Sei sulla pagina 1di 9

Cronaca

Cronaca

Ricettava oggetti
preziosi in negozio
di Compro oro

Duplice omicidio
di Lentini: lora
delle parti civili
A pagina sette

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina sette

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
venerd 17 aprile 2015 Anno XXVIIi N. 90 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Economia. Le statistiche pubblicate dal quotidiano Il Sole-24 ore

Reddito pro capite


Siracusa in alto

Il reddito annuo medio imponibile di 18 mila euro


L

politica

Una delibera
contro
i negozianti

Pagare un prezzo simbo-

lico per ottenere la possibilit di una licenza di


ambulante e sostare con le
bancarelle in qualsiasi posto della citt. Questo il
senso di una delibera, esitata il 30 dicembre scorso
dalla Giunta comunale di
Siracusa, oggi oggetto di
critiche. Come se non
bastasse la gravissima crisi economica spiega il
consigliere comunale Salvo Sorbello il commercio siracusano rischia di
subire un altro, pesantissimo colpo se il consiglio
comunale.
A pagina due

pachino

siracusa

Condannati Minicar
per lite
precipita
tra famiglie in mare
E finita con la condanna Estata
di due persone una vicenda che trae origine da una
relazione sentimentale.

ripescata unauto precipitata nelle acque di


Riva Forte Gallo nei pressi
del ponte Umbertino.

A pagina sei

A pagina quattro

a citt di Siracusa
presenta un reddito
pro capite maggiore
di Catania e Ragusa,
ma rimane alle spalle
di Palermo, Messina e
Agrigento. Il dato, poco
confortante a dire il
vero, emerge dallo studio realizzato e pubblicato dal quotidiano economico Il Sole 24 ore,
basato sul reddito imponibile medio pro-capite
dichiarato nel 2014.

resso listituto comprensivo Aurispa di Noto si


tenuto ieri il quarto incontro delle Fiamme gialle
con gli studenti delle classi terze della scuola media
inferiore.

A pagina tre

A pagina cinque

Presentate due mozioni

Porto turistico
e viale Epipoli
in Consiglio

guardia di finanza

Legalit
in cattedra
allAurispa

Ordine del giorno che legato allatto di indirizzo a firma


del consigliere di Progetto Siracusa, Massimo Milazzo.
Questi chiede che lamministrazione comunale assuma
delle azioni per il sovvenzionamento relativo al ripristino del servizio di traghettamento tra lo sbarcadero.
A pagina due

Emergenza idrica, 8 mln


dalla Regione ai comuni
LAssemblea regionale Siciliana ha approvato, il Disegno di
Legge che al Comma 4
dellArticolo 2 prevede lassegnazione della
somma di 8 milioni.
A pagina quattro

Cronaca di Siracusa 2
cronaca

Sparita
la palma
azzurra di villa
Reimann

Sicilia 17 aprile 2015, venerd

17 aprile 2015, venerd

La palma azzurra che si trovava nel giardino


di villa Reimann non ce l'ha fatta. L'assessore
comunale Teresa Gasbarro, presente al Convegno del 11 aprile scorso, tenuto dal dott.Antonino Attardo, si era impegnata a reintegrarla.
La foto che pubblichiamo qui a fianco, riprende la pianta che stata aggredita dalla malattia. Si trovava in cura ma sembra proprio essere sparita nel nulla.

omani 18 aprile, alle 10.30, agli orti urbani di viale Scala Greca,
si terr un primo incontro sulle regole del compost, dedicato allutilizzo della frazione organica dei rifiuti come risorsa in agricoltura.
Gli affidatari degli orti saranno impegnati in una mattinata didattica e
formativa durante la quale verranno illustrati in campo le pi corrette
pratiche sulla produzione di compost dai rifiuti organici. Nelloccasio-

politica. consiglio comunale marted

Porti turistici
e lavori
ad Epipoli
in carniere
I

l Consiglio comunale torna a riunirsi


marted prossimo per
affrontare
lattivit ispettiva con una
serie di mozioni e
atti dindirizzo poste
allordine del giorno dei lavori. Si parte dallapprovazione
delle sedute precedenti per passare poi al
secondo punto allor-

dine del giorno che


legato allatto di
indirizzo a firma del
consigliere di Progetto Siracusa, Massimo
Milazzo.
Questi chiede che
lamministrazione comunale assuma delle
azioni per il sovvenzionamento relativo al
ripristino del servizio
di traghettamento tra

lo sbarcadero santa
Lucia e Riva della Posta. Si tratta di un atto
dindirizzo che vuole
impegnare la Giunta
Garozzo a tenere in
considerazione lo storico collegamento via
mare, che una volta
rappresentava uno dei
pochi mezzi di collegamento fra Ortigia e
la Borgata.

agare un prezzo simbolico per


ottenere la possibilit di una licenza di ambulante e sostare
con le bancarelle in qualsiasi posto della citt.
Questo il senso di una delibera,
esitata il 30 dicembre scorso dalla Giunta comunale di Siracusa,
oggi oggetto di critiche.
Come se non bastasse la gravissima crisi economica spiega il consigliere comunale Salvo
Sorbello il commercio siracusano rischia di subire un altro,
pesantissimo colpo se il consiglio
comunale dovesse approvare nei
prossimi giorni unincredibile
proposta della giunta Garozzo.

ne sar installata una compostiera, per ottenere gratuitamente


concime naturale da utilizzare nella coltivazione degli orti. Saranno presenti Teresa Gasbarro, assessore alle Attivit produttive, Salvo La Delfa, presidente dellassociazione Rifiuti Zero,
e Donatella Paggi, dellassociazione Plemmiryon Lincontro
aperto alla cittadinanza, invitata a partecipare. ; nel pomeriggio convegno sulle vicende belliche del luglio 1943 e ricordo
dei caduti originari di Noto. Il 3 mattino partenza da Noto verso Pachino da cui nel pomeriggio si rientrer a Pozzallo dove
ci sar l'imbarco dei mezzi storici per Malta.

Reddito pro capite 2014


Siracusa tra le migliori
Benissimo anche
la citt di Augusta
che si trova
a ridosso di Palermo
e Messina

Nella foto, seduta del Consiglio comunale.

La seconda mozione
quella firmata dal
consigliere comunale
Alberto Palestro, al
quale si sono aggiunti altri consiglieri. La
mozione punta a favorire le condizioni per
lattivazione del progetto di prevenzione
oncologica su tutto il
territorio siracusano.
Il quarto argomento

relativo a una mozione il cui primo firmatario il consigliere


comunale di Progetto
Siracusa, Fabio Rodante.
Riguarda la tematica del porto turistico
di Siracusa e tutte le
attivit connesse sia
burocratiche sia in ordine al completamento di quello esistente.

Nella foto, mercato di Siracusa.

Secondo la delibera di giunta municipale, infatti, tutti quelli che


esercitano, in qualsiasi parte dItalia, lattivit di commercio itinerante e quindi non in un negozio
o in unarea mercatale, potranno
posizionarsi, pagando pochi euro
lanno, dove vorranno nella nostra
citt e sostare nello stesso luogo
per ben quattro ore.
Si teme linvasione di ambulanti,
che sistemeranno la loro mercanzia e potranno esporre prodotti
magari di dubbia provenienza
proprio davanti ad un negozio, che
paga invece tasse, affitti e personale.
Quanti vigili ci vorranno per ve-

Cronaca di Siracusa

economia. la nuova fotografia realizzata dal sole 24 ore

critico il movimento progetto siracusa

Delibera del Comune


per regolarizzare
i piccoli ambulanti

Compostaggio: appuntamento
domani agli orti urbani

Sicilia 3

rificare che tutto si svolga nel pieno rispetto delle regole si chiede
Sorbello e che le bancarelle temporanee non diventino invece punti vendita pressoch permanenti,
trasformando Siracusa in una
grande fiera a cielo aperto?.
Si tratta di una situazione, quindi, che rischia di nuocere per coloro che pagano le tasse anche se
lobiettivo della delibera sembra
essere nobile perch di fatto vengono regolarizzate le posizioni di
tutti quei lavoratori ambulanti
che in maniera spontanea e spesso abusiva, si piazzano agli angoli
delle strade per vendere la propria
merce.

Insomma, si far il
punto della situazione su tutta la materia
portuale ivi compresi
i lavori per la riqualificazione delle banchine del porto grande di
Siracusa, che stanno
procedendo sotto gli
occhi dei siracusani
e dei tanti turisti che
transitano per la Marina o Foro Italico che
dir si voglia.
Lultimo argomento
posto allordine del
giorno riguarda una
mozione, presentata
dai componenti della
prima commissione
consiliare, legata alla
realizzazione
delle
opere pubbliche essenziali nel quartiere
Epipoli. Si parler in
primo luogo della realizzazione del collettore delle acque meteoriche, in assenza
del quale si presenta
ogni anno durante le
stagioni delle piogge
allagamenti
diffusi
per il reticolo di vie
del Villaggio Miano. Ma ci sono anche
strade da aggiustare e
marciapiedi da realizzare per garantire una
maggiore sicurezza e
scorribilit del traffico
veicolare in uno dei
quartieri divenuto fra
i pi popolosi del capoluogo.

a citt di Siracusa presenta un reddito pro capite


maggiore di Catania e Ragusa, ma rimane alle spalle di Palermo, Messina e
Agrigento. Il dato, poco
confortante a dire il vero,
emerge dallo studio realizzato e pubblicato dal quotidiano economico Il Sole 24
ore, basato sul reddito imponibile medio pro-capite
dichiarato nel 2014.
Fra gli ottomila comuni
italiani, il primo in assoluto quello di Portofino.
In buona sostanza, nel comune che si affaccia sul
golfo del Tigullio nel 2014
stato dichiarato il reddito pi alto: 51.403 euro di
imponibile medio, mentre
il capoluogo aretuseo si
attesta alla posizione 2812
con un reddito annuo imponibile medio registrato
in citt di 18.012,91 euro,
e con un trend in crescita
dell'1,7% rispetto all'anno
precedente. Dato ancora
molto distante rispetto al
capofila siciliano che San
Gregorio di Catania, con i
suoi 24.139 euro di reddito
pro-capite, che la proietta al
117 posto tra i Comuni pi
ricchi dello stivale.
Stringendo il campo alla
sola provincia aretusea, da
registrare che il comune pi
ricco non il capoluogo,
ma il comune di Augusta
(settimo in Sicilia e 2204
in Italia) con un reddito di
18.733,62 euro. Il podio

dei comuni siracusani viene completato da Priolo


Gargallo, che nonostante
un trend di crescita superiore al 3% resta molto distan-

te dalle prime due (4863 in


Italia). Il pi "povero" dei
comuni della provincia
invece Francofonte, che si
attesta alla posizione 7868,

con un reddito medio inferiore ai 10.500 euro.


