Sei sulla pagina 1di 9

Eventi

Trasporti

Le donne chiedono
Giustizia: convegno
oggi a Priolo Gargallo

Ripristinare il treno
veloce da Siracusa
per Palermo
A pagina due

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina cinque

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
gioved 16 aprile 2015 Anno XXVIIi N. 89 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Politica. I consiglieri di Progetto Siracusa puntano il dito sui contributi

Dopo la gettonopoli
fa capolino contributopoli

Inviata una nota alla Commissione nazionale anticorruzione


D

politica

Tesoretto
per rifare
il viadotto

Il

presidente del Consiglio Renzi metta a disposizione il tesoretto per


fronteggiare lemergenza
che si verificata in Sicilia, spaccata a met. Ad
affermarlo il deputato
allAssemblea regionale
siciliana, Pippo Gennuso, dopo il cedimento del
pilone del viadotto che
ha portato alla chiusura
dellautostrada A19, Palermo-Catania.
E davvero scandaloso
che i parlamentari del Pd
che fanno riferimento al
premier non gridano il
loro disappunto.

stato ammesso al rito


abbreviato il siracusano
Claudio Musso di 46 anni,
finito sotto processo.

A pagina sette

Carabinieri di Noto hanno impegnato sette le pattuglie dedicate sul territorio, con 20 militari.

A pagina quattro

A pagina sette

siracusa

Tentato
omicidio:
processo
E

rosolini

Arrestate
due
persone
I

Lo ha deciso ieri pomeriggio

Schede soppresse
Giunta regionale
sar parte civile

opo gettonopoli spunta contributopoli. Non


c pace per il palazzo
Vermexio dove lopposizione e in particolare Progetto Siracusa, con i suoi
consiglieri comunali Rodante, Sorbello e Milazzo e cojn il coordinatore
Ezechia Paolo Reale, ha
scritto alla Commissione
nazionale anticorruzione
per segnalare il mancato
rispetto normativa sulla
trasparenza.

na pistola puntata alla


testa per qualche istante, senza nessuna frase o
parola. Cos stato minacciato lon. Giuseppe
Gennuso, vicino piazza
Vescovio a Roma.

a giunta regionale siciliana ha deliberato la costituzione di parte civile nei confronti di Cosimo Russo,
loperatore giudiziario in servizio presso il Tribunale di
Siracusa, accusato di avere in tutto o in parte distruggeva, soppresso o occultato atti e documenti pubblici.

A pagina tre

A pagina due

A pagina sette

cronaca

Gennuso
minacciato
con pistola
U

Riciclaggio: assolti
Crapula e i familiari
Non vi sarebbe stata
alcuna acquisizione
illecita da parte della
famiglia Crapula rispetto ai beni immobili, sequestrati e poi
confiscati.
A pagina sei

Cronaca di Siracusa 2
cronaca

Malviventi
puntano
la pistola
a Gennuso

Sicilia 16 aprile 2015, gioved

16 aprile 2015, gioved

Una pistola puntata alla testa per qualche istan-

te, senza nessuna frase o parola. Cos stato minacciato lon. Giuseppe Gennuso, vicino piazza
Vescovio a Roma.
Gennuso stava passeggiando per strada quando
un uomo, ben vestito e a volto scoperto, si alzato
da un motorino parcheggiato accanto al deputato
e gli ha puntato una pistola alla testa, guardandolo negli occhi ma senza pronunciare una sola

parola. Poi si allontanato, prima che una volante


della polizia passasse casualmente di l. Gennuso ha
fermato gli agenti, ancora terrorizzato, e gli ha raccontato tutto. I poliziotti lo hanno accompagnato al
commissariato Vescovio dove ha sporto denuncia.
Ora sulla misteriosa intimidazione indaga la polizia e la Digos. Le prime verifiche saranno effettuate
sui filmati ripresi dalle telecamere presenti in via
Marchetti dove si sono svolti i fatti.

cronaca. bordata dellon. vinciullo

non pu
rimanere esclusa dal ripristinato treno veloce
Catania-Palermo. Lo
dichiara lOn. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della
Commissione Bilancio e Programmazione
allAssemblea regionale siciliana.
Questa decisione, sicuramente positiva, non

pu vedere esclusi i cittadini della provincia


di Siracusa. Trenitalia
commette, ancora una
volta, un errore insopportabile se pensa di
escludere la provincia
di Siracusa.
Senza dare limpressione di voler sempre polemizzare, a chi giova
questa decisione?
Perch, ancora una vol-

ta, mortificare la nostra


provincia? Ho gi contattato, ha continuato
lOn. Vinciullo, i dirigenti delle ex Ferrovie
dello Stato ed attendo
una risposta che sia
positiva, sperando che
si sia trattato solo di
un disguido e non della volont di punire la
nostra terra. Attender, ha concluso lOn.

remesso che per effetto delle


copiose piogge verificatesi nei
mesi di gennaio, febbraio e marzo, che hanno prodotto in tutto il
territorio siciliano effetti dirompenti sul piano del dissesto idrogeologico e in conseguenza di
tale dissesto intere vie di comunicazione sono state interrotte
e non possono essere ripristinate in tempo utile per la stagione estiva; che tale interruzione
riguarda in modo particolare la
pi importante arteria di collegamento dell'Isola la A19 - , la
giunta regionale ha dato mandato agli assessori al Turismo, Attivit produttive, Beni Culturali di
concerto con il dipartimento del-

terr tra Siracusa e Pachino dall'1 al 3 maggio, con carattere itinerante. Con
l'organizzazione curata da Nicola Di Benedetto, coordinatore mezzi militari,
Massimo Paladino, vice coordinatore, Enzo Belluomo, referente della manifestazione, Giuseppe Spina, coordinatore tecnico territoriale, Alberto Moscuzza, Presidente Associazione Storico culturale militare Lamba Doria, e

Clive Micallef, Military vehicle collectors club di Malta, responsabile


del Gruppo Storico maltese, importante il patrocinio dei Comuni di
Siracusa, Avola, Noto e Pachino. Giorno 1 maggio partenza da Pozzallo della colonna di mezzi storici in arrivo da Malta con destinazione Siracusa, dove ci saranno alcuni momenti commemorativi, nel
pomeriggio trasferimento ad Avola. Giorno 2 "Noto 1943 l'ultima difesa" con sosta presso largo Adorno, rappresentazione della battaglia
del 10 luglio 1943 con la partecipazione di figuranti in uniforme storica, sfilata per le vie della Citt e display statico presso piazza XVI
maggio, e omaggio al monumento dei caduti.

Dopo gettonopoli saffaccia


il caso contributopoli
Per Rodante, Reale,
Milazzo e Sorbello
vi sarebbero dei favoritismi nellerogazione di contributi

Nella foto, il viadotto crollato.

Vinciullo, una risposta positiva, certo che


linteresse
pubblico
prevalga su quello di
bottega. Intanto, lattuale programmazione 2007/2013 ormai
prossima alla conclusione. In tale ottica,
al fine di utilizzare le
risorse finanziarie che
dovessero
rendersi
disponili, stato pub-

blicato sulla Gazzetta


Ufficiale della Regione
Siciliana n.15 del 10
aprile 2015 lAvviso
PSR Sicilia 2007/2013,
misura 311 - azione A
Agriturismo. Lavviso pubblico riservato
ai beneficiari inseriti
nella graduatoria delle istanze ammissibili della misura 311 A
(regime de minimis)

la giunta adotta il provvedimento

Danni del maltempo


Interventi economici
a imprese turistiche

Voci di una guerra in tempo di pace" il titolo dato alla tre giorni che si

Cronaca di Siracusa

cronaca. scoppia su iniziativa del gruppo consiliare dopposizione

Ripristinare
il treno veloce
da Siracusa
per Palermo
Siracusa

Voci di una guerra: tre giorni


fra Siracusa e Pachino

Sicilia 3

Nella foto, danni del maltempo in Sicilia.

la Programmazione, di individuare
linee di intervento finanziario ed
economico a valere sui fondi europei, nazionali e regionali a sostegno
delle imprese che potrebbero essere colpite dalla crisi del settore turistico.
La giunta regionale siciliana ha
anche deliberato un aggravamento
dello stato di calamit gi chiesto
lo scorso 12 marzo con una previsione di 240 milioni di euro in pi
rispetto alla precedente previsione,
per un totale complessivo di 316
milioni di euro.
I danni calcolati riguardano i centri urbani e le vie strategiche di
comunicazione, in particolare si
fa riferimento al ponte Himera e

all'intervento necessario per intervenire sulla frana nel territorio di


Caltavuturo. In riferimento al ponte Himera, che coinvolge l'autostrada A19 Palermo-Catania, sono
necessari interventi anche per il
pericolo di crollo della montagna,
gi in parte franata, sulla quale
necessario intervenire in modo radicale. Sempre la Giunta ha deliberato la declaratoria per i danni
all'agricoltura verificatisi a seguito
delle insistenti piogge, delle violente grandinate e del forte vento che
hanno interessato la provincia di
Catania il 22 e il 23 gennaio scorsi che hanno causato ingenti danni
alle strutture alboree ed aziendali
nei territori interessati.

bando 2013, di cui


al D.D.G. n. 1804 del
9 giugno 2014. Considerate le eventuali
disponibilit di risorse
finanziarie, i beneficiari
che hanno gi realizzato gli interventi progettuali o che sono in
grado di realizzare gli
interventi improrogabilmente entro la data
del 31 ottobre 2015,
possono
presentare
allIspettorato provinciale agricoltura competente per territorio
apposita dichiarazione
di intenti con la quale
comunicano la propria
disponibilit a realizzare le opere progettuali
entro i termini stabiliti,
sollevando al contempo
lAmministrazione da
qualsiasi responsabilit
circa il mancato finanziamento delliniziativa. Tale manifestazione di intenti relativa ai
progetti di che trattasi,
redatta secondo il modello allegato, dovr
essere presentata entro
trenta giorni dal giorno successivo alla data
di pubblicazione del
presente avviso nella
Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana, a
mezzo di raccomandata
con ricevuta di ritorno,
ovvero mediante consegna diretta allIspettorato provinciale.

opo gettonopoli spunta contributopoli. Non


c pace per il palazzo
Vermexio dove lopposizione e in particolare Progetto
Siracusa, con i suoi consiglieri comunali Rodante,
Sorbello e Mlazzo e cojn il
coordinatore Ezechia Paolo
Reale, ha scritto alla Commissione nazionale anticorruzione per segnalare il
mancato rispetto normativa
sulla trasparenza.
Con delibera della Giunta
Municipale di Siracusa n.
242 del 18/12/2014, su proposta del Settore Politiche
Sociali, sono stati concessi
in favore di sei associazioni
operanti nel sociale patrocini onerosi comportanti
erogazioni di somme (tutte
superiori ai 1.000,00 euro)
da parte del Comune per
complessivi 46.500,00;
2.
Che con delibera
della Giunta Municipale di Siracusa n. 243 del
18/12/2014, su proposta
del Settore Politiche Sociali, sono stati concessi
in favore di quattordici
associazioni operanti nel
sociale patrocini onerosi
comportanti erogazioni di
somme (sette delle quali
superiori ai 1.000,00 euro)
da parte del Comune per
complessivi 29.500,00;
3.
Che con delibera
della Giunta Municipale di Siracusa n. 254 del
29/12/2014, su proposta del
Settore Politiche Sociali,

