Sei sulla pagina 1di 71

.

/La retorica
da

./exploit the media !


Guida allutilizzo critico del sistema dei media

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 1

./La retorica
La RETORICA l'arte del ben parlare che si avvale di tecniche persuasive ed
espressive. Oggi l'aggettivo "retorico" ha assunto, come eredit del pensiero
romantico, un significato negativo, quasi dispregiativo: un discorso "retorico"
ampolloso, artificiale, ridondante, eccessivamente decorato
Secondo la tradizione greco-latina la retorica si divide in 5 parti:
1. INVENTIO: la ricerca delle cose da dire.
2. DISPOSITIO: l'organizzazione delle argomentazioni secondo un progetto. Si
articola in 4 parti:
ESORDIUM: introduzione con captatio benevolentiae
NARRATIO: racconto dei fatti (ordo naturalis; ordo artificialis).
CONFIRMATIO: resoconto degli argomenti
PERORATIO: conclusione del discorso.
3. ELOCUTIO: esposizione del discorso (con attenzione alle parole, alle figure
retoriche, agli ornamenti ecc.).
4. ACTIO: tutto quanto riguarda l'esecuzione del discorso, quindi la gestualit, la
mimica ecc.
5. MEMORIA: memorizzazione del discorso.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 2

Tropi e figure retoriche


L'uso della retorica, delle espressioni figurate o tropi, costituisce un ulteriore
strumento di cui il pensiero narrativo si avvale per costruire le narrazioni e per fare
in modo che queste risultino persuasive.
Si chiamano figure retoriche i diversi aspetti che il pensiero assume nel discorso
per trovare efficace e viva espressione.
Considerate nel mondo classico come modi di espressione lontani da quelli della
comunicazione ordinaria e quotidiana e per questa ragione ascritti solamente al
campo della poesia in virt del loro peculiare ornato, oggi le figure retoriche
vengono intese in un'accezione pi vasta come espressioni particolarmente
pregnanti e tali da imporre un'interpretazione che tenga conto del di pi di
significato di cui sono specificamente portatrici.
Da questo punto di vista, dunque la funzione delle figure diventa essenziale
all'interno di un discorso, non tanto per abbellirlo, quanto piuttosto per comunicare
ad esso una particolare carica emotiva che incrementi il senso del messaggio.
A evidenziare il particolare valore, da esse, di volta in volta, veicolato, la Retorica,
che la scienza che studia le propriet del discorso, le ha distinte,
tradizionalmente, in figure di parola (a loro volta divise in tropi, figure grammaticali,
e figure di costruzione) e figure di pensiero (tra le quali, la similitudine, l'allegoria,
l'apostrofe, l'interrogazione e la perifrasi).
Adynaton
adynaton: avvalorare l'impossibilita' che si realizzi un evento ipotizzando per
assurdo la realizzazione di un altro fatto che non potr mai verificarsi. Es. pi
facile che un cammello passi per la cruna di un ago che un ricco entri nel regno dei
cieli. Un altro esempio di una simile tecnica espressiva offerto da una lirica di
Leopardi:
Prima divelte, in mar precipitando
spente nell'imo strideran le stelle,
che la memoria e il vostro
amor trascorra o scemi.
Allegoria
(dal greco allegorin, parlare diversamente): figura retorica consistente nella
costruzione di un discorso in cui i significati letterali dei singoli termini passano in
secondo ordine rispetto al significato simbolico dell'insieme, che generalmente
rinvia a un ordine di valori metafisici, filosofici e morali. La peculiarit di un simile
procedimento consiste, quindi, essenzialmente nella capacit di trasformare
nozioni astratte e significati morali in immagini spesso intensamente pittoriche, che

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 3

vanno ben oltre il significato di base dei termini che le costituiscono e si sviluppano
in una trama pregnante e allusiva. In questo senso, secondo alcuni, l'allegoria
sarebbe una sorta di metafora continuata, estesa ad abbracciare un'intera
composizione, come il caso di apologhi, parabole e favole, nonch di opere quali
la Divina Commedia di Dante e il Faust di Goethe. Oggi, a questa interpretazione,
che affida all'allegoria il compito di trasmettere valori sovrasensibili e nascosti, ma
comunque universalmente riconoscibili all'interno di un determinato codice, si
sostituisce un'interpretazione pi soggettiva, in cui personaggi, esperienze e
situazioni particolari, rappresentati come reali e concreti, diventano allusivi di una
realt diversa e pi generale senza caricarsi necessariamente di spiegazioni
dimostrative e didattiche.
Allusione
consiste nell'affermare una cosa con l'intenzione di farne intendere un'altra, che
con la prima ha un rapporto di somiglianza. Un simile procedimento pu trarre
origine da un evento storico (per esempio, l'espressione una vittoria di Pirro per
indicare una vittoria inutile e pagata a caro prezzo, come quelle ottenute dal re
dell'Epiro, Pirro, contro i Romani) oppure pu derivare da eventi e personaggi del
mito e della letteratura, come nelle espressioni un labirinto, per alludere a una
situazione indecifrabile o a luogo intricato oppure Don Abbondio, per indicare una
persona vile e paurosa
Anacoluto
anacoluto: (dal greco anaklothos, "che non segue") indica una frase il cui
andamento risulta irregolare, a causa di un cambiamento di soggetto nel corpo
dell'enunciato. Un simile uso, tipico per lo pi dei poeti, invalso anche presso gli
scrittori in prosa, che lo adottano nell'intento di riprodurre i modi della lingua
parlata e per caratterizzare determinati personaggi.
Classificato nelle grammatiche scolastiche come un errore in assoluto, lanacoluto
rappresenta in realt una struttura di larghissima diffusione nella nostra e in altre
lingue, compreso il latino (dove prendeva il nome di nominativus pendens; un es.
dal Vangelo di Matteo: Qui habet, dabitur illi). Il non collegamento sintattico tra
due strutture ha la sua ragion dessere nello svolgersi di un discorso che non
pianificato e definito sintatticamente ma gi costruito dal punto di vista
semantico. Queste condizioni sono tipiche della comunicazione parlata e
rispondono alla necessit di procedere pi speditamente nella manifestazione e
concatenazione delle idee. Oltre che nel parlato, lanacoluto accettabile nelle
forme di scrittura che lo seguono molto da vicino o lo imitano espressamente,
mentre chiaramente incompatibile con le esigenze dei testi che devono avere
univocit ed esplicitezza di significato. Gli esempi abbondano nei classici di tutte le
epoche: a cominciare da qualche caso in Dante (almeno nel Fiore, a lui attribuito:
E que che guarder tuttor la strada / certana sie che gli parr morire), passando
per Machiavelli (nel famosissimo brano della lettera a F. Vettori: mi pasco di quel
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 4

cibo, che solum mio, e chio nacqui per lui) e giungendo a Manzoni (che
costell di anacoluti i dialoghi e le parafrasi di dialoghi della redazione finale del
romanzo; tre esempi: noi altre monache, ci piace sentir le storie per minuto;
cose che le pi gran dame, nelle loro sale, non ceran potute arrivare, Quelli
che muoiono, bisogna pregare Iddio per loro) e a Saba (La bocca / che prima
mise / alle mie labbra il rosa dellaurora / ancora / in bei pensieri ne sento il
profumo). Allanacoluto possono essere assimilati anche il tipo, molto frequente:
mangiare, il bambino mangia; e, spec. nei titoli giornalistici, il tipo Lira e borsa, un
altro tonfo
Anadiplosi
(dal greco anadplosis raddoppio): figura retorica consistente nella ripresa,
all'inizio di un verso, di una parola o di un gruppo di parole poste in conclusione del
verso precedente, con un significativo effetto di insistenza e di risalto, come
possibile verificare nel seguente verso di U. Saba, Questa voce sentiva / gemere
in una capra solitaria // In una capra dal viso semita (vedi La capra, vv 9-11).
Anafora
Anafora : ripetizione della stessa parola all'inizio di versi o di frasi consecutive per
conferire risalto al vocabolo ripetuto. Es. Dante Per me si va nella citt dolente,
per me si va nell'eterno dolore....
Anastrofe
Anastrofe: rivolgimento. Consiste nell'invertire l'ordine normale di due parole per
mettere in risalto uno dei due termini. Es. in greco polemou peri anzich perri'
polemou o anche "di me pi degno" invece di "pi degno di me".
Anfibologia
(dal greco amphibola e lgos, discorso collocato intorno):consiste in un
enunciato che pu essere interpretato in due modi diversi, o per l'ambiguit di una
parola, o per una particolare costruzione sintattica. Nella frase ad, esempio
scattato il cane, l'anfibologia a livello di costrutto sintattico, pu rinvenirsi nel
primo verso di un celebre sonetto del Petrarca, Vincitore alexandro l'ira vinse, in
cui a stento si riesce a identificare, a una prima lettura, il soggeto nella frase in
l'ira.
Anticlimax
vedi Climax
Antistrofe
Figura retorica, detta dai grammatici latini anche conversio, consistente nel far
terminare pi membri di un periodo con la medesima parola; per es. Frumenti
maximus numerus e Gallia peditatus amplissimae copiae e Gallia, equites numero
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 5

plurimi e Gallia.
Antitesi
(dal greco antthesis, contrapposizione):accostamento che non di rado reso pi
incisivo e netto dalla struttura simmetrica della frase come nella celebre terzina
dantesca Non fronda verde , ma di color fosco; / non rami schietti ,ma nodosi
e'nvolti; /non pomi v'eran ma stecchi con tosco.
Antonomasia
Antonomasia: figura retorica che consiste nel sostituire al nome proprio di una
persona o cosa una perifrasi o un termine che indichi la qualit che caratterizza
per eccellenza quella persona; Garibaldi per es.. eroe dei due mondi.
Aposiopesi
Nome classico, detta comunemente reticenza
Apostrofe
Apostrofe: rivolgersi direttamente ad una persona o cosa personificata, presente o
assente, interrompendo lo sviluppo del discorso. Es. Dante, purg.: Ahi serva Italia
etc.
Asindeto
Asindeto: coordinazione tra vari elementi di una frase senza congiunzioni.
Baritonesi
Baritonesi: fenomeno per cui l'accento tende a spostarsi quanto pi possibile verso
l'inizio della parola.
Catafora
Figura retorica che consiste nel ripetere la parola o le parole finali del verso
precedente nei versi succcessivi; si contrappone allanafora
Chiasmo
figura retorica che consiste nella disposizione incrociata degli elementi costitutivi di
una frase, in modo che l'ordine logico delle parole risulta invertito. Cos nel verso di
G. Carducci Pianto antico vv 15-16: n il sol pi ti rallegra / n ti risveglia amor si
ha un chiasmo tra la parte nominale delle due proposizioni parallele (il sol e amor)
e la parte verbale (ti rallegra e ti risveglia).
Circolo
Figura consistente nel terminare il periodo con la stessa parola con cui
cominciato:

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 6

Climax
(dal greco climax, scala): procedimento retorico che consiste nella disposizione di
frasi, sostantivi e aggettivi in una progressione a scala, secondo cio una
gradazione ascendente, a suggerire un effetto progressivamente pi intenso: es
buono, migliore ottimo (dal grado normale dell' aggettivo si passa al grado
comparativo e infine a quello superlativo); due, tre quattro (che costituisce la pi
semplice gradazione, in quanto attuata sul piano numerico). Un simile
procedimento risulta particolarmente efficace soprattutto in poesia, dove
l'intensificazione del concetto attraverso la progressione naturale dal vocabolo pi
debole al pi forte incrementata in modo significativo dai valori fonici e ritmici
delle parole, come dato verificare nella celebre chiusa dell' Infinito leopardiano,
Cos tra questa immensit / s' annega il pensier mio e il naufragar m' dolce in
questo mare.,in cui si attua una gradazione in senso discendente (Anticlimax)
attraverso immensit-s'annega-naufragar,che anche ritmicamente riproducono un
progressivo abbandono della mente.
Costruzione ad sensum
Costruzione ad sensum: consiste nel concordare un verbo nella forma del plurale
con un termine che, pur essendo di forma singolare esprime una valenza di
pluralit. Costruzione contestata da alcuni puristi.
Deissi
(dal greco deiknumi, mostro, indico): procedimento mediante il quale si richiama
l'attenzione del lettore o dell' ascoltatore su un oggetto particolare, cui si fa
riferimento mediante elementi linguistici, detti deittici, che concorrono a identificare
in modo preciso l' oggetto in questione. Ad esempio nella frase questo un libro, il
pronome questo usato in senso deittico
Diafora
(dal greco diaphoros diverso): consiste nel ripetere una parola usata in
precedenza con un nuovo significato o una sfumatura di significato diversa. Cos,
ad esempio, nella frase il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce
(B.Pascal), la parola ragione usata dapprima nel significato di motivo e
successivamente in quello di facolt di pensare e giudicare.
Dialisi
dialisi [di-li-s\i] sostantivo f. inv. Figura retorica consistente nellinterrompere la
continuit del periodo con un inciso gr. dilysis scioglimento, deriv. di dialyein
separare sec. XVII
Diallage
Nella retorica classica, figura per cui una serie di argomenti portano alla stessa
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 7

conclusione. dal lat. diallagen, gr. diallage deriv. di diallssein cambiare


Dilogia
Figura retorica che consiste nel ripetere una o pi parole in modo da ottenere
maggiore efficacia espressiva gr. diloga, comp. di ds doppio e lgos parola,
discorso; diloghia riproduce la pronuncia gutturale di -g- propria del gr.
Disfemismo
opposta all'eufemismo, per cui si sostituisce (come uso abituale o come
coniazione scherzosa momentanea) una parola normale, spesso gradevole o
addirittura affettuosa, con altra per se stessa sgradevole od offensiva, senza dare
tuttavia all'espressione un tono ostile: p. es. vigliacco per 'innamorato'; ragazze ...
tutte in coppietta col lor vigliacco (Pavese); birbante per 'vivace'; questi birbanti di
ragazzi.
Dittologia
(dal greco dittologia, ripetizione di parola): consiste nell' utilizzare una coppia di
vocaboli dal significato affine o dalla forma morfologica equivalente, collegati tra
loro dalla congiunzione e, per conseguire un particolare effetto ritmico oltre che
semantico.
Ellissi
(dal greco elleipsis, mancanza): consiste nell' eliminazione all' interno di un
particolare enunciato, di alcuni elementi, per conseguire un particolare effetto di
concisione e icasticit.
Enallage
Enallage:(greco: scambio, inversione) Consiste nell'adoperare una parte del
discorso al posto di un'altra per conferirle maggiore efficacia; si effettua lo scambio
di tempi e modi de verbo, dell'aggettivo al posto dell'avverbio, del sostantivo al
posto del verbo. Es. Respira profondo.
Endiadi
(dal greco hen dia dyoin una cosa per mezzo di due): consiste nell'adoperare,
per esprimere un concetto, due termini complementari, coordinati fra loro (due
sostantivi o due aggettivi),in sostituzione di un unico sostantivo accompagnato da
un aggettivo o da un complemento.Cos vedo splendere la luce e il sole sta per
vedo splendere la luce del sole
Enfasi
(dal greco emphainein dimostrare) consiste nel mettere in rilievo una parola o
un'espressione,grazie ad una particolare sottolineatura, che pu trdursi a livello
fonologico in forma esclamativa, affettata o sentenziosa e a livello sintattico,
invece, in una particolare costruzione , come ad esempio nella frase Lui, lui si un
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 8

amico !
Epanadiplosi
Figura retorica consistente nelliniziare e terminare un verso o una frase con la
stessa parola.
Epanalessi
(dal greco epanalepsis riprendere): ripetizione dopo un certo intervallo, di una o
pi parole per sottolineare un particolare concetto, come nel verso dantesco Ma
passavam la selva tuttavia, / la selva dico di spiriti spessi.
Epanodo
Figura retorica consistente nel riprendere con aggiunta di particolari una o pi
parole enunciate precedentemente gr. epnodos regressione, comp. di ep
verso, an indietro e hods strada
Epanortosi
(dal greco epanorthosis correzione): consiste sul ritornare su una determinata
affermazione, vuoi per attenuarla, vuoi per correggerla, come ad esempio nella
frase un brav' uomo che dico un santo!
Epifora
Figura retorica consistente nella ripetizione delle stesse parole alla fine di pi frasi
o versi
Epistrofe
termine della retorica classica per indicare la ripetizione della medesima parola alla
fine di pi versi o di pi membri di un periodo (cfr. Dante, Paradiso XII, 71-75; XIV,
104-108; XIX, 104-108; XXXII, 83-87).
Eufemismo
(dal greco euphemismo parola di buon augurio): figura retorica adoperata per
attenuare una espressione ritenuta troppo cruda, irriguardosa, come ad esempio,
convenzione di usare il verbo andarsene al posto di morire. Talvolta rientra nell'
ambito di questa figura l'uso di un termine dal significato addirittura opposto a
quello che si vuole intendere, come nella frase Antonio davvero un gentiluomo, per
significare che il personaggio in questione un gran mascalzone.
Figura Etimologica
consiste nell' usare a scopi a espressivi, nell' ambito della stessa frase, due parole
aventi in comune l' etimologia, come ad esempio nel dantesco selva selvaggia.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 9

Hysteron Proteron
(dal greco hysteron proteron l'ultimo come primo): consiste nell'inversione dell'
ordine temporale degli avvenimenti, per cui viene posto prima ci che logicamente
andrebbe posto dopo, per conseguire un particolare effetto espressivo.
Interrogazione Retorica
Proposizione espressa in forma interrogativa, che non chiede per risposta in
quanto la contiene gi in s, affermativa o negativa; serve ad aggiungere efficacia
all'argomentazione e a indurre il lettore o l'interlocutore ad accogliere la nostra
opinione.
Inversione
fenomeno linguistico consistente nello spostamento degli elementi costitutivi di una
frase in una disposizione che capovolge la normale struttura sintattica, per
conferire all'elemento anteposto un particolare risalto espressivo. Cos ad esmpio
nel celebre verso leopardiano Dolce e chiara la notte e senza vento, si ha una
evidente inversione nell'ordine normale dei singoli termini della frase.
Invettiva
consiste nel rivolgersi improvvisamente e vivacemente a persona o cosa presente
o assente, con un tono di aspro rimprovero o di accusa, come nei versi danteschi
Ahi Pisa, vituperio delle genti / del bel paese l dove l si suona...
Ipallage
(dal greco hypallassein, scambiare):figura retorica che consiste nell' attribuire a
un termine di una frase qualcosa (qualificazione, determinazione o specificazione)
che logicamrente spetterebbe a un termine vicino.Cos nei versi di G.Pascoli
(Arano, vv 5-6): un ribatte / le porche con la sua marra paziente,l' aggettivo
paziente riferito all' arnese marra ma logicamente va riferito a un cio al
contadino che usa la marra e che paziente. Cfr anche Enallage figura retorica
con cui l'ipallage spesso coincide.
Iperbato
Iperbato: rottura dell'ordine naturale della frase o del periodo per ottenere
particolari effetti di espressivit.
Iperbole
Iperbole: consiste nell'esprimere in termini esagerati un concetto per difetto o per
eccesso.
Ipostasi
(dal greco hypostasys, materia condensata): nell' ambito della linguistica indica il
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 10

passaggio di una parola da una categoria grammaticale a un'altra. Come figura


retorica indica la concretizzazione e personificazione di un concetto astratto.
Ipotiposi
Figura retorica che consiste nel descrivere qlco. con particolare evidenza e vivacit
gr. hypotyposis abbozzo, deriv. di hypotypon delineare nella forma
ippotiposi sec. XVII
Ironia
Consiste nell' affermare una cosa che esattamente il contrario di ci che si vuole
intendere. Si tratta di un tipo di comunicazione che richiedenel lettore e nell'
ascoltatore la capacit di cogliere l'ambiguit sostanziale dell' enunciato.
Isocolon
(dal greco isklon, composto di isos 'uguale' e klon 'membro') Figura della
retorica classica, che consiste nella perfetta corrispondenza fra due o pi membri
di un periodo, per numero e disposizione di parole
Isterologia
composto di hysteron posteriore e lgos discorso. Figura retorica che consiste
nellinvertire lordine logico delle frasi, anticipando ci che si dovrebbe dire dopo.
Iterazione
Ripetizione di parole o di frasi, spesso con valore espressivo cos da costituire una
figura retorica.
Litote
Litote: attenuazione di un concetto mediante la negazione del contrario.
Metafora
Metafora: (trasposizione) sostituzione di un termine con una frase figurata legata a
quel termine da un rapporto di somiglianza. Es. Stanno distruggendo i polmoni del
mondo (per boschi)
Metalogismo
Nella retorica moderna, figura riguardante il livello del contenuto e dei valori di
verit (p.e. liperbole bello da morire un metalogismo)
Metonimia
Metonimia o metonomia: consiste nell'usare il nome della causa per quello
dell'effetto Es. bevo un bicchiere.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 11

Omoteleuto
Omoteleuto: utilizzo di termini vicini o successivi che terminano con lo stesso
fonema finale.
Ossimoro
Ossimoro: forma di antitesi di singole parole che vengono accostate con effetti
paradossali (es. paradiso infernale, ghiaccio bollente) gr. oksymoron, neutro sost.
di oksymoros comp. di oksys acuto e mors sciocco come modello di unione di
concetti discordanti.
Paradosso
(dal greco para contro e doxa opionione): figura retoricaconsistente in un'
affermazione che appare contraria al buon senso, ma che in realt si dimostra
valida a un' attenta analisi. Nell' ambito della letteratura, si chiama in questo modo
un' opera che presenti situazioni assurde e incredibili, in contrasto con il buon
senso e con le convenzioni culturali di una determinata epoca.
Paralessi
vedi preterizione
Paralipsi
vedi preterizione
Paralissi
vedi preterizione
Paronimia
( dal greco para vicino e onoma nome): accostamento di due o pi parole di
suono simile, ma di diverso significato. Es. Traduttore traditore.
Paronomasia
Paronomasia: accostamento di parole che hanno suono simile ma significato
diverso usate con l'intento di ottenere particolari effetti fonici. Es. Amore amaro;
Traduttore traditore.
Perifrasi
(dal greco periphrasis, locuzione intorno): detta anche comunemente giro di
parole,consiste nell' usare, invece del termine proprio, una sequenza di parole per
indicare una persona o una cosa. Un simile procedimento pu rispondere a
diverse esigenze e finalit: pu, infatti, essere usato per evitare una inutile
ripetizione oppure per sostituire un termine eccessivamente crudo (vedi
Eufemismo) o anche soltanto per conferire un particolare colore poetico alla frase,
come, ad esempio, nel verso leopardiano "incontro l dove si perde il giorno", per
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 12

dire "verso occidente, verso il tramonto".


