Sei sulla pagina 1di 9

Ambiente

Cronaca

Estesi i confini
della riserva
di Vendicari

Picchia i genitori
Solarinese preso
dai Carabinieri

A pagina quattro

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina sei

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
venerd 8 maggio 2015 Anno XXVIIi N. 106 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Cronaca. Intervento da parte dei poliziotti che hanno preso un liberiano Il primo a parlarne fu Sciascia

Droga nello stomaco


Scoperto e arrestato
In arrivo da Madrid, bloccato sul pullman
Il

consiglio comunale,
dopo il rinvio tornato
a riunirsi ieri mattina per
parlare di piano regolatore generale. Diciassette, su un minimo di 16,
i consiglieri presenti in
aula all'appello. La seduta
durata meno di un'ora e
l'assemblea stata sciolta
dal presidente Leone Sullo per mancanza di numero legale dopo una richiesta di verifica dei presenti
in aula.

interventi

La mafia
Catania
e Siracusa
di Concetto Alota

Parlare di mafia sempre

un affare politico- sociale.


Sulla mafia si tenta sempre
di speculare per arrivare primi nel leggerne il futuro.
un vecchio vezzo della
societ moderna e usata in
maniera appropriata dai nostri politicanti, ma gli effetti
pratici sono sempre diversi
dai fatti annunciati o dichiarati. C sempre qualcuno
che si vuole avvantaggiare
in qualcosa di scontato.
Siracusa per fortuna non ha
la fede mafiosa, e tutta l'attivit della criminalit organizzata.
A pagina sei

A pagina sette

MELILLI

siracusa

Auchan
Domani
la protesta

Sequestrati
15 mila chili
di cozze

zione di domani mattina


allAuchan di contrada
Spalla a Citt Giardino.

tinaia di ricci di mare, i


militari della Capitaneria
di Porto Guardia Costiera.

A pagina sei

A pagina due

Confermata la manifesta- Dopo il sequestro di cen-

Chi cavalca
lantimafia
per carriera

ambiente

Quanti dubbi
sui rifiuti
dellIva

Si tenuta a Palermo, su

richiesta della deputata


regionale Marika Cirone
Di Marco, l'audizione parlamentare riguardante la
nave carica di polverino
proveniente dall'Ilva.
A pagina due

a prima volta che larticolo di Leonardo Sciascia dal


titolo I professionisti dellantimafia fu pubblicato sul
Corriere della Sera il 10 gennaio 1987, molti non capirono il senso critico, o fecero finta di non capire, il vero
significato di quellarticolo. Leonardo Sciascia, che di
mafia era profondo conoscitore.
A pagina sette

Presidenza di Unioncamere
Ivan Lo Bello strafavorito
Come

anticipato gi
da diverse settimana
manca solo il crisma
dellufficialit da parte dellassemblea dei
presidenti delle Camere di commercio.
A pagina tre

Cronaca di Siracusa 2
politica

Tagesmutter
FdI insiste
per adottare
la figura

Sicilia 8 maggio 2015, venerd

Domani mattina con inizio alle ore 11, presso la nuo-

va sede di Fratelli dItaliaAn, sita in via Von Platen 33


Siracusa, la portavoce cittadina del movimento politico, Cetty Vinci, consigliere comunale e primo firmatario della proposta di regolamento comunale per listituzione a Siracusa della figura della Tagesmutter, terr
sullargomento una conferenza stampa per illustrare lo
stato del percorso amministrativo, denunciare labuso
di potere in atto da parte delle figure sovraordinate alla

8 maggio 2015, venerd

calendarizzazione dei lavori di Consiglio, lo stato del servizio in quelle realt pi avanzate della nostra in cui
stato gi adottato, ivi compreso in Sicilia, la disastrosa
situazione delle politiche educative della prima infanzia a
Siracusa. Saranno presenti le fondatrici dellassociazione
SoS Tagesmutter Madri di giorno, ente gestore accreditato dalla Fondazione Monsignor Lorenzo Dal Ponte di
Trento, Mariapia Randazzo e Giusi Sicurella. Interverr
con una sua nota il presidente delle Confcooperative.

audizione parlamentare allArs

Quanti
dubbi
sui rifiuti
dellIlva
Si tenuta a Palermo,

su richiesta della deputata regionale Marika


Cirone Di Marco, l'audizione parlamentare
riguardante la nave
carica di polverino
proveniente dall'Ilva
di Taranto e attraccata al porto di Augusta.
Presenti tutti i soggetti coinvolti, Arpa,
Asp, Autorit portuale,

Comuni di Augusta e
Melilli,
Legambiente, Cisma Ambiente,
assessorati
regionali
Territorio e Ambiente
ed Energia e Rifiuti. E
stato possibile ricostruire l'intera complessa
vicenda acquisendo dichiarazioni e atti dagli
Enti coinvolti. Presenti
anche i deputati regionali Pippo Sorbello e

Stefano Zito. E emerso, con evidenza, che


nessuna comunicazione
e nessuna informativa
circa l'arrivo, lo sbarco, il conferimento del
rifiuto definito speciale
si svolta tra gli Enti e
le istituzioni coinvolte.
Rispetto a questo aspetto dell'interrelazione
tra soggetti preposti a
tutelare la salute e la

opo il sequestro di centinaia di


ricci di mare, i militari della Capitaneria di Porto Guardia Costiera di
Siracusa hanno eseguito il sequestro
di un intero impianto abusivo destinato alla mitilicoltura che era stato
attivato allinterno del porto di Grande della citt, esteso su uno specchio
acqueo di circa 50 metri quadrati.
Il blitz scattato alle prime luci
dellalba di ieri, quando i marinai
hanno eseguito il sequestro dellimpianto. I militari della Capitaneria di
Porto hanno eseguito diversi appostamenti che si sono protratti per alcuni
giorni, riuscendo ad accertare che
alcuni soggetti, a tuttoggi non identificati, avevano abusivamente instal-

confronto necessario ha dichiarato il parlamentare regionale Bruno


Marziano -, per capire quale lo stato organizzativo della presenza
della Sicilia ad Expo 2015. Non sar un processo alle responsabilit ha voluto precisare Marziano - ma loccasione per capire cosa
successo in una vicenda che doveva lanciare limmagine della Sicilia
in tutto in mondo e, invece, si rivelata un flop insopportabile. Bisogna capire se le responsabilit sono degli organizzatori di Expo e, se
dovesse essere accertato, ribaltare limmagine negativa che ha colpito
lintera Sicilia e non solo la politica. Questo potrebbe non escludere
responsabilit individuali che vanno accertate e chiarite.

Ivan Lo Bello in pole position


alla presidenza Uniocamere
La nomina potrebbe arrivare a giugno in occasione
dellassemblea
dei presidenti

Nella foto, la nave Rita Br.

sicurezza dei cittadini,


che non pu essere considerato superfluo e che
anzi propedeutico ad
attivit portuali cos delicate, Cirone Di Marco
ha proposto la sottoscrizione di un protocollo
tra i vari Enti, inclusa l'Autorit portuale,
volto alla fissazione di
prassi condivise di controllo e vigilanza.

Intanto, il parlamentare regionale Enzo


Vinciullo ha chiesto al
Presidente della Quarta
Commissione Territorio e Ambiente dellAssemblea
Regionale
Siciliana di convocare,
con lurgenza del caso,
il Ministro dellAmbiente, per verificare le
sue dichiarazioni, alla
luce della risposta da

Nella foto, le cozze sequestrate.

lato circa 150 sacche con relativi filari,


destinati alla coltivazione di cozze, privi di qualsiasi autorizzazione sanitaria
e demaniale ma anche dei segnalamenti
marittimi, finalizzati alla delimitazione
e allinterdizione dellarea.
Il personale della Guardia costiera,
anche con limpiego di un proprio subacqueo, ha rilevato che lattivit di
mitilicoltura fosse, di fatto, in pieno
esercizio. Erano state prodotte, infatti, circa 1500 chilogrammi di cozze,
pronte per essere raccolte e destinate al
mercato con le gravi conseguenze che
ne sarebbero derivate per i produttori
regolarmente autorizzati. Limmissione
sul mercato di un tale quantitativo di
comune bivalvo, avrebbe anche posto

ercoled prossimo alle 10,30 la vicenda della mancata apertura del cluster
Biomediterraneo sar discussa in Terza commissione Agricoltura e Attivit
produttive dellAssemblea regionale siciliana. A convocare la commissione,
a cui parteciperanno gli assessori allAgricoltura, Nino Caleca, alle Attivit
produttive, Linda Vancheri e il responsabile di Expo per la Sicilia, Dario Cartabellotta, stato il presidente, il deputato regionale Bruno Marziano. Un

Cronaca di Siracusa

POLITICA. il presidente della camera di commercio di siracusa

Capitaneria di porto allopera

Sequestrato impianto
di mitilicoltura
al porto grande

Mancata apertura del cluster


Audizione in terza commissione

Sicilia 3

in grave pericolo la salute dei cittadini, ignari della provenienza illecita del
prodotto.
La condotta accertata dagli uomini della Guardia Costiera viola la normativa
in tema di sicurezza dei prodotti alimentari dorigine animale perch detenuti in cattivo stato di conservazione,
atteso che si trovavano immersi e coltivati in acque non idonee a garantirne la
corretta conservazione e a preservarne
la salubrit; cos, dopo essere stati posti sotto sequestro, sono stati rigettati
in mare. Reati che vanno dalloccupazione abusiva del demanio marittimo
allinosservanza di norme in tema di
sicurezza alimentare e della sicurezza
della navigazione.

lui fornita ieri in Parlamento, in quanto sarebbero evidenti delle


disparit di vedute fra
quanto emerso in Commissione Territorio e
Ambiente e quanto invece dichiarato ieri dal
Ministro Galletti alla
Camera dei Deputati.
Era stato dichiarato dai
partecipanti ai lavori
che il materiale era stato gi piombato, mentre, dalle dichiarazioni
del Ministro, sembra
che detto materiale dovrebbe essere trasportato nuovamente a Taranto per essere distrutto e
che la presenza nel territorio di Melilli solo
transitoria. Se cos
fosse - ha proseguito
lonorevole Vinciullo
- qualcuno dovrebbe,
con lurgenza del caso,
spiegare le motivazioni
di questo cambiamento
di strategia, anche perch emerge il sospetto
che i prodotti non siano
inerti, come dichiarato
dallARPA della Puglia e da quello della
Sicilia.E obbligo di chi
amministra la cosa pubblica fornire ai cittadini
notizie certe e non invece lasciarli nella preoccupazione.Non pi il
tempo della doppia verit, soprattutto quando
c di mezzo la salute
dei cittadini.

