Sei sulla pagina 1di 9

Pallanuoto

Calcio

AllOrtigia il derby
di pallanuoto
contro Sette scogli

Stasera al De Simone
la festa promozione
del Citt di Siracusa
A pagina quindici

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
domenica 19 aprile 2015 Anno XXVIIi N. 92 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Editoriale. Basta con il clima di caccia alle streghe a Siracusa

Carta di necessit
per opere pubbliche

Bisogna sbloccare infrastrutture e finanziamenti


interventi

di Giuseppe Bianca

C un clima di caccia

Anche Rossi
pu ricorrere
al Csm
D

di Concetto Alota

opo lassoluzione da
parte della Sezione disciplinare del Csm del sostituto procuratore Maurizio
Musco e del procuratore
Roberto Campisi, negli
ambienti giudiziari romani si fa insistente la tesi
secondo cui anche lex
procuratore capo della Repubblica di Siracusa, Ugo
Rossi, starebbe preparando un ulteriore ricorso al
Csm per chiedere lassoluzione degli addebiti a suo
tempo ascritti e il trasferimento in altra sede.
A pagina cinque

cronaca

siracusa

Suonavano Riflettori
al citofono sul quartiere
Epipoli
di casa
Cera il signor Passalac- Una
qua nel film di Ficarra e
Picone Nati stanchi, che
subite le scampanellate.

specifica Mozione sul tema delle opere


pubbliche da realizzare al
Quartiere Epipoli.

A pagina due

A pagina quattro

Intervento della Digos

Una sassata
contro lo studio
dellavv. Reale

taccuino

Tavoli
variopinti
in Ortigia

alle streghe che spesso


si traducono in bufale o
addirittura nelle calunnie.
La Siracusa politica appare oggi pi impegnata
a cercare i fantasmi negli atti giudiziari e nelle
denunce che a cercare di
risolvere i mille e un problema di cui soffre la citt. A ben vedere e a ben
sentire tutti vogliono.

di Titta Rizza
un nuovo salotto in Ortigia e lo dobbiamo ai nostri giovani. Non
dobbiamo lamentarci dei
nostri ragazzi che si inventano imprenditori.

na sassata contro il vetro dello studio dellavvocato Ezechia Paolo Reale ha provocato un foro di
circa quindici centimetri, spaventando i collaboratori presenti nello studio legale sito nel centralissimo viale Montedoro a Siracusa.

A pagina tre

A pagina sette

A pagina due

Nasce

Catanese tenta di rubare


la motrice di un camion
Un catanese stato acciuffato mentre
un altro riuscito a
sfuggire la cattura la
scorsa notte quando
hanno tentato di mettere a segno un furto.
A pagina cinque

Cronaca di Siracusa 2
siracusa

Rissa: tre
cinngalesi
finiscono
in manette

Sicilia 19 aprile 2015, domenica

re cingalesi sono stati arrestati per rissa. Il fatto


accaduto in viale Regina Margherita a Siracusa dove
tre cittadini dello Sri Lanka, residenti da tempo a
Siracusa, hanno dapprima ingaggiato una discussione i cui toni si sono accesi man mano che ognuno
voleva imporre le proprie ragioni. Diverbio che
poi sfociato poco dopo in una vera e propria rissa,
con calci e pugni, tra lo sguardo attonito dei numerosi passanti.

19 aprile 2015, domenica

Per fortuna, in quel frangente stava transitando un carabiniere, in servizio presso la stazione di Ortigia, il
quale stava rientrando in caserma dopo avere svolto
alcuni accertamenti. Alla vista dei tre (un badante, un
cuoco e un pasticcere) che menavano le mani, ha bloccato la marcia della vettura su cui viaggiava per precipitarsi a dividerli. Ad aiutare il militare anche unatra
pattuglia che egli stesso ha allertato e unaltra ancora
dei vigili urbani.

cronaca. lepisodio avvenuto ieri

Sassata
contro
lo studio
Reale
U

na sassata contro
il vetro dello
studio dellavvocato
Ezechia Paolo Reale
ha provocato un foro
di circa quindici centimetri, spaventando i
collaboratori presenti
nello studio legale
sito nel centralissimo
viale Montedoro a
Siracusa. In un primo
momento si era pen-

sato al cedimento di
mobile o suppellettile
ma quando sono entrati nello studio del
penalista, hanno trovato un grosso sasso
sul pavimento e vetro
sparso oltre che un
vistoso foro alla finestra che si affaccia sul
parco giochi dei Marinaretti.
Lepisodio, avvenuto

nella tarda mattinata


di ieri, stato circoscritto dalla stessa
vittima come una
bravata e nulla pi.
Segnalato lepisodio
alla Questura, sul posto intervenuta una
pattuglia delle unit
Volanti per i primi accertamenti sul posto.
Ma ad un approfondimento delle indagini,

Cera il signor Passalacqua nel film

di Ficarra e Picone Nati stanchi,


che subite le scampanellate di due
balordi, che citofonavano ogni notte
alle 2. Dalla finzione alla realt, tre
ragazzi siracusani, sono stati denunciati dai poliziotti per molestie e disturbo alle persone. Come i protagonisti del film, infatti, che presero di
mira un barista, anche i tre di questa
vicenda avevano preso di mira una
famiglia, al citofono del quale con
cadenza periodica ma ossessiva per
i destinatari, suonavano di notte al
citofono di casa svegliando i componenti del nucleo familiare per scappare a piedi, lasciando inserito nel
pulsante del campanello uno stecchi-

le basi fondamentali per approcciarsi agli orti. E' scaduto nei giorni
scorsi ha detto l'assessore Gasbarro - il bando per il secondo step
e credo che gi la prossima settimana, saremo pronti per stilare la
graduatoria, per assegnare gli altri 40 lotti. Resta - ha ancora detto
l'assessore Gasbarro - una fascia di terreno di propriet della provincia regionale, per la quale abbiamo gi richiesto l'autorizzazione per
mettere a bando anche questa area, per far fronte alle tante richieste
giunte agli uffici. All'installazione della compostiera erano presenti,
oltre l'assessore Gasbarro, anche Emma Schembari, Salvo La Delfa,
presidente dellassociazione Rifiuti Zero, e Donatella Paggi.

Carta di necessit
per opere pubbliche
Nella foto, la finestra dello studio dellavvocato Reale.

sono intervenuti presso lo studio dellavvocato gli uomini


della polizia scientifica per chiarire alcuni
aspetti che si presentavano dubbi ed hanno quindi eseguito
dei rilievi cercando di
stabilire la balistica e
se gli autori del gesto abbiano utilizzato
una fionda di grosse

dimensione. Chi ha
lanciato il sasso lo ha
fatto da una distanza
di circa venti metri in
ascesa, quindi difficile da mirare e da centrare anche perch la
finestra dotata di una
griglia metallica in
ferro battuto.
Il caso stato preso
in mano dalla Digos
che, seppur tra molte

Nella foto, pattuglia della Polizia.

no per bloccarlo e farlo suonare ininterrottamente.


Sono stati i poliziotti delle unit Volanti
della Questura del capoluogo a risolvere il dubbio e a placare langoscia della
famiglia, che non si spiegava chi e perch si fosse accanito in questo modo.
La denuncia a piede libero stata notificata nei confronti di giovani W.B. di
24 anni, L.M. di 20 e L.M. di 23, tutti
siracusani.
Le molestie andavano avanti dal settembre scorso da quando ignoti solevano di notte citofonare alla famiglia
oresa di mira che abita in un palazzo
del centralissimo corso Gelone. Sulle
prime le vittime non hanno dato peso
alla vicenda pensando si trattasse di una

li affidatari degli orti urbani, hanno assistito alla prima di una serie di lezioni formative, che l'assessore alle Attivit produttive Teresa Gasbarro, ha
programmato per loro insieme agli uffici competenti.
L'appuntamento di oggi stato dedicato alle regole dell'utilizzo del compost e
all'utilizzo della frazione organica dei rifiuti come risorse in agricoltura.
In programma nelle prossime settimane, incontri con agronomi, per spiegare

Cronaca di Siracusa

EDITORIALE. BISOGNA USCIRE DAL CLIMA DI CACCIA ALLE STREGHE

la polizia individua i tre responsabili

Come in un noto film


citofonavano di notte
in casa di una famiglia

Lezioni formative di compostaggio


per gli affidatari degli orti urbani

Sicilia 3

bravata. Ma il persistere dellazione


molesta, hanno cominciato a chiedersi
semmai non ci fosse qualcosa di pi
grave sotto. Le scampanellate sinfittivano soprattutto in coincidenza del fine
settimana con particolare riferimento
alle nottate di venerd e sabato. Stanchi e preoccupati, si sono rivolti alla
Questura e i poliziotti delle Volanti, una
volta attivate le indagini, hanno acquisito le immagini delle telecamere della
videosorveglianza installata nella zona,
riuscendo a individuare i tre soggetti
ripresi mentre scappavano a gambe levate dopo lennesimo e ultimo episodio
di disturbo nel cuore della notte che sarebbe dipeso da una discussione avuta
col figlio della coppia padrone di casa..

cautele, ha raccomandato allo stesso avvocato Reale di non


prendere lepisodio
sotto gamba poich
la dinamica del fatto
non ha convinto del
tutto gli investigatori
che ipotizzano, tra le
altre, anche lipotesi dellintimidazione politica. Il leader
di Progetto Siracusa
proprio di recente
stato protagonista di
una conferenza stampa insieme con i tre
consiglieri comunali
nel corso della quale
ha lanciato la notizia
di avere trasmesso
allAnticorruzione un
dossier con un lungo
elenco di delibere e
di contributi coniato
subito con il neologismo
Contributopoli. Non ho alcun
elemento per poter
sospettare che si tratti di una ritorsione o
intimidazione dice
lavvocato Reale che, d'altronde, non
avrebbe alcuna possibilit di modificare
le mie scelte politiche
e professionali. Ringrazio, comunque, la
Polizia di Stato per
l'attenzione e lo scrupolo con i quali si sta
interessando alla vicenda.
R.L.

Il porto turistico
di Siracusa, quello
commerciale
di Augusta esigono
interventi decisi
C

un clima di caccia
alle streghe che spesso si
traducono in bufale o addirittura nelle calunnie. La
Siracusa politica appare
oggi pi impegnata a cercare i fantasmi negli atti
giudiziari e nelle denunce
che a cercare di risolvere i
mille e un problema di cui
soffre la citt.
A ben vedere e a ben sentire tutti vogliono vedere
gli avvisi di garanzia per
uomini noti della politica,
annunciati dai corvi di turno e se ti azzardi a smentirli rischi di finire in mezzo
alle polemiche e agli insulti della presunzione di cui
soffre la cultura siracusana.
La settimana che ci lasciamo alle spalle stata
ricca di movimenti politici soprattutto a palazzo
Vermexio. I consiglieri
comunali hanno annunciato a gran voce di volere
assegnare il risparmio dei
gettoni di presenza alledilizia scolastica della citt.
Tutto lascerebbe supporre
ad unazione nobile e generosa se non fosse per le
premesse.
Ricordiamoci che si parte
da un difetto di fondo venuto a galla: la cattiva interpretazione della legge
regionale numero 30, presa
a prestito per manovrarla
a loro piacimento e a lucrarci forse in buona fede
e comunque a danno della
collettivit amministrata.

In un momento in cui c
gente che muore di fame
e addirittura si catapulta
dentro i cassonetti dell'immondizia a cercare loro
di un tozzo di pane o un
oggetto da rivendere ai rigattieri, la politica nostrana
si guarda allo specchio, si
piace e alla massima condizione del narcisismo
rivela invece tutta la sua
debolezza quando non affronta i problemi legati allo
sviluppo economico della
citt come gli insediamenti turistici dove i giochi si
sono fatti davvero pesanti.
In merito, la politica
siracusana con un colpo
dala deve superare questo
nichilismo di fatti quotidiani che impegnano il tempo
a chiacchiere e a pettegolezzi oltre che alla denuncia (anonima) facile e mettersi a lavorare seriamente
e senza megalomania di
sorta; senza baldanza con
rigore morale e obiettivi
ben chiari e raggiungibili,
senza accendere le luci della ribalta per fatti che sono

in effetti negativi e che non


hanno avuto nellultimo
periodo alcuna rilevanza
sul risultato che i cittadini
si attendono. E ora di finirla e non lanciare messaggi
politici attraverso la strumentalizzazione e la demagogia di un vezzo ormai
dimenticato e comunque
smascherato. Il coraggio
delle proprie azioni deve
essere la bandiera da sventolare nel pennone pi alto
della politica senza giri di
parole e annunci ad effetto
ma senza sostanza ma che
vogliono invece intimorire
il nemico facendogli capire
che tra qualche giorno ci
sar un terremoto giudiziario capace di annientare la
volont popolare. Riunione farsa per prepararsi alle
elezioni. Cosa ci pu essere
di pi nefasto e di pi vile
in un comportamento che
vuole raggiungere lo scopo
attraverso la litigiosit?
Per andare sul pratico: ad
Augusta in campagna elettorale tutti intervengono
sul futuro del porto com-

