Sei sulla pagina 1di 9

Politica

Societ

La verit dellex
presidente Bono
sul Cine Verga

Unione dei comuni


del Val di Noto
In assemblea
A pagina undici

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina cinque

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
venerd 24 aprile 2015 Anno XXVIIi N. 95 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Ambiente. Ieri la programmata conferenza dei servizi a Palermo

Passo avanti per istituire


la riserva della Pillirina

Il Comune si prenota con lAmp alla sua gestione


U

interventi

n altro passo verso


la nascita di una riserva
terrestre alla Pillirina.
Il sindaco, Giancarlo
Garozzo, e l'assessore
all'Ambiente, Pierpaolo Coppa, presenti ieri
alla Regione, assieme al
capo servizio del settore
Urbanistica Nunzio Navarra, per la conferenza
dei servizi convocata
dall'assessorato al Territorio e Ambiente, hanno
confermato l'indirizzo.

Il business
sugli
immigrati
di Concetto Alota

Immigrazione.

Un giro
daffari immenso che vede
coinvolti nel traffico dei
clandestini un numero indefinito di personaggi in
Europa e nel Mgreb; islamisti e uomini delle mafie
di casa nostra, dalla Sicilia
a Milano, tutti organizzati secondo uno schema ben
studiato, che sono riuscite a
mettere le mani anche sulla
gestione e sullassistenza
nei centri per gli immigrati
una volta arrivati in Italia.
Un business criminale gestito da corporazioni mafiose,
con disponibilit finanziare
enormi, che non hanno.

poliziotti delle Volanti della Questura, hanno


arrestato due uomini che
tentavano di scassinare.

essuno ancora riuscito a spezzare lincantesimo che blocca il Cis Anas,


oggi Apq rafforzato.

A pagina sei

A pagina cinque

A pagina quattro

Guardia di Finanza

Confiscati beni
per mezzo mln
a Nunzio Salafia

Commercianti
preoccupati
Le

organizzazioni sindacali di categoria hanno


deciso di muoversi per
sensibilizzare le istituzioni
pubbliche a affrontare in
maniera organica il fenoneno legato alla recrudescenza del fenomeno dei
furti. Lultimo si verificato ai danni di una concessionaria.

ue anni fa ha subito il sequestro. Oggi, la Guardia di Finanza di Siracusa, con il coordinamento della
Direzione Investigativa Antimafia di Catania, ha notificato il decreto di confisca dei beni riconducibili a
Nunzio Salafia, il 64enne francofontese.
A pagina sette

A pagina tre

CRONACA

Arrestati
due uomini
per furto
I

STRADE

Ance denuncia
Ancora mistero
sullApq
N

Nascondeva hascisc
in un campo incolto
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Siracusa
hanno arrestato il siracusano Simone Di
Stefano di 21 anni.
A pagina sette

Cronaca di Siracusa 2
CISL

Raccolta
di firme
per un fisco
pi equo

Sicilia 24 aprile 2015, venerd

Prima iniziativa pubblica oggi per la campagna di rac-

colta firme a sostegno del progetto di legge di iniziativa popolare lanciata dalla Cisl nazionale. A Siracusa,
cos come annunciato dallo stesso segretario generale
della Ust, Paolo Sanzaro, si comincia in largo XXV
luglio dove, dalle ore 10 alle ore 19, il gazebo della
Cisl territoriale sar a disposizione di quanti vorranno
sottoscrivere il progetto di legge per un fisco pi giusto e per le agevolazioni a sostegno delle famiglie. La

24 aprile 2015, venerd

Cisl propone lintroduzione di un bonus di 1000 euro per


tutti i contribuenti con un reddito individuale fino a 40
mila euro, una regolazione delle imposte e tasse locali
che prevedano un tetto massimo di tassazione, un fisco
pi equo con un nuovo sistema di detrazioni di imposta,
il rafforzamento delle sanzioni amministrative e penali
per gli evasori. nellarea marina. La disposizione da
ascriversi alla esigenza di tutela ambientale finalizzata al
controllo della capacit di carico dellarea stessa.

politica. documento di Ance sicilia

Apq rafforzato
per le strade
Un mistero
siciliano
N

essuno ancora riuscito a spezzare lincantesimo che blocca


il Cis Anas, oggi Apq
rafforzato
strade,
che anni fa aveva programmato e finanziato il completamento
della rete autostradale
siciliana, la cui inadeguatezza emersa
in questi giorni con la
chiusura dellA19. Ed

infatti, ad esempio, se
fosse stata realizzata nei tempi previsti,
oggi la dorsale NordSud rappresenterebbe
una valida alternativa.
Invece se ne sono perse le tracce. C sempre stata la mancanza
di qualcosa che ha
impedito al ministero
dei Trasporti, allAnas e alla Regione di

firmare e rendere operativo quel documento


di programmazione.
Nel frattempo Stato e
Regione, pezzo dopo
pezzo, hanno stornato buona parte dei
2,1 miliardi di euro
utilizzandoli per finalit diverse. Ma se
oggi si chiede notizia
dei fondi residui e di
cosa impedisca ancora

e batterie costiere della seconda guerra mondiale presenti a


Siracusa hanno avuto un visitatore
d'eccezione, l'Ambasciatore d'Australia Mike Rann, accompagnato
dalla moglie, da alcuni suoi collaboratori, dal Sg. Gaetano Failla
e da altri membri dell'Istituto di
Cultura Sicilia Australia. A fare gli
onori di casa stato Lorenzo Bovi
dell'Associazione Storica "Lamba
Doria" di Siracusa, delegato dal
presidente Alberto Moscuzza ad
accompagnare l'Ambasciatore sui
siti della Seconda Guerra Mondiale presenti attorno a Siracusa.
L'interesse dell'ambasciatore per
la nostra citt certamente di carattere storico, ma soprattutto af-

sessorato regionale dellIstruzione, queste le proposte


che lopposizione, compatta, ha formulato al Governo
e che sono state accolte dopo lunghissimo braccio di
ferro in Commissione Bilancio.
Lo comunica lOn. Vincenzo Vinciullo: Permangono - ha concluso il suo intervento lonorevole Enzo
Vinciullo, tutte le insufficienze gi denunciate, anche
questa mattina nel corso di una conferenza stampa, ma
almeno siamo riusciti ad evitare la penalizzazione per
alcuni settori.

Passo avanti per la nascita


della riserva della Pillirina
Prospettata anche la strada della
gestione e il comune di Siracusa ha
chiesto di esservi

Nella foto, lautostrada Siracusa-Gela.

lo sblocco di cantieri
fondamentali per lo
sviluppo della Sicilia,
sulla vicenda cala una
sorta di segreto di
Stato: nessuno sa o
vuole dare spiegazioni. La cronaca ci consegna solo annunci,
rinvii e cancellazione
di fondi. Il 3 giugno
2013 la Giunta regionale, riunita a Gela,

attribu le risorse alla


Agrigento-Caltanissetta e alla SiracusaGela,
consentendo
cos di riprogrammare lApq rafforzato
strade, che allora si
chiamava Cis Anas. Il
governatore Crocetta
dichiar testualmente: Non si perder
un solo euro di fondi
europei o dei fondi di

Nella foto, ambasciatore in visita a Siracusa.

fettivo, in quanto il padre ha combattuto proprio nella nostra zona nel


1943, inquadrato nelle truppe britanniche di Montgomery. Va ricordato che anche al cimitero inglese
di Catania e Siracusa vi sono sepolti
diversi soldati australiani, soldati
cui l'Ambasciatore ha portato il proprio omaggio in mattinata, prima di
giungere a Siracusa.
Il "tour storico culturale" ha cos
compreso il Ponte grandeE sull'Anapo, luogo della famosa battaglia,
la Batteria Costiera Lamba Doria
che con i suoi 3 cannoni da 152mm
poteva colpire le navi alleate e che
venne quindi sabotata dallo Special
Raiding Squadron, i migliori soldati di Montgomery, la notte dello

ifinanziare i Capitoli della CRIAS per gli agricoltori e gli


artigiani, finanziare i Consorzi Universitari per evitare la
loro chiusura, dare la possibilit ai giovani medici di poter
frequentare le scuole di specializzazione, finanziare la messa
in sicurezza delle strade provinciali e restituire ai cittadini
le risorse del buono scuola che sono state sottratte dallAs-

Cronaca di Siracusa

CRONACA. Conferenza dei servizi allassessorato allAmbiente

A fare onori di casa la lamba doria

Ambasciatore Rann
in visita a batterie
costiere siracusane

Crias, strade provinciali e scuola


le richieste dellopposizione

Sicilia 3

sbarco. Per questo motivo la batteria


d il nome all'Associazione "Lamba Doria" - www.lambadoria.it. Si
raggiunta poi la SCOGLIERA di
Capo Murro di Porco su cui si arrampicarono le truppe speciali inglesi ed in conclusione la splendida
Batteria Emanuele Russo di Punta
Mola.
Tutto il gruppo rimasto entusiasta del percorso storico effettuato,
annunciando di voler certamente
tornare al pi presto a visitare altri
luoghi inerenti lo sbarco alleato del
1943.
Ben vengano dunque future collaborazioni con l'Australia per valorizzare il percorso storico della Seconda
Guerra Mondiale a Siracusa.

sviluppo e coesione.
Il 3 agosto 2013 il governatore Crocetta dichiar, in un incontro
con lAnce Sicilia, che
entro la fine dellanno
sarebbero stati pubblicati, fra gli altri, i bandi di gara delle opere
previste dal Cis Anas.
Il 7 agosto 2013 una
delibera di Giunta regionale apprezz la
nuova bozza del Cis,
che prevedeva investimenti per 1,2 miliardi
di euro. Il 24 gennaio
2014 lassessore regionale alle Infrastrutture
pro-tempore assicur
che la Giunta aveva
varato la delibera di
approvazione del documento e che la firma
era imminente. Il 31
marzo 2014 la Regione nella Finanziaria
bis storn la propria
quota di cofinanziamento del Cis Anas
e la us per pagare
precari e formatori. Il
31 luglio 2014 anche
lassessore successivo
assicur che la firma
del Cis Anas era imminente. Il 20 agosto
2014 del nuovo Apq,
apprezzato ancora
una volta dalla Giunta
e rielaborato secondo
il modello fornito dal
ministero dei Trasporti
e positivamente valutato dalla Struttura.

dia della Pillirina. Il sindaco Garozzo si detto


molto soddisfatto dell'esito della conferenza dei
servizi. Andiamo verso la
costituzione di una della
aree marine e terrestri pi
importanti e pregiate, dal
punto di vista ambientale, della Sicilia. Una zona
protetta che si candida ad
essere un attrattore turistico e motore di investimenti per il futuro.
Il prossimo passaggio
sar l'adozione del parere
della Consiglio regionale per la protezione del
patrimonio naturale, che
dovrebbe esprimersi il 28
aprile prossimo. Successivamente il Comune verr riconvocato per la condivisione del documento
finale della conferenza
dei servizi.

