Sei sulla pagina 1di 12

Vanini Andrea

Corso allenatori primo grado secondo livello giovanile 2014

!
Utilizzo della statistica nella pallavolo

!
Lo scout per lo studio della squadra avversaria
Durante la settimana che precede una gara lallenatore deve preparare la propria
squadra ad arontare gli avversari in modo da poter vincere il confronto. Questa
preparazione si svolge in due modi: il primo tecnico, ovvero il miglioramento
della propria squadra dal punto di vista dellesecuzione dei fondamentali, il
secondo tattico, cio la strategia, di come giocare e come contrastare lavversario.
Pi un atleta sar evoluto dal punto di vista tecnico e maggiore sar la sua
disponibilit alla tattica, poich capace di fare la cosa giusta al momento giusto;
di contro migliore sar la disposizione tattica della propria squadra cercando di
sfruttare i propri punti di forza e nascondere i punti deboli (viceversa con
lavversario) e maggiore sar la possibilit di conquistare il punto e la vittoria.
Si gi detto che la pallavolo uno sport di situazione, caratterizzato quindi da
alte velocit nelle esecuzioni, durata breve delle azioni, aspetto tattico molto
sviluppato e condizionamento dei fattori esterni. Questi continui cambi di
situazione obbligano latleta ad elaborazioni continue, quindi adattamenti
continui. Laver ripetuto ed immagazzinato un certo adattamento porter latleta
ad adeguarsi pi velocemente ed in maniera vincente.
La preparazione alla gara diventa una sorta di previsione di ci che potr
accadere nelle varie situazioni che si presenteranno, in modo da aiutare latleta nel
proprio compito.
Dato che le informazioni ricavabili sono pressoch infinite, essendo le variabili
numerosissime, si cerca di analizzare i dati e cercare di arrivare a quella che sar la
scelta migliore, quella pi probabile.

Nel momento della preparazione di una gara si cerca di raccogliere il maggior


numero dinformazioni sull'avversario e in seguito di riunirle in fondamentali di
gioco, in altre parole in insiemi che hanno le stesse caratteristiche. Il passo
successivo quello di creare altre classificazioni in insiemi appartenenti a precise
fasi del gioco, ad esempio direzioni dattacco su ricezione o direzioni dattacco
dopo una difesa. In seguito si cercano le relazioni di dipendenza causa-eetto fra le
varie situazioni, il rapporto di dipendenza fra le varie fasi, in altre parole quanto
influisce la fase precedente su quella successiva. Il tutto al fine di identificare una
tendenza di comportamento e formulare una previsione.
Una notevole dicolt delle analisi che spesso si tende a partire dal singolo dato
specifico, ad isolare le analisi (ad esempio nella preparazione alla gara viene
rilevato che lo schiacciatore S1 ha una percentuale di ricezione negativa molto alta,
quindi la decisione di fare di quel giocatore lobiettivo delle battute), quindi ad
utilizzare il dato numerico fine a s stesso invece di tener conto di come si sia
generato quel dato e quindi della successione temporale delle azioni proprie delle
fasi di gioco (tornando allesempio precedente lo schiacciatore S1 ha avuto unalta
percentuale di ricezione negativa perch nelle partite analizzate i giocatori
avversari erano dotati di una ottima battuta in salto, mentre tra giocatori della
propria squadra nessuno batte in salto, quindi il dato risulta essere inutile).
I dati e le informazioni, come scritto, sono pressoch infinite, quindi occorre
identificare quali sono veramente utili ed importanti.
Per un corretto studio dellavversario i dati importanti e da studiare sono:

Distribuzione del gioco da parte del palleggiatore;

Direzioni dattacco degli attaccanti;

Direzioni delle battute;

Analisi della ricezione.

La distribuzione del gioco da parte del palleggiatore secondo studi condotti sui
modelli prestativi, in diversi livelli di qualificazione, sia nel settore maschile che in

quello femminile, indica che il numero di attacchi, su alzata del palleggiatore,


quantificato in un range compreso tra il 92% e il 97% delle azioni di primo attacco
per il cambio palla, e in un range compreso tra il 46% ed il 61% delle azioni di
contrattacco.
Come conseguenza allalzata c sempre un attacco, e studiare quali sono le
traiettorie (o direzioni) preferite degli avversari permette di posizionare muro e
difesa per poter eseguire un contrattacco ecace.
Lo studio delle direzioni delle battute altres importante perch permette alla
ricezione di conoscere in anticipo dove probabile che batter lavversario e
quindi di essere pronti ad eettuare una ricezione il pi precisa possibile per
iniziare lazione al meglio.
Per quanto riguarda lo studio della ricezione, si cerca di identificare i problemi
individuali e di squadra su un certo tipo di battuta in modo da riproporlo in partita
per agevolare la lettura della distribuzione del palleggiatore.

