camice bianco
sperimentava, montava, dava forma a esseri anche un
po inquietanti, ma perfettamente plausibili.

I Pere Ubu ripartono


dallo Spazio211. Lultima
volta che la band di Cleveland suon in citt sullo
stesso palco, nel novembre
2013 prefer dedicarsi alla
composizione in presa diretta che proporre le canzoni
dellalbum a cui era dedicato
il tour, Lady from Shangai.
Una scelta che non ha fatto
mancare tensioni e scontri
in diretta fra i musicisti,
pure a favore di pubblico. Oggi David Thomas lultimo rimasto della formazione originaria, quella che ha esordito nel 1978
con The modern dance, e cosa decider di suonare questa
sera ancora un mistero. Il gruppo profondamente cambiato
ma ascoltando I put a spell on you e i lamenti voodoo che
riecheggiano nellultimo album, Carnival of souls, i fan pi
accaniti hanno limpressione che niente sia andato perduto.
Non resta che scoprirlo alle 22,30 in via Cigna 211: biglietti a 10
euro in prevendita on-line e 13 euro alla cassa del locale, che
apre alle 21,30 sulle note del power trio acustico Fjm.
[N. PEN.]

Certo ne esce un po ridimensionato. Sono pagine da cui si


comprende che tutti gli esseri,
ognuno nel suo ramo, sono intelligenti: era affascinato dalla
genialit con cui, anche quelli
minimi, sviluppano tecniche di
sopravvivenza.
Fra cani, formiche e chiocciole,
c un po di Levi nel suo Storia
di Quirina, di una talpa e di un orto di montagna?

Ho imparato tantissimo dai


suoi scritti. Ad esempio, per il
mio libro, che il sesso delle talpe

si distingue dal modo in cui si


grattano. E un autore mobile,
complesso, poliedrico: etologo,
zoologo, linguista, cultore di giochi di parole, non si finisce di scoprire. La mostra allestita a Palazzo Madama un invito a farlo.
Insomma, dopo La vita e le opere, il volume che ha scritto su di
lui, il cerchio si chiude?

Ho avuto il privilegio di entrare nel febbraio 63 allEinaudi e


trovarmi sulla scrivania, dopo
poche settimane, le bozze di
La tregua. Non avevo ancora

letto Se questo un uomo, ma


mi sono state chiare subito le
sue doti. Poi siamo diventati
amici. Primo era tutto. Gentile, disponibile, stava sempre un
passo indietro, anche un po
troppo. Era un grande e vero
scrittore, e come tale entrato
ad Aushwitz. Come un fotografo, nella confusione della realt,
riesce a scegliere un taglio di
immagine, a isolare gli elementi
portanti, in quel contesto spaventoso lui ha trovato parole
per raccontare lindicibile.

12 45 67 18

9AB5CDE 2F C7AB 82 LA STAMPA 

12 45 67 18

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Sport Cronaca .59

PORT
S

Ciclismo, Felline capitano azzurro al Laigueglia


Oggi, intanto, Fabio Felline, lunico professionista torinese in
attivit, guida la giovane Nazionale azzurra di Cassani al Trofeo
Laigueglia (km 192, partenza alle 11), che presenta un cast di
tutto rispetto. Ci saranno, tra gli altri, lirlandese Daniel Martin,
vincitore dellultimo Giro di Lombardia, il francese Voeckler,
Cunego, Pellizotti, Petacchi, Battaglin e Moreno Moser.
[F. BOC.]

A CURA DI SILVIA GARBARINO

Per le vostre segnalazioni sporttorino@lastampa.it

LItf da 25 mila dollari cresce di livello: testa di serie la 91 del ranking mondiale

La sentenza del giudice sportivo

Beinasco apre la stagione


dei tornei internazionali

Tre anni di squalifica


al dirigente che ha dato
una testata allarbitro
PAOLO ACCOSSATO

BARBARA MASI

Anche questanno prender il


via dallU.S. Beinasco la stagione torinese del tennis internazionale: ad aprirla, il 2
SGE Womens International
Tournament, il torneo femminile ITF 25.000 dollari in
programma dal 21 al 28 febbraio. Il primo di una serie di
eventi internazionali in Piemonte per un montepremi
complessivo di 250.000 dollari - dichiara il presidente della
FIT regionale Pierangelo Frigerio -. Un ammontare che,
dopo una flessione, ci riavvicina al boom toccato circa sei
anni fa con 300.000 dollari.
Sul territorio torinese seguiranno ad aprile il challenger maschile ATP 42.500 $ al
Monviso Sporting Club e il
consueto torneo ITF femminile al Nord Tennis Sport
Club che innalza il montepremi a 25.000 $, mentre il Circolo della Stampa Sporting
in attesa dallATP di una data
favorevole tra giugno e luglio
per il ritorno del challenger
maschile abbandonato nel
2011, in palio 42.500 $.

Occhio alla
Grymalska
Vincitrice del
singolo nel
2014, difende
i colori dellUs
Beinasco
in serie A
REPORTERS

Campionessa uscente

Intanto a Beinasco il presidente Sergio Testa ha rilanciato


aggiungendo lospitalit per le
giocatrici e facendo salire il livello tecnico: Lentry list vede
in testa la n. 91 del ranking
mondiale WTA, la ventunenne
ceca Denisa Allertova, e chiude
lingresso in main draw al numero 288 con Pernilla Mende-

sova. In mezzo, fra le altre, la


slovacca Kristina Kucova, la
francese Oceane Dodin e la tedesca Tatjana Maria entro la
150 posizione. Fra le italiane,
dietro Alberta Brianti e Gioia
Barbieri segue la ventisettenne
torinese Giulia Gatto Monticone, n. 240 WTA e vincitrice lo
scorso anno del doppio accanto
alla cuneese Nicole Clerico. Ma

la campionessa uscente anche la punta di diamante di casa: la ventiquattrenne Anastasia Grymalska, originaria di
Kiev ma di nazionalit italiana
che da qualche stagione difende i colori dellU.S. Beinasco in
Serie A.
Nel 2014 Anastasia ha strappato il titolo allucraina
Vasylyeva, e questanno beneficer di una wild card in tabellone insieme alla saluzzese Camilla Rosatello, allaostana
Martina Caregaro e alla ligure
Cristiana Ferrando. Si scende
in campo sabato e domenica
con le qualificazioni, da luned
il main draw, ingresso libero.
Bnl Open, pre qualifiche

E dal Circolo della Stampa


Sporting, in occasione del 1 Seminario per dirigenti FIT, sono
stati lanciati dal presidente
FIT Angelo Binaghi anche i
BNL Open, i tornei di pre qualificazione agli Internazionali
dItalia aperti a tutti: domenica
scorsa al Monviso Sporting
Club ha preso il via il torneo
maschile, il femminile in programma ad aprile al Circolo
della Stampa Sporting.

Era attesa la decisione del


giudice sportivo e tempestivamente arrivata. Puntuale,
dettagliata ed impietosa. In
merito ai fatti del match di
Giovanissimi tra Atletico Torino e Pinerolo, il dirigente
dellAtletico Giuseppe DIppolito stato inibito a svolgere
qualsiasi attivit fino al 20
febbraio 2018, in pratica 3 anni lontano dai campi: in occasione di un gol del Pinerolo dice la sentenza - il dirigente
accompagnatore entrava sul
terreno di gioco, aggrediva
larbitro spintonandolo e colpendolo con una testata sul
naso che provocava unepistassi. Il direttore di gara, minorenne, veniva subito accompagnato negli spogliatoi
dal presidente di casa: qui il
padre del giovane chiamava i
Carabinieri che fotocopiavano i documenti del dirigente
resosi irreperibile. Poi, la corsa al Cto dove la diagnosi era
di contusione della faccia e del
collo con prognosi di 3 giorni.
Il giudice conclude rimarcando il comportamento
esecrabile indegno di una

qualsiasi persona che intenda


definirsi civile. Ma lAtletico
Torino non ci sta e parla tramite il suo presidente Fortunato
Arcella: Faremo ricorso perch non c stata testata allarbitro, al massimo un faccia a
faccia, e tantomeno fuoriuscita
di sangue. Abbiamo accompagnato noi il ragazzo nello spogliatoio e non aveva segni sul viso. Il dirigente con noi da 10
anni e non tipo da gesti simili. Anche La Spina, mister del
Pinerolo, non ha visto sangue:
Ma ero in panchina e non posso quantificare lentit del colpo. Posso per dire che il comportamento dellAtletico dopo il
fatto stato impeccabile.
Chieri, black out

Un black-out di dieci minuti ad


inizio ripresa costringe il Chieri
alla resa nel recupero contro il
Borgosesia ed impedisce ai collinari il sorpasso in vetta ai danni del Cuneo. Al De Paoli finisce 3-2 per i valsesiani: vantaggio chierese al 35 con Pautassi,
tris ospite nel secondo tempo
con Alvitrez (3), Piraccini (4) e
Gasparri (10) e rete della speranza biancoazzurra di Lazzaro
al 17. Il Chieri resta terzo.