Da sinistra Fabio Rodante, Salvo Sorbello, Ezechia Paolo Reale, Massimo Milazzo

sono stati concessi in favore di nove enti del privato


sociale patrocini onerosi
comportanti erogazioni di
somme da parte del Comune per complessivi
63.500,00 (otto su nove superiori ai 1.000,00 euro);
4.
Che con delibera
della Giunta Municipale di Siracusa n. 253 del
23/12/2014, su proposta del
Settore Politiche Culturali,
stato concesso in favore
di unassociazione patrocinio oneroso comportante erogazioni di somme da
parte del Comune per complessivi 2.500,00;
5. Che con delibera della
Giunta
Municipale di Siracusa n. 256 del
29/12/2014, su proposta del
Settore Ambiente, stato
concesso in favore di unassociazione patrocinio oneroso comportante erogazioni di somme da parte del
Comune per complessivi
29.000,00.
1. Che, la concessione di
sovvenzioni,
contributi,
sussidi ed ausili finanziari

e lattribuzione di vantaggi
economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati sono subordinate alla predeterminazione
ed alla pubblicazione da
parte delle amministrazioni procedenti dei criteri e
delle modalit cui le amministrazioni stesse devono
attenersi e che leffettiva
osservanza di tali criteri e
modalit deve risultare dai
singoli provvedimenti di
concessione;
2. le pubbliche amministrazioni pubblicano gli atti
con i quali sono determinati, ai sensi dellart. 12 della
L. 7/8/1990 n. 241, i criteri
e le modalit cui le amministrazioni stesse devono
attenersi per la concessione
di sovvenzioni, contributi,
sussidi ed ausili finanziari
e per lattribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed
enti pubblici e privati e le
pubbliche amministrazioni
pubblicano gli atti di concessione delle sovvenzioni,
contributi, sussidi ed ausili

finanziari alle imprese, e


comunque di vantaggi economici di qualunque genere
a persone ed enti pubblici e
privati Che i citati provvedimenti attributivi di vantaggi
economici, e cio le delibere di Giunta Municipale
sopra indicate, sul sito del
Comune di Siracusa, nella
Sezione Amministrazione
Trasparente, Sotto-sezione
di primo livello Sovvenzioni, Contributi, Sussidi,
Vantaggi Economici, Sotto-sezione di secondo livello Atti di concessione
non risultano in alcun modo
pubblicati, n per intero, n
per estratto.
Che le citate delibere di
Giunta Municipale non
contengono alcuna indicazione circa leffettiva osservanza dei criteri e delle
modalit cui il Comune di
Siracusa avrebbe dovuto
attenersi nel concedere patrocini onerosi comportanti erogazioni di somme di
danaro.
va omesso di sottolineare
come il Comune di Siracusa

sia dotato di uno specifico


regolamento
(anche se lo stesso pu essere consultato accedendo
alla Sezione Regolamenti, Sotto-Sezione Beni
ed Attivit Culturali); non
richiamato nei singoli
provvedimenti
attributivi a terzi di provvidenze
economiche denominate
dallamministrazione procedente contributi onerosi e, nella sua sostanza,
appare non essere stato rispettato, avendo la Giunta
Municipale deliberato la
concessione dei patrocini
onerosi comportanti erogazioni a terzi di somme di
danaro senza il rispetto del
procedimento indicato nel
citato Regolamento, con
particolare riferimento ai
suoi articoli 4 e 6.
6. Le superiori circostanze
sono state portate allattenzione del Segretario
Generale del Comune di
Siracusa, sia nella sua veste propria, in relazione
ai doveri correlati al contenuto del terzo comma
dellart. 26 del D. L.vo
33/2013 in base al quale
le pubblicazioni sia degli
atti con i quali vengono
determinate le modalit ed
i criteri per la concessione
di sovvenzioni, contributi,
sussidi ed ausili finanziari
e per lattribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone
ed enti pubblici e privati,
sia dei singoli atti di concessione di tali benefici
costituisce condizione legale di efficacia dei provvedimenti che dispongano
concessioni ed attribuzioni
di importo complessivo
superiore a mille euro nel
corso dellanno solare in
favore del medesimo beneficiario.

Cronaca di Siracusa 4

Bilancio consuntivo

e preventivo approvato, attivit e preventivo per il 2015


ma soprattutto testa e
gambe puntate verso
il Primo Maggio. Il
Consiglio territoriale
della Uil si riunito
stamattina a Pozzallo, sede dove si svolger la tradizionale
festa sindacale nazionale che abitualmente viene ospitata a
Roma. E in occasione del Consiglio territoriale della Uil si
parlato soprattutto
di come tutta lorganizzazione sindacale
sar impegnata in vista di questo grande
evento.
Siamo pronti a raccogliere la sfida ha
sottolineato il segretario territoriale organizzativo Giorgio
Bandiera perch
abbiamo le professionalit per farlo e
c in ognuno di noi
un senso di grande
responsabilit. Al
Consiglio territoriale
presenti anche Salvatore Pasqualetto della
segreteria regionale, Claudio Barone
segretario regionale
della Uil, Luisella
Lionti, segretaria organizzativa regionale
e il tesoriere Raffaele
Spadaccino, il quale ha letto i bilanci
consuntivo 2014 e
preventivo
2015.
Sono stati approvati
entrambi, poi stata
la volta del segretario
territoriale Stefano
Munaf il quale ha
fatto il punto della
situazione anche in
prospettiva
primo
maggio appunto.
Siamo in una fase
non completa dellunificazione perch
abbiamo chiuso lunificazione del patronato in ununica posizione, manca quella
del sistema fiscale
cio il Caf perch ci
sono passaggi burocratici da adempiere. Abbiamo trovato
punti dintesa e nei
prossimi giorni completeremo liter. Prevediamo di unificare
assieme al nazionale
alcuni contributi, con
un aumento di iscritti nellanno 2015,
lobiettivo quello
di chiudere con un

Sicilia 16 aprile 2015, gioved

Munaf: Grande
responsabilit in vista
del primo Maggio

bilancio in positivo
di almeno il 10%. Ci
sono lavoratori assunti nell83 e ci sono
trattamenti di fine
rapporto da realizzare, abbiamo sanato il
50% di tutte le spet-

tanze. Abbiamo realizzato nellambito


dellorganizzazione,
una intesa con Gela
sia per attivit di patronato sia per lattivit fiscale, per mettere a disposizione

una struttura che sia


punto di riferimento
di servizi in quel territorio, e poi mettere
un altro tassello per
le categorie in modo
da essere in linea con
Siracusa e Ragusa.
Quindi occhi puntati
sulla Festa del Primo
Maggio. Abbiamo
fatto una riunione
di segreteria dove
sono stati dati incarichi ai segretari
ha aggiunto Munaf
-. Passiamo da una
gestione dove il numero di abitanti si
moltiplicato rispetto
a prima, quindi con
territori pi ampi da
gestire e gli incarichi
di segreteria devono
essere pi funzionanti. Io e Bandiera
stiamo lavorando in
stretta sinergia visto
che siamo i segretari
uscenti di Siracusa

e Ragusa. E quindi
le nostre 13-14 categorie affiliate hanno bisogno di essere
ridisegnate. In vista
del Primo Maggio
avremo grandissime
responsabilit, ognuno di noi deve impegnarsi perch siamo tutti coinvolti e
dobbiamo dare anche
delle risposte a tanti,
e poi c una sorta di
obbligo morale con il
segretario nazionale
Carmelo Barbagallo
che siciliano come
noi e tiene tantissimo
a questo evento. C
una localit adatta a
ospitare un evento
simile, stiamo definendo ogni minimo
particolare e speriamo che a cose fatte
il nostro segretario
nazionale ci dica che
saremo stati bravi.
R.L.

16 aprile 2015, gioved

Bancarotta
Condannata
presidente
di societ
I

l Tribunale penale
di Siracusa ha inflitto
2 anni di reclusione con il beneficio
della sospensione
condizionale della
pena a carico di
Mariella Astorino di
54 anni, che doveva
rispondere del reato
di bancarotta fraudolenta documentale.
La donna ha risposto
dinanzi ai giudici
per la sua qualit di
presidente del consiglio damministrazione della societ di
abbigliamento Elia
Moda, dichiarata
fallita nel 2005.
Sentenza di assoluzione, invece, stata
emessa per la vice
presidente Carmela
Latina di 80 anni,
e per il consigliere
damministrazione
Giovanni Azzaro di
66 anni. Il processo
prendeva le mosse
dalla distrazione di
merce pari a 19 mila
euro.

Il fatto avvenne il 29 giugno dello scorso anno in citt

Fer un uomo al collo: 46enne


ammesso al rito abbreviato

stato ammesso al rito abbreviato il siracusano Claudio Musso di 46 anni, finito sotto processo
perch ritenuto essere il presunto
autore del ferimento a colpi di
pistola nei cofnronti di Paolo Di
Martino, avvenuto il 29 giugno
dello scorso anno. Difeso dallavvocato Junio Celesti, luomo sar
processato dinanzi al Gup del tribunale di Siracusa, Andrea Migneco, che, dopo laccoglimento
dellistanza del rito alternativo,
ha fissato ludienza per il 15 settembre prossimo.
Musso si era presentato il 2 luglio
scorso presso la Stazione Carabinieri di Cassibile, accompagnato
dal proprio legale, dopo avere girovagato per qualche giorno per
la zona balneare di Fontane Bianche e altre zone limitrofe.
Musso era ricercato dal pomeriggio della domenica precedente
quando, al termine di una lite con
il coetaneo avvenuta in via Luigi
Cassia, nella zona alta del capoluogo, avrebbe esploso nei suoi
confronti di questultimo un colpo
di pistola ferendolo al collo, per

fortuna senza conseguenze vitali


per la vittima.
Limputato deve rispondere dei

reati di tentato omicidio e detenzione e porto illegale di arma da


sparo.

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
Un 38enne
aveva
asportato un
borsello da
dentro unautomobile; un
altro stato
scoperto rubare energia
elettrica e deteneva fucile
clandestino

I Carabinieri di Noto

hanno
impegnato
sette le pattuglie dedicate sul territorio,
con 20 militari e con
lausilio di personale
del Nucleo Carabinieri Cinofili di Catania, al fine di assicurare un pi energico
impulso allattivit
di prevenzione a Rosolini.
Nel corso del servizio
i militari del Nucleo
Operativo e Radiomobile hanno tratto
in arresto, per furto
aggravato,
Massimo Di Mare, di 38
anni. Luomo stato
sorpreso dai militari
operanti dopo aver
asportato un borsello da unauto parcheggiata alla quale

picchi
la moglie
pachinese
condannato
a un anno
I

In foto, Massimo Di Mare e Sebastiano Dipietro.