n altro passo verso la


nascita di una riserva terrestre alla Pillirina. Il sindaco, Giancarlo Garozzo,
e l'assessore all'Ambiente,
Pierpaolo Coppa, presenti
ieri alla Regione, assieme
al capo servizio del settore Urbanistica Nunzio
Navarra, per la conferenza dei servizi convocata
dall'assessorato al Territorio e Ambiente, hanno
confermato l'indirizzo del
Comune di avere un'area
protetta in uno degli scorci
pi suggestivi di Siracusa.
La conferenza dei servizi,
inoltre, non si limitata a
raccogliere il parere del
Comune. stata anche
prospettata la strada per
la gestione, alla quale il
Comune ha chiesto di partecipare e che dovrebbe
coinvolgere l'Area marina
protetta del Plemmirio.
Alla riunione erano presenti l'assessore regionale
Maurizio Croce, il capo di
gabinetto, Carmelo Frittitta, i direttore generali
regionali all'Urbanistica
e all'Ambiente, Rino Giglione e Maurizio Pirillo.
Regione e Comune hanno
condiviso la perimetrazione della riserva cos come
gi prevista; inoltre, il sindaco Garozzo e l'assessore
Croce si sono trovati concordi sul percorso che ha
portato l'amministrazione
regionale all'imposizione
del vincolo di salvaguar-

Nella foto, la spiaggia della Pillirina.

lo ha stabilito il consiglio di giustizia amministrativo

Inammissibile lappello presentato contro


laministrazione comunale di Pachino

l Consiglio di Giustizia Amministrativo ha confermato linammissibilit dellappello presentato contro


la sentenza del TAR-Catania, che a
sua volta aveva dichiarato anchesso
inammissibile il ricorso presentato
contro lAmministrazione Comunale
di Pachino. Lo dichiarano lOn. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della Commissione Bilancio e
Programmazione allARS e componente dellAssemblea nazionale del
Nuovo Centrodestra, Andrea Rabito,
Vice Sindaco di Pachino e Coordinatore cittadino del NCD e Giuseppe
Giuliano, Capogruppo del Ncd al Comune di Pachino.
Giustizia stata fatta!
Questa volta il CGA, hanno prosegui-

to i tre esponenti politici, ha confermato la decisione del TAR che aveva


dichiarato linammissibilit del ricorso.
Devo dare atto, con soddisfazione,
ha concluso lOn. Vinciullo, che da
unintuizione di Andrea Rabito

scaturita la volont di opporsi al ricorso, opposizione magistralmente


impostata, preparata e predisposta,
fra gli altri, dallavv. Marcello Scurria, a cui va il nostro riconoscimento
per lattenta e scrupolosa difesa della
giustizia.

Cronaca di Siracusa 4

Considerata la si-

Sicilia 24 aprile 2015, venerd

Da Proposta Civica
alla Proposta
di Governo

tuazione di stagnazione politica e amministrativa nel quale


si trova la Regione,
mentre i Comuni e i
siciliani sono sempre
pi nella disperazione, qualcuno deve
assumersi la responsabilit di staccare
la spina a questo Governo regionale.
Cos il Vice Presidente di AnciSicilia,
Paolo Amenta, Sindaco di Canicattini
Bagni, e responsabile delle Politiche di
Sviluppo e Sociali
dellAssociazione
dei Comuni siciliani,
dopo limportante assemblea che marted
si tenuta al Teatro
Regina Margherita di
Caltanisetta, presenti
pi di 400 tra Sindaci, Amministratori,
Associazioni del territorio, Movimenti e
Cittadini.
Un momento di con- In foto, lintervento del vice presidente di Anci Sicilia, Paolo Amenta
fronto tra gli amministratori locali e le di governo di una infrastrutture.
per i rifiuti; al Siste- viste compensazioni
realt che operano e Regione sempre pi Una Regione pro- ma idrico integrato infrastrutturali.
vivono il territorio, al commissariata dallo segue ancora il Vice con lacqua pubbli- E allora sottolinea
quale hanno dato la Stato, e non pi in Presidente di AnciSi- ca; alla riforma delle Amenta consapepropria adesione an- grado di dare alcuna cilia che non ha un ex Province; ad una voli di un quadro
che le forze sociali e risposta ai Comuni, programma ed una programmazione per ormai desolante, di
di categoria, per usci- gi al collasso. Una visione per il futuro, lo sviluppo sostenibi- una Sicilia sempre
re dal tunnel dellin- Regione prigioniera per i nostri giovani le, quindi diversa da pi isolata, non solo
certezza nel quale la della politica delle (la disoccupazione quella che si fatta a livello di viabilit
politica siciliana e il poltrone, impossibili- giovanile va oltre il sinora e che non ha e di comunicazione,
Governo regionale tata ad uscire da una 65% mentre quella permesso di utilizza- ma anche dallo Stahanno isolato la Sici- crisi finanziaria e di generale viaggia ol- re tutti i fondi euro- to centrale, spetta ai
lia, privando i sicilia- liquidit, che sta in- tre il 35%), incapace pei; allapplicazione Sindaci, assieme ai
ni di ogni prospettiva teramente scaricando a varare quelle rifor- in Sicilia del Federa- loro cittadini e a tutdi sviluppo e, soprat- sui Comuni, in termi- me indispensabili per lismo Fiscale con la te quelle forze sane
tutto, della speranza ni di tagli alle risorse, farci andare avanti: possibilit di godere e produttive che non
di vedere rinascere ai servizi sociali, alle dal Piano regionale anche noi delle pre- voglio spegnere la
questa terra.
E al Teatro Regina
Margherita a risuonare stato un unico grido dallarme
proveniente da tutti i
soggetti presenti, dai
Sindaci, dalle Imprese, dai Movimenti,
i apriranno luned mattina
dal Terzo Settore, dal
all'Isisc, l'Istituto Superiore
variegato mondo del
Internazionale di Scienze CriPrecariato.
minali di Siracusa, i lavori del
workshop su Valutazione dei
Un grido che nelrischi di riciclaggio di denaro
lo stesso tempo ha
e finanziamento del terrorichiesto con forza ai
smo a livello nazionale", che
noi Sindaci, che non
proseguiranno fino a gioved
siamo
controparte
30 Aprile. Il workshop orgadei nostri cittadini e
nizzato dal Fondo Monetario
dei nostri territori,
Internazionale (FMI). Saranno blica Ceca, Kosovo, Lettonia, dei rischi a livello nazionale,
ma come loro vittime
presenti a Siracusa venti fun- Lituania, Slovacchia e Ucraina. con una particolare attenziodi politiche scellerazionari delle Unit di infor- Il workshop discuter i nuovi ne all'esperienza specifica di
te a livello regionale
mazione finanziaria (Financial requisiti stabiliti dalla Finan- ogni Paese nell'identificazione
Intelligence Unit-FIU) e delle cial Action Task Force (FATF) dei rischi, delle vulnerabilit e
e nazionale ha agautorit che si occupano di in- in materia di valutazione dei delle azioni di contenimento.
giunto Paolo Amendagare casi sospetti di riciclag- rischi e di approcci basati sul Il risultato che ci si propone di
ta - di farci carico di
gio di denaro e finanziamento rischio, approfondendo inoltre conseguire quello di miglioquel cambiamento,
del terrorismo. I partecipanti la metodologia del Fondo Mo- rare la capacit delle autorit
non pi rinviabile,
proverranno dai seguenti Pae- netario Internazionale per lo coinvolte nell'identificare e atnella politica cos
si: Bosnia-Erzegovina, Repub- svolgimento di una valutazione tribuire priorit alle principali
come nel modello

Luned convegno allIsisc di Siracusa

Il rischio di riciclaggio
di denaro e terrorismo

24 aprile 2015, venerd

fiammella della speranza, farsi carico di


aprire una nuova pagina e, questa volta
davvero, fare girare
verso alla Sicilia.
Marted a Caltanisetta ricorda il Vice
Presidente Amenta quella che abbiamo
chiamato Proposta
Civica ha iniziato
a riempirsi di contenuti che porteremo
nel confronto con i
cittadini e i territori,
per renderli condivisi
e partecipati.
Con questo patrimonio di idee e di
proposte ci confronteremo altres, ancora una volta, con
la politica isolana, e
se continuer a non
sentire le grida di dolore che arrivano dai
Comuni e dal basso,
come hanno auspicato tutti gli interventi al Teatro Regina
Margherita, i Sindaci abbiamo il dovere
e lobbligo etico e
morale nei confronti
dei nostri cittadini,
di trasformare quella
Proposta Civica in
Proposta di Governo.
Dopodich conclude Paolo Amenta
ognuno lo chiami
come vuole partito
dei Sindaci o altro,
noi sappiamo che
non possiamo restare
inermi a vedere morire questa terra e la
nostra gente. Per cui,
cos come abbiamo
fatto e stiamo continuando a fare nei
Comuni assieme al
Volontariato davanti
al dramma immane
dellimmigrazione, non esiteremo a
scendere in campo,
mentre tutti da anni
continuano a parlare
e il Mediterraneo a
riempirsi di vittime
innocenti.
In tutto questo, non
pu restare a guardare neanche il Governo nazionale con
il quale pi volte ci
siamo
confrontati,
spesso
inascoltati.
Vuol dire che gli ricorderemo il dramma
dei Comuni siciliani,
festeggiando a Roma
davanti a Palazzo
Chigi, con tanto di
fasce tricolore, la
Festa della Regione
Sicilia.

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
A partire dalla sentenza
del TAR, che
confermava
la correttezza delle
procedure di
appalto, non
c' stato pi
alcun impedimento

La conferenza stam-

pa dell'On. Marziano e
dellex assessore Carmelo Spataro, sulle ragioni che hanno impedito il completamento
del Verga, il solito
sperimentato tentativo di costruire polemiche all'unico scopo
di mimetizzare, nelle
nebbie dei rimpalli
di accuse e repliche,
le loro responsabilit
sulla vicenda. Cos
si esprime lex presidente della Provincia,
Nicola Bono, che sul
Verga dice la sua.
Come risulta analiticamente dalla cronistoria dei lavori del
Verga, il 25 novembre
2008, e cio appena
cinque mesi dopo il
mio insediamento alla
Presidenza dell'Ente,
l'opera risultava incompleta,
malgrado

In foto, lex cine Verga di via dei Mergulensi.