12 45 67 18

60 .Dove andiamo

STAMPA
.LA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Musei
ACCADEMIA ALBERTINA - PINACOTECA (Via Accademia Albertina 8; tel. 011 0897370). Mostra Recherche

sui pittori di famiglia fino al 01/03/2015. Orario: lun, mar, giov, ven, sab, dom: 10-18. Ultimo ingresso alle
ore 17.30. Mercoled chiuso. Visite guidate: sab ore 16, dom e festivi ore 11 e 16.
A... COME AMBIENTE (c.so Umbria 90, tel. 011 0702535). Sab-dom 14-9, ultimo ingresso alle 18.
ARCHIVIO DI STATO (p.zza Castello 209, tel. 011 540382). Sala studio di piazza Castello e via Piave 21, orario:
lun-ven 8-18,30, sab 8-14.
ARCHIVIO STORICO DELLA CITTA (via Barbaroux 32, tel. 011 4431811). Orario: lun-ven 8,30-18,30, dom
10,30-18,30.
ARMERIA REALE (bigl. unica Palazzo Reale p. Castello 191, tel. 011 543889). Or.: mar-dom e festivi 8,30-19,30.
BASILICA DI SUPERGA E REALI TOMBE DI CASA SAVOIA (strada Basilica di Superga 75, tel. 011 8997456). Lundom. 9,30-19. Visite alla Cupola, lun-ven. 10-18, sabato 9,30-19, dom 12,45-19.
BIBLIOTECA REALE (piazza Castello 191, telefono 011/543855). Orario: lun-mar-mer 8,15-18,45; gio-ven
8,15-13,45; 14-18,45; sab 8,15-13,45.
BORGO E ROCCA MEDIEVALE (viale Virgilio - Parco del Valentino, tel. 011/4431701). Orario Borgo: tutti i giorni 9-19. Rocca: chiusura invernale. Calendario visite guidate speciali in Rocca: www.borgomedievaletorino.it
FONDAZIONE 107 (via Sansovino 234, tel. 011/45 444 74). Or.: gio-dom 14-19. Visite guidate su prenotazione.
FONDAZIONE ACCORSI OMETTO - MUSEO DI ARTI DECORATIVE (via Po 55, interno 3, tel. 011/8376883). Visite
guidate alla collezione permanente ogni ora.Orari: da marted a venerd 10-13; 14-18. Sabato e domenica
10-13; 14-19. Luned chiuso. Dal 30 gennaio al 28 giugno 2015 in mostra: Fascino e splendore della porcellana dI Torino. Rossetti, Vische, Vinovo. 1737-1825.
FONDAZIONE MERZ (via Limone 24, Torino). Mar-dom 11-19.
FONDAZIONE SANDRETTO (via Modane 16, tel. 011/379.76.00). Orari: gio: 20-23, ven-sab-dom: 12-19.
GAM (via Magenta 31, tel. 011/4429518). mar-dom 10-18. lun chiuso. Mostre: Felice Casorati, il pensiero
assorto, fino al 15 febbraio. La biglietteria chiude unora prima.
JUVENTUS MUSEUM (via Druento 153 interno 42). Orario: lun-mer-gio-ven 10,30-19, sab-dom e festivi
10,30-19,30, mar chiuso. Per info www.juventus.com.
MAO - MUSEO DARTE ORIENTALE (via San Domenico 11, tel. 011 4436927). Orario mar-ven 10-18, sa 11-20,
do 11-19, lun chiuso. La biglietteria chiude unora prima. Mostre: Cavalli Celesti, fino al 22 febbraio;
Marco Polo. La via della seta nelle fotografie di Michael Yamashita fino al 12 aprile.
MUSEO DEL CARCERE Le Nuove (via P. Borsellino n. 3, tel. 011/309.01.15; 011/76.04.88). Or. visita guidata:
lun-sab. ore 15; dom ore 15 e 17; 2 e 4 dom ore 9, 15 e 17; Ricovero antiaereo sab-dom 17.15.
MUSEO DELLO SPORT- STADIO OLIMPICO (C.so Agnelli ang. c.so Sebastopoli, tel. 011/19785617; info@olympicstadioumturin.com). Mar-ven 14-18, sab-dom 10-18 Visite allo Stadio ogni ora. Chiuso per le partite.
MUSEO DI ANTICHITA (via XX Settembre 86, tel. 011 521 2251). Biglietteria unica presso Palazzo Reale. Or.:
da mar-sab. 8.30-19.30; dom e festivi 14-19,30. Tutte le domeniche alle 16 visita tematica gratuita.
MUSEO DI ANTROPOLOGIA CRIMINALE CESARE LOMBROSO (via P.Giuria 15, 011 6708195). lun-sab 10-18.
MUSEO DIFFUSO DELLA RESISTENZA (c.so Valdocco 4/A, tel. 011 4420780). Allestimento permanente: Torino
1938-1948. Dalle leggi razziali alla Costituzione. Or.: mar-mer-ven-sab-dom 10-18, gio. 14-22. Lun chiuso.
MUSEO EGIZIO (via Accademia delle Scienze 6, tel 011 5617776). Orario: tutti i giorni 8,30-19,30, lun chiuso. Ultimo ingresso unora prima.
MUSEO ETTORE FICO (via F. Cigna 114, tel. 011 853065). Orario: mer-ven-sab-dom 11-19. Gio 11-22
MUSEO NAZIONALE DELLAUTO (corso Unit dItalia 40, tel. 011 677666). Or.: lun 10-14, mar 14-19, mergio., dom 10-19, ven-sab 10-21. La biglietteria chiude unora prima.
MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA ALLA MOLE ANTONELLIANA (via Montebello 20, tel. 011 8138560). Orario:
tutti i giorni 9-20, lun chiuso. La biglietteria chiude unora prima.
MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA (piazzale Monte dei Cappuccini 7, tel. 011/6604104). LItalia di
Grand Hotel Il sogno e la montagna Dal 19 dicembre 2014 al 19 aprile 2015
Mostra Collezionisti di Montagne. Fino al 26/4/2015.
MUSEO NAZIONALE DEL RISORGIMENTO PALAZZO CARIGNANO (piazza Carlo Alberto 8, tel. 011 5621147).
Orario sab-dom. 10-13 e 15-18, chiuso nei giorni feriali.
MUSEO PIETRO MICCA (Via Guicciardini 7/a tel. 011 54 63 17). Mar-dom 10-18 (ultimo ingresso 17). Visite
guidate 10,30, 14,30, 16,30.
MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI (via Giolitti 36, tel. 011/4326354). Chiuso.
MUSEO STORICO REALE MUTUA (Via Garibaldi 22) . Mar e gio 16-18, primo e terzo weekend del mese sab
14,30 18, dom 10 - 18. Su prenotazione lun- gio 9 13.
MUSLI MUSEO DELLA SCUOLA E DEL LIBRO PER LINFANZIA (Palazzo Barolo, via Corte dAppello 20/c, tel.
011/197.84.944). lun-ven 9,30-12,30; ogni seconda dom del mese 15,30-18,30. Visita guidata 5 euro.
PALAZZO MADAMA - MUSEO CIVICO DI ARTE ANTICA (p.zza Castello, tel. 011 4433501) Collezioni permanenti: mar-sab 10-18; dom. 10-19. lun chiuso. La biglietteria chiude unora prima. Scalone: mar-dom 10-19.
Mostre: Il Mondo in una tazza, fino al 19 aprile; Primo Levi. Una strenua chiarezza, fino al 6 aprile.
PALAZZO REALE (p. Castello, tel. 011 4361455). Or.: tutti i giorni 9-19,30, lun. chiuso, sab. visite 9,30 - 18,10.
PAV PARCO ARTE VIVENTE (Via Giordano Bruno 31, tel. 011 3182235). Or.: ven 15-18, sab-dom 12-19.
PINACOTECA GIOVANNI E MARELLA AGNELLI (Lingotto, 8 Gallery - via Nizza 230, tel. 011 0062713). Orario:
mar-dom. 10-19, ultimo ingresso 18,15.
PROMOTRICE BELLE ARTI (viale Crivelli 11, tel. 011/5790095). Mar-sab 11-13/16,30-20, festivi 10,30-12,30.
SPAZIO LA STAMPA (via Lugaro 21 www.lastampa.it/spaziolastampa). Lun-ven 10-20, sab 15-20,
dom 15-20. Visite guidate su prenotazione allo 011/6568.319 o mail a visite@lastampa.it - Visite
diurne: museo+redazione - Visite serali: museo+redazione+stabilimento.
TEMPORARY MUSEUM (cso Verona 15/C, c/o BasicVillage, tel. 011/432.4591). Esposizione permanente:
La Rivoluzione Informatica: dal Mainframe alliPad. Mer-ven 15-19, sab-dom 10-19.
PROVINCIA
CASTELLO DI RIVOLI - MUSEO DARTE CONTEMPORANEA (piazza Mafalda di Savoia, tel. 011 9565220/22). Or.:

mar- ven. 10-17, sab-dom. 10-19, lun. chiuso.

