Sei sulla pagina 1di 8

Propriet fisiche

Propriet chimiche

Punto di ebollizione e fusione bassi


Se catena lineare, punto di ebollizione
aumenta allaumentare della massa
molecolare
Se catena ramificata, punto di ebollizione
inferiore al corrispondente isomero lineare
Se ramificazione rende struttura molecolare
simmetrica e compatta, punto di fusione
aumenta
Se ramificazione isolata, punto di fusione
diminuisce
Composti apolari
Insolubili in acqua e solubili in solventi organici
apolari
Densit inferiore a acqua

Alcheni
CnH2n

Punto di ebollizione simile a alcani

REAZIONI: Addizione elettrofila


o Idrogenazione (sin-addizione) con catalizzatore Pt, Pd o Ni
riduzione ad alcani
o Addizione di acidi alogenidrici alogenoalcani
o Addizione antico-planare di alogeni dialogenoalcani
o Addizione di H2O con catalizzatore H+ - alcoli
o Saggio di Bayer: Ossidazione con KMnO4 gicoli + MnO2 +
KOHsoluzione si decolora
o Saggio con Br2soluzione si decolora

Alchini
CnH2n-2

Punto di ebollizione pi alto

REAZIONI: Addizione elettrofila


o Idrogenazione catalitica riduzione ad alcheni
o Idrogenazione con catalizzatore disattivato Pd/BaSO4/chinolina
riduzione ad alcheni cis
o Idrogenazione con Na/NH3 liquida riduzione ad alcheni trans
o Addizione di acidi alogenidrici dialogenoalcani
o Addizione di alogeni alcheni trans 1,2-disostituiti
o Addizione di H2O con catalizzatore H+/HgSO4 tautomeria chetoenolica
o Ossidazione con KMnO4 chetoni + MnO2 + KOH
o Saggio con AgNO3precipitato bianco

Idrocarburi
aromatici
C6H6 (benzene)

o
o

Composti apolari
Insolubili in acqua e solubili in solventi organici
apolari
Densit inferiore a acqua
Punto di ebollizione e di fusione aumenta

Alcani
CnH2n+2
Cicloalcani
CnH2n

o
o

o
o

o
o
o

o
o

Scarsa reattivit chimica a causa di forti legami C-C e piccola


differenza elettronegativit C-Hparaffine

REAZIONI
o Ossidazione: combustione
o Sostituzione: alogenazione
o Deidrogenazione
o Cracking
o Saggio con I2colorazione violetta

Presenza di nuvola di elettroni delocalizzati sopra e sotto piano


anelloreagente nucleofilo (base di Lewis)

REAZIONI: Sostituzione elettrofila


o Alogenazione catalizzata da acido di Lewis alogenobenzene +
acido alogenidrico

allaumentare di atomi di C
A temperatura ambiente benzene e analoghi
liquidi, derivati policiclici solidi tendono a
sublimare

o
o
o
o
o

Nitrazione catalizzata da H2SO4 nitrobenzene + H2O


Solfonazione catalizzata da H2SO4 acido benzensolfonico + H2O
Alchilazione di Friedel-Crafts benzene alchilico
Acilazione di Friedel-Crafts chetone aromatico + acido
alogenidrico
Saggio di Friedel-Crafts con CHCl3 e AlCl3colore rosso-arancio,
blu/porpora o verde

Alogenuri
alchilici
R-X

Composti polari a causa di maggiore


elettronegativit alogeno
Insolubili in acqua (no legami a idrogeno)
Solubili in solventi organici

Elevata reattivit a causa di polarizzazione legame C+-XEntit polarizzazione decresce al diminuire di differenza
elettronegativit
REAZIONI:

Sostituzione nucleofila SN2 o SN1 a seconda di concentrazione


nucleofilo, struttura substrato, reattivit nucleofilo, solvente di
reazione. SN2 avviene con inversione di configurazione, o SN1
favorisce racemizzazione
o Eliminazione HX (deidroalogenazione) E2 o E1 miscela di
alcheni, in cui prevale alchene pi sostituito e alchene E (con
meccanismo E1)
o Saggio con nitrato dargento alcoolicoalogenuri si differenziano
per velocit con cui si forma precipitato
o Saggio con ioduro di sodio e acetone solo con bromuri e cloruri
o