Come

anticipato gi da
diverse settimana manca
solo il crisma dellufficialit da parte dellassemblea dei presidenti delle
Camere di commercio che
si terr a giugno. Ma per la
presidenza di Unioncamere non ci sarebbero grossi
problemi per la nomina del
siracusano Ivan Lo Bello,
attuale vicepresidente di
Confindustria con delega
allistruzione.
Proprio lorganizzazione
degli industriali ha indicato il suo nome gi agli inizi
del mese di marzo scorso
e la scelta pesa perch in
questa tornata di nomine
verr eletto un industriale.
Alla presidenza di Unioncamere, infatti, si alternano
esponenti dellindustria e
del commercio, categoria a
cui appartiene il presidente
uscente, Ferruccio Dardanello, non pi rinnovabile
essendo stato nominato per
due mandati (sei anni in totale, durata massima prevista dallo statuto).
La procedura di nomina,
per la verit assai barocca,
prevede che i 104 presidenti delle Camere di commercio indichino il nome
preferito entro met aprile. Cos avverr una prima
selezione perch allassemblea di giugno potranno partecipare soltanto i
candidati che saranno stati
indicati da almeno 21 Camere locali. La votazione

Nella foto, Ivan Lo Bello.

finale sar a scrutinio segreto. Lo Bello, presidente della Camera di commercio di


Siracusa, ben conosciuto

anche a livello nazionale.


stato consigliere di societ
quotate in Borsa (Luxottica
e Finmeccanica) e oggi

presidente di Unicredit leasing. Lo Bello allo stato dei


fatti potr contare su circa
lottanta per cento dei voti

Lo ha assicurato lassessore Pierpaolo Coppa

Operatori ecologici
Oggi i pagamenti
Scatta la verifica sulla raccolta dei rifiuti so-

lidi urbani nel capoluogo a seguito del lavoro


a singhiozzo da parte dei dipendenti Igm nelle
ultime settimane, a causa dellagitazione per
la mancata corresponsione di alcuni stipendi
arretrati. Tanti i disservizi segnalati negli ultimi giorni in diverse zone della citt, in centro come nelle aree periferiche e soprattutto
a Mazzarrona dove i cassonetti traboccanti
hanno provocato disagi. Le due mensilit non
sono state ancora accreditate ma lamministrazione comunale non esclude delle azioni di rivalsa nel caso in cui dovessero emergere delle
irregolarit. La protesta dei dipendenti legata al mancato versamento del canone dovuto
dal Comune, che a sua volta, attende i trasfe-

rimenti previsti dalla Regione. Lassessore


comunale allEcologia, Pierpaolo Coppa
chiarisce, tuttavia, alcuni aspetti, che definisce fondamentali, della vicenda. Il Comune, per contratto, deve versare la somma
entro il mese successivo a quello maturato.
I ritardi imputati allamministrazione comunale, dunque, sono notevolmente ridotti
rispetto a quanto dichiarato da qualcuno.
Lassessore fa anche presente che lunica
proclamazione di sciopero da parte dei dipendenti Igm. Le ulteriori due giornate di
sciopero preannunciate per met mese, invece, potrebbero essere revocate. Oggi saranno emessi i mandati di pagamento, lannuncio dellesponente della giunta Garozzo.

per essere eletto alla carica


pi prestigiosa del settore
commercio italiano. Ma a
questi conteggi mancano
i commissari delle varie
camere di commercio che
non si sono voluti spingere
oltre ma da indiscrezioni
che trapelano direttamente dalla sede romana di
Unioncamere non ci dovrebbero essere problemi
per il raggiungimento del
quorm massimo per lex
presidente di Confindustria
di Siracusa e della Sicilia,
tanto da spingere qualcuno a fargli i complimenti
in maniera anticipata, con
i dovuti scongiuri da parte
dellinteressato.
Una carriera ricca di soddisfazioni ma anche di luci
e ombre che hanno interessato la cronaca nazionale
per vicende che riguarderebbero diversi fatti di cui
i giornali e anche le cronache parlamentari si sono
interessati.
Giuseppe Bianca

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 8 maggio 2015, venerd

Lungo le strade
del Novecento
Storia di Pietro

ncontrare la stofatti vissuti in priria, quasi per caso,


ma persona nella
dei quaderni che
grande storia delsaltano fuori per
la nostra Nazione.
spostare un mobiNon sono pochi
le e dentro ad essi
gli episodi, infatti,
un autentico tein cui, come detto,
soro di memorie.
Pietro Paolo CeleScritte da un uomo
ste era presente in
semplice a cui non
prima linea. Ma,
Presentato a Noto il libro a cura di Angelo Fortuna
bastava la propria
ed questa la vera
memoria per riperche
ripercorre
la
vita
di
un
uomo
durante
la
guerra
ricchezza, accanto
correre la sua vita,
a questo c la semdoveva imprimerla
plicit delluomo,
nero su bianco e
che ha viaggiato in
lasciarla, quasi inlungo e in largo per
consapevolmente,
lItalia, che ha amaai posteri. In questi
to ed stato amato,
termini si estrinsee che riporta, fino
ca la presentazione
alla vera commodel libro Lungo le
zione, gli usi e costrade del novecenstumi di quando era
to Storia di una
bambino. Nacque
vita Pietro Paolo
a Noto, e forte era
Celeste, revisore
la sua identit, tane curatore delloto da farlo crollare
pera Angelo Fortuin ginocchio, pianna, per la Armando
gendo,
quando,
Siciliano Editore,
dopo tanto viaggia stato un vero e
re torn nella sua
proprio salto nel
amata Citt.
passato dove le viNon vogliamo raccende personali del
contare tutto perprotagonista si inch questo un
trecciano a doppio
libro da scoprire
In
foto,
la
presentazione
del
libro.
filo con gli eventi,
pagina dopo pagiunici, delle guerre
mondiali,
narra- mi resi conto che derni come erano narrati sono stati ri- c tutta la gioia di na. Del resto, il belte proprio dal di dovevo dargli voce. stati scritti? Inter- spettati. Forse pi aver fatto vedere la lo della lettura dei
dentro, da chi si Dalla consapevo- venire con unela- di un libro scritto in luce a questope- libri proprio dato
trovato nei luoghi e lezza scaturirono borazione? Vinse la prima persona, nel- ra e nel contempo dal viverla pagina
responsabilit per pagina.
nei momenti dove tutte le domande: seconda ma la sua le parole del Presi- la
E.V.
si fatta la storia. lasciare i suoi qua- verit, i fatti come de Angelo Fortuna di intervenire con
Dopo i saluti del
Sindaco Corrado
Bonfanti e del Vice
Via libera dal civico consesso che ha esitato una mozione
Sindaco
Cettina
Raudino, sala Gagliardi di Palazzo
Trigona, ha ascoltato con particolare interesse la presentazione di colui
naula consiliare piena ha at- archeologiche, le latomie. Abbiamo
che non solo ha
teso, marted sera, con pazienza sempre detto che la perimetraziotrovato i quaderni
e speranza la discussione sul pun- ne non n di nostra competenza
ma che ha decito allordine del giorno relativo n di competenza dellente locale.
so di dargli voce.
allallargamento della riserva na- Saranno i tecnici del Consiglio RePietro Paolo Ceturale di Vendicari attraverso una gionale per la Protezione del Patrileste (Noto 1897mozione, richiesta da sette consi- monio Naturale ad effettuare la pe1980) era fratello
glieri comunali. Un atto dimpe- rimetrazione. Adesso necessario
di mio suocero, ma
gno affinch si giunga a questa che lAmministrazione comunale
entrai in contatto
rideterminazione da parte delle faccia richiesta allAssessorato Tercon i suoi scritti
autorit competenti che dona linfa ritorio ed Ambiente di estendere la
solo nel momento
e forza al movimento delle Asso- Riserva. Anche noi abbiamo il diin cui trovammo i
ciazioni che hanno promosso nelle ritto di richiedere lestensione della
quaderni spostando
scorse settimane la raccolta firme, Riserva. Lo possiamo fare autonoun mobile. Fu una
cartacea ed on line, presenti con mamente o in collaborazione con
scoperta incredibii loro rappresentanti in aula con- lente locale. E Paolo Tiralongo
le anche per come
siliare marted sera. E che oggi che firma il comunicato dichiara:
aveva scritto tutcommentano cos: Il Consiglio Mi piace rilevare che quello che
ta la sua vita, e ci
Comunale ha approvato allunani- in questi anni stiamo conquistanfurono varie fasi.
mit, la richiesta di estensione del- do un merito collettivo. Voglio,
Prima un processo
la riserva di Vendicari alla zona di infine, sottolineare la commovente
di
assimilazione
Eloro-Pizzuta. La mozione appro- partecipazione della gente di Noto
e successivamenvata non contiene la perimetrazio- alla sottoscrizione della petizione
te di elaborazione,
ne da noi effettuata ma riprende le (in due giorni hanno firmato 2047
mentre sentivo che
motivazioni della nostra richiesta: persone di cui 1499 di residenti a
lui voleva parlarmi
la presenza della macchia medi- Noto, il 73,23%). E adesso la padi se; e proprio da
terranea, il canneto, le emergenze rola passa alle autorit competenti.
questo passaggio

Consiglio comunale: estesi i confini


della riserva naturale di Vendicari
U

8 maggio 2015, venerd

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
Manifestano
preoccupazione e rabbia per
lannunciato
taglio di posti
di lavoro tra
i dipendenti
ritenuti in esubero. Ieri mattina assemblea
del personale
in esercizio

Confermata

la manifestazione di domani mattina allAuchan di contrada


Spalla a Citt Giardino. "E vero che
landamento della
grande distribuzione organizzata il
riflesso della crisi
economica sul potere
dacquisto e sui consumi degli italiani. E
vero pure, per, che
molte grandi aziende
del settore, Auchan
in testa, tentano maldestramente di lucrare su una generica
crisi scaricando tutte
le contraddizioni sui
lavoratori in termini di occupazione e
di diritti,
nascondendo invece colpevolmente
fatturati
in crescita. E, pertanto, inaccettabile
lannuncio fatto dal

Donazione
ails allasp
per pazienti
sclerodermici
LAssocia-

In foto, lAuchan di Citt Giardino.

Dipendenti Auchan
domani la protesta
Il deputato Pippo Zappulla presenta uninterrogazione
parlamentare per il caso nazionale

gruppo francese di
1.426 licenziamenti
di cui 267 in Sicilia e
48 nel punto vendita
di Melilli. La trattativa sindacale ha subito, nelle settimane
scorse, una pesante
battuta darresto a
seguito delle irricevibili richieste aziendali di procedere a
deroghe rispetto al
contratto nazionale
in materia di deman-

sionamento, rinunzia
alla 14 mensilit temporanea per i punti
vendita del nord e
definitiva per quelli
del sud, sospensione
degli scatti di anzianit e del contratto
integrativo. Tra le ragioni avanzate dalla
societ c pure quella della concorrenza
sleale praticata da
molte imprese nel
settore che non appli-

cherebbero i contratti
nazionali n le forme
corrette di assunzione. Bene, in tal caso,
si interviene indicando luoghi e societ,
attivando
lispettorato del lavoro di
competenza e se necessario costituendo
come ministero una
specifica task force. Tutto si pu e si
deve fare tranne che
di scaricare sui la-

voratori problemi di
mercato e eventuali
questioni di concorrenza. Insieme ad altri deputati del pd ho
pertanto presentato
una urgente interrogazione al Ministro
del Lavoro perch
intervenga con urgenza e decisione , a
partire dallincontro
gi previsto al ministero nella prossima
settimana"..

