Sei sulla pagina 1di 8

Comitato Amici degli Alberi

Filo (FE/RA)

Filo, 23.03.2015
Gelso di Case Selvatiche - Promemoria per lassessore Chiarini
Il gelso di Case Selvatiche (Filo), che d il nome alla via antistante che sbocca sulla SP10,
uno dei 4 alberi secolari sottoposti a vincolo regionale situati nel territorio del comune di
Argenta.

2012 - Dotato di una splendida chioma fino agli inizi dellestate (fig. 1), il 7 luglio di
quellanno, in seguito ad un temporale accompagnato da forte vento, si spaccato in due
parti che si sono appoggiate alla scarpata della strada (fig. 2); fortunatamente senza
provocare danni alle persone, ma solo al tetto del corpo centrale della casa disabitata
della proprietaria, la madre di Luca Rossi.

Fig. 1

Fig. 2

Il comitato costituitosi in seguito ha provveduto, con autorizzazione personale del sindaco,


ad evitare lasportazione della parte rimasta verde (fig. 2), ad innaffiare la pianta durante
lestate e a coprire le radici rimaste scoperte con terreno agricolo di riporto.
Successivamente, dopo sopralluogo e autorizzazione da parte del funzionario regionale
d.ssa Vai, abbiamo rimosso tutte le parti che si erano seccate; Soelia ha portato via il
legname.
Nellautunno, nel corso di una capillare documentazione fotografica del patrimonio arboreo
della frazione, sono state individuate alcune piante importanti, tra i quali un grande Gelso
a Molino di Filo (fig. 15), tre robinie di bellissimo fusto nel cortile della canonica (figg. 16-

17); lesemplare pi maestoso resta, tuttavia, il bagolaro di via fiume vecchio, in area del
comune di Alfonsine (fig. 18).
Durante linverno abbiamo comunicato allAssessore Borea lopportunit di provvedere ad
una potatura correttiva, con la consulenza dellagronomo Giovanni Morelli, molto noto in
regione che si era reso disponibile (vedi nellallegato 1, in azzurro la segnalazione del
gelso nel corso della giornata sugli alberi monumentali, a Ferrara, nel novembre 2013).
Nessuna risposta ci pervenuta. Con la consulenza di Soelia e il contributo del Garden
Club di Ferrara abbiamo allora finanziato la potatura del gelso di Molino di Filo, sito in area
privata, che ne necessitava urgentemente.

2013 - Nella primavera abbiamo documentato il gelso caduto di Case Selvatiche prima
(fig. 3) e dopo la ripresa vegetativa (figg. 4-8); abbiamo quindi provveduto al riordino e
allo sfalcio dellerba in quella porzione del cortile, operazione che stata ripetuta quando
necessario durante lestate. Sono inoltre state effettuate innaffiature due volte alla
settimana nei due mesi pi caldi.

Fig. 3

Fig. 4
Fig. 5

Fig. 5

Fig. 6

Fig. 7

Fig. 8

Tra estate e autunno sono stati effettuati il rilievo topografico e la documentazione


fotografico dellunico giardino storico del paese, quello della ex villa Utili, ora SacratoGaleati.
C stata in seguito la richiesta della propriet di rimuovere definitivamente il gelso alla
quale la Regione ha risposto consentendo di conservare il vincolo (vedi allegato 2).

2014 - Una seconda proposta di collaborazione da parte nostra allAmministrazione


Comunale, agli inizi dellanno non ha avuto risposta; ogni nostra attivit stata di
conseguenza sospesa.
La differenza tra la vegetazione, vivacissima, nella primavera (figg. 9-10), e la situazione
dellautunno successivo, dopo che non solo nessuna cura alla pianta era stata prestata ma
neppure si era provveduto allo sfalcio dellerba, mostra i segni del totale abbandono (figg.
11-12).

Fig. 9

Fig. 10

Fig. 11

Fig. 12

A qualche mese dalla Sua nomina ad Assessore allAmbiente abbiamo inviato anche a Lei
una comunicazione circa la nostra disponibilit alla collaborazione, inutilmente.

2015 - Allo stato attuale la pianta mostra la vivacit della ripresa dello scorso anno senza
per che nessun intervento correttivo, sia sui rami primari per venire incontro alle esigenze
di praticabilit del cortile, sia sulle polle per selezionare quelle da incoraggiare per il futuro
sviluppo, sia stato effettuato o programmato (figg. 13-14).

Fig. 13

Fig. 14
Recentemente la propriet, tramite un vicino di casa, si rivolta a noi avanzando la
richiesta di poter procedere almeno alla manutenzione del cortile, richiesta che abbiamo,

ovviamente, consigliato di indirizzare allAmministrazione Comunale che, a norma di


legge, gestisce gli alberi monumentali tutelati dalla Regione.
Daniele Alberti e Francesco Pertegato per il comitato Amici degli Alberi.

Fig.15

Fig. 16

Fig. 17

Fig. 18