Sei sulla pagina 1di 4

Idea Progettuale

Didattica e Pedagogia Speciale


PROGETTO CONTINUITA
STRUMENTO MUSICALE - EDUCAZIONE MUSICALE
Progetto di continuit per la pratica musicale nella scuola primaria
Credo che la musica sia una componente essenziale e irrinunciabile delleducazione collettiva.

Premessa
Il Progetto di continuit per la pratica musicale nella scuola primaria intende avvicinare gli alunni
alla musica fin dall'avvio del loro percorso scolare articolato in azioni e attivit progressive,
adeguate all'et e alla sensibilit.
Il Progetto 'Continuit' si articola in quattro ambiti prioritari:
1. Avvicinamento ai suoni e agli strumenti musicali
2. Pratica corale e strumentale individuale e di gruppo
3. Potenziamento musicale per gli alunni orientati alla formazione musicale con inserimento
nellorchestra delle SMIM.
4. Incontri tra gli insegnanti della scuola media e gli alunni delle scuole elementari.
Esso coinvolger gli alunni del corso ad indirizzo musicale della SMIM e gli alunni delle classi
terze, quarte e quinte della scuola primaria dell Istituto Comprensivo.
E opinione condivisa dagli educatori che l'avvicinamento del bambino alla musica debba essere il
pi possibile precoce: i bambini possono essere proficuamente stimolati e motivati fin dallavvio
del proprio percorso scolastico allapprendimento musicale, attraverso un approccio alla didattica
innovativo, ludico e sperimentale. E importante cercare di creare le condizioni affinch i bambini,
che dimostrano in genere una curiosit infinita nei confronti di ci che li circonda, riescano a
mantenere viva questa curiosit e siano accompagnati a sviluppare gradualmente le proprie
attitudini musicali. Lesperienza dimostra che la musica pu essere attraente e sorprendente, pu
divertire e rivelarsi interessante e coinvolgente: il termometro che misura la motivazione e
lentusiasmo dei bambini a osservare, conoscere, interpretare e vivere da protagonisti la musica pu
salire sensibilmente se sussiste un contesto di apprendimento che renda il bambino protagonista
dellazione e gli consenta di assumere un ruolo centrale rispetto al proprio sapere e al proprio fare.
Ecco perch il nostro Istituto comprensivo a indirizzo musicale ritiene indispensabile creare le
condizioni affinch i bambini si cimentino precocemente con la pratica corale e strumentale e,
scoprendosi protagonisti, possano proseguire in modo motivato e consapevole lo studio dello
strumento.

Finalit
- Promuovere lorganicit e la continuit nel processo evolutivo dellalunno.
- Vivere una relazione di scambio tra i due ordini di scuola.
- Favorire una pi semplice integrazione nella scuola media attraverso la conoscenza degli
insegnanti e degli ambienti.
- contribuire allo sviluppo dell'attitudine musicale dei pi piccoli
- sviluppare lorecchio musicale e la capacit percettiva dellascolto, attivandolo a livello corporeo
con il movimento, il disegno, la voce
- favorire una crescita armonica: coordinamento, concentrazione, concetti spazio-temporali,
lateralizzazione
- educare alla percezione dell'armonia: la musica come linguaggio, non solo ritmo e melodia, ma
anche funzioni armoniche
- condividere esperienze sonore e inventare, riprodurre e imitare suoni o ritmi sia a livello corale
che individuale
- avviare alla formalizzazione di brevi idee musicali
- favorire l'approccio alla pratica corale e strumentale
- favorire l'incontro intergenerazionale attraverso la musica
- promuovere forme di peer education nell'approccio alla musica
- promuovere iniziative indirizzate a valorizzare l'apprendimento musicale
- fornire le competenze utili alla prosecuzione dello studio di uno strumento musicale (art. 4 c. 1
DM 8/2011
- certificare le competenze musicali acquisite dal terzo al quinto anno della scuola primaria
- consolidare la rete territoriale dei soggetti impegnati a vario titolo nella diffusione della cultura
musicale presso le giovani generazioni
- avviare percorsi di sensibilizzazione di tutto il corpo docente, finalizzati a veicolare l'importanza
dell'educazione musicale sia sul piano pedagogico, che su quello dell'apprendimento: la musica
quale disciplina di raccordo di discipline scientifiche e umanistiche

Scuole Coinvolte
Scuola Primaria (classi terze quarte e quinte)
Scuola Secondaria di primo grado