Ci che per conforta che
nessuno dei comuni faccia
registrare una variazione

con il segno negativo; anzi,


Comuni come Portopalo,
Canicattini, Solarino e Melilli, registrano incrementi
nel reddito pro-capite tra i
4 e i 6 punti percentuali.
La citt di Siracusa, insomma, prova a difendersi
malgrado la crisi economica labbia colpita al cuore.
Sotto laspetto del turismo,
ovvero delle altre citt siciliane competitor nel settore turistico, Siracusa sta
meglio anche di Taormina
che figura nella speciale
classifica sotto di sei posizioni rispetto al nostro capoluogo.
C per poco da stare allegri perch tali statistiche
comprendono dei valori medi, che non tengono
conto di molte variabli.
Il reddito di molte famiglie si assottigliato se si
pensa che si sono registrati
numerosi casi di licenziamento soprattutto nella
zona industriale, la stessa
in cui il lavoro comincia a
scarseggiare e con esso le
opportunit occupazionali.
Ma pur sempre un punto
di ripartenza, certamente
incoraggiante per le previsioni future. Pensiamo
soltanto al settore turistico,
proprio in questi giorni a
Siracusa stanno arrivando
diverse navi da crociera cariche di turisti da ogni parte
dellEuropa e del mondo.
Quale migliore occasione
il recupero del porto grande e la costruzione dei due
porti turistici, per rilanciare
un settore che per Siracusa
presenta fin troppi vuoti e
buchi neri. E un modo anche per scommettere sulle capacit dei nostri imprenditori qualora fossero
supportati da una politica
troppo distratta da cose di
piccola statura.

Cronaca di Siracusa 4

LAssemblea

Regionale Siciliana ha
approvato, il Disegno di Legge che al
Comma 4 dellArticolo 2 prevede
lassegnazione della
somma di 8 milioni
di euro in favore dei
Comuni presso i quali si verificano situazioni emergenziali
nel settore idrico, al
fine di evitare disastri ambientali, nonch linterruzione di
pubblico servizio. A
comunicarlo lOn.
Vincenzo Vinciullo,
Vice Presidente Vicario della Commissione Bilancio
e Programmazione
allARS.
Un risultato importante per tutti i Comuni della provincia
di Siracusa, che potranno, qualora ne
facessero richiesta,
accedere entro il 30
aprile a dei finanziamenti per la messa
in sicurezza della
rete idrica di propria
competenza.
Vista la grave situazione in cui versano
le reti idriche della
citt di Lentini, noi
ci saremmo aspettati
che questa occasione non sarebbe andata persa, invece,
ad oggi, non risulta presentato alcun
progetto da parte
dellAmministrazione cittadina.
Sentiamo
parlare
tanto del fatto che
le risorse sono veramente esigue, e allora, come mai in un
momento
drastico
come quello attuale non si effettuano
tutte le manovre necessarie per portare
a casa delle risorse
economiche cos importanti?
Questi sono strumenti fondamentali, che
andrebbero sfruttati, senza lasciarseli
sfuggire.
Noi, attraverso questo comunicato, non
intendiamo
aprire
alcun tipo di polemica, ma vogliamo solo
spronare lAmministrazione, affinch si
faccia il possibile per
non perdere questa
grande opportunit.
Si metta in campo
quanto necessario,
magari
attraverso

Sicilia 17 aprile 2015, venerd

8 milioni dalla Regione


per i Comuni siciliani
con emergenza idrica

un tour de force, per


raggiungere questo
obiettivo, indispensabile per la nostra
citt.
A dichiararlo Antonio Pino, portavoce
del Movimento Ci-

vico Lentini Protagonista, che aggiunge: il problema delle


reti idriche a Lentini
esiste da circa quarantanni, soprattutto nei quartieri pi
antichi, ad esempio,

nel Rione Soprafiera


da anni ormai che
manca lacqua durante il giorno, e tutto ci ha esasperato
cos tanto i cittadini
che una gran parte di
essi si sono rassegna-

ti allidea di convivere con questo insopportabile disservizio.


Oramai da oltre
due anni che il nostro
gruppo si batte per le
vicende legate ai vari
problemi dellacqua,
abbiamo ottenuto dei
grandi risultati, come
ad esempio la Legge Vinciullo per
il ritorno allacqua
pubblica. Sia chiaro
che su questo tema
non indietreggeremo di un solo passo,
fino a quando anche
ai cittadini Lentinesi
sar reso un servizio sano al cento per
cento.
Rincara la dose Mario Pancari, dirigente
di Lentini Protagonista, dichiarando:
lAmministrazione
avrebbe dovuto risolvere questa annosa vicenda, che

17 aprile 2015, venerd

pesa sulle spalle dei


Lentinesi,
invece
di mettere ulteriormente a disagio le
tasche dei cittadini,
vedi ordinanza Sindacale dello scorso
ottobre di divieto
duso dellacqua per
fini potabili e alimentari, protrattasi
fino a qualche giorno addietro, che ha
costretto gli abitanti
di Lentini ad acquistare acqua minerale
in bottiglia o, peggio
ancora, a rischiare la
salute usando lacqua della rete idrica.
In un momento di
profonda crisi come
quello attuale, eseguendo dei lavori di
ristrutturazione delle
reti idriche, si sarebbe dato ossigeno ai
miglia di disoccupati
che vivono nel nostro territorio.
Noi speriamo di essere smentiti al pi
presto, attraverso un
colpo di reni di questa Amministrazione, e che invece il
progetto sia in stato
di preparazione cos
da poter essere presentato entro i termini stabiliti dalla
legge.

Lepisodio avvenuto ieri mattina a Riva Forte Gallo

Una Mincar precipita in mare


Recuperata dai vigili del fuoco

stata ripescata unauto precipitata nelle acque di Riva Forte


Gallo nei pressi del ponte Umbertino. Una minicar, per cause
ancora in fase di accertamento,
infatti caduta in mare intorno
alle 8.30 di ieri mattina, fortunatamente senza alcuna persona a
bordo. Solleva qualche perplessit
il fatto che, come rilevato dai primi
soccorritori, la macchina avesse il
freno a mano e la marcia inseriti.
Sul posto una squadra dei Vigili del fuoco del comando centrale
che, con lausilio di una gru e dei
sommozzatori di Catania, hanno
provveduto al recupero del mezzo tra tanti passanti incuriositi
dallaccaduto. Sconosciute le cause, anche se il proprietario dell'autovettura sembrerebbe convinto di
aver tirato il freno a mano, dopo
aver parcheggiato l'auto. Segue
il caso di unauto finita in mare
nellarea antistante il ponte Umbertino. Lo scorso 28 marzo una
donna, di 79 anni, a bordo della
sua auto, una Fiat 600, era finita
in mare all'imbarcadero di Santa Lucia, a Siracusa. La donna fu

salvata da due uomini che hanno


assistito alla scena. Si sono tuffati
in acqua e sono riusciti a portare la

donna sul molo. Il 118 ha trasportato l'anziana in ospedale dove


stata ricoverata.

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
E stato
intercettato
dai poliziotti
mentre tentava di cedere
parte della
refiurtiva al
titolare di un
negozio di
Compro oro
di Pachino

Un pachinese sta-

to denunciato per
avere tentato di riciclare oggetti preziosi
rubati. Sono stati i
poliziotti del commissariato di Pachino
a denunciare in stato
di libert F.R. di anni
36, gi noto alle forze
di polizia, per il reato
di ricettazione di preziosi. Luomo,infatti,
entrato in possesso
di oggetti preziosi
provento di furto,
avrebbe tentato di
piazzarli presso un
negozio di compro
oro per ricavarne
profitto. Le indagini,
scattate a seguito di
alcuni furti in abitazione verificatisi
nelle settimane precedenti, hanno per-

distretto
n.47 oggi
pomeriggio
riunione
ad augusta
I

In foto, gli oggetti preziosi sequestrati dai poliziotti.

Pachino, denunciato
ricettatore di preziosi

messo agli operatori


della squadra investigativa a risalire allidentit del presunto
responsabile daver
messo in circolazione
i preziosi rubati. Lulteriore approfondimento investigativo,
ha permesso ai poliziotti di denunciare
in stato di libert un
minore
pachinese,
per il reato di tentato
furto in abitazione e
sostituzione di per-

sona. A met marzo,


avrebbe tentato di
introdursi nellabitazione di unanziana
coppia, spacciandosi per un incaricato
Enel, portando con
s allinterno della
borsa un grosso martello. Impossibilitato
a farlo, per cause indipendenti dalla sua
volont, si allontanava repentinamente. Gli accertamenti
svolti dagli agenti di

Polizia, lo inchiodavano alle sue responsabilit. Il minore


in questione, era gi
stato deferito in precedenza alla procura
dei Minori di Catania
per altro episodio di
furto in abitazione
in concorso con un
complice. Sono in
corso ulteriori indagini finalizzate alla
restituzione di altro
materiale prezioso di
sospetta provenienza.

Nel prosieguo delle


operazioni di perquisizione, inoltre, stato rinvenuto svariato
materiale di dubbia
provenienza, presumibilmente oggetto di furti perpetrati
negli ultimi mesi in
quel entro cittadino.
In particolare, sono
stati rinvenuti svariati attrezzi da lavoro,
attrezzi per il giardinaggio e ledilizia,
attrezzatura
varia

Ieri mattina incontro allistituto comprensivo Aurispa di Noto

A scuola con la Guardia di Finanza


per educare alla legalit economica
P

In foto, il recupero della vettura finita in mare.

Sicilia 5

resso listituto comprensivo


Aurispa di Noto si tenuto ieri il quarto incontro delle
Fiamme gialle con gli studenti
delle classi terze della scuola
media inferiore, per parlare di
cultura della legalit economica. Si tratta di uniniziativa che
trae origine da un protocollo
dintesa tra il Comando generale della Guardia di Finanza
e il Ministero dellIstruzione,
dellUniversit e della Ricerca finalizzata a promuovere,
nellambito dellinsegnamento
Cittadinanza e Costituzione,
un programma di attivit a favore degli studenti della scuola
primaria e di quella secondaria.
Lintento quello di fare maturare la consapevolezza del

valore della legalit economica,


con particolare riferimento alla
prevenzione dellevasione fiscale e dello sperpero delle risorse
pubbliche, delle falsificazioni,
della contraffazione, nonch
delluso e dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Di concerto con il Dicastero
dellIstruzione, stato sviluppato il progetto denominato
Educazione alla legalit economica che, a partire dallanno scolastico 2012-2013 prevede lorganizzazione, a livello
nazionale, di incontri presso
le scuole orientati a creare e
diffondere il concetto di sicurezza economica e finanziaria;
affermare il messaggio della
convenienza della legalit economico-finanziaria; stimolare

nei giovani una maggiore consapevolezza del delicato ruolo


rivestito dal Corpo, quale organo di polizia vicino a tutti i
cittadini, di cui tutela il bene
fondamentale delle libert economiche.
Alliniziativa abbinato il concorso denominato insieme
per la legalit che ha lo scopo di sensibilizzare i giovani,
tramite il coinvolgimento delle
scuole, sul valore civile e educativo della legalit economica,
nonch in merito alle attivit
svolte dal Corpo in tali settori,
favorendo la loro espressione
libera, creativa e spontanea
sulla tematica, attraverso una
rappresentazione grafico-pittorica o una produzione video
fotografica.

l Distretto Socio Sanitario n.