Personificazione
vedi Prosopopea.
Pleonasmo
(dal greco pleonzein, "sovrabbondare"): espressione sostanzialmente non
necessaria, in un dato contesto: espressione, cio, che non aggiunge niente dal
punto di vista qualitativo alla frase in cui inserita. Il suo uso all'interno del
discorso letterario risponde a particolari esigenze espressive, che di solito vengono
evidenziate dal contesto. Ridondanza che consiste nell'utilizzo di un termine
superfluo. Es. A me mi piace.
Polisindeto
Polisindeto: contrario dell'asindeto e consiste in una sequenza molto marcata di
congiunzioni fra due o pi parole o enunciati.
Poliptoto
Figura retorica che consiste nel ripetere, in un giro di frasi relativamente breve, una
parola, cambiandone le funzioni morfo-sintattiche [p.e. e li nfiammati infiammar s
Augusto (Dante)]
Premunizione
Figura retorica consistente nel controbattere preventivamente alle possibili
obiezioni dellinterlocutore
Preterizione
(dal latino praeterire, passare oltre): figura retorica che consiste nel fingere di
voler tacere ci che in realt si dice. Ad esempio: Non ti dico il calore, l'affetto, la
cordialit con cui siamo stati accolti.
Prolessi
(dal greco prolambanein, prendere prima): anticipazione di un termine che
sintatticamente andrebbe posto dopo, per sottolineare
Prosopopea
(dal greco prsopon, 'volto' e poiin, 'fare') figura retorica, di gusto classico,
consistente nell'introdurre a parlare un personaggio assente o defunto, o anche
cose astratte e inanimate, come se fossero persone reali. Molti e celebri sono gli
esempi, che evidenziano come la poesia abbia sempre fatto un largo uso di una
simile tecnica espressiva, dalla personificazione della Fama nell'Eneide virgiliana,
a quella della Frode nell'Orlando Furioso di L. Ariosto, fino ai cipressi introdotti a
parlare in una celebre lirica (Davanti San Guido) di Carducci.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 13

Reiterazione
figura retorica consistente nel ripetere uno stesso concetto con altre parole.
Reticenza
(dal latino reticere, 'tacere'): consiste nell'interrompere e lasciare in sospeso una
frase facendone intuire al lettore o all'ascoltatore la conclusione, conclusione che
comunque viene taciuta deliberatamente per creare nell'ascoltatore o nel lettore
una particolare e viva impressione (cfr. G. Verga, La morte di Mastro Don
Gesualdo).
Sillessi
Figura retorica della grammatica classica, secondo la quale ci che si riferisce
soltanto a una cosa o persona viene arbitrariamente esteso ad altra cosa o
persona che, nell'enunciato, segue alla prima: ad esempio: 'Borea e Zefiro che
soffiano nella Tracia' (ma soltanto Borea soffia nella Tracia)
Similitudine
(dal latino similitudo, 'somiglianza'): figura retorica consistente in un paragone
istituito tra immagini, cose, persone e situazioni, attraverso la mediazione di
avverbi di paragone o locuzioni avverbiali (come, simile a, a somiglianza di).
Sinchisi
[sn-chi-s\i] sostantivo f. inv. Figura retorica consistente in una modificazione
dellordine sintattico normale di una frase dal lat. tardo synchysim, gr. synkhysis
deriv. di synkhin mescolare sec. XVIII
Sineddoche
(dal greco synekdkhomai, 'prendo insieme'): figura semantica consistente
nell'utilizzazione in senso figurato di una parola di significato pi o meno ampio
della parola propria. Fondata essenzialmente su un rapporto di estensione del
significato della parola, questa figura esprime:
la parte per il tutto (vela invece di 'nave');
il tutto per la parte (una borsa di foca, per indicare una borsa fatta di pelle
di foca);
il singolare per il plurale e viceversa (l'italiano molto sportivo);
il genere per la specie (mortale per 'l'uomo').
Vedi anche Metonimia.
Sinestesia
(dal greco syn, 'insieme' e aisthnestai, 'percepire'): procedimento retorico che
consiste nell'associare, all'interno di un'unica immagine, sostantivi e aggettivi
appartenenti a sfere sensoriali diverse, che in un rapporto di reciproche

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 14

interferenze danno origine a un'immagine vividamente inedita: ad esempio:


colore caldo (l'impressione visiva unita a quella tattile);
voce chiara (l'impressione acustica unita a quella visiva);
musica dolce (l'impressione acustica accostata a quella gustativa).
Un simile procedimento, non estraneo alla poesia antica, diviene particolarmente
frequente a partire dai poeti simbolisti e costituisce poi uno stilema tipico dell'area
ermetica della poesia italiana del Novecento. Tra gli innumerevoli esempi che si
potrebbero addurre, basti il celebre 'urlo nero della madre' di S. Quasimodo, in cui
due sensazioni diverse, che interessano, la prima (urlo), il campo sensoriale
dell'udito, la seconda (nero), quello della vista, si fondono in un'immagine che
suggerisce l'idea di angoscia, di disperazione e di paura, in una temperie
cupamente drammatica.
Sospensione
figura retorica consistente nel lasciare volutamente interrotto un discorso.
Zeugma
Zeugma: (legame) collegamento di un verbo a due o pi termini della frase che
invece richiederebbero ognuno singolarmente un verbo specifico. Es. parlare e
lagrimar vedraimi insieme, dove parlare avrebbe dovuto avere 'mi sentirai' e non
'mi vedrai'.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 15

Fallacie ed argumenta
I ragionamenti dipendono interamente dal potere delloratore.
Largomentazione il cuore del discorso persuasivo. In essa si adducono le prove
(nella confirmatio o probatio) e si confutano le tesi dellavversario (confutatio o
reprehensio).
Secondo la sistemazione aristotelica, su cui si modellata loratoria giudiziaria
romana, le prove sono di due tipi:
- tecniche (in greco ntechnoi, in latino, artificiales), cio prodotte mediante
lapplicazione dellarte retorica;
- e non tecniche (technoi, inartificiales), cio prese dallesterno,
indipendenti dallarte retorica.
PROVE
non tecniche
(thechnoi, inartificiales)

tecniche
(nthechnoi, artificiales)

[1] di fatto

[2] per induzione

(signa)

(exempla)

Incontrovertibili
(necessariamente
vere)

congetturali
(verosimili)

[3] per deduzione

(argumenta)

entimemi

indizi

Alle prove non tecniche si ascrivono: la giurisprudenza sui fatti in questione, dicerie
e voce pubblica (notizie di fonte incerta e opinioni diffuse), confessioni estorte con
la tortura, denunce scritte, giuramento, testimonianze.
Le prove tecniche sono di tre specie:
- prove di fatto (signa)
- esempi (exempla)
- prove di ragionamento o argomenti probanti (argumenta
Le prove di fatto possono essere necessarie o non necessarie. Le prime sono
prove incontrovertibili perch necessariamente vere. Le prove di fatto non

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 16

necessarie sono indizi o tracce. Tali circostanze, quando siano suffragate da altre
prove sicure, possono trasformare un sospetto in certezza.
Un'argomentazione consiste di una o pi premesse ed una conclusione. Una
premessa un'affermazione (una frase che o vera o falsa) offerta a supporto
della tesi che viene proposta, che anche la conclusione (la quale pure una
frase che o vera o falsa).
Esistono due tipi di ragionamenti o argomentazione: quello induttivo e quello
deduttivo.
Con lesempio si procede per induzione: si ricorre a un fatto particolare, reale o
fittizio (purch verosimile), che pu essere generalizzato.
Se largomentazione la parte centrale del discorso persuasivo, le prove di
ragionamento (o argomenti probanti) sono il clou delle prove che si adducono
argomentando, e sono loggetto per eccellenza dellinventio.
In una argomentazione deduttiva le premesse danno (o sembrano dare) completo
supporto alla conclusione, mentre in un'argomentazione induttiva tale supporto
risulta parziale perch dallosservazione di casi particolari si tenta di risalire ad una
conclusione di carattere generale.
E ovviamente pi efficace e pi convincente il ragionamento deduttivo.
Una buona argomentazione deduttiva (sillogismo) nota come argomentazione
valida ed tale che se tutte le sue premesse sono vere, allora la sua conclusione
deve essere vera. Se tutta l'argomentazione valida e ha premesse realmente
vere, allora la sua conclusione deve essere vera e l'argomentazione si dice
corretta. Se non valida o ha una o pi premesse false, sar scorretta.
Una buona argomentazione induttiva (entimema) conosciuta come
un'argomentazione forte (o "stringente"). tale che se le sue premesse sono vere,
probabile che le sue conclusioni siano vere.
Entrambe, tuttavia, possono prestarsi a due tipi di errore: gli errori fattuali, che
riguardano il pi delle volte linformazione su cui si basano le premesse, oppure
errori nel ragionamento, cio i sofismi o paralogismi. Ma se questi due modi di
definire le argomentazioni errate sono assolutamente equivalenti agli occhi della
logica formale, il termine sofisma implica una sfumatura di intenzionalit che
lascia intuire il potenziale distruttivo di queste forme di ragionamento.
Fallacia un tipo di ragionamento errato ma psicologicamente plausibile.
"Errato" vuol dire che il ragionamento non tale da garantire la verit delle
conclusioni. "Psicologicamente plausibile" vuol dire che il ragionamento tale da
convincere un ascoltatore (o lo stesso parlante) ad accettare la conclusione come
vera, (sia facendogli accettare la supposta verit delle premesse o facendogli
accettare una forma errata di inferenza).
Ecco alcuni esempi che permettono di chiarire gli esempi citati:
Errore fattuale
Columbus la capitale degli Stati Uniti.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 17

Argomentazione deduttiva
Premessa 1: Se Bill un gatto, allora Bill un mammifero.
Premessa 2: Bill un gatto.
Conclusione: Bill un mammifero.
Errore deduttivo
Premessa 1: Se Portland la capitale del Maine, allora nel Maine.
Premessa 2: Portland nel Maine.
Conclusione: Portland la capitale del Maine.
(Portland nel Maine, ma Augusta la capitale. Portland la pi grande citt nel
Maine, comunque.)
Argomentazione induttiva
Premessa 1: La maggior parte dei gatti americani sono gatti domestici.
Premessa 2: Bill un gatto americano.
Conclusione: Bill un gatto domestico.
Errore induttivo
Premessa 1:
Appena arrivato in Ohio, ho visto uno scoiattolo bianco.
Conclusione: Tutti gli scoiattoli dell'Ohio sono bianchi.
(Anche se ci sono davvero molti scoiattoli nell'Ohio, quelli bianchi sono molto rari.)

FALLACIE ED ARGUMENTA
AD HOC
Questo tipo di fallacia fornisce una giustificazione a posteriori.
AFFERMAZIONE DEL CONSEGUENTE
Il sofisma si sviluppa secondo il seguente schema:
1.
A implica B
2.
B vero
3.
Quindi A vero.
ANALOGIA
Questo sofisma consiste nell'estendere fattori (elementi) e caratteristiche (aspetti)
presenti in una entit ad un'altra entit considerata simile nei suoi tratti essenziali.
1.
'A' sia/si comporti come una simile entit 'B'.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 18

ANALOGIA ESTESA
Menzionare due diverse situazioni nellambito di una argomentazione su un
principio generale, per provare che quelle due situazioni portate ad esempio sono
analoghe.
ANFIBOLIA
Lambiguit non dovuta al fatto che le singole parole possono essere interpretate
in due sensi, ma piuttosto al fatto che non comprendiamo il significato
dellenunciato nel suo complesso.
Due tipi molto diffusi di anfibolo sono dovuti a (a) participi non connessi e (b) uso
inesatto del segno di negazione nel discorso ordinario. Si ha lerrore grammaticale
noto come participio non connesso quando non si connette un nome alla
locuzione participiale che lo precede. Luso di non nel discorso ordinario
unaltra fonte di confusione.
ARGUMENTUM AD ANTIQUITATEM
(anche conosciuto come: Ricorso alla tradizione)
Il Ricorso alla tradizione un errore che avviene quando si assume che qualcosa
sia migliore o corretto semplicemente perch migliore, tradizionale, o " sempre
stato fatto". Questo tipo di "ragionamento" ha la seguente forma:
1. X vecchio o tradizionale
2. Quindi X corretto o migliore.
Questo tipo di "ragionamento" fallace perch l'et di una cosa non la rende
automaticamente corretta o migliore di qualcosa di pi nuovo.
ARGUMENTUM AD BACULUM
(anche conosciuto come: Descrizione di Ricorso alla paura, Tattica dello spavento,
Ricorso alla forza.
Il Ricorso alla paura un errore con il seguente schema:
1. Y viene presentato (un'affermazione che dovrebbe produrre paura)
2. Quindi l'affermazione X vera (un'affermazione che generalmente.
Questa linea di "ragionamento" fallace perch creare paura nelle persone non
costituisce una prova per un'affermazione.
importante distinguere tra una ragione razionale a credere (RRC) (prova) e una
ragione prudenziale a credere (RPC) (motivazione). Una RRC una prova che
supporta l'affermazione oggettivamente e logicamente. Una RPC una ragione
per accettare la credenza a causa di qualche fattore esterno (come una paura, una
minaccia, o un beneficio o danno che possono venire dalla credenza) che
rilevante rispetto a quello che una persona stima ma non rilevante rispetto alla
verit o falsit dell'affermazione. Per esempio, potrebbe essere prudente non
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 19

bocciare il figlio del capo del tuo dipartimento perch hai paura che potrebbe
rendere la vita dura per te. Comunque, questo non d prove all'affermazione che il
figlio meriti di venire promosso.
Esempi di Ricorso alla paura
1. "Sa, professor Smith, ho davvero bisogno di prendere un A in questo
corso. Mi piacerebbe fermarmi nelle ore in cui lei in ufficio pi tardi per
discutere del mio voto. Sar nel suo palazzo comunque, a visitare mio
padre. Tra l'altro, lui il suo preside. Ci vediamo."
2. "Non penso che un fucile Red Ryder BB sarebbe un bel regalo per te.
Sono molto pericolosi e ti caverai un occhio. Ora, non sei d'accordo che
devi pensare ad un'altra idea per il regalo?"
3. "Devi credere che Dio esista. Dopotutto, se non accetti l'esistenza di Dio,
allora ti troverai di fronte agli orrori dell'inferno."
4. "Non dovresti dire queste cose contro il multiculturalismo! Se il presidente
sentisse quello che stavi dicendo, non avresti mai la cattedra. Cos,
dovresti imparare ad accettare che semplicemente sbagliato parlarne
male."
ARGUMENTUM AD CRUMENAM
Largomentazione si sviluppa ritenendo che il denaro sia il criterio per stabilire la
giustizia: quelli che hanno pi denaro hanno pi probabilmente ragione degli altri.
Ancora usatissimo in pubblicit.
ARGUMENTA AD HOMINEM
Ad hominem
"Contro l'uomo" o "contro la persona."
Un Ad hominem una categoria generale di errori in cui una tesi o
un'argomentazione viene rifiutata sulla base di qualche fatto irrilevante sull'autore
o sulla persona che presenta la tesi o argomentazione.
Questo tipo di "argomentazione" ha la seguente forma:
1.
La persona A afferma X.
2.
La persona B attacca la persona A.
3.
Quindi l'affermazione di A falsa.
La ragione per cui un Ad hominem (di qualunque tipo) un errore che il
carattere, le circostanze o le azioni di una persona (nella maggior parte dei casi)
non hanno un legame con la verit o la falsit della tesi che viene espressa (o la
qualit dell'argomentazione che viene fatta).
Esempio di Ad hominem
1. Bill: "Credo che l'aborto sia moralmente sbagliato."
2. Dave: "Ovviamente lo dici, sei un prete."

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 20

3.
4.

Bill: "Cosa mi dici delle argomentazioni che ho dato per sostenere la mia
posizione?"
Dave: "Non contano. Come ho detto, sei un prete, quindi devi dire che
l'aborto sbagliato. Inoltre, sei solo un lacch del Papa, quindi non posso
credere a quello che dici."

Ad hominem tu quoque
Questo errore viene commesso quando si conclude che la tesi di una persona
falsa perch 1) incoerente con qualcos'altro che una persona ha detto o 2) quello
che la persona dice incoerente con le sue azioni. Questo tipo di
"argomentazione" ha la seguente forma:
1.
La persona A esprime la tesi X.
2.
La persona B asserisce che le azioni o affermazioni passate di A sono
incoerenti con la verit della tesi X.
3. Quindi X falsa.
Esempi di Ad hominem tu quoque
Bill: "Fumare molto pericoloso e causa ogni genere di problema. Quindi
segui il mio consiglio e non cominciare mai."
Jill: "Beh, certamente non voglio prendermi il cancro."
Bill: "Sto andando a fumarmi una sigaretta. Vuoi venire con me, Dave?"
Jill: "Bene, penso che fumare non possa fare cos male. Dopotutto, Bill
fuma."
Jill: "Penso che la legge per il controllo delle armi non debba essere
sostenuta perch non sar efficace e sprecher denaro."
Bill: "Tu solo il mese scorso la sostenevi. Quindi, immagino che tu ora
abbia torto."
Peter: "In base alle argomentazioni che ho presentato, evidente che
moralmente sbagliato usare animali per il cibo o per vestirsi."
Bill: "Ma tu stai indossando una giacca di cuoio e hai un panino col
roastbeef in mano! Come fai a dire che usare animali per il cibo o per
vestirsi sbagliato?"
Circumstantiam ad hominem
Un Ad hominem circostanziale un errore in cui uno cerca di attaccare
un'affermazione asserendo che la persona che fa l'affermazione la sta facendo
semplicemente per il proprio interesse. In qualche caso, questo errore coinvolge
un attacco alle circostanze di una persona (come la religione della persona,
l'affiliazione politica, il background etico, etc.). L'errore ha le seguenti forme:
1. La persona A fa l'affermazione X.
2. La persona B asserisce che A fa l'affermazione X perch nell'interesse di
A affermare X.
3. Quindi l'affermazione X falsa.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 21

