Sei sulla pagina 1di 9

Augusta

Politica

Ufficiale di Marina
condannato
per concussione

Spero 2020: il futuro


dei renziani
di Siracusa
A pagina nove

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina cinque

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 18 aprile 2015 Anno XXVIIi N. 91 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Ambiente. La commissione dindagine sui rifiuti ieri a Siracusa

Provvedimento del Csm

Il Procuratore
Ciclo dei rifiuti
Campisi
Quadro allarmante prosciolto
Inquinamento pesante e bonifiche necessarie
Si

CRONACA

conclusa la terza
missione in Sicilia della
commissione parlamentare dinchiesta sui rifiuti. La delegazione, guidata dal vice presidente
onorevole Stefano Vignaroli, era composta dai
senatori Paolo Arrigoni,
Giuseppe Compagnone
e Bartolomeo Pepe e dai
deputati Stella Bianchi,
Renata Polverini, Michela Rostan e Alberto
Zolezzi.

Morte operaio
Inchiesta
della Procura

Il

personale del Nictas


dellAsp 8 di Siracusa, ha
ricevuto per delega dalla
Procura le indagini relative alla morte di un operaio
edile, avvenuta alla fine
del mese di marzo scorso.
A coordinare linchiesta
il sostituto procuratore
Salvatore Grillo, il quale
ha aperto il relativo fascicolo per comprendere nel
dettaglio cosa accadde
quel giorno in una villetta
di Fontane Bianche e stabilire se vi siano eventuali
responsabilit oggettive a
carico di soggetti chiamati
a risponderne.
A pagina cinque

A pagina tre

LENTINI

siracusa

Stamattina Solarium
il presidio in Ortigia
in fretta
sulla 194

Non ci bastano le ras- Manutenzione e instalsicurazioni affidate ai


portavoce o ai messaggeri in missione.

lazione Solarium a Forte


Vigliena nel pi breve
tempo possibile.

A pagina sette

A pagina quattro

OSSERVATORIO

Siracusa
tagliata
fuori

di Salvatore Maiorca

Siracusa ancora tagliata


fuori da Palermo e, quindi,
dalla Regione in seguito
alla frana che ha colpito il
viadotto Imera.

di Concetto Alota

La commissione disciplinare del Csm ha prosciolto da

tutte le accuse il sostituto procuratore generale Roberto Campisi. Dopo il sostituto Maurizio Musco, che il
23 aprile torna a occupare la stanza al quinto livello.
A pagina due

A pagina dodici

Coi risparmi dei gettoni


Opere di edilizia scolastica
I risparmi realizzati con la nuova
organizzazione dei
lavori del consiglio
comunale saranno
destinati alla manutenzione scolastica.
A pagina due

Cronaca di Siracusa 2
avola

Sportello
pagamento
ticket
aperto sabato

Sicilia 18 aprile 2015, sabato

18 aprile 2015, sabato

LAsp

di Siracusa ha incrementato al presidio


ospedaliero Di Maria di Avola le giornate di apertura dello sportello per il pagamento ticket estendendo
il servizio anche al sabato.
Lo sportello, pertanto, sar aperto anche il sabato
dalle ore 8 alle ore 11. Rimane invariata lapertura
mattutina di tutti i giorni feriali dal luned al venerd
dalle ore 8 alle ore 12 e pomeridiana dei giorni di
marted e gioved dalle ore 15 alle ore 17.

carabinieri della Stazione di Ortigia hanno arrestato il siracusano Enzo Vinci


di 21 anni con precedenti di polizia. Notato dai militari dellArma mentre era
intento a dialogare con fare sospetto con altri soggetti, Vinci stato sottoposto
a perquisizione personale e domiciliare che ha permesso agli investigatori di
recuperare un bilancino di precisione e 16 dosi di tipo hashish gi pronte per
lo spaccio per un peso complessivo di 12,5 grammi. Luomo stato tradotto

giustizia. provvedimento del csm

Il Procuratore
Campisi
prosciolto
dalle accuse
L

a commissione disciplinare del Csm


(presidente Maria Alberti Casellati, componenti
Giuseppe
Fanfani, Luca Palamara, Nicola Clivio,
Lorenzo Pontecorvo,
Maria Rosaria Sangiorgio) ha prosciolto
da tutte le accuse il
sostituto procuratore generale Rober-

to Campisi. Dopo il
sostituto Maurizio
Musco, che il 23 aprile prossimo torna a
occupare la stanza al
quinto livello del palazzo di Giustizia di
viale Santa Panagia,
la commissione ha
emesso il verdetto nel
primo pomeriggio di
ieri allunanimit aggiungendosi allasso-

luzione che il Gup del


Tribunale di Messina
aveva pronunciato per
lo stesso alto magistrato per la vicenda
prettamente penale. Il
procuratore Campisi
non avrebbe commesso alcuna irregolarit
nella vicenda relativa
alliscrizione al registro degli indagati
di due calciatori del

risparmi realizzati con la nuova


organizzazione dei lavori del consiglio comunale saranno destinati
alla manutenzione scolastica. La
soluzione prospettata nelle scorse settimane comincia a prendere
corpo grazie alla decisione, presa ieri mattina dalla conferenza
dei capigruppo, di convocare i
rappresentanti degli istituti comprensivi per un confronto. La riunione si terr venerd prossimo
(24 aprile) alle 12.
La conferenza di oggi era stata
convocata dal presidente Leone
Sullo che, nei giorni in cui si completava liter sulla riforma delle commissioni consiliari, aveva

presso la casa circondariale di Cavadonna dovendo rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Controlli
su larga scala da parte delle pattuglie dellArma hanno permesso di
denunciare in stato di libert quattro individui tutti ritenuti responsabili del reato di porto di oggetti atti a offendere. Sono stati trovati
in possesso di coltelli di genere vietato. Denunciate in stato di libert
altre cinque persone per guida senza patente perch mai conseguita. I
cinque soggetti denunciati sono tutti extracomunitari, i quali sempre
pi spesso si mettono alla guida di mezzi di trasporto senza aver mai
conseguito la patente di guida.

Questione rifiuti
Quadro allarmante
Audizioni a tappeto,
questione inquinamento in primo
piano e bonifiche
necessarie

Nella foto, il procuratore Roberto Campisi.

Catania calcio, per la


quale fin sotto processo insieme con il
sostituto Musco.
Era una sentenza attesa dal magistrato siracusano, che ha sempre
sostenuto la propria
estraneit ai fatti che
gli sono stati contestati dalla Procura di
Messina e per i quali
il giudice lo aveva as-

solto in sede penale.


Campisi, alla stessa
stregua di Musco, potr adesso vantare il
rientro a Catania nella
poltrona di procuratore aggiunto vicario,
vale a dire il vice del
procuratore Giovanni
Salvi, posto che attualmente vacante.
Roberto Campisi fu
coinvolto nellinchie-

Nella foto, palazzo Vermexio.

ricevuto una lettera dai presidenti


dei consigli di istituto: Alla luce
delle intenzioni da voi manifestate
sul possibile taglio del gettone di
presenza, si leggeva nella missiva,
chiediamo di voler considerare
lopportunit di destinare al settore delledilizia scolastica la somma
cumulata. La richiesta stata valutata positivamente stamattina dai
capigruppo, che hanno deciso di incontrare i rappresentanti scolastici
per un approfondimento. Ricevuta
la lettera spiega il presidente Sullo ho avviato i contatti informali
con i presidenti dei consigli di istituto per preparare la riunione di stamattina e definire con i capigruppo

Cronaca di Siracusa

ambiente. a siracusa la commissione sul ciclo rifiuti

LO ha deciso la conferenza dei capigruppo

I risparmi dei gettoni


delle commissioni
per ledilizia scolastica

I carabinieri di Ortigia arrestano


un presunto spacciatore

Sicilia 3

un percorso condiviso. La disponibilit affinch si destinino alle scuole i tagli dei gettoni dei consiglieri
unanime, ragione per cui passiamo
alla fase operativa.
Incontrate le scuole, sar compito
dei capigruppo conclude il presidente Sullo coinvolgere i consiglieri comunali per mettere a punto un
atto di indirizzo che impegni lAmministrazione. Poi toccher agli uffici rendere i soldi disponibili per
le manutenzioni. Porteremo avanti
questo impegno nellinteresse dei
nostri ragazzi, che hanno il diritto
di studiare in strutture dignitose e
funzionali, e per continuare a meritate la fiducia dei siracusani.

sta coordinata dalla


Procura della Repubblica di Messina, relativamente alla vicenda
Veleni alla Procura
di Siracusa. Lalto
magistrato siracusano
fu sospeso proprio a
seguito di tali vicende e assegnato a titolo
provvisorio alla Procura di Siracusa. Vinse
sia il ricorso al Tar del
Lazio sia quello successivo al Consiglio di
Stato. La segnalazione
del magistrato Scavo,
che ambiva alla stessa poltrona del palazzo catanese, costrinse
lex procuratore capo
della Repubblica di
Siracusa ad ottenere
un giudizio di ottemperanza che fu sospeso proprio per consentire di diradare ogni
nuvola sul capo del
magistrato.
Non si tratta di un passaggio automatico, ma
come accaduto per
Maurizio Musco, anche per il procuratore
Campisi si attende il
provvedimento
del
Csm per la riassegnazione presso la Procura di Catania. Intanto,
stato fissato per il 28
aprile prossimo linsediamento del procuratore aggiunto Fabio
Scavone a Siracusa.
Concetto Alota

Si

conclusa la terza
missione in Sicilia della
commissione
parlamentare dinchiesta sui rifiuti.
La delegazione, guidata
dal vice presidente onorevole Stefano Vignaroli,
era composta dai senatori
Paolo Arrigoni, Giuseppe
Compagnone e Bartolomeo
Pepe e dai deputati Stella
Bianchi, Renata Polverini,
Michela Rostan e Alberto
Zolezzi.
I parlamentari hanno approfondito la situazione
della gestione dei rifiuti
urbani delle province di
Messina, Siracusa e Ragusa e dei siti dinteresse
nazionale interessati dalle
attivit di bonifica. Sono
state visitate le discariche
di Mazzar SantAndrea e
di Siculiana, i SIN di Milazzo, di Gela e di Priolo.
Il tema delle contaminazioni e delle relative bonifiche delle aree delle
industrie petrolchimiche
e del cemento, che occupano diversi chilometri di
costa, stato affrontato nel
corso delle audizioni svolte a Siracusa. Le pesanti
conseguenze di decenni di
intensa attivit industriale
ad alto impatto sullambiente e sulla salute umana
caratterizzano questa parte del territorio siciliano,
come ha sottolineato nel
suo intervento il prefetto di
Siracusa. Come accade anche in altri siti dinteresse

nazionale, le diverse fasi


della bonifica hanno sofferto tempi dintervento inadeguati, con comportamenti non sempre trasparenti.
Ne sono derivate diverse
inchieste della magistratura, che hanno puntato a definire le responsabilit non
solo personali, ma anche
dei gruppi industriali coinvolti. Spesso, per, le armi
si sono dimostrate spuntate. La Procura di Siracusa,
ad esempio, ha sottolineato
la debolezza dellattuale legislazione, che contempla
il reato di omessa bonifica
come mera contravvenzione, dando pochi poteri
dindagine alla magistratura. La Procura di Siracusa
ha illustrato le inchieste
recentemente concluse che
hanno riguardato in modo
particolare il tema delle
mancate bonifiche. In generale i magistrati hanno
evidenziato come la frammentazione delle competenze in materia di intervento nei siti contaminati
sia un problema centrale,

accanto alla gi evidenziata difficolt nellintervento


giudiziario. Particolarmente significativa unindagine recentemente conclusa
su alcuni aspetti fiscali
derivanti da un accordo
di programma su un intervento di bonifica, dove la
societ interessata avrebbe
secondo laccusa indebitamente detratto il costo
dellintervento, derivato da
una transazione con il ministero dellambiente.
LAsp di Siracusa che
da anni conduce studi epidemiologici sulla popolazione residente nelle zone
contaminate ha confermato, nel corso dellaudizione, la relazione diretta
tra linquinamento dellaria
e delle acque con laumento dellincidenza di tumori
e malformazioni, fornendo
alla commissione i dati raccolti ed elaborati secondo
criteri scientifici. Rilievo,
questo, che rafforza la necessit di ridurre i tempi
per gli interventi di bonifica, a tutela della salute

della popolazione attuale e


futura.
Anche nel corso di questa
missione stata rilevata
lassenza di siti idonei di
stoccaggio e smaltimento dellamianto, che nei
rari casi in cui smaltito
a norma viene inviato fuori regione, con aggravio
di spesa e sottrazione di
risorse. LArpa Sicilia ha
poi segnalato progetti di
impianti di combustione
dellamianto privi di validazione nazionale, sia in
merito alla procedura che
ai reflui riutilizzati come
cemento-amianto, con il rischio di far risalire la curva
della mortalit dovuta allo
spandimento delle fibre.
In Sicilia, in ogni caso, la
presenza diffusa di amianto
continua a rimanere unemergenza e, potenzialmente, un problema non risolto.
Ad esempio a Gela solo
lintervento della magistratura ha permesso il ritrovamento e la rimozione
di unimportante quantit
di amianto allinterno del