Appuntamento questa mattina dalle ore 10.30 al Cumi

Casting a Noto per la scelta


degli attori di Di me raccontano
N

oto e il Collettivo Cinematografico FrameOff, di Licia Castoro,


Francesco Di Martino, Giuseppe
Portuesi e Francesco Valvo, saranno base logistica e braccio destro
della produzione cinematografica
Di me raccontano di Marta Savina. Oggi a partire dalle ore 10,30
si svolger il casting al Cumo per
individuare i papabili protagonisti,
anche attori non professionisti, una
ragazza tra i 18 e i 23 anni, dalla bellezza semplice, pulita, molto giovane ma con lo sguardo gi pieno
di maturit e fierezza; e un ragazzo
tra i 25 e i 33 anni, di bella presenza ma allo stesso tempo arrogante,
fisico atletico e ben piazzato. La
storia narra la vita di Franca Viola,

una fiera giovane donna che riesce


ad imporre con grazia e coraggio il
suo punto di vista nellinamovibile
Sicilia degli anni 60. La produzione del film Italo-americana. E

come detto la regista Marta Savina, siciliana dorigine ma nata e


cresciuta a Firenze.
La sua passione per la musica, il
violino in particolare, le fanno
scoprire il cinema e cos arricchisce il suo percorso di studi a Londra presso la Met Film School. E
da qui parte unintensa attivit che
le permetter di mettersi in luce
e ricevere prestigiosi riconoscimenti, lultimo in ordine di tempo
targato 2014 ed il premio di
produzione della Albert P. Sloan
Foundation. Marta Savina risiede
a Los Angeles dove sta lavorando
ad un adattamento cinematografico di Actors Anonymous per
James Franco.

zione italiana
per la lotta alla
sclerodermia di
Siracusa, di cui
referente Lucia
Zappulla, ha
donato allAsp
di Siracusa due
pompe infusionali volumetriche corredate
di accessori per
il Day Hospital
della Medicina interna del
presidio ospedaliero Umberto I
da destinare alle
terapie necessarie ai pazienti
sclerodermici.
Uno degli obiettivi principali
della nostra Associazione evidenzia la presidente
nazionale AILS
Ines Benedetti
migliorare i
servizi offerti in
ambito socio-sanitario a beneficio degli ammalati affetti da
sclerosi sistemica. Il direttore
generale dellAsp di Siracusa
Salvatore Brugaletta plaude
alla profonda
sensibilit e solidariet dimostrata dallAILS:
Esprimo la mia
gratitudine a
nome dellAzienda e dei pazienti
seguiti dal Day
Hospital di Medicina interna dichiara il direttore
generale -. La
sensibilit dimostrata dallAILS
in questa occasione conferma
limportanza della collaborazione
di quanti, con
grande spirito di
altruismo, contribuiscono con
le loro donazioni
a migliorare la
qualit dellassistenza ai pazienti
del territorio
siracusano.

societ 6

Sicilia 8 maggio 2015, venerd

Lattivit mafiosa siracusana


influenzata da quella catanese
La zona calda rimane a nord della provincia con Lentini baricentro
Parlare di mafia
nese, che nel
sempre un affare politico- sociale. Sulla mafia si tenta sempre di
speculare per arrivare
primi nel leggerne il
futuro.
un vecchio vezzo
della societ moderna
e usata in maniera appropriata dai nostri politicanti, ma gli effetti
pratici sono sempre
diversi dai fatti annunciati o dichiarati. C
sempre qualcuno che
si vuole avvantaggiare
in qualcosa di scontato.
Siracusa per fortuna
non ha la fede mafiosa,
e tutta l'attivit della
criminalit organizzata, tranne per la primagenitura del Clan Urso-Bottaro e la cruenta
faida seguita negli
anni, parentesi mafiosa sul senso pieno del
termine, avvenuta negli Anni Settanta e fino
agli Anni Novanta, e
oggi vive il vecchio
riflesso a specchio dei
clan catanesi e l'appendice di quei piccoli
gruppi organici, pi di
delinquenza organizzata che di mafia vera
e propria, specie nella
zona a nord della provincia aretusea, come
Lentini, Francofonte e
tutto l'interland fino ai
confini con la provincia di Catania.
Incrementare
lattivit
di vigilanza
Lo Stato, la magistratura, le forze dell'ordine e i Servizi segreti, fanno il proprio e
sacrosanto dovere nel
prevenire il crimine,
e nell'affrontare gli
argomenti che la sociologia in uno stato
democratico necessita
nel tenere da conto in
seno alla sua pubblica
opinione, in uno stato
dove i diritti e doveri
devono essere necessariamete garantiti e
reali.
L'ultima
relazione
semestrale sullandamento delle attivit
della criminalit organizzata e i successi
conseguiti, da parte
della Direzione Investigativa
Antimafia,

tempo
hanno ridisegnato gli
equilibri locali. Poi
lallerta: La scoperta
di armi nella disponibilit dei clan e i recenti fatti di sangue
fanno ritenere il possibile evolversi dei
rapporti verso una manifesta belligeranza.
Una nuova e possibile
guerra di mafia allorizzonte con gli attuali
precari equilibri messi
in discussione allatto
delle scarcerazioni di
elementi di rilievo e
di spessore mafioso a
breve.

Il procuratore antimafia, Giovanni Salvi.


evidenziano lo stato che a livello generale
attuale della mafia in parla della necessit
Sicilia.
di innalzare il livello
di vigilanza nei conInnalzato
fronti della mafia nel
il livello
suo insieme, compreso
della sfida
tutti i settori satelliti su
cui spuntano sempre di
Il documento stato pi i possibili coinvolpresentato in Parla- gimenti di uomini della
mento nei mesi scorsi malavita organizzata,
dal Ministro degli In- direttamente collegate
terni, Angelino Alfano, agli affari sullimmicosa fatta anche dall'o- grazione clandestina e
norevole Rosy Bindi dintorni, e che stanno
in qualit di presidente assumendo sempre di
della Commissione bi- pi i contorni mafiosi
camerale Antimafia, e e pericolosi, dal punto

Il Lentinese
la zona
pi calda
di vista sia economico,
sia sociale.
Secondo il rapporto di
poco tempo fa della
Direzione investigativa amtimafia, il livello
di basso profilo tenuto
dai mafiosi nella generalit negli ultimi
anni, avrebbe lasciato
il posto a un innalzamento del livello della
sfida e a una desueta
protervia, manifestata
attraverso ripetuti atti
intimidatori e minacce
nei confronti di esponenti della magistra-

tura siciliana e delle


istituzioni locali, e di
rappresentanti di organizzazioni pubbliche
e private impegnati, a
vario titolo, nella lotta
antimafia.
Per quel che concerne la provincia di
Siracusa, la Dia si
appresta a ricordare
come lattuale configurazione
dellorganizzazione mafiosa
siracusana il risultato
dellinfluenza esercitata da potenti referenti
di cosa no-stra cata-

La zona pi calda
quella a nord della
provincia di Siracusa,
con Lentini al centro.
Il clan Nardo, forte
del suo legame con
referenti della zona di
Catania, rimane estremamente vitale.
Il pericolo economico
e sociale sono anche
i proventi dellattivit criminale che sono
reinvestiti massicciamente in settori redditizi, contaminando la
societ.
Concetto Alota

Provvidenziale lintervento dei carabinieri della locale stazione

Picchia i genitori che non gli danno i soldi


Quarantenne solarinese finisce in cella
A

veva preteso dai genitori dei


soldi per soddisfare alle proprie
esigenze ma al loro diniego, sarebbe andato in escandescenze
al punto da aggredire i due malcapitati, che non sono riusciti a
ricondurlo alla calma. E stato
necessario lintervento della
pattuglia dei carabinieri per
ristabilire gli animi, raccogliere la dichiarazione dei presenti
e disporre larresto per il presunto aggressore. I Carabinieri
della Stazione di Solarino hanno tratto in arresto in flagranza
il solarinese Santo Prazza di 40
anni, incensurato, al quale vengono adesso contestati i reati di
maltrattamenti contro familiari
e conviventi e lesioni personali
aggravate.
Lepisodio accaduto la scorsa

notte quando una pattuglia dei


militari dellArma, impegnata
nel servizio di perlustrazione
del territorio, dovuta intervenire presso labitazione dei
genitori di Prazza da dove era
giunta la segnalazione di un litigio in famiglia e anche i vicini
di casa avevano sentito le urla
provenienti da quellabitazione.
I carabinieri, una volta giunti
sul luogo, hanno dovuto faticare per ricondurre alla ragione
luomo, riuscendo a bloccare il
soggetto e impedire conseguenze pi gravi. I due anziani genitori hanno riferito di essere
stati aggrediti dal loro congiunto al culmine di un diverbio ben
presto degenerato. Gli effetti
dellaggressione sono stati gli
arresti per lindagato mentre

i due genitori hanno riportato


varie lesioni a causa della colluttazione in cui sono stati coinvolti, scaturita verosimilmente
da motivi legati alla mancata
concessione da parte loro di una
somma di denaro richiesta dal
figlio. Prazza stato arrestato
e tradotto presso la casa circondariale di Cavadonna.

8 maggio 2015, venerd

Sicilia 7

Cronaca di Siracusa

una sub cultura ancora diffusa

Cavalcare
lantimafia
per carriera
L

a prima volta che larticolo di Leonardo Sciascia


dal titolo I professionisti
dellantimafia fu pubblicato sul Corriere della
Sera il 10 gennaio 1987,
molti non capirono il senso critico, o fecero finta
di non capire, il vero significato di quellarticolo.
Leonardo Sciascia, che di
mafia era profondo conoscitore, quando scriveva
di professionisti dellantimafia intendeva riferirsi a chi usava lantimafia
per costruirsi una carriera in politica, nellambito di unassociazione, o
in magistratura. Sciascia

Falcone e Borsellino.

Leonardo Sciascia scrisse I professionisti dellantimafia


sul Corriere della Sera il 10 gennaio 1987
in quellarticolo evoc
lassegnazione di Paolo
Borsellino alla Procura di
Marsala, superando nella
graduatoria colleghi pi
anziani di lui, ma che non
si erano mai occupati di
processi di mafia, fece un
esempio che lo espose a
molte battute maliziose e
a tante critiche. In molti
credettero, erroneamente,
ad un attacco personale al
magistrato ucciso nellagguato mafioso di via DAmelio qualche anno pi

tardi, e non glielo perdon. La chiave di lettura di


quellarticolo di Sciascia
non riguardava il caso di
Borsellino, era tuttaltra
cosa; ma nonostante siano
trascorsi ben trentanni,
oggi ancora attuale: c
chi usa lantimafia per fini
esclusivamente personali,
per cercare un consenso
per s nella logica di unassoluta autoreferenzialit
artefatta dalla cronaca del
momento per far colpo sulla pubblica opinione e ma-

gari attorcigliarsi come


un prosseneta, secondo la
logica di machiavelliana.
In unintervista che rilasci qualche giorno dopo
luscita del tanto contestato articolo, su Il Messaggero Sciascia ribad il
suo pensiero: Ieri cerano
vantaggi a fingere dignorare che la mafia esistesse; oggi ci sono vantaggi
a proclamare che la mafia
esiste e che bisogna combatterla con tutti i mezzi.
Affermazione oggi pi che

era arrivato a catania proveniente da madrid

Ingoia ovuli di eroina e cocaina


Liberiano arrestato in pullman

Aveva

ingoiato gli ovuli contenenti eroina e cocaina che aveva


acquistato in Spagna e che aveva
intenzione di spacciare nel territorio siracusano. Stava andando
tutto bene quando sono piombati
i poliziotti, che hanno fermato il
pullman di linea che dallaeroporto do Catania lo avrebbe condotto ad Avola ed stato arrestato.
In manette finito il cittadino liberiano Musa Afube di 40 anni,
di origine liberiana, residente a
Floridia, colto nella flagranza del
reato di importazione e trasporto
di sostanza stupefacente.
In particolare, nel corso di attivit investigativa finalizzata al
contrasto delle attivit illecite in
materia di sostanze stupefacenti,
Agenti del Commissariato avevano notizia che il cittadino liberiano
Afube, gi conosciuto alle forze
di Polizia, avrebbe importato nel
territorio siracusano un discreto
quantitativo di sostanza stupefacente, del tipo cocaina ed eroina.
Con la collaborazione di personale
della squadra di polizia giudiziaria
della Polizia di Frontiera Aerea di
Catania, si accertava la presenza
dello straniero liberiano a bordo
di un volo proveniente da Madrid
ed in arrivo a Catania. Conseguentemente si predisponevano opportuni servizi di osservazione nelle
aree interne ed esterne allaerosta-