1. La persona A fa l'affermazione X.
2. La persona B fa un attacco alle circostanze di A.
3. Quindi X falsa.
Un Ad hominem circostanziale un errore perch gli interessi e le circostanze di
una persona non hanno collegamento con la verit o falsit di un'affermazione.
Anche se gli interessi di una persona gli daranno motivi per sostenere certe
affermazioni, le affermazioni resteranno in piedi o cadranno per conto loro.
anche vero che le circostanze (religiose, politiche, etc.) di una persona non
influenzano la verit o falsit dell'affermazione. Questo reso piuttosto chiaro dal
seguente esempio: Bill afferma che 1+1=2. Ma lui un repubblicano, quindi la sua
affermazione falsa."
Ci sono volte in cui prudente sospettare delle affermazioni di una persona, come
quando evidente che le affermazioni sono a favore degli interessi di quella
persona. Per esempio, se il rappresentante di una ditta produttrice di sigarette
affermasse che il tabacco non causa il cancro, sarebbe prudente non accettare
senza problemi l'affermazione. Questo perch la persona ha una motivazione per
fare l'affermazione, che sia vera o meno. Comunque, il mero fatto che la persona
abbia una motivazione per fare l'affermazione non la rende falsa. Per esempio,
supponiamo che una madre dica a suo figlio che mettere una forchetta nella presa
della luce sia pericoloso. Il semplice fatto che lei abbia un interesse per dirlo
ovviamente non rende la sua affermazione falsa.
Esempi di Ad hominem circostanziale
1. "Lei dice che abbiamo bisogno di pi spese militari, ma falso, perch lei
lo dice solo perch lei una repubblicana.
2. "Penso che dovremmo rifiutare quello che Padre Jones dice sui problemi
etici dell'aborto perch lui un prete cattolico. Dopotutto, Padre Jones
obbligato ad avere queste posizioni."
3. "Ovviamente il senatore del Maine si oppone ad una riduzione delle spese
navali. Dopotutto, la Bath Ironworks, che produce navi da guerra, in
Maine."
4. "Bill dice che gli sgravi fiscali per le corporazioni aumentano lo sviluppo.
Naturalmente, Bill il capo di una corporazione."
Ad hominem ingiurioso
(anche conosciuto come: Attacco personale)
Un Attacco personale viene commesso quando una persona sostituisce commenti
offensivi alle prove quando attacca l'affermazione o le affermazioni di un'altra
persona. Questa linea di "ragionamento" fallace perch l'attacco diretto alla
persona che fa l'affermazione e non all'affermazione stessa. Il valore di verit di
un'affermazione indipendente dalla persona che fa l'affermazione. Dopotutto, non
importa quanto un individuo possa essere ripugnante, lui o lei pu ancora fare
affermazioni vere.
Non tutti gli Ad hominem sono fallaci. In qualche caso, le caratteristiche di un
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 22

individuo possono avere una correlazione sulla veracit delle sue affermazioni. Per
esempio, se si mostra che qualcuno un bugiardo patologico, allora quello che lui
dice viene considerato inaffidabile. Comunque, questi attacchi sono deboli, dato
che anche i bugiardi patologici possono dire la verit qualche volta.
In generale, meglio concentrare l'attenzione sul contenuto dell'affermazione e
non su chi abbia fatto l'affermazione. il contenuto che determina la verit di
un'affermazione e non le caratteristiche della persona che sta facendo
l'affermazione.
Esempi di Attacco personale
1. In un dibattito scolastico, Bill afferma che il piano economico del
Presidente non realistico. Il suo avversario, un professore, risponde
dicendo che "quella matricola aveva i dati sbagliati."
2. "Questa teoria su una potenziale cura per il cancro stata introdotta da
una dottoressa che una femminista lesbica riconosciuta. Non vedo
perch dovremmo invitarla a parlare alla Conferenza Mondiale sul
Cancro."
3. "Bill dice che noi dovremmo dare agevolazioni fiscali alle aziende. Ma lui
non degno di fiducia, quindi deve avere torto."
4. "Quell'affermazione non pu essere vera. Dave la crede, e sappiamo tutti
quanto lui sia moralmente repellente."
5. "Bill dice che Jane sarebbe una buona tesoriera. Comunque io trovo il
comportamento di Bill offensivo, quindi non voter per Jane."
6. "Jane dice che l'uso di droga moralmente sbagliato, ma lei solo una
cristiana bigotta, quindi non dobbiamo starla a sentire."
7. Bill: "Non penso che sia una buona idea tagliare l'assistenza sociale."
Jill: "Perch no?"
Bill: "Beh, molta gente non ha un punto di partenza equo e quindi ha
bisogno di un po' di aiuto. Dopotutto, alcuni hanno genitori ricchi e per loro
piuttosto facile. Altri sono nati nella povert e..."
Jill: "Tu dici queste cose perch hai un cuore tenero e un cervello
ugualmente tenero."
Ad hominem con argomenti dell'avversario
La fallacia sostiene che qualcuno utilizza premesse false per stesso, ma vere per
l'interlocutore e tese a confutarne le tesi. In pratica la fallacia abbozza e argomenta
ad hominem non condividendo e rigirando contro gli argomenti usati (principio di
sovraidentificazione) screditandoli.
ARGUMENTUM AD IGNORANTIAM
(anche conosciuto come: Ricorso all'ignoranza, Burden of Proof)
L'Onere della prova un errore in cui l'onere della prova messo dalla parte
sbagliata. Un'altra versione capita quando una mancanza di prove per il lato A
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 23

viene preso come una prova per il lato B nei casi in cui l'onere della prova sia dalla
parte B. Un nome comune per questo il Ricorso all'ignoranza. Questo tipo di
ragionamento tipicamente ha la seguente forma:
1. L'affermazione X viene presentata dal lato A e l'onere della prova dal lato
B.
2. Il lato B afferma che X falsa perch non c' prova per X.
In molte situazioni, un lato ha l'onere della prova dalla sua parte. Questo lato
obbligato a dare prove per la sua posizione. L'affermazione dall'altra parte, quella
che non porta l'onere della prova, viene assunta vera fino a prova contraria.
La difficolt in questi casi determinare da quale parte, se ce n' una, sia l'onere
della prova. In molti casi, decidere questo punto materia di dibattiti significanti. In
alcuni casi l'onere della prova deciso dalla situazione. Per esempio, nella legge
americana una persona viene assunta innocente fino a quando non viene provata
colpevole (quindi l'onere della prova sull'accusa). Come altro esempio, nei
dibattiti l'onere della prova dalla parte di quelli che affermano una cosa. Come
esempio finale, nella maggior parte dei casi l'onere della prova per quelli che
affermano che qualcosa esista (come Bigfoot, i poteri psichici, gli universali).
Esempi di Onere della prova
1. Bill: "Penso che dovremmo investire pi soldi nell'espandere il sistema
delle autostrade interstatali."
Jill: "Penso che sarebbe una cattiva idea, considerando lo stato della
tesoreria."
Bill: "Come si potrebbe fare a essere contro i miglioramenti delle autostrade?"
2. Bill: "Penso che qualcuno abbia poteri psichici."
Jill: "Qual la tua prova?" Bill: "Nessuno stato capace di provare che non si
possono avere poteri psichici."
"Non puoi provare che Dio non esista, quindi esiste."
ARGUMENTUM AD IRAM
La fallacia sostiene che qualcuno, per il fatto che nella propria argomentazione
preso dallira non credibile in quanto non ragione bene e correttamente perch
acceccato dallodio. Al contrario suscitare l'ira dell'avversario una tecnica per
ottenere ragione.
ARGUMENTUM AD LAZARUM
La fallacia sostiene che qualcuno, per il fatto che pi povero, anche pi sano o
pi virtuoso di qualcun altro che ricco.
ARGUMENTUM AD LOGICAM

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 24

Rappresentato come il sofisma dei sofismi, si basa sul sostenere che una tesi
falsa solo perch stata presentata come conclusione di unargomentazione
errata. Lo schema adottato il seguente:
1.
Si afferma che la tesi X parta da premesse vere.
2.
Si aggiunge che arriva anche a conclusioni vere.
3.
Ma si contesta che il ragionamento errato.
4.
Quindi la tesi X falsa.
ARGUMENTUM AD MISERICORDIAM
(anche conosciuto come: Ricorso alla piet)
Un Ricorso alla piet un errore in cui una persona sostituisce un'affermazione
che ha lo scopo di creare piet al posto di una prova per un'affermazione. La forma
dell'"argomentazione" la seguente:
1. P viene presentato, allo scopo di creare piet
2. Quindi l'affermazione C vera.
Questo errore differisce dal Ricorso alle conseguenze di una credenza (RCC). In
un RCC, una persona sta usando gli effetti di una credenza come un sostituto per
una prova. Nel Ricorso alla piet, il sentimento di piet o compassione che viene
sostituito alla prova.
Deve venire notato che ci sono casi in cui affermazioni che davvero servono come
prova evocano anche un sentimento di piet. In questi casi, il sentimento di piet
continua a non essere una prova. Il seguente un esempio di caso in cui
un'affermazione evoca piet ma serve anche come prova legittima:
Professoressa: "Non c'eri alla seconda sessione di esami, Bill."
Bill: "Lo so. Penso che lei dovrebbe farmi fare un recupero."
Professoressa: "Perch"
Bill: "Sono stato investito da un camion andando all'esame. Dato che ho dovuto
andare al pronto soccorso con una gamba rotta, penso di avere titolo a fare il
recupero."
Professoressa: "Mi spiace per la gamba, Bill. Naturalmente puoi fare il recupero."
L'esempio precedente non contiene un errore. Anche se la professoressa
dispiaciuta per Bill, giustificata nell'accettare l'affermazione di Bill che lui si meriti
un recupero. Dopotutto venire investiti da un camion una scusa legittima per
mancare ad un esame.
Esempi di Ricorso alla piet
1. Jill: "Sarebbe un terribile allenatore per la squadra."
Bill:"Ha il cuore su quel lavoro, e gli si spezzerebbe se non lo ottenesse."
Jill: "Penso che far un buon lavoro."
2. "Confido nel fatto che il mio lavoro possa incontrare le vostre richieste. Ho
davvero bisogno del lavoro dato che mia madre malata."
3. "Dovrei ricevere un 'A' in quest'esame. Dopotutto, se non ricever un 'A'

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 25

non avr la promozione che voglio."


ARGUMENTUM AD NAUSEAM
(anche conosciuto come: Ricorso a credenze)
Il Ricorso a credenze un errore che ha questa struttura generale:
1.
La maggior parte delle persone crede che un'affermazione, X, sia vera.
2.
Quindi X vera.
Questa linea di "ragionamento" sbagliata perch il fatto che molti credono ad
un'affermazione, in generale, non serve come prova che l'affermazione sia vera.
Ci sono, comunque, alcuni casi in cui il fatto che molti accettino un'affermazione
come vera un'indicazione che essa vera. Per esempio, mentre stai visitando il
Maine, ti viene detto da molti che credono che le persone di pi di 16 anni devono
comprare una licenza di pesca per poter pescare. Se non ci sono ragioni di
dubitare di queste persone, le loro affermazioni ti danno ragione di credere che
chiunque abbia pi di 16 anni ha bisogno di comprare una licenza di pesca.
Ci sono anche casi in cui quello in cui la gente crede determina la verit di
un'affermazione. Per esempio, la verit di affermazioni sulle buone maniere ed il
corretto comportamento semplicemente dipende su cosa la gente crede che siano
buone maniere ed il corretto comportamento. Un altro esempio il caso degli
standard delle comunit, che spesso sono considerati essere gli standard che la
maggior parte delle persone accetta. In qualche caso, quello che viola certi
standard delle comunit viene preso come osceno. In questi casi, perch
l'affermazione "X osceno" sia vera, la maggior parte delle persone della comunit
deve credere che X sia osceno. In questi casi sempre prudente chiedere una
giustificazione delle credenze individuali.
Esempi di Ricorso al disprezzo.
1. Bill: "Penso che Jane abbia fatto un ottimo lavoro quest'anno. Ho
intenzione di proporla per il premio."
Dave: "Ti sei scordato dell'anno scorso? Ricordati che lei non ha proposto
te l'altr'anno."
Bill: "Hai ragione. Non ho intenzione di proporla."
2. Jill: "Penso che l'idea di Jane sia davvero buona e farebbe risparmiare
molti soldi al dipartimento."
Bill: "Forse. Ricordi come ha mostrato che la tua ricerca aveva un errore
fatale quando l'hai letta alla convention l'anno scorso..."
Jill:"Mi ero scordato di quello! Penso che sosterr la tua proposta, invece."
ARGUMENTUM POST AD NAUSEAM
(anche conosciuto come: ricorso alle conseguenze di una credenza; include: pio
desiderio)
Il Ricorso alle conseguenze di una credenza un errore che si presenta secondo i
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 26

seguenti schemi:
1. X vero perch se la gente non accettasse X come vero, allora ci
sarebbero conseguenze negative.
2. X falso perch se la gente non accettasse X come falso, allora ci
sarebbero conseguenze negative.
3. X vero perch accettare che X sia vero ha conseguenze positive.
4. X falso perch accettare che X sia falso ha conseguenze positive.
5. Vorrei che X sia vero, quindi X vero. Questo conosciuto come Pio
desiderio.
6. Vorrei che X sia falso, quindi X falso. Questo conosciuto come Pio
desiderio.
Questa linea di "ragionamento" fallace perch le conseguenze di una credenza
non hanno influenza sul fatto che la credenza sia vera o falsa.
ARGUMENTUM AD NOVITATEM
(anche conosciuto come: Ricorso alla novit, Ricorso al nuovo, Pi nuovo
meglio, Novit.)
Il Ricorso alla novit un errore che avviene quando viene assunto che qualcosa
sia migliore o corretto semplicemente perch nuovo. Questo tipo di
"ragionamento" ha la seguente forma:
1. X nuovo.
2. Quindi X corretto o migliore.
Questo tipo di "ragionamento" fallace perch la novit di una cosa non la rende
automaticamente corretta o migliore di qualcosa di pi vecchio.
Questo reso piuttosto ovvio dal seguente esempio: Joe ha proposto che 1+1 ora
dovrebbe essere uguale a 3. Quando gli viene chiesto perch la gente dovrebbe
accettare questo, dice che semplicemente venuto fuori con l'idea. Dato che pi
nuova dell'idea che 1+1=2, deve essere migliore.
Questo tipo di "ragionamento" attraente per molte ragioni. Primo, la "cultura
occidentale" include un coinvolgimento molto forte verso la nozione che le cose
nuove devono essere migliori delle cose vecchie. Secondo, la nozione di
progresso (che sembra essere derivata, in parte, dalla nozione di evoluzione)
implica che le cose pi nuove saranno superiori alle cose pi vecchie. Terzo, la
pubblicit sui media spesso manda il messaggio che pi nuovo deve essere
migliore. A causa di questi tre fattori (e altri) la gente spesso accetta che una cosa
nuova (idea, prodotto, concetto, ecc.) deve essere migliore perch nuovo. Quindi,
il Ricorso alla novit in qualche modo un errore comune, specialmente nella
pubblicit.
Non dovrebbe venire assunto che le cose vecchie debbano essere migliori delle
nuove (vedete l'errore Ricorso alla tradizione) pi di quanto dovrebbe venire
assunto che le cose nuove siano meglio di quelle vecchie. L'et di una cosa non
ha, in generale, un collegamento con la sua qualit o correttezza (in questo
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 27

contesto).
Ovviamente, l'et ha un'importanza in qualche contesto. Per esempio, se una
persona conclude che il suo latte vecchio di un giorno fosse meglio del suo latte
vecchio di due mesi, non commettere un Ricorso alla novit. Questo perch, in
questi casi, la novit di una cosa rilevante rispetto alla sua qualit. Per questo,
l'errore viene commesso solo quando la novit non , di e per se stessa, rilevante
rispetto all'affermazione.
Esempi di Ricorso alla novit
1. Una pubblicit inventata.
La scarpa luminosa Sadisike 900 pump-up. migliore perch nuova.
2. Due uomini d'affari stanno facendo una discussione.
James: "Allora, cos' questo nuovo piano?"
Biff: "Beh, l'ultima idea nelle tecniche di marketing il metodo GK.
l'ultima cosa pensata. cos nuova che l'inchiostro sulle relazioni si sta
ancora asciugando."
James: "Sai, il nostro vecchio metodo di marketing stato piuttosto
efficiente. Non mi piace l'idea di saltare a un nuovo metodo senza una
buona ragione."
Biff: "Sappiamo che dobbiamo stare sul filo dell'innovazione. Questo
significa che bisogna usare nuove idee e nuove tecniche. Il metodo GK
nuovo, quindi far meglio di quel metodo vecchio e polveroso."
3. Un professore sta facendo lezione nel suo corso.
Prof.: "Cos potete vedere che una nuova e migliore moralit sta
percorrendo la nazione. Le persone con stili di vita alternativi non vengono
pi rifiutate. La gente non viene pi catturata dalle moralit fuori moda del
passato."
Studente: "Cosa ne pensa delle idee dei grandi pensatori del passato?
Non hanno dei punti validi?"
Prof.: "Una buona domanda. La risposta che avevano dei punti validi nei
loro tempi vecchi e barbarici. Ma quelle sono morali vecchie e ammuffite
passate da un lungo tempo. Ora tempo per una nuova morale. il
progresso."
Studente: "Cos lei direbbe che le nuove moralit sono migliori perch
sono pi nuove?"
Prof.: "Esattamente. Proprio come i dinosauri sono morti per lasciare
spazio ai nuovi animali, le vecchie idee devono lasciare spazio alle nuove.
E proprio come gli umano sono meglio dei dinosauri, le nuove idee sono
migliori delle vecchie. Cos pi nuovo letteralmente migliore."
Studente: "Capisco."
ARGUMENTUM AD POPULUM
(anche conosciuto come: Ricorso alla popolarit)
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 28

Il Ricorso alla popolarit ha la seguente forma:


1. La maggior parte della gente approva X (ha emozioni favorevoli verso X).
2.
Quindi X vero.
L'idea di base che un'affermazione viene accettata come vera semplicemente
perch la maggior parte della gente favorevolmente incline verso l'affermazione.
Pi formalmente, il fatto che la maggior parte delle persone ha emozioni favorevoli
associate all'affermazione viene sostituito al posto di una vera prova per
l'affermazione.
ARGUMENTUM AD TERTIUM EXCLUDENDUM

(anche conosciuto come: Terzo escluso)

Alla base di questa errore c la contrapposizione ad una tesi equilibrata di una tesi
opposta portata alle estreme conseguenze.
ARGUMENTUM AD VERECUNDIAM
(anche conosciuto come: Ricorso all'autorit, Errato ricorso all'autorit, Abuso di
autorit, Autorit irrilevante, Autorit discutibile, Autorit inappropriata )
Un Ricorso all'autorit un errore con la seguente forma:
1. La persona A (o si afferma che sia) un'autorit sull'argomento S.
2. La persona A fa l'affermazione C sull'argomento S.
3. Quindi, C vero.
Questo errore viene commesso quando la persona in questione non un'autorit
legittimata sull'argomento. Pi formalmente, se la persona A non ha autorit per
fare affermazioni affidabili sull'argomento S, allora l'argomentazione sar fallace.
Poich questo tipo di ragionamento fallace solo quando persona non una
autorit legittima in un contesto particolare, necessario dare qualche standard di
valutazione. I seguenti standard sono largamente accettati:
La persona ha sufficiente esperienza sull'argomento in questione.
L'affermazione che viene fatta dalla persona compresa nella sua area di
esperienza.
C' un adeguato grado di consenso tra gli altri esperti dell'argomento in
questione.
La persona in questione non di parte in modo significante.
L'area di esperienza un'area o disciplina legittima.
AUDIATUR ET ALTERA PARS
In questo tipo di argomentazione tutte le premesse di un ragionamento dovrebbero
essere affermate esplicitamente. Il non farlo visto con sospetto. Lo schema
adottato il seguente:

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 29

1. A sostiene la tesi X.
2. Gli si contesta che non ha detto tutto quello che c dietro a X.
3. Quindi X falso.
AVVELENAMENTO DEL POZZO
Questo tipo di "ragionamento" coinvolge il provare a screditare quello che una
persona potrebbe dire in seguito presentando informazioni (vere o false) a
discredito di essa. Questa "argomentazione" ha la seguente forma:
1. Vengono presentate informazioni (vere o false) a discredito della persona
A.
2.
Quindi qualunque affermazione A faccia sar falsa.
Questo genere di "ragionamento" ovviamente fallace. La persona che fa un
attacco di questo tipo spera che le informazioni a discredito influenzeranno gli
ascoltatori contro la persona in questione e quindi rifiutino qualunque sua
affermazione.
Comunque, semplicemente presentare informazioni sfavorevoli su di una persona
(anche se sono veri) difficilmente conta come prova contro le affermazioni che lui o
lei pu fare. Questo particolarmente chiaro quando l'Avvelenare il pozzo viene
visto come una forma di Ad hominem in cui l'attacco viene fatto prima che la
persona faccia affermazioni. Il seguente esempio mostra chiaramente che questo
tipo di "ragionamento" piuttosto scadente.
Prima della lezione:
Bill: "Quel professore uno scemo. Penso che sia una specie di fascista
eurocentrico."
Jill: "S."
Durante la lezione:
Prof. Jones: "...e cos vediamo che non c' mai stata un'"era dorata del
matriarcato" nel 1895 in America."
Dopo la lezione:
Bill: "Vedi quello che intendo?"
Jill: "S. Deve esserci stata un'era dorata del matriarcato, dato che quello
scemo ha detto che non c' stata."
Esempi di Avvelenamento del pozzo
1. "Non starlo a sentire, un poco di buono."
2. "Prima di dare la parola al mio avversario, vi chiedo di ricordare che quelli
che si oppongono ai miei progetti non hanno a cuore il bene
dell'universit."
3. Ti viene detto, prima di incontrarlo, che il ragazzo di una tua amica uno
sprecone decadente. Quando lo incontri, tutto quello che gli senti dire
"corrotto".

