Sei sulla pagina 1di 3

FEDERAZIONE ITALIANA TRASPORTI

SEGRETERIA REGIONALE
TOSCANA
IL SEGRETARIO GENERALE
Via Cittadella, 58r 50144 Firenze
e.mail: fit_reg_toscana@cisl.it

tel. 055/334011 Fax 055/334017

fs 2098 fax 2386

Firenze 02
aprile 2015
All' Amministratore Delegato Holding
FS
Ing M.Elia
Al Direttore Generale
Dr. S.Savino
Pc

Amministratore Trenitalia
Dr. V. Soprano

Pc

Amministratore RFI
Dr. M.Gentile

Pc

Segreteria Nazionale Fit/Cisl

Loro sede
LETTERA APERTA
Oggetto : procedure Trenitalia assunzioni di personale
Dopo diverso tempo e molte insistenze da parte sindacale ed in
particolare dalla Fit/Cisl
Nazionale, il Gruppo FS Trenitalia ha
riconosciuto la necessit di fare un piano di assunzioni di personale di
Bordo (Capi treno) e di Operai Manutenzione rotabili, un p in tutt'Italia,
anche se con numeri ridotti rispetto alle reali esigenze. In sostanza:
personale di bordo n128 di cui n 6 in Toscana e operai n115 di cui 10
in Toscana. Finalmente si parte, come annunciato ufficialmente
dallAmministratore Delegato di Trenitalia alle segreterie nazionali delle
OO.SS il 13 marzo 2015.
Oggi ci vogliamo occupare delle procedure di reclutamento
assunzione dei dipendenti nella qualifica bordo Capo Treno-.

Premettiamo che, pochi giorni dopo lannuncio delle assunzioni, alcune


persone ci hanno telefonato, comunicandoci che erano state invitate
per e-mail dallUfficio selezione di Trenitalia a presentarsi il giorno 26
marzo c.a. al Palazzo dei Congressi a Firenze, per una prima selezione
scritta. Il numero di persone chiamate per essere sottoposte a selezione
e poi assunte nella qualifica di capo treno ci risulta essere n 50.

Da questo punto in poi scattano tutta una serie di domande e dubbi,


che lasciano un'interpretazione libera dei fatti successi che ci
accingiamo a riportare per cercare di capire cosa sia effettivamente
successo:

perch si sono chiamate circa 50 persone alla selezione?


da dove sono state prese e quali i criteri adottati per individuare le
50 persone chiamate?
il numero di personale da assumere ufficialmente n 6, perch
allora circola nell'ambito degli esaminatori la voce che il n sia
10/12 e non tutte con la qualifica di capo treno?
da dove sono state prese le n 5 persone assunte allinizio
dellanno con qualifica di capo treno, senza che prima del 26
marzo o perlomeno non recentemente, siano state fatte selezioni?
Insomma ci sono tante domande a cui non sappiamo dare risposte. Non
per ultimo, l' episodio che ci capitato; riguarda una telefonata,
arrivata alla nostra sede, in cui un ragazzo dichiarava di aver ricevuto
una e-mail da Trenitalia per presentarsi il 26 marzo alla selezione e il
giorno prima del 26 marzo avrebbe ricevuto una telefonata, sempre da
Trenitalia, con la quale, scusandosi, gli dicevano che si erano sbagliati,
che forse il suo diploma non era proprio quello giusto e, che, quindi non
avrebbe dovuto presentarsi alla selezione. Ci sembra questa una
procedura alquanto anomala per una societ del Gruppo FS. Inoltre
sembra ci sia una particolare attenzione, come qualche volta si
verificato nel passato, a non selezionare i figli dei dipendenti del
Gruppo FS, che se confermato, una pratica discriminatoria
da
respingere al mittente.
Fermo restando che come Fit/Cisl siamo contenti delle assunzioni che
vengono fatte, quello che ci interessa mettere in evidenza che siamo
di fronte ad una azienda pubblica che utilizza i soldi dei contribuenti
italiani e le procedure di assunzione sono assolutamente sconosciute ed
a prima vista in alcuni casi anche prive di logica.
Pertanto sollecitiamo il Massimo Gruppo Dirigente delle FS Holding
ad assumere tutte le decisioni necessarie affinch nelle societ del
Gruppo FS vengano seguiti protocolli conosciuti, nel rispetto degli
accordi sottoscritti, come quello del novembre del 2009, in modo che
tutti sappiano come poter accedere alle selezioni e se uno non viene
selezionato, gli si spieghi il motivo.
Non c da perdere tempo, in quanto avere procedure conosciute e
corrette fa bene a tutti, anche alle societ del Gruppo FS e al Paese. C
bisogno di chiarezza, lo stanno chiedendo i cittadini italiani e anche

recentemente il Santo Padre; il Gruppo FS e le sue societ non possono


venire meno.
In questo senso aspettiamo un cenno di riscontro visibile, anche per
tutti i ragazzi e ragazze e cittadini interessati a un posto di lavoro nelle
ferrovie.
St
efano Boni

Potrebbero piacerti anche