Ex Cine Verga: la verit


dellex presidente Bono

l'appalto prevedesse la
conclusione dei lavori
entro il 31 dicembre
2007.
I lavori, infatti, erano
sospesi da prima che io
venissi eletto e rimasti
cos come si presentano oggi.
Non vero infatti che,
come ha dichiarato
Marziano, mancassero
pochi mesi alla conclusione dell'opera.
Per capire cosa fosse
accaduto e decidere
sul da farsi, mi vidi costretto a disporre una

indagine interna da cui


emerse un risultato a
dir poco scoraggiante.
L'incompiuta del Verga
era il risultato dell'incredibile investimento
di 3 milioni 100 mila
euro del primo appalto
disposto nel 1997, e di
una perizia di variante
e progetto di completamento disposti appena
un anno dopo l'inizio
dei lavori, ed approvati nel dicembre 2004,
dell'importo complessivo strabiliante di ben
5.506.361 euro. E cio

di un importo quasi
doppio rispetto al costo
dell'appalto originario,
che aveva portato il costo complessivo a triplicarsi, senza neanche
completare l'opera.
Una lievitazione di
costi esagerata, che
evidenziava inoltre la
realizzazione di opere
non previste nelle procedure di gara, mentre
altre opere previste
non risultavano realizzate e, comunque, non
erano mai stati previsti
i costi di arredamento,

n quelli per l'impianto


acustico.
Un pasticcio di difficile interpretazione e
ancora pi complessa
soluzione.
Per questo nel febbraio
2011 decisi di chiudere
i rapporti con l'impresa e la direzione lavori
e disposi di accertare
l'entit dei costi necessari per il completamento dell'opera chiavi in mano.
Quindi fu deciso di
optare il 5 ottobre
2011 per la soluzione

Ad arrestarlo sono stati i carabinieri della Compagnia

Nascondeva lhascisc in un campo


incolto: arrestato un 21enne
I

Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia


di Siracusa hanno arrestato il siracusano Simone Di Stefano di 21
anni, preso nella flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio di
stupefacenti. I militari dellArma,
impegnati in un apposito servizio
di osservazione per reprimere il fenomeno dello spaccio di sostanze
stupefacenti, hanno intercettato il
Di Stefano mentre cedeva un involucro di hashish a un assuntore.
Questultimo, alla vista della pattuglia, riuscito a dileguarsi per le vie
limitrofe. I militari hanno bloccato
lindagato, sottoposto a perquisizione personale: stato trovato in
possesso di una dose di hashish,
che poco prima aveva prelevato in
un area adiacente nei pressi di un
campo incolto. I carabinieri hanno

In foto, le dosi di droga sequestrate dai carabinieri.

effettuato un controllo pi sul posto


dove hanno scoperto e sequestrato
un cofanetto di plastica occultato da
alcune sterpaglie, contenente 167
dosi di hashish per un peso complessivo di 160 grammi mentre in

una busta a parte sono state trovate


altre 9 dosi sempre di hashish per
un peso complessivo di 44 grammi. Di Stefano stato sottoposto
alla misura cautelare degli arresti
domiciliari.

dell'appalto integrato,
con l'offerta economicamente pi vantaggiosa, perch era l'unico sistema non solo
per accelerare i tempi,
ma anche per definire
al pi presto l'impianto
acustico che, in un teatro, un elemento fondamentale, oltre che
provvedere contemporaneamente all'arredo
della struttura. L'appalto, per un costo complessivo di 2.400.000
euro, fu concluso il 13
agosto 2012 con l'aggiudicazione provvisoria della gara.
Una impresa che era
stata esclusa dalla gara
dalla
commissione
preposta fece ricorso
e ottenne dal TAR la
sospensiva.
Ancora una volta, in
tempi record, nell'arco
di appena dieci mesi,
nell'ottobre 2013, l'amministrazione provinciale ottenne il rigetto
del ricorso e la piena
conferma della correttezza delle procedure
adottate.
Quindi, contrariamente
alle risibili e strumentali accuse di Marziano
e Spataro, se l'opera
ancora incompiuta ci
dipeso, a partire dal
settembre 2013, unicamente dal Presidente
della Regione Crocetta
e dalla sua demagogica
decisione di commissariare le Province, che
ha impedito di avere
una gestione dell'ente
responsabile.
Infatti a partire dalla
sentenza del TAR, che
confermava la correttezza delle procedure di appalto, non c'
stato pi alcun impedimento che impedisse alla commissione,
da me nominata a suo
tempo, di procedere
alla valutazione delle offerte, decidere su
quella anomala e aggiudicare la gara con
la consegna dei lavori
e l'avvio della fase ultima di completamento.
Da allora passato un
anno e mezzo senza alcuna attivit della Provincia in materia, e si
consentito di lasciare
bloccata una procedura di appalto finanziata dalla mia amministrazione attraverso la
diversa destinazione
di un mutuo, contratto anni prima del mio
insediamento per un'opera che non era mai
stata appaltata e su cui,
quindi, si continuano a
pagare soldi pubblici
senza che la collettivit
ne traesse alcun beneficio.

societ 6

Immigrazione.

Un
giro daffari immenso
che vede coinvolti nel
traffico dei clandestini
un numero indefinito
di personaggi in Europa e nel Mgreb; islamisti e uomini delle
mafie di casa nostra,
dalla Sicilia a Milano,
tutti organizzati secondo uno schema ben
studiato, che sono riuscite a mettere le mani
anche sulla gestione
e sullassistenza nei
centri per gli immigrati una volta arrivati
in Italia. Un business
criminale gestito da
corporazioni mafiose,
con disponibilit finanziare enormi, che
non hanno nulla da invidiare a una multinazionale.
Il coinvolgimento della mafia siciliana,
compresi personaggi
della
malavita
siracusana entrati a
pieno titolo negli affaire immigrati, scatta nel
2011, quando sono arrestati due pescatori
siciliani; secondo gli
inquirenti i due apparterrebbero al clan Brunetto e affiliati alla famiglia dei Santapaola,
che avrebbero scortato
alcune imbarcazioni
nel canale di Sicilia e
curato lo sbarco dei
clandestini sulle coste
dellIsola.
Inchieste
giudiziarie delle procure di Siracusa e Catania, successive a
questi fatti, dimostreranno che i clan danno
agli scafisti assistenza
a terra e il sostegno logistico come fossero
dei latitanti della mafia, in cambio di una
percentuale non indifferente sui traffici dei
migranti. La partecipazione mafiosa rimasta sempre sotto traccia; le cosche sono
sempre state interessate a gestire lattivit
collegata perch pi
redditizia, e la regia
porta sempre la firma
della Mafia Capitale, in connubio con i
referenti dei territori
della Sicilia, della Calabria, della Puglia e
della Campania. Dopo
lo scandalo Mafia Capitale, la mafia in maniera indipendente e
visti le difficolt di
collegamento, avrebbe
subappaltato lintera
filiera a bande minori
locali di supporto, sia a
mare sia a terra, formate da uomini che
svolgono la mansione
operativa e a personaggi legati la potere
politico-istituzionale.
La mafia siciliana sa-

24 aprile 2015, venerd

Sicilia 24 aprile 2015, venerd

Il grande business
degli immigrati

Le indagini toccano anche la provincia di Siracusa

Agente della Dia.


rebbe direttamente collegata al controllo del
traffico degli immigrati. Non un caso che le
ultime inchieste della
Dda di Palermo, di Catania e Agrigento, negli
ultimi mesi hanno raccolto testimonianze tra
i sopravvissuti delle
traversate che confermano la pista mafiosa:
in Libia, in Sudan, in
Egitto, e in Siria, la
rete criminale fa capo
sempre alle stesse persone, che operano senza scrupoli pur di guadagnare dai tre ai
quattro mila euro per
ciascun viaggio. Ma i
magistrati che si sono
occupati dellindagine,
procura di Siracusa
compresa, hanno scoperto che i trafficanti di
esseri umani non si trovavano in Africa, ma in
Sicilia, nei luoghi degli
sbarchi. Un quarantenne etiope, intercettato
dagli investigatori della Dia, si vantava con
uno scafista, suo complice, di aver guadagnato un milione di
dollari con gli sbarchi
degli ultimi barconi.
Era laddetto alla pianificazione e il controllore che tutto filava liscio nei viaggi dei
disperati tra i porti di
Garabulli, Zawia e Zuwara fino in Sicilia. Un
avvocato di Catania si
attivava per le pratiche
del riconoscimento di
rifugiati politici a chi
presentava le condizioni necessarie. Il vero

business lassistenza
agli immigrati a terra;
linchiesta Mafia Capitale scopre condizioni e fatti inediti in
tutto il comparto. Cosa
nostra,
neofascisti,
coop rosse, spuntano
dal brogliaccio delle
intercettazioni telefoniche, dove Buzzi, il
patron delle cooperative, dice al telefono a
un amico: Tu chai
idea di quanto guadagno pu esserci sugli
immigrati? Il traffico
della droga rende molto di meno. Lultima
operazione in merito
in Sicilia. La Polizia di
Stato ha eseguito nei
giorni scorsi diversi
decreti di fermo a indiziati di delitto, emessi
dalla Procura della Repubblica,
Direzione
Distrettuale Antimafia
di Palermo, nei confronti di soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di
associazione per delinquere, favoreggiamento dell'immigrazione e
permanenza clandestina, aggravati dal carattere transnazionale del
sodalizio malavitoso.
Le indagini, svolte dalle Squadre Mobili di
Palermo, Agrigento,
Catania, coinvolgendo
nelle indagini anche la
magistratura
di
Siracusa, Milano e
Roma, coordinate dal
Servizio Centrale Operativo della Polizia di
Stato, hanno consentito di ricostruire, attra-

verso mirate attivit


tecniche, la struttura
organizzativa e le dinamiche criminali di
una pericolosa organizzazione malavitosa
transnazionale, composta di soggetti eritrei, etiopi, ivoriani,
guineani e ghanesi,
che hanno favorito,
traendone ingenti profitti economici, l'immigrazione illegale di
diverse centinaia di
connazionali. Tra i
soggetti
coinvolti
nell'inchiesta, figurano
un cittadino etiope e
un eritreo, ritenuti da
qualche tempo, tra i
pi importanti trafficanti di migranti che
operano sulla cosiddetta "rotta libica".
L'etiope, che agisce
nelle zone di Tripoli e
Zuwarah, latitante
dal luglio del 2014, in
quanto destinatario di
un provvedimento restrittivo, esteso anche
in campo internazionale, emesso nell'ambito delle indagini
condotte dopo il tragico naufragio avvenuto,
il 3 ottobre 2013, nei
pressi di Lampedusa e
nel quale persero la
vita almeno 366 migranti, evento del quale il trafficante in questione considerato
organizzatore e responsabile. Le investigazioni hanno consentito,
altres,
di
individuare una cellula
della medesima associazione
criminale,