Controlli a Rosolini
Arrestate due persone

era stato infranto il


finestrino posteriore. Larrestato, stato tradotto presso la
propria abitazione al
regime degli arresti
domiciliari.
Nel prosieguo del
servizio i militari del
Nucleo Operativo e
Radiomobile,
unitamente a personale
della Stazione di Rosolini, hanno tratto
in arresto per i reati
di porto e detenzione

illegale di armi comuni da sparo, alterazione di armi, furto di


energia elettrica e ricettazione Sebastiano
Dipietro, di 38 anni,
gi noto alle forze
dellordine per reati
contro il patrimonio
ed in materia di armi.
I Carabinieri, con il
supporto di personale
Enel, hanno accertato il furto di energia
elettrica
effettuato
mediante manomis-

sione del contatore


ed allallaccio diretto
alla rete pubblica. Insospettiti dallatteggiamento delluomo,
i Carabinieri hanno
deciso di effettuare
una perquisizione domiciliare allabitazione ed alle pertinenze
della stessa finalizzata alla ricerca di
armi. Ed proprio in
un magazzino adibito
al deposito di attrezzi
agricoli che i milita-

ri hanno rinvenuto,
allinterno di una cassa panca occultato da
una coperta, un fucile
con canne mozzate
con n. 2 cartucce calibro 12 in canna, una
cartuccera con ulteriori 36 cartucce calibro 12, una pistola a
salve privo di tappo
rosso ed una carabina ad aria compressa,
il tutto sottoposto a
sequestro dagli operanti.

Programmato dalla Questura di Siracusa e dal consorzio universitario

Le donne chiedono giustizia


Convegno oggi a Priolo Gargallo
L

In foto, la via Luigi Cassia, scenario del fatto di sangue.

Sicilia 5

a Questura di Siracusa, in collaborazione con il


Consorzio Universitario Megara Ibleo e lUfficio
della Consigliera di Parit della provincia di Ancona, ha organizzato presso la sede del Consorzio in
via Alcide De Gasperi, 17 in Priolo Gargallo un seminario dal titolo Le donne chiedono giustizia in
programma per questoggi alle ore 9.30.
Il seminario prende spunto dai risultati ottenuti da
unindagine comparata, realizzata in Italia, Spagna,
Romania e parzialmente in Inghilterra, finalizzata ad
arginare il fenomeno della violenza di genere.
Le violenze fsiche o sessuali del partner sono eventi
traumatici, spesso ripetuti e accompagnati da violenze psicologiche ed economiche, da strategie vessatorie, di controllo e assoggettamento.
Sono comportamenti che accadono in un contesto relazionale specifico - la relazione amorosa, la famiglia
- caratterizzato da aspettative individuali e sociali di
fiducia e supporto reciproco, di sicurezza e affidamento. Uscire da queste situazioni di vittimizzazione pu richiedere alle donne coinvolte riprogettazioni di vita che pongono dilemmi profondi, legati alla

necessit di scegliere un corso di azione - fa rottura


della relazione amorosa, del progetto di vita, la denuncia penale - costellato di lutti e perdite.
In questo contesto, il processo decisionale che accompagna la scelta di rivolgersi o meno alle forze dell'ordine e/o di denunciare le violenze del partner o dell'ex
partner risulta spesso estremamente difficile.
Lincontro, al quale parteciperanno anche appartenenti
ad altre forze di Polizia, e la cui realizzazione, per la
Questura, stata curata dal Vicario del Questore D.ssa
Giusy Agnello, che interverr al seminario in qualit
di moderatore, prevede lintervento della D.ssa Elisabetta Melotti, Procuratore della Repubblica di Ancona; del Dott. Antonio Nicastro, Sost. Procuratore della
Repubblica di Siracusa; della D.ssa Giuditta Creazzo,
ricercatrice, socia della Casa delle donne per non subire violenza; della D.ssa Pina Ferraro, assistente sociale e sociologa, esperta di politiche di contrasto alla
violenza di genere.
Presenti le associazioni collegate alla rete antiviolenza
regionale e nazionale che operano sul territorio della
provincia di Siracusa.

l giudice monocratico presso


il Tribunale di
Siracusa, Carmen Scapellato
ha emesso sentenza di condanna a un anno di
reclusione e 200
euro di multa
con la sospensione condizionale della pena
a carico di G.A.,
pachinese di 32
anni, che doveva
rispondere del
reato di lesioni
a seguito di percosse ai danni
della moglie.
Assistito dallavvocato Paolo
Ardilio, luomo
si sarebbe reso
protagonista il
26 novembre
2011 dellaggressione ai
danni della consorte alla quale
avrebbe provocato lesioni che
hanno costretto
la donna a recarsi in pspedale
dove i sanitari
le hanno giudicate guaribili in
quindici giorni.
Limputato
stato, invece,
assolto dallaccusa di maltrattamenti alla
stessa malcapitata per un periodo
compreso tra il
2009 e il 2011
perch la vittima
ha poi ritrattato
le accuse.casa
circondariale di
Cavadonna in
attesa di comparire domani
dinanzi al Gip
del Tribunale
di Siracusa,
per sottoporsi
alla convalida
dellarresto. I
due devono rispondere del reato di detenzione
ai fini di spaccio
di sostanze stupefacenti.

societ 6

Sicilia 16 aprile 2015, gioved

Riciclaggio di denaro
Assolti Crapula e i familiari

La sentenza emessa dal Tribunale penale di Siracusa a conclusione del processo


Non vi sarebbe
I beni, per mily proprio per-

stata alcuna acquisizione illecita da


parte della famiglia
Crapula rispetto ai
beni immobili, sequestrati e poi confiscati. S concluso, infatti, con un
verdetto di assoluzione nei confronti
del presunto boss
di Avola Michele
Crapula e dei suoi
familiari, il processo scaturito dal
sequestro dei beni
avvenuto nel luglio
2003 ad opera della
Guardia di Finanza
che contestava loro
il reato di riciclaggio, ovvero di avere
utilizzato i proventi
delle attivit illecite per acquistare
immobili e avviare
attivit con le quali incrementare gli
introiti della famiglia.
Il Tribunale penale di Siracusa ha
emesso la sentenza di assoluzione
perch il fatto non
sussiste nei confronti di Michele
Crapula, ex reggente per Avola
del clan Trigila di
Noto, della moglie
Venera Magro, del
suocero
Aurelio
Magro (commerciante del settore
dell'abbigliamento,
deceduto nel luglio
del 2009) e della
moglie Vincenza
Spugnetti, e delle
loro figlie Angela,
Simona, Barbara
Magro, oltre che
nei confronti di Paolo Golino.
Per quanto concerne il reato dinterposizione fittizia di
persone, invece, il
Tribunale ha emesso sentenza di non
doversi procedere
per
sopraggiunta
prescrizione.
Il pubblico ministero
Giancarlo
Longo aveva definito la requisitoria

un valore
complessivo
di 500 mila
ero, sono
stati confiscati nel
luglio dello
scorso anno
dal Tribunale del capoluogo

Michele Crapula.

chiedendo la condanna per tutti gli


imputati, mentre i
legali difensori, avvocati Alvise Troja
e Sebastiano Troia,
avevano invocato
lassoluzione per i

loro assistiti, con


la produzione di
memorie difensive,
documenti e ben
novanta testimoni
che hanno dimostrato in sede dibattimentale che lac-

quisizione dei beni


non derivavano dal
riciclaggio di denaro proveniente da
attivit illecite ma
erano il frutto di
iniziative lecite e
facilmente riscon-

trabili attraverso i
documenti.
Lindagine,
che
abbraccia un arco
temporale dal 2000
al 2002, prese il
nome in codice di
Operazione
fa-

Corresponsabile qualora l'infortunio si ricolleghi a una sua omissione

La responsabilit
dellappaltatore non esclude
quella del committente

a Corte suprema di cassazione, terza sezione penale, con la sentenza n. 12228/2015


depositata il 24 marzo, ha ribadito che in
tema di prevenzione degli infortuni sul
lavoro, la responsabilit dell'appaltatore
non esclude quella del committente, che
corresponsabile qualora l'evento si ricolleghi causalmente ad una sua omissione
colposa.
Quando sia immediatamente percepibile
l'omissione da parte dell'appaltatore delle
misure di prevenzione prescritte, il committente, che in grado di accorgersi senza particolari indagini dell'inadeguatezza
delle misure di sicurezza, risponde anch'egli delle conseguenze dell'infortunio eventualmente verificatosi.
Ci anche se l'obbligo di cooperazione tra
committente e appaltatore o tra appaltatore e subappaltatore ai fini della prevenzione antinfortunistica con informazione
reciproca (previsto dall'articolo 7 comma 2 del D.lgs 626/1994) non esiga che il
committente intervenga costantemente in
supplenza dell'appaltatore quanto costui,
per qualunque ragione, ometta di adottare
le misure di prevenzione prescritte.

ch
coinvolgeva
direttamente Crapula e i familiari
a lui vicini ai quali erano intestati i
beni mobili e immobili poi oggetto
di sequestro: casa,
ville ma anche un
terreno in contrada
Falaride alla periferia di Avola, dove
sarebbe stato realizzato un centro di
equitazione e dove,
in assenza di una
toponomastica, la
via venne intitolata
a Giovanni Magro,
cavaliere di Vittorio Veneto, padre
di Aurelio Magro,
il tutto allinsaputa del Comune di
Avola.
La Procura della Repubblica di
Siracusa si era
mossa sulla scorta
di notizie secondo
le quali gli imputati non avrebbero
avuto modo di giustificare il cospicuo
possesso dei beni.
Da
questattivit
dindagine emerso il sospetto che
questi provenissero proprio dal riciclaggio del denaro
introitato nellambito delle attivit
illecite. Tanto pi,
che nel luglio dello scorso anno beni
per 500 mila euro
sono stati confiscati dalla Direzione investigativa
antimafia di Catania agli eredi di Aurelio Magro.
Il provvedimento,
su proposta del direttore della Dia e
richiesto dal Procuratore di Catania
Giovanni
Salvi,
era stato emesso
dal Tribunale di
Siracusa. Riguarda,
in particolare, due
abitazioni e quattro
terreni ad Avola,
quattro auto e una
moto.
R.L.

Sicilia 7

16 aprile 2015, gioved

Cronaca di Siracusa

la decisione assunta ieri pomeriggio

Schede soppresse
Giunta regionale
sar parte civile
L

a giunta regionale siciliana ha deliberato la costituzione di parte civile


nei confronti di Cosimo
Russo, loperatore giudiziario in servizio presso
il Tribunale di Siracusa,
accusato di avere in tutto o in parte distruggeva,
soppresso o occultato atti
e documenti pubblici facenti parte del compendio
inerente alle elezioni per
il rinnovo dell'assemblea
regionale siciliana del
2012, custoditi presso la
cancelleria del Tribunale
di Siracusa. Lo ha deci-

Il presidente della Regione, Rosario Crocetta.

