Sei sulla pagina 1di 47

POLITECNICO DI BARI

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE, DEL


TERRITORIO EDILE E DI CHIMICA
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA DEI SISTEMI EDILIZI

Corso di Recupero degli Edifici Storici

Momenti e problemi del recupero nel loro


sviluppo storico

Prof. Ing. Fabio Fatiguso

IL RECUPERO
Se si intende il recupero come lespressione di
un atteggiamento, che manifesta a sua volta
latto di annettere un valore a un oggetto,
RECUPERARE significa, in primo luogo,
decidere che un oggetto importa.
Recuperare :
riprendere in possesso
riacquistare una condizione precedentemente perduta
trarre in salvo dalla distruzione o perdita totale
rendere utilizzabile per lapporto di migliorie
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

IL RECUPERO
DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE
Nellaccezione pi ampia, e in relazione ad una
nozione generale di patrimonio edilizio esistente,
il RECUPERO pu dirsi linsieme degli interventi
rivolti
alla conservazione,
al risanamento,
alla ricostruzione,
alla migliore utilizzazione del p.e.e.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

RECUPERO vs/ RESTAURO


Nella accezione data
il recupero non il restauro
Il restauro pu essere definito come
il complesso degli interventi tecnico-scientifici intesi a
garantire nellambito di una metodologia critico-estetica la
continuit temporale di unopera darte e, in particolare la
fenomenologia critica del restauro architettonico fondata
su principi di conservazione o restituzione dellimmagine,
pu

investire

in senso

pi ampio

forme

ambientali

storicamente rappresentative assumendo anche laspetto


di restauro urbanistico.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

RECUPERO vs/ RESTAURO


Nella Carta di Cracovia 2000 per restauro si intende
lintervento

diretto

sul

singolo

manufatto

del

patrimonio, tendente alla conservazione della sua


autenticit e alla acquisizione di esso da parte delle
collettivit.

Patrimonio: il patrimonio culturale quel complesso di


opere delluomo nelle quali una comunit riconosce suoi
particolari e specifici valori e nei quali si identifica.
Lidentificazione e la definizione delle opere come patrimonio
quindi un processo di scelta di valori.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

RECUPERO vs/ RESTAURO


Carta di Cracovia 2000

Progetto di restauro: il progetto, come consequenzialit di


scelte conservative, lo specifico procedimento con il quale
si attua la conservazione del patrimonio costruito e del
paesaggio.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

RECUPERO vs/ RESTAURO


Nel D.Lgs. n.42 del 22/01/2004 Codice dei beni
culturali e del paesaggio per restauro si intende
lintervento diretto sul bene attraverso un complesso
di operazioni finalizzate allintegrit materiale ed al
recupero del bene medesimo, alla protezione e alla
trasmissione dei suoi valori culturali. Nel caso di beni
immobili situati nelle zone dichiarate a rischio sismico
in base alla normativa vigente, il restauro comprende
lintervento di miglioramento strutturale.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

RECUPERO vs/ RESTAURO


In linea con le definizioni contenute nella Carta del restauro del
1972 e con la posizione della scuola del restauro italiana, la
definizione comprende qualsiasi intervento diretto sul bene
comunque finalizzato a mantenerne lintegrit materiale (in
modo da garantire la sua trasmissione nel tempo) e ad
assicurare la conservazione e la protezione dei suoi valori
culturali.
Restauro, quindi, come specie della pi generale
categoria della conservazione: da intendersi non solo come
intervento globale o eccezionale, teso a restituire la
leggibilit e luso del bene, ma anche come operazioni
preventive, riparative, migliorative, volte ad assicurare una
durata tendenzialmente illimitata della configurazione materiale
della cosa e della sua identit culturale.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

RECUPERO vs/ RESTAURO

Il Restauro costituisce una specie della


pi generale categoria del RECUPERO

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

Il RECUPERO
con le operazioni di ripristino fisico e ripristino
funzionale
si caratterizza per la compresenza
dellistanza di non cancellazione delle nature
storiche (la cumulazione o accumulazione storica)
del P.E.E., ovvero nel consentirne la leggibilit pur
attraverso le sue mutazioni (ma non cancellazioni) di
identit
dellistanza di adattamento del P.E.E. ai
differenti bisogni che si presentano allutilizzazione

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

10

Nella progettazione del nuovo il problema fondamentale


quello della interpretazione dei bisogni dellutente,
nel recupero la situazione si complica per il numero
maggiore di vincoli che intervengono nel delimitare
lambito decisionale.

