Sei sulla pagina 1di 152

Sistemi Radio a

Microonde Digitali
MDRS 155 S

Descrizione
Release 4.3
02JCA00067AAH 001
Emissione 1; 03.2005

Marconi Communications
D-71520 Backnang
Telefono (07191) 13-0 Telefax (07191) 13-3212
http://www.marconi.com
Copyright 2004 by Marconi Communications GmbH (qui
citata come Marconi)
Modifiche vietate Scritto in Germania
Marconi, Marconi Communications, il Marconi Logo,
Skyband, MDRS, MDMS e ServiceOn sono marchi
depositati
di Marconi Communications GmbH.
Windows un marchio riservato di fabbrica di Microsoft
Corporation, Redmond.
Marconi Communications
D-71520 Backnang
Telefono +49 (7191) 13-0 Telefax +49 (7191) 13-3212
http://www.marconi.com
Copyright 2004 by Marconi Communications GmbH (qui
citata come Marconi)
Specifiche soggette a cambiamenti Stampato in Italia
Marconi, Marconi Communications, il logo Marconi ,
Skyband, MDRS, MDMS e ServiceOn sono marchi di
fabbrica
Marconi Communications.
Windows un marchio di fabbrica di Microsoft
Corporation, Redmond.

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Indice

Indice
Indice ........................................................................................................ I
Figure ......................................................................................................V
Abbreviazioni.........................................................................................IX
1 Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione.....................1-1
1.1

Sistemi Radio SDH a Microonde prodotti da Marconi Communications ...................... 1-1

1.2

Gerarchia Digitale Sincrona (SDH)..................................................................................... 1-2

1.3

MDRS 155 S - Sistema Radio Digitale a Microonde di nuova generazione ................... 1-3

1.4

Principali caratteristiche ..................................................................................................... 1-4

1.5

Bande di frequenza ............................................................................................................ 1-11

2 Breve descrizione ..........................................................................2-1


2.1

Componenti del sistema ..................................................................................................... 2-2

2.2
Antenne............................................................................................................................... 2-11
2.2.1
Tipi d'antenna ............................................................................................................... 2-11
2.2.1.1
Antenne a lente ..................................................................................................... 2-11
2.2.1.2
Antenne paraboliche.............................................................................................. 2-12
2.2.1.3
Antenne a conchiglia ............................................................................................. 2-13
2.2.1.4
Antenne speciali per protezione d'apparato 1+1 ................................................... 2-14
2.2.2
Guadagno d'antenna .................................................................................................... 2-14
2.3
Unit Outdoor ..................................................................................................................... 2-15
2.3.1
Direzione trasmissione ................................................................................................. 2-15
2.3.2
Direzione ricezione ....................................................................................................... 2-15
2.3.3
Rete di Diramazione del Cavo ...................................................................................... 2-15
2.3.4
Alimentazione Unit Outdoor........................................................................................ 2-16
2.3.5
Segnalazione, controllo e configurazione..................................................................... 2-16
2.3.6
Filter box ....................................................................................................................... 2-16
2.4
Unit Indoor ........................................................................................................................ 2-17
2.4.1
Varianti.......................................................................................................................... 2-17
2.4.2
Moduli IDU .................................................................................................................... 2-18
2.4.2.1
Scheda principale .................................................................................................. 2-18
2.4.2.2
Alimentazione (PS)................................................................................................ 2-19
2.4.2.3
Modulo ventole (FAN)............................................................................................ 2-19
2.4.2.4
Backplane .............................................................................................................. 2-19
2.4.2.5
EOW (facoltativo) .................................................................................................. 2-20
2.4.3
Segnalazione, controllo e configurazione..................................................................... 2-20
2.4.4
Interfacce e viste del Unit Indoor (IDU) ...................................................................... 2-21

3 Configurazioni ................................................................................3-1
3.1
Generalit.............................................................................................................................. 3-1
3.1.1
Caratteristiche generali................................................................................................... 3-1
3.1.2
Caratteristiche 2xSTM-1 ................................................................................................. 3-2
3.1.3
Caratteristiche 4xSTM-1 ................................................................................................. 3-2
3.1.4
Caratteristiche 6xSTM-1 ................................................................................................. 3-2
3.2
Utilizzo dello schema di frequenza .................................................................................... 3-4
3.2.1
Connessione in singola-polarizzazione .......................................................................... 3-4
3.2.2
Connessione cross-polare (utilizzando due polarizzazioni) ........................................... 3-4
Marconi

MDRS 155 S Descrizione


Indice

3.3

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Stazione Terminale e Ripetitore.......................................................................................... 3-5

3.4
Configurazione di sistema e connessione canali ............................................................. 3-6
3.4.1
Unit Outdoor con filtro broadband (con filter box BB)................................................... 3-8
3.4.1.1
Configurazione 1+0 ................................................................................................. 3-8
3.4.1.2
Configurazione 2+0 ................................................................................................. 3-9
3.4.1.3
Configurazione 4+0 ............................................................................................... 3-11
3.4.2
Unit Outdoor con filtro di canale ('filter box BU') ......................................................... 3-13
3.4.2.1
Configurazione 1+0 con filtro di canale ................................................................. 3-15
3.4.2.2
Configurazione 2+0 - Connessione con filtro di canale ......................................... 3-16
3.4.2.3
Configurazione 4+0 con filtri di canale e funzionamento bi-polare....................... 3-18
3.4.2.4
Configurazione 6+0 (opzionalmente 4+2 con DPU-STM-4).................................. 3-19
3.5
Scambio di protezione MDRS 155 S................................................................................. 3-20
3.5.1
Opzioni di Configurazione MDRS 155 S..................................................................... 3-21
3.5.2
Configurazione in protezione di apparato con scambio RF.......................................... 3-22
3.5.3
Configurazione in protezione di apparato con accoppiatore RF................................... 3-24
3.5.4
Configurazione con protezione di apparato con scambio RF e scambio di linea......... 3-26
3.5.4.1
Configurazione con protezione di apparato con accoppiatore RF e scambio di linea3-29
3.5.4.2
Configurazione con protezione di linea ................................................................. 3-32
3.5.4.3
Configurazione in protezione di linea con scambio di linea................................... 3-34

4 Terminale Accesso Locale............................................................ 4-1


4.1

Connessione diretta all'Interfaccia LMT ............................................................................ 4-2

4.2
Connessione LAN/WAN tramite TCP/IP............................................................................. 4-2
4.2.1
Informazioni indirizzo IP per MDRS 155 S ..................................................................... 4-4
4.2.2
Informazioni indirizzo IP per LMT ................................................................................... 4-4
4.2.3
Pila protocollo della connessione TCP/IP....................................................................... 4-4
4.3

Collegamento Modem.......................................................................................................... 4-5

5 Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati ............... 5-1


5.1
Integrazione nella TMN ........................................................................................................ 5-1
5.1.1
Introduzione .................................................................................................................... 5-1
5.1.2
Introduzione alla Rete SISA............................................................................................ 5-1
5.1.3
Indirizzamento dell'Elemento di Rete nella Rete SISA ................................................... 5-3
5.1.4
Informazioni base sui protocolli ...................................................................................... 5-4
5.1.5
Protocolli SISA ................................................................................................................ 5-5
5.1.5.1
Protocollo Utente (AWP01) .................................................................................... 5-5
5.1.5.2
Protocollo di scambio (VMP01) ............................................................................... 5-6
5.1.6
Connessione di MDRS 155 S verso il Sistema ServiceOn............................................. 5-7
5.1.7
Pila di protocollo delle interfacce .................................................................................... 5-8
5.1.7.1
Interfaccia QD2........................................................................................................ 5-8
5.1.7.2
Pila protocollo OSI ................................................................................................... 5-9
5.1.7.3
Pila protocollo TCP/IP............................................................................................ 5-10
5.1.7.4
Funzionalit di instradamento................................................................................ 5-10
5.1.7.5
Pila multi-protocollo ............................................................................................... 5-11
5.2
Modalit operative DCN..................................................................................................... 5-12
5.2.1
Connessione ad una rete OSI....................................................................................... 5-12
5.2.2
Connessione ad una rete QD2 ..................................................................................... 5-13
5.2.2.1
MDRS 155 S utilizzato come Slave senza funzione di concentrazione SISA....... 5-13
5.2.2.2
MDRS 155 S utilizzato come Slave con funzione di concentrazione SISA........... 5-14
5.2.3
Connessione ad una rete IP ......................................................................................... 5-15
5.2.3.1
Connessione ad una Rete IP senza funzione di concentrazione SISA................. 5-15
5.2.3.2
Connessione ad una Rete IP con funzione di concentrazione SISA .................... 5-16
5.2.4
Generalit sulle modalit operative DCN...................................................................... 5-17
5.3
Indirizzi per instaurare una connessione verso ServiceOn........................................... 5-18
5.3.1
Indirizzi per impostare una connessione diretta QD2................................................... 5-18
II

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Indice

5.3.2
Indirizzi per trasporto OSI ............................................................................................. 5-18
5.3.2.1
Indirizzi TSAP ........................................................................................................ 5-18
5.3.2.2
Indirizzi NSAP........................................................................................................ 5-18
5.3.2.3
Indirizzo SISA-V Gateway ..................................................................................... 5-21
5.3.2.4
Indirizzi Internet ..................................................................................................... 5-22
5.3.3
Indirizzo Ethernet.......................................................................................................... 5-22
5.3.4
Riepilogo delle impostazioni di indirizzo ....................................................................... 5-23

6 Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)........................................6-1


6.1
Sistemi MDRS 155 S Europa............................................................................................ 6-1
6.1.1
MDRS 155/ ... 128 MLQAM CS e sistemi KS............................................................... 6-1
6.1.2
MDRS 155/ ... 16 MLQAM CS e sistemi KS................................................................. 6-3
6.2
Sistemi MDRS 155 S Messico ......................................................................................... 6-5
6.2.1
Sistemi MDRS 155/ ... 128 MLQAM CS/MX................................................................. 6-5
6.3
Sistemi MDRS 155 S Brasile ........................................................................................... 6-7
6.3.1
Sistemi MDRS 155/ ... 16 MLQAM CS/BR .................................................................. 6-7
6.4

Ritardo di start-up dell'Amplificatore Tx (ODU) ................................................................ 6-9

6.5
Perdite di diram. ................................................................................................................... 6-9
6.5.1
Sistemi 128 QAM ............................................................................................................ 6-9
6.5.2
Sistemi 16 QAM .............................................................................................................. 6-9
6.5.3
Accoppiatore RF ............................................................................................................. 6-9
6.6

Cavo di connessione Unit Indoor - Unit Outdoor ....................................................... 6-10

6.7

Interfaccia STM-1 ............................................................................................................... 6-10

6.8

Interfacce EOW................................................................................................................... 6-11

6.9

Alimentazione..................................................................................................................... 6-11

6.10

Controllo ventole................................................................................................................ 6-12

6.11

Condizioni ambientali........................................................................................................ 6-12

6.12 Dimensioni e pesi............................................................................................................... 6-13


6.12.1 Unit Outdoor................................................................................................................ 6-13
6.12.2 Unit Indoor .................................................................................................................. 6-14
6.13

EMC / Sicurezza d'apparato / Tipo protezione ................................................................ 6-14

6.14

Conformit CE .................................................................................................................... 6-14

7 Informazioni sugli ordini................................................................7-1


7.1
Unit Outdoor e accessori .................................................................................................. 7-1
7.1.1
Banda 18.7 GHz ............................................................................................................. 7-1
7.1.1.1
Sistemi 128 MLQAM................................................................................................ 7-1
7.1.1.2
Sistemi 16 MLQAM.................................................................................................. 7-3
7.1.1.3
Accessori ................................................................................................................. 7-5
7.1.2
Banda 23 GHz ................................................................................................................ 7-6
7.1.2.1
Sistemi 128 MLQAM................................................................................................ 7-6
7.1.2.2
Sistemi 16 MLQAM.................................................................................................. 7-8
7.1.2.3
Accessori ................................................................................................................. 7-9
7.1.3
Banda 26 GHz .............................................................................................................. 7-10
7.1.3.1
Sistemi 128 MLQAM.............................................................................................. 7-10
7.1.3.2
Sistemi 16 MLQAM................................................................................................ 7-12
7.1.3.3
Accessori ............................................................................................................... 7-13
7.1.4
Banda 28 GHz .............................................................................................................. 7-14
7.1.4.1
Sistemi 128 MLQAM.............................................................................................. 7-14
7.1.4.2
Sistemi 16 MLQAM................................................................................................ 7-16
7.1.4.3
Accessori ............................................................................................................... 7-17
Marconi

III

MDRS 155 S Descrizione


Indice

7.2

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Unit Indoor e accessori ................................................................................................... 7-18

8 Istruzioni di servizio ...................................................................... 8-1

IV

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Figure

Figure
Note

Fig. 1-1
Fig. 1-2
Fig. 1-3
Fig. 1-4
Fig. 1-5
Fig. 1-6
Fig. 1-7
Fig. 1-8
Fig. 1-9
Fig. 1-10
Fig. 2-1
Fig. 2-2
Fig. 2-3
Fig. 2-4
Fig. 2-5
Fig. 2-6
Fig. 2-7
Fig. 2-8
Fig. 2-9
Fig. 2-10
Fig. 2-11
Fig. 2-12
Fig. 2-13
Fig. 2-14
Fig. 3-1
Fig. 3-2
Fig. 3-3
Fig. 3-4
Fig. 3-5
Fig. 3-6
Fig. 3-7
Fig. 3-8
Fig. 3-9
Fig. 3-10
Fig. 3-11
Fig. 3-12
Fig. 3-13
Fig. 3-14
Fig. 3-15
Fig. 3-16
Fig. 3-17
Fig. 3-18
Marconi

Alcuni dei sistemi descritti in questo documento comprendono elementi


facoltativi che non appartengono alla normale fornitura e devono essere
ordinati separatamente. Il contenuto e le caratteristiche tecniche possono
essere soggetti a modifiche.
Tabella dei prodotti - Radio SDH a microonde.............................................................. 1-1
Byte SOH usati per la trasmissione SDH radio a microonde ...................................... 1-2
Componenti di un collegamento radio 1+0.................................................................... 1-3
Unit Outdoor con antenna parabolica di 0.6-m .......................................................... 1-6
Unit Outdoor con antenna parabolica di 0.6-m (vista da dietro) .............................. 1-7
Unit Outdoor con antenna parabolica da 0.6-m e scambio RF (vista frontale)........ 1-8
Unit Outdoor con antenna parabolica da 0.6-m e scambio RF (vista posteriore) ... 1-9
Unit Indoor MDRS 155 S .............................................................................................. 1-10
Scheda principale MDRS 155 S (esempio) .................................................................. 1-10
Bande di frequenza..................................................................................................... 1-11
Componenti del sistema (esempio)................................................................................ 2-2
Unit Outdoor con antenna di 0.3-m ............................................................................. 2-3
Unit Outdoor con antenna di 0.6-m ............................................................................. 2-4
Unit Outdoor con antenna di 1.22-m ........................................................................... 2-5
Unit Outdoor con antenna 1.2/2-m (configurazione 1+0) ........................................... 2-6
Unit Outdoor con antenna a lente integrata 0.15-m (vista laterale) .......................... 2-7
Unit Outdoor con antenna a lente integrata 0.15-m (vista dall'alto) ......................... 2-8
Unit Outdoor con antenna a lente 0.15-m (vista posteriore)..................................... 2-9
Viste dell'Unit Outdoor (ODU) ..................................................................................... 2-10
Antenna a lente (PL) 0.15 m....................................................................................... 2-11
Antenne paraboliche (UHP) 0.6 m e 1.2 m................................................................ 2-12
Antenna a lente (SHP) 0.6 m ...................................................................................... 2-13
Interfacce dell'Unit Indoor........................................................................................ 2-21
Vista frontale e dall'alto dell'Unit Indoor ................................................................ 2-22
Configurazione protezione di apparato con scambio RF ............................................ 3-3
Scambio RF con ODU e filter box ................................................................................... 3-3
Funzionamento CCDP e ACAP ....................................................................................... 3-5
Sistema con 'filter box BB' .............................................................................................. 3-6
Sistema con filter box BU................................................................................................ 3-7
Configurazione 1+0 .......................................................................................................... 3-8
Filter box BB ..................................................................................................................... 3-8
Configurazione 2+0 (con OMT) ....................................................................................... 3-9
Configurazione 2+0 (con due antenne) .......................................................................... 3-9
Configurazione 2+0 (con accoppiatore RF) ............................................................. 3-10
'Filter box BB' con accoppiatore............................................................................... 3-10
Configurazione 4+0 (esempio con due antenne e OMT)......................................... 3-11
Configurazione 4+0 (esempio con una antenna e accoppiatori RF) ..................... 3-12
Schema a blocchi del Unit Outdoor e 'filter box'................................................... 3-13
Unit Outdoor e 'filter box BU' .................................................................................. 3-14
Configurazione 1+0
(con filtro di canale ) ........................................................... 3-15
Filtro di canale ('filter box BU') con circolatore d'antenna..................................... 3-15
Configurazione 2+0 (con filtro di canale ) ............................................................... 3-16
V

MDRS 155 S Descrizione


Figure

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Fig. 3-19
Unit Outdoor con filter box BU................................................................................ 3-16
Fig. 3-20
Connessione di due canali tramite filtro di canale.................................................. 3-17
Fig. 3-21
Filter box BU interconnesse ...................................................................................... 3-17
Fig. 3-22
Configurazione 4+0 con filtri di canale e funzionamento bi-polare...................... 3-18
Fig. 3-23
Configurazione 4+2 con DPU STM-4 facoltativo...................................................... 3-19
Fig. 3-24
Configurazione con protezione di apparato con scambio RF Canale in esercizio (OP)
attivo 3-22
Fig. 3-25
Configurazione con protezione di apparato con scambio RF Canale in protezione
(PR) attivo................................................................................................................................... 3-22
Fig. 3-26
Configurazione con protezione di apparato 1+1 (Generalit del Sistema) ........... 3-23
Fig. 3-27
Scambio RF ................................................................................................................. 3-23
Fig. 3-28
Configurazione con protezione di apparato con accoppiatore RF Canale in esercizio
(OP) attivo .................................................................................................................................. 3-24
Fig. 3-29
Configurazione con protezione di apparato con accoppiatore RF Canale in
protezione (PR) attivo ............................................................................................................... 3-24
Fig. 3-30
Accoppiatore RF ......................................................................................................... 3-25
Fig. 3-31
Configurazione con protezione di apparato con scambio RF Canale in esercizio (OP)
attivo 3-26
Fig. 3-32
Configurazione con protezione di apparato con scambio RF Canale di protezione
(PR) attivo................................................................................................................................... 3-26
Fig. 3-33
Configurazione di apparato con scambio RF e scambio linea Canale di protezione
PR attivo/guasto totale di OP-IDU ........................................................................................... 3-27
Fig. 3-34
Scambio di linea (ottica)............................................................................................. 3-28
Fig. 3-35
Scambio di linea (elettrica) ........................................................................................ 3-28
Fig. 3-36
Configurazione con protezione di apparato con scambio RF Canale in esercizio (OP)
attivo 3-29
Fig. 3-37
Configurazione con protezione di apparato con scambio RF Canale di protezione
(PR) attivo................................................................................................................................... 3-29
Fig. 3-38
Configurazione di apparato con scambio RF e scambio linea Canale di protezione
PR attivo/guasto totale di OP-IDU ........................................................................................... 3-30
Fig. 3-39
Configurazione con protezione linea Canale in esercizio (OP) attivo ................. 3-32
Fig. 3-40
Configurazione con protezione linea Canale in protezione (PR) attivo .............. 3-32
Fig. 3-41
Protezione di linea 1+1 (Generalit del Sistema)..................................................... 3-33
Fig. 3-42
Configurazione con protezione di linea con scambio linea Canale in esercizio (OP)
attivo 3-34
Fig. 3-43
Configurazione con protezione di linea con scambio linea Canale in protezione (PR)
attivo 3-34
Fig. 3-44
Configurazione con protezione di linea con scambio di linea Canale di protezione
PR attivo/guasto totale di OP IDU............................................................................................ 3-35
Fig. 4-1 Pila del protocollo per collegare LMT tramite interfaccia seriale del PC ................... 4-2
Fig. 4-2 Connessione TCP/IP tra MDRS 155 S e LMT ................................................................ 4-3
Fig. 4-3 Pila protocollo per la connessione dell'LMT tramite TCP/IP........................................ 4-5
Fig. 4-4 Connessione dell'LMT tramite un collegamento modem............................................. 4-5
Fig. 5-1 Struttura di una rete QD2-SISA ....................................................................................... 5-2
Fig. 5-2 Modello a livelli OSI 7....................................................................................................... 5-4
Fig. 5-3 Struttura dei dati nei singoli livelli del protocollo ......................................................... 5-5
Fig. 5-4 Protocollo di scambio (VMP01)....................................................................................... 5-6
Fig. 5-5 Struttura di commutazione .............................................................................................. 5-7
Fig. 5-6 Opzioni di connessione a ServiceOn ............................................................................. 5-7
Fig. 5-7 Struttura della pila di protocolli QD2.............................................................................. 5-8
Fig. 5-8 Pila protocollo OSI ........................................................................................................... 5-9
VI

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Figure

Fig. 5-9 Pila protocollo TCP/IP.................................................................................................... 5-10


Fig. 5-10
Struttura della pila multi-protocollo QD2/OSI/TCP/IP ............................................. 5-11
Fig. 5-11
Modalit Q3p ............................................................................................................... 5-12
Fig. 5-12
Modalit QD2 Slave ................................................................................................... 5-13
Fig. 5-13
Modalit QD2-SISA-V.................................................................................................. 5-14
Fig. 5-14
Modalit QD2-IP ......................................................................................................... 5-15
Fig. 5-15
Modalit operativa QD2-SISA-V-IP............................................................................ 5-16
Fig. 5-16
Struttura di un Dominio di Routing........................................................................... 5-19
Fig. 5-17
Struttura dell' indirizzo NSAP.................................................................................... 5-19
Fig. 5-18
Struttura del "system ID" per logon remoto ............................................................ 5-21
Fig. 6-1 Generalit del Sistema / Configurazione dell'apparato ................................................ 6-9

Marconi

VII

MDRS 155 S Descrizione


Abbreviazioni

VIII

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Abbreviazioni

Abbreviazioni
Abbreviazione
10Base-T
ACAP
ACCP
ACDP
ADR
AGC
AIS
ALS
ATN
ATPC
BAT
BEI
BB
BU
CCDP
CF
CMI
CMOS
DCC
DCCM
DCCR
DCN
DSC
DTMF
EA-RU
EDI
EOW
EQP
ETSI
esp.
EXTEOW
FEC
GND
IDU
IEC
IF
ITU-R
ITU-T
KDS
LAN
LED
LEI
LFI
LMT
LO
LON
LOS
LP
MCU
MDRS
MLQAM
MMIC
MSOH
Marconi

Significato
Ethernet Standard for Local Baseband Networks, 10 Mbit/s
Adjacent-Channel Alternate-Polarized Operation (corrisponde alla modalit
ACDP)
Adjacent-Channel Co-Polarization
Adjacent-Channel Dual-Polarized Operation
Address Switch for Operating Mode Adjustment
Automatic Gain Control
Alarm Identification Signal
Automatic Laser Shutdown
Analog Terminal Network
Controllo Automatico della Potenza di Trasmissione
Battery, Power Supply Access
Tasso d'Errore
Broadband Filter
Branching Unit (Filtro di canale)
Co-Channel Dual-Polarized Operation
Channel Filter (solo per 18.7 GHz / 16 MLQAM)
Coded Mark Inversion
Complementary Metal Oxide Semiconductor
Data Communication Channel
Data Communication Channel in MSOH
Data Communication Channel in RSOH
Data Communication Network
Digital Service Channel (canale 64 kbit/s)
Dual-Tone Multi-Frequency
Allarme d'apparato - Unit Radio a Microonde
External Device Interface
Canale Telefonico di Servizio;Canale di Servizio per Trasmissione Fonia
Equipment protection
European Telecommunications Standards Institute
espanso
Connessione per estensione CTS esterna
Codice a correzione d'errore FEC
Massa
Unit Indoor
International Electrotechnical Commission
Frequenza Intermedia
International Telecommunication Union - Radio Communication
International Telecommunication Union - Standard
Mancanza Segnale
Local Area Network
Light Emitting Diode
Impulso d'Errore in Linea
Impulso d'Errore in Linea
Terminale Accesso Locale
Oscillatore locale
Local Operating Network
Mancanza Segnale
Line protection
Monitoring & Control Unit
Marconi Digital Microwave Radio System
Multi-Level QAM
Monolithic Microwave Integrated Circuit
Overhead Sezione di Multiplazione
IX

MDRS 155 S Descrizione


Abbreviazioni

MST
n.c.
NRZ
OAM
ODU
OMT
OP
OPT
OSI
PABX
PC
PCM
PDH
Phone
PR
PS
Q3P
QAM
QD2
RF
RPS
RST
SAW
Sd/Em (Tx/Rx)
SDH
SERV
SISA
SMV (PS)
SOA
SOH
STM
TCP/IP
TMN
UHP
WAN
WSC
XPIC
ZF

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Terminazione Sezione di Multiplazione


Non Connesso
Non-Return to Zero
Esercizio, Amministrazione e Manutenzione
Outdoor Unit (chiamata anche Radio Unit)
Trasduttore Ortogonale
Canale in esercizio
Ottica
Open Systems Interconnection
Private Automatic Branch Exchange
Personal Computer
Pulse Code Modulation
Gerarchia Digitale Plesiocrona (PDH)
Telefono d'accesso per EOW
Canale di Protezione
Alimentazione
QD2 in testa alla pila OSI
Modulazione di Ampiezza in Quadratura
Interfaccia Q
Frequenza Radio
Scambio Protezione Radio
Terminazione Sezione di Rigenerazione
Surface Acoustic Wave
Trasmettitore/Ricevitore
Gerarchia Digitale Sincrona (SDH)
LED di servizio
Supervisory and Information System for Local and Remote Areas
Alimentazione
ServiceOn (in precedenza: NS)
Section Overhead
Modulo di Trasporto Sincrono
Transport Control Protocol
Telecommunication Management Network
Ultra-High Performance
Wide Area Network
Way-Side Channel (canale dati supplementare a 2 Mbit/s)
Cancellatore di Interferenza di Cross-Polarizzazione
Frequenza Intermedia

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Descrizione della famiglia di sistemi e denominazione degli apparati

Descrizione della famiglia di sistemi e denominazione


degli apparati
Il sistema radio a microonde digitale MDRS 155 S unitamente al suo software di
sistema e al software LMT Release 4 supporta entrambi i componenti hardware
della Release 3 e della Release 4.

Denominazione di sistema/apparato
Sistema MDRS 155 S

= Denominazione di sistema

MDRS 155/...... - 128 MLQAM S

= Denominazione d'apparato (fino alla release 3)

ODU .... N
IDU 155 - 128 S o IDU 155-128 LS
MDRS 155/...... - 128 MLQAM LS

= Denominazione d'apparato (Rel. 4 e superiori; <18GHz)

ODU .... L
Filtro a larga banda
IDU 155-128 LS
MDRS 155/...... - 128 MLQAM CS

(pianificata)

= Denominazione d'apparato (Rel. 4 e superiori; >18GHz)

ODU .... S
Filtro a larga banda
IDU 155-128 S o IDU 155-128 LS
MDRS 155/...... - 16 MLQAM CS

= Denominazione d'apparato (Rel. 4 e superiori;

ODU .... S
Filtro a larga banda
IDU 155 - 16 S
MDRS 155/...... - 128 MLQAM KS esp.

= Denominazione d'apparato (Release 4 e superiore)

ODU .... S
Filtro di canale con circolatore
IDU 155 - 128 S o IDU 155-128 LS
MDRS 155/...... - 16 MLQAM KS esp.

= Denominazione d'apparato (Release 4 e superiore)

ODU .... S
Filtro di canale con circolatore
IDU 155 - 16 S
MDRS 155/...... - 16 MLQAM KS
ODU .... S
Filtro di canale
IDU 155 - 16 S

Marconi

= Denominazione d'apparato (Rel. 4 e superiori;

esp. = espandibile

XI

MDRS 155 S Descrizione


Descrizione della famiglia di sistemi e denominazione degli apparati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

In caso di versioni speciali dedicate ad una nazione, la denominazione dell'apparato


viene completata con il codice della nazione, per esempio MDRS 155/23000-128
MLQAM CS/MX per Messico.

Il sistema radio a microonde digitale MDRS 155 S, Release 3 comprende i


seguenti componenti:

Denominazione di apparato

Componenti

MDRS 155/18700-128 MLQAM S

- ODU 155/18700-128 N *
- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/23000-128 MLQAM S

- ODU 155/23000-128 N *
- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/26000-128 MLQAM S

- ODU 155/26000-128 N *
- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

Le ODU della versione 3 hanno il filtro di canale integrato. Opzionalmente,


possibile fornire i circolatori.

Note

* Le ODU di questi sistemi sono descritte nei seguenti documenti:

Denominazione
Sistema radio a microonde digitale
MDRS 155/18.7/ 23 / 26 - 128 MLQAM S
comprende:
Cartella 1
Cartella 2
Cartella 3

XII

Tipo documento
Manuale d'operatore
Descrizione
Istruzioni per il Montaggio
Istruzioni per l'Attivazione

Numero documento
RF/164-OM
(11.03)
AN00239158
come da edizione:
07.2003
11.2003
07.2003

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Descrizione della famiglia di sistemi e denominazione degli apparati

Il sistema radio a microonde digitale MDRS 155 S, Release 4 con filtro a


larga banda comprende i seguenti componenti:

Denominazione di apparato

Componenti

MDRS 155/7500-128 MLQAM LS

- ODU 155/7500-128 L (pianificato)


- IDU 155-128 LS

MDRS 155/11000-128 MLQAM LS

- ODU 155/11000-128 L (pianificato)


- IDU 155-128 LS

MDRS 155/13000-128 MLQAM LS

- ODU 155/13000-128 L (pianificato)


- IDU 155-128 LS

MDRS 155/15000-128 MLQAM LS

- ODU 155/15000-128 L (pianificato)


- IDU 155-128 LS

MDRS 155/18700-128 MLQAM CS

- ODU 155/18700-128 S con filter box 18BB /


ODU 155/18700-EDM S con filter box 18BB
- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/23000-128 MLQAM CS

- ODU 155/23000-128 S con filter box 23BB /


ODU 155/23000-EDM S con filter box 23BB
- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/23000-128 MLQAM CS/MX

- ODU 155/23000-M28 S con filter box 23BB-M28 /


ODU 155/23000-M50 S con filter box 23BB-M50
- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/26000-128 MLQAM CS

- ODU 155/26000-EDM S con filter box 26BB


- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/28000-128 MLQAM CS

- ODU 155/28000-128 S con filter box 28BB


ODU 155/28000-EDM S con filter box 28BB
- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/32000-128 MLQAM CS

- ODU 155/32000-EDM S con filter box 32BB


(pianificato)
- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/18700-16 MLQAM CS

- ODU 155/18700-EDM S con filter box 18BB


- IDU 155-16 S

MDRS 155/18700-16 MLQAM CS/BR

- ODU 155/18700-B55 S con filter box 18BB IDU 155-16 S

MDRS 155/23000-16 MLQAM CS

- ODU 155/23000-EDM S con filter box 23BB


- IDU 155-16 S

MDRS 155/23000-16 MLQAM CS/BR

- ODU 155/23000-B56 S con filter box 23BB-B


- IDU 155-16 S

MDRS 155/26000-16 MLQAM CS

- ODU 155/26000-EDM S con filter box 26BB


- IDU 155-16 S

MDRS 155/28000-16 MLQAM CS

- ODU 155/28000-EDM S con filter box 28BB


- IDU 155-16 S

MDRS 155/32000-16 MLQAM CS

- ODU 155/32000-EDM S con filter box 32BB


(pianificato)
- IDU 155-16 S

Marconi

XIII

MDRS 155 S Descrizione


Descrizione della famiglia di sistemi e denominazione degli apparati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Il sistema radio a microonde digitale MDRS 155 S, Release 4 con filtro a


larga banda e circolatori comprende i seguenti componenti:

Denominazione di apparato

Componenti

MDRS 155/18700-128 MLQAM KS esp.