Musa Afube.

zione che consentivano di individuare lAfube, il quale faceva ingresso nel terminal Arrivi e, da
qui, subito usciva dirigendosi alla
fermata della linea Catania-Siracusa e saliva a bordo dellautobus
diretto a Siracusa, seguito dagli
agenti di polizia. Gli agenti, dopo
aver indotto lautista dellautobus
a fermarsi allinterno di unarea di
servizio, procedevano al controllo
del cittadino liberiano.
Durante loperazione, che dava
esito negativo, linteressato mostrava evidenti segni di nervosismo
ed una particolare conformazione

delladdome che si mostrava particolarmente dilatato, inducendo


il sospetto che luomo potesse
aver ingerito la sostanza stupefacente sotto forma di ovuli.
LAfube veniva accompagnato
presso lOspedale di Avola dove
veniva sottoposto agli accertamenti clinico-diagnostici per sospetta ingestione di corpi estranei
che dava esito positivo consentendo lindividuazione di almeno
sette formazioni ovalari per un
peso totale di grammi 251,30, di
cui 4 ovuli di eroina e 3 ovuli di
cocaina.

valida. Gli esempi di uomini che hanno cavalcato


lantimafia a scopi propagandisti e per fini di carriera personale, anche la
nostra vecchia Siracusa
stata piena zeppa. Si registrarono fatti talmente
strumentali e ben studiate,
da non poterli nemmeno
contestare. Si cavalcarono
a lungo le tigri del ritorno dimmagine e ben presto divent un cavallo di
battaglia per il nulla osta
alla carriera. E poi ancora,
la politica siracusana stata da sempre degnamente
rappresentato da qualcuno
che scrive un comunicato
anche per gli uccelli che
sporcano le auto in sosta
sotto gli alberi.
Assistiamo a personaggi
Clown che a ogni occasione intervengono, criticano, denunciano, fanno
sceneggiata
politica;
di contro tutto ci non
criticato dalla nostra subcultura, ma diventa invece
un modo come un altro
per farsi una risata o per
sfottere sul quel narcisismo, o megalomania che
dir si voglia, dove anche
le mosche che passano
sono unoccasione per un
piccolo raggio di notoriet. Il raffronto con altri
personaggi che sfruttano
lo stratagemma di fregiarsi con la medaglia dellantimafia, trova lanalogia
della nostra cultura, dove
il senso logico delle cose
ci porta ad apparire e non
allessere. Ma sotto sotto in entrambi i casi troviamo il senso meschino
delluomo interprete (tragediante), di chi crede
solo nel proprio mondo.
Nessuno di noi la verit se vogliamo restare in
ambo, le parti; coraggioso schierarsi e non attuare il vecchio gioco del
traccheggio. Cos lessere
il risultato per far finta
di niente e che entra nel
nascondimento della verit verso il prossimo che
singanna a piene mani:
Ma lapparire pu appagare tutto ci nellanimo
del mediocre senza identit che appare e scompare
per il nulla che piace alla
pubblica opinione oggi
oppure domani?
C.A.

SOCIET 8
Presso il Cine Teatro Antidoto di Gela,
sono stati assegnati i
premi nell'ambito del
concorso letterario
intitolato alla memoria del Preside Prof.
Simone Tasca.
Il Premio alla Cultura andato allo
scrittore siracusano
Luca Raimondi, un
riconoscimento
ai
tanti anni di attivit che, dallesordio
narrativo del 96,
passando per libri di
cinema, sceneggiature, regie, direzioni di
festival e tanto altro
ancora, giunto fino
agli ultimi exploit dei
romanzi pubblicati con le Edizioni Il
Foglio di Piombino
(Livorno), vale a dire
il dittico Se avessi
previsto tutto questo (2013) e Tutto
quellamore disperso (2014):. I due
romanzi, introdotti
da scrittori importanti come Roberto
Alajmo e Gianluca
Morozzi, hanno ricevuto un lusinghiero
successo di pubblico
e critica. Ambientati
negli anni 90, hanno
in comune il protagonista, Carlo Piras,
studente universitario in quel di Catania, impegnato in un
tragicomico percorso
di formazione sentimentale. Nella serata, promossa dallAssessorato alla Cultura
di Gela e dal Centro
di Cultura e Spiritualit Cristiana Salvatore Zuppardo, si
discuter con Anita
Lo Piano, Presidente
del comitato locale
CRI di Gela, sul tema
"L'eco dei tamburi
nelle notti insonni:
uomini in abiti senza
nome".
Riceveranno inoltre
i premi gli studenti
del Liceo Scientifico,
dell'Itis e degli I.C.S.
Verga e Quasimodo
che si sono posizionati ai primi posti del
concorso letterario.
Alla serata presenzieranno anche il Sindaco di Gela, Angelo
Fasulo, il Presidente
del Premio, Andrea
Cassisi, nonch Lorena Scim, Presidente della Commissione Letteraria.
Luca Raimondi

8 maggio 2015, venerd

Sicilia 8 MAGGIO 2015, VENERD

Un riconoscimento ai tanti anni di


attivit che, dallesordio narrativo
del 96, passando
per libri di cinema, sceneggiature,
regie, direzioni di
festival e tanto altro ancora, giunto fino agli ultimi
exploit dei romanzi
pubblicati con le
Edizioni Il Foglio
di Piombino

Assegnato alla scrittore


Luca Raimondi il premio
alla cultura Simone Tasca
nato ad Augusta (Sr)
nel 1977, dopo un
decennio trascorso
a Catania per conseguire due lauree e
un master di secondo
livello, attualmente vive e lavora a
Siracusa. Pedagogista, in questi ultimi
anni, in qualit di
assistente all'autonomia e alla comunicazione, si occupato dell'integrazione
scolastica dei minori
disabili.
Ha esordito nella
narrativa nel 1996,
a soli diciannove
anni,
pubblicando
un romanzo scritto a
quattro mani insieme
a Joe Schittino dal titolo Cerniera lampo
(Edizioni Dell'Ariete), con la prefazione
di Alessandro Quasimodo e Danilo Ruocco.
Sempre a quattro
mani, ma stavolta
in coppia con il padre Raimondo, ha
dato alle stampe il
noir Cuore del vuoto
(sempre per le Edizioni
Dell'Ariete),
con la prefazione di
Andrea G. Pinketts.
Si successivamente dedicato alla sag-

gistica e alla critica


cinematografica: ha
pubblicato Mostri e
maestri. Tracce di
cinema e letteratura
(2002), Gustave Dor
(2002), Nientaltro
che un sogno (2005,
prefazione di Fernando Gioviale, Bastogi), Il pensiero
pedagogico di Pier
Paolo Pasolini (2006,
introduzione di Neil
Novello, Sampognaro & Pupi, adesso
disponibile su Amazon per Kindle in una
versione riveduta e
con il titolo Per un'e-

ducazione corsara e
luterana) e Comunicare la cultura (2007,
con M.V. Lo Faro e
C. Marraffa, Bonanno Editore).
Nel 2009 tornato alla narrativa con
Marenigma (Aracne,
con prefazione di
Eraldo Baldini) e con
Amore, rabbia e verit (Melino Nerella,
con Daniele Scirpo,
prefazione di Barbara
Becheroni).
Nel 2011 il racconto
L'arancia stato inserito nell'antologia Le
eccellenze del gusto

(Melino Nerella).
Nel 2013 ha pubblicato, per le Edizioni
Il Foglio, il romanzo
Se avessi previsto
tutto questo. In cerca
d'amore nella Catania
di fine millennio, con
il risvolto di copertina firmato da Roberto Alajmo.
Sempre nel 2013
sono apparsi due
suoi racconti: uno su
"Ossobook" n.6, rivista digitale milanese ideata e diretta da
Tommaso Labranca e
l'altro nell'antologia a
cura di Aurelio Caliri

Racconti di Natale.
E stato anche regista e sceneggiatore di
lungometraggi (C'era una volta il sud di
Francesco De Fazio,
interpretato da Alfredo Li Bassi e Geremia Longobardo),
cortometraggi, videoclip e documentari.
Tra i tanti corti, particolare
attenzione
hanno ricevuto Fine
dei giochi (in concorso al "Festival Internazionale del Cinema
di Frontiera" di Marzamemi) e Nessuna
fregatura (premiato
dal pubblico per la
miglior sceneggiatura al "Premio Internazionale del Cinema
Mendicino Corto").
La sottrazione del
tempo, da lui scritto
prodotto e diretto, ha
avuto l'onore di essere incluso nella prestigiosa rassegna "Il
cinema sotto il vulcano" promossa dal Teatro Massimo Bellini
di Catania.
Ha fondato e diretto
(dal 2002 al 2008)
il Corto Siracusano
Film Fest, nel cui
ambito ha curato ledizione del volume di
saggi Fronte del corto-Scenari del film
breve. Nel 2014 ha
scritto la sceneggiatura del cortometraggio La scelta, diretto
da Giorgio Nan La
Terra, presentato ufficialmente il 3 agosto
a Palazzolo Acreide
Nel 2014 stato nominato Assessore per
la Cultura, l'Unesco
e i Beni Culturali
nell'ambito della neonata Consulta Civica
di Siracusa, incarico
da cui si dimesso
nel 2015, dopo essere
stato designato quale
Capo
Dipartimento Arte & Cultura
di Confculture. Nel
luglio 2014 uscita
l'antologia Eros curata da Aurelio Caliri,
contenente il racconto Imbarazzanti segreti, di fatto un'anticipazione del suo
pi recente romanzo,
uscito sul finire del
2014, sempre per le
Edizioni Il Foglio (e
con prefazione firmata da Gianluca
Morozzi), dal titolo
Tutto quell'amore disperso.