complementare a quella operante sul territorio africano, composta


di cittadini eritrei operanti in Italia, in particolare in alcune province siciliane, che ha
favorito la permanenza
illegale di migranti
clandestini sul territorio nazionale e ne ha
agevolato il successivo
espatrio, sempre illegalmente, verso altri
Paesi dell'Unione Europea, in particolare
Norvegia, Germania, e
Svezia. Nel corso delle
indagini sono emerse,
inoltre, transazioni di
denaro,
prevalentemente movimentato
tramite canali illegali,
per centinaia di migliaia di euro. I due
trafficanti si sono occupati della partenza
dei clandestini dagli
stati africani e sono
stati garanti della "rotta terrestre", dei viaggi
cio che dai singoli
stati africani di appartenenza,
attraverso
vari passaggi, portano
i migranti in territorio
libico, pronti a imbarcarsi per l'Italia. E' stato,
approssimativamente, calcolato che i
faccendieri dellimmigrazione, in occasione di ogni partenza
di migranti, guadagnino, mediamente, la
somma di ottantamila
dollari. La caratura dei
due personaggi, in
tema di organizzazione
di viaggi clandestini,
resa anche dalle tante
accortezze adottate per
sfuggire a eventuali
controlli e catture,
come quella di spegnere il cellulare, subito
dopo la partenza dimbarcazioni dalla Libia,
per evitare di essere
intercettati. In tale contesto ricopre una figura
di rilievo anche un altro cittadino eritreo che
svolge un ruolo "omologo" sulle coste siciliane con il compito di
contattare i migranti
sbarcati in Sicilia e organizzare il loro trasferimento fuori dai confini italiani, in direzione
di altri paesi europei,
naturalmente ottenendone somme di denaro,
tra i 500 ei 1500 euro a
persona. Il costo del

viaggio varia notevolmente, alla luce di diversi fattori, quali, ad


esempio, la meta finale, il numero di soste,
l'eventuale vitto e alloggio o, in alcuni casi,
anche l'acquisto di vestiti e telefoni cellulari,
il mezzo di trasporto
utilizzato, e, infine, in
relazione alla scelta del
migrante di essere
semplicemente accompagnato oltre il confine
o esattamente sino alla
destinazione finale. La
condizione per garantire l'effettiva partenza
era il pagamento anticipato dell'intera somma, in nessun caso dilazionabile. Nel lasso
di tempo necessario
all'organizzazione del
viaggio, i migranti, anche fino a 100 persone,
erano tenuti stipati in
abitazioni anche di piccole dimensioni. Le indagini della Polizia di
Stato hanno accertato
anche numerosi contatti "intercontinentali",
avvenuti tra i sodali,
presenti sulle opposte
rive del mediterraneo,
tramite programmi che
usano protocolli VOIP,
come Skype, Whatsapp
o Viber; ci al fine di
rendere pi difficile la
captazione delle comunicazioni o conversazioni. Attraverso una di
queste intercettazioni i
trafficanti non hanno
esitato a raddoppiare il
numero dei passeggeri
da far salire sui barconi
rispetto
alleffettiva
loro capienza, pur di
incrementare i lucrosi
introiti rendendo sempre pi rischiose le traversate. Nel corso delle
indagini sono emerse,
inoltre, transazioni di
denaro,
prevalentemente
movimentato
tramite canali illegali,
per centinaia di migliaia di euro. Il circuito
illegale privilegiato per
i trasferimenti di denaro quello, cosiddetto
"hawala"; strutturato
in modo semplice, fondandosi essenzialmente su un rapporto fiduciario al trasferimento
di denaro e, naturalmente, consente di evitare la tracciabilit di
circuiti bancari e finanziari leciti. I cittadini
stranieri, spesso clandestini, hanno, infatti,
necessit di inviare
parte del denaro alla
famiglia nel paese d'origine, senza ricorrere
ai normali circuiti bancari che impongono
procedure didentificazione.
Concetto Alota

2 continua

Sicilia 7

Cronaca di Siracusa

cronaca. operazione della Dda

Confiscati i beni
per mezzo milione
a Nunzio Salafia
D

ue anni fa ha subito ilsequestro. Oggi, la Guardia di Finanza di Siracusa,


con il coordinamento della Direzione Investigativa Antimafia di Catania,
ha notificato il decreto di
confisca dei beni riconducibili a Nunzio Salafia, il
64enne francofontese, ritenuto esponente del clan
Aparo a Floridia.
Il decreto stato emesso dalla sezione penale
del Tribunale di Siracusa,
in accoglimento di due
distinte proposte di applicazione di misura di

Nunzio Salafia.

La Guardia di Finanza ha notificato al patriarca


il decreto con il quale perde il possesso dei beni
prevenzione patrimoniale
formulata dalla DDA di
Catania e dal Direttore
della DIA e in stretta sinergia con la Direzione
Distrettuale
Antimafia,
guidata dal Procuratore
Giovanni Salvi.
Nunzio Salafia considerato dagli inquirenti elemento di notevole
spessore del clan mafioso
Aparo-Nardo-Trigila.
Era stato raggiunto da

unordinanza di custodia
cautelare in carcere nel
novembre scorso perch,
a seguito delle dichiarazioni di due collaboratori
di Giustizia, ritenuto responsabile di due episodi
estorsivi ai danni dellimpresa edile Sics che nel
2012 aveva subito lincendio di un escavatore
meccanico e il danneggiamento di una ruspa nel
cantiere sulla strada stata-

le 124 Floridia-Siracusa.
Ma Salafia, nella sua biografia criminale, annovera
diverse condanne per associazione a delinquere di
stampo mafioso, reati contro il patrimonio, sequestro di persona ed estorsione. Con il provvedimento
eseguito, scaturito da una
lunga e complessa attivit
di indagine patrimoniale,
sono stati posti i sigilli ai
beni riconducibili a vario

il prefetto convocher una riunione la prossima settimana

Furti a raffica: i commercianti


chiedono maggiore attenzione

Le

organizzazioni sindacali di
categoria hanno deciso di muoversi per sensibilizzare le istituzioni pubbliche a affrontare in
maniera organica il fenomeno
legato alla recrudescenza del
fenomeno dei furti. Lultimo
in ordine di tempo si verificato ai danni di una nota concessionaria di automobili del
capoluogo, dove la scorsa notte
i ladri si sono impossessati di
auto e attrezzatura informatica.
Da qualche settimana scattato
nuovamente il campanello dallarme tra i commercianti, presi
di mira dai malviventi che provocano danni pur di accaparrarsi poche centinaia di euro. La
recrudescenza del fenomeno dei
furti desta preoccupazione tra gli
operatori del settore spiega il
presidente di Confesercenti, Arturo Linguanti C scoramento
e alcuni di loro hanno manifestato lintenzione di chiudere i loro
esercizi per intraprendere altre
attivit meno rischiose. Ho personalmente riferito al prefetto
Gradone il malumore persistente
e mi ha assicurato che la prossima settimana affronter la situazione con un apposito incontro
in cui si parler anche di abusivismo.
Per il presidente di Confcommercio, Sandro Romano, quello

Uno dei furti rilevati dalle forze dellordine.

dei furti un problema serio. La


crisi economica provoca difficolt alle aziende molte delle
quali non sono coperte da assicurazione perch non hanno i fondi sufficienti per pagare i premi
assicurativi dice - Preoccupa
anche il modus operandi, come
nel caso dellutilizzo degli arieti
per sfondare le vetrine dei negozi incuranti di agire nelle strade
pi trafficate. La manovalanza
costretta a delinquere a causa

della mancanza di lavoro, mentre le forze dellordine stanno


facendo limpossibile con i pochi mezzi che si ritrovano. Credo sia pi importante in questo
momento di difficolt contare
su una maggiore consapevolezza da parte della cittadinanza attiva. Basterebbe la segnalazione
alle forze dellordine di movimenti sospetti, per fare sventare
un furto.
R.L.

titolo, anche attraverso


prestanomi, al cosiddetto
patriarca
complessivamente stimati in oltre
mezzo milione di euro.
I beni, considerati il provento dellattivit illecita,
consistono in due aziende
con sede a Siracusa e Melilli che operano nel settore del commercio dei materiali da costruzione ed
alimentare; tre veicoli tra
cui anche mezzi pesanti
per autotrasporto; attrezzature utilizzate in ambito alimentare; numerose
disponibilit bancarie.

tentano
il furto
in un bar
Arrestati
in flagranza
I poliziotti delle Volanti della Questura,
hanno arrestato due
uomini che stavano
tentando di scassinare la saracinesca
di un bar. Lallarme
scattato intorno
alle ore 2.30 quando
una pattuglia delle
guardie giurate della
Sicur Service ha
notato la presenza di
due individui che tentavano di scassinare
la saracinesca del bar
sito in via Alessandro
Specchi. Alla vista
degli agenti, i due se
la sono data a gambe.
Avvertiti i poliziotti, ne scaturito un
inseguimento a piedi
al culmine del quale
sono stati entrambi
acciuffati. In arresto
sono finiti Stefano
Schifitto di 30 anni
e H. M. di 22 di
origine marocchina,
entrambi residenti
a Siracusa, i quali,
dopo aver tranciato il
lucchetto, tentavano
di entrare allinterno
dellesercizio.

SOCIET 8
Si concluso ieri
sera la duegiorni della Societ
Dante Alighieri, organizzata
a Siracusa dal
Comitato provinciale,
presieduto
dalla
professoressa
Gioia Pace. Le
manifestazioni si sono tenute nella sede
dellAeronau tica militare di
via Elorina.
La prima giornata ha visto la
presenza dellex
ministro Annamaria Cancellieri, intervistata
dal giornalista
Massimo Leotta.
Ieri stesso c
stata linaugurazione della Festa del libro.
Ieri mattina c
stata la celebrata
la Giornata della
Dante.
La premiazione
di Nelly Greco Bellina (una
mamma per la
Dante), di Franca Valenti Gallo
(una nonna per
la Dante) e del
giornalista Massimo Leotta.
C stata anche
la premiazione
delle Cime della Dante, riservata ai giovani
che eccellono e
giunta questan-

24 aprile 2015, venerd

Sicilia 24 APRILE 2015, VENERD

Sicilia 9

VITA DI QUARTIERI

Un plauso
particolare arriva
dalla Circoscrizione Neapolis che
gi dal 2010 si
era attivata per la
realizzazione di
questa importante
infrastruttura

In foto, i lavori
di via Sacramento.