- ODU 155/18700-EDM S con filtro 18-128BU/xxx


- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/23000-128 MLQAM KS esp.

- ODU 155/23000-EDM S con filtro 23-128BU/xxx


- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/26000-128 MLQAM KS exp.

- ODU 155/26000-EDM S con filtro 26-128BU/xxx


- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/28000-128 MLQAM KS exp.

- ODU 155/28000-EDM S con filtro 28-128BU/xxx


- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/32000-128 MLQAM KS exp.

- ODU 155/32000-EDM S con filtro 32-128BU/xxx


(pianificato)
- IDU 155-128 S / IDU 155-128 LS

MDRS 155/18700-16 MLQAM KS exp.

- ODU 155/18700-EDM S con filtro 18-16BU/xxx


- IDU 155-16 S

MDRS 155/23000-16 MLQAM KS exp.

- ODU 155/23000-EDM S con filtro 23-16BU/xxx


- IDU 155-16 S

MDRS 155/26000-16 MLQAM KS exp.

- ODU 155/26000-EDM S con filtro 26-16BU/xxx


- IDU 155-16 S

MDRS 155/28000-16 MLQAM KS exp.

- ODU 155/28000-EDM S con filtro 28-16BU/xxx


- IDU 155-16 S

MDRS 155/32000-16 MLQAM KS exp.

- ODU 155/32000-EDM S con filtro 32-16BU/xxx


(pianificato)
- IDU 155-16 S

Il Sistema Radio a Microonde Digitale MDRS 155 S, Release 4 con filtro a


larga banda, ma senza circolatori comprende i seguenti componenti:

Denominazione di apparato

Componenti

MDRS 155/18700-16 MLQAM KS

- ODU 155/18700-EDM S con filtro 18-16CF/xxx


- IDU 155-16 S

xxx = No canale, per esempio 12a

XIV

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

1 Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione


1.1 Sistemi Radio SDH a Microonde prodotti da Marconi
Communications
Marconi Communications sviluppa e produce sistemi di telecomunicazione in
tutto il mondo.
Basandosi su di un'esperienza di molti anni nella tecnologia radio a microonde,
Marconi Communications offre una gamma completa, modulare di sistemi
radio a microonde SDH. Essa comprende:

Sistemi di trasmissione a tratta-lunga

Sistemi di trasmissione a tratta-corta

Apparati multiplex (separati dal sistema radio a microonde)

Sistemi di accesso radio

Antenne a lente, antenne paraboliche (S, HP, UHP) e antenne shell

Guide d'onda

per le frequenze di trasmissione dati:

da 155 Mbit/s (STM-1) a 622 Mbit/s (STM-4).

Sistemi SDH per le bande di frequenza

Frequ.

[GHz]

Ch. spacing
[MHz]

da 4 GHz a 38 GHz.

4
40
29

5 6L 6U
40 29.65

40

7
28

10

29.65 30
28

11 13 15 18 23
40

28
56

27.5
55

26 28 32
28
56

622 (STM-4)

38

Frequ.

[GHz]

Ch. spacing
[MHz]

128-MLQAM
64-MLQAM

2155 (CCDP)

16-MLQAM
MLQAM, CCDP

155 (STM-1)
Long haul

Bit rate [Mbit/s]

Fig. 1-1
Marconi

Short haul

Modulation

Tabella dei prodotti - Radio SDH a microonde


1-1

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

1.2 Gerarchia Digitale Sincrona (SDH)


Le attuali reti di telecomunicazione rappresentano la base per una sempre
crescente variet di servizi. I requisiti che devono essere rispettati per tali reti
sono cresciuti continuamente negli ultimi anni. Questa crescita ha generato la
necessit di una standardizzazione internazionale della tecnologia.
Con l'introduzione della Gerarchia Digitale Sincrona (SDH), stato possibile
raggiungere questo risultato attraverso una gerarchia di multiplazione
standardizzata.
La gerarchia digitale sincrona (SDH) sostituisce la precedente gerarchia digitale
plesiocrona (PDH).
Oltre alla standardizzazione, i sistemi SDH offrono molti vantaggi per la
configurazione e l'esercizio delle strutture di rete. Essi comprendono:

Semplice procedimento di multiplazione (senza stuffing/destuffing);

Orologio di riferimento comune a livello di rete;

Accesso diretto ai singoli canali;

Alta frequenza di cifra per collegamenti di traffico a tratta-lunga;

Alta capacit di trasmissione per monitoraggio e controllo di rete;

Controllo tramite sistemi di gestione di rete ad alte prestazioni;

Integrazione con le strutture PDH gi esistenti;

Trasmissione uniforme nella rete di tutti i possibili segnali.

Fig. 1-2

1-2

Byte SOH usati per la trasmissione SDH radio a microonde

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

1.3 MDRS 155 S - Sistema Radio Digitale a Microonde di nuova


generazione
La tendenza dei mercati internazionali di telecomunicazioni richiede sistemi e
specialmente sistemi radio a microonde che soddisfino le pi stringenti richieste
degli operatori nelle aree di trasporto e di accesso. Per la crescente densit di
apparati nelle centrali, la compattezza degli apparati diventa un requisito
essenziale.
La nuova generazione di sistemi radio digitali a microonde a tratta-corta si
distingue per
design compatto dell'unit Indoor;

funzionalit;

spettro delle possibili applicazioni;

affidabilit;

qualit di trasmissione e

facile integrazione nella rete di gestione .

I nuovi sistemi grazie al compatto design dell'Unit Indoor offrono sia una pi alta
disponibilit sia migliori caratteristiche di spettro, le quali consentono un ancor pi
efficiente utilizzo della larghezza di banda disponibile.
Il sistema radio digitale a microonde di nuova generazione conforme agli
standard e alle raccomandazioni delle organizzazioni nazionali e internazionali
come ETSI, ITU e CEPT.

Outdoor Unit (ODU)


with antenna

Outdoor Unit (ODU)


with antenna

Radio hop

Connecting cable
IDU-ODU
(coaxial)

Connecting cable
IDU-ODU
(coaxial)

Indoor Unit (IDU)

Fig. 1-3
Marconi

Indoor Unit (IDU)

Componenti di un collegamento radio 1+0


1-3

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

1.4 Principali caratteristiche

1-4

Famiglia di sistemi:

Unit Outdoor da Rel. 3.0 SR2 a Rel. 4.3 sono compatibili


(il funzionamento congiunto di versioni di ODU diverse possibile
come lato remoto);

Selezione tra quattro antenne Ultra-High-Performance (UHP) in base al


campo di frequenza;

Antenne con lenti di 15-cm (singole e a doppia polarizzazione) sono


ulteriormente disponibili per sistemi a 26 GHz;

Unit Outdoor compatta con antenna remotizzata;

Antenne di tipo "shell" (SHP) da utilizzare in nodi di rete (con alto angolo di
disaccoppiamento verso collegamenti radio adiacenti);

Unit Outdoor facilmente installabile su pali di diametro 108 mm o 219 mm;

Funzionamento co-canale con polarizzazione incrociata;

Connessione tra Unit Outdoor e Unit Indoor tramite un cavo coassiale


(massima distanza tra Unit Outdoor e Indoor: fino a 300 m);

Protezione integrata alle sovratensioni (per esempio, protezione contro le


fulminazioni);

Loop di test per diagnostica d'errore;

Canali di servizio digitali:

Canale a 2 Mbit/s "Way Side";

Modulazione ottimizzata per l'intervallo 16 MLQAM e 128 MLQAM;

STM-1 nello schema di canale 27.5/28 MHz e 55/56 MHz;

Protezione d'apparato 1+1 (predisposizione con scambio RF o accoppiatore


RF);

Protezione di linea 1+1 (funzionamento ACCP, ACAP o CCDP);

Secondo livello di scambio di protezione tramite scambio di linea;

Modalit XPIC (Cancellatore di Interferenza di Cross-Polarizzazione);

Possibile espansione a 4x STM-1 o STM-4 congiuntamente a DPU STM-4


(anche in configurazione 4+1 o 4+2);

Valutazione prestazioni in conf. a ITU-T G.826;

Interfaccia CMI (G.703) o interfaccia ottica (G.957) (scambiabile);

Modulo integrato RF con MMIC (Monolithic Microwave Integrated Circuit);

Tecnologia "Chip and wire";

Subtelaio ETSI o 19 (Unit Indoor) in progetto "flat" di altezza 1.5 unit;

Controllo automatico della potenza in trasmissione (ATPC);

Codice a correzione d'errore FEC;

18.7/23/26/28 GHz; (< 18 GHz e 32 GHz pianificato)


155 Mbit/s (STM-1);

464 kbit/s sec. ITU-T G.703;

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Marconi

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

Equalizzatore in banda base;

Filtri digitali per sagomare lo spettro;

Interfaccia per il controllo locale e funzioni diagnostiche grazie all'LMT


(Locale Maintenance Terminal);

Supporto dei canali di gestione integrati DCCR e DCCM;

Supporto di routing standardizzato OSI;

Stack OSI configurabile;

Connessioni LAN/WAN tramite TCP/IP o OSI;

Predisposizione di canale usando un sintetizzatore.

Il laser utilizzato in questo apparato un prodotto Laser di Classe 1 come


definito in EN 60825-1:2001.

1-5

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Radome

Parabolic
antenna 0.6 m

Waveguide
(outlined)
Filter box

Transport handle

Mounting
bracket for
filter box
(with Outdoor
Unit)

Outdoor Unit

Mast

Fig. 1-4

1-6

Unit Outdoor con antenna parabolica di 0.6-m

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

Mast

Antenna
mounting
bracket

Waveguide
(outlined)

Filter box
R

Transport handle

Parabolic
antenna 0.6 m

Outdoor Unit

Fig. 1-5

Marconi

Unit Outdoor con antenna parabolica di 0.6-m (vista da dietro)

1-7

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Parabolicantenna 0.6 m

Waveguide
(outlined)

Radome

Antennamounting
bracket

RF switch

Waveguide
(outlined)

Transport handle
Filter box
Filter box

Mounting
bracket for
filter box (with
Outdoor Unit)
Outdoor Unit
Outdoor Unit
Mast

Fig. 1-6

1-8

Unit Outdoor con antenna parabolica da 0.6-m e scambio RF (vista


frontale)

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

Mast

Antenna
mounting
bracket
RF Switch

Waveguide
(outlined)
Transport handle
Transport handle

Outdoor Unit

Filter box

Parabolic
antenna 0.6 m

Radome

Mounting bracket for


filter box (with
Outdoor Units)

Outdoor Unit

Fig. 1-7

Marconi

Unit Outdoor con antenna parabolica da 0.6-m e scambio RF (vista posteriore)

1-9

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

Interruttore per
la predisposizione
del modo di
funzionamento

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Ingresso/Uscita
segnale esterno e
porte EOW
(facoltativo)

Pannello di Connessione
Canali di servizio.
e Centro di
Gestione Rete

POWER
Alimentazione
porta

Pannello di
Connessione
STM-1 OPT
e CMI (el.)

Modulo ventole

Fig. 1-8 Unit Indoor MDRS 155 S

Fig. 1-9 Scheda principale MDRS 155 S (esempio)

1-10

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

1.5 Bande di frequenza


Una panoramica della sequenza di frequenze nel campo 18.7 a 28 GHz data in
Fig. 1-10. Altre frequenze possono essere implementate a richiesta.
References

17.7

19.7

22

23.6

24.5

26.5 27.5

29.5

f/GHz

CEPT T/R 12-03 E

27,5 MHz
128 MLQAM

CEPT T/R 13-02 E

28 MHz
128 MLQAM

CEPT T/R 13-02 E

28 MHz
128 MLQAM

CEPT T/R 13-02 E

28 MHz
128 MLQAM

Annex A

Annex B

Annex C

Fig. 1-10 Bande di frequenza

Marconi

1-11

MDRS 155 S Descrizione


Sistemi Radio a Microonde di Nuova Generazione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Pagina lasciata intenzionalmente bianca.

1-12

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

2 Breve descrizione
Il sistema radio digitale a microonde MDRS 155 S opera nel campi di frequenza
da 17.7 a 19.7 GHz, da 22.0 a 23.6 GHz, da 24.5 a 26.5 GHz, da 27.5 a
29.5 GHz e da 31.8 a 33.4 GHz con modulazione 16 MLQAM o 128 MLQAM.
progettato per trasmettere flussi dati STM-1 (155 Mbit/s) in modalit RST.
Per una maggiore capacit di trasmissione, Marconi offre una configurazione con
ODU remoto e antenna bi-polare. Cos, possibile una successiva espansione a
2+0 senza interruzione del servizio. Quando si utilizzano ODU con "filter box"
possibile espandere il sistema in modo "hitless", con basse perdite fino a 4+0.
L'Unit Indoor compatta consente di effettuare linstallazione con notevole
risparmio di spazio.
Un sistema di controllo della temperatura nell'IDU impedisce danneggiamenti
dovuti ad eccessiva temperatura interna. L'Unit ventole comprende tre
ventilatori che sono controllati separatamente. Questi diventano attivi a
temperature 0 C. In caso di un difetto o guasto, l'unit ventole pu essere
sostituita senza interruzione del servizio.
La connessione tra Unit Outdoor e Indoor ottenuta tramite un cavo coassiale
che pu avere una lunghezza massima di 300 m. Il sistema radio a microonde
digitale MDRS 155 S permette la predisposizione di un collegamento radio in
breve tempo. Sia l'installazione sia l'attivazione di singole unit pu essere
eseguita rapidamente e facilmente. Tutte le predisposizioni possono essere
effettuate utilizzando il Local Maintenance Terminal (LMT). L'allineamento
dell'antenna deve essere controllato tramite AGC in tensione che pu essere
misurato sull'Unit Outdoor tramite un voltmetro universale.

Marconi

2-1

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

2.1 Elementi del sistema


Elementi del sistema radio digitale a microonde MDRS 155 S:

Outdoor unit with

Antenna
0.15 m at 26 and 28 GHz
( 32 GHz planned)
0.3 m or 0.6 m for all frequencies,
(32 GHz planned);
1.2 m for 18, 23 and 26 GHz;
2 m for 18 and 23 GHz;
Waveguide (flexible or rigid)
RF switch or coupler (1+1 mode)
for all frequencies
and
Outdoor Unit (ODU)
composed of housing
with RF section, IF modules,
synthesizer, signalling,
cable branching network with
overvoltage protection,
filter box with filter,
diplexer and circulator,
connected using
coaxial cable
length up to 300 m

connected to

to
Indoor Unit

Indoor Unit composed of

with
fan module,
CMI interface represents
standard equipment
Optical interface
(option)
EOW (option)

Fig. 2-1

2-2

Elementi del sistema (esempio)

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

Rear view
Mast
Radome

Parabolic antenna 0.3 m


Antenna mounting bracket

Waveguide
(outlined)

Transport handle

Mast mount
Outdoor Unit (ODU)

Mast

Lateral view
Radome
Parabolic ant. 0.3 m
Antenna mount
Waveguide
(outlined)
Transport handle
Filter box

Mast mount

Outdoor Unit (ODU)

Fig. 2-2

Marconi

Unit Outdoor con antenna di 0.3-m

2-3

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Radome
Mast

Rear view
Parabolic antenna 0.6 m

Antenna mount

Waveguide
(outlined)

Transport handle

Mast mount
Outdoor Unit (ODU)

Lateral view
Radome
Mast

Parabolic antenna 0.6 m

Antenna mount

Waveguide
(outlined)
Transport handle

Filter box

Mast mount
Outdoor Unit (ODU)

Fig. 2-3

2-4

Unit Outdoor con antenna di 0.6-m

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

Mast

Rear view
Radome
Parabolic antenna 1.2/2 m

Antenna mount
Waveguide
(outlined)
Transport handle

Mast mount
Outdoor Unit (ODU)

Fig. 2-4

Marconi

Unit Outdoor con antenna di 1.22-m

2-5

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Lateral view
Mast
Radome

Parabolic
antenna 1.2/2 m

Antenna mount

Waveguide
(outlined)

Transport handle

Filter box

Outdoor Unit (ODU)

Fig. 2-5 Unit Outdoor con antenna 1.2/2-m (configurazione 1+0)

2-6

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

Lateral view

Waveguide
(outlined)
Mast

Lens
antenna
0.15 m
Filter
box

Mast
mount

Outdoor Unit (ODU)

Mast

Fig. 2-6 Unit Outdoor con antenna a lente integrata 0.15-m (vista laterale)

Marconi

2-7

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Top view

Lens
antenna
0.15 m

Waveguide
(outlined)
Mast
Mast
mount

Filter box

Outdoor Unit
(ODU)

Filter box

Outdoor Unit
(ODU)

Fig. 2-7 Unit Outdoor con antenna a lente integrata 0.15-m (vista dall'alto)

2-8

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

Rear view

Mast

Mast
mount

Waveguide
(outlined)

Lens
antenna
0.15 m

Outdoor unit
(ODU)

Outdoor unit
(ODU)

Mast

Fig. 2-8 Unit Outdoor con antenna a lente 0.15-m (vista posteriore)
Marconi

2-9

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Rear view

Transport
handle

OPERATION

Green LED
"Operation"

>

signals error-free
transmission (an STM-1
signal is received)

Red LED "PS"

>

lights up in case of a
power supply fault in the
Outdoor Unit

Red LED "EA-RU"

>

Equipment Alarm Radio Unit


- on if ODU is faulty.
- flashes after power-up during
warm-up phase (RF amplifier
off during this time)

Green LED
"Power"

>

signals faultless power


supply via connecting cable

PS

EA-RU

POWER

"AGC" test sockets


red /black
on bottom side of
ODU

>

for antenna alignment


(using multimeter, see
list of measuring units in
Commissioning Instructions)

Bottom view
System cable
port
(coaxial)

X-PIC
port
RF switch
port

AGC measuring
port
(connector)

Filter box

Grounding port
(housing)

Grounding port
AGC measurement

Fig. 2-9 Viste dell'Unit Outdoor (ODU)

2-10

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

2.2 Antenne
Le antenne per il sistema radio a microonde digitale MDRS 155 S sono montate
distante e connesse all'Unit Outdoor tramite una guida d'onda.
Configurazioni in protezione di apparato 1+1, lo scambio RF pu essere integrato
con l'antenna o montato distante.
Possono essere usate tutte le antenne con flange in conformit con gli Standard
IEC 60 154-1 e 60 154-2 (vedere anche il capitolo 2, Istruzioni per il montaggio).
Le varianti di montaggio e il materiale di installazione associato devono essere
definiti in base a condizioni locali.
Note

Dati d'ordine per tutte le antenne e gli accessori su richiesta!

2.2.1 Tipi d'antenna


Le antenne sotto elencate sono disponibili per il funzionamento del sistema.
L'Unit Outdoor e in caso di protezione d'apparato 1+1 - lo scambio RF sono
montati separatamente e sono connessi all'antenna tramite guide d'onda.

2.2.1.1 Antenne a lente


La dimensione compatta e le caratteristiche elettriche delle antenne a lente
rendono il loro utilizzo ideale per alte frequenze e per la predisposizione di
collegamenti radio corti, per esempio in aree cittadine.
antenna PL0.15-m
Unipolare
PL 0.15 26.0/1P
PL 0.15 28.0/1P
PL 0.15 32.0/1P (pianificato)

bipolare
PL 0.15 26.0/2P
PL 0.15 28.0/2P
PL 0.15 32.0/2P (pianificato)

Fig. 2-10 Antenna a lente (PL) 0.15 m

Marconi

2-11

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

2.2.1.2 Antenne paraboliche


Le antenne paraboliche rappresentano la classica forma di antenna per le
microonde e si distinguono per le loro buone caratteristiche elettriche. Esse sono
disponibili in diverse versioni e possono essere usate in tutti i campi di frequenza.
0.3-m antenna UHP
1-polare
PS 0.3 18.7/1P-UHP
PS 0.3 23/1P-UHP
PS 0.3 26/1P-UHP
PS 0.3 28/1P-UHP
PS 0.3 32/1P-UHP (pianificato)

2-polare
PS 0.3 18.7/2P-UHP
PS 0.3 23/2P-UHP
PS 0.3 26/2P-UHP
PS 0.3 28/2P-UHP
PS 0.3 32/2P-UHP (pianificato)

0.6-m antenna UHP


1-polare
PS 0.6 18.7/1P-UHP
PS 0.6 23/1P-UHP
PS 0.6 26/1P-UHP
PS 0.6 28/1P-UHP
PS 0.6 32/1P-UHP (pianificato)

2-polare
PS 0.6 18.7/2P-UHP
PS 0.6 23/2P-UHP
PS 0.6 26/2P-UHP
PS 0.6 28/2P-UHP
PS 0.6 32/2P-UHP (pianificato)

1.2-m antenna UHP


1-polare
PS 1.2 18.7/1P-UHP
PS 1.2 23/1P-UHP
PS 1.2 26/1P-UHP

2-polare
PS 1.2 18.7/2P-UHP
PS 1.2 23/2P-UHP
PS 1.2 26/2P-UHP

2.0-m antenna UHP


1-polare
PS 2 18.7/1P-UHP
PS 2 23/1P-UHP

2-polare
PS 2 18.7/2P-UHP
PS 2 23/2P-UHP

Fig. 2-11 Antenne paraboliche (UHP) 0.6 m e 1.2 m

2-12

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

2.2.1.3 Antenne a conchiglia


Le antenne a conchiglia sono ad alta concentrazione e quindi particolarmente
adatte per l'uso in nodi di rete dove sono richiesti alti valori di disaccoppiamento
angolare nei confronti dei collegamenti adiacenti per evitare interferenze. Per le
loro eccellenti caratteristiche elettriche, esse consentono maggior densit di rete.
0.6-m antenna SHP
2-polare *
PE 0.6 18/2P-XPD
PE 0.6 23/2P-XPD
PE 0.6 26/2P-XPD
PE 0.6 28/2P-XPD
1.2-m antenna SHP
2-polare *
PS 1.2 18/2P-XPD
PS 1.2 23/2P-XPD
PS 1.2 26/2P-XPD

Note

* Tutte le antenne di tipo "a conchiglia" sono progettate per funzionamento bipolarizzato. Tuttavia, esse possono anche essere utilizzate in modo singolapolarit.

Fig. 2-12 Antenna a conchiglia (SHP) 0.6 m

Marconi

2-13

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

2.2.1.4 Antenne speciali per protezione d'apparato 1+1


Per configurazioni in protezione di apparato 1+1 e trasmissione che utilizzi una
sola polarizzazione possono essere integrati lo scambio RF e l'antenna.
0.3-m antenna UHP
Singola polarit
PS 0.3 18.7/KRS-RFU-UHP
PS 0.3 23/KRS-RFU-UHP
PS 0.3 26/KRS-RFU-UHP
0.6-m antenna UHP
Singola polarit
PS 0.6 18.7/KRS-RFU-UHP
PS 0.6 23/KRS-RFU-UHP
PS 0.6 26/KRS-RFU-UHP
1.2-m antenna UHP
Singola polarit
PS 1.2 18.7/KRS-RFU-UHP
PS 1.2 23/KRS-RFU-UHP
PS 1.2 26/KRS-RFU-UHP

2.2.2 Guadagno d'antenna


Il guadagno d'antenna dipende dalla banda di frequenza utilizzata. I valori indicati
nella tabella di seguito fanno riferimento al centro banda.
Campo di
frequenza:

18.7 GHz

23 GHz

26 GHz

28 GHz

32 GHz

Dimensione
antenna

0.3m
0.6m
1.2m
2.0m
0.3m
0.6m
1.2m
2.0m
0.15m
0.3m
0.6m
1.2m
0.15m
0.3m
0.6m
0.15m
0.3m
0.6m

Guadagno d'antenna
Antenna a
lente

Antenna
parabolica

30.3 dBi
31.1 dBi
(pianificato)
-

33.2 dBi
39.5 dBi
44.5 dBi
48.7 dBi
34.7 dBi
41.0 dBi
46.5 dBi
50.3 dBi
35.2 dBi
41.9 dBi
47.1 dBi
36.6 dBi
42.8 dBi
(pianificato)
(pianificato)

Antenna a
conchiglia
"shell"
39.5 dBi
46.0 dBi
41.0 dBi
47.2 dBi
42.0 dBi
48.0 dBi
43.0 dBi
-

Tabella - Valori di guadagno d'antenna


2-14

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

2.3 Unit Outdoor


La "filter box" montata nel contenitore dell'Unit Outdoor (ODU). Questo
contenitore comprende i moduli IF, sintetizzatore, pre-amplificatore, MCU
(Monitoring & Control Unit), modulo alimentazione e sezione RF. Una maniglia
facilita sia il trasporto sia l'installazione. La filter box contiene i componenti della
guida d'onda (isolatori ferrite, filtri, diplexer, circolatori). La filter box attaccata al
palo di montaggio. L'ODU stessa appesa alla "filter box" e avvitata a
quest'ultima.
In funzionamento cross-polare (XPIC), sono installate due Unit Outdoor e
connesse all'OMT dell'antenna tramite guide d'onda. Inoltre, le Unit Outdoor
sono interconnesse tramite un cavo coassiale per sincronizzare le frequenze
degli oscillatori. In questo caso, si pu applicare il principio Master-Slave.
In configurazioni di protezione di apparato 1+1 hot stand-by, due Unit Outdoor
sono connesse all'antenna tramite lo scambio RF.
In configurazioni di protezione di linea 1+1, due Unit Outdoor sono connesse ad
un OMT oppure a due antenne separate.

2.3.1 Direzione trasmissione


In direzione di trasmissione, l'attenuazione del cavo coassiale compensata da
un equalizzatore seguito da un amplificatore e stadi di filtro e quindi da un
convertitore di frequenza di trasmissione. Un sintetizzatore controlla il LO (Local
Oscillator) per le predisposizioni di canale e di frequenza.
Grazie alla funzione ATPC, il livello di trasmissione pu essere ridotto fino a 15
dB in condizioni di assenza di "fading". Quando l'ATPC disabilitato, il livello in
trasmissione deve essere regolato ad un valore fisso. Questo pu essere fatto a
passi di 1 dB.

2.3.2

Direzione ricezione
Il segnale in ricezione instradato dal preamplificatore RF al Mixer RX a singolabanda laterale. Qui convertito a livello IF utilizzando la frequenza LO e
applicato a un preamplificatore IF. L'amplificatore IF downstream controllato dal
segnale in ricezione previene la sovramodulazione del ricevitore. In tal modo,
assicurata una sufficiente linearit agli alti livelli in ingresso.

2.3.3 Rete di Diramazione del Cavo


La connessione tra Unit Indoor e Outdoor realizzata tramite cavo coassiale
(cavo di sistema). Questo cavo utilizzato per trasmettere le frequenze IF per
entrambi i segnali Tx e Rx come pure i messaggi dei dispositivi di segnalazione e
controllo. Inoltre, attraverso questo cavo l'Unit Outdoor alimentata in tensione
continua DC. La rete di diramazione del cavo combina le funzioni di un filtro di
frequenza e della protezione dalle fulminazioni in un unico modulo. La rete di
diramazione del cavo disponibile sia nell'Unit Outdoor sia nell'Indoor.

Marconi

2-15

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

2.3.4 Alimentazione Unit Outdoor


L'Unit Outdoor alimentata dal modulo di alimentazione dell'Unit Indoor
tramite il cavo di sistema. La tensione in uscita da questo modulo di
alimentazione -48V 25% o -60V 20%.

2.3.5 Segnalazione, controllo e configurazione


Gli allarmi e i valori misurati dalle singole unit funzionali (moduli) sono
visualizzate dall'LMT. L'LMT anche utilizzato per le predisposizioni e per i
dati di configurazione richiesti dall'ODU. Per questo scopo, l'LMT connesso
all'Unit Indoor e ha accesso diretto all'ODU tramite il canale di segnalazione.
Quattro LED situati sul lato posteriore dell'ODU sono utilizzati per visualizzare
lo stato operativo e le segnalazioni di allarme.

2.3.6 Filter box


La "filter box" comprende isolatori di ferrite integrati nel percorso Tx e Rx. In base
ai singoli casi di applicazione, devono essere usate filter box diverse.
Nella filter box BB, i percorsi Tx e Rx sono filtrati da un diplexer a larga banda e
combinati.
Nella filter box BU, sono usati i filtri di canale la cui banda dimensionata per la
trasmissione di un canale a 155 Mbit/s (STM-1). I percorsi Tx e Rx sono separati
da circolatori e resi disponibili alle interfacce esterne.

2-16

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

2.4 Unit Indoor


L'Unit Indoor montata in telai di tipo ETSI o 19". anche possibile il
montaggio a muro.

Compatibile con le Unit Outdoor elencate in "Descrizione della famiglia di


sistemi e denominazione degli apparati ;

Interfaccia elettrica o ottica a 155.52 Mbit/s (STM-1);

Canale a 2 Mbit/s "Way Side";

Accesso a TMN integrato: Routing OSI tramite DCCR e DCCM ;

Supporto QD2;

Interfaccia Q3p per accesso ad elementi di rete locali e remoti tramite LMT e
SOA;

Supporto LMT;

EN 60950, TKE, CE;

Tre uscite allarmi esterni su EDI 1;

Dieci ingressi allarmi esterni (3 su EDI 1; 7 su EDI 2);

Funzione ATPC;

Versione con o senza funzionalit EOW;

Help on-line completo per LMT;

Scambio di protezione 1+1 (protezione apparato o linea);

Interfaccia LAN tramite TCP/IP per accesso ad elementi di rete locali tramite
LMT e SOA;

Pila protocollo OSI configurabile

2.4.1 Varianti
Sono disponibili le seguenti Unit Indoor:

IDU 155-128 S

(modulazione 128 MLQAM)

IDU 155-128 LS

(modulazione 128 MLQAM usata anche per sistemi


< 18 GHz )

IDU 155-16 S

(modulazione 16 MLQAM)

Queste Unit Indoor possono essere fornite con le seguenti varianti:

Marconi

Interfaccia elettrica, senza EOW:


Versione A001 o E.

Interfaccia elettrica o ottica (configurabile), senza EOW:


Versione A002 o EO.
2-17

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

Interfaccia elettrica , con EOW:


Versione A003 o EE.

Interfaccia elettrica e ottica (configurabile), con EOW:


Versione A004 o EOE.

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

In caso di interfaccia ottica, il connettore relativo alla fibra ottica LC-Duplex. Il


tipo di connettore lato-utente (per esempio, SC[PC], DIN, E2000) viene adattato
tramite bretelle ottiche e convertitori.
Nelle configurazioni con protezione di apparato e protezione di linea, sono
necessarie due Unit Indoor con cablaggio aggiuntivo.
Il secondo livello di scambio della protezione (lato linea) pu essere predisposto
tramite uno scambio di linea upstream.

2.4.2 Moduli IDU


Una Unit Indoor comprende i seguenti moduli:

Scheda principale;

Alimentazione (PS);

Modulo ventole (FAN);

Backplane;

EOW (facoltativo).