merciale. Non ci si rende


forse conto che sta mutando pian piano la destinazione duso di quella struttura. Ovvero, con larrivo di
migliaia e migliaia di migranti mutato lo scenario
su tutte le banchine dello
scalo augustano: tendopoli
perenni per ospitare i nuovi
arrivi e ricerca affannosa di
nuovi capannoni dove stipare questi poveri diavoli
in cerca della libert e del
futuro. Ci sono in ballo finanziamenti pubblici e posti di lavoro che rischiano
di saltare proprio per questa mutazione in campo.
Obbligo della politica deve
essere quello di trovare
soluzioni e consentire che
il porto di Augusta, una
volta completato, assurga
a un ruolo di primo piano
per lo sviluppo economico
dellintero territorio industriale.
Sempre in tema di porti, per
trasferirci a Siracusa occorre stimolare i riferimenti e i responsabili del porto
Marina di Archimede a

sciogliere i nodi e riprendere i lavori al pi presto


per evitare che quello che
presentato come opportunit di sviluppo turistico
diventi unaltra cancrena
(teatro comunale, circuito
automobilistico, cinema
Verga, nuovo ospedale,
ecc.).
Si esca finalmente dalle
secche della burocrazia
per quanto riguarda laltro
progetto di porto turistico,
rimasto anchesso nei cassetti. La stessa cosa per il
resort di lusso, la Pillirina
e quello di Ognina, dove
si continua a discutere e
traccheggiare senza concludere nulla come in una
partita a scacchi dove i
giocatori restano fermi
sulla stessa mossa per lungo tempo prima di stanare
lavversario.
Malgrado i lavori per la realizzazione delle rotatorie,
rimane incompiuta anche
la tanto agognata via del
mare, che agli effetti pratici diventata, invece,
larteria per raggiungere le
abitazioni di una vera citt satellite. A questo punto
arrivati, senza continuare
ad elencare qui opere pubbliche incompiute e infrastrutture necessarie, occorre capire quale progetto
complessivo questa classe
politica vuole mettere in
campo per risolvere i tanti
problemi che ad ogni campagna elettorale ognuno ha
sposato solo con parole.
Una carta delle necessit
che individui la strada da
seguire e il percorso per
arrivare ai finanziamenti
e allobiettivo senza liti di
bottega e nemmeno veleni di cui sinceramente il
caso di farne a meno.
Crediamo che nei prossimi
mesi si gioca una partita
importante sul tavolo dello sviluppo e Siracusa non
pu mancare in termini di
idee, iniziative e grande
attivit. Un lusso che non
possiamo pi permetterci
ed anzi occorre richiamare
alle proprie responsabilit
tutti gli attori e gli artefici
del nostro destino.
Giuseppe Bianca

Cronaca di Siracusa 4

Una

specifica mozione sul tema delle


opere pubbliche da
realizzare al Quartiere Epipoli sar oggetto di discussione al
prossimo Consiglio
Comunale di martedi. Sono particolarmente soddisfatto
- ha commentato il
consigliere comunale Alberto Palestro
che largomento sia
posto sotto i riflettori
dellAmministrazione Comunale sin dal
prossimo
bilancio
di previsione e tra
le primarie opere da
realizzare in citt in
tempi ragionevoli.
Largomento stato oggetto di ampia
e proficuo dibattito
tempo addietro in 1^
Commissione Urbanistica e Lavori Pubblici che, a seguito un
incontro con la Circoscrizione Epipoli,
ha prodotto un documento con tre punti
specifici di altrettante opere ritenute di
primaria importanza
per la cittadinanza
del popoloso quartiere. In particolare
viene sollecitata la
manutenzione straordinaria e lammodernamento della via
Monti Cervino, opera
gi inserita nel piano
triennale 2014/2016
e che include, tra gli
altri, numerose cooperative edilizie gi
da anni regolarmente
abitate dai legittimi
proprietari senza una
strada degna di tale
nome; al 2 punto si
chiede di inserire nel
prossimo piano triennale 2015/2017 la
realizzazione di una
rotatoria, gi prevista
dal vigente P.R.G.,
relativamente al quadrivio: via Teofane,
via Paolo Rio, via
Giuseppe Cannizzaro
e via Bonajuto, che
allo stato attuale, pur
essendo densamente
trafficata, non regolamentata e n messa
in sicurezza, rappresentando gravi disagi
per la ordinaria viabilit e la pubblica
incolumit; Si tratta
di un opera che definirla indispensabile
poco. Infatti la stessa rappresenterebbe
una importante via
di fuga in termini di

Sicilia 19 aprile 2015, domenica

Riflettori su Epipoli
Tre punti importanti
A
per riqualificarlo

Palazzolo
In manette
presunto
spacciatore

protezione civile, in
caso di evacuazione
della popolazione; la
3^ e non meno importante opera che viene
richiesta nella Mozione, linserimento
allinterno del pro-

getto di rifacimento
del manto stradale
di viale Epipoli (tra
le prossime opere
previste dal piano di
riqualificazione
di
alcune arterie cittadine), la realizzazio-

ne dei marciapiedi,
ritenendo
lopera
indispensabile per la
sicurezza del transito
pedonale in considerazione che sulla
medesima insistono
elevati insediamen-

ti edilizi a vario titolo. Il documento


che propone la realizzazione di queste
opere stato firmato
allunanimit da tutti
i componenti la 1^
Commissione.

Palazzolo, i militari della locale


Stazione Carabinieri
ad acciuffare Santo
Nigro di 44 anni, poich, a seguito di perquisizione personale
e domiciliare, stato
trovato in possesso
di 10 dosi di cocaina,
per un peso complessivo di 5 grammi, gi
confezionate e pronte per essere cedute,
occultate in un mobiletto allinterno del
bagno. Lindagato
stato tradotto presso
la propria abitazione al regime degli
arresti domiciliari. I
carabinieri hanno disposto la sospensione
dellattivit lavorativa di un esercizio per
la somministrazione
di cibi e bevande a
Palazzolo: al titolare
dellesercizio commerciale sono state
elevate sanzioniper
un importo complessivo di dodicimila
euro.

Vittima ex dipendente dellistituto di credito oggi in pensione

La banca gli blocca la pensione


Codacons: Azione da punire

n ex di pendente della Monte


dei Paschi di Siena si vede negata la pensione dalla banca. quello
che successo presso una filiale di
Siracusa, ove un ex dipendente della
MPS, recatosi allo sportello nei primi giorni del mese per incassare la
pensione si visto negare lassegno.
Daltra parte, cosa risaputa che con
la pensione si arriva a stento a fine
mese; e siccome, purtroppo, in molte
famiglie lassegno pensionistico, pur
essendo basso, rappresenta lunico
mezzo di sussistenza del nucleo familiare, proprio il primo giorno del
mese costituisce un momento tanto
atteso dal pensionato. Infatti, lanelato assegno serve, in questo caso, per
consentire ad unintera famiglia di
vivere in maniera dignitosa, poich
gli altri familiari non contribuiscono
alle spese quotidiane, in quanto non
esercitano alcuna attivit lavorativa.
Ma torniamo al nostro ex dipendente
della MPS, ebbene, questi, come dicevamo, si reca in banca per incassare parte della pensione, tuttavia, il
cassiere, un ex collega, gli dice che
ha bisogno di essere autorizzato per
erogargli quanto gli spetta. A questo

punto il pensionato che non comprende il motivo di detta autorizzazione attende il ritorno del cassiere
che gli risponde di non essere stato
autorizzato. E cos il pensionato si
vede costretto a tornare a casa senza
un centesimo.
Ebbene, occorre aggiungere a questa
storia che il nostro pensionato ed ex
dipendente della banca, dopo aver
cessato il rapporto di lavoro, aveva
agito contro la MPS per vedersi riconosciuto dal giudice del lavoro delle
spettanze che gli furono negate dalla banca ed inoltre aveva acceso un
mutuo con lIstituto bancario. Ecco
allora che il pensionato si spiega lomesso assegno pensionistico come
una rappresaglia della MPS per il
processo che si sta svolgendo contro
il vecchio datore di lavoro e come
una rivalsa per quanto lex dipendente deve alla banca a titolo di rate del
mutuo. Tuttavia, non vi dubbio che
la mancata dazione della pensione
non pu lasciare entrambi i soggetti
di questa vicenda senza conseguenze; difatti, mentre il pensionato rimane senza soldi, la MPS si vede denunciata per appropriazione indebita.

Datro canto, il pensionato dopo


lassegno negato si rivolge allavvocato Aldo Ganci per proporre una
denuncia-querela avanti alla Procura
della Repubblica di Siracusa. Successivamente, lo stesso pensionato
si reca presso la sede CODACONS
di Siracusa per vedere denunciato il
comportamento criminale alla Banca
DItalia. Proprio lavvocato Bruno
Messina, presidente del CODACONS Siracusa, spiega che lazione
della MPS devessere punita avendo
negato al pensionato dei soldi propri,
in quanto non vi un provvedimento
del Tribunale di Siracusa che stabilisca che listituto di credito pu trattenere la pensione dellex dipendente
della MPS. Al fine di evitare abusi
del genere in futuro la stessa Banca
DItalia, continua lavvocato Messina, ha gi ricevuto la segnalazione, poich anche se il pensionato ha
acceso un mutuo con la MPS e sono
in corso delle trattative per corrispondere allIstituto bancario quello
che lex dipendente deve alla banca,
questultima non pu sottrarsi allobbligo di consegnargli del danaro che
gli spetta di diritto.

19 aprile 2015, domenica

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
Nella prima
istanza in tal
senso, il Csm
neg il ritorno
a Siracusa o
in altra sede
per lex procuratore, che
sentenzi la
permanenza
ad Enna

Dopo lassoluzione

da parte della Sezione disciplinare del


Csm del sostituto
procuratore
Maurizio Musco e del
procuratore Roberto
Campisi, negli ambienti giudiziari romani si fa insistente
la tesi secondo cui
anche lex procuratore capo della Repubblica di Siracusa,
Ugo Rossi, starebbe
preparando un ulteriore ricorso al Csm
per chiedere lassoluzione degli addebiti a suo tempo
ascritti e il trasferimento in altra sede.
Nella prima istanza in tal senso, il
Csm neg il ritorno a Siracusa o in

In foto, lex procuratore capo di Siracusa, Ugo Rossi.

Anche Rossi potrebbe


ricorrere al Csm

altra sede per lex


procuratore capo di
Siracusa, Ugo Rossi,
che sentenzi la permanenza ad Enna,
dove era stato assegnato dal Csm dopo
la nota vicenda veleni in procura; ma
oggi la situazione
per certi aspetti non
pi collegabile ai
rapporti familiari e
o di persone a lui
legate. Specie se il
ripristino di tale sif-

fatta condizione non


pi applicabile, se
la richiesta di trasferimento non riguarda
la sede di Siracusa
ma altra sede; e questo anche per altre interpretazioni dordine giuridico. Inoltre,
questa tesi riconducibile allassonanza giurisprudenziale con la posizione
degli altri colleghi
a cui stata riconosciuta la differente

condizione temporale e dal clima surriscaldato che in quei


giorni si registr
nellambiente giudiziario siracusano.
Il
provvedimento
di trasferimento nei
confronti
dellex
procuratore
Ugo
Rossi era stato assunto nel settembre
del 2012 dalla Commissione
disciplinare del Consiglio
Superiore della Ma-

gistratura, che aveva


accolto la richiesta
dellallora ministro
della Giustizia Paola
Severino.
La stessa Commissione disciplinare, a
cui si era rivolto lex
procuratore, conferm il provvedimento, per cui Ugo Rossi
rimasto ad Enna
nel ruolo di sostituto
procuratore.
Con Ugo Rossi fu
trasferito a Paler-

Il nuovo episodio avvenuto in una contrada di Priolo Gargallo

Tentano il furto in unazienda


Acciuffato un 44enne catanese
U

n catanese stato acciuffato mentre un altro riuscito a


sfuggire la cattura la scorsa notte quando hanno tentato di mettere a segno un furto ai danni di
unazienda di contrada Balordo
nella zona industriale di Priolo
Gargallo. Le manette sono scattate ai polsi di Salvatore Salatino di
44 anni, originario di Acicastello
in provincia di Catania. Lallarme
scattato intorno alle ore 2 quando dalla centrale dellagenzia Sicur Service Sicilia di Siracusa,
una pattuglia delle guardie giurate si portata nellazienda dopo
avere avvertito la stazione dei
carabinieri di Priolo. Lindagato
accusato insieme con un complice, di avere trafugato la motrice di un camion Mercedes di
ultima generazione, usata anche

per uscire dalla ditta sfondando


il cancello automatico dingresso. Vistisi scoperti, si sono dati a
precipitosa fuga culminata dopo
essere andati a collidere con un

muretto divisorio in cemento


presente lato carreggiata.
Mentre il complice riuscito a
fuggire a piedi nelle campagne
circostanti, facendo perdere le
proprie tracce, lindagato stato rintracciato dai Carabinieri
nascosto sotto la vegetazione.
Luomo non ha potuto proseguire la fuga a piedi poich infortunatosi durante la discesa dal
mezzo rubato che gli ha causato
la frattura scomposta del ginocchio destro. Per questo motivo
stato trasportato allOspedale Umberto I di Siracusa dove
rimane piantonato in attesa di
essere processato con il rito per
direttissima. Il danno cagionato
alla ditta, non coperto da assicurazione, pari a ventimila euro
circa.