Si aggiunge allassessore regionale alla Funzione


pubblica, e ai parlamentati Marziano, Gianni e Gennuso

Ganci.
Nelludienza di ieri, la
difesa dellimputato ha
avanzato richiesta di amso lesecutivo di palazzo Il Gup del Tribunale di casione della tornata re- missione del proprio asdei Normanni nella sedu- Siracusa, Andrea Migne- gionale dellottobre 2012. sistito al rito abbreviato,
ta di questo pomeriggio. co, ha ammesso allu- Il giudice per le udienze accolta dal giudice.
Il processo in corso di dienza preliminare la co- preliminari ha accolto La vicenda giudiziaria
svolgimento dinanzi al stituzione di parte civile le istanze avanzate del scoppiata a seguito di
giudice per le udienze dellassessorato regionale deputato regionale sira- due sentenze, emesse dal
preliminari del Tribuna- alla Funzione Pubbli- cusano Bruno Marziano Cga di Palermo il 5 feble del capoluogo, Andrea ca e di tre parlamentari e dellex parlamentare braio dello scorso anno,
Migneco. Limputato regionali siracusani al Pippo Gianni, con il pa- con le quali i giudici sanstato ammesso al rito processo a carico di Co- trocinio
dellavvocato civano che alcuni verbali
abbreviato e la prossima simo Russo, loperatore Ezechia Paolo Reale, e di sezione elettorale non
udienza stata fissata per giudiziario, accusato del quella
dellonorevole avrebbero contenuto i
la fine del mese di settem- reato di distruzione delle Pippo Gennuso patroci- dati essenziali per garanbre prossimo.
schede elettorali, in oc- nato dallavvocato Aldo tire la correttezza dello
svolgimento delle operazioni elettorali.
La causa della distruziola proposta avanzata dal parlamentare gennuso
ne, a dire della difesa,
sarebbe da attribuire a un
allagamento verificatosi
negli archivi del palazzo
di Giustizia, dove erano
custodite le schede elettorali, avvenuto il 20 noIl presidente del Consiglio Renzi metta a di- il trasporto e tutto si ripercuoter sulle tasche vembre 2013. Ne scatusposizione il tesoretto per fronteggiare lemer- dei siciliani. Intanto servono soluzioni tampone rita una denuncia da parte
genza che si verificata in Sicilia, spaccata a immediate, perch per ricostruire i viadotti che dei parlamentari regionali
met. Ad affermarlo il deputato allAssem- rischiano il crollo da un momento allaltro, ci siracusani, e le successive
indagini, coordinate dal
blea regionale siciliana, Pippo Gennuso, dopo il vorranno anni.
cedimento del pilone del viadotto che ha porta- Non possibile aggiunge il parlamentare procuratore capo Franto alla chiusura dellautostrada A19, Palermo- regionale rosolinese Gennuso che Il governo cesco Giordano, si sono
centrale continui la sua politica vessatoria nei concluse con la verifica
Catania.
E davvero scandaloso che i parlamentari del confronti dei siciliani. Se, come per magia, che le schede elettorali
Pd che fanno riferimento al premier non grida- spuntato il tesoretto, Renzi non lo utilizzi per scomparse sarebbero state
no il loro disappunto contro una grave emer- fare campagna elettorale, cos come maldestra- volontariamente trafugate
genza come quella della chiusura del tratto mente fece per gli 80 euro, ma li investa per e soppresse dalloperatoautostradale tra Scillato e Tremonzelli - ha af- dotare il territorio di Infrastrutture adeguate re giudiziario imputato.
fermato il deputato regionale siracusano - . La al fabbisogno della gente. Il Pd ha grandi re- Si torna in aula il 29 setsituazione economica gi al collasso, rischia di sponsabilit nei confronti della Sicilia. In primis tembre prossimo per la
aggravarsi. Le aziende che producono prodotti quella di sostenere un governo siciliano che sta requisitoria del pubblico
ministero Andrea Palmiedi prima necessit e ch operano nei due versan- portando questa regione al default.
R.L. ri.
ti dellIsola, avranno un aggravio di costi per

Destinare il tesoretto a ripristinare


la viabilit dellautostrada A 19

Avrebbe un arco temporale limitato di due anni

Il ministro Franceschini propone


un bonus per le facciate dei palazzi

Ora si apriranno le discussioni per la ri-

Il ministro Franceschini.

partizione del tesoretto: proporr al Governo e al Parlamento un bonus facciate. Lo ha


annunciato il ministro per i Beni e le attivit
culturali e il turismo, Dario Franceschini, nel
suo intervento al convegno Le Pmi e la sfida
della qualit - un'economia a misura d'Italia.
Visto come hanno funzionato bene nel nostro
Paese il bonus per l'edilizia e l'eco-bonus per
gli interventi ambientali, sull'esempio di ci
che ha realizzato il ministro Andr Malraux

che ha cambiato il volto di molte citt della


Francia, penso a un bonus fiscale molto pi
forte del 55-60% per tutti, privati, condomini
e case singole, che vogliano rimettere a posto
le facciate delle proprie case e palazzi, ha
spiegato Franceschini. Il bonus avrebbe un
arco temporale limitato di due anni, che permetterebbe di prendere pi piccioni con una
fava: fare le nostre citt e periferie pi belle a
spese dei privati ed a tutto vantaggio dell'economia e della piccola e media

SOCIET 8
Abitare la casa tra
memoria e futuro.
Questo il tema del
convegno che si
svolto gioved 9 aprile presso lauditorium Pietro Floridia,
nellambito delliniziativa Festival delle Famiglie II edizione e rito Crisci ranni
2015. Introducendo
il dialogo sullabitare, Maurilio Assenza,
presidente della Fondazione di Comunit
Val di Noto, ha ribadito lintenzione del
Festival e del Rito di
creare sinergie attorno al tema della famiglia, della casa, della
citt e ha ringraziato
lassessorato ai Servizi sociali per aver
fortemente voluto e
sostenuto questo importante momento di
rinascita che ogni
anno si rinnova dopo
la Pasqua.
Dal dialogo tra Antonio Sichera, docente
di Letteratura italiana
allUniversit di Catania, e Paolo Nifos, studioso di storia
dellarte, emersa
limportanza dellesperienza
umana
dellabitare: Le case
hanno unanima, che
non si nutre se non
c una casa che la
contiene - ha affermato Sichera. Casa
un nome femminile,
materno: citt, casa e
madre coincidono ha proseguito Nifos,
mettendo in risalto
due importanti aspetti che caratterizzano
la citt di Modica:
la grande memoria
di stratificazione e la
frontalit: Modica
una citt che si pu
vivere frontalmente.
Posso vedere grandi
pezzi di citt di fronte a me. Ho sempre la
citt davanti. Il dialogo si concentrato
anche sullimportanza delle ritualit che
creano identit collettiva: Cos come
esiste una liturgia
della vita, occorre
che ci sia una liturgia della citt - ha
spiegato Nifos. Ripristinare il rito Crisci ranni - secondo
Sichera vuol dire
ridare vita a un rito
collettivo che ci fa
sentire nuovamente
comunit. il ritmo

16 aprile 2015, gioved

Sicilia 16 APRILE 2015, GIOVED

Dal dialogo tra


Antonio Sichera, docente di
Letteratura italiana allUniversit di Catania,
e Paolo Nifos,
studioso di storia dellarte,
emersa limportanza dellesperienza umana
dellabitare
In foto, Al, Nifos,
Assenza, Sichera,
Calvaruso

Modica: Convegno
Abitare la casa
tra memoria e futuro
della vita rituale che
d respiro all anima.
Sono gli spazi pubblici di identificazione collettiva che nutrono lanima di una
citt.
Al centro dellesperienza dellabitare,
la relazione: Siamo
cittadini quando ci
siamo relazionati e
siamo in relazione
ha affermato Nifos
e, ha proseguito Sichera la capacit
di relazioni politiche
ci fa essere polis, citt. Infine una riflessione sulla bellezza
dellidentit
come
capacit di contaminazione, di inclusio-

ne dellaltro e, appunto, di relazione.


Al termine del dialogo si dato spazio
alle esperienze dei
bambini e dei giovani che in questi mesi
hanno
camminato
insieme al Cantiere
educativo Crisci ranni per scoprire ed elaborare i significati del
tema La Casa nella
citt, la Citt a misura di casa. Sono state lette diverse poesie
italiane e dialettali
sulla casa, scelte dagli alunni delle scuole
medie inferiori, mentre gli studenti del liceo Galilei-Campailla hanno presentato

le riflessioni emerse
dal lavoro di scrittura
creativa. La casa, nelle parole dei ragazzi,
uno splendido luogo di relazione: Chi
non sa amare non sa
abitare. Grazie al lavoro di scrittura collettiva le idee individuali sono diventate
messaggio di molti:
Il quartiere non resti uno stereotipo,
ma sia ramificazione
dei nuclei familiari
in relazione tra loro.
Solo cos la citt pu
essere prolungamento della nostra casa e
divenire cosa comune hanno detto gli
studenti il cambiamento arriva da noi
e in questo le associazioni, i movimenti
dal basso, hanno un
ruolo molto importante. Sentiamo forte
lesigenza di luoghi
di aggregazione dove
vivere relazioni reali. Posti sicuri, attivi,
coraggiosi.
Una parola per la
citt il collage di
pensieri scaturito dal
lavoro di scrittura dei
ragazzi ha spiegato
la docente Monica
Castagnetta da cui
emerge un significati-

vo gioco di contrasti:
la casa che protegge
e allo stesso tempo
proietta, la casa che
vela e svela. Il senso
di casa, per i ragazzi, va al di l della
concretezza e diviene qualcosa di spirituale: la casa quel
collante
invisibile
che crea lumano, la
famiglia. La casa ,
per i nostri giovani,
metafora di se stessi;
al tempo stesso il pianeta tutto si fa casa.
Il confronto con i
giovani ha avuto
grande
significato
anche per i docenti:
Questa esperienza
mi educa alla relazione con i ragazzi. Grazie a questa attivit
abbiamo avuto lopportunit di imparare
a vicenda, insieme. E
ringrazio il Cantiere
educativo per questo
ha detto Eugenia
Calvaruso, architetto
e docente del liceo
Galilei - Campailla,
che ha intrapreso con
i ragazzi un excursus
storico sulle citt e
sullessenza dellabitare e del costruire.
Anna Al, docente di
architettura, ha puntato lattenzione sulle

scelte che negli anni


hanno portato alla
disgregazione delle
citt: Oggi occorre
riempire di significato tutti gli spazi svuotati, ripensarli per chi
deve viverci. Renzo
Piano sostiene che la
sfida del secolo la
riqualificazione periferie. La mia speranza che i giovani facciano meglio di noi.
E questo incontro
uno di quei momenti
in cui mi accorgo che
ci possibile.
Festival delle Famiglie e Crisci ranni
2015
continuano.
Numerosi gli appuntamenti previsti per il
fine settimana: sabato
11 aprile, dalle 9 alle
13,
allauditorium
Pietro Floridia, un
ulteriore momento di
confronto su Quale
famiglia nellera delle relazioni virtuali:
i rischi di internet;
nel pomeriggio, alle
15:30, all'Atrio comunale, il racconto
itinerante per bambini Memorie di un
rito: Crisci ranni, a
cura del Piccolo Teatro; alle 18 in piazza
Matteotti si rinnova il
rito Crisci ranni, con
cui la citt lancia in
alto i bambini e accoglie gli slanci dei
giovani; alle 21.30 il
concerto dei Qbeta,
offerto dalla Fondazione di Comunit
Val di Noto che, col
sostegno di Fondazione con il Sud,
appoggia il Cantiere educativo Crisci
ranni con il progetto
Citt inclusiva.
Domenica 12 aprile,
dalle 9 alle 13, nei locali dellex caserma
dei carabinieri, liniziativa si concluder
con dieci laboratori esperienziali per
adulti, giovani e bambini, a cura dellISPC
e delle numerose associazioni partner.
Fino al 12 aprile,
dalle 17 alle 20, nei
locali di Palazzo De
Leva - messi a disposizione dal Centro
Studi sulla Contea di
Modica - sar inoltre
possibile visitare la
mostra La casa nella
citt...
Fondazione
di Comunit
Val di Noto