La traduzione del bilancio tra risorse e bisogni nelle quattro


dimensioni (le tre spaziali e la quarta temporale) si opera a
mezzo dello standard.
Lo standard la misura, nello spazio e nel tempo, dei
bisogni e interpreta il rapporto tra forma fisica ed esigenze
funzionali.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

11

Nel recupero
il rapporto tra forma fisica ed esigenze funzionali
particolarmente delicato
in quanto se esso passa un certo limite fissato con un
dato standard si avr la sparizione fisica e/o
filologica del preesistente.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

12

La sparizione fisica significa


il riconoscimento che i nuovi bisogni travalicano le
capacit di un loro accoglimento entro le strutture
dellesistente, e quindi laffermazione di una loro totale
sostituzione allesistente

La sparizione filologica significa


un intervento talmente sovraccarico di nuove esigenze,
da violentare le possibili prestazioni dellesistente a tal
punto da renderne irriconoscibile e illeggibile limmagine

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

13

IL RECUPERO STRUTTURALE
Il recupero strutturale degli edifici
linsieme di operazioni volte a garantire la
sicurezza statica del preesistente.
Il recupero strutturale degli edifici nasce, come disciplina
consapevole del proprio ruolo solo in tempi recenti; in
Italia con il terremoto del Friuli del 1976 che si pone in
maniera evidente il problema del consolidamento
delledilizia esistente.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

14

La coscienza della necessit di


integrare il recupero architettonico del
patrimonio edilizio e quello strutturale in una
visione globale dellarchitettura
una acquisizione ultima.
Essa si oppone alla generale e frettolosa estensione
al preesistente (soprattutto quello storico) di
standards di sicurezza, di comfort e accessibilit ai
quali gli edifici possono essere adeguati solo a costo
di gravi manomissioni.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

15

E diffusa una sorta di vocazione distruttiva del


recupero strutturale che, giustificata in nome di una
presunta maggiore economicit degli interventi sostitutivi
rispetto a quelli conservativi, trova in realt le sue radici in
una perdita di continuit culturale tra costruire
moderno e tecniche antiche.

Le moderne raffinate tecniche di conservazione e


miglioramento strutturale (validissime nel caso di singoli
edifici isolati) si scontrano con la dimensione quantitativa
delledilizia dei centri storici, dove la pratica corrente
privilegia la sostituzione e la ricostruzione con le
tecniche e le tecnologie moderne.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

16

IL RECUPERO TECNOLOGICO
Nellidea di recupero come
ripristino di alcune condizioni iniziali
oppure
realizzazione di alcune caratteristiche in precedenza
non soddisfatte, ma rivelatesi necessarie per le mutate
destinazioni duso
il recupero tecnologico deve far fronte al degrado
dei materiali e pi in generale al mantenimento di
condizioni di riparo e di benessere ambientale.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

17

LADEGUAMENTO FUNZIONALE
Attualmente, nella pratica operativa, lintervento sul
preesistente si concretizza soprattutto nel senso di
un adeguamento funzionale.
Il problema della efficienza funzionale di un edificio
si materializza, nella generalit dei casi, come un
problema di fruibilit in relazione alle attivit
insediate o da insediarvi.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

18

In molte attivit al variare delle forme organizzative e


dei modelli di funzionamento, vengono a mutare i
rapporti
con
lorganizzazione
spaziale
prima
predisposta.
Tale mutamento pu arrivare al punto che una data
tipologia richieda
di essere adeguata con trasformazioni
non appare utilizzabile per obsolescenza
si rende disponibile a destinazioni diverse da quelle
originarie

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

19

Ladeguamento funzionale il superamento di


una obsolescenza funzionale, interpretato come
superamento dello stato di degrado delledificio con il
conseguimento di uno stato funzionale ottimale.
Allargando
il
campo
pu
considerarsi
come
adeguamento funzionale del preesistente anche
linsieme degli interventi necessari ad assicurare
agli edifici prestazioni connesse alle esigenze di
un quadro normativo in continua evoluzione.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

20

10

CONSERVAZIONE
SALVAGUARDIA, TUTELA, VALORIZZAZIONE
LA COMPLESSIT DEL PROBLEMA DEFINITORIO
Il concetto di salvaguardia nella lingua italiana
mutuato dal francese sauvegarde
garantie, protection accorde par une autorit quelconque.
Personne ou chose servant de dfense, de protection
(garanzia, protezione assicurata da una qualsiasi autorit.
Persona o cosa che funge da difesa, da protezione)

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

21

La salvaguardia azione di vigilanza per la salvezza,


in tal caso del patrimonio architettonico, ma essa
anche un qualsiasi provvedimento conservativo che
non implichi lintervento diretto sullopera.
Se si intende la conservazione come un sistema
complesso di attivit finalizzate a salvare (dalletimo
latino servare che alla radice del termine) il
patrimonio edilizio, allora essa sinonimo di
salvaguardia.
La tutela si configura come atto giuridico del
proteggere, dalleventualit di danni, oggetti o beni
collettivi che, senza di esso, sarebbero esposti al
rischio di degradazione o, addirittura, di estinzione.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

22

11

La conservazione intesa come salvezza dai


fenomeni di degrado prodotti dal tempo, da fatti
accidentali, da restauri errati.

Di conseguenza analoga e sinonimo di


restauro, laddove si tratti di interventi mirati
alla conservazione.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

23

La valorizzazione un processo, una


operazione o serie di operazioni che si fanno per
la messa in valore di componenti o elementi del
patrimonio.

