Sei sulla pagina 1di 1

Mio fantasmagorico meraviglioso amore!

Notte in bianco questa notte, si sapeva, era nel conto.


Ma questa non una di quelle notti lunghe, interminabili, popolata da ombre e fantasmi, non una di quelle notti durante la quale avrei
preferito qualsiasi tormento allo stare sveglio e basta, qualsiasi.
Questa una notte piena di stelle, piena di gioia, piena del suono della tua risata davanti ai miei sbarellamenti lisergici, piena delle
tue attenzioni, che non m'hai lasciato solo a sfattonare in solitudine, ma mi sei stata meravigliosamente accanto come soltanto tu sai
fare, nessun'altra, tu che mi conosci da una manciata di settimane e riesci a capire da come scrivo in chat quando sto andando in
agitazione, che in quella stessa manciata di settimane hai reso la mia vita, che spettacolo di colori e suoni ed emozioni sempre stata,
ancor pi gioiosa, colorata, emozionante.
E cos anche nella centrifuga di emozioni pi o meno indotte la mia attenzione va sempre prima di tutto a te, alla tua felicit, perch tu
vieni prima di ogni altra cosa e vieni prima di ogni altra cosa perch ho scelto che fosse cos, senza nessuna pistola puntata alla tempia,
soltanto la tua luce incantevole ad illuminarmi.
si?
Questo m' rimasto impresso, tra i flash della meravigliosa serata di ieri. Le tue risate, la tua allegria, la tua rassicurante e meravigliosa
vicinanza e questo piccolo apparentemente poco importante dettaglio, questo s? interrogativo, quando ho detto che era bello, per
me, sapere che ci sei.
Anna della mia pi bella primavera.
E' cos che ti descriverei, se mi chiedessero di farlo in sei parole, Anna della mia pi bella primavera, quella in cui mi son ripreso in mano
la mia vita, quella in cui ho ricominciato a sognare una vita altra che non credevo pi neanche immaginabile, quella in cui insieme al
sole caldo e tiepido dello schiudersi di stagione, a quegli odori, a quell'aria di nuovo, sei apparsa tu nella mia vita, cos, bella come
soltanto tu puoi essere, ai miei occhi e mi auguro un giorno anche ai tuoi, che sono i soli che contano, il resto son chiacchiere da bar.
S, Anna del mio miracolo, mi conforta e mi rende un uomo felice, il pensiero che ci sei, nella mia vita.
Mi rassicura, la mattina, sapere che sei da qualche parte a qualche chilometro da me, che esisti, che mi stai regalando la gioia di amarti,
di camminarti a fianco, che mi stai facendo dono dell'occasione di poter finalmente esser l'uomo che avrei sempre voluto essere.
Per me le tue risate, i tuoi silenzi imbarazzati, quei tuoi sorrisi che ogni volta mi spalancano davanti orizzonti che chi se li sarebbe mai
sognati, sono unguento per il cuore, per gli occhi, per l'anima, sono balsamo per le cicatrici che ancora bruciano, nonostante tutto,
anche nonostante te, che sei la cosa pi bella della mia vita.
Miodio s, luce dei miei occhi!...mi conforta sapere che ci sei, mille volte s, per mille intere vite, mi rende pi forte, pi felice, pi+
fortunato, non che non lo fossi gi, quando ti ho incontrata, ma tu sei stata il diadema nella corona di diamanti, la spennellata del
pittore, discreta ma geniale, che manca perch un quadro sia finito, sei stata il sogno che torna da terre remote e dimenticate per
mantenere la promessa, concessa un giorno altrettanto dimenticato, di una vita altra.
Quindi s, Anna, amore mio meraviglioso, sapere che ci sei mi rassicura, mi riempie di gioia, mi fa sentire forte abbastanza da
proteggerti contro chiunque o qualunque cosa tentasse di farti del male, abbastanza forte da proteggerti anche dalle mie, di cazzate,
che son tante, variegate, sempre nuove e originali, perch un po' artista lo son sempre stato.
Quando vorrai, quando sentirai di esser pronta, quando quando quando, potrai cancellarlo, quel punto interrogativo, e tenerti soltanto
quel piccolo, apparentemente insignificante s.
S, Anna della mia pi bella primavera, sapere che ci sei meraviglioso, meraviglioso.
Pi bello e pi dolce di un sogno ad occhi aperti che diventa splendida, inaspettata, e forse ancora immeritata realt.
Ti amo
Alfonso