Alcoli
R-OH

Fenoli
Ar-OH

Derivati organici acqua


Molecole con geometria angolare con angoli di
legame 104,5
Punto di ebollizione pi alto rispetto a
idrocarburi e eteri a causa di forti legami a
idrogeno intermolecolari
Solubili in acqua se a basso peso molecolare
Acidi molto deboli (10-19<Ka<10-16) a causa
di instabilit base coniugata, ione alcossido
ROAcidit aumenta se molecola contiene atomi
elettron-attrattoriione alcossido stabilizzato
per effetto induttivo

REAZIONI:
ROTTURA LEGAME O-H
o Formazione di alcolati in presenza di basi molto forti (NaNH 2,
metalli alcalini e idruri metallici) e con liberazione di H 2
o Ossidazione con ossidanti forti KMnO4 o CrO3 o K2Cr2O7: alcoli
primarialdeidiacidi carbossilici; alcoli secondarichetoni. Mn
passa da +7 (viola) a +2 (rosa pallido), Cr passa da +6
(arancione) a +3 (verde)
ROTTURA LEGAME C-O
o Sostituzione nucleofila in ambiente acido via SN1 (alcoli terziari)
o SN2 (alcoli primari e secondari), con opportuni agenti
alogenanti (SOCl2 o PBr3) nel caso in cui venga usato HCl
alogenuri alchilici+H2O
o Disidratazione (eliminazione) E1 (alcoli terziari) o E2 (alcoli
primari e secondari) in presenza di H2SO4 concentrato a elevata
temperatura alchene pi sostituito+H2O
o Saggio di Lucasdiversi tempi intorbidimento

Derivati organici acqua


Molecole con geometria angolare con angoli di
legame 104,5
Punto di ebollizione pi alto rispetto a
idrocarburi e eteri a causa di forti legami a
idrogeno intermolecolari
Acidi un milione di volte pi forti di alcoli, a
causa di delocalizzazione carica negativa ione
fenossido ArO- in posizione orto e para
sullanello aromaticobase coniugata pi
stabile

REAZIONI:
ROTTURA LEGAME O-H
o Formazione di sali mediante trattamento con base acquosa (es:
NaOH)
o Ossidazione reversibile: idrochinoni (incolori)chinoni (gialli)
ROTTURA LEGAME C-O
o Sostituzione elettrofila: gruppo OH fortemente attivante
(orto/para orientante)

Acidit aumenta se anello aromatico presenta


gruppi elettron-accettoricarica negativa ione
fenossido stabilizzata per risonanza

Eteri
R-O-R

Aldeidi
R-CHO

Derivati organici acqua


Molecole con geometria angolare con angoli di
legame 104,5
Punto di ebollizione pi basso rispetto a alcoli e
fenoli a causa di legami intermolecolari dipolodipolo pi deboli
Solubili in acqua se a basso peso molecolare e
in alcoli (accettano legami a idrogeno)
Estremamente infiammabili e altamente volatili
Gruppo funzionale carbonile C=O in posizione
terminale
Molecole con geometria planare: carbonio
carbonilico ibridato sp2 e angoli di legame di
120
Molecole polari
Punti di ebollizione pi alti rispetto a
idrocarburi di uguale massa molecolare a
causa di legami intermolecolari dipolo-dipolo,
ma pi bassi rispetto a alcoli (no gruppi
OHnon si formano legami a idrogeno)
Solubili in acqua se a basso peso molecolare e
in alcoli (accettano legami a idrogeno)

o
o
o
o

Scarsamente reattivibuoni solventi per sostanze apolari


Saggio con iodiocolore nettamente bruno
Saggio con ferrox colorazione rossa
Solubilit in H2SO4 e HCl concentrati

Elevata reattivit a causa di polarizzazione legame C+=OPi reattive dei chetoni: gruppo carbonilico meno ingombrato
stericamente, un solo (o nessuno) gruppo alchilico elettronrepulsore
REAZIONI:
Addizione nucleofila