FORTE DI FENESTRELLE. Or: da gio a lun 10-17; chiuso mar e mer. Prenotazioni tel. 0121 83600.
MUSEO DELLO SPAZIO E PLANETARIO DIGITALE (via Osservatorio 8, Pino Torinese, tel. 011 8118740,

www.planetarioditorino.it).

REGGIA DI VENARIA REALE (p.zza Repubblica, Venaria, tel. 011/4992333; www.lavenaria.it). La Venaria Reale

rester chiusa dal 9 febbraio al 6 marzo 2015. Riaprir sabato 7 marzo 2015.
PALAZZINA DI CACCIA (p.zza Principe Amedeo 7, Stupinigi). Orario mar-ven 10-17.30 (ultimo ingresso 17);
musei@lastampa.it
sab-dom 10-18.30 (ultimo ingresso 18). Tel. 011/013.30.73

12 45 67 18

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

I Cinema

Le trame

del 19 febbraio 2015

ALFIERI piazza Solferino 4, tel. 01156.23.800. Prezzi: 6,50


int.; 4,50 rid. over 60, under 26; 2,50 abb+CVC
Viviane
Solferino 1
P 19.50-22.00
Diplomacy
Solferino 2
P 20.20-22.00
AMBROSIO CINECAF corso Vittorio 52, tel. 011540.068. Prezzi:
7,50 int.; 5,50 rid., militari, under 18, universitari, Io Studio; 4,00 over
60 pom.; 5,00 over60 ser. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
Birdman
Sala 1
P 15.30-17.50-20.10-22.30
Selma - La strada per la libert
Sala 2
P 15.00-17.30-20.10-22.30
The imitation game
Sala 3
15.30-17.50-20.10-22.30
CENTRALE ARTHOUSE - UNIVERSITY FRIENDLY via Carlo
Alberto 27, tel. 011540.110. Prezzi: 7,50 int.; 5,00 militari, universitari, Aiace, over 65, under 18
Birdman VO
16.30-19.00-21.30 (sott.it.)
CITYPLEX MASSAUA piazza Massaua 9, tel. 01177.40.461.
Prezzi: 7,50 int. serale; 5,50 int. Pom., ridotto Aiace, militare, under
18, universitario; 4,00 over 60 (fino alle 17,55); 5,00 over 60 (dopo le
17,55); Abb. Agis accettato
Notte al museo - Il segreto del Faraone P 15.00-18.40
Non sposate le mie figlie!
P 15.00-16.50-20.30-22.35
Il settimo figlio
P 15.00-16.55-20.30-22.35
Shaun, vita da pecora - Il film
P 16.45-18.40
Taken 3 - Lora della verit
P 22.35
Mune - Il guardiano della luna
P 18.35
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 15.00-17.30-20.00-20.20-22.35
Noi e la Giulia
P 15.20-17.40-20.20-22.35
CLASSICO piazza Vittorio Veneto 5, tel. 01153.63.323. Prezzi:
6,00 int.; 4,00 ridotto
Pride
P 16.00-20.15
Il sale della terra
P 18.15-22.15
DUE GIARDINI ARTHOUSE - UNIVERSITY FRIENDLY via Monfalcone 62, tel. 01132.72.214. Prezzi: 7,50 int.; 5,00 universitari, militari, Aiace, over 65, under 18; 4,00 primo spettacolo;
Selma - La strada per la libert
Nirvana
P 16.00-18.30-21.15
Un piccione seduto su un ramo riflette sullesistenza
Ombrerosse P 16.10-18.10-20.10-22.10
ELISEO p.zza Sabotino, tel. 01144.75.241. Prezzi: 7,50 int.;
5,00 under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 over 60; 5,00 1 e 2
spettacolo; Abb. 14 4,40
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Eliseo Grande
15.00-17.20-19.40-22.00
Turner
Eliseo Blu
P 15.30-18.30-21.30
Birdman
Eliseo Rosso P 15.00-17.20-19.40-22.00
F.LLI MARX ARTHOUSE - UNIVERSITY FRIENDLY corso Belgio
53, tel. 01181.21.410. Prezzi: 7,50 int.; 5,00 universitari, militari,
Aiace, over 65, under 18; 4,00 primo spettacolo;
Birdman
Sala Groucho P 15.45-18.00-20.15-22.30
Gemma Bovery
Sala Chico
P 16.00-18.00
The repairman
Sala Chico
P 20.00 (anteprima)
Birdman
Sala Chico
P 21.45
Selma - La strada per la libert
Sala Harpo
P 16.00-18.30-21.15

GREENWICH VILLAGE via Po 30, tel. 01183.90.123. Prezzi:


7,50 int.; 5,50 rid., militari, under 18, universitari, Io Studio; 4,00 over
60 pom.; 5,00 over60 ser. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
Non sposate le mie figlie!Sala 1
P 17.50-20.30-22.30
Un piccione seduto su un ramo riflette sullesistenza
Sala 2
P 17.30-20.10-22.30
Il segreto del suo volto Sala 3
P 17.30-20.10-22.30
IDEAL - CITYPLEX corso Beccaria 4, tel. 01152.14.316. Prezzi:
7,50 int. serale; 5,50 int. pom., militari, under 18, universitari, Agis,
Aiace; 4,50 over 65; Coupon sconto Mucca Pazza (solo il gioved); Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 15.00-17.30-20.00-22.30
Noi e la Giulia
P 15.15-17.40-20.05-22.30
Mortdecai
P 15.30-17.50-20.10-22.30
Il settimo figlio
P 15.45-18.00-20.15-22.30
Non sposate le mie figlie!
P 16.00-18.10-20.20
Taken 3 - Lora della verit
P 22.30
LUX galleria San Federico, tel. 01156.28.907. Prezzi: 7,50
int.; 5,50 rid., militari, under 18, universitari, Io Studio; 4,00 over 60
pom.; 5,00 over60 ser. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Sala 1
P 17.50-20.10-22.30
Notte al museo
Sala 2
P 17.30
La teoria del tutto
Sala 2
P 20.10
American Sniper
Sala 2
P 22.30
Noi e la Giulia
Sala 3
P 17.50-20.10-22.30
MASSIMO via Verdi 18, tel. 01181.38.574. Prezzi: 7,50 int.;
5,00 rid., Aiace, stud. univ.; 4,00 over 60. Proiezioni 3D 10,00 int.;
8,00 rid.
Whiplash
Massimo 1
P 16.00-18.10-20.20-22.30
Birdman
Massimo 2
P 15.30-17.50-20.10-22.30
Pride VO
Massimo 3
P 16.00-18.10-20.20-22.30 (sott.it.)
NAZIONALE via Pomba 7, tel. 01181.24.173. Prezzi: 7,50 int.;
5,00 under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 over 60; 5,00 1 e 2
spett. pom.; Abb. 14 4,40
Timbuktu
Nazionale 1
16.10-18.10-20.10-22.10
Still Alice
Nazionale 2
16.00-18.00-20.00-22.00
REPOSI via XX Settembre 15, tel. 011531.400. Prezzi: 7,50
int. serale; 5,50 int. pomeridiano, Militari, Under 18, Universitari, Io studio; 5,00 ridotto Aiace; 4,50 over 60; 27,00 abb. 6 ingr.; 51,00
abb. 12 ingr.; Abb. Agis accettato. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00
Shaun, vita da pecora - Il film
P 15.00-16.50-18.40
Taken 3 - Lora della verit
P 20.20-22.30
Noi e la Giulia
P 15.15-17.40-20.05-22.30
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 15.00-17.30-20.00-22.30
Notte al museo - Il segreto del Faraone P 15.30
Mortdecai
P 17.30-20.00-22.30
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 15.30-18.30-21.30
Ingresso da via Arsenale 31:
Non sposate le mie figlie!
P 15.30-17.50-20.10-22.30
Il settimo figlio
P 15.15-17.40-20.05-22.30
ROMANO galleria Subalpina, tel. 01156.20.145. Prezzi: 7,50
int.; 5,00 under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 Over 60; Abb. 14
5,00; 1 e 2 spett. pom.
The imitation game
Sala 1
P 15.30-20.00-22.05
Minuscule
Sala 2
P 15.30-17.40
Turner
Sala 2
P 15.30-18.45-21.30
Il nome del figlio
Sala 3
P 17.10-19.00-20.50-22.40

