Sei sulla pagina 1di 8

APPUNTI SUL CAMPO MAGNETICO ROTANTE

Campo Magnetico Rotante ad una coppia polare


Consideriamo la struttura in figura che rappresenta la vista, in sezione trasversale, di un cilindro
cavo, costituito da un materiale ad alta permeabilit relativa, in cui alloggiato un elettromagnete
opportunamente sagomato ed alimentato da una corrente continua. Lelettromagnete, il cui nucleo
anchesso ad alta permeabilit, libero di ruotare, sia in senso orario sia antiorario, intorno al
proprio asse centrale qualora venisse messo in rotazione da un motore primo esterno. Nel seguito
chiameremo, in gergo, ferro ogni materiale ad alta permeabilit relativa.

Riferimento angolo
S

Tra la parte mobile (rotore) e quella fissa (statore) c uno spazio in aria (permeabilit relativa
unitaria) che detto traferro. La riluttanza dellaria risulta, in generale, essere molto pi grande di
quella del ferro in virt dellalta permeabilt di questultimo che >>1. Quindi si ha:

RAria + RFe RAria


Ci ci permette di considerare che tutta la forza magnetomotrice relativa alla struttura in esame sia
concentrata nel traferro.
Assumiamo inoltre che la particolare sagomatura dellelettromagnete produca nel traferro una
distribuzione spaziale di induzione sinusoidale. Per un assegnato sistema di riferimento di
coordinata angolare la distribuzione dellinduzione, al traferro, a rotore fermo sia:
B( ) = BM cos( )

B ( )

Se adesso si fa ruotare il rotore ad una velocit angolare si potr scrivere, relativamente ad un


osservatore fisso esterno alla struttura:

B( , t ) = BM cos(t )
dove il segno indica il fatto che la rotazione impressa pu essere oraria o antioraria rispetto
allosservatore.
La precedente espressione dunque la descrizione matematica relativa ad un campo magnetico
rotante generato da una rotazione meccanica di un elettromagnete a 1 coppia polare Nord (N) Sud
(S).
Vediamo ora come sia possibile generare un analogo campo magnetico rotante al traferro senza
operare uneffettiva rotazione meccanica ma attraverso adeguate correnti fluenti variabili nel tempo
e fluenti in conduttori alloggiati in opportune cave realizzate nello statore
Conduttore
Campo Magnetico

I1

traferro in aria

I1

(Ricordiamo che: B = 0 H con H I )


Se le correnti fossero correnti continue, e immaginando che le cave siano pi delle due disegnate in
figura e che occupino quindi un settore circolare di statore, si sicuramente in grado di realizzare
un campo magnetico statico al traferro che abbia distribuzione spaziale ancora di tipo sinusoidale
nel sistema di riferimento di coordinata angolare (detta anomalia) . Si avr che, assegnato segno
positivo al polo Nord (N) e viceversa a quello Sud (S):

B( ) = BM cos( )

B ( )

N 2
S

N
2

Alimentiamo ora i conduttori di statore con un generatore di corrente che varia nel tempo in modo
puramente sinusoidale con pulsazione :
I (t ) = I M cos(t )
La relativa forza magnetomotrice prodotta al traferro, e quindi linduzione, saranno anchessi
sinusoidali e dipendenti dallanomalia . Un osservatore esterno alla struttura vedr nel traferro un
campo pari a :

B( , t ) = BM cos(t ) cos( )
Che un campo pulsante nel tempo(onda stazionaria). In figura riportiamo landamento
dellinduzione per tre istanti di tempo diversi

t = t0

B(,t)

t = t1
t = t2

Da un punto di vista matematico possiamo decomporre il campo pulsante utilizzando semplici


relazioni trigonometriche:

B( , t ) =

BM
[cos(t + ) + cos(t )]
2

Ci si accorge immediatamente che londa stazionaria pu essere vista come la sovrapposizione di


due campi magnetici, ciascuno rotante in verso opposto allaltro (uno verso orario = inverso, laltro
antiorario = diretto).
In presenza di un campo rotante dovuto ad un elettromagnete evidente che un osservatore in moto
solidalmente con il rotore non vedrebbe alcuna variazione di induzione nel tempo, cio misurerebbe
un campo costante.
La velocit di rotazione dei due campi diretto e inverso si pu allora calcolare semplicemente
ponendo a zero la derivata dellargomento di ciascuno dei due coseni delle componenti del campo
totale:

d
d
d
[t + ] = 0 +
=0
= (campo inverso)
dt
dt
dt
d
d
d
[t ] = 0
=0
= (campo diretto)
dt
dt
dt
Quindi la pulsazione elettrica svolge lo stesso ruolo della velocit meccanica .