2.4.2.1 Scheda principale


La scheda principale comprende le unit funzionali descritte nel seguito.
La Fig. 1-9 mostra un esempio di una scheda principale.
Rete di Diramazione
La rete di diramazione ha la stessa funzione della rete di diramazione del cavo
nell'Unit Outdoor. Essa separa la frequenza intermedia IF in trasmissione e in
ricezione, i dati di segnalazione e la tensione di alimentazione.
Modulatore
Il modulatore modula il segnale dati uscente. La frequenza intermedia in
trasmissione 350 MHz.
Demodulatore
Il demodulatore demodula il segnale entrante. La frequenza intermedia in
ricezione 140 MHz.
Segnalazione
Il modem di segnalazione controlla lo scambio dei dati di segnalazione per il
controllo e la supervisione dell'Unit Outdoor.
2-18

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

CPU
L'unit processore comprende i seguenti blocchi funzionali:

SISA-0

Controllore per Unit Indoor e Outdoor

Routing OSI

Pila IP

DPU
Le funzioni dell'unit "Data Processing Unit" sono:

Elaborazione trama STM-1

Scambio veloce in configurazioni 1+1;

Generazione dei dati relativi alla qualit;

Equalizzazione in banda base;

Cancellatore di Interferenza di Cross-Polarizzazione (XPIC);

SOH processing
Questo modulo trasferisce i dati dei canali ausiliari in entrambe le direzioni Radio
(R) e Linea (L).

2.4.2.2 Alimentazione (PS)


Il sistema alimentato alla tensione di -48 V 25% o -60V 20%. Questa
tensione applicata all'Unit Outdoor attraverso il cavo coassiale. La
connessione protetta elettronicamente dai corto circuiti.

2.4.2.3 Modulo ventole (FAN)


Il modulo ventole utilizzato per ridurre la temperatura all'interno dell'Unit
Indoor. In caso di un guasto (per esempio di uno dei tre motori delle ventole), il
modulo pu essere scambiato senza interruzione del servizio.
Le ventole dell'IDU possono essere spente e accese in funzione della
temperatura.
In caso di un guasto generale del modulo ventole o un altro serio difetto del
sistema di raffreddamento, un sistema intelligente di gestione della temperatura
protegge l'Unit Indoor dal superamento delle soglie massime di temperatura
ammesse tramite spegnimento di certe funzioni. In tal modo, sono evitati possibili
danni all'Unit Indoor.

2.4.2.4 Backplane
L'unit di cablaggio di sub-telaio (backplane) consente le connessioni elettriche
tra i moduli.
Marconi

2-19

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

2.4.2.5 EOW (facoltativo)


Questa funzione di apparato realizzata da differenti versioni. Le funzioni base di
EOW coprono i seguenti servizi:

Phone - per collegare un telefono analogico;

PABX - porta analogica a 2 fili per accesso alla rete PSTN o per
connettere un PABX;

EXTEOW - porta analogica a 4 fili per espansioni;

E1-L / E1-R - opzione per diramazione digitale verso altri sistemi o


direzioni geografiche.

2.4.3 Segnalazione, controllo e configurazione

2-20

Gli allarmi e i valori misurati dalle singole unit funzionali (moduli) sono
visualizzati dall'LMT. L'LMT anche utilizzato per le predisposizioni e per i
dati di configurazione richiesti dall'Unit Indoor. L'LMT connesso all'Unit
Indoor localmente o in remoto tramite una LAN/WAN o gli ECC. L'IDU e
l'ODU sono interconnesse e possono comunicare tramite il canale di
segnalazione.

I LED situati sul frontale dell'IDU sono usati per segnalazioni visive di
allarme.

Le interfacce EDI disponibili consentono di rilevare dieci allarmi esterni


entranti e tre allarmi interni uscenti.

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

2.4.4 Interfacce e viste del Unit Indoor (IDU)


Schema a blocchi

Fig. 2-13 Interfacce dell'Unit Indoor

Marconi

2-21

MDRS 155 S Descrizione


Breve descrizione

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Viste
XPIC
ports

XPIC
port

External signal inputs/


outputs and
Power supply
(optional)
port
EOW ports

Signalling bus
Port for
Coding switch Connecting panel
ports
coaxial cable for operating
for service
(XPIC, protection
to ODU mode adjustment channels and
switching, internal
network
communication)
management

LED
display
panel

Fan
module

Connecting panel
STM-1 opt.
and electr.

Fig. 2-14 Vista frontale e dall'alto dell'Unit Indoor

2-22

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

3 Configurazioni
3.1 Generalit
Per il crescente numero di servizi offerti e per l'introduzione delle nuove
tecnologie, le reti di trasmissione dati stanno raggiungendo i loro limiti di capacit
massima. I sistemi MDRS 155 S sono particolarmente adatti per piccole reti, per
collegamenti tra aree di trasporto e accesso e per accesso veloce alle stazioni
radio base.
Per aumentare la capacit di trasmissione delle connessioni STM-1, i
collegamenti radio possono essere espansi a 2xSTM-1 a 6xSTM-1.
Una configurazione di stazione con filtro di diramazione di canale richiede meno
spazio per le antenne.
Per aumentare la disponibilit del servizio, i collegamenti radio possono essere
protetti in configurazioni 1+1. In tal caso sono disponibili per lo scambio di
protezione diversi stadi despansione e varianti.
Quando si usano unit base DPU-STM-4, un flusso STM-4 pu essere diviso in
quattro flussi STM-1, trasmesso tramite appropriati collegamenti radio e
nuovamente ricombinato. I collegamenti STM-4 in assenza di struttura ad anello
e che richiedono alta disponibilit del servizio possono essere pianificati con uno
o due collegamenti radio STM-1 ridondanti.

3.1.1 Caratteristiche generali

Marconi

Filtri di diramazione di canale per un massimo di quattro canali con


spaziatura di frequenza di 27.5/28 MHz (128 MLQAM) o 55/56 MHz (16
MLQAM) sono disponibili per ciascuna polarizzazione. possibile
un'espansione dei collegamenti radio esistenti senza interruzione del
servizio.

Nel caso in cui le antenne siano distanti, occorre tenere in considerazione le


lunghezze di guida d'onda ammesse.

Protezione d'apparato 1+1 (HSB) con scambio RF o accoppiatore.

Protezione di linea 1+1 (LP) con 2 canali o in polarizzazione incrociata (con


una antenna) o due linee separate (con due antenne).

Secondo livello di scambio della protezione (lato linea) realizzato tramite uno
scambio di linea upstream.

3-1

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.1.2 Caratteristiche 2xSTM-1

Un'antenna per filtro diramazione canali o per trasmettere in polarizzazione


incrociata; migliori valori di attenuazione se confrontati con soluzioni con
accoppiatori.

Spaziatura di canale: 27.5/28 MHz (128 MLQAM) o 55/56 MHz (16 MLQAM);

Con una rete di diramazione dei canali richiesta solo una guida d'onda in
caso di installazione di antenna distante. Sono possibili espansioni senza
interruzione del servizio.

3.1.3 Caratteristiche 4xSTM-1


Un'antenna per filtro diramazione canali o per trasmettere in polarizzazione
incrociata; migliori valori di attenuazione se confrontati con soluzioni con
accoppiatori.
Spaziatura di canale: 27.5/28 MHz (128 MLQAM) o 55/56 MHz (16 MLQAM).
Per installazioni di antenne distanti e funzionamento cross-polare, richiesta
una guida d'onda per ogni polarizzazione.

3.1.4 Caratteristiche 6xSTM-1


Caratteristiche generali identiche a quelle di 4xSTM-1; inoltre:
In combinazione con DPU-STM4, questa configurazione permette a uno o due
collegamenti radio STM-1 di essere utilizzati in modo ridondante (4+1 o 4+2).
Questa configurazione permette una trasmissione di sei canali senza
ridondanza (6+0).

3-2

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

RF switch

Mast

to antenna

Waveguide

RF switch
mounting
bracket

Waveguide
Control lines
RF switch

Transport
handle
Filter box

ODU
Mounting
bracket

Connecting cable port

Fig. 3-1 Configurazione protezione di apparato con scambio RF

Mast

Waveguide port
to antenna

RF switch
mounting
bracket

Transport
handle

Transport handle

RF switch
Waveguide
Waveguide
RF switch
mounting
bracket

RFswitch
control lines

ODU
heatsink

LEDs

LEDs

ODU

ODU

Filter box
Waveguide
flange
RF switch ports

Connecting ODUs to the RF switch

Fig. 3-2 Scambio RF con ODU e filter box


Marconi

3-3

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.2 Utilizzo dello schema di frequenza


3.2.1 Connessione in singola-polarizzazione
Se si usano antenne in polarizzazione singola, possibile il funzionamento in
canale adiacente (funzionamento ACCP) con spaziature di 27.5/28 MHz (128
MLQAM) o 55/56 MHz (16 MLQAM) purch sia usata un'antenna in ogni Unit
Outdoor per ogni canale o filtro di canale (filter box BU) e un accoppiatore per
predisporre la connessione verso l'antenna (vedere nota sotto).
Con doppia spaziatura di canale, possono essere collegati quattro canali ad una
antenna. Quando si utilizzano filtri di canale (filter box BU), questi possono
essere interconnessi direttamente. Con filtri a larga banda (filter box BB), questo
deve essere fatto attraverso un accoppiatore.

Spaziature di canale ammesse con filtro di diramazione di canale:

16
QAM

128
QAM

Single channel spacing

Filter box BB
1 antenna
with coupler *

2 adjacent
antennas

-----

1 antenna
with coupler *

v
v

Double channel spacing

Filter box BU

v
v

v
v

Connection with
filter boxes BU
directly
-----

v **
v **

2 adjacent
antennas
v
v

v
v

v
v

* Disponibile solo accoppiatore di canale bi-direzionale.


** Migliori valori di sistema ottenuti con filter box BB.

Note

L'utilizzo della "filter box BU" per un connessione diretta al canale adiacente
richiede un coupler remoto, poich la relativa "filter box" deve essere terminata
con un circolatore d'antenna (Rx/Tx branching) e un attenuatore (terminazione)
(si veda Sezione 3.4). La connessione ottenuta utilizzando guide d'onda corte.
Quando utilizzata la particolare filter box CF (filtro di canale per 16 MLQAM; 18
GHz), l'accoppiatore pu essere montato direttamente sulle filter box. Tuttavia, in
questo caso, deve essere almeno rispettata la doppia spaziatura di canale.

3.2.2 Connessione cross-polare (utilizzando due polarizzazioni)


Se si usano antenne con doppia polarizzazione possibile il funzionamento cocanale.
In caso di sistemi 128 MLQAM, deve essere utilizzato un circuito XPIC
(cancellatore di interferenza di polarizzazione-incrociata). La connessione di
canali adiacenti pu avere luogo con spaziatura di 27.5/28 MHz (per 128
MLQAM) o 55/56 MHz (per 16 MLQAM) utilizzando filtri di canale e accoppiatori
(si veda Fig. 3-3).
Senza XPIC, i sistemi 128 MLQAM possono essere connessi ad un antenna con
spaziatura di singolo canale (funzionamento ACAP).
3-4

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

16 MLQAM system
16 MLQAM permits CCDP operation w/o XPIC

H
V

H
V

128 MLQAM system without XPIC


128 MLQAM without XPIC permits ACAP
operation with channel spacing of 27.5/28 MHz
(with ETSI spectrum mask, class 5a: efficiency
identical with 16 MLQAM)

128 MLQAM system with XPIC


128 MLQAM with XPIC and CCDP operation
with channel spacing of 27.5/28 MHz

Fig. 3-3 Funzionamento CCDP e ACAP

3.3 Stazione Terminale e Ripetitore


Un terminale radio a microonde mette a disposizione uninterfaccia di linea (ottica
o elettrica) e uninterfaccia RF. L'interfaccia di linea funziona in modo RST.
Un terminale radio pu essere configurato in modo non protetto n+0, con
protezione di apparato 1+1 o con protezione di linea 1+1.
Un ripetitore radio a microonde costituito di due interfacce RF. Esso pu
funzionare con protezione oppure senza. La stazione di ripetizione composta di
due terminali radio a microonde.

Marconi

3-5

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.4 Configurazione di sistema e connessione canali


Diramazione RX/TX e diramazione di canale
L'Unit Outdoor (ODU) pu essere equipaggiata con un filtro broadband (filter
box BB) o un filtro di canale (filter box BU o CF*) in base alle esigenze del
Cliente.
* Solo per 18.7 GHz / 16 MLQAM
Filter box BB
La filter box BB collega l'uscita del trasmettitore e l'ingresso del ricevitore di un
ODU verso una interfaccia d'antenna comune. Questo canale pu essere
connesso - per esempio - con un altro canale che funziona alla stessa frequenza
in polarit incrociata sulla stessa antenna.
La combinazione o la diramazione di canali viene solitamente definita come
'channel branching', mentre la combinazione e la diramazione di percorsi Rx e Tx
viene definita come 'Rx/Tx branching'. Con la filter box BB, il 'branching Rx/Tx'
avviene nel diplexer della rispettiva filter box.

ODU 155/...
Filter box with
Rx/Tx diplexer
C/C'

TX/RX

A/A'

OMT

TX/RX

XPIC

Fig. 3-4 Sistema con 'filter box BB'

Filter box BU
Con filter box BU (configurazione con filtri di canale), le uscite in trasmissione
delle diverse ODU sono combinate in una uscita comune. Il segnale in ricezione
comune dall'antenna viene applicato a turno agli ingressi in ricezione delle
singole ODU.
Utilizzando la filter box BU, diversi canali possono essere applicati direttamente
(con doppia spaziatura di canale) ad un piano di polarizzazione di antenna.

3-6

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

In configurazioni con filtri di canale (filter box BU), il branching Rx/Tx (nel
circolatore d'antenna esterno) avviene al termine dei percorsi Rx e Tx connessi
(si veda Fig. 3-21). Sull'altro lato del "filter box BU" c' un attenuatore
(Terminazione).

ODU 155 / ...


Filter box with separate
Rx and Tx narrowband filters
A/A'

C/C'

TX/RX

OP2

TX/RX

B/B'
OP1

OMT

Termination

Fig. 3-5 Sistema con filter box BU

Filter box CF*


La 'filter box CF' rappresenta una speciale variante del filtro di canale (con
integrato branching Rx/Tx). La sua struttura meccanica (contenitore) identica a
quella del filtro a larga banda (filter box BB). Questo 'filter box CF' da utilizzarsi
ogni volta che debba essere connesso solo un canale per cui viene richiesta una
selettivit maggiore rispetto ad un filtro a larga banda ('broadband').

Branching TX/TX - interno/esterno:

Filter box

Tipo filtro

Branching

BB

Filtro a larga banda

RX/TX interno

BU

Filtro di canale

RX/TX esterno

CF*

Filtro di canale

RX/TX interno

* Solo per 18.7 GHz / 16 MLQAM

Marconi

3-7

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.4.1 Unit Outdoor con filtro broadband (con filter box BB)
3.4.1.1 Configurazione 1+0
In una configurazione 1+0, il sistema radio a microonde composto di Unit
Indoor, Sistema cavo coassiale, Unit Outdoor e filter box. La prestazione del
canale telefonico di servizio facoltativa. La trasmissione avviene con
polarizzazione orizzontale o verticale. Quando si usa un'antenna bi-polarizzata,
possibile espandere il sistema fino a 2+0 senza interruzione del servizio.
ODU 155 / ...
Filter box with
Rx/Tx diplexer

IDU 155 - ...


EOW
DPU

C/C'
f1

PSU
Modulator
Demodulator

TX/RX

STM-1
electr. or
optical

A/A'

Service/operating
channels
max. 4x64k, 1x2M

OMT

Horizontal or vertical
polarization

Fig. 3-6 Configurazione 1+0

La fotografia in Fig. 3-7 mostra una 'filter box BB' con integrato diplexer Rx/Tx.

Fig. 3-7 Filter box BB

3-8

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

3.4.1.2 Configurazione 2+0


In configurazioni 2+0, sono raddoppiate sia l'Unit Indoor sia l'Unit Outdoor. Le
Unit Outdoor possono essere connesse alle antenne come mostrato
nell'esempio (Fig. 3-8 e Fig. 3-9). La trasmissione avr luogo o su due piani di
polarizzazione (funzionamento CCDP o ACAP) oppure utilizzando due antenne a
due frequenze diverse (funzionamento ACCP) con una spaziatura di canale di
27.5/28 MHz (128 MLQAM) o 55/56 MHz (16 MLQAM).
Configurazione con un'antenna e trasduttore ortomodale (OMT):
ODU 155 / ...
Filter box with
Rx/Tx diplexer

2 x Indoor Unit
IDU 155 - ...
OP1

C/C'
f1

PSU
DPU

Modulator

TX/RX

STM-1

A/A'

Demodulator

H
OP1

XPIC

OP2

OMT

PSU
DPU

Modulator

OP2 OP2
V

TX/RX

STM-1

XPIC

Demodulator

f1

f2

CCDP or ACAP operation


Horizontal and vertical
polarization

Fig. 3-8

Configurazione 2+0 (con OMT)

Una configurazione con due antenne illustrata in Fig. 3-9:


ODU 155 / ...
Filter box with
Rx/Tx diplexer

2x Indoor Unit
IDU 155 - ...
OP1

OP2
DPU

Modulator

Fig. 3-9

f2

H
OP1 OP2

PSU

Demodulator

Marconi

f1
TX/RX

DPU

Modulator
Demodulator

STM-1

C/C'

ACCP operation

TX/RX

STM-1

A/A'

PSU

Configurazione 2+0 (con due antenne)

3-9

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Un'ulteriore variante descritta nella Fig. 3-10. In questo caso, utilizzata solo
unantenna. Le Unit Outdoor e le 'filter box' sono connesse a questa antenna
tramite un accoppiatore. richiesta una doppia spaziatura di canale. Inoltre, per
la pianificazione della tratta radio, deve essere tenuto conto di una pi alta
perdita di accoppiamento.
Se avviene una connessione nel canale adiacente diretto, cio con singola
spaziatura di canale di 27.5/28 MHz (128 MLQAM) o 55/56 MHz (16 MLQAM),
richiesta una speciale configurazione che utilizza filtri di canale (filter box BU) con
accoppiatori (si veda Note in Sezione 3.2.1).

2x ODU 155 / ...


Filter box with
Rx/Tx diplexer

2 x Indoor Unit
IDU 155 - ...

A/A'

C/C'

RF
coupler

DPU

Modulator
Demodulator

TX/RX

PSU

STM-1

PSU
DPU

Modulator
Demodulator

f3

OP1

OP2

H
TX/RX

STM-1

f1

f
V

Double channel spacing

Fig. 3-10 Configurazione 2+0 (con accoppiatore RF)

Fig. 3-11 'Filter box BB' con accoppiatore


3-10

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.4.1.3

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

Configurazione 4+0
Questa modalit di funzionamento consente la trasmissione di 4 x STM-1. La
presenza del dispositivo DPU STM-4 rende possibile la trasmissione di un STM4. La Fig. 3-12 mostra una connessione a bassa-perdita se paragonata con la
soluzione con accoppiatore. In questa applicazione, sono trasmessi da ogni
antenna i segnali 2 x STM-1.
La differenza tra le due frequenze f1 e f2 corrisponde a una (singola) spaziatura di
canale di 27.5/28 MHz (128 MLQAM) o 55/56 MHz (16 MLQAM).
ODU 155 / ...
Filter box with
Rx/Tx diplexer

2 x Indoor Unit
IDU 155 - ...
OP1

PSU
DPU

Modulator
Demodulator

XPIC

OP2

XPIC

OMT

PSU
DPU

Modulator
Demodulator

TX/RX

STM-1

C/C'

TX/RX

STM-1

A/A'

ODU 155 / ...


Filter box with
Rx/Tx diplexer

2 x Indoor Unit
IDU 155 - ...
OP3
DPU

Modulator
Demodulator

XPIC

OP4

XPIC

PSU
DPU

Modulator
Demodulator

f1

f2

OP1
OP2

OP3
OP4

f1

f2

OMT

TX/RX

STM-1

C/C'

TX/RX

STM-1

A/A'

PSU

Fig. 3-12 Configurazione 4+0 (esempio con due antenne e OMT)

Marconi

3-11

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

La Fig. 3-13 mostra una variante di configurazione con una antenna e


accoppiatori. OP1 e OP2 (e anche OP3 e OP4) operano alla stessa frequenza.
richiesta una doppia spaziatura di canale. Per la pianificazione della tratta
radio, deve essere tenuto conto di una pi alta perdita di accoppiamento.
Se avviene una connessione nel canale adiacente diretto, cio con singola
spaziatura di canale di 27.5/28 MHz (128 MLQAM) o 55/56 MHz (16 MLQAM),
richiesta una speciale configurazione che utilizza filtri di canale (filter box BU) con
accoppiatori (si veda Note in Sezione 3.2.1).

4 x ODU 155 / ...


Filter box with
Rx/Tx diplexer

4 x Indoor Unit
IDU 155 - ...

A/A'

OP 1
PSU
DPU

Modulator
Demodulator

XPIC

RF
coupler

TX/RX

STM-1

C/C'

OP 3

XPIC

PSU
DPU

Modulator

TX/RX

STM-1

Demodulator

f1

f3

OP 2

OMT

PSU
DPU

Modulator
Demodulator

XPIC

OP3
OP4

f1

f3

V
TX/RX

STM-1

OP1
OP2

OP 4

XPIC

STM-1

DPU

Modulator
Demodulator

TX/RX

PSU

Fig. 3-13 Configurazione 4+0 (esempio con una antenna e accoppiatori RF)

3-12

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

3.4.2 Unit Outdoor con filtro di canale ('filter box BU')


Connessione di canale e filtro diramazione canale ('branching')
L'ODU comprende i moduli IF e RF e un sintetizzatore comune per il percorso di
trasmissione e per quello di ricezione. La connessione del canale avr luogo
utilizzando una 'filter box BU' con integrati i filtri di diramazione di canale. La
larghezza di banda dimensionata in modo tale che un canale a 155 Mbit/s
possa essere trasmesso in un filtro.
ODU 155 / ...
Filter box with separated
Rx and Tx narrowband filters
Indoor Unit
IDU 155 - ...

A/A'

C/C'
B/B'

STM-1

DPU

Modulator
Demodulator

OP1

TX/RX

PSU

f1

V
Termination

OMT

Horizontal and vertical


polarization

Fig. 3-14 Schema a blocchi di Unit Outdoor e 'Filter box'

B/B sono le interfacce del Unit Outdoor con filter box.


C/C situato dietro al circolatore d'antenna.

Marconi

3-13

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

La Fig. 3-15 mostra la rete di diramazione dei canali integrata nel dettaglio. I
percorsi di trasmissione e ricezione (B e B) sono instradati separatamente
all'esterno.
L'isolatore in A assicura un buon adattamento all'uscita dell'amplificatore
dell'ODU. seguito dal filtro di branching del canale con circolatore.
Il segnale Tx in uscita B. Ulteriori filter box possono essere connessi alla porta
libera del circolatore.
L'ingresso del ricevitore B. A partire da quel punto, il segnale in ricezione
instradato tramite l'ingresso del circolatore, il filtro di branching del canale e
l'isolatore alla sezione di ricezione interna con un buon adattamento al punto A.
ODU 155 / ...
Filter box with separate
Rx and Tx narrowband filters
B' B

TX/RX

A/A'

Isolators

Channel branching
filter

Circulators

Termination

Fig. 3-15 Unit Outdoor e 'filter box BU'

3-14

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.4.2.1

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

Configurazione 1+0 con filtro di canale


La Fig. 3-16 mostra le connessioni esterne di una variante di apparato 1+0. In
questo caso, sono necessari un attenuatore e un circolatore d'antenna.
L'interfaccia C/C utilizzata come porta d'antenna.
L'utilizzo di un OMT (trasduttore ortomodale) permette l'espansione a 2+0 tramite
una connessione cross-polare (funzionamento CCDP) senza interruzione del
servizio.
Sistema:
ODU 155 / ...
Filter box with separate
Rx and Tx narrowband filters
Indoor Unit
IDU 155 - ...

A/A'

C/C'
B/B'

STM-1

Modulator

DPU

Demodulator

OP1

TX/RX

PSU

f1

V
OMT

Termination

Horizontal or vertical
polarization

Port for cross-polar connection

Fig. 3-16

Configurazione 1+0

(con filtro di canale )

Filter box BU:

Filter box with separate


Rx and Tx narrowband filters
C/C'

A/A'

Antenna circulator

B/B'

Termination

Fig. 3-17

Marconi

Filtro di canale ('filter box BU') con circolatore d'antenna

3-15

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

3.4.2.2

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Configurazione 2+0 - Connessione con filtro di canale


Il vantaggio di una bassa-attenuazione con filtro di branching di canale
confrontata con una soluzione con accoppiatore diventa evidente nella
configurazione illustrata in Fig. 3-21. La minima spaziatura di frequenza da
osservare la spaziatura di doppio canale.

Sistema:
ODU 155 / ...
Filter box with separate
Rx and Tx narrowband filters
2 x Indoor Unit
IDU 155 - ...

B/B'

Modulator
Demodulator

TX/RX

DPU

f1

f3

DPU

Modulator
Demodulator

TX/RX

PSU

OP2
STM-1

C/C'

PSU

OP1
STM-1

A/A'

f1

Horizontal or vertical polarization

f3

Termination

Fig. 3-18 Configurazione 2+0 (con filtro di canale )

Se due Unit Outdoor sono connesse ad una antenna tramite la stessa


polarizzazione, le due filter box delle Unit Outdoor devono essere
interconnesse. La spaziatura di canale almeno 55/56 MHz (128 MLQAM) o
110/112 MHz (16 MLQAM).
Il segnale trasmesso all'Unit Outdoor 2 instradato all'Unit Outdoor 1. L
riflesso dal filtro di diramazione di canale interno e applicato alla porta d'antenna
C'. Il segnale di ricezione per l'Unit Outdoor 2 instradato tramite il filtro canale
interno dell'Unit Outdoor 1.

Fig. 3-19 Unit Outdoor con filter box BU

3-16

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

Filter box BU singole:


Filter box with separate
Rx and Tx narrowband filters
A/A'

C/C'
B/B'

Termination

Fig. 3-20 Connessione di due canali tramite filtro di canale

Le fotografie illustrate in Fig. 3-21 mostrano tre filter box BU interconnesse. Possono essere chiaramente
identificati il circolatore d'antenna (a sinistra) e l'attenuatore (Terminazione, a destra).

Fig. 3-21 Filter box BU interconnesse

Marconi

3-17

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

3.4.2.3

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Configurazione 4+0 con filtri di canale e funzionamento bi-polare


Una configurazione 2+0 pu essere espansa a 4+0, se si utilizzano entrambe le
polarizzazioni d'antenna. Se la configurazione 2+0 stata pianificata e progettata
dall'inizio prevedendo l'uso di un sistema d'antenna con doppia polarizzazione,
possibile un espansione a 4+0 senza interruzione del servizio.
La Fig. 3-22 mostra una variante con un'antenna utilizzata con filtri di branching
di canale con filter box BU. Se confrontata con la soluzione con accoppiatore
(Fig. 3-13), questo tipo di connessione si distingue per una minor perdita. La
spaziatura di canale almeno 55/56 MHz (128 MLQAM) e 110/112 MHz (16
MLQAM).
ODU 155 / ...
Filter box with separate
Rx and Tx narrowband filters
4 x Indoor Unit
IDU 155 - ...

B/B'

Modulator
Demodulator

TX/RX

DPU

DPU

Modulator
Demodulator

TX/RX

PSU

OP3
STM-1

C/C'

PSU

OP1
STM-1

A/A'

f1

f3

OP1
OP2

OP3
OP4

OMT

XPIC
connections

Termination

C/C'

DPU

Modulator

TX/RX

PSU

OP4
STM-1

Modulator
Demodulator

TX/RX

DPU

STM-1

B/B'

PSU

OP2

Horizontal and
vertical polarization

Demodulator

Termination

Fig. 3-22 Configurazione 4+0 con filtri di canale e funzionamento in doppia polarizzazione

3-18

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.4.2.4

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

Configurazione 6+0 (opzionalmente 4+2 con DPU-STM-4)


Il massimo livello despansione 6+0. Come da 4+0 in poi, il DPU-STM-4
facoltativo permette la trasmissione di un STM-4 non protetto. Tuttavia
possibile proteggere la trasmissione utilizzando strutture ad anello.
Nel caso in cui non sia realizzabile una struttura ad anello, la trasmissione pu
essere ulteriormente protetta tramite uno o due collegamenti STM-1 (4+1 o 4+2 )
(si veda Fig. 3-23).
ODU 155 / ...
Filter box with separate
Rx and Tx narrowband filters
6 x Indoor Unit
IDU 155 - ...

Demodulator

Modulator
Demodulator

TX/RX

DPU

OMT

DPU

Modulator

DPU STM-4

Demodulator

TX/RX

PSU

OP5
STM-1

B/B'

PSU

OP3

f1

f3

f5

OP1
OP2

OP3
OP4

OP5
OP6

XPIC
connections

Termination
Horizontal and vertical
polarization

C/C'

Demodulator

DPU

STM-1

Modulator

TX/RX

PSU

OP4

Demodulator
PSU

OP6
STM-1

Modulator

TX/RX

DPU

STM-1

B/B'

PSU

OP2

DPU

Modulator

TX/RX

STM-4

Modulator

TX/RX

DPU

STM-1

C/C'

PSU

OP1
STM-1

A/A'

Demodulator

Termination

Fig. 3-23 Configurazione 4+2 con DPU STM-4 facoltativo

La spaziatura di canale di f1, f3 e f5 almeno 55/56 MHz (128 MLQAM) e


110/112 MHz (16 MLQAM) (doppia spaziatura di canale).

Marconi

3-19

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.5 Scambio di protezione MDRS 155 S


In configurazioni con scambio di protezione, il flusso dati del traffico STM-1
trasmesso tramite moduli ridondanti oppure collegamenti radio. In base ai
singoli casi di applicazione, possono essere utilizzate differenti varianti di
configurazione come sar descritto in dettaglio nelle sezioni che seguono. La
configurazione base comprende due Unit Indoor e due Unit Outdoor con le
opportune connessioni.
In configurazione con Protezione di Apparato, la trasmissione avr luogo con
una sola frequenza RF. Le unit di apparato si proteggono mutuamente una con
l'altra. In configurazioni in Protezione di Linea, ci sono sempre due connessioni
in collegamento radio che si proteggono completamente tra loro.
La funzionalit di scambio di protezione di entrambe le configurazioni anche
mantenuta come funzione centrale nel caso di espansione.
In configurazioni di Protezione di Apparato, l'RF coupler rappresenta
un'alternativa allo scambio RF (scambio RF, scambio guida d'onda).
disponibile in due varianti (simmetrica o asimmetrica).
Inoltre, possibile proteggere il percorso non-ridondante nellOP-IDU (OP) in
caso di un guasto totale o quando necessario scambiare OP-IDU utilizzando
uno scambio di linea upstream. In tal modo, si aumenta considerevolmente la
disponibilit del sistema.
La variante dello scambio di protezione selezionata deve essere configurata
tramite LMT sotto "RPS module configuration" oppure utilizzando il Wizard di
attivazione, poich il corretto funzionamento e la segnalazione dipendono
dall'appropriata configurazione.
Tutte le varianti di configurazione possono essere equipaggiate con interfacce
STM-1 elettrica oppure ottica.

3-20

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

3.5.1 Opzioni di Configurazione MDRS 155 S


Item

Modalit Operative

1.
2.