Sin. Per quanto riguarda


la gestione dei rifiuti solidi
urbani, si conferma il panorama di frammentazione
dei servizi gi evidenziato
nel corso delle precedenti
missioni a Catania, Trapani e Palermo. Situazione,
questa, determinata da limiti della programmazione regionale che sembrano
produrre la frammentazione della gestione del ciclo
integrato dei rifiuti, con
un ricorso eccessivo allo
strumento dellordinanza
sindacale da parte della
amministrazioni comunali.
La raccolta differenziata anche nella zona di
Siracusa non ha ancora
raggiunto livelli minimamente accettabili, con una
media del 7% a livello provinciale. Mancano o sono
inutilizzati, poi, gli impianti necessari per avviare una
gestione virtuosa dei rifiuti, come ad esempio i
siti di compostaggio.
La commissione ha approfondito, inoltre, il tema
della depurazione delle
acque, settore critico del
sistema idrico regionale
della Sicilia, gi al centro
di due sentenze della Corte di giustizia europea e di
un recente parere motivato
della Commissione e oggetto di diversi esposti. In
questo senso importante
che si risolva il nodo legislativo regionale di riordino del Sistema idrico integrato. Per quanto riguarda
la provincia di Ragusa
nel corso dellaudizione
del prefetto emerso il
preoccupante fenomeno
dello smaltimento illecito
del polietilene utilizzato
nelle serre. Molto spesso
questo materiale plastico
presente nella copertura delle serre della zona,
con forte vocazione agricola viene bruciato abusivamente con un pesante
impatto ambientale. Altra
criticit, infine, sulla quale
la commissione proseguir
la sua attivit dinchiesta
riguarda la insufficienza
del sistema di controllo e
vigilanza sulla tutela delle
matrici ambientali.

Cronaca di Siracusa 4

Manutenzione

e
installazione Solarium a Forte Vigliena
nel pi breve tempo
possibile, ecco la
richiesta del Consigliere di Circoscrizione Ortigia Raffaele Grienti durante
lultima seduta del
Consiglio di Quartiere. Come consuetudine, con larrivo
della bella stagione,
il Consiglio di Circoscrizione Ortigia
pone attenzione su
uno dei luoghi pi
suggestivi e rilassanti del Centro Storico
che vede, sempre
di pi, aumentare il
numero di frequentatori, quali ortigiani e
soprattutto turisti.
Dice Raffaele Grienti: Nei giorni scorsi,
ho effettuato un sopralluogo in compagnia del Presidente
Scarso ed insieme
abbiamo avuto modo
di constatare gli interventi di manutenzione che il posto
richiede. Deve essere fatta una celere
manutenzione sulla
scala, in particolar
modo
sullultimo
tratto, ovvero quello
che porta dallo scoglio alla spiaggetta;
sistemare
qualche
gradino traballante e
il passamano, al fine
di evitare qualche
spiacevole incidente;
poi naturalmente la
scala andrebbe tutta
pitturata.
Un altro intervento
da effettuare sarebbe quello relativo
allangolo predisposto alle docce, servizio utile e che naturalmente deve essere
efficiente per lintera
stagione estiva.
Mi auguro che lAmministrazione
installi il tradizionale
Solarium gi nelle
prossime settimane,
visto che Siracusa ha
la fortuna di godere
di un clima molto
favorevole. Contestualmente ad esso
bisognerebbe anche
ripristinare il ponticello che collega i
due scogli, un tempo fisso, ma adesso
rimovibile, al fine
di rendere fruibile
entrambi gli scogli
grandi. Tengo a ringraziare tutti i miei

Sicilia 18 aprile 2015, sabato

Solarium Forte Vigliena


Il Quartiere di Ortigia
Si faccia in fretta

colleghi che hanno


avallato questa mia
richiesta di interventi
manutentivi, insieme
a loro vigileremo sugli stessi e presseremo il pi possibile al
fine di ridurre al mi-

nimo i tempi di attesa


per listallazione del
Solarium La seduta
di Consiglio stata
ricca di interventi,
considerazioni e proposte quali: A prescindere dai tempi

di realizzazione del
Solarium, di installare il prima possibile il ponticello che
collega i due scogli
su richiesta del Consigliere Zanti; Creare una passerella,

al fine di raggiungere un suggestivo


scoglio, che ad oggi
viene raggiunto con
grandi difficolt dai
bagnanti, proposta
dello stesso Presidente Scarso

18 aprile 2015, sabato

Confindustria
Siracusa
sostiene
il Rizza

Nota critica da parte della presidente, Paola Gian

Modifica regime sosta ambulanti


Anva manifesta la sua contrariet

pprendiamo che intenzione


dellamministrazione
comunale
di Siracusa di proporre per lapprovazione al Consiglio Comunale
uno schema di delibera che modifica il regime delle soste da parte
degli ambulanti itineranti.
Lattuale disciplina, in base al vigente regolamento, prevede soste in una data area pubblica per
unora al massimo, e che trascorso
questo lasso temporale loperatore
non possa effettuarne unaltra ad
una distanza inferiore ai 500 metri.
Questa regolamentazione in linea con i criteri adottati in tutti
gli altri Comuni, nonch con le direttive impartite dallAssessorato
Regionale alle Attivit Produttive,
che sono il frutto di accordi con le
associazioni di categoria dellambulantato.
Se lintento dellamministrazione
quello di elevare il tempo delle
soste a quattro ore, in tal modo
trasformando le aree per le soste
temporanee in aree di fatto destinate ad attivit con posteggio vero
e proprio, saremmo di fronte a uno

Il

personale del
Nictas dellAsp 8 di
Siracusa, ha ricevuto per delega dalla
Procura le indagini
relative alla morte di
un operaio edile, avvenuta alla fine del
mese di marzo scorso. A coordinare linchiesta il sostituto
procuratore Salvatore Grillo, il quale ha
aperto il relativo fascicolo per comprendere nel dettaglio
cosa accadde quel
giorno in una villetta
di Fontane Bianche e
stabilire se vi siano
eventuali responsabilit oggettive a carico di soggetti che in
qualche modo sono
chiamati in causa
per omesso control-

due operai
ustionati
dopo
lo scoppio
di unauto
Un operaio ver-

In foto, il palazzo di Giustizia di Siracusa.

Morte operaio: aperta


uninchiesta in Procura

lo sulla sicurezza nel


luogo di lavoro.
Le indagini sono in
svolgimento e intendono arrivare entro
la prossima settimana a una conclusione
rispetto allincidente
sul lavoro verificatosi a fine marzo nella rinomata localit
balneare siracusana.
In particolare, nel
corso di alcuni lavori di manutenzione
allinterno di una vil-

letta, loperaio S.D.,


deceduto la stessa
notte dellincidente, dopo aver subito
un trauma cranico,
precipitando da una
scala per la quale
bisognava transitare per la movimentazione in cantiere.
Luomo fu soccorso e
immediatamente trasportato in ospedale
in condizioni che gli
stessi sanitari avevano dichiarato criti-

che. Infatti, luomo


deceduto durante
la notte a causa delle
gravi lesioni riportate
al capo.
Il pubblico ministero
sta adesso attendendo
la relazione da parte
degli investigatori del
Nictas, che operano
in questi giorni per
chiarire la dinamica
dellennesima morte
bianca avvenuta in
un cantiere edile. E
lennesimo incidente

stravolgimento delle modalit di


esercizio del commercio itinerante come disciplinato dalle vigenti
normative.
Non possiamo non esprimere il
nostro disappunto in ragione del
fatto che nessuna interlocuzione

avvenuta con le organizzazioni di


categoria e che non sia stata interpellata la commissione comunale di disciplina del commercio su
arre pubbliche.
Paola Gian
presidente Anva Siracusa

sul lavoro che denota


la scarsa attenzione
verso il tema della
sicurezza nei cantieri dice il segretario
della Filca Cisl, Paolo Gallo Troppe
omissioni e pochi
controlli il cui scotto
viene pagato dai lavoratori in termini di
mancata regolarit,
legalit e trasparenza.
Siamo davvero in una
fase di allarme e dobbiamo uscirne.

Pretese la tangente da un imprenditore catanese per un appalto

Ufficiale della Marina Militare


condannato per concussione
U

In foto, i venditori abusivi.

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
La Procura
della Repubblica di
Siracusa ha
delegato il
Nictas per
eseguire le
indagini sulla morte di
un lavoratore edile a
Siracusa

seguito del protocollo dintesa MiurConfindustria Adotta una scuola per


lExpo, che prevede
limpegno delle associazioni e delle imprese associate a sostenere le scuole del
proprio territorio per
visitare Expo, Confindustria Siracusa
insieme alla UnipolSai, di Siracusa, hanno adottato lI.S.
Rizza di Siracusa.
Gli studenti (trentasei) delle III A e B e
della V E accompagnati dalle insegnanti
Giovanna Tola, Daniela Castelluccio e
Adriana Zirilli, visiteranno, con il sostegno di Confindustria
Siracusa e di UnipolSai agenzia Scolaro
di Siracusa, lExpo
a Milano il 20 maggio e avranno anche
la visita guidata alla
mostra dentro il padiglione Italia Fab
Food .