47, di cui fanno
parte il Comune di Melilli ed
il Comune di
Augusta, Ente
capofila, annuncia la Conferenza di Servizi che si terr
questo pomeriggio cin inizio
alle ore 15,30
nel Salone di
Rappresentanza
del Comune di
Augusta.
Sar affrontato il tema
concernente
il programma
nazionale dei
servizi e della
cura alla prima
infanzia e agli
anziani non
autosufficienti
previsti dal Pac
(Piano di azione coesione).
Tutti i cittadini,
gli operatori
dei servizi, le
rappresentanze
sociali e sindacali, le scuole,
le parrocchie,
gli enti assistenziali, le associazioni, le cooperative sociali, il
volontariato e
ogni altra realt
dellassociazionismo locale,
sono invitati
dal Presidente
del Distretto
e dal Sindaco
facente funzioni
del Comune di
Melilli a partecipare allincontro mirato
ad offrire un
servizio sociale
migliore attraverso un proficuo confronto e
una condivisione di intenti che
saranno posti
in essere dalle
parti interessate
per la realizzazione del progetto.

societ 6

Sicilia 17 aprile 2015, venerd

Lite fra due famiglie finisce


in Tribunale con condanna

Il giudice monocratico ha inflitto 10 mesi di reclusione a carico di due persone


E finita con la
La vicenda allennesimo invito
condanna di due
persone una vicenda che trae origine
da una relazione
sentimentale
fra
due fidanzati finita
male; una spedizione punitiva per convincere luomo a
non avvicinarsi pi
alla loro congiunta, culminata con
il ferimento di tre
persone, da parte di
padre e fratello della donna, che a loro
volta sono finiti in
Tribunale per essere processati per
le lesioni procurate alle parti offese.
Sono questi gli elementi essenziali di
una classica storia
da cavalleria rusticana, che si consumata poco meno
di quattro anni fa a
Pachino. Lepilogo
dellintricata vicenda si avuto con la
sentenza, emessa
dal giudice monocratico presso il Tribunale di Siracusa,
Franco Scollo, che
ha inflitto 10 mesi
di reclusione con la
sospensione condizionale della pena a
carico dei pachinesi
Angelo Aresco di
69 anni e del figlio
Sebastiano di 40,
che hanno affidato la propria difesa
agli avvocati Salvatore Lucenti e Giuseppe Gurrieri.
Il processo scaturisce da rancori mai
sopiti tra due famiglie, che si erano
imparentate a seguito del fidanzamento dei loro figli.
Ma dopo un po di
tempo, la relazione si deteriorata
al punto che i due
hanno deciso di
troncarla non senza
strascichi polemici
e reciproche accuse
sulla responsabilit della fine dellidillio.
Lamore,
insomma,
aveva

era scaturita dalla fine


di una relazione sentimentale e
dalle lesioni
a seguito
di una
spedizione
punitiva

Panoramica su Pachino.

lasciato il posto al
risentimento e ai
rancori fra le due famiglie. Dallistruttoria dibattimentale
emersa una situa-

zione dinsofferenza da parte della


donna, che non sopportava la presenza
dellex fidanzato al
punto da pretendere

che non transitasse


pi sotto la sua abitazione.
Un consiglio non
raccolto
appieno
dalluomo che con

il suo atteggiamento avrebbe suscitato lostitlit oltre


che la reazione da
parte della famiglia
della donna. Cos,

Il Gip ha concesso gli arresti domiciliari a Veronica Crescimone

Convalidati gli arresti


delle due caminanti

Sono comparse ieri mattina dinanzi al Gip

del Tribunale di Siracusa Andrea Migneco,


le due caminanti, arrestate dai carabinieri di
Cassibile, con laccusa di avere derubato un
anziano nella casa del quale sono entrati con
la scusa di essere dipendenti dellInps che
avrebbero dovuto sottoporre luomo a una
visita nedica ai fini pensionistici.
Veronica e Giuseppina Crescimone, assistite
dallavvocato Junio Celesti, hanno sostanzialmente ammesso le proprie responsabilit. Il giudice per le indagini preliminari, nel
convalidare gli arresti, ha accolto la richiesta della difesa disponendo i meno afflittivi
arresti domiciliari nei confronti di Veronica
Crescimone, per consentirle di accudire alla
figlia in tenera et, mentre nei confronti di
Giuseppina Crescimone ha confermato la
misura cautelare in carcere, non fossaltro
per i suoi precedenti anche specifici. Le due
donne hanno attivato una tecnica gi collaudata perch lavrebbero gi messa in atto
altre volte in passato. Si sarebbero, infatti,
introdotte allinterno dellabitazione di una
persona anziana spacciandosi per dipendenti dellInps, istituto nazionale di previdenza
sociale, con il pretesto di controllare lo stato
di salute del proprietario con la scusa che da
ci sarebbero scaturiti aumenti negli emolumenti pensionistici. La vittima caduta nella
trappola e ha fatto accomodare le due false
dipendenti dellInps in casa. Una volta den-

tro una delle due donne, approfittando di un momento di distrazione dellanziano, si impossessata del suo portafogli, custodito allinterno di
un cassetto in camera da letto nel quale vi erano
anche documenti personali e la somma in contanti di 700 euro, frutto della pensione riscossa
da poco tempo dal malcapitato.
Subito dopo la finta visita fiscale informativa le
due donne hanno salutato luomo e si sono allontanate. Sono, per, bastati pochi minuti alluomo per accorgersi che le due donne lo avevano
buggerato, scoprendo lammanco del portafogli
e dei soldi che vi erano dentro. Il padrone di casa
ha segnalato subito ai Carabinieri, i quali, giunti
sul posto e raccolte le notizie essenziali dalluomo ancora sotto shock, hanno avviato unattivit
che culminata poco dopo con lidentificazione
delle due donne, prese ciascuno nelle rispettive
abitazioni.

disatteso, il padre
e il fratello della
fidanzata
avrebbero pensato bene
di organizzare una
spedizione punitiva
a casa del loro ex
genero e cognato.
Una volta aperta la
porta dellabitazione, i due avrebbero
manifestato le loro
cattive intenzioni
brandendo un bastone e persino una
zappa contro il malcapitato.
Questi,
superato un primo
momento di sorpresa, avrebbe cercato
riparo nel tentativo
di evitare di essere
centrato,
urlando
per attirare lattenzione degli altri familiari. In suo soccorso sono giunti la
madre e il fratello
che si trovavano in
quel momento nelle altre stanze. Nel
corso della colluttazione i padroni
di casa hanno riportato lesioni per
le quali sono stati
costretti a farsi trasportare in ospedale
per essere medicati.
Al pronto soccorso, i sanitari hanno
riscontrato diverse
ferite giudicate guaribili per fortuna in
pochi giorni.
Inevitabile, a quel
punto, la denuncia
da parte della famiglia che ha subito
laggressione e il
relativo
processo
che si concluso
con la condanna dei
due congiunti anche
al risarcimento dei
danni a favore delle
parti civili costituite con il patrocinio
dellavvocato Antonella Frazzetto. Il
giudice ha anche disposto la revoca del
divieto per gli imputati di avvicinarsi
allabitazione delle
parti offese, come
vigeva fino a prima
della sentenza.

Sicilia 7

17 aprile 2015, venerd

Cronaca di Siracusa

Processo a carico di Salvatore Salamone

Duplice omicidio
di Lentini: tocca
alle parti civili
Sono sfilate le parti ci-

vili al processo a carico


del ristoratore lentinese
Salvatore Salamone, imputato dinanzi alla Corte dAssise di Siracusa,
per il duplice omicidio
dei catanesi Domenico
Bertolo, fabbro incensurato di 37 anni, e Gaetano Trovato, 42 anni,
avvenuto il 21 dicembre
2011 nelle campagne di
Lentini dove i corpi delle due vittime sono stati ritrovati carbonizzati
allinterno di unautomobile.

Salvatore Salamone.

I patrocinatori si sono associati alla richiesta


di condanna formulata dal pm Marco Bisogni
E stata, quindi, la volta
dellavvocato Gaetano
Grassia, patrocinatore
di parte civile composta
da Marisa Spampinato
e dei due figli minori
di Trovato; dellavvocato Salvatore Ganci
per Andrea e Christian
Trovato; dellavvocato Sofia Amoddio in
difesa di Santo Bertolo e Domenica Span;
dellavvocato Sabrina

Giansiracusa per Nunziata Randazzo e i tre


figli minori di Bertolo;
dellavvocato Lenadro
Alberghina per conto di
Maria e Simona Bertolo, intervenire in aula.
Le parti civili si sono
associate alle conclusioni dettate alla scorsa
udienza dal pubblico
ministero Marco Bisogni, che ha sollecitato la
condanna allergastolo a

carico di Salamone. Per


il rappresentante della
pubblica accusa, premeditazione e futili motivi
sarebbero alla base del
duplice omicidio. I patrocinatori delle parti
civili hanno chiesto alla
Corte dAssise anche la
condanna dellimputato
alla corresponsione del
risarcimento dei danni a
favore degli eredi delle
due vittime.

dopo la sospensione per la cagionevole salute di un imputato

Omicidio anziana a Francofonte


Il processo entra nel vivo
Dopo diversi rinvii, si avvia il prossimo 4 giugno

listruttoria dibattimentale al processo a carico delle due persone ritenute responsabili della morte di
unanziana, nella casa della quale avevano fatto irruzione per derubarla. Il processo, che si sta celebrando
dinanzi alla Corte dAssise di Siracusa (presidente
Maria Concetta Spanto, a latere Stefania Scarlata),
vede imputati alla sbarra il lentinese Rosario Dimaiuta di 22 anni, e il calatino Salvatore Montalto,
anchegli 22enne, entrambi residenti a Francofonte,
difesi rispettivamente dagli avvocati Paola Lo Presti
e Junio Celesti.
Il processo, in realt, avrebbe dovuto iniziare nel luglio dello scorso anno, ma i giudici, rilevate le precarie condizioni di salute di Dimaiuta, che si trova
ancora oggi ricoverato in una comunit terapeutica,
ha ritenuto dovere sospendere per sei mesi il processo. Allaltro imputato, invece, stata applicata una

misura di sicurezza provvisoria. I due imputati devono rispondere di furto, rapina ma soprattutto del reato
dellomicidio dellottantanovenne Rosaria Mazzone,
trovata morta il 19 marzo 2012 nella sua abitazione a Francofonte. Se in primo momento il decesso
sembrava essere del tutto naturale, i familiari della
vittima ottennero la riesumazione del cadavere anche
sulla scorta delle indagini dei carabinieri che scoprirono lammanco di alcuni monili in oro che la defunta
indossava la sera precedente alla sua morte, denaro e
le chiavi dellappartamento. La perizia stabil che sul
corpo della donna vi erano segni di violenza, in particolar modo al collo. Il medico legale, infatti, stabil
che lanziana era deceduta per soffocamento. I sospetti si sono concentrati sul Dimaiuta, che frequentava labitazione della donna che periodicamente gli
regalava piccole somme di denaro per il sostentamento della famiglia.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della squadra


mobile della Questura
di Siracusa, Salomone
avrebbe ucciso le due
vittime per un debito
di circa 20 mila euro
nei confronti di Bertolo. Questultimo aveva
eseguito alcuni lavori
di carpenteria metallica
al locale pubblico gestito dallimputato senza ricevere il compenso pattuito. Importante
in tal senso stata sia
in fase di denuncia di
scomparsa sia nel corso dellistruttoria dibattimentale, la testimonianza delle mogli delle
vittime che hanno riferito di sapere che i loro
congiunti, la sera della
scomparsa, erano diretti
a Lentini.
Adesso la discussione
sar incentrata sulle arringhe dei legali della
difesa. La prima udienza stata fissata per il 14
maggio prossimo e ne
occorrer almeno unaltra per definire limpalcatura difensiva che
insister sullestraneit
ai fatti del ristoratore
lentinese e quindi sulla sollecitazione di un
verdetto di assoluzione.
Soltanto dopo ci sar la
caera di consiglio e la
Corte dAssise emetter
la relativa sentenza.
R.L.