Festa del libro della societ


Dante Alighieri per incoraggiare
i giovani a scoprire
il piacere della lettura
no alla quinta
edizione.
Un diploma di
benemerenza e
una targa sono
stati consegnati
al nostro direttore Giuseppe
Bianca.
La Giornata della Dante proseguita fino a
ieri sera. Nella

seconda parte ci
sono stati una
conversazione
di Massimo De
Angeli sulla Divina Commedia,
lincontro
con
lautore Domenico Pisana, la
presentazione
del testo Dove
sta la frontiera a
cura di Gabriel-

la Celotta e un
saggio degli studenti stranieri.
Nel 1995 la conferenza generale dellUnesco
proclam il 23
aprile Giornata Mondiale del
Libro e del Diritto d'Autore",
al fine di rendere un omaggio

mondiale al libro e agli autori e di incoraggiare ciascuno


e, in particolare
i pi giovani, a
scoprire il piacere della lettura e a rispettare
linsostituibile
contributo che
gli autori danno
al progresso so-

ciale e culturale,
sottolineando
come il libro sia
uno strumento
forte al servizio
della tolleranza,
della conoscenza
reciproca,
del
multiculturalismo, della cultura della
pace. La scelta
di questa data
stata determinata dal fatto che
in questo giorno
morivano, nello stesso anno,
due dei massimi
scrittori di tutti i
tempi: William
Shakespeare e
Miguel de Cervantes.
Ieri sera la presidente
Gioia
Pace, il vicepresidente
Bruno
Maltese e tutto
il Comitato provinciale hanno
dato
appuntamento al prossimo anno per la
Giornata della
Dante 2016.

Oggi la riapertura rotatoria


di via Lido Sacramento
Riapertura

rotatoria
Lido
Sacramento
e
interventi di regolamentazione
incrocio.
In questi giorni
si sono susseguiti una serie
di contatti con le
autorit
preposte per l'apertura
al traffico della
rotatoria di via
Lido Sacramento
nonostante intoppi e impedimenti
non previsti. La
proficua collabo-

Proficua collaborazione con Anas attraverso


l'ing. Trambaioli direttore dei lavori

razione con Anas


attraverso l'ing.
Trambaioli direttore dei lavori, ha
scaturito oggi la
riaperta al traffico della rotatoria.
Un plauso particolare arriva dalla Circoscrizione
Neapolis che gi
dal 2010 si era attivata per la realizzazione di questa
importante

infrastruttura, indispensabile nel


tentativo di mettere fine ad una
sciagurata tradizione di incidenti
anche mortali che
hanno caratterizzato quel tratto di
strada.
Capiamo e apprezziamo il sacrificio che in
questi giorni residenti e com-

mercianti hanno
sofferto per colpa
dei ritardi nella consegna dei
lavori - afferma
il presidente Culotti -, tuttavia il
risultato
finale
un'importante
opera utile alla
riqualificazione
dell'intero territorio.
Resta da segnalare poi che

appuntamento alle 10 al Pantheon

Tutto pronto
per la celebrazione
del 25 aprile

Al

via il programma
per la celebrazione del
70 anniversario della
Liberazione. Alla prefettura tutto pronto.
Il primo appuntamento
fissato per le 10, al
piazzale del Pantheon e vedr impegnate
le unit dellEsercito,
della Marina Militare,
della Polizia, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della

Polizia
penitenziaria,
del Corpo Forestale, dei
Vigili del Fuoco e della
Croce Rossa Italiana.
Come di consueto, saranno presenti i rappresentanti delle associazioni combattentistiche
e darma con labari e
medaglieri. Linizio della manifestazione sar
preceduto, alle 9,45,
dallo schieramento dei
gonfaloni, dei labari e

dei vessilli delle associazioni. Subito dopo,


il prefetto e il comandante militare marittimo autonomo in Sicilia
passeranno in rassegna
i reparti . Seguir la deposizione delle corone,
a cui parteciperanno anche il sindaco, Giancarlo
Garozzo e il commissario straordinario dellex
Provincia, Rosaria Barresi.

finalmente il pericoloso
incrocio tra via La
Maddalena e traversa Le Fornaci
stato regolamentato con una
nuova segnaletica orizzontale e
verticale nonch
mediante installazione di dissuasori di velocit;
tale
intervento,
sollecitato dalla
Circoscrizione
Napolis da pi di
un anno, ha trovato nell'assessore
Antonio Grasso
un interlocutore
adeguato che si
adoperato per la
realizzazione di
quanto richiesto.
Una querelle infinita quella di via
Lido Sacramento,
con i cittadini che
non ne potevano
pi dei disagi che
essa comportava.
Una perdita di
tempo che aveva fatto saltare i
nervi ai residenti
dellIsola ed in
particolare i gestori delle tre attivit commerciali
di via Lido Sacramento, messe
in ginocchio dal
prolungarsi della chiusura della
strada. Insomma
tutto concluso.

LArcolaio al
#VillaggioCarcere con il ministro Orlando
A

n c h e
questanno
si
ripete
lesperienza
della
cooperativa
L A r c o l a i o
nel carcere di
Cavadonna
come esempio
positivo
che
altre realt italiane
possono
seguire. Se ne
parlato nel corso
di un incontro
pubblico, questa
mattina a Roma,
con il ministro
della Giustizia,
Andrea Orlando. Cerano i
rappresentanti
di cooperative,
enti di formazione, associazioni
di volontariato,
impegnati in iniziative pensate
per creare reti
di
solidariet
intorno ai detenuti e alle loro
famiglie.
Con
il ministro si
discusso dellattesa riforma del
sistema penitenziario.
LArcolaio produce
pane, paste di
mandorla, dolci
tipici locali, con
ingredienti biologici. A prepararli sono i detenuti della casa
circondariale.
La cooperativa
gestisce anche
la cucina e il
servizio mensa
allinterno del
carcere.
Lincontro-dibattito,
sul tema Per rieducare un carcerato ci vuole
un villaggio
Come la riforma del sistema
penitenziario
potr favorire il
recupero umano
e sociale delle
persone detenute? si svolto
al Palazzo della
Cooperazione di
Confcooperative.

VITA DI QUARTIERI 10

Sicilia 24 aprile 2015, venerd

24 aprile 2015, venerd

Al 2 IC G. Bianca-E. Vittorini
Insieme per bicincitt 2015
Nellottica
di un arricchimento e
ampliamento
dellofferta
formativa, di
un progetto di
attivit motoria

La commissione ambiente Psi


scrive al governatore Crocetta

Riceviamo e pubblichiamo una nota inviataci dal responsabile regionale commissione


Ambiente del Psi, Christian Bosco.

stituto, sotto il dirigente scolastico, prof.


Maria Grazia Ficara

Sito Unesco Val di Noto


Riunione dei rappresentanti

Il governatore della Regione.

In foto, alunni dellI-

l dirigente scolastico,
prof.ssa
Maria Grazia Ficara, e tutto il personale docente del
2 IC G. Bianca E. Vittorini
hanno accolto con
entusiasmo linvito della UISP a
partecipare,
domenica 3 maggio,
alledizione 2015
di Bicincitta. La
manifestazione,
volta a sensibilizzare la cittadinanza a valori di carattere culturale,
educativo, etico
e sociale, trova
unampia accettazione da parte
della nostra istituzione scolastica
che
quotidianamente si impegna
a sensibilizzare i
propri alunni ad
una cittadinanza
attiva, intesa, non
solo come rispetto dellambiente

presenti i rappresentanti di Modica, Ragusa, Scicli, Palazzolo e Militello Val di Catania

circostante,
ma
anche come collaborazione e promozione del pieno
sviluppo dellindividuo, sia dal punto di vista fisico
che psichico.
A tal proposito
lIstituto
Bianca - Vittorini

questanno si
fatto
promotore nellottica di
un
arricchimento e ampliamento
dellofferta formativa, di un progetto
di attivit motoria,
al fine di contribuire alla piena realizzazione della

personalit dellalunno e allo sviluppo del corpo


nel suo complesso, maturandone
la dimensione affettiva, emotiva e
aumentandone la
sua autostima, attraverso la pratica
sportiva.
Bicincitt stimola il movimento,
lo svago, il gioco.
La nostra scuola
vuole condurre i
propri alunni ad
una maturazione
e ad un equilibrio
fisico, psichico ed
intellettuale anche
attraverso il gioco e lattivit motoria. Riteniamo
pertanto che tale
attivit possa essere unoccasione
affinch Istituzioni Scolastiche e
Sportive insieme
possano svolgere
in sinergia i loro
obiettivi.

Egregio Presidente Crocetta,


linquinamento che i cittadini di Priolo
Gargallo, Melilli, Augusta e Siracusa sono
costretti a subire rende la vita in queste
citt invivibile senza che vengano poste in
essere opere di bonifica di questo martoriato
territorio. Nella risposta data dal Sottosegretario al Ministero dell'Ambiente, Silvia Velo
all'interrogazione parlamentare del Deputato
socialista Oreste Pastorelli sono state messe
in rilevanza le colpe della Regione per il
mancato sfruttamento dei fondi per le bonifiche ambientali del S.I.N. di Priolo. In data 4
febbraio stata presentata un'interrogazione
parlamentare all'ARS diretta sia a Lei che agli
Assessori Croce e Baccei, rispettivamente assessori alll'Ambiente e all'Economia, ma fino
ad oggi, cio dopo quasi tre mesi, ancora non
abbiamo ricevuto alcuna risposta che chiarisse
le motivazioni per cui centinaia di milioni
di euro tornano indietro senza che vengano
sfruttati per creare lavoro e per bonificare le
aree inquinate.
Inoltre mi duole informarla che nel giugno
del 2014 stata denunciata una discarica di
amianto in vicinanza del vallone Sorciaro di
Priolo Gargallo che a quanto pare si trova in
una zona espropriata dall'A.S.I. Dopo dieci
mesi ancora non stata fatta alcuna opera
di risanamento ambientale e il tutto stato
lasciato al suo destino proprio come con la
cenere di pirite presente in prossimit della
penisola Magnisi che si trova nella stessa citt
e che sede di un sito archeologico di interesse
mondiale, Thapsos. Infine, come se non
bastasse, ad Augusta sono state scaricate da
pochi giorni circa dieci mila tonnellate di rifiuti
speciali provenienti dall'Iilva di Taranto e che
dovrebbero essere smaltite presso la discarica
Cisma che si trova tra Melilli ed Augusta, ma
molto vicina anche a Priolo Gargallo.
Se i dirigenti regionali non riescono a porre in
essere azioni concrete in difesa dell'ambiente
e della salute umana vengano mandati via e al
loro posti vengano messi persone competenti
che sappiano agire celermente affinch non
vadano persi altri fondi per le bonifiche e
che sappiano opporsi a chi vuole continuare
a far sottostare i siciliani agli interessi economici di alcune elite che ormai da troppi anni
speculano sul nostro territorio. E' per questo
che le chiedo di intervenire al piu' presto per
far iniziare le opere di bonifica nel S.I.N. di
Priolo e di adoperarsi personalmente per le
questioni sopracitate, nonch di venire Lei
stesso in questa citt per vedere con i suoi
occhi lo stato di degrado in cui versa.