Sicilia 9

Dopo 60 anni
le modalit di
approccio con
il consumatore si sono
notevolmente
evolute e con
loro anche
l'approccio del
Comitato UNC
di Siracusa
A sinistra, Luigi
Giarratana.

Unione consumatori: nasce


il social sportello online
Unione

Nazionale Consumatori (Unc) la prima associazione


di consumatori in
Italia. La sua fondazione risale al
1955 ad opera di
Vincenzo Dona
(1930-2006), riconosciuto pubblicamente come
il fondatore del
consumerismo
italiano.
LUnione associazione indipendente da partiti
politici e sindacati e ha come finalit
esclusiva la tutela e la

Le leggi a tutela dei consumatori aprendo


le porte virtuali alle nuove generazioni
rappresentanza
dei consumatori,
perseguite attraverso le proposte
di nuove leggi e
lattivit di assistenza, informazione, educazione e orientamento
rivolta ai cittadini
attraverso i nostri
sportelli.
LUnione membro del CNCU,
il Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli
utenti, presso il
Ministero dello

sviluppo economico. E associazione di promozione sociale


approvata dal Ministero del lavoro
e delle politiche
sociali.
Inoltre
UNC ufficialmente notificata
alla Commissione Europea come
associazione di
consumatori
in
Italia.
LUnione

membro di Consumers
International, di Con-

sumers Forum
e del Centro di
Studi
Giuridici sui Diritti dei
Consumatori.
Oggi dopo 60
anni le modalit
di approccio con
il
consumatore
si sono notevolmente evolute e
con loro anche
l'approccio
del
Comitato Unc di
Siracusa che a
corredo dell'insostituibile sportello "tradizionale" si avvale dei

Maggiore tutela in citt


per il patrimonio Liberty
Movimento Civico 734 ha
intrapreso una azione di tutela del patrimonio culturale siracusano incontrando
la Soprintendente Basile e
chiedendo formalmente l'apposizione di un vincolo storico architettonico sulle Ville
Liberty che insistono tra via
dell'Arsenale e Viale Tunisi.
"Il patrimonio di Siracusa
- afferma Granata - rappresenta la pi grande stratificazione storico culturale dell'Isola e una delle maggiori al
mondo ma oltre che per i i

monumenti e i reperti archeologici pi importanti bisogna avere riguardo anche


del Patrimonio "minore"e
tutelarlo per preservarne il
valore architettonico,storico
e paesaggistico.
A detta del portavoce del
Movimento 734 "troppo
spesso e per troppo tempo
questo patrimonio ha subito le ingiurie degli uomini
e del tempo ma ora bisogna
essere all'altezza del riconoscimento Unesco e tutelare
tutti i tasselli dell'enorme

mosaico dell'Heritage siracusano" La Soprintendenza


ha condiviso l'esigenza e
avviato le procedure per apporre i vincoli richiesti

nuovi strumenti
social del world
wide web aprendo le porte virtuali alle nuove
generazioni con
il nuovo sportello Online.
Utile, semplice,
accessibile sono
solo alcune delle caratteristiche
che i nuovi canali rappresentati dai social network forniscono
a questo servizio
mettendo a loro
agio i consumatori che abitualmente utilizzano
questi strumenti
come ormai normale canale di
comunicazione
considerandolo
quasi pi amichevole ed informale rispetto ai
tradizionali siti
web o messaggi
email.
Contiamo sulle nuove
tecnologie e sul
fenomeno Social
per poter avvicinare
all'Unc,
e perci ai loro
diritti,
sempre
pi
consumatori
rendendoli
maggiormente
consapevoli dei
loro diritti, soprattutto tra le
nuove generazioni, informandoli
ed aiutandoli a
diventare consumatori pi consapevoli in un futuro sempre pi
prossimo.

societ

Il problema
IMU
rimanga
al centro
dellagenda politica
regionale
e nazionale

La
Commissione per le Politiche
Agricole in seno
alla
Conferenza
Stato-Regioni
ha
accolto la proposta
formulata dall'Assessore Regionale
dellAgricoltura
Nino Caleca e dal
Presidente
della
Regione Siciliana
Rosario Crocetta di
rivalutare le norme
che regolano l'applicazione dell'IMU
agricola in Sicilia e
nelle regioni riconosciute dallUnione
Europea obiettivo
convergenza 1. La
proposta, di cui si
fatto promotore
e relatore lo stesso
Assessore Caleca
stata approvata
all'unanimit dalle
altre Regioni che
attraverso una consultazione on-line
faranno pervenire in
tempi rapidi eventuali osservazioni
cos da giungere nel
brevissimo tempo
ad una soluzione
condivisa che tuteli
l'agricoltura. LAssessore Nino Caleca
ha evidenziato in
sede di Commissione lincompatibilit dellattuazione
dellimposta con le
misure di sostegno
adottate nei confronti delle Regioni
obiettivo
convergenza oltre che, nel
caso della Sicilia,
regione a rischio
spopolamento.
La Sicilia sin dal
momento dellintroduzione dellimposta sui terreni
agricoli sottolinea
lAssessore Caleca
ha fatto rilevare al
Governo nazionale
lincongruenza di
una norma che non
risponde n a canoni
di equit n di buon
senso.

societ 10

Sicilia 16 aprile 2015, gioved

Piazza Euripide tra


le nebbie dellindifferenza
Nonostante le
numerose richieste, segnalazioni, delibere
e le tantissime
giuste lamentele dei residenti,
nulla stato
ancora fatto
Piazza Euripide;
sotto, Candelari

Per

lennesima
volta in pochi mesi
sentiamo pi che mai
la necessit di tornare a parlare della nostra Piazza Euripide
poich, nonostante
le numerose richieste,
segnalazioni,
delibere e le tantissime giuste lamentele
dei residenti, nulla
stato ancora fatto di
ci che il Consiglio
di Quartiere ha pi
volte a gran voce richiesto - sullargomento intervengono
Francesco Candelari,
vice presidente della
circoscrizione Santa
Lucia e i consiglieri Luigi Calcinella e
Vittorio Midolo -.
Essa continua da
anni a essere totalmente priva della
seppur minima manutenzione ordinaria
e straordinaria, dalle
aiuole lasciate in stato
di totale abbandono e
ormai invase da er-

bacce, ai marciapiedi
perimetrali che hanno
definitivamente perso
la loro battaglia contro
le radici dei suoi maestosi decennali pini
e le cui mattonelle,
tristemente, giacciono
divelte sparse sullasfalto.
Qualche mese fa
sono state prelevate le
uniche due panchine
esistenti, con la motivazione che sarebbero

state sottoposte a un
veloce restauro, se
non addirittura sostituite con delle nuove;
invece poco tempo
dopo ne arrivata
una soltanto, pi vecchia e malandata delle
precedenti, talmente
traballante che alcuni
anziani della zona armati di buona volont
hanno dovuto porvi
rimedio - continuano
i tre componenti della

circoscrizione -, ingegnandosi mediante


laggiunta di alcune
zeppe di legno artigianali.
Poco stato chiesto, ma nulla stato
concesso da unamministrazione che continua a mantenere un
inquietante silenzio, in
una totale mancanza
di interesse che fa sospettare lintenzione
di conservare lo status
quo.
Richiamiamo quindi,
ancora una volta, lintera giunta alle proprie
responsabilit verso
la collettivit tutta, conclude Candelari
- poich il benessere e
la prosperit possono
essere misurati soprattutto nella cura delle
piccole cose e non
soltanto nei proclami
delle grandi opere,
che nella maggior
parte dei casi rimangono soltanto parole
al vento.