THE SPACE CINEMA TORINO - PARCO DORA salita Michelangelo Garove 24, tel. 892111. Prezzi: 8,00 int.; 6,00 rid.; 5,00
over 60, Soci Aci; 5,00 Under 25 card; 5,00 La tariffa A/R andata e
ritorno (solo 2D) dal luned al gioved
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Sala 1
P 15.30-18.30-21.30
Mune
Sala 2
P 16.10-18.25
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Sala 2
P 21.00
Noi e la Giulia
Sala 3
P 16.20-19.10-22.00
Notte al museo
Sala 4
P 16.00
Taken 3 - Lora della verit Sala 4
P 19.10
Selma - La strada per la libert
Sala 4
P 21.55
Selma - La strada per la libert
Sala 5
P 16.15
Mortdecai
Sala 5
P 19.15-21.55
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Sala 6
P 16.00-19.00-22.00
Il settimo figlio
Sala 7
P 16.50-19.25-22.00
Shaun, vita da pecora Sala 8
P 16.35
Rembrandt
Sala 8
P 20.30
Selma - La strada per la libert
Sala 8
P 21.55
UCI CINEMAS LINGOTTO via Nizza 262, tel. 892960. Prezzi: 8,00
int.; 6,30 studenti; 5,80 bimbi fino a 8 anni; 6,00 over 65; 8,00 notturno. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 9,00, acquisto occhiali 3D 1,00
Taken 3 - Lora della verit
P 14.30-17.10-19.50-22.30
Notte al museo - Il segreto del Faraone P 14.50-17.20-20.00
Italiano medio
P 22.30
Non sposate le mie figlie!
P 14.45-17.15-19.45-22.10
Shaun, vita da pecora - Il film
P 14.45-17.20
La piramide
P 19.55-22.30
Mune - Il guardiano della luna
P 14.10
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P
16.30-22.15
Birdman
P 19.30
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 15.15-18.30-21.45
Noi e la Giulia
P 14.15-17.00-19.45-22.30
Selma - La strada per la libert
P 14.10-16.55-19.40-22.25
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 14.30-17.35-20.40
Mortdecai
P 14.25-17.05-19.45-22.20
Il settimo figlio
P 14.55-17.25-22.25
Il settimo figlio 3D
P 19.55

Cinema: Torino e altre visioni

IVREA

AUDITORIUM E. FASSINO via IV Novembre 19, tel. 34072.29.490.


La mossa del pinguino
18.30-21.15

BOARO 0125641.480.
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
POLITEAMA 0125641.571.
Smetto quando voglio

17.00
21.15

20.00-22.30

CINE TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011655.187. Riposo


CINE CARDINAL MASSAIA via Sospello 32, tel. 011257.881.
Riposo
ESEDRA via Bagetti 30, tel. 01143.37.474.
Cinecircolo Il Pungolo
21.15
MONTEROSA via Brandizzo 65, tel. 01123.04.153. Riposo
VALDOCCO via Salerno 12, tel. 01152.24.279. Riposo

19.00-21.30

MONCALIERI

THE SPACE CINEMA BEINASCO - LE FORNACI via G. Falcone,


tel. 892111. Prezzi: 8,70 int.; 6,90 rid., ragazzi fino 10 anni;
6,20 over 65, studenti universitari. Proiezioni 3D: 10,50 int., 8,50 rid.
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Sala 1
18.25-21.20
Noi e la Giulia
Sala 2
17.00-19.45
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Sala 2
22.30
Il settimo figlio
Sala 3
17.15-19.45-22.15
Notte al museo
Sala 4
17.15
Taken 3 - Lora della verit Sala 4
19.40-22.20
Shaun, vita da pecora Sala 5
17.20
Non sposate le mie figlie! Sala 5
19.35-22.00
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Sala 6
16.20-19.10-22.00
Mune
Sala 7
17.10
Selma - La strada per la libert
Sala 7
19.20
Noi e la Giulia
Sala 7
22.10
Mortdecai
Sala 8
17.00-19.30-22.05
Selma - La strada per la libert
Sala 9
17.00
Rembrandt
Sala 9
20.30

CHIERI

PIANEZZA

SPLENDOR via XX Settembre 6, tel. 01194.21.601.


Pride
21.15

LUMIERE 01196.82.088.
Il settimo figlio

Teatri

Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14


The Judge
Noi e la Giulia

21.00
21.15
21.15

PINEROLO

UCI CINEMAS MONCALIERI via Postiglione, tel. 899.788.678.


Prezzi: 8,00 int.; 5,70 rid.. Proiezioni 3D: 10,50 int.; 8,50 rid
American Sniper
P 19.30
Noi e la Giulia
P 14.00-16.45-22.30
Jupiter - Il destino delluniverso
P 16.10-19.10-22.15
Mortdecai
P 14.45-17.20-20.00-22.35
Non c 2 senza te
P 14.30-17.00-19.30-22.15
Un piccione seduto su un ramo riflette sullesistenza
P 14.20-16.55-19.25-22.05
Mune - Il guardiano della luna
P 14.10-16.45
Birdman
P 19.10
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 15.00-18.00-21.00-22.00
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 15.30-18.30-21.30
Noi e la Giulia
P 16.05-18.55-21.40
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 16.40-19.35-22.30
Il settimo figlio
P 14.20-17.05-22.25
Il settimo figlio 3D
P 19.45
Selma - La strada per la libert
P 16.20-19.10
Italiano medio
P 22.15
Shaun, vita da pecora - Il film
P 14.30-17.00
Noi e la Giulia
P 19.30
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P 22.15
Notte al museo - Il segreto del Faraone P 14.30-17.10
La piramide
P 19.50-22.20
Non sposate le mie figlie!
P 14.00-16.30-19.30-22.00
Taken 3 - Lora della verit
P 14.20-17.00-19.35-22.15

BEINASCO

A CURA DI Daniele Cavalla

AMERICAN SNIPER
Drammatico. Regia di Clint Eastwood, con Bradley
Cooper e Sienna Miller. Durata: 134 minuti. Lautore di Gran
Torino racconta la vera storia di Chris Kyle, il cecchino pi
letale dellesercito americano durante la guerra in Iraq: la sua
missione al fronte, il ritorno a casa. (Lux)

BIRDMAN
Commedia nera. Regia di Alejandro Gonzlez Irritu, con Michael Keaton e Edward Norton. Durata: 119 minuti. Diventato celebre per aver interpretato un supereroe al cinema, lattore in declino Riggan Thomson decide di mettere
in scena a Broadway un testo di Raymond Carver per dimostrare che non finito. Dallautore messicano di Babel e
Biutiful. (Ambrosio, Eliseo, Fratelli Marx, Massimo, Uci)

CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO


Commedia. Regia di Sam Taylor-Johnson, con Jamie
Dornan e Dakota Johnson. Durata: 124 minuti. Adattamento
cinematografico del best seller erotico dellinglese E.L. James, ritrae il rapporto che nasce tra la giovane universitaria
Anastasia Steele e il milionario Christian Grey. Dalla regista
del film Nowhere boy incentrato sul giovane John Lennon.
(Eliseo, Ideal, Lux, Massaua, Reposi, The Space, Uci)

GEMMA BOVERY
Commedia. Regia di Anne Fontaine, con Fabrice Luchini e Gemma Arterton. Durata: 99. Nella campagna francese i
nuovi vicini di casa del panettiere Martin sono gli inglesi
Gemma e Charles Bovery. Appassionato di letteratura e in
particolare di Madame Bovary, egli fantastica e sinvaghisce di lei. Pellicola che ha inaugurato lultima edizione del
Torino Film Festival. (Fratelli Marx)

IL NOME DEL FIGLIO


Commedia. Regia di Francesca Archibugi, con Alessandro Gassman e Micaela Ramazzotti. Durata: 94 minuti. Il nome del futuro figlio di una coppia fa diventare una cena teatro di violente liti fra i presenti. Remake del recente film francese Cena tra amici. (Romano)

MORTDECAI
Commedia. Regia di David Koepp, con Johnny Depp e
Gwyneth Paltrow. Durata: 107 minuti. Il mercante darte inglese Charlie Mortdecai sulle tracce di un quadro di Goya
determinante per ritrovare un tesoro dei nazisti. Dai romanzi
di Kyril Bonfiglioli, la coppia Koepp-Depp di nuovo insieme
dopo Secret window. (Ideal, Reposi, The Space, Uci)

NOI E LA GIULIA
Commedia. Regia di Edoardo Leo, con Luca Argentero
e Claudio Amendola. Durata: 115 minuti. Insoddisfatti della
propria esistenza, tre quarantenni decidono di cambiar vita e
aprire un agriturismo: sulla loro strada, un camorrista locale.
Dal romanzo di Fabio Bartolomei Giulia 1300 e altri miracoli. (Ideal, Lux, Massaua, Reposi, The Space, Uci)
Commedia. Regia di Philippe de Chauveron, con Christian Clavier e Chantal Lauby. Durata: 97 minuti. I coniugi
francesi Verneuil sognano per le loro quattro figlie matrimoni tradizionali. La realt sar ben diversa: le prime tre ragazze
sposano un algerino, un ebreo e un giapponese. Rimane la
pi giovane, Laure. Dodici milioni di spettatori in Francia.
(Greenwich, Ideal, Massaua, Reposi, The Space, Uci)

NOTTE AL MUSEO - IL SEGRETO DEL ...


Fantasy. Regia di Shawn Levy, con Ben Stiller e Robin
Williams. Durata: 98. Terzo capitolo della saga, vede il sorvegliante Larry Daley impegnato al British Museum di Londra
alle prese con la misteriosa tavoletta che riporta in vita i personaggi del museo. Ultima interpretazione del compianto
Robin Williams. (Lux, Massaua, Reposi, The Space, Uci)

PRIDE

AVIGLIANA

BARDONECCHIA

BRUTTO MEDIOCRE INTERESSANTE/DIVERTENTE BELLO

NON SPOSATE LE MIE FIGLIE!