Un reale supporto alla redazione di un protocollo


dintesa dove verra focalizzato il piano di gestione

Si svolto mercoled po-

meriggio un importante
incontro a Palazzo Ducezio,
voluto e convocato dallAssessore Sito Unesco Cettina
Raudino, alla presenza dei
rappresentanti di Modica,
Ragusa, Scicli, Palazzolo
e Militello Val di Catania,
appartenenti con altre citt
al Sito Unesco del Val di
Noto. Successivamente
al nostro aggiornamento
dellOUV ( Outstanding
Universal Value- integrit,
criteri e procedure della
Heritage List) ci spiega
lAssessore Raudino- lUfficio Patrimonio Mondiale
Unesco del Ministero per i
Beni e le Attivit Culturali
ci ha chiesto, rispetto al
2006, se e come cambiato
il modello di gestione del
Sito Val di Noto. Davanti
a questa richiesta, dunque,
la necessit di incontrarsi
e soprattutto di prendere
contezza di quanto fatto e di
quanto ancora da fare.
E per dare maggiore valore
e soprattutto concretezza al
nostro agire abbiamo voluto
la presenza del dottor Ledo
Prato, Segretario del Cidac
( Associazione Citt darte

e cultura), di Mecenate 90
(Associazione che svolge
attivit di consulenza e di
assistenza tecnica nei settori della valorizzazione e
gestione dei beni culturali
e dello sviluppo turistico
locale), e redattore del piano
di gestione. A lui abbiamo
chiesto di sostenerci in
questo rinnovato impegno
per prendere atto di quelle
parti del piano di gestione
che ancora non stato appli-

cato, facendo emergere, per


poter operare un intervento
concreto, tutte le criticit.
Tra i fattori di ritardo emersi
sicuramente lassenza in tutti i Comuni, ad eccezione di
Noto, dellUfficio Unesco.
E un tassello a dir poco
fondamentale per lazione
dei Comuni nella messa
in atto del piano di gestione. continua lAssessore
Raudino- . Si deve garantire presenza,qualit nelle

professionalit coinvolte
(storico artistica e tecnico
scientifica) e continuit,
per poter dialogare costantemente con Parigi e con
il Ministero italiano. Al
termine della riunione, a
cui ha partecipato anche il
Sindaco di Noto Corrado
Bonfanti, si deciso un
primo atto concreto, e cio
si rediger un protocollo
dintesa, da sottoporre a tutti
i Comuni del sito Unesco
Val di Noto, con il quale
i Sindaci si impegnano a
portare avanti quelle parti
del piano di gestione non
ancora attivati. Conoscenza e formazione, per fare
altri esempi, considerato che
Ledo Prato ha fatto una riflessione importante, da me
pienamente condivisa, che
riguarda il modo di intendere
i beni culturali. Una visione
che li mette al centro non
soltanto per il mero aspetto
turistico; il bene culturale ha
valore in s perche stimola
lindotto economico della
conoscenza, le industrie
culturali e creative, le nuove
tecnologie, la ricerca, la pubblicazione di nuovi studi.
E.V.

network di collaborazione fra Polizie Ferroviarie europee

La polizia ferroviaria Italia partecipa


alla conferenza strategica di Railpol
Si appena conclusa a Bucarest (Ro-

mania) la 33 Conferenza Strategica


RAILPOL, network di collaborazione
fra Polizie Ferroviarie europee, alla
quale la Polizia Ferroviaria italiana
partecipa da 10 anni.
La Conferenza riunisce ad un unico
tavolo i Capi delle Polizie Ferroviarie
e dei Trasporti dei 17 paesi membri
(16 paesi europei e gli Stati Uniti dAmerica), per scambiare informazioni e
strategie comuni.
Lincontro anche loccasione per condividere con tutti i partecipanti i risultati
dei 5 gruppi di lavoro che compongono
il network (Crime, Counter Terrorism,
Public Order, Railway Accidents, Stra-

tegic Analysis). La Polizia Ferroviaria


italiana, partecipa a tutti i gruppi di
lavoro e, nel mese di novembre 2014,
ha assunto la presidenza del Gruppo
Strategic Analysis.
Numerosi i temi dattualit affrontati
durante lincontro, in particolare le recenti minacce terroristiche e le misure
che i paesi, vittime dei recenti attacchi,
hanno implementato per aumentare il
livello di sicurezza.
La sicurezza dei viaggiatori e del trasporto ferroviario sono al primo posto
fra le priorit della Polizia Ferroviaria
e le informazioni condivise dai colleghi europei costituiscono un valore
aggiunto.

Sicilia 11

societ

lutto

Celebrato
il primo
anniversario
della prematura
scomparsa di
Giusy Cunsolo

Estato celebrato ieri po-

meriggio alle ore 16.30


in Cattedrale a Siracusa il
primo anniversario di Giusy
Cunsolo, scomparsa prematuramente a 54 anni,
moglie del direttore ed editore del quotidiano Libert e
Video 66, Giuseppe Bianca.
Il rito stato celebrato da
mons. Pasquale Magnano,
che ne ha ricordato le doti
umane e laltruismo evidenziate nella sua esistenza.
Donna di spiccate qualit,
Pinuccia (come solevano
chiamarla in famiglia) ha
dedicato la sua breve vita
al marito e al figlio Anthony
al quale ha profuso i valori
fondamentali.
Ha occupato un posto discreto ma molto importante
nellattivit professionale
del direttore Bianca, affiancandolo ed anche incoraggiandolo in tutte le iniziative
editoriali che ha intrapreso.
A cominciare da Portobello
Sicilia, il vero caposaldo
del polo dellinformazione
siracusana, passando per il
quotidiano Libert per finire
con lemittente televisiva
Video 66. Quando il lavoro
si faceva duro e cera da sacrificare le ore da ritagliare
alla famiglia, Pinuccia non
ha mai battuto ciglio, anzi,
era lei ad incoraggiare il
marito ad impegnarsi ancora
di pi. Visitava spesso la redazione ed aveva una parola
dincoraggiamento per tutti
i collaboratori.
Ci ha lasciato un ricordo
profondo di se, con la sua
sensibilit, la sua voglia di
vivere, con lattenzione che
riversava sulle persone a lei
vicine e alle quali non faceva mai mancare una parola
dincoraggiamento quando
non di conforto.
Un male incurabile lha
costretta insieme con il
marito a viaggiare in lungo
e in largo la Penisola ed
anche allestero alla ricerca
di rimedi, antidoti, cure,
terapie. Ma era una sfida
impari quella che stata costretta ad affrontare, per cui
ogni sforzo, ogni sacrificio
risultato purtroppo vano.

SPECIALE 12

Sicilia 24 APRILE 2015, VENERD

24 APRILE 2015, VENERD

svolta domenica scorsa nel Salone Borsellino di Palazzo Vermexio

Settima cerimonia solenne


delle premiazioni dellassociazione
volontari per i diritti dei disabili
di Salvatore Cimino

Si svolta domenica scorsa nel


Salone Borsellino di Palazzo
Vermexio in P.zza
Duomo la Cerimonia solenne delle
Premiazioni del 7
Concorso Grafico
e Letterario sui
temi della disabilit e riservato
agli studenti delle
Scuole Primarie,
secondarie di Primo e di Secondo
grado di Siracusa
e Provincia, organizzato dallAssociazione AVDD
presieduta dal
giornalista Salvatore Cimino, con il
patrocinio dellUfficio Scolastico
Regionale per la
Sicilia, dellUfficio Territoriale di
Siracusa, dal Comune di Siracusa,
dallAssessorato
Comunale alle Politiche Sociali ed
alla Famiglia e
dalle Associazioni
Provinciali dei
Disabili: ANMIL,
UICI, ANVCG,
ANMS, ENS,
ANMIC. Alla
Cerimonia erano
presenti lAssessore alle Politiche Sociali ed alla
Famiglia Dr.ssa
Rosalba Scorpo
anche in rappresentanza del Sindaco di Siracusa
Dr. Giancarlo Garozzo, il Dr. Scalisi Vice Dirigente

della Squadra Mobile in rappresentanza del Questore


di Siracusa Dr.
Mario Caggegi,

il Dr. Giuseppe
Cappello in rappresentanza della
Funzionaria Vicaria dellUfficio

Scolastico Territoriale di Siracusa


Dr.ssa Corradina
Liotta, il Sen. Giuseppe Lo Curzio,

il Consigliere Dr.
Salvo Sorbello ,la
Dr.ssa Paola Simonetti, la Dr.ssa
Linda Cipressa,

la Dr.ssa Claudia
Romano,il Presidente dellAMNIL
Giorgia Lauretta,il
Presidente
dellANVCG
F r a n c e s c o
Magnano,il
Vice Presidente
dellUICI Carmelo Di Martino,Soci
Onorari e Componenti del Direttivo
dellAVDD oltre
a numerosi Dirigenti Scolastici
e docenti degli
Istituti Scolastici partecipanti al
Concorso. Rendevano gli onori di
casa oltre al Presidente Cimino, le
bravissime Volontarie dellAVDD.
Dr.ssa Chiara Passanese, Dr.ssa Tiziana Laurettini,
Dr.ssa Giuliana
Liali, Dr.ssa Francesca La Rosa ed
Annalisa Salmeri.
Presentatrici deccezione la Dr.ssa
Adriana Mincella
e la giornalista Dominella Santoro.
Dopo le sincere espressioni di
benvenuti del Presidente Cimino
e gli applauditi
saluti dellAssessore Dr.ssa Scorpo, del Sen. On.
Lo Curzio,del Dr.
Sorbello e del Dr.
Cappello, in apertura della Cerimonia le Volontarie
hanno sapientemente descritto
L o spirito del
Volontariato e
lorgoglio di essere Volontari .
Il presidente Cimino ha quindi
ringraziato i Dirigenti Scolastici
ed i Docenti delle
seguenti Scuole
che hanno partecipato al Concorso
giunto questanno
alla sua settima
edizione e cio:
il 7 ISTITUTO

SCOLASTICO
COMPRENSIV O S TATA L E
G.A COSTANZO (Siracusa)
- ISTITUTO
COMPRENSIVO
STATALE LOMBARDO RADICE (Siracusa)
- 11 ISTITUTO
COMPRENSIVO ARCHIA
(Siracusa) - 2
I.C O. M CORBINO (Augusta)
- 3 ISTITUTO
COMPRENSIVO
STATALE E. DE
CILLIS (Rosolini) - 3 ISTITUTO
COMPRENSIVO
G.VERGA (Pachino) - 1 CIRCOLO E. DE
AMICIS (Avola)
- 4 ISTITUTO
COMPRENSIVO D. COSTA (Augusta)
ISTITUTO DISTRUZIONE
SUPERIORE
O.M. CORBINO (Siracusa)
- 1 ISTITUTO
COMPRENSIV O S TATA L E
S.PELLICO
(Pachino).
Si proceduto
quindi alla premiazione dei primi quattro Istituti
Vincitori per aver
presentato il maggior numero di studenti partecipanti
al Concorso.
L A s s e s s s o r e
Dr.ssa Scorpo ed
il Dr. Cappello
hanno cos consegnato le targhe
donore AVDD
ai seguenti Dirigenti Scolastici
: 1Classificato
- 7 ISTITUTO
SCOLASTICO
COMPRENSIVO
STATALE G.A.
COSTANZO. Ha
ricevuto la targa
donore la Dr.ssa
Roberta Guzzardi
- 2 Classificato - ISTITUTO