Nessuna ridondanza (1+0)


Protezione di apparato con scambio RF
(Configurazione 1+1 hot standby con scambio RF; ODU connesse
elettricamente tramite guide d'onda)
Protezione di apparato con accoppiatore RF
(Configurazione in protezione d'apparato 1+1 con accoppiatore
RF; ODU connesse elettricamente tramite accoppiatori; disponibili
due tipi di accoppiatori)
Protezione di apparato con scambio RF e scambio linea
(Configurazione base come descritto sotto item 2, con scambio di
linea supplementare)
Protezione di apparato con accoppiatore RF e scambio linea
(Configurazione base come descritto sotto item 3, con scambio di
linea supplementare)
Protezione di linea
(funzionamento 1+1 con ACCP o CCDP; senza opzione OT
(Traffico Occasionale)
Protezione di linea con scambio linea
(Configurazione base come descritto sotto item 6, con scambio di
linea supplementare)

3.

4.
5.
6.
7.

Un interruttore di codifica (ADR) per configurare la modalit operativa posto


sulla parte anteriore dell'Unit Indoor. Sono disponibili tre opzioni di
configurazione:
1+0

Nessun scambio di protezione (nessuna ridondanza)

1+1 OP

Scambio di protezione attivo: L'Unit Indoor OP-IDU e funziona come


"Master"

1+1 PR

Scambio di protezione attivo: L'Unit Indoor PR-IDU e funziona come


"Slave"

La variante di scambio della protezione (si veda tabella sopra, campi da 2 a 7)


regolata tramite LMT con la maschera "RPS Module Configuration o utilizzando
il Wizard per l'attivazione dell'LMT.
Note

Marconi

Nel funzionamento co-canale con doppia polarizzazione (CCDP), necessaria la


funzione XPIC per evitare il degrado dovuto alle interferenze. Questa funzionalit
pu essere utilizzata sia in configurazione con protezione di linea 1+1 che nel
caso di due sistemi connessi ad una antenna in configurazione 1+0
(polarizzazione incrociata).

3-21

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.5.2 Configurazione in protezione di apparato con scambio RF


Flusso del segnale
I seguenti schemi mostrano il flusso del segnale in una configurazione con
protezione di apparato, i sistemi ridondanti funzionano alla stessa frequenza. Lo
scambio avviene contemporaneamente nella direzione di trasmissione e di
ricezione. Per il lato radio, richiesto uno scambio esterno RF pilotato dalle Unit
Outdoor.
IDU: OP
STM-1

ODU: OP
Coax
Cable

OP
PR

RF Unit

RF Switch

STM-1
IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-24

Configurazione con protezione di apparato con scambio RF


Canale in esercizio (OP) attivo
ODU: OP

IDU: OP
STM-1

RF Unit

Coax
Cable

OP
PR

RF Unit

RF Switch

STM-1
IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-25

RF Unit

Configurazione con protezione di apparato con scambio RF


Canale in protezione (PR) attivo

In funzionamento senza errori, la trasmissione avr luogo tramite l'Unit Indoor


OP (Master) e l'Unit Outdoor ad essa connessa. In caso di guasto dell'apparato,
il sistema scambia sull'Unit Indoor PR (Slave) i suoi gruppi funzionali
modulatore e demodulatore e contemporaneamente sull'Unit Outdoor
ridondante. Il ricevitore non scambiato in condizioni di normale funzionamento,
riceve un segnale Rx attenuato di circa 11 dB dallo scambio RF in modo da
essere costantemente controllato. Poich entrambi i trasmettitori sono sempre in
funzione, viene anche controllato il trasmettitore attualmente in riserva .
Nota:
Lo scambio in configurazioni con protezione di apparato provoca una piccola
interruzione nella trasmissione dei dati.
3-22

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

Generalit del Sistema


ODU 155/...
Filter box with
Rx/Tx diplexer

2 x Indoor Unit
IDU 155-...

OP

A/A'

C/C'

RF Switch

DPU

Modulator
Demodulator

TX/RX

PSU

STM-1

f1

OMT Orthomode transducer

PR
DPU

Demodulator
Modulator

TX/RX

OMT

PSU
This port is not
occupied in 1x (1+1)
configurations.

Horizontal or vertical
polarization

Fig. 3-26 Configurazione con protezione di apparato 1+1 (Generalit del Sistema)

La fotografia sotto illustra lo scambio RF senza connessioni.

Fig. 3-27 Scambio RF

Marconi

3-23

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.5.3 Configurazione in protezione di apparato con accoppiatore RF


In configurazioni con protezione di apparato, l'accoppiatore RF rappresenta
un'alternativa allo scambio RF (scambio RF, scambio guida d'onda).
disponibile in due varianti (simmetrica o asimmetrica). Lo stadio di uscita della
trasmissione (sezione RF) del canale attualmente non usato viene spento tramite
software ed attivato nuovamente in caso di difetto o di guasto (scambio).

IDU: OP
STM-1

ODU: OP
Coax
Cable

OP
PR

RF Unit

RF-Koppler

STM-1
IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-28

Configurazione con protezione di apparato con accoppiatore RF


Canale in esercizio (OP) attivo

ODU: OP

IDU: OP
STM-1

RF Unit

Coax
Cable

OP
PR

RF Unit

RF-Koppler

STM-1
IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-29

RF Unit

Configurazione con protezione di apparato con accoppiatore RF


Canale in protezione (PR) attivo

Note:
Con un accoppiatore simmetrico, un processo di scambio causato da un difetto o
un guasto non provoca ulteriori perdite di sistema. Non obbligatorio il ritorno al
canale preferenziale (canale in esercizio, OP).
Con un accoppiatore asimmetrico, bisogna assicurare che, se possibile, la
trasmissione avvenga nel percorso a bassa-attenuazione (canale in esercizio).
Lo scambio in seguito ad un difetto o ad un guasto d origine a considerevoli
perdite di sistema. Per questo motivo, dovrebbe sempre essere attivato (ove
possibile) il ritorno automatico al canale in esercizio tramite men di
configurazione "RPS Module Config. RF Coupler, Line Switch".
3-24

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

Lo scambio in configurazioni con protezione dapparato provoca piccole


interruzioni nella trasmissione dei dati.
L'uso di accoppiatori RF consente di progettare componenti pi compatti.

Fig. 3-30 Accoppiatore RF

Marconi

3-25

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.5.4 Configurazione con protezione di apparato con scambio RF e scambio di


linea
In configurazioni di apparato con protezione, i sistemi ridondanti operano alla
stessa frequenza. Lo scambio avviene contemporaneamente nella direzione di
trasmissione e di ricezione. Per il lato radio, richiesto uno scambio esterno RF
pilotato dalle Unit Outdoor. Lo scambio su linea supplementare realizza un
secondo livello di scambio della protezione sul lato linea.
Lo schema di seguito mostra il normale funzionamento senza difetti o guasti. Il
segnale dati STM-1 trasmesso tramite il canale in esercizio. Sia lo scambio di
linea che lo scambio RF sono impostati a OP.

IDU: OP

Line Switch

ODU: OP
Coax
Cable

OP
PR

RF Unit

RF Switch

STM-1

STM-1

IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-31

RF Unit

Configurazione con protezione di apparato con scambio RF


Canale in esercizio (OP) attivo

Lo schema di seguito mostra il percorso del segnale in caso di un difetto o guasto


nella parte ridondante del canale in esercizio. Il segnale dati STM-1 prima
instradato tramite l'OP-IDU verso PR-IDU e poi trasmesso tramite il canale di
protezione. Lo scambio di linea impostato su OP, mentre il scambio RF
impostato a PR.

IDU: OP

Line Switch

ODU: OP
Coax
Cable

OP
PR

RF Switch

STM-1

STM-1

IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-32
3-26

RF Unit

RF Unit

Configurazione con protezione di apparato con scambio RF


Canale di protezione (PR) attivo
Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

In caso di un guasto totale o un difetto nel percorso non-ridondante del OP-IDU,


il percorso di segnalazione instradato tramite quest'ultimo diventa non pi
disponibile. In questo caso, il segnale dati STM-1 inviato direttamente all'Unit
Indoor del Canale di Protezione (PR-IDU) tramite lo scambio di linea. Sia lo
scambio di linea che lo scambio RF sono impostati a PR.

IDU: OP

Line Switch
PR

STM-1

ODU: OP
Coax
Cable

OP

RF Unit

RF Switch

STM-1
IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

RF Unit

Fig. 3-33 Configurazione di apparato con scambio RF e scambio linea


Canale di protezione PR attivo/guasto totale di OP-IDU

Note:
Lo scambio di linea alloggiato in un contenitore separato. disponibile in
versione ottica ed elettrica.
Un guasto totale o un difetto nel percorso non-ridondante dell'OP-IDU si ha ogni
volta che si guastano l'alimentazione, linterfaccia SPI (ott. o el.) o il DPU dell
OP-IDU.
Per motivi di manutenzione o riparazione (scambio dell'OP-IDU), lo scambio di
linea pu essere forzato sul canale di protezione (si veda la maschera "PRS
Module Config. RF Coupler, Line Switch").
Poich un azionamento dello scambio di linea provoca una breve interruzione dei
dati trasmessi, potrebbe essere definito un comando di scambio a tempo per il
ripristino automatico. In tal caso, il sistema ritorna automaticamente sul canale in
esercizio allo scadere del tempo impostato.
Lo scambio in configurazioni con protezione dapparato provoca piccole
interruzioni nella trasmissione dei dati.
Attenzione:
Se lo scambio di linea si sposta sul canale di protezione, tutti i canali ausiliari e le
funzioni di servizio (canali di servizio, EOW, canale wayside, XQI) come pure
LMT e connessione SOA vengono interrotti e non sono pi disponibili (senza OPIDU).

Marconi

3-27

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Le fotografie mostrate sotto illustrano lo scambio di linea (ottica ed elettrica)


senza alcuna connessione.

Fig. 3-34 Scambio di linea (ottica)

Fig. 3-35 Scambio di linea (elettrica)

3-28

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

3.5.4.1 Configurazione con protezione di apparato con accoppiatore RF e


scambio di linea
In configurazioni con protezione di apparato, i sistemi ridondanti operano alla
stessa frequenza e sono connessi tramite accoppiatore RF. Lo stadio di uscita
della trasmissione (sezione RF) del canale attualmente non usato spento dal
controllo software ed attivato nuovamente in caso di difetto o di guasto
(scambio). L'accoppiatore RF disponibile in due varianti (simmetrica o
asimmetrica). Utilizzando lo scambio di linea implementato un secondo livello di
scambio di protezione sul lato linea.
Lo schema di seguito mostra il normale funzionamento senza difetti o guasti. Il
segnale dati STM-1 trasmesso tramite il canale in esercizio. Lo scambio di linea
impostato su OP. Lo stadio di uscita Tx del canale di protezione (PR)
disattivato.

IDU: OP

Line Switch

ODU: OP
Coax
Cable

OP
PR

RF Unit

RF-Koppler

STM-1

STM-1

IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-36

RF Unit

Configurazione con protezione di apparato con scambio RF


Canale in esercizio (OP) attivo

Lo schema di seguito mostra il percorso del segnale in caso di un difetto o guasto


nella parte ridondante del canale in esercizio. Il segnale dati STM-1 prima
instradato tramite il OP-IDU verso PR-IDU e poi trasmesso tramite il canale di
protezione. Lo scambio di linea impostato a OP. Lo stadio di uscita Tx del
canale di esercizio (OP) disattivato.
IDU: OP

Line Switch

ODU: OP
Coax
Cable

OP
PR

RF-Koppler

STM-1

STM-1

IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-37

Marconi

RF Unit

RF Unit

Configurazione con protezione di apparato con scambio RF


Canale di protezione (PR) attivo
3-29

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

In caso di un guasto totale o un difetto nel percorso non-ridondante dellOP-IDU,


il percorso di segnalazione instradato tramite quest'ultimo non pi disponibile.
In questo caso, il segnale dati STM-1 inviato direttamente all'Unit Indoor del
Canale di Protezione (PR-IDU) tramite lo scambio di linea. Lo scambio di linea
quindi in posizione PR. Lo stadio di uscita Tx del canale di esercizio (OP)
disattivato.
IDU: OP

Line Switch
PR

STM-1

ODU: OP
Coax
Cable

OP

RF Unit

RF-Koppler

STM-1
IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

RF Unit

Fig. 3-38 Configurazione di apparato con scambio RF e scambio linea


Canale di protezione PR attivo/guasto totale di OP-IDU

Note:
Con un accoppiatore simmetrico, un processo di scambio causato da un difetto o
un guasto non provoca ulteriori perdite di sistema. Non obbligatorio il ritorno al
canale preferenziale (canale in esercizio, OP).
Quando si ha un accoppiatore asimmetrico, bisogna assicurarsi per quanto
possibile che la trasmissione avvenga nel percorso a bassa-attenuazione (canale
in esercizio). Lo scambio in seguito a un difetto o a un guasto d origine a
considerevoli perdite di sistema. Per questa ragione, il ritorno automatico al
canale in esercizio dovrebbe essere sempre attivato (se possibile) tramite men
di configurazione "RPS Module Config. RF Coupler, Line Switch".
L'uso di accoppiatori RF consente di progettare componenti pi compatti.
Lo scambio di linea alloggiato in un contenitore separato. disponibile in
versione ottica ed elettrica.
Un guasto totale o un difetto nel percorso non-ridondante dell'OP-IDU avviene
ogni volta che l'alimentazione, l'interfaccia SPI (ott. o el.) o il DPU dell'OP-IDU
si guastano.
Per motivi di manutenzione o riparazione (scambio dell'OP-IDU), lo scambio di
linea pu essere forzato sul canale di protezione (si veda la maschera "PRS
Module Config. RF Coupler, Line Switch").
Poich lo scambio di linea d origine ad una breve interruzione dei dati di
trasmissione, potrebbe essere definito un comando di scambio a tempo per il
ripristino automatico. In questo caso, il sistema ritorna sul canale in esercizio
automaticamente allo scadere del tempo impostato.
Lo scambio in configurazioni con protezione di apparato provoca piccole
interruzioni nella trasmissione dei dati.
3-30

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

Attenzione:
Se lo scambio di linea si sposta sulla protezione, tutti i canali ausiliari e le funzioni
di servizio (canali di servizio, EOW, canali wayside, XQI) cos come LMT e
connessione a SOA verranno interrotti e non saranno pi disponibili (senza OPIDU).

Marconi

3-31

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.5.4.2 Configurazione con protezione di linea


Flusso del segnale
I seguenti schemi mostrano il flusso del segnale in una configurazione in
protezione di linea. Il funzionamento possibile con ridondanza di frequenza o
ridondanza di canale. Nel caso di protezione di linea, il segnale Tx viene inviato a
entrambi i collegamenti radio cosicch non c' scambio. Il segnale Rx
scambiato senza errori nel caso in cui i due flussi dati ricevuti siano sincroni.

IDU: OP

ODU: OP
Coax
Cable

OP

STM-1

PR

RF Unit

STM-1
IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

RF Unit

Fig. 3-39 Configurazione con protezione linea


Canale in esercizio (OP) attivo

ODU: OP

IDU: OP
STM-1

Coax
Cable

OP
PR

RF Unit

STM-1
IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

RF Unit

Fig. 3-40 Configurazione con protezione linea


Canale in protezione (PR) attivo

3-32

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

Generalit del Sistema


2 x ODU 155 / ...
Filter box with
Rx/Tx diplexer

2 x Indoor Unit
IDU 155 - ...

A/A'

C/C'
f1

STM-1

DPU

Modulator
Demodulator

PR

TX/RX

PSU

OP1

XPIC

XPIC

DPU

Demodulator

OP2

OMT

TX/RX

PSU
Modulator

f1
Horizontal and vertical
polarization

Fig. 3-41 Protezione di linea 1+1 (Generalit del Sistema)

Marconi

3-33

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

3.5.4.3 Configurazione in protezione di linea con scambio di linea


I seguenti schemi mostrano il flusso del segnale in una configurazione in
protezione di linea. Il funzionamento possibile con ridondanza di frequenza o
ridondanza di canale. Con protezione di linea, il segnale Tx permanentemente
applicato ad entrambi i collegamenti radio in modo tale che non avvenga
scambio. Lo scambio di linea realizza un secondo livello di scambio della
protezione sul lato linea.
Lo schema seguente mostra il normale funzionamento senza difetti o guasti. Il
segnale dati STM-1 trasmesso tramite il canale in esercizio. Lo scambio di linea
impostato ad OP.

IDU: OP

Line Switch

ODU: OP
Coax
Cable

OP
PR

RF Unit

STM-1

STM-1

IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-42

RF Unit

Configurazione con protezione di linea con scambio linea


Canale in esercizio (OP) attivo

Lo schema seguente mostra il percorso del segnale in caso di un difetto o guasto


nella parte ridondante del canale in esercizio. Il segnale dati STM-1 prima
instradato tramite il OP-IDU verso PR-IDU e poi trasmesso tramite il canale di
protezione. Lo scambio di linea impostato ad OP. Il segnale Rx scambiato
senza errori purch i due flussi dati ricevuti siano sincroni.

IDU: OP

Line Switch

ODU: OP
Coax
Cable

OP
PR

STM-1

STM-1

IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-43

3-34

RF Unit

RF Unit

Configurazione con protezione di linea con scambio linea


Canale in protezione (PR) attivo
Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

In caso di un guasto totale o un difetto nel percorso non-ridondante dellOP-IDU,


il percorso di segnalazione instradato tramite quest'ultimo non pi disponibile.
In questo caso, il segnale dati STM-1 commutato direttamente all'Unit Indoor
del Canale di Protezione (PR-IDU) tramite lo scambio di linea. Quest'ultimo
posto quindi in posizione PR.

IDU: OP

Line Switch

ODU: OP
Coax
Cable

OP
PR

RF Unit

STM-1

STM-1

IDU: PR

ODU: PR
Coax
Cable

Fig. 3-44

RF Unit

Configurazione con protezione di linea con scambio di linea


Canale di protezione PR attivo/guasto totale di OP IDU

Note:
Lo scambio di linea alloggiato in un contenitore separato. disponibile in
versione ottica ed elettrica.
Un guasto totale o un difetto nel percorso non-ridondante dell'OP-IDU avviene
ogni volta che l'alimentazione, interfaccia SPI (ott. o el.) o DPU del OP-IDU si
guasta.
Per motivi di manutenzione o riparazione (scambio dell'OP-IDU), lo scambio di
linea pu essere forzato sul canale di protezione (si veda la maschera "PRS
Module Config. RF Coupler, Line Switch").
Poich un azionamento dello scambio di linea d origine a una breve interruzione
dei dati trasmessi, potrebbe essere definito un comando di scambio a tempo per
il ripristino automatico. In questo caso, il sistema ritorna sul canale in esercizio
automaticamente allo scadere del tempo impostato.
Attenzione:
Se lo scambio di linea si sposta sul canale di protezione, tutti i canali ausiliari e le
funzioni di servizio (canali di servizio, EOW, canali wayside , XQI) come pure il
LMT e connessione SOA verranno interrotti e non saranno pi disponibili (senza
OP-IDU).

Marconi

3-35

MDRS 155 S Descrizione


Configurazioni

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Pagina lasciata intenzionalmente bianca.

3-36

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Terminale Accesso Locale

4 Terminale Accesso Locale


Il PC terminale d'operatore con il corrispondente programma LMT utilizzato in
particolare per l'attivazione e la manutenzione di MDRS 155 S. Il programma
LMT pu essere usato non solo con MDRS 155 S, ma anche con altre tipologie
di elementi di rete.
L'impostazione dell'indirizzo richiesto per l'attivazione iniziale dell'elemento di rete
pu essere eseguita solo tramite LMT. Solo dopo aver impostato il corretto
indirizzo, l'elemento di rete pu essere controllato e gestito da ServiceOn. L'LMT
permette anche compiti di controllo e supervisione che possono essere eseguiti
durante il normale funzionamento di MDRS 155 S.
La connessione dell'LMT all'MDRS 155 S pu essere predisposta nei seguenti
modi:

Connessione diretta all'Interfaccia LMT (RS-232);

Connessione LAN/WAN tramite TCP/IP;

Connessione Modem.

Il logon in un MDRS 155 S Remoto anche possibile utilizzando ServiceOn.


Per collegarsi al sistema, l'operatore ha bisogno di una password configurabile
da ServiceOn oppure il logon remoto deve essere concesso esplicitamente da
quest'ultimo. Per motivi di sicurezza, il processo di rilascio di tale concessione
viene automaticamente annullato allo spirare di un timer.

Marconi

4-1

MDRS 155 S Descrizione


Terminale Accesso Locale

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

4.1 Connessione diretta all'Interfaccia LMT


Un'interfaccia LMT situata sul pannello frontale del sistema MDRS 155 S
permette la connessione del Locale Maintenance Terminal per l'attivit di
controllo.
Per la comunicazione tra LMT e MDRS 155 S utilizzata la pila dei protocolli.
L'LMT pu comunicare con MDRS 155 S localmente tramite Interfaccia RS-232,
Interfaccia Utente TC57 e TP4 o in remoto (tramite ECC o LAN utilizzando la pila
del protocollo OSI).
L'LMT consente di eseguire simultaneamente diversi logon remoti. Il numero di
possibili connessioni determinato dalle prestazioni dell'LMT.

OSI Layer
User Protocol (AWP01)

Switching Protocol (VMP01)


Layers 5 and 6 are not used.

Local connection

OSI transport layer, class 4 (TP4)


X.214, X.224
(ISO 8072, ISO 8072/AD2, ISO 8073, ISO 8073/AD2)

Network layer

4
Remote
connection

CLNS - ISO 8473 (ISO 8348/DAD1)


ES-IS - ISO 9542 / IS-IS - ISO 10589

LAPD, Q.921
DCCR

DCCM

ECC transmission
Fig. 4-1

LLC - ISO 8802-2 (Type 1)


MAC: CSMA/CD - ISO 8802-3

TC57

10BaseT

RS 232

LAN interface

PC interface

Pila del protocollo per collegare LMT tramite interfaccia seriale del PC

4.2 Connessione LAN/WAN tramite TCP/IP


Una connessione tra MDRS 155 S e LMT pu anche essere instaurata tramite un
collegamento TCP/IP a condizione che sia disponibile uninterfaccia LAN.
Questo metodo offre i seguenti vantaggi:

Maggiore "throughput" dati;

Sistemi MDRS 155 S remoti possono essere facilmente indirizzati.

Un possibile esempio di una connessione TCP/IP illustrato nel seguente


schema.

4-2

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Terminale Accesso Locale

LMT

DHCP Server
LAN/WAN
Internet or Intranet

BOOTP Server
LAN/WAN
LAN

MDRS 155 S

ECC

MDRS 155 S

ECC

MDRS 155 S

QD2 Master RS-485


QD2 station bus

NE

NE

Fig. 4-2 Connessione TCP/IP tra MDRS 155 S e LMT

In questo caso, MDRS 155 S connesso tramite la sua interfaccia alla LAN.
Anche l'LMT connesso a una LAN. Entrambe le LAN/WAN sono interconnesse
tramite Internet o Intranet.
Per instaurare la connessione, sia MDRS 155 S sia LMT richiedono alcune
informazioni aggiuntive sugli indirizzi IP (indirizzo IP, sub-net mask, indirizzo IP
del default Gateway) che devono essere rese disponibili tramite l'interfaccia PC.
L'LMT pu ricevere le informazioni sugli indirizzi IP nei seguenti modi:
1. Tramite la propria configurazione di sistema;
2. Tramite un server DHCP. Questo metodo normalmente utilizzato in reti di
PC. Questo server gestisce le informazioni sugli indirizzi IP della rete di PC.
Queste informazioni sono trasmesse al boot-strap dell'LMT.
L'LMT pu anche instaurare connessioni remote verso ulteriori elementi di rete.
Per questo scopo, instaurata una connessione TCP/IP verso l'MDRS 155 S.
Quindi viene eseguito un logon remoto tramite ECC verso il corrispondente
elemento di rete.
Pu essere impostata solo una connessione dell'LMT all'MDRS 155 S per volta:
se esiste gi una connessione TCP/IP, ulteriori comandi di connessione (tramite
TCP/IP o Interfaccia PC seriale) verranno rifiutati. Se esiste gi una connessione
tramite interfaccia seriale del PC, successivi comandi di connessione all'MDRS
155 S tramite TCP/IP verranno rifiutati.

Protezione contro accessi non autorizzati:

L'Amministratore della rete deve assicurare che l'accesso non autorizzato


all'MDRS 155 S non sia possibile tramite connessione TCP/IP. Tale accesso non
autorizzato potrebbe essere impedito, per esempio, installando un firewall nella
LAN del sistema MDRS 155 S.

Marconi

4-3

MDRS 155 S Descrizione


Terminale Accesso Locale

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

4.2.1 Informazioni indirizzo IP per MDRS 155 S


Le informazioni sull'indirizzo IP coinvolgono impostazioni che devono sempre
essere definite per reti IP (reti utilizzate per scambio dati tramite TCP/IP).
Normalmente, MDRS 155 S integrato in una LAN gi esistente. Per questa rete
IP, le informazioni sull'indirizzo IP sono gi state pianificate e implementate. Per
questo motivo, le impostazioni dell'indirizzo per l'MDRS 155 S devono essere
adattate alla struttura gi esistente. Le seguenti informazioni sull'indirizzo IP
devono quindi essere rese disponibili dall'amministratore di rete IP:
Indirizzo IP:

L'indirizzo IP, e cio 144.130.012.004, utilizzato per un'univoca identificazione


dell'unit all'interno di Internet/Intranet.
Sub-net mask:

Utilizzando la maschera di sottorete (sub-net mask), per esempio 255.255.0.0, e


l'indirizzo IP, possibile determinare se MDRS 155 S e LMT sono situati nella
stessa rete o in diverse reti IP. Se MDRS 155 S e l'LMT sono situati in reti IP
diverse, l'interconnessione tra queste due reti configurata tramite Intranet o
Internet.
Indirizzo IP del Gateway di default:

Se l'MDRS 155 S e l'LMT sono situati in reti IP diverse, devono essere usate
Internet o Intranet per lo scambio dati tra queste due reti. La connessione a tale
rete di trasmissione eseguita utilizzando un Router o Gateway, il cui indirizzo IP
deve essere noto a MDRS 155 S.
Questa informazione sull'indirizzo IP memorizzata nell'MDRS 155 S in una
EEPROM. Qualsiasi modifica di questi dati di configurazione tramite LMT da
origine ad un reset software dell'MDRS 155 S.

4.2.2 Informazioni indirizzo IP per LMT


Le informazioni relative all'indirizzo IP necessarie per MDRS 155 S sono richieste
anche per l'LMT. Sono inserite manualmente tramite LMT oppure fornite tramite
un server DHCP.
Per stabilire una connessione con MDRS 155 S, anche possibile utilizzare nomi
alfanumerici come "helios" invece dell'indirizzo IP, a condizione che la risoluzione
del nome tra indirizzo IP e nome alfanumerico sia realizzata nella rete IP
dell'LMT. Questa risoluzione del nome potrebbe, per esempio, essere eseguita
da un server DNS.

4.2.3 Pila protocollo della connessione TCP/IP


La pila dei protocolli mostrata sotto utilizzata per la connessione TCP/IP tra
LMT e MDRS 155 S. In questo caso, l'LMT comunica tramite connessione
TCP/IP e interfaccia utente TP4 con MDRS 155 S. Tramite ECC si possono
anche instaurare connessioni remote verso ulteriori elementi di rete.

4-4

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Terminale Accesso Locale

Per la connessione tra LMT e MDRS 155 S, l'indirizzo della porta del protocollo
TCP impostato a 41300.
OSI Layer
User Protocol (AWP01)

Switching Protocol (VMP01)


Local connection to the NE
addressed via TCP/IP

Layers 5 and 6 are not used!

OSI transport layer, class 4 (TP4)


X.214, X.224
(ISO 8072, ISO 8072/AD2, ISO 8073, ISO 8073/AD2)

Network layer

CLNS - ISO 8473 (ISO 8348/DAD1)


ES-IS - ISO 9542 / IS-IS - ISO 10589

DCCM
ECC transmission

Fig. 4-3

Transport layer

Network layer

TCP: RFC 793, 896

ICMP: RFC 792


IP: RFC 791

LAPD, Q.921
DCCR

Remote
conn.

LLC - ISO 8802-2 (Type 1)


MAC: CSMA/CD - ISO 8802-3

10BaseT

LAN interface

Pila protocollo per la connessione dell'LMT tramite TCP/IP

4.3 Collegamento Modem


Il collegamento dell'LMT a MDRS 155 S pu anche essere predisposto tramite
una connessione modem.

LMT
Modem

Modem
MDRS 155 S

Modem link

LMT IF

Fig. 4-4 Connessione dell'LMT tramite un collegamento modem

In questo caso, il primo dei due modem connesso all'interfaccia PC (LMT)


dell'MDRS 155 S, mentre il modem remoto connesso all'Interfaccia RS-232
dell'LMT.
Prima che questo collegamento possa essere utilizzato, entrambi i modem
devono essere configurati utilizzando un PC e un appropriato programma di
emulazione terminale, per esempio HyperTerminal di Win95.
Il "protocol stack" illustrato per la "LAN/WAN connection via TCP/IP utilizzato
anche per questo tipo di connessione.

Marconi

4-5

MDRS 155 S Descrizione


Terminale Accesso Locale

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Pagina lasciata intenzionalmente bianca.

4-6

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

5 Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione


dati
5.1 Integrazione nella TMN
5.1.1 Introduzione
Il presente capitolo descrive l'integrazione del Sistema Radio a Microonde MDRS
155 S nel Sistema di Gestione ServiceOn (SOA). Questo compito viene assolto
per mezzo di un sistema di gestione per reti di telecomunicazione (TMN).
basato sulle relative specifiche SISA e sul modello informativo QD2. La
connessione di MDRS 155 S a SOA pu essere eseguita in diversi modi:

Classica connessione ad uninfrastruttura SISA organizzata in modo


gerarchico;

Reti di trasporto OSI;

Reti di trasporto IP.

Le reti di trasporto OSI e IP sono basate sulla tecnologia SISA, gi in uso da


parecchi anni. Esse stanno integrando i tipi di connessioni classici. Ci
brevemente spiegato nel seguito di questa Sezione.

5.1.2 Introduzione alla Rete SISA


La rete SISA ("Supervisory and Information System for local and remote Areas")
utilizzata per lo scambio di informazioni (allarmi, comandi, valori misurati, ecc..)
tra apparati di trasmissione e un sistema di gestione come il Sistema di Gestione
di Rete ServiceOn prodotto da Marconi.
I messaggi sono trasmessi dall'apparato di trasmissione locale o remoto, cio dal
cosiddetto elemento di rete (NE) alle Workstations ServiceOn. D'altro canto, le
informazioni (e cio, comandi di controllo, richieste ecc..) vengono trasmesse dal
sistema ServiceOn verso gli elementi di rete. In tal modo, sono assicurati sia il
controllo sia la supervisione dogni elemento di rete.
Una rete SISA (Data Communication Network (DCN)) ha sempre una struttura
gerarchica ad albero basata sul concetto di Master/Slave. Questa struttura
gerarchica realizzata tramite concentratori. I concentratori soddisfano alla
funzione di Master e consentono la connessione di ulteriori elementi di rete
(Slave). Relativamente alla struttura complessiva, gli Slave sono situati a livello
gerarchico direttamente al di sotto del relativo Master. Ipotizzando che uno Slave
operi esso stesso come concentratore, esso pu assumere ulteriormente la
funzione di Master per il livello inferiore successivo. Questo principio conduce
alla sopra citata struttura ad albero che pu essere espansa fino ad un massimo
di nove livelli gerarchici. Cos, concentratori possono operare
contemporaneamente come Master e Slave, cio all'interno della struttura
gerarchica, essi si comportano come Slave verso il livello superiore e come
Master verso il livello inferiore.