La valorizzazione non aggiunge valore ma


lo mette soltanto in evidenza.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

24

12

DEFINIZIONE DI CONSERVAZIONE
La conservazione o salvaguardia o protezione
si pu definire come
azione di mantenimento in stato di efficienza,
in condizione di essere usato.

Nella realt il concetto di conservazione


strettamente collegato con loggetto cui esso
rivolto e che, a partire dalla Carta di Atene del
1931 ad oggi, ha subito una notevole
evoluzione.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

25

Il passaggio dal criterio di conservazione puntuale (e


passiva, cio sulloggetto privato dalla mano pubblica) delle
cose di notevole interesse (storico, artistico, archeologico, ecc.),
che implicito nella Carta di Atene, al criterio di
conservazione diffusa (e attiva, cio sulloggetto privato
dal soggetto privato con la collaborazione della mano pubblica)
di insiemi di cose o di beni comprendenti tanto la creazione
architettonica isolata quanto lambiente urbano o paesistico che
costituisce la testimonianza con riferimento non solo alle grandi
opere ma anche alle opere modeste che, con il tempo, hanno
acquistato un significato culturale, avviene in relazione
allaffermazione, negli anni in cui fu redatta la carta di Venezia,
della convinzione che linsieme dei beni aventi riferimento alla
storia della civilt costituisce il patrimonio culturale di una
nazione.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

26

13

Lestensione del concetto di bene culturale,


propria della realt degli ultimi decenni, ha
comportato unanaloga estensione del concetto
di conservazione.

Con laumentare (anche quantitativo) del patrimonio


da tutelare, infatti, non pi sufficiente che la
conservazione sia attiva, ma occorre che sia
anche perfettamente integrata nella vita della
collettivit, unazione primaria e vitale della societ.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

27

La conservazione diventa
conservazione dei valori del passato
legata al concetto di
memoria, individuale e collettiva,
di tradizione,
e corrisponde allattuale esigenza di ritrovare
continuit ed unit dialettica temporale.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

28

14

La conservazione diventa una attivit


nella quale occorre riconoscere e poi
bilanciare i valori in gioco.

Con la conservazione si rendono compatibili


valori molteplici, eterogenei ed in conflitto
tra loro.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

29

La conservazione
una mediazione tra principi generali e
realt concreta,
una scelta tra diverse esigenze,
in modo da garantire un pluralismo di valori
(nel senso che evita che alcuni valori
prevarichino su altri)

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

30

15

Conservazione integrata:
risultato
dellazione
congiunta
delle
tecniche del restauro e della ricerca delle
funzioni appropriate.
(CARTA DI AMSTERDAM -1975)

La conservazione integrata non pi statica azione di


tutela, ma azione dinamica di costruzione del futuro e
perci integrata, in modo congruente ed equilibrato, nel
sistema di forze tendenti allo sviluppo globale della
societ, la quale trova la sua irrinunciabile identit nei
valori culturali che la cultura del nostro tempo individua
come essenziali.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

31

CARTA DI AMSTERDAM -1975


PRINCIPI
Il patrimonio architettonico europeo non formato solo
dai monumenti pi importanti, ma anche dagli
insiemi che costituiscono le nostre antiche citt e i
nostri tradizionali villaggi nel loro ambiente naturale
o costruito.
Per

molto tempo abbiamo protetto e restaurato solo i


monumenti pi insigni senza tener conto del loro ambiente.
Ora, essi possono perdere gran parte del loro carattere se
questo ambiente viene alterato. Inoltre, gli insiemi, anche
in assenza di edifici eccezionali, possono offrire una qualit
ambientale che ne fa unopera darte diversa ed articolata;
sono questi insiemi che devono essere conservati come tali.
Il patrimonio architettonico testimonia della presenza della
storia e della sua importanza nella nostra vita.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

32

16

CARTA DI AMSTERDAM -1975


PRINCIPI
Lincarnazione del passato nel patrimonio architettonico
costituisce un ambiente che indispensabile
allequilibrio ed alla completezza delluomo.
Gli uomini del nostro tempo, in presenza duna civilt che
cambia volto ed i cui pericoli sono palesi quanto gli esiti,
sentono distinto il valore di questo patrimonio. Essa una
parte essenziale della memoria degli uomini contemporanei
e deve essere trasmessa alle generazioni future nella sua
autentica ricchezza e nella sua diversit; operando al
contrario, lumanit sarebbe privata duna parte della sua
coscienza, della sua storia.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

33

CARTA DI AMSTERDAM -1975


PRINCIPI
Il patrimonio architettonico un capitale spirituale,
culturale, economico e sociale di insostituibile valore.
Ciascuna generazione fornisce una differente interpretazione
del passato e ne trae nuove idee. Ogni diminuzione di
questo capitale tanto pi un impoverimento in quanto la
perdita di valore accumulata non pu essere sostituita
ugualmente neanche con creazioni di alta qualit. Inoltre, la
necessit di risparmiare le risorse simpone alla nostra
societ. Lontano dallessere un lusso per la collettivit,
lutilizzazione di questo patrimonio una risorsa economica.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