Caldarella e Castrogiovanni comparsi dinanzi al Gip

Convalidati gli arresti dei due


detentori di diverse dosi di droga

Via Luigio Cassia.

l Gip del Tribunale, Andrea Migneco, ha


disposto la convalida per i due presunti
spacciatori di sostanze stupefacenti, arrestati dai carabinieri del Raiomobile di Siracusa
marted scorso in via Luigi Cassia. Il giudice ha per scarcerato entrambi, disponendo
nei confronti di Dario Caldarella di 31 anni,
la misura cautelare dellobbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, mentre per
Michael Castrogiovanni la liberazione in

virt della sua incensuratezza. I due, che


hanno affidato la difesa allavvocato Junio
Celesti, erano stati acciuffati in possesso di
9 grammi di cocaina, che avevano nascosto
allinterno dello specchietto retrovisore della vettura in loro uso, e la somma di 25 euro
che si ritiene essere il provento dellattivit
illecita. I due avevano nascosto la droga tra
i cespugli di una campagna dove gli investigatori li avevano notato recarsi.

SOCIET 8

E stata una
due giorni intensa, partecipata,
sicuramente costruttiva.
La presenza e
le riflessioni di
Bertram
Nissen, presidente
dellassociazione culturale cheFare, in visita in
Sicilia per conoscere lo scenario culturale
locale stata
la molla che ha
reso
possibile
un evento che
andato ben oltre
le premesse iniziali, realizzato
con il patrocinio
del Comune di
Siracusa e grazie al supporto
del
Consorzio
del Limone igp
nello
spazio
daccelerazione per progetti
dimpresa
sociale Impac Hub
Siracusa.
L a s p e t t a t i v a
superata stata
quella di conoscersi al di fuori delle singole
realt territoriali, parlando di
un sud-est che
nasce dal basso, di una rete
di operatori che
hanno
preso
consapevolezza
della vocazione
di unintera comunit e non pi
solo di un singolo territorio.
cheFare,
ricordiamo, un
rinomato
premio per progetti
di innovazione
culturale di centomila euro e
giunge questanno alla sua terza
edizione. Tra i
suoi criteri di
valutazione riconosce
una
netta importanza alla replicabilit, alla scalabilit, al business
model ed alla
capacit di generare un impatto positivo sul

Sicilia 17 APRILE 2015, VENERD

17 aprile 2015, venerd

Laspettativa
superata
stata quella
di conoscersi al di fuori
delle singole
realt territoriali, parlando di un
Sud-est che
nasce dal
basso

cheFare: linnovazione culturale


raccontata a Siracusa,
da Impact Hub Siracusa
territorio.
Domande
che
sono state rivolte ai protagonisti della prima
giornata, ovvero gli operatori culturali del
sud-est,
affinch riflettessero
sui loro modelli
o rg a n i z z a t i v i ,
la loro capacit
di dialogo con
il territorio e le
tipologie di risorse che una

pubblica amministrazione potrebbe attivare


al di l del mero
contributo economico per supportare il loro lavoro. Il secondo
giorno stato il
momento della
restituzione, alla
presenza degli
assessori alla politiche culturali
di Orazione Licandro per il comune di Catania,

Francesco Italia
per Siracusa e
Stefania Campo
per Ragusa e la
partecipazione
del sindaco del
comune di Ferla,
Michelangelo
Giansiracusa.
Moderati
da
Mirko Viola, Viviana Cannizzo
e Vincenzo Di
Maria, del team
Impact Hub, i
rappresentanti
delle rispettive

amministrazioni
sono stati invitati a rispondere alle seguenti
domande, frutto
delle riflessioni
del giorno prima: Che visione
avete maturato
delle
vocazioni culturali dei
vostri territori a
due anni dallinizio della vostra attivit politica? E come
intendete lavorare per i prossimi tre anni?
Cosa potete fare
oggi,
nellimmediato,
per
venire incontro
alle
numerose
richieste di collaborazione con
il pubblico che
i privati, le associazioni ed il
terzo settore in
generale vorrebbero attivare per
una gestione virtuosa dei tantissimi beni culturali presenti nel
sud-est? Ed infine in che modo
facilitate le varie

istanze espresse
dal territorio per
metterle a sistema con lintero
apparato amministrativo?
Le risposte degli
amministratori
hanno reso possibile attivare un
confronto serrato che da un lato
ha posto il pubblico
presente
nelle condizioni
di rendersi consapevole delle
difficolt in cui
versa la pubblica
amministrazione
attuale in termini di risorse economiche.
Dallaltra per
ha creato un ulteriore
consapevolezza, cio
quella che una
rete di cittadini
attivi, operatori
culturali, strutture didattiche
(presenti anche
gli studenti del
liceo
artistico
Gagini), ed imprenditori privati pu essere una
grandissima risorsa per il rilancio del territorio
se tutti questi attori sono messi a
sistema tra loro.
Non si pu fare
dalloggi al domani ma ci si
lasciati con
la promessa di
organizzare un
secondo incontro in cui coinvolgere anche lo
staff e la dirigenza che lavora al
fianco degli assessori per far si
che la dinamica
collaborativa diventi prassi.
Impact
Hub
Siracusa ha garantito la sua
presenza per facilitare ulteriori
incontri in futuro
e l'accompagnamento ai progetti che vogliono
entrate in rete,
inserendoli anche nel circuito
internazionale.

Sicilia 9

societ

La pattuglia
Il Maggio
insospettita
dalle manovre dei libri,
campagna
di una Fiat
punto che
nazionale
alla vista
non solo
dei militari
per il valore
ha accelerato landatura
sociale della
dopo un breve lettura
inseguimento Il prossimo 29 aprila bloccavano le la classe 3F del

Ragusa: arrestato per spaccio


pregiudicato comisano
Prosegue senza soste limpegno dellArma
dei carabinieri
di Ragusa nella
lotta allo spaccio di sostanze
stupefacenti. Infatti, nel corso di
appositi servizi
antidroga disposti dal Comandante
provinciale di Ragusa,
ten. col. Sigismondo Fragassi, i carabinieri
della compagnia
di Ragusa hanno arrestato, nel
comune di San-

I militari dellArma lo hanno trovato in possesso di un panetto di 100 grammi hashish


ta Croce Camerina (Rg), uno
spacciatore sorpreso a bordo
della propria autovettura con un
panetto di circa
100 grammi di
sostanza
stupefacente
tipo
hashish.
Si tratta di un
cittadino italiano
Francesco
Cilenti, di 28 anni,
gi noto alle forze
dellordine

per reati specifici.


Il personale del
nucleo radiomobile della compagnia, durante
la notte scorsa,
mentre era in
normale servizio
di pattuglia nel
centro di Santa
Croce Camerina, stato insospettito dalle
manovre di una
fiat punto che
alla vista dei mi-

Incontro con lo scrittore


Fabio Genovesi
Domenica prossima alle ore

11 sar ospite alla Libreria


Gab di Corso Matteotti,38
lo scrittore Fabio Genovesi
per presentare il suo nuovo romanzo "Chi manda le
onde" Mondadori. Introdurr l'autore Alberto Giarrizzo.
L'a presentazione inserita
negli eventi dell'iniziativa
nazionale #ioleggoperch
Sul libro Confermando la
fine sensibilit introspettiva del precedente romanzo
Esche vive, con la freschezza dello slang che innerva

dialoghi e monologhi Genovesi modella il canone


linguistico sulla psicologia
dei tre personaggi che si
danno il cambio nel ruolo
di narratori, due dei quali
femminili: Sandro, Serena
e la figlia undicenne Luna,
ragazzina albina fragile e
sognatrice. Ma decisivo e
indimenticabile il ruolo dei coprotagonisti, lo
sboccato Ferro, bagnino in
pensione, e lo pseudonipote
Zot che viene da Chernobyl
ma parla come un lord, gli

litari ha accelerato landatura.


Pertanto i Carabinieri decidevano di procedere al controllo
e dopo un breve
inseguimento la
bloccavano poco
distante. La loro
intuizione si rivelava
esatta
poich, sotto il
sedile anteriore
destro, il Cilenti custodiva ben
100 grammi di

amici Rambo e Marino che


non sanno nemmeno di custodire un segreto, e pi
sfigati di cos ce ne vuole
davvero.Attori non protagonisti, la provincia e il
provincialismo della perla
della Versilia. Sull'autore
Fabio Genovesi nato a
Forte dei Marmi nel 1974.
Ha scritto i romanzi Versilia
Rock City ed Esche vive,
tradotto in dieci Paesi tra
cui Stati Uniti e Israele, il
saggio cult Morte dei Marmi e Tutti primi sul traguardo del mio cuore, diario on
the road della sua avventura
al Giro d'Italia. Collabora
con il Corriere della Sera e
Glamour.

Nel riquadro, Francesco Cilenti

hashish, che veniva sequestrata.


E scattato cos
larresto e dopo
le formalit di
rito stato condotto presso la
propria
abitazione di Comiso agli arresti
domiciliari, su
disposizione del
sostituto procuratore della Repubblica presso
il tribunale di
Ragusa,
dott.
Marco Rota, dinanzi alla quale
dovr rispondere del reato di
detenzione
di
stupefacente ai
fini di spaccio
Ora, al vaglio
degli investigatori, che stanno
proseguendo le
indagini, la posizione del pregiudicato,
per
accertare la provenienza della
droga che sul
mercato avrebbe fruttato oltre
duemila
euro.
La sostanza stupefacente sequestrata gi stata
inviata
presso
il laboratorio di
sanit pubblica
dellazienda sanitaria provinciale di Ragusa
al fine di stabilirne il principio
attivo e, quindi,
il numero di dosi
ricavabili.

