Sei sulla pagina 1di 7

MIX OTTIMALE DI CAPACIT E TEOREMA DEL RECUPERO DEI COSTI

A. In un sistema elettrico, la capacit di generazione ottimale quando il costo marginale della potenza di
picco uguaglia il costo sociale atteso dell'energia non fornita:

(1)

MCC = VOLL x LOLP

dove
MCC

(Marginal Capacity Cost) costo annuo ammortizzato per MW di capacit di picco (/a/MW)

LOLP

(Loss Of Load Probability) probabilit di non fornire energia, ovvero frazione di tempo in cui il
sistema non soddisfa il fabbisogno, espressa in ore/anno

VOLL

(Value Of Lost Load) valore dell'energia non fornita (/MWh)

***
Metodo Macroeconomico di stima del VOLL:
(2)

VOLL = PIL / W

dove
PIL

prodotto interno lordo (/a)

richiesta annua di energia elettrica sulla rete (MWh/a)

oppure
(3)

VOLL = BE / W

dove
EB

(Electricity Bill) fattura elettrica annuale (/a)

richiesta annua di energia elettrica sulla rete (MWh/a)

Il VOLL pu essere definito come il prezzo che i consumatori di energia elettrica sono disposti a pagare per
evitare un'interruzione di servizio. Il valore quindi correlato al valore economico del danno che i
consumatori subiscono dall'interruzione di servizio, a sua volta funzione dell'attivit economica del
consumatore, dai dispositivi di back-up (UPS, soccorritori, gruppi elettrogeni ad intervento automatico,
etc.) della durata del disservizio, del momento in cui esso si verifica, del preavviso, ecc.. In generale, ogni
consumatore ha una "funzione di danno" - valore del danno nel tempo, a partire dall'inizio del disservizio,
CFD (Customer Damage Function) - che dipende da tutti i suddetti parametri.

Fig. 1 - Esempio di funzione di danno (CFD)


Mix ottimale di capacit e teorema del recupero dei costi

Pag. 1 di 7

* comprende Oil&Gas

Fig. 2 - Valore medio del VOLL negli USA, settori terziario (C) ed industriale (I), anno 2012

Fig. 3 - Valore medio del VOLL in Nuova Zelanda, anno 2012

Ad esempio, un dato macroeconomico medio per l'Italia pu essere calcolato come rapporto tra il PIL (circa
1500 G/a) e la richiesta di energia elettrica sulla rete (circa 300 TWh/a): VOLL = 1500 / 300 = 5 /kWh,
ovvero 5.000 /MWh.
***
Mix ottimale di capacit e teorema del recupero dei costi

Pag. 2 di 7

B. Data una curva di durata del carico ed un set di tecnologie di generazione caratterizzate da un costo fisso
annualizzato (capacit) Fi e da un costo marginale (esercizio) Ci, i = 1,2,...,n tipi di generatori, il mix ottimale
determinato in modo che ogni tecnologia di generazione funzioni come tecnologia marginale durante la
frazione temporale in cui essa offre l'alternativa di minimo costo medio.

700
C2

600
500

C1

400

C3

G1
G2

300
G3
200

VOLL

F3
F2

100
F1

0
0

2000

4000

6000

8000

10000

70

Energia non fornita

60
50

G1

40

LDC

30

PDC

G3

20
10
0
0

2000

4000

6000

8000

10000

Fig. 4 - Determinazione del mix ottimale di capacit

Costo medio di generazione dell'energia elettrica (/MW/a):

Ki = Fi + Ci *h,

KTOT = i Ki

FVOLL = 0, CVOLL >> Ci


min KTOT --> poligonale dei costi
Si dimostra facilmente che il minimo costo complessivo di sistema determinato dalla poligonale dei costi
rappresentata in Fig.4 (parte superiore) e corrisponde alla struttura del sistema di generazione indicata
nella stessa Fig. 4 (parte inferiore).