Marconi

5-1

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

I concentratori possono essere implementati su base hardware (SISA-K) oppure


su base software. A questi ultimi ci si riferisce come concentratori virtuali (SISAV).
I singoli Slave sono fisicamente connessi al bus QD2int che in conformit con
l'RS 485 e ha una frequenza di cifra in trasmissione pari a 64 kbit/s. A questo bus
possono essere connessi fino a 30 elementi di rete.
Per avere ridondanze ed evitare interruzioni di servizio in caso di un guasto,
possibile impostare strutture ad anello all'interno della rete SISA.
La connessione tra la Rete SISA e la LAN/WAN di ServiceOn realizzata tramite
un Gateway QD2. Il Sistema ServiceOn pu essere connesso a diversi Gateway
QD2.
La figura illustrata di seguito mostra queste relazioni e fornisce una prima
panoramica dell'indirizzamento dell'elemento di rete descritto nel capitolo
successivo.

LAN/WAN
Network no. 1

Network no. 2

QD-2
Gateway

QD-2
Gateway

1:1

2:1

SISA-K
1:1.1

SISA-K
1:1.1.1

NE

1:1.2

SISA-K
2:1.1

NE

NE

1:1.1.2

1:1.1.3

NE

NE

2:1.2

NE

Fig. 5-1 Struttura di una rete QD2-SISA

5-2

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

5.1.3 Indirizzamento dell'Elemento di Rete nella Rete SISA


Per identificare singoli elementi di rete, ad essi sono assegnati i propri numeri di
nodo. Questi numeri di nodo sono compresi nel seguente intervallo:

1 - 30: Il concentratore a livello pi alto un SISA-K.


1 - 254: Il concentratore a livello pi alto un SISA-V.

Tutti gli elementi di rete dello stesso livello gerarchico devono avere i loro propri
indirizzi univoci.
Per essere in grado di indirizzare un elemento di rete all'interno della rete SISA ,
tutti gli indirizzi degli elementi di connessione a pi alto-ordine (nodi di
commutazione) devono essere conosciuti.
A ciascuna rete SISA connessa tramite un Gateway QD2 assegnato un
numero di rete dal sistema ServiceOn.
L'indirizzamento complessivo di un elemento di rete una sequenza di tutti gli
indirizzi dei singoli elementi di connessione dalla radice dell'albero fino ai
rispettivi elementi di rete attenendosi alle seguenti convenzioni:
<No. della rete> : <Livello 1> . <Livello 2> . < ... > . <Livello n> . <No. del nodo>
Per cui un possibile indirizzo potrebbe essere 2:1.2. Per ulteriori esempi, fare
riferimento a Fig. 5-1.
I numeri di nodo assegnati ai concentratori danno origine ad un ulteriore livello
predisposto tramite questo numero.
Quando vengono assegnati gli indirizzi, si noti che al primo concentratore al di
sotto del Gateway QD2 deve sempre essere assegnato il no. del nodo 1.

Marconi

5-3

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

5.1.4

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Informazioni base sui protocolli


La presente sezione fornisce solo una breve panoramica del modello a 7-livelli
OSI (Open Systems Interconnection) con la sua pila di protocolli, il loro significato
principale e le relazioni fondamentali.
Il modello a 7-Livelli utilizzato come linea guida per la trasmissione dei dati ed
composto come segue:

Application

Application

Presentation

Presentation

4
3
2
1

Control
Transport

Control
Transport

Switching

Switching

Protection

Protection

Physical layer

Physical layer

Fig. 5-2

Transport-oriented

application-oriented

Layers

Modello a livelli OSI 7

Questo modello consente una classificazione ancora pi rozza, cio i tre livelli
superiori sono orientati all'applicativo e descrivono come il traffico dati sia
elaborato e visualizzato. In aggiunta, essi determinano il modo in cui avr luogo
la comunicazione con il partner. I quattro livelli inferiori sono utilizzati per un
trasporto affidabile di queste informazioni alla giusta destinazione.
I compiti dei singoli livelli sono eseguiti dai cosiddetti protocolli. Poich i singoli
protocolli sono situati uno sull'altro esattamente come in una pila, questa
disposizione anche chiamata "protocol stack".
Per ci che riguarda la comunicazione tra il trasmettitore e il ricevitore, c' un
"protocol stack" per ogni lato del collegamento e ogni livello "vede" lo scambio di
informazioni come se comunicasse direttamente con il lato remoto allo stesso
livello.
La comunicazione tra trasmettitore e ricevitore ha luogo in aderenza al seguente
concetto:
Sul lato trasmissione, il traffico dati assemblato nel livello 7 e passato al
successivo livello inferiore. Quest'ultimo accetta le informazioni ed esegue i
compiti relativi alle sue mansioni. Poi compatta queste informazioni aggiungendo
il proprio controllo delle informazioni (header), in modo tale che il lato remoto
possa correttamente interpretare le informazioni ricevute. Questa procedura
continua sino al livello 2. Le informazioni che devono essere ora trasmesse
hanno la seguente struttura:

5-4

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

Header
Layer 1

Header
Layer 2

Header
Layer 3

Header
Layer 4

Header
Layer 5

Header
Layer 6

Data

Fig. 5-3 Struttura dei dati nei singoli livelli del protocollo

Il pacchetto completo ora fisicamente passato al mezzo di trasmissione.


Quando queste informazioni sono ricevute sul lato Rx, ogni livello valuta l'header
ad esso relativo.
Subito dopo, l'informazione completa (a cui stato sottratto l'header) inviata al
livello superiore successivo, cio il traffico dati del livello 7 "spacchettato" passo
dopo passo. Questi dati sono infine trasportati verso l'applicativo di alto livello. Si
noti che non devono essere necessariamente implementati tutti i livelli del
modello OSI. In base ai compiti che devono essere soddisfatti e alle condizioni,
possibile che alcuni livelli non debbano essere esplicitamente implementati.

5.1.5 Protocolli SISA


Le informazioni SISA sono scambiate utilizzando due protocolli. Le informazioni
effettive sono create/lette tramite il protocollo utente e inviate al corretto ricevitore
per mezzo del protocollo di commutazione. Questi due tipi di protocollo sono
brevemente descritti nelle due sezioni che seguono.

5.1.5.1 Protocollo Utente (AWP01)


Il protocollo Utente (Livello 7 e 6) comprende informazioni scambiate tra
l'elemento di rete e il sistema di gestione. In tal modo, i dati che indicano lo stato
operativo di un elemento di rete possono essere inviati al Sistema di Gestione di
Rete ServiceOn. D'altra parte, le predisposizioni dell'elemento di rete possono
anche essere eseguite tramite ServiceOn. Sono disponibili cinque diverse
possibilit per lo scambio delle informazioni:
Command (Com.)

I comandi sono utilizzati per inviare parametri di predisposizione o altri


comandi all'elemento di rete. Quest'ultimo si prende carico dell'avvenuta
ricezione.

Request (Requ.)

Le richieste sono utilizzate per richiedere informazioni correnti dall'elemento di


rete. Le richieste possono essere indirizzate a una o pi unit funzionali. Se
deve essere inviata una richiesta a pi unit funzionali, questo ottenuto
tramite un indirizzamento collettivo.

Acknowledgement

Gli "acknowledgement" sono, per esempio, risposte a comandi. Essi


informano l'operatore che
- il comando inviato stato ricevuto e
- se il comando pu essere eseguito in questa forma.
Inoltre, i messaggi di riconoscimento sono rispediti al richiedente, nel caso in
cui la richiesta non possa essere esaudita.

Marconi

5-5

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

Response (Resp.)

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Le risposte (Response) sono reazioni a una richiesta e forniscono la relativa


informazione.
Se una richiesta non pu essere esaudita con le necessarie informazioni, sar
trasmesso un riconoscimento negativo. In caso di indirizzamento collettivo,
solo le unit funzionali in grado di fornire le informazioni richieste invieranno
un messaggio di risposta. In questo caso non sar inviato riconoscimento
negativo.

Messaggio Spontaneo
(Spo)

Messaggi spontanei sono trasmessi da un Elemento di Rete in direzione del


Sistema di Gestione di Rete ServiceOn ogni volta che si deve segnalare che
sono state effettuate modifiche nell'elemento di rete. Nella modalit
"Maintenance", alcuni messaggi spontanei sono soppressi.

5.1.5.2 Protocollo di scambio (VMP01)


All'interno di un elemento di rete, i dati sono trasmessi alla loro destinazione
utilizzando il Protocollo di scambio (VMP01) (si veda schema di seguito). Questo
protocollo di scambio utilizza fino a quattro porte.

Port f

Port e

VM
P0

Own SISA data (AWP01)

Port d

Port a

Local Maintenance Terminal PC (LMT)

Information flow to the ServiceOn Access System

To further network elements connected to the


QD2int bus as Slaves

Fig. 5-4 Protocollo di scambio (VMP01)

Significato delle singole porte:


Port d:
Port f:
Port e:
Port a:

In crescendo nella direzione di ServiceOn.


Interfaccia LMT dell'elemento di rete.
Dati propri dell'elemento di rete.
A scendere in direzione degli Slave di ordine inferiore.
Questa porta disponibile solo con concentratori.

Se le informazioni SISA sono trasmesse, per esempio, verso il Sistema di


Gestione di Rete ServiceOn, queste informazioni entrano nel nodo, sono
elaborate dal protocollo applicativo e sono trasmesse tramite porta d e i protocolli
di livello inferiore in direzione di ServiceOn.
Dal punto di vista della commutazione, una rete SISA vista come una rete
composta da nodi.

5-6

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

Switching sections
Starting node
Information
source

Destination node

Switching
node

Switching
node

Information
sink

Switching
node

Local Exchange

Fig. 5-5 Struttura di commutazione

Un insieme completo dindirizzi di un nodo comprende rispettivamente il numero


del nodo di commutazione e la porta. Per impostare il percorso dalla sorgente
delle informazioni verso la destinazione, sono necessari gli indirizzi di tutti nodi di
commutazione intermedi.

5.1.6 Connessione di MDRS 155 S verso il Sistema ServiceOn


Come mostrato sotto, il sistema MDRS 155 E pu essere connesso al Sistema di
Gestione di Rete ServiceOn in tre modi diversi:

Connection to ServiceOn Access

via QD2-DCN

via OSI-DCN

directly

indirectly

RS485

DCCR or DCCM

directly
LAN (OSI)

via IP-DCN

indirectly

directly

indirectly

DCCR or DCCM

LAN (IP)

DCCR or DCCM

Fig. 5-6 Possibilit di connessione a ServiceOn

Una connessione diretta pu essere impostata tramite le rispettive interfacce


fisiche (QD2, LAN). Una connessione indiretta pu essere impostata tramite
inserzione delle informazioni di gestione SISA nel segnale STM-1. In questo
caso, i dati SISA sono trasportati nel canale di comunicazione interno, cio nel
cosiddetto ECC (Embedded Control Channel) riservato per l'attivit di gestione.
L'ECC pu essere implementato sul DCCM o DCCR. Il DCCM composto dai
bytes da D4 a D12 del segnale SOH dell'STM-1, mentre il DCCR composto dei
byte da D1 a D3. Come se il DCCR o DCCM utilizzati per realizzare l'ECC
dipendessero dalle modalit operative modificate per l'elaborazione SOH del
corrispondente segnale STM-1. Le modalit operative per elaborazione dell'SOH
possono essere selezionate indipendentemente per entrambi i segnali STM-1.

Marconi

5-7

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Dal punto di vista del Sistema di Gestione di Rete ServiceOn, non di nessuna
importanza quali livelli di trasporto vengano utilizzati per trasmettere il protocollo
SISA. TCP/IP e OSI-TP4 (trasporto OSI) sono utilizzati come sistemi di trasporto.
TCP/IP utilizzato dal QD2 Gateway, mentre OSI-TP4 pu essere utilizzato in
caso di connessioni instaurate tramite interfaccia LAN oppure di trasmissione
tramite ECC.

5.1.7 Pila di protocollo delle interfacce


5.1.7.1 Interfaccia QD2
L'interfaccia QD2 utilizzata per collegare il Sistema Radio a Microonde MDRS
155 S alla rete SISA-DCN. In aggiunta, anche possibile collegare una rete
QD2, a condizione che il sistema funzioni come Master. La pila di protocolli di
questa interfaccia descritto nella seguente descrizione.
OSI Layer
User Protocol (AWP01)

Layers 4 to 6 are not used.

Switching Protocol (VMP01)

HDLC (Multidrop)

RS485

QD2 interface

Fig. 5-7 Struttura della pila di protocolli QD2

I protocolli di trasmissione dati assicurano una trasmissione sicura e senza errori


dei dati SISA (AWP01 e VMP01) utilizzando la procedura HDLC. Dal punto di
vista fisico, questi dati sono trasportati tramite uninterfaccia seriale RS-485 a 4fili.

5-8

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

5.1.7.2 Pila protocollo OSI


La pila del protocollo OSI composta come illustrato nel seguito. I dati specificiSISA di utente e i protocolli di scambio sono trasportati a destinazione utilizzando
il protocollo OSI-TP4 e i livelli inferiori o tramite interfaccia LAN o ECC .
OSI Layer
User Protocol (AWP01)
Switching Protocol (VMP01)

Layers 5 and 6 are not used.

OSI transport layer class 4 (TP4)

Network layer

X.214, X.224
(ISO 8072, ISO 8072/AD2, ISO 8073, ISO 8073/AD2)

CLNS - ISO 8473 (ISO 8348/DAD1)


ES-IS - ISO 9542 / IS-IS - ISO 10589

LAPD, Q.921
DCCR

DCCM

ECC transmission

LLC - ISO 8802-2 (Type 1)


MAC: CSMA/CD - ISO 8802-3

10BaseT

LAN interface

Fig. 5-8 Pila protocollo OSI


Funzionalit di instradamento

I protocolli di routing di Livello-3 utilizzano sempre il percorso pi breve per lo


scambio di informazioni tra il trasmettitore e ricevitore. Per questo scopo, ogni
elemento di rete informa tutti gli altri elementi di rete all'interno della rete SDH
(routing area) sugli elementi di rete connessi ad esso adiacenti. Basandosi su
queste informazioni, ciascun elemento di rete crea una tabella di instradamento
("routing") che contiene il pi breve percorso (minor numero di LE) verso ogni
destinazione all'interno dell'area di 'routing'. Queste tabelle di routing sono
aggiornate dopo ogni modifica alla topologia oppure ad intervalli regolari.

Marconi

5-9

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

5.1.7.3 Pila protocollo TCP/IP


L'interfaccia TCP-IP utilizzata per collegare il Sistema Radio a Microonde
MDRS 155 S alla rete TCP/IP-DCN. La pila del protocollo di questinterfaccia
mostrata di seguito.
OSI Layer
User Protocol (AWP01)
Switching Protocol (VMP01)

Layers 5 and 6 are not used.

TCP

IP

LLC - ISO 8802-2 (Type 1)


MAC: CSMA/CD - ISO 8802-3

10BaseT

LAN interface
Fig. 5-9

Pila protocollo TCP/IP

Poich sono supportati i protocolli TCP/IP standard, l'elemento di rete locale pu


essere connesso al TMN utilizzando reti TCP/IP . La trasmissione esente da
errori dei dati SISA (AWP01 e VMP01) garantita dai protocolli LLC e MAC. Il
trasporto fisico avviene tramite un'interfaccia 10BaseT.

5.1.7.4 Funzionalit di instradamento


MDRS 155 S supporta entrambi i tipi di instradamento statico e dinamico con
instradamento OSPF in conformit con RFC 2328.
5.1.7.4.1

Routing statico
Un collegamento radio predisposto utilizzando due router, essendo ogni
stazione equipaggiata con una porta LAN (10Base-T) e una porta WAN (ECC).
Per interconnettere le LAN di un collegamento radio, inserito automaticamente
un instradamento di default. Tuttavia, questa "entry" non visibile nella tabella di
instradamento. La tabella di instradamento permette di inserire fino a dieci
"routing" IP statici per instaurare strutture di rete logiche, gerarchiche con reti di
destinazione al di fuori delle due proprie aree di indirizzamento di reti IP. La
larghezza di banda della porta WAN (ECC) al massimo di 168 kbit/s.

Note

5-10

L'indirizzo del 'default gateway' modificato nella connessione TCP/IP


dell'elemento di rete.

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

5.1.7.4.2

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

Routing dinamico (OSPF)


Il protocollo Open Shortest Path First (OSPF) un protocollo gerarchico sullo
stato del collegamento. Per calcolare i percorsi, il protocollo OSPF utilizza
l'algoritmo Shortest Path First (SPF). Nella fase iniziale dell'algoritmo SPF,
ciascun router invia messaggi di stato del collegamento a intervalli regolari
tramite ogni "vicino" che possa essere indirizzato. Avendo X router connessi,
questo si realizza con X2 messaggi. L'OSPF fornisce un Gateway dedicato
(Router) per ciascuna rete multi-accesso . Questo gateway invia messaggi di
instradamento rappresentativi per tutti router disponibili in questa rete. In tal
modo, il numero di messaggi di instradamento ridotto al minimo. OSPF tiene in
considerazione i costi della linea, l'instradamento TOS, la distribuzione dinamica
del carico, le autenticazioni tra router diversi, la suddivisione della rete in sottoreti
pi piccole e la creazione di collegamenti virtuali. In una rete OSPF,
l'amministratore di rete pu calcolare i costi di uno o di diversi collegamenti di
trasmissione, utilizzando parametri come volume di traffico, ritardo del segnale ,
larghezza di banda della trasmissione e tariffe di linea e assegnare questi costi
alle singole interfacce WAN. Questo abilita il router a calcolare esattamente la
metrica dell'instradamento.

5.1.7.5 Pila multi-protocollo


La Fig. 5-10 mostra le interazioni della pila multi-protocollo implementata.
OSI Layer
User Protocol (AWP01)

Switching Protocol (VMP01)


Layers 5 and 6
are not
used.

Layers 5 and 6 are not used.

Layer 4
is not used.

Layer 4
is not used.

Switching Protocol
(VMP01)
HDLC (Multidrop)

X.214, X.224
(ISO 8072, ISO 8072/AD2, ISO 8073, ISO 8073/AD2)

TC57
RS-232

QD2 interface

LMT

Fig. 5-10

TCP

IP

Network Layer

Layer 3
is not used.

RS-485

Marconi

OSI Transport Layer - Class 4 (TP4)


CLNS - ISO 8473 (ISO 8348/DAD1)
ES-IS - ISO 9542 / IS-IS - ISO 10589

LAPD, Q.921
DCCR

DCCM

ECC transmission

LLC - ISO 8802-2 (Type 1)


MAC: CSMA/CD - ISO 8802-3

10BaseT

2
1

LAN interface

Struttura della pila multi-protocollo QD2/OSI/TCP/IP

5-11

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

5.2 Modalit operative DCN


5.2.1 Connessione ad una rete OSI
Nella modalit Q3p, il sistema MDRS 155 S funziona come un Elemento di Rete
OSI completo. Le informazioni relative alla gestione sono trasportate nel traffico
di flusso dati o tramite il DCC(R) oppure DCC(M).
Questa modalit operativa permette a MDRS 155 S di essere utilizzato
contemporaneamente come Gateway QD2. Oltre all'agent QD2 e XQI del
sistema, gestita un'ulteriore Master SISA-V che permette di predisporre il bus di
stazione QD2.

Active Router Port


NE can be connected
to SOA

OSI-NE
- MS1/4
- MDRS 155

OSI-DCN

(Mode Q3P)

LAN
Multiprotocol
Router

LAN

LAN
DCC
Radio

IP

LAN

Multiprotocol
Router

DCC
Radio

IP

LAN

LAN

OSI-NE

OSI-NE

- MS1/4
- MDRS 155

DCC
Line

(Mode Q3P)

OSI

DCC
Radio

DCC
Radio

SISA-V

DCC
Line

(Mode Q3P)

XQI

SISA-V
Master SISA-V

Mode Q3P

Agent

XQI

RS485

Master SISA-V

Mode Q3P

RS485

QD2-NE

QD2-NE

- MS1/4
- MDRS 155

- MS1/4
- MDRS 155

(Mode QD2-Slave
or QD2-SISA-V)

(Mode QD2-Slave
or QD2-SISA-V)

Fig. 5-11

5-12

- MS1/4
- MDRS 155

Network
Element
MDRS 155 S

Network
Element
MDRS 155 S

Agent

OSI

Modalit Q3p

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

5.2.2 Connessione ad una rete QD2


5.2.2.1 MDRS 155 S utilizzato come Slave senza funzione di concentrazione SISA
Nella modalit QD2 Slave, il sistema MDRS 155 S utilizzato come un
convenzionale utente QD2 connesso ad un "QD2 station bus" come Slave.
L'elemento di rete implementa l'accesso all'agent di sistema e all'adattatore XQI
integrato tramite un SISA-V. La funzione Master SISA-V non integrata. Le
funzioni di gestione della rete attraverso OSI o IP sono disattivate quando viene
usata questa modalit operativa.

Active Router Port


NE can be connected
to SOA

QD2-DCN
RS485

LAN
IP

DCC
Line

Network
Element
MDRS 155 S

Multi-protocol
Router
DCC
Radio
LAN
OSI

DCC
Radio

SISA-V
Agent

XQI

Fig. 5-12

Marconi

Mode QD2 Slave

Modalit QD2 Slave

5-13

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

5.2.2.2 MDRS 155 S utilizzato come Slave con funzione di concentrazione SISA
Nelle modalit QD2-SISA-V e QD2-via-SISA-V, il sistema MDRS 155 S
operativo in una rete QD2. Le informazioni relative alla gestione sono trasportate
nel traffico dati o tramite DCC(R) oppure DCC(M). Operando nella modalit QD2SISA-V, il sistema rappresenta il Gateway verso la rete QD2 ed connesso
tramite l'interfaccia RS485.
Oltre all'agent QD2 del sistema e l'associato XQI, questa modalit operativa
permette l'uso simultaneo di un altro SISA-V come concentratore SISA virtuale. I
sistemi MDRS 155 S connessi possono essere indirizzati tramite i canali DCC
scelti. Essi sono operativi nella modalit QD2-tramite-SISA-V.
Operando in modalit QD2-via-SISA-V, il sistema logicamente connesso
tramite i canali DCC selezionati al SISA-V di un Sistema MDRS 155 S che opera
in modalit QD2-SISA-V. Quando si utilizza il "QD2 station bus", i sistemi
funzionanti in modalit QD2-Slave o QD2-SISA-V devono essere connessi
utilizzando la stessa variante di connessione . Le informazioni di gestione sono
trasmesse tramite interfacce DCC e OSI/LAN rese disponibili, in questo contesto,
a ulteriori sistemi MDRS operanti in modalit QD2-via-SISA-V.
Notare che nelle modalit QD2-via-SISA-V, QD2-Slave e QD2-SISA-V , il numero
di sistemi connesso in conformit con questo principio limitato ad un massimo
di 30 elementi di rete.

Active Router Port


NE can be connected
to SOA

MDRS 155

MDRS 155

(Mode QD2
via SISA-V)

(Mode QD2
via SISA-V)

LAN

LAN

QD2-DCN
RS485
LAN

DCC
Radio

IP

Multiprotocol
Router

LAN
DCC
Radio

IP

LAN

LAN

MDRS 155
DCC
Line

(Mode QD2
via SISA-V)

Multiprotocol
Router

OSI

DCC
Radio

DCC
Radio

MDRS 155

OSI

Network SISA-V
Element
MDRS 155 S

Network
Element
MDRS 155 S

SISA-V
Agent

XQI

(Mode QD2
via SISA-V)

DCC
Line

SISA-V

Mode
QD2-SISA-V

Mode
QD2-via-SISA-V

Agent

XQI

Master SISA-V

RS485

QD2-NE
- MS1/4
- MDRS 155
(Mode QD2-Slave
or QD2-SISA-V)

Fig. 5-13 Modalit QD2-SISA-V


5-14

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

5.2.3 Connessione ad una rete IP


5.2.3.1 Connessione ad una Rete IP senza funzione di concentrazione SISA
Nella modalit QD2-IP, il sistema MDRS 155 S opera in una rete TCP/IP. Le
informazioni relative alla gestione sono trasportate nel traffico di flusso dati o
tramite il DCC(R) oppure DCC(M). Oltre all'agent QD2 e XQI del sistema,
gestita una Master SISA-V. Quest'ultima instaura un "QD2 station bus" tramite
interfaccia QD2. Questo bus permette la connessione di altri 30 elementi di rete
QD2.
Un canale dati IP stabilito tramite il canale DCC verso il remoto. Utilizzando
questo canale, un altro bus QD2 di stazione pu essere impostato nel remoto e
ulteriori elementi di rete TCP/IP possono essere compresi nel traffico dati IP.

Active Router Port


NE can be connected
to SOA

IP-NE

MDRS 155
(Mode QD2-IP or
QD2-SISA-V-IP

IP-DCN
LAN

LAN

LAN

Multiprotocol
Router

DCC
Radio

IP

LAN
DCC
Line

Multiprotocol
Router

LAN
DCC
Radio

IP

LAN
DCC
Radio

OSI

DCC
Radio

OSI

DCC
Line

Network
Element
MDRS 155 S

Network
Element
MDRS 155 S
SISA-V
Agent

XQI

SISA-V
Master SISA-V

Mode
QD2-IP

Mode
QD2-IP

Agent

RS485

XQI

Master SISA-V

RS485

QD2-NE

QD2-NE

- MS1/4
- MDRS 155

- MS1/4
- MDRS 155

(Mode QD2-Slave
or QD2-SISA-V)

(Mode QD2-Slave
or QD2-SISA-V)

Fig. 5-14 Modalit QD2-IP

Marconi

5-15

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

5.2.3.2 Connessione ad una Rete IP con funzione di concentrazione SISA


Nelle modalit operative QD2-SISA-V-IP e QD2-via-SISA-V, il sistema MDRS
155 S operativo in una rete TCP/IP. Le informazioni relative alla gestione sono
trasportate nel traffico di flusso dati o tramite il DCC(R) oppure DCC(M).
Operando nella modalit QD2-SISA-V-IP, il sistema rappresenta il Gateway
verso la rete IP ed connesso a quest'ultima tramite l'interfaccia LAN. Oltre
all'agent QD2 del sistema e l'associato XQI, la modalit operativa permette
l'utilizzo simultaneo di un altro SISA-V come concentratore virtuale SISA. I
sistemi MDRS 155 S connessi possono essere indirizzati tramite i canali DCC
scelti. Essi sono operativi nella modalit QD2-tramite-SISA-V.
Operando in modalit QD2-via-SISA-V, il sistema logicamente connesso
tramite i canali DCC scelti al SISA-V di un Sistema MDRS 155 S che opera in
modalit QD2-SISA-V-IP. Quando si utilizza il "QD2 station bus", i sistemi
funzionanti in modalit QD2-Slave o QD2-SISA-V devono essere connessi
utilizzando la stessa variante di connessione. Le informazioni di gestione sono
trasmesse tramite interfacce DCC e OSI/LAN rese disponibili, in questo contesto,
a ulteriori MDRS sistemi operanti in modalit QD2-via-SISA-V.
Notare che nelle modalit QD2-via-SISA-V, QD2-Slave e QD2-SISA-V, il numero
di sistemi connesso in conformit con questo principio limitato ad un massimo
di 30 elementi di rete.

Active Router Port


NE can be connected
via SOA
IP-NE
MDRS 155
Mode:
QD2-IP or
QD2-SISA-V-IP)

IP-DCN

MDRS 155
(Mode QD2
via SISA-V)
LAN

LAN
LAN
LAN
IP

Multiprotocol
Router
DCC
Radio

LAN
DCC
Radio

Multiprotocol
Router

IP

LAN

LAN

MDRS 155
(Mode QD2
via SISA-V)

DCC
Line

OSI

DCC
Radio

DCC
Radio

MDRS 155

OSI

Network SISA-V
Element
MDRS 155 S

Network
Element
MDRS 155 S
SISA-V

SISA-V
Agent

XQI

(Mode QD2
via SISA-V)

DCC
Line

Mode
QD2-SISA-V-IP

Mode
QD2-via-SISA-V

Agent

XQI

Master SISA-V

RS485

QD2-NE
- MS1/4
- MDRS 155
(Mode QD2
or SISA-V)

Fig. 5-15 Modalit operativa QD2-SISA-V-IP

5-16

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

5.2.4 Generalit sulle modalit operative DCN

Connessione NMS verso SOA tramite TCP/IP LAN

Connessione NMS verso SOA tramite OSI LAN

Connessione NMS verso SOA tramite IP DCC/Radio

Conness. Connessione NMS verso SOA tramite OSI DCC/Linea


NMS
Connessione NMS verso SOA tramite OSI DCC/Radio

Connessione NMS con concentratori a livello superiore


tramite OSI*

Concentratore per NE di basso livello tramite RS485

Concentratore per NE di basso livello tramite OSI

Accesso
LMT

Porte
router
attivo

Q3P

QD2-IP

QD2-tramite SISA-V

QD2-SISA-V-IP

Connessione NMS - direzione SOA tramite RS485

QD2-SISA-V

Modalit Operative MDRS

QD2-Slave

La seguente tabella fornisce una panoramica delle possibile varianti di


connessione e modalit operative del Sistema MDRS 155 S. Una distinzione tra i
differenti applicativi realizzata in base ai tipi di protocollo (OSI e TCP/IP) e ai
percorsi trasmissivi (DCC/RS485).

Accesso LMT tramite RS232

Accesso LMT tramite TCP/IP (LAN o DCC/Radio)

Accesso tramite LMT al remoto

Interfaccia LAN per routing IP

Interfaccia LAN per routing OSI

Interfaccia DCC/R per routing IP

Interfaccia DCC/R per routing OSI

Interfaccia DCC/L per routing OSI

Solo in unione con un concentratore nella forma di un sistema identico che


funziona in modalit QD2-SISA-V o QD2-SISA-V-IP.

Tabella Generalit sulle varianti di connessione e modalit operative

Note:
Termini come "higher-order" (livello superiore) o "lower-order" (livello inferiore) si
riferiscono alla struttura gerarchica dell'indirizzo VMP utilizzato nella gestione
QD2 con il net manager in cima all'albero e l'indirizzo dell'elemento di rete che
diventa pi grande mano a mano che si scende.
Marconi

5-17

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

5.3 Indirizzi per instaurare una connessione verso ServiceOn


In modo da assicurare che tra il Sistema ServiceOn e MDRS 155 E possa essere
impostata una connessione, alcuni indirizzi devono essere modificati attraverso
l'LMT all'atto dell'attivazione iniziale.

5.3.1 Indirizzi per impostare una connessione diretta QD2


In questo caso (modalit QD2 Slave ), deve essere assegnato solo il
corrispondente no. del nodo.

5.3.2 Indirizzi per trasporto OSI


Per trasportare dati SISA utilizzando la pila del protocollo OSI richiesto un
indirizzo di trasporto OSI. Questo indirizzo composto delle seguenti due parti:

Indirizzo Livello di Trasporto (Transport Service Access Point TSAP, livello 4)


e

Indirizzo Livello di Rete (Network Service Access Point NSAP, livello 3)

5.3.2.1 Indirizzi TSAP


In aggiunta agli indirizzi NSAP, sono necessari indirizzi TSAP (Transport Service
Access Point) per predisporre collegamenti di trasporto. Essi sono anche utilizzati
per assegnare

Numeri nodo e

Numeri di accesso a NE (per sistemi ServiceOn e ServiceOn ridondati).

