Sei sulla pagina 1di 5

Master marzo Padova 2015

Approcci e metodologie della consulenza bioetica, Renzo Pegoraro.


Metodologie di un caso clinico, quale percorso fare per una valutazione etica. Come
offrire una valutazione di tipo etico.
Bioetica teorica, clinica, regolamenti e leggi, culturale.
Bioetica clinica D. Roy.
Metodologia dellanalisi etica dei casi clinici, protocollo della fondazione
Lanza.
Diego Gracia, Madrid.
1. Prima operazione, Raccogliere i dati clinici: quali sono, nel caso in questione, i
dati clinici relativi alla diagnosi e alla prognosi? esistono alternative da un punto
de vista medico-assistenziale? Ci sono condizioni che, a prescindere dalle
indicazioni strettamente medico-assistenziali, orientano di fatto la scelta verso
un intervento pi che un altro? Sono condizioni legate a esigenze di
organizzazioni del lavoro? A scarsit di risorse economiche?
2. Seconda operazione, individuare la responsabilit, quali sono le responsabilit
specifiche degli operatori professionali coinvolti nella gestione del caso? Il
paziente stato adeguatamente informato? Ci sono motivi per ritenere
giustificata una qualche incompletezza nellinformazione e nellassunzione di
responsabilit? Il paziente stato messo in grado di valutare vantaggi e
svantaggi che le eventuali alternative comportano? E stato, inoltre, messo in
grado de conoscere le indicazioni che possono favorire lesito positivo del
trattamento proposto? Quali sono le responsabilit dei familiari? In particolare:
ci sono motivi per ritenere rilevanti il loro consenso? Per ritenerlo obbligatorio?
Per ritenerlo, al contrario poco attendibile? Lintervento proposto comporta
conseguenze che non possono essere ragionevolmente assunte dai soli
familiari: su quali supporti sociali pu contare la famiglia? A chi compete
lobbligo di promuovere una concreta attivazione? (quoad vitam, per ci che
riguarda la vita, espressione usata nella formulazione di prognosi mediche, che
fa riferimento alla sola sopravvivenza, senza pronunciarsi in merito al riacquisito
della salute o a un recupero funzionale).
3. Terza operazione, indicare i problemi etici, indicare i problemi specificamente
etici che il caso presenta. Si solito i problemi etici che un caso clinico solleva
sono molti. Occorre identificarli uno ad uno in maniera tale che nella discussione
si evitino equivoci e confusione.
a. Un approccio analitico
4. Valutare le soluzioni alternative e decidere, formulare la valutazione etica. In
relazione al problema etico pi importante, quali sono le soluzioni proposte? Su
quali ragioni rispettivamente si basano? Soluzioni ragioni. Qual e nel caso in
questioni la decisione che promuove la realizzazioni dei valori in gioco al pi alto
livello possibile? Riferimento ai principi (decisione corretta). Riferimento
allesperienza (decisione effettivamente corretta).
5. Formulare una direttiva per casi simili, ricavare indicazioni che aiutino la
gestioni di casi simili nellurgenza con cui nella pratica clinica si presentano. E
possibile ricondurre tutto il caso ad un unico e pi generale.

Amianto
Lorenzo Biaggi
Lesperienza morale e il giudizio etico, rivista etica per le professioni.
Giudizio etico: un problema rilevante nella categoria culturale. Oggi un conflitto
con i giudizi. Si deve raggiungere un schema per mettere in ordine questo giudizio.
Cosa il giudizio etico?

Legato al ambito legale, a qualcosa o qualche decisione chiara, data. Com


esprimere un parere;

Discernimento, il rapporto tra il desiderio (desse del bene) e la riflessione (come


posse arrivare a questo desiderio);

sempre un evento comunitario, la filosofia pratica, ragionamento de Taylor


(fonti morali) e Makintair. Il giudizio non individualstico comunitario. En ogni
caso il giudizio etico porta la comunit di vita alla quale appartengo.

Il dono del consiglio. P. Ricoeur il giudizio medico. (2006) nel campo medico
bisognerebbe pensare come nelle cellule del consiglio.

I problemi del giudizio.