Sicilia 5

n ufficiale della Marina Militare stato condannato a conclusione del processo che si celebrato
con il rito abbreviato. Il Gup del
Tribunale, Michele Consiglio,
ha inflitto la condanna a 2 anni
e 8 mesi di reclusione a carico
del capitano di Fregata Sebastiano Vinci, di 36 anni, originario
di Augusta ma residente a Carlentini. Il graduato stato anche
condannato allinterdizione perpetua dai pubblici uffici. Difeso
dagli avvocati Puccio Forestiere e
Francesco Midore, era accusato di
avere chiesto la tangente a un imprenditore di Catania, socio della
Biltech, azienda catanese che
opera nel settore degli impianti
elettrici industriali e civili oltre
che installazione e manutenzione,
aggiudicataria di un appalto per

lavori da realizzare allinterno del


comprensorio militare di Comforpat di Augusta.
La vicenda risale al 24 gennaio
dello scorso anno, quando il mi-

litare, responsabile dei Servizi


Generali della Marina Militare,
avrebbe preteso dalla vittima la
tangente del 10% sullappalto relativamente ai lavori agli impianti elettrici per un totale di 40 mila
euro. Limprenditore denunci il
caso ai carabinieri, che lo arrestarono su indicazione della Procura
della Repubblica di Siracusa, che
ha coordinato linchiesta.
Come raccontato dalla vittima,
lufficiale avrebbe preteso in
garanzia un assegno bancario
dellimporto di 4 mila euro. Il
militare avrebbe approfittato della propria posizione e del suo incarico di controllare e certificare
il corretto svolgimento dei lavori
eseguiti dalle ditte aggiudicatarie
di appalti, per chiedere allimpresa la somma di denaro.

sa in gravi condizioni di salute e si


trova ricoverato
allospedale Cannizzaro di Catania a causa delle
gravi ustioni
riportate in varie
parti del corpo.
Un suo collega,
invece, ricoverato allospedale
Umberto primo
di Siracusa con
ustioni pi lievi.
Questo il bilancio
di un incidente
sul lavoro avvenuto presso un
autodemolitore
alle porte di
Floridia. Due
operai, mentre
erano intenti alla
demolizione di
unautovettura, a seguito di
un innesco con
seguente esplosione, sono stati
investiti dalle
fiamme ed hanno
riportato gravi
ustioni. Sul luogo
dellincidente
sono intervenuti
i militari della
Tenenza Carabinieri di Floridia,
che hanno relazionato al sostituto procuratore
Antonio Nicastro.
Il magistrato
ha disposto il
sopralluogo per
le immediate
indagini da parte
del personale del
Nictas dellAsp
8, che, intervenuto unitamente a personale
medico dellAsp
dello Spresal, ha
proceduto non
solo al sequestro
dellarea interessata ma anche
della documentazione nonch
delle immagini
di video sorveglianza utili alla
ricostruzione
della dinamica
dellincidente.

societ 6

Sicilia 18 aprile 2015, sabato

La nostra societ investita


dal malessere generalizzato

Vizio del gioco dazzardo e i comportamenti antisociali degli uomini deboli


dovrebbe salvaguar- i giocatori patologici,
Un tempo non molto
dare gli interessi del secondo una recente

lontano la mafia siciliana acquistava tonnellate di morfina in


Turchia, la raffinava
in Sicilia e poi riempiva il mercato di mezzo
mondo di eroina che
spacciata attraverso
una fitta rete organizzata a tappeto in locali
pubblici, come bar e
ristoranti, pizzerie e
altro. Gli incassi erano
di milioni e milioni di
dollari e di solito erano riciclati in Svizzera
o per mezzo di attivit
lecite in Italia, grazie
alla preziosa collaborazione di uomini che
trafficavano o lavoravano negli ambienti
bancari. I riferimenti
sono oggi il riporto
degli affari illeciti nella legalit, come sul
gioco dazzardo legalizzato, dove sia lo
Stato, sia la criminalit organizzata hanno
da subito guadagnato,
speculato, lucrato, con
una montagna di soldi
da riciclare e reinvestire in attivit lecite.
Chi ci perde, e molto
malamente, sono solo
i cittadini e le loro
famiglie disintegrate.
La stessa cosa per sigarette e alcol. una
vecchia storia, ma
ultimamente il fenomeno delle dipendenze da slot machine
veramente preoccupante per una serie di
risvolti sociali e culturali, con tanti tentati
suicidi e di destini incrociati con la perdita
dogni affetto e della
propria dignit, della
vita; i terminali telematici per macchinette sparse sul territorio
urbano
siracusano,
per rimanere a casa
nostra, sono una su
ogni cinquanta abitanti, con un giro daffari
pauroso che ogni anno
muove milioni di euro.
Insomma, una capillare legalizzazione del
gioco dazzardo, di
un vizio maledetto e
che lascia migliaia di
vittime lungo il cammino crudele e le vie
della perdizione, sia
dellanima e sia del
corpo, di chi colpito.
Basta fare un giro in

Giocatore incallito di videopoker.


citt, o nei paesi della
provincia, per rendersi
conto che quasi ogni
bar mantiene le sue
macchinette, mangia
soldi. E dove addirittura sono nati appositi centri con locali
attrezzati solo di slot
machine, come pure
le sale bingo e tutto
il resto, e sempre super pubblicizzati; e se
vi capita di entrare in
uno di questi locali,
troverete casalinghe,
operai, professionisti,
anziani, giovani incantati dal girare delle
luci e dalle immagini
proiettate dagli slot, e
non vero che il tutto
vitato ai minori: per
la legge certamente
dove il legislatore si
messo cos lanimo
in pace, ma nei fatti
pratici abbiamo trovato tanti giovanissimi
seduti negli sgabelli a
introdurre le monete, o
addirittura spiegare ai
pi anziani i trucci del
mestiere con il solito
gesto automatico di inserire soldi senza freni
con la vana illusione
di vincere qualcosa al
colpo successivo.
Questa situazione, oltre a creare dipendenza e degenerare con
notevoli ripercussioni
sulla vita sociale ed
economica delle persone coinvolte, mette
quasi sempre a dura
prova la tenuta delle
famiglie
interessate
dal problema, con la

vergognosa piaga sociale che non minimamente contrastata


dallo Stato, e dove
addirittura ci sarebbero molti politici vicini
alle lobby del gioco
dazzardo, che spingerebbero per continuare
e mantenere il sistema
attuale; cosa, ancor
pi grave che in questi sistemi sinfiltrano
tranquillamente anche
le associazioni per delinquere, dove mafia,
ndrangheta e camorra,
hanno piazzato macchinette mangiasoldi
dappertutto. emerso
gi nel passato lo scandalo, il caso, degli
slot machine truccate
e gestite dalla malavita organizzata, anche
nella nostra provincia,
e secondo i giocatori
c il sospetto che il
giochetto truffaldino ancora attivo e
sempre pi difficile
da scoprire da parte
delle forze dellordine insufficienti, e che
secondo un calcolo al ribasso gli slot
machine truccate in
circolazione sono migliaia; la conferma si
raffronta con quelle
sequestrate su tutto il
territorio nazionale,
con una serie dinterventi mirati e portati a
termine dalla Guardia
di Finanza non molto
tempo addietro. Negli
apparecchi di solito
installata una scheda
elettronica modificata

e che nasconderebbe
i reali volumi di gioco, portando quindi
in primis a una maxi
evasione sulle tasse
da pagare allo Stato, e nel frattempo le
impostazioni del programma elettronico
taroccato, ritardano e
a volte annullato del
tutto le vincite periodiche di valore superiore, lasciando agli
sfortunati
giocatori
solo gli spiccioli, e, di
fatto, truffandoli delle
poche probabilit che
la macchinetta giocatrice aveva per legge e
regolamento prima di
essere modificata.
Lorganizzazione criminale-truffaldina
anche qui da noi ramificata, cos come in altre parti del Paese, ed
in continuo agguato
e annulla, di fatto, le
probabilit offerte da
quelle poche norme
di legge-truffa che il
legislatore ha inteso
emanare, in un mondo
e un settore veramente sporco, dannoso,
velenoso, per lintera
collettivit, dove ancora una volta lo Stato
e i suoi organi, invece
che aiutare i propri
cittadini, utilizzano e
solleticano le debolezze umane per trarne profitto e utilit,
alla stessa stregua delle mafie, con la grave
e irreparabile conseguenza di generare,
in una societ che

popolo sovrano, sempre pi dipendente e


fragilit. assodato;
oltre allo Stato il settore e nelle mani della
malavita organizzata.
E sempre con una
connivenza tale da
generare intrecci dogni sorta, come labbinamento a tappeto
negli stessi bar dove
insistono al proprio
interno gli slot machine e i video poker,
di solito al buio dalla
libera vista, anche lo
spaccio della droga,
aggiungendo al sogno
della vincita anche
quella dello sballo,
dellavventura silenziosa tra il nettare del
diavolo e il destino
dei vinti, ammalati
per il fallimento della societ moderna.
Nei giocatori accaniti,
tante volte possibile
la coesistenza di particolari temperamenti o
disturbi di personalit, specie dopo luso
di sostanze psicoattive che disturbano lumore.
Labuso di queste sostanze, illecite o lecite, come lalcool, le
sigarette di nicotina,
o le droghe leggere
o pesanti, che hanno
unazione disinibente
e quindi lincoraggiamento allazione,
pi frequente nei
giocatori rispetto alla
popolazione generale
e i tossicodipendenti,
pi frequentemente
del resto della popolazione, sono anche
giocatori patologici;
quindi, la possibile
coesistenza, o il passaggio da una dipendenza allaltra, sono
molto frequenti nei
giocatori, come anche
i disturbi dellumore, e in particolare la
depressione, il tasso
dei tentati suicidi,
mentre tra i disturbi
della personalit i pi
rappresentativi sono
quello antisociale e il
narcisismo. Un temperamento caratteristico, ma non esclusivo, del giocatore
quello del ricercatore
del rischio, delle emozioni forti. In effetti,

ricerca, non sono una


categoria omogenea,
ma presentano variabili diversissime per
struttura di personalit, evoluzione del sintomo, indicazione di
trattamenti e prognosi
specificatamente intrattenute e molto utile per la prognosi e le
scelte terapeutiche. Ci
sono giocatori che in
aggiunta ai fattori di
vulnerabilit e in una
situazione
emotiva
disturbata, come lansia, la depressione, la
scarsa capacit nel far
fronte alle difficolt,
retroterra familiare in
negativo, hanno bisogno di trattamenti
pi intensi, come del
blocco fisico forzato,
oltre che con terapie
dirette a migliorare i
livelli di autostima, di
aumentare le capacit
di tollerare lo stress e
di risolvere i problemi
della mente.
Lefficacia dei trattamenti minore, con
limitate possibilit di
controllare efficacemente il vizio del gioco e i comportamenti
antisociali, con luso
di stupefacenti con
tanto deficit dellattenzione e familiarit
per il gioco dazzardo
e la tossicodipendenza
con trattamenti e strategie sociali, anzich
mediche.
Ma tutto il comparto
legato, di fatto, a doppio filo: gioco, droga
e lusura (questultima per la provvista
dei soldi necessari a
finanziare il sistema),
camminano insieme
e sempre regolarmente ad assumere il
ruolo principe nelle
faccende del crimine
organizzato per le attivit illecite, ci sono
uomini di Florida,
dove appare chiaro,
visto levolversi dei
fatti delittuosi in pochi anni, che l si nascondono ancora tanti
misteri, tanti segreti e
verit, riferiti alle attivit illecite dei clan
criminali con potenzialit ancora tutte da
capire e da colpire.
Concetto Alota

Sicilia 7

118 aprile 2015, sabato

Cronaca di Siracusa

programmato dai sindacati degli edili

Statale Ct-Rg
Oggi presidio
a Lentini
Non

ci bastano le
rassicurazioni affidate
ai portavoce o ai messaggeri in missione. Il
Governo esca dallequivoco e confermi, senza
nessun indugio, il progetto per la realizzazione
dellarteria stradale che
collegher Catania a Ragusa coinvolgendo ben
tre province del sud est
siciliano. Questa mattina a partire dalle ore 9,
presidio allaltezza della rotonda nei pressi del
nuovo ospedale di Lentini e, alle 11, assemblea

La strada statale 194.