!
Distribuzione del gioco da parte del palleggiatore
Si tratta quindi di cercare di prevedere dove alzer la palla il palleggiatore quando
si verificano determinate condizioni, in modo da poter anticipare queste scelte o
quantomeno di essere pronti per arontarle.
Ci sono due tipi di distribuzione, su azione di cambio palla (CP) e su contrattacco
(BP). La distribuzione su azione di CP si riferisce allattacco che proviene dalla prima
alzata dopo la ricezione.
La parte fondamentale e pi dicile dello studio sulla distribuzione si fa sullazione
di CP.

Posizione del palleggiatore1 (P1, P2, P3, P4, P5, P6)

Tipo di ricezione (valutazione: #, +, -, !) e zona di arrivo della palla ricevuta (1, 2,


3, 4, 5, 6, 7, 8, 9);

Si fa riferimento alla posizione del palleggiatore in campo per identificare la rotazione in cui si trova la
squadra.

Basi del centrale: le basi del centrale sono le combinazioni dattacco che
vengono chiamate al centrale e indicano la posizione del salto del centrale in
base al palleggiatore. Ci sono tre basi oensive principali che corrispondo alle
tre famiglie dattacco a disposizione del centrale: il primo tempo avanti (1,
vicino al palleggiatore), il primo tempo dietro (2) e la tesa al centro (7, lontano
dal palleggiatore)

Caratteristiche del palleggiatore;

Punteggio del set.

La parte pi dicile della lettura della distribuzione quando il palleggiatore ha la


possibilit di poter scegliere liberamente dove alzare la palla: questo significa che
ci sono potenzialmente 4 attaccanti pronti a ricevere lalzata, ed essere nelle
condizioni di poter velocizzare il gioco. Questa condizione viene data dalla
ricezione # che, come visto, viene definita perfetta come posizione e parabola.
Le analisi per la ricezione # vengono eettuate anche per gli altri tipi di ricezione
positiva + e ! in modo da avere un quadro completo di tutta la distribuzione del
palleggiatore per un aiuto sulle scelte da fare per contrastare a muro gli attacchi
avversari.
Tutto questo perch con la ricezione perfetta e positiva lattacco nettamente
favorito sugli altri fondamentali in quanto il gioco pu essere molto veloce e
dicile da contrastare.
Lo studio sulla distribuzione viene fatto anche con la ricezione -, per sapere a chi
andr la palla in caso di gioco scontato e senza le finte di attacco del centrale.
Unultima analisi per quanto riguarda la distribuzione del palleggiatore quella
che concerne il contrattacco, situazione in cui molto spesso il palleggiatore si
trover a non avere lattacco del centrale come opzione dato che la palla arriver
da difesa, che tecnicamente molto pi dicile da controllare rispetto alla
ricezione.

Direzioni dattacco degli attaccanti


Dopo aver cercato di capire dove il palleggiatore avversario alzer la palla si
prover ad analizzare dove lattaccante schiaccer, per opporre muro e difesa, ed
anche in questo caso i parametri da analizzare sono:

Tipo di alzata (e alzatore);

Fase cambio palla o contrattacco;

Momento (punteggio) del set.

Per tipo di alzata si intende la velocit, la parabola e la provenienza dellalzata del


palleggiatore, quindi si cercher di analizzare dove finir lattacco in base al tipo di
alzata.
Durante lanalisi sar necessario verificare che le direzioni rilevate siano relativi alle
alzate dello stesso palleggiatore2, ed eventualmente analizzare le dierenze che
potrebbero esserci tra gli attacchi con uno o laltro palleggiatore.
Si cercano anche delle dierenze tra lattacco di CP e lattacco di BP, con
unulteriore suddivisione in base allalzata. Lalzata, come visto precedentemente,
dipende dalla zona di arrivo della ricezione, di conseguenza anche lattacco pu
essere messo in relazione alla tipo di ricezione. Questo perch in caso di ricezione
perfetta e positiva il palleggiatore pu sviluppare un gioco veloce anche con i
laterali, dicile da contrastare a muro e quindi il fondamentale dattacco pi
agevole per i laterali.