Sicilia 9

VITA DI QUARTIERI

Ogni giorno e
VIII edizione
come se si riempisse un puzzle della Giornata
sulla figura della diocesana
signorina Reidei Giovani
mann perch
Al via lottava edizione della Giornata
molto si fatto e Diocesana dei GiovaLevento si svolgemolto altro anco- ni.
r domani a Modica
ra si dovr fare in corso Umberto I.
di questanno
per la promozio- Il tema
in sintonia con la
del servizio
ne della figura proposta
nazionale per la Pastorale Giovanile e
della gentil
Vocazionale, ma sodonna danese prattutto racchiude il

La figura della Reimann


scuote le coscienze locali

stata intitolata, ieri pomeriggio, a Cristiane


Reimann, la sala
di rappresentanza
dellIpasvi
(Federazione Nazionale Collegi
Infermieri), nel
corso di una sobria
cerimonia
alla presenza di
numerose associazioni cittadine
tra cui, Giovani
per Siracusa.
Ieri dichiara
Alessandro
Maiolino, presi-

La Reimann rappresenta un esempio per tutti


coloro che svolgono la professione infermieristica

dente di Giovani per Siracusa


- abbiamo vissuto un bellissimo
momento,
cio
lintitolazione a
Christiane
Reimann della sala
di rappresentanza
dellIpasvi
Siracusa.
Ogni
giorno e come se
si riempisse un
puzzle sulla figura della signorina

Reimann perch
molto si fatto e
molto altro ancora si dovr fare
per la promozione
della figura della
gentil donna danese e soprattutto
per tutelare e rendere fruibile lintero patrimonio.
Iniziative come
quelle di ieri fanno bene alla citt
perch rappresen-

mercoled scorso linaugurazione

Riapre al culto la chiesa di Santa


Maria della Concezione in Ortigia

Riaperta al pubblico la
chiesa di Santa Maria
della Concezione di via
Roma. Dopo gli accurati lavori di restauro,
si svolta ieri l'inaugurazione in occasione
dei festeggiamenti del
patrocinio di Santa Lucia. Nuovamente fruibile al culto e ai suoi
fedeli, quindi, la chiesa
dedicata dell'Immacolata Concezione, che
era collegata ad un monastero, oggi diventato
palazzo della Prefettura.
Inoltre, l'Arcidiocesi di
Siracusa ha organizza-

to La Chiesa in uscita,
l'evento per promuovere
le opere d'arte custodite
nelle chiese. Tre gli appuntamenti organizzati,
di cui il primo gi svolto
il 18 aprile, il 9 maggio e
il 16 maggio. Sabato alle
19.30 La trasmissione
del Vangelo nella chiesa
di San Filippo , il 16 maggio alle 19.30 La missione affidata al Vangelo
nella chiesa di San Tommaso. Presenti monsignor
Giuseppe Greco, Paolo
Giansiracusa, e Michele
Pupillo con il Coro Mediterraneo Siracusano.

tano un cammino
verso la riappropriazione
della
propria identit e
hanno il compito
di scuotere questa
apatia che sembra
avvolgere i cittadini e le Istituzioni preposte al governo della citt.
Atto
dovuto
e bello quello
dellIpasvi dichiara Annalisa

Romano, vie presidente di Giovani per Siracusa


- perch la Reimann era essenzialmente
una
infermiera ed
giusto che proprio il collegio infermieri la ricordi. La Reimann
rappresenta
un
esempio per tutti
coloro che svolgono la professione infermieristica, perch Ella
lha svolta con
spirito di umilt
e sacrificio, svolgendola
anche
gratuitamente,
facendo
volontariato e aiutando il prossimo,
raggiungendo
i massimi vertici
nellorganizzazione
infermieristica
internazionale.
Ringraziamo

affermano
Maiolino e Romano
- il presidente del
Collegio
IPASVI, Sebastiano
Zappulla e Tiziana Genovese che
ci hanno voluto
allintitolazione
e per la sempre
gentile e contesse
attenzione che ci
dimostrano.
Altro momento
che potr essere
vissuto, sar sabato con la costituzione dellassociazione Amici
di Christiane Reimann, a cui Giovani per Siracusa
ha entusiasticamente aderito.

tema che Papa Francesco ha consegnato


in preparazione alla
GMG di Cracovia:
La via della bellezza
attraverso le Beatitudini. I giovani e gli
adolescenti della nostra diocesi si stanno
preparando a questo
evento divenuto ormai
una bella e consolidata consuetudine. La
giornata diocesana dei
giovani sar un incontro di festa, condivisione e di esperienze
di vita vera e gioiosa,
nella testimonianza
della fede. I giovani
si incontreranno per le
strade di Modica, che
sono le strade della
quotidianit, dove vivono la loro vita. La
Bellezza tra il cantiere e le stelle, ecco
lo slogan e il tema di
questa giornata.
Tra
i
testimoni
questanno ci sar
ancora il Vescovo di
Noto, Mons. Antonio
Staglian, con un momento di riflessione:
musica e Parola, durante il quale presenter il tema con alcune
significative canzoni
italiane di musica pop,
utilizzando un nuovo
registro comunicativo per lannuncio del
messaggio cristiano.
Un altro testimone
sar il dott. Ezio Aceti
(esperto in psicologia
dellet evolutiva) che
tratter il tema: Generazione 2.0: verso
un futuro di luce.
Lanimazione sar a
cura di Creativ che
concluder la serata
con uno spettacolo
sulle beatitudini: in
cammino verso Cracovia.

VITA DI QUARTIERI 10

Sicilia 8 maggio 2015, venerd

Il Gusto della Solidariet...


e limpegno del Majorana
Limpegno dei
ragazzi del Majorana di Avola, dei
docenti e dalla
dirigente che insieme ai volontari
della Rete Baskin
Sicila sono riusciti a costruire un
evento di altissimo
spessore culturale

nizia oggi una due


giorni 8 e 9 maggio
nei locali dellIstituto
dIstruzione Superiore E. Majorana ed
E. Mattei di Avola
si svolger la 1^ Manifestazione Il gusto
della solidariet. Un
lancio solidale per donare speranza. Levento organizzato dalla
Dirigente, la dott.ssa
Gabriella dAmbrosio,
dalla Uisp e dai SuperAbili Onlus, vedr
coinvolti tantissimi
studenti della scuola,
lAnpe (Associazione
Pedagogisti Italiani) e
la politica nazionale.
Questa mattina, nei
locali del Liceo Scientifico alle ore 10.00,
sar inaugurata una
mostra fotografica curata e realizzata dai
giovani studenti delle
scienze umane e da
un gruppo di ragazzi
diversamente
abili.
Scatta linclusione.
Ognuno a suo modo
il titolo della mostra, che con i suoi
trenta pannelli vuole

affrontare le tematiche
pi svariate del vivere
quotidiano: la gioia, la
paura, la speranza, la
spiritualit, il lavoro,
lo sport, la sessualit e
il tempo libero.
Alle ore 11.00, subito
dopo linaugurazione della mostra, sar
presentato un teatro/
forum dal titolo E
dopo?, a cura della
dott. Debora Civello e
del Teatro degli oppressi. Protagonisti
dello spettacolo saranno non solo gli studenti e i ragazzi diversamente abili ma anche
un gruppo di genitori.
Domani mattina alle
ore 9.00 sar presentato un convegno dal
titolo: Sport e inclusione. Prospettive future
sulle nuove leggi sullo Sport e sul Dopo
di Noi. Si tratta di
due tematiche che
vogliono riportare al
centro dellattenzione,
soprattutto a livello
locale, lo sport come
patrimonio umano e di
inclusione sociale e la

delicata questione della solidariet abitativa


in favore dei diversamente abili.
Queste saranno affrontate in maniera
concreta e competente da Vincenzo Manco, presidente della
U.i.s.p. nazionale, dal
Dott. Fabio Aurilio,
Commissario di Polizia, dallon. Filippo
Fossati, coordinatore
dellintergruppo parlamentare sullo sport,
dallOn. Franca Biondelli, Sottosegretario
alle Politiche Sociali e
dalla Senatrice Venera
Padua, membro della
commissione straordinaria dei diritti umani.
Il primo argomento sar illustrato da
Vicenzo Manco e
dallOn. Fossati e verter sulla nuova proposta di legge sullo sport,
come grande sfida dei
nostri tempi e come
strumento di lotta contro il razzismo, il bullismo e luso di sostanze
dopanti. Il secondo che
interesser da vicino i

SuperAbili Onlus e
tutte le famiglie presenti sar la tematica
del Dopo di Noi.
LOn. Franca Biondelli e la Sen. Venera Padua si soffermeranno
sulla proposta di legge
del Dopo di Noi che
sar approvata entro
il 2015. Questa legge
ad hoc sul Dopo di
Noi avr come obiettivo la promozione di
progetti mirati, come
la nascita di case-famiglia, o anche gruppi-appartamento, che
consentiranno ai disabili gravi di rimanere
nella propria abitazione. Il convegno dar
lopportunit ai SuperAbili Onlus di far
conoscere a tutti i convenuti il progetto futuro di una Fondazione
e del Dopo di Noi
che nascer grazie ad
una famiglia avolese.
Anche il Prefetto di
Siracusa, il dott. Armando Gradone, e
i deputati regionali,
lOn. Marika Cirone
Di Marco e lOn. Bruno Marziano, saranno
presenti al convegno
per dare il loro supporto e il loro sostegno.
Dopo il convegno, gli
alunni dellindirizzo
Eno-Gastronomico
E. Mattei di Avola
allestiranno un pranzo
di solidariet il cui ricavato sar devoluto ai
SuperAbili e al Baskin
Sicilia permettendo
cos di partecipare al
2 Campionato Nazionale di Baskin che si
svolger la prima settimana di giugno allinterno dellExpo 2015.

8 maggio 2015, venerd

E stato molto seguito


il Migrant speaking tour"
organizzato da Amnesty

E partito da Siracusa il Migrant

speaking tour ideato e organizzato da


Amensty International per l'impegno
della rappresentante Adriana Canclini
nell'ambito della campagna S.O.S.
Europa-Prima le persone poi le frontiere.
Evento che ha coinvolto associazioni
locali, nazionali e internazionali, le
quali operano quotidianamente con
persone in difficolt.
Il progetto racconta storie di migrazioni, di violazioni come pure testimonianze e appelli alla tutela dei Diritti
Umani nella Comunit Economica
Europea.
Dunque il Tour ha lo scopo di sensibilizzare l'opinioni pubblica italiana
e internazionale attraverso incontri,
la stampa, le istituzioni.
Chi possiede ancora una coscienza,
anche piccola, non pu che essere
in accordo con quanto promosso da
Amnesty International, verso ogni
persona che per seguire un sogno, una
speranza fugge dal proprio paese in
guerra, sotto dittatura o immensamente povero e affronta gravi pericoli per
terra e per mare sapendo anche che
forse non potr raggiungere la "sponda
promessa" quella del lavoro e della
libert onorando cos la famiglia che
l'ha aiutato per potere costruirsi un
presente e un futuro e non certo per
annegare nel mediterraneo,cosiddetto
"culla delle civilt".
Di fronte a tanta mattanza, come
da continui bollettini, non si pu rimanere insensibili anche se dubbi e
perplessit, ipotesi e paure sanitarie,
si insinuano nei pensieri della popolazione dei paesi geograficamente punti
sicuri di sbarco.
Quale sar il risultato del Tour dipende
dalla volont dei governi. Sappiamo
che il 12 maggio 2015 a Roma i rappresentanti di Amnesty International
avranno un incontro con gli addetti alla
problematica della Camera del Senato
per ribattere sulla grave situazione
dei migranti in un colloquio con gli
Stati Europei e precisamente sui temi:
sbloccare le frontiere, salvataggio in
mare, fermare la cooperazione con
paesi terzi.
Coinvolgenti sono stati gli interventi
di un migrante eritreo, di Daniela Cannarella e Ferdinando Vasco Chironda,
ricercatore e coordinatore di Amnesty
International per la zona europea
nell'incontro con i siracusani. Il Tour
proseguito per Catania per raggiungere poi Lucca, Firenze, Roma, Pavia,
Bologna, Treviso, Vicenza.
Oltremodo esplicativa stata l'azione
scenica tra parola-musica-danza a cura
della regista Giannella D'Izzia con la
partecipazione della danzatrice Lucia
Zahara, membro Unesco della Danza,
e delle attrici Giorgia Matarazzo e
Marilisa Vergopia.
Giovanna Marino

La giovane autrice ha presentato "Catarsi" nel salone conferenza dell'Isisc di via Logoteta

