Sei sulla pagina 1di 22

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

PUC_ED.02

PROGETTO UNITARIO CONVENZIONATO

AREA VECCHIO PALACONGRESSI


Committente
Rimini Fiera S.p.A
via Emilia, 155
47921 Rimini (RN)
tel. 0541 744111
fax. 0541 744200

Progettazione paesaggistica
PAISA Architettura del Paesaggio
via Alberoni, 4
48121 Ravenna
tel. 0544 217311

Progettazione urbanistica e
coordinamento generale
mijic architects
corso dAugusto, 181
47921 Rimini
tel. 0541 21846
fax 0541 708060

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

Indice
1

PARAMETRI GENERALI E STATO DI FATTO .................................... 3

PROGETTO COMPLESSIVO................................................................ 5

2.1
2.2
2.3

IDENTITA DEL PROGETTO ................................................................................................ 5


VIABILITA ............................................................................................................................ 6
PARCHEGGI ......................................................................................................................... 6

AREE SPECIFICHE DEL PUC .............................................................. 8

3.1
3.2
3.3

AREA ACQUA ARENA AREA SF 7 .................................................................................. 8


AREA COMMERCIALE AREA SF1, SF2 .......................................................................... 8
AREA RESIDENZIALE AREA SF6A E SF6B ................................................................. 10

IL PROGETTO DEL VERDE ............................................................... 11

4.1
4.2
4.3

IL RAGGIO VERDE DI RIMINI ............................................................................................ 11


IL PROGETTO DEL VERDE SULLAREA IN OGGETTO.................................................. 12
IL TRATTAMENTO DELLE AREE DI PARCHEGGIO ....................................................... 13

SPECIFICHE TECNICHE .................................................................... 15

5.1
5.2
5.3

DOTAZIONI TERRITORIALI ............................................................................................... 15


SUDDIVISIONE AREE ED AREE DI MASSIMO INGOMBRO ........................................... 18
COMUNICAZIONE SOPRINTENDENZA BENI ARCHEOLOGICI ..................................... 21

Area vecchio Palacongressi

2/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

PARAMETRI GENERALI E STATO DI FATTO

Le modifiche sul Piano Unitario Convenzionato in vigore risultano indispensabili per


adattarsi alle nuove esigenze funzionali del territorio rispettando la composizione
urbanistica della zona, esaltando le qualit degli spazi verdi, che circondano lintera
area.
Lattuale Progetto Unitario Convenzionato fa riferimento alla Variante del P.R.G. relativa
alla "Riqualificazione della sede da dismettere della Fiera e del Palacongressi" (schede
8.11/12.1) dove sono stati definiti i parametri e le modalit di attuazione.
Come dislocazione delle diverse funzioni il PUC in vigore doveva determinare le
seguenti aree e destinazioni:
-

La posizione del Nuovo Palacongressi, indicata nell'area a nord di Via della Fiera
e contornata ad ovest da Via Monte Titano, ad est dal parco dell'Ausa e a nord
dall'area di uffici comunali di Via Rosaspina.

Nell'area a sud di Via della Fiera e contornato dal parco dell'Ausa era prevista la
realizzazione dell'Auditorium con una superficie di riferimento di 20.109 mq.

Nell'area lungo Via Simonini era individuata l'area con destinazione direzionale
con 9.000 mq di s.u. di nuova realizzazione, su una superficie territoriale
complessiva di 16.432 mq, incluse le aree a standard di verde e parcheggi.

Il progetto prevedeva inoltre la riqualificazione del parco Ausa con la


realizzazione del sottopasso ciclopedonale sotto Via della Fiera.