Sicilia 11

16 aprile 2015, gioved

I Qbeta a Modica.
Grande festa in piazza
dopo il rito Crisci ranni

Sabato scorso grande festa in musica a conclu-

sione del rito Crisci ranni, nellambito delliniziativa Festival delle Famiglie II edizione
e rito Crisci ranni 2015, sostenuto dallAmministrazione comunale e dallassessorato ai
Servizi sociali. La festa di Crisci ranni, che
questanno si spostata in citt concentrando, insieme a scuole, parrocchie, associazioni,
attenzione e passione educativa sul tema La
Casa nella citt, la Citt a misura di casa...,
ha avuto inizio allAtrio comunale con gli itinerari narrativi per bambini a cura del Piccolo Teatro. La storia di Nino il personaggio
creato e curato da Dada Iacono che negli anni
cresciuto insieme al Cantiere educativo
stata narrata in cinque tappe nelle vie del centro storico. Lultimo racconto in piazza Matteotti, dove, per il quinto anno consecutivo si
rinnovato lantico rito del sabato dopo Pasqua,
con cui la citt ha lanciato in alto i bambini e
ha accolto gli slanci dei giovani per crescere
come citt bella, giusta e fraterna.
La festa proseguita fino a tarda sera con il
concerto dei Qbeta offerto dalla Fondazione di
Comunit Val di Noto. Questultima sostiene
il cantiere educativo Crisci ranni con il progetto Citt inclusiva che, grazie al supporto di Fondazione con il Sud, permette oggi di
consolidare quanto avviato negli anni precedenti. Sono in tutto diciotto i progetti avviati
nel suo primo anno di vita dalla Fondazione
di Comunit Val di Noto -grazie al sostegno di
Fondazione con il Sud, Caritas Italiana, le diocesi di Noto e Siracusa, e grazie anche al raccordo tra diverse realt del terzo settore- con
lintento di mettere insieme le esperienze pi
vive e un pensiero rivolto soprattutto alle nuove generazioni: a dare loro segni di speranza,
coniugando insieme un sociale promozionale
e uneconomia solidale per rigenerare comunit e far ripartire il Sud.
In questo nostro Sud affonda le radici il progetto musicale dei Qbeta, la cui formazione nasce
da generi musicali diversi che condividono la
cultura e la rivalutazione dei ritmi e delle armonie tipici delle musiche mediterranee. Da
qui la scelta di elaborare i testi anche in lingua
siciliana, sposandoli con i tempi e le melodie
frenetiche e contemplative proprie della passionalit del popolo mediterraneo. Il mandorlo in fiore e io che sogno un viaggio nel
mondo la frase che ha in s il senso intero
del lavoro del gruppo musicale. Il mandorlo
un albero che adorna i movimenti irregolari ed
aspri della nostra terra. Nelle sue radici scorre
la linfa della Sicilia stessa spiegano - Ma il
mandorlo anche albero aperto, innestabile
con altri frutti...ed ci che cerchiamo di fare
all'interno del nostro percorso creativo. Un
mandorlo con le radici ben infisse in Sicilia,
ma che si nutre anche di terra ocra d'Africa,
di vento meticcio latino americano, ritmi sanguigni dei Balcani, solarit mediterranea. Un
grande mandorlo vigoroso, ricco di essenze e
umori del Sud. Il vero soggetto promotore
stata la piazza ha esordito Maurilio Assenza,
presidente della Fondazione di Comunit Val
di Noto - perch le Fondazioni di Comunit
nascono quando diverse realt si mettono insieme per ridare vita e speranza a questo territorio. La Fondazione di Comunit sostiene
ad esempio Ripartenze, progetto di attenzione
e accompagnamento alle persone pi deboli
perch possano ripartire nella vita. Mai pi
scarti nella societ. Dobbiamo far ripartire tutti e dobbiamo farlo insieme ha proseguito
Assenza, sottolineando che la Fondazione sostiene inoltre progetti di economia solidale e la
nascita di nuovi cantieri educativi, che creano
coesione, educano e fanno rifiorire le periferie,
dando vita a citt che si incontrano.

Si voluto mettere a disposizione di tutti il bagaglio di esperienze e studi

Da Rabat a Siracusa, recenti esplorazioni


nelle catacombe siracusane e maltesi

societ

societ

Il Futuro
fare insieme
In via Brenta
Organizzato dalla Pontificia Commissione di Archeologia Sacra e si presenta
dal Dipartimento di Scienze Umanistiche dellUniversit di Catania Spero2020
U

Si

svolta ieri pomeriggio presso la


Basilica di S. Nicol
ai Cordari (Parco
Archeologico della
Neapolis) una giornata di studi sulle catacombe siracusane e
maltesi.
Lincontro stato
stimolato dalla presenza a Siracusa del
prof. David Cardona,
responsabile Heritage Malta, e dal
clima di collaborazione scientifica tra
lUniversit di Catania e lUniversit di
Malta, consolidato
nel tempo da progetti
condivisi, mirati alla
valorizzazione del
patrimonio culturale
che unisce la cuspide
sud-orientale della
Sicilia con larcipelago maltese.
I temi del convegno,
organizzato dalla
Pontificia Commissione di Archeologia
Sacra e dal Dipartimento di Scienze
Umanistiche dellUniversit di Catania, con il patrocinio

Sopra, lincontro di ieri pomeriggio.

dellArcadia University Sicily Center


e dallAssociazione
Culturale Ad Catacumbas, si sono
concentrati su storia,
topografia, architettura, decorazione pittorica, dati epigrafici
e antropologici, desunti dalle catacombe
maggiori e minori di
Siracusa e di Malta,
alla luce delle esplo-

razioni e ricerche
pi recenti. Relatori,
oltre a David Cardona, Simona Sirugo,
Carmelo Scandurra,
Ilenia Gradante, Davide Tanasi, Tiziana Ricciardi, Maria
Domenica Lo Faro e
Giulia Arcidiacono.
Si voluto mettere
a disposizione di tutti
il bagaglio di esperienze e studi matu-

rato in questi ultimi


anni con il lavoro di
studenti, tesisti, dottorandi e assegnisti
di ricerca impegnati
nelle campagne di
scavo che dal 2008 si
sono svolte nelle catacombe del Predio
Maltese e di Santa
Lucia a Siracusa,
ha concluso lorganizzatrice Mariarita
Sgarlata.

n momento di confronto
sulle prospettive di sviluppo di Siracusa e della sua
provincia. E questo uno
degli obiettivi principali di
Spero 2020. Il futuro
fare insieme, liniziativa
organizzata dallassociazione Tempi Nuovi e in
programma il 6 e 7 giugno nellarea ex Spero
di via Elorina. Levento
sar presentato venerd
17 aprile alle 10,30, nella
sede dellassociazione in
via Brenta 65. A illustrare
le iniziative previste per la
due giorni nellarea di via
Elorina e il percorso di avvicinamento con una serie
di incontri e tavole rotonde
da sabato 18 aprile al 23
maggio saranno i dirigenti
regionali del Partito democratico Giancarlo Garozzo e
Giovanni Cafeo, gli assessori del Comune di Siracusa
Valeria Troia e Francesco
Italia, il sindaco di Ferla
Michelangelo Giansiracusa
e il presidente dellassociazione Tempi Nuovi Valerio Greco. Nel corso della
conferenza sar lanciato il
sito www.spero2020.com,
dove sar possibile trovare
ogni informazione sullevento, e il video di presentazione delliniziativa.

avr luogo domenica nel Salone Borsellino di Palazzo Vermexio con inizio alle ore 9,30

Al via 7 concorso grafico e letterario AVDD sui temi della disabilita


Fervono i preparativi per il 7
concorso grafico e letterario sui
temi della disabilit organizzato
dallA.V.D.D. e riservato agli
studenti delle scuole Primarie,
Secondarie di 1 grado e Secondarie di 2 grado di Siracusa e
dei vari Comuni della Provincia,
patrocinato dallUfficio Scolastico
Regionale per la Sicilia e dallUfficio Scolastico Territoriale di
Siracusa, del Comune di Siracusa:
Assessorato alle Politiche Sociali
ed alla Famiglia, dal Comitato Provinciale dellunicef, dalle Sezioni
Provinciale delle Associazioni dei
disabili Anmil, Uici, Ens, Anmic,
Unms, Anvcg. Con la collaborazione dei mezzi dinformazione locali

e regionali. E prevista la partecipazione delle autorit locali, degli


alunni e dei genitori coinvolti nel
progetto, la cittadinanza a presenziare alla cerimonia solenne delle
premiazioni del 7 concorso
grafico e letterario AVDD sui temi
della disabilita che avr luogo domenica 19 Aprile 2015 nel Salone
Borsellino di Palazzo Vermexio
in Piazza Duomo con inizio alle ore
9,30, alla presenza di Autorit Religiose, Politiche, Civile, Militari e
Scolastiche, dei Soci Onorari, e del
Consiglio Direttivo dellAVDD,
dei Dirigenti Scolastici degli Enti
e delle Associazioni patrocinanti
e degli studenti premiati. La campagna di sensibilizzazione AVDD

2015 rivolta agli automobilisti


distratti che lasciano le proprie
autovetture in sosta nei posteggi
riservati ai disabili e sulle quali i

volontari dellAVDD lasceranno il


seguente messaggio: Hai preso il
mio posto auto da disabile allora
prendi anche il mio handicap!!!.

SPECIALE 12

Sicilia 16 APRILE 2015, GIOVED

16 APRILE 2015, GIOVED

RUBRICA A CURA DEL DR SALVATORE FONTANA

La verit in ordine alla tenuta del N.C.D., viene


da voci qualificate che non condividono la linea
del partito, e lo vedono ridotto a una costola del P.D.

Ci ritornano
alludito ancora
le affermazioni
gridate, urbi et
orbi, che non si
sarebbe dimesso
da Ministro, per
i fatti attribuiti a
suo figlio e dalla
platea classificati
illeciti. Se questa
la definizione
del fatto contestato, la parola spetta al magistrato
e non ai giustizialisti a fisarmonica. A prescindere da ogni
giudizio, quanto
meno affrettato,
la Corte stabilisce un principio
costituzionale a
favore dellinquisito, la presunzione dinnocenza. Accade
per che dopo
un incontro Renzi-Alfano-Lupi
questultimo si
rigenera et orbis
terrarum grida:
Mi dimetto.
Beh, tenuto conto
che i politici italiani non brillano
in coerenza, ed
hanno declassificato letica, ci sta
pure questa sortita (se volete la
prova chiedetela
a Bruno Vesta).
Noi che non siamo maghi, ma abbiamo la vocazione di esaminare i
fatti come avvengono, entriamo
nellintelligenza
di essi, come proposti allattenzione popolare e

troviamo che il
N.C.D. non dovrebbe accettare
un qualsiasi altro
ministero, se non

quello lasciato da
Lupi, in ragione
della sua incolpevolezza, estraneo
ai fatti. E se la

verit unaltra,
cio che a Lupi
stato intimato a
dimettersi, perch il Ministero

delle Infrastrutture, sin dallinizio


di questa avventura ministeriale,
era preteso dal

P.D. e quindi hanno creato il casus


belli per metterlo fuori, il NCD
che fa? Accetta
lo schiaffo. In
questo Renzi
stato aiutato dal
pantofolino Alfano, nellintento di dargli una
mano per le
turbolenze interne al suo partito.
Se Alfano non
avesse uno stato di sudditanza
psicologica verso
Renzi, dovrebbe
chiedergli quanto
meno un altro ministero importante quanto quello
lasciato. Tuttavia,
emerge unaltra
prova che sta nella prassi. Quando
le dimissioni sono
volontarie e non
richieste, il Consiglio dei Ministri
nella sua prima
seduta li respinge.
Manco per sogno,
gi il baby prodigio della politica
italiana ha allungato la manina e
s preso ad interim il ministero
lasciato da Lupi,
da passare al migliore offerente
di fiducia del suo
partito. Questa
la trama. E dimostra che il Baby
prodigio di avere appreso bene
linsegnamento
carontiano che
per sette anni ha
giudicato e mandato a Palazzo
Chigi, il candidato secondo le sensibilit
del momento.
Il furbacchione,
per con la collaborazione del
pantofolino, non
ha dimesso Lupi,
lo ha fatto dimettere in tandem con
Alfano, per potere
dire che un garantista, non so-

stituisce nessuno,
neanche a fronte
di un avviso di
garanzia. Dato di
cui trattasi non
una contestazione
di reato, ma una
comunicazione di
avvio di indagine. Perch questa
manfrina? Perch
nel suo Governo
ci sono suoi amici
di partito gi sotto
indagini. Ma c
di pi, qualcuno
ha gi sul groppone una condanna di primo
grado, dunque
non definitiva.
Pur sempre la
configurazione di
un reato, che supera e va allipotesi di condanna.
E siccome costituzionalmente
vige il principio
della presunzione di innocenza,
repetita iuvant,
giusto aspettare
la sentenza della
cassazione, per
eventualmente
essere ospitato
in caso di pena,
o altro.
Dunque, nessuno si muova,
tutti al proprio
posto. Ma il
N.C.D. che fa?
Nulla. Si dichiara geneticamente
nuovo. No! Ha
riedificato letica
della pi compromessa D.C.
Qualcosa per
fra i papaveretti
si muove. Noi
non critichiamo
che nel N.C.D.
si sono costituiti
due gruppetti. I
lealisti, giurano fedelt, nel
bene e nel male,
finch il deus
non ci caccia. I
puri: Ma non
vi accorgete che
stiamo perdendo
la nostra identit
e gli elettori ci
stanno girando le

spalle?! Siamo
disponibili per
lappoggio esterno al Governo. I
sondaggi ci dicono 53,5 % appog-

gio esterno; 40 %
favorevole alla
crisi di Governo.
Tra gli uni e gli
altri, sia pure con
filamenti diversi,

sono contro il
Governo, ossia
il 93,5 %. Questi
segnali hanno volere di indirizzo
interno, invece il