COMPRENSIVO
STATALE "LOMBARDO RADICE SIRACUSA. Ha ricevuto
il premio il Prof.
Sebastiano Rizza
- 3Classificato
- 11 ISTIUTO
COMPRENSIVO ARCHIA
SIRACUSA. Ha

ricevuto il premio
la Dr.ssa Valeria
Salvatrice Nicosia
- 4Classificato - II
ISTITUTO COMPRENSIVO O.M
CORBINO AUGUSTA. Ha ricevuto il premio la
Prof.ssa Carmela
Amenta in rappresentanza della

Dirigente Dr.ssa
Maria Giovanna
Sergi. Ha avuto poi inizio la
premiazione degli studenti degli
Istituti Secondari
di 2 Grado classificati dal primo
al sesto posto: LICEO LINGUISTICO T. GAR-

Sicilia 13

GALLO - Ist. 1a
Classificata: LA
ROSA STEFANIA 2 Classificata: SALVOLDI
ROBERTA 3
Classificata: FORTUNA CHIARA
4 Classificata:
MOSCA ERIKA
5 Classificata:
BONA AURORA
5 Class. (Ex
aequo): MAUGERI GIORGIA.
A queste sei studentesse, autrici
di temi sotto forma di articoli di
giornale, sono
stati consegnati in
premio degli attestati di merito validi qualicrediti
scolastici e delle
artistiche medaglie. Dopo questa premiazione il
Presidente Cimino
ha invitato la studentessa Stefania
La Rosa prima
classificata nella
Sezione Scuole
Secondarie di 2
grado a leggere integralmente il suo
articolo molto
apprezzato, pri-

SPECIALE

ma dalla Giuria e
quindi dal pubblico dei presenti.
Si proceduto
poi a premiare gli
alunni delle Scuole Primarie classificati dal primo al
decimo posto con
attestati di merito
e medaglie.
-Dopo la premiazione degli alunni
delle Scuole primarie, lAVDD ha
voluto rivolgere
un devoto pensiero
a Papa Bergoglio
che pi volte, con
le sue elevate parole, ha elogiato
lopera dei volontari e lo spirito
del volontariato.
Lo ha fatto con
una bella poesia
intitolata Papa
Francesco scritta dal Presidente
Salvatore Cimino
e che fra gli applausi riverenti
dei presenti stata
letta dalla giornalista Dominella
Santoro insieme
alla lettera di ringraziamento che
il Santo Padre ha
Inviato a Cimino.
Dopo questa breve
pausa di devozione la cerimonia
proseguita con la
premiazione degli studenti degli
Istituti Secondari
di 1 grado ,classificati dal primo
al decimo posto
con Attestati di
merito e medaglie.
Infine altri dodici studenti hanno ricevuto dei
premi,attestati di
merito e medaglie,
avendo ottenuto
delle Menzioni
Speciali. Si cos
conclusa, con straordinario successo, la Cerimonia
delle Premiazioni
del 7 Concorso
AVDD con lappuntamento alla
8 Edizione.

Cultura 14

Sicilia 24 APRILE 2015, VENERD

LItalia poteva evitare


di entrare in guerra?

di Arturo Messina
Questanno ricorre il settantesimo anniversario
della fine della seconda
guerra mondiale, che per
lItalia fu un autentico
disastro. E il settantacinquesimo anno invece
fu che per lItalia ebbe
inizio: il pomeriggio
del 10 giugno del 1940,
quando Benito Mussolini, allettato dai successi
ottenuti dalle forze del
Fuhrer, affacciandosi
dal balcone del palazzo
di Piazza Venezia, gremita di folla esaltata e
osannante, ebbe a fare lo
storico enfatico discorso della dichiarazione
di quella guerra che invece sarebbe finita con
la sconfitta pi grave e
umiliante per lItalia.
La guerra era gi iniziata in Estremo Oriente.
Cos ci ha infatti affermato il prof. Luciano
Canfora da noi intervistato prima che egli
iniziasse la sua magna
lectio di storia davanti
al folto e scelto pubblico
convenuto nellaula magna del Liceo Scientifico Orso Mario Corbino
per iniziativa dellassociazione culturale Medeuropa, presieduta da
Carmelo Saraceno, con a
fianco il prof. Paolo Fai.
Proprio a proposito del
Liceo Corbino, c da
sottolineare limportanza
della sua aula
magna che riteniamo
stia per assumere la funzione del pi adatto contenitore culturale della
citt aretusea, come in
questo caso e nel caso
della conferenza su La
scuola senza compiti
che vi stata il venerd
precedente.
Diremo anzi per riassumere se consideriamo che essa gi lo era.
Lo era quando, tanti e
tanti anni addietro, vi
si svolgevano i balli
carnevaleschi ( cui partecipavano tantissimi,
anche non studenti) fin
dai tempi del poetico
preside, il prof. Paolo
Rio ( che sessantanni
addietro esattamente,
mi diede a musicare i
suoi meravigliosi versi

Sicuramente s, se si fosse dichiarata neutrale, come fece la Spagna e a Mussolini


non avessero assicurato che bastavano 8 milioni di baionette!
per il nuovo Inno allItalia, che mandammo
a Roma per il relativo
concorso nazionale che
si voleva promuovere in
sostituzione di quello di
Mameli, concorso che

letta, la madre dellalunno Fulvio Frisone, poi


riconosciuto scienziato,
o vi faceva le mostre
dornitologia Salvatore
Cimino Oltretutto
da preferirsi allo stesso

la Francia e della Gran


Bretagna, che due giorni
dopo dichiararono guerra alla Germania, anche
se non inviarono truppe
in difesa dei Polacchi
che dovettero arrendersi

novembre del 1939 e


dovette, il 12 marzo del
1940, accettare laccordo di pace, il Trattato di
Mosca con le sfavorevoli condizioni davanti a
Stalin e a Molotov. Ma

Questanno ricorre il settantesimo anniversario della


fine della seconda guerra
mondiale, che
per lItalia fu
un autentico
disastro

poi venne annullato perch si prefer mantenere


linno tradizionale) vi si
svolgevano i concerti e
le mostre sia darte del
tempo libero (ai tempi
dellaltro indimenticabile preside che fu il prof.
Giovanni Bruno) quando vi esponeva le sue
cos pregevoli collezioni di conchiglie il prof.
Angelo Giudice (che poi
ne don parte al Liceo)
o vi cantava lusignolo
di Siracusa, Lusia Col-

salone Borsellino del


Palazzo Comunale, perch in questo non vi la
comodit del posteggio
che invece c al Palazzo degli Studi!
La seconda guerra
mondiale in Europa
ebbe inizio il 1 settembre del 1939, quando
la Germania inizi una
nuova tattica bellica, la
guerra lampo, per invadere la Polonia, che aveva ricevuto garanzie di
protezione da parte del-

dopo un mese dallinizio dellinvasione: il 5


ottobre!... Ha aggiunto
che altre nazioni erano
state coinvolte in quella
guerra lampo, come gli
Stati Baltici, che furono
occupati dallUnione
sovietica nel giugno del
1940 e vennero da essa
annessi nellagosto del
40. Lo stesso trattato
di annessione pacifica
ricevette la Finlandia,
che per lo rifiut e fu
pertanto invasa il 30

prima che in Europa,


la guerra veramente
mondiale, i cui riflessi
ovviamente si estesero
allEuropa, il 18 settembre del 1931 il Giappone
aveva invaso la Manciuria e la stessa Italia laveva cominciato quattro
anni dopo, invadendo
il 2 ottobre del 1935 e
conquistando nel maggio dellanno successivo
lEtiopiaDopo di che,
il 25 ottobre-1 novembre 1936, la Germania

nazista e lItalia fascista


firmarono lAsse Roma-Berlino che subito
divenne la Triplice Alleanza: Roma-BerlinoTokio, contro lUnione
Sovietica e il movimento
dellInternazionale Comunista.
Il 7 luglio del 1937 invase la Cina e il conflitto
mondiale si allarg ancor di pi: cos si ebbe la
seconda guerra mondiale
effettivamente, anche nel
Pacifico. L 11-13 Marzo
del 1938 la Germania,
lItalia, la Gran Bretagna
e la Francia firmarono
il Trattato di Monaco
obbligando la Cecoslovacchia a cedere i Sudeti
alla Germania Esattamente un anno dopo, il
14/15 Marzo del 1939
la Slovacchia dichiara
la propria indipendenza,
mentre la Germania occupa le regioni di confine della Boemia e della
Moravia, unendole in un
Protettorato ma il 31 dello stesso mese la Gran
Bretagna e la Francia
si dichiararono a favore
della Polonia invasa dalla Germania, ma non intervennero direttamente.
Il conflitto esplose ai
primi di settembre del
1939 quando la Russia
volle espandere il suo
dominio sulla Finlandia
e volle riprendersi il territorio di Danzica passando sul corridoio che
la separava dalla Madre
Terra, e quindi ledendo
gli interessi che vantava
lUnione Sovietica. Un
a domanda ho rivolto a
questo punto allinsigne
docente:
-Poteva lItalia rimanere
neutrale come aveva fatto la Spagna? Al conflitto
a cui prese parte lItalia
a fianco della Germania che aveva dichiarato
guerra aperta contro la
Gran Bretagna e la Francia e gi aveva messo in
ginocchio in pochissimo
tempo il territorio francese, poteva non prender
parte?
Difficile rispondere- ha
affermato- Perch si affronterebbero tanti altri
problemi che lasciano
perplessi ancora oggi gli
storici!