34

17

CARTA DI AMSTERDAM -1975


PRINCIPI
Le strutture degli insiemi storici favoriscono lequilibrio
armonioso della societ.
Questi insiemi costituiscono, in effetti, lambiente peculiare per
lo sviluppo di un largo arco di attivit. Nel passato, essi
hanno evitato, generalmente, la segregazione delle classi
sociali. Essi possono di nuovo facilitare una buona
distribuzione delle funzioni e la pi larga integrazione della
popolazione.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

35

CARTA DI AMSTERDAM -1975


PRINCIPI
Il patrimonio architettonico ha un valore educativo
determinante.
Esso offre materia privilegiata di spiegazione e di comparazione
del senso delle forme, e una miniera di esempi di loro
utilizzazioni. Ora, limmagine e il contatto diretto assumono
nuovamente unimportanza decisiva nella formazione degli
uomini.
Interessa,
dunque,
conservare
vive
le
testimonianze di tutte le epoche e di tutte le esperienze. La
sopravvivenza di queste testimonianze assicurata solo se
la necessit della loro protezione compresa dal pi grande
numero di persone e specialmente dalle giovani generazioni
che ne avranno domani la responsabilit.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

36

18

CARTA DI AMSTERDAM -1975


PRINCIPI
Questo patrimonio in pericolo.
Esso minacciato dallignoranza, dalla vetust, dalla
degradazione sotto tutte le sue forme, dallabbandono. Un
certo modo di fare urbanistica distruttivo quando le
autorit sono troppo sensibili alle pressioni economiche ed
alle
esigenze
della
circolazione.
La
tecnologia
contemporanea, mal applicata, guasta le strutture antiche.
I restauri abusivi sono nefasti. Infine e soprattutto, la
speculazione fondiaria ed immobiliare sottrae parti del tutto
ed annienta i migliori piani.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

37

CARTA DI AMSTERDAM -1975


PRINCIPI
La conservazione integrata elimina queste minacce.
La conservazione integrata il risultato dellazione congiunta delle
tecniche del restauro e della ricerca delle funzioni appropriate.
Levoluzione storica ha condotto i centri degradati delle citt e,
alloccasione, dei villaggi abbandonati, a divenire riserve di
abitazioni a basso costo. Il loro restauro deve essere condotto in
uno spirito di giustizia sociale e non deve comportare lesodo di
tutti gli abitanti di modeste condizioni.
La conservazione integrata deve essere, per questo verso, uno dei
momenti preliminari della pianificazione urbana e regionale.
necessario notare che questa conservazione integrata non esclude
affatto tutta larchitettura moderna dagli insiemi antichi, ma essa
dovr tenere in gran conto il contesto ambientale esistente,
rispettare le proporzioni, la forma e la disposizione dei volumi,
nonch i materiali tradizionali.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

38

19

CARTA DI AMSTERDAM -1975


PRINCIPI
La conservazione integrata richiede la messa a punto di
mezzi giuridici, amministrativi, finanziari e tecnici.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

39

Il processo di conservazione integrata


produce un maggior valore del patrimonio
culturale e, dunque, un processo di
valorizzazione.

La
conservazione
integrata
pu
essere
piuttosto definita come una strategia
integrata per la conservazione dei beni
culturali.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

40

20

Con lazione di conservazione si attualizza la


funzione originaria del P.E.E. rendendola pi
adatta alle esigenze del presente e integrandola
nella vita moderna.
Lutilit originaria si pu trasformare in una nuova
utilit che tende alla fruibilit collettiva (e cio di
tipo sociale).
Il concetto di conservazione muta cos da azione
di mantenimento in azione di trasformazione.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

41

GLI INTERVENTI SUL PREESISTENTE


In tempi recenti, grazie anche a precisi interventi
legislativi, il recupero del preesistente - inteso come
patrimonio edilizio e urbanistico, sia storico che di
epoca pi attuale - ha acquisito il ruolo di
intervento ordinario uscendo dalla fase limitata
della
sperimentazione
attuata
tramite
le
realizzazioni esemplari e le leggi speciali.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

42

21

Una classificazione individua gli interventi di:


consolidamento
finalizzati al ripristino delle caratteristiche statiche del
preesistente

liberazione
consistono nel liberare loggetto da elementi ad esso
ritenuti estranei o incongrui, portando in luce parti
mascherate o nascoste, ma comunque cancellando una
pagina di storia del preesistente

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

43

ricostruzione
relativi alla ricostruzione parziale o integrale di oggetti

innovazione
relativi allinserimento di parti o elementi moderni, sono
gli interventi storicamente pi diffusi perch legati al
concetto di continuit duso e di azione

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

44

22

Una classificazione con riferimento alla legislazione


italiana individua gli interventi di:
manutenzione ordinaria, ovvero operazioni di
natura ricorrente per la buona conservazione e
funzionalit del preesistente, che si presenta in
questo caso in condizioni soddisfacenti.

manutenzione straordinaria, ovvero linsieme


degli interventi di natura non ricorrente relativi al
consolidamento statico e alla installazione e
rifacimento di impianti.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

45

Gli interventi di manutenzione straordinaria, sia pure


attraverso il rinnovamento e la sostituzione di parti,
non
comportano
una
trasformazione
del
preesistente.