Indirizzi TSAP composti da due byte separati da un punto. I numeri di nodo


e i numeri di accesso NE sono contenuti nell'ultimo byte. In questo caso il
primo byte 0.
Esempio di un indirizzo TSAP:

000.001

Nell'MDRS 155 S in base alla modalit operativa utilizzata vengono usati l'Agent
e/o SISA-V. I numeri di nodo e i numeri di accesso all'elemento di rete devono
essere modificati per entrambi.
Se disponibile un sistema ServiceOn ridondante, deve anche essere modificato
il numero di accesso all'NE di quest'ultimo.

5.3.2.2 Indirizzi NSAP


Utilizzando indirizzi NSAP (Network Service Access Point), un elemento di rete
pu instaurare una connessione TP4 verso ServiceOn o qualsiasi altro Elemento
di Rete. Per la comunicazione sono necessari gli indirizzi NSAP di entrambi
Trasmettitore e Ricevitore .

5-18

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

L'indirizzo NSAP di un "Dominio di Routing" (cio un'entit chiusa) ha un formato


fisso. Un Dominio di Routing rappresenta una combinazione di livello-superiore di
tutti gli Intermediate Systems (IS) e di tutti gli End Systems (ES) che utilizzano un
protocollo di "routing" comune. Un "End System" quale ServiceOn pu solo
trasmettere o ricevere messaggi. Gli "Intermediate System" possono anche
instradare messaggi. Un Dominio di Routing pu essere suddiviso in diverse aree
(si veda lo schema sottostante).

Domain
ES
ES

ES
IS
L1
L1

IS
L1

ES

ES

Area

IS
L2

Routing Domain

Area

IS
L2

ES

ES
IS
L1

IS
L1

L1

ES

ES

ES

ES
ES

ES: End System; IS: Intermediate System; L1: Level 1; L2: Level 2

Fig. 5-16 Struttura di un Dominio di Routing

Un router di Livello-1 instrada solo messaggi all'interno della propria area. Se un


router di Livello-1 riceve un determinato messaggio destinato ad un'altra area,
esso passa questo messaggio al successivo router di Livello-2. Se non ci sono
router di Livello-2 nella propria area, il messaggio rifiutato.
In aggiunta ai sistemi IS ed ES della propria area, un router di Livello-2 conosce
anche i router di Livello-2 delle altre aree. Se un messaggio destinato ad una
certa area, passato dal router di Livello-2 dell'area sorgente al router di Livello2 dell'area di destinazione (se necessario tramite pi router di Livello-2 ).
Un'area pu anche includere diversi router di Livello-2. L'instradamento tra router
di Livello-2 possibile solo se i corrispondenti router di Livello-2 sono
direttamente interconnessi (in pratica, non tramite router di Livello-1).
L'MDRS 155 S pu essere usato sia come router di Livello-1 che come router di
Livello-2.
Initial Domain Part IDP
AFI

IDI

Domain-Specific Part DSP


Section assigned by operator

Area address (required for level-2 routing and identical


for all network elements within the same area)

System ID

(required for level-1 routing)

SEL

Fig. 5-17 Struttura dell' indirizzo NSAP

Marconi

5-19

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

AFI
IDI
System ID
SEL

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Authority and Format Identifier


Initial Domain Identifier; ISO Data Country Code
Esatta identificazione dei singoli sistemi all'interno di un'area.
Selettore NSAP; Identifica il Network Service User

Significato delle singole sezioni:

Con MDRS 155 S, il selettore sempre "01.

A ciascun sistema OSI assegnato un "System ID"; Esso deve essere


univoco nell'intero Dominio (con router di Livello-2) o Area (con router di
Livello-1).
Un IS (sia router di Livello-1 che router di Livello-2) ha sempre un solo
"system ID" (senza tener conto del numero di Indirizzi di Area).

Con il routing di Livello-2, l'Indirizzo di Area utilizzato per distinguere aree


diverse. Elementi di rete situati all'interno della stessa area hanno lo stesso
Indirizzo di Area.

Un IS (sia router di Livello-1 che di Livello-2) pu appartenere


contemporaneamente ad aree diverse, cio pu avere diversi Indirizzi di Area.
Gli indirizzi NSAP possono essere configurati.

5.3.2.2.1

automaticamente o

manualmente.

Generazione automatica dell'indirizzo NSAP


Per questo scopo, MDRS 155 S utilizza il proprio Indirizzo di Area. Il n.ro univoco
di produzione del sub-telaio (complementato con due byte di intestazione zero )
utilizzato come "system ID".
Il "system ID" per l'indirizzo NSAP di ServiceOn composto come segue:
La workstation per ServiceOn equipaggiata con un modulo OSI-LAN . A questa
scheda stato assegnato un indirizzo IP. Questo indirizzo IP utilizzato come
"system ID" e deve essere conosciuto da MDRS 155 S.
Il selettore all'interno dell'NSAP (SEL) 01 per tutti i sistemi.

5.3.2.2.2

Generazione automatica dell'indirizzo NSAP


anche possibile modificare gli indirizzi NSAP manualmente. Cos, una grande
rete SDH pu essere suddivisa in diverse Aree di Routing per ridurre il volume
delle informazioni relative alla gestione scambiate. Gli indirizzi NSAP sono quindi
assegnati all'Elemento di Rete, al Sistema ServiceOn e alle ridondanze di
ServiceOn.
Inoltre, ad un Elemento di Rete pu essere assegnato un secondo Indirizzo di
Area tramite l'allocazione di un indirizzo NSAP aggiuntivo. In questo caso,

5-20

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

comunque, entrambe le "aree di routing" sono trattate come ununit logica.


Questa funzionalit utilizzata principalmente nelle seguenti applicazioni:

Gli indirizzi di area di diversi elementi di rete di un"area di routing"sono


cambiate. Tramite l'assegnazione di indirizzo NSAP supplementare
assicurato che durante il processo di modifica tutti gli elementi di rete
coinvolti sono sempre combinati per formare una unit logica.
Combinazione di due aree in ununit.
Classificazione di elementi di rete specifici del Costruttore tramite
assegnazione di diversi indirizzi di Area.

Quando si assegna l'indirizzo NSAP, anche necessario inserire la lunghezza


dell'indirizzo completo (max. 20 byte) oltre alla lunghezza del "system ID". Gli
indirizzi sono inseriti nel formato HEX (esadecimale).
Restrizioni relative al Logon remoto utilizzando l'LMT

Se l'indirizzo NSAP inserito manualmente, non sar pi possibile un logon


remoto da/verso questo elemento utilizzando normalmente l'LMT.
A condizione che gli elementi di rete siano situati nella stessa area, questo
vincolo pu essere eliminato selezionando un appropriato indirizzo NSAP.
Tuttavia, il prerequisito che deve essere soddisfatto, in questo contesto, che il
system ID modificato dall'utente abbia una lunghezza di 6 byte e la seguente
struttura:
Byte
Indice

6
00

Indice
Indice
Indice

00
00
00

5
4
3
2
1
00 XX XX XX XX Proposta: dovrebbe essere usato solo per sistemi MDRS e
MS1/4
01 XX XX XX XX Margine di sistema utilizzabile liberamente
02 XX XX XX XX Margine di sistema utilizzabile liberamente
03 XX XX XX XX Proposta: dovrebbe essere usato solo per sistemi MDRS 155 E
e MS1-C

Fig. 5-18 Struttura del "system ID" per logon remoto


Osservazioni: I byte da 1 a 4 devono contenere un identificativo univoco a livello di rete, per
esempio il numero di produzione del subtelaio.

Inoltre, il valore "01" deve essere inserito nel campo SEL e l'indirizzo NSAP
deve avere una lunghezza di 20 bytes. I 13-byte dell'Indirizzo di Area possono
essere selezionati liberamente.

5.3.2.3 Indirizzo SISA-V Gateway


Nella modalit QD2-via-SISA-V, il cosiddetto indirizzo SISA-V Gateway
utilizzato in aggiunta al no. del nodo dell'elemento di rete.
Questo indirizzo informa MDRS 155 S sull'Elemento di Rete per cui deve essere
instaurata la connessione OSI-TP4. L'indirizzo SISA-V Gateway corrisponde al
no. di produzione del subtelaio dell'elemento di rete destinatario.

Marconi

5-21

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

5.3.2.4 Indirizzi Internet


Nella modalit Q3p, deve essere indicato il sistema ServiceOn responsabile per il
controllo e la gestione di MDRS 155 S. L'assegnazione corrispondente avr
luogo tramite l'indirizzo IP (Indirizzo Internet, per esempio 144.130.012.004) del
modulo OSI-LAN nella relativa Workstation. In caso di assegnazione automatica
dell'indirizzo NSAP, questo indirizzo IP diventa parte del system ID (per
ServiceOn). In tal caso, la connessione a ServiceOn non instaurata via TCP/IP.

5.3.3

Indirizzo Ethernet
Questindirizzo richiesto nella LAN per scopi di comunicazione citato, in questa
situazione, solo per completezza. Questindirizzo univoco a livello mondiale
memorizzato in una memoria non-volatile e non pu essere modificato.
Questo indirizzo ha il seguente significato:
I dati inviati nella rete da qualsiasi unit connessa alla LAN sono assemblati in
trame. Queste trame comprendono anche l'indirizzo Ethernet dell'unit di
destinazione. Ciascuna unit connessa alla LAN legge l'indirizzo Ethernet dalla
trama. L'unit, il cui indirizzo Ethernet identico a quello contenuto nella trama,
legge i dati. Tutte le altre unit lo ignorano.

5-22

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

5.3.4 Riepilogo delle impostazioni di indirizzo


La seguente tabella fornisce una panoramica degli indirizzi che devono essere
modificati per la modalit operativa individuale.
Indirizzi
No. del nodo del
SISA-V locale
No. del nodo
dell'agent
No. accesso NE
di ServiceOn per
l'agent
No. accesso NE
del ServiceOn
ridondante per
l'agent
Indirizzo SISA-V
Gateway
Indirizzo Internet
di ServiceOn

Indirizzo Internet
di ServiceOn
ridondante

Indirizzo TCP/IP
dell'elemento di
rete locale

QD2Slave
X
X

QD2SISA V
X

QD2tramiteSISA V

Q3P
automatico

Q3P
manuale

QD2IP

QD2SISAV-IP

Invece
dell'indirizzo
Internet,
richiesto
l'indirizzo NSAP
modificato
manualmente in
questo punto.

Invece
dell'indirizzo
Internet,
richiesto
l'indirizzo NSAP
modificato
manualmente in
questo punto.

Impostazione dell'indirizzo per differenti modalit operative

In tutte le modalit operative, gli indirizzi NSAP possono essere modificati


manualmente.

Marconi

5-23

MDRS 155 S Descrizione


Il sistema MDRS 155 S nella rete di trasmissione dati

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Pagina lasciata intenzionalmente bianca.

5-24

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

6 Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)


6.1 Sistemi MDRS 155 S Europa
6.1.1 MDRS 155/ ... 128 MLQAM CS e sistemi KS
Dati generali
Schema canale 18700 MHz
Schema canale 23000 MHz
Schema canale 26000 MHz
Schema canale 28000 MHz
Spaziatura Duplex
Frequenze

Deriva LO
Adattamento a C/C
Modalit operativa
Segnale STM-1
Tipo modulazione
Codice a correzione d'errore FEC
Guadagno di sistema per 1E-3 a C/C
(BB/BU per configurazione 1+0)

RSL (Receiver Signal Level) a C/C


(BB/BU per configurazione 1+0)1-3
1E-6
1E-8
Interferenza co-canale

Standard
17700 19700 MHz
27.5 MHz a 155 Mbit/s
22000 23600 MHz
28 MHz a 155 Mbit/s
24500 26500 MHz
28 MHz a 155 Mbit/s
27500 29500 MHz
28 MHz a 155 Mbit/s
1010 MHz a 18.7 GHz
1008 MHz a 23, 26 e 28 GHz
18.7 GHz
23 GHz
26 GHz
28 GHz
15 ppm
20 dB
Rigeneratore STM-1
155.52 Mbit/s
128 QAM
MLQAM
( BB / BU )
89.0 / 86.0 dB per 18.7 GHz
89.0 / 86.0 dB per 23 GHz
89.0 / 86.0 dB per 26 GHz
86.5 / 83.5 dB per 28 GHz
( BB / BU )
-70.5 / -69.0 dBm
-68.5 / -67.0 dBm
-67.5 / -66.0 dBm

Valori di firma

Marconi

ETS 300430
ETS 300198
ETS 300431
ETS 300431

ETS 300198
ETS 300430
ETS 300431
ETS 300198
ETS 300430
ETS 300431
ETS 300430

Interferenza canale-adiacente

Canali di servizio digitali (plesiocrono,


codirezionale in direzione radio) DSC1
a DSC4
Canali di servizio digitali (E1, F1
sincrono, codirezionale in direzione
radio e linea)
Canale way-side (WSC) (plesiocrono,
codirezionale in direzione radio )
Interfaccia tra Unit Indoor e Unit
Outdoor

CEPT ERC/REC
12-03 E
CEPT T/R
13-02 E Annesso A
CEPT T/R
13-02 E Annesso B
CEPT T/R
13-02 E Annesso C

4x64 kbit/s

ITU-T Racc. G703

2x64 kbit/s (E1, F1 in direzione radio)


2x64 kbit/s (E1, F1 in direzione linea)

ITU-T Racc. G703

1x2.048 Mbit/s

ITU-T Racc. G703

Connettore coassiale , 50 Ohm

6-1

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

Contatti EDI (10 ingressi / 3 uscite)


Attenuazione supplementare (per
stazione) quando si utilizzano
Trasmettitore
Valore di potenza in trasmissione al
punto C
(BB/BU per configurazioni 1+0)

Valore di potenza in trasmissione al


punto A'

Intervallo di controllo ATPC


Frequenza di controllo ATPC
Potenza trasmessa
Trasmissione IF
Ricevitore
Sensibilit ricevitore senza perdite di
diramazione al punto A

Livello di riferimento ATPC


Ricezione IF

6-2

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Configurabile liberamente
- Accoppiatore, simmetrico: 3.1 dB
- Accoppiatore, asimmetrico: 1.3 / 6.3 dB
( BB / BU )
18.7 GHz +18.5 / 17.0 dBm
23 GHz
+18.5 / 17.0 dBm
26 GHz
+18.5 / 17.0 dBm
28 GHz
+16.0 / 14.5 dBm
18.7 GHz +19.5 dBm
23 GHz
+19.5 dBm
26 GHz
+19.5 dBm
28 GHz
+17.0 dBm
15 dB
> 20 dB/s
modificabile a passi di 0.5 dB
350 MHz

+2.0/-1.0 dB
2.0 dB
2.0 dB
2.0 dB
+2.0/-1.0 dB
2.0 dB
2.0 dB
2.0 dB

BER
10-3
10-6
18.7
-71.5 dBm
-69.5 dBm
GHz
-71.5 dBm
-69.5 dBm
23 GHz
-71.5 dBm
-69.5 dBm
26 GHz
-71.5 dBm
-69.5 dBm
28 GHz
Raccomandato: -50 dBm; modificabile a
passi di 0.5 dB da -30 dBm a -58 dBm.
140 MHz

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

6.1.2 MDRS 155/ ... 16 MLQAM CS e sistemi KS


Dati generali
Schema canale 18700 MHz
Schema canale 23000 MHz
Schema canale 26000 MHz
Schema canale 28000 MHz
Spaziatura Duplex
Frequenze

Deriva LO
Adattamento a C/C
Modalit operativa
Segnale STM-1
Tipo di modulazione
Codice a correzione d'errore FEC
Guadagno di sistema per 1E-3 a C/C
(BB/CF*/BU per configurazione 1+0)
RSL (Receiver Signal Level) a C/C
(BB/CF*/BU per configurazione 1+0)
1E-3
1E-6
1E-8
Interferenza co-canale

Standard
17700 19700 MHz
55 MHz a 155 Mbit/s
22000 23600 MHz
56 MHz a 155 Mbit/s
24500 26500 MHz
56 MHz a 155 Mbit/s
27500 29500 MHz
56 MHz a 155 Mbit/s
1010 MHz a 18.7 GHz
1008 MHz a 23. 26 e 28 GHz
18.7 GHz
23 GHz
26 GHz
28 GHz
15 ppm
20 dB
Rigeneratore STM-1
155.52 Mbit/s
16 QAM
MLQAM
(BB / CF* / BU)
96.5 / 94.3 / 94.3 dB per 18.7/ 23/ 26 GHz
94.0 / 91.8 / 91.8 dB per 28 GHz
(BB / CF*
/ BU)

Marconi

ETS 300430
ETS 300198
ETS 300431
ETS 300431

-76.0 / -74.9 / -74.9 dBm


-74.0 / -72.9 / -72.9 dBm
-73.0 / -71.9 / -71.9 dBm
ETS 300198
ETS 300430
ETS 300431
ETS 300198
ETS 300430
ETS 300431
ETS 300430
ITU-T Racc. G703

Interferenza canale-adiacente
Valori di firma
Canali di servizio digitali (plesiocrono,
codirezionale in direzione radio)
DSC1 a DSC4
Canali di servizio digitali (E1, F1
sincrono, codirezionale in direzione
radio e linea)
Canale way-side (WSC) (plesiocrono,
codirezionale in direzione radio )
Interfaccia da Unit Indoor a Unit
Outdoor
Contatti EDI (10 ingressi / 3 uscite)
Attenuazione supplementare (per
stazione) quando si utilizzano

CEPT ERC/REC
12-03 E
CEPT T/R
13-02 E Annesso A
CEPT T/R
13-02 E Annesso B
CEPT T/R
13-02 E Annesso C

4x64 kbit/s
2x64 kbit/s (E1, F1 in direzione radio)
2x64 kbit/s (E1, F1 in direzione linea)

ITU-T Racc. G703

1x2.048 Mbit/s

ITU-T Racc. G703

Connettore coassiale , 50 Ohm


Configurabile liberamente
Accoppiatore, simmetrico:
Accoppiatore, asimmetrico:
dB

3.1 dB
1.3 / 6.3

6-3

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

Trasmettitore
Valore di potenza in trasmissione al
punto C
(BB/CF*/BU per configurazione 1+0)

Valore di potenza in trasmissione al


punto A'

Intervallo di controllo ATPC


Frequenza di controllo ATPC
Potenza trasmessa
Trasmissione IF
Ricevitore
Sensibilit ricevitore senza perdite di
diramazione al punto A

Livello di riferimento ATPC


Ricezione IF

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

( BB / CF*/ BU )
18.7 GHz +20.5/19.4/19.4 dBm
dB
23 GHz +20.5/19.4/19.4 dBm
26 GHz +20.5/19.4/19.4 dBm
28 GHz +18.0/16.9/16.9 dBm
18.7 GHz +21.5 dBm
dB
23 GHz +21.5 dBm
26 GHz +21.5 dBm
28 GHz +19.0 dBm
15 dB
> 20 dB/s
modificabile a passi di 0.5 dB
350 MHz

+2.0/-1.0
2.0 dB
2.0 dB
2.0 dB
+2.0/-1.0
2.0 dB
2.0 dB
2.0 dB

BER
10-3
10-6
18.7 GHz
-77.0 dBm
-75.0 dBm
23 GHz
-77.0 dBm
-75.0 dBm
26 GHz
-77.0 dBm
-75.0 dBm
28 GHz
-77.0 dBm
-75.0 dBm
Raccomandato: -50 dBm; modificabile a
passi di 0.5 dB da -30 dBm a -65 dBm.
140 MHz

* Solo per 18.7 GHz / 16 MLQAM

6-4

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

6.2 Sistemi MDRS 155 S Messico


6.2.1 Sistemi MDRS 155/ ... 128 MLQAM CS/MX

Dati generali
Schema canale 23000 MHz

Spaziatura Duplex
Frequenze
Deriva LO
Adattamento a C/C
Modalit operativa
Segnale STM-1
Modulation type
Codice a correzione d'errore FEC
Guadagno di sistema per 1E-3 a C/C
(BB per modalit operativa 1+0)
RSL (Receiver Signal Level) a C/C
(BB per configurazione 1+0)1-3
1E-6
1E-8
Interferenza co-canale
Interferenza canale-adiacente
Valori di firma
Canali di servizio digitali (plesiocrono,
codirezionale in direzione radio)
Da DSC1 a DSC4
Canali di servizio digitali (E1, F1
sincrono, codirezionale in direzione
radio e linea)
Canale way-side (WSC) (plesiocrono,
codirezionale in direzione radio )
Interfaccia da Unit Indoor a Unit
Outdoor
Contatti EDI (10 ingressi / 3 uscite)
Attenuazione supplementare (per
stazione) quando si utilizzano
Trasmettitore
Valore di potenza in trasmissione al
punto C
(BB per configurazione 1+0)
Valore di potenza in trasmissione al
punto A
Intervallo di controllo ATPC
Frequenza di controllo ATPC
Potenza trasmessa
Trasmissione IF

Marconi

Standard
21241.5 22865.5 MHz
28 MHz a 155 Mbit/s
21825.0 a 23475.0 MHz
50 MHz a 155 Mbit/s
1232 MHz con schema canale 28 MHz
1200 MHz con schema canale 50 MHz
23 GHz
15 ppm
20 dB
Rigeneratore STM-1
155.52 Mbit/s
128 QAM
MLQAM
(con filter box BB)
89.0 dB
(con filter box BB)
-70.5 dBm
-68.5 dBm
-67.5 dBm

ITU-R F.637
Annesso 4
ETS 300198*

ETS 300198*
ETS 300198*
ETS 300430*
ITU-T Racc. G703

4x64 kbit/s
2x64 kbit/s (E1, F1 in direzione radio)
2x64 kbit/s (E1, F1 in direzione linea)

ITU-T Racc. G703

1x2.048 Mbit/s

ITU-T Racc. G703

Connettore coassiale , 50 Ohm


Configurabile liberamente
Accoppiatore, simmetrico: 3.1 dB
Accoppiatore, asimmetrico: 1.3 / 6.3 dB
(con filter box BB)
23 GHz
+18.5 dBm

2.0 dB

23 GHz

2.0 dB

+19.5 dBm

15 dB
> 20 dB/s
modificabile a passi di 0.5 dB
350 MHz

6-5

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

Ricevitore
Sensibilit ricevitore senza perdite di
diramazione al punto A
Livello di riferimento ATPC
Ricezione IF

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

10-6
-69.5
dBm
Raccomandato: -50 dBm; modificabile a
passi di 0.5 dB da -30 dBm a -58 dBm.
140 MHz
BER
23 GHz

10-3
-71.5 dBm

* dipendente da standard regionali

6-6

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

6.3 Sistemi MDRS 155 S Brasile


6.3.1 Sistemi MDRS 155/ ... 16 MLQAM CS/BR

Dati generali
Schema canale 18700 MHz
Schema canale 23000 MHz

Spaziatura Duplex
Frequenze
Deriva LO
Adattamento a C/C
Modalit operativa
Segnale STM-1
Modulazione
Codice a correzione d'errore FEC
Guadagno di sistema per 1E-3 a C/C
(BB/CF*/BU per configurazione 1+0)
RSL (Receiver Signal Level) a C/C
(BB per filter box 1+0)
1E-3
1E-6
1E-8
Interferenza co-canale

Standard
17727.5 a 19672.5 MHz
55 MHz a 155 Mbit/s
21843.5 a 23562.0 MHz
56/87.5 MHz a 155 Mbit/s

Ministro delle
Comunicazioni,
Decreto
No.83/92
(D.O.U. 01/05/93)

1560 MHz a 18.7 GHz


1232 MHz a 23 GHz
18.7 GHz
23 GHz
15 ppm
20 dB
Rigeneratore STM-1
155.52 Mbit/s
16 QAM
MLQAM
(con filter box BB)
96.5 dB per 18.7 e 23 GHz
(con filter box BB)
-76.0 dBm
-74.0 dBm
-73.0 dBm

ETS 300430*
ETS 300198*

ETS 300198*
ETS 300430*
ETS 300198*
ETS 300430*
ETS 300430*
ITU-T Racc.
G703

Interferenza canale-adiacente
Valori di firma
Canali di servizio digitali (plesiocrono,
codirezionale in direzione radio)
Da DSC1 a DSC4
Canali di servizio digitali (E1, F1
sincrono, codirezionale in direzione
radio e linea)
Canale way-side (WSC) (plesiocrono,
codirezionale in direzione radio )
Interfaccia da Unit Indoor a Unit
Outdoor
Contatti EDI (10 ingressi / 3 uscite)
Attenuazione supplementare (per
stazione) quando si utilizzano
Trasmettitore
Valore di potenza in trasmissione al
punto C
(BB per configurazione 1+0)
Valore di potenza in trasmissione al
punto A
Intervallo di controllo ATPC
Frequenza di controllo ATPC

Marconi

4x64 kbit/s
2x64 kbit/s (E1, F1 in direzione radio)
2x64 kbit/s (E1, F1 in direzione linea)

ITU-T Racc.
G703

1x2.048 Mbit/s

ITU-T Racc.
G703

Connettore coassiale , 50 Ohm


Configurabile liberamente
Accoppiatore, simmetrico:
Accoppiatore, asimmetrico:
(con filter box BB)
18.7 GHz +20.5 dBm
23 GHz
+20.5 dBm
18.7 GHz +21.5 dBm
23 GHz
+21.5 dBm
15 dB
> 20 dB/s

3.1 dB
1.3 / 6.3 dB
+2.0/-1.0 dB
2.0 dB
+2.0/-1.0 dB
2.0 dB

6-7

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

Potenza trasmessa
Trasmissione IF
Ricevitore
Sensibilit ricevitore senza perdite di
diramazione al punto A
Livello di riferimento ATPC
Ricevitore IF

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

modificabile a passi di 0.5 dB


350 MHz
BER
10-3
10-6
18.7 GHz
-77.0 dBm
-75.0 dBm
23 GHz
-77.0 dBm
-75.0 dBm
Raccomandato: -50 dBm; modificabile a passi
di 0.5 dB da -30 dBm a -65 dBm.
140 MHz
* dipendente da standard regionali

6-8

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

6.4 Ritardo di start-up dell'Amplificatore Tx (ODU)


In modo da assicurare il funzionamento in conformit con le specifiche,
l'amplificatore Tx rimane spento dopo lo startup dell'ODU, finch l'oscillatore
interno non ha raggiunto la temperatura di funzionamento. Il ritardo di partenza
dipende dalla temperatura dell'ODU al momento in cui quest'ultima stata
spenta. Tuttavia, la partenza del sistema (Power-Up) vincolata al pi lungo
processo di boot dell'applicativo IDU.
Temperatura (C)
- 40
- 20
0
25
50

Tempo (appross. in
sec)
150
105
70
35
10

6.5 Perdite di diram.


Z'

Modulator
Tx

E' Transmitter A'


Tx

RF filter
Tx

B'

Branching
Network*

C'

Feeder
Tx

D'

* no filter attenuation included

Demodulator
Rx

Fig. 6-1

Receiver
Rx

RF filter
Rx

Branching
Network*

Feeder
Rx

Generalit del Sistema / Configurazione dell'apparato

6.5.1 Sistemi 128 QAM


MDRS 155/...-CS e -KS
Perdite di diramazione RX
e TX senza guida d'onda A
ad A

1+0/1+1 LP (BB)
18.7 GHz
2.0 dB
23 GHz
2.0 dB
26 GHz
2.0 dB
28 GHz
2.0 dB

N+0 (BU, 128 QAM)


18.7 GHz 4.6 dB + N x 0.4 dB
23 GHz 4.6 dB + N x 0.4 dB
26 GHz 4.6 dB + N x 0.4 dB
28 GHz 4.6 dB + N x 0.4 dB
fino a N = 4 per polarizzazione

1+1 HSB
1.2 a 1.4 dB di
perdite aggiuntive
confrontate con la
configurazione
1+0

6.5.2 Sistemi 16 QAM


MDRS 155/...-CS e -KS
Perdite di diramazione RX e
TX senza guida d'onda A ad A

1+0/1+1 LP (BB)
18.7 GHz
2.0 dB
23 GHz
2.0 dB
26 GHz
2.0 dB
28 GHz
2.0 dB

N+0 (BU/CF, 16 QAM)


18.7 GHz 3.8 dB + N x 0.4 dB
23 GHz 3.8 dB + N x 0.4 dB
26 GHz 3.8 dB + N x 0.4 dB
28 GHz 3.8 dB + N x 0.4 dB
fino a N = 4 per polarizzazione

1+1 HSB
1.2 a 1.4 dB di
perdite
aggiuntive
confrontate
con la
configurazione
1+0

6.5.3 Accoppiatore RF
Attenuazione supplementare (per stazione)
quando si utilizzano

Marconi

Accoppiatore, simmetrico: 3.1 dB


Accoppiatore, asimmetrico: 1.3 /
6.3 dB
6-9

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

6.6 Cavo di connessione Unit Indoor - Unit Outdoor


Tipo cavo
Ident. No.
Connettore
schermato
Campo frequenza :
Perdita di inserzione/300 m a 350
MHz
Perdita di inserzione/300 m a 140
MHz
Return loss
Resistenza in CC / a 300 m
Minimo raggio di curvatura
Lunghezza massima del cavo

LI8
AN00226089
Connettore N 50 Ohm
>100 dB
DC - 1.5 GHz
23.8 dB

Cellflex
A002: AN00080254
Connettore N 50 Ohm
120 dB a 3 GHz
DC - 3 GHz
24.6 dB

Cellflex
A002: AN00087586
Connettore N 50 Ohm
120 dB a 3 GHz
DC - 3 GHz
12.3 dB

14.6 dB

15.26 dB

7.8 dB

>23 dB
3.3 Ohm
>136 mm
(pi volte)
150m

>23 dB
2.28 Ohm
>120 mm
(pi volte)
150m

>23 dB
1.056 Ohm
125 mm
(pi volte)
300m

6.7 Interfaccia STM-1


Sistemi MDRS 155/...-CS e -KS
Interfaccia CMI
Interfaccia ott.
(monomodale; 1310 nm)

HRL (high return loss)

HRL (high return loss)


HRL (high return loss)
HRL (high return loss)

6-10

STM-1 Elettrica, 75 Ohm, 1.6/5.6


LC Duplex
Sensibilit ingresso:
-28 dBm
Potenza di uscita
mas.: -8 dBm
min.:-15 dBm
o con bretella ottica
LC duplex
SC-PC (convesso) o
LC duplex
SC-APC (8o
convesso)
Adattatori
SC-PC (convesso)
SC-PC (convesso)
SC-PC (convesso)
DIN (convesso)
SC-PC (convesso)
E2000 (convesso)
SC-APC (8o convesso) SC-APC (8o
convesso)
SC-APC (8o convesso) DIN (8o convesso)
SC-APC (8o convesso) E2000 (8o
convesso)

Standard
ITU-T Racc.G.703
ITU-T G.957: S-1.1

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

6.8 Interfacce EOW


Sistemi MDRS 155/...-CS e -KS
E1-L (connessione interna)
E1-R (connessione interna)
E1-L (connettore esterno)
E1-R (connettore esterno)
EXTEOW
Campo frequenza :
Livello di canale misurato
PABX
linea 2-fili per accesso PSTN
Sorgente tensione di linea non
occupata
Tensione di chiamata AC
Phone
linea a 2-fili per telefono

Standard
64 kbit/s (STM-1 lato linea come int. connessione TTL)
64 kbit/s (STM-1 lato radio come int. connessione TTL)
64 kbit/s codirezionale 4-fili linea, bil.
64 kbit/s codirezionale 4-fili linea, bil.
Linea analogica a 4-fili
0.3 a 3.4 kHz
-4 dBr con Z = 600 Ohm (bil. riferita a massa)
Linea analogica a 2-fili
in
-7 o -13 dBr bil. *)
out
0 o -6 dBr bil.*)
20 a 72 Volt
32 a 55 Vrms , 23 a 27 Hz

ITU-T G.703
ITU-T G.703

Porta per collegare telefoni analogici


in
-6.0 dBr bil. attraverso Z=600 Ohm
out
+1.0 dBr bil. attraverso Z=600 Ohm
Tensione interna - stato "on-hook" appross. 24 Volt
Corrente di alimentazione
< 60 mA
Tensione di chiamata AC
da 50 a 65 Vrms , da 24 a 26 Hz
Tensione di risposta per shutdown appross. 340 Voltpp
per protezione da fulminazioni
*) Osservazioni: I livelli in/out devono essere configurati separatamente. Resistenza del terminale
complessa ZR in conformit con Federal Office for Telecommunications (BAPT) 223 ZVS di 01.05.1994.