XV Istituto Comprensivo
Paolo
Orsi sar ospite
nel negozio Liu-jo
Corso Gelone n.54,
per presentare levento Il Maggio
dei libri, la campagna nazionale nata
con lintenzione non
solo di sottolineare il valore sociale
della lettura come
elemento
chiave
della crescita personale, culturale e
civile ,ma anche di
trasportare i libri da
contesti tradizionali
in scenari inusuali.
Questa iniziativa,
promossa dal Centro per il libro e la
lettura del Ministero
per i Beni e le Attivit Culturali e del
Turismo, sotto lAlto Patronato della
Presidenza
della
Repubblica e con
il patrocinio della
Commissione Nazionale Italiana per
lUnesco sar introdotta dalla dirigente
Lucia Pistritto.Gli
alunni, coordinati
dalle insegnanti Stefania Valerio, Mariagrazia Russo e
con la collaborazione artistica dellarchitetto Giuseppe
Insolia, leggeranno
ad alta voce alcuni passi del libro I
Malavoglia.Alla
manifestazione saranno presenti il
vicesindaco Francesco Italia,lassessore
al personale e alle
politiche ambientali
e sanitarie e sportive
Pierpaolo Coppa del
comune di Siracusa
e lattrice fiorentina
Lalla Bruschi. Un
alunna indosser un
abito depoca realizzato dalla costumista Stefania Fe-

SPECIALE 10

Sicilia 17 APRILE 2015, VENERD

17 APRILE 2015, VENERD

Con la proclamazione dell'Armistizio dell'8 settembre del 1943 il nostro paese volle dare una svolta significativa alla sua storia

Un Diario che scrisse mio padre mentre si trovava internato


sulle isole Baleari in conseguenza dell'8 settembre del 1943
Scoppiata la Seconda Guerra Mondiale, mio padre
fu imbarcato su alcune unit da guerra della Regia Marina
di Luciano Mollica

Con la proclamazione
dell'Armistizio dell'8
settembre del 1943 il
nostro paese volle dare
una svolta significativa
alla sua storia, anche se
la speranza della presunta fine della guerra,
si trasform nel giro di
poche ore in tragedia
per molti nostri giovani costretti ancora a
combattere per la ripresa delle ostilit. In
occasione di questa
celebrazione desidero
ricordare fra quei ragazzi anche mio padre
e un nostro concittadino che fu il siracusano Carmelo Mollica (
1920-2005) con la
passione per il canto
che appena diciannovenne catapultato improvvisamente negli
orrori di un conflitto
per necessit degli
eventi riusc in poco
tempo ad imprimersi
un carattere forte e
superare con coraggio
quelle difficili avversit , ma non dimentic
mai le vicende che
visse in quegli interminabili lunghi anni di
guerra. Scoppiata la
Seconda Guerra Mondiale, mio padre fu
imbarcato su alcune
unit da guerra della
Regia Marina. Il suo
destino decise che
doveva sfuggire a morte sicura, quando, mentre si trovava in licenza
a Siracusa, il
CacciatorpediniereE.
Pessagno dove egli
era imbarcato fu tragicamente colpito a nord
di Bengasi il 29 maggio
1942 da un sommergibile Inglese ed affondando trascin con s
i due terzi dellequipaggio. Dopo la tragica sorte della sua nave,
mio padre fu destinato sul torpediniere
Impetuoso che faceva parte della 6

Squadriglia del Gruppo


Torpediniere di La
Spezia (cui appartenevano anche le torpediniere Pegaso, Libra,
Orsa, Ardimentoso ed
Orione) e proprio su
questa nave che egli
visse la sua pi dolorosa esperienza della
guerra che lo sconvol-

se a tal punto che


volle raccontarla in un
suo diario personale
dal quale ho tratto questo racconto..! LImpetuoso era gi da un
anno in allestimento
nei cantieri di Genova
per lavori di ammodernamento fu pronto a
navigare alcuni mesi

prima
dellevento
Armistizio e con
esso mio padre subito
incominci ad uscire in
mare per operare in
missioni di guerra in
qualit di di S.Capo .
Fuoch. M.N. sotto il
comando del pluridecorato C.V. Giuseppe
Cigala Fulgosi. Intan-

to si era arrivati all8


Settembre 1943 ed al
fatidico giorno della
proclamazione dellArmistizio; La Supermarina per evitare
che le navi presenti nel
golfo ligure per ritorsione venissero a cadere nelle mani degli
ex alleati tedeschi ,
ordin a tutta la flotta
di salpare dai porti e
fare rotta per la Sardegna. Siffatto, la mattina del 9 Settembre
1943 la Flotta navale
con in testa la nuovissima Corazzata Ammiraglia Roma era in
navigazione e si era
riunita con la 6 Squadriglia delle torpediniere che si trovava gi
in quelle acque essendo
partita prima dal porto di La Spezia. Il
gruppo torpediniere
essendo in avanguardia
alle 14,00 circa avvistarono per primi le
coste della Sardegna
e, mentre iniziavano
in fila ad entrare nella
porto della Maddalena,
dei segnali da terra
avvertirono che tutta
lisola era gi in mano
ai tedeschi. La Flotta

avvertito il pericolo si
allontan in fretta
dallisola, dopo ricevette dei messaggi
radio uno dal comando
tedesco che obbligava
alle navi di rientrare a
Tolone (Francia) mentre un successivo dagli
Inglesi diceva di consegnarsi a Malta, durante lattraversata vani
furono i tentativi di
mettersi in contatto con
Supermarina in
quando le comunicazioni con Roma erano
interrotte . Mentre si
navigava nella totale
confusione ,nel primo
pomeriggio appena la
Flotta super le Bocche di Bonifacio improvvidamente fu attaccate a nord dellAsinara da una formazione di bombardieri tedeschi con micidiali
bombe radiocomandate impiegate per la
prima volta nel conflitto. Mentre tutte le navi
rispondevano al nemico con un energico
fuoco e piovevano
bombe dagli aerei, mio
padre si trovava sul
ponte dellImpetuoso
al solito posto di combattimento, avendo
terminato la sua guardia in sala macchine,
quando improvvisamente vide da lontano
nella zona delle Corazzate una grossa fiamma
seguita da una forte
esplosione, la nave
colpita era la Corazzata Roma che spezzata in due affond in
breve tempo. LImpetuoso subito si port al
centro della battaglia
per difendere le unit
in difficolt. Dopo alcuni ore di combattimento, cess lattacco
aereo e tornata la calma
le torpediniere Impetuoso, Pegaso e Orsa
con altre unit raggiunsero la zona dove era
colata a picco la Corazzata per soccorrere
i sopravvissuti; In pochi minuti anche lImpetuoso fu sul posto ma
non cera pi traccia
della gigantesca nave,
il mare macchiato di
nafta segnava la su
tomba, molti naufraghi
giacevano in quel viscido specchio dacqua
feriti ed inzuppati di
combustibile , alcuni
dei quali erano aggrappati sulle poche zattere
rimaste e gridavano

come dannati, da tutte


le parti si levavano voci
di aiuto e lamenti strazianti, dalla torpediniera venne ammainata
in mare un battello a
remi e si incominci il
recupero prima i feriti
gravi, mentre mio
padre a prora della
nave assieme ad alcun
suoi compagni lanciava in mare delle sagole ai naufraghi che
aggrappandosi riuscivano poi a farli salire
sulla nave, salvarono
anche due ustionati con
i loro volti irriconoscibili aggrappati ad un
relitto e, poi un altro
sopra un battello che
aveva una gamba spezzata, il mare era tanto
agitato che fu faticoso
portarlo a bordo, un
naufrago gi a bordo
incominci a ridere di
continuo senza alcun
motivo e, si dovette
sedarlo con una puntura, lImpetuoso da solo
trasse in salvo 47 superstiti. Recuperati i
naufraghi Impetuoso
, Pegaso e Orsa allontanandosi dal luogo del
disastro, si accorsero di
essere rimasti isolati
dal grosso delle unit
, poich durante la
battaglia nella confusione la flotta si era
sparpagliata e le navi
avevano preso rotte
diverse. Mentre a bordo
si procedeva alla sistemazione dei naufraghi
e alla medicazione dei
feriti improvvisamente
alle ore 19,00, batt
posto di combattimento , unaltra formazione di bombardieri e
caccia tedeschi attaccarono con violenza
le tre torpediniere.
Durante lattacco mio
padre era in infermeria
aiutava a medicare i
feriti quando ad un
tratto, videro attraverso lobl rimasto aperto innalzarsi una gigantesca colonna dacqua provocata da un
apparecchio in fiamme
che abbattuto a pochi
metri dalla nave si
stava inabissando, atterriti i suoi compagni
scapparono ed egli si
trov solo con i feriti,
tra bombe e cannonate
era la fine del mondo,
gli spostamenti daria
si susseguivano uno
dopo laltro, dal forte
rollio della nave alcuni arredi scorrevano da

una paratia allaltra,


da una vetrinetta caduta a terra usc fuori
tutto il materiale sanitario, bottigliette e
ferri chirurgici, si sparsero per terra, alcuni
rotolando andarono a
finire sotto i suoi piedi,
la porta sbattendo
continuamente, gli cadde addosso sfiorandolo. Rimasto ancora
solo in quella stanza
con i feriti incominci
ad avere pi paura si
convinsi che da un
momento allaltro, la
nave affondasse, ad
ogni esplosione si sentiva essere colpito, attendeva la sua morte.
I feriti ormai seduti
sulle brande gridavano di paura , quelli
gravi dallo spavento
cercavano appena di
alzare la testa dal cuscino, quella stanza
divent un manicomio!
Uno degli ustionati
sconvolto trattenne il
braccio di mio padre
con la sua mano spellata insanguinante , e
disperato gli gridava:
<<- nonon mi lasciate..! anche voi scappate ? aiuto! aiuto! >>
Dopo che mio padre
tranquillizz quel poveretto si raccomand
a Dio, si strinsi pi
forte il suo salvagente
al petto quando la nave
si stabilizz un pochino, continu a medicarlo fino allultima
ferita. Ritornato linfermiere dopo che sistemarono bene i feriti , ancora sconvolto
volle salire su in coperta per respirare un po
daria nonostante il
pericolo che incombeva. Appena si trov
allaperto , vide con
suoi occhi gli aerei
nemici che attaccavano la nave da tutte le
direzioni ed accaniti
nella lotta, si lanciavano in picchiata sganciando a tutta forza una
serie di bombe che
cadendo a pochi metri
dalle fiancate della
nave alzavano colonne
dacqua da coprire
quasi tutta la coperta
della nave , atterrito di
quella scena infernale
si fece il segno della
croce. Mentre lImpetuoso continuava a
procedere a zig- zag
alla massima velocit
per schivare le bombe
nemiche, a bordo si

sparava come tanti


dannati; Improvvisamente le contraeree
dellImpetuoso stavano rallentarono il
fuoco perch le munizioni stavano per finire e, bisognava un rifornimento, subito mio
padre con una squadra
di marinai si present
ai depositi per prelevare le cassette di munizioni che presto li
distribuirono nelle varie postazioni riattivando cos il fuoco.
LImpetuoso nel frattempo aveva abbattuto
circa tre aerei nemici le
altre unit vicino ne
avevano centrati altrettanti. Trascorsi due ore
di combattimento gli
aerei tedeschi si ritirarono con la coda in
mezzo le gambe, avendo subito delle perdite.
Ormai buio a bordo
della torpediniera, lequipaggio temendo
che venissero di nuovo
attaccati e rimasero
tutta la notte ognuno
al suo posto di combattimento, ed i comandanti dell Impetuoso,
Pegaso e Orsa decisero
insieme di fare rotta
alle Isole Baleari della
Spagna neutrale dove
si erano gi dirette
alcune altre unit della flotta. La mattina
del 10 settembre le tre
torpediniere giunsero
nella baia di Pollena
dell'isola di Maiorca ed
appena sbarcati i feriti della Roma il comandante Imperiali del
Pegaso e il comandante Cigala Fulgosi per

non dover consegnare


le navi agli inglesi o
ai tedeschi, decisero di
comune accordo di
convocare a bordo
delle loro unit gli
equipaggi per comunicare la decisione di
affondare le due torpediniere dopo che tutto
il personale di bordo
avrebbe prima abbondonato le navi . Dopo
che lequipaggio approv quel tragico
progetto, Imperiali e
Cigala Fulgosi scelsero su ciascun nave
15/17 uomini che sarebbero rimasti a bordo
delle navi e, sotto il
loro comando avrebbero eseguito le operazioni di affondamento.
Poi tra mezzanotte e le
due di notte dell11
settembre le unit
partirono in segretezza
dal porto di Pollena,
lImpetuoso dopo aver
raggiunto il largo effettu una breve sosta
in quelle acque e lequipaggio abbond la
nave raggiungendo la
costa con ogni mezzo
di salvataggio , poi
ripart con quel ristretto numero di uomini fra i quali vi era
anche mio padre il
quale dopo che lImpetuoso si ferm in acque
pi profonde esegu
subito lordine assegnatogli, apr le saracinesche e le valvole di
presa a mare per allegare le macchine; Subito lacqua del mare
entrando dentro il locale lo invest con
violenza ed in pochi