Sicilia 15

24 aprile 2015, venerd

SPORT SIRACUSA

Vela, campionato invernale

A Ricomincio da Tre
il gradino pi alto del podio
L'evento organizzato dal circolo Nic di Catania a visto
vincere la barca dell'armatore aretuseo appartenente
al Circolo Nautico della Lega Navale Italiana

ettimana di successo per la vela


arstusa, al campionato invernale.
Levento composto
da quattro prove ed
organizzato dal circolo Nic di Catania,
stato ricco di colpi di scena soprattutto per la classifica generale. Vince
Ricomincio da tre
dellarmatore siracusano appartenente al circolo nautico
Lega Navale Italiana di Siracusa.
Con Nino Miceli
Armatore e Tattico, un equipaggio
cos composto: al
timone Ivan Branciamore, alla randa
Alessandro Santillo, Tailer Angelo
Giannone, Peppe
Petrolito, Prodiere Francesco Ana-

stasio, Francesco
Gennaro, alle drizze Katia Spadaro.
La fortuna stata
nostra compagna
commenta larmatore abbiamo
iniziato il campionato in sordina, poi
stato un crescendo.
Le due prove disputate in giornata,
sono state caratterizzate da un avvincente match race

Badminton, il Liceo Einaudi e la Lombardo


Radice passano il turno provinciale
S

i sono concluse le finali provinciali


di Siracusa di badminton. Sale sul
podio la rappresentativa del Liceo
Scientifico Einaudi, formata da M.
Idonea, N. Coppola, B. Savasta e G,
Midolo , che uscita imbattuta, vincendo tutti i giochi per 2 set a 0, sia
nel singolo maschile e femminile,
che nel doppio maschile, femminile
e misto, totalizzando cos l'en plein
di 10 punti. Secondo classificato
il Liceo Artistico di Siracusa, che
strappa 3 giochi ( singolo femminile, doppio maschile e doppio misto
) al Liceo Scientifico Archimede
di Rosolini. Questo, terzo classificato, vince nel singolo maschile e
nel doppio femminile. "Ritornare
in questa palestra - commentano i
campioni provinciali -, dove abbiamo trascorso i tre anni della scuola
media, stato psicologicamente
positivo; eravamo molto carichi e
ci siamo sentiti subito concentrati e
a nostro agio. Siamo pronti adesso
per la finale regionale, che si terr a
Messina il 28 Aprile."

con la barca gemella A sciarrina che


fino a quel momento deteneva virtualmente il titolo di
campione di inverno, e da numerose
partenze anticipate
che hanno costretto
lattento comitato
di regata a ripetere
pi volte le procedure.
Questa la classifica
finale classe Crociera/Regata: primo

In foto, Ricomincio da Tre


posto Ricomincio
da tre con 4 punti,
secondo A Sciarrina con 5 punti, terzo Squalo Bianco
di Concetto Costa,
quarto South Kensington di Alessandro Consiglio,
quinto Allegra due
di Franco Civello,
sesto Harael di Lucio Di Mauro, settimo QQ7 di Alberto Piazza e ottavo
Quantum di Roberto Nicotra.
Nella Classe Gran

Crociera ottimo primo posto della barca Catanese Bluette


che ha dominato il
campionato della
categoria con 4 primi posti, al secondo posto Hacuna
Matata di Emanuele Balsamo, terzo
posto Keskes II
di Marcello Mirone, al quarto posto
Mayda di Luigi
Consoli, al quinto
posto Castalia di
Vincenzo Perciavalle, al sesto posto

Flann OB. di Filippo Longo, al settimo posto Elima di


Sugamele-Cappello, allottavo posto
Magie di Vincenzo
De Filippo.
Il prossimo appuntamento sar il
campionato nazionale darea ionio
basso tirreno che si
disputer a Siracusa
dal 1 al 3 Maggio
2015, valevole per
le qualificazioni al
campionato italiano
di vela daltura.

CanoaPolo, dalle acque di Catania


parte l'avventura dell'Ortigia
E'

partita lavventura nel campionato di serie B della canoa polo Ortigia.


Nello specchio dacqua di Catania,
gli aretusei hanno disputato la prima giornata di campionato. Squadra
rivoluzionata e tirata a lucido per
loccasione che, dopo gli eccezionali risultati degli scorsi anni, su tutti
ricordiamo la promozione in serie A
in soli 2 anni e il raggiungimento dei
Play Off scudetto lanno successivo,
mostra i suoi nuovi gioielli dopo un
duro anno di lavoro. Mister Maurizio Guerci e Valerio Iacono si sono
dichiarati soddisfatti dei risultati ottenuti, nonostante qualche recriminazione per sconfitte di misura arrivate
negli ultimi istanti della partita che, a
detta di mister Iacono fanno parte
dellinesperienza, ma che serviranno
in futuro per una sicura crescita e una
maturazione del collettivo gi molto
affiatato. Bilancio pi che positivo,
considerando let media degli atleti,
tra i 16 e i 18 anni, con 3 vittorie rispettivamente con Katana,Acitrezza

e Jomar Club Catania (6-2 , 6-4, 5-4)


e altrettante sconfitte con Sporting
canoa Catania, KST Siracusa e Katana (1-2, 4-5, 2-3), tutte squadre che
presentavano qualche giocatore desperienza in pi nellorganico rispetto agli aretusei. Conciliare lo studio
e lo sport sempre difficile a questa
et, ma lamore per la canoa e laffiatamento tra i compagni conclude
Iacono- ha messo in mostra in questi
due giorni il vero spirito di questa
squadra e questa societ, e da fuori
mi sono davvero divertito, anche perdendo la voce, a vederli combattere su
ogni palla ed esultare ad ogni gol.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 24 aprile 2015, venerd

Il Pres. Tringali:
Sabato avremo
bisogno
del nostro
pubblico
In foto, la formazione
dell'Augusta

Calcio a 5 A2/M, al Palajonio inizia


lavventura play off per lAugusta
Settima

di attesa
e trepidazione per
l'Augusta calcio a 5
per il match dei play
off di sabato prossimo tra Augusta e
Futsal Isola, al Palajonio. Una cavalcata
straordinaria quella
dell Augusta verso
la promozione nella
massima serie firmata dallencomiabile
timbro del tecnico
messinese Nino Rinaldi che ha saputo

I neroverdi di mister Nino Rinaldi attesi


nel match casalingo contro la Futsal Isola
amalgamare il gruppo come un grande
cuoco pluristellato.
Una regular season
apprezzata dal pubblico neroverde dal
palato fine, che ha
potuto assaporare i
piatti forti dello Chef
Rinaldi, al quale la
societ ha messo a
disposizione
delle

materie prime di ottima qualit. Insomma


una grande soddisfazione tra i megaresi
che hanno la possibilit di servire un dessert di tutto rispetto
al grande pubblico
che ha seguito con
tantissimo affetto la
cavalcata verso i play
off. Ma guai a chia-

Il PalaLobello ospiter le finali regionali under 14 e 16

Siracusa capitale della


pallamano giovanile siciliana
Sabato

le finali
regionali under 14
maschili, domenica quelle femminili. Nel fine settimana Siracusa
sar capitale della
pallamano
giovanile siciliana.
E stata affidata
allAlbatro Teamnetwork Siracusa
lorganizzazione
di un evento che
porter in citt
centinaia di persone in coincidenza
con gli imminenti
due ponti festivi
ravvicinati. Dopo
la Final Eight di
Coppa Italia, dun-

que, altro riconoscimento per la


societ del presidente Vito Laudani, che ha portato
alle finali tutte le
squadre del settore giovanile. La
prima partita si
disputer alle 11
di sabato 25 aprile
e vedr la squadra
di casa impegnata
contro il Girgenti.
In caso di successo, lAlbatro
affronter nella
finalissima delle
17,15 la vincente
di Kelona-Pallamano Avola (che
si disputer alle

12,15). Le perdenti si contenderanno il terzo posto


alle 16. Alle 18,30
si svolger la cerimonia di premiazione. Il giorno
dopo si replicher
con le finali under
14 femminili, che
vedranno affrontarsi sul parquet
del
PalaLobello tre squadre, le
prime classificate
di ciascun girone
eliminatorio. Alle
11 si disputer
Albatro-Guidotto
Licata, alle 12,15
lo Scin Palermo
affronter la per-

marlo miracolo, la
dirigenza neroverde
confidava nella conquista di obiettivi
importanti anche se
ha preferito professare umilt, scommettendo su un gruppo
rodato e su un tecnico che la sa lunga.
Il merito di questo
grande risultato va
dente della prima
sfida e alle 16 le
palermitane giocheranno con la
vincente del primo
incontro. A seguire la premiazione. Venerd primo
maggio,
infine,
il PalaLobello di
Siracusa ospiter
le finali under 16
maschili. LAlbatro (prima classificata nel girone B)
debutter alle 11
contro il Girgenti
(secondo del girone A). Alle 12,15
in campo Kelona
(primo del girone
A) e Mascalucia
(secondo classificato nel gruppo
B). La finale di
consolazione
si
disputer alle 16,
quella che metter
in palio il titolo regionale alle 17,15.

dato tutto a questi


ragazzi dichiara il
presidente Andrea
Tringali che hanno
dimostrato un grande attaccamento alla
maglia ed al mister
che ha saputo tirare
fuori il meglio da un
gruppo ristretto ma
dalle grandi qualit
tecniche.
Sar stato presuntuoso ma dalle prime
battute dissi a Rinaldi che con questa
squadra avrebbe fatto i play off, ed oggi
siamo qui. Abbiamo
vissuto con grande
serenit queste due
settimane lavorando
con dedizione per
arrivare alla forma
migliore, per affrontare degli avversari
di tutto rispetto. Nonostante lIsola fosse partita in sordina
sapevo che avrebbe
fatto un campionato di vertice e che
avrebbe giocato fino
alla fine per un posto
in serie A, ne dimostrazione lultima
prova di forza contro
la Cogianco. Sabato
avremo ancora di pi
bisogno del nostro
pubblico, al quale rivolgiamo un accorato appello, laccesso
alla serie A passa da
tutti noi e con il loro
sostegno
potremo
raggiungere grandi
risultati.

Pallanuoto,
settimana
proficua per
gli under
dell'Ortigia
Settimana

molto "attiva" per gli


under dell'Ortigia.
Si sono disputati
gli incontri delle
squadre Under 11,
Under 15 e Under
20. I pi piccoli,
guidati da Peppe Sparta, hanno
sconfitto le due
messinesi Waterpolo e Cus ME,
vincendo la prima
gara per 13-2 e
la seconda con il
risultato di 14-0.
Sempre a Messina,
lUnder15 di Peppe Cassia ha battuto lOssidiana 6-5.
Gara equilibrata
dallinizio
alla
fine, con i biancoverdi che hanno
vinto nei minuti
finali. Ci manca
sempre qualcosa
a livello fisico e
atletico ha commentato Cassia a
fine partita. Questa
squadra, purtroppo, si allenata
poco nelle ultime
settimane e questo
ha rappresentato
un piccolo svantaggio per noi.
Fortunatamente
abbiamo una buona
preparazione
a livello tecnico,
che ci consente di
compensare alcune
lacune natatorie.
Dobbiamo lavorare ancora tanto,
ma i ragazzi oggi
sono stati bravi e
ci godiamo questa
vittoria.
Tutto facile, infine,
per la squadra Under 20 guidata da
Gianluca Patricelli
e Daniele Lisi. A
Catania, contro la
Olimpiadi, i ragazzi siracusani hanno
ottenuto il successo vincendo 18-1,
consolidando cos
il primo posto in
classifica.