Le indicazioni planimetriche del progetto unitario per quanto riguarda larea in oggetto si
intendevano non vincolanti al fine del rilascio delle concessioni edilizie per la posizione
degli edifici.
Oggi risultano realizzati i seguenti interventi secondo le indicazioni del PUC in vigore:
Il nuovo Palacongressi, indicato come Zona PRG F 4.1. - Area D1
La riqualificazione del Parco Ausa con il sottopasso ciclopedonale, il nuovo lago
artificiale, indicato nellattuale PUC come Area A1 e A2
La nuova viabilit con le due rotonde e il ponte su Via della Fiera
La variante dellattuale PUC consiste nella modifica di destinazione duso delle aree
originalmente dedicate al nuovo Auditorium (Zona PRG F4.1 - Area E1) sul lato sud di
Via della Fiera e al direzionale (Zona PRG D2 Area F) lungo Via Simonini.
Le nuove funzioni inserite nellaccordo di programma approvato il 20/01/2015 prevedono
sullarea in oggetto la realizzazione delle seguenti destinazioni:
una piscina pubblica con una s.u. di massimo 3.500 mq sul lato nord-est del lotto
verso il parco con una superficie fondiaria di 7.500 mq.
Unarea con Parcheggio a raso di 150 p.a. a completamento degli attuali 510 p.a.
realizzati al piano interrato nel nuovo Palacongressi; le due aree sono collegate
pedonalmente direttamente tra loro tramite un tunnel di collegamento interrato
sotto Via della Fiera e un ascensore per il superamento delle barriere
architettoniche allinterno dellarea parcheggio.

Area vecchio Palacongressi

3/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

Unarea dedicata a Supermercato con una s.u. di 5.000 mq e a direzionale con


una s.u. di 1.400 mq sul lato ovest con appositi accessi, zone di carico scarico e
parcheggi
Due aree per funzioni residenziali sul lato sud del lotto di complessivi 7.600 mq di
s.u. orientati verso il lago ed immersi nel verde.

Area vecchio Palacongressi

4/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

PROGETTO COMPLESSIVO

2.1

IDENTITA DEL PROGETTO

La zona in questione ad oggi risulta abbandonata e in forte degrado. Dopo la


demolizione del vecchio centro congressi si percepisce la differenza tra larea oggetto di
modifica e le aree circostanti (parco, viabilit, ponte, Palacongressi) che sono state
riqualificate recependo lattuale PUC in vigore e che oggi mostrano un alto livello
architettonico, urbanistico e paesaggistico.

Immagine 1 - Stato di fatto prima della demolizione del vecchio Centro Congressi (Anno 2013).
Si vede il nuovo Palacongressi con il raggio verde riqualificato e la nuova viabilit.

La previsione di collocare la nuova piscina comunale Acqua Arena in questarea


prossima al centro storico permette, insieme alla riqualificazione del parco e alla
realizzazione del nuovo Palacongressi sul lato nord di Via della Fiera, la realizzazione di
un quartiere attrattivo per la comunit cittadina, coniugando le qualit delle aree limitrofe
con le esigenze reali di attivit commerciali (un supermercato) e di edifici a destinazione
residenziale. Larea, caratterizzata dalla vicinanza al Raggio Verde, ospiter infatti un
supermercato accessibile sia con mezzi carrabili da Via della Fiera, ma soprattutto con
biciclette direttamente dalla vasta rete ciclopedonale che attraversa il parco, il polmone
verde della citt.
Le due unit (la nuova Acqua Arena e il nuovo supermercato) avranno una precisa e
riconoscibile identit, integrandosi con il nuovo Palacongressi gi realizzato secondo un
disegno complessivo di comune affaccio su una estesa area verde pubblica. Dal punto
di vista funzionale le tre destinazioni potranno lavorare in maniera sinergica garantendo
unampia offerta di funzioni pubbliche e commerciali.
L'area sar completata funzionalmente dalle unit residenziali che avranno una
collocazione prestigiosa, con parcheggi e accessi dedicati, nelle immediate vicinanze
delle due importanti strutture pubbliche affacciate sul Parco Ausa.

Area vecchio Palacongressi

5/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

2.2

VIABILITA

La viabilit complessiva dellarea in questione viene riorganizzata adeguandola alle