mo anche il sostituto Maurizio Musco


che ora ritornato
a Siracusa e sinsedier il prossimo 23
aprile. Per loro le accuse di aver portato
avanti delle inchieste
dove erano coinvolti
familiari e o persone legate, e di aver
violato lobbligo di
astenersi da indagini
in cui si poteva avere
un interesse diretto
o indiretto. Il posto
dellallora procuratore capo Ugo Rossi stato ricoperto
dallex procuratore
capo di Caltagirone, Francesco Paolo
Giordano.
Gli illeciti disciplinari da parte dei magistrati sono distinti
in due categorie:
da un lato le ipotesi
dilleciti commessi
nellesercizio delle
funzioni giudiziarie
e dallaltro le ipotesi
dillegittimit commessi fuori dellesercizio delle funzioni.
La disciplina sostanzialmente improntata ad una tendenziale
tipizzazione
degli illeciti disciplinari dei magistrati,
sia per le condotte
inerenti allesercizio
delle funzioni giudiziarie che per quelle estranee ad esse,
senza la previsione
di norme di chiusura; tutto attiene ai
doveri del magistrato da unelencazione dettagliata
dei
fondamentali
principi cui devono
attenersi i magistrati
nellesercizio delle
funzioni giudiziarie.
Si tratta di principi
e valori deontologici essenziali per chi
esercita la funzione
giudiziaria e ricalca
doveri ampiamente
riconosciuti nellelaborazione dottrinaria e giurisprudenziale; quindi il
richiamo del dovere
dimparzialit, correttezza, diligenza,
laboriosit, riserbo,
equilibrio nonch di
rispetto della dignit
della persona come
principi fondamentali da osservare
nellesercizio delle
funzioni di magistrato.
Concetto Alota

societ 6

Sicilia 19 aprile 2015, domenica

La globalizzazione
e il ruolo sociale

Gli interessi economici prevalgono sullesistenza degli esseri umani


modo diretto, comLa societ moderna
preso la fascia di pub-

sempre minacciata
da una serie di cause
e concause sociali, ma
in questo momento
difficile, quindi storico, la minaccia viene
dall'instabilit che i
mercati e la loro globalizzazione comporta, oltre alla mancanza
dei valori sociali comuni che dall'ideologia repressiva deriva.
I politici ottengono
riconoscimenti
per
il semplice fatto di
essere stati eletti dal
popolo sovrano, e non
per i principi che rappresentano. Gli industriali sono apprezzati
per la ricchezza, non
per la rettitudine o per
il loro contributo della
loro attivit al benessere sociale ed economico. La logica non
riprende l'attivit del
sindacato associazione, quindi il pericolo
di uno sbilanciamento
reale. Oggi la nostra
zona industriale, pere
restare a casa nostra,
risente di tale scompenso. Il ruolo del
sindacato dei lavoratori diventa davvero
difficile e indispensabile pi che mai. Gli
equilibri sono sfalsati,
per logica deduzione,
in favore degli industriali, che hanno dalla
loro parte e a favore, la
crisi della produzione,
quindi del lavoro; minacciano e divagano
quello che la verit
di ogni parte in causa,
tentando di ricavare il
proprio tornaconto in
danno dei lavoratori, seconda la regola
marxista che volge al
principio del mercato
che cambia secondo
la domanda e l'offerta.
Ecco il ruolo del sindacato dei lavoratori,
quale rappresentanza
unica e necessaria per
separare il risultato interposto fra la societ
civile, i padroni e gli
operai in genere, oltre agli interessi dello
Stato che diventa cos
altro soggetto in causa. La societ civile
un'esistenza separata
dallo Stato, poich i
cittadini non possono
partecipare in maniera
diretta alla legislazio-

Giovani in piazza.
ne, cos come gli industriali, quindi ognuno
si pone dietro i propri
interessi comuni di
categoria per tentare
di mediare e trarre il
maggior interesse possibile. La crescita dei
lavoratori e la ragione
logica dell'interesse di
categoria, deve essere
ricondotta nei canoni della storia. Non si
pu dimenticare che il
ruolo nella storia del
lavoro e dei lavoratori
avuto dalle sigle sindacali dei lavoratori,
Cgil, Cisl, Uil e di altre minori, non stato
solamente rapportato
ai soli iscritti all'associazione sindacale
della categoria di appartenenza, ma a tutta
la societ civile, compreso i lavoratori non
iscritti, senza la tessera associativa, quindi
rispecchia tutto il progresso sociale e i diritti
della gente in generale, verso la politica dei
valori e degli interessi
diretti del popolo quale Nazione-Stato.
Le ragioni di una crisi
dell'identit sindacale, da parte di molti
lavoratori, si spiega
con l'ottenimento nel
tempo di quasi tutte le
conquiste sociali, che
erano state possibili
ottenere, ed ecco venir meno, a mancare,
il supporto logico che
proprio di chi ha gi
conquistato l'obiettivo
prefissato, per abbandonare inesorabilmen-

te il compagno, la
cordata, l'associazione
sindacale, che secondo il calcolo egoistico
non serve pi. Invece, oggi pi che mai
la societ ha bisogno
di un sindacato dei
lavoratori rivoluzionario pi di prima,
forte e unito, che si
riappropri della storica e naturale identit
e dell'importante ruolo avuto nella societ,
in parte perduta per la
logica anzi spiegata e
per una serie di concause storiche. Ogni
prestatore d'opera, sia
nel comparto pubblico
sia in quello privato,
deve necessariamente
rafforzare con la propria convinta adesione
e partecipazione attiva
al sindacato di categoria, seconda la sua personale scelta e identit
politico-culturale.
Esistono contraddizioni anche all'interno
delle organizzazioni
sindacali, ovviamente,
ma la realt politica e
la societ aperta impongono oggi scelte a
ventaglio e non a riccio.
L'esempio della nostra locale condizione industriale oggi
inglobato nella realt
nazionale, per via dei
pochi gruppi che detengono la propriet
dei siti nel Petrolchimico, che poi quella
che ci sta pi a cuore;
ecco perch oggi pi
che mai gli interessi

dei lavoratori passano


esclusivamente
attraverso i sindacati
dei lavoratori, poich
la politica e i partiti
hanno perduto il mordente del potere necessario per incidere
sulle scelte di politica
economica e sociale.
Il sindacato deve esigere anche dalla politica, e non solamente
dagli industriali, il
rispetto degli impegni sottoscritti, o che
sono nella logica della
semplice
sopravvivenza dei territori, e
che riflettono, quindi,
gli interessi generali
della societ e dello
sviluppo
economico della collettivit.
Spiace che il governatore della Sicilia debba ricorrere a minacce
pubblicamente verso
l'Eni o altri industriali
per evitare l'abbandono dei siti industriali
siciliani, lasciando il
territorio inquinato di
veleni e scorie. un
segnale di debolezza,
una condizione che
si scontra con il forte passato politico ed
economico della Sicilia, quando i governi
pretendevano diritti e
doveri.
Occorre cambiare registro per andare verso lo steccato di validi
compromessi; verso la
lotta forte, compatta e
decisa di una politicasindacale, come nel
passato, dove le masse erano coinvolte in

blica opinione ostile


alla tradizionale lotta
in piazza, semplice,
decisa e democratica.
L'esempio nei fatti accaduti nei giorni
scorsi davanti ai cancelli del depuratore di
Siracusa, che la Sai8
ha gestito per anni prima di "scappare con
il bottino"e lasciando
tutti con un palmo di
naso. L, l'importanza della presenza del
sindacato si mostrata con tutta sua logica
condizione. Proprio
nel passato dei dipendenti-lavoratori impegnati nella gestione
idrica siracusana, nelle varie fasi e nelle due
aziende che si sono
succedute nel tempo,
troviamo esempi, non
di tutti gli addetti per
la verit, di un sindacalismo "fai da te",
fuori dalla partecipazione diretta dei sindacalisti, pur essendo
presenti nell'azienda i
rappresentanti di tutte le sigle sindacali,
e dove le "trattative"
private
avvenivano
nelle segreterie di politici o nelle stanze del
direttore o del presidente, e non attraverso
la rappresentanza giuridica e legittima di
una delle associazioni
sindacali.
Oggi duole che la necessit "obbliga legge", come si suole
dire; ed ecco che il
sindacato diventa l'unica e sola speranza
dove aggrapparsi, magari qualcuno che si
presentato con il volto
cosparso di cenere e la
richiesta del perdono
dei vinti. Il sindacato diventa giocoforza
l'unico pilastro dove
i lavoratori possono
poggiare il proprio futuro, erigere i principi
sani dell'associazionismo e riconoscere i
pericoli della fallibilit, coscienti che tutto
deve svolgersi all'interno della logica condizione umana, che la
societ aperta impone,
con lealt e senza tradimenti di sorta.
Ancor peggio si presenta la situazione

Sicilia 7

19 aprile 2015, domenica

nella zona industriale, dove il fenomeno


"dell'individualismo
sindacale" si diffuse
gi negli anni passati,
con il primo esodo in
massa causato dalla chiusura dei primi
impianti. Ma oggi nel
Petrolchimico si gioca
davvero il futuro. Un
rischio non calcolato
perch la situazione
sindacale ancora sotto la crisi individuale
d'ogni addetto, operai,
impiegati, dirigenti.
Pi che mai, il ruolo
del sindacalista diventa principe e senza
alcuna possibilit di
poter essere sostituito
da chicchessia, poich
la crisi della politica e
dei politicanti "fuori
ruolo", e anzi il loro
potenziale coinvolgimento in una trattativa fuori dell'oggetto,
diventa deleteria e a
favore dei padroni e
contro i lavoratori.
Questa societ moderna, governata e votata
verso le transazioni
economiche, lamenta
l'assenza dei valori sociali, umani, il diritto
al lavoro, il diritto a
una vita dignitosa, sopratutto per i meno abbienti, alla catena pi
debole cui la societ
una volta si apre e
una volta si chiude. Il
sacrificio sociale e di
una vita fatta di difficolt nella memoria
collettiva legata al sindacalismo di base, di
prima linea. Il sindacalista sempre ricordato come un uomo al
servizio della societ,
dei poveri, dei pi bisognosi, senza per
avere riconoscimenti
da parte della pubblica
opinione, anzi riceve
la facile critica di chi
dichiara che al posto
suo sarebbe stato capace di ottenere molto
di pi.
I valori si possono anche cancellare in tanti
modi, ma per fortuna non sempre cos
e tutto si riduce alla
scelta individuale e
non a quella generale.
Il sindacato dei lavoratori , sia nella pratica d'ogni giorno e
sia nella rivoluzione
sociale in atto, il vero
protagonista capace
di colpire il tallone
di Achille del nuovo
e selvaggio capitalismo, oltre ad essere la
sentinella sociale tra
lo Stato e i diritti dei
cittadini, diventando
soggetto non solo giuridico, ma anche e soprattutto politico.
Concetto Alota

Cronaca di Siracusa

TACCUINO. nascono iniziative in ortigia

Tavoli variopinti
e cubi per creare
un nuovo salotto
N

asce un nuovo salotto


in Ortigia e lo dobbiamo
ai nostri giovani.
Non dobbiamo lamentarci dei nostri ragazzi che
si inventano imprenditori
con idee di gran buon gusto e creano ricchezza per
tutti noi.
Infatti, accanto al baretto
multicolore nato quattro
mesi fa nello spiazzale antistante le scuole elementari di via dei Mergulensi, nella porta accanto e
sorto un secondo bar con
annessa una elegantissima
officina. Il bar vero e pro-

Piazza Duomo.

Cosa che ho vissuto a Parigi: il proprietario del locale


che per intrattenere gli ospiti si mette a cantare
prio e grande quanto la
testa di uno spillo,ma nel
grande vano accanto c
una elegante e pulitissima
officina per la riparazione
di biciclette e per fare da
deposito ad un centinaio
di cubi in legno che fungono da sedie.
Domenica scorsa arrivata finalmente la primavera, e questi ragazzi sia
la dolcissima signorina
del baretto pi vecchio,

sia laitante e garbato ragazzo del bar-officina di


nuovo impianto hanno
messo al sole la prima, i
suoi variopinti tavoli con
multicolori tovaglie, il secondo i suoi cubi bianchi
con un indovinato cuscinetto nero a protezione
delle parti basse degli avventori.
Ed stata unesplosione
di giovani e di bimbi, una
vera primavera.