Appuntamento questa mattina davanti la rotatoria nei pressi dellospedale di Lentini


nellaula consiliare dello
stesso comune.
I segretari generali di
Feneal Uil, Filca Cisl
e Fillea Cgil, Severina
Corallo, Paolo Gallo e
Domenico Bellinvia, intervengono sulla vicenda della Ragusa-Catania
dicendo basta a questa
tragicomica vicenda che
si consuma sulla pelle
dei lavoratori e, soprattutto, dei cittadini sici-

liani coinvolti.
Abbiamo sempre sostenuto aggiungono i
tre segretari - che questo
territorio pu guardare
al futuro soltanto attraverso le infrastrutture e
una viabilit che garantisca collegamenti veloci e moderni. La strada
statale Ragusa-Catania
questo pu garantire e
al Governo chiediamo
di confermare il finan-

ziamento e la strategicit
dellopera.
Nella vicenda ci sono alcuni punti fermi: la Ragusa Catania non stata
inserita tra le opere ritenute strategiche dal ministro. Lo stesso Delrio,
alle rassicurazioni verbali, non ha fatto seguire il reinserimento del
progetto nel Piano industriale strategico, Pis. Si
registra soltanto, dopo

lettera in redazione da parte di un collaboratore di giustizia

Ho il diritto di vedere mio figlio


Qualcuno deve sapermi rispondere
Egregio Signor direttore,

la prego di voler pubblicare questo mio appello affinch le istituzioni, le procure della Repubblica interessate e gli investigatori con cui ho collaborato e con cui
ancora collabora si muovano al fine di fare in modo
che mi mettano in contatto con mio figlio.
Nella mia scelta di collaborare con la Giustizia ha funzionato tutto, ma l'unica cosa che non si riusciti a
trovare stato un accordo dopo il terzo anno di et con
la mia ex moglie, di farmi vedere mio figlio una volta
al mese come deciso dal giudice, ma da un po di anni
impossibile mio malgrado che ci possa avvenire.
Tra laltro, io il giorno 8 giugno 2015 sar sentito
come testimone al processo Itaca.
In merito a tutto ci che riguarda mio figlio, qualche
mese fa negli uffici del Ministero dellInterno ho pre-

sentato una denuncia contro la mia ex moglie per


inosservanza del provvedimento del giudice, ma
il mio avvocato, Debora Barbagallo del foro di
Roma sta aspettando ancora la notizia di una convocazione dal tribunale dei minorenni di Catania.
Rosario Piccione non pu essere buono solamente per far condannare giustamente autori di
crimini, ma suo diritto vedere mio figlio e non
mi devono rispondere con la burocrazia, le carte
del servizio centrale ci sono in archivio, ci vuole
buon senso.
Chiedo poi esplicitamente al procuratore capo di
Siracusa Francesco Paolo Giordano: dov finita
la mia denuncia inoltrata tre mesi fa in merito alla
questione di mio figlio?
Rosario Piccione

cinque mesi dalla firma


della convenzione, la
totale assenza di un solo
atto che possa far pensare, se non allapertura
dei cantieri, almeno, allo
sblocco delliter esecutivo.
Per tutto questo concludono Corallo, Gallo
e Bellinvia - chiediamo
alla politica siciliana, su
tutta quella delle tre province interessate, uno
scatto dorgoglio perch,
in tempi rapidissimi, il
Governo nazionale definisca liter e individui il
finanziamento di propria
pertinenza.
Il sindacato unitario non
si fermer fino a quando
non avremo atti concreti
per la conferma del progetto di questa opera.
Vogliamo che la Sicilia,
questa parte di Sicilia,
sia pronta a competere
con il resto del Paese. A
tutti i cittadini dei centri
attraversati da questopera chiediamo di mobilitarsi per difendere,
insieme a noi, un diritto fondamentale per un
nuovo e reale sviluppo.
Feneal Uil, Filca Cisl e
Fillea Cgil hanno chiesto
la presenza delle deputazioni Nazionale e Regionale oltre che dei sindaci
dei comuni di Catania,
Siracusa e Ragusa interessati.

Il presule ha ringraziato i militari per lattivit svolta

Larcivescovo Pappalardo ieri


in visita al Comando Carabinieri

Presso il Comando Provinciale dei Carabi-

LArcivescovo ieri al Comando carabinieri.

nieri di Siracusa, giunto Mons. Salvatore


Pappalardo impegnato in una visita pastorale presso la Chiesa del Sacro Cuore. Nella
circostanza stato accolto dal Comandante
Provinciale dei Carabinieri di Siracusa, Col.
Mauro Perdichizzi, dai militari dellAssociazione Nazionale Carabinieri in rappresentanza dei militari in congedo e dai Carabinieri
della sede. Durante lincontro avvenuto nella
sala conferenze S.E. Mons. Salvatore Pappalardo ha voluto sentitamente ringraziare i Ca-

rabinieri per il costante e quotidiano impegno


profuso per la salvaguardia di tutti i cittadini
e poco prima di andare via ha donato a tutti
i presenti un immagine raffigurante San Pietro nel gesto di incaricare il primo vescovo
di Siracusa, San Marciano, per predicare il
Vangelo a Siracusa, sottolineando limportanza e la continuit svolta da quel primo gesto
fino anche ai giorni nostri attraverso loperato
dellattuale vescovo di Siracusa. Lui stesso ha
voluto portare la sua vicinanza alla popolazione locale ed anche allArma dei Carabinieri

SOCIET 8

Sicilia 18 APRILE 2015, SABATO

18 aprile 2015, sabato

Gioved

30
aprile prossimo, alle 10.00,
nei saloni della Cisl in via
Arsenale, avr
luogo l'evento
formativo
dell'Ordine dei
Giornalisti, dal
titolo Violenza di genere &
Mass media.
L'apertura del
seminario, organizzato dalla
sezionesiracusana
dell'Associazione Siciliana
della Stampa
e dalla Rete
Centri Antiviolenza, affidata al segretario
provinciale di
Assostampa,
Damiano
Chiaramonte
Segretario
Assostampa,
che presenter
il corso e alla
proiezione dello spot contro la
violenza di genere realizzato
dalla
collega
Nadia Germano e un gruppo
di giornaliste
siracusane. Il
programma del
corso
prevede le relazioni
della
giornalista Raffaella
Mauceri, presidente
Rete
Centri Antiviolenza Siracusa
che parlera di
violenza
di
genere e la cultura assolutoria dei media
e dell'avvocata Daniela La
Runa, vicepresidente
Rete
antiviolenza
Siracusa
che
affronter
il
tema dal titolo Quando il
peso del cervello ostava il
diritto di voto
delle donne".

I partecipanti
riceveranno
il materiale didattico.
Chiuder il
seminario
la linguista
e scrittrice Grazia
Priulla con
la relazione
Parole tossiche che
d il titolo
anche al suo
ultimo
saggio

Evento formativo
Violenza di genere
& Mass media
Chiuder il seminario la linguista e scrittrice
Grazia
Priulla con la
relazione Parole tossiche
che d il titolo
anche al suo
ultimo saggio.
I partecipanti
riceveranno il
materiale
di-

dattico. Il corso
gi inserito
nella piattaforma Sigef e le
iscrizioni termineranno il 26
aprile.
Graziella Priulla torinese, insegna Sociologia dei processi
culturali
nella facolt di

Scienze Politiche delluniversit di Catania e


si occupa di informazione e di
comunicazione
politica. Parole
tossiche. Cronache di ordinario sessismo
il suo ultimo
libro pubblicato
nel 2014. I suoi

studi riguardano i mezzi di


informazione,
la
sociologia
dei
consumi
culturali, la comunicazione
giornalistica
sulla mafia, i
linguaggi comunicativi della pubblicit e
della politica,

i modi di rappresentazione
e costruzione
della realt attraverso il mezzo televisivo, i
temi della comunicazione
pubblica in Italia, il sessismo.
Raffella
Mauceri
Giornalista
editrice
militante, ha scelto
di dedicare la
sua professione
e il suo impegno di volontariato alla causa
delle donne e
dei
bambini,
una causa che
la vede ininterrottamente in
prima linea sin
dagli anni 70.
Ha fondato e
dirige il periodico di cultura
femminile Il
Corriere
delle Donne edizioni La Nereide (1992),
lassociazione
Rete
Centri
Antiviolenza
di Siracusa, e
il Coorinamento Donne Siciliane contro la
violenza di genere (2008). E'
autrice di 14 libri, saggi e manuali.
Daniela
La
Runa avvocata del foro di
Siracusa iscritta all'albo avvocati dal 2002.
Dal 2005 milita nella grande Rete Centri
Antiviolenza di
Siracusa dove
ricopre il ruolo di vicepres.
Si occupa della tutela legale
delle vittime di
violenza nelle
sedi civili e penali e davanti al
tribunale per i
minori.

Sicilia 9

A presentare
levento sono stati
i dirigenti regionali
del Partito democratico Giancarlo
Garozzo e Giovanni
Cafeo, gli assessori del Comune
di Siracusa Valeria
Troia e Francesco
Italia, il sindaco di
Ferla Michelangelo
Giansiracusa e il
presidente dellassociazione Tempi
Nuovi Valerio

Il Futuro fare insieme


Confronti e partecipazione
D

isegnare il futuro attraverso un


confronto, aperto e
libero, con tutti percorrendo una strada
fatta di innovazione,
fiducia nei giovani
e le loro capacit,
voglia di scommettersi. E mosso
da queste parole
il cuore di Spero
2020. Il Futuro
fare insieme. Liniziativa, organizzata
dallassociazione
Tempi Nuovi
in programma il 6 e
7 giugno nellarea
della ex Spero in via
Elorina a Siracusa.
E cos che una zona
attualmente abban-

Liniziativa, organizzata dallassociazione


Tempi Nuovi in programma il 6 e 7 giugno
donata e che sar
riqualificata per diventare un centro
convegni, diventer
un laboratorio dentro
il quale confrontarsi
su temi che non restano dentro i confini
di Siracusa e della
sua provincia ma che
riguardano tutta la
Sicilia.
A presentare levento sono stati i dirigenti regionali del
Partito democratico
Giancarlo Garozzo e
Giovanni Cafeo, gli
assessori del Comu-

ne di Siracusa Valeria Troia e Francesco


Italia, il sindaco di
Ferla Michelangelo Giansiracusa e il
presidente dellassociazione Tempi
Nuovi Valerio Greco che ha lanciato
ufficialmente il sito
dellevento, www.
spero2020.com, e il
video di presentazione
dellevento.
Programmazione e
partecipazione ha
spiegato Garozzo
sono la stella polare del cammino che

Una giornata di ippoterapia


per i ragazzi delleducativa
Trascorreranno

una giornata
in campagna, immersi nella
natura Iblea, in compagnia di
cavalli, al maneggio dellex
pescheto sulla Maremonti,
Venerd 17 Aprile 2015 dalle
09:30 alle 16:00, i venti ragazzi dellAsacom, del Centro Diurno Disabili, cura-to
dalla Coop. Acquarius, e
dellEducativa
Domiciliare, assieme ai bambini della
donne vittime di tratta ospiti
dello Sprar Obioma curati
da Passwork. Una giornata di ippoterapia, seguiti

dalla terapista Tiziana Rapisarda, resa possibi-le grazie


alla raccolta fondi effettuata
in occasione del tombolone
natalizio organizza-to dallo
Sprar Obioma, integrato
dal contributo messo a disposizione dallassessore al
Welfare del Comune di Canicattini Bagni, la dottoressa
Marilena Miceli. Ad accompagnare i bambini in quella
che rappresenta unesperienza per riattivare stimoliemotivi creando, attraverso il
contatto con i cavalli, grandi

vogliamo intraprendere con liniziativa


Spero 2020. E una
grande occasione per
confrontarci perch,
bene ricordarlo,
non da soli che
possiamo cambiare e
risolvere i problemi.
Dobbiamo farlo insieme e per questo
invito tutta la provincia a partecipare per
discutere insieme su
tante tematiche, tutte
importanti per lo sviluppo e il futuro del
nostro territorio.
Dalle strutture del-

emozioni, oltre ai responsabili delle due imprese sociali


che operano con il Comune
nei servizi alla di-sabilit e
richiedenti asilo e rifugiati ,
ci sar anche lassistente sociale dellEnte, la dottoressa
Lucy Scuderi. Lippoterapia si rivela sempre di pi
un trattamento rieducativo
importante e funzio-nale per
rinforzare le potenzialit muscolari e motorie, oltre a stimolare le facolt in-tellettive
(memoria, attenzione e concentrazione), continuando
a stimolare e potenzia-re la
progettazione, labilit esecutiva e lorganizzazione
visuo-spaziale dei bambini,
con o senza disabilit.