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 30

CAMPIONE NON SIGNIFICATIVO


(anche conosciuto come: Statistiche viziate, Induzione viziata, Generalizzazione
viziata).
Questo errore commesso quando una persona fa una conclusione su una
popolazione basandosi su un campione che viziato o di parte in qualche
maniera. Ha la forma seguente:
1. Il campione S, che viziato, preso dalla popolazione P. 2. La conclusione C viene fatta sulla popolazione P basandosi su S.
La persona che commette l'errore sta abusando del seguente tipo di
ragionamento,
che

conosciuto
come
Generalizzazione
induttiva,
Generalizzazione, e Generalizzazione statistica:
1. X% gli A osservati sono B.
2. Quindi l'X% di tutti gli A sono B.
Questo errore viene commesso quando possibile che il campione di A sia viziato
in qualche maniera. Un campione viziato quando probabile che il metodo usato
per prendere un campione non porti a un campione rappresentativo della
popolazione da cui tratto.
I campioni non significativi non sono generalmente molto affidabili. Come caso
vistoso, immaginate che una persona stia prendendo un campione da un carico di
piccole palline colorate, alcune delle quali sono di metallo e altre di plastica. Se
usasse un magnete per scegliere il suo campione, allora il suo campione
includerebbe un numero sproporzionato di palline di metallo (dopo tutto, il
campione sarebbe probabilmente fatto interamente di palline di metallo). In questo
caso, qualunque conclusione che lui potrebbe dare sull'intera popolazione di
palline sarebbe inaffidabile perch avrebbe poche o nessuna pallina di plastica nel
campione.
L'idea generale che meno probabile che i campioni viziati contengano numeri
proporzionali all'intera popolazione. Per esempio, se una persona volesse scoprire
quello che la maggior parte degli americani pensano del controllo delle armi, un
sondaggio fatto a un meeting dell'NRA sarebbe un campione viziato.
Dato che l'errore del Campione non significativo viene commesso quando il
campione (le istanze osservate) sono viziate, importante avere campioni non
viziati quando si fa una generalizzazione. Il miglior modo per falo prendere
campioni in modi che evitano questo problema. L'idea generale che questi
metodi (quando usati nel modo appropriato) risulteranno in un campione che
corrisponde piuttosto da vicino all'intera popolazione. I tre tipi di campione sono
come segue:
1. Campione casuale: questo un campione che viene preso in maniera tale
che nient'altro che il caso determina quali membri della popolazione
vengono scelti per il campione. Idealmente, ogni membro individuale della
popolazione ha la stessa possibilit di venire scelto di qualsiasi altro.
Questo tipo di campione evita di essere viziato perch un campione non
rappresentativo uno che viene preso in modo che alcuni membri della
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 31

popolazione abbiano una possibilit significantemente pi alta di venire


scelti per il campione degli altri membri. Sfortunatamente, creare un
campione casuale ideale spesso molto difficile.
2. Campione stratificato: questo un campione che viene preso usando i
seguenti passi: 1) Gli strati rilevanti (sottogruppi della popolazione)
vengono identificati, 2) il numero di membri in ogni strato viene
determinato e 3) Un campione casuale viene preso da ogni strato in
proporzione esatta alla sua dimensione. Questo metodo ovviamente
molto utile quando si ha a che fare con popolazioni stratificate. Per
esempio, il reddito di una persona spesso influenza quello che vota, cos
quando viene condotto un sondaggio per le elezioni del presidente
sarebbe una buona idea prendere un campione stratificato usando le
classi economiche come la base per determinare gli strati. Questo metodo
evita campioni non significanti (idealmente) assicurando che ogni strato
della popolazione rappresentato adeguatamente.
3. Campione a intervalli di tempo: questo tipo di campione viene preso
scegliendo un campione stratificato o casuale e poi prendendo almeno un
altro campione con un intervallo di tempo significante tra di loro. Dopo che
i due campioni sono stati presi, possono venire comparati i cambiamenti.
Questo metodo per scegliere campioni molto importante quando si fanno
predizioni. Una predizione basata solo su un campione probabimente
una Generalizzazione frettolosa (perch il campione probabilmente
troppo piccolo per coprire popolazioni passate, presenti e future) o un
Campione non significativo (perch il campione includer solo istanze da
un unico periodo di tempo).
Le persone spesso usano campioni non significativi a causa di parzialit o di
pregiudizi. Per esempio, una persona potrebbe cercare intenzionalmente o meno
persone che supportano la sua parte. Come esempio, una persona che sta
spingendo una particolare teoria scientifica potrebbe tendere a raccogliere
campioni che sono di parte a favore di quella teoria.
La gente spesso commette questo errore anche a causa di pigrizia o
trascuratezza. molto facile semplicemente prendere un campione da quello che
facilmente disponibile piuttosto che prendere il tempo e lo sforzo necessari a
generare un campione adegato e trarre una conclusione giustificata.
importante tenere in mente che la parzialit relativa allo scopo del campione.
Per esempio, se Bill volesse sapere cosa pensano i membri del NRA su una legge
per il controllo delle armi, allora un campione preso a un meeting dell'NRA non
sarebbe viziato. Comunque, se Bill volesse sapere cosa pensano gli americani in
genere della legge, allora un campione preso ad un meeting dell'NRA sarebbe
viziato.
Esempi di Campione non significativo
1. L'editore di Bill gli da il compito di determinare cosa pensa la maggior
parte degli americani su una nuova legge che metter una tassa
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 32

federale su tutti i modem e i computer acquistati. Gli incassi della


tassa verranno usati per sostenere nuove leggi sul buoncostume online. Bill, essendo inclinato verso la tecnologia, decide di usare un
sondaggio fatto per email. Nel suo sondaggio, il 95% di coloro i quali
hanno preso parte al sondaggio erano contrari alla tassa. Bill fu
piuttosto sorpreso quando il 65% di tutti gli americani vot a favore
delle tasse.
2. I Pacifisti Uniti d'America decidono di fare un sondaggio per
determinare quello che gli Americani pensano sulle armi e sul controllo
delle armi. A Jane viene assegnato il compito di organizzare lo studio.
Per risparmiare i costi di spedizione, lei include il modulo per il
sondaggio nella busta del giornale del gruppo. Lei veramente felice
di scoprire che il 95% degli intervistati erano a favore di leggi per il
controllo delle armi e dice ai suoi amici che la grande maggioranza
degli Americani a favore di leggi per il controllo delle armi.
3. Sondaggi su larga scala sono stati condotti in Florida, California e
Maine e si scoperto che una media del 55% degli intervistati hanno
passato almeno quattordici giorni all'anno vicino all'oceano. Quindi, si
pu tranquillamente concludere che il 55% di tutti gli americani
passano almeno quattordici giorni vicino all'oceano ogni anno.
CASO PARTICOLARE
Il Caso particolare un errore in cui una persona applica standard, principi, regole,
etc. ad altri considerando se stessa (o le persone per cui ha un interesse
particolare) esente, senza dare giustificazioni adeguate per l'esenzione. Questo
genere di "ragionamento" ha la seguente forma:
1. La persona A accetta gli standard S e li applica agli altri nella circostanza
C.
2. La persona A nella circostanza C.
3. Quindi A esente da S.
La persona che commette un Caso particolare sta affermando di essere esente da
alcuni principi o standard anche se non d nessuna buona ragione per la sua
esenzione.
La persona che commette un Caso particolare sta affermando di essere esente da
alcuni principi o standard anche se non d nessuna buona ragione per la sua
esenzione. Che questo tipo di ragionamento sia fallace mostrato dal seguente
esempio estremo:
1. Barbara accetta che tutti gli assassini dovrebbero venire puniti per i loro
crimini.
2. Anche se ha ucciso Bill, Barbara afferma di essere un'eccezione perch
non le piacerebbe per niente andare in prigione.
3. Quindi, lo standard di punire gli assassini non dovrebbe venire applicato a
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 33

lei.
Questo chiaramente un caso sfacciato di Caso particolare. Dato che a nessuno
piace andare in prigione, questo non pu giustificare l'affermazione che solo
Barbara dovrebbe essere esente dalla punizione.
Da un punto di vista filosofico, l'errore del Caso particolare violare un principio
generalmente accettato, in particolare il Principio della differenza rilevante.
Secondo questo principio, due persone possono essere trattate in modo diverso se
e solo se c' c' una differenza rilevante tra loro. Questo principio ragionevole.
Dopotutto, non sarebbe particolarmente razionale trattare due persone in modo
diverso quando non c' nessuna differenza rilevante tra loro. Come caso estremo,
sarebbe molto strano per un genitore insistere che un figlio metta scarpe di misura
39 e l'altro di misura 37 quando entrambi i figli hanno il 37.
Bisognerebbe notare che il Principio della differenza rilevante permette che le
persone siano trattate in maniera differente. Per esempio, se un impiegato un
lavativo ed un altro un lavoratore molto produttivo il principale sarebbe giustificato
nel dare un aumento solo al lavoratore produttivo. Questo perch la produttivit di
ognuno una differenza rilevante tra di loro. Dato che pu essere ragionevole
trattare le persone in maniera diversa, ci saranno casi in cui alcune persone
saranno esenti dagli standard usuali. Per esempio, se il turno di Bill di cucinare la
cena e Bill molto malato, non sarebbe un errore di Caso particolare se Bill
chiedesse di venire esentato da preparare la cena (questo, naturalmente, assume
che Bill non accetti uno standard che richiede che si cucini la cena a prescindere
dalle circostanze). In questo caso Bill sta offrendo una buona ragione per motivare
la sua esenzione e, soprattutto, sarebbe una buona ragione per chiunque si
ammali e non solo per Bill.
Anche se determinare quello che conta come base legittima per l'esenzione pu
essere un obiettivo difficile, sembra chiaro che affermare "io sono esente perch io
sono io" non d una base legittima. Per questo, a meno che venga presentata una
giustificazione chiara e rilevante per venire esentati, una persona non pu
affermare di essere esente.
Ci sono casi che sono simili al Caso particolare in cui una persona sta offrendo
come minimo qualche ragione per cui si potrebbe essere esenti ma la ragione non
abbastanza buona per garantire l'esenzione. Questa potrebbe venire chiamata
"Giustificazione fallita". Per esempio, un professore potrebbe affermare di essere
esente dall'aiutare il resto della facolt a spostare i libri nel nuovo dipartimento
perch questo sarebbe sotto la sua dignit. Comunque, questa non una ragione
particolarmente buona e difficilmente potrebbe giustificare la sua esenzione. Se si
scopre che la vera "ragione" per cui una persona sta affermando l'esenzione
semplicemente che si prende come esente, allora commetterebbe l'errore di Caso
particolare. Questi casi sono piuttosto comuni. Dopotutto, piuttosto raro che degli
adulti semplicemente affermino di essere esenti senza dare almeno qualche
pretesto per giustificare l'esenzione.
Esempi di Caso particolare
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 34

1. Bill e Jill sono sposati. Sia Bill che Jill hanno lavorato tutto il giorno in
ufficio. Il loro cane, Rover, ha fatto cadere tutte le piante in una stanza e
ha sparso la terra sul tappeto. Quando loro ritornano a casa, Bill dice a Jill
che suo compito pulire. Quando lei protesta, lui dice che ha lavorato tutto
il giorno in ufficio ed troppo stanco per pulire.
2. Jane e Sue dividono la stanza da letto.
Jane: "Spegni quello stupido stereo, voglio dormire."
Sue: "Perch dovrei? Sei esausta?"
Jane: "No, ho solo voglia di dormire."
Sue: "Bene, ho voglia di sentire musica."
Jane: "Beh, io mi metto a dormire. Devi spegnere il tuo stereo e basta."
3. Mike e Barbara dividono un appartamento.
Mike: "Barbara, hai di nuovo portato dentro del fango."
Barbara: "E allora? Non colpa mia."
Mike: "Certo. Immagino che sia entrato da solo. Tu hai sporcato, quindi tu
devi pulire."
Barbara: "Perch?"
Mike: "Ci siamo messi d'accordo che chiunque sporca deve pulire.
giusto cos."
Barbara: "Bene, io vado a guardare la TV. Se non ti piace il fango, puoi
pulire."
Mike: "Barbara..."
Barbara: "Cosa? Io voglio guardare lo spettacolo. Non voglio pulire il
fango. Come ho detto, se ti d cos tanto fastidio, allora dovresti pulire."
CIRCULUS IN DEMOSTRANDO
Largomentazione si basa sullutilizzare come premessa la conclusione che si
intende raggiungere.
COLPA PER ASSOCIAZIONE
(anche conosciuto come: Errore della cattiva compagnia)
La Colpa per associazione un errore in cui una persona rifiuta un'affermazione
semplicemente perch viene mostrato che persone che non gli piacciono
accettano l'affermazione. Questo tipo di "ragionamento" ha la seguente forma:
1. Si fa notare che persone che non piacciono ad A accettano l'affermazione
P.
2. Quindi P falsa
chiaro che questo tipo di ragionamento fallace. Per esempio il seguente
chiaramente un caso di cattivo "ragionamento": "Tu pensi che 1+1=2. Ma Adolf
Hitler, Charles Manson, Joseph Stalin e Ted Bundy tutti credevano che 1+1=2.
Quindi, non dovresti crederci."
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 35

L'errore prende la sua forza dal fatto che non si vuole venire associati a persone
che non piacciono. Quindi, se viene mostrato che una persona condivide una
credenza con persone che non piacciono si potrebbe essere influenzati a rifiutare
questa credenza. In questi casi la persona rifiuterebbe l'affermazione basandosi su
quello che pensa o prova per le persone che lo credono e perch` non
vorrebbe venire associata a quella gente.
Naturalmente, il fatto che qualcuno non vuole essere associato con persone che
non piacciono non giustifica il rifiuto di qualunque affermazione. Per esempio, la
maggior parte delle persone pi malvagie e terribili accettano che la terra giri
attorno al sole e che il piombo sia pi pesante dell'elio. Nessuna persona sana
rifiuterebbe queste affermazioni semplicemente perch questo li metterebbe in
compagnia di persone che non approvano (o addirittura odiano).
Esempi di Colpa per associazione
1. Will e Kiteena stanno discutendo sul socialismo. Kiteena una pacifista e
odia la violenza e le persone violente.
Kiteena: "Penso che gli Stati Uniti dovrebbero continuare ad adottare
programmi socialisti. Per esempio, penso che il governo dovrebbe
prendere il controllo delle industrie pi vitali."
Will: "Quindi, tu sei per la propriet statale delle industrie."
Kiteena: "Certamente. una grande idea e aiuter a rendere il mondo un
posto meno violento.
Will: "Beh, sai che anche Stalin avallava la propriet statale delle industrie.
E conta che ha ucciso millioni di persone del suo stesso popolo. Pol Pot
della Cambogia era pure lui per la propriet statale delle industrie. Anche
lui ha ucciso milioni di concittadini. Il governo della Cina per le industrie
possedute dallo stato. Anche loro hanno ucciso moltissime persone. Cos,
sei ancora a favore della propriet statale delle industrie?"
Kiteena: "Oh, no! Non voglio venire associata a quei macellai!"
2. Jen e Sandy stanno discutendo l'argomento dell'assistenza sociale. Jen
piuttosto conservatrice politicamente ma stata una opponente attiva del
razzismo. Sandy estremamente liberale politicamente.
Jen: "Stavo leggendo alcuni studi sull'assistenza e penso che sarebbe
meglio se le lavorassero per ottenere i loro benefici. Per esempio,
potrebbero raccogliere la spazzatura, mettere cartelli e forse anche fare i
lavori specializzati che sanno fare. Questo probabilmente li renderebbe pi
contenti di loro e renderebbe pi utili i soldi per le tasse.
Sandy: "Capisco. Cos tu vuoi che i poveri girino per le strade raccogliendo
spazzatura per guadagnarsi il loro assegno? Bene, questa esattamente
la posizione di David Count."
Jen: "Chi ?"
Sandy: "Sono sorpresa che tu non lo conosca, vedendo come vi
assomigliate. Era un Grande Stregone della Lega dei Bianchi Ariani Puri

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 36

3.

ed ben conosciuto per il suo odio verso i neri e le altre minoranze. Con le
tue idee, saresti perfetta nel suo piccolo gruppo razzista."
Jen: "Quindi, dovrei cambiare idea solo perch la divido con qualche
razzista?"
Sandy: "Naturalmente."
Libard e Ferris stanno discutendo su chi hanno intenzione di votare per la
direzione del dipartimento di filosofia. Libard una femminista radicale e
odia Wayne e Bill, che sono due professori sessisti nel dipartimento.
Ferris: "Allora, chi hai intenzione di votare?"
Libard: "Beh, stavo pensando di votare per Jane, dato che lei una donna
e non c' mai stata una donna presidente qui. Ma io penso che Steve far
un lavoro eccellente. Ha molta influenza nell'universit ed una persona
molto
rispettabile."
Ferris: "Sai, Wayne e Bill sono con lui. A loro piace molto l'idea di avere
Steve come nuovo presidente. Non avrei mai pensato di vedere te e quei
due maiali dalla stessa parte."
Libard: "Beh, forse tempo di avere una direttrice donna."

COMPOSIZIONE
L'errore della Composizione viene commesso quando una conclusione tratta su
un intero basandosi sulle caratteristiche dei suoi costituenti quando, nei fatti,
nessuna giustificazione viene data per l'inferenza. Ci sono due categorie di questo
errore, entrambe conosciute con lo stesso nome (a causa dell'alto grado di
somiglianza).
Il primo tipo di errore di Composizione capita quando una persona parte dalle
caratteristiche di membri individuali di una classe o di un gruppo per arrivare ad
una conclusione riguardante le caratteristiche dell'intera classe o gruppo. Pi
formalmente, il "ragionamento" sembrerebbe qualcosa di questo genere.
1. Le cose F hanno individualmente le caratteristiche A, B, C, etc.
2. Quindi, l'(intera) classe di cose F ha le caratteristiche A, B, C, etc.
Questa linea di ragionamento fallace perch il mero fatto che gli individui hanno
certe caratteristiche, per se stesso, non garantisce che la classe (presa come un
unico intero) abbia queste caratteristiche.
Il secondo tipo di errore di Composizione commesso quando si conclude che
quello che vero delle parti di un intero deve essere vero dell'intero senza che ci
siano giustificazioni adeguate per l'affermazione. Pi formalmente, la linea di
"ragionamento" sarebbe come segue:
1. Le parti dell'intero X hanno le caratteristiche A, B, C, etc.
2. Per cui l'intero X deve avere le caratteristiche A, B, C.
Questo tipo di ragionamento sbagliato perch non si pu inferire che
semplicemente perch le parti di un intero complesso hanno (o non hanno) certe

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 37

propriet allora l'intero di cui sono parti ha queste propriet. Questo


specialmente chiaro nella matematica: i numeri 1 e 3 sono entrambi dispari. 1 e 3
sono parti di 4. Quindi, il numero 4 dispari.
Deve essere notato che ragionare dalle propriet delle parti alle propriet
dell'intero non sempre sbagliato. Se c' giustificazione per l'inferenza dalle parti
all'intero, allora il ragionamento non sbagliato. Per esempio, se ogni parte del
corpo umano fatta di materia, non un errore concludere che l'intero corpo
umano fatto di materia. Similarmente, se ogni parte di una struttura fatta di
mattoni, non c' nessun errore commesso quando si conclude che l'intera struttura
fatta di mattoni.
CUM HOC ERGO PROPTER HOC
(anche conosciuto come: Causa discutibile, Confusione tra causa ed effetto )
La Confusione tra causa ed effetto un errore che ha la seguente forma generale:
1. A e B accadono regolarmente assieme.
2. Quindi A la causa di B.
L'idea generale dietro questo errore che un errore nel ragionamento
concludere che una cosa ne causa un'altra semplicemente perch le due sono
associate regolarmente. Pi formalmente, l'errore commesso quando si conclude
che A la causa di B semplicemente perch sono associate regolarmente. L'errore
che viene fatto che una conclusione causale viene tratta da prove inadeguate.
L'errore della Causa discutibile un tipo generale di errore. Ogni errore causale
che consiste in un errore di ragionamento dovuto a una mancanza di ricerche
adeguate sulla causa sospettata un errore di questo tipo. Quindi, errori come il
Post hoc e Confondere causa ed effetto sono esempi specifici dell'errore generale
Causa discutibile.
Il ragionamento causale pu essere piuttosto difficile dato che la causalit un
problema filosofico piuttosto complesso. La complessit della causalit
brevemente discussa nel contesto delle versioni specifiche di questo errore.
La chiave per evitare l'errore di Causa discutibile prendersi la dovuta cura nel
trarre conclusioni causali. Questo richiede il prendersi cura di investigare
adeguatamente i fenomeni in questione oltre che usare i metodi adeguati di
investigazione adeguata.
In alcuni casi sar evidente che l'errore viene commesso. Per esempio, una
persona potrebbe affermare che una malattia sia causata dalla febbre. In questo
caso, sarebbe abbastanza chiaro che la febbre stata causata dalla malattia e
non il contrario. In altri casi, l'errore non sempre evidente. Un fattore che rende il
ragionamento causale piuttosto difficile che non sempre evidente qual la
causa e qual l'effetto. Per esempio, un figlio problematico potrebbe essere la
causa dell'irritabilit dei genitori o l'irritabilit dei genitori potrebbe essere la causa
dell'essere problematico del figlio. La difficolt accresciuta dal fatto che qualche
situazione pu coinvolgere un feedback. Per esempio, il carattere dei genitori pu
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 38

causare la problematicit del figlio e il comportamento del figlio potrebbe


peggiorare il carattere dei genitori. In questi casi potrebbe essere piuttosto difficile
scoprire cosa ha causato qualcosa per primo.
Per determinare che l'errore stato commesso, deve venire mostrato che la
conclusione causale non stata sostenuta adeguatamente e che la persona che
commette l'errore ha confuso la vera causa con l'effetto. Mostrare che l'errore
stato commesso tipicamente coinvolger il determinare la vera causa e il vero
effetto. In alcuni casi, come notato sopra, questo pu essere piuttosto facile. In altri
casi sar difficile. In alcuni casi, potrebbe essere quasi impossibile. Un'altra cosa
che rende il ragionamento causale difficile che le persone spesso hanno hanno
concezioni molto diverse di causa e, in alcuni casi, i punti sono offuscati da
emozioni e ideologie. Per esempio, le persone spesso affermano che la violenza in
TV e nei film deve essere censurata perch fa amare la violenza alla gente. Altri
affermano che c' violenza alla TV e nei film perch la gente ama la violenza. In
questo caso, non ovvio qual la vera causa e il problema offuscato dal fatto
che le emozioni sono spesso alte su questo punto.
Anche se il ragionamento casuale pu essere difficile, molti errori possono essere
evitati con la giusta cura e attente procedure di verifica. Questo dovuto al fatto
che la conclusione tratto senza la giusta attenzione. Un modo di evitare l'errore
dare attenzione alla sequenza temporale degli eventi. Dato che (Star Trek a parte),
gli effetti generalmente non precedono le loro cause, se A capita dopo B, allora A
non pu essere la causa di B. Comunque, questi metodi vanno oltre l'obiettivo di
questi documenti.
Tutti gli errori causali coinvolgono un errore nel ragionamento causale. Comunque,
questo errore differisce dagli altri errori causali in termini dell'errore nel
ragionamento che viene fatto. Nel caso di un Post Hoc, l'errore che una persona
sta accettando che A la causa di B semplicemente perch A capita prima di B.
Nel caso dell'errore di Ignorare una causa comune A viene preso come causa di B
quando c', nei fatti, un terzo fattore che la causa sia di A che di B. Per altre
informazioni, vedete le voci rilevanti in questi documenti.
Esempi di Causa discutibile
1. Joe riceve una catena di Sant'Antonio che lo minaccia con terribili
conseguenze se rompe la catena. Lui ne ride e la getta nella spazzatura.
Sulla sua strada per andare al lavoro scivola e si rompe una gamba.
Quando torna a casa dall'ospedale manda 200 copie della catena,
sperando di evitare altri incidenti.
2. Facendo indagini su un piccolo stagno un gruppo di studenti scopre che
c' stata una grave caduta nella popolazione dei pesci. Altre indagini
rivelano che la quantit di cibo per i pesci stata pure ridotta di molto.
All'inizio gli studenti credono che la mancanza di cibo stava uccidendo i
pesci, ma in seguito realizzano che dovevano trovare cosa stava
causando il declino nella quantit di cibo. Gli studenti sospettano che le