Obiettivi, attivit, tempi e aspetti metodologici


Il percorso stato suddiviso in quattro parti:
introduzione al ritmo (5 lezioni)
Obiettivo
Attivit
Socializzazione e conoscenza del Gioco del dado, drammatizzazione di situazioni quotidiane.
gruppo
Movimento e coordinazione del corpo attraverso formule di
saluto.
Sviluppo della consapevolezza
Filastrocca: recitata e accompagnata da strumentini, a due o a tre
ritmica
voci
(in canone)
Conoscenza degli strumentini
Introduzione e esplorazione dei diversi suoni degli strumenti
Sviluppo della creativit,
Giochi di improvvisazione ritmica
riconoscimento e riproduzione di . telefono sena fili ritmico
un ritmo
. gioco del capitano
. danza
pratica di lettura musicale e esecuzione strumentale (4 lezioni)
Obiettivo
Attivit
Conoscenza della tecnica dello
Esercizi ed eventuale correzione della tecnica; ricerca empirica
strumentario Orff
della tecnica ottimale per un buon suono e una corretta esecuzione
Conoscenza della notazione
Lettura dei simboli musicali (coppia di crome, semiminima, pausa
musicale convenzionale
di semiminima)
Giochi per la lettura musicale con luso degli strumentini; utilizzo
Pratica di lettura e esecuzione
di schede con simboli musicali
strumentale
. gioco del compositore
. gioco del direttore dorchestra
Giochi per la lettura musicale con luso degli strumentini a 2 o 3
Pratica dellesecuzione polifonica
voci
preparazione dei pezzi per lo spettacolo (4 lezioni)
Obiettivo
Attivit
Conoscenza dei pezzi dello
Ascolto e analisi di ogni pezzo musicale
spettacolo
Conoscenza dellespressione
Drammatizzazione e movimento seguendo le dinamiche e il
musicale
fraseggio musicali
Conoscenza del linguaggio del
Esecuzione sotto la direzione dei maestri, gioco dello scambio dei
direttore dorchestra
ruoli
Consapevolezza della
Esercizi di concentrazione e esecuzione dei pezzi seguendo un
responsabilit e della
direttore e la base musicale; responsabilizzazione di alcuni
concentrazione necessarie per
bambini nel ruolo di spalla della fila
suonare insieme

prove generali (2 lezioni)


Obiettivo
Capacit di lavoro in grandi
gruppi
Corretto comportamento sul
palco
Finalizzazione delle attivit
musicali

Attivit
Osservazione del lavoro degli altri e responsabilizzazione del
proprio comportamento come spettatore; consapevolezza del
proprio turno sul palco
Prova degli spostamenti dei gruppi per i vari pezzi, distribuzione
degli strumenti e memorizzazione della propria posizione sul
palco
Esecuzione dei brani con la piccola banda

Aspetti organizzativi
- Gli incontri si terranno sia nella scuola primaria che nella scuola secondaria di primo grado
per le prove dorchestra con linserimento degli alunni della primaria.
- La scuola primaria provveder alle fotocopie per le parti staccate.
- Verranno effettuate prove extra, nel pomeriggio nei locali della scuola secondaria di primo
grado.
- Al termine del progetto verr svolto un saggio concerto nellauditorium della scuola
secondaria di primo grado
- il progetto avr inizio indicativamente nel mese di Novembre e si concluder il giorno del
concerto.
Risultati attesi
- Ridurre la conflittualit e migliorare lintegrazione
- Favorire nellambito dei consigli di classe una maggiore consapevolezza della valenza
cognitiva, motivazionale e relazionale del mondo sonoro
- Favorire fra i docenti una maggior competenza nella fruizione sonora e nello sviluppo di
attivit artistiche
- Incrementare lesperienza di creazioni finalizzate allambiente scolastico da parte degli
alunni
Verifica e valutazione
Modalit di verifica e valutazione:
-

grado di accoglienza, interesse e partecipazione alle attivit


ricadute sul comportamento e lapprendimento: motivazione alle attivit proposte e
miglioramento del metodo di studio
livello di consapevolezza: presa di coscienza delle abilit richieste, maggiore responsabilit
nei confronti del lavoro
condivisione: conoscenza e coinvolgimento delle varie componenti della scuola
congruenza tra risultati attesi e gli obiettivi raggiunti
flessibilit: interventi adeguati alle necessit
fruibilit: partecipazione allargata del progetto
realizzazione di attivit che consentano la trasferibilit delle esperienze

Docenti coinvolti
docenti di A077 della scuola secondaria di primo grado
docenti di A032 della scuola secondaria di primo grado
Graziano Carbone