AGNELLI via P. Sarpi 111/a, tel. 01131.61.429. Riposo

Cinema aperti: Area Metropolitana e Provincia

SABRINA 012299.633.
Shaun, vita da pecora - Il film
Noi e la Giulia

Dove andiamo .61

21.00

MULTISALA 0121393.905.
Noi e la Giulia
Italia 200
P 21.00
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Italia 500
P 21.00

SAUZE DOULX
SAYONARA 0122859.652.
Il settimo figlio
Noi e la Giulia

18.00
21.15

SESTRIERE
FRAITEVE.
Il settimo figlio VO

P 21.15

SETTIMO TORINESE
PETRARCA via Petrarca 7, tel. 01180.07.050.
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Sala 1
21.10
Mortdecai
Sala 2
21.20
Noi e la Giulia
Sala 3
21.30

VALPERGA
AMBRA 0124617.122.
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14
Uno
Noi e la Giulia
Due

IL SALE DELLA TERRA


Documentario. Regia di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado. Durata: 100 minuti. Lautore di Paris Texas ricostruisce la vita del celebre fotografo Salgado. (Classico)

IL SEGRETO DEL SUO VOLTO


Drammatico. Regia di Christian Petzold, con Nina
Hoss e Ronald Zehrfeld. Durata: 98 minuti. Sopravvissuta al
campo di sterminio di Auschwitz,Nelly torna a Berlino gravemente ferita e col volto sfigurato: dopo lintervento di chirurgia plastica al viso, parte alla ricerca del marito che la crede morta. Dallautore del pluripremiato Barbara. (Greenwich)

SELMA
Drammatico. Regia di Ava DuVernay, con David Oyelowo e Tom Wilkinson. Durata: 128 minuti. La storia di Martin
Luther King, leader nero che nellAmerica degli Anni Sessanta si batt contro la discriminazione razziale percorrendo la
strada della non violenza. Producono Oprah Winfrey e Brad
Pitt. (Ambrosio, Due Giardini, Fratelli Marx, The Space)

IL SETTIMO FIGLIO
Fantasy. Regia di Sergei Bodrov, con Ben Barnes e Julianne Moore. Il giovane guerriero Tom Ward e il suo mentore
contrastano una potente strega e il suo esercito di mostri sovrannaturali. Dal romanzo di Joseph Delaney Lapprendista
del mago, dirige il cineasta russo in evidenza anni fa per
Mongol. (Massaua, Ideal, Reposi, The Space, Uci)

SHAUN VITA DA PECORA


21.30
21.30

VENARIA
SUPERCINEMA 01145.94.406.
Cinquanta sfumature di grigio V.M. 14 P
Non sposate le mie figlie!
P
Taken 3 - Lora della verit
P
Noi e la Giulia
P
JOLLY 01196.96.034.
Alabama Monroe - Una storia damore

Commedia. Regia di Matthew Warchus con Bill Nighy


e Paddy Considine. Durata: 120 minuti. NellInghilterra anni
Ottanta un gruppo di attivisti gay si unirono ai minatori di un
paesino del sud del Galles, Onllwyn, nella lotta contro il governo di Margaret Thatcher. Da una storia vera. (Classico)

Animazione. Regia di Mark Burton e Richard Starzack.


Durata: 85 minuti. Dallo studio Aardman (Wallace & Gromit), approdano al cinema le avventure della pecora Shaun
e dei suoi amici. (Massaua, Reposi, The Space, Uci)

STILL ALICE
20.00-22.30
20.30
22.30
20.00-22.30

Drammatico. Regia di Glatzer e Westmoreland, con


Julianne Moore e Kristen Stewart. Durata: 99 minuti. Allimprovviso la cinquantenne professoressa Howland, sposata e
madre di tre figli, comincia a perdere la memoria: si tratta di
una rara forma precoce di alzheimer. Dal best seller di Lisa
Genova Perdersi. (Nazionale)

TAKEN 3 - LORA DELLA VERITA


21.00

del 19 febbraio 2015

Azione. Regia di Olivier Megaton, con Liam Neeson e


Forest Whitaker. Durata: 109 minuti. Accusato di aver ucciso
lex moglie, lex agente della Cia Bryan Mills fugge e, braccato
dalla polizia, comincia a dare la caccia ai veri colpevoli. Luc
Besson ha collaborato alla sceneggiatura. Terzo capitolo della serie dopo i successi Io vi trover e Taken - La vendetta.
(Ideal, Massaua, Reposi, The Space, Uci)

LA TEORIA DEL TUTTO


AGIESSE - ALFA TEATRO via Ca-

COLOSSEOviaM.Cristina71,tel.

I CONCERTI DEL POMERIGGIO

salborgone 16/I, tel. 011


81.93.529. Sabato 21 ore 21 e
Domenica22ore16.30Ilvariet
delle marionette con la Compagnia Marionettegrilli, spettacolo di vituosismi marionettistici per adulti e bambini
ALFIERI piazza Solferino 2, tel.
01156.23.800.Staseraore20.45
Massimo Ranieri in Riccardo
III. Si prenota per Ballo al Savoy in scena il 27 e 28 febbraio
e La Vedova allegra in scena il 28 febbraio e 1 marzo
AUDITORIUMRAI p.zzaRossaro,
tel. 011 81.04.653. Concerto
Marco Angius direttore. Musiche di P. Boulez, O. Messiaen,
A. Webern. Venerd 20. Ore 21

011 66.98.034. Stasera ore 21


Magazzino 18 di e con Simone
Cristicchi. Sabato 21 ore 21 Casta Away - La tempesta cambiaverso di e con Enrico Bertolino

piazza Solferino 4. Tanghi e musiche da filmcon Gianluca Campi fisarmonica, Andrea Cardinale violino, Alessandro Magnasco pianoforte. Mercoled
25. Ore 16
LAVANDERIA A VAPORE c. Pastrengo angolo via Tampellini
(Collegno), tel. 011 40.33.800.
Quasi una fantasia Prima Nazionale. Coreografie Itzik Galili, danzatori del Balletto Teatro di Torino. Venerd 20 e Sabato 21. Ore 21
LBT- LA BOTTEGA TEATRALE corsoGovone16,tel.0161840.796.
Domenica 22 ore 16 (luned
23 ore 10 per le scuole) la Compagnia Luovo de Laquila presenta lo spettacolo con attori
e pupazzi Il pifferaio magico
MONTEROSA via Brandizzo 65,
tel. 011 23.04.153. Sabato 21
ore21,eDomenica22ore15.30
la Compagnia La Bertavela
presenta: L hai vist n Angel.
TEATRO NUOVO corso M.
DAzeglio17,tel.65.00.200.Venerd 20 ore 21 Compagnia Nazionale, Venus Villa e Rolando
Sarabia in Carmen - Carmina Burana

CARIGNANO/TEATRO STABILE
TORINO piazza Carignano 6, tel.

800.235.333. Marted 24 febbraio Carmendi Enzo Moscato,


adattamento e regia Mario
Martone, con Iaia Forte, Roberto De Francesco
CASA TEATRO RAGAZZI E GIOVANI corso G. Ferraris 266/C, tel.

011 19.740.280. Sala Grande:


Sabato ore 21, Domenica ore
16.30 Il giro del mondo in 80
giorni.

CONSERVATORIOGIUSEPPEVERDI piazza Bodoni. Concerto

Quartetto Belcea. Mercoled


25. Ore 21. Info 0115669811
ERBA corso Moncalieri 241, tel.
011 66.15.447. Stasera ore 21
Roberto Herlitzka in Casanovadi Ruggero Cappuccio, regia
di Nadia Baldi, con M. Sorrenti,F. Abategiovanni, C. Barbieri,
G. Odori e R. Pugliese
GIOIELLO TEATRO via Cristoforo
Colombo 31bis, tel. 011
58.05.768.Staseraore21Forbici
follia di Paul Portner con la
Compagnia Torino Spettacoli,
adattamento e regia di Gianni Williams
GOBETTI TEATRO/TEATRO STABILE TORINO via Rossini 8, tel.

800.235.333. Stasera ore 19.30


Non si sa come di L. Pirandello,
regia Federico Tiezzi, con F.
Colella, E. Ghiaurov, P. Lanciotti, S. Lombardi, A. Volpetti

PICCOLO REGIO GIACOMO PUCCINI. Ore 15 Al Regio dietro le

quinte, visita guidata al Teatro.


Ore 21 su Rai5, dal Teatro Regio
di Torino, Le nozze di Figaro
di W.A. Mozart. Y. Sado direttore; regia di E. Barbalich. Orchestra e Coro del Regio
PICCOLOTEATROPEREMPRUNER

- Grugliasco, tel. 011 787.780.