Giulia Romano, giovane scrittrice


siracusana al del Salone del Libro
Un evento pregevole visto che il libro gi
in ristampa e oggetto di critiche favorevoli

appa torinese, in prossimo 14 maggio, al Salone


del Libro per "Catarsi"
l'opera prima di Giulia
Romano, giovane scrittrice-poetessa siracusana
trapiantata a Roma dove
studia da qualche anno. Il
libro, edito dalla Giuliano
Ladolfi Editore, copertina
di Federico Bruno, gi in
ristampa ed stato accolto con estremo interesse
dagli ambienti letterari
nazionali.
"La raccolta di Giulia Romano - come ha scritto Giulio Greco nella prefazione
- colpisce per la potenza di
unoriginalit che trova pochi esempi nella tradizione
poetica italiana e soprattut- In foto, Elvira Siringo con lautrice Giulia Romano.
to nella tradizione poetica un sogno proteso alla casti- ferenza dell'Isisc di via
femminile. L'io narrante t, religiosit, matrimonio. Logoteta. Presentata da
avvolto in un dualismo che L'attesa che coinvolge l'io Elvira Siringo, le letture
da una parte la asciuga narrante devastante, Da sono state affidate a Edda
e la tormenta, dall'altro le tutta una vita mi preparo / Cancelliere accompagnata
d grinta e passione. Una come una ebrea / alla tua al piano dal maestro Matfigura femminile che pas- venuta, il desiderio di un teo Giannone.
sa da bambina ad adulta uomo che possa prendersi "Non consueto vedere
attraverso la carnalit del cura di lei in modo puro e una sala piena e posti in
sesso, uno strumento dis- profondo, ma filtrato in piedi per la presentazione
sacrante ma estremamente realt da una rete di paura." di un libro - ha ammesso
stimolante, una tentazione L a g i o v a n e a u t r i c e commossa la stessa Giulia
e pulsione irrefrenabile che siracusana ha presentato Romano - Sono felice per
ha svegliato l'infante da "Catarsi" nel salone con- questa occasione di condi-

visione e di grande partecipazione ad un momento


unico per me. Il libro sta
andando bene e gli inviti si
susseguono; "Catarsi" mi
appartiene ma oramai di
ognuno dei lettori ai quali
spero di poter far cogliere
qualcosa di personale."
In attesa del Salone del
Libro di Torino domani,
9 maggio, appuntamento
alle 18 al Caff dei pittori
di via Flaminia a Roma.

SONO 28 gli studenti meritevoli a cui stato consegnato il premio

Consegnate a Priolo le borse di studio


N

ei locali della Biblioteca comunale di Priolo,


gremita di studenti e genitori, si tenuta la tradizionale cerimonia di consegna delle borse di
studio agli studenti che, nell'anno 2014, hanno
conseguito diploma di scuola media inferiore,
superiore e laurea di primo e secondo livello.
In totale sono state assegnate 28 borse di studio a studenti meritevoli, ai quali il sindaco ha
consegnato una pergamena ricordo ed una prestigiosa guida dei beni culturali e monumentali
della citt, mentre nei prossimi giorni i vincitori
potranno ritirare presso la tesoreria comunale un
assegno. Il premio in denaro ammonta a150 euro
per il diploma di scuola media inferiore, 250
euro per il diploma di maturit, 400 euro per la
laurea triennale e 600 euro per l a specialistica.
Alla cerimonia ha partecipato il dirigente del
settore cultura, Domenico Mercurio, che ha
sottolineato l'importanza del riconoscimento, al
di l del valore venale del premio, ricordando
limpegno dell'amministrazione comunale nei

riguardi di tutti quei giovani meritevoli che,


conseguendo traguardi di studio con il massimo
dei voti, contribuiscono alla crescita culturale
delle nuove generazioni.
Hanno presenziato, inoltre, il responsabile del
servizio Pubblica Istruzione, Salvatore Pulvirenti, e la responsabile dei servizi Biblioteca e
Beni Culturali, Rossella Marchese.
Il Sindaco, Antonello Rizza, ha sottolineato
lo sforzo compiuto dall'amministrazione, che,
anche nei momenti di ristrettezze economiche
(in cui versa il comune per effetto di tagli ai
trasferimenti da parte di Stato e Regione), ha
voluto non interrompere questo tradizionale
appuntamento, sia pure riducendone la disponibilit economica. Il primo cittadino, ha colto,
quindi, l'occasione per stigmatizzare le norme
che, imponendo di non sforare il patto di stabilit,
impediscono all'amministrazione di spendere le
somme di cui dispone, che ammontano ad oltre
30 milioni euro.

Sicilia 11

societ

LICEO CLASSICO

Lincontro
con Miguel Gotor
per ricordare
epilogo tragico
del rapimento
di Aldo Moro

na pagina triste della


storia italiana, unoccasione per riportare alla
memoria di tutti i tragici
eventi del sequestro del
presidente della Democrazia cristiana Aldo
Moro. Della sua morte
e di quella degli uomini
della scorta. A 37 anni
dal ritrovamento di Aldo
Moro nel baule di un
auto era il 9 maggio
1978 in programma
un incontro sul tema.
Lappuntamento per
sabato alle 10, nellaula
magna del liceo classico, dove il caso Moro
sar ricordato con un intervento di Miguel Gotor, storico dellUniversit di Torino e senatore
della Repubblica. Gotor
ha indagato e ricostruito
in due importanti saggi
i meccanismi di funzionamento del cosiddetto caso Moro ma
anche i conflitti interni
alla classe dirigente
italiana, gli sviluppi e i
condizionamenti subiti
dalla storia del nostro
paese nel quindicennio
successivo, almeno sino
alla crisi di Tangentopoli
e alleclissi della cosiddetta prima Repubblica.
Linizio
di una transizione infinita in cui lItalia,
a prescindere da una
politica contingente,
sembra avere smarrito
il sentimento del suo
sviluppo e la coscienza
della propria funzione
nel sistema delle nazioni
pi avanzate, a partire da
quella ferita che taglia
in due il
sessantennio repubblicano. Levento
stato co-organizzato dal
neonato Centro Studi
Santi Nicita, dallassociazione Democratici
per la Citt e dallAvis
Siracusa e registrer, tra
le altre, le partecipazioni
di Elio Cappuccio, Dario Genovese, Giambattista Rizza, Franco Oddo
e Mariarita Sgarlata.

SPECIALE 12

Sicilia 8 MAGGIO 2015, VENERD

8 MAGGIO 2015, VENERD

Un corso di formazione per la stampa sulla violenza contro le donne

La stampa deve superare


gli stereotipi di genere

E' giunta lora di inserire nel giornalismo, la specializzazione in pari opportunit e cultura
di genere, che parta dai womens studies peraltro gi inseriti in molte facolt universitarie

"Quel che dicono


i giornali incide"
l'incipit dello
spot realizzato da
Nadia Germano,
caporedattrice de
"Il Corriere delle
donne" e un gruppo di giornaliste
siracusane, scelto come introduzione al corso
Sigef Violenza
di genere & mass
media diretto da
Raffaella Mauceri
che ha avuto luogo nei locali della
Cisl lo scorso gioved 30 marzo.
"E' il mio quarto
corso ai colleghi
- dice la Mauceri
- Il primo (che era
anche il primo in
Sicilia) risale a
9 anni fa e tra i
relatori, avevo al
mio fianco il P.M.
Antonio Nicastro.
Stavolta invece
ho scelto di farmi
affiancare dall'avvocata Daniela
La Runa, vicepresidente della
Rete antiviolenza,
e dalla prof. Grazia Priulla, nota e
stimatissima linguista che ha parlato delle "Parole
tossiche", titolo
del suo ultimo libro, intrattenendo
l'uditorio con la
sua verve di brillante accademica
e conferenziera.
Questi corsi di
informazione/
formazione sulla
violenza di genere
ai giornalisti, nascono dalla necessit di mettere uno
stop alla diffusa incompetenza
con cui la stampa

italiana tratta la
cronaca sui casi
di maltrattamento alle donne e
sui femminici-

di. Incompetenza e misoginia,


irresponsabilit
e complicit che
si traducono in

un paradossale e
intollerabile incremento della
violenza di genere.

D'altra parte, quasi tutta la cronaca


che riguarda le
donne irriverente, stereotipa

e offensiva stante che la stampa


continua a declinare i soliti luoghi comuni contro
le donne spesso
sconfinando nella volgarit o nel
paradossale".
Qui di seguito alcuni passaggi della sua relazione:
Oggi su 9 componenti del Consiglio dell'Ordine, abbiamo tre
donne.
Un terzo. E' quello
che viene indicato dagli studi di
settore come il
punto di rottura
con la cultura dominante e di inizio
del cambiamento
verso una cultura nuova. Questo
fatidico punto di
svolta pare sia
stato finanche
superato in tutta
Europa e che in
tutta Europa si stia
inaugurando la
tanto attesa inversione di tendenza.
Ma non in Italia. Perch in Italia, alla quantit
non corrisponde
la qualit, non
corrisponde l'autorevolezza delle
donne che continuano ad essere
massicciamente
presenti nella manovalanza e non
nelle postazioni
apicali. Pensate
che le esperte
riconosciute come
tali, sono appena il
2% contro il 98%
di uomini.
Due donne particolarmente amate
dalla stampa italiana sono Walter
Lussuria che ha
una bella voce da
soubrette e Anna
Finocchiaro che,
invece, a furia di
lottare come un
uomo le venuta
una voce da baritono. Per il resto,
in Parlamento e un
po' dovunque, le
donne si dividono
in "quelle che la
danno" e "quelle
che li rompono".

Indimenticabile
l'on. Pippo Gianni
che, con il suo
noto aplomb anglosassone, disse:
"Le donne non ci
dovete scassare
la minchia!". In
qualsiasi altro paese civile sarebbe
stato defenestrato
dal Parlamento.
Non certo da noi
dove, invece,
sulla battutaccia
contro la dignit
delle donne si ride
allegramente. E'
cos che pensiamo
di sconfiggere la
violenza di genere?".
Sport, politica,
spettacolo, gossip... non c settore dellinformazione in cui
non sia richiesta
la specializzazione, lunico settore
in cui non viene chiesta alcuna
specializzazione
la cronaca dei reati di genere. Sulla
stampa italiana il
tempo si fermato: nelle cronache
degli anni 50 gli
uomini uccidevano le donne "per
amore", infatti
passato alla storia del cinema il
film di Comencini
"Delitto d'amore"
del 1972.
Nelle cronache
dei nostri giorni, nonostante la
variante peggiorativa che spesso lassassino
stermina tutta la
famiglia, gli uomini continuano
ad ucciderle "per
amore". Anzi "per
troppo amore"
come dice, scandalosamente, la
Petrelluzzi.
Nessuno che si
informi sulle idee
aberranti che aveva lassassino sui
ruoli coniugali,
sulla insostenibile
disparit, su quante volte lei aveva
chiesto aiuto alle
forze dellordine
o ai servizi sociali e se per caso

si era rivolta ad
un centro antiviolenza. Centro
antiviolenza? chi
costui?
Nessuno che metta in evidenza e
condanni apertamente lincapacit di questi
energumeni di riconoscere che una
donna ha il diritto
di dire basta e andarsene senza per
questo rischiare la
vita. Al contrario,
i giornali mantengono un livello di
tolleranza della
violenza di genere
spaventosamente
alto tant' che al
centro dell'attenzione non sempre
c' la vittima ma
il suo assassino
che gode della
affettuosa comprensione di chi
scrive il pezzo
e la contagia al
lettore.
Sono i sintomi
della cultura assolutoria dei nostri media dove
continua ad affiorare il solito
vecchio "raptus"
tanto amato dalla
stampa italiana
e intramontabile
cavallo di battaglia dell'avvocato dell'assassino,
che puntualmente
si accompagna ad
un serie di giustificazioni: lamava
ancora, non ha
retto alla solitudine, si sentiva abbandonato,
tentava di convincerla a tornare con
lui
Ma un uomo che
si dice ancora innamorato e desidera tentare una
riconciliazione,
non va dalla exmoglie con un
coltello in tasca o
una pistola carica
e sfonda la finestra
per entrare in casa
sua come ha fatto
il pachinese Giuseppe Rendo, per
spararle due colpi
e scappare via.
I centri antiviolen-