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 39

piogge acide siano state la causa sia della riduzione dei pesci che della
quantit di cibo. Comunque, l'amministrazione locale insiste che sia stata
solo la mancanza di cibo ad avere causato la riduzione della popolazione
di pesci. La maggior parte degli abitanti del paese era d'accordo con
questa conclusione dato che sembrava piuttosto ovvio che una mancanza
di cibo avrebbe fatto morire i pesci.
DAL GENERALE AL PARTICOLARE
Questo errore si costruisce tentando di applicare una regola di carattere generale
ad un caso particolare in circostanze in cui tale regola sarebbe inapplicabile.

DAL PARTICOLARE AL GENERALE


(anche conosciuto come: Ampliamento)
E lesatto contrario del precedente sofisma. Far derivare un principio di carattere
generale da un caso specifico che non affatto rappresentativo di tutti i casi
analoghi. Interpretare la tesi in senso pi ampio possibile perch pi facile da
attaccare.
DICTO SIMPLICITER
Si tratta di una sottile generalizzazione basata sullapplicazione di una regola
generale ad una situazione particolare in condizioni che rendono quella regola
inapplicabile.
DIVISIONE
L'errore della Divisione viene commesso quando una persona inferisce che quello
che vero per un intero deve anche essere vero delle sue parti e non viene data
giustificazione per questa inferenza.
Ci sono due varianti principali dell'errore generale della Divisione:
Il primo tipo di errore di Divisione commesso quando 1) una persona afferma che
quello che vero dell'intero deve anche essere vero delle parti e 2) la persona non
giustifica quell'inferenza con un adeguato grado di prove. Pi formalmente, il
"ragionamento" segue questo tipo di schema:
1. L'intero, X, ha le propriet A, B, C, etc.
2. Quindi le parti di X hanno le propriet A, B, C, etc.
Che questa linea di ragionamento fallace chiaro nel seguente esempio: 4 un
numero pari. 1 e 3 sono parti di 4. Quindi 1 e 3 sono pari.
Dovrebbe venire notato che non sempre errato trarre una conclusione sulle parti
di un intero basata sulle propriet dell'intero. Finch vengono date prove aduguate
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 40

nell'argomentazione, il ragionamento pu essere accettabile. Per esempio, il corpo


umano fatto di materia ed ragionevole inferire da questo che le parti che
compongono il corpo umano sono anch'esse fatte di materia. Questo perch non
c' ragione per credere che il corpo sia fatto di parti non materiali che in qualche
modo formano materia quando si uniscono.
1. Come un collettivo, il gruppo o classe X ha le propriet A, B, C, etc.
2. Quindi i membri individuali del gruppo o della classe X hanno le propriet
A, B, C, etc.
Si pu mostrare facilmente che questo tipo di ragionamento sbagliato nel modo
seguente: vero che gli atleti, presi come un gruppo, sono giocatori di calcio,
corridori su pista, giocatori di tennis, saltatori in lungo e con l'asta, eccetera. Ma
sarebbe sbagliato inferire che ogni singolo atleta un giocatore di calcio, un
nuotatore, un giocatore di tennis, etc.
Dovrebbe essere notato che non sempre errato trarre una conclusione su un
individuo basata su cosa vero della classe a cui appartiene. Se l'inferenza
appoggiata da prove, allora il ragionamento pu essere buono. per esempio, non
sbagliato inferire che Bill il gatto siamese un mammifero dal fatto che tutti i gatti
sono mammiferi. In questo caso, quello che vero della classe anche vero di
ogni singolo membro.
Esempi di Divisione
1. "La palla blu, quindi gli atomi che la compongono sono anche loro blu."
2. "Una cellula vivente materiale organico, quindi gli elementi chimici che
compongono la cellula devono anche loro essere materiale organico."
3. "Bill vive in un grosso palazzo, quindi il suo appartamento deve essere
grosso."
4. "Il cloruro di sodio (sale da cucina) pu essere mangiato tranquillamente.
Quindi gli elementi che lo compongono, sodio e cloro, possono essere
mangiati tranquillamente."
5. "Gli americani usano molta pi elettricit degli africani. Cos Bill, che vive
in una capanna primitiva nel Maine, usa pi elettricit di Nelson, che vive
in una moderna casa in Sudafrica."
6. "Gli uomini ricevono pi istruzione superiore delle donne. Quindi la
dottoressa Jane Smart ha meno educazione superiore del signor Bill
Buffoon."
7. "Le minoranze vengono pagate meno dei 'bianchi' in America. Quindi, il
presidente nero di un'azienda multimiliardaria viene pagato meno del
custode bianco che pulisce il suo ufficio."
EQUIVOCO
(anche conosciuto come: Omonimia)
Lequivoco si basa nellutilizzare una parola chiave in due o pi significati allinterno
della stessa argomentazione, stravolgendo linterpretazione data dallaltro.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 41

ERRORE DEL GIOCATORE D'AZZARDO


L'Errore del giocatore d'azzardo viene commesso quando una persona assume
che uno scarto da quello che avviene in media o nel lungo termine sar corretto
nel breve termine. La forma dell'errore la seguente:
1. X successo.
2. X non quello che ci si aspetta che capiti in media o nel lungo termine.
3. Quindi, X presto avr una fine.
Una persona assume che qualche risultato deve essere "dovuto" semplicemente
perch qualcosa che successo precedentemente differisce da quello che ci si
aspetterebbe in media o nel lungo termine.
Il primo coinvolge eventi le cui probabilit di accadere sono indipendenti l'una
dall'altra. Per esempio, un lancio di una moneta (a due facce, non sbilanciata) non
ha effetto sul prossimo lancio della moneta. Cos, ogni volta che la moneta viene
lanciata c' (idealmente) una probabilit del 50% che esca testa e una probabilit
del 50% che esca croce. Supponiamo che una persona lanci una moneta sei volte
e ogni volta esca testa. Se concludesse che il prossimo lancio sar croce perch
perch croce " dovuto", allora avrebbe commesso l'Errore del giocatore
d'azzardo. Questo perch i risultati dei lanci precedenti non hanno influenza sul
risultato del settimo lancio. Questo ha una probabilit del 50% di essere testa e del
50% di essere croce, proprio come qualunque altro lancio.
Il secondo coinvolge casi le cui probabilit di capitare non sono indipendenti una
dall'altra. Per esempio, supponiamo che un pugile abbia vinto il 50% dei suoi
combattimenti negli ultimi due anni. Supponiamo che dopo molti combattimenti
abbia vinto il 50% di quelli di quest'anno, che abbia perso gli ultimi sei e ne debba
combattere sei. Se uno credesse che dovrebbe vincere i prossimi sei incontri
perch ha usato tutte le sconfitte e una vittoria "dovuta", allora commetterebbe
l'Errore del giocatore d'azzardo. Dopotutto, questo ignorerebbe il fatto che i risultati
di un incontro possono influenzare i risultati del prossimo. Per esempio, il pugile
potrebbe essersi infortunato in un incontro che abbasserebbe le sue probabilit di
vincere gli ultimi sei incontri.
Si dovrebbe notare che non tutte le predizioni su ci che probabile che accada
sono fallaci. Se una persona ha buone prove per le sue predizioni, allora
ragionevole accettarle. Per esempio, se una persona tirasse una moneta non
truccata e ottenesse nove teste di fila sarebbe ragionevole per lui concludere che
probabilmente non gli capiterebbe nuovamente di avere nove risultati uguali di fila.
Questo ragionamento non sbagliato finch lui crede alla sua conclusione perch
capisce le leggi della probabilit. In questo caso, se concludesse che non avrebbe
nuovamente nove volte di fila testa, il suo ragionamento sarebbe buono e la sua
conclusione giustificata. Quindi, determinare se l'Errore del giocatore d'azzardo
stato commesso o meno spesso richiede qualche capacit di base di conoscere le
leggi della probabilit.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 42

Esempi dell'Errore del giocatore d'azzardo


1. Bill sta giocando contro Doug a un gioco di carri armati della seconda
guerra mondiale. Doug ha avuto un grosso "periodo fortunato" e ha ucciso
i carri armati di Bill a destra e a sinistra con buoni tiri di dado. Bill, che ha
solo pochi carri armati, decide di rischiare tutto in un attacco disperato a
Doug. un po' preoccupato che Doug possa annientarlo, ma pensa che
dato che la fortuna con i dadi di Doug stata grande ora gli tocchino un
po' di tiri sfortunati. Bill lancia il suo attacco e Doug stermina le sue forze.
2. Jane e Bill stanno parlando:
Jane: "Presto potr comprare quell'auto che ho sempre voluto."
Bill: "Hai avuto un aumento?"
Jane: "No. Ma sai che ho preso il biglietto della lotteria tutti questi anni?"
Bill: "S, tu compri un biglietto per ogni estrazione, senza possibilit di
errore."
Jane: "E ho perso ogni volta."
Bill: "Allora perch pensi che vincerai questa volta?"
Jane: "Beh, dopo tutte le volte che ho perso dovr vincere."
3. Joe e Sam sono all'ippodromo e scommettono sui cavalli.
Joe: "Vedi quel cavallo l? Ha perso le ultime quattro gare. Ho intenzione di
scommettere su di lui."
Sam: "Perch? Penso che probabilmente perder."
Joe: "No, Sam. Ho visto le statistiche del cavallo e lui ha vinto met delle
sue gare negli ultimi due anni. Dato che ha perso tre delle ultime quattro
gare, dovr vincere questa gare. Cos scommetto la fattoria su di lui."
Sam: "Sei sicuro?"
Joe: "Naturalmente sono sicuro. Quel pony deve vincere, amico... deve
vincere!"
ERRORE DEL RELATIVISTA
(anche conosciuto come: Fare appello alla relativit delle opinioni)
L'Errore del relativista viene commesso quando una persona rifiuta
un'affermazione asserendo che l'affermazione potrebbe essere vera per altri ma
non per lui/lei. Questo tipo di "ragionamento" ha la seguente forma:
1. L'affermazione X viene presentata.
2. La persona A asserisce che X potrebbe essere vero per altri ma non
vero per lui/lei.
3. Quindi A giustificato a rifiutare X.
In questo contesto, il relativismo il punto di vista che la verit relativa a Z (una
persona, un periodo, una cultura, un posto, etc.). Questo non il punto di vista
secondo cui delle affermazioni possono essere vere o meno in momenti differenti o
riferite a persone differenti, ma il punto di vista che un'affermazione potrebbe
essere vera per una persona e falsa per un'altra nello stesso momento.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 43

In molti casi, quando qualcuno dice che "X vera per me" quello che davvero
intendono "Io credo che X" o "X vera riferita a me". importante essere
piuttosto chiari sulla distinzione tra essere vero riferito ad una persona ed essere
vero per una persona. Una affermazione vera riferita ad una persona se questa
descrive correttamente la persona. Per esempio, "Bill ha gli occhi azzurri" vera in
riferimento a Bill se lui ha gli occhi azzurri. Fare un'affermazione come "X vera
per Bill" significa dire che l'affermazione vera per Bill e non ha bisogno di essere
vera per altri. Per esempio: "1+1=23 vero per Bill" significherebbe che, per Bill,
1+1 davvero fa 23, non semplicemente che lui crede che 1+1=23 (questo sarebbe:
" vero che Bill crede che 1+1=23"). Un altro esempio sarebbe " vero per Bill che
la terra piatta"; questo significherebbe che la terra sarebbe davvero piatta per Bill
(in altre parole, Bill sarebbe in un mondo diverso dal resto della razza umana).
Dato che queste situazioni (che 1+1 faccia 23 e che la terra sia piatta per Bill) sono
estremamante strane, di sicuro sembra che la verit non sia relativa agli individui
(anche se le credenze lo sono).
Finch la verit obiettiva (cio, non relativa agli individui), allora l'Errore del
relativista un errore. Se ci sono casi in cui la verit davvero relativa, allora questo
tipo di ragionamento non deve per forza essere fallace.
Esempi di Errore del relativista
1. Jill: "Guarda qua, Bill. Ho letto che le persone che non fanno abbastanza
esercizio tendono ad essere poco sane."
Bill: "Questo pu essere vero per te, ma non lo per me."
2. Jill: "Penso che la cosiddetta argomentazione che hai usato per difendere
la tua opinione sia terribile. Dopotutto, una fallacia difficilmente conta come
un'argomentazione."
Bill: "Questo pu essere vero per te, ma non vero per me."
3. Bill: "La tua posizione contraddittoria, quindi non posso accettarla."
Dave: "Le contraddizioni possono essere cattive nella tua visione del
mondo eurocentrica, oppressiva, logica, ma io non penso che siano
cattive. Quindi la mia posizione corretta."
ERRORE GENETICO
Un Errore genetico una linea di "ragionamento" in cui un difetto percepito
nell'origine di un'affermazione o di una cosa viene preso come una prova che
scredita l'affermazione o cosa stessa. anche una linea di ragionamento in cui
l'origine di un'affermazione viene presa come prova per l'affermazione o cosa.
Questo genere di "ragionamento" ha la seguente forma:
1. L'origine di un'affermazione o cosa presentata.
2. L'affermazione vera (o falsa) o la cosa viene appoggiata (o screditata).
chiaro che questo tipo di "ragionamento" fallace. Per esempio: "Bill afferma
che 1+1=2. Comunque, i miei genitori mi hanno cresciuto facendomi credere che
1+1=254, quindi Bill deve avere torto."
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 44

Si dovrebbe notare che ci sono alcuni casi in cui l'origine di un'affermazione


rilevante rispetto alla verit o falsit dell'affermazione. Per esempio,
un'affermazione che viene da un esperto affidabile probabilmente vera
(ammesso che sia nella sua area di esperienza).
Esempi di Errore genetico
1. "Il presente Cancelliere di Germania era nella Giovent di Hitler quando
aveva tre anni. Con quel genere di background, il suo piano di 'riforme'
dev'essere un programma fascista."
2. "Sono stato cresciuto credendo in Dio, e i miei genitori mi hanno detto che
Dio esiste, cos Lui deve esistere."
3. "Certo, i media affermano che il senatore Bedfellow riceveva tangenti. Ma
tutti noi conosciamo la credibilit dei media, vero?"
FALSA PISTA
(anche conosciuto come: Cortina di fumo, L'errore del soggettivista)
Una Falsa pista un errore in cui un argomento irrilevante viene presentato allo
scopo di fuorviare l'attenzione dal problema originale. L'idea di base di "vincere"
un'argomentazione portando via l'attenzione dall'argomentazione ad un altro
argomento. Questo tipo di "ragionamento" ha la forma seguente:
1. L'argomento A sotto discussione.
2. L'argomento B viene introdotto come elemento collegato all'argomento B
(quando l'argomento B non davvero collegato all'argomento A).
3. L'argomento A viene abbandonato.
Questo genere di "ragionamento" fallace perch il solo cambiare l'argomento di
una discussione difficilmente conta come un'argomentazione contro
un'affermazione.
Esempi di Falsa pista
"Argomentazione" per un taglio delle tasse:
"Sapete, ho cominciato a pensare che c' del merito nel piano
repubblicano di tagliare le tasse. Vi suggerisco di fare qualcosa del
genere, perch se vogliamo che il nostro partito del democratici
sopravviva, dobbiamo mostrare che siamo persone serie come i
Repubblicani, dato che questo ci che la gente vuole."
"Argomentazione" per rendere pi severi gli esami di ammissione ad
un'universit:
"Penso che sia un'ottima idea rendere pi severi i requisiti per entrare
all'universit. Raccomando anche a voi di sostenere questa idea.
Dopotutto, siamo in una crisi di budget e non vogliamo che i nostri salari
ne siano affetti."

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 45

FALSO DILEMMA
(anche conosciuto come: pensare in bianco e nero )
Un Falso dilemma un errore in cui una persona usa il seguente schema di
"ragionamento":
1. vera solo una delle due affermazioni X e Y (quando X e Y potrebbero
essere entrambe false).
2. L'affermazione Y falsa.
3. Quindi l'affermazione X vera.
Questa linea di "ragionamento" fallace perch se entrambe le affermazioni
potrebbero essere false, allora non si pu inferire che una vera perch l'altra
falsa. Che questo sia vero chiaro nel seguente esempio:
1. O 1+1=4 o 1+1=12.
2. Non vero che 1+1=4.
3. Quindi 1+1=12.
In casi in cui le due opzioni sono, nei fatti, le uniche due opzioni, questa linea di
ragionamento non fallace. Per esempio:
1. Bill vivo oppure morto.
2. Bill non morto.
3. Quindi Bill vivo.
Esempi di Falso dilemma
1. Senatore Jill: "Dobbiamo tagliare i fondi per l'educazione quest'anno."
Senatore Bill: "Perch?"
Senatore Jill: "Beh, o tagliamo i programmi sociali o viviamo con un grosso
deficit e non possiamo vivere con il deficit."
2. Bill: "Jill e io appoggiamo la proposta di fare preghiere nelle scuole
pubbliche."
Jill: "Hey, non l'ho mai detto!"
Bill: "Jill, tu non sei atea, vero?"
3. "Vedete, dovete cambiare idea. O decidete che potete permettervi questo
stereo, o decidete che avete intenzione di fare a meno della musica per un
po'."
GENERALIZZAZIONE AFFRETTATA
(anche conosciuto come: Errore delle statistiche insufficienti, Errore del campione
insufficiente, Saltare a una conclusione, Induzione affrettata)
Questo errore viene commesso quando una persona trae una conclusione su una
popolazione basandosi su un campione che non grande abbastanza. Ha la
seguente forma:
1. Il campione S, che troppo piccolo, viene preso dalla popolazione P.
2. La conclusione C viene tratta a proposito della popolazione P basandosi
su S.
La persona che commette l'errore sta abusando del seguente tipo di
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 46

ragionamento, che conosciuto variamente come Generalizzazione induttiva,


Generalizzazione e Generalizzazione statistica:
1. L'X% di tutti gli A osservati sono B.
2. Quindi l'X% di tutti gli A sono B.
L'errore viene commesso quando non abbastanza A sono osservati per garantire
la conclusione. Se abbastanza A sono osservati allora il ragionamento non
fallace.
Piccoli campioni tenderanno a non essere rappresentativi. Come caso evidente,
chiedere a un canadese cosa pensa sul controllo delle armi chiaramente non
darebbe un campione di dimensioni adeguate per determinare cosa pensano i
canadesi in generale del problema. L'idea generale che meno probabile che
piccoli campioni contengano numeri proporzionali all'intera popolazione. Per
esempio, se un secchio contiere biglie blu, rosse, verdi e arancioni, allora un
campione di tre biglie non pu essere rappresentativo dell'intera popolazione di
biglie. Quando la dimensione del campione delle biglie aumenta, diventa pi
probabile che le biglie di ogni colore saranno scelte in proporzione ai loro numeri
nell'intera popolazione. Lo stesso vero per cose diverse dalle biglie, come le
persone e le loro idee politiche.
Dato che la Generalizzazione affrettata viene commessa quando il campione (le
istanze osservate) troppo piccolo, importante avere campioni che sono
abbastanza grandi quando si fa una generalizzazione. Il modo pi affidabile per
fare questo prendere il pi grosso campione che sia pratico prendere. Non ci
sono numeri fissi su cosa voglia dire essere abbastanza grande. Se la popolazione
in questione non ha grosse differenze (una popolazione di topi clonati, per
esempio) allora un campione molto piccolo sarebbe sufficiente. La dimensione del
campione dipende anche dalla dimensione della popolazione. Ovviamente, una
popolazione molto piccola non potr contenere un grande campione. Infine, il
campione richiesto dipender dallo scopo del campione. Se Bill vuole sapere
quello che Joe e Jane pensano sul controllo delle armi, allora un campione che
consiste solo in Bill e Jane sar (ovviamente) grande abbastanza. Se Bill vuole
sapere quello che la maggior parte degli australiani pensano sul controllo delle
armi, allora un campione che consiste solo in Bill e Jane sarebbe chiaramente
troppo piccolo.
Molto spesso si commettono Generalizzazioni affrettate a causa di faziosit o
pregiudizi. Per esempio, un sessista potrebbe concludere che nessuna donna in
grado di guidare un caccia perch una ne ha fatto cadere uno. Si commette
comunemente la Generalizzazione affrettata a causa di pigrizia o trascuratezza.
molto facile saltare semplicemente a una conclusione e molto pi difficile
raccogliere un campione adeguato e trarre una conclusione giustificata. Per
questo, avitare quest'errore richiede di minimizzare l'influenza della parzialit e
prendere la cura di scegliere un campione grande abbastanza.
Un punto finale: una Generalizzazione affrettata, come tutti gli errori, potrebbe
avere una conclusione vera. Comunque, finch il ragionamento fallace non c'
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 47

ragione per accettare la conclusione basata su quel ragionamento.