Donne senza censura Compagnia Nuovo Teatro. Sabato 21
ore 21. Domenica 22. Ore 16
(ChaletAllemanddiGrugliasco)
SALA TEATRO MURIALDO piazza Chiesa della Salute 17/b, tel.
011 22.15.161. La bisbetica domatadi W. Shakespeare. Con la
Compagnia Teatro Secondo
noi. Sabato 28. Ore 21
SAN PIETRO IN VINCOLI - ZONA
TEATRO via San Pietro in Vin-

coli 28, tel. 011 52.17.099. Sabato 7 e Domenica 8 marzo:


scrittura e drammaturgia con
Beppe Rosso e Walter Cassani
TANGRAMTEATROviaDonOrione 5, tel. 011 338.698. Venerd
20 e Sabato 21 ore 21 e Domenica 22 ore 19 un viaggio nei
luoghidellanimadiFabrizioDe
AndrdieconBrunoMariaFer-

raro, Gigi Venegoni e Rosalba


Legato, ideazione Ivana Ferri
TEATRO AGNELLI via Sarpi 111,
tel. 011 30.42.808. Domenicamattinateatro-22febbraioore
11 Assemblea Teatro in Galline. Insolito 26 febbraio alle
ore 21 Valentina DAndrea e Simone Castano in Con amore, Marc e Bella Chagall
TEATRO ASTRA via Rosolino Pilo
6. Stasera ore 21 Woyzeck di
Georg Bchner, regia di Emiliano Bronzino, con Lorenzo
Gleijeses, Maria Alberta Navello, Stefano Moretti, Fabrizio
Martorelli, Diego Casalis, AlessandroMeringolo,MarcellaFavilla, Riccardo De Leo
TEATROCARDINALMASSAIAvia
Sospello 32, tel. 011 257.881.
Gioved19ore21Ass.Cult.TamrainMadialbayefall.Venerd20
ore 21 Teatroci in Cani,gatti,parenti e affini
TEATRO CIVICO GARYBALDI DI
SETTIMO TORINESE via dei Par-

tigiani 4 - Settimo Torinese,


tel. 011 80.28.501. Sabato 21
ore 21.30 Santibriganti Teatro
in La commedia della pazziaper
la giornata mondiale della
Commedia dellArte.

TEATRO GOBETTI via M. Libert

17 - S. Mauro Torinese, tel. 347


25.47.687. Stefano Clari Il deserto di Levi Proiezione in anteprima del film e incontro con
regista e attori. Ore 21
TEATRO MARCHESA corso Vercelli 141. Da Venerd 20 a Domenica 22, Per le Feste di Carnevale la Compagnia di Danza Il Gabbiano presenta Eurodisney
TEATRO REGIO. Stagione
dOpera 2014-2015: ore 20 Le
nozzediFigarodiW.A.Mozart.
Y.Sadodirettore;regiadiE.Barbalich.OrchestraeCorodelTeatro Regio. C. Fenoglio maestro
del coro
TEATRO SAN PAOLO via Berton
1. Thats amore di e con Marco
Cavallaro. Con la Compagnia
Esagera. Sabato 21. Ore 20.50.
Domenica 22. Ore 18
TEATROSUPERGApiazzettaMacario - Nichelino, tel. 011
62.79.789. Stagione prosa:
Marted 24 ore 21 Lo Zoo di vetroCompagnia Tieffe Teatro
TEATRO VITTORIA via Gramsci 4,
tel. 011 51.76.246. Festival
Beethoven. Sabato 21. Ore 20
Info 0115669811

Drammatico. Regia di James Marsh, con Eddie Redmayne e Felicity Jones. Durata: 123. La storia vera dello scienziato Stephen Hawking: gli studi a Cambridge, lincontro con
la futura moglie, la malattia. (Lux)

THE IMITATION GAME


Drammatico. Regia di Morten Tyldum, con Benedict
Cumberbacht e Keira Knightley. Durata: 113 minuti. La vera
storia di Alan Turing, geniale matematico inglese scopritore
del codice segreto Enigma utilizzato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. In seguito, egli venne maltrattato in
Gran Bretagna nei primi anni 50 a causa della sua omosessualit. (Ambrosio, Romano)

TIMBUKTU
Drammatico. Regia di Abderrahmane Sissako. Durata: 97 minuti. Kidane vive con la famiglia vicino a Timbuktu,
citt conquistata dai fondamentalisti islamici che impongono il loro regime che vieta la musica, le sigarette, il calcio.
Dirige uno dei maestri del cinema africano, candidato al premio Oscar quale miglior film straniero. (Nazionale)

TURNER
Drammatico. Regia di Mike Leigh, con Timothy Spall e
Dorothy Atkinson. Durata: 149 minuti. Lautore del pluripremiato Segreti e bugie racconta la storia di J.M.W. Turner,
eccentrico pittore inglese vissuto nell800. (Eliseo, Romano)

UN PICCIONE SEDUTO SU UN RAMO RIFLETTE...


Grottesco. Regia di Roy Andersson, con Holger Andersson e Nisse Vestblom. Leone dOro allultima Mostra di
Venezia, ritrae una serie di stravaganti personaggi della Svezia contemporanea. Comprende trentanove scene. Ultimo
atto di una trilogia inedita in Italia. (Greenwich)

WHIPLASH
Commedia drammatica. Regia di Damien Chazelle,
con Miles Teller e J. K. Simmons. Durata: 107 minuti. Andrew
un giovane batterista jazz che sogna di diventare famoso a
New York, Terence Fletcher linsegnante tanto rude quanto
capace che vede in lui un talento da far emergere: tra i due
nasce un rapporto ossessivo. Opera prima. (Massimo)

12 45 67 18

62 .Nord-Ovest

LA STAMPA

.GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Alessandria

Asti

Pozzolo, la Marcegaglia crea


il polo italiano dei pannelli

Stamattina la protesta Crisi alle Officine Grafiche


A rischio 112 posti su 140
degli agricoltori
contro lImu sui terreni U

ggi ci sar un simbolico


taglio del nastro a
Pozzolo Formigaro,
provincia di Alessandria,
nello stabilimento della
Marcegaglia. Presente
anche Antonio Marcegaglia,
presidente e
amministratore delegato
dellomonimo gruppo che ha
scelto di fare del sito di
Pozzolo il principale polo
produttivo italiano nella
produzione sia di pannelli
portone che sandwich. Sono
state trasferite le linee da
gli altri stabilimenti del
gruppo di Milano e Taranto

e da questa settimana hanno


ricominciato a produrre. Il
sito dispone anche di due
impianti per la fabbricazione
di guard rail.
Successivamente a queste sei
linee di produzione se ne
aggiungeranno due per
costruire lamiere grecate.
Tutto ci comporter un
aumento del numero dei
dipendenti che passeranno
dagli attuali 140 a 180. Il
gruppo Marcegaglia ha
inoltre ulteriormente
investito 10 milioni di euro e a
pieno regime ne fatturer
130.

Novara

n piano lacrime e
sangue di Caleidograf
per Officine Grafiche
DeaPrinting: lazienda
brianzola pronta ad acquisire
lo storico stabilimento di corso
della Vittoria a Novara, ma con
soli 28 dei 140 dipendenti. Gli
altri perderanno il posto.
Il piano stato illustrato ieri
dai rappresentanti sindacali ai
lavoratori nel corso di
unassemblea accesa: le
maestranze hanno detto un no
secco al progetto e hanno
iniziato il presidio davanti ai
cancelli. Nel frattempo Officine
Grafiche ha chiesto il

concordato preventivo e ha fatto


partire la cassa integrazione per
tutti i lavoratori. Il piano di
Caleidograf prevede laffitto di
un ramo dazienda con tre
macchine litopiana con 25
addetti, pi altri tre destinati al
reparto rotolito, 28 in tutto. Per
gli altri 112 non ci sarebbero
prospettive. Per Officine
Grafiche per non esistono altre
prospettive: la societ lecchese
ha dato tempo sino al 31 di marzo
per una risposta; se sar
negativa Caleidograf rinuncer
alloperazione e in corso della
Vittoria i cancelli si chiuderanno
[M. G.]
definitivamente.

Gli agricoltori astigiani pronti alla protesta contro lImu

Cuneo

Vercelli

Regali in cambio di appalti


patteggia ex direttore To-Sv
vrebbe ottenuto lavori e
regalie per 350 mila
euro in cambio di appalti:
lex direttore generale della
autostrada TorinoSavona Massimo Capponi,
ha patteggiato ieri in
tribunale a Cuneo tre anni e
cinque mesi di reclusione.
Secondo l accusa - per
questi fatti a maggio 2014 fu
arrestato - si sarebbe reso
responsabile di induzione
indebita a dare o
promettere utilit e
peculato. Per altri due
imputati il giudizio stato
rimandato di alcune
settimane, su richiesta degli

avvocati difensori. Sono Paolo


Lantieri dellufficio Nuove
costruzioni e Ivan Migliardi,
geometra della TorinoSavona. Le indagini della
Guardia di Finanza,
portarono a ricostruire
benefici personali a
vantaggio dei tre dirigenti
dellautostrada. Circa 350
mila sarebbero andati a
Capponi attraverso
ristrutturazioni edili, arredi,
una cucina, elettrodomestici,
servizi, prestazioni
professionali e perizie
tecniche. Secondo la
Procura a Lantieri andarono
84 mila, 500 mila a Migliardi.