Sicilia 11

minuti stava arrivando


al livello dei motori,
terminata questultima
pericolosa operazione
, bagnato fradicio raggiunse i suoi compagni
in coperta. Dopo che
Cigala Fulgosi esegu
sul ponte lappello dei
presenti, tutti presero
posto su lunica scialuppa rimasta e abbandonarono in fretta la
nave. Mentre si allontanavano dallImpetuoso avvistarono il
battello del Pegaso con
a bordo il comandante
ed i suoi marinai ed
assieme presero il largo
aspettando che le unit affondassero. Trascorso circa mezzora
la Pegaso incominci
ad inclinarsi ed in pochi
minuti si rovesci e di
poppa e sprofond in
mare. La scena fu ancora pi drammatica e
commovente quando
sul battello , Imperiali
alzatosi in piedi salut
la nave assieme al grido inneggiante dei
marinai del Pegaso;
Nel frattempo anche
lImpetuoso aveva
ormai la prora a livello
del mare , mio padre
emozionato pens fra
s: Poveri miei motori..! quanta cura.. !
quanto lavoro..! quante
ore ho trascorso in loro
compagnia nelle
notti di sogni e tormenti ! commosso ed
infreddolito, avendo la
mia bottiglia di cognac
accanto, ogni tanto le
davo una sorsata. Ma
appena ho visto la mia
nave che affondava
non lo so cosa successo dentro di me
mi sono drizzato i in
piedi con un nodo
che mi serrava la gola
scoppiai in un pianto
che il comandante rimase sorpreso non
solo ma feci commuovere tutti e nei loro visi
scorrevano lacrime di
pianto.. mi calmai.. ma
rimasi molto scoraggiato, avevo voglia di
piangere ancora facendo fatica a contenermi..! la torpediniera si alz con la prora
in alto scese gi col
grido ronco del comandante: Savoia..!
tutti in piedi abbiamo
risposto : Viva il Re..!
Addio Impetuoso ..!
questo stato lultimo
saluto del comandante
mentre la nave dopo

SPECIALE

scomparve silenziosamente in mare; Si vogava verso la costa sul


battello nessuno parlava il silenzio era emozionante .. il sole si
elevava. si fece giorno.. da lontano si
visto avvicinare alcune motobarche che ci
hanno preso a rimorchio assieme al battello
del Pegaso fino alla
riva, difronte un campo di aviazione dove
abbiamo trovato il nostri compagni ancora
buttati a terra con la
biancheria sparsa
ovunque ad asciugare..! Gli equipaggi
delle due leggendarie
torpediniere dopo essersi consegnati al comando spagnolo, rimasero internate per moltissimi mesi sulle Isole
Baleari assieme ad altri
equipaggi di navi italiane. Durante questi
mesi di segregazione si
svilupp unamicizia
tra i marinai italiani e
gli ispanici.
Nel periodo natalizio
mio padre si esib in
un concerto di Natale,
presso la chiesa madre
di Andraitx una piccola localit situata a
poco distante da Palma
di Maiorca, e poi dopo
si esib con successo in
una piccola compagnia teatrale del luogo
cantando da baritono
brani di opere liriche
e la famosa romanza
Torna a... Surrientu!
alla presenza dei suoi
compagni darmi e
degli abitanti del luogo
che entusiasti della sua
voce gli diedero lappellativo di Carmens
cantor. Mio padre
rientrato in Patria con
tutto lequipaggio e il
suo comandante, per
la sua dedizione alla
Patria fu decorato di
Croce a Valor Militare,
sul campo e fregiato
dellEmblema Nastro
Azzurro fra i combattenti decorati a Valor
Militare della Seconda
Guerra mondiale .
Termina la guerra dopo
alcuni anni egli realizz
la sua primordiale aspirazione di diventare un
baritono professionista
e, per oltre quarantanni calc con successo di
pubblico e di critica lo
scenario lirico di importanti teatri italiani
ed esteri affiancando
famosi cantanti lirici.

SPECIALE 12
Corrado Stajano
di
professione
giornalista, ma
anche politico e
scrittore, stato
l'ospite dell'appuntamento
di
aprile con la Rassegna "Leggere
/e un gusto" promossa dagli Assessorati alla Cultura e Turismo di
Noto, organizzata
dalla ProcivArci
Noto, con la collaborazione della
libreria netina Liber Liber. Ieri pomeriggio nel salone delle feste di
Palazzo Nicolaci
si vissuto un
momento molto
particolare a cui
gli organizzatori,
non a caso, hanno dato il titolo di
"Patrie ritrovate".
Corrado Stajano,
di mamma lombarda e pap netino, si laureato
in Giurisprudenza a Milano stato collaboratore,
redattore e inviato della rivista Il
Mondo, di Tempo
Illustrato, Panorama, Il Giorno,
Il Messaggero,
inviato il Corriere della Sera, curatore di una rubrica sull'Unit,
documentarista
alla Rai, Professore a contratto
nella Facolt di
Scienze Politiche
di Padova, ed
stato anche Senatore della Repubblica nella XII
legislatura (19941996) quando ha
fatto parte della
Commissione Parlamentare Antimafia.
stato il vncitore
del Premio Volponi alla carriera
2014.
Insomma personalit poliedrica
che ha portato
al Salone delle
feste di Palazzo
Nicolaci tantissime persone con
le quali si confrontato piacevol-

Sicilia 17 APRILE 2015, VENERD

Rassegna Leggere /e un gusto promossa


dagli Assessorati alla Cultura e Turismo di Noto
Corrado Stajano di professione giornalista, ma anche
politico e scrittore, stato l'ospite dell'appuntamento

mente ricordando
i fatti antichi della Citt, firmando
autografi e scrivendo
dediche
sui propri libri.
A conversare con
l'autore,
dopo
la
presentazione di Giusi Farina, ProcivArci
Noto, sono stati

il Sindaco Corrado Bonfanti, il


vice Sindaco ed
Assessore
alla
Cultura Cettina
Raudino e Paolo
Di Stefano, che
ha fatto un excursus sulla produzione letteraria
oltre che "Patrie
smarrite", dove

parla appunto di
Noto e dei netini,
anche "Il sovversivo", "La stanza
dei fantasmi" e
"Destini,
testimonianze di un
mondo perduto".
Addirittura indicando una vera
e propria "zona
Stajano"
nella

letteratura italiana, per la sapiente mescolanza tra


gli stili, giornalistico e narrativo;
tutti i suoi libri
sembrano
dei
diari.
Ma il modo fotografico ed a
volte irriverente
del suo scrive-

17 APRILE 2015, VENERD

re aveva causato
dei risentimenti
proprio tra i netini, dopo l'uscita
del libro "Patrie
smarrite" e questo ha indotto gli
organizzatori
a
promuovere questa serata come
un vero momento
di riconciliazione, l'abbraccio tra
Stajano e la Citt. "Il mio libro e
quanto scritto su
Noto un atto d'amore verso questa comunit " ha
esordito Corrado
Stajano dopo le
parole dell'Assessore Raudino che
ne ha ricordato la
forza e il segno
indelebile lasciato sulla sua ancor
giovane coscienza di cittadina.
Alla fine della
serata, prima della lettura di una
poesia di Montale, il Sindaco
Corrado Bonfanti ha, dopo una
riflessione sulla
serata sul significato profondo
della presenza di
Corrado Stajano
in citt, ha consegnato il Premio
all'Eccellenza a
questo "ritrovato" figlio di Noto.
Dopo si svolto
il momento conviviale
dell'aperibook curato
questo mese dalle
Cantine Modica
che in ossequio
all'anima siciliana ritrovata dello
scrittore
hanno
preparato,
con
produzioni proprie, degli squisiti assaggi di pasta
al forno, parmigiana, olive maresce, bruschette
con
pomodoro
pachino, frittata
al pecorino, e "u
cudduruni" il tutto innaffiato da
un rosato di nero
d'avola delle Cantine Modica per
brindare e dare
l'appuntamento a
maggio.

Sicilia 13

movimento apolitico, senza distinzioni di razza e di fede

Scautismo a Floridia: realt importante quella


dei gruppi educativi nel territorio siracusano
L'avventura scout incomincia da bambini, entrando a far parte della Branca L/C,
costituita da Lupetti e Coccinelle, recitando una Promessa Scout

o scautismo un
movimento apolitico,
senza distinzioni di
razza e di fede, fondato oltre un secolo
fa da Sir Lord Baden
Powel. Questo movimento, diffusissimo a
livello mondiale, con
i suoi oltre 40 milioni
di iscritti, si basa sul
volontariato, ed ha
come scopo principale quello di educare i
ragazzi sviluppando
le loro capacit fisiche, morali, sociali e
spirituali per diventare dei buoni cittadini.
Inoltre la maggior
parte delle attivit
svolte dagli scout
avvengono
all'aria
aperta a stretto contatto con la natura,
la quale va sempre
amata e rispettata,
come recita uno degli
articoli della legge
scout.
L'avventura
scout incomincia da
bambini, entrando a
far parte della Branca L/C, costituita da
Lupetti e Coccinelle,
recitando una Promessa Scout: Prometto, con l'aiuto e
l'esempio di Ges, di
fare del mio meglio
nel migliorare me
stesso, nell'aiutare gli
altri, nell'osservare la
legge del Branco,
per poi passare, nella
fase dell'adolescenza,
al Reparto in cui si
diventa Esploratore
per i maschi o Guida per le femmine e
dove i ragazzi vengono divisi in squadriglie, sia maschili, sia
femminili,
rappresentate con un animale. Il reparto viene rappresentato con
un guidone, ovvero
una sorta di bastone di legno con una
bandierina dai colori
appartenenti al gruppo chiamato fiamma,
che va conquistata

tramite prove di coraggio e giochi dalla squadriglia pi


meritevole. Successivamente, appena
diventati maturi, si
passa al Clan, suddiviso in Rovers e
Scoltes, il cui motto Estote Parati,
cio sempre pronti
a servire e, infatti,
il servizio al centro
delle attivit. Altri
elementi fondamentali delleducazione
Scout sono la comunit, con la quale
si cresce e la strada,
utile a ritrovare se
stessi, a misurarsi
e a rapportarsi con
gli altri. In Italia gli
scout si riuniscono in
un'unica associazione detta con l'acronimo AGESCI che
vuol dire Associazione Guide e Scout
Cattolici
Italiani.
Noi, in questa sede,
ci occuperemo del
Floridia 1. Il gruppo scout Floridia 1