Per ottenere allora un effettivo campo magnetico rotante basta sopprimere o il campo orario o
quello antiorario. Si pu operare come segue:

i2
i1

i1
i2
Si dispongono sullo statore due avvolgimenti, meccanicamente sfasati di un angolo , come in
figura, e percorsi da correnti di uguale ampiezza ma sfasate nel tempo di una quantit :

i1 (t ) = I M cos(t ) e i 2 (t ) = I M cos(t + )
Nel traferro le due induzioni, che ciascuna corrente in grado di produrre, possono essere sommate
(il mezzo nel traferro lineare).
Si avr per linduzione totale:

B ( , t ) = BM cos(t) cos( ) + BM cos(t + ) cos( + )


Quindi:

B( , t ) =
+

BM
[cos(t + ) + cos(t )] +
2

BM
[cos(t + + + ) + cos(t + )]
2

(la sovrapposizione lecita assumendo la dellaria lineare e ferro cio la riluttanza


R Ferro 0 )

Facciamo in modo che i due campi inversi si elidano:

t + = t + + +
(se la differenza tra gli angoli in modulo

i due coseni si annullano)

Infine massimizziamo il campo massimo del campo diretto ponendo

t + = t + + +

Dunque:

+ =
= 0

In tal modo si creato un campo magnetico-rotante Bifase


i2 = I M cos(t +

i1 = I M cos(t )

Campo magneto-rotante Trifase


In accordo con quanto fatto in precedenza, disponiamo ora sullo statore 3 avvolgimenti.
I tre avvolgimenti siano alimentati con una terna trifase simmetrica di correnti.
Fissato come riferimento, lo spostamento angolare meccanico del primo avvolgimento avremo:
Induzione dovuta al primo avvolgimento:

B1 ( , t ) = BM cos(t ) cos( )
Induzione dovuta al secondo avvolgimento:

2
B2 ( , t ) = BM cos(t )cos( + 2 )
3
Induzione dovuta al terzo avvolgimento:

4
B3 (t ) = BM cos(t ) cos( + 3 )
3
Linduzione totale si otterr dalla somma delle tre induzioni precedenti.

Avremo:

BM
[cos(t + ) + cos(t )] +
2
B
2
2
 + M [cos(t + + 2 ) + cos(t 2 )]
2
3
3
4
4
B
 + M [cos(t + + 3 ) + cos(t 3 )]
2
3
3
B1 (t ) =

Facciamo ora in modo che i diretti si sommino in fase. E ovvio che deve essere:

2
3

4
3

2 = e 2 =
Sostituendo tali valori ai campi inversi si trova che la loro somma nulla. Infatti:
Binverso ( , t ) =

BM
4
8
[cos(t + ) + cos(t + ) cos(t + )]
2
3
3

Come si pu facilmente verificare ragionando con i fasori relativi:



B1 Inv


B2 Inv


B3 Inv

Quindi rimane solo la somma dei campi diretti

B( , t ) =

3
BM cos(t )
2

Questo campo rotante quello ovviamente utilizzato nei sistemi trifase.

Ricapitolando, nel caso di elettromagnete rotante, se nr indica i giri al minuto di rotore, la velocit
2 nr
angolare meccanica varr =
. Nel caso di campo magnetico generato dallo statore la
60
velocit del campo, indicata con n, direttamente legata alla frequenza dalle relazioni:
f = 50 Hz n = 60 f , dunque i giri al minuto del campo magnetico rotante per una coppia polare
sono pari a 3000 giri/minuto.

Campo Magnetico Rotante a p >1 coppie polari


Il campo fin qui visto un campo a una coppia polare perch generato da una sola coppia polare
Nord e Sud.
Per realizzare una configurazione a due coppie polari nel caso dellelettromagnete rotante,
necessario aggiungere un altro paio di bracci al magnete:

In tal caso lascissa angolare passa ora dal valore a 2

Infatti per due coppie polari si ha


N

B ( ) = BM cos(2 )

B ( )

2
S

E il campo magnetico rotante assume la forma:

B( , t ) = BM cos(t 2 )
per cui la velocit del campo varr ora, considerando il campo diretto:

d
d
d

(t 2 ) = 0 2
=0
=+
dt
dt
dt
2
Quindi la velocit di rotazione si dimezzata

Estensione:
Pi in generale per p coppie polari si avr:

B( , t ) = BM cos(t p )

per cui la velocit del campo varr ora, considerando il campo diretto:

d
d
d

(t p ) = 0 p
=0
=+
dt
dt
dt
p
Per ottenere unanaloga espressione nel caso di generazione di un campo magnetico trifase rotante
di statore occorrer realizzare p coppie polari per ciascuno dei tre avvolgimenti. In figura riportato
un esempio, relativo a p = 2, dove per semplicit si riporta solo la modalit di avvolgimento di una
sola fase delle tre (le altre due fasi seguono la stessa modalit di avvolgimento e sono sfasate di 120
gradi meccanici una con laltra):

1
N

1
Ricapitolando per p coppie polari:
nel caso di campo magnetico generato dallo statore la velocit del campo, indicata con n,
60 f
, cos ad esempio il numero
direttamente legata alla frequenza dalle relazioni: f = 50 Hz n =
p
giri al minuto del campo magnetico rotante per 2 coppie polari 1500 giri/minuto.