Nucleofilo carico (Nu-): reazione in due stadi intermedio


tetraedrico e formazione di alcol (C passa da ibridazione sp2 a
sp3)
o Mezzo acido e nucleofilo debole (Nu): la protonazione catalizza
laddizione di nucleofili deboli carbocatione
(risonanza)prodotto finale (C passa da ibridazione sp2 a sp3)
Nucleofili tipici:
Alcol semiacetaleacetale
Acido cianidrico HCN cianidrine
Acqua dioli geminali
Ammine immine o enammine
Ossidazione e riduzione
o Aldeidiacidi carbossilici (ox)
o Aldeidialcoli primari (red)
o Saggio di Tollens: Ag+ in soluzione acquosa di NH3 viene ridotto
o

ad Ag metallico

Chetoni
R-CO-R

Gruppo funzionale carbonile C=O allinterno


della catena carboniosa
Molecole con geometria planare: carbonio
carbonilico ibridato sp2 e angoli di legame di
120
Molecole polari
Punti di ebollizione pi alti rispetto a
idrocarburi di uguale massa molecolare a
causa di legami intermolecolari dipolo-dipolo,
ma pi bassi rispetto a alcoli (no gruppi

Elevata reattivit a causa di polarizzazione legame C+=OMeno reattive delle aldeidi: gruppo carbonilico maggiormente
ingombrato stericamente, due gruppi alchilici elettron-repulsori
(riducono parziale carica positiva carbonio carbonilico per effetto
induttivo)
REAZIONI:
Addizione nucleofila

Nucleofilo carico (Nu-): reazione in due stadi intermedio

Acidi
carbossilici
R-COOH

Esteri
R-CO-OR

Saponi
RCOO-Na+
RCOO-K+

OHnon si formano legami a idrogeno)


Solubili in acqua se a basso peso molecolare e
in alcoli (accettano legami a idrogeno)

tetraedrico e formazione di alcol (C passa da ibridazione sp2 a


sp3)
o Mezzo acido e nucleofilo debole (Nu): la protonazione catalizza
laddizione di nucleofili deboli carbocatione
(risonanza)prodotto finale (C passa da ibridazione sp2 a sp3)
Nucleofilo tipico: alcol semichetalechetale
Riduzione
o Chetonialcoli secondari
o Saggio di Tollens: Ag+ non viene ridotto (no ossidazione chetoni)
o Formazione di sali in presenza di basi forti (es: NaOH) con
liberazione di acqua
o Sostituzione nucleofila acilica con alcol R-OH catalizzata da ioni
H+esterificazione di Fischer estere + H2O. Reazione di
equilibrio. Reazione inversa: idrolisi.
In particolare
Acidi grassi (saturi o insaturi) + glicerolotriesteri del glicerolo:
trigliceridi (grassi o oli) + H2O
o Derivati degli acidi (RCO-L) Sostituzione nucleofila acilica in
due fasi: addizione nucleofilo al carbonio carbonilico;
eliminazione gruppo uscente (L) e riformazione doppio legame
C=O. La reazione favorita tanto pi il gruppo carbonile privo
di elettroni (legato a gruppi elettron-attrattori) e tanto meno il
gruppo L basico. La protonazione mediante catalizzatore acido
trasforma il gruppo uscente in una molecola neutra pi facile da
allontanare. Reazione inversa: idrolisi

Gruppo carbossilico COOH con elevata polarit


e geometria planare: carbonio carbossilico
ibridato sp2 e angoli di legame di 120
Punti di ebollizione elevati a causa di forti
legami a idrogeno intermolecolari
Solubili in acqua se a basso peso molecolare
Acidi grassi: lunga catena carboniosa non
ramificata con numero pari di atomi di
carbonio (da 14 a 22), legati tra loro mediante
legami singoli (saturi, nei grassi animali) o
doppi (insaturi, nei grassi vegetali)
Acidi deboli (ka 10-5) ma pi forti di alcoli e
fenoli: carica negativa ione carbossilato
dispersa sui due atomi di Obase coniugata
pi stabile
Acidit aumenta allaumentare del numero di
gruppi elettron-attrattori presenti nella
molecola: carbonio parzialmente positivo
attrae elettroni carbossilato
o
Insolubili in acqua
o
Esteri naturali di elevato peso molecolare:
cere, grassi (solidi a temp. ambiente) e oli
(liquidi a temp. ambiente)
Maggiore il numero di doppi legami, tanto pi
basso il punto di fusione (diminuiscono
interazioni di Van der Waals London)
Solubili in acqua: liberano ioni carbossilato e
ioni sodio/potassio
Ioni carbossilato RCOO-): coda idrocarburica
idrofobica, testa ionica idrofilasi riuniscono in
aggregati sferici detti micelle
Azione detergente in acqua non troppo dura: le
code apolari delle micelle interagiscono con la
molecola apolare di unto e la disperdono in
acqua

