Sei sulla pagina 1di 4

Anno scolastico 2012/13

Esami di licenza media


Tecnologia
Classe
Lalimentazione e i Principi nutritivi

LAVORO DI:
ARGOMENTI:
-LALIMENTAZIONE
-I PRINCIPI NUTRITIVI
-CAROIDRATI
-GRASSI
-PROTEINE
-VITAMINE
-SALI MINERALI
-LACQUA

LALIMENTAZIONE
Con questo termine, intendiamo l'assunzione per via orale degli alimenti e l'insieme dei processi
digestivi che si effettuano nella bocca, nello stomaco, nell'intestino allo scopo di trasformare gli
alimenti in principi nutritivi.
L'alimentazione costituisce per l'individuo una necessit vitale: gli alimenti, infatti, apportano sia il
combustibile per la produzione di energia, sia i principi nutritivi in essi contenuti, indispensabili per
la crescita, il mantenimento e il rinnovo dei tessuti dell'organismo, per mantenere quindi un equilibrio
biologico armonico che si identifica con uno stato di buona salute.
I PRINCIPI NUTRITIVI
Negli alimenti e nel corpo umano sono presenti delle sostanze
che prendono il nome di:
PRINCIPI ALIMENTARI o nutrienti
Per principi nutritivi intendiamo:
1. I CARBOIDRATI O GLUCIDI come apportatori di
energia.
2. I GRASSI O LIPIDI come apportatori di energia e
materiale di riserva
3. PROTEINE O PRTIDI costituenti della membrana
cellulare e dei nostri muscoli
4. VITAMINE come protettori r regolatori
5. SALI MINERALI come costruttori e bioregolatori.
6. LACQUA

Una volta giunti nei diversi tessuti verranno utilizzati per la produzione di energia, accumulati come
riserve energetiche o per la sintesi proteica.
Carboidrati o glucidi (4 cal/gr)
Gli zuccheri (Glucidi o Carboidrati) hanno la funzione di fornire energia di rapida utilizzazione. Si
dividono in:
1. Monosaccaridi zuccheri semplici ( come il glucosio e il
maltosio),
2. Disaccaridi come il saccarosio, che lo zucchero da
cucina, o il fruttosio contenuto nella frutta e il lattosio o
zucchero del latte.
3. Polisaccaridi, ma il maggiore apporto di glucidi nella dieta
dovrebbe provenire dagli zuccheri complessi
(essenzialmente amido) di cui sono ricchi pane, pasta, legumi e patate.
Gli zuccheri introdotti in eccesso vengono inizialmente immagazzinati nel fegato da dove possono
essere facilmente riutilizzati in caso di necessit. Esaurita la capacit di accumulo, anche gli
zuccheri vengono trasformati in grassi e si depositano nel tessuto adiposo. La Fibra alimentare
(come cellulosa, pectina, lignina) fa parte di questo gruppo di sostanze; l'uomo non capace di
digerirla, ma svolge importanti funzioni nell'organismo, regolando la funzione intestinale, ritardando
lo svuotamento gastrico e contribuendo a mantenere il senso di saziet.

Grassi o lipidi (9 cal/gr)


I grassi (lipidi) sono una fonte concentrata d'energia di lenta utilizzazione e veicolano le vitamine
liposolubili (A, D, E, K), facilitandone l'assorbimento. Nel corpo garantiscono una riserva di energia,
agiscono come isolanti termici e proteggono gli organi interni.
Quelli di origine VEGETALE (gli acidi grassi insaturi), che si trovano gli
oli di oliva e di semi sono praticamente privi di colesterolo e ricchi di
sostanze non solo benefiche, ma anche indispensabili per l'organismo che in
alcuni casi non sa sintetizzarle e deve necessariamente rifornirsene con il
cibo.
Quelli di origine ANIMALE (gli acidi grassi saturi), che si trovano nei
derivati del latte e nella carne, lardo, strutto, burro, formaggi, uova,
salumi, carni. Tali grassi, se assunti in eccesso determinano un incremento
del colesterolo nel sangue.