Ma non basta: Paola, questo e il nome della barista


numero uno, s messa a
cantare.
Cosa che ho vissuto a Parigi : il proprietario del
locale interrompe il suo
lavoro ai tavoli e per
intrattenere gli ospiti si
mette a cantare; cosa che
abbiamo visto tutti noi in
tanti film e mi sovviene
A piedi nudi nel parco
che nei giorni scorsi ab-

vide lultima partita tre giorni prima di scomparire

In ricordo del giornalista Pippo Di Silvestro


Pronostic grande annata per il Siracusa
Ho avuto la piacevole fortuna di assistere alla prima

partita di campionato in casa del Siracusa, avendo


al mio fianco Pippo di Silvestro. Lavversario era lo
Scordia.
Ricordo che quel giorno, verso le 14 mi telefon
lamico Pippo, pregandomi di fargli compagnia allo
Stadio De Simone.
Da premettere che avevo deciso di non andare pi
allo Stadio, finch il Siracusa avesse giocato in Eccellenza. Pertanto dissi a Di Silvestro le testuali parole: non mi passa nemmeno per lanticamera del
cervello.
Al che Pippo replic: fammi questo piacere perch
altrimenti mia moglie non mi fa uscire in quanto domani (luned) devo essere ricoverato allospedale
Garibaldi di Catania, dovendomi sottoporre ad un
delicato intervento chirurgico al colon, e ha paura
che io possa accusare qualche malore. Ad una pressante richiesta del genere non potei fare altro che
acconsentire. Ci demmo appuntamento davanti alla
Chiesa di S. Francesco.
La partita fin, come tutti sanno, con la sconfitta del
Siracusa per 2 a 1. Sconfitta ingiusta, maturata grazie a due topiche del giovane portiere Pandolfo, di
cui lultima, che sanc la sconfitta, a due minuti dalla
fine, grazie ad una sconsiderata uscita sui piedi di
un attaccante dello Scordia, decentrato rispetto alla
porta e per giunta allontanato da due difensori del
Siracusa, che caus il calcio di rigore vincente.
Di Silvestro, pur rimanendo amareggiato, come tutti del resto, mi disse queste parole: lossatura della squadra ottima. La squadra necessita solo di un
buon portiere e di qualche piccolo ritocco; cos sar
pronta per il salto nella serie D.
Pippo aveva, come si suol dire, locchio clinico. La
sua diagnosi si rivelata esatta. Ma il destino era in
agguato: quella fu lultima partita alla quale assistet-

Il giornalista Pippo Di Silvestro.

te al De Simone Pippo Di Silvestro, decano dei


giornalisti sportivi siracusani, perch quattro
giorni dopo, a seguito di complicazioni dellintervento chirurgico, pass a miglior vita.
Carissimo Pippo, domenica 8 Aprile u.s. ho gioito anche per te, anche se sono sicuro che pure
tu hai gioito da Lass.
Vincenzo Bordone

biamo rivisto sulla rete


nazionale.
Allo spettacolo di Paola
si aggiunto lo spettacolo
del pubblico.
Era fatto da giovani; tante
coppie con i loro bambini
che si sono impadroniti
della piazza,uno grande
slargo chiuso al traffico.
I pi piccoli erano sistemati accanto le loro
mamme nei rispettivi passeggini, quelli invece che
riuscivano a stare in piedi
si impadronirono della
piazza scorrendo da un
capo allaltro con dei pap
apprensivi che se li andavano a riprendere quando
si allontanavano troppo.
E poi le canzoni di
Paola:nulla di estremamente rock,ma italianissime canzoni del repertorio
dei nostri grandi da Dalla
alla Nannini a Mina.
Laccompagnavano nel
canto un romantico sassofono, una dolce pianola,
una chitarra e una frastonante batteria il cui musico non aveva intuito n
il gusto del pubblico, n l
atmosfera del posto.
Una cosa dolcissima da
Irma la Dolce; mentre
Paola sta cantando le si
avvicina un Vigile Urbano; Paola interrompe il
suo concerto ,ascolta quello che le dice il Vigile e
poi va a smentire la facile
previsione di tutto il pubblico. Non lintimazione
le aveva dato di sloggiare
o di cessare il concerto,ma
un avviso: stava arrivando
il carro-attrezzi per portare via le automobili parcheggiate nella vicina via
Vittorio Veneto.
Un applauso al Vigile; la
citt aveva rifatto pace
con il corpo dei suoi Vigili Urbani.
Lo spettacolo sembra che
ci sar domenica per domenica.
Dimenticavo lultima nota
: man mano che il sole si
spostava ragazzi e ragazze
lo andavano inseguendo
spostando a loro volta tavoli, sedie e cubi.
Titta Rizza

ASTE GIUDIZIARIE 8

Sicilia 19 APRILE 2015, DOMENICA

TRIBUNALE DI SIRACUSA

19 aprile 2015, domenica

GRUPPI SPETTACOLI
GRUPPO musicale effettua battezzi, matrimoni e feste varie, musica
da ballo che e da ascolto,
i migliori brani musicali

italiani ed inglesi Tel.


368/3458428
STRUMENTI
BATTERIA acustica
Sonor 4 pezzi singola.
Tom con accordatura di

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedimento civile n. 1471/13 R.G.
Si rende noto che giorno 17/6/15, ore 13.00, presso
il proprio studio sito a Siracusa nel viale Santa
Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
allesame delle offerte di acquisto senza incanto, e
se del caso allaggiudicazione, del seguente bene:
appartamento (in corso di costruzione) sito
a Floridia (SR) nel Corso Vittorio Emanuele
456-458, piano T e 1, esteso mq. 224 ca.; in
catasto Fg. 25, p.lla 1824 (ex Fg. 28 p.lla 1158),
cat. A\3, vani 9. Limmobile oggetto di lavori
di straordinaria manutenzione meglio indicati
in perizia (cui si rimanda). Prezzo base dasta
81.000,00 (al netto dei costi di regolarizzazione
urbanistica indicati in perizia). Minima offerta
in aumento 5.000,00.
In caso di esito negativo della vendita senza
incanto, il 24/6/15, ore 13.00, sempre presso
il proprio studio, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder alla vendita allincanto dei suddetti
beni. Le offerte o le domande di partecipazione
dovranno essere depositate in busta chiusa,
presso lo studio del suddetto professionista,
entro le ore 12.00 del giorno precedente a
quello fissato per la vendita, accompagnate
da cauzione del 10% e deposito spese del
20%, con 2 assegni circolari non trasferibili
intestati allavv. Giuseppe Librizzi. Avviso
integrale e relazione dellesperto disponibile
sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero presso
lo studio predetto.

Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 365/87 R.E.I.
Si rende noto che giorno 17/6/15, ore 12.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
del seguente bene:
villino, con terreno di pertinenza (in N.C.T. Fg.
8 p.lle 1 e 8), sito a Noto nella c.da Santa Lucia;
in N.C.E.U. Fg. 8, p.lla 274 sub 2 (estesa mq.
200 ca., cat. C\2) e p.lla 274 sub 3 (vani 8,5, cat.
A\2). Prezzo base dasta 101.338,72 (al netto
delle somme necessarie per la regolarizzazione
catastale meglio indicate nella relazione del
C.T.U.). Minima offerta in aumento 6.000,00.
In caso di esito negativo della v.s.i., il 24/6/15,
ore 12.00, sempre presso il proprio studio, lavv.
Giuseppe Librizzi proceder alla vendita allincanto
del suddetto bene. In entrambi i casi, le offerte
o domande di partecipazione dovranno essere
depositate (previo appuntamento telefonico)
in busta chiusa, presso lo studio del suddetto
professionista, entro le ore 12.00 del giorno
precedente a quello fissato per la vendita,
accompagnate da cauzione del 10% e deposito
spese del 20%, con 2 assegni circolari (non
postali) non trasferibili intestati allavv. Giuseppe
Librizzi. Avviso integrale e relazione dellesperto
disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero
presso lo studio predetto.


Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi

Timbalis. Occasionissima. Prezzo da contrattare Telefonare per info


339/8228169

BATTERIA Yamaha 5
pezzi con meccaniche.
Prezzo da contrattare
Tel. 339/8228169

22/04/2015

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 400\91 R.E.I.
Si rende noto che giorno 17/6/15, ore 11.30,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
del seguente bene:
quota pari ad 1\4 di uno stacco di terreno,
con annessi fatiscenti fabbricati rurali,
sito a Lentini nella c.da Ossena, esteso,
nellintero, Ha. 6.00.18; in N.C.T. Fg. 90 p.lle
141, 142 (F.R.), 176 e 248. Prezzo base dasta
26.150,00 (al netto delle somme necessarie
per la demolizione dei fabbricati rurali e meglio
indicate nella relazione del C.T.U.). Minima
offerta in aumento 2.000,00.
In caso di esito negativo della v.s.i., il 24/6/15,
ore 11.30, sempre presso il proprio studio,
lavv. Giuseppe Librizzi proceder alla vendita
allincanto del suddetto bene. In entrambi i casi,
le offerte o domande di partecipazione dovranno
essere depositate (previo appuntamento
telefonico) in busta chiusa, presso lo studio del
suddetto professionista, entro le ore 12.00 del
giorno precedente a quello fissato per la vendita,
accompagnate da cauzione del 10% e deposito
spese del 20%, con 2 assegni circolari (non
postali) non trasferibili intestati allavv. Giuseppe
Librizzi. Avviso integrale e relazione dellesperto
disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero
presso lo studio predetto.

Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 212/05 R.E.I.
Si rende noto che giorno 17/6/2015, ore 12.30,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Montedoro 66, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
allesame delle offerte di acquisto senza incanto, e
se del caso allaggiudicazione, dei seguenti beni:
fabbricato in pessimo stato di conservazione
destinato ad attivit di pizzeria-ristorante
sito a Siracusa nella c.da Dammuso, esteso
mq. 933 ca., con veranda scoperta estesa mq.
336 ca. e parcheggio antistante di pertinenza
esteso mq. 1.667 ca., in catasto Fg. 55 p.lla
55; caseggiato in muratura, utilizzato in parte
quale deposito ed in parte quale alloggio,
esteso mq. 134 ca., in catasto Fg. 55 p.lla
324; il tutto (p.lle 55 e 324) cat D\8; terreno di
pertinenza esteso mq. 24.111, in catasto Fg.
55 p.lla 58. Prezzo base dasta 385.641,51
(al netto dei costi di costruzioni ancora da
versare e di riduzione in pristino meglio
specificati nelle perizie in atti). Minima offerta
in aumento 20.000,00. In caso di esito negativo
della v.s.i., il 24/6/15, ore 12.30, sempre presso il
proprio studio, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
alla vendita allincanto del suddetto bene. Le
offerte o domande di partecipazione dovranno
essere depositate in busta chiusa, presso lo
studio del suddetto professionista, entro le ore
12.00 del giorno precedente a quello fissato
per la vendita, accompagnate da cauzione del
10% e deposito spese del 20%, con 2 assegni
circolari non trasferibili intestati allavv. Giuseppe
Librizzi. Avviso integrale e relazione dellesperto
disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero
presso lo studio predetto.


Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi

Le ASTE GIUDIZIARIE saranno inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 414/11 R.E.I.
Si rende noto che giorno 17/6/15, ore 12.30, presso
il proprio studio sito a Siracusa nel viale Santa
Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
allesame delle offerte di acquisto senza incanto, e
se del caso allaggiudicazione, dei seguenti beni:
LOTTO 1: appartamento sito a Lentini in via
delle Spighe 59, piano terra, vani 3, esteso mq.
42 circa; in catasto Fg. 94, p.lla 912 sub 1, cat.
A\4. Prezzo base dasta 5.468,39 (al netto dei
costi per la regolarizzazione della difformit
catastale meglio indicata in perizia). Minima
offerta in aumento 1.000,00.
LOTTO 2: appartamento sito a Lentini in via
delle Spighe 61, piano II, vani 4,5, esteso mq.
45 circa; in catasto Fg. 94, p.lla 912 sub 3, cat.
A\4. Prezzo base dasta 6.308,98 . Minima
offerta in aumento 1.000,00.
In caso di esito negativo della v.s.i., il 24/6/15,
ore 12.30, sempre presso il proprio studio,
lavv. Giuseppe Librizzi proceder alla vendita
allincanto dei suddetti beni. Le offerte o le
domande di partecipazione dovranno essere
depositate in busta chiusa, presso lo studio
del suddetto professionista, entro le ore 12.00
del giorno precedente a quello fissato per la
vendita, accompagnate da cauzione del 10%
e deposito spese del 20%, con 2 assegni
circolari non trasferibili intestati allavv. Giuseppe
Librizzi. Avviso integrale e relazione dellesperto
disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero
presso lo studio predetto.

Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi

TRIBUNALE DI SIRACUSA-SEZIONE ESECUZIONI

AVVISO DI VENDITA
PROC. ESEC. IMM. N. 396/07 R.G.E.
Si rende noto che il 26/06/2015 alle ore 11,30, dinanzi
al Giudice delle Esecuzioni, nella sala di udienze del
Tribunale di Siracusa, si terr la vendita allasta senza
incanto o nel caso in cui la vendita senza incanto non
abbia luogo per qualsiasi motivo, in data 03/07/2015,
ore 11,30 si terr la vendita allasta con incanto del
seguente immobile:
1) terreno adibito ad agrumeto sito in Carlentini
Contrada Gruppilli, mq. 66,10; in catasto al foglio
14, p.lle 229 (Ha 0.53.37), 230 (Ha 0.67.67) e 270
(Ha 0.38.40); sulla particella n. 229 insistono due
fabbricati abusivi. Prezzo base dasta ulteriormente
ribassato di 13.700,38 (gi detratti i costi per
la sanatoria come calcolati dal ctu) con offerte in
aumento minimo di 500,00.
Limmobile viene posto in vendita nello stato di fatto e
di diritto in cui si trova, cos come identificato, descritto
e valutato dallesperto nella relazione di stima.
Si precisa che il valore dellimmobile determinato a
norma dellart. 568 c.p.c., cos come risultante dalla
relazione di stima del perito nominato dal Giudice
di 43.300,00.
Ogni offerente, per partecipare, dovr depositare in
cancelleria, entro le ore 12 del giorno precedente a
quello fissato per la vendita, domanda in bollo in busta
chiusa contenente assegno bancario non trasferibile
intestato alla procedura, quale cauzione pari al 10%
del prezzo proposto (o in caso di vendita con incanto al
10% del prezzo base dasta). Nel caso di vendita senza
incanto lofferente dovr depositare, altres, nel termine
suddetto dichiarazione contenente lindicazione del
prezzo, del tempo e modo del pagamento ed ogni altro
elemento utile alla valutazione dellofferta.
Il versamento del resto del prezzo dacquisto, dedotta
la cauzione, dovr essere effettuato entro 60 giorni
dalla aggiudicazione su un libretto bancario intestato
alla procedura e vincolato allordine del giudice; in
mancanza si provveder a norma dellart. 587 c.p.c.
Avviso di vendita, ordinanza di vendita e relazione
dellesperto sono disponibili sul sito internet www.
astegiudiziarie.it Maggiori informazioni in cancelleria.
Siracusa, l


Il Cancelliere

societ

Noto.Un team Commissione


di volontari
Toponomastica
si occuper
di raccogliere del Comune:
due strade
e distribuire
i pasti alle
a Filippelli
famiglie
e Battaglia
che ne hanno
Pino Filippelli,Stefano
Jano
bisogno
Battaglia,
Dell'Aquila e Santina
della citt
Scribano. La commis-

PROSSIMA INSERZIONE:

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI www.astetribunale.com


INSERZIONI GRATUITE

Sicilia 9

Insieme si pu fare lancia


il progetto: Un pasto per tutti
E partito il proget-

to Un pasto per tutti, lanciato dal gruppo Insieme si pu


fare,
nellambito
delle attivit sociali,
culturali e di sostegno alla cittadinanza.
Il movimento guidato da Giuseppe Cannazza, nato per dare
un contributo alla comunit netina al fine
di diffondere cultura
e senso di solidariet,
ha voluto lanciare il
primo progetto rivolto ai pi bisognosi.
Un team di volontari
si occuper di rac-

In foto, immagine
di un supermercato.

te del movimento,
nonch responsabile
alle attivit culturali
Enza Oddo la partecipazione alla vita
del movimento ha lo
scopo di sviluppare
idee e progetti idonei
alla diffusione della
cultura nella nostra
citt e nelle zone a
Nellambito delle attivit sociali, culturali
sud della provincia
e di sostegno alla cittadinanza
di Siracusa. Seppure le mie posizioni
cogliere e distribuire tiva collaborazione. commerciali sar de- politiche sono allo
i pasti alle famiglie Il progetto sar svol- voluto alle parrocchie stato
indipendenti
che ne hanno biso- to in sinergia tra il che poi provvederan- il mio impegno nel
gno della citt. Nella movimento Insieme no alla distribuzione. movimento per la
realizzazione grande si pu fare ed alcune Come gi sottolinea- diffusione della codisponibilit e soste- parrocchie della citt, to il movimento In- noscenza.
gno hanno dato Don che individueranno le sieme si pu fare Dopo le prime fasi
Ottavio Ruta, Peni- famiglie che hanno guarda alla politica operative il movitenziere della Basi- maggiori esigenze.
ma va anche oltre mento Insieme si
lica Cattedrale, ed i I volontari dellasso- impegnandosi per le pu fare fornir detfratelli Carpenzano, ciazione effettueran- problematiche delle tagli e numeri inerentitolari dei supermer- no presso i due super- comunit locali. A ti il progetto Un pacati CGS e SI PIU, mercati delle raccolte prescindere da qual- sto per tutti che avr
che lintero movi- alimentari e tutto ci siasi connotazione ricadute certamente
mento hanno voluto che verr donato dai politica ha chiari- positive sulla comuringraziare per la fat- clienti delle attivit to la vice presiden- nit locale.

Ambiente e territorio, Augusta.


Turismo anno zero, nuove idee
Il turismo, anche e soprattutto quello
accessibile, deve essere incoraggiato.
Questo settore rappresenta infatti una
straordinaria opportunit di crescita economica per il nostro territorio
dove, purtroppo, sono ancora tante le
barriere architettoniche e culturali.
Ha esordito cos il deputato regionale Giambattista Coltraro al convegno
su Ambiente e territorio, Augusta.
Turismo anno zero, che si tenuto a
palazzo Zuppello di Augusta.
Liniziativa, organizzata dal movimento Sal - Sviluppo autonomia lavoro, presieduto dallon. Coltraro, ha
rappresentato loccasione per ascoltare gli interventi di due tecnici qualificati del settore, come Filippo Grasso, docente di Analisi del Mercato al
corso di laurea in Scienze del Turismo

dell'Universit di Messina e Bernadette Lo Bianco, esperta in materia


di turismo accessibile. Presenti, tra il
pubblico, molte associazioni di settore e soprattutto tanti cittadini desiderosi di far crescere Augusta dal
punto di vista turistico e culturale.
Tanto che, alla fine del convegno,
numerosi sono stati gli interventi del
pubblico.
Al centro dellappuntamento le
grandi criticit del turismo in un territorio dalle forti potenzialit come
Augusta e della necessit di un piano
di sviluppo turistico. Filippo Grasso
si soffermato sui nuovi modelli di
governance del territorio che devono
partire dalla conoscenza del luogo
e devono avere, come attori principali, gli esperti del settore, vale a

dire operatori turistici, guide turistiche, pro-loco, albergatori e agenti


di viaggio. Alla politica, a detta di
Filippo Grasso, spetta invece il delicato compito di coordinare i diversi
servizi del territorio come cartellonistica, segnaletica, info-point e comunicazione on-line.
Si concentrata sul turismo accessibile Bernadette Lo Bianco la quale
ha dato dei suggerimenti per rendere
il mare e il territorio di Augusta accessibili anche alle persone con esigenze specifiche. Un target di mercato ormai rilevante e che a Siracusa,
anche grazie allattivit dellassociazione "Sicilia Turismo per Tutti"
presieduta da Bernadette Lo Bianco,
registra un aumento in termini di
presenze. Al centro dellintervento di
Bernadette Lo Bianco anche i parchi
inclusivi, di cui si parlato alla presenza di Elena Savatta, project manager, assieme all'architetto Nadia
Trovato, proprio dei parchi inclusivi.

sione comunale per


la Toponomastica ha
deciso di assegnare
ad alcune strade cittadine i nomi di figure
o eventi che hanno
contraddistinto la storia della capoluogo
aretuseo, anche recente.
E cos si deciso di
istituire largo Pino Filippelli (giornalista),
scomparso a marzo
del 2012, nella strada
da via dell'Olimpiade
a via Concetto Lo Bello. Largo Sebastiano
Battaglia (politico e
storico
presidente
Aics), deceduto nel
2010, accettando di
fatto la richiesta dei
comitati provinciali i
promozione
sportiva e destinandogli di
fatto la parte occupata dalla rotatoria tra
viale Santa Panagia
e via Augusta a viale Santa Panagia e
via Europa. Il pugile
siracusano Stefano
Dell'Aquila, donatore di organi e morto
nel 1995, dovrebbe
essere con un parco a lui intitolato nei
giardinetti tra via La
Spezia e via Padova
nel quartiere Santa
Lucia.
Alle donne l'attenzione su due slarghi: il
piazzale XXV novembre (giornata internazionale per l'eliminazione della violenza
contro le donne) dopo
il civico 49 di via Luigi
Spagna e la piazzetta
Vittime di Femminicidio tra i civici 16 e 19
di via Acquaviva Platani. A un'altra donna,
Santina
Scribano,
suora venerabile morta nel 1968 sar invece destinato il ricordo
del largo da traversa
Case Abela a strada
Torre Milocca e Badia
(alla Fanusa, quartiere Neapolis).
La commissione, infine, proporr all'amministrazione comunale
di intitolare la biblioteca comunale di via
dei Santi Coronati, in
Ortigia, allo studioso
e archeologo Saverio
Landolina Nava per
aver dato lustro alla
citt.

SOCIET 10

Sicilia 19 APRILE 2015, DOMENICA

Italia: situazione
drammatica

Leggendo quanto
scrive la stampa
estera sulla situazione dellItalia,
ci rendiamo conto quanto in questo momento ci si
trovi in una situazione drammatica.
Molti la definiscono una pentola a
pressione, pronta
a scoppiare; alcuni avanzano la
previsione di rischi di guerra civile a breve termine.
Noi non vogliamo
essere cos pessimisti, per dobbiamo tener conto
che lanno scorso hanno chiuso
i battenti quasi
380.000 imprese:
oltre mille al giorno.
La pressione fiscale per le imprese del 75,
mentre il livello in
rapporto al PIL ha
superato il 44%.
Nei bilanci INPS
vi un buco di oltre dieci miliardi.
Dallinizio della
crisi, i titoli di credito che alla scadenza non hanno
trovato copertura sono cresciuti
quasi del 13%.
I
disoccupati
sfiorano i 3 milioni. Il tasso di
disoccupazione
intorno al 12%,
mentre quella giovanile, soprattutto

19 aprile 2015, domenica

Turismo religioso
e fede vacanziera

Sono sempre pi frequenti e numerose le

nel meridione,
prossima al 50%.
Da
unindagine
USA il tasso di
povert
italiano
ha superato quello della Spagna. Il
debito pubblico
aumentato di oltre
80 miliardi superando la barriera
dei 2000 miliardi, attestandosi a
quasi il 128% del
PIL.
Un
numero
sempre
pi significativo di
comuni e regioni,
sono in difficolt
finanziarie e sempre pi prossimi
alla bancarotta.
Per tutto quanto
sopra esposto, ci si
aspetterebbe che il
Governo, lasciando da parte tutte
le rivalit di partito e partitini, di
correnti di destra
e di sinistra, faccia

fronte comune per


arginare il declino dellItalia, con
riforme valide ed
immediate.
A cosa invece assistiamo quotidianamente:
Lotte
interne nei partiti
pi forti, beghe
continue, passaggi di deputati con
una disinvoltura
agghiacciante, da
un partito allaltro,
da una corrente
allaltra.
Se qualche legge viene portata
a termine, sono
leggi marginali e
di nessun interesse pubblico. Ci si
interessa dei matrimoni gay, della
difesa delle povere pecorelle (quelle sacrificate sugli
altari della finanza
siamo noi), di risolvere con legge

ad hoc processi
intentati verso deputati di spicco.
Il tutto mi porta
alla mente i polli
di Renzo Tramallino, che, portati
verso morte sicura, si beccavano
fra loro.
Ci fanno o ci sono
(), non capiscono che se il popolo
si ribella i primi a
subirne le conseguenze solo loro ?
Per
completare,
io mi auguro che
il popolo Italiano,
pi
intelligente
dei propri rappresentanti,
sappia
ancora mantenere
la calma in attesa che la Casta
,finalmente unita,
possa, anche lentamente, riportare
lItalia alla normalit.
Giorgio Guarnaccia

escursioni effettuate in luoghi resi noti da


eventi religiosi del lontano passato, o da
altri relativamente recenti. Apparizioni,
miracoli ed ulteriori arcani episodi muovono giornalmente un numero incalcolabile
di curiosi, di turisti e di pellegrini verso
le tradizionali mete, idonee anche alla
meditazione ed alla preghiera collettiva o
personale. Fatima, Lourdes, San Giovanni
Rotondo, Assisi, Cascia e Medjugorje sono
soltanto alcune delle destinazioni scelte
dai vacanzieri della fede, nelle localit che
dallescursionismo religioso hanno saputo
generare autentici ed efficaci business.
Il turismo devozionale interno o estero
prevede delle visite, di breve o media
durata, a luoghi che per i credenti furono
testimoni di apparizioni celesti, ed anche
delle umane vicende di donne e uomini
elevati poi agli onori degli altari. Esiste
per una chiara differenza fra il desiderio
di effettuare unamena gita, e lintima
esigenza di esaminare qualche aspetto
ascetico dellesistenza terrena dei santi,
magari con delle serie riflessioni sulle
verit della fede da loro professate. Infatti,
definire pellegrinaggi certe spensierate
escursioni non certamente il termine pi
appropriato, e il ritorno poi con puntuale
periodicit negli stessi luoghi, ha soltanto
il gusto di una semplice reiterazione di
esperienze singolari, ma gi ampiamente
sperimentate, in localit e circostanze ormai
ben conosciute.
Fra le mete della fede, molto spesso trascurate perch inopportunamente sottovalutate, sarebbe da apprezzare maggiormente la
nostra Siracusa, con la sua miracolosa Madonna delle Lacrime che dal lontano 1953,
anno della sua prodigiosa lacrimazione,
onorata dappertutto con sincera devozione. La nostra citt una destinazione che
andrebbe sempre inserita nel nutrito elenco
delle localit italiane da visitare, magari fra
una sentita prece e un itinerario folcloristico
verso altri gradevoli e tipici luoghi isolani.
La citt natale di santa Lucia e di Archimede,
ricca anche di numerosi pregi naturali e archeologici, merita maggiore riguardo anche
da parte di noi residenti. Come ogni prima
domenica del mese, in quella del giorno di
Pasqua un efficace impulso alla visita di
musei e monumenti nazionali stato fornito
dallingresso gratuito anche a numerosi ed
interessanti siti nostrani. Parecchi nostri
concittadini hanno colto lopportunit per
conoscere, forse per la prima volta nella
loro vita, gli autentici tesori che da sempre
costituiscono la ricchezza culturale della
nostra millenaria citt. Sarebbe superfluo
il suggerimento di riscoprire il patrimonio
religioso-formativo di casa nostra, se non
fosse pressante rivolgerlo a chi ha sempre
preferito spingersi ben oltre fuori porta,
snobbando tranquillamente le stupende
realt della sua terra.