Esempi di Generalizzazioni affrettate
1. Smith, che inglese, decide di frequentare l'universit all'Ohio State
University. Non mai stato negli Stati Uniti prima. Il giorno dopo il suo
arrivo, sta tornando indietro da una lezione di benvenuto e vede due
scoiattoli bianchi (albini) che si rincorrono attorno ad un albero. Nella sua
successiva lettera a casa, dice alla famiglia che gli scoiattoli americani
sono bianchi.
2. Sam sta andando a casa in bicicletta in Maine, pensando agli affari suoi.
Una station wagon la raggiunge e comincia a suonare il clacson e prova a
mandarla fuori dalla strada. Mentre passa, il guidatore urla "vai sul
marciapiede dove devi stare!" Sam vede che la macchina ha la targa
dell'Ohio e conclude che tutti i guidatori dell'Ohio sono babbei.
3. Bill: "Sai, quelle femministe odiano tutte gli uomini."
Joe: "Davvero?"
Bill: "S. Ero alla mia lezione di filosofia l'altro giorno e quella ragazza,
Rachel, ha fatto un discorso."
Joe: "Quale Rachel?" Bill: "La conosci. quella che a capo di quel gruppo
femminista al Centro delle Donne. Ha detto che tutti gli uomini sono maiali
sessisti. Le ho chiesto perch lo credeva e ha detto che i suoi ultimi
ragazzi erano veri maiali sessisti."
Joe: "Non mi sembra una buona ragione per credere che tutti noi siamo
maiali."
Bill: " quello che ho detto."
Joe: "E lei cosa ha detto?"
Bill: "Ha detto che ha visto abbastanza uomini per sapere che siamo tutti
maiali sessisti. chiaro che lei odia tutti gli uomini."
Joe: "Quindi tu pensi che tutte le femministe siano come lei?"
Bill: "Certamente. Odiano tutte gli uomini."
IGNORATIO ELENCHI
(anche conosciuto come: Ignorare una causa comune, Causa opinabile )
Questo errore ha la seguente struttura generale:
1. A e B sono connesse regolarmente (ma nessuna terza causa comune
viene cercata).
2. Quindi A la causa di B.
Questo errore viene commesso quando si conclude che una cosa ne causa
un'altra semplicemente perch queste sono regolarmente associate. Pi
formalmente, questo errore viene commesso quando si conclude che A la causa
di B semplicemente perch A e B sono regolarmente connesse. Inoltre, la
conclusione causale viene tratta senza considerare la possibilit che un terzo
fattore potrebbe essere la causa sia di A che di B.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 48

In molti casi, l'errore piuttosto evidente. Per esempio, se una persona affermasse
che lo starnutire di una donna causato dagli occhi lucidi e semplicemente
ignorasse il fatto che la donna fosse in un campo di grano, sarebbe caduto preda
dell'errore di Ignorare una causa comune. In questo caso, sarebbe ragionevole
concludere che gli starnuti e gli occhi lucidi siano causati da una reazione allergica
di qualche tipo. In altri casi, non cos evidente che l'errore viene commesso. Per
esempio, un dottore potrebbe trovare un grande numero di batteri in una delle sue
pazienti e concludere che i batteri siano la causa della malattia del paziente.
Comunque, si potrebbe scoprire che i batteri sono in effetti innocui e che un virus
sta indebolendo la persona. Per questo, i virus potrebbero essere la vera causa
della malattia e della crescita dei batteri (i virus indebolirebbero l'abilit del corpo
della persona di resistere alla crescita dei batteri).
Come notato nella discussione di altri errori causali, la causalit un problema
piuttosto difficile. Comunque, possibile evitare questo errore prendendo le cure
dovute. Nel caso di Ignorare una causa comune, la chiave per evitare questo
errore di essere attenti a controllare altri fattori che potrebbero essere la vera
causa sia della causa sospettata che dell'effetto sospettato. Se una persona non
controlla la possibilit di una causa comune, allora commette questo errore. Per
questo, sempre una buona idea chiedersi sempre "potrebbe esserci un terzo
fattore che sta causando sia A che B?"
Esempi di Ignorare una causa comune
1. Un giorno Bill si sveglia con la febbre. Poche ore dopo trova dei punti rossi
sulla sua pelle. Conclude che la febbre deve avere causato i punti rossi.
Un suo amico insiste che i punti e la febbre sono causati da qualche
microbo. Bill ride di questo e insiste a dire che se passasse la giornata in
una vasca di acqua fredda i suoi puntini andrebbero via.
2. Per molte settimane gli aghi dei pini sul fiume Wombat erano caduti
nell'acqua del fiume. Poco dopo, molti pesci morti arrivarono sulle sponde
del fiume. Quando l'EPA investig, i proprietari dell'industria chimica del
fiume Wombat affermarono che era ovvio che gli aghi di pino avessero
ucciso i pesci. Molti ambientalisti locali affermarono che i rifiuti tossici della
centrale chimica avevano causato la morte sia dei pesci che degli alberi e
che gli aghi di pino non avevano avuto alcun vero effetto sui pesci.
3. Un temporale sveglia Joe a met della notte. Lui va al piano di sotto a
prendere un po' di latte per riaddormentarsi. Sulla strada verso il
frigorifero, si accorge che il barometro sceso di molto. Joe conclude che
il temporale ha fatto scendere il livello del barometro. La mattina dopo
racconta a sua moglie la sua conclusione. Lei gli dice che stata una
caduta della pressione atmosferica a causare sia la discesa del livello del
barometro che il temporale.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 49

INVERSIONE
Il sofisma si sviluppa secondo il seguente schema:
1. Se A allora anche B.
2. Quindi se B allora anche A.
MET CAMPO
(anche conosciuto come: errore della media d'oro, errore di moderazione )
Questo errore viene commesso quando si assume che la posizione di mezzo tra
due estremi deve essere corretta semplicemente perch la posizione di mezzo.
Questo tipo di "ragionamento" ha la seguente forma:
1. Le posizioni A e B sono due posizioni estreme.
2. C una posizione che sta a met tra A e B.
3. Quindi C la posizione corretta.
Questa linea di "ragionamento" fallace perch dal fatto che una posizione stia a
met tra due estremi non ne segue che sia corretta. Questo esempio lo mostra:
Supponiamo che una persona stia vendendo il suo computer. Questi vuole
venderlo al valore di mercato corrente, che di 800 dollari; qualcuno gli offre un
dollaro. Difficilmente ne seguirebbe che il prezzo corretto sia 400.50 dollari.
Questo errore prende il suo potere dal fatto che una posizione moderata o di
mezzo spesso quella corretta. Per esempio, una quantit moderata di esercizi
meglio di troppi o troppo pochi esercizi. Comunque, questo non vero
semplicemente a causa del fatto che sta a met campo tra due estremi. perch
troppi esercizi sono pericolosi e troppo pochi sono inutili. L'idea di base dietro a
molti casi in cui la moderazione corretta che gli estremi sono tipicamente
"troppo" e "non abbastanza" e la posizione di mezzo "abbastanza". In questi casi
la posizione di mezzo corretta quasi per definizione.
Bisogna tenere in mente che se si assume acriticamente che la posizione di
mezzo deve essere corretta perch la posizione di mezzo si fa un ragionamento
misero, ma non ne segue che accettare una posizione di mezzo sempre
sbagliato. Come stato appena menzionato, molte volte una posizione moderata
corretta. Comunque, l'affermazione che la posizione moderata o di mezzo
corretta deve essere sostenuta da ragionamenti legittimi.
Esempi di Met campo
1. Alcune persone affermano che Dio onnipotente, onnisciente e
infinitamente buono. Altri affermano che Dio non esiste. Ora, sembra
ragionevole accettare una posizione da qualche parte a met. Quindi,
probabile che Dio esista, ma che sia solo molto potente, sappia molte
cose, e molto buono. Questo mi sembra giusto.
2. Il deputato Jones ha proposto di tagliare i pagamenti dell'assistenza
sociale del 50% mentre la deputata Shender ha proposto di aumentare
l'assistenza del 10% per adeguarsi all'inflazione e all'aumento del costo
della vita. Io penso che la proposta migliore sia quella fatta dal deputato
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 50

Trumple. Lui dice che una diminuzione del 30% nei costi dell'assistenza
sociale una buona via di mezzo, quindi penso che sia quello che
dobbiamo sostenere.
3. Un mese fa, un albero nel cortile di Bill si danneggiato durante un
temporale. Il suo vicino, Joe, gli ha chiesto di tagliare l'albero cosicch non
cadesse sulla nuova rimessa di Joe. Bill si rifiutato di farlo. Due giorni fa
un altro temporale ha fatto cadere l'albero sulla nuova rimessa di Joe. Joe
ha chiesto a Bill di pagare il costo delle riparazioni, che di 250 dollari. Bill
ha detto che non ha intenzione di pagare un cent. Ovviamente, la migliore
soluzione di raggiungere un compromesso tra i due estremi, quindi Bill
dovrebbe pagare 125 dollari a Joe.
MODUS PONENDO PONENS, TOLLENDO TOLLENS, PONENDO TOLLENS,
TOLLENDO PONENS
1) Se vera la prima proposizione, vera la seconda; ma vera la prima;
dunque vera la seconda. Per esempio: se giorno, c' luce; ma
giorno; dunque c' luce (primo sillogismo ipotetico, detto dagli Scolastici
modus ponendo ponens).
2) Se vera la prima, vera la seconda; ma non vera la seconda; dunque
non vera la prima. Per esempio: se giorno, c' luce; ma non c' luce;
dunque non giorno (secondo sillogismo ipotetico, detto dagli Scolastici
modus tollendo tollens).
3) Se non vera la prima, vera la seconda; ma vera la prima; dunque
non vera la seconda. Per esempio: se non giorno, notte; ma
giorno, dunque non notte (terzo sillogismo ipotetico, detto dagli
Scolastici modus ponendo tollens).
4) O vera la prima o vera la seconda; ma vera la prima; dunque non
vera la seconda. Per esempio: O giorno o notte; ma giorno,
dunque non notte (primo sillogismo disgiuntivo, detto anch'esso dagli
Scolastici modus ponendo tollens).
5) O vera la prima o vera la seconda; ma non vera la prima; dunque
vera la seconda. Per esempio: O giorno o notte; ma non giorno,
dunque notte (secondo sillogismo disgiuntivo, detto dagli Scolastici
modus tollendo ponens).
NEGAZIONE DEL CONSEGUENTE
Il sofisma si sviluppa secondo il secondo schema:
1.
A implica B.
2.
B falso.
3.
Quindi A falso.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 51

NITIDEZZA FUORVIANTE
La Nitidezza fuorviante un errore in cui un numero molto piccolo di eventi
particolarmente drammatici viene preso per sovrastare una quantit significativa di
prove statistiche. Questo tipo di "ragionamento" ha la seguente forma:
1. L'evento drammatico o vivido X capita (e non in accordo con la
maggioranza delle prove statistiche)
2. Quindi probabile che eventi del tipo di X accadano.
Questo tipo di "ragionamento" fallace perch il mero fatto che un evento sia
particolarmente vivido o drammatico non rende l'evento pi probabile,
specialmente a dispetto di prove statistiche significative.
Questo tipo di "ragionamento" fallace perch il mero fatto che un evento sia
particolarmente vivido o drammatico non rende l'evento pi probabile,
specialmente a dispetto di prove statistiche significative.
Spesso si accetta questo tipo di "ragionamento" perch i casi particolarmente vividi
o drammatici tendono a fare un'impressione molto forte sulla mente umana. Per
esempio, se una persona sopravvive alla caduta di un aereo, potrebbe essere
inclinata a credere che il viaggio aereo sia pi pericoloso di altre forme di viaggio.
Dopotutto, le esplosioni e la gente che moriva attorno a lui avranno un impatto pi
significativo sulla sua mente che le statistiche piuttosto noiose che dicono che
pi facile che una persona venga colpita da un fulmine piuttosto che uccisa in un
disastro aereo.
Bisognerebbe ricordarsi che tenere in conto la possibilit che qualcosa di
drammatico o vivido capiti non sempre fallace. Per esempio, una persona
potrebbe decidere di non fare bungee-jumping perch gli effetti di un incidente
possono essere molto, molto drammatici. Se sa che, statisticamente, le possibilit
che un incidente avvenga sono molto basse ma considera che anche un piccolo
rischio non sia accettabile, non fa un errore di ragionamento.
Esempi di Nitidezza fuorviante
1. Bill e Jane stanno parlando di comprare un computer.
Jane: "Ho pensato di comprare un computer. Sono davvero stanco di
dover aspettare nella biblioteca per scrivere i miei articoli."
Bill: "Che tipo di computer vuoi comprare?"
Jane: "Beh, penso che dovrebbe essere facile da usare, avere un
prezzo basso e una potenza decente. Pensavo di comprare un Kiwi
Fruit 2200. Ho letto in una rivista di consumatori che lo hanno trovato
molto affidabile in sei studi indipendenti."
Bill: "Non comprerei il Kiwi Fruit. Un mio amico ne ha comprato uno un
mese fa per finire la sua tesi di master. Era a met quando del fumo
ha cominciato ad uscire dalla CPU. Non riuscito a finire la sua tesi in
tempo e ha perso la sua borsa di studio. Ora sta lavorando al Gut Boy
Burger."
Jane: "Penso che non prender il Kiwi!"
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 52

2. Joe e Drew stanno parlando di voli.


Joe: "Mentre stavo tornando in aereo dal college, il pilota disse al
microfono che l'aereoplano aveva problemi di motori. Ho guardato
fuori dalla finestra e ho visto fumo uscire dal motore vicino a me.
Abbiamo dovuto fare un atterraggio di emergenza e c'erano camion
dei pompieri dappertutto. Ho dovuto passare le sei ore successive
seduto all'aeroporto aspettando un volo. Sono stato fortunato a non
morire! Non voler mai pi."
Drew: "Quindi come tornerai a casa a Natale?"
Joe: "Voglio tornare in macchina. Sar molto pi sicuro che guidare."
Drew: "Non penso. molto pi facile che tu venga ferito o ucciso
guidando, piuttosto che volando."
Joe: "Questa non la bevo! Avresti dovuto vedere il fumo uscire fuori da
quel motore! Non entrer mai pi in una di quelle trappole della
morte!"
3. Jane e Sarah stanno parlando di jogging in un parco vicino.
Jane: "Hai sentito di quella donna che stata attaccata nel Tuttle
Park?"
Sarah: "S. stato terribile."
Jane: "Tu non corri l tutti i giorni?"
Sarah: "S."
Jane: "Come puoi farlo? Io non sarei mai capace di correre l!"
Sarah: "Per cinico che possa sembrare, quell'attacco era fuori
dall'ordinario. Ho corso l per tre anni e questo stato l'unico attacco.
Certo, ho paura di venire attaccata, ma non ho intenzione di smettere
di correre solo perch c' qualche leggera possibilit che io venga
attaccata."
Jane: "Questo stupido! Io starei alla larga da quel parco se fossi in
te! Quella donna stata davvero picchiata selvaggiamente e si
capisce che succeder di nuovo. Se non stai fuori da quel parco,
probabilmente capiter anche a te!"
NON CAUSA PRO CAUSA
(anche conosciuto come: Causa discutibile)
Questo errore ha la seguente forma generale:
1. A e B sono associate regolarmente.
2. Quindi A la causa di B.
L'idea generale dietro questo errore che un errore nel ragionamento
concludere che una cosa ne causa un'altra semplicemente perch le due sono
associate regolarmente. Pi formalmente, l'errore commesso quando si conclude
che A la causa di B semplicemente perch sono associate regolarmente. L'errore
che viene fatto che una conclusione causale viene tratta da prove inadeguate.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 53

NON CAUSA CAUSAE


Senza alcun ragionamento si conclude che una causa tale in quanto tale.
NON SEQUITUR
(anche conosciuto come: Giustificazione non pertinente)
Nella fallacia della Giustificazione non pertinente (non sequitur) le premesse
presentate non sono rilevanti al caso o non sono sufficienti per fare da supporto
alla conclusione. In pratica la conclusione deriva da premesse che non sono
affatto collegate ad essa da un punto di vista logico.
PENDIO SCIVOLOSO
Il Pendio scivoloso un errore in cui una persona afferma che un qualche evento
deve inevitabilmente seguire da un altro senza nessuna argomentazione per
l'inevitabilit dell'evento in questione. Nella maggior parte dei casi, c' una serie di
passi o gradazioni tra un evento e quello in questione e non data nessuna
ragione per cui i passi o gradazioni in mezzo saranno semplicemente scavalcati.
1. L'evento X capitato (o capiter, o potrebbe accadere)
2. Quindi l'evento Y inevitabilmente accadr.
Questo genere di "ragionamento" fallace perch non c' ragione per credere che
un evento deve inevitabilmente seguire da un altro senza un argomentazione a
supporto di questa affermazione. Questo chiaro specialmente in casi in cui c' un
numero significante di passi o gradazioni tra un evento e un altro.
Esempi di Pendio scivoloso
1. "Dobbiamo fermare l'aumento delle tasse scolastiche! La prossima volta,
faranno pagare 40.000 dollari al semestre!"
2. "Gli Stati Uniti non dovrebbero venire coinvolti militarmente in altri paesi.
Una volta che il governo manda qualche truppa, dovr mandare migliaia di
persone a morire."
3. "Non devi mai dare nessuna concessione. Se lo fai, ti cammineranno in
testa."
4. "Dobbiamo evitare che mettano fuorilegge la pornografia. Una volta che
cominciano a bandire una forma di letteratura, non si fermeranno pi. Ce li
troveremo che bruciano tutti i libri!"
PETITIO PRINCIPII
(anche conosciuto come: Ragionamento circolare, Petizione di principio).
La Petizione di principio un errore in cui le premesse includono l'affermazione
che la conclusione sia vera o (direttamente o indirettamente) assumono che la
conclusione sia vera. Questo tipo di "ragionamento" tipicamente ha la seguente

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 54

forma:
1. Premesse in cui la verit della conclusione viene affermata o viene
assunta (direttamente o indirettamente).
2. L'affermazione C (la conclusione) vera.
Questo tipo di "ragionamento" fallace perch l'accettare che la conclusione sia
vera (direttamente o indirettamente) nelle premesse non costituisce una prova per
quella conclusione. Ovviamente, l'assumere che una affermazione sia vera non
serve come prova per quella affermazione. Questo specialmente chiaro nei casi
particolarmente lampanti: "X vero. La prova per questa affermazione che X
vero."
Alcuni casi di petizione di principio sono piuttosto vistosi, mentre altri possono
essere estremamente sottili, come nel caso di un uso oculato di diminutivi ed
accrescitivi nel suggerire argomentazioni.
Una petitio principii occulta premette quello che si deve dimostrare usando termini
sinonimi.
Esempi di Petizione di principio
1. Bill: "Dio deve esistere."
Jill: "Come fai a saperlo?"
Bill: "Perch la Bibbia lo dice."
Jill: "Perch dovrei credere alla Bibbia?"
Bill: "Perch la Bibbia stata scritta da Dio."
2. "Se queste azioni non fossero illegali, allora non sarebbero proibite dalla
legge."
3. "Credere in Dio universale. Dopotutto, tutti credono in Dio."
PLURIMUM INTERROGATIONUM
(anche conosciuto come: Per asserzione presupposta, Questione complessa)
La fallacia consistere nel far presupporre la verit di un asserto nel porre una
domanda, e ottenere una risposta non voluta.