esigenze di accesso alle diverse strutture determinando soluzioni che riducano al
minimo le interferenze su Via della Fiera per non condizionare lesistente flusso
automobilistico di accesso e uscita dalla citt.
Infatti lungo Via della Fiera si prevede di concentrare la viabilit pubblica prevedendo un
solo accesso allintera area dalla seconda rotonda, come previsto nel PUC in vigore.
Nonostante la presenza di varie funzioni come larea Acqua Arena, il supermercato, il
parcheggio a raso e larea residenziale, stata rispettata lesigenza di non prevedere
ulteriori svincoli e accessi carrabili diretti da Via della Fiera oltre a quello previsto
nellattuale PUC.
Per evitare un secondo accesso dalla stessa rotonda e alleggerire la concentrazione di
traffico, si ritenuto opportuno prevedere un accesso di servizio privato da Via Simonini
per la zona carico/scarico del supermercato. Per lo stesso motivo stato suddiviso
laccesso ai parcheggi interrati del residenziale, prevedendo uno dei due accessi sempre
su Via Simonini.
Considerando le problematiche legate alla viabilit, al contesto urbano e alla fattibilit
funzionale dellintera area, si ritiene indispensabile suddividere gli accessi come
illustrato qui sopra. Con questo tipo di viabilit Via della Fiera potr mantenere il suo
status di boulevard urbano e non sar gravata da ulteriori svincoli di accesso alle diverse
aree.
Allinterno del lotto prevista una rotonda collocata in posizione baricentrica con la
funzione di smistamento e di accesso alle diverse aree di parcheggio compresa quella
dellAcqua Arena.
La fruibilit dello spazio e il suo attraversamento ciclopedonale sono stati considerati
indispensabili per rendere lintera area accessibile al pubblico. Grazie agli interventi di
riqualificazione realizzati tramite il PUC in vigore, oggi esiste una fitta rete ciclopedonale
intorno allarea che viene ampliata e completata con il nuovo intervento.
Gli interventi a completamento prevedono una pista ciclopedonale lungo via Simonini
per collegare il Parco con la zona del nuovo Palacongressi e con la nuova pista ciclabile
lungo Via della Fiera. Una rete di attraversamenti interni allarea offrir ulteriori passaggi
garantendo la massima permeabilit dellarea, caratteristica importante per integrare un
lotto di notevoli dimensioni allinterno di un tessuto urbano di piccola scala.

2.3

PARCHEGGI

Sono stati rispettati tutti gli standard necessari come meglio evidenziato negli schemi
distributivi delle aree di sosta indicati nel disegno PUC ED_04.
Dalla rotonda interna, baricentrica rispetto alle varie funzioni, si accede al parcheggio a
raso del Palacongressi con i suoi 150 p.a., collocati in prossimit di Via della Fiera. Con
questa soluzione finale tieni conto dei ca. 650 p.a. complessivamente concordati con
laccordo di programma del 20/01/2015, che sostituisce la prescrizione del PUC in
vigore.
Per garantire lutilizzo contemporaneo con il parcheggio interrato del nuovo
Palacongressi e per rendere funzionale la galleria di collegamento gi presente sotto Via
della Fiera, si prevede un ascensore interno allarea del nuovo parcheggio a raso, che
collegher direttamente i flussi di visitatori qui parcheggiati (sul lato sud di Via della
Fiera) con il Palacongressi, senza dover attraversare Via della Fiera.
Nonostante laccesso diretto dalla rotonda interna al parcheggio dellAcqua Arena con i
suoi 60 p.a. dedicati, le due aree di parcheggio (Parcheggio a raso del Nuovo

Area vecchio Palacongressi

6/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

Palacongressi e quello di Acqua Arena) si potranno comunque utilizzare da parte degli


utenti di entrambe le strutture per ottimizzare luso dellarea. Nel caso di eventi
importanti, tenuti nel Nuovo Palacongressi, il suddetto parcheggio (a raso) ospiter i
pullman dei visitatori e gli automezzi per lallestimento dellevento.
Al di sotto del nuovo Supermercato previsto un parcheggio interrato al quale si accede
tramite la rotonda interna e una strada dedicata. Il parcheggio ospiter 323 p.a. collegati
direttamente con la zona commerciale e direzionale tramite scale mobile o tapis-roulant.
Il parcheggio dedicato alla zona commerciale sar suddiviso in due zone: quella semi
interrata, collocata direttamente sotto il nuovo supermercato e la seconda parte,
completamente interrata, posta al di sotto dellarea di propriet del parcheggio del
Palacongressi e collegato al precedente tramite una porzione interrata ubicata al di sotto
della viabilit pubblica di progetto; laccesso dal piano seminterrato avviene tramite due
rampe. In questa maniera lorganigramma di parcheggi dedicati al nuovo Supermercato
garantir un collegamento con il sistema esistente dei parcheggi del Palacongressi,
collegandosi anchessi tramite ascensore, sia alla galleria di collegamento sotto Via della
Fiera con il nuovo Palacongressi, sia con il suo nuovo parcheggio a raso, collocato al
livello 0.
Sono previsti inoltre numero 19 parcheggi pertinenziali posti nellarea di carico-scarico
merci.
La superficie complessiva per la dotazione di parcheggi pubblici della zona residenziale
comprensiva di spazi di manovra e di servizi occupano una superficie complessiva di
1173 mq e sono collocati in adiacenza alla strada interna tra le residenze e il
Supermercato CONAD.
I parcheggi della zona residenziale saranno collocati nellarea dedicata al residenziale,
interrati e suddivisi in due blocchi; uno accessibile tramite la viabilit interna con la
rampa in vicinanza alla rotonda centrale di smistamento, mentre laltra rampa avr un
suo accesso da viale Simonini.