Camaleonte
appellativo ricorrente del lessico
politico, ad indicare
chi, con disinvoltura, volta gabbana o
fa il salto della quaglia da uno schieramento
politico
allaltro, immancabilmente condendo
il trasformismo con
la
giustificazione
retorica degli ideali
traditi e delle battaglie rinnovate sotto
unaltra
bandiera Mentre la verit quasi sempre
molto pi prosaica,
legata a doppio filo
alla cura del particulare.
Di quellappellativo
poco onorevole fu
gravata la memoria
del primo princeps della storia di
Roma dopo la crisi
della res publica,
Ottaviano Augusto.
A formulare quel
giudizio impietoso
sul piccolo Cesare nella satira I
Cesari fu, pi di tre
secoli dopo, un suo
collega, limperatore Giuliano (361363), noto come
lApostata.
Ma, siccome la politica non si fa con
la morale comune
n gli Stati, come
sosteneva Cosimo
de Medici secondo Machiavelli, si
governano coi pater noster, bisogna
guardare ai fatti, per
quanto moralmente ripugnanti siano
stati i mezzi usati
per realizzarli. E
Ottaviano Augusto,
che pur esordisce
sulla scena politica
nemmeno ventenne,
dimostr subito di
possedere uno spiccato senso della storia, nel senso non di
comprenderla, ma
di farla, di costruirla. A guardar bene
tutta la sua lunga
vicenda
politica,
la sua rivoluzione
appare il prodotto
di una logica sperimentale, il contrario
di unimprovvisazione, il frutto di
unintelligenza profonda e minuziosa
della realt e insieme dello smisurato
coraggio di tentare,

Sicilia 11

Canfora svela i segreti


di Augusto. Figlio di Dio
In base ad una accuratissima rilettura dei testi classici (in primis di Appiano) Luciano Canfora
ricostruisce l'avventura politica ed umana di Augusto, il fondatore dell'impero romano
di provare. E poi,
con i suoi scritti, o
in corso dopera (i
Commentarii de
vita sua), o alla
fine dei suoi giorni
(Res gestae), impone la logica bru-

scite a passare e a
consegnarci limmagine di un uomo
che fece della simulazione unarte di
governo impermeabile a qualsiasi sentimento di compas-

Antonio ad Azio nel


31 a.C., port infine
alla pax augusta,
da cui per fu amputata la libertas
repubblicana, tratteggia un ampio e
dettagliato quadro

vare dal confronto


quel che esse non
dicono, i silenzi in
cui si cela la verit
profonda delle azioni umane, e di quelle politiche in specie. Come si evince

Augusto,
il camaleonte
spietato
che si fece
adorare
dai Romani.
Libro ricchissimo, complesso
e affascinante

In alto, il tavolo di presidenza;


sopra, lo scrittore Luciano Canfora;
a sinistra, il pubblico.

tale del vincitore,


che ha ragione perch ha vinto.
Tuttavia, per quanto totalitario sia
stato il governo
della Stato romano,
restaurato, dopo le
guerre civili, sotto
lapparenza della
res publica, ma
di fatto una monarchia, attraverso le
maglie della censura le controstorie
sul quasi cinquantennale principato
augusteo sono riu-

sione o di clemenza
verso i suoi avversari, eliminati tutti
con metodo infallibile e con inaudita
spietatezza.
Della
tormentata
storia di Roma che,
lungo i cento anni
del dissanguante e
alla fine distruttivo
conflitto civile cominciato al tempo
del tribunato della plebe di Tiberio
Gracco (133 a.C.) e
concluso con la vittoria di Ottaviano su

Luciano
Canfora
nel recente saggio
Augusto figlio di
Dio, Laterza 2015,
pagg. 568, euro 24.
Il libro, denso di
fatti e di interpretazioni, rivela ancora
una volta la tempra
dello studioso capace di passare al vaglio le fonti antiche
(Appiano e Seneca
retore, innanzitutto)
e gli studi moderni
disponibili sullargomento, di collazionarle e di rica-

proprio dal lungo


regno di Augusto,
segnato da una inverosimile capacit
situazionista del
figlio adottivo di
Giulio Cesare, che
stringeva accordi
o allentava rapporti con i personaggi
influenti del panorama politico (dal
cesaricida Bruto a
Cicerone, per fare
solo due nomi tra
i pi importanti) a
seconda dellutile
che gliene sarebbe

cultura

venuto. Cinico, oltre


che spietato.
Dirigista al punto da
presiedere perfino
alla pubblicazione,
nei tempi e nelle
forme sempre a lui
utili, del pi importante epistolario
del mondo antico,
quello di Cicerone
(che non salv dalla proscrizione di
Antonio, ma la cui
memoria
recuper, anni dopo, strumentalmente,
nel
pantheon dei veri
patrioti, per dare
alla sua rivoluzione
il volto centrista
della
concordia
ordinum) e da condizionare la creativit dei poeti
cortigiani, Virgilio
e Orazio, Properzio
e Ovidio, incensatori, chi pi chi meno,
della virtus del
principe.
Totus
politicus
definisce Canfora il
fondatore dellImpero romano, cucendo addosso ad
Augusto la stessa definizione che
Croce in una lettera
affibbi a Togliatti: appunto, totus
politicus. Se il paragone ha un senso,
conoscendo gli studi di Canfora su Togliatti, non certo
quello angusto, che
volle dargli Croce, del politico tout
court, bens quello
in cui la politica,
pur autonoma e con
le sue regole, era
inestricabilmente
connessa alla cultura. E difatti Augusto
volle essere anche un pensatore,
sostiene
Canfora,
scrivendo le perdute Hortationes ad
philosophiam. Non
dovrebbe
stupire,
questa sua ambizione,
considerando
che Augusto fu un
leader che pretese
anche di rifondare
la moralit pubblica e di ripristinare
il mos maiorum.
Maestro, insomma,
di tanti leader del
Novecento che ad
un libro di pensiero hanno affidato la
loro concezione del
mondo.
Paolo Fai

SPECIALE 12

Sicilia 19 APRILE 2015, DOMENICA

19 APRILE 2015, DOMENICA

RUBRICA A CURA DELLA CONFESERCENTI DI SIRACUSA

Confesercenti: Venturi lascia lincarico


di presidente nazionale, le sue funzioni
saranno svolte dal vice Vicario Vivoli

Marco Venturi lascia


lincarico di Presidente
Nazionale di Confesercenti. A dare lannuncio stato lo stesso
Venturi, nel corso della
riunione di Presidenza
Confesercenti che ha
avuto luogo mercoled
15 aprile a Roma. La
decisione di Venturi di
fare un passo indietro
arriva a met del mandato di Presidente, che
sarebbe scaduto naturalmente tra due anni.
Dora in avanti, come
previsto dallo statuto
della Confederazione,
le funzioni di Presidente
saranno svolte dal Vice
Presidente Vicario Massimo Vivoli, al quale, da
questo momento, spetta
la legale rappresentanza della Confesercenti
Nazionale. Ho ritenuto che fosse giunto
il momento di favorire
il ricambio e la crescita
della Confederazione,
ha spiegato Venturi. In
questi anni abbiamo
fatto importanti passi
avanti, consolidando
e rilanciando Confesercenti nonostante la
grave crisi sociale e
politica che ha colpito
il nostro Paese e le nostre imprese. Una lunga
crisi che ha rafforzato
la nostra volont di affermare la nostra forza
e la nostra autonomia.
Non dobbiamo avere
timori per il futuro, la
saggezza e lentusiasmo
dei nostri dirigenti e
dei nostri imprenditori,
limpegno dei nostri
dipendenti e dei nostri
collaboratori, rappresentano la migliore
garanzia per la nostra
Confederazione. Lunit, la condivisione e la
determinazione di tutti
noi ha sottolineato
Venturi si tradurranno
sicuramente in ulteriori
successi. Per me un
grande onore succedere
a Venturi in questo incarico, ha commentato

Vivoli. Sar mio particolare impegno raccoglierne il testimone e


promuovere allinterno
della confederazione, a
tutti i livelli, il ricambio
da lui auspicato. Allo
stesso tempo, lavorer
affinch Confesercenti
continui a rafforzare il
proprio ruolo di rappresentanza delle micro,
piccole e medie imprese
italiane nei confronti
di istituzioni e politica,
affrontando con grande
forza i temi del fisco,
del credito e della legalit.Allo stesso tempo,
proseguir con la stessa
convinzione di sempre
il nostro impegno in
Rete Imprese Italia. Una
realt importante, fortemente voluta dal Presidente Venturi, che dal
2006 rappresenta oltre
2,5 milioni di imprese
e che ha portato ad una
vera rivoluzione della
rappresentanza, anche
negli incontri ufficiali
con il Governo, permettendoci di dare maggior
forza al mondo delle
piccole e medie imprese

e dellimpresa diffusa.
Lavoreremo affinch
Rete Imprese Italia
possa essere un interlocutore sempre pi forte
del Governo e del Parlamento, qualificando
ulteriormente la nostra
capacit di interagire
con le commissioni
parlamentari.Sono
molte le sfide future
che attendono Confesercenti e le imprese
che rappresentiamo: ci
lasciamo alle spalle un
2014 ancora segnato dal
perdurare della crisi, e le
PMI italiane non hanno
ancora intercettato una
ripresa che molto
attesa, ma che ancora
non si concretizzata.
Ci aspetta dunque un
lavoro di particolare
importanza per il nostro
Paese e per le imprese del nostro mondo.
Dobbiamo arrivarci con
unorganizzazione pi
che mai viva e vitale, al
centro come in periferia,
capace di raccogliere le
sfide aperte ma anche
di fare comunit. Un
obiettivo che, con la

collaborazione di tutti,
potremo sicuramente
raggiungere.
Sicily Tourism
Highlights: Confesercenti Sicilia presenta
lapp sul turismo
Gi disponibile su
Google Play, a breve
su App Store
Confesercenti Sicilia
punta sullinnovazione
e investe nellutilizzo
delle nuove tecnologie
a servizio dello sviluppo
dellimprenditorialit
turistica e del territorio. La Confederazione
Siciliana, ha presentato
in occasione della XVII
edizione del Travelexpo
una nuova applicazione Sicily Tourism Highlights per
smartphone e tablet gi
disponibile su Google
Play e a breve su App
Store, che coniuga le
caratteristiche di un
sistema intuitivo cosi
detto user friendly, con
il must della portabilit, fattori sempre
pi richiesti dal turista
moderno alla ricerca

di una esperienza di
viaggio unica e personalizzata. Sicily Tourism Highlights uno
strumento innovativo
attraverso il quale offrire sulle aree di maggiore
interesse turistico della
Sicilia degli itinerari,
organizzati secondo
alcuni tematismi, che
ricomprendono i principali siti culturali, storici
e paesaggistici, rispetto ai quali verranno
selezionati e proposti
una serie di servizi che
completeranno lofferta
del territorio. Il turista
attraverso lAPP ha la
possibilit di scegliere,
a fronte di un percorso
di interesse, chi sar
la guida abilitata con
cui visiter il sito, in
quale struttura ricettiva allogger, in quali
ristoranti poter gustare
le specialit locali, dove
poter acquistare i prodotti tipici artigianali,
i sistemi di mobilit
pubblica e privata (taxi
e ncc) a cui rivolgersi
ecc.. il tutto potendo
godere di coupon che, in

occasione di particolari
eventi, consentiranno
di disporre di sconti
e promozioni. Inoltre
attraverso il coinvolgimento di tour operator
e agenzie di viaggio
sar possibile anche
proporre package tour
completi. Lidea progettuale nasce dallinterlocuzione tra la Confesercenti Sicilia e lAGT
Palermo Associazione
delle Guide Turistiche
dal 2014 aderenti a
Federagit Confesercenti
Sicilia, ma coinvolge anche tante altre
federazioni verticali
appartenenti alla Macro Area Turismo della
Confederazione; AIGO
(Strutture Extra Alberghiere), FIBA (Imprese
Balneari), Assoviaggi
(Agenzie di Viaggio e
Tour Operator) Federnoleggio (Noleggiatori
Con Conducente), che
sono espressione delle
varie componenti della filiera turistica. Un
progetto attraverso il
quale favorire lintegrazione dei fattori che
compongono lofferta
turistica e dare il proprio
contributo nella definizione di un modello organizzativo strutturato
dei prodotti turistici del
territorio. Sicily Tourism Highlights si candida a coprire lintero
territorio regionale, ma
in occasione della XVII
edizione del Travelexpo
stata presentata, in
questa fase di start up,
lofferta turistica della
citt di Palermo con un
prodotto che propone
al turista una selezione
tra itinerari, strutture extralberghiere, ristoranti
e Agenzie di Viaggio.
LAPP sar promossa
non solo sui portali
della Confederazione
regionale e delle sedi
locali ma anche attraverso il coinvolgimento
dei TO e delle agenzie
di viaggio, e potr essere
scaricata su dispositivi
mobile mediante QR
CODE. Si punta cos a
intercettare la crescente
domanda di turismo non
intermediato che sceglie
la propria esperienza di
viaggio sulla rete.

Nel mese di febbraio


crescono sia export
(+2,5%) che import
(+0,6%)
Crescono i flussi commerciali con lestero.

