Sei sulla pagina 1di 7

DANIELI & C. OFFICINE MECCANICHE S.p.A.

Buttrio (UD) via Nazionale n. 41


Capitale sociale Euro 81.304.566 i.v.
Numero iscrizione al Registro Imprese di Udine, codice fiscale e P.IVA: 00167460302

www.danieli.com
COMUNICATO STAMPA
GRUPPO DANIELI

Il Consiglio di Amministrazione della Danieli, riunitosi oggi 27 febbraio 2015, ha esaminato ed


approvato la relazione finanziaria semestrale consolidata al 31 dicembre 2014 e preso atto del
risultato dei primi sei mesi di gestione.
SITUAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 31.12.2014
redatta secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS
(milioni di euro)

Ricavi

al
31/12/2014

al
31/12/2013

Variazione

1.357,7

1.349,7

1%

126,5

147,3

-14%

EBIT

79,1

101,4

-22%

Utile netto del period

66,1

63,3

4%

Utile netto attribuibile al Gruppo

66,2

63,0

5%

Margine Operativo Lordo (Ebitda)

al
31/12/2014

Posizione finanziaria netta positiva


Numero dei dipendenti
Portafoglio ordini del Gruppo
(di cui Steel Making)

al
30/06/2014

Variazione

877,8

844,3

4%

11.349

11.424

-1%

2.733

3.079

-11%

189

217

-13%

Sintesi dei risultati dei primi sei mesi dellesercizio


Il livello dei ricavi del Gruppo in linea con le previsioni e con quelli del periodo omologo dello
scorso esercizio con un progresso nel fatturato del settore impianti (Plant Making) ed una
riduzione del fatturato nel settore acciaio (Steel Making), con una sostanziale compressione dei
margini.
LEBITDA del Gruppo presenta quindi, nel primo semestre dellesercizio 2014/2015, una
redditivit ragionevole grazie al risultato di entrambe i settori operativi Plant Making e Steel
Making, con la prospettiva, per questultimo, di vendite e redditivit migliori nel primo semestre
del 2015.
Il risultato del semestre beneficia in modo significativo di una buona componente finanziaria
essenzialmente legata allallineamento ai cambi di fine periodo delle disponibilit liquide e dei
depositi in US dollari, positivamente influenzate dallapprezzamento del corso del dollaro
rispetto alleuro, mentre la gestione della liquidit proseguita secondo gli usuali principi di
investimento a basso rischio e facile realizzo.

La societ comunica che la Procura della Repubblica di Udine ha notificato avviso di