Area vecchio Palacongressi

7/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

AREE SPECIFICHE DEL PUC

3.1

AREA ACQUA ARENA AREA SF 7

L'edificio dellAcqua Arena si svilupper su un lotto di 7.523 mq. Gli accessi alla struttura
potranno avvenire pedonalmente su due lati: dal lato cava sul fronte parco o dal
parcheggio dedicato alla struttura. Sar una struttura collocata sul lato parco mentre il
parcheggio a raso sar collocato in adiacenza a Via della Fiera, collegato
funzionalmente con quello adiacente dedicato al Palacongressi.
Usando lo stesso linguaggio progettuale per le due aree di parcheggi, si intende creare
una continuit totale tra questi spazi anche tramite un utilizzo comune delle loro finiture,
come la tipologia delle alberature, le scelte materiche, etc.
Lopera da realizzare sostanzialmente un centro polifunzionale dedicato allo sport, al
benessere e al tempo libero. Loggetto principale la nuova piscina, elemento carente
da anni nellofferta di dotazioni della citt.
Il nuovo edificio, che pu arrivare ad una superficie utile lorda massima di 3.500 metri
quadrati, dovr comprendere al suo interno non solo spazi comunemente presenti in una
piscina pubblica ma verr arricchito da una serie di funzioni che la rendano
polifunzionale. Lidea quella di costruire un polo dello sport e del benessere. Questa
scelta di importanza strategica per la sopravvivenza, lattrattivit e la redditivit
dellopera.
Riassumendo per macroaree, il progetto dovr prevedere una zona dedicata alle
piscine, una dedicata ad un centro benessere e una dedicata al fitness. Assieme a
queste attivit, comprese di tutti i relativi spazi accessori, dovr trovare posto anche
unarea ristoro e delle pertinenze esterne relative alle diverse funzioni.

3.2

AREA COMMERCIALE AREA SF1, SF2

L'indicazione planimetrica dell'edificio commerciale/direzionale, previsto su una


superficie di lotto complessiva di circa 11.083 mq, prevede una struttura moderna che si
apre verso la citt entrando in dialogo con gli spazi circostanti. Infatti, anche in questo
caso gli accessi ciclopedonali alla struttura avverranno su due lati, per favorire la
permeabilit e lattraversamento dellarea da parte della cittadinanza.
La galleria di accesso sar coperta, climatizzata e ospiter lingresso e luscita sia al
Supermercato CONAD sia ad altre strutture commerciali che a quella direzionale.
Tale area esclusa dal conteggio delle superfici utili in quanto sar asservita da vincolo
di uso pubblico.
Sul lato di Via Simonini, il Supermercato si svilupper su un unico livello con una
Superficie Utile di ca. 4.500 mq, suddivisa in due reparti: quello dedicato al deposito, al
quale si accede da un cortile interno, dedicato allo carico/scarico in aderenza a Via
Simonini e quello dedicato allarea vendita, accessibile direttamente dalla Galleria.
Sul lato est della Galleria sar collocato laccesso dal piano (semi)-interrato dei
parcheggi tramite tapis-roulant ad alcune aree commerciali al piano terra di circa 500
mq, mentre i due livelli sovrastanti ospiteranno uffici di vario tipo per una superficie
complessiva di circa 1400 mq.
Tutto il complesso sar posizionato ad un piano rialzato di 1.50 m al quale si acceder
tramite spaziose gradinate o rampe per garantire il superamento delle barriere
architettoniche. Su questo piano ed in vicinanza agli ingressi della galleria saranno
posizionati posteggi per biciclette, sia quelle private che quelle pubbliche messe a
disposizione dal Comune.
Particolare attenzione sar dedicata alle facciate e ai rivestimenti. Il muro perimetrale
della zona carico scarico sar rivestito con piante rampicanti mentre il dislivello tra Via
della Fiera e il piano +1.50 sar chiuso tramite un riporto di terreno, come indicato nelle