za sono nati proprio per sopperire


all'incompetenza, all'indifferenza, all'incapacit
delle istituzioni
italiane di proteggerle e di salvarle.
I centri a.v. sono
una creazione
del femminismo
storico. Una creazione alla quale ho contribuito
anch'io sul piano
del pensiero (scrivendo svariati libri e migliaia di
articoli) e dell'azione (fondando
una catena di centri antiviolenza).
I Centri a.v. qualificati sono lespressione pi
concreta della
politica di genere: enpowerment,
meinstraiming,
pari opportunit,
azioni positive.
Rappresentano la
forma pi diretta e capillare di
contrastare il patriarcato perch
lavorano con le
donne in carne ed
ossa per liberarle
da una condizione
di sottomissione e
umiliazione e per
trasmettere loro il
bene irrinunciabi-

le dellautostima
e dellautodeterminazione.
Sono un luogo
sicuro, confidenziale, non giudicante, portatore
di cultura e di
valori femminili.
Un luogo dove la
donna pu fidarsi
e confidarsi senza
essere catalogata
n marchiata. I
Centri a.v. qualificati offrono un
servizio di altissimo livello a costo
zero che si avvale
di professioniste
(psicologhe, avvocate, pedagogiste, assistenti
sociali, ecc)
con specifica ed
esclusiva formazione per operare
nel campo.
Soprattutto si avvale dellinestimabile patrimonio
della motivazione
delle volontarie
che hanno abbracciato una Causa
condivisa con le
utenti, una Causa
che le riguarda in
prima persona in
quanto donne.
Unallieva di una
scuola di giornalismo ha riferito
che un esponente

Sicilia 13

dellOrdine lamentava che il


giornalismo si stava deteriorando
dal momento che
si erano iscritte
venti donne e solo
dieci uomini, il
che la dice lunga
su quanto misogino il nostro paese. Il che significa
che la muraglia
del maschilismo
non caduta,
stata fatta qualche
breccia, che viene prontamente
rattoppata. E le
donne continuano
a pagare prezzi altissimi alla
vita privata o alla
carriera. O ad
entrambe.
Nel frattempo la
violenza di genere
assume dimensioni e modalit
sempre pi raccapriccianti: una
donna decapitata,
unaltra squartata
e gettata da un
dirupo, una ragazza incinta sepolta
viva, un'altra bruciata viva e cos
via. Dove sono le
condoglianze del
capo dello stato? Dove sono le
scomuniche del
papa? Perch la

speciale

stampa non riesce


a coglier dil nesso
fra prostituzione,
pornografia e violenza? Perch non
d risalto all'inefficienza delle istituzioni? Questa
silenziosa, consapevole o inconsapevole complicit
un'ulteriore violenza.
Gli uomini sono
convinti di interpretare tutto il mondo. E
quando scrivono
sulle donne sono
al tempo stesso
giudici e parte in
causa.
Ma le donne sono
diverse. Hanno
ottiche diverse,
percezioni diverse, intelligenze
diverse. E la diversit non una
diminutio, un
altro valore aggiunto.
E giunta lora che
i nani di Biancaneve crescano
e che gli uomini
accettino un tipo
di donna responsabile, autonoma
e intraprendente.
E giunta lora
che nelle scuole
superiori e nelle
universit, insieme alla filosofia
aristotelica venga
introdotta la filosofia della differenza.
una scienza giovane, per se la
introduciamo magari incominciamo tutti quanti a
pensare in termini
diversi.
E' giunta lora di
inserire nel giornalismo, la specializzazione in
pari opportunit
e cultura di genere, che parta dai
womens studies
peraltro gi inseriti in molte facolt universitarie,
perch soltanto
cos linformazione non sar pi
complice involontaria dei violenti e
degli assassini di
donne.

Cultura 14

Sicilia 8 MAGGIO 2015, venerd

Maria Maddalena
nella storia e nellarte

di Arturo Messina
La benemerita associazione FIDAPA presieduta dalla prof.ssa Lilla
Peluso ha organizzato
al Jolly Hotel di Corso
Gelone una singolare
conferenza che possiamo dire ancora nellottica della festivit pasquale. Infatti il tema
trattato ha riguardato
Maria Maddalena, il
singolare personaggio
femminile evangelico
che, oltre ad essere il
pi importante dopo
quello di Maria vergine madre, figlia del
Suo Figlio,/umile ed
alta pi che creatura,/
termine fisso dEterno
Consiglio, come la
defin il divino poeta,
fu quello cui per primo
apparve Ges risorto e
che persino nella storia dellarte ha avuto il
posto pi privilegiato
nellispirazione creativa.
E sotto questi due
aspetti si svolto, infatti, laffascinante argomento della conferenza
. Il primo, quello storico, evangelico, stato
svolto dalla presidente,
presentata dalla prof.
ssa Teresa Peluso, la
sorella. Il secondo, altrettanto affascinante,
stato svolto dal prof.
Nino Portoghese, gi
preside
dellistituto
statale
comprensivo
Nino Martoglio, critico darte e presidente
della nota Galleria
LArco e la Fonte, di
via Capodieci, egregio
organizzatore d eventi
culturali dalto livello e
conferenziere.
La conferenza di questa sera- ha cominciato
a dire la conferenziera
dopo di avere ringraziato i numerosi convenuti
per lattaccamento al
benemerito sodalizio e
la stima alla sua persona ancora una volta dimostrate- ha per argomento un personaggio
che mha sempre incuriosito, appassionato,
affascinato. Questa sera
ne voglio parlare proprio con voi. Sono state
scritte tante pagine su
Maria Maddalena; sono
state dette tante cose,
per cui questa figura
entrata nella storia
e nella tradizione nel
modo pi suggestivo e
veramente coinvolgen-

La prof.ssa Lilla Peluso presidente della FIDAPA e il prof. Portoghese


ne hanno parlato in una dotta conferenza al Jolly Hotel di Corso Gelone
te.
Pertanto non possiamo
non diciamo riferire,
ma nemmeno riassumere tutto ci che
stato scritto su Maria
di Magdala. Faremo,
perci, solo qualche

Riferendosi invece alle


tradizioni pi accreditate e pi seguite, ha
affermato che tra laltro c un codice del
570 che ce la presenta
come moglie e madre
di Ges.

Maria Maddalena arriv fino in Francia. C


poi un altro villaggio ancora pi piccolo
di quello di Provenza,
dove c unaltra chiesetta che dedicata a
Maria Maddalena

colonne. Una di queste fu trova vuota e vi


furono trovati quattro
manoscritti e altro. Egli
li port al suo vescovo
che dopo di averli esaminati invit il pretino
ad andare a Parigi a sue

Il tema trattato ha riguardato Maria


Maddalena,
il singolare
personaggio
femminile
evangelico pi
importante
dopo quello di
Maria vergine madre

In alto e in basso a destra, conferenza su


Maria Maddalena pubblico;
A fianco, la profssa Lilla Peluso;
Sopra, il prof. Portoghese.
cenno. Per esempio,
accenneremo appena
a ci che stato scritto sul fatto che Maria
Maddalena stata addirittura creduta la moglie di Ges Qualcuno ha anche affermato
che Maria Maddalena
dei vangeli non stata
proprio questa persona
ma che apparteneva
alle setta degli usseri o
che addirittura era una
sacerdotessa di Iside,
quindi la rimandano
nella mitologia greca.

Ha fatto anche notare


che addirittura in un
villaggio vicino al mare
di Provenza, chiamato
appunto Santa Maria
del mare, il 23 maggio si celebra la festa di
Maria Maddalena, che
prende lo spunto da un
a tradizione antichissima che narra come un
giorno una barca senza
vela e senza remi approd lungo la costa e
da essa scesero Maria
Maddalena, sua sorella, suo fratello: dal che
hanno fatto dedurre che

Ha poi riferito che in


questa chiesetta ci fu
un giovane sacerdote molto intelligente, colto, conoscitore
del greco, del latino,
dellebraico, studioso
dei testi sacri. La sua
chiesetta
era molto
male andata, per cui
un giorno chiese un
prestito per restaurarla. Durante i lavori del
restauro della chiesetta
che risaliva al settimo
secolo, spostando la
pietra che fungeva da
altare, poggiata su due

spese, a farli esaminare


e studiare dai pi colti.
Fu cos che egli cominci ad essere un personaggio molto stimato e
importante.
Tornato al suo villaggio
e alla sua chiesa, molti
personaggi
influenti
andavano a trovarlo.
Divenne cos ricco
Non solo da abbellire
la chiesa, ma anche da
costruirsi una bellissima villa, una bellissima torre che chiam
Maddalena, Quando
mor il vescovo e ne

sopravvenne un altro,
questo volle sapere
come aveva fatto a diventare cos ricco; volle mandarlo in un altro
paese, ma la sua gente
si ribell ed egli venne
fatto tornare al suo villaggio. Quando divenne vecchio e si ammal venne fatto venire a
dargli i conforti religiosi un prete dun villaggio vicino, ma il prete
mor senza i conforti
religiosi. I suoi beni li
eredit la sua perpetua,
anche la bella villa di
Parigi, che poi il governo francese ordin di
vendere
Al compratore la donna disse che un giorno
gli avrebbe rivelato un
segreto che lo avrebbe
reso ancora pi ricco;
ma prima che glielo rivelasse quella mor e
non si pot sapere quale
fosse quel segreto
La colta conferenziera
dalla leggenda passata a parlare della
Maddalena nellottica
del vangelo: che cosa
rappresenta e cosa
simboleggia
Maria
Maddalena nellapologia cristiano cattolica:
colei che pi di ogni
altro rappresenta il
cammino che dal deserto dellanima va verso
la vita dello spirito. Ha
anche aggiunto che la
sua opinione conferma
luniverso
materiale
teologico che essa rappresenta, pietra di scandalo, come lo fuil Cristo
nei confronti dei farisei
di ieri e dei bigotti di
oggi, si ripropone oggi
agli uomini e soprattutto alle donne del nostro
tempo, il cui fascino ha
ispirato nei secoli larte
iconografica, e dellarte
iconografica ad essa
ispirata
ha quindi
parlato il dotto prof.
Portoghese,
facendo
ammirare attraverso lo
schermo un centinaio di
capolavori dei pi insigni artisti della pittura
e della scultura, i quali
in effetti si sono ispirati
indifferentemente chi
ad una, chi ad unaltra
delle tre manifestazioni
che caratterizzano sia
lunicit che la triplicit
duna stessa misteriosa
persona: lamore per
Ges, che in tre modi
diversi: della peccatrice, della gratitudine,
della contemplazione.