Le Proteine (4 cal/gr)
Le proteine servono per ricostruire i tessuti dell'organismo cio a formare nuove cellule e a sostituire quelle usurate - e a
fabbricare sostanze importantissime (gli enzimi, gli ormoni, gli
anticorpi ecc.). I "materiali da costruzione" per questa intensa
attivit sono gli amminoacidi che compongono le proteine
alimentari e che l'organismo utilizza - ricombinandoli tra loro in
modo diverso - per costruirsi le proteine di cui ha bisogno.
Alcuni di questi amminoacidi 8 (detti "essenziali" e presenti soprattutto nelle proteine animali) sono
di particolare importanza perch l'organismo non in.grado di produrli da s, n pu sostituirli con
altri simili e deve necessariamente procurarseli con i cibi.
Le proteine rappresentano anche una fonte di energia (4 cal/grammo): quelle che mangiamo in
eccesso vengono utilizzate per produrre energia o trasformate in zuccheri o grassi e messe in
riserva nel fegato o nel tessuto adiposo.

Le vitamine
Le vitamine sono sostanze prive di valore energetico ma
indispensabili, anche se in piccole dosi, per lo svolgimento dei
processi che rendono possibile la vita, proteggono dalle infezioni e
regolano processi vitali. Ogni vitamina svolge una specifica azione e
l'alimentazione deve assicurare un apporto sufficiente di tutte
queste sostanze perch l'organismo non capace di fabbricare. Le
malattie da carenza di vitamine (avitaminosi), sono passate alla
storia per aver distrutto eserciti e decimato gli equipaggi delle
navi come lo scorbuto (carenza di vitamina C), la pellagra (carenza
di vitamina PP ), i beri-beri (carenza da vitamina B I). Le vitamine si trovano sia negli alimenti
vegetali che in quelli animali e vengono suddivise in due gruppi: quelle idrosolubili, come le vitamine
del Gruppo B e la vitamina C, e quelle liposolubili come le vitamine A, D, E, K, F, che si trovano
naturalmente disciolte nei grassi.
L'eccesso di vitamine inutile oppure dannoso: l'organismo non riesce, infatti, ad immagazzinare le
idrosolubili (ad eccezione della B 12) ed elimina l'eccesso con le urine. Le liposolubili invece, se in
eccesso,,vengono generalmente immagazzinate nei tessuti, dando luogo a ipervitaminosi che pu
provocare danni molto seri all'organismo.
I sali minerali
I sali minerali, presenti sia nei cibi vegetali sia in quelli animali,
non forniscono energia, ma svolgono nell'organismo importanti
funzioni costruttive e come regolatori, partecipando a processi
vitali: il Calcio (Ca), serve per la costruzione del tessuto osseo,
muscolare, nervoso e delle membrane cellulari. il Ferro (Fe) un
essenziale costituente dell'emoglobina dei globuli rossi e della
mioglobina, che nel muscolo capta l'ossigeno.
il Sodio (Una) ed il Potassio (K) insieme al Cloro (CI) ed

mantengono i potenziali elettrici alla base della trasmissione di impulsi nervosi; il Calcio poi
coinvolto in molteplici funzioni, quali la mineralizzazione dellosso, la coagulazione del sangue, la
contrazione muscolare; il Selenio (Se) contribuisce alla protezione delle cellule dagli agenti ossidanti
che ne provocano l'invecchiamento;
L'organismo li elimina e li rinnova in continuazione e, quindi, devono essere introdotti regolarmente
con la dieta.
L'Acqua
Circa 1'80% del corpo di un bambino ed il 60-65% di quello di un adulto sono
formati da acqua. L'acqua coinvolta in tutte le reazioni chimiche che avvengono
nell'organismo, ed agisce anche come mezzo di trasporto dei nutrienti e come
lubrificante. La introduciamo sia con le bevande, che con i cibi e la perdiamo
soprattutto con le urine, con la respirazione e con il sudore, che fondamentale
per il controllo della temperatura corporea. Senza acqua si muore in pochissimi
giorni proprio perch vengono bloccate tutte quelle reazioni chimiche che sono
alla base della vita e che soltanto in presenza di acqua avvengono regolarmente.