Sicilia 13

segnale di gradimento popolare


1,8 % e la componente U.C.D. 1,2
%. Il pi determinato a non volere

speciale

sentir parlare di
crisi di Governo
Quagliarello, sino
al 2018.
E per evitare tribolazioni chiede ad Angelino
di sostituire da
capogruppo alla
Camera, la De Girolamo. Tuttavia,
c certezza che
Alfano, da bravo
ex D.C., ha iniziato il suo discorso
di indennizzo, in
direzione, esortando tutti a non
strillare troppo,
proprio ora, parlare di crisi o di
riequilibrio di
rappresentanza
politica nel Governo, che ci sono
i primi frutti di
buon Governo.
Forse Angelino non conosce
gli esiti veri del
buon Governo. Renzi, quando propaganda
76.000 nuovi assunti, grazie al
job-act, in cui noi,
dice Angelino,
siamo stati magna
pars.
Noi precisiamo
che non si tratta di
nuovi assunti, ossia in detrazione
della disoccupazione, ma di contratti di occupati
a tempo determinato, volturati
a tempo indeterminato. E cos
non solo tira per
il naso gli attivisti
del suo partito,
ma illude amici
e simpatizzanti,
e non si accorge
che questi sono
sempre di meno.
La verit in ordine alla tenuta del
N.C.D., viene da
voci qualificate
che non condividono la linea
del partito, e lo
vedono ridotto a
una costola del
P.D.

Cultura 14

16 aprile 2015, gioved

Sicilia 16 APRILE 2015, GIOVED

La professione della sig.ra Warren


Commedia pi che attuale a Siracusa

di Arturo Messina
Suol dirsi che, per potere capire bene una
predica,
bisogna
sapere da quale pulpito essa viene Per
potere rendersi pienamente conto dun
messaggio, soprattutto
dunopera, ovvio
che bisogna conoscere chi ne lautore.
Nel caso specifico per
La<professione> della signora Warren,
che La Nuova Scena, alla sua XXVIII
stagione teatrale, ha
rappresentato davanti
ai tantissimi spettatori
che sogliono riempire
lampia sala del Vasquez, oltre ai numerosi soci perch consapevoli che ne vale
proprio la pena andare
assistere alla messinscena di opere ospitate oppure prodotte
direttamente-come in
questo caso, che il
terzo della stagione,
dopo La chiacchiera
che gira e Il piacere
dellonest. Lautore George Bernard
Shaw, irlandese di
nascita nel periodo
vittoriano, che avendo
conosciuto personalmente Stalin, divenne
stalinista e dedic le
sue numerose opere
ai fini della propaganda sociale, mettendo
soprattutto in evidenza le conseguenze del
capitalismo e tanti altri
importanti problemi
del suo tempo come
la guerra e la parit
delle classi e dei sessi,
gettando le basi per un
nuovo genere di commedia: la commedia
sociale per lElevazione dellUomo,
attraverso linsegnamento, appunto come
La<professione>
della signora Warren,
in cui, in piena epoca
vittoriana, affronta il
tema della prostituzione senza retorica e
senza falsi moralismi.
Tema di grandissima attualit in modo
particolare oggi a
Siracusa se si considera che proprio ieri,
14 Aprile, su questo
quotidiano, Libert,
apparso in terza pagina un articolo veramente inquietante,
con il sottotitolo: Le
ragazze romene veni-

Portata sulla scena al teatro Vasquez da La Nuova Scena alla sua XXVIII
stagione teatrale stata meritatamente e calorosamente applaudita
vano attirate in Sicilia
con la promessa di
lavorare nella moda e
poi venivano sfruttate
come prostitute. E in
riconoscimento della
straordinaria validit
delle sue numerose

assumere la tematica
della commedia, cos
importante per il messaggio che lautore ha
intesso
comunicare
ai suoi tempi come ai
nostri giorni, oltre che
dal punto di vista di

sa ben poco o forse


nulla: Nella <Professione della signora Warren>lautore,
trattando un tema
scottante, presente ieri
e oggi, la prostituzione, coglie loccasio-

rimedium concupiscientiae,
secondo
lo stesso SantAgostino) ma non faceva
nulla per sottrarle alla
miseria e a quella inevitabile conclusione.
Protagonista Kitty

Lautore George
Bernard Shaw, irlandese di nascita
nel periodo vittoriano, che avendo
conosciuto personalmente Stalin,
divenne stalinista
e dedic le sue
numerose opere
ai fini della propaganda sociale

In alto, la Nuova Scena tutti in La profesdsione;


a fianco, Fancesco Di Lorenzo
e Carmelinda Gentile;
sopra, la protagonista Dora Peluso.
opere teatrali, che inizi con Il cascamorto, del 1893, ma la
cui seconda opera fu
proprio La <professione> della signora
Warren, egli nel 1925
ricevette il Premio
Nobel per la Letteratura con la seguente
motivazione :Per il
suo lavoro intriso di
idealismo ed umanit,
la cui satira stimolante
spesso infusa di una
poetica di singolare
bellezza: altro che
materialismo! Per ri-

spettacolo, da quello
della socialit, ci avvaliamo di quanto ha
affermato la prof.ssa
Rosa Peluso, che ne ha
curato ladattamento e
la regia, sicuramente
la pi competente e
apprezzata come traduttrice di opere classiche e promotrice del
Teatro Classico per i
Giovani di Palazzolo,
che i siracusani avrebbero visto inserita nel
Consiglio dellINDA
al posto di qualcuno che di grecit ne

ne per criticare i mali


della societ del suo
tempo, che sono purtroppo gli stessi del
nostro tempo, se essa,
pur avendo fatto cos
meravigliosi progressi
nei campi pi svariati
della Scienza, nessun
passo dimostra di aver
fatto in quello umano:
lipocrisia, il perbenismo, la falsa moralit
della <gente perbene>, che condannava
le ragazze, che per necessit esercitavano
quel mestiere, (n.d.r.:

Warren, costretta dalla povert a esercitare


quella professione di
cui poi, un volta diventata ricca, si serve segna vergogna,
perch ritiene che sia
giusto, in un mondo
ingiusto, agire cos.
Linterpretazione della protagonista, ovviamente, della professoressa Dora Peluso,
la protagonista del
teatro siracusano amatoriale;
amatoriale
e non professionale
per libera scelta es-

sendo, ed a ragione,
ben convinta che, pur
esercitando nel modo
pi encomiabile, la
professione di docente
di Metematica in un liceo come il Tommaso
Gargallo di Siracusa
dove stata fino al
pensionamento, si pu
essere attrice di altissimo talento e dimostrare di esserlo interpretando nel modo pi
encomiabile interpretando decine e decine
di opere teatrali tutte
di grande importanza e
di conseguente grande
successo, assieme alla
sorella Lilla Peluso,
anche lei gi docente
ordinaria, ma di Storia e Filosofia per ben
sessantanni, da quando, cio, il compianto e indimenticabile
Gioacchino Lentini la
volle inserire nel cast
de Prometeo incatenato e delle Supplici, che mise in scena
nellagosto del 1955
alle mura di Capo Soprano di Gela, con la
musica di commento e
le danze da me composte e con la coreografia
di Maria Clementina
Comani Quasimodo,
la moglie del Premio Nobel. Anche in
questa meravigliosa
commedia-lezione di
socialit ha spiccato
per la sua meravigliosa
compenetrazione del
personaggio e la sua
personale interpretazione, affiancata egregiamente da Lorenzo
Falletti (nel ruolo di
sir G. Croft, sepolcro
imbiancato), da Francesco Di Lorenzo in
quello di Frak (sinceramente innamorato
ma consapevole che
sernza denaro non si
pu avere un futuro),
da Turi Puzzo (il reverendo che valuta le
persone dalla posizione sociale), Davide
Sbrogi (unico personaggio positivamente, amante del bello,
dellarte e rispettoso
della vita altrui) e la
bravissima Carmelinda Gentile nel ruolo
di Vivie: lesempio di
vita, che tutte le ragazze dovrebbero imitare,
di vita autonoma, libera, rifiutando qualsiasi
compromettente leva
archimedea per sollevarsi nella societ.