In foto, lincontro
di ieri mattina.

la ex Spero verr
cos tesa una mano
che dovr idealmente unire la politica
al territorio per colmare un distacco
sempre pi forte.
Troppo spesso ha
dichiarato Giovanni Cafeo i territori
subiscono le scelte
politiche regionali
quando invece dobbiamo essere noi gli
attori protagonisti
delle decisioni che
influiscono sulle nostre vite. Per farlo,
per, dobbiamo dimostrare di sapere
fare rete e avere la
capacit di integrarci sfruttando tutte
le opportunit per
incidere sulle scelte non solo a livello
regionale ma anche
provinciale. E inutile fermarsi solo a lamentarci, dobbiamo
invece capire cosa
serve al territorio e
attivarci per trovare
le soluzioni per rilanciarlo. Cambiare
verso alla politica:
da una politica che
urla e si contrappone, ad una che ascolta, si confronta e fa
sintesi.
Se levento del 6 e 7
giugno sar segnato
da una intensa due
giorni di dibattiti,
anche il percorso di
avvicinamento non
sar da meno con 12
incontri e tre tavole
rotonde dal 18 aprile al 23 maggio. Un
fitto programma che
servir a discutere
di temi fondamentali come la scuola
e luniversit, il tu-

societ

rismo, lenergia, i rifiuti, i beni culturali.


I primi due incontri
sono in programma
domani, sabato 18
aprile, nella sede
dellassociazione
Tempi Nuovi in
via Brenta 65. Alle
10,30 si parler di
Social
innovation
e smart city mentre
alle 16 di Scuola e
universit. Il nostro
obiettivo sostiene Valeria Troia
innescare un salto
culturale significativo nel modo di fare
politica costruendo
un modo nuovo di
amministrare dove
la politica diventa
regia, facilitatore di
processi, governi di
reti di collaborazione tra gli attori del
territorio, con un
unico scopo condiviso: lo sviluppo.
Spero 2020 ha
aggiunto Giansiracusa unopportunit per ragionare
sulle prospettive di
sviluppo condiviso
con tutti gli interlocutori del territorio.
Il nostro obiettivo valorizzare la
rete tra gli amministratori, le realt
imprenditoriali, la
cittadinanza attiva e
gli attivisti politici.
La nostra ambizione
promuovere una
vera e propria rete
umana e sociale tra
amministratori, attivisti politici e cittadinanza attiva che ci
consenta di tracciare
un percorso di crescita strategica per il
Sud Est della nostra
terra. Se il punto di
partenza Siracusa,
lorizzonte sono lItalia e il resto del
mondo. Abbiamo
il compito ha dichiarato Francesco
Italia di proiettare limmagine della
provincia siracusana
su scala nazionale
e internazionale attraverso una visione
del futuro che sia
inclusiva, sostenibile e accessibile. Per
raggiungere questo
obiettivo dobbiamo
impegnarci a superare pregiudizi, immobilismo e illegalit,
partendo dal concetto di responsabilit
individuale.

societ 10

E
stato
fermo di

Sicilia 18 aprile 2015, sabato

Arrestato il comandante tunisino


di un peschereccio con 300 migranti

sottoposto a
Polizia Giudiziaria Mehamed Kerdaoui nato in Tunisia di 32
anni, stato riconosciuto come il comandante
del peschereccio che
ha trasportato ben 300
migranti.
Sono stati sottoposti a
fermo di Polizia Giudiziaria in quanto responsabili di aver condotto
il gommone dalle coste
libiche fino a quando
non sono stati soccorsi
da una motonave, cos
come del resto, era stato
da loro programmato.
Il responsabile del delitto previsto dagli artt.
416 C.P. e 12 D.Lgs.vo
25.7.1998 nr. 286, si associava con altri soggetti
presenti in Libia al fine
trarne ingiusto ed ingente profitto compiendo atti
diretti a procurare l'ingresso clandestino nel
territorio dello Stato di
cittadini extracomunitari.
Il delitto aggravato dal
fatto di aver procurato
lingresso e la permanenza illegale in Italia di
pi di 5 persone; perch
stato commesso da pi
di 3 persone in concorso
tra loro; per aver procurato lingresso e la permanenza illegale delle
persone esponendole a
pericolo per la loro vita e
incolumit ed inoltre per
aver procurato lingresso
e la permanenza illegale le persone sono state
sottoposte a trattamento
inumano e degradante.
I migranti a bordo del
peschereccio tutti provenienti da diverse regioni
africane
attualmente
sono ospiti presso il
C.P.S.A. di Pozzallo in
attesa del trasferimento.
I fatti: lo scorso 15 aprile, verso le ore 19.30, la
nave Michele Fiorillo CP
904 in acque internazionali giungeva in prossimit di un barcone di colore blu di lunghezza di
circa 15 metri con a bordo 301 persone e procedeva al loro soccorso
portandoli a bordo. I migranti erano di diversa

Nel 2014 sono stati fermati ben diuecento


trafficanti nel territorio di Ragusa

tivit sono continue,


sbarcano vengono identificati e subito trasferiti
per far posto agli altri
appena giunti. In questo momento si procede
al trasferimento di altre
200 persone cos da
poter far completare le
procedure di sbarco dei
300 arrivati ieri.
La Polizia di Stato ha gi
predisposto il trasferimento con ordinanza del
Questore di Ragusa su
altre strutture del nord.
Attualmente stanno lavorando tutti gli uffici
della Polizia di Stato
presso il Porto di Pozzallo al fine di far rientrare il
momento di emergenza
connesso agli sbarchi.
Le indagini: gli uomini

nazionalit: Eritrea, Siria, Etiopia, Nigeria Somalia. Dopo il trasbordo


dei clandestini, la nave
soccorritrice si dirigeva
verso il porto di Pozzallo
per lo sbarco dei migranti che giungeva alle ore
18 dello scorso 16 aprile
e sta ancora effettuando
lo sbarco dei migranti.
Senza sosta lattivit
della Polizia di Stato,
dellufficio Ordine Pubblico della Questura di Ragusa ha messo a disposizione decine di uomini
coordinati dal Funzionario della Polizia di Stato
responsabile del servizio. Grazie al loro impegno, si sta procedendo
a far partire centinaia di
ospiti per poter far posto
agli ultimi arrivati, soprattutto ai bambini ed alle
donne incinte.
Alle procedure stanno
partecipando 40 Agenti
della Polizia di Stato ed
altri operatori delle Forze
dellOrdine, la Protezione Civile, la Croce Rossa Italiana ed i medici
dellA.S.P. per le visite
mediche.
Il lavoro dellUfficio Immigrazione della Polizia di

Stato molto complesso e deve essere espletato in tempi ristretti


cos da permettere un
immediato invio degli
ospiti in strutture daccoglienza ma quando in
numeri sono elevati non
semplice quindi serve
una marcia in pi che gli
operatori della Polizia di
Stato di Ragusa hanno.
La Polizia Scientifica

Sicilia 11

18 aprile 2015, sabato

sta facendo degli sforzi


immensi per garantire
unidentit certa degli
sbarcati e lavora senza
sosta per le operazioni di fotosegnalamento
in considerazione degli ultimi arrivi. In tempi
record sta rilevando le
impronte digitali di tutti i
migranti cos come previsto dalla legge.
Da giorni ormai le at-

della Polizia di Stato


- Squadra Mobile Questura di Ragusa - con la
partecipazione di unaliquota della Guardia
Costiera (Nave Fiorillo),
di Carabinieri ed una
della Sez. Op. Nav. della Guardia di Finanza
hanno individuato tra i
300 migranti lo scafista
tunisino. Luomo aveva
provato a nascondersi
tra un gruppo di giovani
provenienti dal maghreb
che per lo hanno denunciato ritenendo di essere estranei ai fatti a lui
contestati discostandosi
dalla sua condotta.
Lo scafista ha capito di
essere stato individuato per colpa dei suoi
connazionali e manette
ai polsi si girato verso
di loro dicendo in lingua
araba mi avete tradito
fratelli.
Ci sono volute poche
ore per individuare lo
scafista in quanto le
operazioni sono iniziate
direttamente sulla nave
al fine di evitare la paura
dei testimoni una volta a
terra ed in piena sinergia
con chi li aveva soccorsi
della Guardia Costiera.
Ascoltati altri tunisini
che avevano pagato per
viaggiare quasi 1.500
dollari e tutti gli altri migranti, le responsabilit
erano da attribuire solo
allodierno fermato che

aveva fatto tutto da solo,


anche in considerazione
del fatto che il viaggio
durato poco meno di
6 ore poich sono stati
soccorsi a 40 miglia dalle
coste libiche.
Il comandante inizialmente molto arrabbiato
perch tradito dai suoi
stessi connazionali, si
determinato a parlare
riferendo una versione
poco credibile ma comunque importante perch ha confermato quanto riferito dai passeggeri
ovvero che stato lui a
condurre il peschereccio.
I tunisini quando ingaggiati dalle consorterie
criminali libiche percepiscono mediamente 3000
(elemento da lui negato)
dollari per condurre limbarcazione che frutta agli
organizzatori mediamente 1.800 dollari a passeggero, in questo caso
complessivamente oltre
mezzo milione di dollari
(540.000 $).
Il lavoro degli uomini della Polizia Giudiziaria ha
permesso di individuare anche questa volta
il responsabile di questo traffico di migranti,
enorme business per
gli organizzatori libici
che arruolano tra loro
scafisti capaci di condurre un natante anche da paesi per loro
stranieri, al solo fine di
non rischiare di finire in
carcere e guadagnare il
pi possibile.
La cattura: le indagini
condotte dalla Polizia,
hanno permesso anche
questa volta di sottoporre a fermo di indiziato di
delitto i responsabili del
reato di favoreggiamento
dellimmigrazione
clandestina.
Al termine dellAttivit
di Polizia Giudiziaria
coordinata dalla Procura della Repubblica di
Ragusa gli investigatori hanno catturato gli
scafisti che dopo le formalit di rito e lidentificazione da parte della
Polizia Scientifica sono
stati condotti presso il
carcere di Ragusa a disposizione dellAutorit
Giudiziaria Iblea impegnata in prima linea sul
fronte
immigrazione,
considerato che dopo
il fermo iniziano tutte le
fasi processuali particolarmente complesse.
Bilancio attivit della
Polizia: nel 2015 sono
17 gli scafisti fermati a
seguito degli sbarchi in
provincia di Ragusa. Lo
scorso anno sono stati
arrestati circa 200 scafisti dalla Polizia Giudiziaria. Inoltre, sono in
corso numerose attivit
in collaborazione con
le altre Squadre Mobili
siciliane della Polizia di
Stato (coordinate dal
Servizio Centrale Operativo della Direzione
Centrale Anticrimine)
al fine di permettere
scambi informativi utili
per gestire indagini sul
traffico di migranti dalle
coste straniere a quelle
Italiane.