Area vecchio Palacongressi

8/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

sezioni. La copertura del nuovo Supermercato, verr trattata a verde pensile (rinverdita)
e curata in maniera tale da integrare le parti occupate da impianti tecnici al fine di
garantire una piacevole vista anche dagli alti edifici residenziali, collocati sul lato opposto
di Via Simonini.
Si specifica che larea relativa ai tapis-roulant per la salita dal piano seminterrato al
piano a quota +1.50 esclusa dal calcolo della superficie utile perch non concorre
allaumento del carico urbanistico e perch assimilabili ad elementi tecnologici di risalita
quali ascensori in adempimento alle leggi sullabbattimento delle barriere architettoniche.

Immagine del Supermercato proposta progettuale realizzata da CONAD

Immagine del Supermercato proposta progettuale realizzata da CONAD

Area vecchio Palacongressi

9/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

3.3

AREA RESIDENZIALE AREA SF6A E SF6B

L'intervento residenziale sar suddiviso in due lotti di complessivamente 8.292 mq circa,


attraversato da un ampio passaggio pubblico ciclopedonale, che collegher la pista
ciclopedonale di Via della Fiera con la zona della Cava. Gli edifici saranno immersi nel
verde e ci sar una maggior attenzione nella progettazione degli spazi esterni per
integrare al meglio larea residenziale con il parco adiacente.
Maggiore attenzione stata dedicata al posizionamento degli edifici allinterno del lotto
dedicato alla residenza in maniera tale da ostruire il meno possibile la permeabilit
visiva tra il parco e la parte urbana sul lato di Via della Fiera. Il benessere dei futuri
utenti delle residenze verr garantito tramite balconi e ampie vetrate che si affacciano
sul verde creando in questa maniera un rapporto diretto con lesterno e favorendo un
dialogo visivo tra il pubblico e il privato.
Per garantire una maggior permeabilit dellarea e per favorire il rapporto tra la citt con
la sua parte urbanizzata e il verde del parco, sono previsti passaggi ciclopedonali, che
uniscano le due zone.

Immagine delle residenze - soluzione indicativa non vincolante, suggestione realizzata da CONAD

Area vecchio Palacongressi

10/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

IL PROGETTO DEL VERDE

4.1

IL RAGGIO VERDE DI RIMINI

Il nuovo intervento offre lopportunit di completare il processo di rivitalizzazione


dellarea verde introno a via della Fiera e alla cava, iniziata con il progetto indicato nel
PUC in vigore, rendendola un vero grande parco paesaggistico: in questa maniera, il
progetto si inserisce allinterno (integra ad interno) di un progetto di scala pi ampia,
completandone le opere di riqualificazione in corso.

Il disegno del parco "Raggio Verde".

La progettazione complessiva dell'area ha permesso la riqualificazione della fascia


verde, storico elemento urbano, che attraversa la citt e, accostando lArco di Augusto,
arriva poi fino alle spiagge. Si riconsegnato cos al pieno utilizzo della citt una vasta
area pubblica di verde urbano: un importante passo verso il completamento del nuovo
Area vecchio Palacongressi

11/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

Raggio Verde per la citt di Rimini.


Importante elemento di questa riqualificazione stata la realizzazione del sottopasso
ciclopedonale che conferisce continuit ai percorsi ciclabili e pedonali, superando il
traffico veicolare di Via della Fiera e permettendo cos un collegamento senza soluzione
di continuit fino al mare.

Il Raggio Verde con il nuovo Ponte e la vista della Conchiglia del nuovo Centro Congressi.