Mix ottimale di capacit e teorema del recupero dei costi

Pag. 3 di 7

700
600
500
400

G1
G2

300

G3
200
100
0
0

2000

4000

6000

8000

T1

10000

T3

70

F3 + C3*(T1+T3) = F1 + C1*T1+C3*T3

60
50
40

LDC

30

PDC
20
10
0
0

2000

4000

6000

8000

10000

50
45

Price Duration Curve


(System Marginal Cost)

C1

40
35
30
25

C3

20

Capacity Payment = F1
(Costo fisso tecnologia di picco)

15
10
5
0
0

2000

4000

6000

8000

10000

Fig. 5 - Teorema di recupero dei costi

Mix ottimale di capacit e teorema del recupero dei costi

Pag. 4 di 7

Teorema del recupero dei costi


Se un mix di capacit di generazione ottimale in accordo con le definizioni suddette e se tutti i generatori
sono dispacciati in maniera ottimale (secondo il merit order) allora lo schema di remunerazione seguente
assicura il pieno recupero dei costi per ogni generatore:
1) ogni MWh prodotto pagato dal costo marginale di sistema, cio il pi alto costo marginale del
generatore in funzione in quel dato periodo di tempo;
2) ogni generatore riceve un "capacity payment" per ogni MW della sua capacit pari al costo della
capacit della tecnologia di picco, cio il pi basso costo di capacit del sistema.
La dimostrazione grafica del teorema evidente se si osserva la precedente Fig. 5.

Teorema del recupero dei costi rivisitato.


Se un mix di capacit di generazione ottimale in accordo con le definizioni suddette e se tutti i generatori
sono dispacciati in maniera ottimale (secondo il merit order) allora lo schema di remunerazione seguente
assicura il pieno recupero dei costi per ogni generatore:
1) ogni volta che il carico viene distaccato, il costo marginale del sistema pari al VOLL;
2) ogni MWh prodotto pagato dal costo marginale di sistema, cio il pi alto costo marginale del
generatore in funzione in quel dato periodo di tempo, oppure dal VOLL se il carico distaccato.

Come si vede dalla Fig. 6, F1 = VOLL * T0.


Come si vede nella curva di durata del prezzo (Fig. 6 parte inferiore), durante i periodi di distacco del carico che in totale sono T0 = LOLP - tutti i generatori ricevono un prezzo pari appunto a VOLL, dunque tutti i
generatori ricevono nell'anno un fisso pari a F1 = VOLL*T0 e non c' necessit di alcun meccanismo di
capacity payment.

Equilibrio di lungo termine: tutti i generatori coprono i propri costi fissi e variabili e ogni nuovo generatore
lavora in perdita.
Se il mix non ottimale, i generatori sono dispacciati in base al merit order ed riconosciuto un capacity
payment (o il VOLL intergrato nel mercato), il sistema tende all'equilibrio in due modi:

se la capacit dei generatori in servizio di base inferiore all'ottimo, i generatori sono remunerati
oltre i costi e nuovi generatori si possono proficuamente inserire nel mercato, in particolare in
servizio di base, spingendo il mix verso l'ottimo;
se la capacit dei generatori in servizio di base superiore all'ottimo, i generatori non riescono a
coprire i costi; escono quindi di produzione i generatori in situazione di maggior perdita, per cui il
mix si spinge verso l'ottimo.

Pu essere necessaria un'azione regolatoria in caso di concorrenza imperfetta e/o di barriere all'ingresso di
nuovi entranti (ad esempio anche per difficolt di autorizzazione alla costruzione di nuovi impianti, ecc.).

Mix ottimale di capacit e teorema del recupero dei costi

Pag. 5 di 7

700
C2

600
500

C1

400

C3

G1
G2

300
G3
200F3

VOLL

F2

100F1
0
0

2000

T0

4000

6000

T1

8000

10000

T3

70

Energia non fornita

60
50

G1

40

LDC

30

PDC

G3

20
10
0
0

2000

4000

6000

8000

10000

600
500

VOLL

400

Price Duration Curve


(System Marginal Cost)

300
200

NO Capacity Payment
(F1 = VOLL * T0)

C1

100

C3

0
0

2000

4000

6000

8000

10000

Fig. 6 - Teorema di recupero dei costi rivisitato

Mix ottimale di capacit e teorema del recupero dei costi

Pag. 6 di 7

La presenza di impianti a fonti rinnovabili nel mix sposta la curva di offerta e fa scendere il costo marginale
(e pertanto il prezzo).

Fig. 7 - Modifica della curva di offerta per effetto degli impianti a fonti rinnvabili

Fig. 8 - Modifica della curva di durata del carico per effetto degli impianti a fonti rinnvabili

Mix ottimale di capacit e teorema del recupero dei costi

Pag. 7 di 7