con Percorsi di Bioarchitettura tra terra e cielo

Expo Milano: lInbar Siracusa


al Cluster Bio-Mediterraneo

societ

societ

A palazzo
Vermexio
convegno
La dieta mediterranea e la bellezza del paesaggio, dellAnmic
il filo conduttore dei percorsi di bioarchitettura
su disabilit
N

Listituto

nazionale di Bioarchitettura Siracusa lancia la


piattaforma digitale
per Expo Milano. Salute, Bellezza e Armonia, i cardini del
Cluster Bio-Mediterraneo di cui la Regione Sicilia capofila;
il cibo e limpronta
ecologica delluomo
sul pianeta, il tema
dellesposizione universale.
La dieta mediterranea e la bellezza
del paesaggio, il filo
conduttore dei percorsi di bioarchitettura. Percorsi pensati
dallINBAR Siracusa,
per comunicare al
mondo lunicit delle
nostre tradizioni e la
creativit nellinnovazione tecnologica
nel distretto del sudest. Cinque percorsi,
che raccolgono un
ventaglio di proposte
culturali e opportunit
di turismo sostenibile
offerti dal nostro territorio.
Un connubio tra realt
materiali e immateriali, un viaggio che parte dal sito di Thapsos,

Sopra, limmagine per la partecipazione allExpo 2015.

uno dei pi importanti siti protostorici


siciliani, con in volo
su Priolograzie alla
fruizione dei bbcc e
naturalistici dellarea,
alla scoperta delle
biodiversit presenti
(specie animali e vegetali). Percorsi che
incontrano le aziende
agricole del biologico
impegnate nella produzione dei prodotti
tipici delizie degli

iblei: pane, miele,


marmellate, formaggi
e ricotta. Riscopriamo le vie del grano
i suoi mulini ad acqua
legati alla produzione
di farine che testimoniano un ricco passato di molitura dei grani antichi, Tumma e
Russello,
dellarea
sud-orientale
della
Sicilia. Agrumeti secolari che custodiscono rovine antiche,

templi, ville, piccoli


tesori di architetture
spontanee, caseggiati
abbarbicati su rocce imponenti che si
tuffano nel vuoto di
immensi valloni in
cui scorrono ricche
sorgenti dacqua nel
percorso il giardino mediterraneo, ed
infine il grande patrimonio dei borghi
rurali in frantoi palmenti e tonnare.

el pomeriggio alle ore


17 presso la sala conferenze
di Palazzo Vermexio, salone Borsellino, si svolger
il convegno organizzato
dall'A.N.M.I.C. provinciale
di Siracusa.
Attraverso il convegno si
intende affermare una diversa immagine del disabile
quale soggetto capace, secondo la propria specificit,
di lavorare in un contesto di
normalit, produttivit e responsabilit
Saranno ampliate le conoscenze che comportano
consapevolezza, poich le
conoscenze vanno di pari
passo con le norme, al fine
di salvaguardare i processi
civili e di sistema.
Parteciperanno ai lavori
le massime Autorit della disabilit italiana, nella fattispecie il presidente nazionale dott. Nazaro
Pagano;presenzieranno
i
lavori, inoltre, le Autorit
cittadine.
Considerata la istituzionalit dell'iniziativa gli organi
di stampa e le reti radio-televisive locali sono invitate
a partecipare i lavori con i
loro mezzi tecnici al fine
della massima diffusione
delle attivit convegnistiche.

Il Premio in Memoria del Politico Siciliano Sgarlata questanno tra gli altri andato a Arbore, Di Mare e la Minetti

A Roma in scena la settima Edizione del Premio Marcello Sgarlata


L a sala della Protomoteca in
Campidoglio, stata il teatro della
VII edizione del Premio Marcello
Sgarlata. Un premio, organizzato
dall'Associazione Marcello Sgarlata
e dal Rotary Club Roma Olgiata,
e patrocinato dal Senato della Repubblica, la Camera dei Deputati,
e la Presidenza del Consiglio, per
onorare la memoria di Marcello
Sgarlata, figura politica di spicco
della Prima Repubblica,
Il riconoscimento, viene attribuito
di anno in anno a personalit, che
si sono contraddistinte per atti di
coraggio. I premiati di questa edizione sono stati: Lucia Annibali,
Avvocato,per essere stata messa a
dura prova dalla vita e da un episodio

di una brutalit indicibile, Renzo


Arbore, che senza mai prendersi sul
serio, e farsi travolgere dal successo, ha trovato sempre il tempo di
dedicarsi ai pi bisognosi ed da
anni coraggioso testimonial della
Lega del Filo dOro. Commosso ed
emozionato, risultato il giornalista,
volto noto della Tv italiana, Franco
Di Mare per aver raccontato con
coraggio la sua esperienza durante
la missione di guerra che gli ha fatto
conoscere Stella. La sua attuale
figlia Annalisa Minetti che stata
premiata per laudacia e la forza
danimo manifestate nelle situazioni
pi difficili di vita senza ma porsi
alcun limite. Pasqualino Buonfiglio, Appuntato scelto dellarma

dei Carabinieri, distintosi per il suo


coraggio e la sua dedizione verso la
Patria. Come ogni anno a termine
della serata sono stati consegnati i

premi in sinergia con Il Cnr e Medici


senza Frontiere a:Raffaella Balestrini del CNR e Livia Tampellini di
Medici Senza Frontiere.

attualit 12

Sicilia 18 aprile 2015, sabato

18 aprile 2015, sabato

LOSSERVATORIO

Il sindaco Bianco ha ottenuto il risultato. siracusa dorme

Treno veloce sulla tratta di Palermo


S per Catania, no per Siracusa

lavorando a un sistema che prevede sette


coppie aggiuntive
di treni sulla tratta Palermo-Catania,
con una corsa ogni
due ore. Per Siracusa
si cambia a Catania.
Stiamo lavorando
per ottimizzare il
sistema con le risorse
che abbiamo puntualizza lingegner
Maurizio Mancarella, direttore del
Trasporto regionale
per la Sicilia. E qui
la palla passa alla
Regione. La quale
non se d per inteso.
Il problema si pone
su due fronti: primo,
ottenere il collegamento veloce sulla
ferrovia PalermoSiracusa; secondo,
sollecitare la costruzione immediata di
una bretella stradale

alternativa al tratto
autostradale interrotto. Questa bretella
peraltro stata gi
preannunciata dal
ministro Delrio in
occasione del suo
sopralluogo sullautostrada interrotta.
E il ministro ha pure
annunciato che la
bretella potr essere
percorribile fra tre
mesi. Spetta ora alla
casta politica nostrana vigilare affinch
si passi al pi presto
dagli annunci ai fatti.
Ma restano lincognita e il rischio della
montagna che frana.
Se non sinterviene
con sere opere di
messa in sicurezza si
continua a cincischiare. E si rimane sempre
a rischio.
Il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha
gi ottenuto il collegamento ferroviario veloce CataniaPalermo. Siracusa

vino siciliano da Ibn


Hamdis al Ditirambo
di Meli, da Tempio a
Verga, da Rapisarda
a Pace, da Dumas a
Maupassant, dai proverbi alle sentenze
del popolino.
Con le illustrazioni di
Davide Imbraguglio
il libro di Scandurra
si addentra perfino
nella cabala, denso
com' di un sapiente
melange di cultura
e saggezza, proprio
come sorseggiando
un gradevolissimo e
illuminante "vino da
meditazione".
Il Distretto scolastico 55 di Palazzolo
Acreide ha pubblicato il libro "Siracusa
negli agoni classici" di Concetto
Scandurra, ricco di
riferimenti storici
che narrano delle vicende in cui la nostra
citt fu protagonista.
Particolare cura
Scandurra pone illustrando le vittorie

riportate da siracusani alle Olimpiadi (e


non solo) fornendoci
un elenco di nomi
con date e personali
palmares.
Un testo di notevole
spessore culturale, con prefazione
di Paolo Greco il
quale tra l'altro annota: "L'agonismo
antico va riproposto
a modello perch
almeno i giovani
prendano coscienza
dei valori educativi
profondi che possono nobilitare la fisicit dell'impegno,
la sfida con s e con
gli altri, la lotta per
il superamento di
ostacoli".
Un libro che meriterebbe una riedizione con finalit
anche didattiche se
vero, com' vero,
che la Scuola di oggi
vive di zone d'ombra
per quanto attiene a
quella Storia che pi
di altre ci appartiene.

Nessun contatto fra Comune e Trenitalia. Contatto tardivo con la Regione


di Salvatore Maiorca

Siracusa ancora tagliata fuori da Palermo e, quindi, dalla


Regione in seguito
alla frana che ha
colpito il viadotto
Imera dellautostrada
Palermo-Catania. E
la politica nostrana
comincia a svegliarsi.
Ma in ordine sparso,
singolarmente, isolatamente, inefficacemente. E comincia
anche a capire. Forse.
A capire quanto siano
importanti i tempi e le
modalit della movimentazione di persone e cose: importanti
per leconomia, ma
anche per la qualit della vita della
gente. Un esempio
soltanto: trasferire un
malato da Siracusa
a Palermo, per cure

urgenti, magari per


un urgente intervento
chirurgico, diventa

ora una via crucis,


che pu anche concludersi con la morte

del malato strada facendo. Vi pare poco?


Intanto Trenitalia sta

Tanto tempo dopo linterruzione dellautostrada la


politica nostrana comincia a svegliarsi. Ma in ordine
sparso, singolarmente, isolatamente, inefficacemente

cultura IIl nuovo libro di Concetto Scandurra, accademico della cucina


di Aldo Formosa
Come "paradigna
della cultura e della
storia siciliana", il
vino ha da sempre
accompagnato anche le vicende dell'umanit. raccontato nei miti, nelle
epopee, nelle sacre
scritture, in ogni
epoca e latitudine.
Cosi esordisce Concetto Scandurra nel
suo In vino veritas
(Morrone editore)
aggiungendo che
questo nettare la
lente attraverso cui
leggere la natura,
gli umori, le ragioni
dell'agire... il vino
diventato l'interprete, il suggeritore, il
compagno di viaggio nel cammino
della storia, il consolatore, l'amico nella
speranza.
Nella circostanzia-

Miscellanea di storia e cultura


ma soprattutto In vino veritas
Viaggio con particolareggiato excursus
culturale e storico per l'antico nettare
ta presentazione di
Corrado Di Pietro
si legge anche che
oggi il vino non ha
pi nulla della simbologia antica.
Ed perci che Scandurra si addentra
in questo particolareggiato excursus
culturale e storico,
proponendo testimonianze da Omero alle
monete di Naxos,
Katana, Akragas,
Lipari, Zancle, Enna.
Scandurra, componente dell'Accademia italiana della
cucina, elenca un
ricco florilegio di
versi e cantate sul

Il sindaco Garozzo non si svegliato:


stato svegliato da una lettera di fuoco inviatagli dalla professoressa Liliana Gissara, consigliere nazionale di
Italia nostra per la Sicilia. Ma i cosiddetti parlamentari nostrani dove sono?
dorme. E rimane
fuori da tutto. Ma
questa casta politica
nostrana (come al
solito inetta, inconcludente, corrotta),
pur cominciando a
svegliarsi, agisce in
ordine sparso: il sindaco va per la sua
strada, Vinciullo fa

altrettanto, Gennuso
anche, gli altri tacciono, assenti. Risultati:
zero.
C di pi: dove sono
gli altri parlamentari?
dov il Consiglio comunale? Dove sono i
consiglieri comunali,
cos bravi nel moltiplicare riunioni di

