Sei sulla pagina 1di 9

OSCILLAZIONI E ONDE

MECCANICHE
-OSCILLAZIONI ATTORNO ALLEQUILIBRIO
I MOTI OSCILLATORI dei corpi hanno alcune caratteristiche
comuni tra cui il fatto che inizialmente il corpo fermo in
una posizione di equilibrio e poi quando il corpo viene
spostato e lasciato libero, esso esegue un movimento che
va avanti e indietro passando comunque nella posizione di
equilibrio (in pratica, quando un corpo allontanato dalla
posizione di equilibrio tende a cercare di tornare in
questultima per mezzo di una forza di richiamo, si dice
che esso in EQUILIBRIO STBILE)
MA COSE MOTO OSCILLATORIO? ...
Semplice, innanzitutto, c da dire che un MOTO
PERIODICO in quanto si ripete in maniera regolare nel
tempo; 2 sono le caratteristiche fondamentali di un moto
periodico: IL PERIODO T (tempo necessario per compiere
unoscillazione completa) e la FREQUENZA f (numero di
oscillazioni in un secondo). Periodo e frequenza sono legate
dalla relazione:

f=1/T
IL MOTO ARMONICO
Il tipo pi importante di moto periodico il cosiddetto
MOTO ARMONICO, rintracciabile in un gran numero di
fenomeni naturali. Per studiarne le caratteristiche,
studiamo dettagliatamente il moto di unOSCILLATORE
ARMONICO, ovvero di un sistema costituito da una massa
che si muove sotto lazione della forza di richiamo elastica
di una molla.

Il moto armonico-------> E il moto di un corpo il quale ha


unaccelerazione direttamente proporzionale allo
spostamento dalla posizione di equilibrio e verso opposto.
La legge oraria di un oscillatore armonico, che parte da
x=A con velocit nulla, :

x=A cos(k/m t)
IL PENDOLO
Il PENDOLO un sistema formato da un
piccolo corpo appeso alla fine di un filo
inestensibile del quale non ci interessa la
massa. Quando viene spostato dalla
verticale di angolo 0, esso oscilla attorno
alla sua posizione di equilibrio.
(https://youtu.be/SKXQWFSqdac) Lezione di fisica sul pendolo del prof. Carlo
Sintini

ONDE MECCANICHE
Due sono i modi di trasmissione dellenergia meccanica ed
essi sono: lo spostare i corpi o il generare onde
Laspetto distintivo di un onda proprio quello di
propagarsi nello spazio, trasferendo energia ma non
materia. Durante la nostra vita, magari anche non
accorgendocene, siamo a contatto con onde che possono
essere generalmente luminose (luce) e sonore (suono)
CARATTERISTICHE DELLE ONDE MECCANICHE

Le onde meccaniche sono quel tipo di


onde che si propagano in un mezzo
materiale. In pratica, le particelle del
mezzo sono sottoposte a forze di
richiamo che tendono a riportarle nella
loro
posizione di equilibrio quando esse si allontanano
ONDE TRASVERSALI E ONDE LONGITUDINALI
Esistono 2 tipi fondamentali di onde meccaniche che
possibile generare su una molla:

Onde trasversali----->Quando le particelle del mezzo


oscillano in direzione perpendicolare alla direzione di propagazione dellonda

Onde longitudinali----->Quando le particelle del


mezzo, oscillano nella stessa direzione di propagazione dellonda

( https://youtu.be/Rbuhdo0AZDU)

esempi video di onde trasversali e


longitudinali

DALLOSCILLAZIONE DELLE PARTICELLE DEL MEZZO ALLA


PROPAGAZIONE DELLONDA
( Rappresentazione spaziale dellonda )

La descrizione di unonda abbastanza complessa per 2


motivi; perch:
I punti del mezzo investiti dallonda oscillano
in modo coordinato e danno luogo a
configurazioni spaziali che sono la forma
dellonda
Ogni punto del mezzo oscilla attorno alla sua
posizione di equilibrio con un moto periodico

IN QUESTA IMMAGINE POSSIAMO OSSERVARE:


Lampiezza A dellonda il massimo spostamento
della posizione di equilibrio delle particelle del
mezzo
La lunghezza donda la distanza fra due punti
identici e successivi dellonda

( Rappresentazione temporale dellonda )

IN QUESTA IMMAGINE POSSIAMO OSSERVARE:

Lampiezza A dellonda il massimo spostamento


della posizione di equilibrio delle particelle del mezzo
Il periodo T ovvero lintervallo di tempo in cui un
punto del mezzo compie unoscillazione completa

ONDE SU UNA CORDA


Molte delle caratteristiche delle onde meccaniche si
possono analizzare con un semplice modello fisico: la corda
elastica
VELOCITA DI PROPAGAZIONE
La velocit con cui si propaga, dipende dalle caratteristiche
del mezzo; pi generalmente, due fattori importanti sono la
FORZA DI RICHIAMO e la MASSA. La prima fa s che
intensit maggiori diano luogo ad accelerazioni maggiori
rispetto alle particelle che oscillano pi lentamente; la
seconda invece, fa s che la massa, appunto, influisca
sulloscillazione; quindi, una massa maggiore subir
unaccelerazione minore e quindi osciller meno rispetto ad
una massa piccola
Nel caso di una corda i fattori determinanti sono:
1. La tensione F della corda
2. La massa per unit di lunghezza