vanta una tradizione


quasi centenaria. Il
18 maggio 1924, in
occasione della benedizione e dellinaugurazione del gagliardetto del Circolo
della Giovent Cattolica di Solarino, nella
sfilata del corteo di
circa trecento giova-

ni, figuravano, oltre


la fanfara locale, la
squadra sportiva di
Siracusa e gli esploratori di Floridia in
uniforme. Gli ideali scouts giunsero
a Floridia grazie ad
un sacerdote ragusano, Padre Giovanni
Pietro Tumino. Cos,

come riportato dagli


atti ufficiali nazionali, il primo riparto,
regolarmente iscritto, di quello che oggi
il territorio della
diocesi di Siracusa,
fu il 1 Riparto Maria Immacolata di
Floridia, con numero
di immatricolazione
741 del 16 dicembre 1924. Dal 1926,
con lo scioglimento
dei gruppi scout a
causa del Fascismo,
il Floridia 1 cadde nelloblio. Sar
un uomo di buona
volont, floridiano,
ordinato
diacono
permanente, il Sig.
Carmelo Russo a riportare in alto la bandiera dello scautismo
floridiano e di quello
siracusano a partire
dagli anni Sessanta.
Russo guid come
Capo Branco e poi
come Capo Riparto
centinaia di bambini
e ragazzi, assumendo svariati incarichi
a livello provinciale. Purtroppo questa
bella parentesi dur
poco pi di un decennio e a partire
dagli anni Settanta del gruppo scout

speciale

non vera pi traccia.


Fino a quando nel
1985 cinque persone
di buona volont, tra
cui un sacerdote, riproposero lesperienza scout tra i ragazzi
della Parrocchia di
San Francesco dAssisi.
Inizialmente
furono coinvolti nel
progetto pochi ragazzi e ragazze gi
operanti in seno alla
realt parrocchiale.
Non senza difficolt
quei ragazzi e quelle
ragazze fecero esperienza diretta dello
scautismo,
prima
come Rovers e Scoltes, successivamente formandosi come
Capi Educatori. Il
gruppo scout, ottenute tutte le autorizzazioni di rito, crebbe
numericamente
di
anno in anno, aprendo in ordine il Reparto misto Pegaso e il
Branco misto Fiore
Rosso.
Oggi il gruppo scout
Floridia 1 una realt importante nel
contesto delle agenzie educative e delle
associazioni cattoliche del territorio siracusano. Il gruppo
conta ormai da diversi anni un centinaio
di iscritti e ha ancora
sede presso i locali della Chiesa di S.
Francesco dAssisi.
Come in una favola,
uno di quei primi ragazzi cui fu proposto
di diventare scout
oggi il Parroco della Chiesa e alcuni di
quei ragazzi e ragazze sono ancora pienamente attivi allinterno della parrocchia
svolgendo il servizio
di catechisti e ovviamente di capi scouts.
Una cosa certa, non
si pu comprendere
a fondo lo scautismo
se non lo si vive in
prima persona, se
non si fa parte di quel
fantastico mondo che
insegna a relazionarsi, a condividere,
a giocare, pregare,
aiutare il prossimo e
soprattutto, come diceva B.P.: a lasciare
il mondo migliore di
come lo abbiamo trovato.
Russo Francesco
Classe VA cat,
Istituto Tecnico
Juvara, Siracusa

Cultura 14

Sicilia 17 APRILE 2015, VENERD

Una vita per il teatro classico


Commemorazione di Giusto Monaco

di Arturo Messina
E veramente doveroso ricordare le persone
che con il loro tenore di
vita, con la loro attivit
pratica o culturale o artistica, hanno lasciato
una traccia che deve rimanere indelebile nella
memoria non solo di
chi personalmente lha
conosciuto ma anche di
chi, pur non avendolo
conosciuto personalmente, deve venirne a
conoscenza, soprattutto
per trarne esempio di
vita. E per questo che
la loro memoria viene
mantenuta nei modi pi
convenienti, come la
toponomastica, come la
storia, come la commemorazione, come il memorial, come i concorsi
e i premi alla loro memoria. Questo, ovvio,
quando la memoria ne
veramente doverosa
e
non.parenterale,
come qualche esempio
si riscontra a Siracusa
dove, ad esempio, si
dedicata la toponomastica a chi per la
citt non ha fatto nulla
e trascurando il dovere di ricordarne altri,
come Salvatore Grillo,
uno dei cittadini aretusei che maggiormente
dimostrarono lattaccamento alla propria citt
nei modi pi palesi ed
esemplari, come il dedicarsi alla sua storia
(fu uno dei promotori
della Societ di Storia
Patria), allesaltazione
delle sue bellezze attraverso la poesia, la
musica, ad essa ispirate, lorganizzazione dei
Cantarini di Val dAnapo.
Assolutamente doverosa invece la commemorazione dellindimenticabile siracusano
prof. Giusto Monaco,
organizzata dalla FIDAPA, presieduta dalla
prof.ssa Lilla Peluso,
cogliendo loccasione
della ricorrenza del centenario della sua nascita
e invitando a ricordarlo
due eminenti figure che
per tanti anni gli sono
state a fianco e hanno
conosciuto e ammirato le varie componenti
della sua singolare ed
esemplare personalit:
Paolo Giansiracusa e
Sebastiano lo Monaco.
Paolo
Giansiracusa,
docente presso lAc-

Lha fatto, al Jolly Aretusa Palace Hotel, la FIDAPA presieduta dalla prof.ssa Lilla
Peluso con la testimonianza di Paolo Giansiracusa e Sebastiano Lo Monaco
cademia delle Belle
Arti, ha tenuto per oltre
unora tesa lattenzione
del numeroso pubblico,
ora raccontando ora
leggendo tante notizie,
tanti aneddoti, tanti
particolari anche perso-

sidente della FIDAPA,


gi sua professoressa
di liceo Gargallo, ha ricordato che fu proprio
da quel liceo classico
che lindimenticabile
prof. Renato Randazzo
lo scelse nel 1978 per

canti iniziarono con


O beato, cantato
da quello che poi doveva diventare il baritono
pi famoso del mondo:
Lino Puglisi, che domenica prossima, alle
ore 18.30 sar da Arca-

veva nascere ed era nel


grembo della madre, fu
portato al teatro greco di Siracusa, dove si
dava una tragedia che
poi sarebbe stata quella che maggiormente
avrebbe segnato il suc-

Assolutamente
doverosa
la commemorazione dellindimenticabile
siracusano prof.
Giusto Monaco,
organizzata dalla
FIDAPA, presieduta dalla prof.
ssa Lilla Peluso

nali, sul suo vissuto e i


sui rapporti, come tanti
brani dei suoi libri.E
per altrettanto tempo
sarebbe egli riuscito a
tenerla tesa se ancora
avesse tardato ad apparire il tanto atteso secondo relatore, lattore
Sebastiano Lo Monaco
che con il suo spigliato
modo di interloquire e
di interpretare ha trascinato gli intervenuti
in ben pi alte e pi vivaci sfere
Salutando con simpatica deferenza, la pre-

assegnargli il ruolo del


Servo delle Baccanti,
in cui aveva un ruolo
anche Salvatore Bitonti, che poi diventato
un ben noto regista, e
le cui musiche e danze
erano, ovviamente, di
Arturo Messina, che
gi ben 25 anni prima aveva composto il
commento musicale e
le danze per Alcesti
e Troadi al teatro
Sabratha in Tripolitania. E non poteva certamente esimersi dal
ricordare che Le Bac-

dia 88 commemorato
nella sala daudizione
del Giuseppe Privitera,
con la proiezione del
concerto da lui dato a
Roma nel 1980 e con
lascolto dei due brani.
Egli ha cominciato ad
esporre la sua affascinante
testimonianza
ricordando che, prima
ancora di conoscere il
prof. Giusto Monaco,
aveva conosciuto il teatro classico si potrebbe
dire per predestinazione. Infatti ha raccontato
che quando ancora do-

cesso della sua carriera


di grande, grandissimo
attore: lAgamennone.
E si d il caso che, per
le
Rappresentazioni
Classiche che inizieranno a giorni, egli in
Efigenia in Aulide,
che possiamo dire abbia dato inizio alla tragedia Agamennone (
che fu la prima con cui
ebbero inizio, un secolo addietro, nel 1914,
le
Rappresentazioni
Classiche e che stata
messa in scena anche
lo scorso anno)) inter-

preter ancora una volta il ruolo dello stesso


personaggio in altri
panni.
Ha cominciato a raccontare (sempre con
quel suo caratteristico
modo di porgere, interpretare e se del caso
declamare, come fosse
una commedia brillante
in teatro, cos da suscitare le pi sganascianti
risate da parte di tutti
gli ascoltatori) la scena
del provino che super
per entrare allAccademia Nazionale dArte
Drammatica, a Roma,
quando nella sua ortoepia spicc quella alla
carcarara, quella pronuncia di certe vocali
troppo aperte che in
tre mesi dovette stringere. Ha continuato a
fare entusiasmare gli
astanti per la sua bravura anche con la lettura
di alcuni brani tratti da
Giusto Monaco dai testi
greci e latini.
A questo punto dovevano esserci gli interventi
di amici e studiosi, ma
il relatore Paolo Giansiracusa sera preso
troppo tempo perch
essi potessero intervenire. Era prevista anche
la lettura da parte mia
della sonettessa- motivazione del Premio di
Cultura e Socialit che
Giusto Monaco ricevette al palazzo Vermexio
il 16 ottobre del 1993;
se l non vi stato spazio, in questa pagina,
doverosamente, la troviamo: A Giusto Monaco, sommo tutore dei
classici miti: Gli alti
ideali, i miti del passato/ nel nostro mondo,
cos divergente/ verso
il futuro altero proiettato,/ di nulla pago che
non sia presente,// con
lopera indefessa hai
preservato,/ o intramontabil dellI.N.D.A.
presidente,/ Giusto Monaco, che hai ereditato/
dal classico tesoro la
tua
mente//Bevon
avidi la luce dei valori/che col teatro greco tu
accendi-/ litalo spettatore o il forestiero// che
alla polla primiera, ai
prischi allori/ del Temenite odono gli accenti/
riproponenti il tragico
mistero///Se affermo
il vero,/ al dramma antico, finch vita avrai,/
e a Siracusa tu, lustro
darai!