!
Direzioni delle battute
Unaltra importante informazione ricavabile dagli scout la direzione delle battute
di tutti i giocatori, molto importante per poter coordinare il sistema di ricezione ed
eettuare le variazioni di posizione in base alle preferenze del battitore. Questa
analisi viene fatta principalmente per i battitori in salto, perch molto spesso la

ci sono squadre che alternano spesso i palleggiatori, quindi le alzate saranno diverse essendo diversi i
giocatori.

battuta float o salto float sono battute tattiche e generalmente vengono


indirizzate in qualsiasi zona del campo senza dicolt.
Attraverso lo studio degli scout possibile anche risalire alla formazione di
partenza di ogni set della formazione che da studiare, questo pu essere utile per
quanto riguarda la battuta e la ricezione per cercare di mettere in campo la
squadra provando a ruotare la formazione in modo da non avere il ricevitore pi
scarso della propria squadra nelle zone preferite di battuta degli avversari. Questo
per un duplice motivo: il primo evitare che il ricevitore venga bersagliato dalle
battute pi ecaci dellavversario che potrebbero portare a punti diretti; il
secondo cercare di far eettuare al battitore il servizio meno facile per cercare il
ricevitore pi scarso, in modo da agevolare la fare di ricezione attacco.

!
Analisi della ricezione
Lanalisi della ricezione viene fatta prima a livello di squadra, cercando di trovare la
rotazione in cui la ricezione peggiore delle altre, in modo, eventualmente, da
cercare di mettere il proprio miglior battitore in quella rotazione, poi allinterno
delle varie rotazioni quale dei giocatori impegnati il peggiore. Si analizzano
anche le statistiche dei vari giocatori in base ai vari tipi di battuta ed alla zona di
provenienza. Tutto questo viene fatto tenendo anche presente le direzioni
dattacco dei vari giocatori in base allesecuzione o meno della ricezione.

!
Il meeting tecnico
Il meeting tecnico il momento in cui viene proposto alla squadra un piano
tecnico-tattico per arontare la gara.
Il meeting tecnico si svolge di solito in due sedute video, dove verranno
consegnati ai giocatori i fogli riassuntivi dellanalisi della squadra avversaria. Le due
sedute video riguardano la fase cambio palla e la fase break point della squadra
avversaria.

Le informazioni che saranno comunicate ai giocatori durante il meeting tecnico


prima delle gare saranno la minima parte di quelle analizzate in settimana, in
modo da non mettere confusione nella testa del giocatore che dovr scendere in
campo. Le informazioni da comunicare sono estremamente soggettive, nel senso
che ci sono giocatori che riescono ad elaborare un gran numero di dati e ad avere
una risposta immediata e positiva alle varie situazioni che si presentano sul campo,
mentre altri in caso di una eccedenza di informazioni farebbero solamente
confusione compromettendo la propria prestazione e quella della squadra.
In genere si tende a dare le informazioni per ruoli, anche se nel foglio riassuntivo
dato ai giocatori queste sono tutte presenti, in modo che tutti siano preparati in
ugual modo; ad esempio al palleggiatore, per quanto riguarda la battuta
avversaria, importer meno sapere le direzioni preferite rispetto a sapere chi il
battitore pi pericoloso in modo da cercare una soluzione per fare la fase cambio
palla nella maniera pi veloce possibile per evitare che lavversario possa rimanere
per pi turni in battuta.

!
Lo scout durante la gara
Durante la gara lo scoutman in tempo reale rileva tutti i colpi che vengono
eettuati dai giocatori di entrambe le squadre e i dati vengono inviati ad un
computer ricevitore in panchina direttamente dopo essere stati digitati. Questo
permette di poter fare le analisi in tempo reale e poter dare informazioni ai proprio
giocatori di conferma o variazione della tattica preparata durante la settimana.
Durante la partita il carico emozionale e le cose da guardare per un allenatore sono
tante, e a volte limpressione pu essere sbagliata; in questo caso gli scout aiutano
a prendere una decisione, confermando o meno limpressione avuta guardando la
partita da bordo campo.