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Per il Siracusa campione oggi chiusura in sobriet

Vittoria allultimo respiro


ora solo voglia di vacanze

Concluso felicemente campionato oggi labbraccio finale


dei tifosi prima dello sciogliete le righe La troika
dirigenziale: subito al lavoro per il nuovo Siracusa

Diciamo la veri-

t, non stata una


passeggiata, ma
un torneo in cui
se ne sono viste
di cotte e di crude, nel bene e nel
male. Uno stress
continuo che non
ha
risparmiato
nessuno dalla societ alla squadra,
dai tifosi ai semplici osservatori,
senza
trascurare gli operatori
dellinformazione. Trenta giornate trascorse fra
speranze e delusioni, in unaltalena di colpi
di scena che si
sono protratti fino
allultimo minuto
dellultima partita. E ora, mentre
scorrono i titoli
di coda, al di l di

quello che poteva


essere e non stato, cio quella che
nellimmaginario
popolare doveva
essere una cavalcata trionfale, bisogna riconoscere i meriti di una
societ che nulla
ha tralasciato per
raggiungere liniziale obiettivo
e di una squadra
che al di l di
qualche distrazione ha sostanzialmente
meritato
la vittoria finale.
Quella di oggi
al De Simone
non sar quindi la
solita seduta settimanale di allenamento, ma una
sorta di passerella finale per consentire ai tifosi di
esprimere la pro-

pria gratitudine ai
giocatori, ai tecnici, ai dirigenti e
a tutti coloro che
con il loro oscuro
ma prezioso lavoro hanno contribuito al raggiungimento di questo
primo, importante traguardo.
E poi, di corsa,
tutti a casa, o per
chi se lo pu permettere,
verso
una disintossicante e rigenerante
vacanza. E quindi giunto il momento dei saluti,
sempre e comunque commovente, anche se per
qualcuno potrebbe essere solo un
arrivederci. Per i
dirigenti, invece,
smaltita la sbornia della vittoria,

ricomincer
a
breve il lavoro di
routine arricchito
dallesperienza
in positivo e in
negativo nel frattempo accumulata, per evitare
quanto pi e possibile di compiere
passi falsi nella
preparazione
e
nellimpostazione
del nuovo e pi
importante campionato.
In prima battuta
bisogner capire
se Beppe Mascara, che la prossima stagione avr
un anno in pi,
vorr continuare o
meno lesperienza siracusana da
giocatore o vorr
accettare linca-

Karate, giovani karateka a confronto


al 2 Trofeo Sociale AICS

Si svolta a Siracusa, organizzata dal Presidente del Comitato Provinciale Aics Enzo Nassetta il 2 Trofeo Sociale Aics di Karate nei locali
della Palestra Asd Centro Sportivo Taiji Kase.
Una manifestazione propedeutica, concepita allo scopo di abituare progressivamente le giovani leve del Karate Aretuseo alle difficolt del clima agonistico.
Alla manifestazione hanno partecipato i mini
karateka Siracusani, tesserati allAics, Vittoria Lo Monaco, Simone Pitino, Polo Sebastiano Vinci, Aurelio Cavallaio, Di Stefano
Riccardo, Raffaele De Luca, Sergio Monterosso, Pietro Spada, Valeria De Luca, Alessia Riccioli, Enrico Cassibba, Paolo Vinci,
Enrico Megna, Vittorio Moncada, Domenico
Salafia, Paolo Cacciola, Gabriele Interlando,
Marisa Interlando, Marielena Fusca, Emanale Geraci, Paolo Consolino, Rocco Petrillo,
Lara Bogigevic, Guidoantonio Trusso Forgia,
Guido Mauceri, Francesco Capozio, Gabriele
Plachino, Alba Urso, Giordano Guglielmino, Gianluca Schiavo e Giuseppe Martines.
Guidati dai Maestri Giancarlo Trigilio e
Marianna De Simone hanno avuto loccasione di avere un primo contatto con un arbitro
Nazionale Leonardo Zampino e soprattutto
con la gestualit del direttore di gara.

Scherma, buona la prova delle lame


aretusee al 3 Gran Premio
Giovanissimi di Messina

Si conclusa la terza prova regionale del


Gran Premio Giovanissimi al Pala SanFilippo di Messina. Oltre 332 gli atleti partecipanti alla gara, di cui ventitre giovani
promesse lame aretusee del Club Scherma Siracusa allenati dai maestri Antonio
e Adriano Cannarella e dal maestro Stefa-

rico dirigenziale
che il Catania
pronto ad offrirgli su un piatto
dargento. E poi
ci sar la necessaria scrematura
dellorganico in
vista del prossimo
campionato e lesame delle richieste che si annunciano numerose,
soprattutto per gli
under sui quali,
a quanto si dice,
avrebbero messo
gli occhi societ di Legapr e
persino di serie
cadetta,per tacere
di una societ di
serie A, al momento impegnata
nella lotta per non
retrocedere, interessata, attraverso

un suo osservatore, ad un giovanissimo elemento


che il Siracusa
ha utilizzato con
continuit, risultando sempre tra i
migliori.
C dunque nella
passerella di oggi,
aria da ultimo
giorno di scuola,
di foto di gruppo
e di calorosi saluti. Per noi invece,
modesti operatori
dellinformazione, sempre a caccia di notizie da
fornire ai nostri
cari lettori, lattesa delle cartoline
che dai luoghi di
vacanza
arriveranno copiose in
redazione.
Armando Galea

no Barrera, che hanno ben figurato.


Adesso, neanche il tempo di posare
le lame che da venerd prossimo
al 19 aprile sar il turno dei Cadetti, atleti tra i 15 e i 17 anni, impegnati a Caorle per la coppa Italia.
La tappa valida per assegnare 16
posti utili per completare il quadro dei 42 schermidori ammessi
al Campionato Italiano di Treviso
del prossimo maggio, dove verr
assegnato il titolo di categoria per
l'anno 2015.
Di seguito la classifiche degli atleti
aretusei
Prima Lama Fioretto Femminile:2 Barbato Carola;
Bambine Fioretto Femminile:3
Forenze Sveva, 6 Lamacchia Maya, 8
Cannarella Anna Rose;
Bambini-Fioretto: 2 Trigili Sebastiano,
3 Pagliaro Lorenzo, 5 Papandrea Antonio;
Giovani-Spada: 3 Coccia Gabriele,
5 Raffaele Riccardo ,10 Sacca' Marco
Allievi Spada/Maschile: 20 Russo Matteo, 27 Di Mauro Andrea
Allieve Fioretto/Femminile: 5 Catena
Diletta, 10 Linguanti Paola, 16 Pagliaro
Michela;
Allievi Fioretto/Maschile: 7 Pagliaro
Bruno,19 Mazza Domenico.
Salvatore Cavallaro

Sicilia

SPORT PAGINA 16 16 aprile 2015, gioved

Il Palazzolo
per il match
di domenica
spera di recuperare anche il
centrocampista
Brian Quarto

Calcio, Palazzolo carico


per la semifinale play off contro il Gela
Parte

domenica l'avventura del


Palazzolo alle 16,
al Vincenzo Presti
di Gela, per la semifinale dei play-off
del girone D di Promozione che vedr i
gialloverdi affrontare il temibile Atletico Gela. La conferma arrivata questa
mattina dalla Lega
anche se a renderlo
noto, poco fa, sono
stati i dirigenti della
societ del presidente Graziano Cutrufo
in attesa della comunicazione
uffi-

ciale che, con ogni


probabilit, giunger
nel pomeriggio. La
squadra di mister
Attardo sta vivendo
un buon momento
di forma ed reduce da ben quattro
vittorie consecutive
(lultima, domenica
scorsa, in trasferta
con il Comiso) che le
hanno consentito di
chiudere la regularseason a quota 49
punti e di conquista-

re laccesso agli spareggi che conducono


fino alla promozione
in Eccellenza. Per
continuare il cammino nei play- off ed
agguantare la finale,
tuttavia, servir assolutamente una vittoria: in caso di parit
al 90, infatti, si andr ai supplementari
e se il risultato dovesse rimanere tale
anche dopo 120 minuti di gioco, ad an-

Pallanuoto maschile

Per il derby torna tra le fila


dellOrtigia Tringali

Continua

la marcia di avvicinamento dei ragazzi


di mister Leone,
per il derby tutto
aretuseo contro la
7 Scogli di mister
Baio, in programma

sabato pomeriggio
alle 15:30 alla Caldarella.
Quella di sabato, oltre ad essere
lennesima
prova
impegnativa per la
squadra del presidente Vancheri, sar

dare avanti sarebbe


la formazione che ha
chiuso il campionato con una migliore
classifica (in questo
caso, quindi, quella gelese). Anche se
lultimo precedente
lascia ben sperare
(dopo l1 a 1 della
gara dandata, infatti, a fine gennaio,
allo Scrofani Salustro, il Palazzolo ha
superato lAtletico
Gela per 4 a 1 al ter-

mine di una delle sue


migliori prestazioni
stagionali), limpresa, per la formazione
iblea, non sar facile.
La squadra, comunque, ci crede, carica e molto compatta
ed in questi giorni
sta lavorando nel migliore dei modi per
preparare la partita nella speranza di
recuperare
anche
il
centrocampista
Brian Quarto, giocatore fondamentale
per la fluidit e la rapidit della manovra
gialloverde.

della stracittadina
di andata, si detto
entusiasta di esser
tornato in tempo
per disputare le ultime partite prima
dei play off. Sono
riuscito ad anticipare di una ventina di
giorni il mio rientro
a Siracusa e questo
mi permetter anche
di allenarmi bene
con la squadra ha
spiegato Tringali.
In questi mesi ho
comunque avuto la
possibilit di farlo
con la nazionale filippina, seppur in
orari improponibili
perch entravo in
vasca alle cinque del
mattino. Ho seguito
a distanza il campionato dei miei com-

pagni e sono contento di poter tornare a


dare una mano alla
squadra.
Ci mancano tre punti alla matematica
partecipazione
ai
play off che rimangono il nostro obiettivo stagionale e
cercheremo di guadagnarceli quanto
prima. Quella di sabato sar sicuramente una gara diversa
rispetto allandata,
perch loro sono migliorati tanto e giocano con maggiore
convinzione, ma noi
dobbiamo affrontare
il match come sappiamo fare, esprimendoci al meglio
per portare a casa il
risultato.

L'Appuntamento per domenica al V. Prest, i ragazzi del presidente


Cutrufo ci credono ma obbligatorio vincere in trasferta

sicuramente un altro bel momento di


sport per la citt di
Siracusa. Nellincontro di andata,
infatti, il pubblico
grem la tribuna della Caldarella e c
da aspettarsi che,
anche stavolta, i siracusani risponderanno presente. Sul
piano tecnico, invece, i ragazzi di Gino
Leone stanno pian
piano ritrovando solidit e compattezza

e quella concentrazione mentale che, in


occasione delle ultime uscite, era venuta
a mancare. Altra nota
positiva, poi, quella
del rientro anticipato
di Andrea Tringali
che, gi da ieri mattina, si allena insieme
alla squadra e sar
a disposizione per
la gara di sabato. Il
giocatore augustano,
che part per impegni
lavorativi allestero
proprio allindomani

Karate, alla
Coppa Italia
Csen di Montecatini la Rembukan porta
a casa due ori
e un bronzo

ncora
protagonista
la
Rembukan Vilasmundo che, con
solo due atleti
alla coppa Italia
Csen disputata
a
Montecatini
Terme, tornata a casa con
ben 3 medaglie.
Due ori e un
bronzo: vittorie
per
Francesca
Cavallaro tra le
junior e Giuseppe Cartelli nella
categoria open,
quest'ultimo ottiene anche un
bronzo nella junior 60 kg.
Francesca Cavallaro ha dominato la sua
categoria grazie
ai suoi pugni
veloci ed improvvisi che riescono sempre ad
entrare nelle difese avversarie
andando a segno
nel pieno rispetto del controllo,
Giuseppe Cartelli ha vinto l'oro al termine di
una bella prova
in cui riuscito
ad esprimere il
suo karate migliore.
Grande soddisfazione per gli
atleti diretti dal
maestro Marcello Di Mare che
in contemporanea ha partecipato allo stage
dell'ex campione del mondo
Alex Biamonti
a Sesto Fiorentino, una giornata di karate a
360 gradi quella
vissuta
sabato
scorso in toscana per gli atleti e
tecnici del Rembukan.