A febbraio, su base
congiunturale, aumentano sia leesportazioni
(+2,5%) che le importazioni(+0,6%). Lo rileva lIstat.Lincremento
tendenziale delle esportazioni pari al3,7%
ed trainato dalle vendite verso larea extra
Ue(+7,1%). Laumento
in valore riflette la positiva dinamica siadei
valori medi unitari
(+2,4%), sia dei volumi
(+1,3%). Picontenuto
lincremento tendenziale dellimport (+1,0%)
che la sintesi della
crescita degli acquisti
dallarea Ue (+4,9%)
edella flessione (-4,1%)
dallarea extra Ue. Al
netto deiprodotti energetici (-27,8%), si registra una marcata crescitatendenziale (+6,8%).
Lo rileva lIstat aggiungendo che lavanzocommerciale di 3,5
miliardi (+2,7 miliardi
a febbraio 2014).Al
netto dellenergia, la
bilancia risulta in attivo
per 6,1miliardi. Lincremento congiunturale
dellexport determinato da una crescita delle
vendite particolarmentesostenuta verso i mercati extra Ue (+4,5%),
a fronte di unincremento pi limitato
(+0,8%) verso larea
Ue. I benistrumentali
(+7,6%), i beni di consumo durevoli (+3,9%)
e iprodotti energetici
(+2,7%) sono in espansione. Laumentocongiunturale dellimport
principalmente determinatodallarea extra Ue (+1,1%). La
crescita diffusa a
tutti iprincipali raggruppamenti di beni, a
eccezione dei prodottiintermedi (-1,8%) e
dei prodotti energetici
(-1,3%).Nellultimo
trimestre, la dinamica
congiunturaledellexport (+1,1%) risulta
positiva per entrambe
le aree diinterscambio.
Al netto dei prodotti
energetici la crescita
pi sostenuta (+1,8%),
con i beni di consumo
durevoli (+3,2%)in
rilevante espansione.
Sempre a febbraio,
la crescitatendenziale
dellexport particolarmente sostenuta per
StatiUniti (+48,5%)
e Repubblica ceca
(+14,3%). Anche Polonia(+10,8%) e Turchia

(+10,6%) sono in forte


espansione. Inmarcata crescita le vendite
di mezzi di trasporto, autoveicoliesclusi
(+32,8%) e solo autoveicoli (+31,6%).
Gli acquisti daStati
Uniti (+20,5%) e Cina
(+18,1%) e di mezzi di
trasporto,esclusi autoveicoli (+30,1%) e solo
autoveicoli (+19,1%)
sonoin forte crescita.
Assoturismo: No
allaccorpamento
dellEnit allICE o
agli istituti di cultura
Assoturismo-Confesercenti esprime
profondo disappunto
riguardo alle dichiarazioni del ministro
Franceschini, secondo
cui lENIT andrebbe
accorpata allICE o
agli istituti di cultura.
Nel primo caso infatti,
ossia lincorporazione
con lICE, desta preoccupazione il fatto che
si pensi che importare
emozioni, stati danimo, voglia di cultura e
bisogno di relax possa
avere gli stessi percorsi promo-commerciali
dellesportazione di
scarpe, lavatrici, o qualsiasi altro manufatto.
Secondo Assoturismo
le due cose non sono
affatto accostabili: si
tratta, infatti, di usare
messaggi diversi, con
interlocutori differenti

e diversamente interessati, in tempi disuguali,


su mercati spesso diversificati, utilizzando slogan e strumenti comunicativi differenziati che
susciteranno emozioni
e fattori di spinta verso
il Bel Paese per il turismo, mentre per le merci
dovranno prevedere
impostazioni tendenti
ad esaltare il prodotto.
Emozionale il primo,
materiale il secondo. In
quanto poi agli istituti di
cultura, cos importanti
per gli scopi per cui sono
stati istituiti, si pensa
realmente che possano
operare con il fine di
riportare i tedeschi sulle spiagge romagnole,
oppure gli inglesi in
Versilia, oppure ancora
sviluppare lo sci, il
termalismo, il turismo
dei laghi e delle isole
minori? Secondo noi
infatti la sfida di ENIT
proprio quella di rivitalizzare una stagionalit
attualmente in crisi,
eppure cos importante
per intere province italiane, non certo quella di
promozionare Venezia o
Firenze, oppure Milano
nel periodo dellExpo
o Roma nellanno del
Giubileo; turismi che si
vendono da soli. ENIT,
qualunque sia la sua
struttura va riorganizzato, finanziato consistentemente, valorizzando
le professionalit di

coloro che hanno fatto grande esperienza


anche nelle sedi estere, vera risorsa della
struttura.Assoturismo
invita, dunque, ad un
ripensamento riguardo
i progetti di fusione
dellEnte ed esorta il
Governo a decidere
per unENIT che sia
un ombrello aperto su
tutti i territori e su tutte
le imprese.
Dalle giornate europee di Ferrara
promosse da Confesercenti e Vitrines
dEurope un forte
impulso al rilancio del commercio
urbano
Si svolgeranno a Ferrara dal 19 al 20 aprile
prossimi, nel Salone
dOnore della Pinacoteca Nazionale a Palazzo
dei Diamanti, le XIII
Giornate Europee del
Commercio e del Turismo Urbano, organizzate da Confesercenti
e Vitrines dEurope
(raggruppamento di
associazioni europee
del commercio e della
p.m.i.) con limportante
supporto del Comune
di Ferrara, della Camera di Commercio e
la collaborazione della
Pinacoteca Nazionale.
Dopo laccoglienza e
il saluto ai partecipanti,
provenienti dallItalia e
da diversi Paesi europei

Sicilia 13

e linaugurazione delle
Giornate di domenica
19 nel Palazzo Municipale, i lavori riprenderanno luned alla
Pinacoteca Nazionale
con quattro sessioni di
lavoro: - Il ruolo del turismo e della cultura nello
sviluppo del commercio
e delleconomia delle
citt; - E-commerce e
Smart shop: tecnologie
e competenze per linnovazione; - Politiche
ed esperienze di promozione del commercio
urbano; - Fondi strutturali europei 2014-2020:
quali opportunit per i
settori del commercio
e del turismo. Parteciperanno, tra gli altri,
allincontro, il Sindaco di Ferrara Tiziano
Tagliani, il Presidente
della Regione Stefano
Bonaccini, lAssessore Regionale Andrea
Corsini, lAssessore al
Commercio di Barcellona Raimond Blasi,
lAssessore Roberto
Serra e il Vice Sindaco
Massimo Maisto del
Comune di Ferrara,
il Segretario Generale della Confesercenti Nazionale Mauro
Bussoni, il Presidente
della Camera di Commercio Paolo Govoni,
il Presidente e il Direttore Provinciale di
Confesercenti Paolo
Benasciutti e Alessandro Osti, il Presidente
di Vitrines dEurope
Stefano Bollettinari e
numerosi altri relatori italiani e stranieri.
Loccasione di poter
avere nella nostra citt
un confronto di cos alto
livello sulle politiche di
valorizzazione dei centri storici, una grande
opportunit e motivo
di particolare soddisfazione per Confesercenti
Ferrara sostiene il
Presidente Provinciale
Paolo Benasciutti che
aggiunge: proprio in
un momento delicato
come questo, caratterizzato da una lunga crisi
dei consumi, che ha
determinato molte chiusure di attivit, anche
in zone di tradizionale
valore commerciale
come il centro storico,
e si paventa lapertura
di un Outlet a pochi
chilometri dalla citt,
importante che imprese
ed Amministrazioni
possano discutere delle
proprie esperienze e di

speciale

come la valorizzazione
delle piccole attivit di
vicinato, rappresentino
un valore economico
e sociale per le nostre
citt. Speriamo sia
finita la fase pi nera
attraversata dalla piccole e medie imprese
commerciali dal dopoguerra ad oggi sostiene
Stefano Bollettinari
Presidente di Vitrines
dEurope e Direttore di
Confesercenti Emilia
Romagna ma proprio
nel momento in cui sembra profilarsi la ripresa
economica, il nostro intento di lanciare dalle
Giornate di Ferrara un
segnale chiaro e forte
alle Autorit europee e
italiane per valorizzare
e promuovere il commercio urbano e di prossimit, vero e proprio
presidio sociale che,
oltre ad avere un valore
economico, garantisce
la qualit della vita delle
citt. In questi ultimi
anni, bene ricordare,
hanno chiuso, solo in
Italia, diverse decine
di migliaia di piccole
attivit commerciali,
massacrate da una crisi
lunghissima ma penalizzate anche dallaumento della pressione
fiscale, da norme sbagliate come la Direttiva
europea Bolkestein e
dalla mancanza di politiche adeguate di sostegno. Dal Convegno di
Ferrara chiediamo una
forte svolta nelle politiche per le p.m.i. a tutti
i livelli. I momenti di
dibattito e di confronto
sono indispensabili per
superare una crisi senza
precedenti, che ha coinvolto non solo il Vecchio
Continente sottolinea
lAssessore al Commercio del Comune di
Ferrara, Roberto Serra
lassunzione di strategie indispensabile
non solo per garantire
un immediata ripresa
ma anche per prospettare un trend di crescita
nel tempo. LAmministrazione comunale
ben lieta di ospitare le
XIII Giornate Europee
del Commercio e del
Turismo Urbano nella
consapevolezza che
scaturiranno importanti
input. Compito di tutti
sar poi, a vario titolo
e a vari livelli, rendersi
portavoce dei risultati
che il Convegno espliciter.

Cultura 14

19 aprile 2015, domenica

Sicilia 19 APRILE 2015, DOMENICA

Nella filigrana
della storia biblica ben visibile il filo rosso
della violenza.
La violenza della menzogna che
satana raccont
ai primi uomini,
inducendoli a
rendersi autonomi e indipendenti da Dio

di Roberto Tondelli
La violenza contro il genere femminile ma anche
contro i minori
ritenuta oggi
una
violazione
dei diritti umani.
In realt molto
di pi, una violazione del diritto divino. Ce lo
dimostra
infatti
Ges stesso che
ebbe rapporti cordiali e affettuosi
con le donne che
lo seguivano e lo
assistevano, Giovanna, Maria di
Magdala, Salme,
e altre. Similmente egli accolse i
bambini, indicandoli come esempi
a coloro che vogliono entrare nel
regno di Dio. Chi
si affida a Ges
per ubbidire a lui
ha il diritto di
essere chiamato
figlio di Dio (Gv.
1,11). Se perci
si usa violenza su
un figlio di Dio si
infrange il diritto
divino, non solo
quello umano.
Nella
filigrana
della storia biblica ben visibile
il filo rosso della
violenza. La violenza della menzogna che satana
raccont ai primi
uomini, inducendoli a rendersi
autonomi e indipendenti da Dio.
La violenza di
Caino che per un
pretesto uccise il
fratello.
La violenza della schiavit patita dal popolo
ebraico in Egitto.
La violenza delle
faide, delle innumerevoli vendette e guerre che
troviamo
nella
storia biblica. Le
violenze di ogni
genere attuate in
luoghi famigerati come Sodoma
e Gomorra. Giovanni il Battista fu
vittima dellodio
violento di Erodiade, donna che
re Erode aveva rubato a suo fratello Filippo, di cui
era moglie. Paolo
apostolo sub vio-

Violenza di genere
e altro ancora
lenze per motivi
religiosi: fu perseguitato,
malmenato, battuto,
lapidato. Quanta
violenza
perpetrata per motivi
religiosi, politici,
economici,
sessuali, ma sempre
egoistici.
C la violenza
fisica, la violenza
verbale (le parole sono pietre!),
la violenza psicologica, ma di
qualunque genere di violenza si
tratti essa, dice
Ges, viene dal
di dentro dellessere umano. La
persona fu creata simile a Dio,
ma col peccato
quella
immagine e somiglianza
si sbiadirono, si
offuscarono. La
persona
umana
perse il contatto
con la bont di
Dio per incamminarsi sulle vie
del male, della
presunzione, della
violenza. Per questi motivi Ges
invita al cambiamento
interiore
(= conversione),
senza il quale leggi e decreti fissati
in congressi inter-

nazionali valgono
a poco, purtroppo.
Luomo deve cambiare dentro.
A tale scopo la
riflessione accurata sulla parola
di Cristo, la considerazione
della parola di Dio
accompagnata da
preghiera,
pu
servire a eliminare
lignoranza e labbrutimento della
violenza. Lesempio di Ges pu
calmare linteriore
della persona, la
quale si incontra
con laffetto di

Dio proprio nella


persona di Cristo. Solo Ges
pu calmare e debellare i dmoni
della maldicenza,
dellinganno, della menzogna e di
ogni forma di violenza che agitano
lanimo umano.
Ecco quindi che
levangelo raccomanda ai mariti
di convivere con
discrezione
con
le loro mogli, che
sono eredi anche
loro della grazia
divina (Pietro);
di non provocare

lira dei figli (Paolo), ma di trattarli come doni di


Dio; raccomanda
alle mogli di rispettare i mariti;
ai giovani di avere relazioni buone
con donne e uomini anziani; raccomanda al giovane
di trattare con tutta purezza le giovani (Paolo).
Levangelo propone a tutti la moralit veramente umana del Figlio di
Dio. Cio di chi?
Proprio di colui
che sub violen-

ze di ogni genere,
fino alluccisione.
E le sub come colui che non aveva
fatto torto ad alcuno, aveva trattato
tutti con veracit
e cordialit, aveva
proposto e impersonificato la verit
di Dio. In cambio
del suo amore,
venne ucciso. Ma
per la potenza di
Dio risuscit dai
morti!
Chi dunque malmena un fanciullo usa violenza
contro Cristo. Chi
stupra una donna o violenta un
vecchio lo fa alla
persona di Cristo.
Una donna che usa
maldicenza contro il marito lo fa
a Ges stesso. Un
uomo che tradisce
la moglie tradisce
Cristo. Chi prende
il marito di unaltra le fa violenza.
Chi prende la moglie di un altro usa
violenza
contro
laltro.
Ogni violenza
pertanto la violazione del diritto
divino, garantito
dalla parola stessa
di Dio che chiama ogni persona
alla conversione,
al cambiamento
interiore e infine
al riconoscimento
che amore, affetto
e dolcezza sono di
gran lunga migliori di odio, impazienza e amarezza.
Occorre ritrovare
la bellezza e la
profondit dellamore di Dio, meditando sulla sua
parola buona, per
incamminarsi sulla via che il Signore ci ha tracciato.
Occorre farlo subito, con umilt e
cominciando da
noi stessi. (Chiesa di Cristo Ges
via Modica 3
di fronte ingresso
Istituto F. Insolera mercoled e
venerd ore 19:30,
conversazioni bibliche; domenica
ore 10:30, culto
al Signore - info:
0931.1935947
340.4809173
email: chiesadicristo@alice.it).