Nella realt operativa, alla definizione di interventi di


manutenzione straordinaria, si sono ricondotte
operazioni che di manutentivo avevano molto poco e
che miravano ad una completa innovazione e
ristrutturazione. Basti pensare al caso degli edifici
completamente svuotati allinterno,
sostituzione degli elementi strutturali.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

con

la

46

23

Un ulteriore gruppo individua gli interventi


riconducibili alla caratteristica comune della
conservazione dei valori propri del preesistente,
cio di ogni parte di interesse storico artistico,
della unit formale e strutturale,
della messa in evidenza dei caratteri architettonici,
del ripristino delle parti alterate,
della eliminazione delle superfetazioni.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

47

Tali interventi, definibili di restauro, rispettano i


caratteri architettonici e tipologici delloggetto, pur
comprendendo le opere necessarie allarresto dei
fenomeni di disgregazione e fatiscenza e alla
utilizzazione funzionale attraverso adeguamenti
tecnologici e distributivi.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

48

24

Il risanamento conservativo prevede


la
conservazione
integrale
delle
parti
del
preesistente che rivestono interesse architettonicoambientale,
la possibilit di trasformazione dellimpianto
distributivo per adeguarlo alle esigenze di una
moderna e compatibile destinazione duso,
senza tuttavia alterare le principali articolazioni dello
spazio e delle caratteristiche formali.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

49

Lintervento di ristrutturazione, nel caso di un un


edificio, prevede la riqualificazione complessiva e la
sua riorganizzazione distributiva , con la salvaguardia
dei valori ambientali di cortina - per edifici antichi - e
con il miglioramento dellinserimento nel contesto
ambientale - per edifici pi recenti -.

Nel caso di aree urbane, lintervento mira alla


completa riorganizzazione del tessuto edilizio ed
urbanistico esistente, con demolizioni e trasformazioni
dellambiente urbano, cambiamento delle destinazioni
duso del suolo, nuove sistemazioni del traffico e
creazioni di nuovi edifici ed attrezzature.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

50

25

I VALORI

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

51

Il riconoscimento e lassunzione di valori una


ineludibile esigenza della vita delluomo, che
attribuisce ad essi un significato con il quale connette
le proprie decisioni e comportamenti a fronte dei
bisogni.
La definizione dei valori regolata da meccanismi
che sono propri della natura umana: un valore
tale non di per s ma perch come tale viene
assunto dalluomo.
Il valore di una cosa non nella cosa ma nel
rapporto che esiste tra luomo e la cosa, e cio
nella interpretazione del valore.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

52

26

Ogni cultura, senza mai prescindere dai valori


fondamentali, sviluppa una propria risposta al
bisogno di valori e quindi una relativa propria scala di
priorit.

La necessit di una scala di priorit delle preferenze,


in cui i singoli beni attingono un valore che tiene
conto della loro capacit di essere utili per soddisfare
bisogni, deriva dallimpossibilit da parte delluomo di
soddisfare tutti i bisogni nello stesso momento.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

53

LIMPORTANZA DEI VALORI NEL


PROCESSO DI RECUPERO
Limportanza dei valori nel processo di recupero
del preesistente essenziale, in quanto la
conservazione, che assicura il soddisfacimento
di un bisogno fondamentale di tipo collettivo,
trova la sua giustificazione nei valori che si
attribuiscono al patrimonio architettonico.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

54

27

La dialettica fondamentale
consiste nellantinomia tra

della

conservazione

la conservazione della materia


la conservazione dellimmagine.
Da un lato si pone come elemento centrale la
materia originale, la materia storica.
Dallaltro lato si assiste alla fondamentale esigenza
di conservare limmagine, cio la forma.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

55

La mediazione tra questi due termini non pu non


essere in un terzo elemento, che costituito dal
valore o da un sistema di valori.
Si conserva allora il valore

La tutela, la conservazione, il restauro, hanno come


finalit comune la tutela, la conservazione, il
restauro dei valori, che costituiscono un attributo
essenziale del patrimonio architettonico.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

56

28

Poich i valori non sono dati al progettista


della conservazione, ma sono da lui scelti,
necessario in prima istanza
identificare tutti i valori in gioco,
sia quelli storico-estetici, simbolici, religiosi, che
quelli sociali, di uso, economici e finanziari.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

57

La valutazione il frutto di una capacit critica di


vedere tutti gli aspetti del problema, e non solo
quelli pi evidenti, e di identificazione sia dei
valori espliciti che di quelli impliciti.
Non esiste una graduatoria di valori, nessuna
Carta del restauro esplicita ci, perch dipende da
diversi fattori, dal contesto, dallatteggiamento
culturale.
La deduzione di una graduatoria di priorit dei
valori il risultato di un processo che non pu
essere lasciato al singolo tecnico, ma dovrebbe
essere il risultato di un trasparente processo
dialogico-comunicativo.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

58

29

IL VALORE DELLA STORIA


Poich ogni valore riconoscibile nel preesistente
comunque un valore storico, ne consegue che la storia
di per se stessa un valore.