6.9 Alimentazione
Sistemi MDRS
155/...-CS e -KS
Tensione ingresso
Tensione nominale
Valori potenza di
ingresso

Valori potenza di
ingresso (sistemi):

Corrente di startup
Interfaccia

Marconi

Standard
-48 V DC 25 % o -60 V DC 20 %
-48 V DC
30W Unit Indoor (IDU) con interfaccia elettrica (senza EOW)
31W Unit Indoor (IDU) con interfaccia elettr./ottica (senza
EOW)
32W Unit Indoor (IDU) con interfaccia elettrica (con EOW)
33W Unit Indoor (IDU) con interfaccia elettr./ottica (con EOW)
52W Unit Outdoor (ODU)
82W 1+0 (con interfaccia elettrica; senza EOW)
83W 1+0 (con interfaccia elettr./ott.; senza EOW)
84W 1+0 (con interfaccia elettrica; con EOW)
85W 1+0 (con interfaccia elettr./ott.; con EOW)
164W 1+1 (con interfaccia elettrica; senza EOW)
166W 1+1 (con interfaccia elettr./ott.; senza EOW)
166W 1+1 (con interfaccia elettrica; con EOW*)
168W 1+1 (con interfaccia elettr./ott.; con EOW*)
(* L'opzione EOW utilizzata solo nel OP-IDU).
ETS 300132-2
Connettore Sub-D 3pin femmina, con contatti per alta-potenza

6-11

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

6.10 Controllo ventole


Dopo la partenza, le ventole sono attive.
- Le ventole si spengono ad una temperatura ambiente di circa +5 C (corrisponde ad una temperatura di
apparato di circa +13 C).
- Le ventole si accendono ad una temperatura ambiente di circa 10 C (corrisponde ad una temperatura
di apparato di circa +47 C).

6.11 Condizioni ambientali


Sistemi MDRS 155/...-CS e -KS
Standard
Funzionamento Unit Indoor
da -5 a +45 C
Temperatura
da 5 % a 95 %
Umidit 5 m/s 2
Vibrazioni < 3000 m
ETS 300 019-1-3 Classe 3.2
Altitudine
Funzionamento Unit Outdoor
da -45 a +40 C (+ irraggiamento*)
Temperatura
da 15 % a 100 %
Umidit 10 m/s 2
Vibrazioni < 3000 m
ETS 300 019-1-4 Classe
Altitudine
4.1E
Trasporto
Temperatura da -25 a +70 C
Umidit da 5 % a 95 %
Vibrazioni 10 m/s 2
Altitudine < 3000 m
ETS 300 019-1-2 Classe 2.2
Immagazzinamento
da -25 a +55 70C
Temperatura
da 10 % a 100 %
Umidit 5 m/s 2
Vibrazioni < 3000 m
ETS 300 019-1-1 Classe 1.2
Altitudine
* questo corrisponde a +55 C in una camera termica senza irraggiamento.

6-12

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

6.12 Dimensioni e pesi


6.12.1 Unit Outdoor
Definizione
Unit Outdoor 18.7
Filter box (18BB; 18BU)
Unit Outdoor 23
Filter box (23BB; 23BU)
Unit Outdoor 26
Filter box (26BB; 26BU)
Unit Outdoor 28
Filter box (28BB; 28-128BU)
Scambio RF 18
Scambio RF 23
Scambio RF 26
Scambio RF 28

Marconi

Peso (appross. in kg)


7.8
2.3
7.8
2.3
7.8
2.3
7.8
2.3
1.7
1.7
1.7
1.7

Dimensioni (HxWxD appross. in mm)


387 x 120 x 340
235 x 120 x 118
387 x 120 x 340
235 x 120 x 118
387 x 120 x 340
235 x 120 x 118
387 x 120 x 340
235 x 120 x 118
160 x 160 x 185
160 x 160 x 185
160 x 160 x 185
160 x 160 x 185

6-13

MDRS 155 S Descrizione


Caratteristiche Tecniche (Valori Tipici)

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

6.12.2 Unit Indoor


Definizione

Unit Indoor

Peso
(appross. in
kg)
4.5

Dimensioni (in mm)


Altezza:

(1.5 HU)

Larghezza:

Solo contenitore

Contenitore con flangia 19

483

Contenitore con flangia ETSI

535

Profondit:

66,75
435

Flangia liscia con frontale

228
Flangia uscente

240

6.13 EMC / Sicurezza d'apparato / Tipo protezione


Sistemi MDRS 155/...-CS e -KS

Standard

Immunit alle interferenze


Emissioni
Sicurezza d'apparato
Tipo Protezione

EN 301 489-01 / EN 301 489-04


EN 301 489-01 / EN 301 489-04, EN 55022 Valore limitante classe B
EN 60950
IEC 60529

6.14 Conformit CE
Marconi Communications dichiara che questo prodotto conforme ai requisiti
base del 3 e a tutti gli altri regolamenti relativi del FTEG (Articolo 3 del R&TTE,
1999 / 05 / EC) a condizione che sia utilizzato e funzionante in modo corretto
concordemente alle istruzioni.
Sistemi MDRS 155/...-CS e -KS
Etichetta CE (esempio)

Approvato, inclusivo del sistema


di controllo della qualit

Linea Guida EU
R&TTE, 1999/05/EC

No. registrazione:
Q811250M

in acc. con Annesso 5, R&TTE


1999/05/EC

Una copia completa della dichiarazione originale CE pu essere richiesta al


Marconi Sales Account Team.

6-14

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

7 Informazioni sugli ordini


7.1 Unit Outdoor e accessori
7.1.1 Banda 18.7 GHz
7.1.1.1 Sistemi 128 MLQAM
Definizione
Scambio RF
Scambio RF 18.7GHz
Kit espansione RF-U.AB
Accoppiatore RF
Accoppiatore 18GHz/3dB
(Accoppiatore simmetrico 3dB )
Accoppiatore 18GHz/6dB
(Accoppiatore asimmetrico 6dB)
Unit Outdoor (banda inferiore)
ODU 155/18.7-EDM S (1a-9a/1a-18a)
ODU 155/18.7-EDM S (10a-17a/19a-35a)
Unit Outdoor (banda superiore)
ODU 155/18.7-EDM S (1b-9b/1b-18b)
ODU 155/18.7-EDM S (10b-17b/19b-35b)
Filter box BB (banda inferiore)
Filter box 18BB/A1
Filter box 18BB/A2
Filter box BB (banda superiore)
Filter box 18BB/B1
Filter box 18BB/B2
Filter box BU (banda inferiore)
Filtro 18-128BU/1a
Filtro 18-128BU/2a
Filtro 18-128BU/3a
Filtro 18-128BU/4a
Filtro 18-128BU/5a
Filtro 18-128BU/6a
Filtro 18-128BU/7a
Filtro 18-128BU/8a
Filtro 18-128BU/9a
Filtro 18-128BU/10a
Filtro 18-128BU/11a
Filtro 18-128BU/12a
Filtro 18-128BU/13a
Filtro 18-128BU/14a
Filtro 18-128BU/15a
Filtro 18-128BU/16a
Filtro 18-128BU/17a
Filtro 18-128BU/18a
Filtro 18-128BU/19a
Filtro 18-128BU/20a
Filtro 18-128BU/21a
Filtro 18-128BU/22a
Filtro 18-128BU/23a
Marconi

Frequenza Tx
(schema freq.
27.5 MHz)

Numero di disegno

Numero ident.
No. codice
Marconi

65.7186.140.00-A001 AN00041019
65.7186.155.00-A001 AN00041020
05MBH00028AAK
05MBH00029AAM
05HAN00034AAY
05HAN00034ACJ
05HAN00034ABR
05HAN00034ADB
17 727.518 195.0
18 222.518 662.5

05MBH00018AAU
05MBH00018ACE

18 737.519 205.0
19 232.519 672.5

05MBH00018ABM
05MBH00018ADW

17 727.5
17 755.0
17 782.5
17 810.0
17 837.5
17 865.0
17 892.5
17 920.0
17 947.5
17 975.0
18 002.5
18 030.0
18 057.5
18 085.0
18 112.5
18 140.0
18 167.5
18 195.0
18 222.5
18 250.0
18 277.5
18 305.0
18 332.5

05MBH00022AAW
05MBH00022ACG
05MBH00022AER
05MBH00022AGB
05MBH00022AJL
05MBH00022ALV
05MBH00022ANF
05MBH00022AQQ
05MBH00022ASA
05MBH00022AUK
05MBH00022AWU
05MBH00022AYE
05MBH00022BAT
05MBH00022BCD
05MBH00022BEN
05MBH00022BGX
05MBH00022BJH
05MBH00022BLS
05MBH00022BNC
05MBH00022BQM
05MBH00022BSW
05MBH00022BUG
05MBH00022BWR
7-1

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

Filtro 18-128BU/24a
Filtro 18-128BU/25a
Filtro 18-128BU/26a
Filtro 18-128BU/27a
Filtro 18-128BU/28a
Filtro 18-128BU/29a
Filtro 18-128BU/30a
Filtro 18-128BU/31a
Filtro 18-128BU/32a
Filtro 18-128BU/33a
Filtro 18-128BU/34a
Filtro 18-128BU/35a
Filter box BU (banda superiore)
Filtro 18-128BU/1b
Filtro 18-128BU/2b
Filtro 18-128BU/3b
Filtro 18-128BU/4b
Filtro 18-128BU/5b
Filtro 18-128BU/6b
Filtro 18-128BU/7b
Filtro 18-128BU/8b
Filtro 18-128BU/9b
Filtro 18-128BU/10b
Filtro 18-128BU/11b
Filtro 18-128BU/12b
Filtro 18-128BU/13b
Filtro 18-128BU/14b
Filtro 18-128BU/15b
Filtro 18-128BU/16b
Filtro 18-128BU/17b
Filtro 18-128BU/18b
Filtro 18-128BU/19b
Filtro 18-128BU/20b
Filtro 18-128BU/21b
Filtro 18-128BU/22b
Filtro 18-128BU/23b
Filtro 18-128BU/24b
Filtro 18-128BU/25b
Filtro 18-128BU/26b
Filtro 18-128BU/27b
Filtro 18-128BU/28b
Filtro 18-128BU/29b
Filtro 18-128BU/30b
Filtro 18-128BU/31b
Filtro 18-128BU/32b
Filtro 18-128BU/33b
Filtro 18-128BU/34b
Filtro 18-128BU/35b

7-2

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

18 360.0
18 387.5
18 415.0
18 442.5
18 470.0
18 497.5
18 525.0
18 552.5
18 580.0
18 607.5
18 635.0
18 662.5

05MBH00022BYB
05MBH00022CAQ
05MBH00022CCA
05MBH00022CEK
05MBH00022CGU
05MBH00022CJE
05MBH00022CLP
05MBH00022CNY
05MBH00022CQJ
05MBH00022CST
05MBH00022CUD
05MBH00022CWN

18 737.5
18 765.0
18 792.5
18 820.0
18 847.5
18 875.0
18 902.5
18 930.0
18 957.5
18 985.0
19 012.5
19 040.0
19 067.5
19 095.0
19 122.5
19 150.0
19 177.5
19 205.0
19 232.5
19 260.0
19 287.5
19 315.0
19 342.5
19 370.0
19 397.5
19 425.0
19 452.5
19 480.0
19 507.5
19 535.0
19 562.5
19 590.0
19 617.5
19 645.0
19 672.5

05MBH00022ABP
05MBH00022ADY
05MBH00022AFS
05MBH00022AHT
05MBH00022AKD
05MBH00022AMN
05MBH00022APX
05MBH00022ARH
05MBH00022ATS
05MBH00022AVC
05MBH00022AXM
05MBH00022AZW
05MBH00022BBL
05MBH00022BDV
05MBH00022BFF
05MBH00022BHQ
05MBH00022BKA
05MBH00022BMK
05MBH00022BPU
05MBH00022BRE
05MBH00022BTP
05MBH00022BVY
05MBH00022BXJ
05MBH00022BZT
05MBH00022CBH
05MBH00022CDS
05MBH00022BUC
05MBH00022CHM
05MBH00022CKW
05MBH00022CMG
05MBH00022CPR
05MBH00022CRB
05MBH00022CTL
05MBH00022CVV
05MBH00022CXF

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

7.1.1.2 Sistemi 16 MLQAM


Definizione

Frequenza Tx
(schema freq. 55
MHz)

Numero di disegno

Numero Cod.
Marconi

Scambio RF
Scambio RF 18.7GHz
65.7186.140.00-A001 AN00041019
Kit espansione RF-U.AB
65.7186.155.00-A001 AN00041020
Accoppiatore RF
Accoppiatore 18GHz/3dB
05MBH00028AAK
(Accoppiatore simmetrico 3dB )
Accoppiatore 18GHz/6dB
05MBH00029AAM
(Accoppiatore asimmetrico 6dB)
Unit Outdoor (banda inferiore)
ODU 155/18.7-EDM S (1a-9a/1a-18a)
05HAN00034AAY
ODU 155/18.7-EDM S (10a-17a/19a-35a)
05HAN00034ACJ
ODU 155/18-B55 S (1a-8a)
Schema canale 55
05HAN00153AAJ
MHz
Unit Outdoor (banda superiore)
ODU 155/18.7-EDM S (1b-9b/1b-18b)
05HAN00034ABR
ODU 155/18.7-EDM S (10b-17b/19b-35b)
05HAN00034ADB
ODU 155/18-B55 S (1b-8b)
Schema canale 55
05HAN00153ABB
MHz
Filter box BB (banda inferiore)
Filter box 18BB/A1
17 755.018 195.0
05MBH00018AAU
Filter box 18BB/A2
18 250.018 635.0
05MBH00018ACE
Filter box 18BB-B/A1
17 727.518 112.5
05MBH00074AAC
Filter box BB (banda superiore)
Filter box 18BB/B1
18 765.019 205.0
05MBH00018ABM
Filter box 18BB/B2
19 260.019 645.0
05MBH00018ADW
Filter box 18BB-B/B1
19 287.519 672.5
05MBH00074ABU
Filter box BU (banda inferiore)
Filtro 18-16BU/1a
17 755.0
05MBH00020AAS
Filtro 18-16BU/2a
17 810.0
05MBH00020ACC
Filtro 18-16BU/3a
17 865.0
05MBH00020AEM
Filtro 18-16BU/4a
17 920.0
05MBH00020AGW
Filtro 18-16BU/5a
17 975.0
05MBH00020AJG
Filtro 18-16BU/6a
18 030.0
05MBH00020ALR
Filtro 18-16BU/7a
18 085.0
05MBH00020ANB
Filtro 18-16BU/8a
18 140.0
05MBH00020AQL
Filtro 18-16BU/9a
18 195.0
05MBH00020ASV
Filtro 18-16BU/10a
18 250.0
05MBH00020AUF
Filtro 18-16BU/11a
18 305.0
05MBH00020AWQ
Filtro 18-16BU/12a
18 360.0
05MBH00020AYA
Filtro 18-16BU/13a
18 415.0
05MBH00020BAP
Filtro 18-16BU/14a
18 470.0
05MBH00020BCY
Filtro 18-16BU/15a
18 525.0
05MBH00020BEJ
Filtro 18-16BU/16a
18 580.0
05MBH00020BGT
Filtro 18-16BU/17a
18 635.0
05MBH00020BJD
Filter box BU (banda superiore)
Filtro 18-16BU/1b
18 765.0
05MBH00020ABK
Filtro 18-16BU/2b
18 820.0
05MBH00020ADU
Filtro 18-16BU/3b
18 875.0
05MBH00020AFE
Filtro 18-16BU/4b
18 930.0
05MBH00020AHP
Filtro 18-16BU/5b
18 985.0
05MBH00020AKY
Filtro 18-16BU/6b
19 040.0
05MBH00020AMJ
Filtro 18-16BU/7b
19 095.0
05MBH00020APT
Filtro 18-16BU/8b
19 150.0
05MBH00020ARD
Marconi

7-3

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

Filtro 18-16BU/9b
Filtro 18-16BU/10b
Filtro 18-16BU/11b
Filtro 18-16BU/12b
Filtro 18-16BU/13b
Filtro 18-16BU/14b
Filtro 18-16BU/15b
Filtro 18-16BU/16b
Filtro 18-16BU/17b
Filter box CF (banda inferiore)
Filtro 18-16BU/1a
Filtro 18-16BU/2a
Filtro 18-16BU/3a
Filtro 18-16BU/4a
Filtro 18-16BU/5a
Filtro 18-16BU/6a
Filtro 18-16BU/7a
Filtro 18-16BU/8a
Filtro 18-16BU/9a
Filtro 18-16BU/10a
Filtro 18-16BU/11a
Filtro 18-16BU/12a
Filtro 18-16BU/13a
Filtro 18-16BU/14a
Filtro 18-16BU/15a
Filtro 18-16BU/16a
Filtro 18-16BU/17a
Filter box CF (banda superiore)
Filtro 18-16BU/1b
Filtro 18-16BU/2b
Filtro 18-16BU/3b
Filtro 18-16BU/4b
Filtro 18-16BU/5b
Filtro 18-16BU/6b
Filtro 18-16BU/7b
Filtro 18-16BU/8b
Filtro 18-16BU/9b
Filtro 18-16BU/10b
Filtro 18-16BU/11b
Filtro 18-16BU/12b
Filtro 18-16BU/13b
Filtro 18-16BU/14b
Filtro 18-16BU/15b
Filtro 18-16BU/16b
Filtro 18-16BU/17b

7-4

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

19 205.0
19 260.0
19 315.0
19 370.0
19 425.0
19 480.0
19 535.0
19 590.0
19 645.0

05MBH00020ATN
05MBH00020AVX
05MBH00020AXH
05MBH00020AZS
05MBH00020BBG
05MBH00020BDR
05MBH00020BFB
05MBH00020BHL
05MBH00020BKV

17 755.0
17 810.0
17 865.0
17 920.0
17 975.0
18 030.0
18 085.0
18 140.0
18 195.0
18 250.0
18 305.0
18 360.0
18 415.0
18 470.0
18 525.0
18 580.0
18 635.0

05MBH00115AAU
05MBH00115ACE
05MBH00115AEP
05MBH00115AGY
05MBH00115AJJ
05MBH00115ALT
05MBH00115AND
05MBH00115AQN
05MBH00115ASX
05MBH00115AUH
05MBH00115AWS
05MBH00115AYC
05MBH00115BAR
05MBH00115BCB
05MBH00115BEL
05MBH00115BGV
05MBH00115BJF

18 765.0
18 820.0
18 875.0
18 930.0
18 985.0
19 040.0
19 095.0
19 150.0
19 205.0
19 260.0
19 315.0
19 370.0
19 425.0
19 480.0
19 535.0
19 590.0
19 645.0

05MBH00115ABM
05MBH00115ADW
05MBH00115AFG
05MBH00115AHR
05MBH00115AKB
05MBH00115AML
05MBH00115APV
05MBH00115ARF
05MBH00115ATQ
05MBH00115AVA
05MBH00115AXK
05MBH00115AZU
05MBH00115BBJ
05MBH00115BDT
05MBH00115BFD
05MBH00115BHN
05MBH00115BKX

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

7.1.1.3 Accessori
Definizione
Materiale per il montaggio
Kit di montaggio RF-S
Kit di montaggio per scambio RF 76-115 mm
Kit di montaggio per scambio RF 115-219 mm
Guide d'onda e accessori
Alform-A185
Fissaggio A185-PBR220
Fissaggio A185-UBR220
Alform-A110/19
Fissaggio A110-PBR220/19
Guide d'onda flessibili PBR 220; 400 mm
Guide d'onda flessibili PBR 220; 600 mm
Guide d'onda flessibili PBR 220; 900 mm
WG kit R220
Finestra pressione PBR 220/UBR 220
Piastra intermedia PBR 220/UBR 220
Bullone M3x8
Miscellaneo
Diramazione RX/TX 18.7
Terminazione 18.7-26GHz
Cavo di connessione (CCDP)
Montaggio singolo, a muro
Montaggio doppio, a muro
Kit montaggio doppio
Chiave a tubo 63-115
Kit tubo 127-219
Adattatore tubo

Marconi

Numero di disegno

Numero ident.

65.7726.270.00-A001
65.7721.830.00-A001
65.7721.833.00-A001

AN00277015
AN00041008
AN00084319

14.1821.007.99-A001
65.7764.534.00-A003
65.7764.534.00-A001

AN00574083
AN00578530
AN00578573
AN00816154
AN00814412
8400426-0018
8400427-0017
8400425-0019
05HAN00024AAJ
AN00016418
AN00008880
AN00720011

65.7764.900.00-A001

65.7764.000.20-A001
65.7764.000.16-A001

65.7243.900.04-A002

05MBH00024AAB
05MBH00026AAF
AN00276520
AN00276964
AN00276968
05MBB00025AAG
AN00232453
05MBH00091AAB
AN00277010

7-5

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

7.1.2 Banda 23 GHz


7.1.2.1 Sistemi 128 MLQAM
Definizione
Scambio RF
Scambio RF 23GHz
Kit espansione RF-U.AB
Accoppiatore RF
Accoppiatore 23GHz/3dB
(Accoppiatore simmetrico 3dB )
Accoppiatore 23GHz/6dB
(Accoppiatore asimmetrico 6dB)
Unit Outdoor (banda inferiore)
ODU 155/23-128 -B55 S (1a-20a)
ODU 155/23-EDM S (1a-9a/1a-20a)
ODU 155/23-M28 S (1a-15a)
ODU 155/23-M50 S (16a-25a)

Unit Outdoor (banda superiore)


ODU 155/23-128 S (1b-20b)
ODU 155/23-EDM S (1b-9b/1b-20b)
ODU 155/23-M28 S (1b-15b)
ODU 155/23-M50 S (16b-25b)

Filter box BB (banda inferiore)


Filter box 23BB/A1
Filter box 23BB-M28/A1
Filter box 23BB-M50/A1
Filter box BB (banda superiore)
Filter box 23BB/B1
Filter box 23BB-M28/B1
Filter box 23BB-M50/B1
Filter box BU (banda inferiore)
Filtro 23-128BU/1a
Filtro 23-128BU/2a
Filtro 23-128BU/3a
Filtro 23-128BU/4a
Filtro 23-128BU/5a
Filtro 23-128BU/6a
Filtro 23-128BU/7a
Filtro 23-128BU/8a
Filtro 23-128BU/9a
Filtro 23-128BU/10a
Filtro 23-128BU/11a
Filtro 23-128BU/12a
Filtro 23-128BU/13a
Filtro 23-128BU/14a
Filtro 23-128BU/15a
Filtro 23-128BU/16a
Filtro 23-128BU/17a
Filtro 23-128BU/18a
Filtro 23-128BU/19a
7-6

Frequenza Tx
(schema freq. 28
MHz)

Numero di disegno

Numero Cod.
Marconi

65.7187.140.00-A001
65.7186.155.00-A001

AN00038176
AN00041020
05MBH00030AAH
05MBH00030AAK

(Schema canale
28 MHz)
(Schema canale
50 MHz)

(Schema canale
28 MHz)
(Schema canale
50 MHz)

05HAN00015AAV
05HAN00020AAA
05HAN00154AAL
05HAN00152AAG
05HAN00015ABN
05HAN00020ABS
05HAN00154ABD
05HAN00152ABY

22 022.022 554.0
21 241.521 633.5
21 825.022 275.0

05MBH00004AAV
05MBH00075AAE
05MBH00073AAA

23 030.023 562.0
22 473.522 865.5
23 025.023 475.0

05MBH00004ABN
05MBH00075ABW
05MBH00073ABS

22 022.0
22 050.0
22 078.0
22 106.0
22 134.0
22 162.0
22 190.0
22 218.0
22 246.0
22 274.0
22 302.0
22 330.0
22 358.0
22 386.0
22 414.0
22 442.0
22 470.0
22 498.0
22 526.0

05MBH00009AAG
05MBH00009ACR
05MBH00009AEB
05MBH00009AGL
05MBH00009AJV
05MBH00009ALF
05MBH00009ANQ
05MBH00009AQA
05MBH00009ASK
05MBH00009AUU
05MBH00009AWE
05MBH00009AYP
05MBH00009BAD
05MBH00009BCN
05MBH00009BEX
05MBH00009BGH
05MBH00009BJS
05MBH00009BLC
05MBH00009BNM
Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Filtro 23-128BU/20a
Filter box BU (banda superiore)
Filtro 23-128BU/1b
Filtro 23-128BU/2b
Filtro 23-128BU/3b
Filtro 23-128BU/4b
Filtro 23-128BU/5b
Filtro 23-128BU/6b
Filtro 23-128BU/7b
Filter 23-128BU/8b
Filtro 23-128BU/9b
Filtro 23-128BU/10b
Filtro 23-128BU/11b
Filtro 23-128BU/12b
Filtro 23-128BU/13b
Filtro 23-128BU/15b
Filtro 23-128BU/16b
Filtro 23-128BU/17b
Filtro 23-128BU/18b
Filtro 23-128BU/19b
Filtro 23-128BU/20b

Marconi

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

22 554.0

05MBH00009BQW

23 030.0
23 058.0
23 086.0
23 114.0
23 142.0
23 170.0
23 198.0
23 226.0
23 254.0
23 282.0
23 310.0
23 338.0
23 366.0
23 394.0
23 422.0
23 450.0
23 478.0
23 506.0
23 534.0
23 562.0

05MBH00009ABY
05MBH00009ADJ
05MBH00009AFT
05MBH00009AHD
05MBH00009AKN
05MBH00009AMX
05MBH00009APH
05MBH00009ARS
05MBH00009ATC
05MBH00009AVM
05MBH00009AXW
05MBH00009AZG
05MBH00009BBV
05MBH00009BDF
05MBH00009BFQ
05MBH00009BHA
05MBH00009BKK
05MBH00009BMU
05MBH00009BPE
05MBH00009BRP

7-7

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

7.1.2.2 Sistemi 16 MLQAM


Definizione
Scambio RF
Scambio RF 23GHz
Kit espansione RF-U.AB
Accoppiatore RF
Accoppiatore 23GHz/3dB
(Accoppiatore simmetrico 3dB )
Accoppiatore 23GHz/6dB
(Accoppiatore asimmetrico 6dB)
Unit Outdoor (banda inferiore)
ODU 155/23-EDM S (1a-9a/1a-20a)
ODU 155/23 -B56 S (1a-8a)
Unit Outdoor (banda superiore)
ODU 155/23-EDM S (1b-9b/1b-20b)
ODU 155/23-B56 S (1b-8b)
Filter box BB (banda inferiore)
Filter box 23BB/A1
Filter box 23BB-B/A1
Filter box BB (banda superiore)
Filter box 23BB/B1
Filter box 23BB-B/B1
Filter box BU (banda inferiore)
Filtro 23-16BU/1a
Filtro 23-16BU/2a
Filtro 23-16BU/3a
Filtro 23-16BU/4a
Filtro 23-16BU/5a
Filtro 23-16BU/6a
Filtro 23-16BU/7a
Filtro 23-16BU/8a
Filtro 23-16BU/9a
Filter box BU (banda superiore)
Filtro 23-16BU/1b
Filtro 23-16BU/2b
Filtro 23-16BU/3b
Filtro 23-16BU/4b
Filtro 23-16BU/5b
Filtro 23-16BU/6b
Filtro 23-16BU/7b
Filtro 23-16BU/8b
Filtro 23-16BU/9b

7-8

Frequenza Tx
(schema freq. 56
MHz)

Numero di disegno

Numero Cod.
Marconi

65.7187.140.00-A001
65.7186.155.00-A001

AN00038176
AN00041020
05MBH00030AAH
05MBH00030AAK

(56/87.5-MHz-R.)

05HAN00020AAA
05HAN00151AAE

(56/87.5-MHz-R.)

05HAN00020ABS
05HAN00151ABW

22 078.022 526.0
21 843.522 330.0

05MBH00004AAV
05MBH00072AAX

23 086.023 534.0
23 075.523 562.0

05MBH00004ABN
05MBH00072ABQ

22 078.0
22 134.0
22 190.0
22 246.0
22 302.0
22 358.0
22 414.0
22 470.0
22 526.0

05MBH00008AAE
05MBH00008ACP
05MBH00008AEY
05MBH00008AGJ
05MBH00008AJT
05MBH00008ALD
05MBH00008ANN
05MBH00008AQX
05MBH00008ASH

23 086.0
23 142.0
23 198.0
23 254.0
23 310.0
23 366.0
23 422.0
23 478.0
23 534.0

05MBH00008ABW
05MBH00008ADG
05MBH00008AFR
05MBH00008AHB
05MBH00008AKL
05MBH00008AMV
05MBH00008APF
05MBH00008ARQ
05MBH00008ATT

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

7.1.2.3 Accessori
Definizione
Materiale per il montaggio
Kit di montaggio RF-S
Kit di montaggio per scambio RF 76-115 mm
Kit di montaggio per scambio RF 115-219 mm
Guide d'onda e accessori
Alform-A230
Fissaggio A230-PBR220
Fissaggio A230-UBR220
Alform-A110/23
Fissaggio A110-PBR220/23
Guide d'onda flessibili PBR 220; 400 mm
Guide d'onda flessibili PBR 220; 600 mm
Guide d'onda flessibili PBR 220; 900 mm
WG kit R220
Finestra pressione PBR 220/UBR 220
Piastra intermedia PBR 220/UBR 220
Bullone M3x8
Miscellaneo
Diramazione RXTX 23A
Diramazione RXTX 23B
Terminazione 18.7-26GHz
Cavo di connessione (CCDP)
Montaggio singolo, a muro
Montaggio doppio, a muro
Kit montaggio doppio
Chiave a tubo 63-115
Kit tubo 127-219
Adattatore tubo

Marconi

Numero di disegno

Numero ident.