conclusione indagini e richiesta di rinvio a giudizio in capo al Presidente e Amministratore
Delegato e ad altri dirigenti del Gruppo. Le contestazioni riguardano la presunta
esterovestizione delle controllate lussemburghesi Industrielle Beteiligung SA, Danieli
International SA e Danfin International SA e, per la controllata italiana Acciaierie Bertoli Safau
S.p.A. e la Capogruppo Danieli, la (pretesa) indeducibilit degli interessi intercompany
nellambito dei rapporti di conto corrente improprio intercorrenti con alcune societ del Gruppo
e, per la sola Capogruppo Danieli, la (asserita) fatturazione per prestazioni oggettivamente
inesistenti. Le suddette societ hanno inoltre ricevuto, una serie di Processi Verbali di
Constatazione afferenti alle medesime contestazioni di cui sopra.
Le pretese erariali che ne potrebbero derivare ammontano, in termini di sole imposte sul reddito
e senza considerare quindi sanzioni ed interessi (al momento non quantificabili), a circa 80
milioni di euro. Si tratta di pretese rilevanti che, anche a parere di autorevoli consulenti fiscali, si
ritengono per molti versi infondate e, da un esame preliminare, presentano anche lacune,
inesattezze ed errori nellapplicazione delle normative tributarie italiane.
Premesso quanto sopra, pur ribadendo la legittimit delloperato delle nostre societ, si
ritenuto opportuno effettuare, come duso, un prudente accantonamento a fondi rischi per
imposte a parziale copertura delle suddette pretese erariali.
Il Consiglio di Amministrazione ha preso atto dei risultati del semestre evidenziando che le
performances di entrambe i settori Plant Making e Steel Making - assieme al mantenimento del
portafoglio ordini a buoni livelli - fanno prevedere, al momento, risultati a fine esercizio in linea
con le previsioni di inizio anno.
Comunque il Gruppo prosegue con limplementazione del progetto MET 2 per guadagnare
ulteriori spazi di competitivit ed internazionalizzazione.
Prospettive worldwide del settore produzione metalli che influenzano lattivit di Danieli
Plant Making.
La produzione siderurgica mondiale ha raggiunto nel 2014 un volume di circa 1.662 milioni di
tonnellate, in leggera crescita dell1,2% rispetto al 2013, con una tenuta in Asia (dove India e
Corea del Sud crescono mentre Cina e Giappone rimangono stabili), una crescita nel Middle
East ed un consolidamento del mercato in USA, Russia ed Europa.
Il coefficiente medio di utilizzo degli impianti esistenti stato nel 2014 di circa il 77%,
sostanzialmente in linea con il 2013 mostrando per un sostanziale allineamento della capacit
non utilizzata tra i produttori occidentali e quelli cinesi dove si prevede una riduzione della
produzione dellacciaio nel 2015 e nessuna crescita nel 2016.
In Cina si produce quasi il 50% dellacciaio mondiale in massima parte per uso interno ed il calo
dei prezzi del petrolio, dei fattori energetici e del minerale, in buona parte legati ad un eccesso
di offerta, ha penalizzato lo sviluppo di nuovi investimenti fissi correlati con lutilizzo dellacciaio.
Lanno 2015 si prospetta quindi incerto rimanendo ancora debole in alcune aree (Europa,
Russia ed Africa) la domanda di acciaio legata al mercato delle grandi opere infrastrutturali; solo
nel 2017 si potr avere un maggior consolidamento della domanda sia per investimenti fissi sia
per prodotti di qualit per lindustria meccanica, cantieristica e trasporti.

Sintesi dei risultati per settore


(milioni di euro)

Ricavi

31/12/2014

31/12/2013

Variazione

Plant making

1.035,5

996,1

4%

Steel making

322,2

353,6

-9%

1.357,7

1.349,7

1%

Totale

Margine operativo lordo (Ebitda)

31/12/2014

31/12/2013

Variazione

Plant making

99,5

108,4

-8%

Steel making

27,0

38,9

-31%

126,5

147,3

-14%

Totale

Utile operativo

31/12/2014

31/12/2013

Variazione

Plant making

71,2

84,3

-16%

Steel making

7,9

17,1

-54%

79,1

101,4

-22%

Totale

Utile attribuibile al Gruppo

31/12/2014

31/12/2013

Variazione

Plant making

62,0

52,6

18%

Steel making

4,2

10,4

-60%

66,2

63,0

5%

Totale

Il Gruppo Danieli, nel settore Plant Making, continua con il consolidamento delle sue strutture
internazionali con particolare attenzione alla competitivit in termini di innovazione, tecnologia,
qualit, efficienza e servizio al cliente.
Innovazione e prodotti nobili vengono sviluppati prevalentemente in Europa, mentre la
progettazione e fabbricazione di impianti con tecnologie gi consolidate viene eseguita nelle
fabbriche in Asia a minor costo ma garantendo la stessa qualit europea sia per il mercato
siderurgico occidentale sia per quello asiatico che copre quasi il 70% della produzione mondiale
di acciaio.
Continuano gli investimenti nel settore Steel Making, da completarsi entro il prossimo biennio,
con lobiettivo di razionalizzare gli impianti, ridurre i consumi energetici ed allargare la gamma
dimensionale e metallurgica a prodotti con maggior valore aggiunto migliorando la qualit ed il
servizio per i nostri clienti.
Il piano prevede un investimento complessivo di circa 300 milioni di euro, in parte gi eseguiti
prevalentemente nella fabbrica di Cargnacco (UD) e di ulteriori 25 milioni di euro nella fabbrica
di Sisak in Croazia, da aggiungersi a quanto speso per gli investimenti appena conclusi.
Lobiettivo garantire una maggiore competitivit tecnologica e qualitativa ed una riduzione del
costo di trasformazione, allargando in modo significativo le gamme prodotte per poter esportare
oltre il 50-60% della produzione.
Nel settore Plant Making gli investimenti, dopo il picco degli scorsi anni, saranno nellordine di
circa 20/30 milioni di euro allanno, oltre a quelli per la ricerca e linnovazione che rimangono
ancora sostenuti .
Sulla base di queste premesse riteniamo che il settore ingegneria e costruzione impianti (Plant
Making) si confronter con un mercato nel 2014/2015 e nel 2015/2016 con opportunit pi
rarefatte per ordini di grosse dimensioni e comunque con margini ridotti, mentre nel settore
Steel Making il mercato ad oggi rimane ancora volatile con domanda e margini leggermente
inferiori rispetto al 2013/2014.