La storia contiene anche lelemento fondamentale che


la continuit, che si configura secondo le due
categorie del tempo e dello spazio
La continuit un carattere essenziale della storia
e costituisce di per se stessa un valore.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

59

Di fronte alla testimonianza storica, la immediata


conseguenza della continuit come valore la
legittimit di tutte le fasi storiche e di tutte
le testimonianze.

Il pi antico non dunque un valore in s,


ma il valore sta nel processo.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

60

30

Assunta per monumento ogni opera fatta dalluomo allo


scopo di mantenere vivo nelle generazioni future il ricordo di
azioni o destini umani singoli e collettivi, il suo valore
storico nellessere stato un tempo e, oggi, nel non
essere pi.

In una concezione evoluzionistica della storia,


ogni attivit umana ha un proprio valore storico.

Lattribuzione del valore storico generalizzabile ad


ogni azione umana e, di conseguenza, ad ogni
prodotto delluomo, cio estensibile a tutto il
preesistente costruito.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

61

Mantenere inalterato il valore storico significa mirare


alla maggiore conservazione possibile del p.e.e. nello
stato attuale in cui si trova.

Di qui la necessit di un intervento di conservazione


che blocchi il corso naturale degli eventi, senza
nessuna indulgenza verso ununicit di stile e un ritorno
ad uno stato primitivo delloggetto.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

62

31

IL VALORE DI ANTICHIT
Il primo valore che investe il preesistente, inteso nella
sua genericit, il valore di antichit.
Si manifesta attraverso un aspetto non moderno e
quindi si basa sul contrasto con il presente, sul
possedere degli attributi opposti rispetto a quelli di un
edificio, di una creazione attuale e recente.

Il riconoscimento del valore di antichit determina delle


emozioni attraverso i segni che il tempo ha lasciato
sulloggetto con il processo di deterioramento naturale.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

63

Lunico
intervento
ammesso
per
mantenere
inalterato il valore di antichit deve mirare non a
fermare il tempo, ad impedire la sua naturale
evoluzione, ma ad incidere sulla velocit di
deterioramento affinch questa non sia
superiore al normale.

E questa laffermazione di uno dei concetti cardine


della moderna teoria della conservazione e del
restauro,
vale
a
dire
la
necessit
della
manutenzione
come
mezzo
per
impedire
lintervento sullesistente.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

64

32

IL VALORE COMMEMORATIVO
La necessit che un edificio (monumento) conservi
sempre presente e vivo lo scopo iniziale per il quale
stato eretto e continui ad assolvere la funzione di
ricordo costituisce il valore commemorativo
voluto.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

Il valore commemorativo collega


presente, in quanto, se

il passato

65

al

il valore di antichit si basa sul deterioramento fisico


naturale
e
il valore storico intende arrestarlo e congelare
loggetto in un dato stato,
il valore commemorativo voluto teso alla eterna
presenza delledificio (monumento).

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

66

33

Di conseguenza, laffermazione di questo valore


impone la necessit del restauro e della
trasformazione, come unici mezzi in grado di
garantire che loggetto continui ad essere
commemorativo.

Ma restauro e trasformazione annullano il valore di


antichit e il valore storico, che quindi sono in netta
antitesi con quello commemorativo.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

67

IL VALORE DI ATTUALIT
Il valore di attualit la capacit di appagare
anche quei bisogni sensoriali o spirituali degli
uomini.

Il valore di attualit si scompone in:


valore duso
valore darte

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

68

34

I VALORI DI SISTEMA E TECNICA


Il sistema, o meglio la struttura, pensabile quale
complesso delle relazioni tra gli enti che
costituiscono loggetto.

La struttura linsieme delle leggi che


correlano tra loro gli episodi (che possono
anche essere elementi materiali).
A titolo di esempio si pu considerare il confronto tra un
trilite ed un arco: gli elementi sono gli stessi, ma cambia la
struttura di relazione tra essi.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

69

La tecnica la fisicit del sistema o della


struttura, conoscenza dei materiali, dei modi in cui
essi sono messi in opera, della loro resistenza e delle
modalit di intervento per aumentarne la durata.
Lattenzione per la tecnica sposta il concetto di
oggetto da tutelare da monumento a bene
culturale, inteso come prodotto di una cultura e del
suo contesto.
E laffermazione del valore culturale delle
tradizioni costruttive e delle tipologie edilizie,
rapportando la tecnica costruttiva ai valori ambientali
e storico-culturali del luogo.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

70

35

IL VALORE ECONOMICO
Molto spesso presente una incapacit ad
identificare un ordine di valori, facendo s che
tutto assuma lo stesso valore, sia surrogabile con
una qualunque altra cosa e, in generale, tutto sia
caratterizzato da un valore economico.