Lutilit maggiore degli scout durante la gara per la conferma di ci che si


preparato tatticamente durante la settimana, specialmente per quanto riguarda la
distribuzione del palleggiatore e le direzioni dattacco avversarie.
Il secondo allenatore in panchina3 ha i fogli delle analisi complete che riassumono
tutti vari studi eettuati, e confronta i dati con quelli che vengono rilevati in tempo
reale durante la gara.
Data la moltissima mole di informazioni molto spesso vengono preparati dei fogli
di calcolo4 che avvertono il secondo allenatore di eventuali cambi nella tattica
studiata in precedenza. Un sistema molto usato per evidenziare le variazioni o dare
un grado di importanza ad ogni dato il sistema dei colori del semaforo, in cui si
va dal colore verde di conferma (o di valore basso), al colore rosso che richiama
lattenzione su unanomalia nelle analisi. Le regole per il cambiamento di colore
sono definite dallutente in modo da rendere completamente personalizzabile
lanalisi.
Lanalisi della prestazione di un giocatore durante la gara deve essere di due tipi:
globale e specifica. Globale mettendo insieme tutte le statistiche fino a quel
momento, per analizzare la prestazione in toto, mentre specifica analizzando gli
ultimi 3-4 colpi dei vari fondamentali, in modo da capire se in quel momento il
giocatore caldo e va lasciato in campo, oppure se necessita di rifiatare in
panchina.

!
!
!
!
!
3

solitamente il secondo allenatore in panchina ad avere il computer ricevitore e ad analizzare i dati in


tempo reale.
4

Data Volley ha al suo interno un foglio di calcolo molto simile a Microsoft Excel, che integra tutti i comandi
di analisi.

Lo scout e lallenamento
Esistono due tipi di scout utilizzabili per lallenamento, quello relativo alla gara (o
gare) e quello eseguito durante lallenamento.
Con lo scout delle partita possibile, ricavare informazioni dettagliate
sullandamento dei vari fondamentali durante la gara, identificare quindi quali
sono i fondamentali pi deboli della propria squadra, quali rotazioni sono peggiori
nei valori di ricezione/attacco o contrattacco, qual la linea migliore di ricezione e
quale la peggiore. Non occorre dimenticare anche lanalisi della distribuzione del
proprio palleggiatore, molto importante per identificare il livello di attenzione
tattica del proprio giocatore.
Durante la settimana di allenamento, se non si sar supportati dalle statistiche
delle gare, si commetteranno degli errori nellimpostazione degli allenamenti: ad
esempio nelle parti di allenamento destinate al miglioramento di squadra di
ricezione e attacco dopo ricezione, molto probabilmente non si allenerebbe in
maniera particolare la rotazione P1, dedicandole invece lo stesso tempo delle altre,
poich non la si era identificata come la rotazione peggiore in quella fase di gioco.
Disporre quindi di un database e poter confrontare dati di pi partite permette di
analizzare le prestazioni individuali su ogni fondamentale per ogni giocatore in
modo da programmare un lavoro tecnico individuale durante la settimana.
Lo scout serve anche dal punto di vista mentale per relazionarsi con i giocatori.
Lanalisi soggettiva, senza ausilio di scout, suscettibile allinterpretazione: ad
esempio un errore grossolano ed evidente come una palla attaccata in tribuna ha
un influenza notevole sulla percezione emotiva di una prestazione e spinge ad
aermare che quel giocatore ha attaccato male, quando invece, analizzando i dati,
quellerrore poteva essere lunico di tutta la partita da parte di quel giocatore.
Comunicare oggi hai ricevuto male ad un proprio giocatore senza disporre
dellanalisi della ricezione data dallo scout unaermazione generica e passibile
di contestazione (sono visioni diverse e soggettive di uno stesso evento). Durante

la settimana in allenamento la percezione del giocatore di non aver ricevuto male