4.2

IL PROGETTO DEL VERDE SULLAREA IN OGGETTO

L'area in oggetto si configura come una nuova parte di completamento della citt ma
abbracciato dal sistema del verde di cintura che connette il centro storico al mare,
aprendosi ad un grande spazio dacqua naturale. E di fatto un luogo apparentemente
senza possibilit altra se non quella di essere assorbito da uno dei due sistemi
prevalenti: la citt o la natura.
Il progetto cerca di elaborare il rapporto tra questi elementi in modo aperto, assumendo
la citt come paesaggio, come luogo delle relazioni tra pieno e vuoto, tra natura e
artificio, tra spazio pubblico e spazio privato, a cui attribuire nuovi equilibri e significati.
La struttura del nuovo insediamento fondata sul non costruito: il vuoto assume valore
sia di ecosistema naturale, archetipo base della vita del quartiere, sia di spazio pubblico,
conformato per innescare continuit con il contesto esistente: continuit fisica con gli
spazi pubblici a verde gi esistenti e con lasse di Via della Fiera. Le qualit degli spazi
aperti definiscono pertanto il successo del nuovo sistema urbano, siano essi verdi come
i giardini privati, oppure pavimentati come le grandi superfici a parcheggio a servizio
dellarea Acqua Arena e del Palacongressi.

Il disegno della proposta si articola su alcuni principi fondamentali:

massimizzare linterdipendenza di tessuto edilizio e spazio aperto, dando a


questultimo una forma adeguata al suo uso di parco di quartiere;
minimizzare lattraversamento dellarea con strade interne di distribuzione;
creare spazi chiari e significativi, coerenti per disegno e per qualit dei materiali
impiegati, al fine di contribuire ad un vero processo di qualificazioni urbana.

Area vecchio Palacongressi

12/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

Schemi sul rapporto con il verde

Il parco si configura come un vasto spazio unitario, dalla forma e dai margini ben definiti,
su cui si estende il nuovo quartiere residenziale. Su questo vasto spazio verde si
innestano una serie di spazi e giardini di scala minore che rendono tutto il parco
permeabile ai percorsi urbani e si attestano lungo il percorso del Raggio Verde.
La costituzione di un nuovo impianto vegetale in cui le alberature isolate si alternano a
filari alberati con ampi spazi a prato, favorisce la ricostituzione di biotopi scomparsi o
potenziali nonch lo stanziamento e nidificazione dellavifauna e della fauna terrestre.
La scelta delle specie, rigorosamente attenta ad un impiego di materiale vegetale
autoctono, potr eccezionalmente avere delle licenze anche verso lutilizzo di specie
locali, ma di variet recentemente selezionate ed allevate per lutilizzo in ambienti urbani
particolarmente ostili, quali parcheggi e strade carrabili, al fine di limitare i futuri
trattamenti fitosanitari e le potature. Le querce (Quercus robur), lacero (Acer
campestris), il frassino (Fra-xinus excelsior) definiscono il carattere principale della
vegetazione; segnano il margine esterno dellarea ed entrano come essenze dominanti
nella composizione strutturale delle aree verdi e dei parcheggi.
La composizione del naturaliforme completata da altre piante quale il leccio (Quercus
ilex), il gelso (Morus alba), il pioppo (Populus nigra) e lolmo (Ulmus campestris) che pur
conservando il carattere del paesaggio agrario, attribuiscono allarea una maggiore
diversit compositiva, per colorazione fogliare specie nei mesi autunnali, per forma e
velocit di accrescimento (pi lente rispetto a pioppo e salice). Quercia, acero e olmo
campestre sono elementi arborei tipici del paesaggio agricolo, originariamente impiegati
come tutori vivi dei filari che separavano tra loro i campi.

4.3

IL TRATTAMENTO DELLE AREE DI PARCHEGGIO

Le aree adibite per la sosta si distinguono, allinterno del disegno planimetrico, in due
tipologie:
Aree per la sosta in continuit con il tessuto edilizio e il verde pubblico
Aree per la sosta a servizio del Palacongressi ed adibite a servizi pubblici (Acqua
Arena)
Lobiettivo primario quello di dare indirizzi di intervento che permettano di creare aree
in cui il carattere materico definisca la funzione, cercando di garantire permeabilit e
contemporaneamente resistenza allusura, oltre a differenziarne le funzione.