La
razionalit
delle
scelte
diventa
allora
esclusivamente quella mutuata dalla matrice del
calcolo economico, che nel caso del P.E.E. non riesce
ad incorporare le esternalit sociali ed ambientali,
generando degrado e squilibri.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

71

Nel conflitto tra i valori economici ed gli altri valori


identificati, questi ultimi sono sempre perdenti,
perch non sono incorporati nelle scelte come i valori
basati sullutilit economica
Non sono confrontabili con i valori di mercato o di
costo o di trasformazione.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

72

36

Recentemente si va affermando unidea di valore


economico per le risorse culturali-ambientali molto
pi complessa ed articolata.
Non a tutti i beni culturali sembra possibile assegnare un
valore di scambio e [...] la soluzione autentica ed umana
del problema della valutazione di utilit del bene culturale
non sta nella astratta e generalizzata ricerca di un valore
di scambio sempre e comunque definibile ma, piuttosto,
nella ricerca storico-critica di una utilit di tipo
essenzialmente etico-morale.

Lazione di conservazione trasforma allora il valore di


scambio del bene in un nuovo valore - il valore
duso sociale - che differisce dalloriginario valore di
mercato di una quantit che rappresenta plusvalore.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

73

LUNIT DEI VALORI DEL PREESISTENTE


I valori umani vengono assunti a base dellenunciazione
dei principi che regolano la conservazione.
Occorre stabilire criticamente qual in un oggetto il
valore che si ritiene possa offrire maggiore utilit
alluomo.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

74

37

La relativit dei valori del preesistente consente di


estendere il campo della conservazione non solo ai
valori architettonici materici e fisici, ma anche ai valori
di relazione tra gli stessi elementi e il complesso, valori
espressione di dinamiche che investono la sfera dei
significati e i processi spazio-temporali che hanno
luomo come protagonista.
Valori culturali ma anche antropici, sociali ed
economici: un insieme di valori che attiene ad una
nozione di preesistente quale complesso sistema
dinamico,
connotato
dalla
sinergia
tra
i
componenti e dallintegrazione tra i valori.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

75

LA CONGRUENZA DEL
RECUPERO DEL P.E.E.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

76

38

Il

recupero

problematiche

del

P.E.E.

complesse

mette
che

in

campo

delle

comportano

una

forma di interdisciplinariet originale, fondata


non soltanto sul piano empirico del confronto
dialogico-comunicativo tra i diversi progettisti,
ma anche su modalit di azione che tengono conto
dellarea di interferenza e di sovrapposizione delle
diverse materie e sul rapporto tra la conoscenza
dello stato di fatto e i requisiti prestazionali posti
dalluso.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

77

La congruenza dellazione di recupero molto pi


che il momento della scelta delle modalit di resa
delle

prestazioni richieste, ma

diventa

studio

accurato delle esigenze espresse dallutente e delle


possibili

alternative

tecnologiche

per

il

loro

soddisfacimento in coerenza con le caratteristiche


architettoniche del preesistente.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

78

39

Un recupero congruente consente:


una verifica dellappropriatezza delle scelte
di superare la logica del caso per caso
e permette la compresenza dellistanza di:
non

cancellazione

delle

nature

storiche

(la

cumulazione o accumulazione storica) del preesistente


adattamento del preesistente ai differenti bisogni che
si presentano allutilizzazione

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

79

Definiti
- il sistema dei valori
- il sistema degli usi (insieme delle scelte tecniche e
tecnologiche conseguenti alle prestazioni richieste alledificio)
attraverso lo studio del rapporto tra
edificio
nuova destinazione duso
relative esigenze
conseguente attrezzamento tecnologico
salvaguardia dei valori del preesistente
si determina il sistema delle congruenze tra questi, cio il
sistema delle relazioni che li legano in termini di
accettabilit tecnica e culturale.
Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

80

40

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

81

COMPATIBILITA E APPROPRIATEZZA
La compatibilit non si limita a descrivere
unattitudine
ma serve ad esprimere un giudizio di valore
sul rapporto che gli interventi stabiliscono con
lesistente (la qualit di relazione)
sulle caratteristiche intrinseche degli stessi
interventi (la qualit propria)

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

82

41

COMPATIBILITA E APPROPRIATEZZA
La norma UNI 10838 definisce la qualit edilizia nel
seguente modo:
Insieme
delle
propriet
e
delle
caratteristiche
dellorganismo edilizio o di sue parti che conferiscono ad essi
la capacit di soddisfare, attraverso prestazioni, esigenze
espresse o implicite.
La norma articola la definizione di qualit edilizia in:
- qualit funzionale spaziale;
- qualit ambientale;
- qualit tecnica;
- qualit operativa;
- qualit utile;
- qualit manutentiva.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

83

Articolazione della nozione di compatibilit:


compatibilit operativa (definisce i requisiti di
operabilit della modalit di azione nella fase
realizzativa);
- compatibilit intrinseca (valuta la qualit propria
della modalit di azione e dunque degli elementi di
nuova introduzione);
- compatibilit di comportamento (esprime la
qualit funzionale della modalit di azione ovvero il
comportamento dellintervento rispetto al preesistente
in relazione alle esigenze prestazionali);

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

84

42

- compatibilit di durata (definisce lattitudine della


modalit di azione a realizzare interventi che
mantengano nel tempo i prestabiliti livelli prestazionali);
- compatibilit di gestione (misura la facilit di
gestione dei sistemi realizzati dalla modalit di azione);
- compatibilit di salvaguardia dellambiente
(valuta le condizioni di impatto della modalit di azione
sul contesto ambientale esterno).