durante la gara precedente, pu far allenare mentalmente male lo stesso
giocatore, convinto di non aver bisogno di ulteriore allenamento in ricezione.
Presentare un dato del tipo oggi hai ricevuto con il 10% di positivit, che un
valore molto basso, pu portare ad una maggiore attenzione ed impegno durante
gli allenamenti nel fondamentale di ricezione da parte del giocatore, poich il dato
presentato oggettivo e non opinabile.
Nel caso di un giocatore che ha avuto qualche dicolt nellattacco di palla alta
nella partita precedente ed ha lavorato su quel fondamentale durante la
settimana, e nella partita successiva aumenta di molto la percentuale di quel
fondamentale potrebbe non essere stato un miglioramento tecnico a portare
allaumento della percentuale, bens un miglioramento legato alla prestazione di
quella gara, in cui quel giocatore si trovato ad attaccare la palla alta contro il
muro pi debole della squadra avversaria.
Per quanto riguarda il miglioramento individuale dei giocatore questo pu
avvenire in due modi: il lavoro individuale su quel fondamentale durante un
allenamento prettamente di carattere analitico individuale, in cui ogni giocatore
allena i fondamentali in cui ha le statistiche peggiori; oppure il lavoro individuale
allinterno del gioco globale, ad esempio durante una seduta di gioco 6 contro 6 di
allenamento lallenatore da indicazioni al muro di coprire una determinata zona su
un attaccante (che potr essere la zona preferita) costringendo lattaccante ad
schiacciare dove non c il muro e quindi allenando un altro colpo. Un altro
esempio per allenare una situazione di gioco evidenziata dagli scout potrebbe
essere questa: lopposto dal punteggio 20 in avanti ha attaccato solamente in
lungo linea, quindi durante il gioco 6 contro 6 nel caso lopposto attaccasse in
lungo linea dopo il punteggio 20, lattacco verrebbe annullato e assegnato il punto
alla squadra avversaria, costringendo quindi il giocatore a trovare unalternativa
per fare il punto.

La rilevazione durante lallenamento prerogativa solamente dellaltissimo livello


e di poche societ organizzate molto bene sia a livello economico che a livello di
sta. Poche sono infatti le societ che possono permettersi di tenere uno
scoutman anche per le attivit di allenamento.
Se ce ne fosse la possibilit molto importante sarebbe rilevare le situazioni di gioco
6 contro 6, per monitorare in ogni momento la qualit dellallenamento e renderlo
il pi simile possibile alla gara, rendendo partecipi i giocatori delle situazioni da
monitorare ed il loro livello di gioco. Tutto questo anche per costringere il
giocatore a raggiungere un determinato obiettivo individuale, dato che negli
esercizi globali di 6 contro 6 lobiettivo comunque di squadra, rendendo
lallenamento sicuramente pi stimolante e produttivo.
Si tratta quindi di aumentare la qualit degli allenamenti, cercando di ridurre il
numero di errori mantenendo al contempo alto il livello di gioco, cercando di
limare i difetti ed acquisire nuove tecniche di esecuzione, in modo da essere
preparati a fronteggiare le situazioni che si presentano durante la gara. Lobiettivo
dellallenamento preparare la squadra ad arontare la partita nel miglior modo
possibile.
In mancanza di una persona che possa rilevare le situazioni che interessano
possono essere gli stessi giocatori ad aiutare lallenatore ad avere alcuni dati
relativi allallenamento.
Durante gli esercizi analitici, come ad esempio battuta e ricezione, i giocatori in
battuta contano il numero totale delle battute eettuate ed il numero degli errori,
cercando di aumentare la dicolt dei servizi senza per commettere troppi errori.
I giocatori in ricezione riceveranno una valutazione della loro ricezione dal
palleggiatore che si trova sotto rete per alzare. Un esercizio molto usato ed utile
per migliorare la qualit della ricezione della squadra fare ricevere le varie linee di
ricezione sulle battute dei proprio compagni di squadra, il palleggiatore sotto rete,
o lallenatore, valuter la ricezione avendo come obiettivo il classico 7 ricezioni

perfette o positive su 10 battute, equivalente quindi ad un 70% di positivit, in cui


la valutazione = (errore) e / (palla nellaltro campo) azzerano il conteggio,
costringendo i ricevitori a rimanere concentrati fino alla fine dellesercizio5.
Un altro utilizzo delle statistiche durante lallenamento quello di sapere il numero
di salti fatti durante la gara dai vari giocatori per poi programmare gli allenamenti
che sviluppino una resistenza a quel numero di salti sempre maggiore. Anche i
preparatori atletici delle squadre di altissimo livello consultano le statistiche,
nonostante magari non abbiano una conoscenza approfondita degli aspetti
tecnico/tattici della pallavolo, per verificare se un calo delle prestazioni tra un set e
laltro, tra linizio della gara e la parte finale, possa essere dovuto ad una scarsa
preparazione fisica.
Sul mercato si stanno aermando prodotti che consentono di fare scout a basso
costo ed analisi biomeccaniche molto evolute, in modo che tutte le societ
possano aacciarsi a questo modo di preparare al meglio la propria squadra.

se, nonostante una statistica di 9 ricezione positive su 9, alla decima battuta il ricevitore dovesse fare un
errore, lesercizio ricomincerebbe nuovamente da 0.