Da sinistra le stazioni di Palermo, Catania e Siracusa.


lultima, la pi dimenticata la nostra

commissioni e incassare gettoni e rimborsi a gog? Nessuno


muove un dito. Non
rimane che una parola: VERGOGNA!
Per tutti costoro!
Il sindaco Giancarlo
Garozzo si finalmente svegliato. Ed
andato a Palermo,
laltro ieri, per chiedere allassessore
regionale il collegamento ferroviario
veloce che Catania
ha gi ottenuto.
Una domanda al signor sindaco: perch
non si mosso subito? Perch non intervenuto, su Regione e Trenitalia, insieme con il sindaco di
Catania, per ottenere
il puro e semplice e
naturale prolungamento ferroviario veloce da Catania fino
a Siracusa: com
naturale, e com
sempre stato?
Ma labbiamo scoperto il motivo per
cui il signor sindaco
Garozzo si svegliato: non certo per sua
iniziativa n per sua
sensibilit (che non
ha); per lesattezza
stato svegliato da
una lettera di fuoco
inviatagli dalla professoressa Liliana

Gissara, consigliere
nazionale di Italia
nostra per la Sicilia.
Ecco il testo della
lettera: Egr. sig.
sindaco, egr. sig. vicesindaco,
vi rimetto parte del
comunicato stampa
predisposto a seguito
della disastrosa interruzione per frana della Catania-Palermo.
Il TG3 delle 14 ha
dato notizia dell'allestimento di un treno
veloce, come chiesto
nel comunicato stampa da Italia nostra
(volere potere!),
per Palermo; ma da

Sicilia 13

Catania.
Evidentemente, per
Regione e Trenitalia,
sulla carta geografica
della Sicilia Siracusa
non esiste, con grande nostro disdoro.
Non si riconosce ai
siracusani il diritto, o
l'ambizione se volete,
di andare o venire da
Palermo con i mezzi
messi a disposizione
da Catania in poi.
Senza dire che il
collegamento ferroviario tra Siracusa e
Palermo ha una sua
storia e che mai come
ora indispensabile
ripristinarlo.

societ Alla riscoperta dei vitigni autoctoni del nostro territorio


Tra le vocazioni
della nostra terra il
vino al primo posto.
E i nostri vitigni autoctoni non temono
confronti con quelli di altri territori.
Sbaraglia il campo
il Nero dAvola, che
per raggiunge il
mercato sotto varie
vesti; sicch se ne
trova di buono e di
meno buono. Una
curiosit: Avola non
centra niente con
questo vino che di
Avola porta il nome.
Il Nero dAvola si
produce essenzialmente nel triangolo
Pachino-Noto-Rosolini. Ma unantica
tradizione vuole che
l'innesto del primo
Nero d'Avola sia stato eseguito proprio
ad Avola. Anche se
poi la produzione
si spostata nel pachinese e si poi

Si perde nei secoli lorigine


dei nostri buoni e robusti vini
In primo piano il rilancio del Moscato e dellAlbanello

Il palazzolese Andrea, chef e sommelier, torna gioved prossimo in Rai alla Prova del cuoco

espansa fino a Noto


e Rosolini.
Ma ci sono anche altri
vitigni autoctoni del

nostro territorio. Li
ricorda il ristoratore
e sommelier palazzolese Andrea Al: i

bianchi Grecanico e
Inzolia, il Moscato di
Noto, il Moscato di
Siracusa (che alcuni
vogliono originario
di Alessandria dEgitto, tanto che una
volta si chiamava
anche Moscato di
Alessandria), lAlbanello, il Cyane.
Due parole in pi
vanno spese per tre
vini nostrani: il Moscato di Siracusa,
lAlbanello e il Cyane. Tutti e tre sono
prodotti da Nino
Pupillo, il quale li
ha riscoperti dopo
decenni di abbandono di queste colture.
Del Moscato Pupillo
fa tre diverse vinifi-

cazioni: una versione


un po pi abboccata,
unaltra meno, unaltra piuttosto secca
(per quanto secco pu
essere un moscato).
Particolare il Cyane, vinificato da uve
di moscato. Ne risulta
un bianco intenso,
con una punta di
dolce e mezza di
secco si potrebbe dire
parafrasando il piemontese Punt e mes
(una punta di dolce e
mezza di amaro).
LAlbanello un altro
bianco, anchesso
intenso ma pi abboccato del Cyane.
Moscato e Albanello
erano due bandiere dellagricoltura

attualit

Ci dobbiamo arrangiare come possiamo


perch evidentemente non godiamo di
considerazione alcuna; salvo impinguare
le casse regionali
con sostanziose addizionali ed introiti
di aree archeologiche
e musei.
Vorranno le signorie
loro far valere il diritto alla mobilit di
Siracusani e turisti ?.
Firmato Liliana Gissara
Gi nei giorni scorsi
Italia Nostra aveva
chiesto l'immediato
potenziamento dello
storico collegamento
ferroviario PalermoCatania-Siracusa con
almeno due coppie
di treni al giorno,
unica alternativa al
gommato almeno
per la mobilit delle
persone.
A proposito, dove
sono, che fine hanno
fatto i treni Pendolino che lex assessore
regionale del Turismo e dei Trasporti,
Fabio Granata, aveva
fatto mettere in servizio per il percorso del
barocco?
Tutte domande senza
risposta. E intanto il
popolo bue subisce e
paga e tace.
siracusana fino a una
sessantina danni
fa. Poi erano stati
abbandonati. Nino
Pupillo li ha riscoperti, ha recuperato
i vitigni dopo lunghe
e laboriose ricerche,
ne ha rilanciato la
produzione. LAlbanello peraltro
ancora in fase di
produzione sperimentale.
Se poi ci affacciamo nel Ragusano
svetta il Cerasuolo
di Vittoria, che per
un blend di Nero
dAvola e Frappato
(un altro vitigno autoctono delle nostre
zone). Anche il Cerasuolo raggiunge
le mense sotto varie
vesti. Bisogna saper scegliere quello
buono. Intanto il
prossimo gioved 23
Andrea riporter la
cucina iblea alla ribalta Rai della Prova
del cuoco.
s.m.

Cultura 14

di Arturo Messina
Gioved scorso, alle
ore 18, al Centro
Convegni-Salone San
Giovanni Paolo II, del
santuario della Madonna delle Lacrime, si
tenuto il convegno su
La luce e la speranza
nelle lacrime di Maria.
Allinterno di essa vi
stata la presentazione
della raccolta di liriche,
la pi recente delloltre dozzina di opere di
profonda religiosit di
mons. Giuseppe Greco
da Palazzolo, ognuna
delle quali corredata da
stampa antica della Biblioteca Alagoniana diretta dallo stesso gi vicario dellarcivescovo
ed una delle figure pi
eminenti, se non la pi
eminente, che spicca
nellambiente religioso
culturale e poetico di
Siracusa e oltre.
Coordinatore di cos
importante simposio
lirico-religioso stato
il prof. Sebastiano Burgaretta, personaggio a
tutti noto e da tutti ammirato in tutta la provincia aretusea e anche
al di fuori, per cultura
e religiosit pratica, di
cui Libert, nella pagina della cultura del
2 aprile scorso, ha recensito La camicia di
Nesso, la raccolta di
racconti del suo paese,
Avola, ma una mezza
dozzina danni prima
aveva recensito Sequenzia di palmiere,
mettendo in rilievo
che, oltre ad essere uno
dei pi quotati di tradizioni popolari, un
uomo di profonda fede
e di grande amore per
quel Dio che tanto ha
amato gli uomini.
E, come coordinatore
di tal convegno, qual
altro laico religioso
poteva scegliersi se
non lui, che spesso vien
chiamato alla presentazione daltrui libri?
Lui che, oltretutto,
del pregevole libro di
mons. Greco ha fatto
la pi lodevole prefazione scrivendo tra
laltro che I versi che
compongono,
come
poetico rosario, questo
canto stupefatto del
ruolo materno di Maria verso gli uomini
tutti sono come tanti
calibrati ed eleganti

18 aprile 2015, sabato

Sicilia 18 APRILE 2015, SABATO

La luce e la speranza
nelle lacrime di Maria
Nel salone San Giovanni Paolo II del Santuario Madonna delle lacrime
gioved scorso stato presentato il libro di liriche di mons. Giuseppe Greco
passi di danza, che, in
un rituale sacri degno
di un novello David,
vengono eseguiti da
unanima innamorata,
e pienamente dedicata
alla contemplazione,
ai piedi della Vergine

riflettere (anche attraverso la lettura delle


cos stupende liriche di
mons. Giuseppe Greco) sul significativo,
materno
messaggio
che la Madre del Cristo e dellumanit ha

sua profonda e quotidiana meditazione su


Colei che accettando
di essere lei, figlia del
suo Figlio, si assunta la funzione di Madre
di tutti i mortali, per
cui proprio da Siracusa

quando frequentava il
Liceo Scientifico Corbino e si facevano le
mostre del tempo libero nellaula magna,
con lesposizione delle
monete e delle conchiglie del prof. Angelo

Opportuno e di
grande piacevolezza stato linserito della componente musicale
tra un intervento e
laltro, della stupenda e seducente
voce recitante e
cantante di Mirella Furnari

In alto, il chitarrista Salvatore Xibilia;


a fianco, il prof. Burgaretta e mons. Greco
sopra, mons. Antinio Staglian, vescovo di Noto.
Santissima, ammirata ed esaltata nel suo
ruolo di madre universale
Dopo i convenevoli,
ha invitato a prendere
la parola il prof. don
Luca Saraceno, il Rettore del Santuario, che
ospitava il religioso
e cultural convegno.
Egli, introducendo il
folto e pio uditorio a
La luce e la speranza
nelle lacrime di Maria ha affermato, tra
laltro, quanto sia importante soffermarsi a

voluto dare agli uomini


attraverso il prodigio
della sua lacrimazione
avvenuta per la prima
volta il mattino del 29
agosto 1953 proprio
a Siracusa: quella che
ben si poteva un tempo
definire la capitale del
Mediterraneo e quindi
della civilt occidentale.
Ha preso quindi la
parola lautore della
pregevole opera, affermando anche che
lispirazione per le sue
liriche scaturisce dalla

ha voluto dimostrare
quanta amarezza provi al vedere quanto il
mondo sia traviato e
con quanta intensit
preghi per esso il Figlio suo, affinch ne
abbia piet
Opportuno e di grande
piacevolezza stato
linserito della componente musicale tra
un intervento e laltro,
della stupenda e seducente voce recitante
e cantante di Mirella
Furnari, che mi ha fatto ricordare i bei tempi

Giudice, con la partecipazione del chitarrista


Ennio Bottiglieri che
poi diventato uno dei
pi ammirati musicisti,
con la partecipazione
della soprano Lucia
Colletta, la madre di
Fulvio Frisone In
questa circostanza oltre che recitare delle
liriche
appartenenti
alla raccolta di mons.
Giuseppe Greco, ha
cantato unAve Maria
che non conoscevamo
ma che tanto piaciuta, anche perch tanto

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Dopo la grande conquista della promozione in serie D

adatta alla circostanza.