Oggi il settore Steel Making (le Acciaierie Bertoli Safau SpA ABS) impiega circa 1.300
dipendenti con un indotto in Italia di ulteriori 1.500 persone, mentre il settore Plant Making
impiega circa 10.000 dipendenti, di cui oltre 3.000 in Italia, con un indotto nel paese di ulteriori
3.000 persone.
Portafoglio ordini
Il portafoglio ordini del Gruppo risulta ben diversificato per area geografica e per linea di
prodotto ed ammonta, al 31 dicembre 2014, a 2.733 milioni di euro (di cui 189 milioni di euro nel
settore della produzione di acciai speciali) rispetto a 3.079 milioni di euro al 30 giugno 2014 (di
cui 217 milioni di euro per acciai speciali).
Dipendenti del gruppo
Il numero dei dipendenti del Gruppo Danieli al 31 dicembre 2014 di 11.349 unit, diminuito di
75 unit rispetto al numero di 11.424 dipendenti al 30 giugno 2014.
Attivit del Gruppo Danieli
Il Gruppo Danieli ha sostanzialmente due attivit principali: la prima (Plant Making) nel settore
di ingegneria e costruzione impianti anche chiavi in mano per la produzione di metalli. Le
principali societ operative del Plant Making si trovano in Europa (Italia, Svezia, Germania,
Francia, Austria, Olanda, Regno Unito, Russia, Spagna) ed Asia (Cina, Tailandia, India,
Vietnam), con centri di servizio in USA, Brasile, Egitto e Ucraina.
Nel settore Plant Making Danieli tra i primi tre costruttori mondiali di impianti e macchine per
lindustria dei metalli con la leadership in acciaierie ed impianti per la produzione dei prodotti
lunghi (impianti che producono acciaio utilizzando forni elettrici - eventualmente con riduzione
diretta del minerale - che, oltre ad essere competitivi per Capex e Opex, sono environmental
friendly se comparati agli impianti integrati con alto forno ed uso di carbone Coke), ed il
secondo costruttore di impianti per la produzione di prodotti piani.
Alla Danieli altres riconosciuta, oltre che la capacit impiantistica, anche quella manifatturiera
e da qui il motto: we do not shop around for noble equipment.
La seconda attivit (Steel Making) invece la produzione di acciai speciali con le societ
Acciaierie Bertoli Safau S.p.A. (ABS) ed ABS Sisak d.o.o. (ABS Sisak). La produzione
destinata allindustria automobilistica, mezzi pesanti, industria meccanica, energetica e
petrolifera. ABS la numero uno in Italia e tra le prime in Europa nel settore di pertinenza.
Il Gruppo Danieli occupa in Friuli-Venezia Giulia circa 6.000 persone tra diretti e indotto e
contribuisce per quasi il 40% allexport annuo della provincia di Udine e per il 20% di quello
regionale.
Si allegano di seguito i prospetti patrimoniali ed economici e della posizione finanziaria
consolidata di gruppo relativi alla chiusura al 31 dicembre 2014, comparata con i dati al 31
dicembre 2013 ed al 30 giugno 2014.