POST HOC ERGO PROPTER HOC


(anche conosciuto come: Post hoc, Falsa causa, Causa opinabile, Confondere
relazioni coincidentali con cause.)
Un Post Hoc un errore con la seguente forma:
1. A capita prima di B.
2. Quindi A la causa di B.
Il nome "Post hoc" proviene dalla frase latina "Post hoc, ergo propter hoc". Si
interpreta tradizionalmente come "dopo di ci, quindi a causa di ci". Questo errore
viene commesso quando si conclude che un evento ne causa un altro
semplicemente perch la causa proposta capitata prima dell'effetto proposto. Pi
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 55

formalmente, l'errore consta nel concludere che A causa o ha causato B perch A


capita prima di B e non ci sono abbastanza prove per garantire questo tipo di
affermazione.
evidente in molti casi che il solo fatto che A capiti prima di B non indica in nessun
modo una relazione causale. Per esempio, immaginiamo che Jill, che a
Londra, abbia starnutito nello stesso preciso momento in cui in terremoto
cominciato in California. Sarebbe chiaramente irrazionale arrestare Jill per aver
causato un disastro naturale, dato che non c' ragione per sospettare una
qualunque relazione causale tra i due eventi. Anche se questi casi sono piuttosto
ovvi, l'errore del Post hoc piuttosto comune perch ci potrebbe essere qualche
connessione tra gli eventi. Per esempio, una persona che vede il suo computer
inchiodarsi dopo aver installato un nuovo programma probabilmente sospetterebbe
che ci potrebbe essere una qualche connessione tra gli eventi. Se concludesse
che il programma ha causato l'inchiodamento semplicemente perch stato
installato prima che il computer si piantasse, commetterebbe l'errore del Post hoc.
In questi casi l'errore sarebbe commesso perch le prove date non riescono a
giustificare l'accettazione dell'affermazione causale. anche teoricamente
possibile che l'errore sia commesso quando A causa davvero B, ammesso che la
"prova" data consista solo nell'affermazione che A capitato prima di B. La chiave
dell'errore non che non ci sia connessione causale tra A e B. che non ci sono
prove adeguate per l'affermazione che A causa B. Per questo, il Post hoc
assomiglia ad una Generalizzazione affrettata perch consiste nel fare un salto a
una conclusione non garantita. Nel caso del Post hoc, questo salto diretto ad
un'affermazione causale invece che ad un'affermazione di tipo generale.
Non sorprendentemente, molte superstizioni sono probabilmente basate su
ragionamenti affetti da Post hoc. Per esempio, supponiamo che una persona
compri un amuleto portafortuna, faccia bene ad un esame, e quindi concluda che
l'amuleto portafortuna abbia causato la sua buona prova. Questa persona sarebbe
caduta vittima del Post hoc. Questo non vuol dire che nessuna "superstizione"
abbia basi. Per esempio, si scoperto che alcune "cure tradizionali" funzionano
davvero.
I Post hoc tipicamente vengono commessi perch le persone semplicemente non
sono abbastanza attente quando ragionano. Saltare ad una conclusione causale
sempre pi facile e veloce che investigare davvero il fenomeno. Comunque, questi
salti tendono ad atterrare lontano dalla verit in materia. Dato che i Post hoc
vengono commessi traendo una conclusione causale non giustificata, la chiave per
evitarli l'investigazione attenta. Anche se vero che le cause precedono gli effetti
(fuori da Star Trek, almeno), non vero che la precedenza rende qualcosa la
causa di qualcos'altro. Per questo, un'investigazione causale dovrebbe cominciare
trovando cosa capiti prima dell'effetto in questione, ma non dovrebbe finire l.
Esempi di Post hoc
1. Ho fatto piuttosto male questa stagione. Poi la mia ragazza mi ha dato
queste stringhe fosforescenti per le mie scarpe e ho vinto le tre gare
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 56

2.

3.
4.

5.
6.

seguenti. Queste stringhe devono portare fortuna... se continuo a usarle


non potr che vincere!
Bill compra un nuovo PowerMac e questo funziona bene per mesi. Lui in
seguito compra e installa un nuovo programma. La volta seguente che
accende il suo Mac, questo si ferma. Bill conclude che il programma deve
essere la causa del problema.
Joan viene graffiata da un gatto visitando una sua amica. Due giorni dopo
le viene la febbre. Joan conclude che il graffio del gatto deve essere stato
la causa della sua malattia.
I Repubblicani votano una nuova legge per la riforma del sistema fiscale
che va a beneficio degli americani ricchi. Poco dopo l'economia comincia
ad peggiorare rapidamente. I democratici affermano che la riforma delle
tasse ha causato i problemi economici e spingono per abrogarla.
L'immagine sulla vecchia televisione di Jim va fuori fuoco. Jim si alza e
colpisce forte la TV su un lato e l'immagine torna a fuoco. Jim dice ad un
suo amico che il colpire la TV l'ha riparata.
Jane ha una verruca piuttosto grossa su un dito. Basandosi su una storia
che le ha detto suo padre, taglia una patata a met, la strofina sulla
verruca e poi la seppellisce sotto la luna piena. Nel mese seguente la sua
verruca rimpicciolisce e alla fine scompare. Jane scrive a suo padre per
dirgli quanto avesse ragione sulla cura.

PRESUPPOSTO ERRONEO
Una domanda che presuppone una risposta ad unaltra domanda che non mai
stata fatta.
REIFICAZIONE
La fallacia consiste nel trattare un concetto astratto in modo concreto.
RICORSO ALL'ADULAZIONE
(anche conosciuto come: Pulire la mela, varie espressioni "colorite").
Un Ricorso all'adulazione un errore della forma seguente:
1. La persona A viene adulata dalla persona B.
2. La persona B fa l'affermazione X.
3. Quindi X vera.
L'idea di base dietro a questo errore che l'adulazione viene presentata al posto di
una prova per accettare un'affermazione. Questo tipo di "ragionamento" fallace
perch l'adulazione non una prova per un'affermazione.
Questo specialmente chiaro in un caso come questo: "Mio caro Bill, hai
veramente una bella cravatta. Tra l'altro, piuttosto chiaro che uno pi uno fa
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 57

quarantatre."
Esempi di Ricorso all'adulazione
1. "Potrei dire che questo il pi bel corso di filosofia che ho mai seguito. A
proposito, quei due punti che mi mancano per avere un A..."
2. "Era una meravigliosa battuta sull'AIDS, capo, e sono d'accordo con lei
che quei maledetti liberali stanno sfasciando il paese. Ora, a proposito del
mio aumento..."
3. "Quella era un'idea davvero brillante. Non ho mai visto una difesa cos
chiara ed eloquente della posizione di Platone. Se non le spiace, baser il
mio scritto d'esame su quella. A patto che lei mi lasci un po' di tempo dopo
la scadenza per lavorarci sopra.
RICORSO A DUE TORTI FANNO UNA RAGIONE
Due torti fanno una ragione un errore in cui una persona "giustifica" un'azione
contro una persona asserendo che questa farebbe la stessa cosa a lui/lei, quando
l'azione non necessaria a evitare che B faccia X ad A. Questo errore ha il
seguente schema di "ragionamento":
1. Si afferma che la persona B farebbe X alla persona A.
2. accettabile che la persona A faccia X alla persona B (quando il fatto che
A faccia X a B non necessario a evitare che B faccia X ad A).
Questo genere di "ragionamento" fallace perch un'azione sbagliata sbagliata
anche se un'altra persona la farebbe.
Si dovrebbe notare che potrebbe non essere scorretto per A fare X a B se X viene
fatto per evitare che B faccia X ad A o se X viene fatto come ritorsione giustificata.
Per esempio, se Sally stesse correndo nel parco e Biff provasse ad attaccarla,
Sally sarebbe giustificata ad attaccare Biff per difendersi. Come altro esempio, se
lo stato A avesse intenzione di invadere lo stato B per schiavizzare il popolo, allora
lo stato B sarebbe giustificato a lanciare un attacco preventivo per evitare
l'invasione.
Esempi di Due torti fanno una ragione
1. Bill ha preso in prestito la costosa penna di Jane, ma ha scoperto di
essersi dimenticato di restituirgliela. Dice a se stesso che giusto tenerla,
dato che lei avrebbe preso la sua.
2. Jane: "Hai sentito di quei terroristi che uccidono quella povera gente? Quel
genere di assassinio semplicemente sbagliato."
3. Sue: "Quei terroristi sono giustificati. Dopotutto, la loro terra gli stata
portata via. moralmente giusto che loro facciano quello che fanno."
4. Jane: "Anche quando fanno esplodere un autobus di bambini?"
5. Sue: "S."
6. Dopo aver lasciato un negozio, Jill si accorge di aver pagato 10 dollari in
meno. Decide di non restituire i soldi al negozio perch se lei avesse
pagato di pi, non le avrebbero restituito i soldi.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 58

7. Jill ha orrore del modo in cui lo stato usa la pena capitale. Bill dice che la
condanna a morte va bene, dato che quelli che vengono uccisi dallo stato
non hanno problemi ad uccidere altri.
RICORSO AL DISPREZZO
Il Ricorso al disprezzo un errore in cui il rancore viene sostituito a una prova
quando viene fatta un'"argomentazione" contro un'affermazione. Questa linea di
"ragionamento" ha la seguente forma:
1. L'affermazione X viene presentata all'intento di generare disprezzo.
2. Quindi l'affermazione C falsa (o vera).
Questo tipo di "ragionamento" fallace perch un sentimento di disprezzo non
conta come prova a favore o contro un'affermazione. Questo piuttosto chiaro nel
seguente caso: "Bill afferma che la terra gira intorno al sole. Ma pensa a quello
scherzo cattivo che ti ha fatto la settimana scorsa. Ora, non ti sembra che la mia
affermazione che il sole giri intorno alla terra abbia pi senso?"
Naturalmente, ci sono casi in cui un'affermazione che evoca un sentimento di
disprezzo o malizia pu servire come una prova legittima. Comunque, si dovrebbe
notare che il sentimento di malizia o di disprezzo non una prova. Il seguente un
esempio di una situazione di questo tipo:
Jill: "Penso che voter per Jane come tesoriere del NOW."
Vicki: "Ricordi quella volta che la tua borsetta scomparsa a un meeting l'anno
scorso?"
Jill: "S."
Vicki:"Bene, ho appena scoperto che lei ha rubato la tua borsetta e qualche altra
cosa ad altre persone."
Jill: "Non la voter!"
In questo caso, Jill aveva una buona ragione per non votare Jane. Dato che un
tesoriere dovrebbe essere onesto, una ladra riconosciuta sarebbe una cattiva
scelta. Finch Jill conclude che dovrebbe votare contro Jane perch una ladra e
non solo per rancore, il suo ragionamento non sarebbe sbagliato.
Esempi di Ricorso al disprezzo.
1. Bill: "Penso che Jane abbia fatto un ottimo lavoro quest'anno. Ho
intenzione di proporla per il premio."
Dave: "Ti sei scordato dell'anno scorso? Ricordati che lei non ha proposto
te l'altr'anno."
Bill: "Hai ragione. Non ho intenzione di proporla."
2. Jill: "Penso che l'idea di Jane sia davvero buona e farebbe risparmiare
molti soldi al dipartimento."
Bill: "Forse. Ricordi come ha mostrato che la tua ricerca aveva un errore
fatale quando l'hai letta alla convention l'anno scorso..."
Jill:"Mi ero scordato di quello! Penso che sosterr la tua proposta, invece."

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 59

RICORSO ALLA PAURA


(anche conosciuto come : Pressione dei pari)
La Pressione dei pari un errore in cui una minaccia di rifiuto da parte dei pari di
qualcuno (o la pressione dei pari) viene sostituita ad una prova in una
"argomentazione". Questa linea di "ragionamento" ha la seguente forma:
1. Vengono effettuate pressioni dai pari o minacce di rifiuto alla persona P.
2. Quindi l'affermazione X della persona P falsa.
Questa linea di "ragionamento" fallace perch la pressione dei pari e la minaccia
di rifiuto non costituiscono una prova per rifiutare un'affermazione. Questo
specialmente chiaro nel seguente esempio:
Joe: "Bill, tu pensi che 1+1=2. Ma noi non accettiamo quel tipo di cose nel
nostro gruppo."
Bill: "Stavo scherzando. Naturalmente non lo credo."
chiaro che la pressione dal gruppo di Bill non ha relazione con la verit
dell'affermazione che 1+1=2.
Si dovrebbe notare che la lealt a un gruppo e il bisogno di appartenenza possono
dare alle persone ragioni molto forti per conformarsi alle vedute e alle posizioni di
questi gruppi. Inoltre, da un punto di vista pratico dobbiamo spesso fare
compromessi con le cose in cui crediamo allo scopo di appartenere a gruppi.
Comunque, questo sentimento di lealt o il bisogno di appartenenza
semplicemente non costituiscono una prova per un'affermazione.
Esempi di Pressione dei pari
1. Bill dice che a lui piace l'idea che la gente debba lavorare per arricchirsi
quando pu. I suoi amici ridono di lui, lo accusano di tendenze fasciste, e
minacciano di ostracizzarlo dal loro gruppo. Lui decide di abbandonare la
sua posizione per evitare il rifiuto.
2. Bill: "Mi piace la musica classica e penso che sia di qualit pi alta della
maggior parte della musica moderna." Jill: "Quella roba per vecchi."
Dave: "S, solo i veri perdenti ascoltano quella spazzatura. Oltretutto,
Anthrax TROPPO forte!"
Bill: "Beh, non mi piace cos tanto. Anthrax molto meglio."
3. Bill pensa che ci sia bisogno di uno stato sociale in qualche caso. I suoi
amici dei Giovani Repubblicani lo sfottono ogni volta che fa conoscere le
sue idee. Lui accetta le loro posizioni allo scopo di evitare il rifiuto.
RICORSO ALL'EMOZIONE
Un Ricorso all'emozione un errore che ha la seguente struttura:
1. Emozioni positive sono associate con X.
2. Quindi, X vero.
Questo errore viene commesso quando qualcuno manipola le emozioni della gente
in modo da fargli accettare un'affermazione come vera. Pi formalmente, questo
tipo di "ragionamento" consiste nella sostituzione di vari mezzi per produrre forti
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 60

emozioni al posto di una prova a favore di un'affermazione. Se le emozioni positive


associate ad X influenzano la persona ad accettare X come vero perch "X gli
piace" allora questi caduto preda dell'errore.
Questo errore collegato al Ricorso alla popolarit. A dispetto delle differenze tra
questi due errori, sono entrambi uniti dal fatto che coinvolgono ricorsi alle
emozioni. In entrambi i casi gli errori mirano a far accettare alla gente affermazioni
basate su quello che loro o altri sentono sulle affermazioni e non basate sulle
prove addotte.
RICORSO ALLA POPOLARIT
1. La maggior parte delle persone approvano X.
2. Cos, anche io dovrei approvare X.
3. Poich io approvo X, X deve essere vero.
Ricorso all'emozione
1. Io approvo X.
2. Quindi, X vero.
Secondo questa visione, in un Ricorso alla popolarit l'affermazione viene
accettata perch la maggior parte delle persone approvano l'affermazione. Nel
caso di un Ricorso all'emozione l'affermazione viene accettata perch l'individuo
approva l'affermazione a causa del sentimento di approvazione che percepisce
riguardo all'affermazione.
RICORSO ALLA PRATICA COMUNE
Il Ricorso alla pratica comune un errore con la seguente struttura:
1. X un'azione comune.
2. Quindi X corretto/morale/giustificato/ragionevole, ecc.
L'idea di base dietro all'errore che il fatto che la maggior parte della gente faccia
X viene usato come "prova" per supportare l'azione o la pratica. un errore perch
il semplice fatto che la maggior parte della gente faccia X non lo rende corretto,
morale, giustificato o ragionevole.
RICORSO AL RIDICOLO
(anche conosciuto come: Ricorso alla derisione, Risata del cavallo, Gettare nel
ridicolo)
Il Ricorso al ridicolo un errore in cui il ridicolo o la derisione sostituita ad una
prova in un'"argomentazione". Questa linea di "ragionamento" ha la seguente
forma:
1. X, che qualcosa di ridicolo viene presentato (tipicamente diretto
all'affermazione).
2. Quindi l'affermazione C falsa.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 61

Questo tipo di "ragionamento" fallace perch deridere un'affermazione non


mostra che falsa. Questo estremamente chiaro nel seguente esempio: "1+1=2!
Questa la cosa pi ridicola che ho mai sentito!"
Si dovrebbe notare che mostrare che un'affermazione ridicola attraverso l'uso di
metodi legittimi (come un'argomentazione non errata) pu rendere ragionevole il
rifiutare l'affermazione. Una forma di questa linea di ragionamento conosciuta
come "reductio ad absurdum" ("riduzione all'assurdo"). In questo genere di
argomentazione, l'idea mostrare che una contraddizione (una frase che deve
essere falsa) o un risultato assurdo vengono da un'affermazione. Per esempio:
"Bill afferma che un membro di un gruppo di minoranza non pu essere un
razzista. Comunque, questo assurdo. Pensa a questo: i maschi bianchi sono una
minoranza nel mondo. Data l'affermazione di Bill, ne seguirebbe che nessun
maschio bianco potrebbe essere razzista. Quindi, il KKK e i nazisti non sono
organizzazioni razziste."
Dato che l'affermazione che il KKK e i nazisti non sono organizzazioni razziste
chiaramente assurda, si pu concludere che l'affermazione che un membro di una
minoranza non pu essere razzista sia falsa.
Esempi di Ricorso al ridicolo
1. "Sicuramente il mio valoroso avversario afferma che dovremmo abbassare
le tasse scolastiche, ma questo semplicemente risibile."
2. "Supportare l'ERA? Sicuro, quando le donne cominceranno a pagare da
bere! Hah! Hah!"
3. "Questi strani conservatori! Pensano che un esercito forte sia la chiave per
la pace!"
RIFLETTORE
L'errore del Riflettore viene commesso quando una persona assume acriticamente
che tutti i membri di una certa classe o tipo sono come quelli che ricevono la
maggior parte di attenzione o copertura dai media. Questa linea di "ragionamento"
ha la seguente forma:
1. Gli X con la qualit Q ricevono molta attenzione o copertura dai media.
2. Quindi tutti gli X hanno la qualit Q.
Questa linea di ragionamento fallace dato che il semplice fatto che qualcuno o
qualcosa attragga l'attenzione dei media non significa che questo
automaticamente rappresenta l'intera popolazione. Per esempio, supponiamo che
un serial killer da Old Town in Maine abbia ricevuto molta attenzione dai media.
Difficilmente ne seguirebbe che tutti gli abitanti della citt sono serial killer.
L'errore del Riflettore riceve il suo nome dal fatto che spesso si dice "essere sotto i
riflettori" quando si riceve molta attenzione dai media. simile alla
Generalizzazione affrettata, al Campione non significativo e alla Nitidezza
fuorviante perch l'errore che viene fatto coinvolge il generalizzare su di una

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 62

popolazione basandosi su un campione inadeguato o non valido.


L'errore del Riflettore molto comune. Questo errore principalmente capita
quando si assume che quelli che ricevono la maggior parte dell'attenzione dei
media rappresentino davvero i gruppi a cui appartengono. Per esempio, qualcuno
ha cominciato a credere che tutti quelli che si oppongono all'aborto vogliono
uccidere a sangue freddo i medici semplicemente perch questi incidenti hanno
ricevuto molta attenzione dai media. Dati che i media tipicamente si occupano di
persone o eventi che sono inusuali o eccezionali, in qualche modo strano che la
gente creda che queste persone o eventi siano rappresentativi.
Per delle brevi discussioni sui campioni adeguati e sulle generalizzazioni, vedete le
voci "Generalizzazione affrettata" e "Campione non significativo".
Esempi di Riflettore
1. Bill: "Jane, dici che sei femminista, ma non puoi esserlo."
Jane: "Ma cosa dici? una delle tue stupide battute?"
Bill: "No, sono serio. Nell'estate ho visto delle femministe in molti talk show
e trasmissioni di attualit e ho letto di loro sui giornali. Quelle donne erano
molto acide e dicevano che le donne erano vittime degli uomini e avevano
bisogno di compensazioni speciali. Tu parli sempre di eguaglianza di diritti
e di crearsi il proprio posto nel mondo. Cos, tu non puoi essere una
femminista."
Jane: "Bill, ci sono molti tipi di femminismo, non solo quelli che ricevono
l'attenzione dei media."
Bill: "Oh. Scusa."
2. Joe: "Non vorr mai andare nello stato di New York. tutto cemento e
inquinamento."
Sam: "Non tutto."
Joe: "Certo che lo . Tutte le volte che li guardo, i notiziari mostrano
sempre grattacieli, e tanto inquinamento."
Sam: "Certo, questo quello che mostrano i notiziari, ma buona parte
dello stato di New York fattorie e boschi. Non solo New York City,
anche se quella che riceve la maggior parte dell'attenzione."
3. Ann: "Non far pi usare Internet al piccolo Jimmy!"
Sasha: "Perch no? entrato nei computer del pentagono e ha cominciato
la terza guerra mondiale?"
Ann: "No. Non hai visto gli ultimi notiziari? Non hai letto i giornali? Ci sono
dei pervertiti che non vogliono fare altro che molestare i bambini! Dovresti
farlo anche tu con tuo figlio. Ci sono migliaia di malati li dentro!"
Sasha: "Davvero? Pensavo che fossero solo pochissimi casi."
Ann: "Non sono sicura del numero esatto, ma se se ne parla cos tanto,
allora la maggior parte delle persone su Internet devono essere dei
pervertiti."