Circostanza che mi ha
fatto ricordare quando
io per la presentazione
della precedente raccolta di liriche dello stesso
Monsignor Greco, Ho
bevuto al tuo calice,
avvenuta cinque anni
addietro nello stesso
Salone di Convegni
del Santuario, ne avevo
musicato una proprio
per chitarra, che avevo
fatto ascoltare prima
allo stesso insigne poetico monsignore.
Per questa circostanza
avrei desiderato, visto che cera anche lo
schermo, far proiettare
la mia romanza religiosa intitolata proprio
La donna del dolore,
che, assieme a Master lacrimarum, canta Silvana Leggio con
la sua delicatissima e
religiosissima voce ed
gi in DVD, con le
immagini della cerimonia religiosa finale
del 14 settembre scorso il pi lanniversario della lacrimazione:
copia di questo DVD,
comunque, ho offerto
in primis allarcivescovo Pappalardo in
occasione del recente
scambio degli auguri
pasquali avvenuto nella casa dellospitalit
Sara e Abramo: ne ho
promesso copia proprio
gioved scorso al rettore del santuario.
E stata poi la magna
lectio del dotto e pio
relatore: il vescovo di
Noto, sua eccellenza
mons. Antonio Staglian che ha manifestato ancora una volta
la profondit dei suoi
sentimenti e della sua
cultura, nonch la rara
capacit di coinvolgere
pienamente gli ascoltatori, non solo per la
qualit del contenuti,
degli argomenti pi
interessanti, la qualit
del porgere, leleganza
dello stile pi comunicativo e convincente,
anche allettante, persino con il suo strumento vocale, cos caldo e
ricco di palpitazioni,
con la sua mimica, la
sua recitazione, la sua
padronanza potremmo
aggiungere
scenica.
Infine, lintervento del
prof. Paolo Giansiracusa su: Il volto di Maria
nellarte delle antiche
incisioni.

Siracusa, pausa di riflessione


per pianificare bene il futuro

Cutrufo non ha fretta: per non affrontare impreparati


un campionato impegnativo, meglio riflettere un giorno
in pi che uno in meno prima di operare le giuste scelte

entre i tifosi aretusei hanno


ancora nelle orecchie la radiocronaca delle ultime
fasi dellincontro
fra Igea Virtus e
Scordia che hanno regalato la
D al Siracusa, e
mentre
scorrono i titoli di coda
di un campionato dominato dal
braccio di ferro
fra lo Scordia e
gli azzurri, con
questi ultimi che
hanno finito in extremis per avere
la meglio, si comincia a delineare lorientamento
della
dirigenza
sul come affrontare i vari problemi connaturati
al salto di categoria. La priorit

per il restyling
dello stadio per
il quale si moltiplicano i contatti
col Comune per
accelerare linizio dei lavori,
seguita a ruota
dalla
necessit
di ampliamento
della base societaria, dallaffiancamento di nuovi
sponsor e dalla
scelta di un direttore sportivo,
profondo conoscitore della categoria, da inserire
nellorganigramma dirigenziale
che Cutrufo vorrebbe potenziare.
Per cui esaurita la
scia dei festeggiamenti, gi dalla
prossima settimana si potrebbe registrare un primo

incontro fra i protagonisti di questa


bella impresa per
tirare le somme di
una stagione che
si conclusa con
una grande conquista, ma che
stata anche caratterizzata da una
serie di esborsi
imprevisti,
comunque recuperabili con qualche operazione in
uscita. A questo
incontro
preliminare oltre agli
attuali
dirigenti
verranno probabilmente invitati
gli attuali sponsor che, in linea
di massima, sembrano propensi a
ridare fiducia al
veicolo pubblicitario rappresentato dal Siracusa.

Seguir la scelta
dellallenatore,
una scelta non
facile, se si pensa allimportanza
del ruolo che la
guida tecnica avr
nelleconomia
delle operazioni
che porteranno al
varo della squadra per la quale
si prevedono pochissime
riconferme e molte
novit. Lorientamento generale
comunque quello
di scegliere gente

Calcio, domenica tutti al De Simone


per festeggiare la promozione
dei ragazzi di mister Anastasio
D

omenica tutti allo stadio per


festeggeriare la promozione del
Siracusa in serie D con i suoi tifosi.
Una stagione da incorniciare quella degli uomini di mister Anastasi
che saluteranno il pubblico siracusano con unamichevole con lAsd
Cara Mineo che a sua volta ha vinto il proprio torneo di competenza
ed approdata in Prima Categoria. Compagine, quella del Mineo,
formata interamente dai migranti
ospiti del centro daccoglienza per
richiedenti asilo. Venticinque giocatori in rappresentanza di diverse
nazionalit: Gambia, Mali, Camerun, Nigeria, Somalia e Burkina
Faso. Loccasione ideale per tributare il giusto applauso ai calciatori
azzurri, allo staff tecnico e dirigenziale per unannata che il popolo
sportivo aretuseo difficilmente dimenticher. Lappuntamento, allora, per domenica 19 aprile alle ore
18.00 presso lo stadio Nicola De
Simone (ingresso libero).

Pallanuoto, al Paolo Caldarella


il derby della verit

E'

tempo di derby ed tempo verit per


le due squadre aretusee. LOrtigia di mister Leone, per loccasione fatto sedere in
tribuna dal giudice sportivo per recidivit in comportamento poco riguardoso, in
cerca di tre punti importanti che darebbero
a Patricelli e compagni la matematica partecipazione ai play off obiettivo stagionale
dei biancoverdi, dallaltra parte una 7 Sco-

di categoria per
evitare che linesperienza giochi
brutti tiri. Nomi ?
Neanche a parlarne.
Caratteristiche?
Gente giovane e
motivata che riesca ad inserirsi in
un progetto almeno biennale che la
dirigenza pronta a varare.
Prepariamoci
dunque ad una
fase avara di novit ma caratterizzata da proficui

giri
dorizzonte
e da frequenti
scambi di vedute
interdirigenziali
che
dovrebbero
portare alla stesura di un progetto
di massima che
avr come obiettivo quello di riportare, nel giro di un
paio di stagioni, il
Siracusa in Legapr.
Un percorso difficile ma suggestivo che val la pena
di percorrere.
Armando Galea

gli in cerca del doppio riscatto, sia per la


sconfitta di sabato scorso in terra campana
ma, soprattutto, per cancellare la brutta performance di Camileri e compagni nella gara
del girone dandata persa con il punteggio
di 9-3. Peppe Cassia per l'occasione guider
l'Ortigia, per lui ha dichiarato ster eone:"E'
un allenatore esperto, sapr guidare senza
problemi la squadra e sono sicuro che anche
i ragazzi in acqua gli daranno una mano .
Quello di oggi un derby ed normale che
sia una gara particolare, perch si affronteranno due squadre della stessa citt e sar
ancora pi affascinante. Rispetto allandata
sar sicuramente un match diverso, poich
hanno trovato quadratura e il tempo servito loro per amalgamarsi. Hanno anche disputato ottime partite contro le squadre pi
blasonate e la posizione in classifica li rende
del tutto tranquilli.
Noi abbiamo dalla nostra il gruppo, che si
conosce da diversi anni, ma dovremo comunque giocare con la massima concentrazione perch ci mancano soltanto tre punti
alla matematica conquista dei play off, che
sono il nostro obiettivo stagionale. Andremo in acqua per fare bene davanti ad un
pubblico che, come in occasione della gara
di andata, sono certo che riempir gli spalti
della Caldarella, L'appuntamento oggi
alle 15.30 al "Paolo Caldarella"
Salvatore Cavallaro

Sicilia

SPORT PAGINA 16 1 aprile 2015, sabato

Andrea Calco:
Con il Carpi
sar dura,
ma siamo pronti
a dire la nostra
e a giocarci
le possibilit
di accedere
in semifinale

Canottaggio,
al via da Naro
l'avventura
della C.C.
Ortigia del
presidente
Chessari

In foto, Andrea Calvo.

Pallamano, lAlbatro a Chieti


per coltivare il sogno
Nella prima gara

far da spettatore
interessato, nelle
due
successive
prover a realizzare il sogno semifinale. E un
Albatro
Teamnetwork Siracusa
concentrato quello che partito
ieri per Chieti,
dove scender in
campo nel fine
settimana per il

Albatro carica e concentrata in vista del triangolare


della poule ammissione alla semifinale di Chieti
triangolare della
poule ammissione alle semifinali
scudetto. Gli aretusei sfideranno
oggi la perdente
di Carpi-Trieste e
domenica la vincente del primo
confronto.
Tutte le partite co-

minceranno alle
18,30. In palio un
posto per le semifinali scudetto.
Personalmente
dice lala Andrea Calvo - avrei
preferito giocare
subito per scaricare in campo
la tensione accu-

Pallanuoto femminile

LOrtigia in rossa a caccia


di continuit contro Messina

mpegno esterno,
per lOrtigia rosa
nel campionato di
serie B femminile.
Le siracusane, saranno
impegnate domenica, alle
13:30, contro la
Polisportiva Messina. Reduci dal
bel successo casalingo contro la
Mimmo Ferrito, le
ragazze di Valentina Ayale vogliono
dare continuit ai
risultati e prosegui-

re la marcia in vetta alla classifica.


Probabile turnover
per le aretusee,
con limpiego dal
primo minuto di

alcune delle giocatrici pi giovani, e con le compagne pi esperte


pronte a dar loro
una mano.

mulata in questi
giorni che ci separano da un appuntamento cos
importante.
Mi
sarebbe piaciuto
affrontare oggi il
Trieste, squadra
che nella mente
di molti siracusani rievoca le sfide scudetto degli
anni 80. Quella
giuliana oggi
una formazione
giovane, che corre tanto ma che
comunque alla
nostra portata. Il
Carpi, sulla carta,
possiede lorganico migliore fra le
tre. E una squadra forte dal punto di vista tecnico
e fisico e arginarla non sar semplice. La pressione prosegue
Calvo - sar tutta
sulle spalle dei
giocatori emiliani perch, per il
budget stanziato
questanno, arrivare tra le prime
quattro lobiettivo minimo della societ bian-

corossa specie se
si considera che
nella Final Eight
di Coppa Italia il
Carpi non arrivato
neanche
in finale. Per noi
saranno due gare
difficili, ma siamo pronti a dire
la nostra e a giocarci le possibilit di accedere alla
semifinale. Alla
fine vincer chi
sbaglier meno.
Andremo in campo con la consapevolezza
di
poter mettere in
difficolt entrambe le avversarie,
ben sapendo, allo
stesso tempo, che
d ora in poi quel
che verr sar tutto di guadagnato.
Gioved mattna,
prima della partenza in aereo per
Roma (da dove
poi raggiunger
Chieti) la squadra
ha sostenuto un
leggero
allenamento al PalaLobello. Ieri mattina rifinitura in
Abruzzo ed oggi
lattesissimo primo incontro del
triangolare.

arte la stagione
agonistica
degli atleti della
Canottieri
Ortigia del presidente Chessari. I giovani canottieri aretusei,
accompagnati
dagli allenatori
Sardone Andrea,
Russo Alessandra e Moschitto
Domenico,
sono attesi oggi
e domani a Naro
(AG), per le
qualificazioni
nazionali nella
categoria Allievi, Cadetti, Ragazzi, Esordienti, Junior, Under
23, Pesi Leggeri,
Senior. Levento
organizzato dal
Comitato Regionale Sicilia in
collaborazione
del Comune di
Naro (AG), vedr la presenza
di tutti gli atleti della Sicilia
in competizione nella Diga
San
Giovanni
sul fiume Naro,
nel percorso di
regata dei 1000,
1500 e 2000 m
disposte su otto
corsie a partenza
non ancorate.

S.C.