Idrolisi acido carbossilico + alcol


Saponificazione: idrolisi alcalina
In particolare
Trigliceridi: Idrolisi alcalina (base forte NaOH) glicerolo + saponi
(Sali di sodio o potassio di acidi grassi)

Ammine

Ammidi
R-CO-NH2

Composti
eterociclici

Tensioattivi
Derivati organici ammoniaca NH3, si
distinguono in primarie, secondarie e terziarie
Molecola a struttura piramidale a base
triangolare: azoto ibridato sp3 con doppietto
elettronico non condiviso, angoli di legame di
107
Nelle ammine terziarie N pu essere centro
chirale: 2 enantiomeri si interconvertono luno
nellaltro
Ammine primarie e secondarie hanno punti di
ebollizione pi elevati rispetto a alcani
corrispondenti a causa di forti legami a
idrogeno intermolecolari
Solubili in acqua se a basso peso molecolare
Basi deboli a causa di doppietto elettronico
libero su atomo di azoto
Ammine alifatiche sono basi poco pi forti di
ammoniaca a causa di gruppi alchilici elettronrepulsoristabilizzano carica positiva ione
achilammonio e spostano eq. verso destra
Ammine aromatiche sono basi pi deboli di
ammoniaca poich doppietto elettronico libero
di N condiviso con nube elettronica
anellodelocalizzazione carica elettronica
Comportamento nucleofilo per presenza
doppietto elettronico libero su atomo di azoto
Molecole con geometria planare: carbonio
gruppo ammidico ibridato sp2 con angoli di
legame di 120
Legame C-N pi corto del normale con parziale
carattere di doppio legameformule di
risonanza
Ammidi primarie e secondarie hanno punti di
ebollizione elevati a causa di forti legami a
idrogeno intermolecolari
Loro soluzioni acquose sono neutre: doppietto
elettronico azoto delocalizzatopoco
disponibile a legare protone
Molecole formate da uno o pi anelli
condensati in cui sono presenti uno o pi atomi
diversi dal carbonio
Aliciclici: chimica simile a quella degli analoghi

o
o

Base debole ammina + acido forte sale solubile in acqua


Sostituzione nucleofila acilica: ammina primaria o secondaria +
acido carbossilico (o suo derivato) ammide

o
o

Idrolisi acidi carbossilici + NH3


Riduzione ad ammine con idruro di litio alluminio

Piridina:
o

Reazioni di sostituzione elettrofila solo in condizioni drastiche: N


elettron-attrattore (pi elettronegativo)diminuisce disponibilit

Polimeri di
sintesi

lineari. Es: carboidrati eteri ciclici con


elettronica anello
o Reazioni con acidi forti a dare sali di piridinio
struttura piranosica o furanosica
Aromatici: piridina (molecola piana esagonale,
Pirrolo:
atomi ibridati sp2, N contribuisce a sestetto
o Reazioni di sostituzione elettrofila sono favorite: N fornisce a
aromatico con elettrone orbitale p puro,
anello suo doppietto elettronicoaumenta densit carica
doppietto azoto funge da base, solubile in
2
negativa
acqua) e pirrolo (atomi ibridati sp , N
contribuisce a sestetto aromatico con
doppietto elettronico delocalizzato su anello,
no propriet basiche, insolubile in acqua ma
solubile in solventi organici)
Pirimidina e chinolina si comportano come
piridina; furano, tiofene e purina come pirrolo
Polimeri di addizione:
Molecole di massa molecolare elevata
costituite da unit strutturali (monomeri) che si o Polimerizzazione avviene con meccanismo radicalico di addizione
ripetono
al doppio legame C=C in presenza di opportuno
iniziatorecatena conserva tutti gli atomi presenti in unit
monomeriche. Es: polietilene monomero: etene
Polimeri di condensazione:
o

Polimerizzazione avviene tramite reazione tra due diversi gruppi


funzionali e con eliminazione piccola molecolacatena non
contiene tutti gli atomi dei monomeri di partenza. Es: PET
poliestere che si ottiene facendo reagire acido organico
bifunzionale e glicole etilenico: esterificazione con meccanismo di
sostituzione nucleofila acilica; nylon poliammide che si produce
facendo reagire acido organico bifunzionale con ammina
bifunzionale