Biella

Blitz di Saitta nell ospedale


Oggi allAsl il summit sui tagli
ra sit-in e minacce di
ricorsi al Tar, lassessore
regionale Antonio Saitta
arriva oggi a Biella per
spiegare ai sindaci i tagli alla
Sanit. E ha giocato
danticipo, perch ieri
pomeriggio, con un blitz a
sorpresa, ha visitato il
nuovo ospedale di
Ponderano per parlare con i
medici e col personale: Ho
trovato in loro la
consapevolezza di dover
ragionare secondo una
logica di quadrante e la
disponibilit totale a
collaborare con le altre
realt limitrofe, senza

conflittualit e
campanilismi, spiega Saitta
in una nota. Ma intanto il
Comitato Salviamo
lospedale lo attende al varco
oggi alle 17, con un sit-in
silenzioso contro i tagli (80
posti letto e alcuni reparti). Il
Comitato ha raccolto in pochi
giorni 500 firme, e chiede alla
Regione di essere ascoltato.
Alcuni sindaci invece, come
quelli di centrodestra di
Ponderano e di Cossato,
minacciano ricorsi al Tar
contro la delibera sulla
riorganizzazione ospedaliera.
Lassessore Saitta incontrer
i sindaci dellAsl oggi alle 18.

ingolare protesta contro


lImu agricola. A
scendere in campo
(letteralmente) contro la
tassa saranno gli associati di
Agrinsieme, il
coordinamento tra Cia,
Confagricoltura e Alleanza
Cooperative: gli agricoltori
si ritroveranno alle 11 in un

prato a Valgera, alla periferia


di Asti, sulla strada per
Casale. Abbiamo scelto
questa forma di protesta dicono gli organizzatori - per
rimarcare tutto il nostro
dissenso contro questo
balzello che rischia di mettere
ancora di pi in ginocchio
lagricoltura astigiana

Diario
del
Nord
Ovest

Aosta

Teppisti e ladri scatenati


Danni con furti nei luoghi
pi frequentati della citt

La Camera di commercio
ora accorpata con Biella
e Camere di commercio
di Vercelli e Biella
hanno siglato ieri
laccorpamento dei consigli,
perfezionando laccordo che
aveva preso forma quattro
anni fa. I documenti
approvati dai due enti (ora
presieduti da Pier
Benedetto Francese e
Andrea Fortolan) verranno
trasmessi al ministero dello
Sviluppo economico che
dovr convocare la
Conferenza Stato-Regioni
ed emanare il decreto di
ratifica che porter allo
scioglimento dei due enti. Il
nuovo organismo, forte di 43

mila imprese associate, avr


un solo consiglio, una sola
giunta e un solo presidente.
Le due Camere di commercio
avevano iniziato a
razionalizzare le risorse nel
2011, scegliendo di dotarsi di
un solo segretario generale e
gestendo poi in modo
congiunto tutta una serie di
servizi, dallunico ufficio
stipendi e personale allunico
conservatore per entrambi i
Registri delle imprese. La
nuova Camera di commercio
avr sede legale a Vercelli, in
piazza Risorgimento, e sede
secondaria a Biella in via Aldo
Moro.

Savona

Bullismo tra i banchi di scuola


Indagati 3 studenti alle superiori
o avrebbero chiamato
ciccione, omino
michelin, facendo
riferimento al suo aspetto
fisico, ma ci sarebbero anche
episodi ben pi gravi dove la
violenza verbale avrebbe
lasciato spazio a quella
fisica. Per questo il pubblico
ministero del tribunale per i
minori di Genova ha chiesto
il rinvio a giudizio di tre
studenti (due classe 97 ed
uno 98) di un istituto
tecnico superiore savonese
che sono accusati di
stalking, percosse e lesioni
personali nei confronti di un
loro compagno di scuola di

un anno pi piccolo. Il caso


approder in udienza
preliminare marted prossimo
e non da escludere che i
difensori degli imputati
possano chiedere di definire il
procedimento attraverso la
messa alla prova (un istituto
attraverso il quale il ragazzo
viene affidato ai servizi
minorili e, terminato
positivamente il periodo di
recupero, permette
lestinzione del reato).
Secondo il pubblico ministero
genovese i tre studenti
avrebbero anche spento una
sigaretta sul collo della loro
vittima.

Verbania

Imperia

Stresa, petizione del sindaco


per salvare lufficio postale

Due campioni di enduro


sulle sterrate sopra Sanremo

etizioni per evitare la


chiusura di uffici postali
si ripetono ormai ovunque.
Ma quella di ieri mattina a
Stresa stata davvero
particolare: dietro al tavolo
sistemato in piazza cera il
sindaco con la fascia
tricolore. stato
direttamente il primo
cittadino Canio Di Milia
infatti a promuovere la
raccolta firme per evitare la
chiusura dello sportello di
frazione Carciano, una delle
pi popolose della cittadina
affacciata sul Lago
Maggiore. E in due ore Di

Milia ha raccolto oltre 300


firme. Non ci fermiamo sostiene il sindaco -: capisco
possa sembrare strana questa
mia scelta, ma oggi pesano pi
le firme dei cittadini che le
proteste di un sindaco.
Il piccolo ufficio postale esiste
da prima della fusione,
avvenuta negli Anni 20,
dellallora comune di Chignolo
Verbano di cui faceva parte
Carciano con Stresa. Ieri sera,
intanto, il Consiglio comunale
di Stresa ha approvato un
documento in cui si chiede a
Poste Italiane di tornare sui
propri passi.

Una delle scritte comparse in piazza della Cattedrale

andali e ladri scatenati


in tre episodi distinti in
luoghi frequentati e centrali
di Aosta. Due atti di
teppismo e un furto di rame
in parte riuscito, con
lamministrazione comunale
a fare da spettatrice
impotente. Aosta ieri si
risvegliata con le principali
piazze e con le serrande di
molti negozi imbrattate da

scritte spray. Scritte contro la


politica (nella piazza del
Palazzo regionale) e contro la
Chiesa (in piazza della
Cattedrale). I ladri invece
hanno tentato di rubare,
armati di flessibile, la statua
di SantAnselmo in piazza
Arco dAugusto; riuscito in
parte il furto di rame in pieno
giorno dal tetto dei bagni
pubblici di regione Saumont.

ue giorni da vivere senza


respiro per gli
appassionati di enduro, la
massima espressione della
mountain bike. Con un prof
deccezione: Cedric Gracia,
pi volte vincitore di
campionati del mondo nella
mountain bike e di enduro. Lo
spericolato rider, uno
stuntman delle due ruote,
atteso sui trails delle gare di
superenduro di Sanremo
sabato 28 febbraio e
domenica 1 marzo. Con lui, un
altro insegnante di grande
esperienza: il suo compagno
di team, lo spagnolo Jordi

Bago. Sono sufficienti questi


nomi per confermare il livello
di un evento che per due giorni
richiamer tanti appassionati,
non soltanto dal Ponente
ligure. I campioni
insegneranno come dominare
la bici su qualsiasi terreno,
controllare la frenata e
modificare, migliorando, lo
stile di guida in funzione dei
diversi percorsi fuoristrada. La
disciplina di enduro si pratica
principalmente su strade
sterrate e mulattiere con
qualsiasi condizione del
terreno e meteo, richiedendo
una notevole resistenza fisica.

12 45 67 68 9A 7B CD ED E8 1F 8

LA STAMPA
GIOVED 19 FEBBRAIO 2015

Il tempo

Residua instabilit in Sicilia, sole altrove salvo nebbie al Nord

SITUAZIONE

NORD

CENTRO

SUD

Lalta pressione garantisce


tempo stabile e soleggiato, a
parte residui addensamenti e
rovesci in Sicilia. Nel fine
settimana il transito di una
nuova perturbazione atlantica
riporter un po di pioggia al
Settentrione, ma senza neve a
bassa quota, e sulle regioni
centrali tirreniche e le due
Isole Maggiori.

Giornata ben soleggiata con


cielo generalmente sereno o
poco nuvoloso. Tra la notte e il
primo mattino possibilit di
locali foschie o banchi di
nebbia sulle aree di pianura.
Venti deboli occidentali in
montagna, di provenienza
variabile altrove. Mari
generalmente poco mossi.

Soleggiato, con residua


nuvolosit al mattino sulla
Sardegna meridionale. Tra la
notte e il mattino possibilit di
locali foschie o banchi di
nebbia nelle valli interne. Venti
deboli o moderati orientali
sulla Sardegna, deboli variabili
altrove. Mari poco mossi o
mossi, agitati a largo della
Sardegna.