IL SUONO
LE ONDE SONORE
Quando percepiamo un suono, il nostro timpano, messo
in moto da un tipo di onde longitudinali dette ONDE

SONORE, prodotte da una sorgente che vibra producendo


una perturbazione la quale si propaga in un mezzo elastico.
LECO
Leco un fenomeno che viene a formarsi quando un suono
colpisce un ostacolo ed esso viene in parte riflesso dando
origine a questo fenomeno

ALTEZZA E TIMBRO DEI SUONI


Quando ascoltiamo un suono, siamo in grado di distinguere
due caratteristiche della sensazione sonora: ALTEZZA e
TIMBRO
Vediamole
ALTEZZA (FREQUENZA)
Si riferisce allessere acuto o grave di un suono ed esso
dipende dalla sua frequenza.
Se la frequenza elevata il suono
pi acuto; il nostro sistema uditivo, in
condizioni ottimali, riesce a percepire
suoni con frequenze comprese tra 20
Hz e 20 kHz; sotto i 20 Hz parliamo di
INFRASUONI mentre quelli oltre i 20 kHz
sono detti ULTRASUONI
TIMBRO (FORMA DONDA)
Un suono puro unonda sonora
caratterizzata da una sola
frequenza. Il timbro di un
dovuto alla presenza delle
armoniche che si
sovrappongono

armonica
suono

INTENSITA DEI SUONI


INTENSITA DI UNONDA
Lintensit una grandezza fisica introdotta per misurare il
flusso di energia che propaga unonda in un mezzo
Lintensit calcolabile tramite:

I = E/tS

In poche parole possiamo definirla come lenergia


trasportata nellunit di tempo attraverso una sezione
unitaria del mezzo in cui avviene la propagazione

INTERFERENZA DI ONDE SONORE


Le caratteristiche della propagazione ondulatoria sono
caratterizzate da una propriet analoga a vari tipi di onda,
tale propriet il PRINCIPIO DI SOVRAPPOSIZIONE
Tale principio produce 2 effetti che sono lINTERFERENZA e
la DIFFRAZIONE
Possiamo avere 2 tipi di interferenza, quella costruttiva e
quella distruttiva, la differenza tra luna e laltra sta nel
fatto che la prima prevede larrivo in un determinato punto
in concordanza di fase; mentre quando le onde differiscono
di 180 (pigreco) sono in opposizione di fase

LA DIFFRAZIONE DI ONDE SONORE


La diffrazione consiste nella deviazione di unonda dalla
direzione di propagazione originaria attorno a un ostacolo o
attraverso un foro

EFFETTO DOPPLER
L'effetto Doppler un fenomeno fisico che consiste nel
cambiamento della frequenza o della lunghezza d'onda
percepita da un osservatore raggiunto da un'onda emessa
da una sorgente che si trovi in movimento rispetto
all'osservatore stesso
L'effetto fu analizzato per la prima volta da Christian
Andreas Doppler nel 1845
Per comprendere il fenomeno, consideriamo la seguente
analogia: se siamo fermi sulla spiaggia, vediamo arrivare le
onde supponiamo ogni cinque secondi, quindi ad una
determinata frequenza; se ora entriamo in acqua e
navighiamo verso il mare aperto, andiamo incontro alle
onde, quindi le incontriamo pi frequentemente (la
frequenza aumenta), mentre se navighiamo verso riva,

nella stessa direzione delle onde, la frequenza con cui le


incontriamo diminuisce.
OSSERVATORE FERMO E SORGENTE IN MOTO

La frequenza f0 percepita da un osservatore


fermo rispetto ad una sorgente che si muove
alla velocit vs ed emette una frequenza fs
f0 = v/v+vs * fs

NEL CASO FOSSE UNA SORGENTE CHE SI ALLONTANA

f0 = v/v-vs * fs NEL CASO FOSSE UNA SORGENTE CHE SI AVVICINA


OSSERVATORE IN MOTO E SORGENTE FERMA

La frequenza f0 percepita da un osservatore in


moto con velocit v0 rispetto a una sorgente
ferma che emette un suono di frequenza fs
f0 = v+v0/v *fs PER UN OSSERVATORE CHE SI AVVICINA
f0 = v-v0/v * fs PER UN OSSERVATORE CHE SI ALLONTANA
(

https://youtu.be/VqaarSHTEB0

)------------------------------------->

SIMPATICA

SPIEGAZIONE DI CIO
CHE E LEFFETTO DOPPLER SPIEGATO DA SHELDON PROTAGONISTA DELLA SERIE TV COMICA
THE BIG BANG THEORY