65.7726.270.00-A001
65.7721.830.00-A001
65.7721.833.00-A001

AN00277015
AN00041008
AN00084319

14.1821.011.99-A001
65.7764.764.00-A001
65.7764.764.00-A002

AN00797677
AN00798107
AN00833698
AN00838582
AN00834445
8400426-0018
8400427-0017
8400425-0019
05HAN00024AAJ
AN00016418
AN00008880
AN00720011

65.7764.900.00-A002

65.7764.000.20-A001
65.7764.000.16-A001

65.7243.900.04-A002

05MBH00007AAC
05MBH00007ABU
05MBH00026AAF
AN00276520
AN00276964
AN00276968
05MBB00025AAG
AN00232453
05MBH00091AAB
AN00277010

7-9

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

7.1.3 Banda 26 GHz


7.1.3.1 Sistemi 128 MLQAM
Definizione
Scambio RF
Scambio RF 26GHz / R220
Kit espansione RF-U.AB
Accoppiatore RF
Accoppiatore 26GHz/3dB
(Accoppiatore simmetrico 3dB )
Accoppiatore 26GHz/6dB
(Accoppiatore asimmetrico 6dB)
Unit Outdoor (banda inferiore)
ODU 155/26-EDM S (1a-8a/1a-16a)
ODU 155/26-EDM S (9a-16a/17a-32a)
Unit Outdoor (banda superiore)
ODU 155/26-EDM S (1b-8b/1b-16b)
ODU 155/26-EDM S (9b-16b/17b-32b)
Filter box BB (banda inferiore)
Filter box 26BB/A1
Filter box 26BB/A2
Filter box BB (banda superiore)
Filter box 26BB/B1
Filter box 26BB/B2
Filter box BU (banda inferiore)
Filtro 26-128BU/1a
Filtro 26-128BU/2a
Filtro 26-128BU/3a
Filtro 26-128BU/4a
Filtro 26-128BU/5a
Filtro 26-128BU/6a
Filtro 26-128BU/7a
Filtro 26-128BU/8a
Filtro 26-128BU/9a
Filtro 26-128BU/10a
Filtro 26-128BU/11a
Filtro 26-128BU/12a
Filtro 26-128BU/13a
Filtro 26-128BU/14a
Filtro 26-128BU/15a
Filtro 26-128BU/16a
Filtro 26-128BU/17a
Filtro 26-128BU/18a
Filtro 26-128BU/19a
Filtro 26-128BU/20a
Filtro 26-128BU/21a
Filtro 26-128BU/22a
Filtro 26-128BU/23a
Filtro 26-128BU/24a
Filtro 26-128BU/25a
Filtro 26-128BU/26a
Filtro 26-128BU/27a
Filtro 26-128BU/28a
Filtro 26-128BU/29a
7-10

Frequenza Tx
(schema freq. 28
MHz)

Numero di disegno

65.7186.155.00-A001

Numero Cod.
Marconi
05HAN00107AAR
AN00041020
05MBH00032AAM
05MBH00033AAP
05HAN00036AAD
05HAN00036ACN
05HAN00036ABV
05HAN00036ADF

24 563.024 983.0
25 011.025 431.0

05MBH00019AAW
05MBH00019ACG

25 571.025 991.0
26 019.026 439.0

05MBH00019ABP
05MBH00019ADY

24 563.0
24 591.0
24 619.0
24 647.0
24 675.0
24 703.0
24 731.0
24 759.0
24 787.0
24 815.0
24 843.0
24 871.0
24 899.0
24 927.0
24 955.0
24 983.0
25 011.0
25 039.0
25 067.0
25 095.0
25 123.0
25 151.0
25 179.0
25 207.0
25 253.0
25 263.0
25 291.0
25 319.0
25 347.0

05MBH00023AAY
05MBH00023ACJ
05MBH00023AET
05MBH00023AGD
05MBH00023AJN
05MBH00023ALX
05MBH00023ANH
05MBH00023AQS
05MBH00023ASC
05MBH00023AUM
05MBH00023AWW
05MBH00023AYG
05MBH00023BAV
05MBH00023BBU
05MBH00023BEQ
05MBH00023BGA
05MBH00023BJK
05MBH00023BLU
05MBH00023BNE
05MBH00023BQP
05MBH00023BSY
05MBH00023BUS
05MBH00023BWT
05MBH00023BYD
05MBH00023CAS
05MBH00023CCC
05MBH00023CEM
05MBH00023CGW
05MBH00023CJG
Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Filtro 26-128BU/30a
Filtro 26-128BU/31a
Filtro 26-128BU/32a
Filter box BU (banda superiore)
Filtro 26-128BU/1b
Filtro 26-128BU/2b
Filtro 26-128BU/3b
Filtro 26-128BU/4b
Filtro 26-128BU/5b
Filtro 26-128BU/6b
Filtro 26-128BU/7b
Filtro 26-128BU/8b
Filtro 26-128BU/9b
Filtro 26-128BU/10b
Filtro 26-128BU/11b
Filtro 26-128BU/12b
Filtro 26-128BU/13b
Filtro 26-128BU/14b
Filtro 26-128BU/15b
Filtro 26-128BU/16b
Filtro 26-128BU/17b
Filtro 26-128BU/18b
Filtro 26-128BU/19b
Filtro 26-128BU/20b
Filtro 26-128BU/21b
Filtro 26-128BU/22b
Filtro 26-128BU/23b
Filtro 26-128BU/24b
Filtro 26-128BU/25b
Filtro 26-128BU/26b
Filtro 26-128BU/27b
Filtro 26-128BU/28b
Filtro 26-128BU/29b
Filtro 26-128BU/30b
Filtro 26-128BU/31b
Filtro 26-128BU/32b

Marconi

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

25 375.0
25 403.0
25 431.0

05MBH00023CLR
05MBH00023CNB
05MBH00023CQL

25 571.0
25 599.0
25 627.0
25 655.0
25 683.0
25 711.0
25 739.0
25 767.0
25 795.0
25 823.0
25 851.0
25 879.0
25 907.0
25 935.0
25 963.0
25 991.0
26 019.0
26 047.0
26 075.0
26 103.0
26 131.0
26 159.0
26 187.0
26 215.0
26 243.0
26 271.0
26 299.0
26 327.0
26 355.0
26 383.0
26 411.0
26 439.0

05MBH00023ABR
05MBH00023ADB
05MBH00023AFL
05MBH00023AHV
05MBH00023AKF
05MBH00023AMQ
05MBH00023APA
05MBH00023ARK
05MBH00023ATU
05MBH00023AVE
05MBH00023AXP
05MBH00023AZY
05MBH00023BBN
05MBH00023BDX
05MBH00023BFH
05MBH00023BHS
05MBH00023BKC
05MBH00023BMM
05MBH00023BPW
05MBH00023BRG
05MBH00023BTR
05MBH00023BVB
05MBH00023BXL
05MBH00023BZV
05MBH00023CBK
05MBH00023CDU
05MBH00023BUE
05MBH00023CHP
05MBH00023CKY
05MBH00023CMS
05MBH00023CPT
05MBH00023CRD

7-11

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

7.1.3.2 Sistemi 16 MLQAM


Definizione
Scambio RF
Scambio RF 26GHz / R220
Kit espansione RF-U.AB
Accoppiatore RF
Accoppiatore 26GHz/3dB
(Accoppiatore simmetrico 3dB )
Accoppiatore 26GHz/6dB
(Accoppiatore asimmetrico 6dB)
Unit Outdoor (banda inferiore)
ODU 155/26-EDM S (1a-8a/1a-16a)
ODU 155/26-EDM S (9a-16a/17a-32a)
Unit Outdoor (banda superiore)
ODU 155/26-EDM S (1b-8b/1b-16b)
ODU 155/26-EDM S (9b-16b/17b-32b)
Filter box BB (banda inferiore)
Filter box 26BB/A1
Filter box 26BB/A2
Filter box BB (banda superiore)
Filter box 26BB/B1
Filter box 26BB/B2
Filter box BU (banda inferiore)
Filtro 26-16BU/1a
Filtro 26-16BU/2a
Filtro 26-16BU/3a
Filtro 26-16BU/4a
Filtro 26-16BU/5a
Filtro 26-16BU/6a
Filtro 26-16BU/7a
Filtro 26-16BU/8a
Filtro 26-16BU/9a
Filtro 26-16BU/10a
Filtro 26-16BU/11a
Filtro 26-16BU/12a
Filtro 26-16BU/13a
Filtro 26-16BU/14a
Filtro 26-16BU/15a
Filtro 26-16BU/16a
Filter box BU (banda superiore)
Filtro 26-16BU/1b
Filtro 26-16BU/2b
Filtro 26-16BU/3b
Filtro 26-16BU/4b
Filtro 26-16BU/5b
Filtro 26-16BU/6b
Filtro 26-16BU/7b
Filtro 26-16BU/8b
Filtro 26-16BU/9b
Filtro 26-16BU/10b
Filtro 26-16BU/11b
Filtro 26-16BU/12b
Filtro 26-16BU/13b
Filtro 26-16BU/14b
Filtro 26-16BU/15b
Filtro 26-16BU/16b
7-12

Frequenza Tx
Numero di disegno
(sch freq. 56MHz)
65.7186.155.00-A001

Numero Cod.
Marconi
05HAN00107AAR
AN00041020
05MBH00032AAM
05MBH00033AAP
05HAN00036AAD
05HAN00036ACN
05HAN00036ABV
05HAN00036ADF

24 577.024 969.0
25 025.025 417.0

05MBH00019AAW
05MBH00019ACG

25 585.025 977.0
26 033.026 425.0

05MBH00019ABP
05MBH00019ADY

24 577.0
24 633.0
24 689.0
24 745.0
24 801.0
24 857.0
24 913.0
24 969.0
25 025.0
25 081.0
25 137.0
25 193.0
25 249.0
25 305.0
25 361.0
25 417.0

05MBH00021AAU
05MBH00021ACE
05MBH00021AEP
05MBH00021AGY
05MBH00021AJJ
05MBH00021ALT
05MBH00021AND
05MBH00021AQN
05MBH00021ASX
05MBH00021AUH
05MBH00021AWS
05MBH00021AYC
05MBH00021BAR
05MBH00021BCB
05MBH00021BEL
05MBH00021BGV

25 585.0
25 641.0
25 697.0
25 753.0
25 809.0
25 865.0
25 921.0
25 977.0
26 033.0
26 089.0
26 145.0
26 201.0
26 257.0
26 313.0
26 369.0
26 425.0

05MBH00021ABM
05MBH00021ADW
05MBH00021AFG
05MBH00021AHR
05MBH00021AKB
05MBH00021AML
05MBH00021APV
05MBH00021ARF
05MBH00021ATQ
05MBH00021AVA
05MBH00021AXK
05MBH00021AZU
05MBH00021BBJ
05MBH00021BDF
05MBH00021BFD
05MBH00021BHN
Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

7.1.3.3 Accessori
Definizione
Materiale per il montaggio
Kit di montaggio RF-S
Kit di montaggio per scambio RF 76-115 mm
Kit di montaggio per scambio RF 115-219 mm
Guide d'onda e accessori
Alform-A290
Fissaggio A230-PBR220
Fissaggio A230-UBR220
400 mm
Guide d'onda flessibili PBR 220; 600 mm
Guide d'onda flessibili PBR 220; 900 mm
WG kit R220
Finestra pressione PBR 220/UBR 220
Piastra intermedia PBR 220/UBR 220
Bullone M3x8
Miscellaneo
Diramazione RX/TX 26
Terminazione 18.7-26GHz
Cavo di connessione (CCDP)
Montaggio singolo, a muro
Montaggio doppio, a muro
Kit montaggio doppio
Chiave a tubo 63-115
Kit tubo 127-219
Adattatore tubo

Marconi

Numero di disegno

Numero ident.

65.7726.270.00-A001
65.7721.830.00-A001
65.7721.833.00-A001

AN00277015
AN00041008
AN00084319

14.1821.012.99-A001
65.7761.725.00-A003
65.7761.725.00-A002

AN00797678
AN00118683
AN00226209
8400426-0018
8400427-0017
8400425-0019
05HAN00024AAJ
05MAF00009AAY
AN00008880
AN00720011

65.7764.000.16-A001

65.7243.900.04-A002

05MBH00025AAD
05MBH00026AAF
AN00276520
AN00276964
AN00276968
05MBB00025AAG
AN00232453
05MBH00091AAB
AN00277010

7-13

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

7.1.4 Banda 28 GHz


7.1.4.1 Sistemi 128 MLQAM
Definizione
Scambio RF
Scambio RF 28GHz
Kit espansione RF-U.AB
Accoppiatore RF
Accoppiatore 28GHz/3dB
(Accoppiatore simmetrico 3dB)
Accoppiatore 28GHz/6dB
(Accoppiatore asimmetrico 6dB)
Unit Outdoor (banda inferiore)
ODU 155/28-128 -B55 S (1a-16a)
ODU 155/28-128 -B55 S (17a-32a)
ODU 155/28-EDM S (1a-8a/1a-16a)
ODU 155/28-EDM S (9a-16a/17a-32a)
Unit Outdoor (banda superiore)
ODU 155/28-128 S (1b-16b)
ODU 155/28-128 S (17b-32b)
ODU 155/28-EDM S (1b-8b/1b-16b)
ODU 155/28-EDM S (9b-16b/17b-32b)
Filter box BB (banda inferiore)
Filter box 28BB/A1
Filter box 28BB/A2
Filter box BB (banda inferiore)
Filter box 28BB/B1
Filter box 28BB/B2
Filter box BU (banda inferiore)
Filter 28-128BU/1a
Filter 28-128BU/2a
Filtro 28-128BU/3a
Filtro 28-128BU/4a
Filtro 28-128BU/5a
Filtro 28-128BU/6a
Filtro 28-128BU/7a
Filtro 28-128BU/8a
Filtro 28-128BU/9a
Filtro 28-128BU/10a
Filtro 28-128BU/11a
Filtro 28-128BU/12a
Filtro 28-128BU/13a
Filtro 28-128BU/14a
Filtro 28-128BU/15a
Filtro 28-128BU/16a
Filtro 28-128BU/17a
Filtro 28-128BU/18a
Filtro 28-128BU/19a
Filtro 28-128BU/20a
Filtro 28-128BU/21a
Filtro 28-128BU/22a
Filtro 28-128BU/23a
Filtro 28-128BU/24a
Filtro 28-128BU/25a
7-14

Frequenza Tx
(schema di
frequenza 28 MHz)
-

Numero di disegno

Ident. no.

65.7248.140.00-A001 AN00270170
65.7240.155.00-A001 AN00228837
65.7248.150.00-A001

AN00277154

65.7248.155.00-A001

AN00277155

27 562.527 982.5
28 010.528 430.5

65.7248.300.00-A001
65.7248.300.00-A003

AN00238118
AN00238120
05HAN00247AAJ
05HAN00247ACT

28 570.528 990.5
29 018.529 438.5

65.7248.300.00-A002
65.7248.300.00-A004

AN00238119
AN00238121
05HAN00247ABB
05HAN00247ADL

27 562.527 982.5
28 010.528 430.5

65.7248.400.00-A001
65.7248.400.00-A003

AN00272271
AN00272273

28 570.528 990.5
29 018.529 438.5

65.7248.400.00-A002
65.7248.400.00-A004

AN00272272
AN00272274

27 562.5
27 590.5
27 618.5
27 646.5
27 674.5
27 702.5
27 730.5
27 758.5
27 786.5
27 814.5
27 842.5
27 870.5
27 898.5
27 926.5
27 954.5
27 982.5
28 010.5
28 038.5
28 066.5
28 094.5
28 122.5
28 150.5
28 178.5
28 206.5
28 234.5

65.7248.481.00-A001
65.7248.481.00-A003
65.7248.481.00-A005
65.7248.481.00-A007
65.7248.481.00-A009
65.7248.481.00-A011
65.7248.481.00-A013
65.7248.481.00-A015
65.7248.481.00-A017
65.7248.481.00-A019
65.7248.481.00-A021
65.7248.481.00-A023
65.7248.481.00-A025
65.7248.481.00-A027
65.7248.481.00-A029

AN00276811
AN00276813
AN00276815
AN00276817
AN00276819
AN00276821
AN00276823
AN00276825
AN00276827
AN00276829
AN00276831
AN00276833
AN00276835
AN00276837
AN00276839
AN00276841
AN00276843
AN00276845
AN00276847
AN00276849
AN00276851
AN00276853
AN00276855
AN00276857
AN00276859

65.7248.481.00-A033
65.7248.481.00-A035
65.7248.481.00-A037
65.7248.481.00-A039
65.7248.481.00-A041
65.7248.481.00-A043
65.7248.481.00-A045
65.7248.481.00-A047
65.7248.481.00-A049

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Filtro 28-128BU/26a
Filtro 28-128BU/27a
Filtro 28-128BU/28a
Filtro 28-128BU/29a
Filtro 28-128BU/30a
Filtro 28-128BU/31a
Filtro 28-128BU/32a
Filter box BU (banda superiore)
Filtro 28-128BU/1b
Filtro 28-128BU/2b
Filtro 28-128BU/3b
Filtro 28-128BU/4b
Filtro 28-128BU/5b
Filtro 28-128BU/6b
Filtro 28-128BU/7b
Filtro 28-128BU/8b
Filtro 28-128BU/9b
Filtro 28-128BU/10b
Filtro 28-128BU/11b
Filtro 28-128BU/12b
Filtro 28-128BU/13b
Filtro 28-128BU/14b
Filtro 28-128BU/15b
Filtro 28-128BU/16b
Filtro 28-128BU/17b
Filtro 28-128BU/18b
Filtro 28-128BU/19b
Filtro 28-128BU/20b
Filtro 28-128BU/21b
Filtro 28-128BU/22b
Filtro 28-128BU/23b
Filtro 28-128BU/24b
Filtro 28-128BU/25b
Filtro 28-128BU/26b
Filtro 28-128BU/27b
Filtro 28-128BU/28b
Filtro 28-128BU/29b
Filtro 28-128BU/30b
Filtro 28-128BU/31b
Filtro 28-128BU/32b

Marconi

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

28 262.5
28 290.5
28 318.5
28 346.5
28 374.5
28 402.5
28 430.5

65.7248.481.00-A051
65.7248.481.00-A053
65.7248.481.00-A055
65.7248.481.00-A057
65.7248.481.00-A059
65.7248.481.00-A061
65.7248.481.00-A063

AN00276861
AN00276863
AN00276865
AN00276867
AN00276869
AN00276871
AN00276873

28 570.5
28 598.5
28 626.5
28 654.5
28 682.5
28 710.5
28 738.5
28 766.5
28 794.5
28 822.5
28 850.5
28 878.5
28 906.5
28 934.5
28 962.5
28 990.5
29 018.5
29 046.5
29 074.5
29 102.5
29 130.5
29 158.5
29 186.5
29 214.5
29 242.5
29 270.5
29 298.5
29 326.5
29 354.5
29 382.5
29 410.5
29 438.5

65.7248.481.00-A002
65.7248.481.00-A004
65.7248.481.00-A006
65.7248.481.00-A008
65.7248.481.00-A010
65.7248.481.00-A012
65.7248.481.00-A014
65.7248.481.00-A016
65.7248.481.00-A018
65.7248.481.00-A020
65.7248.481.00-A022
65.7248.481.00-A024
65.7248.481.00-A026
65.7248.481.00-A028
65.7248.481.00-A030
65.7248.481.00-A032
65.7248.481.00-A034
65.7248.481.00-A036
65.7248.481.00-A038
65.7248.481.00-A040
65.7248.481.00-A042
65.7248.481.00-A044
65.7248.481.00-A046
65.7248.481.00-A048
65.7248.481.00-A050
65.7248.481.00-A052
65.7248.481.00-A054
65.7248.481.00-A056
65.7248.481.00-A058
65.7248.481.00-A060
65.7248.481.00-A062
65.7248.481.00-A064

AN00276812
AN00276814
AN00276816
AN00276818
AN00276820
AN00276822
AN00276824
AN00276826
AN00276828
AN00276830
AN00276832
AN00276834
AN00276836
AN00276838
AN00276840
AN00276842
AN00276844
AN00276846
AN00276848
AN00276850
AN00276852
AN00276854
AN00276856
AN00276858
AN00276860
AN00276862
AN00276864
AN00276866
AN00276868
AN00276870
AN00276872
AN00276874

7-15

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

7.1.4.2 Sistemi 16 MLQAM


Definizione
Scambio RF
Scambio RF 28GHz
Kit espansione RF-U.AB
Accoppiatore RF
Accoppiatore 28GHz/3dB
(Accoppiatore simmetrico 3dB)
Accoppiatore 28GHz/6dB
(Accoppiatore asimmetrico 6dB)
Unit Outdoor (banda inferiore)
ODU 155/28-EDM S (1a-8a/1a-16a)
ODU 155/28-EDM S (9a-16a/17a-32a)
Unit Outdoor (banda superiore)
ODU 155/28-EDM S (1b-8b/1b-16b)
ODU 155/28-EDM S (9b-16b/17b-32b)
Filter box BB (banda inferiore)
Filter box 28BB/A1
Filter box 28BB/A2
Filter box BB (banda superiore)
Filter box 28BB/B1
Filter box 28BB/B2
Filter box BU (banda inferiore)
Filtro 28-16BU/1a
Filtro 28-16BU/2a
Filtro 28-16BU/3a
Filtro 28-16BU/4a
Filtro 28-16BU/5a
Filtro 28-16BU/6a
Filtro 28-16BU/7a
Filtro 28-16BU/8a
Filtro 28-16BU/9a
Filtro 28-16BU/10a
Filtro 28-16BU/11a
Filtro 28-16BU/12a
Filtro 28-16BU/13a
Filtro 28-16BU/14a
Filtro 28-16BU/15a
Filtro 28-16BU/16a
Filter box BU (banda superiore)
Filtro 28-16BU/1b
Filtro 28-16BU/2b
Filtro 28-16BU/3b
Filtro 28-16BU/4b
Filtro 28-16BU/5b
Filtro 28-16BU/6b
Filtro 28-16BU/7b
Filtro 28-16BU/8b
Filtro 28-16BU/9b
Filtro 28-16BU/10b
Filtro 28-16BU/11b
Filtro 28-16BU/12b
Filtro 28-16BU/13b
Filtro 28-16BU/14b
Filtro 28-16BU/15b
Filtro 28-16BU/16b
7-16

Frequenza Tx
(freq 56MHz)

Numero di disegno

Numero Cod.
Marconi

65.7248.140.00-A001 AN00270170
65.7240.155.00-A001 AN00228837
65.7248.150.00-A001 AN00277154
65.7248.155.00-A001 AN00277155
05HAN00247AAJ
05HAN00247ACT
05HAN00247ABB
05HAN00247ADL
27 576.527 968.5 65.7248.400.00-A001 AN00272271
28 024.528 416.5 65.7248.400.00-A003 AN00272273
28 584.528 976.5 65.7248.400.00-A002 AN00272272
29 032.529 424.5 65.7248.400.00-A004 AN00272274
27 576.5
27 632.5
27 688.5
27 744.5
27 800.5
27 856.5
27 912.5
27 968.5
28 024.5
28 080.5
28 136.5
28 192.5
28 248.5
28 304.5
28 360.5
28 416.5

65.7248.480.00-A001
65.7248.480.00-A003
65.7248.480.00-A005
65.7248.480.00-A007
65.7248.480.00-A009
65.7248.480.00-A011
65.7248.480.00-A013
65.7248.480.00-A015
65.7248.480.00-A017
65.7248.480.00-A019
65.7248.480.00-A021
65.7248.480.00-A023
65.7248.480.00-A025
65.7248.480.00-A027
65.7248.480.00-A029

AN00276778
AN00276780
AN00276782
AN00276784
AN00276786
AN00276788
AN00276790
AN00276792
AN00276794
AN00276796
AN00276798
AN00276800
AN00276802
AN00276804
AN00276806
AN00276808

28 584.5
28 640.5
28 696.5
28 752.5
28 808.5
28 864.5
28 920.5
28 976.5
29 032.5
29 088.5
29 144.5
29 200.5
29 256.5
29 312.5
29 368.5
29 424.5

65.7248.480.00-A002
65.7248.480.00-A004
65.7248.480.00-A006
65.7248.480.00-A008
65.7248.480.00-A010
65.7248.480.00-A012
65.7248.480.00-A014
65.7248.480.00-A016
65.7248.480.00-A018
65.7248.480.00-A020
65.7248.480.00-A022
65.7248.480.00-A024
65.7248.480.00-A026
65.7248.480.00-A028
65.7248.480.00-A030
65.7248.480.00-A032

AN00276779
AN00276781
AN00276783
AN00276785
AN00276787
AN00276789
AN00276791
AN00276793
AN00276795
AN00276797
AN00276799
AN00276801
AN00276803
AN00276805
AN00276807
AN00276809
Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

7.1.4.3 Accessori
Definizione
Materiale per il montaggio
Kit di montaggio RF-S
Kit di montaggio per scambio RF 76-115 mm
Kit di montaggio per scambio RF 115-219 mm
Guide d'onda e accessori
Alform A290
Fissaggio A290-PBR 320
Fissaggio A290-UBR 320
Guide d'onda flessibili PBR 320; 400 mm
Guide d'onda flessibili PBR 320; 600 mm
Guide d'onda flessibili PBR 320; 800 mm
WG kit R320
Finestra a pressione R320
Piastra intermedia R320
Bullone M3x8
Miscellaneo
Diramazione RX/TX 28
Terminazione 28
Cavo di connessione (CCDP)
Montaggio singolo, a muro
Montaggio doppio, a muro
Kit montaggio doppio
Chiave a tubo 63-115
Kit tubo 127-219
Adattatore tubo

Marconi

No. disegno

Ident. no.

65.7726.270.00-A001
65.7721.830.00-A001
65.7721.833.00-A001

AN00277015
AN00041008
AN00084319

18.1821.012.99-A001
65.7764.770.00-A001
65.7764.775.00-A001

AN00797678
AN00221421
AN00221422
8400444-0016
8400420-0014
8400421-0013
05HAN00023AAG
05MAF00014AAD
05MAF00008AAW
AN00720011

65.7248.450.00-A001
65.7248.455.00-A001
65.7243.900.04-A002

AN00274443
AN00277135
AN00276520
AN00276964
AN00276968
05MBB00025AAG
AN00232453
05MBH00091AAB
AN00277010

7-17

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

7.2 Unit Indoor e accessori


Definizione
Unit Indoor (Europa)
IDU 155-128 S
(interfaccia elettr. senza EOW)
IDU 155-128 S
(interfaccia elettr/ott. senza EOW)
IDU 155-128 S
(interfaccia elettr. con EOW)
IDU 155-128 S
(interfaccia elettr/ott. con EOW)
Unit Indoor (Europa e Messico)
IDU 155-128 LS E
(interfaccia elettr. senza EOW)
IDU 155-128 LS EO
(interfaccia elettr/ott. senza EOW)
IDU 155-128 LS EE
(interfaccia elettr. senza EOW)
IDU 155-128 LS EOE (interfaccia elettr/ott. con EOW)
Unit Indoor (Europa e Brasile)
IDU 155-16 S E
(interfaccia elettr. senza EOW)
IDU 155-16 S EO
(interfaccia elettr/ott. senza EOW)
IDU 155-16 S EE
(interfaccia elettr. con EOW)
IDU 155-16 S EOE
(interfaccia elettr/ott. con EOW)
Cavi di collegamento per espansioni
(configurazioni 1+1, HSB o LE; 2+0 con XPIC, 1+1 LE con XPIC)
Cavo di connessione
Cavo di connessione
Cavo di connessione
Cavo di adattamento per interfaccia ottica
Cavo FO
(LC/PC-SC/PC Duplex)
Accoppiatore FO(adattatore da SC-PC; convesso; a SC-PC; convesso)
Accoppiatore FO (adattatore da SC-PC; convesso; a DIN; convesso)
Accoppiatore FO (adattatore da SC-PC; convesso; a E2000; convesso)
Cavo FO
(LC/PC-SC/APC Duplex)
Accoppiatore FO (adatt. SC-APC; 8 convesso) a SC-PC; 8 convesso)
Accoppiatore FO (adatt. SC-APC; 8 convesso) a DIN; 8 convesso)
Accoppiatore FO (adatt. SC-APC; 8 convesso) a E2000; 8 convesso)
Cavo di adattamento QD2
Da RJ-45 a Sub-D/F, 1000 mm
Cavo-Y, 3x Sub-D (MMF), 1000 mm
2x Sub-D (FF), 2500 mm
Terminazione Bus (120 Ohm)
Cavo di connessione EOW
2x RJ-45, 230 mm (EXTEOW)
Cavo di sistema e accessori
Cavo di sistema 1 (CF 1/4, < 100 m) A001
Cavo di sistema 1 (CF 1/4, < 100 m) A002
Connettore 50 Ohm per CF 1/4 (per cavo di sistema 1)
Cavo di sistema 2 (CF 1/2, < 300 m) A001
Cavo di sistema 2 (CF 1/2, < 300 m) A002
Connettore 50 Ohm per CF 1/2 (per cavo di sistema 2)
Connettore 50 Ohm per CF 1/2 (per cavo di sistema 2, A002)
Cavo di sistema 4 (LI 8, < 100 m)
Connettore 50 Ohm per LI /8(per cavo di sistema 4)
Connettore N a 90
Protezione di sovratensione
Morsetto di terra per CF 1/4 (per cavi di sistema 1 e 4)
Morsetto di terra per CF 1/2 (per cavo di sistema 2)
Morsetto di terra per LI 8
Cavo di collegamento (seriale)
Adattatore LMT-IDU

7-18

Ident. no.
AN00232075
AN00232076
AN00232077
AN00232078
05HAN00133AAD
05HAN00133ABV
05HAN00133ACN
05HAN00133ADF
AN00236227
AN00236228
AN00236229
AN00236230
AN00239811
AN00239809
AN00239810
1400785-0010
AN00542458
AN00037771
AN00064929
1400786-0019
AN00022476
AN00064939
AN00050516
AN00232085
AN00232086
AN00046133
AN00100766
AN00224733
AN00080253
AN00080254
AN00079978
AN00069820
AN00087586
AN00111994
AN00089138
AN00226089
5105171-0013
AN00049509
AN00046600
AN00276999
AN00277000
AN00092657
AN00232092

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Connettori
Connettore per alimentazione
Connettore RJ-45
Scambi di linea
Scambio di linea 1+1 CMI
Scambio di linea 1+1 OPT
Parti di ricambio
Modulo ventole (FAN)
Miscellaneo
Kit montaggio a muro
Adattatore DPU STM-4 (Accessori DPU)
Cavo di collegamento - Adattatore da DPU STM-4 a MDRS
mm)
Cavo di collegamento - Adattatore da DPU STM-4 a MDRS
mm)
Cavo di collegamento - Adattatore da DPU STM-4 a MDRS
mm)
Cavo di collegamento - Adattatore da DPU STM-4 a MDRS
mm)

Marconi

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

AN00020488
AN00115407
05HAN00183AAE
05HAN00184AAG
AN00118622

A001 (500

AN000118615
AN000232084
AN000224237

A002 (170

AN000224734

A003 (1000

AN000232083

A004 (230

AN000232144

7-19

MDRS 155 S Descrizione


Informazioni sugli ordini

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Pagina lasciata intenzionalmente bianca.

7-20

Marconi

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

MDRS 155 S Descrizione


Istruzioni di servizio

8 Istruzioni di servizio
I Sistemi Radio Digitali a Microonde prodotti da Marconi Communications sono
esenti da manutenzione.
Se non altrimenti concordato tramite contratto, le riparazioni di apparato sono
limitate alla sostituzione di moduli completi.
In assenza di ulteriori regole contrattuali, si prega di inviare i moduli difettosi al
seguente indirizzo:

Marconi Communications.
Central Europe Repair Management
Robert-Bosch-Str.10
01454 Radeberg
Germany
Repair Management
(durante normale orario di lavoro)

Telefono:

+ 49 3528 / 456 - 267 o - 583

Fax:

+49 3528 / 456 534

Supporto Help Desk (FLS)


Numeri per chiamate:
(24h/7D)

Telefono:
Fax:

Marconi

08000 / 6272664
0800 / 1812275

8-1

MDRS 155 S Descrizione


Istruzioni di servizio

02JCA00067AAH
Emissione 1 03.2005

Pagina lasciata intenzionalmente bianca.

8-2

Marconi