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 63

SCHISMOGENESI
Il processo di schismogenesi non una fallacia vera e propria, in quanto interviene
sul come interagiscono due parti, entrambe componenti di un sistema complesso.
1. A determina cosa fa B e ne inasprisce il comportamento
2. B reagisce ad A
Vengono distinte tre varianti di schismogenesi: simmetrica, complementare e
autolimitata.
Nella schismogenesi simmetrica le due parti si comportano sostanzialmente nello
stesso modo.
1. A critica B
2. B critica pi violentemente ad A
3. A critica ancora pi violentamente B
4.
Alla fine vince il pi forte.
Nella schismogenesi complementare le due parti agiscono in maniera opposta.
1. A, pi forte di B, critica B
2. B accetta la critica di B.
Si determina cos una relazione fra autorit e sottomissione. Una volta ottenuta la
sottomissione dellaltro la si rafforza esercitando unautorit ancora maggiore.
Nella schismogenesi autolimitata si inizia con lo schema di schismogenesi
simmetrica, solo che a un certo punto la parte A, quella che ha innescato il
conflitto, si blocca di colpo, negando addirittura di aver voluto entrare in conflitto.
Laltra parte viene spiazzata, perch si trova come un pugile che mena fendenti a
vuoto, contro un nemico che nega di essere suo nemico.
SPAVENTAPASSERI
L'errore dello Spaventapasseri viene commesso quando una persona
semplicemente ignora la vera posizione di una persona e gliene sostituisce una
distorta, esagerata o scorretta. Questo genere di "ragionamento" ha la seguente
forma:
1. La persona A ha la posizione X.
2. La persona B presenta la posizione Y (che una versione distorta di X).
3. La persona B attacca la posizione Y.
4. Quindi X falsa/scorretta/difettosa.
Questo genere di "ragionamento" fallace perch attaccare una versione distorta
di una posizione semplicemente non costituisce un attacco alla posizione stessa.
Ci si potrebbe allo stesso modo aspettare un attacco ad un brutto disegno di una
persona per offenderla.
Esempi dello Spaventapasseri
1. Prof. Jones: "L'universit ha appena tagliato il nostro budget annuale di
10.000 dollari."
Prof. Smith: "Cosa facciamo?"
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 64

2.
3.

Prof. Brown: "Penso che potremmo eliminare una delle posizioni di


assistente. Questo risolverebbe il problema."
Prof. Jones: "Potremmo ridurre i nostri aumenti programmati, invece."
Prof. Brown: "Non riesco a capire perch ci vuole dissanguare cos,
Jones."
"Il senatore Jones dice che non dovremmo finanziare il programma per il
sottomarino d'attacco. Sono completamente in disaccordo. Non riesco a
capire perch lui vuole lasciarci cos senza difese."
Bill e Jill stanno discutendo sul pulire i loro ripostigli:
Jill: "Dovremmo pulire i nostri ripostigli. Cominciano a diventare un po'
disordinati."
Bill: "L'abbiamo fatto solo l'anno scorso. Vogliamo pulirli ogni giorno?"
Jill: "Non ho mai detto di pulirli ogni giorno. Ma tu vuoi tenere la tua
spazzatura per sempre, che ridicolo."

STRATEGIA DEL TRANELLO


L'errore della Strategia del Tranello si basa sullaffermare di essere oggetto di
demonizzazione per demonizzare.
1. Azione discorsiva ambigua di A
2. Controreazione eccessiva di B
3. Negazione di A
4. Rimane in evidenza solo B
5. Vittimismo di A
Esempio di Schismogenesi
Bill: Io dico che tu sei un ladro imbroglione
Jill: Tu ti indigni e mi rispondi che io sono un pazzo provocatore
Bill: Io nego di aver mai asserito che sei un ladro imbroglione, e se lho detto
lho fatto solo perch esasperato o per fare un esempio;
Jill: Rimane a te il problema di spiegare perch mi hai dato del pazzo
provocatore.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 65

Larte di ottenere ragione


Intorno al 1830-31, Schopenhauer scrive un breve trattato senza titolo, pubblicato
per la prima volta nel 1864 ed apparso in Italia nel 1991 con il titolo Larte di
ottenere ragione (Adelphi 1991).
Nel testo il filosofo si occupa della dialettica, argomento di cui tratta anche in altre
occasioni, a partire dai manoscritti giovanili, al Mondo e alle lezioni berlinesi.
Il titolo, assegnato postumo, ci introduce in uno dei tanti usi al quale storicamente il
termine rimanda, collegando lo scritto al contesto molto antico della gara e della
disputa.
La dialettica in Schopenhauer si identifica con leristica.
Il filosofo la riferisce ad una dimensione dialogica di tipo agonistico, apertamente
incurante del valore di verit del linguaggio e particolarmente attenta ai trucchi e
agli artifici logico-linguistici utilizzabili nelle dispute.
Questi ultimi vengono individuati e formalizzati in 38 stratagemmi.
La dimensione spirituale evocata dunque quella della gara e del conflitto, luso
del termine quello retorico, il contesto quello intersoggettivo della disputa.
Dopo aver dato una definizione della dialettica eristica come arte di disputare in
modo da ottenere ragione con mezzi leciti e illeciti, lautore distingue tra la verit
oggettiva di una proposizione e la validit della stessa nellapprovazione dei
contendenti, collega poi la dialettica alla seconda, riconducendone lorigine alla
naturale cattiveria del genere umano, alla slealt e alla vanit.
Nella prospettiva assunta da Schopenhauer, chi disputa non lotta per la verit ma
per imporre la propria tesi. Il fine della dialettica di tipo pratico e non teoretico.
Distinta dalla logica naturale, la dialettica naturale pu diventare oggetto di
addestramento attraverso lesercizio.
Ricollegandosi ad Aristotele, che costituisce il punto di riferimento fondamentale
dello scritto, afferma che mentre la logica si occupa della forma delle proposizioni
e quindi considera luniversale, la dialettica si occupa del contenuto e quindi
considera il particolare.
Ora ogni disputa ha una tesi o un problema e proposizioni che servono a risolverli.
Si tratta sempre di rapporti tra i concetti, che vengono riportati, secondo la teoria
aristotelica dei predicabili, ai quattro universali: definizione, genere, proprio,
accidente.
"Il problema di ogni disputa riconducibile a uno di tali rapporti. Questa la base
dellintera dialettica" (A. Schopenhauer, Larte di ottenere ragione, cit, pag.20).
Lambito della dialettica definito dunque in relazione allestensione dei concetti
(lambito delle cose a cui si applica) e alla loro comprensione (linsieme delle note
che lo caratterizzano).
I concetti, riportati alle cinque classi aristoteliche, sono considerati sul piano
formale e non in rapporto al loro contenuto. "La trattazione qui dunque ancora in

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 66

una certa misura formale, anche se non cos puramente formale come nella logica,
poich si occupa del contenuto dei concetti, ma in una maniera formale." (pag.21).
Il limite di Aristotele, secondo Schopenhauer, non aver distinto nettamente lo
scopo della dialettica, avvicinato, nella forma debole degli ndoxa, alla verit
secondo lapparenza, lapprovazione o lopinione altrui (Topici).
"Per formulare la dialettica in modo limpido bisogna considerarla, senza badare
alla verit oggettiva (che oggetto della logica) semplicemente come larte di
ottenere ragione (op. cit. pag. 23).
E ancora: "Dunque la dialettica non deve avventurarsi nella verit: alla stessa
stregua del maestro di scherma, che non considera chi abbia effettivamente
ragione nella contesa che ha dato origine al duello: colpire e parare, questo
quello che conta. Lo stesso vale anche nella dialettica, che una scherma
spirituale; solo se intesa in modo cos puro, pu essere costituita come una
disciplina propria: infatti, se ci poniamo come fine la pura verit oggettiva,
ritorniamo alla mera logica: se invece poniamo come fine laffermazione di tesi
false, abbiamo la mera sofistica. E in entrambi i casi il presupposto sarebbe che
noi sapessimo gi che cosa oggettivamente vero e falso: ma solo di rado questo
certo in anticipo" (pag.25).
La metafora sportiva chiarisce il senso della definizione e la riconduce ad una
antica tradizione filosofica.
La dialettica, nellottica di Schopenhauer, sta nel mezzo tra logica e sofistica. In
quanto arte riconducibile ad un sistema di regole e di tecniche; in quanto
disposizione naturale non si configura come puro artificio ma come tendenza
originaria che pu essere rafforzata attraverso lesercizio.
La dialettica non dunque una scienza ma unarte a posteriori.
Lanalisi di Schopenhauer nasce dallosservazione di ci che accade nelle dispute
pubbliche e private, si sviluppa nella formalizzazione dellesperienza quotidiana e
si fonda sulla visione pessimistica, rimarcata sul piano linguistico, della lotta
incessante che contrappone gli esseri umani e che si esprime in una costante
volont di sopraffazione.
La sua analisi presuppone un intelletto a servizio della volont: ogni
razionalizzazione costituisce un intervento a posteriori su tendenze naturalmente
irrazionali.
Schopenhauer prende le distanze dalla Sofistica e presenta il suo studio come un
primo tentativo di inoltrarsi in un ambito ancora inesplorato, in un "terreno ancora
vergine".
Ci che lo distingue dai Sofisti, al di l del contesto storico-filosofico ovviamente
altro, un diverso approccio ai rapporti tra pensiero, linguaggio e realt.
Schopenhauer non recide i legami tra i tre ambiti e non considera la sfera
linguistica come autonoma e separata dalla sfera ontologica. Ritiene possibile una
verit oggettiva e perci si colloca in una prospettiva gnoseologica (e metafisica)
diversa dal relativismo.
Sul piano linguistico la sua analisi non parte dalla possibilit di un doppio discorso
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 67

su ogni cosa ma disancora la validit delle proposizioni dal contenuto di verit,


considerando lefficacia di un discorso in rapporto agli effetti prodotti sugli
ascoltatori e valutando esclusivamente le tecniche formali di difesa e di attacco.
Egli assegna alla sofistica laccezione negativa del significato che il senso comune
le attribuisce. La sofistica ha come fine laffermazione di tesi false. Al contrario la
logica ha come fine la pura verit oggettiva.
La dialettica, indifferente come gi detto al valore di verit delle proposizioni, si
rivela utile nella maggior parte dei casi in cui ci si imbatte nella vita, dato che la
maggioranza delle volte noi non sappiamo gi, prima della contesa, che cosa sia
oggettivamente vero e falso.
Rispetto a Kant, Schopenhauer ritorna alluso soggettivo e intersoggettivo del
termine e pur mantenendo la distinzione tra analitica e dialettica, che con Kant
aveva assunto un significato altro da quello aristotelico, riprende la distinzione
antica rimarcandone per la contrapposizione, in considerazione degli scopi
diversi, teoretico il primo, pratico il secondo, che analitica e dialettica si pongono.
La dialettica come tecnica di argomentazione
Schopenhauer individua due modi e due vie di confutazione. I modi sono:
- ad rem, attraverso il quale mostriamo che la tesi non concorda con la natura delle
cose;
- ad hominem, attraverso il quale la discordanza individuata tra la tesi sostenuta
dallavversario ed altre affermazioni dello stesso.
Relativamente alle vie, vengono indicate la confutazione diretta, che contraddice
frontalmente la tesi, e quella indiretta che attacca le sue conseguenze. Nel
secondo caso, richiamandosi alla tradizione greca, ("Socrate in Ippia maggiore e
altrove"), si sofferma sullapagoge che consiste nella dimostrazione della falsit di
una proposizione condotta provando la falsit delle sue conseguenze, oppure nella
dimostrazione della verit di una proposizione condotta mostrando lassurdit della
tesi contraria. Un secondo tipo di confutazione indiretta listanza o exemplum in
contrarium che esprime una confutazione della tesi generale attraverso
lindicazione di casi compresi nella sua enunciazione per i quali essa non
valevole.
Riportiamo sinteticamente in elenco gli stratagemmi analizzati da Schopenhauer,
nella convinzione che al di l dello spirito classificatorio dellelencazione, la lista
contenga spunti interessanti per una analisi delle forme di argomentazione. (lecite
e illecite), utilizzate ancora oggi nelle discussioni pubbliche e private, nei dibattiti
politici e nel linguaggio dei mass media.
Ampliamento: una forma di iperbole con cui estendiamo laffermazione
dellavversario oltre le sue intenzioni, esagerandola mentre limitiamo la portata
della nostra preservandola cos da possibili attacchi.
Omonimia: consiste in una sorta di spostamento con cui dirottiamo
laffermazione su termini omonimi ma non sinonimi per estendere
illegittimamente la portata della affermazione stessa che apparir falsa.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 68

Estensione: simile alle prime due, si ottiene trasformando una affermazione


relativa in una affermazione universale per poi confutarla nei suoi aspetti
generalizzanti.
Occultare le premesse di un ragionamento per evitare che lavversario possa
prevedere la conclusione, presentarle in ordine sparso e confusamente.
Servirsi alloccorrenza di premesse false, nel caso lavversario non ammetta
quelle vere, argomentandole secondo il modo di pensare dellinterlocutore.
Ricorrere ad una petitio principii occulta, sofisma che prende come
presupposto implicito la stessa tesi che si vuole dimostrare.
Domandare in una sola volta molte cose in modo da occultare ci che in realt
si vuole che venga ammesso, ed esporre rapidamente per nascondere
eventuali lacune nellargomentazione.
Suscitare lira dellavversario, tormentandolo, per impedire che sia in grado di
giudicare rettamente.
Porre le domande con spostamenti di ogni genere in modo che lavversario
non capisca dove si voglia andare a parare.
Sottoporre allavversario due tesi opposte in modo che egli non si accorga di
quale si vuole che lui affermi.
Se facciamo una induzione ed otteniamo lassenso dellavversario su singoli
casi, evitiamo di sottoporgli la generalizzazione ma introduciamola come gi
stabilita e concessa.
Nel caso il discorso verta su un concetto che occorre definire, introdurre nella
definizione ci che si vuole provare, cos da derivarlo con un semplice giudizio
analitico.
Indirizzare lavversario verso laccoglimento di una tesi, presentandogli quella
opposta in maniera paradossale, in modo che la tesi da noi appoggiata risulti
pi probabile e sensata.
Ingannare lavversario tramite lassunzione della non causa come causa.
Condurre lavversario ad absurdum presentando una tesi paradossale come
giusta ma non del tutto evidente.
Cercare, rispetto ad una affermazione dellinterlocutore, un elemento anche
solo apparentemente in contraddizione con quanto ha ammesso in
precedenza. (Argumenta ad hominem o ex concessis).
Ricorrere al doppio significato o ad una distinzione sottile per smontare una
controprova fornita dallavversario nel corso della disputa.
Avviare una mutatio controversiae interrompendo o sviando linterlocutore da
una argomentazione con cui potrebbe batterci.
Generalizzare laffermazione e poi attaccarla.
Non concedere allavversario di giungere a conclusione, poste alcune
premesse, ma tirare noi la conclusione.
Non evidenziare il carattere illusorio o sofistico dellargomento fornito
dallavversario ma ricorrere ad un controargomento altrettanto sofistico e
apparente.
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 69

Rigettare come petitio principii una cosa che lavversario ci chiede di


ammettere, se da questa ammissione lo svolgimento della discussione
dovesse svilupparsi in modo favorevole alla tesi avversa.
Spingere linterlocutore ad estendere contro la sua volont la portata della sua
affermazione, contraddicendolo e inducendolo in questo modo ad esagerare
una tesi che in un ambito pi limitato potrebbe essere vera. Nel caso
lavversario ricorra allo stesso stratagemma, fermarlo subito e ricondurre la
nostra affermazione nei termini nei quali noi labbiamo posta.
Ricorrere a false deduzioni e deformare i concetti derivandone tesi che non vi
sono contenute, assurde o contraddittorie.
Demolire una tesi universale attraverso il ricorso ad un caso particolare per il
quale essa non risulti valida.
Ricorrere alla retorsio argumenti utilizzando largomento dellavversario contro
di lui.
Incalzare senza tregua con un argomento, se di fronte ad esso lavversario si
adira, supponendo di aver toccato con questa reazione il punto debole del suo
ragionamento.
In mancanza di argomenti, avanzare una obiezione non valida di cui per solo
un esperto vede linconsistenza. Questo stratagemma consigliato per
persone colte che disputano davanti ad ascoltatori incolti (Argumentum ad
auditores).
Utilizzare la diversione quando ci si accorge di venir battuti passando ad altro
argomento come se fosse pertinente alla questione affrontata.
Quando non si hanno motivazioni a sostegno della propria tesi, menzionare
autorit competenti in una scienza, arte o professione poco note allavversario
o, nel caso si discuta con gente comune, fare uso dellopinione generale come
di unautorit.
Dichiarare la propria incompetenza con ironia qualora non si sappia opporre
nulla alle ragioni esposte dal contendente. Questo stratagemma va usato solo
nel caso si sia pi stimati dellavversario presso luditorio.
Ricondurre unaffermazione dellavversario ad una categoria odiata (" Per
esempio: Questo manicheismo; questo arianesimo; questo
pelagianesimo; questo idealismo").
Riconoscere la possibilit che laffermazione da confutare sia vera in teoria ma
non in pratica.
In caso di una risposta evasiva ad una nostra domanda, incalzare lavversario
perch questo comportamento rivela una qualche debolezza.
In presenza di una tesi che pu essere giusta, alludere al fatto che essa in
contrasto con linteresse comune della corporazione, setta club o altra
comunit alla quale gli uditori ma non lavversario appartengono. Questo
stratagemma, scrive Schopenhauer, non appena sia praticabile, rende
superflui tutti gli altri perch invece di agire sullintelletto con ragionamenti,
agisce sulla volont con motivazioni. La forma di persuasione che ne risulta
exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 70

appare perfetta.
Sconcertare lavversario con sproloqui privi di senso, impressionandolo se
abituato a sentire cose che non capisce e a fare come se le capisse.
Spacciare un argumentum ad hominem per uno ad rem. Sfruttare una cattiva
prova fornita dallavversario a sostegno di una tesi giusta per confutare
questultima.
Abbandonare loggetto della discussione, quando ci si accorge della
superiorit dellavversario, per passare alloffesa e alloltraggio grossolano alla
persona. Questo stratagemma provoca reazioni peggiori rispetto ad un attacco
avente ad oggetto la tesi dellavversario perch ferisce la vanit delluomo,
umiliandolo.
Lo scritto di Schopenhauer si conclude con un riferimento allultimo capitolo dei
Topici di Aristotele. Qui lo stagirita invita a non disputare con il primo arrivato ma
solo con chi si conosce che ha intelletto sufficiente per disputare con ragioni e con
equit.
Nei Topici Aristotele aveva distinto la dialettica dalla scienza, dalleristica e dalla
retorica ed aveva indicato tre usi possibili della dialettica:
la dialettica serve ad allenarsi nella pratica dellargomentazione;
serve a ben condurre la discussione;
utile in rapporto alle scienze filosofiche.
Nel terzo uso Aristotele sottolinea la continuit tra opinione e sapere scientifico
integrando le diverse vie, quello della analitica e quello della dialettica, che
conducono verso i principii di tutte le trattazioni scientifiche.
Scopenhauer, pur ignorando il terzo uso della dialettica, nella conclusione dello
scritto segue Aristotele: "In ogni caso la disputa, come attrito di teste, spesso di
reciproca utilit per rettificare i propri pensieri e anche per produrre nuovi punti di
vista. Ma i due contendenti devono essere pressoch pari fra loro per erudizione e
intelligenza. Se uno privo della prima, allora non capisce tutto, non au niveau.
Se gli manca la seconda, allora il rancore che ne sorge lo istigher a cose sleali e
ad astuzie, o alla villania." (pp. 66-67).
La dialettica, dunque, non si esaurisce in una tecnica di reperimento di luoghi
vincenti ma presenta un aspetto euristico che collega laccezione duso presente in
Schopenhauer allantico significato filosofico del termine. Mentre nella retorica,
intesa almeno tradizionalmente, i luoghi sono gi dati e si devono reperire ed
applicare ai singoli casi, nella dialettica possibile scorgere un aspetto creativo
che pu far emergere nel corso della discussione nuovi punti di vista.

exploit the media, or the media will exploit you!, pag. 71