Nella cultura della individualit, nel invaditi la individualit e la liberta del altro. Entra
in una imponderabilit del giudizio. Nella medicina se pu fuggire alla imponderabilit
per via del discorso tecnico, la quale aiuta alla oggettivit.
Un malato fino a che punto pu essere considerato autonomo. Come uscire di questo
problema. 1. La prospettiva di Taylor: esplicitare le fonti morale dei soggetti. Il uso
della tecnica presuppone una certa idea del uomo e delle valutazioni, chiamati forti, i
quali sono impliciti, non esplicitati. In questi si trova he sono pi accordi nelle
questioni primarie.
La proposto de George Wolls, consenso per intersezione. Identificare nostra specificit
e la diversificata, quello che c in mezzo qualcosa di universale: antropologici,
morale, diritti umani, etc.
Elementi del giudizio:
1. Giudizio prudenziale: quello che fa appello alla saggezza,
derivata della esperienza e una riflessione della esperienza.
E duttile, non relativa. Fa un ponte tra i principi e la
applicazione a i casi particolare.
2. Deontologico: ci sono le norme, leggi, codici professionali,
etc. nei quali i professionista e il utenti e coinvolto, ma pi il
professionista.
3. Riflessivo: luomo pu soltanto riflettere su quello che fa.
Questo giudizio ci porta al bene, quelle la visione del bene,
delluomo. Questo passaggio rimane non affrontato, mentre
che questo aiuterebbe a rendere pi meno le differenze.
Non ci sono antropologie diverse ma differente approcci a beni morali. Ricuperare i
beni morali universali: la comunit.

Singer le funzioni delluomo. Come tu capisce luomo secondo le sue funzioni? Fare
una riflessione di secondo gratto. Solo luomo e un animale interpretante
autointerpretante. Un argomento trascendentale. Clifoor gler, interpretazione de.
Anche i funzionalista hanno come fonte della moralita la dignit delluomo. Dobbiamo
capire come capire la dignit delluomo. un argomento trascendentale di secondo
gratto.
Le fonte della morale: dignit, interiorit, rispetto, autonomia o la libert. Anche quello
che propone laborto parte di questa declinazione fondamentale. Il problema che
anche con queste fonti, non siamo portato di armonizzare a livello deontologico e
prudenziale. Marchal salins, un grosso sbaglio. Eluterra
Nemici del giudizio etico:
Universali
Principialismo, un giudizio etico che rafferma i principi, ma come devono funzionare
nella vita etica. Giudizio e creare un ponte tra i principi e la vita. Aristotele.
Oggettivismo, figlio de Descartes. Esiste una oggettivit indipendente alla
elaborazione e determina che cosa va fato. La tecnica che sa che cosa si deve fare. La
razionalit strumentale, una forma di totalitarismo. Nessuno mete in discussione
quello che dice un tecnico.
Emotivissimo: io sento provo questo e questo il mio giudizio. Il sentire determina il
mio giudizio. Non c spaccio a una altra opzione.
Antropologici
Il nemico del giudizio etico e tutto e subito. Questo un grosso problema nel giudizio
etico.
Un giudizio etico che deva gratificarsi, principio della gratificazione. Quello che vivo e
bene nella misura che me gratifica.
Nella formulazione del giudizio etico c bisogno di argomentare. La ragione pratica, la
capita di argomentare. Non per profitto, Marta Nussbaum, 10 capacitazioni per non
imparare a argomentare.
La caratteristiche del consiglio. Il consiglio metta insieme due significati cum sigliere,
sentarsi insieme e in silenzio. E lo spazio di un apprendimento cooperativo. Questo ha
una valenza morale.
Legere, articolo di autonomia nella rivista

Aspetti etici nella governante in sanit responsabilit dei vari attori


Marted 17 marzo
Antonella
Cecilia tomiatti
Nel ambito della sanit si lavora in vista de un diritto della salute individuale e
collettivo, ma non nel interesse economico. La dimensione corporea della legge
medica della Italia. Legge 833/78 (istituzione SSN).
Lidea della riforma che il denaro devi aiutare il paziente. Decreto legislativo 30
dicembre 1992 n. 502. Le aziende sanitarie sono imprese etiche nel senso che hanno
come finalit la tutela di un diritto (non hanno scopo di lucro).

Valter Giantin clinica geriatrica, universit di Padova. La responsabilit del ambito


sanitario.
Nella geriatria la difficolt di umanizzare la salute.
La geriatria come paradosso

Mercoled la unione tra salute pubblica paziente vs assistiti, individu vs popolazione,


paternalismo vs autonomia. La salute pubblica a un doppi aspetti individuale e
collettivo. La sostanzia della salute pubblica e la relazione.
Promozione
Carta di Ottawa (1986) definisce la promozione della salute come the process of
enabling
1. Utilit, cosa la utilit, coinvolgere la collettivit;
2. La conoscenza dei danni del atto facto;
3. I costi
4. Coercizione e stigma
Organizzazione
Insieme di processi, funzioni e strutture, poste in essere e coordinate per raggiungere
obiettivi specifici.
1. Un sistema organizzativo dato da:
a) risorse
b) assetto organizzativo
a. organigramma ruoli e relazioni
b. meccanismo operativi regole
c. cultura
d. leadership
c) ambiente esterno
d) risultati
1. governo etico dellorganizzazione

Organizzazione salute pubblica