In gran parte soleggiato


salvo residua nuvolosit
sulla Sicilia centromeridionale, dove saranno
ancora possibili rovesci
isolati. Venti deboli o
moderati da est e nord-est,
in ulteriore attenuazione in
giornata. Mari
generalmente mossi, fino
a molto mossi sul Canale
di Sicilia.

NUVOLOSO

POCO NUVOLOSO

IN EUROPA

Il Sole

LE PREVISIONI DI OGGI

SOLE

COPERTO

DOMANI

VARIABILE

PIOGGIA DEBOLE-MODERATA

PIOGGIA INTENSA

TEMPORALE

NEBBIA

NEVE

VENTO

Culmina
alle ore
12,24

Sorge
alle ore
6,59

La Luna
Si leva Cala
alle ore alle ore
18,40
7,00

MARE CALMO

POCO MOSSO

Unestesa fascia di
alta pressione
favorisce tempo
Tramonta
stabile e in gran
alle ore
parte soleggiato
17,50
sullEuropa centro
meridionale. Pi a
LUNA NUOVA nord scorrono le
perturbazioni
atlantiche con
piogge sullIrlanda,
la Gran Bretagna e
la Norvegia
oggi
occidentale.
Instabile con
rovesci, anche
nevosi, in Turchia.

MARE MOSSO

MARE AGITATO

Le precipitazioni attese oggi

LA TENDENZA DELLE
TEMPERATURE
Temperature minime in calo,
massime stazionarie o in
lieve aumento.
Trento
0 12
Aosta
t
0 10
Torino
1 10

Milano
2 11
Genova
5 13

Bologna
-1 12

Trieste
-1 12

Venezia
0 12

Firenze
-1 13

ona
Perugia
-2 11

Soleggiato o abbastanza soleggiato. Tra


pomeriggio e sera nubi in aumento su nord e
regioni centrali tirreniche.

3
DEBOLI

L
-4
Foggia
0 13

-2 9

MOLTO FORTI

Vigilanza meteo di oggi e domani

Potenza
-3 8

Cagliari
10 14

Catanzaro
1 13
Palermo
9 15

Reggio Calabria
7

15

Catania
10 13

NESSUNA

MODERATA

ELEVATA

ESTREMA

Nessuna situazione di allerta.


A cura di www.nimbus.it

Centimetri-LA STAMPA

Gioved Che fare del weekend

Tempo e temperature previsti nel mondo e in Europa


CITT

MIN C MAX C OGGI

CITT

ALGERI
ANKARA
BAGHDAD
BANGKOK
BEIRUT
BOMBAY
BRASILIA
BUENOS AIRES
CALGARY
CARACAS
CASABLANCA
CHICAGO
CITT DEL CAPO
CITT DEL MESSICO
DAKAR
DUBAI
FILADELFIA
GERUSALEMME
HONG KONG
IL CAIRO
JOHANNESBURG
KINSHASA
LA MECCA
L'AVANA
LOS ANGELES
MANILA
MELBOURNE
MIAMI
MONTREAL
NAIROBI
NEW YORK
NUOVA DELHI
PECHINO
SHANGHAI
SINGAPORE
TOKYO
WASHINGTON

10
-10
17
25
1
21
18
16
-1
26
10
-23
17
8
18
22
-11
6
18
8
17
23
22
13
13
23
17
6
-16
16
-10
17
-3
2
25
5
-10

AMSTERDAM
ATENE
BARCELLONA
BELGRADO
BERLIN
BERNA
BRATISLAVA
BRUSSELS
BUCAREST
BUDAPEST
COPENHAGEN
DUBLIN
EDIMBURGO
HELSINKI
ISTANBUL
LISBONA
LONDRA
LUBIANA
MADRID
MOSCA
OSLO
PARIGI
PODGORICA
PRAGA
REYKJAVIK
ROMA
SARAJEVO
S. PIETROBURGO
SOFIA
STOCCOLMA
TALLINN
TIRANA
VARSAVIA
VIENNA
VILNIUS
ZAGABRIA

15
1
20
32
11
32
24
25
9
32
18
-18
24
21
22
32
-8
7
23
13
32
32
33
18
21
31
29
16
-10
29
-6
29
7
10
30
11
-5

FORTI

Bari
2 14

Napoli
2 15

Alghero
5 16

MODERATE

Assenti salvo qualche residuo rovescio sulla


Sicilia meridionale

Roma
1 15

DOPODOMANI

Piogge su Settentrione, regioni tirreniche e due


Isole Maggiori. Rimangono schiarite sul versante
adriatico.

Tempo .63

MIN C MAX C OGGI

0
3
7
-2
-1
-4
-1
0
-9
-2
4
5
6
-2
1
6
3
-8
1
-5
4
1
-4
-2
2
1
-6
-4
-9
4
-1
-2
0
2
1
-6

8
12
14
5
7
5
6
8
3
10
6
8
8
5
5
16
8
4
14
-1
7
9
11
5
4
15
4
5
0
9
7
11
4
7
3
4

Sabato piovoso al Centro-Nord


domenica inizier a rasserenare
DANIELE CAT BERRO

a calma anticiclonica che, a parte rovesci allestremo Sud, da un


paio di giorni regna sullItalia,
sar interrotta dal passaggio di una
perturbazione atlantica tra sabato e
domenica, inizialmente pi attiva al
Settentrione. Domani, venerd, prevarr ancora il sole, ma il cielo inizier
a rannuvolarsi durante la giornata in
Valpadana (dopo le nebbie notturne),
in Liguria, Toscana, Umbria, Lazio
settentrionale, ma ancora assenza di
precipitazioni salvo isolati piovaschi
serali al Nord-Ovest; soleggiato o velato sulle Alpi, e sereno o poco nuvoloso
anche sulle restanti regioni, dunque
lungo lAdriatico, al Sud, in Sardegna e
Sicilia. Sabato far il suo ingresso il
corpo nuvoloso principale insieme a
correnti umide da Sud-Ovest, per cui

sono attese nubi diffuse al CentroNord, con piogge in Liguria, Piemonte


orientale, Lombardia, Triveneto e regioni tirreniche; inizialmente rimarr
al margine, quasi allasciutto, il Piemonte occidentale, tra Torinese e Cuneese. Nevicate sulle Alpi, per lo pi
sopra i 500-800 metri, e oltre i 1000 m
sullAppennino centrale. Instabile anche in Sicilia per un fronte in risalita
dalla Tunisia, con piogge sui settori
meridionali e sul versante ionico.
Levoluzione ancora un po incerta,
tuttavia nella notte tra sabato e domenica piogge, e nevicate oltre i 500-700
m (400 m nel Cuneese), dovrebbero
estendersi anche al Piemonte occidentale, ma poi nella giornata festiva la
perturbazione si sposter verso Sud,
per cui le piogge, talora intense, si concentreranno prima sulle regioni tirreniche, in serata su quelle adriatiche e

ioniche, mentre a Nord avanzeranno


ampi rasserenamenti nel pomeriggio.
Le temperature scenderanno sabato a
causa della copertura nuvolosa, ma
tenderanno ad aumentare domenica,
in particolare al Nord, con massime oltre i 10 C in Pianura Padana.
Sabato soffier forte scirocco sul
versante tirrenico e sul Canale di Sicilia, in serata anche sullo Ionio e il medio-basso Adriatico, poi domenica si
avr una rotazione da tramontana e
bora al Nord e in Sardegna occidentale, ancora scirocco invece sul basso
Adriatico, e i mari diverranno molto
mossi o agitati. Il rasserenamento domenicale favorir tuttavia le attivit
allaperto nel pomeriggio al Nord, e chi
non vorr rinunciare alle escursioni
sulle Alpi tenga ben presente, fuori pista, il pericolo di valanghe al livello 3
(marcato) tra Piemonte e Val dAosta.

Per trovare il benessere non serve andare lontano.

Orogel, un mondo di benessere e bont naturale.

Orogel una azienda tutta italiana, che ti offre una vasta gamma di prodotti
naturalmente ricchi di propriet nutritive, coltivati nei terreni pi vocati, rispettando
i ritmi della natura. Bont, gusto e leggerezza: questo il benessere Orogel.

Nei migliori supermercati.

IN ABBINAMENTO CON IL SETTIMANALE GRAZIA, SOLO ED ESCLUSIVAMENTE AL SABATO, NELLE PROVINCE DI AOSTA, BIELLA, IMPERIA E SAVONA; AL VENERD LA STAMPA E TORINOSETTE 1,70 NON VENDIBILI SEPARATAMENTE. PREZZI TANDEM, NELLE AREE DI DIFFUSIONE INDICATE SUL GIORNALE
LOCALE: 1,20 CON PRIMO PIANO MOLISE, LA VOCE DI MANTOVA; 1,30 CON IL CORRIERE DI ROMAGNA, NUOVA PRIMA PAGINA MODENA, 1,50 CON IL CORRIERE MERCANTILE, LA GAZZETTA DEL LUNED, PRIMA PAGINA REGGIO. PREZZI ESTERO: FRANCIA, MONACO P., 2,00

12 45 67 68 9A 7B CD ED E8 1F 8
9B8 2 D49B F2 LA STAMPA