Area vecchio Palacongressi

13/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

In base ai requisiti a cui devono assolvere le aree per la sosta, vengono individuati i
caratteri e le tecniche di intervento che permettono di trattare le aree adibite a
parcheggio come elementi in continuit con il progetto degli spazi aperti, sia per quanto
riguarda il trattamento delle superfici, sia a livello di percezione dal contesto urbano, con
linserimento di elementi arborei che ne caratterizzano la scansione interna e le zone
marginali.
Per quanto riguarda i parcheggi pubblici di pertinenza alle residenze il progetto predilige
superfici permeabili e asfalti drenanti tonalizzati, per garantire una sorta di continuit con
le aree di aggregazione pubblica e il verde urbano.
Per i parcheggi a servizio del Palacongressi e dellAcqua Arena il progetto prevede un
disegno pi strutturato, scandito da alberature, dove la differenza di materiale definisce
gli elementi funzionali; anche in questo caso la differenza cromatica, di finitura e di
permeabilit permette di creare un ambito per la sosta che si inserisca in modo unitario
nel sistema di spazi verdi pubblici che caratterizza lintero comparto. Lintenzione
quella di creare una continuit totale tra queste due aree di parcheggio, usando lo
stesso linguaggio progettuale per quanto riguarda le finiture, la tipologia delle alberature,
le scelte materiche, etc.

Area vecchio Palacongressi

14/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

SPECIFICHE TECNICHE

5.1

DOTAZIONI TERRITORIALI

Il progetto rispetta tutti gli standard pubblici e dotazioni minime richieste.


A seguito inseriamo le planimetrie per evidenziare le aree di progetto in relazione alle
superfici permeabili ed ai parcheggi pubblici e pertinenziali e a seguire le tabelle con la
normativa di riferimento, i valori minimi ed i valori di progetto.

Planimetria

Area vecchio Palacongressi

15/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

Piano interrato

Area vecchio Palacongressi

16/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

Area vecchio Palacongressi

17/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

5.2

SUDDIVISIONE AREE ED AREE DI MASSIMO INGOMBRO

Allinterno dellelaborato PUC_EG.03 individuata la suddivisione delle aree della quale


si riporta un estratto.

Schema suddivisione aree

Area vecchio Palacongressi

18/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

TABELLA SUPERFICI AREE


SF1 = 11 020 mq circa
SF2 =
63 mq circa
SF3 = 4 195 mq circa
SF4 = 2 838 mq circa
SF5 = 1 143 mq circa
SF6A = 3 934 mq circa
SF6B = 4 358 mq circa
SF7 = 7 523 mq circa
SF8A =
95 mq circa
SF8B =
85 mq circa
SF9 =
87 mq circa

SC1 =
SC2 =

Area vecchio Palacongressi

45 mq circa
156 mq circa

19/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

Le aree di massimo ingombro sono definite considerando una distanza pari a 3 m dai
percorsi ciclopedonali pubblici di progetto e dai percorsi ciclopedonali pubblici gi
esistenti attualmente su propriet privata di Rimini Fiera.
Si riporta lestratto della tavola PUC_EG.03.

Aree di massimo ingombro

Area vecchio Palacongressi

20/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

5.3

COMUNICAZIONE SOPRINTENDENZA BENI ARCHEOLOGICI

Larea di intervento del progetto PUC in esame individuata nel PSC come da estratto
TAV. 1.5a come area a bassa potenzialit archeologica.

Area vecchio Palacongressi

21/22

Relazione Illustrativa PUC_ED.02

Abbiamo provveduto come previsto ai sensi dellarticolo 2.12, comma 10, delle N.T.A. di
P.S.C. (adottato con Del. di C.C. n. 65/2011) ad inviare una comunicazione alla
Soprintendenza per i Beni Archeologici dellEmilia Romagna
per richiesta di
valutazione archeologica con allegati gli elaborati del PUC e due elaborati integrativi ad
evidenziare in particolar modo le aree di scavo di progetto e le aree di scavo antecedenti
al progetto.
Linvio avvenuto in data 25/02/2015 con raccomandata con ricevuta di ritorno; la
documentazione stata ricevuta dalla soprintendenza il giorno 26/02/2015, giorno dal
quale entro trenta giorni potr esprimere eventuale necessit di avviare attivit di
controllo archeologico preventivo, ovvero si intende applicata la normativa del silenzioassenso.
Il parere della soprintendenza stato espresso in data 14 aprile 2015 prot. 3784 e
prescrive nella fase successiva di progettazione preliminare la realizzazione di indagini
preventive solo per le aree non interessate attualmente a piani interrati e nelle quali
previsto un intervento nel sottosuolo.

Area vecchio Palacongressi

22/22