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

85

La complessit delle problematiche in campo mette in


luce i limiti valutativi del concetto di compatibilit e
rende necessario il ricorso alla pi ampia nozione di
appropriatezza.

Lappropriatezza rispetto alla compatibilit si presta


meglio a definire nel complesso la congruenza di una
modalit di azione, in quanto non contrappone
esistente ed intervento di recupero come due fattori
autonomi, ma li valuta nel loro reciproco condizionarsi.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

86

43

Lappropriatezza di una scelta comportamentale


definita dalla misura in cui questa modalit - il
sistema degli usi si confronta con la presenza di
invarianti il sistema dei valori intesi come
insieme

di

limitazioni

che

lesistente

pone

alle

possibilit di modifica e di adeguamento a nuove


esigenze senza perdere la proprie caratteristiche.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

87

Grado di trasformabilit dellesistente


indicatore della capacit dellorganismo edilizio o di parti
di esso di subire modificazioni finalizzate al ripristino e
miglioramento
delle
prestazioni
in
funzione
del
soddisfacimento di determinati requisiti.
Il grado di trasformabilit pu risultare:
- minimo o nullo (qualora ledificio o parti di esso sono di
accertato valore storico e ambientale);
- parziale (se possono essere sostituite, demolite e
ricostruite o destinate a diverso uso, porzioni limitate
dellorganismo);
- massimo (nel caso i cui possa essere interamente
sostituito, demolito, ricostruito o destinato ad uso diverso
lintero apparato edilizio).

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

88

44

Il riconoscimento della presenza dei vincoli


nelle operazioni di recupero consente di definire
appropriato il rapporto esistente fra processo
tecnologico e trasformazione dellambiente

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

89

Nel recupero edilizio, il rapporto oggetto-utilizzazione non pu


essere rigidamente predeterminato n nei modi n nelle
forme, ma richiede che, a seconda delle situazioni, venga
privilegiato luno o laltro dei termini del problema in relazione
alla qualit dei risultati attesi e al costo (in senso lato) che
luna o laltra scelta comporta.

Lappropriatezza letta nel modo in cui si


relazionano ledificio, con la sua consistenza storica
e materica, e le alternative utilizzazioni diventa
il pi importante parametro di valutazione
delle trasformazioni dellesistente.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

90

45

Una modalit di azione si concretizza in fattori fisici che


possono essere utilizzati come elementi da analizzare:
- la configurazione del preesistente
(la opportunit architettonica di successive trasformazioni)

- la nuova destinazione duso


(la sua appetivit)

- la costruzione
(laspetto oggettivo della sua realt)

- la modalit della trasformazione


(la opportunit storica)

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

91

Quattro fattori sintetici da analizzare per poter valutare il


grado di appropriatezza di un intervento di recupero rispetto
alla natura del manufatto esistente:
Configurazione delloggetto, cio linsieme delle sue
caratteristiche morfologiche in senso lato e della loro
articolazione
interna.
Essa
valuta
la
opportunit
architettonica di successive trasformazione, in altri termini, il
grado di trasformabilit dellesistente in funzione del sistema
di valori contenuto in esso.
Nuova destinazione duso delloggetto, ossia linsieme
interamente connesso delle esigenze funzionali espresse. Essa
rappresenta la appetivit dellesistente, ossia il contenuto
utilitaristico delloggetto, che si presta pi o meno a
soddisfare le esigenze espresse dallutenza.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

92

46

Costruzione delloggetto, cio linsieme internamente


connesso delle sue caratteristiche statico costruttive e fisico
tecniche, che rappresenta laspetto oggettivo della sua realt.
Essa misura la suscettivit fisica ad essere utilizzato cos
com o progressivamente manipolato e trasformato;
Modalit di trasformazione, cio linsieme delle soluzioni
tecniche da adottare per ottenere lo scopo. Essa individua la
opportunit storica di operare determinati interventi.

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

93

Lappropriatezza di una modalit di azione di


recupero dellesistente risulta dipendere dal
soddisfacimento di due condizioni:
- il non stravolgimento della logica propria
(formale-spaziale-materica) del preesistente
- la continuit con la logica modale (cio
processuale) che esso rispecchia

Corso di Recupero degli Edifici Storici Prof. Ing. Fabio Fatiguso

94

47