Sei sulla pagina 1di 1

PROGRAMMAZIONE NEURO LINGUISTICA DELLANIMA (P.N.L.

A)
Si pu riprogrammare unAnima? La P.N.L non ha mai raggiunto questa frontiera e
scrivendo certe cose mi far dei nemici anche in questo campo.
Secondo il mio modo di vedere la realt virtuale e quella reale sono basate su
quattro assi coordinati e da ci si deduce che unAnima per due terzi virtuale
e per un terzo reale. In altre parole due aspetti della sua manifestazione, lo
Spazio e lEnergia, sarebbero realt virtuali, mentre la Coscienza sarebbe
totalmente reale ed immutabile, quale emanazione del Creatore originario.
In termini di PNL questo significa che sarebbe impossibile alterare la realt
con una riprogrammazione neurolinguistica, poich in tal caso non esisterebbe
Mappa, ma solo Territorio. Si potrebbe, per, modificare la Mappa inerente la
parte virtuale, cio lo Spazio e l'Energia dellAnima, o meglio arricchire
questultima con dati che essa non potrebbe ottenere per conto proprio e
portarla a leggere la Mappa in modo diverso.
Ricordo che quello di Mappa alterabile un concetto obsoleto della PNL
classica, mentre per me la Mappa non modificabile, ma solo interpretabile in
modo diverso in dipendenza dai dati disponibili.
Dunque, in linea di principio, si potrebbe riprogrammare unAnima nei suoi
concetti di Spazio e di Energia, soprattutto comunicandole le informazioni
temporali ad essa negate dalla sua natura immortale ed atemporale.
Quando lAnima connessa con il Corpo e col resto non sa di essere Anima, vede
lUniverso per tre quarti virtuale (tre assi virtuali ed uno reale) e tende a
non accorgersi della parte reale; invece, quando lAnima scollegata dal resto,
vede lUniverso in modo ancora pi incompleto, dando molto pi valore alla
realt che alla virtualit in cui, in tal caso, immersa per soli due terzi
(due assi su tre - Spazio ed Energia - virtuali ed uno - Coscienza - reale; due
terzi un numero minore di tre quarti ).
In sintesi lAnima non si crea problemi di Tempo e non ha idea dei parametri che
potrebbero mutare nel nostro Universo, perch vive staticamente nel Tempo, cos
tende a non preoccuparsi troppo degli alieni, non ritenendoli un problema per il
futuro, dato che non ha idea di cosa sia il futuro.
I dialoghi con lAnima degli addotti tendevano a confermare questo punto di
vista: mi trovavo di fronte ad unAnima non interventista per il semplice motivo
che aveva una visione della Mappa assolutamente incompleta.
Sulla base dei nuovi concetti di PNL espressi prima e della teoria della
virtualit enunciata anche attraverso i lavori sul SuperSpin, potevo invece
pensare di riuscire a modificare la lettura della Mappa da parte dellAnima
fornendo a questultima i dati che non poteva leggere sullasse del Tempo.
Solo dopo avrei verificato lintenzione dellAnima di liberarsi dagli alieni
oppure no, ma almeno ci dovevo provare.
La riprogrammazione dellAnima andava fatta in ipnosi profonda, quando
lInconscio collegabile solo allAnima, che viene staccata dal resto. In
questo contesto si poteva tentare, usando un linguaggio archetipico, di
dialogare con lAnima e di informarla sulla situazione.
Al termine della riprogrammazione si sarebbe indotta lAnima a ricompattarsi con
il Corpo ed il resto delladdotto, per assistere poi agli avvenimenti della
prossima abduction.