17 aprile 2015, venerd

Restyling del De Simone


quando fra il dire e il fare
c di mezzo la burocrazia

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

I lavori di prossimo inizio riguardano solo il ripristino


della copertura della tribuna e la messa in sicurezza
dellingresso principale E per quelli propedeutici allagibilit?

l promesso restyling del De


Simone qualche
seria preoccupazione per la verit
la desta non solo
sulleffettivo inizio dei lavori, ma
anche sul conto
dei lavori da eseguire. Lavori resi
ancora pi urgenti dal fatto che il
Siracusa non milita pi in un campionato a respiro
regionale, bens
in un torneo a carattere nazionale
con regole ancora
pi restrittive in
materia di abilitazione alla regolare disputa delle
gare. A rendersene conto in egual
misura
dovreb-

bero essere tutti,


ma come sempre
accade in questi
casi, c sempre
chi svicola, chi si
defila e chi fa lo
stretto necessario,
lasciando a chi
verr il compito
di continuare lopera, in uno scarica barile che sa
tanto di film gi
visto.
E invece questa volta, dopo il
raggiungimento
di un obiettivo
importante come
la promozione in
serie D, c poco
da temporeggiare
perch il rischio
che la Commissione di Vigilanza
non conceda lagibilit. E allini-

zio del prossimo


torneo mancano
solo quattro mesi.
Centoventi giorni
che, tolti i festivi e i semifestivi
si riducono gi
a
cento scarsi,
semprech il percorso burocratico
sia terminato con
laggiudicazione
della relativa gara
e lindividuazione della relativa
copertura finanziaria. Il problema sta per nella
complessit dei
lavori che non si
possono fermare
solo al ripristino
della
copertura
della tribuna e ad
una
rinfrescata allingresso,
ove fra laltro

campeggia
ancora parte della
vecchia
denominazione
che
si fa fatica ad attualizzare, sempre per via delle
solite resistenze
burocratiche. Ma
che bisognerebbe
doverosamente
estendere alla sistemazione della
gradinata, che da
un certo punto
della passata stagione rimasta
chiusa al pubblico, alla triplicazione dei servizi
igienici rispetto

Canoa, Irene Burgo verso


gli europei in Repubblica Ceca
LItalia della canoa velocit pronta

per il primo importante appuntamento


stagionale che vedr i nostri pagaiatori
protagonisti sulle acque del bacino di
Racice, in Repubblica Ceca, dall1 al 3
maggio prossimi per i Campionati europei
assoluti.
Lo staff tecnico ha convocato per lappuntamento continentale 22 atleti, attualmente in raduno a Mantova dove
rimarranno fino alla partenza per Racice. Nel kayak femminile spazio a Sofia
Campana, Norma Murabito (Fiamme
Azzurre), Agata Fantini, Cristina Petracca (Marina Militare), Federica Nol (CC
Aniene) e alla siracusana Irene Burgo (CC
Siracusa). Partiamo con determinazione
e con lobiettivo di fare del nostro meglio, confrontandoci per la prima volta in
stagione con il resto dEuropa spiega il
vicepresidente FICK Andrea Argiolas la
squadra che schiereremo alleuropeo non
comunque da considerarsi definitiva. A
luglio, di ritorno dai primi appuntamenti
internazionali, rimetteremo tutto in gioco
nel corso di unulteriore verifica che dall1
al 5 luglio ci permetter di capire se il
gruppo scelto quello migliore.

Pallamano, parte lavventura qualificazione


per la Teamnetwork Albatro

a Serie A Maschile 1^ Divisione Nazionale giunta al rush finale. Il sorteggio diluned ha definito gli accoppiamenti delle semifinali per lo Scudetto 2014/15: nella parte
bassa del tabellone il Romagna affronter
il Bozen, nella prima semifinale i campioni
dItalia della Junior Fasano devono attendere
la Poule dAmmissione ai Play-Off del prossimo fine settimana per conoscere la propria

agli attuali, del


tutto insufficienti,
allammodernamento degli spogliatoi e della sala
stampa e, dulcis
in fundo col rizollamento
del
terreno di gioco
o con la definitiva
adozione del sintetico che per,
se si fa preferire
sul piano estetico,
non offre la stessa
patricabilit dei
terreni di gioco in
erba. Tutti lavori
che nel corso della loro esecuzione
andrebbero atten-

tamente
seguiti
dai tecnici comunali per evitare,
com accaduto
col Teatro Comunale, per non
trovarsi, ad opere
ultimate,
nella
necessit di effettuare ulteriori
interventi che non
solo hanno un
costo aggiuntivo
ma che ritarderebbero loperativit dellunico
impianto sportivo
cittadino ancora,
tutto
sommato,
guardabile.
Armando Galea

avversaria. In corsa per un posto


tra le prime quattro formazioni
dItalia ci sono Trieste, Terraquilia Carpi e Teamnetwork Albatro,
2^ classificate dei gironi A, B e C.
E che da venerd pomeriggio, fino
a domenica, si sfideranno al Pala
Santa Filomena di Chieti in una tre
giorni di spareggi. Trieste e Carpi apriranno i giochi. La perdente
di questo primo match affronter
lAlbatro sabato, mentre domenica
i siciliani saranno opposti alla vincente del primo incontro. Anche in
occasione delle gare della Poule
dAmmissione ai Play-Off, continua lo sforzo della FIGH (Federazione Italiana Giuoco Handball)
sul versante della comunicazione rivolta alle
societ e agli appassionati: tutti i match in
calendario a Chieti saranno trasmessi in live
streaming sul sito www.figh.it, con la possibilit di conoscere in diretta il nome della
quarta semifinalista della Serie A. Si gioca
al Pala Santa Filomena, questo il calendario
della Poule dAmmissione ai Play-Off:
Venerd 17 Aprile
h 18:30 | Trieste Terraquilia Carpi
Sabato 18 Aprile
h 18:30 Albatro Perdente Trieste\Carpi
Domenica 19 Aprile
h 18:30 | Vincente Trieste\Carpi Albatro

Sicilia

SPORT PAGINA 16 17 aprile 2015, venerd

Il Real Siracusa
adesso atteso sabato
pomeriggio nel
derby incandescente contro
la formazione
del Pantanelli

Calcio, per il Real Siracusa


passa il primo turno dei play off
Il

Real Siracusa
sconfigge 1 a 0 la
San Pio e supera
il primo turno dei
playoff. I ragazzi di
Gallo sono riusciti a
spuntarla dopo una
partita molto tirata
e in bilico fino alla
fine. A decidere il
match stato Maieli
che, servito al bacio
da DAgostino, ha
regalato la vittoria
ai suoi.
Locali con l 3-5-2
con capitan DAgostino centrale di difesa. A partire meglio sono proprio i

I ragazzi di Gallo passano per 1-0 controil San Pio,


dopo una partita molto tirata ed in bilico fino alla fine
padroni di casa che,
nei primi minuti di
gioco, attuano un
ottimo giro palla e
chiudono nella propria met campo gli
avversari. Al 6 Maieli salta un difensore, entra in area,
supera il portiere e
scocca un tiro che
si stampa sul palo.
Gli aretusei continuano a spingere e
poco dopo sfiorano
nuovamente la rete.

Dopo i primi dieci


minuti di difficolt,
la San Pio prende
coraggio e alza il
proprio baricentro.
Al 13 Condorelli
batte una punizione
dal limite e sfiora la
traversa.
Il match molto
equilibrato con gli
etnei che mostrano
di essere una squadra quadrata e ben
messa in campo. Al
18 Manuli serve

Canoa velocita

Allinternazionale di Mantova
argento per Irene Burgo

Mantova la canoa velocit


si data appuntamento per la
gara internazionale valida, secondo il programma di attivit
2015, anche come selezione
per i Campionati Europei di
Racice in programma dall 1
al 3 maggio.
La gara ha visto in acqua atleti provenienti da Croazia,
Slovenia, Polonia, Finlandia,
Austria, Romania ed Israele,
oltre naturalmente alla nazionale italiana, composta in
seguito alla Ranking List stilata nelle gare test di Castel
Gandolfo. Nelle acque Lom-

barde oltre le rappresentative nazionali, si sono misurati


anche canoisti provenienti da
tutta Italia che hanno provato
a sfidare gli equipaggi azzurri
e stranieri a caccia di una medaglia. Ancora una volta soddisfazione arrivano dalla "solita" Irene Burgo che nei 500mt
del K1 Senior femminile sulla
media distanza, riuscita a
cogliere l'argento con il tempo
di 01'57''43 dietro a Schuring
Yvonne (Team Austria) arrivata prima con il tempo di
01'55''12 .
S.C

sotto porta Torrisi,


il quale calcia sul
fondo di un soffio.
Un minuto dopo
Monteforte con una
torsione va vicino
alla marcatura. Nella seconda met del
primo tempo, entrambe le difese non
fanno errori e i primi 40 minuti terminano a reti bianche.
Nella ripresa i siracusani
partono
bene e al 42 Maieli,
allinterno dellarea,
scocca un gran tiro
che viene respinto
da Dovara.
Gli ospiti rispondono al 55 con Rapisarda che riceve
palla da Condorelli,
buca
centralmente la difesa avversaria, entra in area
ma calcia a lato di
un soffio. Al 61 il
Real Siracusa trova
il gol del vantaggio.
Percussione centrale di DAgostino, il
quale taglia la difesa avversaria e,
con un passaggio
filtrante, imbuca in
area Maieli che, con
un tiro in diagonale,
trafigge Dovara. I
ragazzi di DIgnoti
non mollano e 120
secondi dopo vanno
vicinissimi al pareg-

gio. Torrisi approfitta di una mischia


in area e colpisce il
palo alla destra di
Mincella. Un minuto dopo arriva unaltra grandissima occasione.
Napoli entra in area
dalla destra ma, tutto solo davanti al
portiere, calcia a fil
di palo. Lazione
sembrava viziata da
un fuorigioco. Al
68 sono i padroni
di casa ad andare vicini alla marcatura.
Iacono si invola sulla sinistra, salta Manuli e scocca un tiro
che si infrange sulla
traversa. Un minuto
dopo arriva lespulsione, per doppia
ammonizione,
di
Rizza. Gli ospiti
cercano di approfittarne ma non riescono ad superare
lottima retroguardia aretusea e, anzi,
all80 rischiano di
subire il raddoppio
ma il tiro da fuori
area di Di Natale
termina di poco sul
fondo.
Dopo quattro minuti di recupero arriva il triplice fischio
dellarbitro.
Il Real Siracusa
adesso affronter,
sabato pomeriggio,
la Pantanelli in un
match che si prevede incandescente.

Basket,
la Corant
archivia un
campionato
da record
e pensa
ai play off

Con

dodici vittorie e sole due


sconfitte, la CorAnt Basket chiude il suo girone
prima in classifica, e si qualifica
per le semifinali
del Campionato
di Prima Divisione Regionale di
Basket. Se si aggiungono, limbattibilit in casa,
e il miglior attacco, ben 1004 punti
segnati e con oltre
120 punti segnati
di differenza dalla
seconda, si spiega in parte questo
primo posto.
Ma la vera arma
in pi di questa
squadra stato lo
spirito di sacrificio e la voglia di
lottare contro tutti
e tutto, che hanno permesso di
arrivare a questo
traguardo affrontando molte partite in emergenza,
con assenze durante tutto lanno
di molti uomini
chiave, come nella penultima gara
giocata a Chiaramonte,
dove
la CorAnt si
presentata in soli
sei giocatori, riuscendo a vincere
con il punteggio a
favore di 74 a 65.
Sono felice per
questo primo traguardo raggiunto
dichiara coach
Mura come ogni
anno,
partiamo
con lunico obbiettivo di fare il
meglio possibile e
concentrarci nella
crescita dei nostri
giovani, che devono avere nella
prima squadra un
punto di riferimento.