Bilancio consolidato del Gruppo Danieli


In milioni di euro

al 31/12/2014
STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO (*)
Attivit
Attivit non correnti
Attivit correnti
Totale attivit
Passivit e patrimonio netto
Capitale sociale
Altre riserve e utili a nuovo, incluso il risultato di
esercizio ed al netto delle azioni proprie
Patrimonio netto del Gruppo
Patrimonio netto dei terzi
Passivit non correnti
Passivit correnti
Totale passivit

1.103,3
3.810,6
4.913,9

1.093,0
4.029,1
5.122,1

81,3

81,3

1.517,1
1.598,4
0,8
548,8
2.765,9
4.913,9

1.466,1
1.547,4
1,0
456,9
3.116,8
5.122,1

al 31/12/2014
CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO (*)
Ricavi
Materie prime e di consumo
Costo del personale
Altri costi operativi
Ammortamenti e svalutazioni
Utile operativo
Proventi (oneri) finanziari netti
Proventi derivanti dalla valutazione delle
partecipaz. in societ collegate e controllate
congiuntamente secondo il metodo del PN
Utile (perdita) prima delle imposte
Imposte sul reddito
Utile dopo le imposte
Perdita (utile) di competenza di terzi
Utile del Gruppo

al 30/06/2014

al 31/12/2013

1.357,7
(677,7)
(215,9)
(337,4)
(47,6)
79,1
50,6

1.349,7
(641,2)
(205,4)
(355,7)
(46,1)
101,3
(16,6)

(1,0)
128,7
(62,6)
66,1
0,1
66,2

(0,3)
84,4
(21,1)
63,3
(0,3)
63,0

(*)Si precisa che alcune voci dello stato patrimoniale e del conto economico consolidati sono esposte sinteticamente rispetto ai
prospetti del bilancio consolidato semestrale abbreviato.

POSIZIONE FINANZIARIA NETTA CONSOLIDATA

(milioni di euro)

31/12/2014

30/06/2014

variazione

Attivit finanziarie
- titoli e altri crediti finanziari

300,8

337,4

(36,6)

- disponibilit liquide presso banche

1.301,1

1.303,8

(2,7)

Totale attivit finanziarie correnti

1.601,9

1.641,2

(39,3)

- debiti verso banche

273,2

202,5

70,7

Totale passivit finanziarie non correnti

273,2

202,5

70,7

- debiti verso banche ed altre passivit finanziarie

450,9

594,4

(143,5)

Totale passivit finanziarie correnti

450,9

594,4

(143,5)

Posizione finanziaria netta non corrente

(273,2)

(202,5)

(70,7)

Posizione finanziaria netta corrente

1.151,0

1.046,8

104,2

877,8

844,3

33,5

(724,1)

(796,9)

72,8

Passivit finanziarie non correnti

Passivit finanziarie correnti

Posizione finanziaria netta positiva


Indebitamento finanziario lordo

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, dott. Alessandro
Brussi, dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza,
che, a quanto consta, linformativa contabile contenuta nel presente comunicato
corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili alla data del 31
dicembre 2014.

CONTATTI SOCIETARI:
Investor relations:
investors@danieli.it
Resp. Dott. Alessandro Brussi (tel. 0432 1958763)
Ufficio Affari Societari:
Daniela Boz (tel. 0432 1958308)

Danieli & C. Officine Meccaniche S.p.A.


Via Nazionale, 41
33042 Buttrio (Udine)
Capitale sociale euro 81.304.566 i.v.
Codice fiscale, P.IVA e numero di iscrizione
al Registro delle Imprese di Udine n. 00167460302
R.E.A. UD84904
telefono +39 0432 1958111
fax +39 0432 1958289
www.danieli.com
info@danieli.com
Documenti di bilancio e pubblicazioni
disponibili anche sul meccanismo di stoccaggio
autorizzato 1Info www.1info.it e sul sito internet:
www.danieli.com, sezione Investors

d.boz@danieli.it