8 maggio 2015, venerd

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Pallanuoto Under 14

Al trofeo delle regioni, Sicilia


beffata da una manciata di gol
La nostra rappresentativa non stacca il pass per la finale solo per la differenza
reti. Il presidente Parisi: "Formula rivedibile, ci siamo attivati per migliorarla"

Si conclusa

allo
Stadio del Nuoto
di Bari la tre giorni
del Trofeo delle Regioni, che ha visto
protagonisti 90 pallanuotisti under 14,
espressione delle migliori speranze della
Pallanuoto made in
Sud. Tre giorni promossi dalla Federazione italiana nuoto
dedicati ai migliori
pallanuotisti
under 14 tra cui anche
latleta dellOrtigia
Francesco Casia,
andati in scena allo
Stadio del Nuoto di Bari, dove ha
messo in luce sotto gli occhi attenti
del tecnico federale
Amedeo Pomilio, il
lavoro fatto dai tecnici in ogni angolo
del
Mezzogiorno
d'Italia: persiste una
storica e legittima
supremazia
della
Campania, ma nuovi
talenti crescono in
Abruzzo, Calabria,
Sicilia ed in Puglia

e nella piccola ma
orgogliosa Basilicata. La nostra rappresentativa, purtroppo,
non riesce a stacca il
pass per la finale solo
per differenza reti.
Una beffa, che lascia l'amaro in bocca
se si pensa che solo
una manciata di gol
ha negato la Sicilia
dalla qualificazione
alla final six del Trofeo delle Regioni di
pallanuoto maschile in programma ad
Anzio dal 3 al 5 luglio. Nel raggruppamento di semifinale
disputato a Bari, la
nostra rappresentativa ha chiuso a quota
dieci a pari punti con
la Puglia, ma penalizzata dalla peggiore differenza reti
rispetto ai padroni
di casa. La squadra
allenata da Massimiliano Pellegrino ha
vinto contro Abruzzo (13-4), Basilicata (43-1) e Calabria
(23-0), pareggiato

Calcio, luned la presentazione


del torneo Leoncelli

con la Puglia (10-10)


e perso con la Campania (7-12) leader
del girone. Giunti ex
aequo con i pugliesi
al secondo posto, i
nostri ragazzi sono
scivolati in terza
posizione a causa
del peggior bilancio
gol fatti-gol subiti
rispetto agli avversari, lanciati dal decisivo e larghissimo
successo sulla Basilicata nellultima
tornata di gare (671). Abbiamo profuso un grande sforzo come comitato
commenta Sergio
Parisi,
presidente
della Federnuoto Sicilia per presentare
una rappresentativa allaltezza sotto
ogni punto di vista,
da quello tecnico a
quello organizzativo. Il rammarico per
aver visto sfumare la
qualificazione alla
final four all'ultima
partita e per differenza reti non si pu

Calcio a 5 A2/M, lAugusta


di mister Rinaldi
ad un passo dal sogno

Sar ufficialmente presentato, lu-

nedi 11 maggio 2015, alle ore 18.30,


in Via Cairoli, 20 a Siracusa, il torneo Leoncelli Citt di Siracusa.
Alla presentazione, che sar svolta
allinterno della sede della Garman,
main sponsor della competizione,
prenderanno parte gli organizzatori, Paolo Bonaiuto, Giovanni Abela,
Antonio Midolo e Gaetano Favara,
lamministratore delegato del Citt
di Siracusa, Gaetano Albergamo e
un rappresentante della Garman.

nascondere, ma da
buoni sportivi dobbiamo ricordarci che
se avessimo battuto
la Puglia la promozione non sarebbe
rimasta in discussione e che se, come
la Puglia, avessimo
avuto bisogno di
una vittoria con largo scarto nellultimo
incontro avremmo
dato il massimo per
ottenerla.
Certamente la formula pu essere rivista continua Parisi
al fine di ampliare
il numero di formazioni
partecipanti
alla fase finale e di
evitare passivi troppo pesanti, soprattutto se rapportati

Augusta dei sogni che ormai non


si ferma davanti a niente e nessuno.
All'inizio dell' anno gli obbiettivi societari erano la salvezza, magari senza
passare dai play out come l'annata precedente. Tanti i dubbi su mister Nino
Rinaldi ad inizio stagione. Invece, l'ex
tecnico del Villafranca - finalista degli scorsi play off cadetti - non solo ha
centrato l'obiettivo prefissato dall'Augusta con larghissimo anticipo, ma ha
portato i megaresi addirittura alla "finale" play off per la serie A. "Questa
qualificazione ci riempie d'orgoglio".
Andrea Tringali applaude l'operato di
allenatore e squadra, capaci di far fuori
la Futsal Isola in "semifinale", con un
epico 7-7 ai supplementari di gara-2.
"E' la ciliegina sulla torta di una stagione spettacolare - dice il presidente
dei siciliani, in uno stralcio di un'inter-

a un ambiente di
giovanissimi.
Ho
gi espresso le mie
idee in un colloquio
con i vertici federali, vedremo come
migliorare in tempi
solleciti i meccanismi di un torneo nel
quale la Fin Sicilia
ha sempre creduto
molto. Voglio ringraziare personalmente atleti, societ
e tecnici siciliani
per la grande collaborazione garantita
al comitato. E stata
una bella esperienza,
che mi auguro abbia
un seguito.
La formazione della
rappresentativa siciliana era composta da Aniel Alessio

(Ossidiana), Ruben
Riolo e Giammarco Arancio (Muri
Antichi),
Mario
Garozzo, Giovanni Forzese e Luca
Castorina
(Nuoto
Catania), Francesco
Musmeci, Andrea
e Francesco Condemi (Blu Team),
Francesco Cassia
(Ortigia), Giuseppe
Cartaino, Edoardo
Fabiano, Davide La
Cerva e Davide Occhione (Waterpolo
Palermo) e Giovanni
Mennella (Telimar).
La Classifica finale:
Campania 15, Puglia 10, Sicilia 10,
Abruzzo 6, Calabria
3, Basilicata 0.
Salvatore Cavallaro

vista su webmarte.tv - la vittoria di sicuro dedicata al nostro Felipe Cereta,


che ha saputo della qualificazione solo
in aeroporto dopo che arrivato in taxi
dal pronto soccorso, purtroppo per lui
stagione finita per una frattura al perone". Ora il doppio confronto con quella
Carlisport Cogianco che ha sbancato
il Palajonio in campionato, ma stata
fermata sul pari dai megaresi a Genzano. "L'avversario dei pi scomodi
- conclude Tringali - incontriamo una
formazione che per gli addetti ai lavori doveva essere la sicura vincente del
girone, ma per questa squadra ed il nostro pubblico, presente in massa anche
a Roma, nulla impossibile. Ci faremo
trovare pronti". Ottanta minuti effettivi
che valgono la serie A. Altro che salvezza, magari senza passare dai play
out. Sabato con inizio ala ore 16.00 al
PalaJonio saranno in campo per i play
off, Augusta -CarliSport Cogianco.
ARBITRI: Antonio Gallo (Torre Annunziata), Francesco Scarpelli (Padova) CRONO: Vincenzo Brischetto
(Acireale).

Sicilia

SPORT PAGINA 16 8 maggio 2015, venerd

Una partita
di Basket
in cui tutto
permesso
da poche regole
condivise che
non difficile
rispettare

Basket, al PalaSport di Priolo in gara


Magistrati vs Glorie siciliane
A

l Palasport di
Priolo (Ex PalaEnichem)
sar
celebrata la Prima giornata di
educazione
alla
legalit, sabato
9 maggio a partire dalle ore 9,30..
La manifestazione,
organizzata
dalla Gs Trogylos
Priolo, in collaborazione con la
Nazionale Basket
Magistrati, vivr
un momento iniziale dedicato ai

La Partita della Legalit vedr impeganti sul parquet priolese


la nazionale di Basket dei Magistrati contro le glorie della Sicilia
tornei di minibasket e alla conferenza/dibattitto
con i ragazzi delle
scuole. Alle 11,30
sar il momento
della Partita della
legalit che vedr impegnate sul
parquet priolese
la Nazionale Basket
Magistrati
e le Glorie Sicilia. Tra i giudici

della squadra del


presidente Sergio
Lari
scenderanno in campo Andrea Magaddino,
Giacomo
Urbano, Franco Bettini, Mario Conte,
Marco
Lorenzo
Minnella,
Gennaro
Damiano,
Giuseppe
Meccariello, Lorenzo
Jannelli e Ales-

Calcio giovanile, a Cinisi primo


Memorial Peppino Impastato

a oggi fino a domenica si


disputer nel campo sportivo di Cinisi il "1 Memorial Peppino Impastato",
manifestazione di calcio
giovanile organizzata dalla scuola calcio Acd Citt
di Cinisi in collaborazione con l'associazione Casa
Memoria Felicia e Peppino
Impastato ed il Comune di
Cinisi. Nel torneo giovanile, autorizzato dalla FIGC,
verranno coinvolte le categorie pulcini 2004, pulcini
2005, pulcini 2006 e piccoli amici 2008.
Queste sono le parole di

Andrea Lo Faso uno dei responsabili della scuola calcio


cinisense "Dopo il torneo di
Carnevale abbiamo puntato su quest'altro evento cadenzando bene gli impegni,
dopo avere reso omaggio
alla festa pi importante del
nostro paese, prossimamente
renderemo omaggio ad uno
dei pi importanti personaggi della nostra comunit,
Peppino Impastato".
La cerimonia di premiazione si svolger il 10 maggio
in corso Umberto I 220 nella
sede di Casa Memoria Felicia e Peppino e Impastato.

sandro Di Vico.
Il nucleo della
squadra nasce nel
1996 nel Distretto
di Corte d'Appello
di Palermo, grazie
ad un gruppo di
magistrati ordinari, amministrativi
e onorari, tutti accomunati da una
grande passione
per la palla a spicchi e dal vivido ricordo del recente
risveglio della legalit verificatosi
a Palermo e in tutta Italia in conseguenza del sacrificio di Giovanni
Falcone,
Paolo
Borsellino e delle
altre vittime della
mafia. In quindici
anni di attivit ha
organizzato e partecipato a diverse
iniziative
come
gli incontri con
gli studenti nelle
scuole e la ormai
tradizionale manifestazione Per
non dimenticare,
in concomitanza
con l'anniversario delle stragi.
Uniti nel ricordo

ma
avversari
nella Partita della
Legalit saranno
le Glorie Sicilia,
una rappresentativa di ex cestiti
siciliani che per
loccasione sar
guidata dai coach
Santino
Coppa,
Jos Motta e Luigi Coppa. Nel
roster Antonello
Rizza, Peppe Cass, Fabio Granata, Enrico Cass,
Peppe Papa, Ninni Gebbia, Peppe
Padua Alessandro
Agosta e Susanna
Bonfiglio. Ex Virtus Ragusa anche
il medico ufficiale, Emanuele Lo
Presti.
Arbitreranno lincontro
due ex fischietti di
serie A, Giovanni
di Modica e Giovanni Attard. Non
solo sport dunque
perch una partita di basket
impegno, abilit,
rispetto
dell'avversario,
gioco,
benessere psicofisico e grande divertimento. Tutto
permesso da poche regole condivise che non difficile rispettare.

Surfcasting,
al priolese
Mallia
il titolo
regionale
di lancio
sullonda
I

l priolese Sebastiano Mallia il nuovo


campione
regionale
di
surfcasting, del
circolo Jonio di
Mascalucia. Il
Surfcasting (letteralmente "lancio sull'onda")
una modalit di
pesca sportiva
che si effettua
dalla spiaggia,
con
robuste
canne, capaci di
lanciare il complesso terminale (esca e piombo) a distanze
considerevoli
dalla riva.
Levento
regionale che si
svolto l1 e
2 maggio ad
Agrigento lo ha
incoronato nuovo
campione
regionale 2015.
Cos Mallia, tra
110 partecipanti
riuscito a posizionarsi
sul
graduino
piu
alto del podio.
Sebastiano
Mallia con la
passione della
pesca, si avvicina allagonismo da qualche
anno, ha ottenuto risultati positivi nel campionato provinciale
catanese
fino
a approdare al
campionato regionale di cui
oggi detiene il
titolo. Conclusi
i festeggiamenti
adesso si pensa
a al campionato italiano, nella speranza che
questo
sogno
abbia un lieto
fine.