Contro la neopromossa C.A.R.A di Mineo

Oggi al Nicola De Simone


azzurri alla passerella finale

Sar loccasione propizia per ringraziare societ e squadra per la promozione.


Giusta la scelta della rappresentativa multietnica per la parata di fine stagione

Non stato faci-

le organizzare la
parata finale degli
azzurri per la festa
della promozione.
E alla fine, fra chi
avrebbe preferito
che fosse la Juve
a scendere al Nicola De Simone e
chi lInter, fra chi
sosteneva chera
meglio la Roma
e chi il Napoli,
con i pi modesti
che si sarebbero accontentati
del Palermo, ha
trionfato il buonsenso e la scelta
caduta
sulla
simpatica rappresentativa multietnica del Centro
di
Accoglienza
Rifugiati di Mineo, protagonista
di due promozioni
consecutive
che dalla terza
lhanno
portata

in prima categoria dopo una lotta


serrata col Motta
SantAnastasia.
E finalmente per
il Vostro cronista non ci vorr
lintervento
dei
servizi segreti per
entrare
nellordine di idee dei
due contrapposti
allenatori,
perch Anastasi per
il Siracusa e il
binomio Manzella Trombino, faranno di tutto per
dare spazio sia
ai protagonisti di
tante battaglie, sia
a chi, per un motivo o per laltro,
non ha avuto la
stessa visibilit.
Un incontro, dunque, in cui non ci
saranno finalmente i tre punti in palio e si scender
in campo solo per

Calcio a 5/M, per Le Formiche


Men inizia l'avventura play off
M

ancano poche ore alla prima sfida play


off promozione per la squadra maschile
de Le Formiche Siracusa, reduce da un
ottimo debutto in serie D. Una stagione
da incorniciare per la formazione guidata dal duo Sarci-Bianchini, conclusa in
vetta alla classifica ad un solo punto di distacco dalla vice capolista, il Citt di Canicattini. Domani, a partire dalle 19 tra
le mura del PalaLobello Le Formiche incontreranno la vincente tra le formazioni
rispettivamente terza e quarta classificata, Carlentini e I Bruchi.
L'Obiettivo play-off - dichiara il direttore tecnico Peppe Sarci - stato raggiunto e per questo voglio ringraziare l'intero
team maschile de Le Formiche. I nostri
ragazzi, hanno messo in campo un grande
impegno e spirito di sacrificio, fattori che
ci hanno consentito di arrivare in breve
a questi risultati. La squadra ci ha messo davvero il cuore e questo ci incoraggia
ancora di pi ad andare avanti e chiss
anche superare il nostro obiettivo stagionale, per questo invitiamo il pubblico siracusano a sostenerci.

contribuire
alla
maggiore saldatura fra pubblico e
squadra, fra semplici spettatori e
societ.
Un incontro accademico che potrebbe, se fosse
consentito, essere
giocato senza direttore di gara e
che oltre ai risvolti tecnici e agonistici, evidenzier
gli scopi reconditi
di questa festa finale che sono di
natura sociale e
che affondano le
radici nel senso
di accoglienza,di
ospitalit e di
fratellanza
che
dovrebbero esistere fra uomini
di diverse etnie
in un mondo che
ripudia questi valori e che sostiene invece le pi

odiose divisioni.
Nel rivolgere un
sentito ringraziamento agli artefici di questa scelta
ci sarebbe piaciuto incontrare oggi
in tribuna, quale
ospite
donore,
Carmelo
Amato, il telecronista dellincontro
fra Igea Virtus e
Scordia, che con
la sua calorosissima e coloritissima performance
ha regalato ai tifosi azzurri momenti di altissima
emozione.
Sarebbe
infine
bello, se allingresso della due
squadre in campo, la gradevolissima
speaker
ufficiale, nostra
amabile collega,
sulle note in sottofondo di Azzurro, ricordasse, quei tifosi che
non sono arrivati
a godere di questo momento di
gioia e quei cari,
valorosi
colleghi giornalisti (da
Lino Romano a
Claudio Vallone,
da Saretto Leotta
a Pino Filippelli,
a Pippo Di Silvestro e a quanti altri in questo

Pallamano,al Pala Santa Filomena


di Chieti lAlbatro di mister Vinci
stecca la prima gara play off

Un

Albatro tutto cuore non basta


per superare la formazione friulana
del Trieste. Peccata veramente, i ragazzi di mister Vinci non riescono
a superare una squadra sicuramente
alla loro portata come i triestini di
mister Oveglia. Un Albatro dai due
volti, cinica precisa nelle conclusione e in difesa nel primo tempo, distratta con tanti errori sia in attacco
che in difesa nel secondo tempo.
Partono subito in avanti friulani, che
nonostante lequilibrio in campo, riescono a mantenere il vantaggio per
buona met del primo tempo. Per assistere al sorpasso areruseo, bisogna
aspettare il 20 in cui litaloargentino
Bianchi con un tiro sotto mano porta avanti lAlbatro sul 9-8. Il match
continua sulla linea dellequilibrio
fino al 28 quando, prima Conigliaro e poi Dedovic chiudono il primo
tempo in vantaggio di 4 reti con il
punteggio di 14-0. Nella ripresa
entra in campo solo il Trieste. In

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

momento di sincera commozione


possono sfuggire
al vostro cronista)
che da lass hanno
sicuramente
contribuito a scri-

vere questa bella


pagina di Sport,
destinata ad entrare fra le pi
belle della storia
del Siracusa.
Armando Galea

meno di tre minuti i friulani azzerano


il passivo di -4 portandosi in vantaggio sul 20-19 quando il tabellone segna 11 20. La reazione di Dedovic
e compagni si fa sentire e la partita
torna sul filo dellequilibrio. Nel finale i triestini prima con Cunjak e
poi con Dapiran e, grazie alle parate
di Postogna, tornato in campo dopo
sei mesi di stop per un intervento al
ginocchio, riprende il largo e chiudendo il match sul 29-32.
Adesso le speranze di qualificazione per Calvo e compagni sono appese ad un filo che si chiama Carpi
con cui si sfideranno oggi alle 18.30
. Trieste vince, dunque, ma senza
annullare il +4 incassato ieri contro
la Terraquilia Carpi (32-28). E agli
emiliani basta un punto per raggiungere le semifinali Scudetto, mentre
il Teamnetwork Albatro ha bisogno
di un successo con almeno quattro
reti di scarto per passare il turno. Le
due formazioni scendono in campo
domani pomeriggio a Chieti, fischio
dinizio alle 18:30 e live streaming
su www.figh.it. Chi vince la Poule
dAmmissione ai Play-Off affronter
in semifinale la Junior Fasano.
Salvatore Cavallaro

Sicilia

SPORT PAGINA 16 19 aprile 2015, domenica

Cassia:
Abbiamo
disputato
una partita
quasi
perfetta

Pallanuoto, la stracittadina
va ancora allOrtigia
L

Igm Ortigia si aggiudica, con il risultato finale di 5-9, il


derby siracusano ed
ipoteca cos un posto
nei play off promozione, per la 7 Scogli
ancora una sconfitta
che la lascia in zona
pericolosa ella classifica. Giornata di
festa alla Cittadella dello Sport che,
anche stavolta, ha
risposto in maniera
massiccia per la seconda stracittadina.
800 spettatori, infatti, hanno gremito
questo pomeriggio
gli spalti della Caldarella, incitando da

La stracittadina la vince ancora l'Ortigia di mister Cassia


che con questa vittoria entra matematicamente nei play off
una parte e dallaltra
le due squadre.
I biancoverdi, guidati da Peppe Cassia a
causa della squalifica di una giornata
comminata a Gino
Leone, sono entrati
in vasca con il sette
tipo formato da Patricelli, Lisi, Abela,
Puglisi, Di Luciano,
Rotondo e Danilovic. Primo tempo che
lOrtigia ha chiuso in
vantaggio grazie ai
gol di Abela e Di Luciano, mentre per la

7 Scogli andato in
rete Legrenzi. Stesso
copione anche nella
seconda frazione di
gioco, quando al momentaneo pareggio
di Camilleri, lOrtigia ha risposto con
Rotondo e Di Luciano, entrambi dalla
distanza. Anche il
terzo tempo terminato col medesimo
parziale, con le reti
biancoverdi di Abela
(su rovesciata) e Puglisi, e il solito Camilleri per la 7Sco-

gli. Quarto e ultimo


tempo concluso col
parziale di 2-3 per
lOrtigia, con il gol
di Puglisi e la doppietta di Di Luciano
per i biancoverdi, e le
reti di Messina e Camilleri per i padroni
di casa. E stata
una partita corretta
e senza colpi proibiti e questa credo sia
la cosa pi bella di
questa giornata ha
commentato Peppe
Cassia a fine partita.
Credo che oggi lOr-

tigia abbia disputato una partita quasi


perfetta, difendendo
in maniera impeccabile e concludendo
in porta con la giusta
cattiveria.
Abbiamo superato
un periodo di paura,
legato alle squalifiche che avevano ridimensionato un po il
nostro gioco e cavevano fatto affrontare
gli scontri diretti non
al meglio delle nostre forze. Andiamo
avanti cos, convinti
di poter dare ancora
tanto e di poter disputare i play off al
meglio.

stati protagonisti di
un grande girone
di ritorno, abbiamo
ritrovato la voglia
di giocare e lottare su ogni palla.
Palermo un organico fortissimo
che avrebbe potu-

to raggiungere i
playoff. Verranno
motivati, ma anche noi vogliamo riscattare la
recente sconfitta,
non dimenticando
la partita dellandata.

Basket maschile serie C

Al Palakradina si chiude
il sipario per lAretusa

ltima fatica per


l'Aretusa di basket
con
lobiettivo,
quello di salutare
nel modo migliore
il proprio pubblico con una vittoria
e, per ringraziare
uno degli elementi che hanno dato
tanto in questi anni
alla causa bianco
verde, Francesco
Messina. Oggi alle
18, al Palakradina,
la Kama Italia Are-

tusa concluder il
suo
campionato
ospitando il Green Palermo. Per
loccasione coach
Anastasi ha convocato anche Claudio Casiraghi che,
malgrado linfortunio muscolare,
andr in panchina. Quella di oggi
sar lultima partita in bianco verde per Francesco
Messina. Il nume-

ro sei bianco verde,


protagonista di tante vittorie, lascia infatti lattivit agonistica e dovrebbe
intraprendere quella dirigenziale. La
stagione stata
positiva - spiega
Messina - dopo
un avvio difficile
ci siamo ripresi.
Devo
ammettere
che il cambio di
guida tecnica stato decisivo. Siamo

Calcio,
Palazzolo
in trasferta
a caccia
Eccellenza
V

ogliamo la finale e lotteremo fino


alla fine facendo
ci che ci riesce
meglio, giocare a
calcio: il Palazzolo,
infatti, ha dimostrato di poter battere
chiunque e anche
domani dar il massimo
nellintento
di conquistare la
vittoria. Con queste parole cariche
di determinazione
e con la consueta
fiducia nei confronti della squadra il
presidente Graziano Cutrufo spinge
il Palazzolo verso
quella che, qualora
dovesse andare in
porto, rappresenterebbe una vera
e propria impresa:
battere
lAtletico
Gela in trasferta e
guadagnarsi laccesso alla finale dei
play-off. Il match di
questo pomeriggio
vedr i gialloverdi
al gran completo:
anche il centrocampista Brian Quarto,
infatti, ha recuperato dal relativo infortunio e potrebbe
scendere in campo
sin dallinizio nel
tradizionale schieramento che, nel corso della stagione,
lo ha visto giocare
a fianco di Mirko
Linares e di capitan
Gigi Calabrese. Lunica assenza forzata sar quella dello
squalificato Roberto
Miraglia. Siamo
reduci da tre vittorie
consecutive e da altrettante prestazioni
di grande spessore
sottolinea il patron della societ
iblea, Graziano Cutrufo - il fatto di giocare i play-off subito dopo la fine della
regular-season, pu
rappresentare
un
vantaggio".